File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Servizio civile .pdf



Nome del file originale: Servizio civile.pdf
Titolo: Servizio civile
Autore: elisa

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da PDFCreator Version 0.9.7 / GPL Ghostscript 8.63, ed è stato inviato su file-pdf.it il 26/01/2013 alle 10:06, dall'indirizzo IP 79.46.x.x. La pagina di download del file è stata vista 1605 volte.
Dimensione del file: 145 KB (18 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Presidenza del Consiglio dei Ministri
DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU’ E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

Bando speciale per la selezione di 350 volontari da impiegare nel progetto di Servizio Civile
Nazionale “Per Daniele: straordinario come voi”, da realizzarsi nei comuni della Regione Emilia
Romagna colpiti dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012.
VISTA la legge 6 marzo 2001, n. 64, recante “Istituzione del servizio civile nazionale” e successive
modifiche ed integrazioni;
VISTO il decreto legislativo 5 aprile 2002, n. 77 recante: “Disciplina del servizio civile nazionale a
norma dell’articolo 2 della legge 6 marzo 2001, n. 64” e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la Circolare dell’Ufficio nazionale per il servizio civile del 17 giugno 2009, concernente:
“Norme sull’accreditamento degli enti di servizio civile nazionale”;
VISTO il D. P. C. M. del 4 novembre 2009 con il quale è stato approvato il “Prontuario contenente
le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione dei progetti di servizio civile
nazionale da realizzare in Italia e all’estero, nonché i criteri per la selezione e l’approvazione degli
stessi” ed in particolare il paragrafo 4.6 che prevede la possibilità di derogare ai tempi e alle
modalità previste dal Prontuario stesso per “i progetti finalizzati all’intervento in favore delle
popolazioni colpite da eventi per le quali sia stato dichiarato dal Governo lo stato di calamità”;
VISTE le delibere del Consiglio dei Ministri del 22 e del 30 maggio 2012, con le quali è stato
dichiarato fino al 31 luglio 2012 lo stato di emergenza in ordine agli eventi sismici che hanno
colpito il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo;
VISTO il decreto legge in data 6 giugno 2012, n. 74, recante interventi urgenti in favore delle
popolazioni colpite dagli eventi sismici nei territori sopra citati, convertito con modificazioni dalla
legge 1 agosto 2012, n.122, che ha prorogato lo stato di emergenza fino al 31 maggio 2013 e ha
conferito al Presidente della Regione Emilia Romagna i poteri di Commissario delegato ai sensi
dell’articolo 5, comma 2, della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
VISTO il D.P.C.M. in data 30 agosto 2012 con il quale è stata disposta una variazione nel bilancio
di previsione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, al fine di destinare al Fondo nazionale per
il servizio civile la somma di euro 3.000.000 per la realizzazione di un bando straordinario per
l’impiego di volontari del servizio civile nazionale nelle aree colpite dagli eventi sismici;
VISTO il protocollo di intesa sottoscritto tra il Ministro per la cooperazione internazionale e
l’integrazione e il Presidente della Regione Emilia Romagna, in qualità di Commissario delegato,
sottoscritto in data 28 dicembre 2012 con il quale le predette Istituzioni hanno assunto impegni per
la realizzazione di progetti di servizio civile nazionale, al fine di favorire la ripresa della normalità
nelle aree colpite dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012 e di agevolare l’integrazione e la
coesione sociale valorizzando il potenziale di solidarietà presente nella società civile nonché di
offrire ai giovani che vivono nelle aree interessate dal sisma una significativa opportunità di
formazione, di crescita individuale e di relazioni significative connotate da reciprocità;

VISTO il progetto “Per Daniele: straordinario come voi” presentato dall’ente capofila Comune di
Modena per l’impiego di 350 volontari nei settori "Assistenza” ed “Educazione e Promozione
culturale”;
VISTO il provvedimento in data 11 gennaio 2012 con il quale il Capo del Dipartimento della
gioventù e del servizio civile nazionale, competente ad effettuare la valutazione dei progetti di
servizio civile nazionale, ha valutato positivamente il progetto “Per Daniele: straordinario come
voi” con riferimento sia alle finalità di cui alla legge 6 marzo 2001, n. 64, sia ai criteri indicati nel
sopra citato “Prontuario”e ha disposto il finanziamento dello stesso nei limiti delle disponibilità di cui
al citato D.P.C.M. in data 30 agosto 2012;
VISTO il parere in data 24 luglio 2012 con il quale l’Avvocatura Generale dello Stato, tenuto conto
delle norme vigenti, si è espressa positivamente in ordine all’indizione di nuovi bandi contenenti la
clausola di riserva ai soli cittadini italiani dell’accesso al servizio civile in conformità all’art. 3,
comma 1 del D. lgs. 5 aprile 2002, n.77, essendo quest’ultima norma in vigore ed efficace, non in
contrasto con i principi comunitari e non manifestamente contrastante con i parametri costituzionali;
RITENUTO di indire un bando per la selezione di 350 volontari da impiegare nel suindicato
progetto “Per Daniele: straordinario come voi”;

DECRETA
Art. 1
Generalità
È indetto un bando speciale per la selezione di 350 volontari da avviare al servizio civile nazionale
nell’anno 2013 per la realizzazione del progetto “Per Daniele: straordinario come voi” presentato
dal Comune di Modena, quale ente capofila, approvato dal Dipartimento della gioventù e del
servizio civile nazionale (di seguito: “il Dipartimento”), ai sensi dell’articolo 6, comma 4, del
decreto legislativo 5 aprile 2002, n. 77 e da realizzarsi nelle sedi, di cui all’ “Allegato 1”, site nei
Comuni della regione Emilia Romagna colpiti dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012.
L’impiego dei volontari nel progetto decorre dalla data che verrà comunicata dal Dipartimento agli
enti e ai volontari – tenendo conto, compatibilmente con la data di arrivo delle graduatorie e con
l’entità delle richieste - secondo le procedure e le modalità indicate al successivo articolo 6, a
seguito dell’esame delle graduatorie.
La durata del servizio è di dodici mesi.
Ai volontari in servizio civile nazionale spetta un assegno mensile di 433, 80 euro.
Art. 2
Progetti e posti disponibili
Le informazioni concernenti i criteri per la selezione dei volontari, il progetto, le relative sedi di
attuazione, i posti disponibili, le attività nelle quali i volontari saranno impiegati, gli eventuali
particolari requisiti richiesti, i servizi offerti dagli enti partecipanti, le condizioni di espletamento
del servizio, nonché gli aspetti organizzativi e gestionali, possono essere richieste presso il Comune
di Modena e gli altri enti coprogettanti o consultate sui rispettivi siti internet.
Art. 3
Requisiti e condizioni di ammissione
Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla

selezione i cittadini italiani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della
domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso
dei seguenti requisiti:
- essere cittadini italiani;
- non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno
per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto
contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione
illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il
favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata;
- essere in possesso di idoneità fisica, certificata dagli organi del servizio sanitario nazionale, con
riferimento allo specifico settore d’impiego per cui si intende concorrere.
I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di
presentazione delle domande e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del
servizio.
Non possono presentare domanda i giovani che:
a) già prestano o abbiano prestato servizio civile in qualità di volontari ai sensi della legge n. 64 del
2001, ovvero che abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
b) abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto o che partecipa alla realizzazione dello stesso
rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali
rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.
Art. 4
Presentazione delle domande
La domanda di partecipazione in formato cartaceo, indirizzata direttamente agli enti che realizzano
il progetto, deve pervenire agli stessi entro le ore 14 del 30 gennaio 2013. Le domande pervenute
oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione. La tempestività delle domande è
accertata dagli enti che realizzano il progetto mediante apposizione sulle stesse del timbro recante la
data di acquisizione.
La domanda deve essere:
- redatta in carta semplice, secondo il modello in "Allegato 2” al presente bando, attenendosi
scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso;
- firmata per esteso dal richiedente, con firma da apporre necessariamente in forma autografa,
accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale, per la quale non è richiesta
autenticazione;
- corredata dalla scheda di cui all’”Allegato 3”, contenente i dati relativi ai titoli.
Il previsto certificato medico di idoneità fisica, rilasciato dagli organi del servizio sanitario
nazionale, dovrà essere prodotto successivamente dai soli candidati utilmente collocati nelle
graduatorie.
E’ possibile presentare una sola domanda di partecipazione. La presentazione di più domande
comporta l’esclusione dalla partecipazione al progetto.

Art. 5
Procedure selettive
La selezione dei candidati è effettuata, ai sensi dell’art. 8 del decreto legislativo n.77 del 2002, dagli
enti che realizzano il progetto.
Gli enti cui è rivolta la domanda verificano in capo a ciascun candidato la sussistenza dei requisiti
previsti dall’art. 3 del presente bando e provvedono ad escludere i richiedenti che non siano in
possesso anche di uno solo dei requisiti richiesti.

Gli enti dovranno inoltre verificare che:
− la domanda di partecipazione sia necessariamente sottoscritta in forma autografa dall’interessato e
sia presentata entro i termini prescritti dall’art. 4 del presente bando;
− alla stessa sia allegata fotocopia di un documento di identità in corso di validità.
La mancata sottoscrizione e/o la presentazione della domanda fuori termine è causa di esclusione
dalla selezione, analogamente al mancato invio della fotocopia del documento di identità; è invece
sanabile la fotocopia di un documento scaduto.
Delle eventuali cause di esclusione è data comunicazione all’interessato a cura degli enti. Gli enti
dovranno attenersi nella procedura selettiva ai criteri verificati e approvati in sede di valutazione del
progetto, provvedendo a dare adeguata pubblicità agli stessi sui propri siti internet.
I candidati si attengono alle indicazioni fornite dagli enti medesimi in ordine ai tempi, ai luoghi e
alle modalità delle procedure selettive.
Gli enti, terminate le procedure selettive, compilano le graduatorie relative alle singole sedi di
attuazione di progetto in ordine di punteggio decrescente attribuito ai candidati, evidenziando quelli
utilmente selezionati nell’ambito dei posti disponibili.
Nella graduatoria sono inseriti anche i candidati risultati idonei e non selezionati per mancanza di
posti. Gli enti redigono, inoltre, un elenco con i nominativi di tutti i candidati non inseriti nelle
graduatorie perché risultati non idonei, ovvero esclusi dalla selezione con l’indicazione della
motivazione o che non hanno sostenuto il colloquio. Il mancato inserimento nelle graduatorie è
tempestivamente portato a conoscenza degli interessati da parte degli enti, che ne danno contestuale
comunicazione all’Ufficio.
Alle graduatorie è assicurata da parte degli enti adeguata pubblicità.
Art. 6
Avvio al servizio
Gli enti devono trasmettere le graduatorie via internet compilando un apposito format di
presentazione disponibile sul sistema Helios, avendo cura di evidenziare nelle apposite colonne il
punteggio conseguito, la sede dove il volontario dovrà presentarsi il primo giorno di servizio e
quella nella quale avrà attuazione il progetto, provvedendo alla compilazione di entrambe anche nel
caso che le due sedi coincidano. Gli enti devono inoltre inserire, in ordine decrescente di punteggio,
l’elenco degli idonei non selezionati. Di seguito gli enti devono altresì inserire i nominativi dei
candidati risultati non idonei o esclusi dalla selezione, provvedendo nel contempo, ad indicare il
numero complessivo delle domande ricevute nell’apposito box presente sul sistema Helios.
Le graduatorie in formato cartaceo, unitamente alla documentazione attestante la sussistenza in
capo ai singoli candidati dei requisiti previsti dall’art. 3 del presente bando deve essere inviata
esclusivamente al Dipartimento (Via Sicilia, 194 – 00187 Roma), sottoscritta dal responsabile del
servizio civile nazionale o dal responsabile legale dell’ente.
Unitamente alle graduatorie deve essere inviata al Dipartimento la seguente documentazione in
copia fotostatica, relativa ai soli candidati risultati idonei selezionati:
a) domanda di partecipazione (Allegato 2);
b) documento di identità dell’interessato;
c) certificato medico rilasciato dagli organi del servizio sanitario nazionale relativo al possesso
dell’idoneità fisica allo svolgimento del servizio civile nazionale.
Gli originali della predetta documentazione sono conservati presso gli enti per ogni necessità del
Dipartimento.
Le graduatorie e gli elenchi di cui al precedente art. 5 devono pervenire, sia via internet che su
supporto cartaceo, non oltre il 31 maggio 2013 a pena di non attivazione del progetto, e devono
contenere i dati relativi a tutti i candidati che hanno partecipato alla selezione, compresi quindi gli
idonei non selezionati e gli esclusi; la documentazione da inviare al Dipartimento di cui ai
precedenti punti a), b) e c) riguarda invece i soli candidati che risultano idonei selezionati. Per i

candidati idonei non selezionati per mancanza di posti, tale documentazione dovrà essere trasmessa
esclusivamente in caso di subentro, che potrà essere effettuato entro e non oltre il 150° giorno
dall’attivazione del progetto.
L’avvio al servizio dei volontari è subordinato all’invio delle graduatorie in entrambi i formati
richiesti. Il mancato invio via internet del format di presentazione delle stesse comporta
l’impossibilità di avviare il progetto, anche se la documentazione su supporto cartaceo risulti
inviata.
Il Dipartimento, sulla base delle graduatorie formulate dagli enti, provvede ad inviare ai candidati
idonei selezionati, per la sottoscrizione, il contratto di servizio civile firmato dal Capo del
Dipartimento, nel quale sono indicati la sede di assegnazione, la data di inizio e fine servizio, le
condizioni economiche previdenziali ed assicurative e gli obblighi di servizio di cui al successivo
art. 7.
Gli enti trasmettono al Dipartimento copia del contratto sottoscritto dal volontario ai fini della
conservazione dello stesso presso il Dipartimento e della erogazione dei pagamenti ai volontari.
Art. 7
Obblighi di servizio
I volontari si impegnano ad espletare il servizio per tutta la sua durata e ad adeguarsi alle
disposizioni in materia di servizio civile dettate dalla normativa primaria e secondaria, a quanto
indicato nel contratto di servizio civile e alle prescrizioni impartite dagli enti d’impiego in ordine
all’organizzazione del servizio e alle particolari condizioni di espletamento.
I volontari sono tenuti al rispetto dell’orario di servizio nonché al rispetto delle condizioni
riguardanti gli eventuali obblighi di pernottamento, o di altra natura, connessi al progetto medesimo.
L’interruzione del servizio senza giustificato motivo, prima della scadenza prevista, comporta
l’impossibilità di partecipare per il futuro alla realizzazione di nuovi progetti di servizio civile
nazionale, nonché la decadenza dai benefici eventualmente previsti dallo specifico progetto e il
mancato rilascio dell’attestato di svolgimento del servizio.

Art. 8
Trattamento dei dati personali
Ai sensi dell’art. 13, comma 1, del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 i dati forniti dai
partecipanti sono acquisiti dagli enti che curano la procedura selettiva per le finalità di espletamento
delle attività concorsuali e, successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di servizio
civile, saranno trattati per le finalità connesse alla gestione del rapporto stesso ed alla realizzazione
del progetto.
I dati medesimi saranno trattati dal Dipartimento ai fini dell’approvazione delle graduatorie
definitive e per le finalità connesse e/o strumentali alla gestione del servizio civile.
Il trattamento dei dati avverrà con l’utilizzo di procedure anche informatizzate, nei modi e nei limiti
necessari per perseguire le predette finalità.
Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione,
pena l’esclusione dal concorso.
I dati raccolti dal Dipartimento potranno essere comunicati a soggetti terzi che forniranno specifici
servizi strumentali alle finalità istituzionali del Dipartimento stesso.
Gli interessati godono dei diritti di cui all’art.7 del citato decreto legislativo n. 196 del 2003, tra i
quali il diritto di accedere ai propri dati personali, di chiederne la rettifica, l’aggiornamento e la
cancellazione, se incompleti, erronei o raccolti in violazione della legge, nonché il diritto di opporsi
al loro trattamento per motivi legittimi.

Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti del Capo del Dipartimento, titolare del
trattamento dei dati personali.
Art. 9
Disposizioni finali
Al termine del servizio, svolto per dodici mesi o per almeno sette mesi in caso di subentro, verrà
rilasciato dal Dipartimento un attestato di espletamento del servizio civile nazionale redatto sulla
base dei dati forniti dall’ente.
Per informazioni relative al presente bando è possibile contattare il Dipartimento (Via Sicilia, 194 00187 Roma) attraverso:
- il servizio call-center, al numero 848.800715 (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 19.30,
al costo di una telefonata urbana);
- l’Ufficio relazioni con il pubblico: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30 e dalle ore
14.30 alle ore 16.30 ad esclusione del martedì e venerdì pomeriggio ai seguenti numeri
06/49224470 – 06/49224202;
- la Regione Emilia Romagna, Servizio Programmazione e sviluppo del sistema dei servizi sociali,
Promozione sociale, terzo settore, servizio civile (viale Aldo Moro n. 21 – 40127 Bologna)
attraverso il numero verde del servizio civile 800507705 (dal lunedì al venerdì ore 9 -13), tel.
051/5277022-21-18-7338, fax 051/5277086, e-mail serviziocivile@regione.emilia-romagna.it
Roma, 14 gennaio 2013.
Il Capo del Dipartimento
Cons. Paola Paduano

NOTE ESPLICATIVE AL BANDO

Note all’art. 1
Il numero dei posti per i quali è indetta la selezione rappresenta il totale dei volontari previsti dal
progetto approvato.
La durata del servizio è di dodici mesi. Per i volontari subentranti la predetta durata è ridotta al
periodo che intercorre dalla data di inizio del servizio presso l’ente fino al termine del progetto.
Le somme spettanti ai volontari sono corrisposte direttamente dal Dipartimento.
Gli assegni corrisposti per l’attività di servizio civile, a norma dell’art. 9 del decreto legislativo n.
77/2002 e successive modifiche, non sono “rimborsi spese”, bensì costituiscono compensi che, uniti
ad altri emolumenti, concorrono a formare il reddito imponibile di ciascun volontario. Tali
compensi ai fini del trattamento fiscale, sono assimilati ai redditi da lavoro dipendente; su di essi il
Dipartimento applica le detrazioni d’imposta di cui all’art. 13 del DPR 22/12/1986, n. 917 e
successive modifiche.
Il periodo prestato come volontario di servizio civile è riconosciuto, a domanda, nelle forme e con
le modalità previste dall’art. 4, c. 2 del D.L. 29 novembre 2008 n. 185, ai fini previdenziali.
Per i volontari è prevista una assicurazione stipulata dal Dipartimento a favore degli stessi.
Note all’art. 2.
Dalla data di pubblicazione del presente bando sul sito del Dipartimento e della Regione Emilia
Romagna, gli enti pubblicano sul proprio sito internet gli elementi essenziali del progetto approvato.
L’accesso al sito è gratuito. Gli enti possono inoltre adottare altre forme di pubblicità al fine di far
conoscere al maggior numero di potenziali candidati il proprio progetto.
Note all’art.3.
Per partecipare alla realizzazione dei progetti i candidati devono aver compiuto il diciottesimo e non
superato il ventottesimo (28 anni e 364 giorni) anno di età alla data di presentazione della domanda.
Tutti gli altri requisiti previsti dal bando devono essere posseduti alla scadenza dello stesso e, ad
eccezione dell’età, mantenuti durante tutto il periodo del servizio, a pena di decadenza.
Sono ammessi alla realizzazione dei progetti tutti i cittadini italiani, senza distinzione di sesso.
Non possono presentare domanda: gli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia; i
volontari già impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile (non è possibile cioè
interrompere il servizio per partecipare alle selezioni per un nuovo progetto), o che abbiano già
svolto il predetto servizio, ovvero che abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista; i
giovani che abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di
collaborazione a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di
durata superiore a tre mesi.
Unitamente alla documentazione da inviare al Dipartimento ai sensi dell’art. 6 del bando, occorre
trasmettere, per i volontari utilmente collocati nella graduatoria, un certificato medico rilasciato
dalla Asl competente o dal medico di famiglia su apposito modulario dal quale risulti l’idoneità
fisica dei singoli volontari all’espletamento delle attività previste dal progetto.

Note all’art.4.
Le domande, redatte secondo il modello di cui all’allegato 2 e corredate dalla dichiarazione di cui
all’allegato 3 del presente bando, debbono pervenire esclusivamente agli enti impegnati nella
realizzazione del progetto, entro il termine perentorio delle ore 14.00 del 30 gennaio 2013. Le
domande trasmesse a mezzo fax o via e-mail non saranno prese in considerazione. Alla domanda

vanno allegati tutti i titoli che si ritengono utili ai fini della selezione. In questa fase del
procedimento non deve essere presentato il certificato medico.
E’ possibile presentare una sola domanda di partecipazione. La presentazione di più domande
comporta l’esclusione dalla partecipazione al progetto.

Note all’art.5
La selezione è effettuata dagli enti che realizzano il progetto. Gli enti dovranno stabilire e rendere
noti ai candidati i criteri della selezione mediante la pubblicazione sul proprio sito internet, i giorni
e la sede di svolgimento della selezione. Il candidato che pur avendo presentato la domanda non si
presenta nei giorni stabiliti è escluso dalla selezione per non aver completato la relativa procedura.
La selezione sarà effettuata secondo i criteri verificati ed approvati dal Dipartimento in sede di
valutazione del progetto. Nella graduatoria finale sono inseriti tutti i volontari risultati idonei
selezionati e idonei non selezionati per mancanza di posti. A parità di punteggio è preferito il
candidato più giovane di età in relazione a quanto previsto dal comma 7, articolo 3, della legge n.
191/98. Le graduatorie dovranno riportare per ciascun aspirante volontario: cognome, nome, data di
nascita, punteggio conseguito. Quanti non hanno sostenuto il colloquio o sono stati esclusi per altri
motivi vanno inseriti in un elenco a parte con la specifica del motivo dell’esclusione. Gli enti
devono comunicare tempestivamente agli interessati il mancato inserimento nelle graduatorie. La
graduatoria è compilata per ogni sede in cui si articola il progetto, in ordine decrescente rispetto ai
punteggi attribuiti. Gli enti devono pubblicare sul proprio sito internet e presso le sedi dove sono
state effettuate le selezioni o comunque con altre idonee modalità le graduatorie.
Note all’art.6
Unitamente alla graduatoria l’ente capofila invia in fotocopia, con riferimento ai soli candidati
risultati idonei e selezionati, i documenti elencati all’art. 6 del bando e conserva gli originali da
esibire a richiesta del Dipartimento.
L’ente capofila deve inviare via Internet le graduatorie e gli elenchi di cui all’articolo 5 completi dei
dati relativi a tutti i candidati che hanno partecipato alla selezione, compresi quindi gli idonei non
selezionati. Nell’inviare i dati l’ente capofila avrà cura di prestare attenzione alla correttezza e alla
completezza degli stessi, in quanto le informazioni implementeranno direttamente gli archivi del
sistema. Il Dipartimento non risponde di eventuali errori commessi nella compilazione del format di
invio.
Le eventuali esclusioni dalle graduatorie per l’assenza dei requisiti richiesti sono comunicate dal
Dipartimento agli enti, i quali informano tempestivamente gli interessati.
Note all’art.9
L’attestato di espletamento del servizio non verrà rilasciato ai volontari che hanno interrotto il
servizio.

Allegato 1
SEDI DI ATTUAZIONE DEL PROGETTO “PER DANIELE: STRAORDINARIO COME
VOI”
N.

Sede di attuazione del Progetto

1

ARGELATO

VIA CENTESE 46

BARICELLA

VIA PEDORA 53

1

BASTIGLIA

PIAZZA REPUBBLICA 49

2

BASTIGLIA

VIA STAZIONE 7

1

BENTIVOGLIO

PIAZZA DELLA PACE 1

1

BOMPORTO

VIA F.DE ANDRÈ 10

1

BOMPORTO

PIAZZA MATTEOTTI 34

1

BOMPORTO

PIAZZA MATTEOTTI 34

1

9

BIBLIOTECA COMUNALE
ISTITUZIONE PER L'ESERCIZIO DEI SERVIZI
ALLA PERSONA E ALLA FAMIGLIA
P.A. CROCE BLU BASTIGLIA SEDE
CENTRALE
UNIONE DEL SORBARA-SCUOLA PRIMARIA
“G.MAZZINI”
COMUNE DI BENTIVOGLIO
UNIONE DEL SORBARA-SCUOLA
DELL’INFANZIA “ARCOBALENO”
UNIONE DEL SORBARA-SERVIZIO
POLITICHE GIOVANILI
UNIONE DEL SORBARA-SERVIZI
SCOLASTICI COMUNE DI BOMPORTO
UNIONE DEL SORBARA-SERVIZI SOCIALI

N. vol.
per sede
1

BOMPORTO

1

10

CASA FAMIGLIA BEPPE E GIANNI

BONDENO

PIAZZA MATTEOTTI 34
VIA COMUNALE, FRAZ.
GAVELLO 157

BONDENO

PIAZZA GARIBALDI 1

6

BONDENO

VIA DEI MILLE 16

1

BORETTO

VIA PER BRESCELLO SNC

1

BRESCELLO

VIA XXV APRILE 9/A

2

CAMPAGNOLA
EMILIA

PIAZZA DON GINO
FIACCADORI 1

2

2
3
4
5
6
7
8

11
12
13

14
15

COMUNE DI BONDENO- SEDE DEL
MUNICIPIO
SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DI
BONDENO
UNIONE COMUNI BASSA REGGIANA"SCUOLA PRIMARIA DI BORETTO/ISTITUTO
COMPRENSIVO DI GUALTIERI-BORETTO"
UNIONE COMUNI BASSA REGGIANA"CENTRO POLIVALENTE SERVIZI ALLA
PERSONA"
CARITAS ITALIANA-ORATORIO
CAMPAGNOLA EMILIA

Comune

Indirizzo

3

16

UNIONE COMUNI PIANURA REGGIANACASA PROTETTA “D. BACCARINI”

CAMPAGNOLA
EMILIA

VIA GRANDE 2

1

17

COMUNE DI CAMPOGALLIANOBIBLIOTECA COMUNALE

CAMPOGALLIANO VIA RUBIERA 1

1

CAMPOGALLIANO VIA MATTEI 11/13

1

CAMPOGALLIANO PIAZZA PACE 2

2

CAMPOSANTO

VIA MARCONI 37

2

CAMPOSANTO

VIA MARCONI 41

2

CAMPOSANTO

PIAZZA GRAMSCI 15

2

CAMPOSANTO
CARPI

VIA BARACCA 11
VIA MATTEOTTI 91

2
2

CARPI

VIA PERUZZI 38

1

CARPI

CORSO M. FANTI 13

1

CARPI

VIA SANTA CHIARA 18

4

CARPI
CARPI

VIA PAOLO GUAITOLI 26/28
VIA ALESSANDRO TASSONI 6

2
2

18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29

COMUNE DI CAMPOGALLIANO- CENTRO
GIOVANI-VILLA BI
UNIONE TERRE D’ARGINE- SEDE DI
CAMPOGALLIANO
ARCI SERVIZIO CIVILE-CENTRO GIOVANI
FERMATA 23
AVPA CROCE BLU
CARITAS ITALIANA, PARROCCHIA
CAMPOSANTO - CANONICA
COMUNE DI CAMPOSANTO
AGAPE DI MAMMA NINA ONLUS
ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO PORTA
APERTA ONLUS
CARITAS DIOCESANA DI CARPI
CARITAS ITALIANA-ASSOCIAZIONE
EFFATA’ ONLUS
CASA SANTA TERESA DEL BAMBIN GESU'
CIRCOLO CULTURALE KALINKA

N.
30
31
32
33

Sede di attuazione del Progetto
COMUNE DI CARPI - CASTELLO DEI
RAGAZZI
COOPERATIVA SOCIALE IL MANTELLO
SCARL
DISTRETTO DI CARPI
ISTITUTO FIGLIE DELLA PROVVIDENZA
PER LE SORDOMUTE - SEDE DI CARPI

Comune

Indirizzo

N. vol.
per sede

CARPI

P.ZA MARTIRI 59

2

CARPI

VIA PERUZZI 22

1

CARPI

VIA MOLINARI 2

7

CARPI

VIA BOLLITORA INTERNA 205

2

34

NAZARENO-CASA DELLE FARFALLE

CARPI

STRADA STATALE 413
ROMANA NORD 109

1

35

NAZARENO SOCIETA' COOPERATIVA
SOCIALE

CARPI

VIA BOLLITORA INTERNA 130

1

CARPI

VIA SVIZZERA 2

2

CARPI

VIA .LE ALLENDE 1/A

2

CARPI

VIA SAN ROCCO 5

4

CARPI

VIALE GIOSUE'CARDUCCI 32/34

2

PIAZZA AMENDOLA 1

1

VIA D’ANNUNZIO 91

2

36
37
38
39

NAZARENO SOCIETA' COOPERATIVA
SOCIALE ATELIER MANOLIBERA
PA CROCE BLU
UNIONE TERRE D’ARGINE-CENTRO
SERVIZI
UNIONE TERRE D’ARGINE-SERVIZI
SOCIALI, SEDE DI CARPI

40

SPORTELLO SOCIALE

41

COMUNE DI CASTELFRANCO EMILIASCUOLA PRIMARIA DON MILANI

CASTEL
MAGGIORE
CASTELFRANCO
EMILIA

42

COMUNE DI CASTELFRANCO EMILIASCUOLA PRIMARIA TASSONI

CASTELFRANCO
EMILIA

P.ZZA G.FALCONE SNC

3

43

PA CROCE BLU

CASTELFRANCO
EMILIA

VIA A. COSTA 6

3

44

BIBLIOTECA

CASTELLO
D'ARGILE

VIA MATTEOTTI 150

1

CAVEZZO

VIA VOLTURNO SNC

2

CAVEZZO

VIA ROSATI 46

3

CAVEZZO

VIA DANTE ALIGHIERI 50

2

CAVEZZO

VIA CAVOUR 57

2

CAVEZZO
CENTO

VIA VOLTURNO 66
VIA DEI TIGLI 2/B

2
8

CENTO

VIA UGO BASSI 49

3

CENTO

VIA OLINDO MALAGODI 12

2

CENTO

VIA NUOVA 31

1

CENTO

VIA BENEDETTO GENNARI 112

1

CENTO

VIA CASONI 20

1

CENTO

VIA DI RENAZZO 40

1

CENTO

VIA OLINDO MALAGODI 12

2

CENTO
CENTO
CENTO

VIA OLINDO MALAGODI 12
VIA CREMONINO 10
VIALE DELLA LIBERTA' 8

1
1
2

45
46
47
48
49
50
51

52

53
54
55
56
57
58
59
60

CARITAS ITALIANA, PARROCCHIA
CAVEZZO – CENTRO CARITAS
COMUNE DI CAVEZZO-BIBLIOTECA
COMUNALE
COMUNE DI CAVEZZO-SEDE MUNICIPALE
COOPERATIVA SOCIALE ELLEUNO S.C. A
R.L. 10
P.A. CROCE BLU
ANFFAS ONLUS CENTO
COMUNE DI CENTO-CENTRO PER LE
FAMIGLIE DELL’ALTOFERRARESE
COMUNE DI CENTO - GESTIONE
ASSOCIATA SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI
DEI COMUNI DI CENTO, SANT’AGOSTINO,
MIRABELLO, POGGIO RENATICO E
VIGARANO M
COMUNE DI CENTO-LABORATORIO
GRUPPO VERDE E GRUPPI DEL TEMPO
LIBERO
COMUNE DI CENTO-SCUOLA PRIMARIA
CARDUCCI
COMUNE DI CENTO-SCUOLA PRIMARIA
CASUMARO
COMUNE DI CENTO-SCUOLA PRIMARIA DI
RENAZZO
COMUNE DI CENTO-SERVIZI SCOLASTICI
ED EDUCATIVI
COMUNE DI CENTO - SERVIZI SOCIALI
NEUROPSICHIATRIA INFANTILE DI CENTO
PRONTO SOCCORSO ANGELI CUSTODI

N.

Sede di attuazione del Progetto

Comune

Indirizzo

N. vol.
per sede

61

SERVIZIO PSICHIATRICO TERRITORIALE

CENTO

VIALE FALZONI GALLERANI
20

1

62

UO MEDICINA E GERIATRIA DELL'OSP. DI
CENTO

CENTO

VIA GIOVANNI VICINI 2

4

63

COMUNE DI CONCORDIA SULLA SECCHIA

CONCORDIA
SULLA SECCHIA

VIA LENIN 43

4

64

PA CROCE BLU

VIA DELLA PACE 113

2

65

CASA DELLA CARITÀ DI FOSDONDO
COMUNE DI CORREGGIO - BIBLIOTECA
"L.EINAUDI"
COMUNE DI CORREGGIO - CASA NEL
PARCO
COOPERATIVA SOCIALE SOFIA S.C.R.L. CASA PROTETTA LE ROBONIE

VIA SAN PROSPERO 24

2

CORREGGIO

CORSO CAVOUR 7

3

CORREGGIO

VIA FAZZANO 9

2

CORREGGIO

VIA CARLETTI 2/F

1

CORREGGIO

VIA MANDRIOLO SUPERIORE
1/A

1

CORREGGIO

VIALE VITTORIO SALTINI 54

1

CREVALCORE
CREVALCORE

3
3

FABBRICO
FABBRICO

VIA CANDIA 385 C
VIA VECCHI 183
PERSICETANA (SEDE
DELL'ISTITUZIONE) 226
VIA ROMA 35
VIA VERDI 1

FABBRICO

VIA 27 FEBBRAIO 133

1

FERRARA

VIALE KRASNODAR 41

4

FERRARA

VIA SILVANO BALBONI 4

1

FERRARA

VIA GIOVANNI RANUZZI 104

2

FERRARA

PIAZZA SAINT ETIENNE 19

2

FERRARA

VIA BRASAVOLA 19

4

66
67
68
69
70
71
72
73
74
75
76
77
78
79
80
81

UNIONE COMUNI PIANURA REGGIANACASA PROTETTA “CENTRO ANZIANI”
UNIONE COMUNI PIANURA REGGIANACENTRO DIURNO PER DISABILI
“ARCOBALENO”
ASSOCIAZIONE VOLONTARIA P.A.
COMUNE DI CREVALCORE-NIDO BOLZANI
COMUNE DI CREVALCORE - SERVIZI
CULTURALI ISTITUZIONE
COMUNE DI FABBRICO 1
C.R.I. COMITATO LOC. FABBRICO
UNIONE COMUNI PIANURA REGGIANACASA PROTETTA “LUISA GUIDOTTI”
ASSISTENZA PUBBLICA ESTENSE
ASSOCIAZIONE CENTRO DONNA
GIUSTIZIA - SPORTELLO INFORMATIVO
ASSOCIAZIONE COMUNITA’ PAPA
GIOVANNI XXIII-CASA FAMIGLIA “DI
TUTTI I COLORI”
ASSOCIAZIONE NADIYA - FERRARA
CARITAS DIOCESANA DI FERRARA COMACCHIO / CENTRO DI ACCOGLIENZA

CONCORDIA
SULLA SECCHIA
CORREGGIO

CREVALCORE

3
2
2

82

CASA FAMIGLIA MADRE TERESA

FERRARA

83

CEDIS UFFICIO ACCOGLIENZA
CENTRO ITALIANO PROVINCIALE
FERRARA
CENTRO SOCIO RIABILITATIVO "SAN
BARTOLO"

FERRARA

VIA ACQUEDOTTO - LOC.
PESCARA SABBIONI 117
VIA RIPAGRANDE 12

FERRARA

VIA ISABELLA D'ESTE 22

3

FERRARA

VIA SAN BARTOLO 119

2

84
85

2
2

86

COMUNE DI FERRARA COORDINAMENTO
SCUOLE INFANZIA GOBETTI

FERRARA

VIA LUIGI PASTRO 9

1

87

COMUNE DI FERRARA COORDINAMENTO
SCUOLE INFANZIA PACINOTTI

FERRARA

VIA ANTONIO PACINOTTI 14/16

1

FERRARA

VIA VENTI SETTEMBRE 152

4

FERRARA

VIA DEGLI SPADARI 2/2
VIA MASSA FISCAGLIA - LOC.
DENORE 434

1

FERRARA

VIA QUARTIERI 2

2

FERRARA
FERRARA

VIA LUIGI BORSARI 4
VIA MONTEBELLO 46/A

1
2

89

COMUNE DI FERRARA UNITÀ OPERATIVA
INTEGRAZIONE
COMUNE DI FERRARA URP

90

COMUNITA' TERAPEUTICA 2

88

91
92
93

DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE RESIDENZA "LA LUNA"
FONDAZIONE ENRICO ZANOTTI
IBO 11

FERRARA

1

N.
94
95
96
97
98
99
100
101
102
103
104

Sede di attuazione del Progetto

Comune

SMRIA SALUTE MENTALE RIABILITAZIONE
INFANZIA E ADOLESCENZA SEDE DI
FERRARA
FERRARA
ARCI SERVIZIO CIVILE-POLISPORTIVA
FINALE EMILIA
MASSESE
CARITAS ITALIANA, MOVIMENTO PER LA
FINALE EMILIA
VITA – CENTRO AIUTO ALLA VITA
CARITAS ITALIANA, PARROCCHIA FINALE
EMILIA – CANONICA
CARITAS ITALIANA, PARROCCHIA MASSA
FINALESE – CANONICA
COMUNE DI FINALE EMILIA
COMUNE DI GALLIERA-MUNICIPIO
CARITAS ITALIANA-ORATORIO DI
GUALTIERI
UNIONE COMUNI BASSA REGGIANA"SERVIZI SOCIALI COMUNE DI GUALTIERI"
CARITAS ITALIANA-ORATORIO DI
GUASTALLA
UNIONE COMUNI BASSA REGGIANA-SAP
UNIONE DEI COMUNI

Indirizzo

N. vol.
per sede

VIA MESSIDORO 20

2

VIA NIVES BARBIERI 4/A

2

VIA CAVOUR 1/F

1

FINALE EMILIA

VIA CAVOUR 3

2

FINALE EMILIA

VIA PER MODENA OVEST 3

2

FINALE EMILIA
GALLIERA

VIA MONTEGRAPPA 6
PIAZZA MANZATICO 1

4
2

GUALTIERI

P.ZZA IV NOVEMBRE 42

2

GUALTIERI

P.ZZA BENTIVOGLIO 26

1

GUASTALLA

VIA PEGOLOTTI 4

3

GUASTALLA

VIA QUATTRO NOVEMBRE 9/A

1

105

UNIONE COMUNI BASSA REGGIANASERVIZIO SOCIALE INTEGRATO ZONALE

GUASTALLA

VIA IV NOVEMBRE 9/A

2

106

UNIONE COMUNI BASSA REGGIANA"ISTITUTO COMPRENSIVO

LUZZARA

VIALE FILIPPINI 42

1

107

COMUNE DI MALALBERGO-BIBLIOTECA
COMUNALE

MALALBERGO

PIAZZA CADUTI DELLA
RESISTENZA 1

1

MEDOLLA

VIA AGNINI 6

1

MEDOLLA

VIA SAN MATTEO 12

2

MEDOLLA

PIAZZA GARIBALDI 1

1

MEDOLLA

VIA MILANO 4

1

MEDOLLA

VIA GENOVA 10

1

MINERBIO
MIRANDOLA

VIA GARIBALDI 44
VIA MAZZONE 2

1
1

MIRANDOLA

VIA DORANDO PIETRI 4

2

MIRANDOLA

VIA LINO SMERIERI 1

2

MIRANDOLA

VIA SMERIERI 1

7

MIRANDOLA

VIA POSTA 55

1

MIRANDOLA
MIRANDOLA
MIRANDOLA

VIA POSTA VECCHIA 55
VIA LINO SMERIERI 1/A
VIA LINO SMERIERI 1

3
6
3

MIRANDOLA

VIA CASTELFIDARDO 40

1

MOLINELLA

VIA MURRI 1

2

NONANTOLA

VIA LARGO CADUTI SUL
LAVORO 5

2

NONANTOLA

VIA MARCONI 11

3

NOVELLARA

VIA DELLA COSTITUZIONE
10/B

1

108
109
110
111
112
113
114
115
116
117
118
119
120
121
122
123

ARCI SERVIZIO CIVILE-SEDE DI ZONA UISP
PROVINCIALE
CARITAS ITALIANA, PARROCCHIA
MEDOLLA - SCUOLA MATERNA “L.
BENASSI”
COMUNE DI MEDOLLA
COMUNE DI MEDOLLA – ASILO NIDO
PANDA
COMUNE DI MEDOLLA - CENTRO
CULTURALE
COMUNE DI MINERBIO
AQUARAGIA CIRCOLO ARCI
COMUNE DI MIRANDOLA – UFFICIO
PUBBLICA ISTRUZIONE
COMUNE DI MIRANDOLA – UFFICIO
SERVIZI SOCIALI
DISTRETTO DI MIRANDOLA
ENTE PARROCCHIA SANTA MARIA
MAGGIORE
PA CROCE BLU
UNIONE COMUNI MODENESI AREA NORD
UNIONE COMUNI MODENESI AREANORD
UNIONE COMUNI MODENESI AREA NORD –
CENTRO STRANIERI
P.A. CITTA' DI MOLINELLA SEDE
CENTRALE

124 P.A. CROCE BLU
UNIONE DEL SORBARA-COMUNE DI
NONANTOLA
COMUNE DI NOVELLARA - CENTRO SOCIO
126
ASSISTENZIALE
125

N.
127
128
129
130
131
132
133
134
135
136

Sede di attuazione del Progetto
CONFCOOPERATIVE-CASA RESIDENZIALE
PER ANZIANI "DON P. BORGHI"
CONFCOOPERATIVE-CENTRO SOCIORIABILITATIVO DIURNO PER DISABILI
"COLIBRÌ”
PARROCCHIA DI S.STEFANO M. IN
NOVELLARA/ORATORIO CRISTO RE
UNIONE TERRE D’ARGINE-SEDE DI NOVI DI
MODENA
BIBLIOTECA
COMUNE DI PIEVE DI CENTO
UNIONE DEL SORBARA-COMUNE DI
RAVARINO
UNIONE DEL SORBARA-SCUOLA PRIMARIA
“BUONARROTI”
CARITAS ITALIANA-ORATORIO DI
REGGIOLO
CONFCOOPERATIVE-CASA PROTETTA PER
ANZIANI "S. MARIA DELLE GRAZIE"

Comune

Indirizzo

N. vol.
per sede

NOVELLARA

VIA DELLA COSTITUZIONE 10

1

NOVELLARA

VIA DELLA COSTITUZIONE
10/A

1

NOVELLARA

PIAZZA BATTISTI 6

2

NOVI DI MODENA

VIA BUONARROTI 41

8

PIEVE DI CENTO
PIEVE DI CENTO

PIAZZA ANDREA COSTA 10
PIAZZA ANDREA COSTA 17

1
2

RAVARINO

VIA ROMA 173

1

RAVARINO

VIA GRAMSCI 55

1

REGGIOLO

VIA MATTEOTTI 96

3

REGGIOLO

VIA IV NOVEMBRE 1

1

137

UNIONE COMUNI BASSA REGGIANAREGGIOLO POOL

REGGIOLO

VIA IV NOVEMBRE 4

3

138

UNIONE COMUNI PIANURA REGGIANACASA PROTETTA “MAGIERA ANSALONI”

RIO SALICETO

VIA C. MARX 10

1

139

UNIONE COMUNI PIANURA REGGIANACENTRO DIURNO ANZIANI “A. ROVESTI”

ROLO

VIA GALILEI 36

1

140

UNIONE COMUNI PIANURA REGGIANACOMUNE DI ROLO

ROLO

CORSO REPUBBLICA 39

1

141

COMUNE DI SALA BOLOGNESE – CENTRO
GIOVANILE “LA VILLA”

VIA GRAMSCI 315

2

PIAZZA MARCONI 1

1

VIA GARIBALDI 8

1

143

ARCI SERVIZIO CIVILE-AGUA CENTER
S.S.D.A R.L.

SALA
BOLOGNESE
SALA
BOLOGNESE
SAN FELICE SUL
PANARO

144

A.V.P.A. CROCE BLU S.FELICE S/P MEDOLL

SAN FELICE SUL
PANARO

VIA GARIBALDI 122

3

SAN FELICE SUL
PANARO

VIALE CAMPI 43

1

SAN FELICE SUL
PANARO

VIA CANALINO 912

2

SAN FELICE SUL
PANARO

VIA CASARINO 362

3

AZIENDA USL DI BOLOGNA-CENTRO
SALUTE MENTALE

SAN GIORGIO DI
PIANO

VIA GARIBALDI 6

1

AZIENDA USL DI BOLOGNA-SERT
(SERVIZIO PER LE TOSSICODIPENDENZE)
AZIENDA USL DI BOLOGNA-SERVIZIO DI
150 NEUROPSICHIATRIA INFANZIA E
ADOLESCENZA

SAN GIORGIO DI
PIANO

VIA CARDUCCI 24

1

SAN GIORGIO DI
PIANO

VIA FARISELLI 4

2

151 COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO

SAN GIORGIO DI
PIANO

VIA DELLA LIBERTÀ 35

1

AZIENDA USL DI BOLOGNA - DISTRETTO
DI COMMITTENZA E GARANZIA PIANURA
152
OVEST E SERVIZIO DI NEUROPSICHIATRIA
INFANTILE E ADOLESCENZA

SAN GIOVANNI IN
VIA MARZOCCHI 2
PERSICETO

3

AZIENDA USL DI BOLOGNA - OSPEDALE DI
SAN GIOVANNI

SAN GIOVANNI IN
VIA MARZOCCHI 3
PERSICETO

2

142 MUNICIPIO DI SALA BOLOGNESE

145 BIBLIOTECA
CARITAS ITALIANA, PARROCCHIA SAN
146 FELICE SUL PANARO – CENTRO DON
BOSCO
COMUNE DI SAN FELICE SUL PANARO147
MUNICIPIO
148
149

153

Sede di attuazione del Progetto

154

AZIENDA USL DI BOLOGNA- SERT
(SERVIZIO DI TOSSICODIPENDENZE)

SAN GIOVANNI IN
VIA MARZOCCHI 1
PERSICETO

2

155

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO
1

SAN GIOVANNI IN
CORSO ITALIA 70
PERSICETO

9

156

COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO MUNICIPIO

SAN MARTINO IN
RIO

CORSO UMBERTO I° 22

2

157

UNIONE COMUNI PIANURA REGGIANACASA PROTETTA "COMUNALE"

SAN MARTINO IN
RIO

VIA OSPEDALE 10

1

158

AZIENDA USL DI BOLOGNA - DISTRETTO
SOCIO SANITARIO PIANURA EST

SAN PIETRO IN
CASALE

VIA ASIA 61

3

SAN PIETRO IN
CASALE

PIAZZA MARTIRI DELLA
LIBERAZIONE 12

1

VIA MATTEOTTI 154

1

PIAZZA ANDREOLI 1

3

VIA CHILETTI 6

2

159 BIBLIOTECA RAGAZZI
160 COMUNE DI SAN PIETRO IN CASALE
161 COMUNE DI SAN POSSIDONIO
ARCI SERVIZIO CIVILE-POLIVALENTE SAN
162
PROSPERO

Comune

SAN PIETRO IN
CASALE
SAN POSSIDONIO
SAN PROSPERO
SULLA SECCHIA

Indirizzo

N. vol.
per sede

N.

163 COMUNE DI SAN PROSPERO-MUNICIPIO

SAN PROSPERO
SULLA SECCHIA

VIA CHILETTI 6/D

4

164 PA CROCE BLU

SAN PROSPERO
SULLA SECCHIA

PIAZZA GRAMSCI 2/A

3

VIA 2 AGOSTO 1980 118

3

VIA GRANDI 159
VIA ARGINETTO 5

1
2

SOLIERA

PIAZZA REPUBBLICA 1

4

COMUNE DI SANT'AGATA BOLOGNESE
MUNICIPIO
CIRCOLO ARCI POLIVALENTE SOLIERA
PA CROCE BLU
UNIONE TERRE D’ARGINE- SEDE DI
SOLIERA
CARITAS ITALIANA- PARROCCHIA DELLA
NATIVITÀ

SANT'AGATA
BOLOGNESE
SOLIERA
SOLIERA

VIGARANO
MAINARDA

PIAZZA GIOVANNI XXIII 3

2

170

COMUNE DI VIGARANO MAINARDACENTRO MULTIMEDIALE GIOVANILE

VIGARANO
MAINARDA

PIAZZA DELLA REPUBBLICA 9

1

171

COMUNE DI VIGARANO MAINARDALUDOTECA COMUNALE

VIGARANO
MAINARDA

VIA ARGINE RENO 79

1

165
166
167
168
169

“ALLEGATO 2”
All’ Ente………………………………………………….
Sede di ..…………………………………………..
Via……………………………………………….., n…….
c.a.p………….Località....................................……(…….)
DOMANDA DI AMMISSIONE AL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE
Il/La sottoscritto/a:
Cognome……………………………………...…..…… Nome ………………………………………
CHIEDE
di essere ammesso/a a prestare servizio civile nazionale presso codesto Ente, per il progetto “Per
Daniele:straordinario come voi” presso la sede di……………………………………
A tal fine, ai sensi e per gli effetti delle disposizioni contenute negli articoli 46 e 47 del decreto del
Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n° 445 e consapevole delle conseguenze derivanti
da dichiarazioni mendaci ai sensi dell’articolo 76 del predetto D.P.R. n° 445/2000, sotto la propria
responsabilità
DICHIARA DI
essere nato/a: ………………………………………… Prov.: …………. il…………………………..
Cod. Fisc. ……………………………. e di essere residente a …….………….………… Prov……..
in via……………………………………………………….……… n…… cap……….
Telefono.......……....………….. indirizzo e-mail …………………………………………………….
Stato civile…………………...
- essere cittadino/a italiano/a;
- non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno
per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto
contro la persona o concernente detenzione, uso, porto trasporto, importazione o esportazione
illecita di armi o materie esplodenti ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il
favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici, o di criminalità organizzata;
DICHIARA INOLTRE
(cancellare la dizione che non interessa)
- di essere disponibile / di non essere disponibile, qualora in seguito alle selezioni effettuate risulti
idoneo non selezionato ad essere assegnato alla sede di servizio civile prescelta anche in posti
resi disponibili successivamente al termine delle procedure selettive, a seguito di rinuncia o
impedimento da parte dei volontari già avviati al servizio;
- di aver preso visione del progetto indicato nella domanda e di essere in possesso dei requisiti
richiesti dall’ente per l’assegnazione di volontari nel progetto stesso;
- di essere residente / di non essere residente nel luogo di realizzazione del progetto;
- di provvedere autonomamente alle spese relative al viaggio per il raggiungimento della sede di
realizzazione del progetto (dichiarazione da rendere nel solo caso in cui l’interessato non sia
residente nel luogo di realizzazione del progetto).
DICHIARA ALTRESI’
Sotto la propria responsabilità:
- che le dichiarazioni contenute nella scheda di cui all’ “Allegato 3” sono rispondenti al vero;

- di non aver presentato ulteriori domande di partecipazione alle selezioni per altre sedi di
realizzazione del progetto;
- di non avere in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione
retribuita a qualunque titolo, ovvero di non avere avuto tali rapporti nell’anno precedente di
durata superiore a tre mesi.

Autorizzo la trattazione dei dati personali ai sensi del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.
Data ..................
Firma .......................................

RECAPITO CUI SI INTENDE RICEVERE COMUNICAZIONI
(solo se diverso da quello indicato sopra)
Comune …………..……………………………………. Prov. ………… Cap. ……………………..
Via ………………………………………………………………………………… N. ……………..
Tel.……………………………………………. e-mail ………………………………………………

“ALLEGATO 3”
In relazione alla domanda di ammissione al servizio civile nazionale, e al fine di fornire i necessari
elementi di valutazione in ordine ai titoli posseduti e alle ulteriori circostanze rilevanti ai fini della
selezione
DICHIARA
che alla data del 20 maggio 2012 si trovava in una delle seguenti situazioni (barrare solo una delle
opzioni previste):
[a] residente, domiciliato o avente dimora abituale in uno dei Comuni delle province di Modena,
Ferrara, Bologna o Reggio Emilia individuati alla voce 6 del progetto;
[b] residente, domiciliato o avente dimora abituale in uno dei Comuni delle province di Modena,
Ferrara, Bologna o Reggio Emilia non compresi nella suddetta voce 6 del progetto;
[c] iscritto/a presso una delle seguenti Università: Bologna, Ferrara, Modena-Reggio Emilia, pur
non essendo residente in uno dei Comuni delle province di Modena, Ferrara, Bologna o
Reggio Emilia;
di aver avuto / non aver avuto precedenti esperienze presso gli enti che realizzano il progetto
(specificare la tipologia delle esperienze e la durata delle stesse);
di aver avuto / non aver avuto precedenti esperienze presso altri enti nel settore d’impiego cui il
progetto si riferisce (specificare la tipologia delle esperienze e la durata delle stesse);
di aver avuto / non aver avuto precedenti esperienze in settori d’impiego analoghi a quello cui il
progetto si riferisce (specificare la tipologia delle esperienze e la durata delle stesse);
DICHIARO ALTRESI’
di possedere il seguente titolo di studio:………………………………………………………………
conseguito presso …………………………………………………...………………il……………….
di essere iscritto al … anno della scuola media-superiore: …………………………………………..
di essere iscritto al … anno accademico del corso di laurea in ……………………..………………..
presso l’Università …………………………………………………………………………………….
di essere in possesso dei seguenti altri titoli (1)………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
di aver effettuato i seguenti corsi, tirocini, applicazioni pratiche ……………………………………
………………………..……………………………………………………………………………….
di aver avuto le seguenti esperienze ( indicare esclusivamente fatti o circostanze utili al fine della
selezione per il progetto prescelto) ………………………………………………………………..
…………………………………………………………………………………………………………
Altre conoscenze e professionalità: (2)………………………………………………………………..
…………………………………………………………………………………………………………
Di aver scelto il progetto per i seguenti motivi: ………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
Ogni altra informazione relativa alla propria condizione personale, sociale, professionale, ecc. utile
ai fini della valutazione dell’Ente:………………………………………………………………….
…………………………………………………………………………………………………………
Data…………………
Firma……………………………………
N.B :
Accludere curriculum vitae, copie dei titoli in possesso e ogni altra documentazione significativa.
Note per la compilazione
(1) Indicare eventuali titoli di specializzazione, professionali o di formazione di cui si è in possesso.

(2) Indicare altre competenze tecniche, informatiche, scientifiche, sanitarie, ecc.__


Documenti correlati


Documento PDF progetti scn gg piemonte1 a4
Documento PDF untitled pdf document
Documento PDF servizio civile
Documento PDF tariffario deputati nuovo gennaio 2013
Documento PDF stampanti a noleggio da oggi ce prink tuttoincluso plus
Documento PDF proggg  patronato toscana


Parole chiave correlate