File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



modulo notiziario 1.2 .pdf



Nome del file originale: modulo notiziario 1.2.pdf

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato generato da Microsoft® Publisher 2010, ed è stato inviato su file-pdf.it il 09/08/2012 alle 13:07, dall'indirizzo IP 62.221.x.x. La pagina di download del file è stata vista 1209 volte.
Dimensione del file: 773 KB (6 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Notiziario
Lista Civica
Radicofani e Contignano Insieme

LUGLIO—AGOSTO 2012

L’OSSERVATORE CIVICO
L’Osservatore Civico

E ORA SENZA BABBO MONTE???
COSA ACCADRÀ ALLE NOSTRE AMMINISTRAZIONI LOCALI??
Certo che ora i nostri Amministratori dovranno cambiare atteggiamento. L’essere protetti dal partito per
candidarsi, ci auspichiamo, non sarà più sufficiente. Il nostro augurio è che questo “disastro” per la nostra
Provincia sia utile per far riuscire il quel cambiamento che ci auguriamo da tanto tempo.
La nostra aspettativa si riversa ora nella necessità degli Amministratori di dimostrare la loro effettiva
capacità nel gestire la cosa pubblica e nel realizzare dei benefici per i loro Cittadini, che siano loro elettori
o non.
Chi vorrà essere Amministratore dovrà dimostrare di rappresentare effettivamente le esigenze e le
necessità dei propri amministrati. Riuscire, senza ricorrere più alle ex larghe spalle di Babbo Monte, alla
realizzazione di quei servizi e opere per cui gli elettori lo avranno scelto condividendo per le loro proposte.
L’esperienza, la trasparenza del proprio comportamento, il sapersi confrontare con la propria gente e
l’individuare un percorso realmente percorribile per il raggiungimento degli obiettivi fissati :questo è il
nostro identikit per i nuovi Amministratori.

1

Il COMITATO SP 88 (STRADA DI CASTELUCCIO)
OTTIENE DEGLI INTERVENTI DALLA PROVINCIA

Il Comitato Strada “S.P.88 del Castelluccio” informa
che il giorno 4 luglio u.s. si è tenuto un incontro presso la
Provincia di Siena, con il Presidente della Provincia ,
Simone Bezzini e con l’Assessore ai Lavori Pubblici
Alessandro Pinciani.
Nel corso dell’incontro è emerso che l’Amministrazione
Provinciale è orientata ad intervenire a breve sulla
sistemazione parziale della strada del Castelluccio.
In particolare, il primo stralcio dei lavori dovrebbe
riguardare l’allargamento dello svincolo in prossimità
della Foce per migliorare la visibilità per i veicoli che si
immettono nella S.P.40 .Successivamente
l’Amministrazione Provinciale dovrebbe procedere
all’asfaltatura, con asfalto ecologico, del solo tratto
intorno al Castelluccio.
A tale proposito i rappresentanti del Comitato S.P.88
hanno evidenziato l’assoluta necessità dell’asfaltatura
dell’intero tratto (dalla Foce al Bivio per Monticchiello).
Il Presidente Bezzini e l’Assessore Pinciani, pur
esprimendo notevoli perplessità sia di carattere
economico che di carattere normativo , si sono altresì
mostrati disponibili ad una soluzione definitiva del
problema, subordinandola al parere favorevole da parte

“Preso atto di quanto sopra illustrato, il Comitato invita tutta la popolazione a
sensibilizzare la propria Amministrazione Comunale perché si adoperi per la
sistemazione definitiva della Strada del Castelluccio.”

Quale fiscalità ci aspetta per il 2012????
Visto che il bilancio di previsione 2012 è stato approvato dal Consiglio comunale (contrari i Consiglieri della Lista
Civica) con le aliquote Imu, Irpef e tarsu ai massimi per ragioni derivanti alle osservazioni della Corte dei Conti sulle
modalità di redazione del bilancio del 2010, che comportavano la necessità di cambiare alcune voci di bilancio, quali
residui attivi e computo degli oneri di urbanizzazione nella parte corrente del bilancio. L’Amministrazione al
momento del voto si è però ripromessa di verificare la possibilità di variare le aliquote dell’IMU entro settembre,
termine massimo per fissare dette aliquote.
Ad oggi non abbiamo però notizia di alcun ragionamento sull’eventuale determinazione di queste aliquote ne come
gruppo consigliare abbiamo avuto convocazioni per commissioni bilancio con specifico ordine del giorno.
Riteniamo che l’argomento sia importante e che meriti una necessaria discussione e approfondimento visto che ne
deriverà un peso fiscale non trascurabile per le tasche dei nostri Cittadini.

2

Le
Scelte
dell’Amministrazione

Ambientali

L’apertura dell’impianto a biomasse nella
zona industriale Val di Paglia è “ormai!”
una realta.
Come potrebbe essere altrimenti, visto che
al Consiglio Comunale del 22 Ottobre
scorso la maggioranza comunale ha
espresso
parere
favorevole
alla
realizzazione
dell’impianto
per
la
produzione di energia da biomassa
vegetale senza alcun progetto alla
mano.
E bene sì, i nostri Amministratori hanno
approvato “incondizionatamente” un nonprogetto! Che strano!!!!!!!
Che strano se pensiamo che per decidere
sulla
riapertura
dell’Ufficio
Turistico
occorrono mesi di “arduo impegno
decisionale” e per approvare un progetto
importante ed ambizioso come quello della
futura centrale sono bastati pochissimi
minuti di “pseudo-applicazione”!!
Buona prassi sarebbe quella di portare in
Consiglio
Comunale
un
progetto,esaminarlo ed eventualmente,
con tanto di precauzione, approvarlo. Ma
aimè nulla di tutto questo!
La centrale in questione “NON-INQUINA” e
crea diversi posti di lavoro, replica il
Sindaco, perciò va fatta, in nome della
grave crisi economica.

LIBERTA’ DI COMPORTAMENTO
Riteniamo che nel nostro Comune, così tanto reclamizzato come perfezione tra natura
e lavoro dell’uomo, una parte della società civile si trovi in uno stato di un
condizionamento nella sua libertà di espressione.
La constatazione nasce dal fatto che al tempo di una connessione globale, dove con
un click abbiamo l’opportunità di relazionarci con tutto il mondo con persone con cui ti
confronti sulle questioni quotidiane che regolano la nostra vita e l’attività lavorativa , si
noti, invece, con i nostri Concittadini una reticenza nell’esprimersi in piena libertà.
Si nota il timore, ma direi la paura, di essere additati come qualcuno fuori dal coro del
pensiero comune, di chi potrebbe avere delle ripercussioni sulla propria attività
lavorativa o sul posto di lavoro, di chi si preoccupa di essere isolato e non trovare più
con chi uscire la sera o fare una partita a carte.. Questo riteniamo che non sia più
tollerabile.
Le responsabilità, però, di questo comportamento ci sono e hanno nomi e cognomi. Li
possiamo trovare in chi riveste ruoli pubblici o della società che con i propri
atteggiamenti, le loro mezze frasi o le promesse (spesso farlocche) fanno passare dei
diritti del Cittadino come dei doveri del Cittadino. verso chi riveste questi ruoli sia
pubblici che politici, quando invece il loro ruolo è quello di essere al servizio del
Cittadino.
Succede invece che nei discorsi vengano fuori queste frasi “qui è come in Sicilia”
oppure “lo sai come è chiamato quell’ufficio: Corleone” (non vogliamo offendere la
ridente cittadina siciliana ma il riferimento è sicuramente alla saga cinematografica del
“Il Padrino” di F. Ford Coppola.
Certo c’è anche chi in questa palude ci nuota e ne trova un proprio tornaconto, ma gli
altri vorrebbero essere liberi di esprimersi con critiche e elogi senza la paura delle
ritorsioni.
Altrimenti non ci vuole il riconoscimento UNESCO ma la protezione dell’ONU con i
propri Caschi Blu.

Sul
tema “non-inquina” non siamo
certamente d’accordo. E’ vero che la
centrale “non emette odori nauseabondi”
ma quanta CO2 verrà prodotta e quante
polveri sottili verranno iniettate in
atmosfera?
Per
questo
abbiamo
presentato un mozione in Consiglio
Comunale per cercare di far applicare una
centralina che monitori le emissioni in
modo continuo. Vedremo la linea
ambientalista
dell’Amministrazione
se
verrà mantenuta come in passato.
Se poi il tutto viene giustificato per la
creazione di posti di lavoro, cosa dire
dell’atteggiamento
dell’Amministrazione
Comunale nei confronti di quelle aziende
presenti sul nostro territorio, in difficoltà per
la crisi, che hanno dovuto chiudere e
quindi licenziare?
Certo che questa Amministrazione non
smette di stupirci!
Molte delle proprie risorse energetiche
sono state ampiamente utilizzate per
arginare “lo spandimento selvaggio ed
indiscriminato dei fanghi da depurazione”,
per evitare l’installazione di pannelli
fotovoltaici a terra ed è logico che a questo
punto a prevalere è la stanchezza!
Come poter dire no ad una società che
investe pochi anzi pochissimi soldi sul
nostro territorio e ne guadagna milioni
all’anno! Questa vicenda ci ricorda quella
biblica di Esaù che vendette la sua
primogenita per un piatto di lenticchie(dal
Corriere di Siena del 31 Agosto 2010), ma
su questo il Sindaco ci ha abituato: basta
vedere l’accordo sulla geotermia.
Se le cose vanno così siamo sempre più
convinti che l’obiettivo portante dei nostri
amministratori sia solo ed esclusivamente
quello di precludere tutte quelle che sono
le legittime aspettative degli imprenditori
locali ed assecondare senza alcuna
opposizione
quelle
che,
invece,
provengono dall’esterno.
E su questa scelta, pensando male, una
ragione c’è …..

3

LA TRASPARENZA NON È COSA LORO……..
La lista Civica nel voler rendere la cosa pubblica più trasparente possibile nel dicembre
2011 presentò una mozione che richiedeva che sul sito istituzionale del Comune nella
sezione Organi Istituzionali ci fosse una migliore informazione nei confronti dei Cittadini
sui suoi rappresentanti. Abbiamo anche proposto uno schema con le informazioni che
riteniamo utili al Cittadino per sapere chi amministra i beni pubblici e i loro soldi versati al
comune attraverso le tasse, che poi si dovrebbero tradurre in servizi ai Contribuenti.
Il Consiglio Comunale approvò la mozione con una maggioranza unanime (tutto
rilevabile dalla delibera Consiliare n.68 del 30/12/2011).
Dopo 6 (sei) mesi di disattesa esecuzione della delibera la Lista Civica con
un’interrogazione a risposta orale chiede il perché di questo mancato adeguamento del
sito Istituzionale alla volontà del Consiglio Comunale.
Il Sindaco ci ha risposto che le nostre richieste ci sembrano eccessive, che non aveva
letto bene il testo della mozione ed il suo senso, che si può anche andare contro il
rispetto della privacy e che Lui alcune informazioni non vuole metterle. Allora perché
avete votato la mozione????
La risposta del Sindaco ci lascia perplessi e convinti ancora di più della Sua
inadeguatezza al ruolo che riveste.
Ora premesso che chi si candida ad un ruolo pubblico non può pretendere di non
rilevare i suoi dati personali, altrimenti rimane un Cittadino senza cariche pubbliche e
può pretendere che non si violi la sua privacy. Ma siamo della convinzione che i Cittadini
devono sapere tutto di chi si candida alla gestione della cosa pubblica.
Crediamo che questa ritrosità di mettere in rete informazioni sugli Amministratori, a
questo punto, sia dovuto al fatto che alcune informazioni potrebbero risultare nuove ai
Cittadini e farli porre delle domande, come qualche datore di lavoro arrivato dopo
incarichi amministrativi o qualche titolo di studio mancante (informazioni che hanno un
loro peso sulla scelta delle persone indicate per un ruolo pubblico per noi).

Costa Giovanni
Ruolo: Capogruppo Minoranza Lista Civica Radicofani e
Contignano Insieme
Dati anagrafici :
Siena 31/01/1965

nato

Stato Civile Sposato con due Figli
Titolo di Studio: Diplomato Perito
Commerciale nel 1984
Professione: Consulente
finanziario per Banca Fideuram
Spa
email: listacivicaradicontinsieme@gmail.com
- cell. 335 5389006
Telefono Comune : 057855905
Fax Comune: 057855930

Noi alleghiamo le nostre schede, speriamo i Cittadini chiedano le stesse informazioni
agli altri Amministratori.

Tiziano Massaini

Marica Cabiddu
Ruolo: Consigliere Gruppo di Minoranza - Lista Civica Radicofani e Contignano Insieme
Dati Anagrafici: nata Chiusi 17/05/1986 Stato Civile: Nubile
Titolo di studio: Diploma Liceo Linguistico
Professione: I.A.P. (imprenditrice agricola professionale)
email: listacivicaradicontinsieme@gmail.com - cell.3486808783
Telefono Comune: 057855905
Fax Comune: 057855930
Circoscrizione: Eletto nell'assemblea dell'Unione dei Comuni Amiata Val d'Orcia

Ruolo: Consigliere Gruppo di
Minoranza – Lista Civica
Radicofani e Contignano Insieme
Dati anagrafici: nato Chiusi
01/10/1979 – Stato Civile: Celibe
Titolo di Studio: Diploma Istituto
Alberghiero
professione: lavoratore
dipendente
email:listacivicaradicontinsieme
@gmail.com - cell:
3391636410
Telefono Comune: 057855905
Fax Comune: 0578 55905

4


Documenti correlati


Documento PDF modulo notiziario 1 2
Documento PDF notiziario 2
Documento PDF programma osservazioni febbraio 2013
Documento PDF prova matematica esistenza di dio
Documento PDF bando campionato italiano di coastal rowing genova 12 13 ottobre 2013
Documento PDF il sole24 ore 20 06 2015 by pg


Parole chiave correlate