File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Assistenza Contattaci



La voce di Mantova .pdf



Nome del file originale: La voce di Mantova.pdf
Titolo: La Voce di Mantova - domenica 12 agosto 2012
Autore: Vidiemme Soc. Coop.

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato generato da Fred 3.0 / GPL Ghostscript 8.71, ed è stato inviato su file-pdf.it il 14/08/2012 alle 11:39, dall'indirizzo IP 93.32.x.x. La pagina di download del file è stata vista 4272 volte.
Dimensione del file: 3.6 MB (28 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Quotidiano indipendente

Anno 93 - N. 222

DOMENICA 12 AGOSTO 2012

Abbinamento obbligatorio con La Stampa in Mantova e provincia “Poste Italiane spa - spedizione in a.p. D.L. 353/03 (conv. L.46/04) art. 1 comma 1, DCB - Filiale di Mantova”

Euro 1,00

PANORAMA VIRGILIANO
BORGOFRANCO SUL PO

CANNETO SULL’OGLIO

Usa il bancomat della moglie
denunciato per utilizzo fraudolento

Il Po sempre più asciutto
è allarme per il mais

Operaio di 36 anni rischia
di morire folgorato

Pagina 18

Pagina 15

Pagina 17

BAGNOLO Un passante ha scorto Luciano Longo riverso per strada

A TUTTO TIBRE

Pagina 15

Cade dal motorino, è in coma
Il 68enne sarebbe caduto da solo dopo essere finito contro il cordolo del marciapiede

di Alberto Gazzoli

Diamo un pargoletto
agli amanti di Valdaro
Dagli agnoli ai marubini

ULTIMA ORA - FINO A TARDA NOTTE SONO PROSEGUITE LE RICERCHE NELLA CAMPAGNA DI BIGARELLO

Lutto nel mondo dell’arte

Il fotografo Marzio Bondavalli scomparso con l’ultraleggero

Si è spento
il van Gogh
mantovano

M

antova ha fatto registrare negli ultimi
mesi, un calo di turisti del 30% con
punte del 70 subito dopo il terremoto
di maggio. La chiusura di Palazzo Ducale e di altri monumenti ha sicuramente influito ma il problema ha radici antiche e che
vanno oltre i danni provocati dal sisma. La
gente va dove c’è storia ma soprattutto dove c’è
movimento: dalle nostre parti resiste (per fortuna) soltanto il passato. Presente e futuro sono
in fieri e già si tratta di una previsione ottimistica. Da noi mancano le idee e non ci si
venga a dire che è solo questione di contante:
occorrono invece fantasia e tanta iniziativa. La
banda Nicolini anni fa ha avuto il coraggio di
inventarsi il Festivaletteratura diventato ormai
un appuntamento internazionale irrinunciabile. I “quattro dell’Ave Maria” (Luca Bergamaschi, Marco Marani, Fabio Novelli e capitan Claudio Rossi) patiti dell’automobilismo,
hanno costruito, mattone su mattone, il Gran
Premio Nuvolari per auto storiche, la manifestazione più importante dopo la Mille Miglia.
In entrambi i casi si è partiti con poche lirette e
con tanto entusiasmo e buona volontà; col passare delle edizioni sono arrivati anche gli sponsor. Non nascondiamo che il momento che stiamo vivendo è oltremodo complicato ma è proprio in situazioni del genere che occorre spremere il cervello. Naturalmente bisogna averlo.
Vogliamo provarci? Diamo un figlio agli amanti di Valdaro (di scheletri nella zona di Valdaro
o altrove se ne trovano ancora); qualcosa succederà. La curiosità è la molla giusta per invogliare i turisti ad arrivare sul posto: il prof.
Rodolfo Signorini è in grado di “fabbricare” un
curriculum completo del pargolo di Valdaro.
Idea del tutto balzana, ma proprio per questo
potrebbe funzionare. Invece -e siamo in pratica
a Ferragosto- il mausoleo orrendo di piazza
Sordello, detto anche il cubo della Fiore, è
tuttora tranquillamente ancorato davanti alla
questura. E da lì difficilmente si schioderà.
Segue a pagina 8

La zona delle ricerche. Nel riquadro il deltaplano di Marzio Bondavalli (foto 2000)

Lotto (11-8-2012)
Bari
Cagliari
Firenze
Genova
Milano
Napoli
Palermo
Roma
Torino
Venezia
Nazionale

72
56
25
30
18
50
45
29
73
53
8

86
88
60
63
8
3
26
69
44
86
38

57
7
26
77
82
8
78
11
8
19
77

68
31
12
57
85
21
12
26
75
25
85

37
85
75
2
10
70
4
82
4
11
16

10 e Lotto
03 - 08 - 18 - 25 - 26 - 29 - 30
44 - 45 - 50 - 53 - 56 - 57 - 60
63 - 69 - 72 - 73 - 86 - 88

SuperEnalotto
4 - 11 - 13 - 42 - 54 - 75
Jolly 82 SuperStar 50

BIGARELLO - Prima dell’ultimo volo verso le 20 di ieri,
Marzio Bondavalli, che nel pomeriggio si stava esercitando
col suo nuovo deltaplano chiamato Hurricane, aveva avvisato la moglie Antonella di preparare pure il risotto che sarebbe
arrivato dopo l’ultima perlustrazione sul territorio accanto
alla loro abitazione. Antonella
lo ha atteso per un’ora e poi ha
chiamato i soccorsi per la ricerca del marito e del deltaplano su
cui volava. Di Marzio nessuna
notizia né ritrovamento fino a
tarda notte. Data la tarda ora
non sono potuti alzarsi in volo
altri ultraleggeri per perlustrare al meglio dall’alto la zona.

Arrestato un 26enne barista di Castel d’Ario

CASTEL D’ARIO - Aveva messo su la
sua piccola piantagione di marijuana
vicino casa, dove invece teneva il raccolto fatto essiccare per poi essere venduto. Un piccolo business domestico
creato nell’orto quello che aveva messo
in piedi Stefano Savi, barista 26enne di
Castel d’Ario, al quale hanno messo fine
i carabinieri del Norm di Mantova che
l’altro ieri pomeriggio hanno arrestato il
giovane con le accuse di coltivazione e
detenzione di sostanze stupefacenti ai
fini di spaccio.

Il cuore grande di Sandro Negri
non batte più. Un arresto cardiaco ha stroncato l’artista mantovano, nato a Virgilio nel 1940,
nella notte di San Lorenzo. Dopo una stagione eccezionale di
mostre allestite tra gli Stati Uniti e la Russia, celebrative di 50
anni di carriera, alla vigilia di
tanti nuovi importanti progetti
che lo avrebbero visto protagonista nei prossimi mesi di un
tour internazionale, un malore
improvviso e fatale ha colto il
Maestro nel suo appartamento
in città. I funerali si terranno
domani alle ore 17 presso l’atelier di Palazzo Cavalcabò a
Montanara.

Pagina 16

Pagina 7

Coltivava “maria”dietro casa
CANNETO

Carzaghetto vuole
diventare Principato
Gabriele Vescovi di 60 anni
rivendica il diritto di fregiarsi
del titolo di Principe per
poter battere anche moneta
Pagina 17

PROVINCIA
SAN GIOVANNI

VIADANA

CASALOLDO

SAN GIACOMO

Wsr, l’appello:
ripartire da zero

Ciclabile europea
il Pd incalza

Si attuerà la
burocrazia zero

Presto i lavori
all’Arrigona

Il sindaco chiede
di indire una nuova
conferenza di servizi

Il consigliere regionale
Pavesi: “sarebbe un
volano per l’economia”

Adottata la convenzione
per la gestione in rete
di servizi comunali

L’inizio del cantiere
è previsto per
il prossimo 20 agosto

Pagina 19

Pagina 18

Pagina 17

Pagina 19

Lettere, 2 e 3 - Programmi tv, 4 - Almanacco, 5
8 - Ci trovate on-line sul sito www.vocedimantova.it

2

LIBERTÀ DI PAROLA

la Voce di Mantova

DOMENICA 12
AGOSTO

Il decreto sviluppo riservato al dopo sisma è l’ennesimo pasticcio politico da incompetenti

Le buone intenzioni non sono sufficienti
vembre 2012 concernerebbe solo i contributi assistenziali e previdenziali disciplinati dall’art. 8 del Dl. N° 74 e non anche
quelli fiscali che sono disposti unicamente
dal DM 1 giugno 2012 per i quali la
sospensione rimane solo fino al 30 settembre 2012.
La confusione che si sta ingenerando è
massima e nell’incertezza generale si corre
il rischio di commettere anche errori che
potrebbero venire sanzionati: è proprio il
caso di dire oltre al danno, la beffa!!
Come sistema Confartigianato a livello
nazionale si stanno in queste ore avendo
costanti contatti con i rappresentanti del
Governo per avere chiarimenti.
Tuttavia pare indispensabile, oltre che
direi doveroso, rimettere mano al testo

Signor Direttore,
sono convinto che le intenzioni del nostro
Parlamento, nell’approvare il decreto sviluppo, fossero quelle di sostenere ed aiutare le popolazioni e le imprese colpite dal
sisma del 20 e 29 maggio, ma purtroppo,
come spesso accade nel nostro paese, le
buone intenzioni non sono sufficienti se
manca la competenza su determinate materie, e quello a cui ci troviamo di fronte
oggi è l’ennesimo pasticcio.
In sostanza l’emendamento approvato dal
Parlamento, confluito nell’art. 67 septies
del Dl Sviluppo, non ha copertura per
estendere la proroga dei versamenti tributari a tutto il comune di Mantova e di
Ferrara.
In aggiunta a ciò, la proroga al 30 no-

normativo.
Per questo mi corre l’obbligo di sollecitare
i Parlamentari mantovani a farsi promotori di un’iniziativa parlamentare volta
a sanare le criticità rilevate, in particolare
la proroga al 30 novembre anche degli
adempimenti tributari.
Faccio appello al senso di responsabilità
dei nostri parlamentari e auspico che al
rientro dalle ferie venga immediatamente
affrontata la questione ed in quella sede
magari ci venga anche chiarito con quali
modalità ed in che termini si prevede la
restituzione di quanto ad oggi sospeso.
Lorenzo Capelli
(Presidente Confartigianato
Imprese Mantova)

L’on. Casini non intendeva offendere nessuno, si è solo lasciato andare ad una affermazione, da molti considerata inopportuna

In risposta al signor Arcangelo Campagna
sulle unioni gay, ma solo per
dirle che chi ha una Fede Cristiana radicata la pensa diversamente da Lei sig. Campagna
ed ha il diritto di dire la sua
come tutti la propria. Quando
si parla di coppie gay sappiamo
tutti di che cosa stiamo parlando, non è più un tabù come
tanti anni fa, essendoci oggi più
libertà di pensiero, di espressione e maggior cultura si è
portati verso nuove filosofie,
che per taluni sembrano giuste
ma che a lungo andare non
sappiamo come andranno a finire e che cosa comporteranno
nella società futura. Oggi le
coppie gay pretendono che lo
Stato riconosca giuridicamente

lasci condizionare dal Vaticano
come Lei sostiene sig. Campagna, abbiamo un Presidente
della Repubblica che è un laico
convinto a difesa della nostra
Costituzione, ci possono essere
casomai persone sensibili alle
Leggi di Dio come dicono gli
Atti degli Apostoli: meglio ubbidire a Dio anziché agli uomini. Lo Stato è una cosa la
Chiesa un'altra, le leggi dello
stato possono essere modificate o cancellate secondo il
volere del Parlamento, quelle
di Dio nessuno le può toccare,
il che sta a significare che l'uomo può sbagliare, Dio no!
Non è mia intenzione di convincerla a cambiare opinione

Signor Direttore,
da quando ho letto sulla Voce
di Mantova in data 23 luglio
circa l’articolo del sig. Arcangelo Campagna, dal titolo “Casini non bestemmi, l'omosessualità non può divenire una
discriminazione sociale”, mi
sento in dovere di puntualizzare alcune cose. Prima di tutto
vorrei rammentare al sig. Campagna che l'Onorevole Casini
non intendeva offendere nessuno personalmente, solo che
non condividendo le unioni
gay si è lasciato andare ad una
affermazione, da molti considerata inopportuna, per dar
sfogo al suo stato d'animo. Credo che lo Stato Italiano non si

COMUNE DI SUZZARA
Ai sensi dell'art. 6 della legge 25 febbraio 1987, n. 67, si pubblicano i seguenti dati relativi al bilancio preventivo 2012 e al conto consuntivo 2011 (1):

1 - LE NOTIZIE RELATIVE ALLE ENTRATE ED ALLE SPESE SONO LE SEGUENTI: (in euro)
ENTRATE
DENOMINAZIONE

- Avanzo di amministrazione
- Tributarie
- Contributi e trasferimenti
(di cui dallo Stato)
(di cui dalla Regione)
- ENTRATE extratributarie
(di cui per proventi servizi
pubblici)
Totale entrate di parte corrente
- Alienazione di beni e
trasferimenti
(di cui dallo Stato)
(di cui dalla Regione)
- Assunzione prestiti
(di cui per anticipazione di
tesoreria)
Totale entrate in conto capitale
- Partite di giro
Totale
Disavanzo di gestione di competenza
TOTALE GENERALE

SPESE

PREVISIONI DI
COMPETENZA DA
BILANCIO ANNO
2012
1.483.500,00
7.686.061,00
1.560.956,00
(98.681,00)
(290.629,00 )
2.615.097,00
(711.011,00)

ACCERTAMENTI
DAL CONTO
CONSUNTIVO
ANNO 2011
7.439.009,51
1.966.281,53
(475.058,10)
(162.978,54)
2.397.031,07
(705.106,57)

- Disavanzo di amministrazione

11.862.114,00
2.681.770,00

11.802.322,11
1.322.149,24

- Spese di investimento

2.929.770,00

918.584,91

Totale spese in conto capitale

2.929.770,00

918.584,91

500.000,00

0,00

(0,00)
(280.770,00)
500.000,00
(500.000,00)

(0,00)
( 7.000,00)
0,00
( 0,00)

3.181.770,00
2.653.000,00
19.180.384,00
19.180.384,00

1.322.149,24
1.237.038,32
14.361.509,67
60,00
14.361.509,67

DENOMINAZIONE

PREVISIONI DI
COMPETENZA DA
BILANCIO ANNO
2012

IMPEGNI DAL
CONTO
CONSUNTIVO
ANNO 2011

0,00

-

- Correnti

11.089.629,00

10.957.421,99

- Rimborso quote di capitale per
mutui in ammortamento

2.007.985,00

1.032.852,38

Totale spese di parte corrente

13.097.614,00

11.990.274,37

- Rimborso anticipazione di
tesoreria ed altri
- Partite di giro
Totale

2.653.000,00

1.237.038,32

19.180.384,00

14.145.897,60

-

215.612,07

19.180.384,00

14.361.509,67

Avanzo di gestione di
competenza
TOTALE GENERALE

2 - LA CLASSIFICAZIONE DELLE PRINCIPALI SPESE CORRENTI E IN CONTO CAPITALE, DESUNTE DAL CONSUNTIVO, SECONDO
L'ANALISI ECONOMICO - FUNZIONALE E' LA SEGUENTE: (in euro)
Amministrazione
generale

Istruzione e
cultura

Abitazioni

Attività sociali

Trasporti

Attività economica

TOTALE

- Personale

1.494.103,29

332.252,35

0,00

406.562,26

0,00

0,00

2.232.917,90

- Acquisto beni e servizi

1.024.279,53

1.006.109,57

74.178,86

1.717.319,57

0,00

1.859,24

3.823.746,77

- Interessi passivi

49.645,71

122.213,86

3.401,66

14.475,01

1.202,63

0,00

190.938,87

- Investimenti effettuati
direttamente
dall'Amministrazione

64.694,09

317.265,23

58.563,00

2.000,00

0,00

0,00

442.522,32

- Investimenti indiretti

9.100,19

0,00

0,00

0,00

250.000,00

0,00

0,00
259.100,19

2.641.822,81

1.777.841,01

136.143,52

2.390.356,84

1.202,63

1.859,24

6.949.226,05

3 - LA RISULTANZA FINALE A TUTTO IL 31 DICEMBRE 2011
DESUNTA DAL CONSUNTIVO: (in euro)

- Avanzo di amministrazione dal conto consuntivo
1.846.086,17
dell'anno 2011
euro+
- Residui passivi perenti esistenti alla data
di chiusura del conto consuntivo dell'anno 2011

0,00
euro-

- Avanzo di amministrazione disponibile al 31 dicembre 1.846.086,17
2011
euro+
- Ammontare dei debiti fuori bilancio comunque
esistenti e risultanti dalla elencazione allegata al conto
consuntivo dell'anno 2011
euro

0,00

4 - LE PRINCIPALI ENTRATE E SPESE PER ABITANTE DESUNTE
DAL CONSUNTIVO SONO LE SEGUENTI: (in euro)

Entrate correnti
euro
di cui:
- Tributarie
euro
- Contributi e trasferimenti
euro
- Altre entrate correnti
euro
Spese correnti
euro
di cui:
- Personale
euro
- Acquisto beni e servizi
euro
- Altre spese correnti
euro
abitanti al 31.12.2011 20.836

IL SINDACO
Wainer Melli

566,44
357,03
94,37
115,04
525,89
147,53
246,41
131,95

le loro unioni, poi in seguito
magari anche l'adozione dei figli. I figli se gli verranno concessi, come verranno cresciuti,
con quale educazione sessuale,
secondo quella dei gay o le loro
naturali? I bambini delle coppie gay, sempre se concessi,
quando vedranno i genitori degli altri bambini che sono maschi o femmine quali domande
faranno? Ed i genitori gay che
risposte daranno? Chi è favorevole ai matrimoni gay pur
non essendolo non si sono mai
poste queste ed altre domande?
Ci sarebbe ancora molto da
dire e la cosa non finirebbe più.
Lei sig. Campagna sostiene
che i matrimoni delle coppie
gay cancellerebbero l'intolleranza ed il pregiudizio della
gente, ho seri dubbi, non so se
tutti. Gay e lesbiche che ci sono
sempre stati, che conducano la
loro vita come gli pare e piace,
facciano pure sesso a loro mo-

do fra le proprie mura domestiche, nessuno li andrà mai a
disturbare, ma è giusto che sappiano per chi ha una coscienza
Cristiana che Dio non tollera
certe cose, e che i loro rapporti
amorosi vengo definiti dalle
Sacre Scritture , col termine
“perversione” Lettera S. Paolo
ai Romani -1:26-27
Edgardo Buoli
(Segretario UDC
Porto Mantovano)

ECONOMICI

29

LAVORO
OFFERTE

CERCASI dipendente per conduzione
impianti frigo e manutenzione impianti
si offre disponibilità di abitazione in
San Giovanni del Dosso (MN) contattare il numero 0386/757323 o indirizzo mail coop.corma@tin.it

TRIBUNALE DI MANTOVA
ESECUZIONE IMMOBILIARE: N° 207/2011
1° vendita
AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE
Il giorno 16 OTTOBRE 2012 alle ore 15,30 e segg., nella sala delle pubbliche udienze
dell'intestato Tribunale, il Notaio Omero Araldi (v. atto del 1 Giugno 2012) procederà
alla vendita senza incanto del sotto-descritto immobile nello stato di fatto e diritto in cui
si trova:
Piena proprietà di casa di civile abitazione distribuita su due piani con area cortiva di
pertinenza ed autorimessa esclusiva; il tutto sito in Comune di Curtatone (MN), Loc.
Levata, Via Don Leoni n. 3 e censito al Catasto Fabbricati di detto Comune come
segue:
Fg. 28 - mapp. 476 sub. 1 - Via Levata n. cm - P. ST-T-1, cat. A2 - cl. 4 - vani 9,5 R.C.Euro 785,01;
Fg. 28 - mapp. 476 sub. 2 - Via Levata n. cm - P. T, cat. C6 - cl. 2 - mq. 21 - R.C.Euro
21,69.
Dall'A.C.E. è emerso che l'abitazione è in classe energetica “G” con n. 207,37
kWh/mqa.
Il tutto meglio descritto nella perizia di stima allegata alla procedura ed inserita su rete
internet agli indirizzi dei siti www.astegiudiziarie.it e www.asteimmobili.it. L'aggiudicatario, ricorrendone i presupposti, potrà avvalersi delle dispos. di cui all'art 17 c.5
e art.40 c.6 legge 28/02/1985 n.47.
1) La vendita senza incanto avverrà alle seguenti condizioni: Prezzo base di Euro
220.000,00.
Gli offerenti entro le ore 12,00 del giorno 15/10/2012, dovranno depositare presso l'Ass.
Autotransfert-Notares, in Mantova Via San Francesco da Paola n. 3, dichiarazione in
bollo in busta chiusa contenente l'indicazione del prezzo offerto non inferiore al prezzo
base, nonché, assegno circolare N.T. intestato al Professionista delegato per l'importo a
titolo di cauzione in misura non inferiore al 10% del prezzo offerto, e fotocopia del
documento d'identità con codice fiscale (se società visura camerale aggiornata con
relativi registri sociali che autorizzano i firmatari all'acquisto). In presenza di più
offerenti si inviteranno gli stessi a procedere alla gara partendo dall'offerta più alta con
rilancio minimo stabilito dal Professionista delegato sul momento.
2) Nel caso che la vendita senza incanto non abbia luogo, il giorno 20 NOVEMBRE
2012 alle ore 15,30 e segg., nella sala delle pubbliche udienze dell'intestato Tribunale,
sarà effettuata la vendita con incanto degli immobili sopra-descritti, nello stato di fatto
e diritto in cui si trovano al Prezzo base di Euro 220.000,00 ed offerte in aumento non
inferiori a Euro 5.000,00.
Gli offerenti per partecipare all'incanto dovranno depositare presso l'Ass. Autotransfert-Notares in Mantova, Via San Francesco da Paola n. 3 entro le ore 12,00 del
giorno 19/11/2012, domanda di partecipazione in bollo unitamente ad assegno circolare
N.T. intestato al Professionista delegato, per la somma di Euro 22.000,00 per cauzione
e fotocopia del documento d'identità con codice fiscale (se società visura camerale
aggiornata con relativi registri sociali che autorizzano i firmatari all'acquisto).
3) Versamento dell'intero prezzo, dedotta la cauzione, entro 60 giorni dall'aggiudicazione definitiva e nello stesso termine dovrà essere effettuato sempre mediante
assegno circolare N.T. intestato al Professionista delegato, un deposito pari al 15% del
prezzo di aggiudicazione per il pagamento delle spese inerenti al trasferimento del bene;
il deposito delle spese è provvisorio e sono fatte salve, a seguito di conteggio finale
eventuali successive richieste di integrazione o restituzione.
4) Possibilità di effettuare il pagamento anche mediante contratti di finanziamento
stipulati contestualmente all'emissione del Decreto di Trasferimento.
5) Le imposte per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli sono a carico della
procedura, mentre i compensi relativi sono a carico dell'aggiudicatario.
Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso:
- l'Associazione Notarile Autotransfert-Notares con sede in Mantova, Via San Francesco
da Paola n. 3, dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 8,30 alle ore 12,30 - Tel.
0376/329948;
- il Custode nominato, l'Istituto Vendite Giudiziarie di Mantova - Tel. 0376/220694.
Per la visita dell'immobile si dovranno prendere accordi con il suddetto custode.
Mantova, 1 Giugno 2012
IL NOTAIO DELEGATO

2012

La parola sfàntula
esiste? Si,
giornalmente!
Signor Direttore,
la mia nonna quando aveva
un dolore improvviso diceva:
che sfantula! Non penso esista nel vocabolario del dialetto italiano questa parola
però, giornalmente, la dico e
non solo una volta al giorno.
Ascoltare il telegiornale o
leggere giornali sta diventando un incubo che mi accompagna ogni momento.
Torniamo indietro negli anni
e vediamo che cosa è successo per esserci trovati con
la corda al collo: Legge Martelli, tanti extracomunitari
entrati nel nostro paese senza
leggi: loro protetti e noi buttati fuori! Governo Prodi, entrata nell'Euro senza basi,
chiesti prestiti per far quadrare i conti che non si sono
mai equilibrati: il tesoretto
dove è finito? esisteva? Silenzi che non hanno mai dato
sicurezza ai vari interventi
che si sono succeduti al governo. i furbi sono sempre
esistiti ma nessuno li ha mai
incastrati e i coglioni sono
qui, sofferenti, che aspettano
che qualcosa cambi in loro
favore: “solo sfantula”.
Ci dicono solo quello che
vogliono farci conoscere, ma
le cose importanti restano taciute. E' solo apparenza, sono
tutti a caccia di vita facile,
soldi, comodità, ma c'è anche
chi. soffre e non sa difendersi
dagli sbranatori di turno. Misere pensioni per chi ha lavorato una vita, pensioni “milionarie” (mí piace parlare
ancora in lire) per chi merito
non lo ha proprio.
Se cominciassimo anche noi
a diventare “ladri patentati”?
Purtroppo chi è nato coglione
resterà coglione per tutta la
vita, se i nostri, genitori e
nonni ci hanno dato un sano
insegnamento non possiamo
certo cambiare, andremmo
contro-natura. Chi ci sta accompagnando al capestro
non ha certo problemi, l'indifferenza c'è, si tocca, la
colpa è nostra che non sappiamo reagire a queste imposizioni. Il Sig. Berlusconi
ci toglie l’ICI e adesso ci
troviamo a pagare l'IMU, le
aziende che chiudono sono
senza soldi ma devono pagare
il TFR. A proposito di TFR: è
circa una mensilità all'anno,
perchè non viene pagato
mensilmente sulle buste-paga
in modo da non dover sborsare tutto in una volta un
importo così alto, se uno va in
pensione dopo aver passato
una vita nello stesso posto di
lavoro? Se tanti anni fa uno
prendeva circa 500 mila lire
al mese ed ai nostri giorni
2.000 euro, come si fa a
liquidare un importo che non
ha lasciato all'azienda un utile? Il TFR sulla busta mensile, le ferie pagate, la tredicesima e se uno vuol lasciare il lavoro o essere licenziato tutto finisce con un
saluto. Basta “sfantule”: vale
la pena morire per questi personaggi che non mollano
neppure un Euro per un bene
comune?
Perchè pagare per chi non
merita? Se tolgono a tutti la
voglia di andare avanti, ci
saranno solo funerali? La depressione è la peggior malattia, interverrà la sanità?
No, anche la sanità è al verde!
Peggio di così!
Carla S.

LIBERTÀ DI PAROLA

DOMENICA 12
AGOSTO

2012

la Voce di Mantova

3

Eliporto del Poma, gli alberi sono a 120 metri di distanza

Basta tagliare non sradicare
Signor Direttore
Il Direttore del Poma Luca
Stucchi, sollecitato dalla società che gestisce la piazzola
elicotteri, chiede alla società
Pitentino di procedere al taglio
di 8 alberi nell’antistante valle
del Paiolo perche costituiscono
un pericolo all’atterraggio e
decollo.
Se gli alberi sono cresciuti
troppo, dato che si trovano ad
una distanza dai 120 ai 150
metri, basterebbe tagliarli un
po’ in cima, ma la società Pitentino, non aspetta altro per
sostituirli con dei bei palazzoni
di 5-6- piani. La solita storia, le
banche finanziano il mega
quartiere, come molti altri rimarrà vuoto, le casse della ban-

ca pure; se poi Pantalone ha
bisogno di 10.000 euro per
rinnovare la sua officina, non
gli danno una pippa. Poi insomma,
il
seminterrato
dell’ospedale alla prima pioggia è allagato, lì siamo 7 metri
più sotto, ditemi chi è quel
coglione che acquista casa in
quella buca.
Torniamo alla piazzola (un eliporto è tutt’altra cosa). Non c’è
niente in regola, non lo dico io,
lo dicono ben 3 ispezioni
dell’ente preposto.
Dopo la piazzola si è permesso
la costruzione di un distributore di carburante a circa 70
metri di distanza, a pochi metri
ci sono un mare di macchine
parcheggiate piene di benzina,

l’elicottero deve atterrare e decollare in verticale, manovra
pericolosa, non esistono vie di
fuga, in caso di incidente si può
verificare una catastrofe. Per
atterrare e decollare da quella
piazzola ci vogliono elicotteri
con due motori, due piloti con
palle d’acciaio, e anche questi,
se lo fanno, è per non essere
licenziati. Per farla corta è decisamente ridicolo imputare un
pericolo a quegli alberi, quando, oltre a quanto sopradetto,
sulla via di volo e sul ciglio
della strada a pochi metri dalla
piazzola, esiste un lampione
alto una decina di metri. Vedere per credere, chi non ha la
possibilità di andare sul posto
può verificare la situazione con

internet su google maps. Io non
capisco, sento tutti i giorni i
nostri amministratori o aspiranti tali, parlare di nuove idee
invitando i cittadini a prendere
parte attiva alla rinascita della
nostra città e poi ignorare la
sottoscrizione di 11.000 cittadini per salvare la parte destra
del, Paiolo. Guardate su google
maps, si vedrà quanto poco si
chiede per salvare la riva destra
del Paiolo di fronte all’ospedale, un minimo di rispetto per
una zona di cura, e li che gli
amministratori debbono dimostrare di non parlare a vanvera e
di non avere la zucca vuota.
Arnaldo Predari
(Comitato Salviamo il Paiolo)

Sul problema acqua perchè insultare qualcuno che non la pensa come te, cara Perugini?

L’estremismo malattia infantile del comunismo
Signor direttore,
a un anno dal referendum e dopo
che la Provincia ha appena approvato le linee di indirizzo per la
gestione dell’acqua, … riappare
Monica Perugini, pronta a ricoprire di insulti chi, a sinistra, non
la pensa come lei e, soprattutto, a
cambiare le carte in tavola per
presentare, con i suoi soliti slogan, una realtà che è all’opposto
di come vorrebbe raccontarcela.
Mi fermo qui perché la polemica
ha un senso quando c’è la reciproca disponibilità al rispetto e
all’ascolto. Mi permetto invece
di rinnovarle l’invito, che le ho
già fatto in altra occasione, a rileggersi “L’estremismo malattia
infantile del comunismo” di Vladimir Ilyich Lenin e a riflettere
sul perché le sue verità rivoluzionarie non trovino consenso tra
i cittadini, tanto da non aver più
rappresentanza in Consiglio Provinciale. Credo invece sia importante ricordare che, con il voto del 2 agosto, il Consiglio Provinciale ha deliberato, in modo
chiaro che la gestione del servizio idrico deve essere pubblica,

trasparente, senza profitto e deve
avvenire attraverso la partecipazione dei cittadini. Riporto, in
proposito, affinché non ci siano
dubbi, il testo integrale dei due
punti principali delle linee di indirizzo. “Il piano di sviluppo sarà
orientato:
1) nell’ambito delle politiche
volte ai criteri di pubblicità e
trasparenza: alla definizione delle azioni necessarie a consentire,
compatibilmente con le disposizioni vigenti, la partecipazione
dei cittadini, alle attività
dell’azienda attraverso la necessaria pubblicità di tutti gli atti, la
pubblicità delle sedute della
Conferenza dei Sindaci e le modalità di consultazione dei cittadini; 2) nell’ambito delle politiche e strategie volte a organizzare e attuare il servizio idrico
integrato: alla definizione delle
azioni da svolgere affinché, compatibilmente con le disposizioni
vigenti e con l’esito del voto referendario del giugno 2011, la
gestione del servizio idrico integrato sia pubblica e priva di
finalità di profitto, e si giunga

all’individuazione del percorso
che potrà portare al gestore unico”.
Riporto, inoltre, i tre punti
dell’articolo 3 bis dello Statuto
della Provincia che è stato votato
nella seduta del 20 febbraio
2012.
1. La Provincia riconosce il diritto umano all’acqua, ossia l’accesso all’acqua come diritto
umano, universale, indivisibile,
inalienabile e lo status dell’acqua
come bene pubblico.
2. La Provincia conferma il principio della proprietà pubblica
delle reti e della gestione pubblica del servizio idrico integrato
e che tutte le acque, superficiali e
sotterranee, anche se non estratte
dal sottosuolo, sono pubbliche e
costituiscono una risorsa da utilizzare secondo criteri di solidarietà.
3. La Provincia riconosce che la
gestione del servizio idrico integrato è un servizio pubblico
locale privo di rilevanza economica, in quanto servizio pubblico essenziale per garantire l’accesso all’acqua per tutti e pari

dignità umana a tutti i cittadini.
Assieme all’esito referendario,
questa modifica dello Statuto ha
orientato sicuramente la Provincia nel voto sulle linee di indirizzo, un pronunciamento importante perché, come ho avuto
già modo di sottolineare, risponde pienamente alle attese della
comunità mantovana, e in particolare dei 165mila cittadini
mantovani che hanno partecipato al referendum dell’anno scorso. È sufficiente? No, certo, perché adesso bisogna passare alla
fase operativa, nella quale i sindaci avranno un ruolo fondamentale, per l’applicazione pratica di questi indirizzi, ma è senza
dubbio un avvio positivo. Ribadisco infine che Pdl, Lega e Udc,
con la scelta di contrastare questo
provvedimento, arrivando addirittura ad abbandonare l’aula,
hanno perso una buona occasione per stare dalla parte dei cittadini.
Claudio Morselli
(Coordinatore Provinciale Sinistra Ecologia Libertà)

OROSCOPO DEL GIORNO
ARIETE
21/3-20/4

Non ti preoccupare troppo
di quello che mangerai domani o di come dovrai vestirti e presentarti agli altri.
Lascia che le cose vadano
come devono: che la nave
spieghi le vele e trovi la sua
rotta. C’è chi disse di prendere esempio dai gigli del
campo... Non tergiversare
per troppo tempo, perché
così farai soffrire entrambi.
Meglio un sì o un no, piuttosto che un limbo logorante d’indecisione.

BILANCIA
23/9-22/10

TORO
21/4-20/5

GEMELLI
21/5-21/6

CANCRO
22/6-22/7

La Luna, ancora per oggi
nel tuo segno, ti regala uno
splendido trigono con Giove, portatore d’inaspettate
fortune e forse ricchezze.
Ma il Sole, in posizione
disarmonica, ti consiglia
comunque prudenza. Prima di fare qualsiasi passo,
pondera bene tutto. Sentirti
bello ti darà di sicuro migliori opportunità, perché
quello che conta, prima di
tutto, è una semplice ma
solida fiducia in se stessi e
nelle proprie virtù.

Hai bisogno di porti dei
continui traguardi, quasi
delle sfide con te stesso,
mantenendoti sempre in
forma e in tensione, per
non annoiarti. Impara anche a rilassarti o il tuo
sistema nervoso ne risentirà. Quiete interiore non
significa noia, anzi! Non
cercare di eguagliare il
giardino del tuo vicino, il
tuo è già il più bello, se ci
credi, perché è il migliore
che possa essere in questo
preciso momento.

La Luna in sestile a Saturno
ti consiglia di trascorrere
una piacevole domenica
con le persone a cui tieni di
più. La forza dei legami
familiari per te è molto importante, non puoi negarlo,
e contribuisce a renderti
stabile e pienamente sereno. Lascia da una parte i
dubbi e le paure. Quando il
cuore batte, c’è soltanto
una cosa da fare, ma soprattutto da essere, senza
girarsi più intorno.

SCORPIONE
23/10-22/11

SAGITTARIO
23/11-21/12

CAPRICORNO
22/12-20/1

LEONE
23/7-23/8

La tanto attesa domenica
non si rivela troppo rilassante, a causa del Sole nel
tuo segno in quadratura
con la Luna che ancora
oggi staziona in Toro. Probabilmente, vivrai alti e
bassi e le emozioni non
saranno la parte più sicura
e affidabile di te. Ti sei
imbattuto in quella che si
potrebbe chiamare una zona buia dentro se stessi.
Non è una cosa grave, potrebbe essere l’occasione
per crescere un po’.

ACQUARIO
21/1-19/2

VERGINE
24/8-22/9

Grazie alla Luna in trigono a
Giove, potrai fare affidamento su un prezioso aiuto
dal cielo e, se ancora non
sei partito per le vacanze,
potresti approfittare della
situazione. Comunque, sarai ben protetto e al sicuro
da insidie e problemi di
sorta. Qualche amico potrebbe farti conoscere una
persona che sembra corrispondere al tuo ideale.
Passandoci più tempo insieme, la conoscerai meglio e non avrai più dubbi.

PESCI
20/2-20/3

ISSN 1594-1159
Direttore responsabile
Romano Gandossi
Editrice: VidiEmme Società Cooperativa
Sede legale, direzione e redazione:
MANTOVA - Piazza Sordello, 12
Tel. 0376/ 222266 - Fax 0376/320999
PUBBLICITÀ LOCALE: PUBLIVOCE
MANTOVA - Piazza Sordello, 12
Tel. 0376/224951 Fax 0376/225859
PUBBLICITÀ NAZIONALE: O.P.Q. S.rl.
Via G.B. Pirelli, 30 - 20.124 MILANO
Tel. 02.66992511 - Fax 02.66992520 - 66992530
STAMPA: Società Editrice Lombarda S.r.l.
CREMONA - via De Berenzani, 6
Tel. 0372 443511
Registrazione del Tribunale di Mantova n. 25/92 del 30.11.1992

I cambiamenti di cui temi le
conseguenze non sono
niente di grave. Puoi stare
tranquillo e goderti la giornata in completo riposo.
Trova un po’ di tempo per
stare con la tua famiglia e
per sentirne la vera essenza, che è sempre aperta, viva e in movimento.
Non devi aver paura dei
movimenti d’energie all’interno della coppia. A volte,
potrebbe accendersi una
discussione, ma è meglio
dell’apatia e della noia!

Non alimentare la sfiducia
e, anche quando ti troverai
a dover affrontare dei periodi in cui la luce interiore
sembra affievolirsi, potrai
contare sulle tue incredibili
ed inesauribili risorse. Devi
solo sapere come avervi
accesso, per utilizzarle pienamente! Hai capito che
l’indifferenza è una strada
che porta alla morte del
cuore. Per questo, appena
senti qualche difficoltà,
non fuggi via, ma cerchi di
affrontarla.

Se stai partendo per le vacanze e all’ultimo momento
ti rendi conto di non aver
pianificato bene tutto, non
importa. Lungo il percorso
troverai sempre qualcuno
pronto ad accoglierti e a
darti una mano nel momento del bisogno: basterà
saper sorridere. È bene non
lasciarsi sopraffare dalla
malinconia e dalla nostalgia per un momento bello
passato insieme, perché ce
ne sono e ce ne saranno
tantissimi altri!

La Luna in trigono ti rende
rapido e scattante e, dopo
aver fatto le normali faccende domestiche, ti resterà molto tempo libero da
dedicare a te stesso, al tuo
hobby preferito o ad
un’uscita serale col tuo
partner, scegliendo qualcosa di romantico. Se non
ti va di scegliere il vostro
itinerario per stasera, fai
scegliere al tuo lui o alla tua
lei. Forse, avrà più ispirazione di te e vi divertirete!

Lascia da parte i problemi
per oggi, se puoi, e goditi la
giornata. Se invece non
puoi proprio fare a meno di
ansie e preoccupazioni, almeno dedica qualche ora al
rilassamento completo: la
Luna in quadratura, saggiamente, te lo consiglia
veramente molto. Lasciati
guidare dall’intuito e non
dalla mente che, quando si
tratta di questioni di cuore,
sa dire veramente poche
cose e tutte molto banali e
insignificanti.

Organizza un momento per
ritrovarti con i tuoi amici
più intimi. Potrebbe essere
una piccola gita insieme o
anche soltanto una cena.
Quello che conta è la compagnia, l’allegria e il sapersi
divertire in modo sano,
senza aver bisogno di troppe “cose”. Per il tuo bene,
se ancora sei single, comincia a desiderare una
vera storia d’amore, immaginando, e forse già percependo, come potrebbe
essere la vita in due…

La tiratura di ieri è stata di 10.060 copie
“La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7
agosto 1990, N. 250
Il responsabile del trattamento dei dati raccolti
in banche dati a uso redazionale è il direttore responsabile. Per esercitare
i diritti previsti dal D.Lgs n. 196/03 ci si può rivolgere alla redazione in piazza
Sordello, 12 - 46100 Mantova - Tel. 0376/222266 - fax 0376/320999.
Comunicazione all’abbonato ai sensi del D.lgs 196/2003. I suoi dati (nome,
cognome, indirizzo) presenti nel nostro archivio informatico/ cartaceo
verranno da noi utilizzati esclusivamente per il rapporto editore-abbonato
e non saranno comunicati a soggetti esterni all’organizzazione. Potrà chiederne
l’aggiornamento o la cancellazione ai sensi dell’art. 7 del decreto stesso.
Titolare del trattamento è VidiEmme soc. coop. a r.l.

I lettori sono pregati di scrivere a macchina e allegare un recapito telefonico. Inviare le lettere a: La Voce di Mantova p.zza Sordello, 12 - Mantova. Tramite fax 0376/320999 - E-mail cronaca@vocedimantova.it

4

OGGI IN TV

la Voce di Mantova

06.55 Meteo
07.0 Tg Mantova
07.25 Tg Sport
07.40 Romagna Mia
07.55 Meteo
08.00 Tg Mantova
08.25 Tg Sport
08.40 Telemantova Cartoon
09.50 I Grandi Classici: La
ballata della citta’
senza nome (Clint
Eastwood - Jean Se-

06:00 Da Da Da - Approfondimenti
06:20 Quark Atlante: Immagini
dal pianeta - Documentari
07:00 Tg1 Notizie
07:05 Overland 9 - Documentari
08:00 Tg1 Notizie
08:20 La piccola moschea nella
prateria - Telefilm
08:40 La piccola moschea nella
prateria - Telefilm
09:00 Tg1 - Notizie
09:05 Pongo & Peggy... gli animali del cuore - Approfondimenti

berg - Lee Marvin Ray Walston)
12.45 Meteo
12.50 Telefilm
13.50 Piccola Grande Italia:
Sicilia
14.45 I Grandi Classici: Pal
Joey (Rita Hayworth
- Frank Sinatra - Kim
Novak)
17.50 Telemantova Cartoon
19.15 Piccola Grande Italia:

06:00 Cuori rubati -Telefilm
06:30 Real School - Approfondimenti
07:00 Tutti odiano Chris - Telefilm
07:20 Ulisse - Ragazzi
07:45 I Saurini e i viaggi del
meteorite nero - Ragazzi
07:55 Fresh Pretty Cure -Ragazzi
08:20 Avengers - I più potenti
eroi della Terra - Ragazzi

09:50 Tg1 L.I.S. - Notizie

08:45 Lola & Virginia - Ragazzi

09:55 Linea Verde Orizzonti

09:00 Battle Dance - Spettacolo

Estate - Approfondimenti
10:30 A sua immagine - Approfondimenti
10:55 Santa Messa - Approfondimenti
13:30 Tg1 - Notizie
14:00 Le note degli angeli - Approfondimenti

09:55 PsicoVip - Ragazzi
10:00 Art Attack - Ragazzi
10:45 Chicken Little - Film
11:55 Meteo 2 - Notizie
13:00 Tg2 Giorno - Notizie
13:30 Olimpiadi 2012 - Sport

Sicilia
19.40 Meteo
19.45 I Grandi Classici: Urban Cowboy (John
Travolta - Scott
Glenn - Barry Corbin
- Debra Winger)
22.15 I Grandi Classici: la
vittima designata
(Tomas Milian Pierre Clementi Marisa Bartoli)

06:00 Fuori orario. Cose (mai)
viste - Approfondimenti
07:00 Ritratti - Documentari
07:30 Wind at My Back - Telefilm
08:20 Tormento - Film
09:50 Domenica d'agosto - Film
11:10 Pepper Anderson agente
speciale - Telefilm
13:25 Passepartout - Approfondimenti
14:00 Tg3 Regione - Tg3 Regione Meteo - Notizie
14:15 Tg3 - Notizie
14:30 Kilimangiaro Album - Approfondimenti
14:40 Totò, Peppino e i fuorilegge - Film

16:25 Che tempo fa - Notizie

20:30 Tg2 - Notizie

16:20 Tesoro mio - Film

16:30 Tg1 - Notizie

21:05 Olimpiadi 2012 - Sport

18:10 I misteri di Murdoch -

16:35 Gusto Italiano - Spettacolo
18:00 Il Commissario Rex - Telefilm
18:50 Reazione a catena - Spettacolo
20:00 Tg1 - Notizie
20:35 Rai Tg Sport - Notizie
20:40 Techetechetè - Approfondimenti
21:20 Un passo dal cielo - Telefilm
22:20 Un passo dal cielo - Telefilm
23:35 Speciale TG1 - Notizie
00:45 Tg1 Notte - Che tempo fa
- Notizie
01:10 La vita è scena - Spettacolo

22:00 Olimpiadi 2012 Cerimonia
Chiusura - Spettacolo
00:00 Tg2 - Notizie
00:15 Buonanotte Londra - Approfondimenti
01:45 Sorgente di vita - Approfondimenti
02:15 Meteo 2 Appuntamento al
cinema - Notizie
02:25 Murder Rooms - Il metodo - Film
04:00 Videocomic - Passerella
di comici in Tv - Approfondimenti
04:10 Università telematica in-

01:25 Macbeth - Musica

ternazionale UniNettuno -

04:10 Memorie dal Bianco e Ne-

Approfondimenti

ro - Approfondimenti
04:50 Da Da Da - Approfondimenti
05:45 Euronews - Notizie

05:40 Videocomic - Passerella
di comici in Tv - Approfondimenti

Telefilm
18:55 Meteo 3 - Notizie
19:00 Tg3 - Notizie
19:30 Tg3 Regione - Tg3 Regione Meteo - Notizie
20:00 Blob - Spettacolo

DOMENICA 12
AGOSTO

07.00 Mantova Notizie (8.00)
12.30 Replay le notizie della settimana
14.30 Pesci e pescatori settimanale sul mondo della pesca a cura di Massimo
Guidetti e Pierpaolo Gibertoni
15.00 Domenica con noi varietà
in diretta. Conduce Gian

06:55 Tg4 Night News - Notizie
07:15 Mediashopping - Approfondimenti
07:45 Vita da strega - Telefilm
08:15 Vita da strega - Telefilm
08:50 Slow Tour - Documentari
09:25 Correndo per il mondo Documentari
10:00 S. Messa - Approfondimenti
11:00 Il cammino di Padre Pio
- Documentari
11:25 Anteprima Tg4 - Notizie
11:30 Tg4 - Meteo 4 - Notizie
13:10 I miti dello spettacolo Documentari
14:10 DonnAvventura - Documentari
14:45 Il coraggio di Lassie Film
16:40 Arrangiatevi! - Film
18:50 Anteprima Tg4 - Notizie
18:55 Tg4 - Meteo 4 - Notizie
19:35 Colombo - Telefilm
21:30 La nona porta - Film
00:00 Una casa alla fine del
mondo - Film
02:00 Tg4 Night News - Notizie
02:25 A mezzanotte va la ronda del piacere - Film
04:05 Il Santo Patrono - Film
05:35 Zig zag - Spettacolo
05:55 Tg4 Night News - Notizie

Matteo Sidoli
18.20 Amicinbici settimanale di
ciclismo mantovano a cura di Paolo Biondo. Regia
di Massimo Gallesi
19.30 Mantova Notizie tg (20.30,
22.00, 00.00)
19.45 Replay le notizie della settimana
20.05 Fido Diretto cani cercano
padrone
21.10 In Viaggio documenti. A
cura di Barbara Curti

06:00 Tg5 Prima Pagina - Notizie
07:55 Traffico - Meteo 5 Notizie
08:00 Tg5 Mattina - Notizie
08:50 Extreme Makeover Home Edition - Spettacolo
09:50 TgCom - Notizie
10:20 I Cesaroni 3 - Telefilm
11:45 I Cesaroni 3 - Telefilm
13:00 Tg5 - Meteo 5 - Notizie
13:40 O' professore - Telefilm
16:00 Angeli e diamanti - Telefilm
18:35 La ruota della fortuna Spettacolo
20:00 Tg5 - Meteo 5 - Notizie
20:40 Dopo Tg5 - Spettacolo
21:20 La casa sul lago del
tempo - Film
23:30 Le due facce dell'amore
- Telefilm
01:30 Tg5 Notte - Meteo 5 Notizie
02:00 Fotografie - Film
03:35 Telefilm - Telefilm
05:15 Tg5 - Meteo 5 - Notizie
05:45 Mediashopping - Approfondimenti

06:05 Mediashopping - Approfondimenti
06:20 Drake & Josh - Telefilm
06:35 Drake & Josh - Telefilm
07:00 Il mondo di Patty - Telefilm
07:40 Will Coyote - Ragazzi
07:50 Will Coyote - Ragazzi
08:00 Will Coyote - Ragazzi
08:10 Tom & Jerry - Ragazzi
08:20 Tom & Jerry - Ragazzi
08:30 Tom & Jerry - Ragazzi
08:40 Scooby-Doo - Ragazzi
09:05 Jetsons - I pronipoti Ragazzi
09:35 I Flintstones - Ragazzi
10:05 I Flintstones - Ragazzi
10:35 Un computer a quattro
zampe - Film
13:00 $#*! My Dad Says Telefilm
13:25 $#*! My Dad Says Telefilm
13:50 $#*! My Dad Says Telefilm
14:15 FA Community Shield Sport
16:40 Dragonheart II: Il destino di un cavaliere Film
18:30 Studio Aperto - Meteo Notizie
19:00 Bugs Bunny - Ragazzi
19:10 La vita secondo Jim Telefilm
19:20 La vita secondo Jim Telefilm
19:40 Scuola di Polizia 5: Destinazione Miami - Film
21:25 Beverly Hills Cop - Film
23:40 D-Tox - Film
01:40 Poker1mania - Sport
02:35 Studio Aperto - La giornata - Notizie
02:50 Mediashopping - Approfondimenti
03:05 Omicidi di classe - Film
04:30 Mediashopping - Approfondimenti
04:45 Prison Break - Telefilm
05:30 Mediashopping - Approfondimenti
05:45 Drake & Josh - Telefilm

20:10 Un caso per due - Telefilm
21:05 Kilimangiaro - Documentari
23:25 Tg3 - Notizie
23:35 Tg Regione - Notizie
23:40 Un gelido inverno - Film
01:20 TeleCamere Salute - Approfondimenti
02:05 Fuori orario. Cose (mai)
viste - Approfondimenti
02:15 Heremias. Primo libro
-Film

Prima Serata
21:20 TELEFILM Un passo dal cielo con Terence Hill, Katia Ricciarelli, Gaia
Bermani Amaral, Francesco Salvi
RAIDUE
21:05 SPORT XXX Giochi Olimpici Londra 2012
RAITRE
21:00 RUBRICA Kilimangiaro
RETE4
21:30
FILM
Ladyhawke con Matthew Broderick, Rutger Hauer, Michelle
Pfeiffer, Leo Mc Kern
CANALE 5
21:20
FILM
La casa sul lago del tempo con Keanu Reeves, Sandra Bullock,
Christopher Plummer, Ebon Moss-Bachrach
ITALIA 1
21:25
FILM
Beverly Hills Cop con Eddie Murphy, Judge Reinhold, Lisa
Eilbacher, John Ashton, James Russo, Ronny Cox
LA 7
21:10
FILM
Closing the Ring con Shirley MacLaine, Christopher Plummer,
Mischa Barton, Gregory Smith
SKY HITS
21:10
FILM
Un amore a 5 stelle con Jennifer Lopez, Ralph Fiennes,
Natasha Richardson, Stanley Tucci
SKY FAMILY
21:00
FILM
African Cats - Il regno del coraggio con Una storia vera,
ambientata sullo sfondo di uno dei posti più selvaggi del pianeta
Terra
SKY CINEMA 1 21:10
FILM
Maga Martina 2 - Viaggio in India con Cosma Shiva Hagen,
Pilar Bardem, Pegah Ferydoni, Michael Mendl
RAIUNO

2012

06:00 Tg La7 - Meteo - Oroscopo - Traffico - Notizie
06:55 Movie flash - Appr,
07:00 Omnibus - Rassegna
stampa - Notizie
07:30 Tg La7 - Notizie
07:50 L'uomo che non ho mai
conosciuto - Film
10:00 Ti ci porto io - Appr.
11:45 Jack Hunter e la tomba di
Akhenaten - Film
13:30 Tg La7 - Notizie
14:05 L'ultimo urrà - Film
16:25 The District - Telefilm
18:00 Movie flash - Appr.
18:05 L'ispettore Barnaby - Telefilm
20:00 Tg La7 - Notizie
20:30 Cash Taxi - Spettacolo
21:10 Closing the Ring - Film
23:35 Tg La7 - Notizie
23:40 Tg La7 - Sport - Notizie
23:45 The Show Must Go Off Best - Spettacolo
01:50 Movie flash - Appr.
01:55 Tre passi nel delirio - Film
03:55 Border crossing - Il confine - Film
05:45 The Show Must Go Off Spettacolo

07:00 Mtv News - Notizie
07:30 Only Hits - Musica
09:20 Karaoke Box - Musica
09:50 Behind the Music - Documentari
11:00 16 & Pregnant - Spettacolo
11:50 Teen Cribs - Approfondimenti
13:30 I soliti idioti - Spettacolo
14:20 Punk'd - Spettacolo
15:10 Pauly D.: da Jersey Shore a Las Vegas - Spettacolo
15:35 Pauly D.: da Jersey Shore a Las Vegas - Spettacolo
16:00 Ginnaste: Vite Parallele Documentari
21:10 The Buried Life - Spettacolo
22:00 Pranked - Spettacolo
22:50 Prof. Sex - Spettacolo
23:40 Speciale MTV News Notizie
00:30 Ridiculousness: Very
American Idiots - Spettacolo
01:20 I soliti idioti - Spettacolo
02:10 Punk'd - Spettacolo
03:00 Only Hits - Musica
05:45 Mtv News - Notizie

5

DOMENICA 12

TUTTOMANTOVA

la Voce di Mantova

AGOSTO

2012

AGOSTO

IL TEMPO
Sereno o poco nuvoloso. Temperature minime stazionarie,
massime fino a 30, 31 gradi.

TEMPERATURE

12
DOMENICA

Minima 18

S. Giovanna

Massima 30

MUSEI
Palazzo Ducale, Mantova, p.zza Sordello,
tel. 0376-352100. Apertura martedì-domenica (8.15-19.15 - ultimo ingresso 18.20).
Museo Archeologico Nazionale, piazza
Castello, tel. 0376-320003 / 329223,
mar-sab (8.30-18.30), domenica e festivi
(8.30-13.30); lunedì chiuso.
Palazzo Te, viale Te, tel. 0376365886: lunedì 13-18; da martedì a domenica 9-18
(continuato, ultimo ingresso ore 17.30)
Palazzo D’Arco, piazza D’Arco 4, Mantova,
tel. 0376-322242. Dal 1° marzo al 1° nov.,
mar-dom e festivi (10-12.30 / 14.30-18.00).
Dal 2 nov. al 28 feb., sab, dom e festivi
(10-12.30 / 14-17). Lunedì chiuso.
Museo della città, l.go XXIV Maggio 12 tel
0376-367087, lunedì 13-18, martedì-domenica 9-18 (ultimo ingresso ore 17.30).
Teatro Accademico del Bibiena, via Accademia 47, tel. 0376327653. Da martedì a
domenica (9.30- 12.30 / 15-18). Lunedì
chiuso.
Galleria Museo Valenti Gonzaga, Via Pietro Frattini 7, Mantova. Tel. 0376/364524,
www.valentigonzaga.com sab e dom orari
fissi (ore 10 - 11 - 12 / 15 - 16 - 17 - 18),
gradita la prenotazione.
Museo Diocesano “Francesco Gonzaga”, p.zza Virgiliana, tel. 0376-320602 /
322051. Da mercoledì a domenica (9.30 12 / 15 - 17.30);
Galleria Storica Vigili del Fuoco, largo
Vigili del fuoco: sabato 14.30-18, domenica
e festivi (10 - 12 / 14.30 - 18). Altri giorni su
prenotazione (tel. 0376 - 22771).
Accademia Nazionale Virgiliana, via Accademia 47, tel. 0376- 320314: lun-sab (10
- 13).
Museo “Tazio Nuvolari”, Palazzo del Capitano, p.zza Sordello, 42/A; sabato e domenica 10-18 (chiuso il 25/12 e 1/1).
Pietole, Museo Virgiliano, via Parma 34, tel.
0376-440439: venerdì sabato e domenica
ore 15-18 chiuso agosto.
Canneto s/Oglio: Museo Civico (chiuso per
ristrutturazione)
orario
invernale
(1/11-28/2): lun-ven. 8.45-12.15, dom. 9.3012.30 e 14.30-19; orario estivo (1/3-31/10):
lun-ven 9-12, sab. 15-19, dom. 10-12.30 e
15-19. Chiuso tutto agosto, 25-26/12 e 1/1.
Per
visite
guidate
tel.
biblioteca
0376-70671.
Castiglione d/Stiviere, Museo Internazionale della Croce Rossa, via Garibaldi
50, tel. 0376 - 638505: aprile-ottobre, ore
9-12 e 15-18; novembre-marzo, ore 9-12 e
14-17. Chiuso il lunedì.
Castiglione d/Stiviere, Museo Aloisiano,
Collegio delle Vergini, via Perati, tel.
0376-638062: sabato e domenica visite
guidate e su prenotazione: ore 10 - 11 - 15 16 - 17.
Asola, Museo Civico “Bellini”, via Garibaldi, 7. Invernale: lunedì-venerdì 9-13;
sabato 9-12.30; domenica 15.30-18.30.
Estivo: lunedì-venerdì: 9-13; sabato:
9-12.30; domenica: 16-19. (in agosto chiuso
la domenica). Prenotazioni 0376-710171.
Ostiglia, Museo Archeologico, Palazzo
Foglia, p.zza Cornelio 2, tel. 0386-302562:
martedì, giovedì, domenica 10-12; sabato
10-12 / 17-19. È gradito preavviso telefonico.
Castellucchio, Museo armi antiche, p.zza
Pasotti 26, tel 0376- 4343223: mercoledì e
sabato ore 9-12; martedì e giovedì ore
15-18. È gradito preavviso telefonico. La
visita è consentita per piccoli gruppi.
Cavriana, Museo archeologico, Villa Mirra, p.zza Castello, 8 - tel. 0376-806330 3471403247. Inverno: martedì-venerdì ore
9-12; sabato, domenica e festivi ore 9-12 e
15-18. Chiuso il lunedì, e nel mese di
dicembre.
Viadana, Mu.Vi. e Museo “Parazzi”, via A.
Manzoni, 4 , tel. 0375 820903 - 820900.
Martedì, giovedì, sabato e domenica: ore
9-12, venerdì 9.30-12-30. Da venerdì a
domenica: anche ore 16-19. Chiuso da
giugno a settembre.
Suzzara, Galleria del Premio , Via Don
Bosco 2/a tel. 0376-535593: martedì invern.
10-12 / 15-18; estivo 10-12.30 / 15-18;
giovedì invern. 10-12.30 / 15-18; estivo
10-12.30 / 15-18; venerdi invern. 10-12.30 /
15-18; estivo 10-12.30 / 15-18 entrata via
Guido 48/a (suonare campanello); sabato
invern. 15-18; estivo 16-19; domenica e
festivi invern. 10-12.30 / 15-18; estivo
10-12.30 / 16-19 entrata via Don Bosco
2/a.
Sabbioneta , Pro Loco e Ufficio del Turismo
piazza Armi, 1 Palazzo Giardino tel./fax
0375 - 52039. E-mail: emanuela@iatsabbioneta.org. Chiusura: tutti i lunedì non
festivi.
Solferino, Museo storico risorgimentale ,
p.zza Ossario, tel. 0376-854019: da martedì
a domenica (lunedì chiuso). Da marzo a
settembre 9-12.30 e 14.30-19. Nei mesi
invernali su prenotazione.
S. Benedetto Po, Museo Civico Polironiano , tel. 0376/623036. Estivo: da martedì a domenica 9-12 / 15-18; invernale: da
martedì a domenica 9-12 / 14.30-17.30.
Giorni di chiusura: lunedì, 25 dicembre, 1
gennaio.

Percepita 30

URGENZE E TEMPO LIBERO: NUMERI UTILI
INFORMAZIONI
Guardia medica
Croce Verde
Croce Rossa Italiana
Pronto soccorso
Porto emergenza
Croce medica
Virgilio Soccorso
Ospedale
Federfarma
ASL:
CUP
Servizio veterinario
PRONTO INTERVENTO
Polizia (p. i.)
Polizia stradale
Carabinieri (p. i.)
Vigili del fuoco (p. i.)
Polizia locale
Guardia di finanza
Soccorso stradale Aci
Corpo vigili giurati
Privatassistenza
ACI PRA
- Aci segr. / amministr.
- Aci soci e tasse auto
- Aci centro assistenza
Soccorso stradale
AGENZIA ENTRATE
Ufficio di Mantova
Sez. Bozzolo
Uff. Suzzara
Sez. Viadana

118
366666
262626
201220
396000
557557-75
280737
2011
415451
3341
334705
334286/7
113
330611
112
115
320255
322770
803116
381938
223010
322365
325691
223953
328269
803116
375011
91146
539911
0375-781495

INFORMAZIONI
Not
Comune
Autolinee Apam
Telegrafo
IAT Informazioni e accoglienza
turistica
Prenot. alberghiera
Guide turistiche
Ass. Guide e interpreti
ArteMantova Guide
Guide turist. Virgilio
L’arte di viaggiare
Tea Gas acqua
GUASTI
Tea Pronto Intervento gas
Tea Pronto Intervento Acqua
Enel (Mantova)
Telecom
Poste italiane
OGGETTI SMARRITI
Ufficio economato
SOLIDARIETÀ
Emergenza infanzia
Guardie zoofile
Sportello giovani
Tel. amico disagio mentale
Telefono Azzurro
Tel. giovane (aiuto alla vita)
Tel. giovane (antiviolenza)
Club delle Tre Età
Telefono amico

321450
3381
230346
186 / 327143
432432
365401
322942
368917
397155
225989
322327
800 637 637
800869869
800637637
803500
182
376211
338244
114
385175
364233
771708
19696
800560990
225959
262975
199 284 284

Telefono Rosa
(lunedì 18-20-giovedì 19-21)
Soccorso azzurro
Telefono giallo
Avis Mn
Admo (Donat. Midollo Osseo)
Alcolisti anonimi
Apcat (Ass. Prov. Club
Alcologici Territoriali)
Centro aiuto alla vita
Andos
Alfaomega Volont. Malati Aids
Mov. diritti del malato
Tribunale diritti malato
Università 3ª Età
Ass. malati intestinali
Gruppo Narcotici anonimi
Enpa (Protezione Animali)
Guardie zoofile
Clinica veterinaria P. S.
Anmil (Ass. Naz. Mutilati e invalidi del Lavoro
TAXI
Stazione FS (ore 5-1)
p.zza Cavallotti (ore 7-20)
Radiotaxi (tutti i giorni, ore 5-1)
LIBRI E DOCUMENTI
Biblioteca Teresiana
Centro Baratta
Archivio di Stato
Archivio notarile
Archivio Vescovile (curia)
Ist. Storia contemporanea

ARISTON MULTISALA Via Principe
Amedeo, 20 (0376 - 328139 sito internet: www.aristonmantova.it)
³ CHIUSURA ESTIVA
MIGNON CINEMAESTATE Cinema
d’Essai Via G. Benzoni, 22 (0376/
366.233)
³ Almanya - La mia famiglia va in
Germania di Yasemin Sandereli. Con
Vedat Erincin, Fahri Ogün Yardim. Ore
21.30
CINECITY-MULTIPLEX Viale Favorita (0376/340740 sito internet:
www.cinecitymantova.it)
³ CHIUSURA ESTIVA
CINE ARENA BARATTA c.so Garibaldi, 88
³ Benvenuti al Nord ore 21.15
IL CINEMA DEL CARBONE Presso
Fashion District Bagnolo San Vito
³ Oggi Chiuso
TEATRO BIBIENA via dell’Accademia
® Oggi chiuso
TEATRO SOCIALE Piazza Folengo 4
(0376/362739 sito internet: www.teatrosociale.it)
® Oggi chiuso
TEATRO SAN LEONARDO
® Oggi chiuso

OGGI IN PROVINCIA
ASOLA - San Carlo (www.cinemasancarlo.it)
³ CHIUSURA ESTIVA
CANNETO SULL’OGLIO Teatro Comunale Mauro Pagano (0376 717006
- www.comune.canneto.mn.it)
® Oggi chiuso
CASTEL GOFFREDO - San Luigi
Oggi chiuso

CASTIGLIONE d/STIVIERE Supercinema
³ CHIUSURA ESTIVA
CASTIGLIONE d/STIVIERE Teatro
Sociale (INFO tel. 0376 679276)
® Oggi chiuso
CURTATONE - Buscoldo Teatro
“Giuseppe Verdi
³ Oggi Chiuso
CURTATONE STARPLEX Via Montanelli SNC (0376/348395 - sito internet: www.curtatone.starplex.it)
³ Biancaneve e il cacciatore Domenica 18.15 - 21.15. Mercoledì
18.15 - 21.15. Feriali 21.15
³ Un anno da leoni Domenica e
mercoledì 17.45 - 20.15. Martedì
20.15
³ Bed Time Lunedi e Giovedì 21.35.
Domenica, Martedì e Merocledi
22.25
³ Nudi e felici Lunedì e giovedi
21.25. Domenica 17.50 - 20.25 22.30. Martedì 20.25 - 22.30. Mercoledì 17.50 - 20.25 - 22.30
³ Contraband Domenica, martedì e
mercoledì 22.15
³ Diario di una schiappa 3 Lunedi e

225656
225523
0182-681684
364944
688131
334 7341327
329771
325737
221960
49951
326323
201026
220392
339-3663495
392.7138197
335.6462907
338.1209509
478814

TEA, servizi acqua, energia ambiente
(800 473165 - 199 143232 da cell.): lun-ven
8-13; lun e giov 14.30-17.
ENEL: lun-ven (8,15-13,30).
TELECOM: lun-ven (8,30-12 / 14-16,30).
POSTE: Mantova centro - p.zza Martiri di Belfiore - lun-sab (8.30-19).
COMUNE, Ufficio anagrafe: lun-sab
(8,30-13); Ufficio tributi: lun-ven (8,30-10);
lun e giov anche 15-16.40.
PREFETTURA, ufficio di Gabinetto, Ufficio invalidi civili, Ufficio Assistenza al
Cittadino: lun-ven (10-13);
Uff. patenti: lun-ven ore 8,30-10 (richieste);
11,30-12,30 (consegne); sab ore 8,30-9,30 (richieste); 11,30-12,30 (consegne).
QUESTURA, Uffici armi, passaporti, cessione fabbricati: lunedì-venerdì 10-12, sabato
9-11; Radioamatori: feriali 9-12.
OSPEDALE “C. POMA”: visite: feriali 15-16 /

19.30-20.30; festivi 10,30-20.30, continuato.
Obitorio: lun-sab ore 8-12 / 13.30-18.30; dom
e festivi ore 9-12 / 15-18.
Casa di Cura S. Clemente: visite: lun-ven
13.30-15, 18.30-20; sab. 13.30-16, 18.30-20;
dom e festivi 10-12, 14.30-19.
CIMITERI: Angeli, Formigosa e Frassino:
orario estivo (1/6 - 30/09) dalle 7.30 alle
19; orario invernale (1/10-30/05) dalle 8
alle 17. Ebraico: feriali 9-12 / 14.30-17
(venerdì pom. e sabato chiuso); festivi
9-12 / 14-17.
TEA, Servizi cimiteriali (tel. 0376-412.149):
lun-sab 9-12, lun-giov 14.30-17.30
CURIA: 9-12,30 (chiusa mercoledì e festivi).
CAMERA DI COMMERCIO: lun-ven
(8.30-12); giovedì (15-16).
PRESIDIO MILITARE: (tel.
0376/381683-380256/7) lun-ven, ore 8.30-11.30.

323605
325351
324407
368844
321515
352711
324441
325571
319511
352713

MERCATI
Domenica: Bagnolo San Vito, Castelbelforte, Castel d'Ario, Commessaggio,
Goito, Marcaria (Campitello), Monzambano, Redondesco, Villimpenta.
Mercati contadini: Sermide (P.zza Plebiscito), Castel d’Ario (V.Trieste);
Grazie di Curtatone (via Della Francesca h. 8.30-12.30) - Monzambano (p.zza
V.Emanuele - di fronte al Municipio h. 8-12.30)

PARTENZE PER

VERONA: 5.51*, 6.28* (f), 7.28*, 8.28, 9.28 (F),
12.28, 13.28 (f), 14.28, 15.28 (f), 16.28, 17.28 (f),
18.28*, 19.28 (f), 20.28, 21.28 (f), 22.41
MODENA: 5.35 (f), 6.15, 6.31*, 7.31* (f), 8.31,
9.31, 11.31, 12.31 (f), 13.31, 14.31 (f), 15.31,
16.31 (f), 17.31, 18.31* (f), 19.31*, 20.31* (f),
21.31
MILANO: 5.18*, 6.10*, 6.41*, 7.48 (Piad), 8.26
(Piad), 8.50, 10.14 (Cr), 10.50, 12.14 (Cr), 12.50,
13.30 (Cr), 14.19 (Cr), 14.50, 16.14 (Cr), 16.50,
18.14 (Piad), 18.50, 19.52 (Piad), 20.50.
MONSELICE: 5.32 (f), 6.00 (f), 7.05 (F), 7.29 (f),
11.00 (fino a Legnago) 12.34, 13.32 (f), 13.57 (F),
15.40 (f) (fino a Legnago), 15.40 (F), 16.25, 17.32*
(f), 18.05 (F), 18.54* (f), 18.57 (F), 20.17 (F).

giovedì 21.20. Domenica e mercoledì
18 - 20.20. Martedì 20.20
³ Spiderman 4 feriali 21.30. Domenica e mercoledì 18.30 - 21.30
³ La leggenda del cacciatore di
vampiri Lunedi, martedì e giovedì
21.15. Domenica e mercoledì 18.45 21.45
³ Dream House lunedi e giovedì
21.30. Domenica e martedì 18.20 20.35. 22.35. Mercoledì 18.20 - 20.35
- 22.35
GONZAGA - Teatro comunale (0376
526337 - 329 3573440)
³ Oggi chiuso
GUIDIZZOLO - Oratorio San Lorenzo
³ Oggi chiuso
MARMIROLO - Cinema Parrocchiale
- Sala Gonzaga
³ Oggi chiuso
MARMIROLO - Teatro Comunale info@teatromarmirolo.it - Tel. 0376/
466476
³ Oggi chiuso
MEDOLE - Teatro Comunale - scuola.cultura@comune.medole.mn.it
Tel. 0376/ 868001
orari validi fino all’8 dicembre 2012

STAZIONE DI MANTOVA

NOTE
* si effettua anche in caso di sciopero, può subire ritardi
(F) = festivo; (f) = feriale
(Cr) = fino a Cremona; (Piad) = fino a Piadena
(Cod) = fino a Codogno

ENTI E SERVIZI: ORARI

CINEMA E TEATRI

TRENI

BOLOGNA diretti: 5.29, 9.34

Il Sole sorge alle 6.04 e
tramonta alle 20.06

ARRIVI DA
VERONA: p.6.30-a.7.16* (f); p.7.05-a.7.46; p.7.30-a.8.16 (f);
p.9.30-a.10.16; p.12.30-a.13.16 (f); p.13.30-a.14.16;
p.14.30-a.15.16 (f); p.15.30-a.16.16; p.16.30-a.17.16 (f);
p.17.30-a.18.16*; p.18.30-a.19.16 (f); p.19.30-a.20.16;
p.20.30-a.21.16 (f); p.21.30-a.22.16
MODENA: p.6.05-a.7.15* (f); p.6.34-a.7.30 (f); p.7.05a.8.15*; p.8.05-a.9.16 (f); p.9.05-a.10.15; p.11.05-a.12.15
(F); p.12.05-a.13.15 (f); p. 13.05-a.14.15 p.14.05-a.15.15
(f); p.15.05-a.16.15; p.16.05-a.17.15 (f); p.17.05-a.18.15;
p.18.05-a.19.15 (f); p.19.05-a.20.15*; p.20.05-a.21.15;
p.21.05-a.22.15 (f); p.22.05-a.22.05
MILANO: p.5.58-a.7.25 (Cr); p. 6.20-a.8.14*; p.7.40-a.8.48
(Cr); p.8.20-a.10.10; p.9.37-a.10.39 (Cr), p.10.20-a.12.10;
p.11.37-a.12.39 (Cr); p.12.09-a.13.27 (Cr); p.12.20a.14.10; p. 13.55-a.14.50 (Piad); p.14.15-a.15.37 (Cr);
p.14.20-a.16.10; p.15.37-a.16.39 (Cr), p.16.09-a.17.27
(Cr); p.16.20-a.18.10; p.17.54-a.18.39 (Piad); p.17.15a.19.12; p.18.20-a.20.19; p.19.15-a.21.10; p.20.20a.22.10; p. 22.10-a.22.39 (Piad).
MONSELICE: p.6.05-a.7.08* (Leg); p.6.15-a.8.09 (f), p.7.12a.9.03* (f), p.7.35-a.9.14 (F), p.8.15-a.9.55 (F), p.9.18a.10.47 (Pd), p.12.40-a.13.34 (f) (Leg), p.12.40-a.14.34
(Pd), p.13.44-a.15.26, p.14.16-a.16.05 (F), p.15.46-a.17.49
(f)(Pd), p-16.17-a.17.54 (F), p.16.46-a.18.36* (f)(Pd),
p.17.39-a.19.26 (f)(Pd), p.18.20-a.19.58 (F), p-20.27a.22.03 (F).
NOTE: (Cr) = da Cremona; (F) = Festivi; (f) = feriali; (Pd) = da Padova;
(Leg) = da Legnago; (Piad) = da Piadena; (Cr) = da Cremona; * si effettua
anche in caso di sciopero, può subire ritardi o limitazioni

PARTENZE PER
MANTOVA: 6.55*; 7.15 (f); 7.55;
8.55 (f); 9.55; 11.55 (f), 12.55 (f);
13.55; 14.55; 15.55, 16.55 (f),
17.55; 18.55 (f); 19.55*; 20.26;
20.55; 21.55; 22.55
MODENA: 5.56 (f); 6.56(f*); 8.56;
9.56; 11.56; 12.56 (f); 13.56;
14.56 (f); 15.56 (f); 16.56 (f);
17.56; 18.56* (f); 19.56*; 20.56*
(f); 21.56
PARMA 6.16*, 7.16* (F); 8.16* (F)
, 9.16, 12.16 (F); 13.33 (F), 14.16,
15.16 (F), 16.16 (F), 17.16 (F),
18.16* (F), 19.16 (*F) (F)
SERMIDE-FERRARA: 6.20* (f);
6.38; 7.05*, 9.37; 12.30 (f); 13.32
(Se), 14.00, 17.20 (f); 18.20*;
19.48* (Se); 21.50 (Se). Partono
da Sermide: 5.34 (f), 6.47* (f),
9.22, 12.20, 16.42 , 21.10.
NOTE: (F) = festivi; (f) = feriali; (Se) = fino a
Sermide; (S) = corsa che si effettua anche in
caso di sciopero, può subire ritardi o
limitazioni.

STAZIONE DI SUZZARA

STAZIONE DI ASOLA

ARRIVI DA
MANTOVA: 5.56 (f), 6.33, 6.56,
7.56* (f), 8.56, 9.56, 11.56, 12.56
(f), 13.56, 14.56 (f), 15.56, 16.56
(f), 17.56, 18.56* (f), 19.56*,
20.56* (f), 21.56.

PARMA : 6.42* (f), 7.42; 8.42 (f); 9.42;
11.42; 13.42; 14.42 (f); 15.42; 17.42; 18.42
(f).

MODENA: 6.59, 7.47 (S); 9.05,
9.54; 10.39, 10.44; 14.21, 15.25;
16.08, 17.21, 17.55, 18.34, 19.24,
20.09, 21.27.
PARMA: 7.35* (f); 8.53* (f); 9.05
(F); 9.53* (f); 11.53 (f); 12.05 (F);
13.53 (f); 14.53 (f); 15.53 (f);
16.53 (f); 17.53 (f); 18.57* (f);
19.05 (F); 19.53* (f); 20.53* (f).
FERRARA-SERMIDE: 13.05; 14.40;
15.42; 17.38 (f); 19.10; 19.40,
20.20* . Da Sermide: 5.05, 7.00*
(f), 7.41*, 8.31* (f), 9.25; Fermano
a Sermide: 6.32, 7.24, 8.00, 10.13,
15.09 (f), 16.36 (F), 19.28, 20.38*
(f), 21.07
NOTE: (F) = festivi; (f) = feriali; (S) = corsa che si
effettua anche in caso di sciopero.

PARTENZE PER

BRESCIA 5.21 (f); 6.20 (f); 6.45 (f); 7.20*;
9.20; 11.20; 13.20; 14.20 (f); 15.20; 17.20;
18.39 (f); 19.20; 20.20 (f); 21.20
ARRIVI DA
PARMA: p.5.22-a.6.20 (f); p.5.47-a.6.45 (f);
p.6.22-a.7.20*; p.8.22-a.9.20; p.10.22a.11.20; p.12.22-a.13.20; p.13.22-a.14.20
(f); p.14.22-a.15.20; p.16.22-a.17.20;
p.17.52-a.18.39; p.18.22-a.19.20; p.19.22a.20.20* (f); p.20.22-a.21.20*
BRESCIA: p.5.54-a.6.42* (f); p.6.54a.7.42*; p.7.54-a.8.42 (f); p.8.54-a.9.42;
p.10.54-a.11.42; p.12.54-a.13.42; p.13.54a.14.42 (f); p.14.54-a.15.42; p.16.54a.17.42; p.17.54-a.18.42* (f); p.18.54a.19.42*; p.20.54-a.21.42*
NOTE: Piad = arrivo a Piadena; (f) = feriali; p. - a. = partenza da Parma
o Brescia - arrivo ad Asola; * corsa che effettua anche in caso di
sciopero, può subire ritardi o limitazioni

® Oggi chiuso
OSTIGLIA - Teatro Nuovo “M. Monicelli”
³ Oggi chiuso
PEGOGNAGA - Teatro Anselmi Piazza Vittorio Veneto, 16 - info@teatroanselmi.it - tel 0376/550213
³ Oggi chiuso
QUISTELLO - Cinema Teatro Lux via
IV Novembre, 6 - www.cinemateatrolux.com
³ CHIUSURA ESTIVA
QUISTELLO - Parco Area Marchesi
³ Benvenuti al nord martedi 14
agosto ore 21.30
REVERE Cinema Teatro Ducale
³ CHIUSURA ESTIVA
REVERE Cinema Sotto le Stelle Parco scuole medie
³ Men in blak 3 Ore 21.30
RIVAROLO MANTOVANO Cortile
municipale
® Oggi chiuso
SAN GIORGIO Auditorium - via Frida
Kahlo Tel. 045/8001471
® Oggi chiuso
SERMIDE - Capitol Multisala
³ CHIUSURA ESTIVA fino al 23
agosto
SUZZARA - Dante
³ CHIUSURA ESTIVA
SUZZARA - Politeama
³ CHIUSURA ESTIVA
SUZZARA - Cortile Biblioteca
³ Oggi chiuso
VIADANA - Cinema Teatro Vittoria
³ Sala Uno Oggi chiuso
³ Sala Due Oggi chiuso

E FUORI PROVINCIA...
CASALMAGGIORE - Teatro Zenith
www.cinemateatrozenith.com
³ Oggi chiuso
LONATO (BS) - Multisala King
³ CHIUSURA ESTIVA

FARMACIE Oggi, domenica 12 agosto
I turni delle farmacie iniziano alle ore 8.30 e terminano alle 8.30
del giorno successivo: “A battenti aperti” 8.30-12.30 / 15.30-20
“A chiamata” notturno e pausa pranzo

Mantova - Santa Lucia via XX Settembre, 34 - tel.
0376-321536
Mantova - Al Te piazzale Porta Cerese, 3/4 - tel. 0376369481 (solo diurno dalle 8.30 alle 12.30, dalle 15.30
alle 19.30)
Bancole Comunale p.zza della Pace, 5 - tel. 0376390990
Bigarello Lorenzini V.Gazzo, 9 - tel. 0376-45103
Roncoferraro Dr. Frignani Lasagna, Via L. Da Vinci Tel. 0376-663128
Sarginesco Dr. Grassi - via Teatrino, 5 - Tel. 0376438893
Marmirolo Dr. Bassano - via XXV Aprile - Tel. 0376466116
Viadana Dr.ssa Cistaro - p.zza Manzoni, 7 - tel. 037582446
Borgofranco Po Dr. Fornasa - via San Francesco - Tel.
0386-41353
Piubega D.ssa Pagani - via Gazoldo, 1 - Tel. 0376655624
Gonzaga Dr. Conti - p.zza Matteotti, 60 - Tel. 0376528359 - 588175 (casa)

6

DOMENICA 12 AGOSTO 2012

la Voce di Mantova

MANTOVA

centralino Cronaca 0376 222266 - e-mail: cronaca@vocedimantova.it

Ora è il sindaco che dà l’aut-aut all’architetto che punta in alto ma non sta realizzando nulla

“Fa’ tre cose o andiamo tutti a casa”
Sodano ora mette alle strette Benedini: l’assessore ha tutte le deleghe che vuole
Il punto di non ritorno è a portata di mano. Le voci che provengono da via Roma lasciano
intendere che il sindaco Nicola
Sodano ha colmato la misura
della sopportazione verso l’assessore ai lavori pubblici Giampaolo Benedini, che nell’edizione di ieri ha riaperto ufficialmente la crisi dopo pregressi
segnali di riavvicinamento.

Ma una novità rispetto al passato questa volta sembra esserci: il gruppo Pdl, che spesso in
passato ha giocato di sponda
con la civica dei benediniani,
questa volta fa quadrato attorno
al sindaco. Il capogruppo Carlo Acerbi dà un ultimatum
all’assessore ai lavori pubblici:
o si mette in riga, oppure la crisi
vada fino in fondo. E il sindaco,
che per il momento non vuole
affacciarsi ufficialmente alla finestra, preferendo affidarsi alle
iniziative del suo gruppo consiliare, pare sia risoluto stavolta
a non concedere più nulla a colui che, a detta del Pdl, ha già
avuto anche troppo. Il super assessore Giampaolo Benedini,
oltre ad avere carta bianca sui
lavori pubblici – questa è l’accusa – gode di deleghe incondizionate su molti nodi strate-

Crisi a una svolta: il Pdl compatto contro
gli “arancioni”. Fra tutti gli assessori
il leader civico è l’unico che si lamenta

L’assessore
Giampaolo
Benedini
e sopra
il sindaco
Nicola Sodano

Cittadella dei servizi o degli sprechi? I conti e i rischi cui va incontro il Comune
Il braccio di ferro sulle responsabilità di
quest’ultima crisi questa volta sembrerebbe destinato a procedere a oltranza
senza sconti per nessuno. Addirittura
qualcuno punta persino il dito su una
presunta etica vacillante o doppiopesista
nelle fila dei benediniani. In primis il tiro

al bersaglio si concentra sul consigliere ex
Pdl, oggi benediniano, Carlo Romano,
che nel luglio 2011 aveva lasciato le fila
degli azzurri per approdare in quelle degli
arancioni, preso dal timore che sul parcheggio ex Comated, poi abortito, ci fosse
una
manifesta
super-valutazione

Ipotesi di un nuovo asse
Fava-Benedini-Palazzi?
Previsioni, scrupoili o ubbie? O
meglio, informazioni attendibili o cantonate? Inutile chiedere
lumi ai diretti interessati, giacché se pure le cose dovessero
stare così, nessuno oggi lo ammetterebbe mai nemmeno sotto
tortura. Eppure sul versante pidiellino una sorta di “intelligence” rende noti alcuni spostamenti strategici delle forze
di governo in città. Non di tutte,
invero, ma solo della Lega e dei
civici benediniani, che nei fatti
manifesterebbero uno scollamento insanabile con il Pdl.
Ma non finisce qui. Non solo le
due forze di governo, che contano complessivamente 11 consiglieri e 5 assessori, si starebbero allontanando dal sindaco

gici: dal ponte di Catena al futuro della Valdaro Spa, dai parcheggi all’Expo 2015; per non
dire dei super-progetti di Palazzo del Podestà e della Cittadella dei servizi... E il risultato di tanti titoli? Nulla, dicono
gli azzurri. Benedini si sarebbe
distinto per avere realizzato solo piazza Martiri di Belfiore,
peraltro su finanziamenti accantonati dalla Brioni e su progetto della vigilanza.
Insomma, per un assessore che

Nicola Sodano e dal Pdl, ma
addirittura starebbero preparando il terreno sul versante opposto in vista delle prossime
amministrative del capoluogo,
che evidentemente non si ipotizzano poi così lontane nel
tempo.
Come? Con chi? Presto detto:
con il Partito democratico. E se
non sia fantascienza, c’è pure
qualche nome di riferimento.
Dicono infatti nella schiera azzurra pidiellina che i principali
soggetti di riferimento “alleati”, ossia il deputato leghista
Giovanni Fava e il leader dei
civici Giampaolo Benedini
sarebbero stati pizzicati a flirtare con il papabile prossimo
candidato sindaco del centro-

dell’area. Perché oggi, gli rimproverano i
pidiellini, Romano non lascia i benediniani, visto che Benedini è favorevole alla
cittadella dei servizi a Catena nel cui piano economico si stima 22 milioni di euro
l’ex ceramica, quando il suo valore di
mercato, a detta di tutti, non supera gli 8?

ha sempre detto di non volersi
ridurre a fare l’assessore ai
marciapiedi, puntando molto in
alto, i risultati dopo un biennio
sono assolutamente deficitari.
Dal canto suo Benedini lamenta casse vuote e ostilità dei dirigenti, ma anche su questo
punto i pidiellini sono categorici: la scarsità di mezzi c’è per
tutti, ma Benedini è l’unico che
si lamenta. L’ostilità degli uffici viene addirittura vista come
un alibi per scusare certe opere
che stentano a prodursi. Le assegnazioni per i lavori del Podestà, tanto per dirne una, verranno fatte a settembre, non appena rientrerà il dirigente titolare. Ma il resto? I parcheggi?
Il ponte? Il tunnel? Lo spostamento della stazione? La pratica Expo? Lo smontaggio del
“cubo” di piazza Sordello? Tutto in sospeso.
Da qui, stando a voci attendibili, oltre all’aut-aut di Acerbi
ecco un secondo è più autorevole richiamo da parte del sindaco: o si realizzano almeno tre
cose a breve, oppure tutti a casa. Sodano non ci sta a smorzare polemiche che altri subito
dopo riattizzano. E questa pare
sia la sua ultima parola.

Ieri i funerali del discendente dei Gonzaga di Vescovato

L’addio a Gianfrancesco
Il democratico Mattia Palazzi

sinistra Mattia Palazzi, quasi a
dire che questa strabica maggioranza, che da un lato guarda
a destra e dall’altra a sinistra,
avrebbe in cantiere un’alternativa civica che corre lungo l’asse Fava-Benedini-Palazzi. Posto che di conferme non ne arrivino, nondimeno si accettano
eventuali scommesse.

Una solenne cerimonia ha accompagnato ieri all’estremo riposo il marchese Gianfrancesco Gonzaga, principe del
Sacro Romano Impero, esponente del ramo superstite di
Vescovato dell’illustre dinastia
virgiliana. I funerali si sono
tenuti nel suo castello bergamasco di Cavergnago (già
roccaforte dei Martinengo e
quindi passata ai Colleoni), e la
tumulazione è avvenuta invece
nella cappella di famiglia del
cimitero di Grumello, ove riposano gli avi degli ultimi due
secoli.
Gianfrancesco Gonzaga si era
spento mercoledì 8 agosto
all’età di 83 anni. Uomo di
cultura straordinaria, cultore

Gianfrancesco Gonzaga

delle arti e delle scienze, nel
corso della sua lunga esistenza
aveva praticato la professione
giornalistica con grandi riscontri, sia nel Corriere della sera
che al Giorno (nota peraltro la
sua amicizia profonda con
Ferruccio De Bortoli), prima
di iniziare una collaborazione
fissa con svariati settimanali e
finalmente collocarsi in quel
“riposo”, che per lui non significava in ogni caso ozio, ma
studio, ricerca, passione.
Molto legato alla Mantova dei
suoi avi, era anche membro
attivo del sodalizio di Palazzo
Ducale. Lascia il figlio Carlos,
anch’egli come il padre milanese di adozione ma mantovanissimo d’elezione.

giornalista Davide Mattellini
ha improvvisato una esposizione di cimeli pascoliani, fra cui
un’edizione di “Odi e Inni” dedicata dal Pascoli al suo maestro Giosuè Carducci, e alcune

rare edizioni, fra cui “Il Mago”
di Severino Ferrari, intimo
amico del Pascoli, con invio
autografo a Raffaele Marcovigi, l’avvocato bolognese che
stilò il testamento del poeta.

E SPUNTA UNA DEDICA AUTOGRAFA DEL POETA A GIOSUÈ CARDUCCI

San Lorenzo: un “pianto di stelle” per ricordare il Pascoli
Boom di presenze e di colpi di
scena nella serata pascoliana
organizzata dall’Accademia
degli irrugiadati l’altra sera,
notte di San Lorenzo, nella corte Gonzaga di Sustinente. Una
serata interamente dedicata a
Giovanni Pascoli nel centenario della morte, e in coincidenza col 145° anniversario
dell’assassinio di Ruggero Pascoli, avvenuto appunto il 10
agosto del 1867.
A celebrare il poeta delle umili
“tamerici” e dei “Canti di Castelvecchio” sono intervenuti
numerosi esponenti del mondo
della cultura locale, fra cui An-

Mattellini mostra i cimeli pascoliani. Accanto, la dedica autografa del poeta

gelo Lamberti, Claudio Bellati, Stefano Prandini, il felonichese Gianfranco Maretti
– che si è prodotto in una lunga
dissertazione sulla produzione
latina del poeta romagnolo – e
il pittore Lanfranco.
Particolari emozioni dalle recite pascoliane affidate alle voci di Bellati e Davide Squassabia, accompagnate dal sapiente commento musicale al
pianoforte del maestro Filippo
Lui. Molto apprezzata anche
una prosa inedita della giovane
scrittrice Giulia Martani. Ma
la serata ha riservato un insolito
fuori programma quando il

MANTOVA

DOMENICA 12
AGOSTO

2012

la Voce di Mantova

I funerali saranno celebrati nell’atelier del pittore a Montanara domani alle ore 17

Si spegne il colore di Sandro Negri
L’artista è scomparso nella notte tra venerdì e sabato. Folla di amici a Palazzo Cavalcabò
di Paola Artoni
Il cuore grande di Sandro Negri non batte più. Un arresto
cardiaco ha stroncato l’artista
mantovano, nato a Virgilio nel
1940, nella notte di San Lorenzo, nella sua stagione preferita, la più amata perché
carica di colori come le sue
tele e solare come il suo carattere. Dopo una stagione eccezionale di mostre allestite tra
gli Stati Uniti e la Russia,
celebrative di cinquant’anni di
carriera, alla vigilia di tanti
nuovi importanti progetti che
lo avrebbero visto protagonista nei prossimi mesi di un
tour internazionale, un malore
improvviso e fatale ha colto il
Maestro nel suo appartamento
in città.
Per volontà dei figli Carolina
e Fabio la salma del maestro è
stata portata nel suo atelier,
quel meraviglioso centro pulsante creativo che è stato in
questi ultimi anni Palazzo Cavalcabò a Montanara, dove un
fiume di amici e di appassionati d’arte sono accorsi per
rendere omaggio all’artista
che ha saputo interpretare la
sua mantovanità con una fedele e indissolubile elegia del
mondo contadino. La scorsa
primavera il Museo Virgiliano
di Pietole aveva ospitato la sua
mostra dedicata al poeta latino
e seicento allievi dell’Istituto
comprensivo di Virgilio si erano stretti attorno al maestro
che per mesi li aveva coinvolti
in un grandioso laboratorio
artistico (un’esperienza nella
quale Sandro si riscopriva ogni
volta bambino a sua volta); di
lì a breve il Centro Studi della
Postumia di Gazoldo aveva
organizzato una mostra che
esplorava la sua produzione
dagli anni Settanta agli anni
Ottanta riscoprendone le origini e le radici (e togliendogli
definitivamente di dosso alcuni “etichette” stilistiche
semplificate). Accanto a lui
l’infaticabile art promoter
Rocco Proce, molto più di un
semplice gallerista, definito da
Sandro “il mio braccio destro”, che in questi anni ha
condiviso giorno dopo giorno
le nascite dei dipinti, i mostre e
i consensi ma anche le difficoltà e le incertezze. Tanti
critici hanno creduto in Sandro
Negri, da Dino Villani a Werther Gorni, da Claudio Rizzi
a chi scrive (e mai come in
questo caso è difficile mantenere salda la voce di “biografa ufficiale”) ma soprattutto
corale e popolare è stata l’accoglienza della sua arte,
un’esplosione di vita e di colore che non si è fatta piegare

neppure nei momenti più duri
dell’esistenza (prima la perdita
improvvisa dell’amata moglie
Lidia, la malattia e la morte
prematura della figlia Alessandra poi). In queste ultime
settimane Negri si era “ricaricato” con alcuni viaggi in
Sicilia, in Sardegna e in Spagna. Pochi giorni fa ci aveva
raccontato con un ritrovato entusiasmo di un nuovo ciclo di
opere dedicato al tema dell’infinito e di nuovi studi dedicati
alle grotte marine e agli scogli.
La morte lo ha colto vivo più
che mai. L’ultimo saluto a
Sandro sarà domani alle ore 17
nello studio di Montanara. I
suoi colori vibranti, le sue
figure contadine, i paesaggi
senza tempo saranno lì accanto a lui, memoria e luce per
chi resta a piangerne il ricordo
e per tutti coloro che continueranno ad amarlo attraverso la sua arte sincera e
profonda.

L’artista mantovano Sandro Negri in uno dei suoi momenti di condivisione e amicizia

Un malore improvviso nella notte e gli inutili soccorsi
Nulla lasciava presagire il
malore fatale. Sandro Negri era tornato da qualche
giorno da una vacanza in
Spagna ed era già tornato
al lavoro nell’atelier di Palazzo Cavalcabò. Come
ogni giorno si era trattenuto sino al tardo pomeriggio tra tele e pennelli
in vista dei prossimi appuntamenti espositivi do-

podiché era rincasato nel
suo appartamento in città
di viale Risorgimento. Poco prima della mezzanotte
la telefonata al figlio Fabio
con la quale Negri avvertiva del suo malore. Il
figlio ha prontamente raggiunto l’abitazione del padre ma poiché l’artista non
dava alcuna risposta e la
porta risultava chiusa

dall’interno è stato necessario l’intervento dei Vigili
del Fuoco della vicina stazione. L’immediato intervento dei pompieri ha permesso l’ingresso ma purtroppo era per Negri non
c’era più nulla da fare. Il
cuore dell’artista mantovano, tra i più amati di
questi anni, aveva già
smesso di battere.

Tabarri nel grano e altre storie:
una luce generosa e viva nell’arte

Una delle classiche figure di contadini nel grano

Figure senza volto, intabarrate nella nebbia
padana tra mura scrostate o salici spogli, chine
tra le messi dorate in una luce che abbaglia. Ma
il paradigma non è una scappatoia: in quei volti
siamo noi, o le nostre radici, genitori e nonni
impegnati nella secolare fatica del lavoro nei
campi. Fatica nella quale traspare la gioia. Fin
da ragazzo sovente mi scoprivo ad esplorare i
quadri di Sandro Negri, nonostante per me
fossero un obiettivo inarrivabile. Colpa del suo
straordinario senso del colore, di come la materia veniva stesa, dell’impaginazione. O forse
dei soggetti, nei quali la gente mantovana, se
non irrigidita dai tempi moderni, riconosce sé
stessa. Eppure Sandro era molto di più. La
persona, geniale e generosa (anche di fronte
all’invidia e alle parole mal spese), era una
fucina di idee e il suo carattere solare aveva il
pregio di accogliere famiglia e amici, riuscendo
a trasformare in colore, luci e sorrisi, anche i
momenti più cupi, che tanto lo avevano provato
negli ultimi anni. Nonostante Negri fosse conosciuto davvero in tutto il mondo (dagli Stati

Uniti alla Russia, passando per l’intera Europa
o quasi), ha sempre saputo mantenere la genuina generosità che è tratto distintivo dei “veri
mantovani”. Non si contano le partecipazioni
ad iniziative di beneficenza, o le esperienze con
le scuole, che negli ultimi anni lo hanno visto
protagonista prima nelle classi di Cerese e poi,
con i suoi giovani allievi, in più mostre (qui
sotto, ai lati, due fotografie di tale esperienza).
Il suo studio, Palazzo Cavalcabò, una vera
casa-museo d’artista, è l’espressione di questo
modo di essere, una festa per gli occhi costruita
insieme all’art promoter Rocco Proce, amico
di una vita (nella foto qui in basso con Sandro
Negri e il critico Paola Artoni). I suoi quadri
dialogano in una festa di colori con gli affreschi
antichi e lo scalone monumentale. Dalle finestre del primo piano lo sguardo verso i campi,
verso il tramonto. Quasi un presagio l’ultima
opera sul cavalletto, il camice bianco sulla
sedia, le tele nere di bitume, senza altro colore.
Ora è il tempo della memoria.
Paolo Bertelli

7

Cinquant’anni di pittura

Dagli Usa
alla Russia
un trionfo
Splendida e ricca la carriera
di Sandro Negri, dalle umili
origini alle scene internazionali. Nato a Virgilio da famiglia di origine contadina
nel 1940, svolge con impegno e dedizione la sua professione di infermiere ma
coltiva con passione l’amore
per l’arte. La prima mostra è
del 1970 e la sua prima monografia viene pubblicata nel
1976 con la prefazione di
Dino Villani. Nel 1989 apre
un atélier a Parigi e nel 1991
riceve l’incarico di eseguire
manifesti pubblicitari per il
film Vincent e Theo di Robert
Altmann. Nel 1993 allestisce
in Palazzo Ducale di Mantova una retrospettiva con catalogo edito da Electa. Nel
1995 apre lo studio di Montanara nel Palazzo Cavalcabò, per tutti semplicemente
lo “Studio Negri”. Nel 2001
allestisce una personale nel
Palazzo del Plenipotenziario
mentre nel 2002, in collaborazione con la galleria londinese “Gagliardi Gallery”,
viene allestita una mostra al
“The Lord Leighton House
Museum” di Londra che riscuote un notevole successo
di critica e di pubblico. Sempre nel 2002 partecipa alla
mostra itinerante in Spagna
Pàginas desde Lombardia, un
Museo de Arte Contemporaneo. Nel 2004 inaugura
un’altra sede a Portland
(USA). Nello stesso anno
Silvana Editoriale inquadra
la sua opera con una pubblicazione di grande rilievo a
firma di Raffaele De Grada e
Claudio Rizzi. Allestisce una
personale a Milano con critica di Rossana Bossaglia e
nel 2006 ordina l’ampia antologica Evocate immagini al
Civico Museo Parisi Valle di
Maccagno (Varese). Nel
2008 Swatch Group, in collaborazione con la Gioielleria Azzali 1881 di Mantova, sceglie Negri per celebrare i suoi venticinque anni di attività e consente all’artista di personalizzare una
serie di 299 orologi, pezzi
unici presentati nel suo atelier in una giornata-evento
dedicata ai collezionisti degli
Swatch Club. Nel 2010 gli è
stata dedicata una mostra antologica a Portland, negli Stati Uniti, per celebrare i primi
cinquant’anni di attività. Nel
2011 è stato invitato a Mosca
in giugno come protagonista
assoluto di un evento a lui
dedicato nella sede Mercedes
e in settembre per allestire
una personale nella galleria
Bogolubov Art.

8

la Voce di Mantova

MANTOVA

DOMENICA 12
AGOSTO

2012

Infortunio sul lavoro alla cartiera Burgo
Super controlli della Polizia un operaio di 36 anni si frattura due dita
COLTE AL VOLO

È proseguita nella serata di
sabato scorso l’attività di controllo preventivo per contrastare i fenomeni criminosi disposta dal questore di Mantova Antonino D’Aleo che ha
voluto potenziare questa attività in concomitanza con il
periodo estivo. Sono stati effettuati numerosi posti di controllo su strada, perlustrazioni
capillari dei quartieri cittadini
più esposti a reati predatori e
controlli amministrativi negli
esercizi pubblici. Questo potenziamento dei servizi di
controllo è stato effettuato in
sinergia tra questura e altri enti. Impegnate due pattuglie
della Squadra Volante, due
pattuglie della Squadra Mobile, una della Polizia Stradale, più personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale, dell’Ufficio Immigrazione, della Scientifica
e della polizia locale. Le persone controllate sono state in
tutto 56, di cui 21 extraco-

munitari tutti in regola con il
permesso di soggiorno. Controllati 24 autoveicoli e 4 esercizi pubblici. Contestata una
infrazione al codice della strada. Gli agenti della Volante
hanno fermato un furgone
bianco segnalato nei giorni
scorsi quale presumibile mezzo usato per il trasporto di
ciclomotori rubati. Le persone che erano a bordo sono
state portate in questura e fotosegnalate. Gli agenti della
Squadra Mobile hanno invece
provveduto a identificare 9
prostitute controllate lungo i
viali della periferia cittadina.

Dalla discussione alla rissa
Grande e grosso ma ha dovuto soccombere perché se n’è
trovati addosso cinque che lo hanno malmenato facendolo
finire in ospedale. Si tratta di un 40enne slavo residente in
città coinvolto in una rissa scoppiata poco dopo l’una di
ieri in corso Vittorio Emanuele nei pressi di un bar.
Proprio all’interno del bar sarebbe scattata la scintilla che
ha portato poi alla rissa. Una lite per futili motivi tra lo
slavo a un gruppo di almeno 5 italiani. Il gruppetto è
uscito sul marciapiede dove la discussione e proseguita
fino a degenerare in rissa. Sono volati calci e pugni e alla
fine ad avere la èpeggio è stato il 40enne che ha dovuto
ricorrere alle cure del pronto soccorso del Poma, dal quale
è stato dimesso ieri mattina con una decina di giorni di
prognosi. Nessuna traccia, invece, dei suoi aggressori,
spariti prima dell’arrivo dell’ambulanza del 118 sul posto.

Infortunio sul lavoro ieri pomeriggio all’interno della Cartiera Burgo. Un operaio che
stava lavorando attorno a un
macchinario nel reparto Allestimento è rimasto incastrato
con una mano in un macchinario e ha riportato la frattura di
almeno un paio di dita e varie
escoriazioni. Il fatto è accaduto
poco dopo le 16. Fausto Lana,
36enne di Levata e dipendente
della Burgo, stava lavorando
attorno a un macchinario per il

caso. Dai primi accertamenti
sembra che abbia riportato la
frattura di due dita più alcune
escoriazioni a un braccio. Nelle
prossime ore sarà sentito dal
tecnico dello Spsal dell’Asl di
Mantova che ha effettuato i rilievi di legge sul luogo dell’infortunio.

Tazio Nuvolari vive ancora
A 59 anni della sua scomparsa resta immutato il suo mito
Due corone d'alloro sul busto
del "Nivola", una dell'Automobile Club di Mantova Museo Tazio Nuvolari, l'altra
del Comune capoluogo, per
non dimenticare uno dei personaggi mantovani più importanti e famosi nel mondo.
Sabato 11 agosto la città di
Mantova ha ricordato il suo
grande campione, Tazio Nuvolari. La consueta commemorazione, che cade nel giorno della sua scomparsa, avvenuta nel 1953, si è svolta nei
giardini di Largo Pradella alla
presenza di autorità e cittadini.
"Mantova è soprattutto la città
di Nuvolari - ha detto Pascal . Noi siamo eredi della sua
memoria. Per questo stiamo
ultimando i lavori per la rea-

foto 2000

lizzazione del Museo che dovremmo aprire a fine settembre, in concomitanza con la
prossima edizione del Gran
Premio Nuvolari". Il presiden-

te del consiglio comunale
Giuliano Longfils, con tanto
di fascia tricolore in rappresentanza del sindaco Sodano,
ha sottolineato che il Comune

ha messo a disposizione per il
Museo Nuvolari gli spazi dell'ex monastero del Carmelino.
"Tazio è una risorsa importante per la città - ha detto
Longfils -. Mantova è la città
di Virgilio, dei Gonzaga, ma
anche di Nuvolari". In rappresentanza della Provincia è
intervenuto, invece, l'assessore Maurizio Castelli. "Nuvolari è una figura di identità
territoriale per tutta la nostra
provincia - ha sottolineato Castelli -. La commemorazione
di oggi è un momento da
tenere vivo nel tempo". Dopo i
discorsi e la posa delle corone
d'alloro al busto di Nuvolari,
gli applausi dedicati alla memoria del "Mantovano Volante".

Code lunghe anche 10 chilometri sulla A22. Incidente a Mantova Nord

Diamo un pargoletto agli amanti di Valdaro...
to il Torrazzo. Mala tempora. Già. A questo punto
ribadiamo un concetto che
più volte abbiamo avanzato: non è che noi mantovani
siamo proprio così, solo capaci di pensare al nostro
orticello e che gli altri si
arrangino? Il senso della
civitas alberga altrove (leggi 50% bergamasco per il
Mantova calcio), non in riva al Mincio. Non stiamo a
perdere tempo con esempi:
molto più semplice e agevole elencare le cose che
vanno bene. Sul momento
non ce ne viene in mente
una. Persino il mini rondò
di piazza delle poste è uscito
strano, forse per fare da
pendant con corso alt e bas.
La città pulsa. Di auto, di
moto, di ciclisti che viaggiano costantemente contromano e sui marciapiedi o
attraversano le strisce pedonali pedalando, e correndo così più velocemente incontro a qualche incidente.
Vicolo Rastelli, ufficialmente terz’ultima oasi pedonale
(le altre sono via Goito e via
C. Battisti) è diventata la
scorciatoia dei motociclisti
che saltano in tal modo la
telecamera di piazza delle
poste. La prevenzione, dalle
nostre parti, è un termine
sconosciuto: i vigili che dovrebbero vigilare il traffico
in città, sono dei desaparecidos. Toccherebe loro
spiegare ai ciclisti, parecchi
dei quali non hanno mai
preso la patente, le norme
del codice della strada. Già
perchè pure i ciclisti e i

fermava in emergenza mentre
alcuni colleghi del 36enne si
precipitavano a soccorrerlo.
Immediatamente si attivavano
le procedure del caso, con l’allarme che scattava per 118, vigili del fuoco, carabinieri e tecnici dell’Asl. Quando i soccorritori giungevano sul posto, la
mano dell’operaio era già stata
liberata dalla morsa in cui era
finita, e il 36enne veniva quindi
trasportato al pronto soccorso
del Carlo Poma per le cure del

Ieri la commemorazione del pilota davanti al busto posto nei giardini di Largo Pradella

A TUTTO TIBRE — SEGUE DALLA PRIMA PAGINA

Nessuno lo vuole, non ci
sono i soldi per spostarlo e
nemmeno è uscito uno
straccio di idee su come
eventualmente poterlo riutilizzare. Da qualche tempo
a questa parte -sarà il caldo,
sarà per via che non piove
da tempo immemorabile e
l’uva è pronta per essere
raccolta con un mese d’anticipo- guardandoci allo
specchio ci rendiamo conto
della nostra piatta, mediocre, anonima e pallida mantovanità. Che si regge
sull’ordinaria amministrazione, sul quieto vivere, ergo sul niente. Gli slanci, i
sussulti arrivano solo, ahimè, quando si fa sentire il
terremoto. Si vegeta in definitiva, si consumano i minuti le ore i giorni gli anni
sotto i portici a guardare
negozi sempre più vuoti e le
commesse che per la decima volta spostano un capo da una gruccia all’altra,
tanto per tenersi in movimento. Fa notizia lo spostamento dei tavoli e delle
sedie in piazza Erbe e Sordello. E meno male che il
mercato del giovedì tornerà
in piazza.
D’altra parte non può essere diversamente: abbiamo perso, con la Provincia,
anche la nostra identità.
Ora dipendiamo da Cremona: già la posta deve
passare prima per Brescia;
andrà a finire che i nostri
mirabili agnoli, meglio se
bev’r in vin, si chiameranno
marubini, quelli che le rasdore mettono in tavola sot-

taglio-bobina con sistema varitop, quando la carta che stava
passando si è staccata da uno
dei rulli. A quel punto l’operaio
sarebbe intervenuto manualmente per fare aderire nuovamente la carta al cilindro, che
dovrebbe trattenere la carta tramite un aspiratore. Proprio
questo aspiratore avrebbe risucchiato improvvisamente la
mano dell’operaio che rimaneva così incastrata tra il cilindro
e un carter. Il macchinario si

pedoni, che hanno i loro
bravi diritti, hanno pure i
loro bravi doveri. Incolpare
sempre e solo gli automobilisti è diventato ormai un
vezzo. Anche se chi guida,
spesso e volentieri, andrebbe rinchiuso.
Caldo. Attenzione ai nomi
che si danno agli anticicloni
provenienti dall’Africa. Potrebbero
suggestionare
quei tipi un po’ labili com’è
accaduto ad un 65enne nei
pressi di Frosinone che dava fuoco ai boschi e poi,
incantato, stava a guardare
le fiamme. Non sappiamo se
accompagnandosi con la cetra. Non è un caso che che
l’anticiclone sia stato appellato Nerone, il boss che
incendiò Roma. Non è finita: morto e sepolto Nerone, ecco affacciarsi, dopo
il 15, Caligola uno che almeno stando alla leggenda,
viaggiava a corrente alternata. Nei giorni pari era
quasi umano, in quelli dispari una pantera nera in
cerca di cibo. Forse un giorno pioverà anche da noi e
rinfrescherà. E’ un augurio. E per concludere, il
Mantova del pallone. Che
calcisticamente si è apparentato con Bergamo. 50 e
50 per mantenere la parità,
con buona pace di tutti. Ora
non rimane che rimboccarsi le maniche e magari procedere a qualche acquisto.
Di tempo se n’è perso fin
troppo.
Alberto Gazzoli

Ieri un traffico da bollino nero
Giornata da bollino nero ieri
per il traffico autostradale
quella di ieri, e a questo si è
aggiunto un incidente, nel quale quattro persone sono rimaste
ferite, avvenuto ieri poco prima delle 12.30 in A22 poco
dopo il casello di Mantova
Nord in direzione Nord. Di
conseguenza si sono formate
code a partire da Mantova Sud
che hanno raggiunto la lunghezza di 8-10 chilometri, e
che sono state smaltite del tutto
solo dopo le 15. Coinvolte
nell’incidente due Alfa 147 su
cui viaggiavano in tutto 4 persone. Stando a quanto appreso
un’auto avrebbe tamponato
l’altra. I mezzi incidentati sono
rimasti in mezzo alla carreggiata e subito si sono formate
le prime code. A peggiorare la
situazione sono state le operazioni di soccorso: per estrarre i feriti, alcuni dei quali erano

incastrati fra le lamiere, i soccorritori del 118 hanno dovuto
lavorare a lungo prima di riuscire ad estrarre i feriti e anche
gli stessi mezzi di soccorso
hanno avuto non poche difficoltà a raggiungere il punto in
cui si è verificato il tamponamento, tanto che i primi due
feriti usciti dalle auto incidentate hanno atteso per circa

un’ora e mezza di essere caricati sulle ambulanze che li
hanno poi trasportati all’ospedale di Mantova. Tra le persone coinvolte nell’incidente ci
sarebbe anche una donna mantovana. Stando a quanto appreso nessuno dei feriti, pur
avendo riportato traumi di una
certa entità, sarebbe in pericolo
di vita.

Spaccata, tunisino bloccato dopo inseguimento
Hanno visto un giovane nordafricano che correva
e un italiano che lo tallonava. Gli agenti di una
pattuglia della polizia locale che hanno incrociato i due impegnati in una corsa a perdifiato
incuranti del caldo, non si sono fatti troppe
domande e sono intervenuti a prescindere fermando l’inseguito, un 21enne tunisino, nei pressi
di piazzale Porta Cerese. I due arrivavano da
strada Diga Masetti e si è poi scoperto il motivo di
quei 700 metri circa fatti con spirito olimpico nel
tardo pomeriggio di ieri. Il tunisino, pare insieme
a un amico, forse un suo connazionale, poco
prima, aveva messo a segno un furto con spaccata
su un’auto parcheggiata in strada Diga Masetti. I
due, dopo avere sfondato il finestrino di un’auto
avevano arraffato quanto c’era all’interno: uno
zainetto con dentro un computer portatile, dei
vestiti e due paia di occhiali. Un passante ha però

visto i due all’opera, e conoscendo il padrone
dell’auto lo ha subito avvisato. Questi si è
precipitato fuori di casa appena in tempo per
vedere i due ladri che si allontanavano con la
refurtiva e senza pensarci su si è lanciato al loro
inseguimento. I due si sarebbero divisi e l’inseguitore ha scelto di tallonare il 21enne tunisino.
Durante la folle corsa per le vie del quartiere di
Valletta Valsecchi hanno incrociato una pattuglia
della polizia locale che passava di lì per caso. Gli
agenti hanno girato l’auto e si sono messi pure
loro a seguire i due corridori, blocandoli in
piazzale Porta Cerese. L’inseguitore a quel punto
spiegava perchè stesse tampinando il giovane
extracomunitario, e gli agenti a quel punto lo
perquisivano trovandogli addosso parte della
refurtiva. Il giovane veniva quindi caricato in
auto e portato negli uffici di viale Fiume.

MANTOVA

DOMENICA 12
AGOSTO

2012

la Voce di Mantova

9

Nel Pd l’ordine è: non parlate di questo perchè ci pensa Fontana. Intanto i giochi vanno avanti

E sull’aggregazione delle province? Sss...
Verso la riforma della legge elettorale regionale che dovrà rivedere le circoscrizioni provinciali
Il Pdl si prepara a difendere
Mantova provincia, mentre nel
Pd l’ordine è di stare zitti perchè
ci pensa il segretario provinciale
Massimiliano Fontana. Si parla di
riforma delle legge elettorale regionale. Nel Pd nuova protesta
contro il divieto di discutere sulla
riforma delle province, ma le voci dicono che si tratta già per passare con Cremona.

Più di un giurista in queste settimane valuta necessaria la riforma delle leggi elettorali regionali
per adeguarle alla sopressione
delle province e alla rimodulazione delle superstiti. Se a Milano da mesi è partita una commissione per studiare la riforma della
legge elettorale regionale, questa
ora dovrà tenere conto delle nuove incombenze imposte dal nuovo assetto amministrativo. La
legge regionale fonda la nomina
di circa tre quarti dei consiglieri
sulla base delle circoscrizioni
provinciali, ora si tratta di adeguare tali circoscrizioni al quadro
che uscirà dalla ricomposizione.
Infatti, l’aggregazione delle province di Mantova e Cremona porterà probabilmente a un’unica
circoscrizione dove i cremonesi
si troveranno in lista candidati
mantovani e questi ultimi candidati cremonesi. Andando alla situazione mantovana, si assiste ad
un Pdl che si sta attrezzando per
difendere Mantova provincia e
un Pd che non dice nulla nonostante le esortazioni a battere un
colpo. Ultima della serie è quella

di Fabio Mazali della segreteria
provinciale e Giorgio Maglia
dell’assemblea provinciale i quali, in un documento sullo stato del
partito, parlano della necessità di
elaborare un progetto fondato su
un’idea innovativa della città che
risulti alternativa al centrodestra.
In relazione a questo si esorta a
fare i conti con la ristrutturazione
che interesserà la nostra provincia e che provocherà per Mantova
un diverso ruolo amministrativo,
forse anche più impegnativo di
quello attuale; in ogni caso serve
immaginare un futuro ben diverso da quello odierno. Il problema,
se Mantova dovesse passare sotto
Cremona, è che perderà una mol-

titudine di posti di lavoro con il
trasferimento di praticamente
tutti gli enti dello Stato, regionali
e relativo personale sotto il Torrazzo. Una volta persi gli istituti
di previdenza e le sedi dei ministeri, Asl, Camera di commercio
e tutti gli altri, Mantova si ritroverà un comune di confine sul
quale non converrà neppure investire. E i comuni dell’alto Mantovano e del Destra Secchia in
che condizione ne usciranno con
un capoluogo a oltre 100 chilometri di distanza? Come affermano in molti nel Pd l’ordine è:
state zitti! Intanto le trattative tra
Mantova e Cremona sono già
aperte.

Nuovi affari
nel Centro
America

Palazzo
Tinti-Pallavicino
sede
della Provincia
di Cremona,
che potrebbe
estendere
il suo ruolo
anche
a Mantova.
Nel logo
l’emblema
dell’Ente

Aeroporto Catullo, aumento di capitale per 15 milioni

Aerei sulla pista dell’aeroporto Catullo

Venerdì
l’assemblea
straordinaria dei soci ha
deliberato la ricapitalizzazione dell’aeroporto Catullo di Villafranca con un
aumento di capitale pari a
15 milioni di euro. La situazione finanziaria della
società non ha fatto dormire i soci per parecchi
mesi e l’aumento di capitale deciso venerdì unitamente alla stesura di un
piano industriale costituiscono gli strumenti per
chiedere alle banche di
iniettare nuovi soldi nelle
casse aeroportuali. Insom-

ma per avere nuovo credito
dopo il rosso accumulato
serve un’azione seria di
contenimento e sviluppo
dell’attività. La decisione
ultima accompagna la
quarta tranche di aumento
già decisa perchè questa
servirà a sostenere la liquidità aziendale, cioè le
spese correnti, mentre i 15
milioni finiranno sugli investimenti. Resta comunque centrale la questione
dell’aeroporto di Montichiari dove gli investimenti
della società hanno prodotto introiti zero posto che,

quanto investito, è stato divorato dalle perdite. Ora si
sta pensando a diverse ipotesi di incremento dei servizi offerti al pubblico come per esempio celle frigorifere per lo stoccaggio
dei medicinali. C’è un problema però da chiarire se si
vuole il rilancio di Montichiari, cioè le imprese
bresciane devono decidere
di spedire le loro merci da lì
e non da Monaco se si vuole un aeroporto che funzioni, altrimenti sarà crisi
perdurante fino a che non si
deciderà di abbandonarlo.

Per il presidente di Api il problema è valorizzare il sistema produttivo

Se i politici capissero l’impresa
L’Assemblea annuale di Apindustria Mantova non è un appuntamento scontato ma un’occasione per un confronto vero
tra gli imprenditori associati. In
questo 2012 oltre trecento persone hanno ascoltato il presidente Francesco Ferrari prendere posizioni forti nei confronti dei mali cronici di un Paese,
l’Italia, che non considera le
aziende un patrimonio da tutelare e le aggredisce con una
fiscalità abnorme e una burocrazia che non ha eguali in Europa e nel mondo.
A seguire apprezzatissimo l’intervento del prof. Giulio Sapelli, economista fuori del coro,
che ha presentato un’analisi lucida e stimolante di come si sia

arrivati a questa crisi e di come
sia possibile uscirne solo grazie
alla resistenza e alla creatività
«Ci troviamo quest’anno nella
nostra tradizionale assemblea
senza poter registrare novità importanti per le aziende – dichiara il presidente di Apindustria
Francesco Ferrari – così per curiosità sono andato a vedermi
gli interventi degli anni scorsi e
dei presidenti che mi hanno preceduto: i mali del nostro Paese
sono cronicizzati. Non riesco a
vedere cosa serve per dare una
sferzata positiva al Paese».
Se si scorrono i titoli dei giornali
o si ascoltano i leader politici le
parole piccole e medie industrie
sono al centro del dibattito politico. Nessuno più parla di “na-

Sotto lente alla Cna la riforma
del mercato del lavoro
Il 3 luglio è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Legge 92/2012 contenente “Disposizioni
in materia di riforma del mercato del lavoro in una
prospettiva di crescita” (entrata in vigore il 18 luglio 2012). Le aree di intervento sono quattro: flessibilità in entrata, flessibilità in uscita, ammortizzatori sociali e politiche attive. Scopo dei 3 seminari gratuiti è quindi quello di fornire un’efficace disamina delle novità che hanno avuto un
grande impatto per le imprese già a partire dal
luglio scorso, ecco il programma:
- 11 settembre (18.30-20.30) “La flessibilita’ in
entrata: le modifiche contrattuali”;
- 18 settembre (18.30-20.30) “La flessibilita’ in
uscita: la nuova disciplina dei licenziamenti e delle
dimissioni”;
- 27 settembre (18.30-20.30) “La riforma degli
ammortizzatori sociali e degli enti bilaterali”.

nismo” delle imprese o di inadeguatezza della struttura familiare. E’ sotto gli occhi di tutti
che le Pmi resistono meglio delle grandi aziende e soprattutto
creano lavoro più stabile e maggiore sviluppo legato al territorio.
Le imprese sono stanche di proclami e hanno bisogno di fatti.
La politica che serve non è quella degli annunci televisivi o delle dichiarazioni alla stampa. Bisogna lavorare con concretezza
e porsi degli obiettivi ambiziosi
ma realizzabili.
«Noi imprenditori non siamo
contro la politica, anzi vorremmo che la politica, quella vera,
riuscisse a restituire al Paese la
spinta verso un futuro che non

Francesco Ferrari, presidente Apindustria e il prof. Giulio Sapelli, economista

possiamo vedere solo a tinte fosche - conclude Francesco Ferrari - mancano i grandi uomini
capaci non solo di gestire l’ordinario ma anche di spingere le
persone a dare il massimo in un
periodo come l’attuale dove
servono nuovi modi di vedere e
lavorare per affrontare vecchi

problemi. Noi ci mettiamo il
nostro impegno. Ma ci piacerebbe che sempre più persone
capissero quanto sono importanti le imprese e quanto sia
difficile in questo momento fare
l’imprenditore. Se poi lo capissero anche i politici forse faremmo un passo avanti».

UN SERVIZIO UPA

Uno sportello per orientare gli aspiranti artigiani
Giovani in cerca di lavoro con tanto di
diploma e laurea, operai e quadri dirigenti in mobilità, stranieri che si rivolgono quotidianamente allo Sportello Preventivo d’Impresa dell’Upa, diretto da Franco Bruno, per intraprendere l’attività artigiana. Molte le domande in particolare nei settori dell’alimentazione (produzione di pasta fresca, pizze al taglio, gastronomie), imprese di pulizia, muratori , attività di
disinfezione e derattizzazione, grafica
e panificazione. In merito all’attività di
panificatore segnaliamo con piacere
che le richieste provengono del mondo
femminile. Qualcuno chiede chiarimenti, come afferma Bruno, per aprire
l’attività di calzolaio, riparatore di bi-

ciclette, pittore edile, restauratore, elettricista, meccanico per moto, manutenzione di parchi e giardini, sartoria su
misura (riparazione di pantaloni, giacche, camicie) oppure di produrre birra
artigianale o pubblici esercizi di finger
food. Poche le richieste nel settore legno, autoriparatori, tessile e abbigliamento e in altri settore dove sono richiesti determinati requisiti professionali disciplinati dalle normative. In calo
le richieste nei servizi estetici: parrucchieri ed estetiste , nell’autotrasporto e
nel metalmeccanico. Le domande spaziano da quanto costa avviare un’azienda artigiana, agli oneri per materie prime, consumi energetici, affitto, spese
generali e sull’entità dei contributi da

pagare. Ancora si vuole sapere se ci
sono contributi a fondo perduto o linee
di credito particolari per avviare l’attività e per l’acquisto di attrezzature e
quali sono gli Enti preposti che disciplinano l’attività artigianale. Tutte
domande legittime per chi ha intenzione di intraprendere un’attività nel
settore artigiano. Ebbene, l’Upa ha predisposto un servizio di assistenza gratuito per permettere agli aspiranti imprenditori artigiani di acquisire utili
informazioni per intraprendere l’attività artigianale con un esame approfondito non solo amministrativo ma
anche sulle dinamiche del mercato secondo l’attività che si vuole intraprendere.

Il 26 novembre 2012, come informa Confindustria
Mantova, si svolgerà ad
Antigua in Guatemala il
Forum Italia, Centro America, organizzato dall’Istituto Italo-Latino Americano, dal Ministero dello
Sviluppo Economico e
dall’Ice.
Il Forum si articolerà in 4
sessioni dedicate alla collaborazione nei diversi
ambiti: politico, economico, accademico-culturale e
cooperazione. Alla sessione plenaria della mattina,
durante la quale verranno
presentate le opportunità
economiche dei Paesi del
Centro America, seguiranno nel pomeriggio gli incontri bilaterali tra le
aziende italiane partecipanti ed i rappresentanti
dei Paesi centro americani
aderenti all’iniziativa.
Il Forum si svolgerà presso
l’Hotel Santo Domingo di
Antigua; la partecipazione
rappresenta un’occasione
per conoscere le realtà
economico commerciali
dei Paesi centro-americani, attraverso le presentazioni dei Rappresentanti
Governativi e dei Rappresentanti degli Organismi
addetti allo sviluppo delle
Piccole e Medie imprese.
I settori prioritari che presentano opportunità di sviluppo dei rapporti di collaborazione industriale e
commerciale per le imprese italiane, sono: energie
rinnovabili, agroalimentare ed innovazione agricola,
turismo, restauro patrimonio artistico, infrastrutture,
infrastrutture viarie, autostradali e ferroviarie.
La partecipazione al Forum è gratuita; le spese di
viaggio e alloggio sono a
carico dei singoli partecipanti.
Per partecipare è necessario registrarsi al seguente
link entro il 30 settembre
2012: https.//sites.google.com/a/ice.it/forum-italia-centro-america-ice.
Per le aziende interessate,
sarà possibile proseguire
la missione in forma personalizzata, con l’organizzazione di visite e incontri
con le istituzioni e le associazioni di riferimento
locali, in Guatemala così
come negli altri Paesi aderenti al Sistema di Integrazione Centro Americana
(Costarica, El Salvador,
Guatemala, Honduras, Nicaragua, Panama) grazie al
supporto ed al coordinamento dell’Iila.
Eventuali esigenze per il
prosieguo della missione
andranno inviate via mail,
sempre entro il 30 settembre 2012, all’indirizzo:
s.socioeconomica@iila
.org e p.c. a: coll.industriale@ice.it.
Giovanni Negri

10

la Voce di Mantova

MANTOVA

DOMENICA 12
AGOSTO

2012

SECONDA ED ULTIMA PARTE DELLE GRADUATORIA PUBBLICATA DALL’UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE D

I trasferimenti e i passaggi di profilo del perso
Molte le conferme ma parecchi sono gli addetti che hanno avuto un incarico in
A decorrere dall'1.9.2012 sono
disposti i trasferimenti ed i passaggi di profilo del personale
A.T.A. di ruolo della provincia
di Mantova, riportati qui di seguito. (seconda parte)
145.
Morselli
Ornella
02/01/51 (Mn) Punti 123. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic818005 - Ist.
Comprensivo I.c. Roverbella
(Roverbella). Precedenza Prevista Dal C.c.n.i..
146. Murolo Claudia 16/06/75
(Na)
Punti
130.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic82400c - Ist.
Comprensivo I.c. Suzzara "Il
Milione" (Suzzara).
147. Navarra Vincenzo
07/04/65 (Sa) Punti 176. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic80700p - Ist.
Comprensivo I.c. Castiglione
Stiviere II (Castiglione delle
Stiviere).
148. Nobile Anna 09/05/72
(Na)
Punti
127.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic805003 - Ist.
Comprensivo Istituto Comprensivo Goito (Goito).
149. Odi Donatella 30/12/57
(Mn)
Punti
124.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic83100g - Ist.
Comprensivo I.c. Viadana "Parazzi" (Viadana).
150. Olivieri Fabiola 15/10/60
(Mn)
Punti
166.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic820005 - Ist.
Comprensivo I.c. Ostiglia
(Ostiglia).
151. Oliviero Girolamo
29/09/71 (Na) Punti 167. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic821001 - Ist.
Comprensivo Istituto Comprensivo Quistello (Quistello).
152. Ongaro Ivana 05/10/65
(Mn)
Punti
394.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnri02000x I.p.i. Artigianato Ipsia L.da
Vinci Mn (Mantova). Precedenza Prevista Dal C.c.n.i..
153. Ordonselli Marzia
09/10/64 (Ge) Punti 450. Da:
Mnis01100e - Ist. Sup. Ii Gr. I.s.
Fermi Mn (Mantova). A:
Mnis006003 - Ist. Sup. II Gr. Is
G.Greggiati (Ostiglia).
154. Orecchini Maria Stella .
01/10/80 (Tp) Punti 93. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic825008 - Ist.
Comprensivo I.c. Suzzara II
(Suzzara).
155. Orlandi Monia 23/12/77
(Mn)
Punti
183.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic82300l - Ist.
Comprensivo I.c. Bozzolo
(Bozzolo).
156. Ostion Maria Rosanna
04/01/58 (Le) Punti 115. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic813002 - Ist.
Comprensivo I.c. Porto Mant.
No (Porto Mantovano).
157. Pace Gina 27/08/67 (Cs)
Punti 132. Da: Mnee000vw8 Provincia di Mantova. A:
Mnic80800e - Ist. Comprensivo
I.c. Castiglione Stiviere 1. (Castiglione Delle Stiviere). Precedenza Prevista Dal C.c.n.i.
158.
Paganella
Donato
15/06/61 (Mi) Punti 113. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic834003 - Ist.
Comprensivo I. C. San Benedetto Po (San Benedetto Po).
159. Palomba Giuseppina
27/11/77 (Na) Punti 142. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic82400c - Ist.
Comprensivo I.c. Suzzara "Il

Milione" (Suzzara).
160.
Parise
Antonietta
29/03/59 (Vr) Punti 105. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic818005 - Ist.
Comprensivo I.c. Roverbella
(Roverbella).
161. Pasquali Wilma 03/04/61
(Mn)
Punti
76.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic82700x - Ist.
Comprensivo I.c. Castellucchio
(Castellucchio).
162. Pecoraro Francesca
29/04/71 (Pa) Punti 117. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic80700p - Ist.
Comprensivo I.c. Castiglione
Stiviere II (Castiglione Delle
Stiviere).
163. Penna Cristina 27/12/57
(Mn)
Punti
154.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnis006003 - Ist.
Sup. II Gr. Is G.greggiati (Ostiglia). Precedenza Prevista dal
C.c.n.i..
164.
Pepe
Immacolata
06/03/57 (Sa) Punti 98. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic804007 - Ist.
Comprensivo
I.c.
Volta
Mant.na (Volta Mantovana).
165. Pezzo Graziella 11/05/60
(Vr)
Punti
111.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic83700e - Ist.
Comprensivo I.c- Monzambano e Ponti Sul M. (Monzambano).
166. Picca Isabella 02/02/55
(Ce)
Punti
166.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnis00800p - Ist.
Sup. II Gr. Giovanni Falcone
(Asola).
167. Piccina Claudia 11/11/57
(Mn)
Punti
101.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic81100a - Ist.
Comprensivo I.c. Bagnolo San
Vito (Bagnolo San Vito).
168.
Piccinini
Angela
24/07/66 (Mn) Punti 159. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnpc02000g - L.
Classico Lc Lic.class. Virgilio
Mn (Mantova). Precedenza
Prevista Dal C.c.n.i..
169. Picone Franca Miranda
04/11/64 (Cs) Punti 135. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic80300b - Ist.
Comprensivo I. C. Castel Goffredo (Castel Goffredo).
170. Piluso Pasquale 06/02/48
(Cs)
Punti
184.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic82900g - Ist.
Comprensivo I.c. Mantova 2
(Mantova).
171. Pizza Rosa 12/06/66 (Ce)
Punti 120. Da: Mnee000vw8 Provincia di Mantova. A:
Mnic825008 - Ist. Comprensivo I.c. Suzzara II (Suzzara).
Precedenza
prevista
dal
C.c.n.i..
172. Poli Nicoletta 09/01/65
(Cr) Punti 85 (*). Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnis00400b - Ist.
Sup. Ii Gr. S. Giovanni Bosco
(Viadana). Trasferito D'ufficio.
173. Prandini Antonella
27/06/67 (Mn) Punti 461. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic804007 - Ist.
Comprensivo
I.c.
Volta
Mant.na (Volta Mantovana).
174. Preti Maura 23/02/66
(Mn)
Punti
106.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic821001 - Ist.
Comprensivo Istituto Comprensivo Quistello(Quistello).
175. Pucci Carmelina .
25/12/73 (Kr) Punti 131. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di

Mantova. A: Mnee062009 - Sc.
Primaria Direzione Didattica
Viadana (Viadana).
(*) - Il punteggio e' quello relativo alla graduatoria dei perdenti posto.
176. Racioppo Franceschina
10/08/68 (Fg) Punti 99. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnis006003 - Ist.
Sup. Ii Gr. Is G.greggiati (Ostiglia)
177.
Radovix
Giuliana
24/09/59 (Mn) Punti 160. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic80600v - Ist.
Comprensivo Istituto Compr.
Guidizzolo (Guidizzolo).
178.
Rancati
Luisella
13/08/68 (Bs) Punti 118. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic83700e - Ist.
Comprensivo I.c- Monzambano e Ponti Sul M (Monzambano).
179. Rende Nicola 15/04/71
(Cs)
Punti
132.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic82300l - Ist.
Comprensivo I.c. Bozzolo
(Bozzolo).
180.
Restani
Raffaella
03/01/47 (Mn) Punti 144. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic83600p - Ist.
Comprensivo I.c. Mantova 3
(Mantova).
181.
Rinaldi
Donatella
15/06/62 (Mn) Punti 357. Da:
Mnic82400c - Ist. Comprensivo
I.c. Suzzara "Il Milione" (Suzzara). A: Mnic81600d - Ist.
Comprensivo I.c. San Giorgio
di Mn (San Giorgio di Mantova).
182. Rinaldi Patrizia 18/09/71
(Na)
Punti
128.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic82400c - Ist.
Comprensivo I.c. Suzzara "Il
Milione" (Suzzara).
183. Ristauro Maria Antonietta 10/06/66 (Pz) Punti 148.
Da: Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic81000e - Ist.
Comprensivo I.c. Virgilio (Virgilio). Precedenza prevista dal
C.c.n.i..
184. Rizzo Maria 02/10/70
(Kr)
Punti
107.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic83500v - Ist.
Comprensivo I. C. Gonzaga
(Gonzaga).
185. Roberti Lucia Bombina
12/02/75 (Kr) Punti 137. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic82400c - Ist.
Comprensivo I.c. Suzzara "Il
Milione" (Suzzara).
186. Romano Antonietta
26/03/60 (Av) Punti 173. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic82900g - Ist.
Comprensivo I.c. Mantova 2
(Mantova).
187. Roncaglia Maria Grazia
19/08/58 (Mn) Punti 164. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic818005 - Ist.
Comprensivo I.c. Roverbella
(Roverbella). Precedenza Prevista Dal C.c.n.i..
188. Rosina Alessandra
20/11/66 (Mn) Punti 96. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnis00900e - Ist.
Sup. II Gr. Itg e Mag.le (Mantova).
189. Rossi Claudia 25/03/66
(Mn)
Punti
165.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic821001 - Ist.
Comprensivo Istituto Comprensivo Quistello (Quistello).
190. Rotella Maria 19/06/62
(Cz)
Punti
171.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnpc02000g - L.

Classico Lc Lic.class. Virgilio
Mn (Mantova).
191. Rubino Vincenza .
18/06/77 (Ag) Punti 93. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic82800q - Ist.
Comprensivo I.c. Mantova 1
(Mantova).
192. Ruggeri Silvia 20/02/67
(Mn)
Punti
108.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnis00900e - Ist.
Sup. II Gr. Itg E Mag.le (Mantova).
193. Salmistraro Roberta
06/11/51 (Mn) Punti 144. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic813002 - Ist.
Comprensivo I.c. Porto Mant.
No (Porto Mantovano).
194. Sanasi Patrizia 20/05/63
(Le)
Punti
178.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic805003 - Ist.
Comprensivo Istituto Comprensivo Goito (Goito).
195. Sansone Maria 07/01/65
(Na)
Punti
121.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic805003 - Ist.
Comprensivo Istituto Comprensivo Goito (Goito).
196. Santullo Teresa 21/08/70
(Na)
Punti
205.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic81000e - Ist.
Comprensivo I.c. Virgilio (Virgilio). Precedenza Prevista Dal
C.c.n.i..
197. Savassi Maria Grazia
31/12/65 (Mn) Punti 313. Da:
Mnic82900g - Ist. Comprensivo I.c. Mantova 2 (Mantova). A:
Mnic81400t - Ist. Comprensivo
Ist. Compr. Marmirolo (Marmirolo).
198. Savino Lucia 15/03/72
(Na)
Punti
138.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnis00100x - Ist.
Sup. II Gr. A. Manzoni (Suzzara).
199. Savio Daniela 13/08/65
(Mn)
Punti
140.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic82900g - Ist.
Comprensivo I.c. Mantova 2
(Mantova).
200. Scarpelli Francesco
06/09/69 (Cs) Punti 174. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnrc01000l - I.p.
Servizi Comm. Istituto Superiore Bonomi-Mazzo (Mantova).
201.
Scarpitta
Antonia
24/12/69 (Pz) Punti 96. Da:

Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnis01200a - Ist.
Sup. II Gr. I.s. G.romano Mantova (Mantova).
202. Sciarra Daniela 22/12/70
(Fg)
Punti
181.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic81000e - Ist.
Comprensivo I.c. Virgilio (Virgilio). Precedenza prevista dal
C.c.n.i..
203.
Sciliotto
Stefania
16/01/63 (Mn) Punti 150. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnpc02000g - L.
Classico Lc Lic.class. Virgilio
Mn (Mantova).
204. Scognamiglio Mariarosaria 16/05/62 (Na) Punti 100.
Da: Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic80800e - Ist.
Comprensivo I.c. Castiglione
Stiviere 1 (Castiglione delle Stiviere).
205. Scribano Anna 11/08/58
(Ag)
Punti
116.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnis00900e - Ist.
Sup. II Gr. Itg E Mag.le (Mantova). Precedenza prevista dal
C.c.n.i..
206.
Scrignoli
Angela
22/06/55 (Fe) Punti 94. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic82200r - Ist.
Comprensivo I.c. Sermide (Sermide).
207.
Settimo
Nicoletta
02/08/72 (Tp) Punti 101. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnis01200a - Ist.
Sup. II Gr. I.s. G.romano Mantova (Mantova).
208.
Sganzerla
Debora
19/09/68 (Mn) Punti 141. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic82900g - Ist.
Comprensivo I.c. Mantova 2
(Mantova).
209.
Signorini
Sabina
23/02/72 (Mn) Punti 198. Da:
Mnee04900v - Sc. Primaria Dd
Porto Mantovano (Porto Mantovano). A: Mnic81400t - Ist.
Comprensivo Ist. Compr. Marmirolo (Marmirolo).
210. Simoncelli Simona
11/09/62 (Mn) Punti 140. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic819001 - Ist.
Comprensivo I.c. Poggio Rusco
(Poggio Rusco). Precedenza
prevista dal C.c.n.i..
211. Simoni Rossella 16/09/61
(Vr) Punti 156. Da :
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A : Mnis00200q - Ist.

Sup. Ii Gr. G. Galilei (Ostiglia).
212. Sorrentino Rosa Maria
10/10/58 (Kr) Punti 114. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic83100g - Ist.
Comprensivo I.c. Viadana "Parazzi" (Viadana).
213. Spagnolo Francesca
Giuseppa 02/12/68 (Rc) Punti
100. Da: Mnee000vw8 - Provincia di Mantova. A:
Mnis00900e - Ist. Sup. Ii Gr. Itg
e Mag.le (Mantova).
214. Spano' Vincenza Maria
29/12/66 (Tp) Punti 90. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnis006003 - Ist.
Sup. II Gr. Is G.greggiati (Ostiglia).
215. Speranza Giovanni
25/06/73 (Cs) Punti 115. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A : Mnis013006 - Ist.
Sup. II Gr. I.s. "Strozzi" Palidano (Gonzaga).
216. Spina Eleonora 28/04/72
(Ct)
Punti
138.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic817009 - Ist.
Comprensivo I.c. Casteldario
(Castel D'ario).
217. Spoto Laura 04/11/82
(Cr)
Punti
134.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic83500v - Ist.
Comprensivo I. C. Gonzaga
(Gonzaga).
218. Stancari Katia 23/07/73
(Mn)
Punti
226.
Da:
Mnic805003 - Ist. Comprensivo Istituto Comprensivo Goito
(Goito). A: Mnic826004 - Ist.
Comprensivo Istituto Comprensivo Rodigo (Rodigo).
219.
Stefani
Rosanna
25/10/64 (Mn) Punti 157. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic80600v - Ist.
Comprensivo Istituto Compr.
Guidizzolo (Guidizzolo). Precedenza prevista dal C.c.n.i..
220.
Surace
Gabriella
12/01/74 (Rc) Punti 163. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic80700p - Ist.
Comprensivo I.c. Castiglione
Stiviere II (Castiglione delle
Stiviere).
221. Tabarelli Maria Ida
25/05/55 (Mn) Punti 69. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic82900g - Ist.
Comprensivo I.c. Mantova 2
(Mantova).
222. Tampellini Antonella
06/08/57 (Mn) Punti 116. Da:

MANTOVA

DOMENICA 12
AGOSTO

2012

DI MANTOVA

nale A.T.A
un nuovo istituto
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic821001 - Ist.
Comprensivo Istituto Comprensivo Quistello Quistello).
223. Tiralongo Rita 22/05/64
(Sr)
Punti
117.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnpc02000g - L.
Classico Lc Lic.class. Virgilio
Mn (Mantova).
224. Tirolo Carmela 24/11/70
(Ag)
Punti
265.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnee062009 - Sc.
Primaria Direzione Didattica
Viadana (Viadana).
225. Tollio Giorgio 06/04/65
(Mn)
Punti
168.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic818005 - Ist.
Comprensivo I.c. Roverbella
(Roverbella).
226.
Tomirotti
Monica
25/02/59 (Mn) Punti 84. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic81100a - Ist.
Comprensivo I.c. Bagnolo San
Vito (Bagnolo San Vito).
227. Tucci Irene 12/07/68 (Na)
Punti 125. Da: Mnee000vw8 Provincia di Mantova. A :
Mnic81400t - Ist. Comprensivo
Ist. Compr. Marmirolo (Marmirolo).
228. Tucci Teresa 10/06/69
(Na) Punti 112. Da :
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnte01000b - I.t.
Attivita Sociali Itas Mantegna
Mn (Mantova).
229. Vaccamozzi Nicoletta
11/02/73 (Mn) Punti 164. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic82700x - Ist.
Comprensivo I.c. Castellucchio
(Castellucchio).
230. Vaccaro Antonella
11/10/76 (Na) Punti 121. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic80800e - Ist.
Comprensivo I.c. Castiglione
Stiviere 1 (Castiglione delle Stiviere).
231. Valerio Maria Rosaria
09/10/69 (Re) Punti 148. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A : Mnee062009 - Sc.
Primaria Direzione Didattica
Viadana (Viadana).
232. Vanzelli Laura 05/02/63
(Mn)
Punti
119.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic805003 - Ist.
Comprensivo Istituto Comprensivo Goito (Goito).
233. Veltri Maria 23/08/67
(Cs)
Punti
138.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnee062009 - Sc.
Primaria Direzione Didattica
Viadana (Viadana).
234. Vesentini Antonella
03/07/61 (Vr) Punti 139. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnis006003 - Ist.
Sup. II Gr. Is G.greggiati (Ostiglia).
235.
Vicenzi
Rosanna
13/07/52 (Mn) Punti 141. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnpc02000g - L.
Classico Lc Lic.class. Virgilio
Mn (Mantova).
236. Vicini Erika 28/08/76
(Mn)
Punti
102.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnis00200q - Ist.
Sup. II Gr. G. Galilei (Ostiglia).
237.
Vigorelli
Simona
12/10/66 (Bs) Punti 116. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic80300b - Ist.
Comprensivo I. C. Castel Goffredo (Castel Goffredo).
238. Visani Martina 20/12/59
(Bs)
Punti
164.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di

Mantova. A: Mnic80800e - Ist.
Comprensivo I.c. Castiglione
Stiviere 1 (Castiglione delle Stiviere).
239.
Vitiello
Filomena
21/02/53 (Na) Punti 93. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic833007 - Ist.
Comprensivo I. C. Moglia (Moglia).
240. Vitiello Rosalba 31/07/61
(Na)
Punti
95.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic83500v - Ist.
Comprensivo I. C. Gonzaga
(Gonzaga).
241.
Zanichelli
Angelo
25/06/71 (Mn) Punti 353. Da:
Mnis013006 - Ist. Sup. II Gr. I.s.
"Strozzi" Palidano (Gonzaga).
A: Mnic83000q - Ist. Comprensivo I.c. Dosolo Pomponesco
Viadana (Viadana). Precedenza
prevista dal C.c.n.i..
242. Zanini Debora 08/03/75
(Mn)
Punti
119.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic818005 - Ist.
Comprensivo I.c. Roverbella
(Roverbella).
243. Zanolla Loris 16/01/68
(Vr)
Punti
193.
Da:
Mnic805003 - Ist. Comprensivo Istituto Comprensivo Goito
(Goito). A: Mnic81500n - Ist.
Comprensivo I.c. Roncoferraro
(Roncoferraro).
244. Zapparoli Paola 13/08/65
(Mn)
Punti
178.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic82400c - Ist.
Comprensivo I.c. Suzzara "Il
Milione" (Suzzara).
245. Zeni Marco 03/03/68
(Mn)
Punti
78.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnis00800p - Ist.
Sup. II Gr. Giovanni Falcone
(Asola).
246. Zerbinati Rina 11/01/65
(Mn)
Punti
145.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnic820005 - Ist.
Comprensivo I.c. Ostiglia
(Ostiglia).
247. Zilioli Rosanna 27/11/61
(Mn)
Punti
165.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnis00800p - Ist.
Sup. II Gr. Giovanni Falcone
(Asola).
248. Zingariello Mariella
25/05/69 (Fg) Punti 292. Da:
Mnic83600p - Ist. Comprensivo I.c. Mantova 3 (Mantova). A:
Mnic81000e - Ist. Comprensivo
I.c. Virgilio (Virgilio).
249. Zobel Paolo 22/02/75
(Na)
Punti
155.
Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnis00300g - Ist.
Sup. II Gr. Francesco Gonzaga
(Castiglione delle Stiviere).
250.
Zogno
Emanuela
18/11/65 (Pd) Punti 140. Da:
Mnee000vw8 - Provincia di
Mantova. A: Mnee04900v - Sc.
Primaria Dd Porto Mantovano
(Porto Mantovano).
Profilo di appartenenza : collaboratori scolastici
Trasferimenti da altra provincia
1. Bragagnolo Eva 27/10/77
(Vr)
Punti
143.
Da:
Vree000vq8 - Provincia di Verona. A: Mnic813002 - Ist.
Comprensivo I.c. Porto Mant.
No (Porto Mantovano).
2. Guiducci Carolina14/10/75
(Av) Punti 146. Da: Moee000ve8 - Provincia di Modena. A: Mnis00100x - Ist. Sup. II
Gr. A. Manzoni (Suzzara).
3. Imparato Luigi 19/10/65
(Na) Punti 120. Da: Coee000vi8 - Provincia di Como.
A: Mnic83600p - Ist. Comprensivo I.c. Mantova 3 (Mantova).
4. Migliore Enzina 03/01/51
(Ce) Punti 72. Da: Moee000ve8
- Provincia di Modena. A:
Mnic833007 - Ist. Comprensivo I. C. Moglia (Moglia).
5. Tosi Donatella 10/12/67
(Mn)
Punti
146.
Da:
Cree000vw8 - Provincia di Cremona. A: Mnic82300l - Ist.
Comprensivo I.c. Bozzolo
(Bozzolo).

la Voce di Mantova

11

Pubblicazione bilancio al 31.12.2011 della concessionaria di pubblicità PUBLIVOCE Srl ai sensi dell'articolo 12 comma 2 della legge 5 agosto
1981, n. 416
PUBLIVOCE SRL
Sede in PIAZZA SORDELLO N. 12 - 46100 MANTOVA (MN)
Capitale sociale Euro 10.200,00 I.V.
C.F. e P.I.: 01504570209 - Reg. Imp. : 01504570209 - Rea 163233
Bilancio in forma abbreviata al 31/12/2011
Stato patrimoniale attivo
A)Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti
(di cui già richiamati)
B) Immobilizzazioni
I. Immateriali
2.893
- (Ammortamenti)
2.614
- (Svalutazioni)

31/12/2011

31/12/2010

2.893
2.415
279

II. Materiali
- (Ammortamenti)
- (Svalutazioni)
III. Finanziarie
- (Svalutazioni)
Totale Immobilizzazioni
C) Attivo circolante
I. Rimanenze
II. Crediti
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi

478
140.831
16.082

141.540
16.314
125.226

124.749

125.505

125.227

753.806

643.189
2.925
646.114

45.053
798.859
1.396
925.760

41.492
687.606
1.387
814.220

750.871
2.935

III. Attività finanziarie che non
costituiscono Immobilizzazioni
IV. Disponibilità liquide
Totale attivo circolante
D) Ratei e risconti
Totale attivo

Conto economico
A) Valore della produzione
1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni
2) Variazione delle rimanenze di prodotti in
lavorazione, semilavorati e finiti
3) Variazioni dei lavori in corso su ordinazione
4) Incrementi di immobilizzazioni per lavori
interni
5) Altri ricavi e proventi:
- vari
- contributi in conto esercizio
- contributi in conto capitale (quote esercizio)

31/12/2011

31/12/2010

786.465

930.609

Totale valore della produzione
B) Costi della produzione
6) Per materie prime, sussidiarie, di consumo
e di merci
7) Per servizi
8) Per godimento di beni di terzi
9) Per il personale
a) Salari e stipendi
b) Oneri sociali
c) Trattamento di fine rapporto
d) Trattamento di quiescienza e simili
e) Altri costi

786.465

14.500
945.109

581

600

687.388
17.338

863.354
16.944

36.451
10.383
3.029

32.066
9.132
2.593

292

128
43.919

199

199

232

717
442
431

11) Variazione delle rimanenze di materie
prime, sussidiarie, di consumo e merci
12) Accantonamento per rischi
13) Altri accantonamenti
14) Oneri diversi di gestione
Totale costi della produzione
Differenza tra valore e costi di produzione
(A-B)
C) Proventi e oneri finanziari
15) Proventi da partecipazioni:
- da imprese controllate
- da imprese collegate
- altri
16) Altri proventi finanziari:
a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni
- da imprese controllate
- da imprese collegate
- da controllanti
- altri

31/12/2011

31/12/2010

10.200

10.200

2.169

2.169

37.252

VIII. Utili (perdite) portati a
nuovo
IX Utile d’esercizio
IX. Perdita d’esercizio
Acconti su dividendi
Copertura parziale perdita
d’esercizio
Totale patrimonio netto
B) Fondi per rischi e oneri
C) Trattamento fine rapporto di
lavoro subordinato
D) Debiti
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi

790.776
59.002

Ratei e risconti
Totale passivo
Conti d’ordine
1) Rischi assunti dal’impresa
2) Impegni assunti dall’impresa
3) Beni di terzi presso l’impresa
4) Altri conti d’ordine
Totali conti d’ordine
Conto economico
16) altri proventi finanziari
a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni
b) da titoli iscritti nelle immobilizzazioni
c) da titoli iscritti nell’attivo circolante
d) proventi diversi dai precedenti:
- da imprese controllate
- da imprese collegate
- da controllanti
- altri

33.027

7.635
763.528
22.937

1.358

2.375
928.550
16.559

17) Interessi e altri oneri finanziari:
- da imprese controllate
- da imprese collegate
- da controllanti
- altri

37.251

33.027

10.225
()
()

4.225
()
()

59.845

49.621

14.096

11.292
751.313

849.778
2.041
925.760
31/12/2011

119

14.500

50.155
10) Ammortamenti e svalutazioni
a) Ammortamenti delle immobilizzazioni
immateriali
b) Ammortamenti delle immobilizzazioni
materiali
c) Altre svalutazioni delle immobilizzazioni
d) Svalutazioni dei crediti compresi nell’attivo
circolante e delle disponibilità liquide

Stato patrimoniale passivo
A Patrimonio netto
I. Capitale
II. Riserva da sovrapprezzo
delle azioni
III. Riserva di rivalutazione
IV. Riserva legale
V. Riserve statuarie
VI. Riserva per azioni proprie in
portafoglio
VII. Altre riserve
riserva straordinaria o
facoltativa

4.485

17-bis) utili e perdite su cambi
Totale proventi e oneri finanziari
D) Rettifiche di valore di attività finanziarie
18) Rivalutazioni:
a) di parecipazioni
b) di immobilizzazioni finanziarie
c) di titoli iscritti nell’attivo circolante
19) Svalutazioni:
a) di partecipazioni

751.313
1.994
814.220
31/12/2010

31/12/2011

31/12/2010

119
119

137
137
137

4.485

4.766
4.766

(4.366)

(4.629)

b) di immobilizzazioni finanziarie
c) di titoli iscritti nell’attivo circolante
Totale rettifiche di valore di attività finanziarie
E) Proventi e oneri straordinari
20) Proventi:
- plusvalenze da alienazioni verso terzi
- varie
- Differenza da arrotondamento all’unità di
Euro

417

21) Oneri
- minuvalenze da alienazioni
- imposte esercizi precedenti
- varie
- Differenza da arrotondamento all’unità di
Euro
Totale delle partite straordinarie
Risultato prima delle imposte (A-B±C±D±E)
22) Imposte sul reddito dell’esercizio, correnti,
differite e anticipate
a) Imposte correnti
b) Imposte differite
c) Imposte anticipate
d) proventi (oneri) da adesione al regime di
consolidato fiscale / trasparenza fiscale

1
417

1

109

753

109
308
18.879

753
(752)
11.178

8.664

7.892

(10)

(939)

23) Utile (Perdita) dell’esercizio

8.654
10.225

6.953
4.225

Amministratore Unico
Pellegrini Maurizio

Per la pubblicità su questo giornale rivolgersi a

Piazza Sordello, 12 MANTOVA -Tel. 0376 224951 - Fax 0376 225859

CI TROVATE ON-LINE SUL SITO www.vocedimantova.it

12

MANTOVA

la Voce di Mantova

DOMENICA 12
AGOSTO

2012

Sono 9.000 i lavoratori che dall’inizio dell’anno sono stati direttamente coinvolti dalla crisi

Cassa integrazione in aumento

Mentre è di 1.682 il totale complessivo dei licenziati da gennaio a luglio 2012
Più di 9.000 sono i lavoratori
che dall’inizio dell’anno sono
stati direttamente coinvolti
dalla crisi. I licenziamenti continuano a correre. Complessivamente i cosiddetti licenziamenti, cioè indennità di mobilità e di disoccupazione, tra il
gennaio-luglio 2011 e il gennaio-luglio 2012, crescono del
24,6%. È già di 1.682 il totale
complessivo dei licenziati nel
corso di quest’anno.

MOBILITÀ PROVINCIA DI MANTOVA

I dati gennaio luglio indicano in
593 i licenziati con la legge
223/91 (a cui spetta l’indennità
di mobilità), con un aumento
percentuale del 61,6% sugli
stessi mesi del 2011, mentre i
licenziati col la legge 236/93
(che hanno diritto all’indennità
di disoccupazione) sono 1089,
con un aumento del 13,2%. Da
segnalare che la lista delle
aziende con più di 15 dipendenti che attivano procedure di
mobilità continua, mese dopo
mese, ad allungarsi: a luglio già
55 sono le imprese che hanno
attivato dei licenziamenti. Ed
anche la Cig aumenta. Questi
dati sui licenziamenti sono particolarmente preoccupanti e testimoniano di come la cassa integrazione non sia stata in grado di contenere l’occupazione
o di evitare la chiusura di aziende. Una cassa integrazione che
continua comunque ad aumentare. Richieste di confronti per
attivare cassa ordinaria ne continuano ad arrivare tutti i giorni
e stimiamo che i lavoratori
coinvolti siano più di 2.000.
n

SONO PIÙ DI 1.500 I LAVORATORI
IN CASSA “STRAORDINARIA”

Inoltre, le aziende in cassa integrazione straordinaria sono
più di 50, ed i lavoratori che si
confrontono con questa realtà
sono più di 1.500. Infine, le cig
in deroga non sono mai state
così tante. Tra già decretate o in
attesa di decretazione ci troviamo con più di 600 aziende coinvolte che vedono interessati più
di 4.000 lavoratori. Da evidenziare è il preoccupante incremento rispetto al 2011 della
cassa integrazione ordinaria
(siamo agli stessi livelli del
2010). Aziende che sino a oggi
erano riuscite a scampare al pericolo, con l’aggravarsi congiunturale della crisi stanno entrando in difficoltà. Pertanto
sempre più si fa concreto che
queste dati si trasformino in
una nuova ondata di disoccupazione nei prossimi mesi. Il
lavoro continua a mancare.
n

IN NOVE MESI 9,000
COINVOLTI NELLA CRISI

Pertanto i lavoratori che risultano in questi 7 mesi del 2012
direttamente coinvolti dalla crisi sono più di 9.000 (e questo
senza considerare le iscrizioni
nelle liste dei centri per l’impiego di tutti quei lavoratori
con contratti a tempo determinato che non sono stati rinnovati).
n

TASSO DI DISOCCUPAZIONE
IN CONTINUA CRESCITA.

La mancanza di lavoro è una
emergenza alla quale occorre
dare nell’immediato quelle risposte che sono attese ormai da

2008
l. 223/91 l. 236/93

GENNAIO

24

130

2009
Totale

154

l. 223/91 l. 236/93

66

259

2010
Totale

l. 223/91 l. 236/93

325

66

130

2011
Totale

196

l. 223/91 l. 236/93

97

2012
Totale

230

327

l. 223/91 l. 236/93

239

250

Totale

489

bonifica di siti industriali inquinati coinvolgendo e responsabilizzando nella progettazione e nella spesa le istituzioni
territoriali.
n

IL LAVORO VA RIPARTITO
MA EQUAMENTE

FEBBRAIO

37

61

98

17

134

151

56

185

241

12

143

155

96

149

245

MARZO

13

36

49

59

139

198

63

111

174

46

92

138

71

175

246

APRILE

12

81

93

84

47

131

89

145

234

62

181

243

48

135

183

MAGGIO

25

58

83

26

170

196

80

174

254

26

94

120

63

141

204

GIUGNO

31

38

69

94

133

227

58

116

174

93

132

225

21

117

138

LUGLIO

32

64

96

19

88

107

62

107

169

31

90

121

55

122

177

174

468

642

365

970

968 1.442

367

Totale iscritti

troppo tempo. Da troppo tempo
la CGIL continua a reclamare e
a ripetere lo stesso ritornello
senza trovare attenti e validi interlocutori. Vi è il bisogno di
una vera politica industriale.
L’Italia ha bisogno di politiche
di innovazione e di riqualificazione sia dell’apparato produttivo che della struttura dei servizi. Da troppi anni non si vedono seri interventi che pertanto hanno determinato quella
perdita di competitività che le
impietose classifiche, che appaiono ogni tanto sui giornali,
denunciano. C’è un problema
di abbandono della ricerca, di
scarsa innovazione, di poca
qualità delle produzioni e dei
servizi, persino di “nanismo”
delle nostre imprese, denunciato anche nel nostro recente convegno sull’artigianato, che va
affrontato in quanto tale, senza
scorciatoie sul mercato del lavoro. Vi è il bisogno di attivare
strategie che mettano al centro
le politiche industriali dirottando risorse pubbliche verso investimenti produttivi.
n

PIÙ STRATEGIE AL CENTRO
DELLA POLITICA INDUSTRIALE

La crescita una necessità che va

1.33 5 474

962 1.329

593 1.089 1.682

tinuerà a reclamare una loro
modifica sia con questo Governo e questo Parlamento e sia
con quelli che verranno. Ci
vuole un nuovo “piano per il
lavoro”. Se sviluppo e lavoro
devono crescere insieme, e per
la CGIL ciò è essenziale, bisogna andare oltre ad un decreto sullo sviluppo.
n

sostenuta anche attraverso misure da adottare sul fronte fiscale, con interventi di sostegno al reddito per i lavoratori
dipendenti e i pensionati. Impoverire ancora il lavoro mentre si rilancia lo sviluppo è oltre
che iniquo un’idea suicida
dell’economia con conseguenze socialmente devastanti. La
legge sul mercato del lavoro
non serve. La legge sul mercato
del lavoro, oltre ad essere una
legge sbagliata di cui il paese
non aveva bisogno, produrrà

nuovi pesanti danni per i lavoratori sia precari che stabili,
aumenterà i contenziosi e creerà maggiori incertezze. La flessibilità del lavoro non fa diventare competitiva un’impresa
che non fa ricerca e non investe.
n

PEGGIORA SOLO IL MERCATO

Se si vuole seriamente rilanciare il lavoro, la dignità del
lavoro, su queste stesse norme
bisognerà rimettere mano. Pertanto per la CGIL continua ad
essere essenziale un cambiamento di queste norme e con-

NUOVO PIANO PER IL LAVORO

Serve un “Nuovo Piano per il
Lavoro” che intervenga creando domanda, non più solo aiutando le imprese in difficoltà, di
cui comunque c’è bisogno,
avendo una idea ampia di settore manifatturiero. Il settore
manifatturiero non è solo quello che continua a moltiplicare
oggetti e produzioni di cui non
sempre si sente la necessità.
Pensiamo, anche ragionando
sulla nostra provincia, pertanto
ad un vasto piano di ristrutturazione degli edifici, pubblici e
privati, sia per il risparmio
energetico che per un adeguamento alle norme sismiche vigenti, ad un serio riassetto idrogeologico del territorio, al recupero di aree ed edifici industriali dismesse ed alla messa in
sicurezza di emergenza ed alla

Openjobmetis, oltre 21.000 assunzioni nel primo semestre 2012
Sono oltre 21.000 le risorse assunte nei primi 6 mesi del 2012,
concentrate soprattutto nel settore metalmeccanico. Prevale il
ricorso alla manodopera femminile rispetto a quella maschile
(54% vs 46%), e l'età media dei
lavoratori è inferiore a 34 anni
(33,7). È quanto emerge dall'ultima indagine dell'Osservatorio Openjobmetis, l'agenzia
per il lavoro guidata dall'amministratore delegato Rosario
Rasizza.
Nello specifico dell'analisi, le
assunzioni nel settore metalmeccanico rappresentano il
22% del totale, un segnale confortante nonostante il perdurare
della difficoltà del sistema produttivo industriale. Importanti
evidenze arrivano anche dal
commercio, con oltre 3.000 risorse assunte (pari al 14,5%), e
dall'alimentare che ha registrato
più di 1.500 assunzioni (7%).
Infine, il settore dei servizi rappresenta il quarto ambito occupazionale con più di 1.200
assunzioni (pari al 5,6% del totale).

Il Nord rappresenta l'area del
Paese dove si è registrato il maggior numero di assunzioni: sono
infatti oltre 13.000 le risorse collocate nei primi 6 mesi dell'anno. Rispetto al dato nazionale è
leggermente più bassa l'età media: 33,2 anni. Per quanto riguarda i settori di occupazione,
il metalmeccanico si conferma
l'area d'impiego con il maggior
numero di assunzioni, oltre
3.000 (pari al 24% del totale
assunti). Il commercio sfiora i
2.000 avviamenti al lavoro
(15%) mentre il settore servizi
registra oltre 1.000 risorse assunte nel periodo.
Openjobmetis ha registrato oltre
5.000 assunzioni nel Centro Italia. In quest'area geografica, l'età media è pari 34,3 anni. Tra i
settori principali, l'indagine rivela ancora una volta come il
metalmeccanico sia la principale area d'impiego con quasi
1.200 risorse assunte (il 24% del
totale nel Centro Italia); numeri
importanti anche per il commercio, che segnala oltre 700 assunzioni (14%), e la produzione

industriale che ha offerto impiego a più di 300 persone (6%),
la maggior parte delle quali collocate nell'alimentare (il 65% di
questo specifico settore d'impiego). Nel Centro del Paese anche
il comparto pelle ha riportato
numeri significativi con oltre
250 assunzioni nel periodo (5%
del totale, concentrate nella regione Toscana).
Al Sud e nelle Isole, sono state
oltre 3.000 le risorse assunte nel
periodo di riferimento. Tra le
evidenze principali si segnala

Comunque, l’emergenza lavoro nei prossimi mesi diventerà
drammatica perché dal tunnel
della crisi non siamo fuori e
nuovo lavoro non sarà immediato. Pertanto, il lavoro che c’è
o che si creerà bisogna anche
ripartirlo con equità. Meno cassa integrazione e più contratti
di solidarietà nell’immediato
per tamponare la grave situazione di crisi occupazionale
che stiamo vivendo.

l'età media più bassa rispetto al
Nord e al Centro (32,7 anni). Tra
i settori d'impiego più dinamici,
prevale il commercio con più di
400 risorse assunte (13% del
totale), seguito dai servizi che
totalizzano 350 assunzioni
(10%) e il metalmeccanico che
nel Sud del Paese ha un'incidenza minore, ma rappresenta in
ogni caso il 9% delle assunzioni
nell'area di riferimento con oltre
di 300 assunzioni. Significative
anche le 250 risorse assunte nel
settore alberghi-ristorazione.

n

RIDUZIONE ORARIO LAVORATIVO

Con forza, poi, dobbiamo ripensare ad vecchia nostra idea:
la riduzione dell’orario di lavoro. Va posta all’ordine del
giorno. L’hanno fatto in Germania (tutti si riempiono la
bocca della Germania!) dove,
dopo la crisi globale del 2008,
sono arrivati ad una media settimanale di 32 ore. Lo possiamo fare anche noi. Oggi il lavoro non c’è per tutti, né ci sarà
nel 2013, sarà “merce” rara nel
medio e breve periodo. Pertanto la riduzione temporanea
dell’orario può rappresentare
una seria e praticabile soluzione se non vogliamo creare una
massa di senza lavoro. E le ore
che così si liberano dal lavoro
vanno occupate con la formazione utilizzando oltre alle risorse messe a disposizione della L. 102/09 anche tutte quelle
che sono a disposizione dei
fondi interprofessionali. Quando, poi, il Paese ricomincerà a
crescere, riprenderemo a far
crescere anche l’orario di lavoro con lavoratori e lavoratrici
più competenti e con cittadini e
cittadine più consapevoli.
n

FORMAZIONE NON SOLO
PROFESSIONALE

Una “campagna di massa” che
riproponga l’esperienza, con i
debiti aggiornamenti, di una
stagione sindacale frutto di una
cultura fortemente unitaria: le
150 ore. L’analfabetismo linguistico continua ad essere
drammaticamente diffuso. La
voglia di cultura è forse diminuita ma non è scomparsa. Nella “società dell’informazione”
circolano più disinformazioni,
propaganda, semplificazioni
populiste. La caratteristica del
nostro tempo paiono essere le
parole vuote, le messinscena
alla TV, le battute. Pertanto non
mancano i motivi per rivendicare formazione, possibilità di
studio, crescita culturale, formazione civica, strumenti per
orientarsi nel mare magnum
dei media. Siamo ormai una società multiculturale e possedere strumenti per orientarci meglio in una società che è in continua evoluzione è essenziale. Il
mondo del lavoro è tra i più
esposti di fronte alle incertezze
del presente e forte è il timore
a derive populiste e xenofobe.
Pertanto nelle fabbriche va praticato anche il diritto alla conoscenza.

MANTOVA EVENTI

DOMENICA 12
AGOSTO

2012

spettacoli@vocedimantova.it

la Voce di Mantova

NEL CENTRO CULTURALE DI SAN GIORGIO ALLE 21.55 SUONANO I “THE REMINGTON”

Così come “Castelli In Musica”,
anche “Route 66” gode della direzione artistica dell'associazione culturale “Blues Print”, una
realtà sempre più importante sul
territorio virgiliano grazie alla
sua capacità di allestire cartelloni
ricchi di importanti ospiti nazionali e stranieri. È stato così, ancora una volta, per “Route 66":
nonostante i soldi nelle casse siano sempre meno, le amministrazioni comunali di Mantova e San
Giorgio hanno ridato fiducia a
“Blues Print”, che ha ripagato tale scelta portando artisti che hanno entusiasmo il folto pubblico
che ha riempito le varie serate
della manifestazione. È stato così
anche lo scorso 7 agosto, allorché
la band “Bluegrass Stuff” ha entusiasmato una bella e folta platea in San Sebastiano con un repertorio azzeccato di brani tradizionali della country music. In

evidenza il cantante e chitarrista
Ruben Minuto, ma tutta la band
europea ha convinto per tecnica
strumentale e voci che non hanno
fatto rimpiangere le più famose
band americane del genere country-bluegrass. Domani la “Route
66”, che prende il nome dalla celebre highway americana, da tanti anni simbolo universale della
cultura e della musica statunitensi, passa per San Giorgio (ingresso cinque euro, inizio concerto
ore 21.15) con i “The Remington”, che di fatto concluderan-

no la rassegna musicale. La band
propone una bella versione di
new country, e con l’ingresso di
nuovi elementi promette una serata a tutto “stelle e striscie”. The
Remington sono saldamente nelle mani del chitarrista Ruben
Minuto, uno dei migliori musicisti europei di country music.
Dopodiché “Route 66” si fermerà fino all'anno prossimo, con la
promessa di regalare nuove emozioni a tutti gli appassionati e non
solo a loro, arricchendosi della
disponibilità di nuove location.

A FERRAGOSTO

Camminata
dell’Assunta

Serata a stelle e strisce
grazie a “Route 66”
Si chiude domani sera, presso il
Centro Culturale di San Giorgio
(inizio ore 21.15, ingresso 5 euro)
l’edizione 2012 di “Route 66”, la
tradizionale rassegna estiva dedicata alla musica americana
delle origini. Un viaggio ideale
che ha toccato quattro tappe e altrettanti generi musicali in due
sole sedi: il cortile di Palazzo San
Sebastiano e, appunto, Il Centro
Culturale del Comune limitrofo
al capoluogo.

13

Il chitarrista Ruben Minuto, uno dei migliori musicisti europei di country

Mantva Flute Quartet a Palazzo Te

In piazza a Moglia si
degusta il panettone

Mantva Flute Quartet torna ad esibirsi questa
sera alle 21, nella Loggia di Davide di Palazzo
Te. L'iniziativa musicale rientra nell’ambito
della rassegna “E…state a Mantova 2012”,
promossa dal Comune di Mantova. L’appuntamento, da titolo “Note a passo di Danza”,
proporrà un repertorio classico e moderno con
minuetti, valzer, tanghi, tarantelle, polka e mambo. I quattro flautisti mantovani sono: Klaus
Gallerati (Flauto in DO), Paola Lucchi (Ottavino
e Flauto in DO), Mara Martinelli (Flauto in DO),
Felice Santelli (Flauto in DO, Alto in SOL e
Basso in DO). L'ingresso al concerto è gratuito.
L'ultimo appuntamento si svolgerà al Te domenica 26 agosto. L'evento è curato dall'Associazione Mantva4Arti. Informazioni al cell.
349 4306841; info@mantva4arti.it; www.mantvafluquartet.altervista.org.

Per il terremoto e per rialzare
gli animi oggi a Moglia si festeggia il “Panettone Party”
L'appuntamento é per e 11 presso gelateria “Chantilly” invia
dell'Artigianato 22 a Moglia.
All’appuntamento Interverrà
Davide Paolini, il gastronauta,
giornalista di Radio24 che promuove la campagna di destagionalizzazione del panettone
come simbolo del Made in Italy
in vista dell’expo 2015.
Sarà presente anche una troup
della Rai Tg, rubrica di Terre e
Sapori di Anna Scafuri. Per
avere ulteriori informazioni
chiamare 349/ 4574176.

Il Comune di Mantova, in collaborazione con l’associazione Gli Scarponauti, propone
per mercoledì 15 agosto,
nell’ambito dell’iniziativa
“Cammina Mantova” e in occasione della Fiera dell’Assunta, il cammino di fede da
Mantova al Santuario delle
Grazie. In totale il percorso è
di 7 chilometri a piedi (2 ore
circa di camminata), con ritorno in battello. Il punto di
partenza è da Porta Mulina
(presso La Zanzara) alle ore
6.30, mentre il battello di ritorno parte dal porticciolo
delle Grazie alle 13 con arrivo
in città alle 14.30 circa. Il Santuario delle Grazie, costruito
tra il 1399 e il 1406 per volere
di Francesco I Gonzaga per
grazia ricevuta al cessare di
un’epidemia, costituisce un
esempio unico e straordinario
di devozione popolare. Dopo
la visita alla chiesa, i partecipanti avranno del tempo libero a disposizione per osservare i lavori dei Madonnari
e per girare presso i numerosi
stand gastronomici. Il ritorno
a Mantova sarà a bordo del
battello fluviale attraverso le
Valli del Mincio, con l'incantevole spettacolo della fioritura del fior di loto. La quota
di partecipazione è di 7 euro,
gratis per gli under 14 anni.
Per informazioni e iscrizioni:
Infopoint Casa del Rigoletto 0376 288208 - info@infopointmantova.it. E’ obbligatoria la prenotazione telefonica e disdetta in caso di mancata partecipazione.

Pozzolengo, la musica celtica fa spettacolo
Questa sera per l’ottavo appuntamento di “Castelli in musica”in scena i “Samhradh”
Naturale balconata sulla distesa che accoglie la zona viticola del Lugana, borgo dominato dal Castello e fortezza
medievale, Pozzolengo si adagia tra le colline al confine tra
Brescia, Mantova e Verona,
alternando pianori a piccole
alture e unendo la flora spontanea a una ricca presenza di
fauna selvatica. La vicinanza
del lago addolcisce il clima
nelle sere d’estate che si fanno
più piacevoli se cullate da una
melodia come quella dei “Samhradh” gruppo di musica popolare che attinge dalla tradizione celtica del Nord Europa. Tutto questo al Castello
di Pozzolengo questa sera per
la IX edizione di “Castelli in

musica” la rassegna di musica
celtica e country giunta al nono
anno e organizzata all’«ssociazione Colline Moreniche
del Garda. Il sound molto originale dei “Samhradh” intreccia il celtico con elementi di
espressioni popolari e musica
da camera. Arie e ballad si
alternano a jigs e Reels che
risultano molto suggestivi grazie all'uso di arpe, cornamuse e
flauti con originalità ed armonie di suoni.
La consulenza artistica è affidata all’associazione Culturale “Blues Print International
Artists”. Tutti i concerti sono
ad ingresso gratuito e avranno
inizio alle ore 21.15

QUESTI I PROSSIMI CONCERTI
Venerdì 24 agosto a Medole in piazza Castello: il
borgo presenta in occasione di questa rassegna la
“Dusty Road Country
band”; band italiana in attività da oltre 15 anni con
ricco e vasto repertorio di
classico country all'americana, divertente ed immediato.
Domenica 26 agosto, a Solferino in piazza Torelli: si
faranno largo le vibrazioni
dei “Morrigan's wake”,
gruppo storico del pano-

rama nazionale in attività
dal 1981 con repertorio di
danze e ballate bretoni, irlandesi e scozzesi.
Venerdì 31 agosto a Ponti
sul Mincio in piazza Parolini: fa il suo ingresso
l’arte con le musiche di
“Carla they”. La rassegna
quest'anno si chiude con un
importante e particolare
concerto per sola arpa con
un'artista d'eccezione: Carla They.
L’Inizio concerti è alle ore
21.15 e l’ingresso gratuito

Pozzolengo, un antico e affascinante borgo medioevale

CINEMA SOTTO LE STELLE DEL BARATTA C

di Nicolò Barretta

Benvenuti al Nord, commedia con un esilarante Bisio
Proiezione questa sera di
Benvenuti al Nord, sequel di
Benvenuti al Sud, successo
straordinario di pubblico nel
2010.
Si capovolgono le situazioni,
in un’altra divertentissima
commedia, inno ad un’Italia
finalmente unita! Almeno
sullo schermo.
Sono passati circa due anni.
Alberto (Claudio Bisio) e
Mattia (Alessandro Siani),
sono in crisicon le rispettive
mogli. Silvia (Angela Finocchiaro) detesta Milano a causa delle polveri sottili e

dell’ozono troposferico e accusa Alberto di pensare solo
al lavoro e poco a lei.
Così, per risvegliare l’amore,
la donna prende una seconda
casa in montagna dove trascorrere romantici weekend.
Peccato che Alberto abbia
accettato di coordinare un
progetto pilota delle Poste
che lo impegnerà per un anno, sabati compresi. Intanto
Mattia , il solito irresponsabile, vive con la moglie
Maria (Valentina Lodovini) e
il figlio Edinson a casa della
madre, lavora poco e proprio

non riesce a pronunciare la
parola “mutuo”.
Per questo Maria lo lascia,
costringendolo a mille sceneggiate per riconquistarla.
Fallito ogni tentativo, Mattia
suo malgrado si troverà a
lavorare a Milano, incastrato
dall’ingenuità dei suoi amici
che lo affidano alle cure di
Alberto.
L'impatto del napoletano con
la città sarà terribile: partito
con un giubbotto fendinebbia
il povero Mattia finirà col
rovinare la sua vita e quella
dell’amico Alberto. Ma, pia-

no piano, i pregiudizi inizieranno a svanire ...
Squadra vincente non si cambia anche se non mancano le
novità in questo Benvenuti al
Nord, sempre diretto daLuca
Miniero, e interpretato dai
magici quattro:Bisio, Siani,
LodovinieFinocchiaro.
Se il primo film è costato 4
milioni di euro e ne ha incassati 32, questo ne è costato
6 e tutti i coinvolti sperano di
raddoppiare gli incassi.
Tra le novità, la più eclatante
è l’ingresso di Paolo Rossinelle vesti di un cattivis-

simo mega manager delle Poste al lavoro nel “Bipielle
Center” di Lodi ideato da
Renzo Piano.
Un ruolo inedito per il comico che qui interpreta un
“tagliatore di teste” arrivato a

promuovere, per Poste Italiane,
il
progetto
“E.R.P.E.S.”, sigla che sta per
“efficienza, rapidità, puntualità, energia e sorriso”, alla
cui guida verrà messo il povero Bisio al quale non saranno risparmiati soprusi.
Come pure non sarà facile per
Mattia/Siani il suo arrivo a
Milano in perfetto stileTotò,
Peppino e ... la malafemmina,
con tanto di dovuta citazione.
A questo proposito Miniero
avverte: “Non ci rifacciamo a
Totò e Peppino, ma era una
situazione troppo ghiotta per
non riutilizzare, a modo nostro, quel capolavoro di comicità”.

14

MANTOVA CÓLTA

la Voce di Mantova

DOMENICA 12
a cura di Paolo Bertelli

Tutti a Gorgo per le stelle cadenti
adono le lacrime di San Lorenzo, e gli
astrofili mantovani si danno appuntamento
a Gorgo di San Benedetto presso l’Osservatorio Astronomico per cogliere ogni
momento di uno degli appuntamenti più attesi di
tutto l’anno. Stasera, dalle ore 21.30, si terrà, infatti,
l’apertura straordinaria dell’osservatorio per l’osservazione delle stelle cadenti, le meteore d’agosto
normalmente conosciute come “Le lacrime di san
Lorenzo”. È vero - a titolo di precisione - che il
santo ricorre il 10 del mese, ma da diverse decine di
anni la maggior densità di stelle cadenti si verifica
nella notte fra il 12 e il 13.
In questi giorni la Terra, nel suo movimento di

C

rivoluzione intorno al Sole, attraversa una zona
dello spazio dove sono disperse nuvole di particelle
(dimensioni di granelli di sabbia) liberate dalla
cometa Swift Tuttle. Per la legge di gravità, le
particelle sono attratte dalla Terra a fortissima
velocità e l’attrito con le molecole dei gas dell’atmosfera sviluppa temperature molto elevate, tali da
farle rapidamente evaporare, mentre i gas attraversati generano la scia luminosa. Il fenomeno si
verifica ad una quota intorno al centinaio di
chilometri. Le meteore d’agosto prendono il nome
di Perseidi perché il loro radiante (il punto della
volta celeste da cui sembrano provenire) si trova
nella costellazione di Perseo.

AGOSTO

Ovviamente le meteore si possono vedere solo
a occhio nudo; quindi l’osservazione si farà nel
cortile dell’osservatorio, guardando il cielo per
lungo tempo, magari comodamente seduti (sono
disponibili numerose sedie). L’osservazione sarà
preceduta da una spiegazione del fenomeno nella
sala lezioni.
Questa sera in cielo non sarà presente la Luna
e se il cielo sarà sereno si dovrebbero vedere molte
meteore. Ma la serata servirà anche per osservare al
telescopio alcuni oggetti celesti (stelle doppie,
ammassi globulari, nebulose, galassie) che, vista la
mancanza della Luna, potrebbero diventare i protagonisti della serata. Per questo motivo, oltre al
telescopio in cupola, saranno disponibili alcuni
telescopi dei soci nel cortile. Con cielo coperto la
serata sarà annullata. L’ingresso è libero.

IMPERDIBILI I CONVEGNI DEDICATI AGLI ORGANIZZATORI DEI FESTIVAL E ALLA STORIA DEL CONCORSO MANTOVANO

A

Una bella immagine del sagrato
del santuario di Grazie con, in primo piano,
il lavoro di Toto de Angelis realizzato
lo scorso anno. Sempre Straccetto lo si vede
qui sotto con il sindaco di Curtatone Antonio
Badolato (alle sue spalle si notano l’assessore
alla cultura Riccardo Goatelli e il rettore del
santuario don Giovanni Lucchi) durante la
benedizione dei gessetti 2011. (Foto 2000).
Più a destra: la chiesa di Bondeno
di Gonzaga, ferita dal sisma (Foto Bertelli)

esempio, tratteremo dell’ingegno, di
chi elabora con le sue mani opere e
strumenti di lavoro. Li vedremo
all’opera, e accanto a loro gli scultori
del legno. Avremo anche la via della
tradizione contadina, e una parte dedicata alle fiabe e ai nani in continuità
con l’appuntamento dello scorso 30
giugno del “borgo dei folletti”. Abbiamo inoltre implementato in riva al
lago il villaggio medioevale, con mercato, accampamento, cavalli, tornei,

urante la fiera delle Grazie si combina un’alchimia speciale e il sagrato
diventa una sorta di specchio e di alter ego del santuario
mariano. Evidentissimo è l’amore dei madonnari nei confronti
dell’icona della Madonna conservata all’interno del Santuario,
e non a caso la Madre dolcissima
che stringe il Bambino tra le
braccia diventa spesso il soggetto dei loro dipinti. Il legame
con il santuario tuttavia non si
ferma a questo elemento perché
vi sono altre corrispondenze. Ci
riferiamo alle espressioni di arte
effimera, sacra e popolare che
sono presenti sul sagrato così
come nel santuario, in primis le
statue polimateriche collocate
sulle nicchie della grande impalcatura lignea che copre le
pareti della navata. Le statue,
realizzate in materiali poveri come la tela gessata e dipinta, sono
imbottite di bambagia e rappresentano tutta l’umanità: il papa, l’imperatore, i principi e le
principesse ma anche guerrieri e
condannati a morte che hanno
ricevuto la salvezza invocando la
Vergine. Questi ex voto sono, a
loro volta, circondati da altri ex
voto: l’impalcatura lignea è infatti ricoperta da altri ex voto
anatomici rappresentanti mani,
piedi, seni e bubboni, sempre
realizzati in materiali effimeri
come la cera. E se lo sguardo
dolcissimo della Madonna accoglie la preghiera dei fedeli in
preghiera davanti all’icona conservata nella chiesa e compare
nei dipinti dei madonnari sul
sagrato, il celebre ex voto del
coccodrillo imbalsamato appeso
alle volte della navata ricorda a
tutti il demonio sconfitto dalla
Vergine.
Paola Artoni

D

FRATELLANZA

Grazie fioriscono i miracoli.
Anche per chi non crede. E,
per certi versi, così sarà anche
quest’anno: la Fiera delle
Grazie 2012, infatti, sarà all’insegna
della solidarietà nei confronti dei fratelli mantovani colpiti duramente dal
sisma del 20 e del 29 maggio. Un
segno forte che culminerà nella presenza di tutti i sindaci nella serata
conclusiva, accolti dal primo cittadino
di Curtatone, Antonio Badolato, che
si stringeranno attorno ai colleghi dei
comuni colpiti dal terremoto, cui andranno fondi raccolti per l’occasione.
Un obiettivo toccante che rende ancor
più significativo il programma di questo quarantesimo dei madonnari a Grazie. Ne abbiamo parlato con l’assessore alla cultura di Curtatone, Riccardo Goatelli.
«La fiera quest’anno presenta diverse novità - esordisce Goatelli - e la
prima è la ricorrenza del 40° dei madonnari. Una tappa importante che
vogliamo segnare con alcune iniziative
tra le quali il convegno di martedì
mattina, coordinato da Paola Artoni,
dedicato proprio a questa presenza
quarantennale a Grazie vista da diverse
angolazioni, con attenzione anche alle
tecniche pittoriche, agli stili, ai momenti... Domani alle ore 16 avremo un
importante approfondimento dedicato
agli organizzatori dei vari festival dei
madonnari coordinato da Valentina
Sforzini. Avremo anche un’opera fatta
da sei madonnari fuori concorso, e che
segnerà una caratteristica del quarantesimo. Ai sei maestri si aggiungerà
una sorpresa, ricordando anche il compianto Straccetto. Proprio a Toto dedicheremo (come Comune, Pro Loco,
Rotary) vari momenti di ricordo».
Come tradizione continuerà anche l’animazione del borgo? «Come
nelle precedenti due edizioni avremo
un’animazione itinerante che si concretizza in diversi punti del percorso
fiera, con segmenti caratterizzati da
tematiche diverse. Quest’anno, ad

Storia dei madonnari a Grazie - 2

Il legame
con il Santuario
della B. V.
delle Grazie

Grazie, 40 anni di madonnari:
solidarietà per i terremotati
e speranza per il futuro
di Paolo Bertelli

vere e proprie scene rievocative».
E per quanto riguarda i madonnari... «L’arrivo dei gessetti dal cielo ricorda Goatelli -, portati da paracadutisti che arriveranno sul piazzale,
e che li consegneranno al vescovo
emerito Caporello per la benedizione».
Un’edizione, però, all’insegna
della solidarietà. «A questo tengo molto: il segnale dell’Amministrazione
Comunale attraverso la Fiera di Grazie

(che non è la fiera di Curtatone ma la
fiera di tutti i mantovani) è quello di
trovare, attorno ai valori dell’evento,
un elemento di solidarietà in favore dei
fratelli mantovani colpiti dal terremoto. Rinunceremo al momento bello ma
frivolo dei fuochi d’artificio devolvendo questa cifra alle nostre popolazioni colpite. Avremo la presenza di
quasi tutti i rappresentanti dei Comuni
mantovani: in fascia tricolore parteciperanno prima al concerto Note… di

solidarietà con i solisti e l’orchestra
del teatro comunale “Giuseppe Verdi”,
quindi all’incontro che vedrà protagonisti il sindaco di Curtatone e alcuni
primi cittadini delle zone colpite dal
terremoto in un momento di riflessione e condivisione, Nell’ambito della serata vi sarà l’estrazione della lotteria pro popolazioni terremotate, il cui
ricavato si unirà a quanto non speso per
lo spettacolo pirotecnico. Non abbiamo da brindare ma da aiutare».

ALBUM DELLA MEMORIA
Da “La Voce di Mantova”
gli anni ruggenti
urante il fascismo sulla stampa furono
spesso proposti i temi
delle sanzioni e
dall’autarchia. Con l’abolizione delle sanzioni del 16
luglio 1936 non finì però la
propaganda antisanzionista e
a favore dell’autarchia promossa dal regime. Fu continuata sicuramente con lo
scopo di alimentare un risentimento ed un senso di comune identificazione che poteva tornare comodo con l’impegno in Spagna, con l’invasione dell’Albania e poi

D

con la “possibile” entrata nella seconda guerra mondiale.
D’altra parte il fascismo equivocò sempre, non tanto sul
fatto che le sanzioni fossero
sempre in vigore, ma piuttosto sull’ostilità ed i condizionamenti tentati dalle democrazie, perché considerati
forme di sanzioni. Restò comunque vero che l’autarchia
fu un indirizzo che non necessariamente occorreva legare alle sanzioni. Nel suo insieme rappresentò un modo di
essere certamente stabilizzato, che connotò la vita fascista
di quegli anni anche attraverso le lotte contro gli esterofili.
Va osservato che la “battaglia

2012

(2 - segue)

a cura di Danilo Soragna

Un secolo fa o poco meno a Porto Catena.
L’inquadratura è assolutamente poetica:
ben si distinguono le mura che attorniavano
la città; sembra evidente l’assenza dell’attuale
lungolago. In primo piano una barca
da trasporto (lo scatto è stato effettuato
da un’altra barca), mentre sullo sfondo
gli edifici degli opifici nei pressi
del porto facevano di quest’angolo
di città una piccola Genova

del grano” rappresentò la politica autarchica per eccellenza. Nel 1937 l’argomento
dell’autarchia fu ripreso ripe-

tutamente con l’intento di dimostrare le molte valorizzazioni delle risorse italiane attuate dal fascismo. Martedì 30

luglio 1937 in prima pagina su
“La Voce” si poteva leggere:
«La tappe dell’autarchia economica. Miniera per la pro-

duzione dello stagno inaugurata a Campiglia». A fine novembre si insistette sull’esigenza di organizzare l’indu-

stria in funzione delle esigenze autarchiche. Sulla “Voce”
il 27 novembre in prima pagina si poteva leggere: «L’industria al servizio dell’autarchia. Imponente numero di
impianti nella metallurgia,
nella chimica e nei tessili».
Insomma, anche lo sviluppo
industriale veniva fatto passare come azione autarchica,
anche se si trattava solo di
nuovi insediamenti dell’industria nazionale indirizzati ai
settori più scoperti. In effetti,
ogni perseguimento dell’autosufficienza economica, con
un’espressione datata, potrebbe anche essere chiamato
“soluzione autarchica”.

DOMENICA 12 AGOSTO 2012

la Voce di Mantova

PROVINCIA

15

Per la pubblicità
su questo giornale

piazza Sordello, 12 Mantova
tel. 0376 224951 - 0376 321999
Fax 0376 225859

TEL. DIRETTO PROVINCIA 0376 383571 - E-MAIL: provincia@vocedimantova.it
L:99.014pt A:90pt
Foto : Da trattare :
1208-P15-Pro_A01_63
246_63459_F02*

Erano da poco passate le 10 di ieri quando un passante scorgeva Luciano Longo riverso per strada

Cade con il motorino vicino a casa
Il 68enne sarebbe caduto da solo dopo essere finito contro il cordolo del marciapiede

BAGNOLO SAN VITO - Lo
hanno trovato a pochi metri da
casa sua, riverso a terra vicino
al suo motorino, il volto ridotto
a una maschera di sangue. Luciano Longo, 68 anni, era uscito
di casa poco prima in sella al
suo Ciao. Verso le 10 di ieri un
passante lo vedeva riverso a
terra in via Gobetti a Bagnolo
San Vito, e chiamava il 118. Il
pensionato è ora ricoverato in
prognosi riservata nel reparto
di Rianimazione del Poma.

Sarebbe caduto da solo mentre
era in sella al suo motorino dopo essere finito contro il cordolo del marciapiede. Il sobbalzo
è stato violento, come testimonia anche il cerchione visibilmente danneggiato della ruota
posteriore, e Luciano Longo,
68enne di Bagnolo San Vito è
stato sbalzato di sella ricadendo
pesantemente sull’asfalto dopo
avere battuto il capo contro un
muretto. Erano da poco passate
le 10 di ieri quando un passante
scorgeva il 68enne riverso per
strada e privo di conoscenza.
L’allarme scattava immediatamente e sul posto si portavano i
mezzi del 118 e a seguire gli
agenti della Polizia Stradale di
Mantova che hanno proceduto

Il pensionato
è ora ricoverato
in prognosi riservata
in rianimazione
al “Carlo Poma”
ai rilievi di legge. Il pensionato
veniva trasportato al pronto
soccorso del Carlo Poma dove
veniva sottoposto a un’accurata
serie di accertamenti, dai quali
risultava che il 68enne ha riportato un grave facciale e cranico
con fratture multiple ed ematoma alla testa, conseguenza della
caduta. Longo veniva quindi ricoverato in prognosi riservata
nel reparto di Rianimazione
dello stesso ospedale cittadino,
in attesa di un’eventuale trasferimento in un reparto di Neurochirurgia.
Ancora da stabilire con esattezza le cause della caduta; l’uomo
potrebbe infatti avere sbandato
per una distrazione o perché
colto da un improvviso malore
mentre era in sella al suo ciclomotore. Nessuno avrebbe infatti assistito all’incidente. (cad)

L:253.897pt A:180pt
Foto : Da trattare : 1208-P15-Pro_A01_63246_63459_F01*

IO
NVESTIMENTO PEDONE

L’uomo è
ricaduto
sull’asfalto
dopo avere
battuto il capo
contro il muretto
(F. 2000)

Acque sotterranee: domanda prorogata
PROVINCIA - Entro il 31 dicembre si presenta la domanda di proroga per il rinnovo
della concessione delle acque sotterranee.
Poteva esserci il rischio chiusura, solo nel
mantovano, di 5250 pozzi per uso irriguo,
industriale e igienico-sanitario per i quali
non era stata presentata domanda di rinnovo.
La Regione Lombardia, anche dopo le forti
pressioni delle Province di Mantova e Brescia, ha definito le nuove disposizioni per la
semplificazione delle procedure di rinnovo
delle piccole derivazioni d'acqua pubblica
sotterranee scadute o in scadenza. Il problema riguardava i decreti di concessone rilasciati con procedura semplificata dalla Re-

gione Lombardia negli anni 2001 e 2002: la
loro durata è decennale e molte aziende industriali, artigianali e agro zootecniche, sino
a poche settimane fa, non avevano provveduto a presentare la domanda di rinnovo.
In assenza della possibilità di proroga c’era
il rischio di danni ingenti alla economia del
territorio. Soddisfatto per il provvedimento
regionale l'assessore provinciale all'ambiente Alberto Grandi che ha ringraziato anche
il consigliere regionale Giovanni Pavesi il
quale si era interessato al problema. Le domande vanno inviate agli uffici provinciali o
alle associazioni di categoria che poi faranno da tramite con la Provincia. (c.r.)

SERMIDE - Stava attraversando la strada quando è stata investita da
un’auto.
E’ successo ieri a Santa
Croce di Sermide davanti a un bar in via Milazzo.
La donna, una 75enne
del posto, è stata soccorsa da un’ambulanza del 118 e trasportata
all’ospedale di Pieve di Coriano per accertamenti. Sul posto, per i rilievi, la Polizia
Stradale di Ostiglia.

A
D MOGLIA
Aveva rubato la bicicletta di una 23enne, ma è stata scoperta grazie alle immagini di una telecamera di sorveglianza. M.S., una
casalinga 49enne di
nazionalità serba residente a Moglia è
stata così denunciata
a piede libero per
furto aggravato. La
bicicletta, una Bian-

chi modello Spillo
da 150 euro, è stata
recuperata e restituita alla legittima proprietaria.

Beccati
Usa il bancomat della Resta in carcere in attesa di processo
in flagrante moglie, denunciato il truffatore di carburante di Pegognaga

BORGOFRANCO SUL PO Prima hanno messo a segno un
furto in un circolo ricreativo di
Borgofranco sul Po, quindi
hanno cercato di rubare una
bicicletta da un’abitazione del
paese. Tre persone del posto,
S.G., 21enne, S.C., 19enne, e
S.R., di 39 anni, già sottoposti
all’obbligo giornaliero di firma presso la stazione dei carabinieri di Magnacavallo, sono stati denunciati dagli stessi
per furto aggravato e tentato
furto aggravato in abitazione.
Il furto in questione è stato
messo a segno nel circolo ricreativo, dove i tre sono entrati
dopo avere forzato una finestra per rubare dei generi
alimentari. I carabinieri hanno
rinvenuto parte della refurtiva
nell’abitazione dei tre. Il
19enne e il 39enne venivano
inoltre sorpresi dal proprietario di un’abitazione di Borgofranco sul Po mentre cercavano di rubare una bicicletta
che abbandonavano per fuggire a piedi. I carabinieri li
identificavano e li denunciavano.

BORGOFRANCO SUL PO Ha preso il bancomat della moglie senza dirle nulla e ha fatto
alcuni prelievi per un importo
complessivo di 600 euro. Lei
che non ne sapeva nulla ha fatto
denuncia e così ha scoperto che
a prelevare dal suo conto era
stato suo marito, un 35enne
rumeno, che bè finito nei guai
per utilizzo fraduolento di carte
bancomat. E’ successo nei
giorni scorsi a Borgofranco sul
Po. Quando la donna si è accorta che qualcuno stava usando il suo bancomat ha sporto
denuncia ai carabinieri della
stazione di Magnacavallo che
hanno dato il via alle indagini.
Una volta individuato lo sportello bancomat dal quale erano

stati eseguiti i prelievi, i militari hanno confrontato gli orari in cui questi erano stati effettuati con i filmati della telecamera di sorveglianza dello
stesso sportello automatico,
identificando M.V., 35enne rumeno di Borgofranco, marito
della titolare della scheda bancomat, che è stato così denunciato a piede libero.

PEGOGNAGA - Resta in carcere in attesa del processo con
rito abbreviato fissato per dopodomani, Alex Ravarotto, il
34enne di Pegognaga arrestato
l’altro ieri per truffa aggravata
continuata e in concorso dai carabinieri del Nor di Gonzaga.
Ravarotto aveva truffato il gestore di un distributore di Moglia, dal quale, nell’arco di diversi mesi e talvolta insieme a
un complice, si era fatto dare
oltre 24mila euro di carburante
senza pagare. Ieri mattina si è
tenuta l’udienza di convalida
davanti al giudice Giuditta Silvestrini che ha convalidato
l’arresto di Ravarotto. Il giudice, dopo avere ascoltato le dichiarazioni dell’imputato ha de-

ciso di applicare nei suoi confronti la misura della custodia
cautelare in carcere anche a
fronte del fatto che a carico del
34enne la Procura di Mantova
ha aperto ben 12 fascicoli d’indagine tutti per truffa.
Due inoltre, i procedimenti già
definiti per reati contro il pa-

I MILITARI DELL’ARMA HANNO PORTATO A TERMINE UN SERVIZIO COORDINATO COINVOLGENDO 57 UOMINI

Pattugliamento e controlli serrati su tutto il territorio grazie ai Cc
GONZAGA - Si è concluso
ieri il servizio coordinato della Compagnia Carabinieri di
Gonzaga, che ha visto impegnati sul territorio gli uomini delle 11 Stazioni che
compongono la Compagnia
ed il personale della Radiomobile e dell’Aliquota Operativa del N.O.R. di Gonzaga.
Sono stati impiegati nel particolare servizio, 57 militari
della Compagnia con 26 automezzi. Tra i risultati ottenuti ci sono state le denunce
per guida senza patente di
J.S., bosniaco, 50enne di
Coccaglio (Brescia), trovato

alla guida di un furgone Fiat
Ulysse nonostante non avesse
mai conseguito la patente. Lo
stesso valeva per H.I., moldavo, 28enne di Suzzara
(Mn), il quale, oltre a guida re
una Fiat Scudo senzqa avere
mai avuto la patente, forniva
ai carabinieri anche false generalità nel tentativo di sfuggire al controllo. I carabinieri
di San Giacomo delle Segnate hanno denunciato per
guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti F.M.,
23enne di San Benedetto Po,
controllato lo scorso mese di
maggio, alla guida di una

Audi A3 in stato di alterazione dovuto all’assunzione di cocaina, come confermato dai risultati delle
analisi chimiche che sono seguite al controllo. Sono stati
inoltre eseguiti controlli accurati di 158 persone tra cui
24 stranieri di varia provenienza; 32 persone sottoposte
a misure restrittive (arresti
domiciliari, obbligo di dimora); 119 veicoli in transito; 26
aree dismesse e cascinali abbandonati; 32 locali di pubblico ritrovo. Eseguite anche
7 perquisizioni a vario titolo.

Impegnati 26 automezzi

trimonio. Dopo la convalida
dell’arresto l’avvocato Marco
Piacentini, difensore d’ufficio
del 34enne, ha chiesto e ottenuto un rinvio del processo per
direttissima, che sarà celebrato
dopodomani con rito abbreviato. Alex Ravarotto è stato arrestato l’altro ieri mattina dai
carabinieri mentre cercava di
farsi riempire di carburante una
ventina di taniche da 25 litri
ciascuna.
Il 34enne era venuto a conoscenza di un accordo stipulato
tra il gestore dell’area di servizio Tamoil di Moglia e una
cooperativa di Firenze che opera nella raccolta di rifiuti e che
ha un proprio socio a Moglia.
A partire dallo scorso febbraio,
in alcuni casi insieme a un complice che non è stato ancora
identificato, aveva cominciato a
presentarsi al distributore rifornendosi di carburante che faceva addebitare sul conto della
cooperativa fiorentina, della
quale diceva di essere dipendente.
La cosa è andata avanti fino a
quando il benzinaio ha contattato i clienti toscani chiedendo
di cambiare le condizioni dei
pagamenti, che dovevano essere
fatti ogni sei mesi, perché il conto complessivo era ormai lievitato oltre i 24mila euro.
Era a quel punto che il benzinaio
scopriva che il 34enne con quella cooperativa non aveva nulla a
che fare, e così scattava la denuncia che ha infine portato
all’arresto, convalidato ieri dal
giudice. Tra un paio di giorni ci
sarà il processo e la sentenza.

16 la Voce di Mantova

Per la pubblicità
su questo giornale

DOMENICA 12 AGOSTO 2012

GRANDE MANTOVA
PORTO MANTOVANO - VIRGILIO - CURTATONE - SAN GIORGIO DI MANTOVA

piazza Sordello, 12 Mantova
tel. 0376 224951 - 0376 321999
Fax 0376 225859

Nel campo i Cc hanno trovato 9 piante e nell’abitazione 250 gr. di foglie sbriciolate e suddivise in involucri

Coltivava “maria”dietro casa: in manette
Stefano Savi, barista 26enne di Castel d’Ario, arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio
CASTEL D’ARIO - Aveva
messo su la sua piccola piantagione di marijuana vicino
casa, dove invece teneva il raccolto fatto essiccare per poi essere venduto. Un piccolo business domestico quello che
aveva messo in piedi Stefano
Savi, barista 26enne di Castel
d’Ario, al quale hanno messo
fine i carabinieri del Norm di
Mantova che l’altro ieri pomeriggio hanno arrestato il giovane con le accuse di coltivazione e detenzione di sostanze
stupefacenti ai fini di spaccio.

Il blitz è scattato durante un
servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di stupefacenti. I carabinieri stavano già tenendo d’occhio da qualche
tempo il 26enne e quando hanno avuto la certezza che andando a casa sua avrebbero trovato la droga che cercavano sono entrati in azione. Nelle immediate adiacenze dell’abitazione di Savi hanno così trovato e sequestrato 9 piante
adulte di marijuana per un peso
complessivo di 14 chilogrammi, che il barista coltivava e
curava come da manuale. E come da manuale raccoglieva le

COLTE AL VOLO
CASTEL D’ARIO - Sabato 18 agosto
nell’ambito della tradizionale Fiera d’Agosto-Festival del Riso di Castel d’Ario, presso
piazza Garibaldi avrà luogo a partire delle
21.15 “La Petite Collection”, una sfilata di
abiti vintage a cura di Annamaria Corezzola nella quale verranno ripercorsi 100
anni di moda, tra il 1870 e il 1970. Al termine
dell’evento, gli intervenuti potranno spostarsi nella vicina piazza Nuvolari, dove alle
23.30 prenderà il via la Notte Bianca 2012;
ospite d’onore il cantante Den Harrow.
(m.v.)

Le piante adulte
di marijuana
del peso
complessivo
di 14 chili
sequestrate
al barista dal
”pollice verde”

Fiera delle Grazie
foglie facendole poi essiccare.
I militari, infatti, dopo avere
rinvenuto le 9 piante di marijuana, hanno eseguito una
perquisizione a casa del 26enne, dove hanno trovato e di
conseguenza sequestrato circa
250 grammi di foglie di marijuana già sbriciolate e suddivise in alcuni involucri, pronte per essere spacciate.
A quel punto per Savi sono
scattate le manette. Il giovane è
stato portato in carcere a Mantova in attesa dell’interrogatorio di convalida davanti al gip,
fissato per domani.

Farine animali sversate nella fossa: Sorgà non ci sta
SORGA’ / CASTEL D’Ario - Giusto
qualche giorno fa eravamo stati a
Castel d’Ario per raccogliere le testimonianze dei residenti circa la puzza
nauseabonda che attanagliava il paese,
causata da una vicina ditta, sita in
località Sabbioni di Sorgà, che si occupa della lavorazione di sottoprodotti
della macellazione avicola per la produzione di alimenti per animali. Da un
tubo della stessa ditta, qualche giorno
fa il tecnico comunale e gli agenti della
Polizia locale hanno notato, nel corso
di un sopralluogo volto a prevenire gli

episodi d’inquinamento, lo sversamento di un liquido schiumoso nelle acque
della fossa Grimana. Quanto si stava
verificando, incluso il tentativo di alcuni dipendenti di tamponare la fuoriuscita del liquido, è stato è stato
documentato mediante diverse foto.
Il sindaco di Sorgà Giovanni Battista
Bazzani, chiaramente preoccupato per
il ripetersi di questi sversamenti, ha
sollecitato l’intervento dei tecnici
dell’Arpa e della Polizia provinciale,
non escludendo di rivolgersi anche alla
Procura. (m.v.)

Tutto è pronto per l’edizione 2012 dell’Antichissima Fiera delle Grazie. Oggi alle 21,
nel Santuario il concerto di musica sacra per
soli e orchestra “Magnificat”, che inaugura la
fiera di Ferragosto. Il taglio del nastro con le
autorità si svolgerà lunedì 13 agosto, alle 19,
sulla Riva della Madonna. Qui il sindaco di
Curtatone Antonio Badolato porterà i propri
saluti. Sempre il 13 agosto, in mattinata, alle
10, nella piazzetta Madonna della Neve, avrà
inizio l’iscrizione dei Madonnari mentre alle
10.30, nella sede dell’Antico Foro Boario, si
terrà l’incontro con il coordinamento internazionale degli organizzatori dei festival
dei Madonnari. Alle 21.15 nel piazzale del
Santuario è prevista la sfilata storica di
figuranti. (g.v.)

Gazzo, oggi passeggiate a cavallo, viaggi in mongolfiera, dimostrazioni cinofile e buona cucina

Bagnolo,
alla ludoteca
nuovi servizi

Alla Carpaneta con il naso all’insù
GAZZO BIGARELLO - Nuovamente tutti col naso all’insù
questa sera al Parco Arlecchino
della Foresta della Carpaneta.
Come consuetudine, si rinnova
anche quest’anno la Notte di
San Lorenzo, evento che si svolge presso lo splendido complesso naturalistico-multifunzionale di Bigarello, che al suo interno ospita anche un bosco rado
meditativo dedicato a Virgilio.
«La finalità naturalistica della
Foresta Carpaneta si concilia
perfettamente con l’esigenza di
valorizzare gli aspetti fruitivi e
didattici, concretizzati nella definizione di quattro ambiti tematici legati alla storia, alla cultura e alle tradizioni locali. “La
Notte di San Lorenzo”, organizzata dall’Amministrazione
comunale assieme alla Pro loco
“La Ghianda”, all’Ambito Caccia nr. 6, all’oratorio Anspi di
Stradella e all’Ersaf (Ente Regionale per i Servizi all'Agricoltura e alle Foreste), è un piacevole momento di aggregazione che di anno in anno riesce a
richiamare sempre più persone,
desiderose di trascorrere qualche ora tra la natura, in un’area
comunque attrezzata per ogni
esigenza e vari tipi d’iniziative»,
ha evidenziato il sindaco di Bigarello Barbara Chilesi. Questo il programma della giornata.
Alle 16.30, gara di pesca per
bimbi e ragazzi e premio “Big
Fish”. Alle 18 via alle passeggiate a cavallo (a cura del Circolo Ippico Matildico di Castelbelforte e agriturismo Caselle di
San Giorgio) e alle lezioni di
base di addestramento cani con

l’Associazione Cinofila “Gaia”.
Alle 19 viaggi in mongolfiera a
pagamento. Mentre alle 20
apertura stands gastronomici
con l’Anspi di Bigarello e della
mostra pittorica di Roberto Davi, artista canedolese che ogni
anno partecipa all’evento pre-

sentando le sue belle opere. Alle
21.15 “Le Quattro Stagioni”,
spettacolo per bambini del Teatro Telaio di Brescia (ingresso
gratuito). Alle 22.30, osservazioni della volta celeste con
l’Unione Astrofili Bresciani.
Matteo Vincenzi

Una veduta
della foresta
della Carpaneta

Nogara, per la prima volta nella storia la sinistra esce dal consiglio
NOGARA - Ai più potrebbe sembrare un normale avvicendamento politico, di quelli che
non fanno ormai notizia. Ma con le dimissioni
del consigliere comunale di minoranza Enrico
Benati Fezzi (Pd), per la prima volta la sinistra sparisce dal consiglio di Nogara. Il Comune veronese al confine col mantovano, già

a metà degli anni ’70 era diventato una sorta di
feudo inespugnabile del vecchio Pci. In una
provincia dove in quegli anni spopolava la Dc,
la “rossa” Nogara era considerato un caso più
unico che raro, tanto da suscitare in varie circostanze anche l’interesse dei media nazionali. E anche con l’avvento dei nuovi partiti,

unitamente all’evoluzione o al cambio di sigle
di quelli già esistenti, Nogara continuava a
restare un puntino rosso su una pagina che da
bianca cominciava a tingersi di verde e di azzurro. Oggi quel puntino non c’è più. Il posto
lasciato da Benati Fezzi sarà occupato dall’ex
sindaco Oliviero Olivieri (Udc). (m.v.)

IL SOGGIORNO ORGANIZZATO DALLA POLISPORTIVA DI LEVATA ASSIEME ALLA CISL

Vacanza in Sardegna, ultimi posti
LEVATA - Ultimi posti disponibili per chi volesse andare in
vacanza in Sardegna. La Polisportiva di Levata, in collaborazione con Etsi Cisl, organizza
un soggiorno a Villasimius (Cagliari), presso l’Hotel “Capo
Boi” (quattro stelle), dal 6 al 20
settembre. La quota di partecipazione è di 1.180 euro. Il soggiorno di una settimana, invece,
dal 6 al 13 settembre oppure dal
13 al 20 settembre, costerà 770
euro. La quota comprende il trasferimento in pullman da Mantova a Verona e ritorno, il volo
andata e ritorno Verona/Cagliari, le tasse aeroportuali (soggette

a riconferma), la pensione completa e il servizio buffet con bevande illimitate, gli ombrelloni
e le sdraio in spiaggia, la tassa di
soggiorno (2 euro al giorno), la
quota associativa 2012 della Polisportiva, l’assicurazione medica e per il bagaglio, l’assicurazione in caso di annullamento del viaggio e le mance
d’uso. Il supplemento per la
stanza singola è di 320 euro per
quattordici giorni e di 160 euro
per sette giorni. Info: Pasquale
Palleschi (tel. 0376-47466, cell.
349-3778753) oppure Carla
Bordini
0376-352237
e
335-6961587. (g.v.)

BAGNOLO - La ludoteca
e lo spazio compiti, ecco
due servizi che il Comune
ripropone per l’anno scolastico 2012 - 2013. A
fronte delle esigenze manifestate da tanti genitori
che lavorano e che necessitano di un servizio educativo extrascolastico per
i loro figli, l’ente si è adoperato per allestire una serie di proposte molto importanti. «Consideriamo
sia la ludoteca e sia lo
spazio compiti - afferma
l’assessore all’istruzione
Maria Rosa Borsari due servizi molto utili e
soprattutto proposti ad un
costo accessibile ovvero
circa 3 euro l’ora. La gestione e il coordinamento
di queste soluzioni sono
state affidate agli educatori della Cooperativa Minerva, che promuoveranno interventi educativi per
l’età evolutiva, attraverso
attività mirate a potenziare la creatività nei bambini, a favorirne la socializzazione, a sviluppare la
conoscenza di se stessi e
del mondo esterno. Lo
spazio compiti è pensato
per offrire alla famiglia un
appoggio in questa fase
delicata della vita dei
bambini proponendo i
compiti come un momento positivo da vivere insieme ai coetanei e con
una figura di supporto
nelle difficoltà». (p.b.)

DOMENICA 12 AGOSTO 2012

la Voce di Mantova

17

ALTO MANTOVANO
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE - ASOLA - CASTEL GOFFREDO - GOITO

Per la pubblicità
su questo giornale

piazza Sordello, 12 Mantova
tel. 0376 224951 - 0376 321999
Fax 0376 225859

Stava lavorando in una cabina elettrica quando ha toccato un cavo con un accumulo di corrente per fortuna a bassa tensione

Operaio rischia di morire folgorato
Ieri l’infortunio alla Ofar di Canneto. Massimo Ferronato, 36enne, se l’è cavata con una ustione alla mano
CANNETO SULL’OGLIO Stava eseguendo dei lavori di
manutenzione insieme a due
colleghi all’interno di una cabina elettrica quando è stato
colpito da una scarica. Fortunatamente si trattava di un
residuo di accumulo in un cavo della cabina di medio-bassa tensione, e così la scarica
non è stata particolarmente
violenta.

E’ andata bene ieri mattina a
Massimo Ferronato, 36enne
di Visano (Brescia), rimasto
folgorato mentre era al lavoro
all’interno della ditta Ofar di
Canneto sull’Oglio.
L’operaio, dipendente della
ditta Elettrica Faber Srl di Isorella, stava svolgendo dei lavori di manutenzione sugli
impianti elettrici dell’azienda
specializzata nella metalmeccanica pesante (produce grossi componenti per navi e impianti petroliferi), ed era
all’interno della cabina di media e bassa tensione insieme a
due colleghi.
I tre operai avevano già provveduto a disattivare la corrente per poter lavorare in sicurezza, ma in uno dei cavi
all’interno della cabina ci sa-

rebbero stato ancora un accumulo di corrente elettrica.
Appena l’operaio 36enne lo
ha toccato è rimasto folgorato. Fortunatamente il cavo con
l’accumulo era della linea a
bassa tensione, per cui è stato
colpito da una scossa di lieve
entità.
A prestargli i primi soccorsi
sono stati i due colleghi che
erano con lui, che hanno subito chiamato il 118.
Ferronato, che non ha comunque mai perso conoscenza, è
stato quindi caricato in ambulanza e trasportato al pronto
soccorso dell’ospedale di
Asola.
I medici che lo hanno visitato
gli hanno riscontrato una lieve
ustione a una mano e dopo
averlo sottoposto agli accertamenti del caso, compreso
un elettro-cardiogramma, lo
hanno dimesso con pochi
giorni di prognosi.
Sul luogo dell’infortunio è intervenuto un tecnico dello Spsal (il servizio per la sicurezza
sui posti di lavoro) dell’Asl di
Asola che ha eseguito i rilievi
del caso. (cad)

COLTE AL VOLO

La ditta Ofar
di Canneto
dove si è
verificato
l’infortunio

SAN FERMO DI PIUBEGA - La frazione di
San Fermo festeggia oggi il suo patrono con
vari eventi in programma fino a ldomani. Alle
19,30 inizia la festa popolare organizzata dagli “Amici di San Fermo” nell'ampia area
verde adiacente all'oratorio con spettacolo
musicale e area per il ballo liscio con ingresso
gratuito. I divertimenti prenderanno il via
dalle 21 e saranno su 2 aree ben distinte:
spazio giovani "moijto summer 2012 con
Cristian Rivaroli" con interessanti serate musicali e area ballo liscio. Saranno funzionanti,
anche, alcuni rinomati stand gastronomici e il
bar internazionale della festa.

A Pozzolengo

Canneto, sì al nuovo piano di gestione
CANNETO - La giunta ha adottato il
nuovo piano esecutivo di gestione il quale
prevede che i responsabili di settore vengano incaricati della gestione delle risorse
finanziarie, umane e strumentali assegnate
per il perseguimento degli obiettivi individuati dall’amministrazione pubblica.
Tale attività verrà espletata dai responsabili di settore adottando tutti i necessari
atti di gestione, impegnando direttamente
le risorse finanziarie ed accertando personalmente le entrate assegnate, nel rispetto delle competenze attribuite dalla
legge alla giunta ed al consiglio. I re-

sponsabili che si occupano della gestione
dell’ente sono nominati direttamente dal
sindaco con apposito decreto e si occuperanno dei settori del personale comunale, delle manutenzioni ordinarie,
dell’economato, mutui, utenze, assicurazioni, mensa dipendenti, formazione del
personale, ced, sicurezza nei luoghi di
lavoro e sicurezza sui cantieri e inventario
dei beni mobili ed immobili. Saranno riservati alla competenza della giunta, su
eventuale proposta del responsabile del
servizio, i provvedimenti riguardanti gli
incarichi professionali e legali (pa.zo.)

La rassegna culturale e di musica nel territorio
delle Colline Moreniche del Garda “Castelli
in Musica”, giunta ormai alla sua 9^ edizione,
arriva questa sera alle 21,15 a Pozzolengo,
dove al castello, si esibirà la formazione dei
“Samhradh”, il cui sound intreccia il celtico
con elementi di espressioni popolari e musica
da camera. La rassegna farà tappa, poi, venerdì 24 agosto in piazza Castello a Medole
con la “Dusty Road Country Band”, formazione italiana in attività da oltre 15 anni con
ricco e vasto repertorio di classico country alla
musica americana, divertente ed immediato.
Accanto a brani originali della band verranno
rivisitati classici di Willie Nelson, Waylon
Jennings e della Nitty Gritty Dirt Band. (p.z.)

Adottata la convenzione per la gestione in rete di funzioni e servizi comunali

Acquanegra:
concorso
fotografico

Casaloldo, lotta alla burocrazia
CASALOLDO – Il Consiglio
comunale guidato dal sindaco Patrizia Leorati ha provveduto ad adottare la Convenzione per la definizione
economica e funzionale-operativa del progetto ITP Mantova “Distretto Burocrazia
Zero per imprese e cittadini”,
sistema di governo locale per
la gestione in rete di funzioni
e servizi comunali nell’area
dell’alto mantovano che sarà
valido fino al 31 dicembre
2013.
«I Comuni - ha spiegato il
sindaco - sono oggi investiti
da profondi processi di cambiamento che incidono in maniera pesante nelle modalità
di lavoro e di erogazione dei
servizi, a fronte di una costante riduzione dei trasferimenti dello Stato centrale.
All’interno di questo quadro
si sono sviluppate alcune
condizioni in grado di determinare
cambiamenti
nell’assetto gestionale degli
enti in favore di un incremento delle gestioni associate di funzioni e servizi e
una più adeguata e diffusa
sensibilità nei confronti dello
sviluppo dell’associazionismo come risposta alle nuove
sfide cui devono rispondere
gli enti locali, prima tra tutte
la competitività dei territori e
delle imprese».
L’adesione da parte dell’amministrazione comunale di
Casaloldo al protocollo consentirà di condividere una visione della politica di sviluppo che passa necessaria-

mente tramite la gestione associata di funzioni e servizi
comunali e la costituzione di
un centro sistema per lo sviluppo di servizi digitali
nell’ambito di una maggiore
interoperabilità tra le amministrazioni pubbliche.

Va detto inoltre che la spesa a
carico del Comune di Casaloldo per la partecipazione
al programma sarà di 20mila
529,46 euro compresiva anche di costi interni del personale.
Paolo Zordan

Il Comune
di Casaloldo

Mariana, entra nel vivo la tradizionale “Festa del Pesce”
MARIANA - Entra nel vivo il tradizionale appuntamento con la “Festa del
Pesce”. Tutte le sere sarà in funzione
anche il rinomato servizio bar internazionale. L’ingresso è ad offerta libera e
si potrà gustare la buona cucina marianese agli stands enogastronomici con

le migliori specialità a base di pesce,
musica e ballo con Orchestra spettacolo.
Previsto anche uno spazio animazione
per bimbi con gonfiabili e un’esposizione di hobbistica. Un appuntamento
molto atteso che attirerà come in ogni
edizione passata anche quest’anno ogni

sera parecchie centinaia di persone provenienti anche dalle province limitrofe.
La “Festa del pesce” è organizzata dalla
Pro Loco, dal Gruppo Giovani di Mariana Mantovana, dal Gruppo Sportivo
Marianese e dall’amministrazione comunale. (z)

PROTAGONISTA DELLA SINGOLARE VICENDA GABRIELE VESCOVI

Carzaghetto sull’Oglio vuole diventare Principato

Gabriele Vescovi

CARZAGHETTO
SULL’OGLIO - Mentre i cittadini mantovani rischiano di
perdere la propria Provincia nel
millenario borgo posto in riva
all’Oglio di Carzaghetto torna
forte a farsi sentire la voglia di
riappropriarsi della propria identità storica. Stiano tranquille le
istituzioni italiane, non c’è assolutamente voglia di separatismi né di creare dei nuovi stati
autonomi, ma soltanto il desiderio di vedere finalmente riconosciuto un diritto: il “Principato
di Carzaghetto”, con facoltà di
battere moneta e francobolli. Le
vicende storiche sembrano pro-

prio prestarsi a far da supporto al
suo Principe, Gabriele I°,
all’anagrafe di Canneto Gabriele Vescovi, 60enne, di professione, ora, Principe regnante.
«Verso l’anno Mille - ci spiega -,
il corso del fiume Oglio mutò,
raddrizzandosi dai tortuosi
meandri che si era creato e staccò
i due piccoli abitati di Carzago,
cosicché uno rimase sulla sponda cremonese, e sparì poi nel
nulla, mentre l’altro, questo del
Principato, divenne una zona fra
Mantova e Brescia, dove fra le
paludi malsane, si insediarono
degli abitanti con il villaggio che
assunse la denominazione di ter-

ra franca di Carzaghetto». Quando Gabriele I compra un vecchio
palazzo a Carzaghetto, sotto la
crosta dei muri spunta un segno
che egli identifica come un nodo
dei Cavalieri Templari e, a questo punto, si convince definitivamente che “la forza del destino” lo abbia portato lì. Inizia,
così, la sua ascesa al titolo avvicinandosi ad un altro paese dove qualcosa del genere esiste già:
Seborga, in provincia di Imperia,
nel quale nel corso della festa del
Principato, Gabriele I Principe di
Carzaghetto viene nominato ufficialmente Cavaliere Templare.
(p.z.)

ACQUANEGRA - L’ente manifestazioni ha indetto la decima edizione
del concorso fotografico
dedicato alla prossima
Fiera di San Fortunato. Il
concorso è riservato ai
fotografi non professionisti e il tema sarà “Acquanegra…in controluce”. I partecipanti dovranno eseguire le riprese fotografiche attenendosi al tema indicato nel
bando di concorso e le
fotografie dovranno essere obbligatoriamente
inedite, ovvero mai presentate ad altro concorso
fotografico o mostra. I
partecipanti dovranno
produrre fino a cinque
fotografie
all’atto
dell’iscrizione, autorizzando l’ente manifestazioni ad utilizzarle e a
disporne liberamente per
ogni eventuale pubblicazione prodotta dallo
stesso ente. Sarà premiato il primo classificato
con un premio in denaro
di 250 euro, il secondo
classificato con un premio di 150 euro ed il
terzo classificato con un
premio di 100 euro,
mentre a tutti i partecipanti verrà consegnato
un attestato di partecipazione. Le iscrizioni
dovranno pervenire alla
Biblioteca
comunale
“Gianni Bosio” di piazza
XXV Aprile. (z)

18 la Voce di Mantova

DOMENICA 12 AGOSTO 2012

OGLIO PO

VIADANA - SABBIONETA - BOZZOLO - CASALMAGGIORE

Per la pubblicità
su questo giornale

piazza Sordello, 12 Mantova
tel. 0376 224951 - 0376 321999
Fax 0376 225859

Ma anche altre produzioni sono a rischio. La Regione pronta a chiedere lo stato di calamità Sabbioneta, dopo lo scontro tra Fava e l’assessore Sartori

Po in secca, è allarme per il mais
Il fiume ad un passo dai minimi storici. Débacle per la navigazione
CASALMAGGIORE - Non è
ancora record ma se continua
così la secca del fiume Po potrebbe presto diventarlo. E l’allarme si estende ovviamente
all’agricoltura che in questa zona del casalasco viadanese rappresenta una delle maggiori
fonti di reddito per moltissime
famiglie.

Lo sguardo che si estende nei
campi ai lati delle strade in questi
giorni coglie soltanto immagini
desolate di coltivazioni di mais
letteralmente bruciate. La pioggia non cade da tempo immemore e il sistema di irrigazione, evidentemente, risente anche del livello del nostro maggiore fiume.
Oltre al granoturco sono altre le
colture danneggiate come la
soia, le barbabietole e i pomodori. Oltretutto questa situazione alla fine creerà un inevitabile
aumento dei costi per i consumatori finali arrecando una nuova mazzata alla crisi in atto nei
consumi. La situazione è talmente grave che la vicina Regione Emilia è pronta a chiedere lo
stato di calamità e non è da escludere che la stessa cosa accada
anche per la Lombardia. Oltre ai
danni provocati dalla siccità per
i campi e i terreni agricoli va ag-

giunto anche il problema della
navigazione sul Po. A risentirne
a causa del fondale basso, siamo
a 4 metri sotto il livello idrometrico a Casalmaggiore sia il trasporto di tipo commerciale sia
quello turistico. Da parte opposta invece queste problematiche
generano conseguenze entusiastiche da parte di chi adesso può
scegliere il fiume come luogo di
villeggiatura a portata di mano.
Le famiglie piantono gli ombrelloni sulle grandi chiazze di sabbia emerse immergendosi nelle
acque come se fossero quelle di
Rimini e Riccione dimenticando la pericolosità delle buche
improvvise e soprattutto dell’inquinamento micidiale che da
sempre il Po mantiene.
Rosario Pisani

La scarsità di acqua nel Po mette a rischio le coltivazioni

Centro studi Ermes
la Lega punta i piedi
SABBIONETA - La sezione
sabbionetana del Carroccio appoggia senza riserve il recente
intervento dell'on. Gianni Fava
in merito alla questione dei rapporti tra l'amministrazione comunale e il Centro Studi Giovanile Ermes. A precisarlo è il
segretario locale Pierpaolo Tognini: «La Lega non fa mai polemiche strumentali, tanto meno quando si tratta dell'onorabilità delle persone. Presentare
una legittima interrogazione al
consiglio non vuol dire diffamare le persone, come ha dichiarato l'assessore venerdì 3
agosto sulla Voce. Vogliamo
solo che l'ente faccia chiarezza
su questioni che altri hanno sollevato e che anche noi abbiamo
appreso attraverso la stampa.

Casaletto, grande partecipazione per l’incontro tra associazioni di volontariato
CASALETTO - Oltre 200 persone hanno
partecipato alla Notte di San Lorenzo a
Casaletto, momento conviviale svoltosi in
oratorio. L'iniziativa ha rappresentato un
importante momento di incontro tra cittadini, associazioni e mondo del volontariato. Il ricavato della conviviale, circa
2000 euro, verrà destinato a tre associa-

zioni: Arces, Caritas e Croce Costantiniana. «Sicuramente verrà ripetuta l’anno
prossimo - esordisce Marilena Flisi, presidente della Consulta del Volontariato Viadanese - momenti del genere rinsaldano i
legami. Ci stiamo riappropriando delle vecchie tradizioni. Un ringraziamento alle volontarie dell’oratorio, a tutte le associazioni

(Avis di Casaletto, Acli di Bellaguarda,
Amici di Ponteterra) e i singoli che hanno
lavorato all’evento». Alla serata ha preso
parte anche il vice sindaco Dario Anzola:
«L'iniziativa ha evidenziato il grande senso
di comunità delle frazioni. Iniziative del
genere insegnano come sia necessario sostenere le persone volenterose». (l.c.)

Come forza di minoranza e di
opposizione il ruolo che ci spetta è quello di controllo. Lo dobbiamo all'elettorato che ci ha
dato fiducia, ma anche agli altri
cittadini di Sabbioneta. Non
siamo stati noi a sollevare il
problema, ma resta il fatto che i
casi sollevati dalla Lega nel corso del mandato di questa amministrazione sono andati tutti a
segno, evidenziando situazioni
anomale o problemi realmente
esistenti all'interno della compagine guidata dal sindaco
Marco Aroldi». La Lega vuole
sapere quali rapporti sono intercorsi fin dall'inizio tra il Comune e il Centro Studi Giovanile Ermes. «Conosco personalmente l'assessore Sartori afferma Tognini - e so che nel
suo settore è un professionista
serio. In ogni caso il Comune
dovrà dissipare i dubbi che sono
stati sollevati. Se poi ci siano dei
rilievi di natura giuridica questo
non spetta a noi stabilirlo, ma
alle autorità competenti. Ribadisco: come sezione appoggiamo pienamente l'operato del
consigliere Fava, anche perché
in più di un'occasione l'amministrazione Aroldi ha evidenziato problemi di affidabilità».
Ugo Boni

Il consigliere regionale Pavesi. “La Torino-Venezia sarebbe un volano per l’economia”

SABBIONETA

Ciclabile europea, il Pd incalza

La Pro Loco locale entra nel
Consorzio Gal Oglio Po “Terre
d’Acqua” del presidente Giuseppe Torchio. Il neo presidente della Pro Loco sabbionetana
Francesco Osini, infatti, nelle
scorse settimane ha chiesto di
poter sottoscrivere due quote
del capitale sociale e il consiglio di amministrazione del Gal,
riunito lo scorso venerdì presso
la sede sociale di Calvatone, ha
deciso di accogliere la richiesta.
Il Gruppo di Azione Locale
Oglio Po “Terre d'Acqua” è nato nel 2002 come soggetto attuatore dell'Iniziativa Comunitaria Leader Plus, al fine di promuovere l'avvio di nuove iniziative economiche e di favorire
la valorizzazione delle risorse
umane e materiali del territorio
stimolando la collaborazione tra
enti locali ed imprenditorialità
privata. In breve tempo il
GALsi è trasformato in una vera e propria agenzia di sviluppo
locale. (p.z.)

Ferragosto a Viadana:
tutti in bici con la
giornata del paesaggio
VIADANA - La “Giornata del Paesaggio 2012”
si terrà anche quest’anno
il giorno di Ferragosto. Si
partirà mercoledì alle
8,15 dal giardino antistante il MuVi per un tour
in bicicletta di complessivi 29 chilometri. Il titolo
della rassegna organizzata dal Comune è “In bicicletta dai tigli del
Mu.Vi. fino all’Alberone
e alla frutta d’Orlandelli”
e, appunto, il percorso si
snoderà sull’argine maestro del Po passando per
Pomponesco, Corregioverde, l’imbocco del vecchio ponte in chiatte per
Guastalla, la chiesetta
dell’Alberone e il ritorno
per l’Argine di dietro,
Corte Bugno Mattina,
Corte Bugno Sera e Campo Serraglia. (p.z.)

VIADANA - Progetto ciclabile VenTo: interrogazione
dell'ex sindaco di Viadana
Giovanni Pavesi in Regione
per la ciclabile Torino-Venezia. Per il consigliere del Pd al
Pirellone si tratta di un importante progetto, un volano
per l’economia in vista dell'Expo 2015. L’ex primo cittadino di Viadana e attuale
consigliere regionale Giovanni
Pavesi non ha dunque dubbi
sulla questione. A suo dire la
Regione deve partecipare alla
realizzazione del progetto
VenTo, una infrastruttura che
consentirà di andare in bicicletta da Venezia a Tornino
lungo il fiume Po. Se realizzato, il progetto del Po-

litecnico di Milano costituirebbe la più grande ciclovia
del Sud Europa collegando,
lungo i suoi 679 chilometri
Venezia, Ferrara, Pavia, Mantova, Sabbioneta, Cremona,
Torino.
Pavesi, contrario al mancato
inserimento del progetto nel
documento strategico regionale annuale del 2013, tramite
un’interrogazione all’indirizzo
dell’assessore alle infrastrutture Raffaele Cattaneo, vuole
conoscere nel dettaglio le intenzioni della giunta.
L’interrogazione verrà discussa il prossimo 6 settembre, una
volta terminata la pausa estiva:
«Si tratta della più grande pista
ciclabile in Italia - spiega Pa-

te sono necessari lavori di
messa in sicurezza e le condizioni per realizzarla richiedono un investimento molto
contenuto. «Serve un un tavolo
interregionale che coinvolga
tutti i portatori di interesse conclude Pavesi - per realizzare l’infrastruttura per l’inaugurazione di Expo 2015».
Lorenzo Costa

STAZIONE DI SCANDOLARA: AL SUO POSTO DIEGO CICCONI

Casalmaggiore: il maresciallo dei carabinieri Fagandini torna a Parma, terra d’origine

Cogozzo
Definito il programma
della festa della sezione
Avis. La rassegna si terrà
dal 23 al 27 agosto e ogni
sera ci saranno stand gastronomici, bar e birreria
per i più giovani. Prevista
anche una pizzeria, il piano bar e il karaoke. (p.z.)

vesi - spina dorsale e centrale
del collegamento europeo Eurovelo 8 dalla Spagna
all’Ucraina. Un bel cambio di
passo che smarcherebbe il tema della ciclabilità da locale a
globale oltre a fare da volano
per l’economia e il turismo
lombardo». In parte la pista
ciclabile già esiste, in parte
deve essere realizzata e in par-

A sinistra il
il maresciallo
Cicconi
con il capitano
Regni e il
maresciallo
Fagandini

CASALMAGGIORE - Cambio della guardia alla stazione
dei carabinieri di Scandalora
per due militari.
Dalla Regione Carabinieri
Lombardia a quella dell’Emilia Romagna.
Un trasferimento gradito per
il maresciallo capo Enrico
Maria Fagandini che da domani prenderà servizio presso il Nucleo comando dei
Carabinieri di Parma.
Originario di Noceto il cambio di destinazione non può
che recare soddisfazione al
sottufficiale che così si avvicina al territorio di pro-

venienza.
Ieri Fagandini ha ricevuto il
commiato da parte del comandante della Compagnia
di Casalmaggiore capitano
Luigi Regni che ne ha ricordato le capacità e l’impegno profuso presso la stazione di Scandolara da lui
retta sino alla vigilia del trasferimento.
La stessa stazione adesso verrà affidata al neo maresciallo
marchigiano Diego Cicconi
che a 24 anni risulta essere
uno dei più giovani marescialli di tutto il territorio
nazionale.

Fagandini, che vanta un lungo curriculum, prima di approdare nel cremonese aveva
svolto servizio a Vibo Valenza e a Tropea, facendosi
una notevole esperienza in
quelle terre notoriamente
"calde" non solo dal punto di
vista climatico. Successivamente ha operato in Iraq prima di comandare a Scandolara dove il Comando Generale dell’Arma gli ha fatto
giungere la notizia dell’accoglimento della sua domanda ad una destinazione prestigiosa come quella della città di Parma. (r.p.)

DOMENICA 12 AGOSTO 2012

la Voce di Mantova

19

BASSO MANTOVANO
SUZZARESE - DESTRA SECCHIA

Per la pubblicità
su questo giornale

piazza Sordello, 12 Mantova
tel. 0376 224951 - 0376 321999
Fax 0376 225859

SAN GIOVANNI DEL DOSSO Domani sera incontro pubblico sul sisma e sull’azienda di Levata

Wsr, l’appello: “Ripartire da zero”
Il sindaco chiede di indire una nuova conferenza di servizi dopo il terremoto
di Giovanni Bernardi
SAN GIOVANNI d/D
Il sindaco Angela Zibordi
chiede che venga indetta una
nuova conferenza di servizi
sulla Wsr, alla luce del terremoto dello scorso maggio e
dopo l’avvio dei lavori della
scorsa settimana. Intanto per
domani sera il Comune ha organizzato un incontro pubblico di aggiornamento sul sisma e proprio sull’azienda di
Levata.

Una lettera spedita alcuni
giorni fa, tra gli altri, alla Provincia e al difensore civico
della Regione Lombardia.
Nella missiva il sindaco Angela Zibordi chiede lumi alla
Provincia sul perché sia stata
rilasciata
l’autorizzazione
unica alla Wsr, senza aver tenuto conto del terremoto che
ha squassato la Bassa.
Nella lettera il sindaco sottolinea come nell’autorizzazione non si faccia “nessun riferimento all’evento sismico
e alla modificazione che tale
evento ha comportato anche
alle stratigrafie dei terreni”.
Inoltre, sottolinea la Zibordi,

“non è stato effettuato nessun
sopralluogo da parte degli organi e degli enti preposti ai
controlli e pareri preventivi al
rilascio di un atto che, alla data dell’evento sismico, era in
itinere”. La Zibordi chiede
anche che, al fine di tutelare il
territorio, il Comune e i dossesi, venga spiegato perché
“non si è proceduto ad effettuare tali verifiche” e se siano
state “richieste e presentate
indagini geologiche e geotermiche adeguate”. La richiesta
finale alla Provincia è quella
di indire una nuova conferenza di servizi che tenga conto
di ciò che il terremoto ha comportato per il territorio. La lettera del sindaco arriva pochi
giorni dopo che la Water and
soil remediation, l’azienda di
Levata di Curtatone che si occupa della bonifica di terreni
inquinati, ha dato il via al cantiere nell’area Pancaldo.
Intanto per domani sera il Comune ha organizzato un incontro pubblico incentrato
sulla fase post-terremoto e
sulla Wsr. L’appuntamento
con la cittadinanza di San
Giovanni è per le 21.15 in sala
consiliare.

SAN BENEDETTO PO

Rsa, il Comune va
avanti con il bando
Il cantiere
aperto dalla Wsr
la scorsa
settimana
nell’area
Pancaldo a
San Giovanni

S.Giovanni, Mai e Breviglieri fuori dal ricorso
SAN GIOVANNI d/D - Laura Mai e
Anna Rita Breviglieri, rispettivamente
capogruppo e consigliere di minoranza,
si ritirano dal ricorso al Tar presentato un
anno fa, lo scorso agosto, contro la delibera comunale di variante all’area Pancaldo. Mossa puramente tecnica per evitare “interferenze” tra il loro attuale ruolo di consiglieri comunali e il ricorso
presentato contro un atto prodotto,
nell’inverno del 2011, dal consiglio comunale nel quale ora siedono nelle file
della minoranza. I due consiglieri invece
non si ritirano dall’altro ricorso presen-

tato sempre lo scorso agosto, questo contro la decisione della Provincia di escludere i progetti della Wsr dalla valutazione di impatto ambientale. Intanto gli
ambientalisti dossesi stanno valutando
di impugnare anche l’autorizzazione
unica rilasciata dalla Provincia lo scorso
2 luglio (l’atto che ha permesso alla Wsr
di dare il via ai cantieri). Intanto, alcuni
giorni fa, la Mai ha presentato un’interrogazione e un’interpellanza nelle
quali chiede come il Comune intenda
agire nei confronti della vicenda legata
alla Wsr e all’inizio dei lavori. (gb)

S.BENEDETTO - Il Comune va avanti con il
bando per l’esternalizzazione della casa di riposo, inserendo nel bando il trattamento economico attuale dei dipendenti della Rsa. La
decisione arriva dopo che nei giorni scorsi sono
fallite le trattative con i sindacati e con la Rsu
interna al geriatrico circa il nuovo contratto che
attende i dipendenti della Rsa. Al momento
infatti gli operatori sono dipendenti pubblici.
Con l’esternalizzazione, e di conseguenza l’affidamento dei servizi offerti dalla casa di risposo
a una ditta privata, i dipendenti del geriatrico
diventeranno dipendenti privati. La nuova situazione contrattuale però non piaceva (e
tutt’ora non piace) né alla Rsu interna alla casa di
riposo, né ai sindacati, né ai consiglieri di minoranza di Progettiamo il domani, che nell’ultimo consiglio comunale avevano sollevato perplessità e timori in merito. Da qui il tentativo del
sindaco Marco Giavazzi di trovare un compromesso: l’applicazione del “distacco per due
anni”, ovvero la garanzia, per i dipendenti, del
trattamento pubblico anche per i prossimi due
anni. La contrattazione però è naufragata. Ora il
Comune, rammaricato per l’accaduto, andrà
avanti con il bando, che comunque prevederà
l’attuale trattamento economico. (gb)

Presto i lavori all’Arrigona. Riapre il centro, sagra paesana fino a mercoledì

Truffatore
torna dietro
le sbarre

San Giacomo torna alla vita
S.GIACOMO d/S - Tutto
pronto per i lavori di messa in
sicurezza delle strutture di
Villa Arrigona che si affacciano sulla strada provinciale,
chiusa, e che sono state danneggiate dalle scosse di terremoto del 20 e del 29 maggio scorsi. Come conferma il
sindaco Paolo Bocchi, l’installazione del cantiere è prevista per il prossimo 20 agosto, mentre la settimana successiva dovrebbero partire i
lavori. Il costo dell’opera si
aggira sui 130mila euro.
I lavori verranno eseguiti sulla struttura di Villa Arrigona
(una sorta di magazzino) che
si affaccia sulla strada provinciale. La struttura (la seconda, lungo il perimetro della villa, provenendo da Poggio Rusco) è stata danneggiata dal sisma e per questo la
provinciale è chiusa già da
pochi giorni dopo la scossa
del 20 maggio. La prima
struttura che si affaccia sulla
strada e che è simile a quella
sulla quale verranno eseguiti i
lavori, è invece una chiesetta
che però ha retto l’urto del
sisma. Su questa struttura
verrà solamente applicata una
rete di protezione. Una volta
eseguiti i lavori di messa in
sicurezza, sarà possibile riaprire al traffico il tratto di
provinciale chiuso da poco
dopo il 20 maggio.
I lavori sulla struttura di Villa
Arrigona, pure gravemente
danneggiata dal sisma, non
sono invece di competenza
del Comune. La maestosa co-

struzione secentesca quindi
dovrà aspettare.
Intanto sono stati ultimati anche i lavori di messa in sicurezza sulla chiesa di San
Giacomo e di conseguenza è
stato riaperto il centro del
paese. Proprio per questo mo-

tivo stasera, domani e dopodomani (come anche l’altra sera) a San Giacomo si
terrà la sagra paesana, sebbene con toni ridotti rispetto
al solito. Per mercoledì sera
invece è stata organizzata la
cena di Ferragosto. (gb)

La costruzione
pericolante
lungo il
perimetro
di Villa Arrigona:
presto i lavori

Domani alla Festa de l’Unità a Torriana arriva Pastacci
TORRIANA - E’ previsto per domani sera
alle 21.15 nello spazio dibattiti della Festa de
l’Unità a Torriana di Serravalle a Po (foto),
l’incontro con il presidente della Provincia di
Mantova Alessandro Pastacci. Tema della
serata è l’ipotesi di accorpamento della Province, con la provincia di Mantova che

potrebbe essere destinata ad unirsi con le
province di Cremona e di Lodi. “Verso le
nuove Province” è infatti il titolo dato alla
serata. Come sempre alla festa, che dura fino
al prossimo 16 agosto, ci sono anche musica,
spettacoli e stand gastronomico con risotto,
pizze, carne, pesce fritto e alla griglia. (gb)

AL CONSORZIO DI BURANA, DA CUI GLI IMPIANTI DIPENDONO, ANDRANNO PARTE DI OLTRE 8 MILIONI DI EURO

A giorni i lavori per la messa in sicurezza degli impianti idrovori di Moglia
BASSO MANTOVANO - Potrebbero partire a giorni i lavori
per approntare le opere provvisionali urgenti relative alla
messa in sicurezza degli impianti idrovori di Moglia. Al
Consorzio di bonifica Burana,
da cui gli impianti dipendono,
andranno parte degli oltre 8
milioni di euro previsti da una
ordinanza del presidente della
Regione Emilia-Romagna e
Commissario delegato alla ricostruzione Vasco Errani.
Quello di Mondine di Moglia
sarà uno dei 47 interventi nelle
province terremotate e avrà lo
scopo di salvaguardare e ri-

pristinare della funzionalità
delle opere idrauliche pubbliche per la difesa del suolo. Gli
interventi, la cui partenza è imminente, riguardano la siste-

mazione di arginature di fiumi
e canali, di chiaviche di sbocco,
degli impianti di manovra delle
acque, degli impianti idrovori
ed irrigui ed anche i fabbricati,

i magazzini e le officine. L’ordinanza commissariale prevede che i Consorzi di bonifica
(Moglia e Burana), l'Agenzia
interregionale per il fiume Po
(Aipo) e i Servizi tecnici di
Bacino territorialmente competenti provvedano - alla prima
messa in sicurezza delle opere
di difesa del suolo e di bonifica
danneggiate dagli eventi sismici, ma anche alla rapida riattivazione degli impianti (in
particolare le idrovore) e dei
manufatti pubblici di bonifica
per la difesa idraulica contenuti
negli edifici danneggiati dagli
eventi sismici. (c.r.)

SERMIDE - Quando lo
scorso 4 agosto i carabinieri di Sermide erano andati a casa sua, dove stava
scontando ai domiciliari
una condanna per truffa,
non lo avevano trovato.
Mhamed
Bouchbouch,
51enne marocchino di Sermide, si era ripresentato il
giorno seguente, ma a quel
punto era già partita nei
suoi confronti la segnalazione per evasione dai domiciliari e l’altro ieri i carabinieri hanno eseguito
l’ordinanza di custodia
cautelare in carcere emessa
dal Tribunale di Mantova.
Bouchbouch era finito in
manette lo scorso dicembre insieme a un connazionale. I due si erano impossessati di quattro ticket
di vincita di un videogame
denominato Video-lottery,
per premi che erano già
stati incassati in precedenza da altri giocatori. Avevano incassato i primi tre,
per un totale di 540 euro,
ma quando avevano tentato il colpo grosso, con
l'ultimo ticket, quello da
500 euro, il titolare del bar
di Sermide in cui erano state effettuate le giocate si
era insospettito e aveva
chiamato i carabinieri che
poco dopo hanno bloccato
due marocchini arrestandoli per furto e truffa. Il
51enne e il suo complice
avevano patteggiato un anno di reclusione a testa.

Per la pubblicità
su questo giornale

20 la Voce di Mantova

piazza Sordello, 12 Mantova
tel. 0376 224951 - 0376 321999
Fax 0376 225859

DOMENICA 12 AGOSTO 2012

SPORT

Per la pubblicità
su questo giornale

piazza Sordello, 12 Mantova
tel. 0376 224951 - 0376 321999
Fax 0376 225859

redazione sportiva te. 0376 321397 - e-mail: sport@vocedimantova.it

UN POMERIGGIO SENZA S
INTERVISTA/1

Frutti: “I nuovi soci?
Nè visti, nè sentiti”
RONCOFERRARO - Per Sauro Frutti un pareggio che non
deve preoccupare: «Un buon
test, abbiamo fatto dei passi in
avanti sia sul piano fisico che
sul piano del gioco. Nella prima parte di gara - prosegue
Frutti - abbiamo anche creato
anche qualche occasione importante». Nessun contatto con
i nuovi soci: «Sono venuti, ma
noi non li abbiamo ancora nè
visti e nè sentiti. Ci si dovrà
incontrare a breve per cercare
di programmare il futuro di
questa squadra». (tb)

INTERVISTA/2

Bersi: “Stiamo crescendo
siamo solo un po’stanchi”
RONCOFERRARO - Davide
Bersi, sicuramente uno dei più
in palla: «Stiamo crescendo.
Abbiamo fatto molto bene nella
prima parte di gara, poi nel secondo tempo siamo calati perchè troppo stanchi dai doppi allenamenti». Sulle vicende societarie: «Non ci competono, sono
altri che devono pensarci, noi
pensiamo solo al nostro lavoro.
Una così mi sento di dire conclude Bersi -, che Bompieri
sta cercando di mettere la società in mano sicure. Per questo
motivo i tempi si sono allungati». (tb)

IL PROGRAMMA

La squadra ripartirà
domani col doppio
RONCOFERRARO - Dopo le
fatiche di ieri, per i biancorossi
sarà una domenica di riposo. Si
riprenderà domani con un doppio allenamento. Martedì e
mercoledì lo staff tecnico, in
concomitanza con il Ferragosto,
concederà due giorni di riposo
e poi di nuovo al lavoro giovedì
con allenamento alla mattina e
partitella (ancora in forse ndr)
al pomeriggio. Altro doppio venerdì e poi rifinitura sabato
mattina o domenica mattina (t)

MERCATO BIANCAZZURRO

Ufficiale Baiguerra, è
quasi fatta per Scalco

RONCOFERRARO - La Castellana ieri ha presentato il difensore Manuel Baiguerra (nella
foto) proveniente dalla Berretti
della Cremonese. Il giocatore si è
già allenato ieri mattina con i
nuovi compagni, ma non ha preso parte all’amichevole. Lunedì
dovrebbe invece essere il giorno
di Samuele Scalco, classe 1993,
centrocampista del Cittadella che
andrà ad arricchire l’organico dei
biancazzurri.

La Castellana imbriglia
un Mantova boccheggiante
Senza reti il test di ieri a Roncoferraro: poche occasioni da rete, alla
fine vincono il grande caldo e la paura di perdere delle due squadre
RONCOFERRARO - Nessun
vincitore nell’amichevole tra
Mantova e Castellana, l’ultima
dei biancorossi, prima della sfida di Coppa Italia contro il
Castiglione, in programma domenica. Un pari senza reti, che
però ha messo in evidenza, so-

0

prattutto nella prima parte di
gara, dei miglioramenti sia dal
punto di vista fisico che dal
punto di vista del gioco. L’avvio è tutto di marca biancorossa: buone incursioni degli
esterni Spinale e Colonetti che
creano non pochi problemi alla

0

MANTOVA

CASTELLANA

(5-3-2)
Festa (46’ Bonassi)
Ber tin
Girelli
Bersi
Mambrin (80’ Aldrovandi)
Colonetti
Spinale
Maschio
Burato
Vignali (80’ Tomasello)
Franchi

(4-3-3)
Maifredi (46’ Bonizzi)
Valladres (80’ Formentini)
Mariani (46’ Guatta)
Bettenzana (72’ Dossena)
Napolano
Chiapparo (61’ Corradini)
Boldini
Arioli
Graziani
Magnini
Coppiardi (11’Mazzali 80’Borgonovi)

Allenatore
Frutti

Allenatore
Cogliandro

A disposizione
Chiozzi, Giovannini, Pasquali,
Perani, Peralta, Nouhi, Coffani.

A disposizione
Nessuno

Arbitro: Olmi di Mantova
Reti:
Angoli: 7-2 per il Mantova. Recupero: 0’ e 0’
Note: 200 spettatori

Ciccio Graziani a caccia del pallone

retroguardia della Castellana.
Si muovono bene le punte Vignali e Franchi, ma l’assenza di
Del Sante si è fatta sentire eccome. La prima occasione è
per il Mantova che al 21’ incrocia bene di destro, ma il suo
tiro finisce debolmente a lato di
Maifredi. Per la Castellana, si
fa vedere l’ex di turno “Ciccio”
Graziani che prova a smistare
palloni per i compagni di reparto, ma la difesa virgiliana
applica bene la trappola del
fuorigioco. Il Mantova si rifà
sotto nel finale con Spinale che
da calcio d’angolo di Bersi la
spizzica alta sopra la traversa.
Al 43’ Franchi illude i 200
spettatori, che vedono muoversi la rete, ma il pallone la
tocca solo dall’esterno. Nella
ripresa valzer di cambi da una
parte e dall’altra per dare freschezza alla manovra. Se nella
prima parte la Castellana ha
subito il possesso palla biancorosso, nella ripresa gli uomini di Cogliandro s’impadroniscono del gioco. Al 49’ Graziani ha la possibilità di portare
i suoi in vantaggio, ma il suo
destro è troppo debole per Bonassi. Per rivedere il Mantova
all’attacco bisogna attendere il
58’ quando viene annullato un
gol a Burato per il fuorigioco di
Vignali. Due minuti dopo è la
Caste a sfiorare il gol, con un
colpo di testa in tuffo di Magnini che a porta sguarnita,
manda fuori. Poi più nulla. Regnano il caldo e la fatica di due
squadre ancora alle prese con
la preparazione estiva. Con
questa amichevole, il Mantova
conclude le prove generali in
vista degli impegni ufficiali che
cominceranno, come detto domenica. Uno 0-0 che non deve
preoccupare. piùm di così, vista la situazione che regna attorno alla squadra biancorossa,
non si può chiedere. tombel

SPORT

DOMENICA 12
AGOSTO

2012

RONCOFERRARO - Tanti ex ieri al Nuvolari di Roncoferraro per
salutare i vecchi compagni. Presenti Miko Bellodi con prole, il
difensore Alfonso Caruso in cerca di squadra e magari di una
chiamata da Mantova, il mancino Elia Pavesi ora al Trissino, e il
centrocampista Davide Micheloni, anche ex Castellana.

LA SFILATA

Ex al Nuvolari: Pavesi
Caruso, Bellodi e Micheloni

SUSSULTI

la Voce di Mantova

L’INCONTRO

Tifosi e nuovi soci, patti
chiari amicizia lunga

21

RONCOFERRARO - I tifosi
parlano ai soci della cordata
bergamasca durante il primo
tempo della partita allo stadio
di Roncoferraro.

I NUOVI SOCI IERI ALL’AMICHEVOLE DEI BIANCOROSSI

CASA CASTELLANA

Mister Cogliandro: “Siamo
ancora in fase embrionale”
RONCOFERRARO – «Siamo ancora in fase embrionale - dice Vincenzo Cogliandro -. Il caldo si fa
sentire in un momento di preparazione intensa e domani faremo
ancora allenamento. C'è ancora
molto da lavorare perchè la squadra è completamente nuova. Salteremo la prima di Coppa Italia e
cercheremo di sfruttare al meglio
una settimana in più per prepararci
che ci servirà per il campionato.
Mi aspetto molto da Graziani che
voglio preparato a puntino dovendosi gestire in un modo diverso».
C'è ottimismo e la consapevolezza
che la rosa è ristretta anche da parte del d.s. Mauro Viola “«Dobbiamo sistemare qualcosa con le
quote una squadra per nove undicesimi nuova. Cercheremo di inserire un paio di giocatori ma sempre giovani in una rosa attuale di
14-15 giocatori. Sono soddisfatto
della prova della difesa pur avendo
i due centrali indietro con la preparazione: bene Arioli e a sprazzi
il centrocampo con Magnini che è
un giocatore che sarà molto importante e un generoso Graziani».
Anche il vice presidente Paolo Pederzani è fiducioso. «Le amichevoli non fanno testo ma la squadra
mi è piaciuta nonostante le difficoltà di budget e la rosa ancora
ristretta. Arioli, eterno giovane, e
Graziani saranno le due chiocce in
mezzo ad un gruppo giovane in un
girone di ferro». (sm)

IL MANTOVA AD INIZIO GARA
COLONETTI

MAMBRIN
BURATO
VIGNALI
BERSI
MASCHIO

FESTA

FRANCHI
GIRELLI

SPINALE

La cordata bergamasca: da sinistra Tartari, Bianco, Passera e Nicoli (foto 2000)

Ecco i bergamaschi: poche
parole ed ora largo ai fatti
Domani la presentazione dell’organigramma
ieri vertice societario in un bar di Roncoferraro
RONCOFERRARO - Sono
arrivati pochi istanti prima
del fischio d’inizio dell’amichevole e se la sono guardata
tutta accanto a Bruno Bompieri e Gianbattista Tirelli.
I quattro componenti la cordata bergamasca hanno finalmente un volto ed anche
un nome: oltre al già noto
Ezio Passera, ieri al Nuvolari di Roncoferraro c’erano il futuro presidente Bruno
Bianco e gli altri soci Tartari
e Nicoli, oltre ad un paio di
amici. Poche parole per loro,
tanta curiosità e l’impressione di essere finiti in un mondo a loro parecchio estraneo.
Tuttavia, quasi tutti hanno
impiegato poco a familiarizzare con l’ambiente e questo
grazie anche agli onori di
casa fatti dal presidente Bom-

Primo conciliabolo a bordo campo

pieri, da un Tirelli versione
ferragostana e dai dirigenti
Fincatti e Ruberti. Anche i
tifosi ci hanno messo del
loro, soprattutto gli ultrà, presenti in gran numero, e protagonisti alla fine del primo

tempo di un sermone di benvenuto ai nuovi soci. La ripresa del derby amichevole è
stata vissuta a bordo campo
da tutti quanti salvo poi uscire senza però passare a salutare la squadra.

La partita, diciamolo subito,
è stata semplicemente l’occasione per combinare un incontro tra vecchi e nuovi
proprietari, tant’è che al triplice fischio finale i bergamaschi e i soci del Mantova
Fc si sono ritrovati in un
locale di Roncoferraro per
definire i dettagli dell’operazione d’acquisto. Sicuramente sarà stata anche l’occasione per fissare i programmi dei prossimi giorni e a
quanto pare domani sarà il
giorno in cui verrà svelato
l’organigramma societario,
che per ora conta alcune caselle vuote. Mancano un direttore generale, o amministratore delegato, e un direttore sportivo, che verrà comunque scelto con calma nei
prossimi giorni.

BERTIN

Bianco: “Lavoreremo senza Passera: “Abbiamo bisogno
fretta per non sbagliare”
di gente che sappia di calcio”

LA CASTELLANA DI PARTENZA
NAPOLANO

COPPIARDI
BOLDINI

BETENZANA
ARIOLI

GRAZIANI

MAIFREDI
MARIANI

CHIAPPARO
MAGNINI

VALLADARES

CASTIGLIONE - Terza amichevole oggi per il
Castiglione, la matricola della Seconda divisione: dopo l’1-1 di Castel Goffredo sabato corso,
dopo il 2-1 di giovedì a Carpenedolo col Lumezzane, oggi è la volta della Feraldi Salò, altra
squadra, come il Lumezzane, di Prima divisione:
il test è in programma a Salò alle 16. Il 2-1 col
Lumezzane tiene ancora banco a Castiglione:
per il risultato (il punteggio finale avrebbe potuto
essere assai più rotondo) ma anche, e forse soprattutto, per come è maturato. E’ piaciuta tutta
la squadra nel suo insieme, e sono piaciute alcune individualità, che sicuramente non guastano. Sarà vero che il calcio d’agosto non fa testo,

RONCOFERRARO - C’era molta curiosità attorno alla figura di Bruno Bianco il
futuro presidente del Mantova, che ieri per
la prima volta si è presentato agli sportivi
virgiliani. Giovane e giovanile, Bianco però è una persona che non ama la luce dei
riflettori: «Una buona partita - ha detto -,
ma la squadra va rinforzata». Poche parole, tutte estremamente dosate e misurate
anche per quanto riguarda l’assetto societario: «Stiamo lavorando, dateci un po’
di tempo siamo appena arrivati. Faremo tutto entro un paio di giorni,
ma non vogliamo essere presi dalla foga altrimenti corriamo il
rischio di sbagliare».

Oggi tocca al Castiglione
Per i rossoblù test a Salò
Alle ore 16 Mattia Notari contro l’altro ex Emiliano Tarana

RONCOFERRARO - Il più loquace del
gruppo è Ezio Passera anche se a dire la
verità si sbottona pochissimo. «Ho visto un
buon Mantova, che però necessita di qualche rinforzo. Il gioco c’è e si vede. L’allenatore? Cercheremo di definire la questione nel giro di qualche ora, così come
definiremo anche la figura del direttore
sportivo. C’è bisogno di qualcuno che sappia muoversi nel mondo del calcio, perché
noi ne sappiamo poco. Stiamo valutando
attentamente diverse soluzioni, d’altra parte abbiamo preso in mano
le cose solamente poco tempo fa.

ma a nostro parere è sempre meglio vincere che
perdere, soprattutto per il morale di una matricola che si accosta al mondo professionistico
per la prima volta dopo una gestione del salto di
categoria abbastanza tribolata. Tutto è bene quel
che finisce bene, nel senso che l’iscrizione al
campionato non era così scontata. Rimangono
da definire alcuni passaggi, come quello di conoscere il nome del main sponsor che figurerà
sulla maglia rossoblù. «Mi farebbe piacere - ci
diceva nei giorni scorsi il direttore generale Rossano Zilia - se si trattasse di un’azienda che in
qualche modo possa rappresentare l’intero Alto
Mantovano. Un’azienda identitaria del territorio

che la squadra rappresenta». L’assenza del main
sponsor sulla maglia è stata notata da alcuni
sportivi anche nell’amichevole di Carpenedolo.
Al termine dell’incontro col Lumezzane, l’allenatore Lorenzo Ciulli aveva parlato di «progressi rispetto al test di Castel Goffredo. I ragazzi stanno mettendo in pratica sul campo quel
che proviamo nel corso degli allenamenti. Cose
semplici, ma efficaci». Il mister ha tutti gli atleti
a disposizione. Rispetto a giovedì potrebbero esserci avvicendamenti, riferiti naturalmente alla
formazione di partenza. Per esempio Notari, impiegato nella ripresa a Carpenedolo, dovrebbe
partire dal primo minuto, così come Marongiu.

22

SPORT

la Voce di Mantova

DOMENICA 12
AGOSTO

2012

ECCELLENZA

4

GLI EX BIANCOROSSI

2

Nik Lampugnani e
Negrisoli, ritrovarsi
e sentirsi “a casa”

CASTEISANGIORGIO

AMATORI NOGARA

(4-4-2)
Nasi (1’st Montalenti)
Pinna (30’st Pinardi)
Negrisoli (1’st Olivetti)
Lampugnani (23’st Stocchini)
Ruggeri (13’st Fantini)
Terragin (30’st Santoro)
Zampedri (13’st Bevini)
Cerruti (20’st Tardiani)
Tonolli (20’st Vicenzi)
Panigada (6’st Festoni)
Triglia (1’st Broccanello)

(4-4-2)
Marsotto
Lorenzi
Meneghelli
Mele
Spadini
Ganea
Vincenzi
Comunian
Bedoni
Segna
Fraccaroli

Allenatore
Cristofoletti

Allenatore
Baù

A disposizione
Nessuno

Entrati
Vecchini, Manara, Odaro, Vaccari,
Parolin, Vecchiato, Friziero

Reti: 21’ rig., 36’ e 43’ Panigada, 32’ Lorenzi, 3’st Broccanello, 43’st Odaro
Note: Giornata molto calda. Spettatori 100 circa. Calci d’angolo 4-2 per il
Casteisangiorgio

SAN GIORGIO - Quasi
come se il tempo non si
fosse mai fermato. Matteo
Negrisoli (nella foto) e Nicola Lampugani si sono
ritrovati quasi a dieci anni
di distanza. Allora Negrisoli esordiva nel Mantova
di Di Carlo in C2, mentre
il “Lampo” di quella squadra era uno dei senatori.
Oggi sono la spina dorsale
della retroguardia del Castei e per entrambi è un po’
come sentirsi a casa: «Con
il Lampu - dice Negrisoli c’è un’intesa perfetta. Meccanismi da affinare, ma il
tempo ci darà un mano».
Lampugnani invece tira fiato per il grande caldo: «Siamo solo alla prima partita,
abbiamo parecchie cose da
sistemare, ma per quanto
visto mi sembra ci siano
ottime potenzialità».

Il Casteisangiorgio sceso in campo ieri contro il Nogara (foto 2000)

Panigada show, il Castei gongola
Il bomber entusiasma: tre gol in 50’. Nella ripresa segna Broccanello
SAN GIORGIO - Non avrebbe
dovuto giocare per via di condizioni fisiche non perfette, ijnvece Stefano Panigada è sceso in
campo lasciando il segno. E che
segno. Tre gol in 50 minuti sono
il biglietto da visita di questo
giocatore, che ha impressionato
per le sue qualità tecniche, forza
e capacità di attaccare lo spazio.
Un attaccante che fa reparto da
solo e probabilmente troverebbe
ideale collocazione in un tridente oppure con due o tre giocatori
alle spalle. Ieri, invece, Cristofoletti ha scelto un facile 4-4-2
per scoprire il suo Castei alla
prima uscita stagionale contro
l’Amatori Nogara, formazione
che milita nel campionato di
Promozione. A parte il risultato,
quello che si è visto nella mattinata di ieri è un Castei, che
promette bene, perché fin da subito ha mostrato la propria quadratura, la propria solidità. Anche nei giovani, che il mister ha
preferito schierare sugli esterni,
il Castei sembra essere abbastanza coperto, anche se ad agosto tutto può essere il contrario
di tutto. La soddisfazione
espressa dal tecnico giallorosso
a fine gara è assolutamente legittima, tuttavia non mancano le
note negative, ma sarebbe
preoccupante se non ci fossero.
Le tre linee ad esempio faticano
molto a raccordarsi palla a terra,
probabilmente si tratta di automatismi da oliare, ma nella
ripresa senza Zampedri e Cerrutti il centrocampo ha boccheg-

giato correndo a vuoto senza
riuscire a confezionare palloni
giocabili, nonostante il gran movimento di Festoni e Broccanello. Nel primo tempo, il Castei
ha creato più gioco, il pallone
anche se a ritmo non eccelso, è
circolato con maggiore disinvoltura attraverso verticalizzazioni interessanti, che hanno
mandato a nozze bomber Pa-

nigada in almeno tre, quattro
circostanze. Uscito per infortunio Terragin dopo mezzora (distorsione alla caviglia), al suo
posto il brillante Santoro, molto
meglio di Tonolli sulla fascia
alta, mentre dietro Ruggeri, benché in prova, ha dato dimostrazione di potersi integrare bene in
questo mosaico. Lo stesso dicasi
per Cerrutti in mezzo al campo:

buoni tempi e buona visione di
gioco ne fanno un giocatore sul
quale la società giallorossa potrebbe farci più di un pensierino.
In attacco ha fatto molta fatica
Triglia, ma giocare al fianco di
Panigada non deve essere semplice. Problemi non se ne è invece fatti Broccanello che nella
ripresa è riuscito subito a centrare il bersaglio grosso racco-

gliendo in area piccola una corta
respinta del balbettante portiere
ospite. Un punto esclamativo,
quest’ultimo, dopo i fuochi artificiali di Panigada nel primo
tempo: l’attaccante ex Oltrepò si
è procurato un rigore, lo ha segnato, ha realizzato altre due reti
ed in mezzo almeno tre palle gol
sprecate. Se il buongiorno di vede dal mattino... (alt)

IL CASTEI AD INIZIO GARA
TONOLLI
RUGGERI

NEGRISOLI

TRIGLIA
ZAMPEDRI

NASI
CERRUTI
LAMPUGNANI

PANIGADA

PINNA
TERRAGIN

Panigada attorniato da un nugolo di avversari veronesi

IL MISTER

Cristofaletti: “Questa squadra ha delle
ottime potenzialità. Andiamo avanti così”
SAN GIORGIO - Il tecnico
giallorosso del Castei Sergio
Cristofoletti ha trascorso tutto
il tempo dell’amichevole in
piedi davanti alla panchina a
dare indicazioni ai suoi. Tanti
applausi, tante parolone non di
uso comune per gli urlacci
dell’allenatore, e un concentrato di soddisfazione, che si
fonde a fine gara sotto il cocente sole di mezzogiorno:
«Sono molto soddisfatto della
mia squadra - dice -, sia per
quanto fatto vedere nel primo
tempo, sia per quello che ho

visto dopo. Chiaro che ci sono
parecchie cose da rivedere e
altre da vedere, ma la squadra
mi ha fatto un’ottima impressione. Bene i “vecchi”, molto
bene i giovani. Insomma tante
buone cose che lasciano ben
sperare per il futuro. Panigada?
Ha dei numeri, speriamo mantenga questa tinta, perché ci
verrà utile. Sono quindi contento di questa prima settimana
di lavoro, che si è sintetizzata
nel buon test di oggi contro il
Nogara. Ora andiamo avanti
così».

Mister Cristofaletti prima del match

PROSSIMO TEST MARTEDI’ COL CASTIGLIONE BABY

Ruggeri convince: presto la firma

Lampugnani blocca un avversario

CASTELBELFORTE - Con una tripletta di Panigada, il Castei ha
battuto ieri mattina l’Amatori Cerea. Soddisfazione del diesse Riccardo Montefameglio, che dice: «Al di là del risultato finale, ho visto
la squadra muoversi bene. I tre gol di Panigada si commentano da soli.
Avanti così». Il dirigente precisa i prossimi impegni: martedì 14, alle
17.30, sul campo di San Giorgio sarà ospite la Berretti del Castiglione;
il 18, alle 16, sempre sul campo di San Giorgio, sarà ospite il Cerea di
serie D; infine, il 22, alle 18, test a Villafranca. I giocatori in prova,
Ruggeri e Cerruti, ieri hanno giocato un’ora: per Ruggeri, un difensore esterno, si dovrebbe “chiudere” a giorni; per Cerruti si vedrà.

SPORT

DOMENICA 12
AGOSTO

2012

la Voce di Mantova

23

PROMOZIONE
MARMIROLO - Ieri mattina
la campanella è suonata anche
per il Marmirolo. Tutti presenti, eccettuato Benato, una
quota del ‘95 che si metterà
oggi a disposizione dell’allenatore Davide Marmiroli.
«Siamo contenti - dice il presidente Roberto Ballotari - di
ricominciare. La squadra è
molto giovane, ma non mancano i giocatori che possono
dare una mano a far crescere i
ragazzi. Come tutte le altre
formazioni, anche noi cerchiamo di volare bassi, senza grandi traguardi, anche se a mio
parere la squadra è in grado di
far bene. Naturalmente bisognerà vedere come si sono
mosse sul mercato le altre
squadre del girone, girone nel
quale non mancano le novità
tutte da verificare».
In effetti, il Rullo si presenta
nuovo per larga parte: evitati i
play out proprio sulla dirittura
d’arrivo, confermato l’allenatore Marmiroli e alcuni giocatori, la società ha deciso di
dare spazio ai giovani, in numero ben superiore agli obblighi regolamentari.
Dopo la consegna del materiale sportivo, i convocati hanno iniziato a faticare. Nel gruppo c’erano anche due giocatori
aggregati: si tratta di Martino
Olivetti e del baby (‘93) Bissoli, un difensore lo scorso
anno a Lugagnano. «Martino conclude il massimo dirigente
- si sta allenando con noi,
saremmo contenti se rimanesse, ma dipenderà da lui accettare o meno la nostra offerta, anche se non è una questione meramente economica». Si vedrà nei prossimi giorni.
Il programma delle amichevole prevede mercoledì 15, alle
9.30, un galoppo in famiglia a
ranghi contrapposti; sabato 18,
alle 17.30, a Marmirolo sarà

LA ROSA
PORTIERI
Mattia Signorini
Alessio Manzini
Alessandro Pegorari
Luca Pirondini
DIFENSORI
Francesco Beggi
Nicolas Botazzi
Claudio Cavagnini
Davide Benato
Enrico Tiana
Daniele Arioli
Giovanni Tirelli
Mattia Mortara
CENTROCAMPISTI
Alex Serraino
Manuel Campanelli
Matteo Ambroso
Nicola Iacovino
Nicholas Faini
Pietro Pezzo
ATTACCANTI
Giulio Centonze
Diego Grigoli
Federico Passarino
Joele Benaglia
Mattia Bianchi
Antonio Saponaro
Jordy Fasdelli
AGGREGATI
Martino Olivetti
Sebastiano Bissoli

1991
1994
1995
1995
1992
1993
1979
1995
1991
1983
1994
1995
1993
1995
1983
1994
1994
1995

Il Marmirolo ha tolto i veli
C’è anche Martino Olivetti
Agli ordini di Marmiroli tanti giovani e a sorpresa anche l’ex centrocampista
di Castellana e Castellucchio. Patron Ballotari: “Speriamo rimanga con noi”

1992
1992
1991
1993
1995
1993
1994
1985
1993

Prime corse per i giocatori del Marmirolo

Mister Marmiroli con il vice Brunoni (foto Sandrini)

ospite il Villafranca; il 22, alle
20 sempre a Marmirolo, test
col Quaderni. Questo sarà l’ultimo test prima degli impegni
ufficiale, il primo dei quali è in
programma domenica 26 per la
Coppa Italia: a Marmirolo, alle
15.30, ci sarà la matricola Bagnolosangiacomo; il 30 secondo incontro di Coppa, alle
20.30 a Bedizzole; il 2 settembre ultimo turno di Coppa
con il Ghedi ospite a Marmirolo. Il campionato prenderà
il via il 9 settembre.

GOVERNOLESE

LA ROSA DEI

Brilla Messedaglia
nel test in famiglia

BIANCONERI

Mancano un centrocampista e una punta
Portieri - Stefano Marchi (77), Lorenzo Peruffo (94)
Difensori - Mattia Brontesi (94), Diego Bosio (94), Matteo Bottardi (95),
Simone Chizzolini (93), Davide Gusberti (90), Nicola Santini (83), Pietro
Tomasi (93), Gianluca Zanoni (92)
Centrocampisti - Alberto Alessandria (93), Alberto Castagna (94), Guido
Contesini (94), Paolo Gallina (85), Oussama Khatbane (96), Marco Maroni
(92), Riccardo Nicoli (92)
Attaccanti - Josè Basnueva (88), Giacomo Dall’Era (92), Andrea Delorenzis
(95), James Morselli (94)
Aggregati - Massimiliano Avetta (96), Steven Osei (96), Lorenzo Sattin (95)

Gianluca Zanoni tra i pochi “superstiti” della passata stagione

CASTELLUCCHIO - Suona
di buon mattino la sveglia del
Castellucchio, che si radunerà
alle 10 al “Martelli” per il primo allenamento agli ordini di
mister Maurizio Anselmi. E’
un po’ l’anno zero della società
bianconera, che dopo la retrocessione della passata stagione
ha voltato decisamente pagina
affidando la ricostruzione alla
guida esperta dell’ex tecnico
della Rove. La squadra è stata
rivoltata come un calzino: se ne
sono andati tutti i “big”, dai

Castellucchio, anno zero
Anselmi raduna la truppa
“Stavolta niente proclami”

fratelli Olivetti a Zampedri,
da Beschi a Vincenzi. Se n’è
andato anche bomber Picetti,
che ha lasciato un “buco” in
attacco. La dirigenza è al lavoro

per trovare presto un degno sostituto da mettere a disposizione del tecnico. Nella lista
della spesa c’è anche un centrocampista di qualità ed espe-

MERCATO

MANTOVA - Il Suzzara ha chiuso la trattativa col Reggiolo per portare
in bianconero il giovane centrocampista Marco Carra, mentre il
Monzambano si rinforza con l’attaccante Celotto (‘92), della Castellana, la scorsa stagione alla Bassa Bresciana. Sfuma invece per il
Sermide la possibilità di tesserare Ruzatis, passato alla Bondenese.
Rientrano nel Segnate il difensore Davide Bocchi e il centrocampista
Marco Zuccoli, la scorsa stagione inattivi. Il giovane attaccante
Adrian Lungu, dalla Roverbellese, è l’ultimo acquisto del Lunetta.

Il Suzzara prende Carra
Celotto al Monzambano

Mister Maurizio Anselmi

rienza. Vista l’età media bassissima della rosa, questa squadra potrebbe pagare dazio proprio sul piano dell’esperienza,
ma dare spazio ai giovani è

stata una precisa scelta della
società, che l’anno scorso è stata tradita proprio dagli elementi
di maggiore caratura. «Stavolta
niente proclami» è il motto dei
bianconeri,
evidentemente
scottati dalla retrocessione e
costretti a ridurre il budget per
la defezione di alcuni sponsor.
Resta al fianco del Castellucchio l’azienda Costa & Zaninelli, nella cui sede si svolgerà
come da tradizione, all’ora di
pranzo, la presentazione ufficiale della squadra.

GOVERNOLO - I Pirati hanno
chiuso la prima settimana di preparazione con una partitella in famiglia a ranghi misti. Solo una
sgambata, giusto per smaltire le
tossine di cinque giorni di duro lavoro. I ragazzi di mister Francesco Rossi non si sono comunque
risparmiati, dimostrando una condizione fisica già apprezzabile e
buoni spunti tecnici. In particolare
si è messo in bella evidenza il giovane attaccante Lorenzo Messedaglia (nella foto), autore di una
doppietta. Toccherà a lui raccogliere l’eredità di Kevin Lasagna,
finito in serie D a Cerea, e se il
buon giorno si vede dal mattino...
Tra i marcatori di giornata figurano anche Scaini, il vecchietto
della compagnia, Frutti e Vaina.
Non ha preso parte alla partitella
Mortari, tenuto precauzionalmente a riposo per un problema al
collo del piede, così come Vecchi,
Battistelli e Valenti, ancora in vacanza. Mister Rossi ha concesso
alla truppa quattro giorni di riposo,
la preparazione riprenderà quindi
giovedì. Sabato prossimo prima
amichevole al “Vicini” col Porto.

24

la Voce di Mantova

PILASTRI

SPORT

DOMENICA 12
AGOSTO

2012

Piazzamento: 3° posto
Punti: 58 Gare: 30
Gol fatti: 61 Gol subiti: 31

Open a 11 Promozione
GIRONE B

QUINGENTOLE
Open a 11 Promozione

Piazzamento: 5° posto
Punti: 52 Gare: 30
Gol fatti: 42 Gol subiti: 25
GIRONE B

SPORT

DOMENICA 12
AGOSTO

2012

la Voce di Mantova

25

PALLAVOLO

OLIMPIADI

Savani e l’Italvolley
giocano per il bronzo
Alle ore 10.30 la sfida per il terzo posto contro la Bulgaria
Per gli azzurri la rivincita dopo il ko nel girone eliminatorio
LONDRA - Stamattina (ore
10.30) a Londra Cristian Savani e compagni cercano di
conquistare la medaglia di
bronzo nella finale terzo/quarto posto delle Olimpiadi. Non
sarebbe la prima volta che gli
azzurri centrano il podio, anche se ancora la bacheca della
nazionale non può mostrare a

IL PROGRAMMA DELLA COPPA ITALIA
Domani
Finale “Trofeo Spezia” Jnr femm.
Veneto-Piemonte, ore 10.30
Semifinale A
Callianetto-Somma, ore 16
Semifinale A - Vincente (MedoleIeri

Solferino) vs Carpeneto, ore 21

SERIE A

Martedì

Quarti di finale

Finale “Trofeo Spezia” Allievi m.

Callianetto-Castellaro

13-5

Medole-Solferino

-

Trentino-Veneto, ore 10.30
Finale femminile serie B, ore 15

Oggi

Finale femminile serie A, ore 17

Finale “Trofeo Spezia” Allievi femm.

Finale Serie B maschile, ore 21

Piemonte-Trentino, ore 10.30
SERIE B
Semifinali
Goitese-Guidizzolo, ore 16
Castiglione-Bardolino, ore 21

Mercoledì
Finale “Trofeo Spezia” Jnr m.
Trentino-Piemonte, ore 10.30
Finale Serie A maschile, ore 16

tutti la medaglia più preziosa.
Come quattro anni fa a Pechino
ci si gioca il terzo gradino del
podio. Allora fu la Russia a
regalarci la medaglia di... cartone, dopo che il Brasile ci
sbarrò, come a Londra, la strada della finale. Per Berruto e i
suoi ragazzi sarebbe davvero
bello finire con una medaglia

al collo dopo un Olimpiade
giocata fra alti e bassi. Stamattina va resettato tutto e
bisogna battere la Bulgaria per
prenderci una rivincita dopo la
sconfitta nel girone eliminatorio, ma soprattutto per andare a vincere una medaglia
olimpica e poco importa se non
è del metallo più pregiato che
sarà un affare tra il Brasile e la
Russia in una sfida che alle 14
si preannuncia stellare. Prima
però tocca a Savani e compagni provare ad entrare nelle
statistiche della competizione
a cinque cerchi. La medaglia
resta, e prendiamo esempio da
quanto le brasiliane hanno fatto ieri con le favorite statunitensi, uscite dal campo stordite dalla torcida verdeoro.
Nessuno mette in dubbio il
valore di questa squadra e del
suo capitano coraggioso, alla
sua prima Olimpiade a 30 anni.
Tornare da Londra con una
medaglia al collo avrebbe tutto
un altro sapore. Noi saremo
incollati davanti al televisore
per fare il tifo per la nazionale
italiana e il suo capitano. Provaci ancora Cristian.
Sergio Martini

TAMBURELLO

Coppa Italia, Castellaro esce a testa alta
Il Callianetto non perdona. Serie B: oggi le semifinali Goitese-Guidizzolo e Castiglione-Bardolino
CALLIANETTO
CASTELLARO

13
5

3-0, 4-2, 7-2, 8-4, 11-4, 13-5
CALLIANETTO
Beltrami, Petroselli, M. Festi,
Cavagna, Previtali. A disp.: Bottero,
Della Valle. D.t.: Leonardi.
CASTELLARO
Ferrero, Gasperetti, Marcazzan, Ioris,
Ghizzi. A disp.: Nobis e Brignoli. D.t.:
Tabai.
ARBITRO Caliaro (Vr).
NOTE Quaranta pari: 5-2 per il
Callianetto. Durata match: 2h45’.

Gasperetti (Castellaro)

CICLISMO

SOMMACAMPAGNA - Come da pronostico il Callianetto ha vinto il confronto dei
quarti di finale della 33ª Coppa Italia, ma gli atleti del
Castellaro sono usciti a testa
alta. Tutti hanno giocato a viso
aperto, senza paure, dando vita ad un interessante match
contro una compagine più tecnica, più esperta. Il 13-5 però è
risultato un po’ bugiardo, perchè i collinari avrebbero meritato senz’altro qualcosa in
più per come si sono battuti in
campo. Ottima la prestazione
di Marcazzan, Ferrero e Gasperetti. Il Callianetto in se-

mifinale troverà il Sommacampagna, 13-9 al Monte. Ieri
in notturna è andato in scena il
derby Medole-Solferino. Quest’oggi si prosegue con il trofeo Spezia allievi femminile:
la finale è tra Piemonte e
Trentino. Nel pomeriggio fari
sulla serie B con il derby tra
Goitese e Guidizzolo. Le due
mantovane si giocano un posto in finale. Alle ore 21 l’altra
virgiliana, il Castiglione, affronta il Bardolino. Tre “nostre” squadre tra le prime
quattro che si contengono la
Coppa è davvero un bel bottino.

BASKET SERIE D MASCHILE

Il team di Bertoletti fa festa con Polivoda
I baby di Viadana Bike, Ciclo Club e Mincio Chiese in gara a Carpenedolo

Andrea Dal Col (Bottoli)

Il capitano azzurro Cristian Savani

MANTOVA - Sabato di soddisfazioni per il ciclismo
mantovano; ieri a Casalnoceto (Al) nel Circuito di Casalnoceto ad esultare per la
vittoria è stato Oleksandr
Polivoda del General Store
Mantovani, formazione veneta diretta dall’ex professionista virgiliano Simone
Bertoletti. In questo team,
che è al suo secondo centro
stagionale dopo quello di
Forner a Roncolevà e le nove
piazze d’onore, tra le altre
cose, si stanno mettendo in

evidenza tre giovani mantovani quali Loris Pezzini, Andrea Cordioli e Isaia Modena. Fermi, invece, i ragazzi
del Bottoli Trevigiani Dynamon che oggi saranno impegnati da un lato nella prestigiosa gara di Poggiana
(Tv) e dall’altro ai campionati europei. Al test continentale prenderanno parte,
con la maglia della nazionale
azzurra, Marco Coledan,
Andrea Dal Col e Michele
Scartezzini, con quella
dell’Albania, Eugert Zhupa,

e infine con quella della Repubblica Ceca, Jakub Novak. In ambito giovanile gli
appuntamenti odierni sono
tutti fuori dai confini locali. I
baby del Viadana Bike, del
Ciclo Club 77 e del Mincio
Chiese saranno di scena a
Carpenedolo. A Prati di Correggio gareggeranno gli allievi del presidente Guido
Morelli mentre gli juniores
diretti da Marco Bertoletti
punteranno al successo nel
test in programma a Pescantina. (bio)

Viadana, altro ritorno
Ecco l’ala Roberto Setti
VIADANA - Roberto Setti
(‘85) è il secondo acquisto
dell’Ecology System di Denis
Tellini, prossima ad una nuova
avventura in serie D. E’ un’ala
grande e nella scorsa stagione
era in forza nelle Aquile Luzzara, impegnate nella D
dell’Emilia Romagna. Per la
verità è un ritorno a Viadana,
visto che Setti ha vestito la
maglia dei rivieraschi quattro
stagioni or sono, quando ci fu
la retrocessione in Promozione. Come è noto il primo colpo
di mercato del team del pre-

sidente Massimo Pizzetti è
stato Grazzi giunto da Piadena, e anche per lui si è
trattato di un gradito ritorno.
L’arrivo di Setti fa felice il
presidente Pizzetti, dopo aver
incassato di recente due no,
prima dal pivot Francesco
Bacchi, che ha preferito accettare l’offerta della Coopsette Castelnovo Sotto, poi di
Ciavolella, col quale l’accordo
sembrava fatto, ma che si è poi
accasato al Novellara, visto
che la dirigenza reggiana gli ha
trovato un lavoro.

26

NECROLOGIE

la Voce di Mantova

È mancata all’affetto dei suoi cari

È mancato all’affetto dei suoi cari

di anni 88

Il S. Rosario sarà recitato oggi, domenica 12 agosto, alle ore 20 presso
l’abitazione.

Commessaggio, 12 agosto 2012

Mantova
Tel. 0376/319711

On. Fun. FERRI
Gazzuolo - Sabbioneta
Tel. 0376 97135

Non guardare l'orizzonte ma cerca
l'infinito.
Ciao SANDRO

Sandro NEGRI
Pittore

Ne danno il triste annuncio le figlie
AURORA con GIUSEPPE, LEDA
con DAVIDE, i nipoti SILVIA con
ROBERTO, DAVIDE, LUCA, le adorate pronipoti ALICE e GIULIA, cognate, nipoti e parenti tutti.

Si ringraziano anticipatamente tutti
coloro che interverranno alla cerimonia.

AGOSTO

2012

È mancato all’affetto dei suoi cari

Ferruccio ROVERATO

Romilda FORNASARI
ved. SILOCCHI

I funerali si svolgeranno domani,
lunedì 13 agosto alle ore 9.30 partendo dalla propria abitazione in viale Marconi, n. 9 per la chiesa e il
cimitero locali.

DOMENICA 12

La tua grande famiglia.
Possiamo salutarlo allo Studio Spazio Negri di Montanara (MN).

Gino TERZIOTTI
di anni 83
Ne danno il triste annuncio la moglie CESARINA SACCHI, i figli LUCIANO con
RITA e LARA con DAVIDE, al nuora SANDRA, il nipote STEFANO, i fratelli
ARMANDO, ALFIO e AGIDE, le cognate, i nipoti unitamente ai parenti tutti.

Il giorno 13 agosto alle ore 17 si
celebrerà il rito di commiato, indi si
proseguirà per il Cimitero di Mantova
per la cremazione.

Mantova, 12 agosto 2012
On. Fun. TEA S.r.l. - Mantova
Tel. 0376/319711

I funerali avranno luogo domani, lunedì 13 agosto, alle ore 9 partendo
dall’abitazione in San Rocco di Quistello - via Stradone, 1 per la tensostruttura
a fianco della Canonica di San Rocco e il cimitero di Quistello.
Il Santo Rosario sarà recitato oggi, domenica 12 agosto, alle ore 18 presso
l’abitazione.
Si ringraziano anticipatamente tutti coloro che parteciperanno alla mesta
cerimonia.

Il Direttore, i redattori, i poligrafici e
tutti i collaboratori de “la Voce di
Mantova” prendono viva parte al
dolore della famiglia, per la scomparsa del loro caro

Sandro NEGRI
Mantova, 12 agosto 2012

Non fiori ma offerte alla CROCE BIANCA di Quistello.

San Rocco di Quistello, 12 agosto 2012
MIRKO FERRARESI
On. Fun. CONCORDIA Srl
Quistello Tel. 0376 618182

La Presidenza, il Consiglio di Amministrazione e i Soci della Cooperativa Vidiemme sono vicini alla
famiglia, in questo triste momento,
per la perdita di

di anni 86
Ne danno il triste annuncio la moglie
ANNA, le figlie ANGELA, e GABRIELLA i generi CESARE e GIACOMO, i cari nipoti CRISTINA,
MAURIZIO, DAVIDE, CLAUDIA, DILETTA, MIRCO e il piccolo EMANUELE e parenti tutti.
I funerali avranno luogo lunedi 13
agosto alle ore 9.30 partendo
dall’abitazione in Via Podinare n. 8
per la Chiesa e il Cimitero di Ceresara.
Il Santo rosario alle ore 20 in abitazione.
Si ringraziano anticipatamente tutti
coloro che parteciperanno al lutto
della famiglia.
Un sentito grazie alla Dottoressa
EMI GHISOLFI per la disponibilità e
la professionalità dimostrata.

Ceresara, 11 agosto 2012
On. Fun. EZIANO PEZZINI
Piubega - Tel. 0376/655132

È mancato all’affetto dei suoi cari

Sandro NEGRI
Mantova, 12 agosto 2012
L’Amministratore delegato e tutti i
dipendenti e collaboratori di PubliVoce prendono parte al lutto della
famiglia per la scomparsa del caro

Sandro NEGRI
Mantova, 12 agosto 2012

Armando NUVOLONI
(Barbiere)
di anni 85
Ne danno il triste annuncio la moglie
LEILA, il figlio VALTER con ROBERTA, la sorella CORINNA, i cognati, i nipoti e parenti tutti.
I funerali si svolgeranno domani,
lunedì 13 agosto, alle ore 9.30 nella
chiesa dell’Ospedale di Suzzara; dopo le esequie si proseguirà per il
cimitero di Palidano di Gonzaga.
Si ringraziano anticipatamente tutti
coloro che interverranno alla cerimonia.
Non fiori ma eventuali offerte alla
Parrocchia dell’Immacolata.

Suzzara, 12 agosto 2012
On. Fun. PEDRONI
Suzzara tel. 0376 531205

NECROLOGIE

DOMENICA 12
AGOSTO

2012

Improvvisamente ci ha lasciato

Maria Teresa
RIGATTIERI
ved. MASIERO
di anni 80
Lo annunciano i figli MARILENA e
PAOLO con SIMONETTA, i nipoti
FRANCESCO con PAMELA e CECILIA, i fratelli ELDA con GIORGIO e
ADRIANO con LINA, la zia ADA, i
nipoti ed i parenti tutti.

Ringraziamento

Ringraziamento

Ringraziamento

Il fratello GIOVANNI, le cognate ELSA, PIERA e DALMINA, i nipoti ed i
parenti di

La figlia NADIA, con ENZO, il nipote CRISTIAN con CONCETTA e la piccola
MELISSA, il fratello GINO, le cognate AGNESE e MARIA, i nipoti, i cugini,
l’affezionata MARIA, la cara SILVESTRINA unitamente ai parenti di

La moglie BRUNA LASAGNA, le
figlie NICOLETTA con LUCIO, DORIANA con GIANNI, i cari nipoti
MATTEO, SUSI, ALESSANDRO,
VALENTINA, il fratello ANTONIO
con MARIA, la sorella LIDIA con
GINO, i cognati, i nipoti e i parenti del
caro

Giuseppe GOFFI
ringraziano di cuore quanti hanno
contribuito ad alleviare il grande dolore che li ha colpiti.

Medole, 12 agosto 2012

Silvano FARINA
nell’impossibilità di farlo singolarmente, ringraziano tutti coloro che
hanno alleviato il loro dolore.

Ringraziamento
I funerali avranno luogo domani, lunedì 13 agosto, alle ore 9.15, partendo dall'abitazione, in Castelbelforte via Ronchi nr. 3/A, per la chiesa
ed il cimitero locali.

la Voce di Mantova

I figli ELIO con ERNESTINA, MARIAGRAZIA con MICHELE, i cari
nipoti EDOARDO, ALESSANDRA,
PAOLA e STEFANIA, i cognati, le
cognate ed i parenti, per la perdita
della cara

Si ringraziano anticipatamente tutti
coloro che parteciperanno alla cerimonia.

Pegognaga, 12 Agosto 2012

Livio FRANCIOSI
ringraziano sinceramente quanti con la loro presenza hanno alleviato il dolore
di questo triste momento.

Nuvolato di Quistello, 12 agosto 2012

Ringraziamento
I figli CRISTINA e LORIS, l'amatissimo SIMONE, l'inseparabile e
amata TIZIANA e i parenti di

Ringraziamento

Non fiori, eventuali offerte alla Parrocchia di Castelbelforte.

La moglie ANNA NOVESI, la figlia ANTONELLA con DAVIDE, la cognata
MIRANDA, il cognato SILVIO con MARIA, i nipoti, i pronipoti ed i parenti di

Castelbelforte, 12 agosto 2012
On. Fun. MAFFIOLI
Tel. 0376 47087

I nipoti GIULIANO, CARLA, MARIA e
PAOLINA con le rispettive famiglie
annunciano la scomparsa della zia

Elda TARASCHI
Ved. VIGHI

Zita MARCHI
ved. MONTAGNOLI

ringraziano sinceramente quanti con
la loro presenza hanno alleviato il
dolore di questo triste momento.

ringraziano sinceramente quanti con
la loro presenza hanno alleviato il
dolore di questo triste momento.

Casatico, 12 agosto 2012

San Giorgio di Mantova,
12 agosto 2012

Ringraziamento

Dirce SOLCI
ved. PASETTI MARIO

Ringraziamento

I figli ALBERTO e CLAUDIA con
FRANCO e CORINNE, la mamma
ADELE, le sorelle ALINDA e ALDINA, il cognato BRUNO, i nipoti ed
i parenti, per la scomparsa del caro

La figlia MARISA, i nipoti ALESSIA,
ROBERTO con PATRIZIA, il caro
pronipote MATTEO, la cognata ANGELA ed i parenti della cara

di anni 99

Franco CHIERICI

I funerali avranno luogo domani, lunedì 13 agosto, alle ore 9.15, partendo dal Civico Ospedale di Mantova per la chiesa di San Barnaba,
indi per il cimitero degli Angeli.

per la grande partecipazione d’affetto ricevuta, in questo triste momento,
ringraziano quanti, in qualsiasi modo, hanno ricordato il loro caro.

San Giorgio di Mantova, 12 agosto 2012

Si ringraziano anticipatamente tutti
coloro che parteciperanno alla cerimonia.

Un particolare ringraziamento al
Dottor GILBERTO GROSSI, alla
Dott.ssa BARBARA BONDAVALLI e
alla signora ANNA per l'assistenza
prestata.

Mantova, 12 agosto 2012
On. Fun. MAFFIOLI
Tel. 0376/47087

Arduino FURGERI
in questo triste momento, sentono il
bisogno di ringraziare quanti hanno
alleviato il loro dolore.

Ceresara, 12 agosto 2012

Rosa PIUBENI
(Gualtierina)
ved. FINARDI
ringraziano commossi e riconoscenti
tutti coloro che hanno espresso, in
vari modi, la loro partecipazione al
lutto che li ha dolorosamente colpiti.

Casatico, 12 agosto 2012

27

Messe
Prefestive e Festive
Duomo (pref. 18) 8 - 10
- 11.30 - 18; S. Andrea
(pref. 18.30) 8.30 10.30 - 18.30; S. Barnaba (pref. 18.30) 9 11; S. Caterina (pref.
17.30) 10.30 - 17.30;
S. Egidio 8.30 - 11.30;
S. Filippo Neri (pref.
18) - 8.30 - 10.30; S.
Francesco
(pref.
18.30) 10 - 12 - 18.30;
S. Gervasio (pref. 18)
10; S. Giuseppe (pref.
18) 10.30 - 18; S. Leonardo (pref. 21.30)
11.15; S. Luigi 11.15;
S. Maria del Gradaro
(pref. 18) 10; S. Maria
della Carità (pref. 18)
11 - 18; Ognissanti 9 10.30; S. Orsola 20; S.
Pio X (pref. 18) 8.30 10 - 11.30 - 18; S. Spirito 10; S. Teresa (pref.
18.30) 7.30 - 9 - 10 11.30 - 19; Borgo Angeli (pref. 18.30) 10.30
- 11; Cittadella (pref.
18.30) 11 - 18.30; Colle Aperto (pref. 18.30)
9.30; Frassino (pref.
18.30) 8 - 11; Lunetta
9.30; Formigosa (pref.
17) 11; Castelletto Borgo 9; Clinica S. Clemente (pref. 8) 9 - 19;
Ospedale (pref. 16 S.
Cuore) 9.30 (S. Camillo) 17 (S. Pio); Ss Simone e Giuda (pref.
17.30 - in latino). Santuario delle Grazie
(pref. 18) 8-9.30-11-18
Feriali
Duomo 7.15 - 18; S.
Andrea 8 - 10; S. Barnaba 18.30; S. Caterina 17.30; S. Egidio
18.30; S. Filippo Neri
18; S. Francesco 7 18.30; S. Gervasio 18;
S. Giuseppe 18; S.
Leonardo 18.15; S.
Luigi (mart / gio) 18.30;
S. Maria del Gradaro
18; S. Maria della Carità 18.30; Ognissanti
18.30 (lun/giov); S. Pio
X 8 - 18; S. Teresa 7.30
- 9 - 18.30; Borgo Angeli 8; Cittadella 18;
Colle Aperto 18.30;
Frassino (lun / merc /
ven) 18.30; Lunetta
(mar / gio) 18.30; Formigosa (lun/ merc/
ven) 8; Castelletto Borgo (mar/ gio) 8; Clinica
S. Clemente 6.30;
Ospedale 16 (S. Pio).
Santuario delle Grazie
8-18
Testimoni di Geova
Sala del Regno, via A.
Altobelli n. 11 - Adunanze da martedì a venerdì ore 20. Domenica mattina ore 9.30,
pomeriggio ore 15 e
18. English Meetings
Sunday 12 pm - Saturday 17 pm
Assemblea Cristiana
Evangelica
Mantova, via Trieste 25
- Domenica ore 10.
Studio Biblico: martedì
ore 21.
Chiesa Evangelica
Pentecostale Mantova, viale Veneto, 11/f
Lunetta - Domenica
ore 10, mercoledì ore
20.30.
Chiesa
Cristiana
Evangelica Valdese
Mantova, via Isabella
d'Este 13 - Domenica
ore 10.30.
Fede Baha'I
Centro informativo: tel.
45230


Documenti correlati


Documento PDF la voce dell orso numero 3 gennaio 2014
Documento PDF documento 3
Documento PDF piano progetto commerciale swisscoin personale
Documento PDF anemone estratto
Documento PDF la voce giornata di formazione 03 09 2015 programma 1
Documento PDF sei gradi di separazione


Parole chiave correlate