File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Assistenza Contattaci



Coccole Piccanti Ricettario .pdf



Nome del file originale: Coccole Piccanti - Ricettario.pdf
Autore: Intel

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato generato da Microsoft® Office Word 2007, ed è stato inviato su file-pdf.it il 17/10/2012 alle 00:05, dall'indirizzo IP 79.2.x.x. La pagina di download del file è stata vista 6995 volte.
Dimensione del file: 7 MB (153 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


1

“La ricetta del nostro ospite d‟onore: Luca
Borghini”
(http://blog.giallozafferano.it/inpuntadcoltello/)

“Tagliata di Chianina in crosta di peperoncino e
pistacchi, alle verdure croccanti in trionfo di
peperoncino”

Ingredienti:


Tagliata di chianina 500 g;



Pistacchi;



Peperoncino;



Sale e Pepe;



Sale aromatico;



Olio extra vergine;



Rucola e Valeriana;

Passate la tagliata in un composto di pistacchi tritati al pestello con del
peperoncino. Condite con del sale aromatico. Preparate la padella con del
buon olio di oliva. Cuocete per circa 5 minuti per parte a fuoco forte.
Preparate nel piatto le verdure croccanti.
Appena pronta la carne tagliatela ed adagiatela nel piatto.
Infine mettete della rucola, olio di oliva e una filange di peperoncino.

2

2. Antipasti e
Piatti Unici

3

“Danubio e „nduja”
(http://blog.giallozafferano.it/lauraricette)

Ingredienti per due danubi:
ï‚·

400 g di farina Manitoba

ï‚·

2 uova grandi+2tuorlo

ï‚·

1 uovo per la lucidatura

ï‚·

360 g di latte

ï‚·

70 g di olio extravergine

ï‚·

40 g di zucchero

ï‚·

25 g di sale

ï‚·

50 gr di lievito di birra

ï‚·

2 cucchiaini di miele

Per il Ripieno e le Decorazioni:
ï‚·

Scamorza e „nduria

ï‚·

Semi di papavero

Fare il lievitino iniziale con 100 g di farina, un panetto di lievito e un pochino di latte
intiepidito e lasciare agire per circa un‟oretta. Mettere gli altri ingredienti poi insieme e
impastarli.(io ho l‟impastatrice) Lasciare lievitare almeno per 2 ore. Poi riprendete
l‟impasto e preparate tante palline con il ripieno di piccolissimi pezzi di scamorza e un
pochino di „nduria in realtà potete metterci dentro di tutto dal prosciutto cotto,formaggi
,olive verdi o nere o quello che volete o più vi piace. Disponete le palline distanziate l‟una
dall‟altra di almeno 1 cm. circa in un tegame da forno meglio se alto. Lasciarle lievitare
ancora per una mezz‟ora in luogo tiepido e coperte, poi spennellarle bene con un po‟ di
tuorlo con qualche cucchiaio di latte e posizionate se volete dei semini di zucca sopra .
Infornare per 20-25 minuti a 180°gradi finché avrànno un bel colore dorato. Naturalmente
per la cottura della monoporzione ho diminuito un po‟ i minuti.

4

“Pane arabo kebab di pollo e salsa tzatzichi”
(http://blog.giallozafferano.it/vickyart/)

Ingredienti
Per il pane:


300g di farina 00



80 g di pasta madre



150 ml di acqua



1 cucchiaino di olio

Per il kebab:





fettine di pollo



cumino e cumino nero



paprika dolce e cannella

origano e chiodi di garofano;

Per la salsa tzatzichi:


1 vasetto di yogurt greco



1/2 cetriolo



porro



Pomodori per il ripieno

Sciogliere la pasta madre nell‟acqua, impastare con la farina e l‟olio. preparare una palla
da mettere a lievitare al coperto fino al raddoppio. Dividere la palla in tante pagnottelle
del peso che preferite, io in genere le faccio di 30 40 grammi, stendete con mattarello su di
un piano con farina di semola e mettete in una padella preriscaldata con pochissimo burro
per ungerla. Non cuocete molto altrimenti non si possono piegare. Preparare la carne:
tagliare a striscioline piccole il pollo e condirlo con le spezie e olio, in una sorta di
marinatura. Cuocere in padella. Preparare la salsa: centrifugare il cetriolo con il porro,
togliere l‟acqua e aggiungere lo yogurt. Condire il pane con la carne, pomodori e la salsa,
arrotolare e mangiare!

5

“Biscotti alla paprika”
(http://blog.giallozafferano.it/lericettedisimo/)

Ingredienti per 20
biscotti:

ï‚·

125 g di burro;

ï‚·

100 g di crescenza;

ï‚·

140 g di farina;

ï‚·

50 g di mandorle tritate;

ï‚·

2 cucchiai di paprika;

ï‚·

Sale q.b.;

In una terrina mescolate il burro a temperatura ambiente con la crescenza
fino ad ottenere un composto cremoso. Unite nell‟ordine la farina, le
mandorle, la paprika e il sale impastando velocemente con le mani. Date
all‟impasto la forma di un rotolo e lasciatelo riposare in frigo per almeno 1
ora. Trascorso questo tempo tagliate delle fette di 1 cm dal rotolo e
posizionatele su una teglia rivestita di carta da forno.
Infornate per circa 10 minuti a 220°. Sfornate i biscotti e una volta
raffreddati serviteli.

6

“Muffin croccanti di ricotta e peperoncino”
(http://unafettadiparadiso.blogspot.it/)

Ingredienti:
ï‚·

200 g farina 00;

ï‚·

1 cucchiaino di

bicarbonato;
ï‚·

½ cucchiaino di sale;

ï‚·

125 g parmigiano a

tocchetti;
ï‚·

10 g peperoncini rossi

tritati;
ï‚·

100 g ricotta;

ï‚·

100 g olio vegetale;

ï‚·

2 uova grandi;

Preriscaldare il forno a 180°. Mescolare la farina, il bicarbonato e il sale.
Aggiungere il formaggio e il peperoncino.
Mescolare con una forchetta. Aggiungere la ricotta, l‟olio e le uova
leggermente sbattute. Oliare lo stampo da muffin (se, come nel mio caso, è di
silicone no) e versare il composto negli stampini. Infornare per 10/15 minuti,
finché lo stecchino posto al centro esca pulito. Far freddare su una griglia e
servire.

7

“Pizza „nduja e patate”
(http://pasticciandoconrosy.blogspot.it/)

Ingredienti:

ï‚· 1 Dose di pizza;
ï‚· 2 patate tagliate a
fettine;
 „nduja;
ï‚· Mozzarella o
scamorza

bianca

Preparare l‟impasto della pizza secondo la ricetta. Lessare le patate con la
buccia, spellarle e tagliarle a fettine.
Stendere l‟impasto su una teglia ben unta.
Aggiungete la mozzarella, la „nduja e infine le patate a fette.
Cuocere in forno e mangiare tiepida.

8

“Appetizer: ravioli fritti”
(http://blog.giallozafferano.it/lacucinadibabe/)

Ingredienti x 4
persone:

• Ravioli Gr. 250
• Pangrattato q.b.
• Paprika q.b.
• Olio di semi q.b.

Cuocete

i

ravioli

Non

cuoceteli

Una

volta

in

abbondante

eccessivamente

cotti

scolateli

e

ma

lasciateli

lasciateli

Intanto preparate l‟impanatura

acqua

bollente

leggermente

raffreddare

mischiando del

salata.
al

qualche

pangrattato

dente.
minuto.
e

della

paprika.
La quantità di quest‟ultima dipende dal grado di piccantezza desiderato.
Potete anche scegliere di usare delle spezie differenti in base ai vostri gusti.
Fatevi

rotolare i

precedentemente

ravioli

e friggeteli

scaldato

in una padella in
dell‟olio

Serviteli con degli stuzzicadenti…vedrete che figurone!!!

9

di

cui

avete
semi.

“Zighinì con injera”
(http://blog.giallozafferano.it/unatappaincucina/)

Ingredienti per 4 persone:
ï‚· 1 cipolla
 2 spicchi d‟aglio
ï‚· 1

cucchiaio

di

burro

chiarificato*
 2 cucchiai di berbere‟ **
 1 bicchiere d‟acqua
ï‚· un pizzico di sale
ï‚·

500 g di pomodori pelati

ï‚·

500 g di bocconcini di manzo

ï‚·

4 uova sode

(*) Burro chiarificato
“Col processo di chiarificazione, vengono rimosse l‟acqua e gran parte della
caseina ottenendo un burro che resiste anche fino ai 200 gradi. Il
burro normale, infatti, è un grasso poco adatto alla cottura a fuoco forte
perché ha un punto di fumo estremamente basso (brucia già a 130 gradi).
Pertanto grazie al suo punto di fumo più alto il burro chiarificato permette
di rosolare carni e arrosti dando un buon sapore ed evitando di bruciarne
la superficie.”
Mettere 50 gr di burro circa in un pentolino e farlo sciogliere a bagnomaria
per circa 10/15 minuti, senza mai farlo bollire. Una volta fuso, togliere con
un

cucchiaio

la

schiuma

che

affiora

creatasi a

causa

della presenza della caseina ed altre impurità che, bruciando a basse
temperature, rendono il burro poco digeribile. Per rendere il burro ancora

10

più limpido filtrarlo con un colino a trama fitta o applicare 2 strati di garze
facendo attenzione a non smuovere il deposito sul fondo.
(**) Berberè
Con un po‟ di fortuna si trova già pronto ma se la sua reperibilità diventa
un impresa ecco come prepararlo (io sinceramente non ho trovato ne‟ il
fieno ne‟ il pimento):
ï‚·

1 cucchiaio di semi di cumino

ï‚·

1/2 cucchiaino di semi di cardamomo

ï‚·

1/2 cucchiaino di pepe di Giamaica o pimento

ï‚·

1/2 cucchiaino di fieno greco o trigonella

ï‚·

1/2 cucchiaino di semi di coriandolo

ï‚·

4 chiodi di garofano

ï‚·

1/2 cucchiaino di pepe nero

ï‚·

2 cucchiaini di peperoncino

ï‚·

1/2 cucchiaino di zenzero

ï‚·

1/2 cucchiaino di curcuma

ï‚·

1/2 cucchiaino di sale

ï‚·

1/2 cucchiaio di paprika piccante

ï‚·

meno di 1/2 cucchiaino di cannella

Tostare in padella tutte le spezie in semini per circa un 1 minuto e pestarli
finemente in un mortaio. Aggiungere il resto delle spezie in polvere.
Ingredienti per il pane injera con ingredienti nostrani:
(Andrebbe preparato con la farina di teff che è un cereale coltivato
prevalentemente in Etiopia e Eritrea)
ï‚·

250 gr. di farina 00

ï‚·

250 gr. di farina di mais

ï‚·

175 gr. di semola di grano duro (quella che si usa per la pasta all‟uovo)

ï‚·

25 g di lievito di birra (oppure una bustina di lievito secco)

ï‚·

1 bicchiere d‟acqua tiepida

ï‚·

1 cucchiaino di zucchero

Mescolare le farine in una ciotola capiente. Aggiungete il bicchiere d‟acqua
tiepida dove dentro è stato sciolto il lievito ed il cucchiaino di zucchero.
11

Coprire e far riposare a temperatura ambiente per 2 o 3 giorni. Trascorso
questo tempo, lavorare l‟impasto fermentato con altra acqua fino a rendere
il composto piuttosto fluido.
Scaldare una padella antiaderente e versate la preparazione a filo come per
fare le crepes. Appena si formano le bollicine far cuocere ancora per 3
minuti circa e solo da un lato in quanto la parte superiore deve rimanere
umida e spugnosa, lasciar raffreddare bene le focacce su un panno pulito ed
evitare di sovrapporle fino a che non siano completamente fredde.
Preparazione dello zighinì: Fare appassire in una padella antiaderente
coperta 1 grossa cipolla e 2 spicchi d‟aglio tritati mescolandoli spesso per non
farli bruciare (senza usare olio). Dopo circa 5 minuti aggiungere 1 cucchiaio
di burro chiarificato, 1 cucchiaio di berberé, 1 bicchiere d‟acqua e il pizzico
di sale. Far restringere un pochino e aggiungere i pelati. Continuare la
cottura per una ventina di minuti.
Versare i cubetti di carne e lasciar cuocere per un‟altra ora, finché la carne
è cotta e morbida e il fondo ristretto.
Volendo, come suggerito dalla mia amica, aggiungere le uova sode a fine
cottura.
Si versa la carne sull‟injera, in modo che questa se imbeva di sugo e si
strappi con le mani raccogliendo a mo‟ di cucchiaio anche la carne.
Ovviamente le posate sono bandite!

12

“Pizzette fritte con placca martinese”
(http://blog.giallozafferano.it/cuinalory)

Ingredienti per le
pizzette:
ï‚· 1l di acqua
ï‚· 1,700kg di farina (io uso
quella per la pizza)
ï‚· dai 3 ai 5g. di lievito di
birra
ï‚· 50g. di sale
ï‚· 2 cucchiai di strutto

Per la placca martinese:
ï‚·

1kg. di peperoni rossi (corno di bue) puliti

ï‚·

100g. di olio evo

ï‚·

5-6 peperoncini piccanti

ï‚·

sale q.b.

In una ciotola versare l‟acqua, e sciogliere il lievito. Incorporare poco alla
volta la farina, impastando con le mani. A metà lavoro, aggiungete il sale e
lo strutto, quindi finite di versare la farina. Impastare e lasciare lievitare
20 minuti. Quindi riprendere l‟impasto, lavorarlo un po‟ e formare dei
panetti da 200g. l‟uno circa (per i panzerotti io li faccio da 150g. circa). Far
lievitare dalle 6 alle 8 ore coperti. Noterete che a fine lievitazione, si
saranno formate delle bolle sui panetti.
A questo punto per fare le pizzette tagliatelo in cerchietti piccoli e friggeteli
in abbondante olio.
13

In una pentola alta, mettere i peperoni tagliati a pezzetti con i restanti
ingredienti. Far cuocere a fuoco basso con coperchio semi chiuso fino a che
l‟acqua che si formerà, non si sarà asciugata del tutto e il composto è
diventato come una marmellata. Passare il tutto con il passaverdura.
Quindi versare nei barattoli, chiuderli e far bollire questi ultimi avvolti in
dei teli in una pentola con acqua. Quando l‟acqua bolle proseguire la cottura
per 30 minuti. Far raffreddare i barattoli e conservare in luogo fresco.
Quando aprirete il barattolo, se non consumate tutta la placca (sarà
impossibile resistergli), potete conservarlo in frigo per 3-4 giorni.
Per le pizzette, una volta fritte, adagiate sopra la placca, la mozzarella e
del basilico.

14

“Tortiglioni piccanti ai due formaggi”
(http://www.lascimmiacruda.info)

Ingredienti:

ï‚·

finta pasta sfoglia

ï‚·

Sottilette light

ï‚·

pecorino grattugiato

ï‚·

peperoncino

Per pennellare: Doratore, tuorlo
sbattuto o latte

Ho steso la finta pasta sfoglia, ho coperto metà della sfoglia con le sottilette,
ho

aggiunto

una

bella

spolverata

(bella

abbondante!) di

pecorino

grattugiato, ho chiuso con la seconda metà di sfoglia premendo con le dita
per farla aderire bene.
Ho tagliato delle striscioline con la rotella taglia pizza, arrotolato ogni
striscia su se stessa, ho spruzzato il Doratore e aggiunto un pizzico di
peperoncino.
Infornato a 200° fino a doratura.

15

“Bruschette friggitelli e mozzarella di bufala”
(http://blog.giallozafferano.it/vickyart/)

Ingredienti


fette di pane



peperoncini verdi friggitelli



pomodorini e dadolata



olio extravergine d‟oliva



peperoncino



origano



basilico



mozzarella di bufala

Tagliare a fette il pane, strofinate con aglio e arrostite in forno.
Preparate i friggitelli: in un pentolino cuocere pomodori, friggitelli, un po‟
di peperoncino, origano, uno spicchio di aglio in camicia, olio.
Quando tutto è pronto condite le fette con mozzarella e friggitelli..
Bon appétit!

16

“Pizza con melanzane grigliate, prosciutto,
olive e peperoncino”
(http://ghiottonerie.altervista.org/)

ï‚·

sale q.b.

ï‚· Ingredienti:
ï‚· Farina ARIFA 500 gr.
ï‚· Acqua tiepida 275 ml
ï‚· Lievito 12,5 gr.
ï‚· Sale 10 gr.
 Olio extravergine d‟oliva 2
cucchiai
ï‚· Per il condimento
ï‚· 4 cl di olio extravergine di
oliva
ï‚· 250 g di mozzarella
ï‚· foglie di origano
ï‚· 250 g di polpa di pomodoro
ï‚· melanzane grigliate
ï‚· olive
ï‚· prosciutto cotto

Su un piano di legno, o di marmo, disponete la farina a fontana con al
centro adagiati il lievito e l‟acqua tiepida, aggiungete il sale alla fine
facendo attenzione a non fare venire a diretto contatto il sale e il lievito.
Lavorate energicamente l‟impasto per 15-20 minuti con le mani fino ad
ottenere un composto soffice ed omogeneo. Una volta ottenuta la giusta
consistenza, eventualmente aggiungendo un po‟ di acqua o un po‟ di farina,
modellate l‟impasto dandogli la forma di una palla, copritela con una
bacinella di plastica in modo che non venga a diretto contatto con l‟aria, e
fatela lievitare per 3 o 4 ore a temperatura ambiente o per circa un‟ora in
un luogo tiepido. Una volta che l‟impasto sarà raddoppiato di volume,
ricavatene 2/3 panetti, modellateli in forme sferiche, copriteli con un foglio
di pellicola alimentare e fateli lievitare a temperatura ambiente per un
paio d‟ore o in ambiente caldo per circa 45 minuti. Quando anche i panetti
saranno raddoppiati di volume, preparate la polpa di pomodoro versandola
in una ciotola e condendola con un pizzico di sale e 1/3 dell‟olio d‟oliva.
17

Lavorate quindi i panetti appiattendoli, uno per volta, con le dita fino ad
ottenere dei dischi piuttosto sottili. Spalmate quindi con un mestolo o con un
cucchiaio la pizza con una quantità sufficiente di pomodoro, quindi
cospargetela di mozzarella ben sgocciolata e sminuzzata, guarnitela con
qualche foglia di origano fresco ,olive, melanzane grigliate, prosciutto cotto,
peperoncino sbriciolato e fate cuocere in forno già caldo a circa 250° C per 5
o 6 minuti. Una volta pronta, sfornate la pizza, guarnitela ulteriormente
con l‟origano fresco e un filo d‟olio a crudo e servitela calda.

18

“Polpette di formaggio senza cottura”
(http://blog.giallozafferano.it/vickyart/)

Ingredienti


250 grammi di

formaggio cremoso (io
ricotta)


100 grammi di

formaggio tipo asiago
(io scamorza)


peperoncino

verde piccante
(peperone verde)



peperoncino



tabasco



melone

aglio in polvere

Tritare il formaggio e unirlo alla ricotta.
Aggiungere aglio, un pizzico di peperoncino, tabasco e formare le palline.
Mettere in frigo mezz‟ora, prelevarle e passarle nel peperoncino verde
tritato finemente.
Servire con cubetti di melone.
Bon appétit..

19

“Melanzane alla parmigiana cucina
messicana”
(http://blog.giallozafferano.it/vickyart/)

Ingredienti


1 melanzana tonda



200 grammi di salsa di

pomodoro


100 grammi di formaggio

tipo asiago io ho usato scamorza


olive nere denocciolate



1 scalogno



1/2 peperone verde



1/2 peperoncino piccante



panna acida



olio



sale

Lavare e tagliare le melanzane a fette spesse 2 cm salare e spurgare una
mezz‟oretta. Poi spennellate con olio e grigliate circa 10 minuti.
Pulire per bene il peperone, tagliare a listarelle, tagliare a fettine sottili il
porro e metterli in un padellino con olio.
Aggiungete salsa di pomodoro e lasciate asciugare a fiamma moderata.
Poco prima del termine della cottura aggiungere peperoncino e olive
tagliate a rondelle.
Sistemate le fette di melanzane in una teglia oliata, condite con la salsa e
il formaggio chiudete e procedete a strati fino a terminare gli ingredienti.
Mettere in forno pochi minuti a 180° servite con panna acida..

20

“Il tagliere Calabrese”
(http://blog.giallozafferano.it/carlottacucina/)

Su una fetta di pane i classici “pip e patate” e sull‟altra delle meravigliose
melanzane arrostite. Il tutto raccolto dagli incontaminati campi di mio zio,
proprio ieri sera. Le melanzane vanno pulite e tagliate orizzontalmente a
fettine, spesse circa mezzo cm, oppure come preferite. In genere si mettono
un po‟ sotto sale per far andare via l‟acqua, ma se avete fretta potete farle
arrostire direttamente su un piastra e salarle durante il condimento. Io le
ho condite con olio extravergine di oliva, sale, basilico, mentuccia,
pochissimo aceto bianco, aglio tagliato a due o tre pezzi e con un
peperoncino sminuzzato come nella foto. Sono buonissimissime. Non posso
darvi delle quantità precise, perché ognuno mette gli odori in base al
proprio gusto. Inoltre potete anche metterle in dei barattoli di vetro, ben
coperte di olio e farne delle conserve. I peperoni e patate invece, si fanno
semplicemente friggendo i due ortaggi insieme, tagliati a pezzi. Avevo già
pubblicato un post tempo fa. Noi ovviamente usiamo i nostri peperoni, che
sono quelli tipici e come sapore sono molto diversi da quelli classici che si
trovano in tutta Italia. Questi crescono qui solo in estate.

21

“Caldo e piccante”
(http://jeggycorner.blogspot.it)

Ingredienti:
ï‚· 2 rotoli di pasta sfoglia
rettangolari;
ï‚· 250 g di ricotta di mucca;
 75 g di „nduja calabrese;
ï‚· 1 cipollotto di Tropea;
ï‚· Sale;

Tritare il cipollotto e riunirlo in una terrina con la ricotta e la „nduja
morbida (io la sciolgo parzialmente tenendola 1 minuto nel microonde a
media potenza). Salare leggermente e amalgamare bene il tutto fino a
ottenere un composto omogeneo. Stendere i due di pasta sfoglia e spalmarvi
uniformemente la crema preparata fino ad esaurimento.

Arrotolate la

sfoglia su e stessa sul lato lungo aiutandosi con la carta da forno su cui è
stesa. Porre i 2 rotoli formati in freezer per circa 15 minuti in modo che
tutto diventi più solido e quindi più semplice da tagliare. Trascorso questo
tempo tagliare i rotoli a fette spesse circa mezzo cm con un coltello a lama
piatta e adagiarle su una teglia rivestita di carta da forno. Infornate a 180°
per

30-35

minuti

(la

raffreddare e servire.
Buon appetito!

22

sfoglia

deve essere

dorata).

Sfornare,

lasciare

“Pan brioche salato con „nduja e sesamo”
(http://www.lacucinadiverdiana.it)

Ingredienti x 10 persone:
ï‚·

600 g di farina 1

setacciata (possibilmente
macinata a pietra);
ï‚·

350ml di latte tiepido;

ï‚·

12 g di lievito di birra

(metà cubetto);

ï‚·

un bicchiere di semi di sesamo;

ï‚·

1 tuorlo + un goccio di latte per la spennellatura.

ï‚·

3 uova;

ï‚·

10 g di burro;

ï‚·

5 g di sale;

ï‚·

250 g di nduja;

Disponete la farina a fontana in un grande recipiente, poi sciogliete il lievito di birra nel
latte appena tiepido e versatelo sulla farina; mescolate con i polpastrelli e quando gli
ingredienti si saranno ben distribuiti impastate per un paio di minuti, poi aggiungete le
uova, il burro ammorbidito (quasi liquido) e il sale, mescolate e impastate energicamente
per circa 10 minuti, poi riponete la pasta in un contenitore oliato, copritelo con un panno e
fatelo lievitare per circa 4-5 ore in un luogo asciutto, tiepido e lontano da correnti d‟aria.
Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete l‟impasto e – con la punta delle dita –
stendetelo leggermente sul vostro piano da lavoro, spolverizzate la pasta con un terzo dei
semi di sesamo e spalmateci sopra un terzo della nduja, poi rimpastate delicatamente per
amalgamare il tutto e ripetete l‟operazione fino a quando non avrete inglobato nell‟impasto
tutto il sesamo e tutta la nduja.
A questo punto, mettete l‟impasto in uno stampo grande da plum-cake (o quello della forma
che preferite) e lasciatelo lievitare ben coperto per altre 2 ore.
Trascorso questo tempo, spennellate la superficie con un rosso d‟uovo battuto e diluito con
un goccio di latte e infornatelo nel forno preriscaldato a 200 gradi per 35 minuti.
Un volta cotto, lasciatelo freddare, poi sformatelo, tagliatelo a fette e servitelo!

23

“Pane alla „nduja con lievito naturale”
(http://www.lacucinadiverdiana.it)

Ingredienti per 4
pagnottine:
ï‚· 500 g di farina 1;
ï‚· 200 g di lievito madre
ï‚· 200 g di acqua tiepida
ï‚· 1 cucchiaino di sale
ï‚· 250 g di nduja di
Spilinga

In

una

terrina

capiente

sciogliete

il

lievito

madre

nell‟acqua

tiepida,mescolate i due ingredienti in modo da ottenere una pastella liquida
e omogenea, poi aggiungete la farina setacciata e il sale, mescolate e
impastate fino a quando non avrete una pasta liscia ed elastica. Mettete
l‟impasto in una terrina di vetro ben oliata, copritelo con un panno e
lasciate lievitare in un luogo tiepido e asciutto per almeno 8-10 ore (vi
consiglio di prepararlo il giorno prima).

Una volta raddoppiato di

volume, riprendete l‟impasto, stendetelo delicatamente con i polpastrelli e
coprite la superficie della pasta con la nduja, richiudete la pasta su se stessa,
in modo da non far debordare la crema piccante, e rimpastate per qualche
minuto fino a quando la nduja non si sarà distribuita uniformemente
nell‟impasto. Fate riposare la pasta per un‟altra ora, poi dividetela in
panetti da 200 g circa, disponeteli su una teglia coperta con carta da
forno, spolverate la superficie delle pagnottine con della farina e infornate a
200

gradi

in

forno

ben

caldo

per

circa

27-30 minuti.

Una

volta

cotte, sfornate le pagnottine, lasciatele raffreddare su una gratella da forno,
quindi servitele!

24

“Finger food al peperoncino: zeppoline
ripiene di „nduja calabrese”
(http://www.lacucinadiverdiana.it)

Ingredienti:
ï‚· 400 g di
farina o;
ï‚· 200 g di
acqua;
ï‚· 10 g di lievito
di birra (preso dal
cubetto);
ï‚· una presa di
sale;
 200 – 250 g di
nduja calabrese;
ï‚·

2 cucchiai di olio evo;

ï‚·

olio di semi per friggere.

Sciogliete il lievito nell‟acqua (a temperatura ambiente), poi disponete la
farina a fontana – possibilmente su un piano da lavoro, altrimenti in una
terrina capiente – quindi versate il liquido al centro della farina e
impastate delicatamente, in modo che tutta la farina assorba l‟acqua con il
lievito. Una volta ottenuta una pasta omogenea, aggiungete il sale e l‟olio,
impastate ancora per qualche minuto, poi coprite con della pellicola
trasparente e lasciate lievitare per circa 3 ore, in un luogo tiepido e
riparato dalle correnti d‟aria. Trascorso questo tempo, riprendete la pasta e
dividetela in tanti pezzettini grossolani (della larghezza di circa 5 cm): con
le mani stendete il primo pezzetto di pasta, metteteci sopra un cucchiaino di
nduja e chiudete formando una pallina. Ripetete la stessa operazione fino a
quando non avrete terminato tutta la pasta. A questo punto, calate le
palline nella friggitrice, fatele dorare e scolatele quando saranno emerse in
superficie,

25

“Crostoni con funghi e patate al
peperoncino”
(http://blog.giallozafferano.it/dolcemela/)

Ingredienti:
ï‚·

4 fette di pane casereccio;

ï‚·

300 g di funghi pioppini;

ï‚·

2 patate lesse;

ï‚·

Qualche pomodorino;

ï‚·

4 uova;

ï‚·

Peperoncino;

ï‚·

1 spicchio d‟aglio;

ï‚·

olio extravergine di oliva

q.b.;
ï‚·

sale q.b.

Mondate i funghi togliendo la parte di gambo dura. Passarli velocemente sotto il getto di
acqua corrente o pulirli con una pezzuola bagnata e se sono grossi tagliarli in due. Mettere
una padella sul fuoco, aggiungere l‟olio, il peperoncino e l‟aglio. Appena l‟aglio è
leggermente imbiondito mettere anche i funghi. Farli andare mescolandoli spesso fin
quando la loro acqua si è del tutto asciugata. A questo punto aggiungere le patate tagliate
a fettine. Fate insaporire mescolando di tanto in tanto e quindi aggiungere i pomodorini
tagliati a metà e aggiustate di sale. Fate cuocere ancora pochi minuti e poi spegnete.
Intanto avrete bruschettato il pane sotto al grill del forno e cotto le uova a parte e quindi
siete pronti per impiattare. nel piatto prima le fette di pane, poi l‟uovo e sopra funghi e
patate, portate in tavola caldissimo e buon appetito.

ps Per puro caso avevo le patate lesse ma vanno bene anche da crude ma in questo caso
meglio friggerle a parte poiché hanno tempi di cottura più lunghi.

26

“Cipolline (lampascioni) alla calabrese”
(http://blog.giallozafferano.it/carlottacucina)

Ingredienti:

circa 500 gr. di cipolline

1 spicchio d‟aglio

1 foglia di alloro

1 cucchiaio di peperoncino
rosso in polvere dolce o piccante

olio extravergine di oliva,

sale

aceto di vino per sfumarle
alla fine. La quantità di
quest‟ultimo dipende dai vostri
gusti. Io in genere le sfumo
appena.

Per prima cosa lavate le
cipolline accuratamente. Di solito sono piene di terra. Si lasciano a mollo in
acqua per circa un‟oretta e in questo frattempo cambiate l‟acqua va
cambiate due o tre volte. Dopodiché, mettetele intere in una padella larga,
con lo spicchio d‟aglio, l‟olio (come vedete dalla foto, quest‟ultimo è
abbondante in questo tipo di ricetta, come se fossero delle conserve sott‟olio),
il peperoncino rosso, sale e la foglia di alloro spezzata. Ricoprite di acqua e
lasciate cuocere. A fine cottura, quando l‟acqua sarà evaporata, sfumate
con l‟aceto. Se vedete che hanno ancora bisogno di cuocere allungate sempre
con un po‟ d‟acqua finché avranno raggiunto la giusta cottura. Da
mangiare con una bella fetta di pane casareccio.

27

Io le amo.

“Plum cake piccante”
(http://lacucinadimarina.wordpress.com)

Ingredienti:
ï‚· 2 uova
ï‚· 250 gr farina 00
ï‚· 100 ml latte
ï‚· 100 ml olio di semi
ï‚· 100 ml yogurt bianco intero
ï‚· 1 bustina di lievito per dolci
ï‚· 1 cucchiaino raso da te di sale
ï‚· 1 cucchiaino raso da te di curry
piccante
ï‚· 1 cucchiaino raso di peperoncino
tritato
ï‚· 200 gr verdure miste saltate in
padella (io uso carote e zucchini con
cipolla che sono dolci e quindi esaltano il
sapore del curry, ma vanno anche bene i
piselli o dei porri)

Porre in una ciotola capiente gli ingredienti liquidi: uova, olio, latte, yogurt
e amalgamare con una frusta a mano o con un buon frullatore elettrico, solo
per miscelare gli ingredienti; non è necessario montare troppo l‟impasto.
Aggiungere quindi la farina a pioggia, precedentemente setacciata, il sale, il
curry, il lievito ed infine le verdure continuando ad amalgamare con la
frusta.
Imburrare uno stampo da plum cake (o due stampi da 9 plum cake piccoli)
ed informare in forno caldo per 40 minuti a 180° (forno elettrico ventilato) o
a livello 3 (forno a gas, preferibilmente ventilato) .
Consiglio: Se vi piace, cospargete la superficie del plum cake con dei semi di
sesamo bianchi e neri, inoltre potete aumentare il sapore piccante
aggiungendo all‟impasto anche del peperoncino tritato.

28

“Crostatine salate piccanti”
(http://blog.giallozafferano.it/iocucinocosi)

Ingredienti:
ï‚·

1 rotolo di pasta sfoglia

ï‚·

1 cucchiaio di confettura di peperoncino

ï‚·

2 fette di soppressata piccante

ï‚·

200 gr. di ricotta vaccina

ï‚·

1 uovo + 1 tuorlo per spennellare

Ricavate dal rotolo di pasta sfoglia 4 cerchi del diametro di circa 10 cm e tenete da parte i
ritagli per fare le strisce con cui ricoprire la superficie delle crostatine. Potete “disegnare” i
cerchi incidendo leggermente la sfoglia con un coppa pasta o con una tazza e poi ritagliarli
con una rotella per dolci.
In una ciotola mescolate la ricotta, con la confettura di peperoncino e l‟uovo. Tagliate la
soppressata a dadini piccolissimi ed incorporatela nella crema di ricotta e peperoncino.
Disponete di cerchi di pasta sfoglia nelle formine e riempiteli con la crema. Ritagliate delle
striscioline di pasta sfoglia e disponetele ad incrocio su ciascuna crostatina salata.
Spennellate con il tuorlo d‟uovo la superficie delle crostatine salate e cuocete in forno
preriscaldato a 200° per circa 15/20 minuti. Fate riposare qualche minuto e servite le
crostatine salate tiepide.
Versione dolce. Dato il gusto piccante ma leggermente dolce della confettura al
peperoncino, queste crostatine si prestano anche a diventare un insolito dessert: basta
eliminare la soppressata ed aggiungere un po‟ di zucchero, un pizzico di cannella e qualche
goccia di cioccolato nella crema alla ricotta.

29

3. Primi
piatti

30

“Spaghetti con aglio, olio e peperoncino”
(http://blog.giallozafferano.it/incucinaconmary/)

Ingredienti:
ï‚· spaghetti
ï‚· pomodorini
ï‚· aglio
 olio d‟oliva
ï‚· capperi
ï‚· origano
ï‚· peperoncino

Nel frattempo che la pasta cuoce prepariamo il condimento.
In una padella antiaderente (meglio se una padella tipo wok) metterci un
bel giro abbondante di olio, i pomodorini tagliati a metà e l‟aglio tritato (o
volendo, schiacciarlo ed eliminarlo alla fine, ma secondo me è essenziale).
Salare e far saltare per qualche minuto.
Unire il peperoncino , un cucchiaio di capperi e cuocere fino a che i
pomodori si sfaldano.
Prima della fine della cottura , spolverare con l‟origano.
Scolare gli spaghetti al dente e farli saltare nella pentola dei pomodori per
insaporirli.

31

“Penne al limone”
(http://blog.giallozafferano.it/incucinaconmary/)

Ingredienti per 4 persone:

ï‚· 400 g di pasta tipo penne;
ï‚· 1 scatola di pomodori pelati
da 450 g;
ï‚· 1 limone;
ï‚· 1 dado per il brodo;
ï‚· 3 cucchiai di olio;
ï‚· 1 peperoncino rosso
piccante;
ï‚· Poco sale e pepe;

Mentre cuoce la pasta versa in una padella l‟olio e appena caldo, unisci il
peperoncino, i pomodori, il dado sbriciolato, il pepe e pochissimo sale.
A fuoco molto vivo fai addensare la salsa per 6-7 minuti, mescolando
ripetutamente. Scola la pasta, condiscila con il sugo e poi spruzza sopra il
succo di limone.
Mescola rapidamente e buon appetito.

32

“Spaghetti alla puttanesca..calabro - siculi”
(http://lericettediziabianca.blogspot.it/)

Ingredienti:
ï‚· Cinque filetti di alici;
 2 spicchi d‟aglio;
ï‚· Peperoncino calabrese;
ï‚· Capperi di Lipari;
ï‚· Olive nere siciliane;
ï‚· 5 cucchiai di polpa di
pomodoro;
ï‚·

un cucchiaio di doppio

concentrato di pomodoro;
ï‚· Sale;
ï‚· Prezzemolo tritato;
ï‚·
In

Olio;
una padella ho versato un

po‟

d'olio d'oliva, messo due

spicchi

d'aglio schiacciati, i filetti di alici (se sottosale è necessario lavarli bene)
tagliati grossolanamente ed il peperoncino calabrese. Ho fatto soffriggere a
fuoco dolce per il tempo necessario alle alici di "sciogliersi". Quindi ho
aggiunto in cucchiaio abbondante di capperi di Lipari (dissalati in acqua,
strizzati e tagliuzzati), dopo qualche minuto le olive nere(con la loro
salamoia piccante) snocciolate e tagliate a rondelle. Ho aggiunto la polpa ed
il doppio concentrato di pomodoro, un pizzico di sale ed il prezzemolo. Ho
lasciato cuocere a fuoco basso con il coperchio per una ventina di minuti.
Scolati gli spaghetti (facendo attenzione al sale nell‟acqua perché il
condimento è piuttosto saporito) si fanno insaporire nel sugo, s‟impiattano e
si spolverano con il restante prezzemolo.

Ci sta molto bene anche una

spolverata di cacio stagionato di Terrasini (PA) grattugiato!

33

“Rigatoni finger-food”
(http://blog.giallozafferano.it/incucinadaeva/)

Ingredienti per 2
persone:
ï‚·

8 rigatoni

ï‚·

8 pomodorini secchi sott‟olio

+ 4 per la farcia
ï‚·

40 g di ricotta di mucca

ï‚·

40 g di robiola

ï‚·

1 cucchiaino di olio di

peperoncino
ï‚·

foglie di pane o spianatine

Cuocere la pasta al dente e scolarla e farla raffreddare. In una ciotola unire
ricotta e la robiola, se volete potete pepare leggermente, unire l‟olio di
peperoncino e mescolare, unire i pomodorini sminuzzati (oppure potete
anche passarli al mixer per farne una cremina). Farcire i rigatoni se lo fate
con un sac a poche fate prima. Passare i rigatoni sopra i pomodorini oleati
per prendere un po‟ di sapore. Mettere una foglia di pane sopra un
pomodorino e poi sopra il rigatone e servire freddo. Potete bloccare il tutto
anche con uno stuzzicadenti, ma a questo punto consiglio di utilizzare una
fetta di filoncino di 3/4 mm abbrustolita ambo i lati così bloccherete lo
stuzzichino.

34

“Spaghetti freddi con melanzane e tonno”
(http://blog.giallozafferano.it/ricetteditina/)

Ingredienti per 4 persone:

ï‚·

500gr di spaghetti

ï‚·

2 melanzane

ï‚·

250gr di tonno sott‟olio

ï‚·

80 ml di olio extra

vergine di oliva
ï‚·

1 spicchio d‟aglio

ï‚·

prezzemolo

ï‚·

sale

ï‚·

peperoncino

Tagliate le melanzane a fette e arrostitele su una griglia ben riscaldata
Tagliatele poi a listarelle e mettetele in una ciotola con l‟olio,l‟aglio(che poi
toglierete), il prezzemolo lavato, sale e il tonno, rimestate e fatelo riposare.
Nel frattempo lessate gli spaghetti, a cottura ultimata scolateli e passateli
sotto il getto di acqua fredda.
Condite gli spaghetti freddi con melanzane e tonno, togliete l‟aglio,
aggiungete il peperoncino e poneteli in frigo per una mezz‟oretta prima di
servirli.

35

“Dahl Makhani - Lenticchie”
(http://www.cookingwithmarica.net)

Ingredienti per 4 persone:

In pentola pressione:
ï‚·

200 g di lenticchie nere (noi tutte

gialle perché non ho trovato le nere)
ï‚·

50 g di lenticchie gialle

ï‚·

1 litro di acqua

ï‚·

5 g di sale

ï‚·

1 grosso cardamomo nero

Tirka:
ï‚·

5 cm di zenzero fresco

ï‚·

2 cucchiaini di garam masala

ï‚·

1 spicchio d‟ aglio tritato

ï‚·

1 cipolla rossa tritata finemente

ï‚·

1 cucchiaino di cumino

ï‚·

1 peperoncino rosso secco

ï‚·

2 pomodori rossi frullati

ï‚·

1 cucchiaio di coriandolo

ï‚·

1 cucchiaino di zucchero

ï‚·

250 ml di panna liquida o più leggero latte light;

Lava e metti a bagno le lenticchie per 15-20 minuti. Metti nella pentola a
pressione le lenticchie, il cardamomo, sale e acqua e cuoci per 20-25 minuti.
In un piccolo pentolino (wok) prepara il Tirka, burro-ghee-olio con il cumino,
l‟ aglio, il peperoncino rosso, lo zenzero, il garam masala e la cipolla. Dopo
qualche minuto aggiungere il pomodoro frullato (purè) e lo zucchero. Cuoci
finché l‟ olio non si separa dalle spezie, per 5- 7 minuti
aggiungi alle lenticchie la panna e cuoci per alcuni minuti. Aggiungi alle
lenticchie il Tirka (mix di spezie) e cuoci a fuoco basso per 10-12 minuti
per servire aggiungi il coriandolo.
Servi con il pane Naan o il pane Latha Parantha (chapati condito con il
ghee, il casuri methi o coriandolo).

36

“Pasta fredda al pesto piccante di zucchine
con rucola e pachino”
(http://blog.giallozafferano.it/lacucinadivane)

Ingredienti:
ï‚· pasta (io
strozzapreti)
ï‚· rucola q.b.
ï‚· 10 pomodori pachino
olio evo

Ingredienti per il pesto :
ï‚·

2 zucchine romanesche

ï‚·

un mazzetto di basilico

fresco
ï‚·

mandorle spellate un

cucchiaio
ï‚·

due cucchiai di olio extravergine di oliva

ï‚·

3 cucchiai di parmigiano grattugiato

ï‚·

peperoncino secco tritato (la quantità è a scelta)

ï‚·

sale e pepe q.b.

Nel mixer mettiamo le due zucchine lavate e senza le due estremità (se sono
le romanesche e hanno il fiore mettete nel mixer anche quello) con l‟olio evo,
il parmigiano, il sale, le mandorle, il peperoncino, il basilico e azioniamo il
robot fino ad avere un bel pesto cremoso.
Cuociamo la pasta, io ho scelto il formato strozzapreti, in abbondante acqua
salata, scolatela e conditela con il pesto, lasciatela freddare (se occorre
aggiungete un pochino di olio evo nel condirla)
Una volta fredda aggiungete la rucola e i pachino lavati e tagliati a dadini
Girate bene il tutto e servite.
37

“Radiatori …pomodori, zucchine e
mozzarella”
(http://pentoleepetali.wordpress.com/)

Ingredienti:
ï‚· 350g. di Radiatori
ï‚· 1 Peperoncino
sbriciolato
ï‚· 3 Zucchine
ï‚· Pomodorini ciliegino
ï‚· 2 Mozzarelle fiordilatte
ï‚· Origano
ï‚· Sale
 Olio Extra Vergine d‟
oliva
ï‚· 1 spicchio di Aglio

Nel frattempo che l‟ acqua per la pasta bolle e che la pasta cuocia voi potete
preparare il condimento.
In una padella mettere l‟ olio extra vergine d‟ oliva e lo spicchio d‟ aglio in
camicia, appena quest‟ultimo è soffritto toglierlo ed aggiungere il
peperoncino sbriciolato, i pomodorini tagliati a metà e le zucchine tagliate a
cubetti; aggiustare di sale e far cuocere ma non disfare.
Scolate la pasta due minuti prima del tempo indicato sulla confezione e
versarla nella padella con i pomodori e le zucchine; spezzettate la
mozzarella direttamente nella padella e spolverizzate con l‟ origano (se
serve aggiungere due cucchiai di acqua di cottura).
Fate amalgamare bene tutti gli ingredienti e servire appena la mozzarella
comincia a filare ma non sciolta completamente.

38

“Pasta mari e monti light”
(http://blog.giallozafferano.it/peccatodigola/)

Ingredienti:

ï‚·

320gr di pasta (io ho usato
gli spaghetti integrali),
ï‚·

200gr di pomodorini

ciliegino,
ï‚·

5 o 6 mazzancolle,

ï‚·

2 zucchine,

ï‚·

1 spicchio d‟aglio,

ï‚·

sale iodato fine

ï‚·

peperoncino

ï‚·

olio extravergine

d‟oliva.

Mettete l‟acqua per la
pasta a bollire. Nel frattempo lavate e mondate le zucchine, e poi tagliatele
in 4 parti e saltatele in padella dove avrete lasciato dorare uno spicchio
d‟aglio
Poco

nell‟olio.
dopo

aggiungete

i

pomodori

e

continuate

la

cottura.

A questo punto l‟acqua per la pasta sarà a temperatura, quindi calatela.
Versate le mazzancolle nel sugo e lasciatele cuocere; aggiungete anche il
peperoncino.
Quando la pasta sarà pronta, scolatela e mantecatela con il sugo mare e
monti. (non scordate di togliere l‟aglio prima di mantecare la pasta)Una
versione

più

leggera?

Non scottate le zucchine in olio ma cuocetele nel pomodoro fresco e
aggiungete più peperoncino sopperendo alla mancanza di olio (però un
goccio a crudo mettetelo sempre). Infine usate pasta integrale.

39

“Pasta melanzane pomodori e peperoncino
piccante”
(http://blog.giallozafferano.it/vickyart/)

Ingredienti


80 grammi di pasta

mezza melanzana tonda

un barattolo di dadolata

1 cucchiaio di
concentrato di pomodoro

1 spicchio di aglio

foglie di basilico

alloro

olio

peperoncino

sale speziato alle bacche
di ginepro

Tagliare metà melanzana a tocchetti, l‟altra metà a fette.
in una padella mettere olio, i pomodori, aglio, alloro, basilico e il
concentrato, poi aggiungere le melanzane a tocchetti e quelle a fette,
condire con sale speziato, peperoncino piccante e cuocere circa 20 minuti..
Mettere l‟acqua per la pasta, appena bolle calate e scolatela al dente.
Condite la pasta e servite..
Per la presentazione finger food, versate un po‟ di condimento sulla
melanzana, pasta spezzettata e chiudete con una treccia fatta di pasta..
L‟ho lasciata scolare per bene stendendola e poi lasciata raffreddare un
po‟.. tiene la cottura perfettamente.

40

“Pasta al sugo ricco piccante”
(http://blog.giallozafferano.it/ricettedimarina/)

Ingredienti per 2 persone:



peperoncino piccante



basilico



sale



160 g di pasta



250 g di pomodorini rossi



100 g di salsiccia



1/2 cipolla piccola



1 spicchio di aglio



50 g di provola (o mozzarella)



1 cucchiaio di parmigiano



olio evo

Tagliare la cipolla a fettine sottili, metterla in una padella con un po‟ di olio
e uno spicchio di aglio, farla rosolare a fiamma bassa, aggiungere la
salsiccia sbriciolata, il peperoncino e continuare a far rosolare. Tagliare i
pomodorini a pezzetti e aggiungerli, salare, coprire e far cuocere per una
ventina di minuti.
Cuocere la pasta, scolarla e aggiungerla nella padella con il sugo,
amalgamare bene, aggiungere il basilico, la provola a pezzetti, coprire e far
riscaldare per un paio di minuti.
Impiattare, aggiungere il parmigiano e servire!

41

“Pasta alle vongole e broccoletti”
(http://blog.giallozafferano.it/lapasticciona/)

Ingredienti per 4
persone :
ï‚· 400 g di pasta
ï‚· 1 vasetto di crema di
broccoletti e zucca
ï‚· 400 g di vongole
fresche
 1 spicchio d‟aglio
tritato
ï‚· q. b. di olio
extravergine d‟oliva
ï‚· q.b. di sale verde
ï‚· un ciuffo di
ï‚·
ï‚·
ï‚·
ï‚·

prezzemolo
q.b. di pepe rosa in grani
3 peperoncini rossi piccanti
mezzo bicchiere di vino bianco
2 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato

Prendete una padella, mettete a soffriggere aglio, olio extravergine di oliva,
aggiungetevi le vongole fresche, quindi, bagnatele con il vino bianco e fatele
aprire, coprendo con un coperchio ; una volta che le vongole saranno aperte,
aggiungete il prezzemolo, il pepe rosa, il peperoncino, il sale e, in ultimo, la
crema di broccoletti e zucca, quindi, fate cuocere per 10 minuti . Nel
frattempo, fate cuocere in abbondante acqua salata la pasta ; una volta
cotta,

scolatela

ed

aggiungetela

nella

padella,

mettete

il

formaggio

grattugiato e fate amalgamare per 2 minuti circa, a fuoco vivo, quindi,
servite .

42

“Penne all‟arrabbiata”
(http://pasticciandoconrosy.blogspot.it)

Ingredienti:
ï‚· 300 g pasta penne
rigate;
ï‚· 400 g di pelati;
 2 spicchi d‟aglio;
ï‚· 1 peperoncino piccante;
ï‚· Sale;
ï‚· Olio extravergine di
oliva;
ï‚· Foglioline di basilico;

Rosolare l‟aglio con qualche cucchiaio di olio evo. Aggiungere i pelati ed il
peperoncino tritato finemente. Cuocere per 15 minuti, fin quando il sugo non
sarà bello corposo. Lessare le penne in acqua salata e scolarle al dente.
Aggiungerle al sughetto e mantecarle. Servire con qualche foglia di basilico.
Cospargere con grana o pecorino stagionato.

43

“Zuppa di fagioli al peperoncino con crostini”
(“http://blog.giallozafferano.it/lacucinaazzurra/”)

Ingredienti:
ï‚·

ï‚·
ï‚·
ï‚·
ï‚·

750 g di fagioli;

sale;
olio;
basilico;
1 peperoncino.

ï‚· 2 rametti di rosmarino;
 1 spicchio d‟aglio;
ï‚· 2 scalogni:
ï‚· 3 pomodori;
ï‚· 1 cucchiaino di triplo
concentrato di pomodoro;
ï‚· 1 cucchiaino di pasta
d‟acciughe;
 1/2 bicchiere d‟acqua
calda;
ï‚· qualche
mestolo
dell‟acqua dove hanno bollito
i fagioli;
ï‚· 10 fettine di pane;

Lavate i fagioli in una ciotola sotto acqua corrente, poi scolateli. Mettete in
una pentola i fagioli, ricopriteli interamente d‟acqua, poi aggiungete l‟aglio
senza la camicia e i due rametti di rosmarino. Mettete a cuocere. Non
copriteli perché prima di bollire fanno la schiuma.
In una pentola mettete un filo d‟olio, mezzo peperoncino tagliato a pezzetti,
i due scalogni tagliati a pezzetti e la pasta d‟acciughe. Quando lo scalogno si
è colorito, aggiungete il mezzo bicchiere d‟acqua e fate cuocere. In una
ciotolina mettete una noce di burro, fatelo sciogliere a temperatura
ambiente. In una parte aggiungeteci alcuni semi e qualche pezzetto di
peperoncino e mescolate bene. Disponete il burro con e senza peperoncino su
entrambi i lati di ogni fetta di pane. Mettete in forno a 150°C per qualche
minuto in modalità sotto e sopra e poi solo sopra. Devono diventare
44

croccanti! Lavate ed asciugate i pomodori, privateli della buccia e tagliateli
a pezzettini. Aggiungeteli al soffritto. Con una forchetta schiacciate i
pomodori ed aggiungeteci il cucchiaino di concentrato di triplo pomodoro.
Fate cuocere. Dopo circa un‟ora togliete dai fagioli i rametti di rosmarino e
l‟aglio. Portate a cottura, ai miei fagioli ci sono volute quasi due ore di
cottura, dovete provarli perché la cottura cambia a seconda di che fagiolo
avete deciso di usare. Una volta che saranno cotti, tenete un po‟ dell‟acqua
in cui li avete fatti bollire da parte, poi scolate i fagioli nel sugo. Una parte
dei fagioli, due, o tre

mestolate, mettetele in un bicchiere da mixer e

frullateli. Aggiungete ai fagioli e al sugo la crema di fagioli, aggiungete un
mezzo bicchiere di acqua dei fagioli, salate e fate cuocere per qualche
minuto. Aggiungeteci il peperoncino che non avevate ancora usato. Quando
è cotto, aggiungeteci qualche foglia di basilico. Mettete sopra ogni piatto un
filo d‟olio a crudo e servite insieme ai crostini e buon appetito! Servite
tiepida.
Se vi piace più piccante, potete aggiungere altro peperoncino o un olio
aromatizzato al peperoncino. Potete farlo con qualsiasi tipo di fagioli ed
anche con i ceci.
Io ho usato dei fagioli freschi, perché li avevo, voi se volete, potete usare
quelli in scatola ed anche i tempi per la realizzazione della ricetta si
abbrevieranno.

45

“Strascinati di ricotta con sugo di salsiccia
arrabbiata”
(http://blog.giallozafferano.it/dolcemela)

Ingredienti
ï‚·

200 g di farina 00

ï‚·

200 g di farina di grano

duro;
ï‚·

250 g di ricotta

ï‚·

3 cucchiai di parmigiano

ï‚·

1 uovo

ï‚·

Sale

Per il condimento:

ï‚·

4 cucchiaio di olio extravergine di olive

ï‚·

Peperoncino piccante in polvere

ï‚·

Parmigiano o pecorino grattugiato

ï‚·

Sale q.b.

ï‚·

Basilico

ï‚·

700 g di salsa di pomodoro

ï‚·

Mezza cipolla

ï‚·

4 salsicce piccanti

Fare un soffritto con 4 cucchiai di olio, la cipolla tritata e le salsicce, poi
aggiungere la salsa di pomodoro ed un pizzico di peperoncino in polvere.
Lasciar cuocere il sugo per 20 – 30 minuti, mescolando di tanto in tanto, alla
fine aggiustare di sale e aggiungere una bella manciata di foglie di basilico.
Nel frattempo preparare gli strascinati. In una terrina mettere la ricotta,
la farina, il parmigiano grattugiato, l‟uovo e mezzo cucchiaio di sale fino. In
primo momento impastare tutti gli ingredienti con una forchetta. Poi
trasferite l‟impasto su un tavolo da lavoro infarinato e continuate ad
impastare con le mani. Se occorre aggiungere altra farina fin quando il
composto non sarà più appiccicoso.
46

Spianate l‟impasto e ricavate delle strisce, arrotolatele una alla volta, con le
mani aperte fino ad ottenere dei bastoncini della grandezza del vostro
indice. Tagliateli a pezzetti quanto più possibile della stessa misura.
Cavateli premendo con la punta delle dita trascinando la pasta verso di voi
con tocco leggero. In questo modo si formerà un incavo al centro che
accoglierà il sugo. Poggiate gli strascinati su un vassoio infarinato avendo
cura di metterli leggermente distanziati tra di loro. Portate a bollore
abbondante acqua salata, aggiungete un filo d‟olio e calate gli strascinati.
Scolarli dopo due minuti dal momento in cui vengono a galla. Condirli con il
sugo e un‟abbondante spolverata di formaggio se piace.

47

“Spaghetti del bis”
(http://lemporio21.blogspot.it/)

Ingredienti

ï‚·

Aglio

ï‚·

tonno (regolatevi in base ai

commensali)
vino bianco
ï‚·

origano

ï‚·

pangrattato

ï‚·

olive (verdi o nere dipende dai

vostri gusti)
ï‚·
ï‚·

pangrattato

ï‚·

origano

peperoncini (almeno due)

Per prima cosa tostate il pangrattato in un pentolino e mettetelo da parte.
Prendete le olive snocciolate,il peperoncino,un bel tagliere e iniziate a fare
un bel battuto in punta di coltello. Lasciatelo un po‟ grossolano e una volta
terminato mettetelo in una ciotolina e versateci dell'olio,in maniera tale da
renderlo

un

po‟

più

fluido.

Tritate l'aglio e soffriggetelo in una padella,sfumate con del vino bianco e
spegnete il fuoco. Aggiungete un pizzico (giusto un pizzico) di sale. Cuocete
la pasta,scolatela lasciandola abbastanza umida e fatela saltare nella
padella con il tonno. Prendete un piatto. Con un cucchiaino,spargete sul
fondo il battuto piccante,metteteci sopra la pasta e completate con:un giro
di olio extravergine,il pangrattato tostato e un po‟ di origano.

48

“Tortilli con tonno e pomodorini”
(http://blog.giallozafferano.it/cucinadichicca)

Ingredienti per 4 persone:

340 gr. di pasta tortilli
250 gr. di pomodorini
160 gr. tonno all‟olio di
oliva
sale
prezzemolo
peperoncino intero
aglio

Prendete una padella e mettete a scaldare il tonno, con uno spicchio di aglio
e il peperoncino schiacciato, poi unitevi i pomodorini tagliati in due. Scolate
i tortilli e uniteli al condimento, mantecate il tutto con un poco di acqua di
cottura della pasta. Per finire servite con una spolverata di prezzemolo.

49


Documenti correlati


Documento PDF coccole piccanti ricettario
Documento PDF soho brochure 1


Parole chiave correlate