File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Assistenza Contattaci



GdS EdP 03.02.2013 .pdf



Nome del file originale: GdS-EdP_03.02.2013.pdf

Questo documento in formato PDF 1.6 è stato inviato su file-pdf.it il 03/02/2013 alle 10:12, dall'indirizzo IP 87.30.x.x. La pagina di download del file è stata vista 3591 volte.
Dimensione del file: 11.1 MB (48 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Fondato da Girolamo Ardizzone

Euro Domenica 3
1,20* Febbraio 2013

PALERMO
PALERMO

Anno 153, Numero 33, Sped. Abbonamento Post. 45%
Articolo 2 Comma 20/B Legge 662/96, Palermo

verso le elezioni. Oggi tocca a Berlusconi. Ingroia: proposte oscene dai democratici per farci ritirare

ribera. Lungo la statale che porta a Trapani

«Ora giù le tasse»
Coro unico
Crolla un viadotto
da Monti a Bersani nell’Agrigentino
Tragedia sfiorata
0 Il premier uscente: spread dimezzato, va bloccata la spesa. Il leader
Pd: alleggerire il carico su fasce medio-basse e su chi investe 6PAG. 3-5
calcio

Il traffico era stato chiuso pochi minuti prima
per un avvallamento nell’asfalto 6PAGINA 9
Palermo. Progetto sperimentale del ministero

Una carta acquisti
per aiutare famiglie
a basso reddito
Millecinquecento nuclei si divideranno
sei milioni di euro in un anno 6PAGINA 23

esonerato

Zeman,
finisce
l’avventura
giallorossa

L’inchiesta sull’Asp 6

L’affaire dei pannoloni
In corsa 4 maxi-aziende
6PAGINA 7

fisco

Affitti, 1 milione in nero
e un buco di 5 miliardi

6PAGINA 42

...

l’anticipo serale

Napoli batte
Catania
e aggancia
la Juventus
6PAGINA 45

il nuovo Palermo
Control’Atalanta
sfidaperlasalvezza

I rosa provano la rimonta.
Oggi prima di due gare interne di
fila. Gasperini: «Per vincere dobbiamo giocare una partita intelligente». Mancherà Miccoli, dubbio Formica-Fabbrini (a destra
nella foto) in attacco. Possibile
debutto di Faurlin (a sinistra) e di
Boselli. Stadio quasi pieno. Colantuono: «Giocheremo come in
una finale». 6PAGINE 39-41

6PAGINA 17

in sicilia

Scuola, via libera
a 74 nuovi indirizzi
6PAGINA 12

francia

Nozze gay vicine
Primo sì alla legge
6PAGINA 14

palermo

La raccolta
si ferma:
è allarme
amianto
Il Comune: nuovo
appalto fra due mesi

ma la città
non può
aspettare
Marco Romano

6PAGINA 25

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

2 Fatti&Notizie

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

l’intervista
a Stacy Meichtry

Quali sono i punti di maggior attrito
fra Obama e l’opposizione Repubblicana?
«I Repubblicani si oppongono all'incremento
delle imposte, chiesto dal Presidente sui più
ricchi per non dover aumentare il carico sulle
classi medie e meno abbienti. Anche sugli
eventuali tagli alla spesa i pareri sono discordi,
dato che i Repubblicani mirano a ridurre gli
stanziamenti per il welfare. In particolare il
programma Medicare per l'assistenza sanitaria agli anziani, mentre i Democratici vorrebbero concentrarsi sulla riduzione delle spese
del Pentagono, cioè per la difesa. È vero che, ultimamente sembrano aver cambiato un po'
idea. Tuttavia le spese per l'armamento restano uno dei problemi più controversi».

diNinoSunseri

«negli stati uniti
uncompromesso
perevitare
ilbaratrofiscale»

Resta però il dato di fondo: il deficit federale ha raggiunto la soglia di 16,4 miliardi
di dollari: praticamente il 100% del Pil. A
Bruxelles sarebbero già scattati tutti gli allarmi possibili. A Washington invece?
«È cominciata la trattativa. Molti conservatori
ritengono inaccettabile incremento di pressione fiscale di circa 600 miliardi di dollari e solo
12 miliardi di tagli alla spesa. Obama dal canto
suo non vuol rinunciare ai finanziamenti al
welfare. Uno scontro tipico fra destra e sinistra».
Però l’economia non sembra risentirne più di tanto. Come mai?
«Intanto bisogna tener conto della politica
molto espansiva della Federal Reserve che ha
portato i tassi d'interesse a zero. Poi non si può
dimenticare che la spesa pubblica sul Pil pesa
per il 40% nel gli Stati Uniti (il valore più basso
del G8) mentre in Francia o in Italia si avvicina
al 60. Per non parlare della pressione fiscale.
Negli Stati Uniti è la più bassa fra i Paesi occidentali. Questo significa che la nostra economia dipende meno di quelle europee dal bilancio statale».

Cominciamo oggi un ciclo di interviste con
giornalisti, diplomatici e osservatori sulle
politiche di austerity nel mondo e come i Paesi stanno affrontando la crisi economica.

A

ciascuno il suo fiscal cliff: Barack Obama, con una mossa teatrale, torna
d'urgenza dalle vacanze per un accordo in extremis con l'opposizione repubblicana. Il premier francese, Jean
Marc Ayrault, definisce "patetico" l'espatrio di
Gerard Depardieu, esule in Russia per sfuggire
al salasso fiscale. Silvio Berlusconi affida alla
rabbia dei contribuenti la speranza per risalire
la china in vista del voto del 24 febbraio. Sono
solo esempi di un malessere generale che attraversa tutto il mondo che, fino a pochi anni fa,
avremmo definito ricco. Con Stacy Meichtry,
corrispondente in Italia del prestigioso Wall

Tutto bene allora?
«Non proprio. Il tasso di disoccupazione si aggira intorno all'8%. Per voi europei è un livello
molto contenuto, ma gli Stati Uniti sono abituati a non superare il 5-6%».
Un’ultima domanda sull’Italia: come
la vedete dall’osservatorio Usa?

a

a

Il corrispondente in Italia del
Wall Street Journal: «L’accordo
tra democratici e repubblicani
ha evitato il disastro»

«Ma il tasso di disoccupazione
è salito e restano le divisioni
sull’aumento della pressione
fiscale e i tagli alla spesa»

Street Journal cerchiamo di capire come vanno le cose negli Stati Uniti.

«L'Italia è alle corde. Roma ha adottato misure
rigorose di svariati miliardi - inclusi aumento
delle tasse e tagli alle pensioni - nel tentativo di
rassicurare i leader della Ue e gli investitori circa l'impegno a sanare il gigantesco debito pubblico, pari al 126% del Pil. Le restrizioni fiscali
hanno limitato significativamente il ruolo dello Stato nello stimolare la produzione attraverso spesa pubblica o i tagli alle tasse. L'economia italiana ha subito un calo del 2,5%. Ora per
andare avanti serve uno schieramento politico
che abbia una solida maggioranza. Un anno di
Governo tecnico doveva servire non solo a risanare il sistema economico, ma anche a dare
tempo ai partiti di riorganizzarsi per le nuove
elezioni».

Parliamo di «fiscalcliff»:che cosa è esattamente?
«Credo sia ormai sia un'espressione entrata
nel patrimonio linguistico della maggioranza
degli italiani e, tra le varie traduzioni possibili,
quella di "baratro fiscale" descrive meglio la
materia: pesante aumento delle imposte e contemporanea pesante riduzione della spesa
pubblica.
Un vero precipizio di sacrifici.
«In Italia viene utilizzata un'altra espressione:
esercizio provvisorio di bilancio. È quanto accade nel caso che non venga approvata entro il
31 dicembre la legge finanziaria, ora detta di
stabilità, per cui potendo spendere in ogni mese solo un dodicesimo della spesa dell'anno
precedente. La materia, comunque, è la stessa. Entro la fine dell'anno è necessario che il
Congresso fissi gli obiettivi di bilancio per i successivi dodici mesi. Finora è stata una prassi. I

La crisi economica ha creato non poche tensioni al presidente degli Stati Uniti Barack Obama
Repubblicani, che hanno la maggioranza alla
Camera, invece, ne hanno fatto materia di battaglia politica».

Vuol dire che negli Stati Uniti rigore fiscale e austerità non sono esattamente la
stessa cosa?
«È un problema di rispetto delle regole. Se violate scattano le sanzioni. Senza un accordo nel

●●● VICE CAPI REDATTORI
PROVINCE PIERO CASCIO
CRONACA DI PALERMO MARCO ROMANO

●●● DIRETTORE
ANTONIO ARDIZZONE
●●● CONDIRETTORE RESPONSABILE
GIOVANNI PEPI
●●● CAPO REDATTORE
FRANCESCO DELIZIOSI

●●● CAPI SERVIZIO
SEGRETERIA DI REDAZIONE
FRANCESCO BADALAMENTI
FATTI E NOTIZIE FILIPPO D’ARPA
CRONACA SICILIANA ENZO BASSO
SPORT CARLO BRANDALEONE
CULTURA&SPETTACOLO SALVATORE RIZZO

●●● CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
PRESIDENTE E CONSIGLIERE DELEGATO
ANTONIO ARDIZZONE
VICE PRESIDENTE
LUCA PIRRI ARDIZZONE
CONSIGLIERI
ROSA LO BAIDO
FEDERICO ARDIZZONE
DOMENICO CIANCIO SANFILIPPO
●●● UFFICI DI CORRISPONDENZA
AGRIGENTO: Piazza V. Emanuele, 33 TEL 0922 25735
FAX 0922 24835. CALTANISSETTA: Viale Trieste, 131

Congresso tra Democratici e Repubblicani,
dall’1 gennaio sarebbero partite autonomamente tagli alla spesa pubblica federale di circa 108 miliardi di dollari. Inoltre scadevano le
facilitazioni fiscali approvate negli scorsi anni
e doveva essere comunque aumentata l'imposizione fiscale. Alla fine è stato trovato un compromesso che ha evitato questo disastro alzando il tetto del disavanzo previsto per il 2013».
TEL 0934 595575 FAX 0934 595544. CATANIA: Via
Gorizia, 64 (angolo viale Africa) TEL 095532376
095530086 FAX 095539955. ENNA: TEL 0916627208
FAX 0916627370. RAGUSA: Via Archimede 19/D TEL
0932653827 FAX 0932653826. SIRACUSA: Viale
Teracati, 83/A TEL 093132147/0931419347 FAX
093130030. TRAPANI: Via Carrera 7 TEL 092328343
/0923 21000 FAX 092327272.

●●● UFFICIO ABBONAMENTI
Via Lincoln, 21. Palermo. COPIE ARRETRATE €2,20.
●●● ABBONAMENTI ON LINE
www.gdsonline.it
●●● ABBONAMENTI ITALIA
7 NUMERI Anno: Euro 300; Semestre: Euro 150;

È successo?
«Non mi pare. Sei aspiranti alla presidenza del
consiglio e un numero enorme di liste non danno proprio l'idea di un consolidamento. Tenete conto che negli Stati Uniti alle presidenziali
si presentano solo due candidati e altrettante
liste. Tutto molto più semplice».

Trimestre: Euro 75 6 NUMERI Anno: Euro 256; Semestre: Euro 128; Trimestre: Euro 64. 5 NUMERI Anno:
Euro 214; Semestre: Euro 107; Trimestre Euro 54.

●●● DIREZIONE, REDAZIONE,
AMMINISTRAZIONE, TIPOGRAFIA: Giornale di
Sicilia, Editoriale Poligrafica SPA, Via Lincoln 21
90133 Palermo TEL 091 6627111 C.F. 02709770826
INTERNET www.gds.it
STAMPA Edistampa Siciliana S.P.A.
Vicolo del Pallone 5, 90133 Palermo
TEL 091 6627111 C.F. 03931310829
C.C. POSTALE 00398909 TELEX N. 911088 giosic
FAX 0916627280; 0916173233; 0916091039

●●● CRONACA DI AGRIGENTO cronaca.agrigento@gds.it CRONACA DI CALTANISSETTA cronaca.caltanissetta@gds.it CRONACA DI CATANIA cronaca.catania@gds.it CRONACA DI ENNA cronaca.enna@gds.it CRONACA DI MESSINA cronaca.messina@gds.it CRONACA DI PALERMO cronaca.palermo@gds.it CRONACA DI RAGUSA cronaca.ragusa@gds.it CRONACA DI SIRACUSA cronaca.siracusa@gds.it CRONACA DI TRAPANI cronaca.trapani@gds.it LETTERE lettere@gds.it SPETTACOLI spettacoli@gds.it SPORT sport@gds.it
CRONACA IN CLASSE cronacainclasse@gds.it SEGRETERIA DEL DIRETTORE segreteria.direzione@gds.it SEGRETERIA DI REDAZIONE segreteria.redazione@gds.it SEGRETERIA DELL’AMMINISTRAZIONE seg.amm@gds.it

●●● Registrazione R.S. Tribunale di Palermo n.
22 del 21-6-1948
●●● PUBBLICITA - PK PUBLIKOMPASS SPA
PALERMO: V. Lincoln 19, tel. 0916230 511; V. le
Lazio 17/A, tel. 6254327 MESSINA: V. U. Bonino
15/C, TEL 090 6508 411 CATANIA: C.so Sicilia 37-43,
TEL 095 7306 311 TRAPANI: V. Xxx Gennaio 29/31,

TEL 0923 541083 MARSALA: P.zza Piemonte e
Lombardo 34, TEL 0923 712952 AGRIGENTO:
P.zza V. Emanuele, 33, TEL 0922 595400 CALTANISSETTA: Via Leone XIII, 1/G, TEL 0934581844
RAGUSA: Via Roma, 200, TEL 0932 626653 SIRACUSA: V. le Teracati 39, TEL 0931 412131 ROMA: V.
C. Beccaria, 16, TEL 06 69548111; TORINO: V.
Lugaro, 15, TEL 011 6665211 SEDE DI MILANO: V.
Winckelmann 1 TEL 02 24424611

●●● TARIFFE PUBBLICITARIE
Manchette di 1a pagina € 966 (colore 1.525); Striscia
sotto testata € 1.500 (colore 2.250); Finestrella di 1a
pagina € 4.470 (colore 6.770); Commerciale € 479
(colore 723); Manchette Copertine: Sport / Sport
Lunedì / Cultura & Spettacoli € 3.000 (colore 4.500);
Redazionali € 695; Finanziari, Appalti, Gare € 29,4 al
mm; Comunicazione D’Impresa € 618 (colore 940);
Note di Cronaca (1/2 Mod.) € 419; Pagina Intera €
52.780 (colore 80.715); Ultima Pagina € 60.076 (col-

ore 87.156); Ricerca/Offerta Personale Qualificato €
386; Inserzioni in Giorni Festivi, Posizione di Rigore,
Solo in Pagina (minimo 24 mod.), Data Fissa: +20%;
per il colore formato min. 1/4 di pagina.

●●● TARIFFE PUBBLICITARIE - PROVINCIALI
Edizioni Provinciali di Agrigento, Marsala,
Catania, Trapani a modulo: Commerciali € 204 (colore 306); Legali/Aste € 14,7 al mm; Ricerca/Offerta
Personale Qualificato € 197; Manchette € 2.000 (colore

Certificato n. 7365 del 14.12.2011

3.000). Edizioni Provinciali di Caltanissetta, Gela,
Enna, Siracusa, Messina, Ragusa:
Commerciali € 155 (colore 233); Legali/Aste € 14,7 al mm;
Ricerca/Offerta Personale Qualificato € 191; Manchette
€ 2.000 (colore 3.000).
Necrologie (a parola, caratteri normali) € 3, Adesione
al Lutto € 6; Nomi, Titoli, Appos. al nome € 17; per le
parole Ringraziamento, Anniversario, Trigesimo € 17;
croce o simboli € 29,5; Neretti, Maiuscoli (entro testo)
€ 6; Necrologia su 2 Colonne + 50%.

l’indice
Società
1 16
Economia
1 17
Necrologie
1 18
Cronaca
1 19
Economici
1 30
Tempo libero
1 34
In Sicilia è caminetto-mania
Cultura & Spettacoli
1 35
Programmi Tv
1 38
Meteo & Oroscopo
1 38
Lo Sport
1 39
Lotto e Superenalotto 1 47

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Fatti&Notizie 3

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

verso le elezioni
Berlusconi oggi annuncia il suo programma che prevede anche la questione degli esodati

Ora i big si sfidano sul calo delle tasse
0 Ilpremier: «Gradualeriduzionedellapressione». Bersani:«Alleggerireil caricosullefasce medio-basse»
Bersani: «Deve girare meno
contante, bisogna rendere
tracciabile ogni movimento
fiscale, bisogna smetterla
con i caroselli di soldi all'estero».
ROMA

...

La battaglia elettorale ora si
concentra sulla tasse. Tutti i leader di partito pronti ad attrarre il
voto promettendo revisioni o abolizioni. Mario Monti non ci sta a
farsi «mummificare» nel ruolo di
uomo nero dei contribuenti italiani. Il Professore non rinnega le
sue scelte rigoriste, ma annuncia
che i tempi sono maturi per un
cambio di passo.
E prende l'impegno a mettere
in atto una «graduale riduzione»
del prelievo fiscale, se gli italiani
lo confermeranno a palazzo Chigi. Di fronte alla platea milanese
accorsa per ascoltare il suo programma sul lavoro, cerca di smarcarsi da chi lo vorrebbe imprigionare nella veste di difensore d'ufficio delle tasse. La premessa, che
suona come un modo per distinguersi dalle polemiche di Berlusconi e della Lega contro il fisco
italiano, è che grazie alle tasse «l'
Italia si è salvata dal fallimento».
Il sacrificio fatto dagli italiani è
dunque servito: il prelievo fiscale
non è finito nel «calderone» e oggi che lo spread è dimezzato, si
può cercare di far respirare gli italiani. Ora, sottolinea Monti, «possiamo impegnarci in una riduzione puntuale e graduale delle tasse, bloccando la spesa. Mi sembra una cosa buona e liberale».
L'appuntamento milanese del
professore è servito a presentare
le parole d'ordine sul lavoro, uno
dei temi più caldi di questa campagna elettorale. Monti ha insistito sulla ricetta del lavoro flessibile. Anche i contratti a tempo indeterminato, ha spiegato, devono

diventare più elastici e meno costosi. Ha creato una certa agitazione un riferimento all'aumento
dell'età pensionabile «effettiva».
Qualcuno ha visto materializzarsi lo spettro di una modifica della
legge Fornero per innalzare ulteriormente l'età necessaria per andare in pensione. Prima Ichino,
poi lo stesso Monti sono dovuti intervenire per spiegare che non c'è
alcuna volontà di rimettere in discussione la normativa: il punto
cruciale è che bisogna fare in modo che i lavoratori italiani non vadano in pensione prima del tempo.
Sul tema del fisco si profila un
inedito scontro tra Monti e Berlusconi. Il leader del Pdl oggi annuncerà la proposta «choc» con la
quale intende far breccia tra gli indecisi e ribaltare i pronostici elettorali. C'è massimo riserbo, nel
partito, sul contenuto della proposta berlusconiana: ma tutti gli
indizi portano a pensare che avrà
per oggetto proprio il rapporto degli italiani con l'agenzia delle entrate. Sulla base delle dichiarazioni ufficiali di Alfano, Brunetta e
della Santanchè, molti prevedono che il Cavaliere prometterà
qualcosa che ha a che fare con
Equitalia. Le voci si rincorrono (si

Il presidente del Consiglio Mario Monti ieri ha parlato di «graduale riduzione delle tasse».

4
Il premier: «grazie
ai sacrifici l'Italia
si è salvata
dal fallimento»

va dalla sanatoria sugli interessi
all'abolizione della società) ma
nessuna trova riscontro. Nel Pdl,
comunque, si respira un'atmosfera elettrica: i seguaci di Berlusconi sono convinti che il loro leader
possa riuscire nel «colpaccio».
L’annuncio choc dovrebbe servire a recuperare il divario con il
centrosinistra: i sondaggi in suo

FOTO ANSA

possesso attestano la distanza tra
Pdl e Pd a 2,6 punti) e ribaltare così l'esito delle urne.
Nei giorni scorsi l'ex premier
aveva già annunciato una serie di
provvedimenti che saranno all'attenzione del suo esecutivo in caso di vittoria: a parte l'abolizione
dell'Imu sulla prima casa, l’impegno a rivedere «i poteri di Equita-

lia per quanto riguarda i rapporti
ostili che ha con i contribuenti,
anche quelli onesti». Altro capitolo su cui il Cavaliere si impegna a
intervenire è il tema degli esodati
«che si trovano in una situazione
imbarazzante perchè non hanno
nè lo stipendio a nemmeno la
pensione». E ciò per colpa «del governo dei cosiddetti tecnici».
Il leader del Pd, Pierluigi Bersani, è più cauto: «Prima di tutto c'è
il problema della serietà, non si
possono promettere adesso i miracoli quando per 10 anni si ha
avuto la possibilità di farlo e non
si è fatto», ha risposto a «Studio
Aperto» a chi gli chiedeva della
questione dell'abbassamento delle tasse. Bersani ha ricordato i
«quattro miliardi e mezzo pagati
per gli evasori delle quote latte». E
ha spiegato: «Il nostro obiettivo è
alleggerire il carico sui redditi medio-bassi, le famiglie, pensionati
lavoratori». E ci si arriva, in particolare, con la lotta all'evasione:
«Deve girare meno contante, bisogna rendere tracciabile ogni movimento fiscale, bisogna smetterla
con i caroselli di soldi all'estero».
In ogni caso su questo fronte «dei
conigli dal cappello ne abbiamo
visti fin troppi in questi anni e
non ci hanno portato a nulla».

aerei. Il leader del Pd: «Le priorità sono altre». Il premier: «Programma varato da D’Alema e confermato da Berlusconi»

Bersani:ridurregli«F35»
IlProf:«Liavetevolutivoi»

...

roma

Non si placa la polemica
sull’acquisto degli aerei F35.
Ieri Bersani ha detto che: «Le
priorità sono altre e quindi
adesso vedremo, sempre d'accordo con le nostre forze armate, come il programma possa

essere rivisto a riduzione e
quindi anche a una riduzione
significativa. Anche a programma ridotto alcune delle nostre
presenze industriali vanno garantite. Noi non proponiamo
di cancellare l'acquisto degli
F35, perchè altrimenti tra cin-

que anni poi che facciamo? Il
vero risparmio - ha spiegato
Bersani - sarebbe quello di creare un modello di difesa europeo ed è su quello che bisogna
lavorare».
Immediata la replica del
premier Mario Monti: «È utile
qui ricordare che l'Italia ha
aderito al programma F35 nel
1999 con il governo D'Alema,
ha confermato la partecipazione con il secondo governo Berlusconi nel 2002 e poi ci sono

stati ulteriori passi fatti dal governo Prodi e nel febbraio nel
2009 dal governo Berlusconi.
Il nostro Governo è stato l'unico a ridurre il numero degli
F35 da 131 a 90».
Monti ha poi affermato che
l'acquisto dei 90 F35 rappresenterà un risparmio a medio
e lungo termine «perchè i 90
F35 andranno a sostituire gli
oltre 250 velivoli ora in uso,
questo comporterà un deciso
contenimento dei costi di ma-

nutenzione e di esercizio, si
spenderà meno e si avrà un significativo miglioramento di
qualità ed efficienza operativa».
Il presidente del Consiglio
ha sottolineato che «la partecipazione al programma F35 è
giustificato da ragioni strategiche, industriali e di efficienza
economica», «assicurando la
coerenza con gli indirizzi strategici decisi in sede Nato e in
sede Unione Europea».

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

4 Fatti&Notizie

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

verso le elezioni
l’ex Pm: «Sel usa i democratici come un tram. grillo è un amico che non apprezzo come politico»

Ingroia: da Bersani solo proposte oscene
0 IlleaderdiRivoluzione civile: «Cihanno chiestodinonpresentarele listeincambio diqualchesenatore»

Speciale
elezioni
martedìsuTgs

Nel programma «una sola bussola, la Costituzione, e tanti
punti cardinali: l’onestà, la difesa dei lavoratori, l’uguaglianza
di fronte alla legge e alle tasse».

...

Giacinto Pipitone

Terzo appuntamento
martedì su Tgs con "Sicilia:
speciale elezioni", una rubrica dedicata ai partiti che
competono alle elezioni
del 24 febbraio che andrà
in onda all'interno del notiziario delle 13.50 con replica in quello delle 20.20.
Saranno illustrati i punti
del programma con interviste e cronache delle visite
in Sicilia dei leader nazionali. Dopo Bersani e Grillo,
sarà trasmessa la terza puntata dedicata ad Antonio
Ingroia candidato premier
di Rivoluzione civile.

...

palermo

Il Pd gli ha fatto «proposte
oscene» di desistenza. Beppe Grillo è «un amico che apprezzo molto
meno come politico» perchè si è tirato indietro da un accordo che pareva naturale. Vendola non ha avuto il coraggio di mollare Bersani,
che guarda a Monti, perchè ha bisogno «di un taxi per arrivare in
Parlamento». Svelando i retroscena della rottura con potenziali alleati rimasti tali, Antonio Ingroia ha
infiammato ieri mattina la platea
palermitana del cinema Golden
lanciando ufficialmente la sua sfida a sinistra.
Tutti occupati i 1.032 posti in sala al punto che in molti hanno assistito in piedi alla chiamata alle armi dell’ex Pm. «Non esistono salvatori della Patria, e io non lo sono ha detto il fondatore di Rivoluzione civile -, ho bisogno di voi. Il treno della storia passa una volta. Lo
dico a chi ha dubbi, a chi è tentato
di non votare e restare in panchina per poi criticare senza mai partecipare».
Ingroia ha disegnato uno scenario post-voto intorno al quale ha
costruito tutta la sua strategia:
«Nessuno avrà la maggioranza al
Senato». E in vista della necessità
di cercare alleanze in Parlamento,
il candidato premier che dietro la
sua Rivoluzione civile ha messo insieme Idv e Federazione della sinistra pianta i paletti: «Il Pd è ormai
sempre più centro e sempre meno
sinistra, tratta sottobanco con
Monti. Con Bersani il dialogo è
chiuso fino a quando ci ritroveremo in Parlamento. Poi vedremo.
Ma a quel punto niente ammucchiate. Noi facciamo patti chiari

Antonio Ingroia, leader di Rivoluzione civile

4
«Col Pd ci vedremo
in Parlamento,
Ma niente
ammucchiate»
con gli elettori». E il patto proposto agli elettori ruota intorno al no
a Monti, dopo lo scontato no a Berlusconi: «Monti ha creato un’Italia
ingiusta e diseguale che ora va rimessa in piedi. Ha promesso i fondi ai terremotati ma non li ha mai
dati. In compenso ha stanziato la
stessa cifra, 3 miliardi e 900 milioni, per Monte dei Paschi. Erano soldi pagati dagli italiani per l’Imu».
Frasi pronunciate senza urlare. La
platea ha apprezzato.
Ingroia prevede che, se Bersani
dovrà cercare una maggioranza al
Senato, potrebbero spacchettarsi
le attuali alleanze. Scommette che

AVVISI PROFESSIONALI
SANITARI

REUMATOLOGIA
Dott.ssa Monica Spataro
Via Croce Rossa, 33 Palermo -091.518177
PER

LE PUBBLICAZIONI SU QUESTA RUBRICA

Publikompass 091 6230517-518-506

Sel non seguirebbe il leader del Pd
verso Monti. E avverte Vendola:
«Sel fa finta di non vedere che il Pd
rema dall’altra parte. Usa il Pd come un taxi per arrivare in Parlamento superando lo sbarramento
del 4% alla Camera e dell’8 al Senato. Noi abbiamo più coraggio. Ma
Vendola non pensi di fare l’anima
bella dopo il voto, perchè noi gli risponderemo ”troppo comodo”».
Posizione su cui Rivoluzione civile sta raccogliendo i fuoriusciti
di Sel: la prima è stata Giovanna
Marano ma ieri applaudivano in
platea anche Franco Cantafia, Saverio Cipriani, Angelo Galici, Beppe Sunseri e Maria Guagliardito.
In Sicilia si gioca una sfida decisiva: qui si assegna un premio di
maggioranza regionale per il Senato che vale 14 seggi. Potrebbero essere decisivi per gli equilibri nazionali. Il Pd - ha svelato Ingroia - gli
ha chiesto di mollare per non sottrrarre voti al centrosinistra favorendo indirettamente Monti e Berlu-

4
«Monti ha creato
un’Italia ingiusta e
diseguale che ora
va rimessa in piedi»
sconi: «Il Pd ci ha proposto un patto di desistenza osceno. Ci ha offerto strapuntini. Noi avremmo dovuto ritirare la lista in Sicilia e loro in
cambio avrebbero messo nelle loro liste qualche nostro senatore
ma precisando che dovevano essere ”non riconoscibili come uomini
di Rivoluzione civile”. Perchè così
Bersani può continuare a trattare
con Monti. Ci ha proposto anche
una vice presidenza di commissione nel prossimo Parlamento».
L’ex pm ha ammesso che anche con Grillo si è rotto qualcosa,
malgrado programmi molto simili
e l’analoga posizione anti-Monti e

anti-Berlusconi: «La nostra amicizia si è molto raffreddata. Apprezzo di più il suo Movimento 5 Stelle,
che fa battaglie come le nostre.
Grillo non è democratico con i
suoi iscritti. Quando gli ho proposto l’accordo si è tirato indietro
per paura di perdere elettorato
che sarebbe venuto verso di me.
Ma è successo ugualmente. E a
Grillo dico: la politica non si fa per
aumentare i consensi del proprio
gruppo. Nè si fa per andare in Parlamento a fare solo casino. Noi la
facciamo per cambiare il Paese».
In definitiva «Grillo e Bersani sono
mestieranti della politica, io sono
un neofita e ne sono contento».
E da qui in poi, giù con un programma che ha «una sola bussola,
la Costituzione». E tanti punti cardinali: «L’onestà senza giustizialismo. La difesa dei lavoratori per i
quali ripristineremo l’articolo 18.
L’uguaglianza di tutti i cittadini di
fronte alla legge e alle tasse». Ingroia ha proposto «di non sperpe-

rare soldi in spese militari per reindirizzarli allo Stato sociale». Ha
detto no al Muos di Niscemi. Ha
precisato che «la ricchezza non va
criminalizzata ma indirizzata verso il sociale. Dobbiamo togliere il
denaro pubblico dal circuito finanziario privato delle banche. Dobbiamo imporre agli istituti di credito di finanziare le imprese che danno lavoro con interessi al 2% invece che all’8».
Sono i temi che hanno convinto l’Idv. Leoluca Orlando lo ha introdotto alla platea urlando che
«nel novembre 2011 si è celebrata
la morte dei partiti. E mi chiedo se
Monti sia stato l’agente funebre o
l’assassino. Fatto sta che ora bisogna andare oltre i partiti». Il sindaco ha strappato l’applauso di Letizia Battaglia e Fabio Giambrone,
seduti nelle prime file mentre nelle retrovie si sono sistemati sindacalisti e qualche operaio Gesip.
Sembra quasi che Berlusconi
non sia più il nemico numero 1.
Per questo Ingroia ha anticipato
che l’introduzione del conflitto di
interessi sarà il primo provvedimento che proporrà una volta approdato in Parlamento: «E allora
vedremo da che parte starà il Pd».
«Berlusconi ha mortificato le lotte
partigiane» ricorderà Ingroia prima di lasciare il palchetto raccogliendo l’applauso più fragoroso.
Poi mentre le luci del cineteatro si spegnevano, il pm che più di
tutti ha indagato sulla presunta
trattativa fra Stato e mafia si è concesso un ultimo affondo: «La mia
azione di magistrato è arrivata al limite del possibile. Con gli strumenti dati, la magistratura non poteva andare più avanti. Siamo entrati nella stanza della verità. Che è
scarsamente illuminata perché da
parte della politica e da parte del
potere legislativo ed esecutivo ci
sono stati ostacoli alla magistratura. Voglio entrare in Parlamento
per avere una politica che sia amica della verità».

fermare il declino. «Beni per 800 miliardi»

sel. «La lotta alla mafia è battaglia sociale»

LaricettadiGiannino:
«LoStatovendaigioielli»

L’impegnodiForgione:
«Ripartiamodallavoro»

...

«Far pagare la patrimoniale
allo Stato per l'abbattimento del
debito pubblico» insieme con
una «drastica riduzione della
spesa pubblica» sono i primi passi di una strada «lunga e che richiederà altri sacrifici» all'Italia
che vorrebbe Fare per fermare il
declino, il movimento creato da
Oscar Giannino. I vertici delle liste siciliane hanno presentato ieri a Palermo nomi e programmi
per le prossime politiche. «Lo Stato italiano - ha spiegato Marco
Saltalamacchia, candidato numero due alla Camera per la Sicilia occidentale - ha un patrimonio di 800 miliardi a fronte di un
debito pubblico di duemila. Il patrimonio non rende, mentre il debito ci costa 90 miliardi l'anno. Il
debito va abbattuto tramite privatizzazioni e cessioni, così cominciamo a mettere un po' di soldi in tasca agli italiani». La spesa
pubblica e la tassazione elevata
«soffocano la crescita» e bisogna
rivederle fino al taglio di «sei punti per permettere a consumatori,
imprese e lavoratori di riparti-

Oscar Giannino
re». Stop anche alla cassa integrazione da sostituire con un sussidio di disoccupazione evitando
di «pagare qualcuno per non fare nulla». Cinque infine le proposte a Crocetta per la Sicilia: istruzione, settore pubblico locale,
concorrenza e rispetto dei contratti, fondi strutturali europei, rilancio della sanità. (*ppm*)

...

«Noi cambieremo l'Italia».
Esordisce così Erasmo Palazzotto, coordinatore regionale di Sel
e candidato alla Camera, che ha
aperto la conferenza di inizio
campagna elettorale di Sinistra
Ecologia e Libertà. «Bisogna guardare al Mezzogiorno come una
grande opportunità per la base di
rilancio del Paese, partendo dalle
infrastrutture». Presenti anche i
capilista alla Camera e al Senato
in Sicilia per Sel, Laura Boldrini e
Francesco Forgione e il candidato al Senato Luigi Carollo.
«Il Senato in Sicilia determinerà le sorti del futuro governo del
Paese - ha detto Forgione -. Per
noi la campagna elettorale parte
dai temi della Sicilia: il lavoro e la
lotta alla precarietà, la ricostruzione della scuola pubblica, far rivivere le ragioni delle imprese
strozzate dalla banche e dall'usura, ma anche da una politica che
non gli ha offerto servizi». L'ex
presidente della Commissione
Antimafia durante il governo Prodi punta sulla riorganizzazione
della lotta alla mafia: «La nostra

Francesco Forgione
idea di antimafia si incentra su
una lotta sociale e non solo penale e giudiziaria». «Sel ha deciso di
essere forza di cambiamento - ha
affermato Laura Boldrini - In Sicilia stiamo lavorando affinché ottenga un buon esito, stiamo facendo una campagna di ascolto,
di incontro con le persone».
(*mygi*) Myriam Giacalone

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Fatti&Notizie 5

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

verso le elezioni
attacchi alla par condicio: «una legge ignobile». E sulle intercettazioni: «Non vogliamo abolirle»

Schifani: «Vittoria dietro l’angolo»
0 IlpresidentedelSenato ieriaunaconventionaTrapani:«SonocertocheisicilianinontradirannoBerlusconi»
Oggi all’Astoria Palace di Palermo incontro fra i quadri dirigenti della città e della provincia. La senatrice Vicari: «Siamo
una squadra, dobbiamo definire una strategia d’attacco».

...

trapani

«La par condicio è una legge
ignobile. Berlusconi per un anno è
rimasto in silenzio, appena appena è tornato a parlare in televisione questo ha dato fastidio a qualcuno. Bersani e il Pd dimenticano
che con le primarie, hanno occupato le tv per un mese».
Questo l’affondo del presidente del Senato Renato Schifani, ieri
a Trapani, a margine della manifestazione di apertura della campagna elettorale del senatore Antonio D’Alì. Manifestazione in cui ha
fatto professione di fiducia: «Registriamo molti segnali di una vittoria dietro l'angolo — ha detto — Sono certo che i siciliani non tradiranno Silvio Berlusconi». Il quale
oggi si prepara al grande annuncio, come da programma. «Berlusconi — ha anticipato Schifani —
tratterà temi che toccano la redditualità e la serenità delle famiglie;
bisogna restituire fiducia nella crescita del Paese e dei consumi». Il
primo colpo sul fronte tasse è stato già sparato: «L'impegno — dice

il presidente del Senato — sarà
quello di abolire l'Imu, non appena il Pdl tornerà a governare il Paese, una risposta concreta che Berlusconi darà alle famiglie». E la tenuta dei conti, soprattutto in chiave europea? «Credo che vada rivisitato il rapporto tra Italia e Germania. Bisogna portare maggiore solidarietà nell'Ue e non accettare politiche recessive come quelle imposte dalla Germania. Bisogna lavorare perchè la Bce diventi erogatrice di ultima istanza, come la Fed
che negli Usa ha operato per arginare la crisi di Lehman Brothers e

4
nostro impegno
sarà abolire
l’imu per aiutare
le famiglie
dei suprime».
Ha parlato anche di antipolitica, Schifani: «Saremo attenti alle
nuove esigenze - ha aggiunto - ma
siamo certi che i siciliani non abboccheranno ai flauti magici di
qualcuno che, in questo momento, sta facendo campagna acquisti
di carattere politico». La gente deve convincersi che con gli slogan

Il presidente del Senato, Renato Schifani
“mandiamoli tutti a casa“ e con le
proteste, non si risolvono i problemi del Paese».
E ancora, sui rapporti con la magistratura: «La mancata riforma
sulle intercettazioni è stata una

grande sconfitta della politica. Noi
non siamo contro le intercettazioni, non vogliamo intralciare il lavoro dei magistrati, ma vogliamo che
le intercettazioni non siano pubblicate fino al dibattimento; voglia-

mo, inoltre, che il contenuto, prima di essere pubblicato, sia scremato di tutte quelle parti che nulla
hanno a che vedere con le indagini. Vogliamo, in due parole, tornare alla normalità»

Oggi alle 10.30 nell'Astoria Hotel di Palermo si terrà un incontro
tra i quadri dirigenti del Pdl di città
e provincia, per presentare le linee
guida della campagna elettorale
in vista delle prossime elezioni politiche. Durante la convention, oltre a Schifani, interverranno il coordinatore regionale del Pdl Dore
Misuraca, la senatrice Simona Vicari, commissario provinciale del
partito a Palermo e gli onorevoli
Francesco Scoma e Francesco Cascio.
«La convention è un'occasione
per diffondere e spiegare agli amministratori i punti di forza del
programma su cui fare leva, per
creare una squadra e quindi definire una strategia d'attacco che
spinga il popolo degli astenuti siciliani delle ultime tornate elettorali» dice la senatrice Simona Vicari,
commissario del coordinamento
provinciale del Pdl a Palermo.
«Affronteremo il tema della
scuola, momento cruciale di formazione della futura classe dirigente ed è per questo che il Pdl
prevede degli sgravi fiscali per le
famiglie accompagnandole nella
formazione dei loro figli che sono
il nostro futuro. Il nostro è un partito nato con la gente e per la gente, afferma Dore Misuraca, co-coordinatore regionale del Pdl Sicilia.

roma. Invito agli altri partiti: rendete pubbliche le spese. La procura faccia luce sulla destinazione dei fondi. Non vorremmo che ci fossero saccheggi

Lazio,iRadicalirestituiscono360milaeuro
«Sonosoldinonspesi,glialtricosafanno?»

...

roma

«Sono le azioni che contano, diceva Gandhi: sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo». Di questo ne sono convinti i

radicali, in corsa nel Lazio, dopo
il via libera del Tar alle liste. E il
candidato a presidente della Regione Giuseppe Rossodivita
apre la campagna elettorale pro-

bilancio. Dotazione annuale di 228 milioni

Quirinale,spesecongelate
Calailcostodelpersonale

...

Roma

È di 228 milioni la dotazione annuale per il Quirinale secondo il bilancio previsionale 2013, messo online
sul sito del Colle. Una cifra
che si conferma in linea con
quella degli anni 2010, 2011 e
2012 già in calo di 3.217.000
euro rispetto al 2009 nonostante il peso dell'inflazione.
E per la prima volta l'intero
documento di bilancio dell'
ultimo anno del settennato
di Giorgio Napolitano è stato
messo completamente in rete. Secondo il bilancio previsionale 2013 risultano in discesa le spese per il personale
a fronte di un aumento per
quelle pensionistiche.
La spesa per il personale in
servizio ammonta a circa 131
milioni di euro, in calo di 1,8
milioni di euro rispetto all'iniziale bilancio di previsione
per il 2012.
Nonostante un leggero au-

mento della spesa pensionistica si sottolinea, comunque, che le uscite «sono sostanzialmente in linea con i
costi delle analoghe amministrazioni di altri Paesi».
Tra le voci più costose del
bilancio del Quirinale quella
relativa alla tenuta di Castelporziano per la quale, per altro, c'è uno specifico contributo del ministero dell'Ambiente di mezzo milione di euro.
Spulciando più in generale
tra le spese del Quirinale, risulta che il Colle paga ben 10
milioni di euro di tasse, di cui
9 milioni e mezzo di Irap e
630mila euro di altre imposte.
Acqua, luce, gas e tv costano al Quirinale più di 3 milioni di euro. Superano i due milioni e mezzo (2.620.828) le
spese della voce «consiglieri e
consulenti del Presidente della Repubblica».

prio con un annuncio a sorpresa: «Abbiamo restituito al consiglio regionale 360 mila euro di
fondi residui del nostro gruppo.
Gli altri gruppi rendano pubbli-

Pdl

Pagano attacca:
«Monti sarà
stampella del Pd»

...

«Nonostante le smentite
per non contrariare il rispettivo
elettorato, il segretario del Pd
Bersani e il premier uscente
Monti starebbero conducendo
una strategia comune per dare
vita a una grande coalizione
post elettorale». Così Alessandro Pagano, deputato del Pdl. «Il
fatto che Monti si dica disposto
a fare il ministro dell'Economia
conferma l'indiscrezione che ipotizza il ruolo del professore in
funzione di stampella del Pd».

fli

Il rimorso di Fini:
«An nel Pdl,
un grave errore»

...

«L'errore gravissimo che
ho fatto è stato quello di far confluire An nel Pdl - ha detto il presidente della Camera e leader di
Fli Gianfranco Fini - ho capito tardi che Berlusconi vuole comandare e non convincere».

ci come noi i loro saldi, le spese
da ottobre a gennaio e dicano
quanti soldi vanno restituiti».
Nella cartellina stampa c'è la fotocopia del super bonifico, il dettaglio dell'utilizzo dei fondi e il
carteggio con la segreteria generale del Consiglio regionale, che
l'8 gennaio ha chiesto ai gruppi
di restituire quanto non è stato
speso. «Noi l'avremmo fatto lo

stesso - precisa Rossodivita -.
Tratteniamo 32 mila euro per
impegni di spesa, stipendi, collaborazioni, Tfr e imposte, più 10
mila di accantonamento per spese non previste fino a fine legislatura. Verranno restituiti quando
ci sarà lo scioglimento definitivo
del Consiglio».
L'esponente radicale poi rivolge un appello alla procura di

Roma per una verifica. «Quanti
soldi residui hanno gli altri gruppi politici? Ci auguriamo che
venga fatta luce sulla destinazione di quelli della passata e dell'
attuale legislatura, su cui nulla si
sa - dice Rossodivita -. Non possono essere usati per la campagna elettorale. Non vorremmo
che ora i conti venissero saccheggiati».

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

6 Fatti&Notizie

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

i nodi della sicilia
il presidente dell’europarlamento a palermo: pronti ad aiutarvi, però investite su piccoli progetti

Schulz: la Sicilia punti su opere minori
0 MaCrocettaribatte:servonoinfrastrutture.Ècrollatoun pontesulla115cheperl’Uenonpossiamosistemare
Per Schulz «in Sicilia occorre
valorizzare la bellezza, la cultura, privatizzare. Ma se la gestione pubblica è un disastro
di corruzione, quella privata è
un furto. Etica, ci vuole etica».
Antonella Filippi

...

palermo

Forse sa già tutto. Uno dei
libri preferiti dal presidente del
Parlamento europeo Martin
Schulz è «Der Leopard». Sa (forse) dei siciliani che cambiano
per non cambiare, sa della rassegnazione,del fatalismo e del cinismo che li invade. Accanto a lui,
ieri sera a Palermo in un Teatro
Politeama affollato, c'era Rosario Crocetta, presidente della Regione e una gran passione per la
rivoluzione della dignità. L'uomo che vuol cambiare tutto. Per
davvero, dice. «L'Europa e la Sicilia» era il titolo della manifestazione, e di fronte, dunque, c'erano i due massimi rappresentanti, lì a capire se quest'Isola è centro o confine. O tutti e due. Se
l'Europa quaggiù inizia o finisce. O tutti e due. Il primo posto,
tra gli argomenti, spetta ai soldi.
Arriviamo al noto inghippo: la Sicilianon sa spendere i soldi europei e, quando lo fa, lo fa male. E
l'Ue chiude i munifici rubinetti.

Presidente Schulz, non spendiamo o non sappiamo spendere?
Ci dica i nostri peccati. «La Sicilia - risponde - ha bisogno di assistenza e di aiuto e questo si ottiene collaborando insieme. Io ho
fiducia in Crocetta e nel suo team. Un punto mi è chiaro: è molto più efficiente investire in piccoli progetti che in pochi di prestigio». E non entra nella spirale
delle cifre che Bruxelles, del piano di ristruttura appena bocciato. Presidente Crocetta, quanto
è arrabbiato con l'Europa? «Si è
consolidato in Europa un modo

4
crocetta: nuove
politiche europee
per colmare i gap
dell’isola
burocratico di concepire i rapporti con i cittadini e i paesi
membri, ma Schulz non è il responsabile delle politiche europee, lui si batte per un'Europa
più solidale, capace di guardare
più a Sud. Dopo la sua elezione,
un anno fa, ci incontrammo in
ascensore e subito mi disse: "Lei
è il sindaco antimafia di Gela".

questa regione
LA REGIONE
SPENDE PER DIECI

La Regione spende per il personale quanto dieci regioni. Nel 2010,
1,74 miliardi di euro. Quasi 350
euro per ogni siciliano. Otto volte
di piú della Regione Lombardia
che ha il doppio degli abitanti. Lo
dice Copaff, la commissione paritetica per l'attuazione del federalismo fiscale.
(da Gds.it 24 settembre)

è SOMMERSA DAI DEBITI

Dal 2007 al 2011 il debito è più che
raddoppiato, frutto dell’aumento
della spesa per il personale e per
la sanitá , che ha un’incidenza del
48% sull’intero bilancio regionale.
Pesano anche le partecipazioni
regionali: i dipendenti delle società regionali sono infatti oltre7.000
e richiedono oneri superiori a 220
milioni di euro annui.
(Corte dei conti - 23 Ottobre)

Martin Schulz e Rosario Crocetta ieri sera a Palermo. foto studiocamera
I DIPENDENTI
SI «AMMALANO» DI PIÙ...

Nel 2012 l'assenteismo é aumento di circa l'8%. Con un costo che
la Regione stima in oltre 17 milioni. In media ogni dipendente nel
2012 si è assentato 1,6 volte al mese. Nel 2011 solo una volta al me-

se. In Emilia tra ottobre e dicembre la media è stata di 0,6 assenze mensili, nel lazio di 0,76. É pure aumentato il numero di permessi consentiti dalla legge 104.
Un incremento considerevole:
quasi il 20%.
(giornale di sicilia, 27 gennaio)

Quelle parole mi diedero la spinta decisiva per realizzare la prima Commissione antimafia europea. La sua presenza qui è anche la dimostrazione che c'è un'
Europa che va verso la Sicilia e viceversa». Sì, ma i fondi… «C'è la
necessità di cambiare le politiche europee. Oggi è crollato un
ponte sulla 115: bene, questo
ponte, secondo le prescrizioni
europee, non può essere inserito nella programmazione perché bisogna fare altro. Energia e
ambiente non li trascuriamo ma
dobbiamo parlare anche di aeroporti, di parametri differenti per
agricoltura, pesca: la Sicilia ha
da colmare gap strutturali. Servono misure compensative e vogliamo cominciare a negoziare».
Ritorna Schulz: «Serve un'Europa con più giustizia, all'interno
degli Stati e tra i vari Paesi. Non è
accettabile che nel continente
più ricco della terra i giovani debbano andar via. La Sicilia non è
solouna regione bellissima, è anche una regione con delle opportunità. Il Mare Nostrum con la
parte meridionale dell'Europa e
con l'Africa settentrionale offre
opportunità enormi per il futuro. Crocetta lo ha sempre tenuto
presente, è una fortuna che sia
presidente della Sicilia in un momento particolare. Dall’Europa

nessun taglio alla coesione e
mai un euro alla mafia». Crocetta incassa i complimenti. Presidente, non ne possiamo più di
sentirci dire che siamo la porta
di due continenti. E poi? «Valorizzare la bellezza, la cultura, privatizzare. Ma se la gestione pubblica è un disastro di corruzione,
quella privata è un furto». Scusi,
e allora? «Etica, ci vuole etica».
Schulz è l'uomo cui Berlusconi
diede, nel 2003, del «kapò»: pare
che proprio quell'episodio diede una spinta alla sua notorietà
e la sua carriera prese il volo. Nega: «Non gli devo nulla e non sono qui per fargli pubblicità».
La regista Roberta Torre era
l'altra ospite con Mario Venuti.
«La Sicilia - ha detto la Torre - ha
bisogno di normalità. Lo dico io
che anni fa sono scappata da
una Milano troppo normale verso questa terra magica. C'è bisogno di una rieducazione sentimentale ai rapporti». Insomma,
due venti, uno da nord e uno da
sud. hanno attraversato la Sicilia, una corrente di pensiero europea e un'altra africana. «Talora gli effetti di queste due correnti si sono cancellati a vicenda.
Ma spesso si sono illuminati e integrati l'un l'altro». Lo ha scritto
Vitaliano Brancati. E sembra
che lo abbia fatto ieri. (*anfi*)

IL PRESIDENTE
STRIGLIA IL PERSONALE

PER I RIFIUTI SPENDIAMO
DI PIù MA SIAMO PIÙ SPORCHI

Il presidente Rosario Crocetta critico sugli assessorati Formazione e
Ambiente. Decide il trasferimento
di sessanta dipendenti del primo
e di novanta del secondo. Denuncia inefficenze nell' uso dei fondi
europei,scarsi controlli (Formazione), ritardi nelle autorizzazuoni
ed anche corruzione (Ambiente).
Secondo il presidente si è alla prima fase di una maxi rotazione
che riguarderá tutti gli assessorati.

Nel Veneto ogni singolo cittadino versa al comune di residenza
circa 25 euro all'anno per avere la
città pulita. In Sicilia abbiamo le
città sporche. Ma ogni cittadino
paga per il servizio rifiuti 105 euro
all'anno (ISTAT, dicembre) Soldi
spesi male. Nicolò Marino, neo
assessore regionale,denuncia
troppe assunzioni e un clientelismo consolidato Tra l'altro il 70
per cento lavora negli uffici e solo
il 30 è addetto alla raccolta.

(Giornale di Sicilia 23, 24, 25 26 gennaio)

(Ditelo a Rgs del 19 gennaio)

dalla regione
0 Disegno di legge

0 Pdl

0 Sindacato

0 Fratelli d’Italia

Un marchio
di qualità
«pane siculo»

Vicari: il Pd
responsabile
del dissesto

Cgil: situazione
molto grave
sui fondi Ue

«Una legge
per le adozioni
e no all’aborto»

Istituire il marchio di qualità
regionale «pane tipico siciliano. È
uno degli obiettivi del disegno di
legge di riforma del settore della
panificazione in Sicilia, il cui esame è iniziato nei giorni scorsi all'
Ars, in commissione Attività Produttive. «Un riordino del settore
necessario e urgente - dice Tindaro Germanelli, segretario regionale Cna-Alimentare - l'istituzione
di un marchio tipico permetterebbe di contrastare il fenomeno della contraffazione, oggi drammaticamente diffuso: ogni giorno troviamo negli scaffali dei negozi
prodotti confezionati con la dicitura pane siciliano, che vengono in
realtà realizzati in altre parti d'Italia o addirittura all'estero». Il disegno di legge prevede inoltre l'introduzione dell'obbligo di chiusura settimanale, nuove misure per
contrastare l'abusivismo e l'avvio
di procedure regolamentari per
l'accesso alla professione.

«Bersani sulla Sicilia farebbe bene a stare in silenzio». Ad
affermarlo è la senatrice Simona
Vicari, commissario provinciale
del Pdl a Palermo, che aggiunge:
«Viene a Palermo a parlarci della
nostra crisi, a proporci ricette per
il rilancio, ma si è forse dimenticato che negli ultimi quattro anni il Pd ha governato, grazie ad
un ribaltone, la Regione? È tra i
suoi uomini che deve guardare
se vuole trovare qualche responsabile per il mancato rilancio della Sicilia. Pensi allo stato di salute del Pd siciliano, spaccato e diviso da tante faide locali. Quindi
Bersani lasci stare le lezioni di
morale e di economia politica, e
se proprio vuole ci parli del Monte Paschi di Siena, dei suoi collegamenti con il Pd e sul ruolo centrale che ha nel sistema di riscossione esattoriale in Sicilia. Su
questo siamo davvero ansiosi di
sentire le sue parole».

«E’ il mancato confronto col
partneriato sociale da parte del precedente ma anche dell’attuale governo ad avere determinato la brutta figura con l’Ue e i rischi che si corrono adesso con questa situazione
molto grave». lo dice Ferruccio Donato, reggente della Cgil Sicilia.

«In Italia serve una legge che
agevoli le adozioni da parte delle
coppie coniugate riducendo al minimo l'interferenza della burocrazia e
una per fermare l'aborto come pratica medica rapida ma dolorosissima». Lo dicono Nino Sala e Maria
Patrizia Allotta di Fratelli d'Italia.

...

...

Ecco la nave
dell’Arpa
pignorata

...

Ecco la foto di una delle
due motonavi dell’agenzia Arpa,
mai usate e pignorate dal giudice. Quella pubblicata ieri invece
era dell’associazione Amici della
Terra. Dell’errore ce ne scusiamo
con gli interessati e con i lettori.

...

...

0 Uil e sinistra

Barone: domani
confronto
con i candidati

...

«La Uil si prepara al confronto con candidati della sinistra in
Sicilia». Lo annuncia lo stesso segretario generale, Claudio Barone. Il convegno con alcuni candidati dal titolo «Sicilia. Nuovo modello di sviluppo» si terrà domani
alle 10 al Jolly Hotel di Palermo.

Claudio Barone

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Fatti&Notizie 7

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

sanità. Sentiti dai magistrati due membri della commissione che sarebbero destinatari del tentativo di pilotare l’esito

Maxi appalto all’Asp di Palermo inbreve
I funzionari raccontano le pressioni

amministrative

0 Quattromultinazionalinella garaperipannoloni.In balloquasi53milioni dieuro
Si precisano - pur nel riserbo
che circonda le indagini - alcuni tasselli dell’affaire che ha
portato la Procura di Palermo
ad indagare Salvatore Cirignotta, ex commissario dell’Asp 6.
Umberto Lucentini

...

palermo

Quattro multinazionali della sanità in corsa per il bando milionario dei pannoloni. Due componenti della Commissione tecnica di gara destinatari del tentativo di pilotare l’esito dell’appalto per la fornitura di «ausili assorbenti l'urina» e «relativa distribuzione domiciliare». E una somma in ballo ben più alta dei 41 milioni e 325 mila euro del capitolato: in caso di proroga di due anni
delle forniture, la spesa che la Regione avrebbe coperto sarebbe
lievitata fino a 53 milioni. Si precisano - pur nel riserbo che circonda le indagini - alcuni tasselli
dell’affaire che ha portato la Procura di Palermo ad indagare Salvatore Cirignotta, ex commissario straordinario dell’Asp 6, a perquisirgli l’ufficio di via Giacomo
Cusmano a Palermo e la casa a
Roma, a sequestrare i documenti della gara.
Il procuratore aggiunto Leonardo Agueci e il sostituto Gaetano Paci, con la sezione di pg dei
carabinieri, hanno già iniziato
ad analizzare i documenti seque-

strati: uno dei primi obiettivi è capire se il tentativo di pilotare l’esito abbia inficiato la regolarità della gara o se essa può andare avanti. C’è da considerare che solo in
provincia di Palermo ci sono
100mila assistiti che utilizzano i
pannoloni che l’Asp 6, con la gara d’acquisto centralizzata,
avrebbe poi girato alle altre
Aziende sanitarie della Sicilia occidentale. E che le fasi della gara
erano ormai quasi vicine alla meta.
Mercoledì i tre componenti
della Commissione tecnica di gara avevano infatti ultimato l’analisi di qualità sanitaria legata ai
pannoloni. L’ultimo passo prima di aggiudicare la gara sarebbe stato - in linea di massima entro tre giorni - l’apertura delle buste con l’offerta amministrativa.
È quindi in questa fase che avviene, negli uffici del Dipartimento
Provveditorato di via Pindemonte a Palermo, il tentativo di pilotare l’esito della gara. Pochi minuti
dopo, a pochi passi, in via La Loggia, uno dei componenti della
commissione viene aggredito da
un uomo armato di coltello che
gli porta via la borsa. Passano poche ore, e di tutto quanto sta accadendo vengono informati l’assessore alla Salute, Lucia Borsellino, e il presidente della Regione,
Rosario Crocetta. I quali vanno
in Procura e davanti all’aggiunto
Agueci e al sostituto Paci raccon-

2

Presentate
due liste civiche
a Messina

...

Presentati ieri a Messina
due movimenti che vareranno liste civiche al di fuori dai partiti in
vista delle prossime elezioni amministrative ad aprile a Messina.
La prima è «Vento dello Stretto»,
aggregazione di associazioni comunitaria, movimentista, sociale che è composta in gran parte
da alcuni giovani del Pdl; la seconda è Reset composta da professionisti messinesi che ha deciso di
girare in camper Messina e provincia per presentare il proprio
programma.

Nuovo accordo

Ateneo di Catania,
la facoltà di Lingue
rimane a Ragusa

...

1

3

1 Salvatore Cirignotta. 2 Lucia Borsellino. 3 Gaetano Paci

4
ieriL’ex manager
cirignotta
avevareplicato:
all’oscurodi tutto

tano cosa hanno saputo. Viene
raccolta la versione dei fatti offerta da due componenti della Commissione tecnica di gara, vengono disposte le perquisizioni e
l’acquisizione dei documenti della gara da effettuare venerdì mattina. Intanto il commissario straordinario Cirignotta viene rimosso dall’incarico al vertice dell’Asp 6. E poche ore dopo, quan-

do gli perquisiscono casa e ufficio, l’ormai ex manager apprende di essere indagato. «Sono all’oscuro di tutto» l’unico commento che fa. Nessun commento dall’assessore Borsellino. Ieri
mattina la Borsellino è tornata in
Procura, ma per motivi non legati all’indagine sulla fornitura milionaria: «Non dico nulla, c’è
un’indagine in corso».

L'Università di Catania s'impegna ad attivare per il prossimo
anno accademico il primo anno
del corso di laurea in «Mediazione linguistica e interculturale» e
a mantenere nella sede di Ragusa, i corsi di studio già attivi. Rimodulato l'accordo sottoscritto
nel giugno 2010, che riguardava
il piano di rientro delle somme relative ai corsi di laurea tenuti nella sede di Ragusa fino al 2009/10
e che consente il mantenimento
della facoltà di lingue a Ragusa.
L'accordo transattivo «spalma»
su un orizzonte temporale di 15
anni i crediti vantati dall'università nei confronti degli enti locali.

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

8 Fatti&Notizie

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

l’inchiesta. L’esponente politico accusato, con altri tre avvocati del suo studio, di occultamento o distruzione di documenti

Caltanissetta, indagato Rudy Maira
inbreve
I pm: carte nascoste per evadere il fisco

CASTELLAMMARE

Da due giorni gli agenti della
Squadra mobile e gli uomini
della guardia di finanza sono
nel suo studio di avvocato a Caltanissetta, da dove hanno prelevato numerosi documenti.
Giuseppe Martorana

...

Caltanissetta

«Occultamento o distruzione di documenti contabili al fine
di evadere le imposte o di consentire a terzi l’evasione». È questa
l’ipotesi di accusa che vede coinvolto, tra gli altri, l’ex capogruppo all’Ars e attuale segretario regionale di Cantiere Popolare Rudy Maira. Da due giorni gli agenti
della Squadra mobile e gli uomini della guardia di finanza sono
nel suo studio di avvocato a Caltanissetta, in via Sardegna, da dove
hanno prelevato numerosi documenti che saranno ora sottoposti

al controllo. L’indagine è stata decisa dalla Procura della Repubblica, guidata da Sergio Lari, il quale
ha delegato il sostituto Giovanni
Di Leo. Un’indagine che oltre a
Rudy Maira vede coinvolti anche
altri tre avvocati del suo studio
che con Maira collaborano da
moltissimi anni. Dalla Procura
solo pochissime parole. «Abbiamo raccolto una numerosissima
documentazione - dice il procuratore capo Sergio Lari - ora dovremo, per il tempo necessario,
controllarla e poi tirare le conclusioni. Si tratta di accertamenti di
natura contabile e fiscale».
Appare sereno Rudy Maira,
che è anche candidato al Senato,
nella lista di Cantiere popolare,
nelle elezioni del 24 febbraio. «secondo l’accusa - dice - avremmo
sottratto fascicoli e fatture per diminuire il nostro giro di affari e
quindi evitare il controllo oltre

Rudy Maira, avvocato e leader regionale di Cantiere Popolare
ad evadere il fisco. Posso dire che
abbiamo messo a disposizione di
polizia e guardia di finanza tutto
ciò che è in nostro possesso e si
tratta di circa tremila pratiche.

Tutte le verifiche sono ben venite, sono stato sempre favorevole
ai controlli delle forze dell'ordine, qualunque esse siano. Ho
sempre sostenuto - conclude Ru-

dy Maira - che chi fa politica, e io
la faccio da decenni, debba essere controllato».
Gli agenti della Squadra mobile e i finanzieri sono stati molto
discreti nella loro operazione. Davanti allo studio del noto esponente politico, che a Caltanissetta è conosciutissimo anche per
essere stato per diversi anni sindaco della città, sono giunti con
auto senza le insegne istituzionali. Il loro lavoro non è concluso
ed è previsto che continuerà anche domani nello studio di Maira. Subito dopo il lavoro sarà suddiviso tra polizia e finanza. Questi ultimi si occuperanno degli
aspetti squisitamente fiscali,
mentre la polizia (quarta sezione
della squadra mobile che si occupa di reati contro il patrimonio e
pubblica amministrazione guidati dal dirigente Giovanni Giudice) di eventuali altri reati. (*gm*)

procura. Aveva 72 anni ed era affetta da schizofrenia. Una denuncia dalle due sorelle. Aperto un fascicolo contro ignoti

Messina, anziana morta in casa di cura: si indaga

...

Messina

La Procura di Messina ha
aperto un'inchiesta sulla morte
di una donna di 72 anni affetta

da schizofrenia cronica paraonide, deceduta il 29 gennaio
scorso.
Il fascicolo al momento è

contro ignoti. L'anziana è morta martedì scorso in una casa di
cura di Castanea. Le due sorelle
ritengono ci siano responsabili-

tà degli operatori e hanno presentato una denuncia, sostenendo che la casa di cura non
sarebbe attrezzata per malati di

mente e l'assistenza non sarebbe stata adeguata. Il medico di
famiglia avrebbe però escluso
la morte per soffocamento da cibo. Ieri mattina, nell'obitorio
del Policlinico, è stata eseguita
l'autopsia.

Incendiato
l’escavatore
di una ditta

...

Nella notte tra venerdì e
sabato è stato dato alle fiamme
un escavatore di G.P., titolare di
un’azienda di movimento terra
e lavori stradali. Il mezzo, distrutto dal fuoco, si trovava nel
deposito dell’imprenditore castellammarese, in contrada Acqualavite, alla periferia del paese. Meno di una settimana fa
un altro incendio doloso ha danneggiato la pala meccanica di
proprietà di un altro imprenditore che si occupa sempre di movimento terra. (anfe)

acireale

In azione la banda
del bancomat:
il furto è sventato

...

Un tentativo di furto di un
bancomat è stato sventato da
carabinieri ad Acireale. I banditi, che stavano cercando di
asportare la cassaforte dell'
Agenzia del Credito Cooperativo San Francesco di via Provinciale, sono fuggiti all'arrivo di
una pattuglia del nucleo radiomobile. Sul posto sono stati trovati due autoveicoli che erano
stati rubati a Catania.

in casa. Giocava con un coetaneo: si rincorrevano. È in Rianimazione

Palma Montechiaro, a 14 anni
contro una vetrata: gravissimo

...

agrigento

Un gioco tra due amichetti
rischia di trasformarsi in tragedia. Un quattordicenne di Palma
di Montechiaro è ricoverato, in
condizioni disperate, nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta, a
causa di un gravissimo incidente
in casa.
Il ragazzo, secondo la ricostruzione degli agenti del commissariato di polizia che indagano sull’accaduto, coordinati dal vice
questore Angelo Cavaleri, nel tardo pomeriggio di ieri stava giocando assieme a un coetaneo. I
due si rincorrevano e ad un certo
punto uno di loro, correndo, è
uscito sul balcone. L’altro lo inseguiva, ma è andato a sbattere
contro una porta–finestra. Il vetro dell’imposta è andato in frantumi e le schegge hanno provoca-

to al ragazzino tagli molto profondi alla gola, al torace ed in varie altre parti del corpo. L’amico
del quattordicenne ferito, sia pure sotto choc, ha avuto la forza di
dare l’allarme. Ha chiamato il
118 e sul posto è arrivata un’autoambulanza.
L’adolescente aveva perduto
moltissimo sangue, ma era ancora vivo. È stato trasportato al
pronto soccorso del San Giacomo d’Altropasso di Licata dove i
medici si sono subito resi conto
della gravità delle sue condizioni. Hanno tamponato l’emorragia ed hanno applicato punti di
sutura su tutto il corpo del ragazzo. Era necessario il ricovero in
Rianimazione ed è stato cercato
un posto disponibile. C’era posto al Sant’Elia di Caltanissetta
ed è qui che il quattordicenne è
stato trasferito, con l’autoambu-

lanza del San Giacomo d’Altopasso. I medici di Licata, e successivamente quelli dell’ospedale nisseno, si sono riservati la prognosi sulla vita. Fino alla tarda serata di ieri le condizioni del quattordicenne, soprattutto a causa
della gravissima emorragia provocata dai profondi tagli alla gola ed al torace, erano definite disperate dai sanitari, ma solo nelle prossime ore si saprà quante
possibilità ha il ragazzino di Palma di Montechiaro di farcela.
Nel centro della città del Gattopardo, nell’appartamento in
cui si è verificato il gravissimo incidente domestico, sono intervenuti gli agenti del commissariato
di polizia per i rilievi di rito. Nella
stanza in cui il ragazzino è accaduto l’incidente i poliziotti hanno trovato una pozza di sangue.
(*aau*) Angelo Augusto

la tragedia sfiorata. Il ragazzo provava lo sport chiamato «parkour»

Pozzallo, salta sui tetti
e cade in una casa: salvo

...

pozzallo

Era spinto, forse, dalla curiosità di provare il parkour - lo
«sport metropolitano» che consiste nel superamento di qualsiasi
genere di ostacolo utilizzando solo il proprio corpo - saltando da
un tetto all'altro, ma la sfortuna
era in agguato. Giuseppe A.D., 15
anni, saltando da un tetto all'al-

tro di via Regolo, a Pozzallo, è incappato, suo malgrado, in un lucernario che non ha retto al suo
peso ed ha ceduto.
Il giovane è sprofondato nel
vuoto, e dopo un volo di circa dieci metri, è finito nel piano sottostante. Il proprietario della casa,
Giovanni Susino, 71 anni, era appena rientrato e si era messo a

guardare la televisione, quando
ha udito il tonfo. Una voce chiedeva aiuto. È andato a controllare ed ha trovato il ragazzo riverso
sopra il frigo e la lavatrice. Il pensionato ha chiamato il 118. In ambulanza, lo sfortunato «traceur»,
tracciatore, così è chiamato chi
pratica questo sport, è stato trasferito al pronto soccorso dell'
Ospedale Maggiore di Modica dove, dopo gli esami radiologici, è
stato ricoverato in Ortopedia,
con una prognosi di 30 giorni per
la frattura del femore e vari traumi. Sarà operato domani. (*sac\*)

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Fatti&Notizie 9

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

viabilità. Va giù una parte del ponte Verdura, vicino allo svincolo di Ribera. Una segnalazione aveva fatto chiudere la zona

Crollo sulla statale Agrigento-Trapani inbreve
Niente feriti, ma per le auto ora è caos
ETNA

Si è temuto per gli operai che
stavano verificando le condizioni del viadotto. Sono stati
indicati dei percorsi alternativi, ma i collegamenti fra le due
province rischiano la paralisi.
Totò Castelli

...

RIBERA

Sfiorata la tragedia ieri mattina per il crollo della zona centrale
del ponte sul fiume Verdura, in
territorio di Caltabellotta, a un
centinaio di metri dallo svincolo
per Ribera lungo la strada statale
115 che da Agrigento porta fino a
Trapani. È accaduto alle 11,31, dopo che intorno alle 7,30 del mattino operai dell'Anas, dopo aver ricevuto una segnalazione da un
automobilista in transito che aveva notato un avallamento sul terreno, nella parte centrale del vecchio ponte, avevano cominciato
ad effettuare dei lavori di riparazione utilizzando dell'asfalto a
freddo.
Gli operai e i tecnici dell'Anas
intervenuti sul posto hanno intuito, per fortuna, il pericolo di crollo, ed hanno richiesto l'intervento dei vigili del fuoco della vicina
Sciacca, dei carabinieri della tenenza di Ribera e degli agenti del-

La frana di una parte del viadotto Verdura, sulla statale 115 Agrigento-Trapani.
la polizia stradale per disciplinare il transito degli automezzi,
provvedendo alla fine ad evitare
pericoli per la pubblica incolumità ed a transennare la zona, impedendo il transito degli automezzi.
Sul posto si sono così formate
due colonne di auto lato Agrigento e lato Sciacca, mentre vigili del
fuoco, operai e tecnici dell'Anas e
operatori della Protezione civile
hanno avviato le verifiche, calan-

dosi in qualche caso anche nella
zona sottostante.
Mentre le verifiche erano in
corso, con alcuni operai dell'
Anas sul ponte intenti a collocare
cartelli e nastri di segnalazione
del pericolo, alle 11,31 si è avvertito il rumore assordante di uno
scricchiolìo prolungato, seguito
da un vero e proprio boato e quasi al centro del ponte si è aperta
una voragine di circa dieci metri

foto castelli

quadri. Si sono vissuti momenti
di paura dato che alcuni vigili del
fuoco e tecnici dell'Anas, per fortuna poco dopo il crollo risaliti, si
erano ritrovati sotto il ponte e
hanno visto rovinare giù il pilone
e le opere in muratura ed asfalto
che sostenevano.
«È una situazione davvero difficile per i contraccolpi che si possono creare per l'economia di un
vasto territorio, ma anche per as-

sicurare alcuni servizi importanti
come quelli ospedalieri - dice il
sindaco di Ribera, Carmelo Pace,
tra i primi ad accorrere -. È necessario che si intervenga tempestivamente per consentire in tempi
brevi il ritorno alla normalità». Pace nel primo pomeriggio ha preso
parte ad un incontro presso la Prefettura di Agrigento per fare il
punto della situazione e cercare
le soluzioni ai problemi che si sono aperti con il crollo, che taglia
in due le province di Agrigento e
di Trapani, creando grosse difficoltà di collegamento viario: il
transito veicolare, infatti, viene
deviato attraverso un «percorso
alternativo» verso Burgio, costringendo gli automobilisti e i conduttori di mezzi pesanti ad allungare
il viaggio per circa 35 chilometri.
«Nel corso dell'incontro in Prefettura - dice il dirigente della polizia stradale di Agrigento, Andrea
Morreale - è stato affrontato il problema della viabilità davvero difficile, dato che viene utilizzato un
percorso alternativo che si sviluppa lungo arterie strette e tortuose». Oggi sono attese disposizioni
dal prefetto. Il problema più grosso da risolvere è quello del transito di automezzi pesanti e pullman. (*tc*)

Eruzione-lampo
dalla bocca nuova
del vulcano

...

Eruzione lampo venerdì
notte sull'Etna. Alle 4.30 dalla
bocca nuova si è manifestata un'
intensa attività stromboliana
con boati e lancio di materiale piroclastico che è ricaduto nella zona sommitale. Il fenomeno si è
esaurito alle 9.

TRAPANI

La condotta è rotta
e il terreno s’allaga:
fa causa al Comune

...

Nel suo terreno finivano 120
litri d’acqua al minuto, destinati
a Trapani per la rottura alla condotta. Adesso la proprietaria di
un appezzamento di terreno in
contrada Malummari, a Paceco,
gravato da una servitù in favore
del Comune di Trapani, essendo
attraversato dalla condotta idrica che porta l’acqua dei pozzi di
Bresciana al sistema idrico della
città, ha dato mandato ad un legale, di citare per danni il Comune
chiedendo 11 mila euro. (*ATR*)

PALERMO
il summit. I sindaci del comprensorio ricevuti dal prefetto. I tempi per riaprire la strada sono incerti. Chiesti dati all’Anas

LaProtezionecivile:«Primadiintervenire
èdacapireperchéilviadottohaceduto»

...

ribera

«Bisognerà capire perché
il ponte è crollato, dopodichè si
potranno valutare gli interventi
che sarà necessario mettere in
campo per ripristinare la normale viabilità. Aspettiamo che i
tecnici dell'Anas completino le
verifiche».
A dire questo è Maurizio Co-

sta, responsabile provinciale
della Protezione civile di Agrigento, che ieri pomeriggio ha
preso parte al summit che è stato tenuto in Prefettura alla presenza di sindaci e assessori dei
comuni di Sciacca, Ribera, Calamonaci, Lucca sicula, Caltabellotta, Burgio, Villafranca sicula,
che hanno chiesto interventi ur-

genti per superare l'emergenza
che si è venuta a creare. Non si
sbilancia il responsabile della
Protezione civile agrigentina
sui tempi e sulla possibilità di
realizzare delle opere (passerella o altro) che consentano il deflusso dei veicoli. «Bisogna capire - dice - che siamo in presenza di un ponte vetusto, in mura-

Maurizio Costa (Protezione civile)

tura e che il fiume sul quale sorge non è certo un fiumiciattolo.
Il problema che abbiamo di
fronte è certamente grosso».
Adesso si attendono i dati che
sono stati richiesti all'Anas per
capire se il ponte potrà essere rimesso in sesto o se dovrà essere
abbattuto puntando alla costruzione di uno nuovo. In questo
caso si teme che i tempi per il ritorno alla normalità possano allungarsi notevolmente. In settimana, nel corso di un altro summit previsto in Prefettura se ne
potrà sapere di più. (*tc*)

Arrestato somalo
Era ricercato
dai pm di Catania

...

La squadra mobile di Palermo ha arrestato Husi-ll Yusuf
All, somalo di 40 anni, accusato
di fare parte di un'associazione
per delinquere dedita al favoreggiamento
dell'immigrazione
clandestina. Husi-ll Yusuf All era
riuscito a fuggire agli arresti della polizia di Ragusa che lo scorso
15 gennaio aveva eseguito 48
provvedimenti restrittivi emessi
dalla Procura di Catania. L'uomo,
fuggito in Svezia, è poi giunto a
Palermo, dove è stato arrestato.

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

10 Fatti&Notizie

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

i nodi della sicilia
buco di 30 milioni nelle 151 ex opere pie. 90 fanno attività, le altre esistono soltanto sulla carta

Crac delle Ipab, la Regione: si cambia
0 Sarannotrasformateinaziendepubblicheofondazioniprivate.Fusionedeglientiindeficitconquellivirtuosi
Disegno di legge presentato dall'assessore regionale
alla Famiglia, Ester Bonafede,all'Ares, l'associazione
che riunisce tutte le strutture del settore.
Giuseppina Varsalona

...

palermo

Hanno un buco di trenta milioni e a farne le spese, manco a
dirlo, sono stati gli oltre duemila
dipendenti. È il crac delle Ipab, le
Istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza. Delle 151 ex opere pie, esistenti ufficialmente, solo una novantina svolgono effettivamente attività di assistenza agli
anziani e ai minori. Le restanti esistono solo sulla carta. La bozza di
riforma del governo regionale prevede la loro trasformazione in
«Aziende pubbliche di servizi alla
persona», in associazioni o in fondazioni di diritto privato, la fusione degli enti in deficit con quelli
«virtuosi» o l'estinzione di quelli
moribondi.
Sebbene siano colme di debiti,
le Ipab possono contare su grandi
patrimoni immobiliari che risalgono all'Ottocento e che hanno un

valore complessivo di oltre cento
milioni di euro. Il disegno di legge, che l'assessore regionale alla
Famiglia, Ester Bonafede, ha presentato all'Ares, l'associazione
che riunisce tutte le strutture, prevede che le Ipab "virtuose", che
hanno un volume di entrata pari a
500 mila euro e che dimostrano di
essere riuscite a far quadrare i conti, verranno trasformate in «Aziende pubbliche di servizi alla persona». Quelle in rosso, invece, dovranno fondersi con gli enti che

4
contano
su patrimoni
immobiliari
per 100 milioni
Ester Bonafede, assessore regionale alla Famiglia
hanno i conti a posto, trasformarsi in associazioni o fondazioni di
diritto privato o, mal che vada,
estinguersi. La proposta del governo prevede, poi, che le Ipab che
non riusciranno a sopravvivere
potranno devolvere il patrimonio
al Comune di riferimento o alla

struttura da cui verrebbero assorbite. Così come il personale, che
dovrà essere spalmato negli enti
attivi. Articolo, questo, su cui i sindacati chiedono un approfondimento.
Le nuove aziende devono pro-

Gino Alaimo, presidente dell’Ares

cedere alla copertura dei debiti,
predisponendo un piano triennale di risanamento. Verrà istituito,
per il triennio 2013-2015, un fondo, di cui ancora non si conosce
l'ammontare, a cui le nuove aziende potranno accedere, previo ac-

cordo con l'assessorato. L'assessore Bonafede aspira ad aprire le
strutture «anche ai nuovi poveri e
alle detenute. Gli enti dovranno
essere in grado di erogare prestazioni socio-sanitarie di elevata
qualità in condizioni di economi-

cità, efficacia ed efficienza».
La crisi che ha colpito le Ipab,
che assistono circa tremila anziani e minori in Sicilia, continua a
produrre perdite, mentre le entrate, legate alle rette per i ricoveri e
ai contributi regionali, nel corso
degli anni sono diminuite drasticamente. Ogni anno le Ipab ricevono circa 9 milioni dalla Regione, troppo poco per risanare i debiti, pagare il personale e assistere
gli anziani. Gino Alaimo, presidente Ares, spiega che «uno dei motivi che ha fatto scoppiare la crisi è
stato la mancanza di coordinamento degli ultimi anni tra gli assessorati alla Famiglia e alla Salute, che ha fatto sì queste strutture
hanno dovuto anticipare i soldi
per la spesa sanitaria, che le Asp in
molti casi non hanno erogato». A
farne le spese è stato il personale,
un migliaio di precari e 800 assunti a tempo indeterminato, che, in
alcuni casi, vanta fino a tre anni di
stipendi arretrati. Quelle maggiormente in crisi sono le Ipab di Caltagirone, dove una ventina di dipendenti sono da 30 mesi senza
stipendio, Ravanusa, Acireale,
Marsala, Castellammare del Golfo e Santa Flavia. (*gvar*)

finanziamenti. Aiuti alle associazioni calcistiche ma anche a quelle degli sport minori. Ecco la lista degli importi assegnati al via oggi

Il Mir inizia
il tour elettorale
a Caltanissetta

Contributiper800milaeuroallesocietàsportive
...
...
palermo

Ci sono le maggiori società
calcistiche professionistiche siciliane ma anche quelle dei cosiddetti sport minori. E tra questi anche il twirling, disciplina ginnico-sportiva che si pratica con un
bastone per le coreografie e la
musica ad accompagnare. Di soldi, non molti, ce n'è per tutti - o
quasi - nell'elenco pubblicato
sulla Gazzetta Ufficiale delle società e associazioni sportive siciliane alle quali la Regione ha concesso il contributo per l'attività
svolta (o da svolgere) secondo la
legge 31 del 1984. In tutto circa
800 mila euro divisi tra contributi a 142 società che militano nei
massimi campionati nazionali
dilettantistici e professionistici
(580 mila euro) e alle 122 che hanno propagandato attraverso le
sponsorizzazioni attività e produzioni regionali, in ambito turistico, industriale e commerciale
(207 mila euro).
Non si tratta di contributi a
pioggia. Tra quelle che hanno
presentato domanda, infatti, se-

condo quanto pubblicato in Gazzetta una trentina ne sono rimaste escluse, o per mancanza di titoli o per carenze nella documentazione. Tra chi non ne ha beneficiato, anche alcune società e associazioni che si occupano di
sport per disabili.
Andando ai numeri, Palermo
e Catania per la partecipazione
in serie A percepiscono 25 mila
euro a testa, 22 mila invece per
Trapani e Siracusa (Lega Pro).
Queste alcune delle società
che hanno ricevuto il contributo
(tra parentesi disciplina e cifra):
Ens Catania (sport silenziosi,
1.442,78), Nuoto Catania (pallanuoto, 14.399,96), Jomar Club Ct
(canoa polo, 643,45), Sport Club
Etna (sport disabili 3.013,19), Circolo Le Rocce (tennis, 1.801,74),
Orizzonte
(pallanuoto,
10.799,97), Per Non Vedenti Ct
(torball 2.160,69), Fiamma Mico
Riposto
(sport
disabili,
1.080,35), Acicastello (pallanuoto, 10.799,97), Muri Antichi (pallanuoto, 10.799,97), New squash
Club Ct (1.964,27), Circolo scac-

chistico Zichichi (721,39), Elephans Catania (football americano a 11, 3.974,79), Acireale (calcio a 5, 10.265,50), Città di Regalbuto (pallamano, 7.199,98), Handball 4 Enna (pallamano,
7.199,98), C.U.S. Messina (baseball, 10.166,34), Peloritana Sordomuti
(sport
silenziosi,
1.442,78), Onda Sport (twirling,
540,17), Circolo del Tennis Palermo (2.519,65), C.U.S. Palermo
(atletica leggera: A donne,
7.199,98; A uomini 8.998,24),
C.U.S. Palermo (pallamano,
19.322,22), C.U.S. Palermo (calcio a 5, 10.265,50), Atl. Polisportivo Panormus (palla tamburello,
719,30), Silenziosi Palermo
(sport silenziosi, 1.442,78), GIFA
Città di Palermo (pallanuoto,
7.199,98), Tennis Club Palermo
(1.801,74), Aquile Bagheria (calcio donne, 5.575,98), Palermo
Cardinals (football americano a
9 uomini 1.777,54), Marina di S.
Nicola (canoa polo, 359,65), Fenice Badminton (974,85), Domenico Scinà (pallamano, 12.881,48).

Castro e Ilicic in Palermo-Catania: alle società 25 mila euro dalla Regione

(*ppm*) Pierpaolo Maddalena

giampilieri. Atto firmato a novembre da Lombardo. Solo ieri la pubblicazione in Gazzetta. L’incarico scade il 28 febbraio

...

Altri tre mesi di contratto
per i consulenti che da un paio
d’anni si occupano dell’emergenza frane nel Messinese. Un team creato dal vecchio governo
Lombardo, forte di una ordinanza commissariale nazionale, dopo il disastro di Giampilieri.
Uno degli ultimi atti del gover-

no uscente, a novembre, è stata
proprio la proroga dei contratti
per sette esperti che quindi hanno iniziato a lavorare a fine novembre e vedranno terminare
l’impiego il 28 febbraio in coincidenza con lo scadere dell’ordinanza commissariale. Il tutto
per una spesa di 41 mila euro, come riporta il provvedimento

pubblicato solo ieri in Gazzetta
ufficiale.
A beneficiare dei contratti sono stati in sette. Angela Fundarò
e Gabriele Amato sotto la formula del co.co.co con compensi rispettivamente da 2000 euro al
mese e 1.846 euro al mese. La prima si occuperà del «recepimento delle istanze dei comitati di ba-

Filca Cisl

Edilizia e fondi Ue
Barbera: Crocetta
senta i sindacati

...

«Il blocco da parte dell’Ue di
4,4 miliardi di euro dei fondi Fers è
una notizia drammatica per la Sicilia ed ancora di più per il comparto
edile che è ormai agonizzante». Lo
dichiara Santino Barbera, segretario generale della Filca Cisl Sicilia.
«Il presidente della Regione Rosario Crocetta e l’assessore alle Infrastrutture Nino Bartolotta - dice
Barbera - devono convocare prima
possibile le parti sociali e discutere
di programmi e progetti per questo settore, il più importante per
l’economia siciliana».

fratelli d’Italia

EmergenzafranenelMessinese,
tremesidicontrattoaiconsulenti
palermo

Parte la campagna elettorale
di Mir, Moderati in rivoluzione. Oggi alle ore 10,30, presso l'Hotel S.
Michele di Caltanissetta, ci sarà la
presentazione di tutti i candidati
alla Camera e al Senato, in vista
dell'arrivo in Sicilia del Leader
Gianpiero Samorì, previsto per il
12-13 Febbraio.

Raffaele Lombardo

se presenti nei territori alluvionati. Il secondo si occuperà del coordinamento del sistema informatico.
Gli altri 5 consulenti, tutti pagati 2.014 euro al mese, sono gli
ingegneri Antonio Ferraro, Erminia Raciti, Vincenzo Marco Nicolosi, e Cinzia La Rocca più il geologo Rosario Caminiti. Tutti si devono occupare di analisi dei suoli e valutazione del rischio.
Alcuni di questi consulenti sono stati fra quelli più spesso contrattualizzati da Lombardo durante i suoi 4 anni e mezzo a Palazzo d’Orleans. Gia. Pi.

Campagna al via
con Crosetto
a Palermo

...

Oggi alle 10,30 al cinema Imperia di Via Amari a Palermo apertura della campagna elettorale del
partito Fratelli d’Italia per le elezioni nazionali. L'incontro organizzato da Salvino Caputo, deputato all'
Ars e candidato al Senato, Giampiero Cannella deputato e candidato
alla Camera e da Carolina Varchi
candidata alla Camera, vedrà la
partecipazione di Guido Crosetto.

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Fatti&Notizie 11

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

inchiesta. La procura sta esaminando la mole di documentazione raccolta. Investigatori a caccia di «talpe» nella banca

Monte Paschi, dieci indagati a Siena
Da domani scattano gli interrogatori
Non c’è solo l’affaire della
compravendita della Banca
Antonveneta. Per gli investigatori l’inchiesta ha tante
facce e sarà molto lunga con
altri colpi di scena.
Michele Giuntini

...
SIENA

Sabato di lavoro in procura a
Siena: gli uffici hanno atteso il rientro delle notifiche degli inviti a comparire mandati ad indagati dell'inchiesta sul Monte dei Paschi e gli inquirenti continuano a studiare la
mole di documenti e i complessi
rapporti ricevuti dalla guardia di finanza. La procura è stata presidiata
dal più giovane degli inquirenti, il
sostituto Aldo Natalini, magistrato
di turno che nell'occuparsi dei fatti
di giornata ha perfino recepito dalla polizia giudiziaria - ovviamente
fuori dalla vicenda Monte dei Paschi - anche gli atti di un arresto per
droga. Ma, oltre il lavoro normale,
la testa è tutta sull'«affaire» Mps
benchè, di fronte agli imminenti interrogatori, si cerchi di schermarsi
dalla pressione esterna parlando di
«attività istruttoria ordinaria». Per i
pm - che mantengono la linea delle
bocche cucite - è una pura routine
quella in corso, tipica di qualsiasi inchiesta, e non c'è da stupirsi se a circa nove mesi dall'inizio delle indagini alcuni indagati eccellenti, tra
cui quasi sicuramente gli ex vertici
della banca, saranno sentiti alla luce delle ultime risultanze delle indagini. Gli indagati raggiunti dall'invito a comparire potrebbero essere
interrogati forse già a partire da domani.
Sembrano esserci molte ragioni
per fare ora domande ai principali
indagati dell'inchiesta. Secondo
quanto si apprende, i filoni individuati nell'inchiesta su Mps richiedono ora un «check», un punto della situazione, per individuare le responsabilità, dare contorni precisi
ai fatti finora accertati, ed eventualmente allargare il campo ad altri
soggetti finora non toccati dalle in-

dagini. Una decina di indagati sembra numero esiguo rispetto alla mole di fatti messi sotto esame. Al vaglio degli inquirenti non ci solo la
criticata compravendita di Banca
Antonveneta, un affare che arrise al
Banco di Santander e mise in ginocchio i conti del Monte dei Paschi, e
neppure ci sono solo le varie operazioni finanziarie avventurose sui cosiddetti prodotti derivati. Due
aspetti già emersi e abbastanza
chiacchierati fuori dagli ambienti
giudiziari. Due filoni che, si ipotizza a Siena, in realtà sarebbero solo
la fase prodromica di un'inchiesta
dalle tante facce, e lunga nel tempo.
Intanto gli inquirenti studiano
le ultime carte provenute dalla
guardia di finanza tra quelle acquisite alla Banca d'Italia e alla Consob, mentre gli investigatori sono
alla ricerca di nuove «talpe» nella
banca e nella città, oltre al manager
che starebbe collaborando con i
magistrati: il contributo di testimoni chiave potrebbe dare un'accelerazione al lavoro in corso. Tuttavia,
si fa rilevare, il Monte dei Paschi e
chi l'ha retto dall'esterno mantengono tuttora una capacità pervasiva che sembra inibire utili atti di coscienza a fare chiarezza e doverosa
opera di verità.
Intanto, il procedimento per la
sottoscrizione dei nuovi strumenti finanziari per il Monte dei Paschi di Siena (i cosiddetti Monti
Bond) può andare avanti. Il Tar
del Lazio - ha annunciato Bankitalia - non ha concesso la misura cautelare immediata chiesta dal Codacons per ottenere la sospensione
del procedimento. L'udienza di
merito sul ricorso che chiede il
blocco del provvedimento che dà
il via libera al prestito di 3,9 miliardi alla banca senese, secondo
quanto riferito dal Codacons, è fissata per il 20 febbraio. La Banca
d'Italia ha espresso «piena disponibilità» a consegnare il documento
al Presidente del Tar «nel rispetto
delle norme di legge a tutela delle
informazioni sensibili».

Taglio delle spese in vista
per Enel. La crisi e il deciso calo della domanda elettrica che
ne è conseguito in tutta Italia e che ha già fatto sentire i suoi
effetti sui conti finanziari del
gruppo - sono arrivati tra le mura di viale Regina Margherita,
riversandosi ora anche sui dipendenti della società, per i
quali si ipotizzano, oltre al piano di uscite volontarie concordato con i sindacati, anche contratti di solidarietà.
A novembre del 2011 Enel e
sindacati hanno raggiunto un
accordo per 3.500 uscite volontarie e incentivate di dipendenti che avessero maturato i requisiti previsti dalla legge Fornero, a cui sarebbe corrisposto
un certo numero di assunzioni. Allo stesso tempo, spiegano
fonti sindacali, venivano regolamentate mobilità geografica
dei lavoratori e insourcing di alcune attività, non escludendo

4
straordinari
bloccati
e pensionamenti
anticipati
la possibilità di ricorrere ai contratti di solidarietà. «La contrattazione aziendale - si legge nell'
accordo quadro - potrà consentire di fare pratica attuazione
agli strumenti offerti dalla legislazione per evitare l'espulsione dal ciclo produttivo in caso
di crisi, tra cui vanno annoverati in particolare gli accordi di
solidarietà». All'intesa, approvata dalla maggioranza dei dipendenti, sono però subito dopo mancati gli accordi applicativi, non sottoscritti da azienda
e sindacati in attesa della definizione del nuovo contratto
del settore elettrico, scaduto il

Nomine in ritardo,
Ferri: ok al monito
di Napolitano

...

Catania

Tra gli indagati eccellenti figurano gli ex vertici del Monte dei Paschi di Siena. foto ansa

la polemica. Dopo il richiamo sul «corto-circuito» fatto da Napolitano

MaronieGrillocontro
ilCapodelloStato
Bersani:noaipolveroni

...

roma

Il richiamo del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
ad evitare «cortocircuiti» mediatico-giudiziari e a rispettare la riservatezza delle indagini scatena sospetti ed accuse. Se il leader leghista Roberto Maroni si spinge ad
ipotizzare che l'intervento del colle miri a «coprire lo scandalo Mps e
ad attenuare i riflessi negativi sulle
sorti elettorali del Pd», Beppe Grillo, Giulio Tremonti e gli ex pm Antonio Ingroia e Antonio Di Pietro
gridano al rischio «censura», a loro
volta accusati dal Pd e da Casini di

Enel, consumi elettrici in calo:
«tagli» per 15 mila dipendenti
roma

capi delle procure

«Opportuno e condiviso il
monito rivolto al Csm da Napolitano per i ritardi nelle nomine dei capi delle Procure, tra cui Reggio Calabria, Siracusa e la procura generale di Palermo». lo dice Cosimo
Maria Ferri, segretario generale
di magistratura indipendente.
«Da tempo segnaliamo inefficienza e lentezza del Csm nel coprire
posti direttivi delicati. Tra l'altro
spesso i ritardi sono visti, a torto o
a ragione, all'interno ed all'esterno della magistratura, come mancanza di accordi tra le correnti».

crisi. L’azienda pensa a contratti di solidarietà con meno ore di servizio

...

inbreve

31 dicembre 2012. Proprio in
questa finestra di tempo Enel,
che ha nel frattempo anche
bloccato gli straordinari per
contenere il più possibile i costi operativi, ha quindi diffuso
una nuova comunicazione al
personale, informandolo di un
nuovo piano «per l'accompagnamento graduale al pensionamento», questa volta non
concordato con i sindacati.
Il nuovo programma, spiegano ancora fonti sindacali,
prevede uscite regolamentate
con una prestazione mensile
per 12 mensilità pari al 75% della retribuzione annua per i dipendenti, al 68% per i quadri e
al 60% per i dirigenti. L'Enel
avrebbe inoltre intenzione di
ricorrere effettivamente alla solidarietà. Ad esserne interessati potrebbero essere fino a
15.000 dipendenti (su 35.000
totali), tutti non operativi, con
una riduzione del lavoro del
20%.

alzare polveroni elettorali.
La tensione sull'inchiesta Mps,
e il violento scontro politico a 20
giorni dalle elezioni, ha riflessi anche sull'appello del Capo dello Stato alla stampa. I critici paventano
che Napolitano voglia mettere il bavaglio ad un affare spinosissimo su
cui in realtà sono ancora più le ombre che le verità. «La brutta impressione è che Napolitano sia sceso in
campo per coprire lo scandalo
Mps ed attenuare i riflessi negativi
che sta avendo sulle sorti elettorali
del Pd».
Accuse pesanti condivise anche

da Beppe Grillo: «È incredibile che
anche il loro presidente della Repubblica vuole mettere sotto silenzio questo sfascio».
Il Pd, al centro di un fuoco incrociato sulla vicenda della banca senese, fa scudo intorno a Napolitano. «Voglio sottolineare le parole
del capo dello Stato - evidenzia il
leader Pd Pier Luigi Bersani -. I magistrati devono devono fare il loro
delicato lavoro serenamente e deve esserci rapporto civile tra magistratura e informazione». Bersani,
inoltre, dice no ai «polveroni» alzati contro il Pd «da chi ha tolto il falso in bilancio». I democratici, che
ieri hanno chiesto una commissione d'inchiesta sui derivati, respingono al mittente le accuse. Dice Anna Finocchiaro: «È inaccettabile
cercare di coinvolgere Napolitano
nella polemica politica. Lezioni dalla Lega e dal Pdl in tema di moralità
e bene pubblico non possono essere accettate».

Stancanelli:
non si declassi
Fontanarossa

...

«Serve un'immediata interlocuzione con il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera per rivedere il piano nazionale
del sistema aeroportuale nella
parte che riguarda la Sicilia orientale». Lo afferma il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli che aggiunge: «Occorre l'impegno del
presidente della Regione a bloccare qualunque ipotesi di cessione a
privati dell'aeroporto di Catania».

protezione civile

Rischio crolli,
strada chiusa
a Bronte

...

La Protezione civile del Comune di Bronte ha disposto la
chiusura al transito veicolare di
un tratto di via San Pietro. Il provvedimento a seguito di segnalazioni da parte di alcuni residenti
che avevano sentito scricchiolii
provenire da una vecchia abitazione sita al civico 70.

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

12 Fatti&Notizie

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

pubblica istruzione. Via libera della Regione dopo l’«ok» del ministero. Alll’istituto Duca degli Abruzzi di Palermo arriva il liceo scientifico

Sicilia, scuole superiori: 74 nuovi indirizzi
0 Icorsisonolegatialle esigenzedelterritorio,l’obiettivo èoffrireaigiovani maggioriopportunitàdilavoro
Alessandra Turrisi

...

PALERMO

Via libera dalla Regione all'
istituzione di 74 nuovi indirizzi
negli istituti superiori siciliani.
Una notizia molto attesa dai dirigenti scolastici e dalle famiglie,
proprio perché le iscrizioni al nuovo anno scolastico sono già iniziate e si concluderanno a fine mese.
I nuovi corsi, istituiti dopo l'ok
del ministero dell'Istruzione con
un provvedimento firmato dal direttore generale Luciano Chiappetta, costituiscono una modifica del piano dell'offerta formativa nell'Isola e vengono incontro
alle nuove esigenze del territorio,
proponendo nuovi sbocchi nel
mondo del lavoro come il settore
degli audiovisivi multimediali o
alcuni rami dell'artigianato e della produzione industriale. Il de-

4
ci sarà Il liceo
linguistico
al di vincenti
di bisacquino
creto del dipartimento regionale
della Pubblica istruzione, firmato
dalla dirigente Anna Rosa Corsello, dovrebbe essere pubblicato
domani sul sito della Regione.
Qui anticipiamo la distribuzione
dei corsi nelle rispettive province, secondo quanto autorizzato
dal ministero dell'Istruzione.
E, curiosando tra i nuovi indirizzi, si scopre che Palermo è la
provincia col maggior numero di
corsi autorizzati, ben venti. Molto atteso l'indirizzo di liceo scientifico con opzione scienze applicate all'Itcg Duca degli Abruzzi di
Palermo e il liceo linguistico all'
istituto superiore Don Calogero
Di Vincenti di Bisacquino. Solo
due i nuovi corsi nell'Agrigentino
e uno in provincia di Enna, ad Agira; otto in provincia di Caltanissetta, dodici nel Catansese, tredici
nel Messinese, tra cui il linquistico all'Impallomeni di Milazzo;
cinque i nuovi corsi in provincia
di Ragusa, tre nel Siracusano, dieci nel Trapanese. (*altu*)

l’elenco. ecco tutti i nuovi indirizzi. sono venti a palermo, dodici a catania e tredici a messina
PROVINCIA DI AGRIGENTO
ITC SCIASCIA di Agrigento Sezione di Porto
Empedocle: Istituzione di un corso serale di Istituto Tecnico settore economico indirizzo Amministrazione Finanza e Marketing.
LICEO CRISPI di Ribera: Istituzione di Liceo
Scientifico con opzione scienze applicate.

PROVINCIA DI CALTANISSETTA
IPSIA GALILEI di Caltanissetta: Istituzione di
Indirizzo Servizi Socio Sanitari Articolazione Odontotecnico.
IISS SEN. DI ROCCO di Caltanissetta: Istituzione
dell’Articolazione Produzioni e Trasformazioni
dell’Indirizzo Agraria, Agroalimentare e Agroindustria.
IISS Sen. Di Rocco sede di Caltanissetta:
Istituzione di corso serale di Istituto Professionale
settore servizi Indirizzo Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera.
IISS SEN. DI ROCCO di Caltanissetta sede di
Mazzarino: Istituzione di corso serale di Istituto
Professionale Settore Servizi Indirizzo Servizi per
l’agricoltura e lo sviluppo rurale.
IISS MAJORANE DI GELA: Istituzione di indirizzo
Trasporti e Logistica Articolazioni Costruzione del
Mezzo, Condizione del Mezzo e Logistica.
LICEO ARTISTICO JUVARA di San Cataldo:
Istituzione di Indirizzo Architettura e Ambiente.
IISS VASSALLO di Riesi: Istituzione di Indirizzo
Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera articolazione Servizi di Sala e di Vendita.
LICEO SCIENTIFICO VITTORINI di Gela: Istituzione dell’Opzione Scienze Applicate nell’Indirizzo di
Liceo Scientifico.

PROVINCIA DI CATANIA
IPSIA FERMI di Catania: Istituzione dell’Articolazione Ottico dell’Indirizzo Servizi Socio Sanitari.
IISS BRUNELLESCHI di Acireale: Istituzione di
Liceo Artistico con Indirizzi: 1) Senografia; 2) Audiovisivo Multimedia.
ITI FERRARIS di Acireale: Istituzione di Indirizzo
Chimica, Materiali e Biotecnologie, Articolazioni:
Biotecnologie Ambientali e Biotecnologie Sanitarie.
IISS BRANCHINA di Adrano: Istituzione di Indirizzo Grafica e Comunicazione.
IISS BRANCHINA di Adrano: Istituzione di articolazione Relazioni internazionali per il Marketing
dell’Indirizzo Amministrazione Finanza e Marketing.
IISS AMARI di Giarre sede di Castiglione di
Sicilia Giarre: Istituzione dell’Opzione Economico
Sociale nel Liceo delle Scienze Umane.
IPSAR WOJTYLA di Catania sede della Casa
Circondariale di Bicocca di Catania: Istituzione
dell’Articolazione Servizi di Sala e vendita nell’Indirizzo Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità
Alberghiera.
LICEO SECUSIO di Caltagirone sezione staccata di Vizzini: Istituzione di Indirizzo Liceo Scientifico.
IPSAR FALCONE di Giarre: Istituzione di corso

serale di Istituto Professionale settore servizi Indirizzo Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera.
LICEO SCIENTIFICO MAJORANA di Scordia:
Istituzione di Indirizzo Liceo Linguistico.
LICEO ARTISTICO LAZZARO di Catania: Istituzione degli Indirizzi Scenografia e Audiovisivo Multimedia.
ISTITUTO MAGISTRALE “TURRISI COLONNA”
di Catania: Istituzione di Indirizzo Liceo Musicale.

PROVINCIA DI ENNA
IISS F. FEDELE-CITELLI di Agira sede di Gagliano Castelferrato: Istituzione di Indirizzo Chimica,
Materiali e Biotrecnologie, Articolazione Biotecnologie Ambientali.

PROVINCIA DI MESSINA
IISS IMPALLOMENI di Milazzo Istituzione di
Indirizzo Liceo Linguistico.
IISS MANZONI di Mistretta: Istituzione dell’Opzione Scienze Applicate nel Liceo Scientifico.
ITI MAJORANA di Milazzo: Istituzione di Indirizzo
Chimica, Materiali e Biotecnologie, Articolazione
Biotecnologie Ambientali.
ITI MAJORANA di Milazzo: Istituzione di Indirizzo
Chimica, Materiali e Biotecnologie, Articolazione
Biotecnologie Sanitarie.
IISS VALLI di Barcellona Pozzo di Gotto sede
staccata di Castroreale: Istituzione di Indirizzo

Servizi Socio Sanitari.
IISS SCIASCIA-FERMI di Sant’Agata di Militello: Istituzione dell’Opzione Scienze Applicate
nell’Indirizzo di Liceo Scientifico.
IISS SCIASCIA-FERMI di Sant’Agata di Militello: Istituzione di Indirizzo Liceo delle Scienze Umane.
ITCG BORGHESE di Patti: Istituzione dell’Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing
nell’Indirizzo Amministrazione Finanza e Marketing.
ITCG BORGHESE di Patti: Istituzione dell’Articolazione Servizi Informativi aziendali nell’Indirizzo
Amministrazione Finanza e Marketing.
LICEO ARTISTICO BASILE di Messina: Istituzione di Indirizzo Design-Sezione arte del vetro.
LICEO ARTISTICO BASILE di Messina: Istituzione di Indirizzo Design-Sezione arte della ceramica.
IISS CONTI ELLER VAINICHER di Lipari: Istituzione di Indirizzo Liceo Linguistico.
IISS CONTI ELLER VAINICHER di Lipari: Istituzione dell’Opzione Scienze Applicate nell’Indirizzo
Liceo Scientifico.

PROVINCIA DI PALERMO
IISS FAILLA TEDALDI di Castelbuono: Istituzione
dell’Opzione Scienze Applicate nell’Indirizzo Liceo
Scientifico.
IISS FAILLA TEDALDI di Castelbuono: Istituzione di Indirizzo Liceo delle Scienze Umane con

Opzione Economico Sociale.
IISS DON CALOGERO DI VINCENTI di Bisacquino sede centrale: Istituzione di Indirizzo Liceo
Linguistico.
IISS DON CALOGERO DI VINCENTI di Bisacquino sede di Corleone: Istituzione di Indirizzo Agraria Agroalimentare e Agroindustria.
IPSAR BORSELLINO di Palermo: Istituzione di
corso serale di istituto professionale settore servizi
indirizzo servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità
alberghiera articolazioni enogastronomia e accoglienza turistica.
IISS DOMINA di Petralia Sottana sede di Petralia Soprana: Istituzione di corso serale di istituto
tecnico settore tecnologico indirizzo elettronica ed
elettrotecnica.
IISS DON G. COLLETTO di Corleone sede di
Marineo: Istituzione di indirizzo elettronica ed
elettrotecnica.
IISS STENIO di Termini Imerese sede di Cerda:
Istituzione di corso serale di istituto tecnico settore
tecnologico indirizzo agraria, agroalimentare e
agroindustria, articolazione produzioni e trasformazioni.
ITI VOLTA di Palermo: Istituzione di un corso
serale istituto tecnico settore tecnologico indirizzo
elettronica ed elettrotecnica.
IISS SALERNO di Gangi: Istituzione di indirizzo
turismo.
LICEO SANTI SAVARINO di Partinico: Istituzione
dell’opzione scienze applicate nell’indirizzo liceo
scientifico.
LICEO SANTI SAVARINO di Partinico: Istituzione
dell’opzione economicosociale nel liceo delle
scienze umane.
IPSCT EINAUDI di Palermo: Istituzione di un
corso serale di istituto professionale settore servizi
indirizzo servizi commerciali.
ITCG DUCA DEGLI ABRUZZI di Palermo: Istituzione di indirizzo liceo scientifico con opzione scienze
applicate.
IISS MAJORANA di Palermo: Istituzione di indirizzo liceo scientifico con opzione scienze applicate.
IISS MANDRALISCA di Cefalù: Istituzione di
corso serale di istituto professionale settore servizi
indirizzo servizi per l’enogastronomia e ospitalità
alberghiera.
IISS PICONE di Lercara Friddi sede di Alia:
Sostituzione dell’indirizzo amministrazione finanza
e marketing con l’indirizzo turismo.
IPSCT SALVEMINI di Palermo: Istituzione di
indirizzo liceo artistico con indirizzo grafica e indirizzo audiovisivo multimedia.
IISS UGDULENA di Termini Imerese sede staccata di Caccamo: Istituzione dell’opzione economicosociale nel liceo delle scienze umane.
IPSIA E. MEDI di Palermo sede Istituto Penale
Malaspina di Palermo: Istituzione di corso ad
indirizzo produzioni industriali e artigianali articolazione artigianato opzione produzioni tessili-sartoriali.

PROVINCIA DI RAGUSA
IISS CAMPAILLA di Modica: Istituzione degli
indirizzi grafica e design nel liceo artistico.
IISS MARCONI di Vittoria: Istituzione indirizzo
servizi per l’enogastronomia e ospitalità alberghiera, articolazioni enogastronomia servizi di sale e di
vendita, accoglienza turistica.
IPSSAR PRINCIPI GRIMALDI di Modica: Istituzione indirizzo servizi socio-sanitari articolazione
ottico.
ITI MAJORANA di Ragusa: Istituzione di indirizzo
agraria agroalimentare e agroindustria articolazione produzioni e trasformazioni.
LICEO SCIENTIFICO FERMI di Ragusa: Istituzione dell’opzione scienze applicate nel liceo scientifico.

PROVINCIA DI SIRACUSA
ISS. CALLERI di Pachino: Istituzione di: 1) corso
serale di istituto professionale settore servizi indirizzo servizi commerciali. 2) indirizzo agraria agroalimentare e agroindustria articolazione viticoltura e
enologia.
IPSIA CALAPSO di Siracusa: Istituzione di: 1)
indirizzo servizi sociosanitari, articolazione odontotecnico; 2) corso serale di istituto professionale
settore industria e artigianato indirizzo manutenzione e assistenza tecnica.
ISTITUTO PROFESSIONALE FEDERICO II DI
SVEVIA di Siracusa: Istituzione dell’articolazione
ottico nell’indirizzo servizi socio sanitari.

PROVINCIA DI TRAPANI
IISS DANILO DOLCI MATTARELLA Alcamo:
Istituzione di indirizzo chimica, materiali e biotecnologie, articolazione biotecnologia ambientali.
IISS DANILO DOLCI MATTARELLA di Alcamo
sede di Calatafimi: Istituzione di indirizzo elettronica ed elettrotecnica, articolazione automazione.
ITC CARUSO di Alcamo: Istituzione di: 1) articolazione relazioni internazionali per il marketing nell’indirizzo amministrazione finanza e marketing; 2)
indirizzo elettronica ed elettrotecnica, articolazione
automazione.
IISS PANTALEO-GENTILE di Castelvetrano:
Istituzione dell’opzione economico-sociale nel liceo
delle scienze umane.
IISS COSENTINO di Marsala: Istituzione di indirizzo informatica e telecomunicazione.
IISS RUGGERO D’ALTAVILLA di Mazara del
Vallo: Istituzione di indirizzo grafica e comunicazione.
IISS D’AGUIRRE di Salemi: Istituzione dell’articolazione servizi informativi aziendali dell’indirizzo
amministrazione finanza e marketing.
LICEO ARTISTICO MICHELANGELO BUONARROTI XIMENES di Trapani: Istituzione di indirizzo
design.
ITC CALVINO di Trapani; Istituzione dell’articolazione relazioni internazionali per il marketing nell’indirizzo amministrazione finanza e marketing.
IPSSAR di Erice sede della casa circondariale
di Trapani: Istituzione di indirizzo servizi per
l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera.

la storia. All’uomo è stata anche ritirata la patente e così non può più andare in campagna

Trapani, ha l’obbligo di dimora
Galline in pericolo senza di lui

...

Trapani

Il cane si chiama «Pericoloso», ma per quanto di grossa
taglia, lo è solo di nome. Nonostante sia costretto a vivere in
un recinto di pochi metri quadrati e soffra di carenza di assistenza e soprattutto della impossibilità a zampettare come
sarebbe necessario. «L’ho trovato in uno stato precario. E
che abbia necessità di muoversi è evidente», afferma Raimonda Grimaudo, vicedelegato dell’Associazione animalista Oipa che è andata a trovarlo nella campagna di contrada Rilievo, in territorio di Trapani, su richiesta del padrone
dell’animale, impossibilitato
a farlo perché sottoposto a re-

gime di libertà controllata,
una misura che ha comportato che a Pietro Vultaggio, 66
anni, venisse ritirata la patente e per la quale non può allontanarsi dalla località di residenza, che è in territorio di Erice. Il caso viene sollevato proprio dall’associazione, obiettivo trovare una soluzione per il
bene degli animali.
L’uomo, infatti, nei mesi
scorsi, era finito sotto procedimento penale per una falsa dichiarazione relativamente ai
suoi redditi nell’ambito della
causa di divorzio. «Non potendo fruire della sospensione
condizionale della pena - ricorda il suo legale, avvocato
Carlo Pugliese - abbiamo otte-

4
anche per il cane
un’associazione
animalista
lancia l’allarme
nuto dal gup che la condanna
patteggiata di 16 mesi venisse
tramutata, per lo stesso lasso
di tempo, nella misura alternativa».
«Non immaginavo - continua Pietro Vultaggio - che mi
venisse ritirata la patente. Mi
è stata concessa la possibilità
di allontanarmi dal comune
di residenza per questioni le-

gate alle mie condizioni fisiche e di salute, ma ho bisogno
di recarmi in campagna non
solo per accudire al cane ma
anche alle galline (erano cinque, ma una è stata trovata
morta da Raimonda Grimaudo, ndr) perché l’unico mio parente che potrebbe sostituirmi in realtà non ha possibilità
di farlo. La situazione più grave - ribadisce - è quella del cane anche perché ”Pericoloso”
ha il ”vizio” di rovesciare la
scodella con l’acqua e c’è il rischio che rimanga senza bere
per giorni, con le conseguenze che si possono immaginare».
«Stiamo provvedendo a segnalare il caso - assicura Raimonda Grimaudo - anche alle
Forze dell’ordine».
Il legale di Vultaggio, intanto, ha già predisposto un’istanza da presentare al magistrato
di sorveglianza. (*gdi*)
Giacomo Di Girolamo

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Fatti&Notizie 13

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

avrà 500 posti. Una struttura «minimalista» tutta in legno e a impatto zero nel rispetto dell’ambiente e dei templi

Agricoltura

Selinunte, teatro al parco archeologico
Al via la gara d’appalto da 415 mila euro

Biologico,
25 aziende
siciliane
a Norimberga

...

palermo

Interessate le aree rimaste, per
decenni, abbandonate o trascurate. Tutti progetti classificati
realizzati con fondi comunitari, stanziati dall’assessorato
regionale ai Beni culturali.
Eleonora Iannelli

...

Trapani

A Selinunte, nell’atmosfera magica di storia e archeologia dei templi greci, saranno ospitate rappresentazioni
classiche e varie manifestazioni culturali, già dalla prossima estate. La novità, nell’ottica di una migliore fruizione
e valorizzazione del Parco archeologico, sarà resa possibile grazie all’allestimento di
un «teatro». La gara d’appalto, da 415.000 euro, è in fase
di aggiudicazione.
Un «teatro» all’aperto moderno, sulla collina orientale,
in una zona molto panoramica, da adibire a spazio polifunzionale con 500 posti.
«Sarà una struttura minimalista – precisa Caterina
Greco, direttrice del Parco
istituito due anni fa, – al posto di quelle d’acciaio, esteticamente sgradevoli, montate
in passato. Rispettosa del contesto ambientale, senza alcun impatto. Una grande pedana di legno, una specie di
mobile poggiato. Contiamo,
salvo intoppi burocratici, di
poterla già utilizzare al meglio nella prossima estate».
La direttrice è entusiasta

Caterina Greco, direttrice del Parco

4
altri interventi
per i restauri
dei templi
e la cartellonistica
A Selinunte il nuovo teatro sarà «ad impatto zero» sia con l’ambiente che con i templi
anche per altri lavori da appaltare, con bandi di gara appena pubblicati, e per le risorse finanziarie che permetteranno di aprire nuovi cantieri
in alcune aree del Parco, rimaste, per decenni, abbandonate o trascurate. Tutti progetti
classificati come «pilota» e da
realizzare grazie a fondi comunitari, stanziati dall’assessorato regionale ai Beni culturali, nell’ambito del Po Fesr
2007-2013.
Gli interventi più importanti, predisposti dal Parco, e

dalla Soprintendenza di Trapani, sotto il nome di «Progetto di architettura dorica nell’Occidente greco», riguardano due templi, per un importo complessivo di 2.271.735
euro. Le offerte dovranno essere presentate entro il 7 marzo. Tempi di esecuzione: due
mesi per il progetto e 24 per i
lavori. Si tratta di restauri, di
tipo conservativo e con tecniche d’avanguardia, nel colonnato settentrionale del tempio «C» dell’acropoli (metà VI
secolo, il più antico in Sicilia,

«sollevato» dagli scavi del
1926, mentre il resto è ancora
tutto a terra) e in varie parti
del tempio «E», sulla collina
orientale (primi decenni V secolo), «rialzato» interamente
alla fine degli anni Cinquanta.
La seconda gara d’appalto,
da 1.811.917, con scadenza
13 marzo, si riferisce al progetto «Case per gli uomini, dimore per gli dei». Previsti interventi per rendere più accessibile e valorizzare con cartellonistica, sentieri e illumi-

nazione, il santuario di Demetra Malophoros (fine VII secolo, tra i più vetusti della Sicilia) e l’isolato F.F1, un esempio di insediamento privato
degli abitanti, vicino alle zone di culto dedicate alla dea
della famiglia e delle donne.
Tempi di esecuzione: due mesi per il progetto e 22 per i lavori.
La direttrice Caterina Greco preannuncia anche che ci
sarà la possibilità, per i visitatori, di assistere ai lavori «in
diretta». (*eia*)

L'eccellenza delle produzioni biologiche siciliane alla
fiera «Biofach» di Norimberga,
che si svolgerà dal 13 al 16 febbraio. In esposizione e degustazione: olio, vino, arance,
miele, ortaggi, pomodorini,
conserve e marmellate, pasta,
farina, pane nero, caffè, cioccolato. L'assessorato regionale alle Attività produttive, nell'
ambito dei progetti comunitari per l'internazionalizzazione, finanziati con fondi europei, ha selezionato 25 imprese
che avevano manifestato il
proprio interesse a partecipare.
Sono a macchia di leopardo
in tutta l'isola. Avranno l'occasione di promuovere i propri
prodotti in una «vetrina» importante e di attivare canali
commerciali. La messinese
«Tenuta Gatti». Produce uva,
vino, olio, frutta e ortaggi biologici. E ha una storia molto particolare. È stata fondata da un
imprenditore di famiglia siciliana trapiantata in Argentina.
Galeotto un viaggio nella terra
dei suoi genitori, alla ricerca
delle radici, Nicolas si innamora di quel luogo e riceve pure
un'eredità: un bel palazzo storico con 236 ettari di terreno.
Decide, assieme alla moglie e
ai figli, di trasferirsi definitivamente. Oggi, Tenuta Gatti è
una grande proprietà terriera,
sulle pendici dei Nebrodi, coltivata soprattutto a vitigni,
con vino pluripremiato. (*eia*)

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

14 Fatti&Notizie

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

DIRITTI. L’Assemblea nazionale ha adottato l’articolo chiave: quello che elimina la differenza tra sessi come condizione essenziale per sposarsi

Matrimoni gay, la Francia dice il primo sì
Il progetto è passato con la maggioranza di 249 voti e 97 contrari. Ma la strada è ancora lunga:
l’opposizione ha presentato
oltre 5.000 emendamenti, e poi
c’è il passaggio in Senato.

...

PARIGI

Francia sempre più vicina
all'adozione della legge sulle
nozze per le coppie gay. L'Assemblea Nazionale - riunita eccezionalmente durante il fine
settimana - ha compiuto ieri un
primo importante passo, adottando con 249 voti a favore e 97
contrari, l'articolo chiave del
progetto che elimina l'esigenza
di una differenza tra i sessi come
condizione fondamentale per il
diritto al matrimonio. Quasi immediata la reazione dell'arcivescovo di Genova e presidente
della Cei, cardinale Angelo Bagnasco. «Siamo vicini al baratro», ha commentato, sottolineando che l'Italia «non deve prendere esempio da queste situazioni che hanno esiti estremamente pericolosi. Non seguiamone
le orme». «L'Europa ha dimenticato le proprie radici cristiane,
le radici della propria cultura e
della propria civiltà», ha aggiunto. L'articolo 1 adottato in Aula

dall'Assemblea nazionale francese recita: «Il matrimonio è contratto tra due persone di sesso
differente o di stesso sesso». A
Parigi il dibattito durerà ancora
diversi giorni, con gli oltre 5.000
emendamenti presentati dall'
opposizione, e il successivo passaggio al Senato. Ieri, all'Assemblea Nazionale, la gauche - che
ha deciso di non replicare agli interventi dell'opposizione per
non perdere tempo - ha votato
compatta a favore. Mentre la destra e il centro si sono espressi
contro il progetto, una delle più
grandi promesse del presidente
Francois Hollande durante la
campagna elettorale della scorsa primavera.
«Siamo felici e fieri di giungere a questa prima tappa — ha
esultato il ministro della Giustizia, Christiane Taubira, che ha
presentato il testo del governo
— Stabiliremo per ognuno di
noi la libertà di poter scegliere la
propria o il proprio partner per
costruire un avvenire comune».
Ma la destra non sembra apprezzare. «Il governo si impegna in
una scelta di società che non vogliamo», ha replicato il deputato
dell'Ump, Philippe Gosselin, riprendendo l'essenziale degli argomenti di chi non vuole il cosid-

L’artista francese Orlan alla recente manifestazione a Parigi a favore delle nozze gay

4
Il cardinale
Bagnasco:
«Siamo vicini
al baratro»

detto «Matrimonio per tutti», sostenuti dalla Chiesa cattolica.
«Oggi - ha continuato - è il matrimonio, l'adozione, domani sarà
la procreazione medicalmente
assistita e la questione dell'utero in affitto», vietato in Francia.
Ma non è tutto. La destra teme
anche che la Francia diventi «come Las Vegas», meta di un «turi-

smo matrimoniale» per le coppie omosessuali. Il nuovo testo
consentirà infatti a una coppia
gay straniera di sposarsi nel territorio francese, anche se la legge
del Paese d'origine glielo impedisce. Nonostante il voto, circa
90 manifestazioni contro la legge si sono tenute ieri davanti all'
Assemblea Nazionale e in diver-

se città francesi, tra cui Nizza e
Lione. Ma il dibattito non riguarda solo la Francia. In Gran Bretagna, il premier David Cameron
dovrà confrontarsi con un'importante fronda nel partito conservatore quando martedì presenterà alla Camera dei comuni
un analogo progetto di legge. Secondo diversi giornali, tra 130 e
200 deputati conservatori (su
303) sono contrari alle nozze
gay, che martedì verranno dibattute per la prima volta al Parlamento di Londra.
In Italia esulta il mondo omosessuale. «La Francia cattolica dice sì al matrimonio uguale per
tutti, anche l'Italia faccia altrettanto», dice Franco Grillini, presidente di Gaynet. «L'approvazione a grande maggioranza del
Parlamento francese dell'articolo 1 sul ”matrimonio per tutti” commenta - ci riempie di gioia e
di felicità, definendo il matrimonio come contratto da due persone di sesso diverso oppure del
medesimo». L'innovazione, per
Grillini, «è di enorme portata
perché si tratta di un Paese cattolico e perchè definisce il matrimonio in modo unitario e non si
limita a istituire una norma diversa riservata agli omosessuali».

donne. Il disegno di legge è nato dalla mobilitazione per la violenza e l’uccisione a dicembre di una ragazza sul bus da parte di sei uomini

India, proposta la pena di morte per stupri e omicidi
bili anche altri crimini contro
le donne come il lancio di acido, il voyerismo e le molestie
con gesti e parole.
Andando oltre le raccomandazioni della commissione
Verma, è prevista la pena capitale nel caso in cui la vittima
muoia o sia ridotta «in stato vegetativo». La proposta, che modifica il Codice penale indiano
e altri atti, deve essere promulgata dal Presidente della Re-

pubblica e poi approvata dal
Parlamento.
L'iniziativa è stata accolta
con favore dai familiari della
ragazza di New Delhi soprannominata «Nirbhaya» e diventata un simbolo per l'emancipazione delle donne in India,
ma è stata criticata dalle femministe. Alcune associazioni
di difesa dei diritti delle donne
hanno infatti contestato il
provvedimento e chiesto al

Presidente della Repubblica
Pranab Mukherjee di non firmarlo. In particolare viene criticato il fatto che non prenda
in considerazione alcuni
aspetti che devono essere considerati reati, come lo stupro
commesso all'interno dell'
unione matrimoniale e le violenze sessuali perpetrate dalle
forze di sicurezza nell'ambito
di una legge sui poteri speciali
(Afspa) in vigore in Kashmir e
nelle zone della guerriglia maoista. Inoltre non proibisce
agli imputati di stupro di candidarsi alle elezioni.

0 Stati Uniti/1

0 Stati Uniti/2

0 Svezia

0 Iran

Harvard
espelle
sei «copioni»

Tempi di crisi,
il «Post»
vende la sede

Il ministro:
«Immigrati?
Sono troppi»

Crollo del rial,
nuovo record
per il dollaro

Teste rotolano per lo scandalo degli studenti copioni a Harvard: per sessanta allievi della
più famosa università d'America
i cancelli di ferro battuto del campus si sono chiusi per sempre. La
decisione di far ritirare, in buona
sostanza una espulsione, dall'
ateneo i ragazzi colpevoli dei casi più lampanti di «plagio» in un
test assegnato la scorsa primavera è stata annunciata dal preside
della Facoltà di Arts and Science
Michael Smith. Per un'altra trentina di allievi dell'ateneo Ivy League sono state prese misure disciplinati. Lo scandalo era venuto in luce in estate: era la prima
volta nella storia dell'università
fondata nel 1636 per educare i
prelati del movimento puritano
che gli studenti erano finiti sotto
inchiesta. I vertici dell’Ateneo
hanno ritenuto indispensabile il
pugno duro per difendere il prestigio dell’istituzione.

Tempi di crisi per tutti nel
mondo della carta stampata e il
Washington Post si prepara a
mettere in vendita l'iconico quartier generale al cui quinto piano,
replicato in ogni minimo dettaglio a Hollywood per «Tutti gli
Uomini del Presidente», fu scritta la storia dello scandalo Watergate. Vittime di un paradosso in
base al quale il «mattone» offre
migliori prospettive finanziarie
rispetto al giornalismo, gli executive del quotidiano stanno esplorando la possibilità di cedere il
palazzo a pochi isolati dalla Casa
Bianca che ha visto la testata di
Bob Woodward e Carl Bernstein
trasformarsi da giornale locale a
uno dei più importanti quotidiani d'America. L'annuncio è arrivato in una mail allo staff dell'editore Katherine Weymouth, pronipote di quella Katherine Graham
sotto la quale il Washington
Post diventò un mito.

In Svezia ci sono troppi immigrati e servono leggi più severe
per ridurne il numero. È la convinzione del ministro svedese dell'
Immigrazione, Tobias Billstr”m,
che ha detto: «La Svezia è il Paese
UE che accetta il maggior numero
di immigrati. Non può durare».

Il deprezzamento della valuta
iraniana ha superato i livelli record
dell'autunno scorso: ieri, in un ufficio di cambio di Teheran, servivano
39.600 Rial per comprare un dollaro e siti specializzati segnalano da
giorni sfondamenti momentanei
della soglia psicologica di 40 mila.

...

Nuova Dheli

Il governo indiano ha proposto la pena di morte per gli
stupratori che uccidono la loro vittima o che la lasciano «in
stato vegetativo». Lo riportano
i media indiani. In una seduta
l’altra sera il Consiglio dei ministri ha varato un disegno di
legge che introduce norme
più severe per le violenze sessuali.
La decisione è stata presa

dopo le massicce proteste di
un mese fa e la mobilitazione
sollevata dalla morte di una
studentessa di New Delhi brutalmente violentata da sei uomini lo scorso 16 dicembre a
bordo di un autobus dove era
salita con un amico di ritorno
dal cinema. Proprio ieri sera la
presidente del partito del Congresso Sonia Gandhi e suo figlio Raul Gandhi, da poco nominato suo vice, hanno incon-

trato la sua famiglia.
Il decreto governativo è soltanto in parte basato sulle conclusioni di un comitato presieduto dal giudice J.S. Verma e
costituito dopo l'ondata di dimostrazioni
femministe.
L'esecutivo ha infatti voluto
rendere più severe le pene e
estendere il raggio di azione
non solo allo «stupro» ma alle
«aggressioni sessuali». Inoltre,
nel decreto si considera puni-

dal mondo

...

...

NON È CASTA
E SI RASA
PER PUNIRSI

...

Minami Minegishi (nella foto), tra i volti più noti della band
AKB48, forte di 88 «lolite», ha violato una delle regole ferree del gruppo giapponese fondato nel 2005
dal produttore discografico Yasushi Akimoto: il divieto di avere rapporti con ragazzi. Lei si è rasata a zero per dimostrare di essere pentita
e ha chiesto perdono ai fans.

...

...

0 Spagna

Fondi neri,
Rajoy:
«Non mollo»

...

Il premier spagnolo, Mariano
Rajoy ha escluso di dimettersi per
lo scandalo provocato da notizie su
presunti fondi neri nel suo partito
che lo coinvolgerebbero. «Se qualcuno pensa» che queste accuse
«possano spingermi ad abbandonare il mandato si sbaglia», ha detto.

Mariano Rajoy

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Fatti&Notizie 15

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

L’incidente ieri sera. A bordo dell’Atr 72 della Carpatair 50 persone. L’Alitalia sospende i voli della compagnia partner

Un aereo fuori pista a Fiumicino
Panico e feriti, aperta un’inchiesta
Il drammatico racconto di un
passeggero: «Qualcuno di noi
ha creduto di poter morire e
tutti urlavano».La compagnia Carpatair non è nuova a
guasti sui propri velivoli.

...

roma

Un aereo Atr 72 della compagnia romena Carpatair, proveniente da Pisa e in atterraggio a
Fiumicino allo scalo «Leonardo
da Vinci», è finito fuori pista ieri
sera attorno alle 20,40. A bordo vi
erano 50 persone: 4 componenti
dell'equipaggio e 46 passeggeri.
Tanta paura e una quindicina di
feriti di cui un paio in condizioni
più serie: tra questi una hostess
romena di 30 anni entrata in codice rosso al policlinico Gemelli,
ha diversi traumi ma non è in pericolo di vita. La Procura di Civitavecchia ha aperto un inchiesta
sull'incidente. Il pm titolare degli
accertamenti disporrà una serie
di sequestri tra quali quello del

L’Atr 72 andato ieri sera fuoripista a Fiumicino. foto ansa
velivolo della Carpatair, partner
Alitalia che a tarda sera ha sospeso i voli su Pisa e Bologna operati
per conto della compagnia da
Carpatair. La compagnia di bandiera in un comunicato ha annunciato di aver avviato immediatamente un'inchiesta ed ha af-

fermato che l'Atr 72 di Carpatair
è finito fuori pista «a causa del forte vento». Il velivolo è finito sull'
erba all'altezza della pista numero 3: è leggermente inclinato su
un lato ed ha un carrello rotto.
Sul posto anche un investigatore dell'Agenzia nazionale per

la sicurezza del volo che ha avviato un'inchiesta sul fatto. Il presidente dell'Enac, Vito Riggio, ha
assicurato: «Accerteremo quello
che è successo. Lo accerterà
l'Agenzia nazionale per sicurezza del Volo. Per quanto riguarda
l'Enac, in questi casi ci occupia-

mo dei soccorsi. Ho informato il
ministro. La situazione è sotto
controllo».
Per chi era a bordo dell’Atr 72
è stata una serata da incubo.
«Qualcuno di noi ha creduto di
poter morire e tutti urlavano - racconta con la voce ancora tremante dalla paura uno dei 46 passeggeri -. Durante l'atterraggio l'aereo ha toccato due volte bruscamente a terra: ci è stato spiegato
che la seconda volta si è piegato il
carrello e l'aereo è finito fuori pista». La Carpatair, compagnia romena che gestisce in sub-appalto alcune rotte per Alitalia, non è
nuova a guasti sui propri velivoli.
«Siamo impressionati dal numero di avarie e problemi di questa
compagnia - ha detto il segretario nazionale Uil Trasporti Marco Veneziani - tanto che io personalmente ho fatto una denuncia
sia all'Enac sia all'agenzia nazionale del volo per verificarne la sicurezza. Poi non ne ho saputo
più nulla».

Scienza. Svolta per l’elettronica del futuro. Il risultato, annunciato sulla rivista Science, è del gruppo coordinato da Palacci

Ecco i primi cristalli «viventi», si assemblano da soli

...

roma

Sono stati ottenuti i primi
cristalli «viventi», che si assemblano come stormi di uccelli
grazie a particelle attive, dotate
di un micromotore che si accende con la luce. Il risultato,
annunciato sulla rivista Science, si deve al gruppo coordinato da Jeremie Palacci, dell'università di New York, al quale ha
partecipato anche il fisico italiano Stefano Sacanna. Il metodo
è molto interessante per la progettazione di materiali per
l'elettronica che si auto-assemblano o auto-riparano con la luce, sottolinea Sacanna, che è

nato a Rimini e che lavora da
anni nell'università di New
York.
Nell'esperimento i ricercatori hanno usato particelle formate da un minuscolo cubo di ossido di ferro, incapsulato in una
sfera realizzata con un polimero. La parte del cubo che sporge dalla sfera funziona come
un motore che si accende quando viene colpito dalla luce, catalizzando le reazioni chimiche.
Le particelle sono sospese in
un fluido di acqua ossigenata e
sali. Ed è proprio l'acqua ossigenata a funzionare come «benzina» per il loro minuscolo moto-

4
Alla scoperta
ha partecipato
anche il fisico
italiano Sacanna
re. Quando si accende la luce,
viene attivata la reazione chimica grazie alla quale le particelle
«accendono» il loro motore, iniziano a consumare benzina e a
muoversi.
Quando nella soluzione ci
sono poche particelle, queste

si muovono in modo casuale,
«ma se ne aggiungiamo di più,
ossia se le concentriamo, iniziano a scontrarsi e ad ammassarsi in una organizzazione simile
a quella degli stormi di uccelli
che si muovono come se fossero un unico organismo», spiega Sacanna. A far muovere le
particelle come uno stormo,
prosegue il ricercatore, sono le
condizioni nelle quali si trovano, come la temperatura ambiente, l'attrazione chimica
che si sviluppa fra di esse e la
concentrazione.
La luce innesca infatti anche
un'attrazione chimica leggera

e porta i grappoli di particelle a
cristallizzare e a crescere fino a
quando le particelle, «sterzando» in direzioni diverse, sciolgono i cristalli. Sfruttando il leggero magnetismo delle particelle, inoltre, è possibile applicare
dei campi magnetici per controllare la direzione sia delle
singole particelle sia dei cristalli.
Grazie a questi meccanismi
i cristalli «viventi» si formano
continuamente, girano vorticosi e si disgregano. Quando la luce si spegne, il movimento delle particelle si arresta e le strutture si dissolvono.

inbreve
Genova

Rissa alla stazione,
marocchino
ucciso a sprangate

...

Calci, pugni e sprangate: così
l'hanno massacrato di botte. È morto in questo modo un marocchino
di 40 anni. Ucciso in piazza Verdi, a
Genova, a pochi passi dalla stazione ferroviaria di Brignole da due
muratori romeni con i quali la vittima aveva litigato in un bar. I due romeni, 30 e 34 anni, sono stati arrestati dai carabinieri.

torino

Caso Musy: Furchì
resta in cella, ma
servono indagini

...

L'accusa vince il primo
round: Francesco Furchì resta in
carcere. Il gip Massimo Scarabello,
del tribunale di Torino, convalida il
fermo dell'uomo sospettato del ferimento del consigliere comunale
Alberto Musy e dispone la custodia cautelare in carcere. Contro il
«faccendiere rancoroso e vendicativo», come lo dipinge il pm Roberto Furlan, ci sono sette indizi («elementi oggettivi», dice il gip). «Indizi? Nessun indizio», ribatte il difensore, l'avvocato Giancarlo Pittelli.
Così servono nuove indagini.

American Urological

Il prof. Pavone
nominato
socio onorario

...

Il professore Carlo Pavone, direttore dell'Unità operativa complessa di urologia e del Policlinico
di Palermo e della scuola di specializzazione e dottorato di ricerca in
urologia, è stato nominato socio
onorario della centenaria e prestigiosa «American Urological Association» di New York «per i suoi
studi e i meriti scientifici, apprezzati in campo internazionale».

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

16 Società

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

indagine della coldiretti
dal pane alla pasta, alla pizza
diDeliaParrinello

controlacrisi
Farina, uova,
burro: si cucina
di più in casa

E

rano segnali di una tendenza che sembrava del dopoguerra, «che fai, la pizza a casa?», ora ne parla anche
Coldiretti e denuncia la corsa 2013 alla farina, alle uova, al burro: c’è la crisi e tra le pareti domestiche si è tornati ad impastare, a tirare sfoglie, ad armeggiare con il
mattarello, ad andar giù di mani e polsi. Il forno è il protagonista dell’economia familiare
ma la tendenza segnala anche l’avanzata dei
cacciatori di conservanti e il nuovo orgoglio
dell’«orto mio».
«La crisi morde e gli italiani in cucina rispolverano il fai-da-te, l’autarchia torna in tavola», affermano gli analisti della Confederazione nazionale coltivatori diretti. «A fronte di
un taglio della spesa per 1,1 miliardi dei prodotti confezionati, si registra un boom negli
acquisti degli ingredienti base come farina,
uova, zucchero e burro che non è mai stato registrato da prima nel dopoguerra: un rialzo di
vendite che per la farina è dell’8%, del 6% per
le uova e del 4% per il burro».
E l’aumento diventa vera e propria tendenza di vita quotidiana se raffrontato con il calo
dell'1,5% degli alimentari che si è registrato
nell’ultimo anno nella grande distribuzione.
Ma non sono solo risorse che mancano, e
in parte c’è anche il ruolo sempre più importante che assume il valore dell’alimentazione
sana. Il ricorso al «fai da te» - sottolinea infatti
la Coldiretti - è certamente il frutto dell'esigenza di risparmiare per la riduzione del potere di acquisto ma anche della ricerca di una
migliore qualità dell'alimentazione. Preparare in casa il pane, la pasta, le conserve, lo yogurt o le confetture ed i dolci, oltre a risparmiare garantisce infatti - sostiene la
Coldiretti - la qualità degli ingredienti utilizzati.

Sempre più pizze fatte a casa e più torte
che escono dal forno. Una linea al risparmio
che si lega con gli ultimi sondaggi Swg che indicano l’Italia «un Paese in discesa sociale»:
erano 6 su 100 nel 2010 coloro che ammettevano di sentirsi poveri, e sono diventati 12 nel
2012, il doppio. Diminuiscono del 29% coloro
che affermano «il reddito familiare mi consente di vivere con tranquillità». Aumentano del

4
sono i tre ingredienti
la cui vendita ha avuto
un’impennata come non si
vedeva dal dopoguerra

torta allo yogurt

tagliatelle all’uovo

Ingredienti
1 vasetto di yogurt (alla frutta o naturale)
3 uova
1,5 vasetti di zucchero
3 vasetti di farina
1 vasetto di olio di semi
1 bustina di lievito
vanillina
1 pizzico di sale

Tempo di preparazione: 60 minuti
Tempo di cottura: 5 minuti
Ingredienti (4 porzioni):
300 gr farina
3 uova
Strumenti: macchina per la pasta

...

...

...

PREPARAZIONE
Scaldate 250 ml d’acqua e scioglieteci il lievito. Versate in una

(*dp*)

In alto, il carrello della spesa in un supermercato. Qui sopra, l’impasto per la pizza: sempre più numerosi gli italiani che la fanno in casa invece che comparla

pizza Margherita

Dosi: per 4 persone
Tempo: 55 minuti
Note aggiuntive: + 2 ore di lievitazione della pasta per pizza
Ingredienti: 500 gr. di farina
15 gr. di lievito di birra
olio extravergine d'oliva
1/2 cucchiaino di Sale
salsa di pomodoro
1 mozzarella
basilico

47% coloro che arrivano a fine mese «con molte difficoltà».
Tutto confermato nell’indagine congiunta
Coldiretti/Swg: un italiano su tre (33 per cento) prepara più spesso rispetto al passato la
pizza in casa, il 19 % più frequentemente fa il
pane, il 18% marmellate, verdure sott’olio o
sottaceti, il 13% e l'11% i dolci.
E un esempio con il Carnevale: molti italiani - sostiene Coldiretti - mettono le mani in
pasta per preparare frittelle, castagnole, frappe, zeppole, chiacchiere e le altre specialità regionali. Secondo i calcoli della Coldiretti con
poco più di 5 euro è possibile acquistare tutti
gli ingredienti necessari per le tradizionali
frappe ed anche fare fronte ai consumi energetici per la cottura a fronte di una spesa che
si aggira tra i 15 ed i 20 euro al chilo.
Ma non è solo crisi. C’è anche passione e si
vede nel boom delle pubblicazioni e delle trasmissioni televisive dedicate alla cucina ma
anche su internet dove si contano nel 2012 oltre 415 mila italiani che dichiarano di partecipare regolarmente a community sul web centrate sul cibo. Ad incidere - continua la
Coldiretti - c'è quindi anche il nuovo modo di
vivere il tempo libero degli italiani che rinunciano a cinema, teatro e altri svaghi per stare
più a casa dove si riscoprono vecchi e nuovi
hobby come l'orto o la cucina e si invitano parenti e amici a pranzo o cena piuttosto che andare al ristorante.
Gli italiani hanno trascorso ai fornelli in
media 56 minuti al giorno nei giorni feriali
che salgono ad oltre 69 minuti la domenica o
nei giorni festivi, per un totale di oltre sette
ore alla settimana. Ma c'è anche - conclude
Coldiretti - un italiano su quattro che ha trascorso il tempo nel giardino o nell'orto a coltivare in proprio di erbe aromatiche, fiori, ortaggi e frutta per sè o da donare agli amici.

ciotola. Aggiungete 1 pizzico di
sale. Versate la farina, aggiungete
2 cucchiai d’olio e impastate fino
ad ottenere un composto omogeneo. Coprite con un panno e lasciate lievitare per almeno 2 ore.
Stendete la pasta col matterello
sul piano di lavoro infarinato. Ungete una teglia d’olio. Disponeteci la base per la pizza. Cospargetela di pomodoro e salate. Cuocetela in forno ben caldo per circa 1/2
ora a 200 gradi. Aggiungete la
mozzarella tagliata a cubetti e le
foglioline di basilico. Infornate
per altri 5 minuti.

Preparazione
Accendete intanto il forno alla temperatura di 180˚. Travasate lo yogurt in un bicchiere: userete infatti il vasetto come unità
di misura per gli altri ingredienti.
Rompete le 3 uova in una ciotola e aggiungete il vasetto e
mezzo di zucchero e battete
con una frusta finché uova e
zucchero non si saranno ben
amalgamati raggiungendo una
consistenza spumosa. A questo
punto, aggiungete il vasetto di
olio di semi. Poi lo yogurt e alla
fine i 3 vasetti di farina, insieme
alla vanillina ed al lievito. Me-

scolate ancora un po’ con la frusta. Quando l'impasto sarà uniforme, ungete di burro ed infarinate una teglia da torta e adagiatevi il composto.
Come variante alla semplice
torta, potete anche far colare sopra un po’ di Nutella oppure aggiungere dei pezzetti dei mela.
Cuocete nel forno per circa
40 minuti.

PREPARAZIONE
Mescolare sulla spianatoia la
farina. Disporla a fontana e, al
centro, fare un incavo col pugno.
Rompere le uova e versarle nell'incavo della farina e, pian piano,
mescolare prendendo di volta in
volta un po’ di farina in modo che
lentamente ne siano completamente assorbite.
Impastare (per un tempo che
varia da farina a farina). Generalmente per almeno 15 minuti in
modo che risulti un composto liscio ed elastico. Se le uova non bastassero ad amalgamare la farina,
aggiungere un cucchiaio o due
d'acqua ma non troppa perché la
pasta potrebbe risultare poi appiccicosa quando è il momento
di tirarla con la macchinetta. Lasciarla riposare qualche minuto

sulla spianatoia, quindi passarla
a pezzetti nella macchinetta per
la pasta fresca fino a tirare una sfoglia sottile. Lasciarla asciugare
qualche minuto mentre si termina di tirare altre strisce e passarle
nell'apposita «bocca» per tagliatelle. Se non si possiede quest'ultima, arrotolare su se stessa ogni
sfoglia (una alla volta) e tagliarla
con una lama liscia e affilata in fettine larghe 1/2 centimetro. Allargare le tagliatelle su un piano
asciutto (vanno benissimo i cartoni delle torte e dei pasticcini) e lasciarle asciugare per qualche ora.
Portare a bollore una pentola
d'acqua, salarla, immergere la pasta e scolarla al dente.

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Economia 17

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

L’analisi. Nel 2011 il gettito si è fermato a 675 milioni di euro, nel 2012 a 976 andando al di sotto delle aspettative statali

Affitti, un milione sono in nero
«Buco» da 5 miliardi per l’Erario
0 Flopdella«cedolare secca»,le agevolazionifiscalinon attraggonoproprietarie inquilini
La stima è dell’associazione
artigiani di Mestre che è giunta al risultato partendo dal
numero delle famiglie che
vivono in affitto, circa 4,8 milioni per l’Istat.

...

Venezia

Nelle casse dell'Erario c'è
un «buco» di 5 miliardi di euro
dovuto alla mancata dichiarazione di un milione di affitti
«in nero»: la stima è della Cgia
di Mestre che è giunta al risultato partendo dal numero delle famiglie che vivono in affitto, circa 4,8 milioni per l'Istat.
Il mancato introito è il punto finale di una analisi dell'associazione degli artigiani che parte
dell'ipotesi che ognuna delle
famiglie risieda in una distinta
unità abitativa. È stato tolto il
numero delle case che i locatori dichiarano di affittare
(2.700.000), le unità immobiliari legate all'edilizia pubblica (800.000) e quelle date in affitto dalle società (350.000). Totale 950.000 unità. Una cifra
che, secondo la Cgia, è sottodimensionata, visto che non tiene conto dei «contratti» riferiti
al milione e mezzo di universitari che vivono fuori sede e
quasi sempre non in case di
proprietà.
Dal 2011, anno di entrata
della «cedolare secca», il legislatore si era prefissato di ina-

Il fenomeno dell’affitto in nero continua a dilagare in Italia, un milione quelli stimati da uno studio

4
La Cgia di mestre:
«Il Fisco
si occupi di chi
evade davvero»
sprire la lotta contro gli affitti
in nero attraverso «agevolazioni» sul piano fiscale che andavano a vantaggio del locatario
e del locatore. Per la Cgia, per
l'associazione artigiani, sia

Commercio. Il direttore regionale si dimette

Curatolorompe
con i vertici nazionali
Addio a Confesercenti

...

Palermo

Dimissioni con polemica
da parte del direttore regionale
della Confesercenti, Salvatore
Curatolo: «La Confesercenti nazionale vuole commissariare la
Sicilia». Curatolo, anche se settantenne, avrebbe potuto continuare il suo mandato per un altro anno, ma ha preferito rompere gli indugi con le dimissioni, entrando però a gamba tesa sulla
conduzione nazionale dell'associazione. «Non posso nascondere il dissenso nei confronti del direttore nazionale - afferma Curatolo -. Il modello siciliano è quello che può fare da scuola a tutto il
sistema della Confesercenti, la loro intenzione è invece quella di
commissariarci». Curatolo non è
stato sostituito, il posto di direttore è rimasto vacante, anche perché non ci sarebbe accordo su
chi dovrebbe avvicendarlo.
Figura storica della Confesercenti siciliana, è stato uno dei fondatori. Le sue dimissioni appaiono più come un divorzio dalla linea dettata dall'associazione nazionale. Secondo il presidente di
Confesercenti Sicilia, Vittorio
Messina, «Curatolo ha dimostrato il suo attaccamento a Confesercenti agevolando quel processo
di rinnovamento fortemente voluto dai vertici nazionali in pre-

Salvatore Curatolo
senza di uno scenario di grandi
mutamenti e trasformazioni che
impongono un forte cambiamento del nostro modello organizzativo». Insomma, un rispolvero, che
l'ex direttore contesta: «Hanno
svuotato l'associazione dalle figure forti che avrebbero potuto essere elemento di contrasto a ciò
che hanno in mente nella sede
nazionale - dice -. A differenza
delle regioni del Nord, la Sicilia
cresce in numero di iscritti, a dimostrazione dell'impegno quotidiano verso le imprese. Un potenziale che ha un peso non indifferente». (*sari*) Salvo Ricco

l'eventuale ricorso volontario
alla «cedolare secca» da parte
del proprietario, sia l'autodenuncia del conduttore sono
stati un flop con mancati incassi erariali. «È l'ennesima dimostrazione - dice Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia che il contrasto di interessi
non funziona. La gente preferisce non pagare nulla piuttosto
che pagare poco. Anziché continuare ad accanirsi su chi è conosciuto dal Fisco, è necessario anche in questo caso di concentrare l'attività di contrasto

all'evasione su chi opera completamente in nero attraverso
una più incisiva attività di intelligence».
La «cedolare secca» prevede l'applicazione di un'aliquota fissa sugli affitti degli immobili ad uso abitativo. Con la cedolare la tassazione avviene
sull'intero canone di affitto
con un'aliquota del 21% (nessuna deduzione forfettaria)
che si riduce al 19% nel caso di
affitti a canone concordato.
Con questa novità legislativa i
canoni di locazione non posso-

no essere adeguati annualmente all'inflazione e il proprietario non può richiedere
la rivalutazione del 75 per cento dell'indice Istat-Foi. Allo stato attuale non si può dire con
certezza quanto «nero» sia
emerso: si ritiene che la «cedolare secca» abbia solo scalfito
l'enorme sommerso, senza intaccarlo in maniera decisa. Infatti nel 2011 il gettito incassato dalla «cedolare secca» è stato di 675 milioni di euro contro 3.194 milioni attesi e nel
2012 a fronte di 3,5 miliardi
previsti, il Fisco ne ha presi
976 milioni: totale meno 5 miliardi in due anni. Le registrazioni degli inquilini dei contratti di locazione «in nero»
sembrano essere 3 mila.
Dall'analisi dei dati a consuntivo relativi al 2012 (ancora provvisori), si stima che lo
Stato abbia perso almeno 650
milioni nel 2011 e altrettanti
nel 2012. In futuro la situazione potrebbe cambiare per l'aumento del numero dei proprietari che abbandoneranno il regime di tassazione ordinario
per la «cedolare secca». Infatti
l'introduzione Imu, con la riduzione della deduzione forfetaria per spese di manutenzione degli immobili, che passa
dal 15% al 5%, renderà sicuramente più conveniente il ricorso alla «cedolare secca».

inbreve
L’Iniziativa

Operatori arabi
visitano
imprese siciliane

...

Trentacinque operatori
economici provenienti dagli
Emirati Arabi Uniti e dall'Oman
saranno in Sicilia dal 5 al 7 febbraio per visitare imprese dei
settore della meccanica e meccatronica, dell'agroalimentare
e del turismo appositamente selezionate ed allacciare con queste rapporti commerciali. L'attività di incoming - che vedrà gli
operatori esteri visitare le province di Palermo, Trapani, Caltanissetta, Ragusa e Catania - fa
parte del progetto Paesi del Golfo voluto dall'Assessorato regionale alle Attività produttive e
coinvolge complessivamente
42 aziende siciliane.

Artigiani

Filippello (Cna):
«Aziende in crisi,
subito interventi»

...

«In Sicilia nel 2012, fra le
imprese artigiane che hanno
aperto e quelle che hanno chiuso, si registra un saldo negativo
di 1.064 unità: vi sono state, infatti, 5.131 iscrizioni alle Camere
di commercio dell'Isola e 6.195
cessazioni. È evidente che l'economia siciliana continua ad attraversare una crisi profonda, rispetto alla quale servono misure forti ed efficaci». Lo dice Mario Filippello, segretario regionale della Cna.

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

18 Economia

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

Sciopero. L’astensione, che era già stata differita dallo scorso 14 dicembre all’8 febbraio, ieri è stata rinviata a giorno 22 del mese prossimo

Trasporto pubblico locale, lo stop slitta a marzo
Prosegue il tavolo di confronto al ministero del Lavoro: al
centro della lunga vertenza il
rinnovo del contratto nazionale del trasporto pubblico locale scaduto da cinque anni.

...

roma

Nuovo rinvio per lo sciopero del trasporto pubblico locale,
che era già stato differito dallo
scorso 14 dicembre al prossimo 8
febbraio, e slitta ora al 22 marzo.
Una decisione unitaria dei sindacati del settore dei trasporti, che
hanno proclamato il nuovo sciopero di bus e metro, per marzo,
che sarà con fasce di garanzia e
senza manifestazione. Avrà così
più tempo, senza la minaccia incombente di uno stop nazionale,

il tavolo di confronto al ministero del Lavoro che da mesi impegna Governo, Conferenza delle
Regioni, Associazioni Datoriali e
Organizzazioni Sindacali: al centro della lunga vertenza il rinnovo del contratto nazionale del trasporto pubblico locale, scaduto
da cinque anni, nell'ambito del
nuovo contratto nazionale della
mobilità e nel più generale contesto dei finanziamenti e del riassetto per l'intero settore.
Filt-Cgil, Fit-Cisl, UilTrasporti, Ugl-Trasporti e Faisa-Cisal, comunicando la decisione di rinaviare lo sciopero al 22 marzo, hanno sottolineato che la decisione
di revocare la protesta prevista
per l'8 febbraio è stata presa «vista l'importanza dei contenuti
della riunione della Conferenza

Al centro della vertenza il rinnovo del contratto nazionale del trasporto pubblico locale scaduto da cinque anni

Unificata Governo, Regioni, Provincie e Comuni, programmata il
7 febbraio che dovrebbe definire
il Dpcm di ripartizione delle risorse finanziarie destinate al settore».
Inoltre «alla base della revoca
c'è la considerazione della prosecuzione in sede governativa del
negoziato contrattuale, probabilmente, sempre il 7 febbraio per
un aggiornamento sull'esito della Conferenza Unificata», aggiungano i sindacati.
Che spiegano: «Contestualmente è proclamato per il 22 marzo un nuovo sciopero di 24 ore
senza manifestazione nazionale
con la garanzia dei servizi minimi indispensabili nel rispetto delle fasce orarie previste dagli accordi locali».

io penso che
L’Ordine di Palermo si offrirà di svolgere gratuitamente la revisione dei bilanci dei gruppi all’Ars

Crisi, ecco l’impegno dei commercialisti
ormai evidente a tutti
che l'attuale classe politica e la casta feudalecomposta dai padroni della finanza, dai
grandi manager e dai tecnocrati non sono più in grado di incidere significativamente sulla
ripresa economica. Nella fase
iniziale della crisi, dal 2008 in
poi, infatti politici e finanzieri
hanno contribuito a tenere in
vita il nostro sistema Paese attingendo alle riserve di liquidità pubbliche e private senza però occuparsi di cercare le radici della crisi. Oggi, che la pub-

blica amministrazione non ha
più risorse e che il risparmio
privato si sta progressivamente esaurendo, appare invece
sempre più urgente intervenire sulle cause che impediscono
alle forze vitali di ridare energia al nostro sistema economico. Tra queste cause vi è senza
dubbio l'influenza negativa
che ha l'economia criminale e
la corruzione, fenomeni che in
Italia assorbono il 25-30% del
Pil (dati Ocse) facendo concorrenza sleale alle imprese sane
che operano nella legalità.
Mentre sul primo fronte, la lotta all'economia criminale, si
sono raggiunti importanti risultati, anche grazie all'opera

delle forze dell'ordine e della
magistratura, il secondo campo d'azione, il contrasto alla
corruzione, necessita ancora
di un maggiore impegno. Ciò
vale ancor di più in quelle
aree, come nel Mezzogiorno,
dove questi fenomeni hanno
una diffusione maggiore.
Segnali positivi di rottura
degli assetti consolidati si percepiscono nell'azione del nostro governo regionale. Tuttavia, il contrasto alla corruzione non può limitarsi ad operazioni di potatura radicale del
marciume, dovendosi abbinare ad una politica attiva che faciliti il funzionamento delle
macchine amministrative. In

La moglie Antonella ed i figli
Letizia, Paola ed Alessandro
annunciano la dipartita del loro
amato congiunto

Marcella, Vittorio e Bianca
Barraja si associano al dolore
della famiglia per la scomparsa
dello zio

Sergio e Silvana, Andrea e
Marcella, Luca ricordano con
grandissimo affetto il caro

Renato

Giancarlo

Palermo, 3 febbraio 2013

Palermo, 3 febbraio 2013

Fabrizio Escheri *

È

Dott.
Renato Barraja
Uomo generoso, tenace e
volitivo che ha dedicato la sua
vita al lavoro ed alla famiglia.
Il funerale sarà celebrato
lunedì 4 febbraio alle ore 10,00
nella Chiesa di San Luigi.

Alfredo Nocera profondamente
commosso si stringe
affettuosamente alla signora
Antonella, ai figli Letizia, Paola
e Alessandro per la perdita del
caro

Si dispensa dalle visite,
non fiori ma opere di bene.

Dott.
Renato Barraja

Palermo, 3 febbraio 2013

uomo di grandi virtù
ed esemplare imprenditore.

Il fratello Armando con Maria
e Giacomo piangono la perdita
del caro
Renato
Palermo, 3 febbraio 2013

I consuoceri Antonino e Maria
Pia Fazio partecipano
sentitamente al dolore dei
familiari per la scomparsa del
Dott.
Renato Barraja
Palermo, 3 febbraio 2013

Beppe, Enzo, Malicca e Totò
Castelli ricordano con affetto
l’amico e cognato
Dr.
Renato Barraja
Palermo, 3 febbraio 2013

Palermo, 3 febbraio 2013

Gabriella e Gabriele annunciano
con immenso dolore la
scomparsa dell’
Ing.
Giancarlo Mancino
«Abbiamo avuto il privilegio di
vivere accanto ad una persona
meravigliosa».
Un particolare ringraziamento
agli angeli della SAMO:
Balistreri, Gentile,
Pisciotta e Traina.
La Santa Messa sarà celebrata
domani lunedì 4 febbraio 2013
alle ore 11,00
nella Chiesa di Sant’Orsola.
Palermo, 3 febbraio 2013
Dal 1922 Velletri Francesco
Via Empedocle Restivo, 30 - 091525259
senza succursali

Fabrizio Escheri

Giuseppe e Sandra, Maria Rita e
Francesco partecipano con
commozione ed affetto al grande
dolore di Ninni e Giacomo, per
la scomparsa della carissima

questo scenario i commercialisti intendono svolgere il proprio ruolo attivo di collaborazione con le istituzioni pubbliche nell'intento di contrastare
le cause dell'attuale stato di crisi. Essi già operano, con indipendenza e professionalità, a
tutela del rispetto delle regole e
delle norme in diversi campi
d'azione. Come amministratori di beni confiscati alla criminalità organizzata, come revisori di enti pubblici ed aziende
sanitarie, come ausiliari dei
giudici in materia civile e penale, come intermediari dell'
Agenzia delle Entrate e degli
enti previdenziali, i commercialisti contribuiscono in mo-

ANNIVERSARIO
Confortata dall’affetto dei
familiari, si è spenta
serenamente

Nel primo anniversario della
scomparsa del

Enza Maria Morici Genna

Prof.
Antonino Cristina

Ne danno il triste annuncio il
marito Nicolò Mario e i figli
Federica, Andrea e Francesca.

la sorella la cognata ed i nipoti
lo ricordano con accorato
rimpianto immutato amore ed
infinita gratitudine.

Pia Bertuglia Spadafora
Palermo, 3 febbraio 2013

Ci ha lasciati una persona
speciale ed insostituibile.
Gina Di Leo con Luisa e Marco
si stringono affettuosamente a
Gabriella e Gabriele nel ricordo
del caro

Guido e Annamaria Lo Porto con
Marica e Roberto Rosario e
Bianca partecipano al dolore di
Ninni e Giacomo per la
scomparsa di

Giancarlo

Palermo, 3 febbraio 2013

Palermo, 3 febbraio 2013

Giorno 2 febbraio 2013 cessava
di vivere la cara esistenza della
Signora
Pia Bertuglia Spadafora

Pia Spadafora

Un sentito ringraziamento
al Dr. Alessandro De Lisi della
SAMOT e alle signore Giusy e
Calogera per l’amorevole
assistenza prestata.
I funerali si celebreranno
presso la Chiesa
di San Giuseppe ai Leoni
il giorno 4 febbraio
alle ore 9,30.
Palermo, 3 febbraio 2013

Palermo, 3 febbraio 2013
Palermo, 3 febbraio 2013

ANNIVERSARIO
3-2-2010

Luigi Capizzi nel ricordo del
Presidente
Giacomo Spataro

Giovanni e Aida rattristati sono
vicini al grande dolore di Franco
per la scomparsa della sua cara

Memore dell’attività dell’illustre
estinto, anche nell’ambito della
Giustizia Tributaria.

Virginia

Palermo, 3 febbraio 2013

Palermo, 3 febbraio 2013

mamma e moglie meravigliosa.

Ne danno partecipazione a
quanti la conobbero
e le vollero bene il marito Ninni
e il figlio Giacomo.

do non indifferente al funzionamento efficiente dell'amministrazione pubblica al servizio della collettività. Ecco perché, ritenendo che in questo
momento sia importante garantire la trasparenza nell'utilizzo dei fondi pubblici da parte della classe politica, l'Ordine dei Dottori Commercialisti
ed Esperti contabili di Palermo si offrirà di svolgere gratuitamente la revisione dei bilanci dei gruppi parlamentari all'
Ars, consentendo alla pubblica opinione di ricevere un giudizio indipendente sulla correttezza contabile e al Parlamento siciliano di offrire alla
collettività una più luminosa
immagine del proprio funzionamento.
* Presidente l’Ordine dei
Dottori Commercialisti ed
Esperti contabili di Palermo

Madre e nonna forte
e coraggiosa.
Lo partecipano con dolore a
quanti le hanno voluto bene i
figli Giuseppe e Cinzia con
Giuseppe e Federico.
I funerali avranno luogo
il 4 febbraio 2013 alle ore 9,30
presso la Chiesa di Regina Pacis.
Non fiori ma opere di bene.

ANNIVERSARIO
3-2-29

RINGRAZIAMENTO
Grazie di cuore a quanti hanno
partecipato al nostro dolore per
la perdita di
Domenico Cottone

La moglie Sarina, le figlie Ninfa,
Rosalba, Giulia, Lina, Francesca,
i generi e i nipoti tutti.

Palermo, 3 febbraio 2013
coif srl - 091969539

Rimarrai sempre nel mio cuore,
Gino
Palermo, 3 febbraio 2013

Dopo molte sofferenze
si è spenta la
Professoressa
Nazarena Lo Duca

3-2-2013

Professoressa
AngÈle Maranzano

Misilmeri, 3 febbraio 2013

Affettuosi pensieri da Bondì per
il maestro
Avv.
Salvatore Alfredo
Sciortino
Palermo, 3 febbraio 2013

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Monte Pellegrino. Incidente al Santuario

Cassonetto contro bus
per le forti raffiche

...
Domenica 3 Febbraio 2013

PAGINA19

Una forte raffica di vento ha
spostato un cassonetto dell’immondizia investendo un autobus
dell’Amat a Monte Pellegrino. Se
la sono vista brutta, ieri pomeriggio intorno alle 16, il conducente
della linea 812 Vincenzo Di Caccamo e i pochi passeggeri a bordo.
Nessun ferito, solo danni al bus.
«Ero quasi arrivato nella piazza
del santuario - racconta l’autista quando ho visto uno dei cinque
cassonetti sistemati in questo tratto di strada venirci addosso. Non

l’ho potuto evitare sterzando a sinistra perché dalla direzione opposta arrivava un’auto, che per
fortuna andava piano. Nessuno
dei passeggeri si è fatto nulla, ma
il mezzo ha riportato danni al parabrezza. Ai cassonetti non erano
stati inseriti i freni alle ruote: ecco
perché uno di essi, a causa del forte vento, ha cominciato a muovers. E se invece che su un bus finiva contro un motorino? Sarebbe
opportuno spostare al più presto
i cassonetti». (*gica*)

L’emergenza. Un volo dirottato a Trapani Birgi

Il vento spazza
alberi e cartelli,
navi bloccate
Ignazio Marchese

...

Il recinto di un cantiere
edile spazzato via. Un muro
crollato. Numerosi tabelloni
pubblicitari «volati» e alberi finiti sulla sede stradale, così
come i new jersey che si trovano in autostrada per chiudere
le vie di fuga ed evitare le inversioni di marcia.
Il vento che ieri ha sferzato
Palermo con violenza, ha creato non pochi disagi. Oltre al
volo dirottato e le navi rimaste al porto per le proibitive
condizioni del mare, per i vigili del fuoco è stata una giornata segnata da numerosi interventi. Il più serio, si è registrato nella zona di via Michele Titone.
Qui le raffiche di vento hanno spazzato via le lamiere di
un cantiere edile. Alcune sono finite sulle auto posteggiate. Per fortuna nessun ferito.
Così come in viale Regione Siciliana nei pressi dell’auto-

strada: qui è crollato un muro
di recinzione.
Tanti i mega cartelloni pubblicitari caduti in strada a causa delle folate in piazzale Einstein e nella zona di viale Campania. Decine le chiamate ai
vigili del fuoco per caduta di
intonaci dai palazzi. Alberi caduti a Bolognetta e Camporeale. Il vento che è soffiato a forza 8 ed un mare molto mosso
a forza 6-7 ha bloccato i collegamenti da e per Napoli: ieri i
collegamenti fra i due capoluoghi non sono stati effettuati. Ferme in banchina la Snav
Lazio e la Rubattino della Tirrenia-Cin. Disagi anche in aeroporto: il volo Ryanair
Fr6451, da Bergamo a Palermo, delle 9.10, a causa del forte vento che ha spazzato il
«Falcone Borsellino», è stato
dirottato a Trapani Birgi.
I passeggeri che erano diretti a Palermo (poco meno di
un centinaio) sono stati trasferiti nello scalo di destinazione con dei bus. (*Ima*)

La torre
cadente
...

Nuovi crolli in via Casalini. È scattato il fuggi fuggi venerdì sera
per il crollo di alcune parti di una torre d’acqua. Nella traversa di via
Leonardo da Vinci, nei pressi di Passo di Rigano, un mese e mezzo fa
era crollata parte di una vecchia palazzina. Poi i controlli dei funzionari dell’edilizia pericolante e dei vigili del fuoco (nella foto), e sono
scattati i provvedimenti per la messa in sicurezza di un altro edificio

a rischio, disabitato da tempo. Sotto osservazione crepe e lesioni in
alcune parti della vecchia torre d’acqua. I tecnici valuteranno se mettere in sicurezza la struttura e quindi chiudere l’area per fare partire
l’intervento definitivo. Dopo il crollo di via Bagolino e gli sgomberi
in via Mazzini, via Maqueda e via delle Pergole, sono 100 gli edifici
con il «codice rosso», 400 richiedono interventi urgenti. (*ima*)

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

20 Cronaca di Palermo

Giornale di Sicilia

2

Domenica 3 Febbraio 2013

blitz dei carabinieri. I militari trovano tracce di marijuana nel locale e un chilo e mezzo a casa, a Villagrazia di Carini

Droga al centro scommesse dello Zen inbreve
Giovane in cella, nei guai pure il padre

corte d’appello

Morto a 98 anni
l’ex presidente
Giacomo Spadaro

...

L’accusa: utilizzava il centro
scommesse «Stanleybet» per
smerciare droga. Filippo Orlando, incensurato, è stato
arrestato, condannato e rimesso in libertà.
Umberto Lucentini

...

Utilizzavano il centro
scommesse «Stanleybet», a
San Filippo Neri, per smerciare droga: con quest’accusa Filippo Orlando, incensurato,
25 anni, è stato arrestato e condannato a 1 anno e 10 mesi
con la condizionale e 3000 euro di multa: dopo il rito direttissimo e la condanna per detenzione ai fini di spaccio di
sostanza stupefacente, Orlando è stato rimesso in libertà. Il
padre di Orlando è stato invece deferito in stato di libertà.
Il blitz dei carabinieri del
Nucleo Operativo di San Lorenzo e della Compagnia di
Carini ha avuto successo: da
appostamenti nella zona del
centro scommesse erano nati
i primi sospetti sull’attività parallela che veniva svolta nel locale dello Zen 2: era stato notato come diversi giovani entravano e uscivano dal locale trattenendosi pochi secondi, non

Filippo Orlando

La droga e gli attrezzi per confezionarla sequestrati dai carabinieri
commisuratui al tempo necessario per giocare bollette per
le scommesse.
Così, ieri mattina, il via libera all’operazione di controllo
nell'esercizio commerciale e,
contestualmente, in casa del
sospettato dell’attività di spaccio e del padre, a Villagrazia di

Carini, al fine di verificare la
presenza di stupefacenti.
La perquisizione alla sala
scommesse consentiva ai carabinieri di trivare residui di
sostanza stupefacente del tipo Marijuana (mezzo grammo) e denaro contante per
568 euro. Più sostanzioso il ri-

sultato del controllo a casa degli Orlando, a Villagrazia di Carini.
In una veranda utilizzata
come rimessa di attrezzi, nascosti, c’erano 715 euro in contanti, 1 chilo e mezzo di sostanza stupefacente, e tutte le
attrezzature necessarie per

confezionare la droga: forbici,
bilancini di precisione, bustine, nastro adesivo e sostanza
da taglio, probabilmente usata per la lavorazione di altro tipo di stupefacente.
All’esito positivo dei controlli, Filippo Orlando è stato
arrestato e condotto negli uffici dei carabinieri. Poche ore
dopo è stato sottoposto al rito
direttissimo in Tribunale.
Il giudice ha convalidato il
fermo e ha emesso il verdetto:
Orlando junior è stato condannato ad 1 anno e 10 mesi con
la condizionale e 3000 euro di
multa, e rimesso in libertà. Il
padre, visti i minori elementi
investigativi a suo carico, è stato deferito in stato di libertà.

noce. Accolta la difesa di Cosimo Grasso arrestato in un blitz a ottobre

bonagia. Ma i tre banditi alla fine sono fuggiti

Mediò un’estorsione
«ma senza lucrare»
Il giudice lo scarcera

Assalto a una ferramenta
Metronotte sequestrato

...

Avrebbe partecipato all'
estorsione ai danni di un imprenditore, ma solo per mediare a favore della stessa vittima,
consentendo una riduzione del
pizzo e senza ottenere alcun beneficio. Per questo il Gip Luigi
Petrucci ha disposto la scarcerazione di Cosimo Grasso, finito
in cella con la maxioperazione
antimafia alla Noce del 23 ottobre scorso. Il giudice ha accolto
le tesi avanzate dal difensore
dell'indagato, l'avvocato Rosalia Zarcone.
La vittima dell'estorsione è
un imprenditore di Baucina
che si era aggiudicato dei lavori
da un milione e mezzo di euro
per la ristrutturazione in un immobile alla Noce. Sentito dagli
investigatori aveva inizialmen-

te negato la richiesta di pizzo,
ma, dopo gli arresti, aveva ammesso che gli era stata chiesta
una tangente di 12 mila euro.
L'imprenditore in difficoltà - come ha lui stesso raccontato al
Gip - aveva deciso di contattare
Grasso, suo cugino, originario
della Noce anche se residente a
Bagheria. Grasso avrebbe mediato con i fratelli Tommaso e
Felisiano Tognetti, nonché con
Carlo Castagna e Giuseppe
Enea (tutti accusati di estorsione aggravata dall'aver favorito
Cosa nostra) per ottenere uno
sconto. Che puntualmente era
arrivato: l'imprenditore aveva
pagato solo 2.500 euro di pizzo.
Grasso non aveva ottenuto, invece, alcun vantaggio né economico né pratico. Anzi, si era tro-

SI SEGNALANO...
RISTORANTI

LA BOTTE: 091 414051.
www.mauriziocascino.it

...

Cosimo Grasso
vato a sua volta in difficoltà per
le pressioni subite dagli altri indagati.
Per il Gip mancano dunque
«i gravi indizi di colpevolezza»
nei confronti di Grasso, peraltro incensurato, che non solo
non
avrebbe
architettato
l'estorsione, ma si sarebbe anzi
attivato a favore della vittima.
Da qui la decisione di annullare
l'ordinanza di custodia cautelare e di rimetterlo in libertà.
(*safi*)

Ha sentito rumori sospetti in un padiglione in costruzione di una ferramenta
di viale Regione Siciliana, zona Bonagia, dove stava facendo un controllo per l’istituto
di vigilanza per cui lavora. Il
metronotte ha allertato la
centrale della polizia, e pochi
secondi dopo è stato aggredito alle spalle e immobilizzato. Erano le due di notte di venerdì, e per il vigilante in servizio sono stati momenti di
tensione. Il metronotte è stato afferrato alle spalle da tre
uomini che lo hanno bloccato mettendogli le manette
che ha in dotazione ed è stato
legato con un cavo elettrico
ad una sedia. I tre erano a viso scoperto, non erano armati, e gli hanno intimato di stare in silenzio. Ma pochi secondi dopo ecco arrivare tre volanti dell’Ufficio prevenzione

generale della polizia: i tre
malviventi hanno capito di essere quasi braccati e sono fuggiti, a piedi, verso via Villagrazia. Il metronotte è stato liberato dagli agenti e ha raccontato loro cosa era appena accaduto. Da un sopralluogo
nei pressi della ferramenta si
è verificato che non è stato rubato nulla né che i tre siano
riusciti a forzare la porta d’ingresso della ferramenta.
Un paio di ore dopo, la volante Calatafimi è stata impegnata in un altro servizio: ha
bloccato in via Santuario di
Cruillas una Motoape sospetta. Sul cassone del veicolo, infatti, c’erano tre biciclette e
una cesoia. B. A., 23 anni, pregiudicato, non ha saputo spiegare cosa ci facesse alle 4 di
notte in quella zona e con le
tre biciclette al seguito. È stato denunciato per furto. Cr. M.

È morto Giacomo Spadaro,
che fu presidente della corte
d'appello di Palermo negli anni
Ottanta. Fra qualche giorno
avrebbe compiuto 99 anni. Spadaro è stato anche presidente
del tribunale di Palermo e giudice della Cassazione. Amico di Gaetano Costa, il procuratore ucciso dalla mafia nel 1980, è stato
impegnato nella magistratura
associativa e nelle iniziative antimafia. Era stato presidente
della Fondazione Costa alla quale aveva recentemente fatto
una donazione: sarà tra l'altro
utilizzata per una ricerca sulla
penetrazione della mafia al
Nord.

ospedale bambini

Poliziotti sventano
una rapina
a una farmacia

...

Le volanti della polizia hanno sventato ieri sera una rapina
ai danni della farmacia che si
trova vicino all’Ospedale dei
bambini. Quattro giovani sono
entrati in azione intorno alle
19,30, quando la farmacia stava
per chiudere. Ma gli agenti in
servizio antirapina nella zona
sono intervenuti subito e sono
riusciti a mettere in fuga la banda. Due, a bordo di uno scooter,
sono scappati tra le vie del centro storico, attraversando via Divisi contromano e poi si sono dileguati verso piazza Rivoluzione.

in centro

Giovani assaltano
un negozio Ferdico
e un’edicola

...

Colpo ai danni di Ferdico in
via Bandiera. Ieri pomeriggio
poco prima delle sette un giovane con casco integrale è entrato
nel negozio ed ha preso la parte
della cassa con i soldi. Poi è uscito dalla porta del supermercato
che dà su via Napoli e si è dato
alla fuga. Mezz’ora prima, due
giovani avevano tentato una rapina a un’edicola di via Sammartino, Erano a bordo di una Vespa bianca e armati di un coltello ma non sono riusciti ad arraffare nulla. A dare l’allarme, in
questo caso, è stato un passante. I poliziotti sospettano che la
matrice dei due colpi possa essere la stessa.

zisa. Sono entrati col volto travisato da sciarpe e hanno preso l’incasso. Poi sono scappati a piedi

Le Poste di via L’Emiro
rapinate da due giovani

...

Attimi di paura ieri mattina per gli impiegati e per chi si
trovava all’ufficio postale di via
Eugenio L’Emiro, finito nel mirino dei rapinatori.
Due giovani che indossavano sciarpe per nascondere il volto sono entrati all’interno dei locali che si trovano alla Zisa intorno alle 9,30, quando gli sportelli

erano aperti da un’ora. Armati
di un taglierino hanno minacciato i dipendenti dell’ufficio e
si sono fatti consegnare i soldi
contenuti nelle cinque casse. Arraffato il bottino, i due si sono dileguati a piedi lungo le strade
del quartiere. Subito dopo è stato lanciato l’allarme e sul posto
sono arrivate due volanti della

polizia. Gli agenti hanno raccolto le testimonianze degli impiegati e della quindicina di persone presenti in quel momento.
Sono in corso le indagini per cercare di risalire agli autori del colpo. Saranno visionate le immagini dell’impianto di videosorveglianza. Il bottino è ancora da
quantificare.
L’agenzia 30 delle Poste serve un’ampia zona nel quadrilatero tra viale Regione Siciliana,
via Colonna Rotta, via Perpignao e la parte bassa di via Pitrè.
Sempre all’inizio di febbraio,

l’anno scorso, le Poste di via
L’Emiro erano state prese di mira da ladri che però non erano
riusciti a portare a termine il loro piano.
Di notte avevano tentato di
entrare dentro l’ufficio praticando un grosso foro con mazzuolo
e scalpello in una delle pareti
del locale, ma il lavoro era rimasto a metà. L’indomani mattina
il direttore dell’agenzia, trovando non del tutto sfondato il muro, aveva chiamato la polizia
per denunciare l’accaduto.
fra. s.

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Giornale di Sicilia

Cronaca di Palermo 21

3

Domenica 3 Febbraio 2013

polizia. Controllati bar, negozi e strade, identificati numerosi pregiudicati anche a Partanna, Zen e Tommaso Natale

Igiene, abusivismo e microcriminalità inbreve
Multe per 40 mila euro a San Lorenzo
via liguria

La Questura: «Operazione necessaria in seguito ai frequenti episodi di illegalità nella
zona».Sanzioni agli automobilisti per 6.800 euro, uno era
senza patente: denunciato.
Francesco Sicilia

...

C’è chi lavorava senza rispettare le norme igieniche,
chi era sprovvisto della licenza per preparare alimenti e bevande, chi non esponeva le tabelle coi prezzi dei prodotti in
vendita. Diciotto esercizi commerciali, tra bar, centri scommesse e sale giochi, compresi
tra San Lorenzo, lo Zen, Tommaso Natale e Partanna Mondello, sono finiti sotto la lente
della polizia. Alcuni di questi
sono stati multati per un importo complessivo di circa 40
mila euro. Altri sono risultati
in regola.
Uno dei titolari dei locali,
inoltre, è stato denunciato per
abusivismo edilizio a causa di
una veranda esterna completamente priva della concessione che deve essere rilasciata
dal Comune.
Gli agenti dei commissariati di San Lorenzo e Mondello,
durante i controlli, si sono av-

Ispezioni della polizia nelle attività commerciali nella zona fra San Lorenzo e Partanna Mondello
valsi della collaborazione di
personale dell’Asp, l’Azienda
sanitaria provinciale, per ciò
che riguarda le norme igieniche.
Sono stati passati al setaccio i bar Planet ed Elenoire
Cafè di via San Lorenzo, Cheri
di via Mormino, Dessert&Dessert di piazza Tommaso Nata-

le, Gardenia e Piccolo Bar, entrambi in via Tommaso Natale, Antichi Sapori di piazza
Rossi, Pikass e Cornuit, entrambi in via Lanza di Scalea,
Squisito di viale Strasburgo,
Marinella di via Caduti del Lavoro, Al tuo gelato, Cerniglia e
il tabacchi Pitti Provvidenza,
tutti e tre in via Partanna Mon-

L’iniziativa. Studenti di tre istituti protagonisti di «Fatti una spremuta»

dello.
L’attività dei poliziotti si è
estesa anche a centri scommesse e sale giochi. Sono stati
perlustrati il Punto Snai di via
Gino Zappa, il Club Rosanero
di via Emilio Salgari, Star Games di via Partanna Mondello
ed il Centro Scommesse di via
Tommaso Natale. All’interno

di alcune di queste attività sono stati trovati numerosi soggetti pregiudicati e sono state
evidenziate difformità nella
gestione. Sono in corso, per
questo motivo, approfondimenti amministrativi.
Oltre ai servizi per il contrasto all’abusivismo commerciale, sono state effettuate verifiche in strada per la prevenzione di reati di microcriminalità. Nel corso dei controlli sono stati impiegati anche cani
poliziotto del nucleo cinofili.
Sono state identificate 385
persone e controllate 162 autovetture: sono 25 le sanzioni
inflitte dagli agenti per violazioni del codice della strada,
per un totale di 6.800 euro. Sono state, inoltre, sequestrate
sei auto perché prive di assicurazione. Un automobilista è
stato denunciato perché guidava privo di patente.
La Questura fa sapere di
aver avviato quest’attività straordinaria nella zona che orbita attorno al quartiere di San
Lorenzo a seguito di «ripetuti
reati di microcriminalità con
l’obiettivo di prevenire e reprimere ogni tipo di illegalità».
La stretta dei poliziotti proseguirà anche nei prossimi giorni.

internet. Chiedono 100 euro per sbloccare il pc

Truffe on line con i loghi
di Fbi e polizia postale,
già venti le denunce

...

...
A «scuola»
di salute:
mattinata...
all’arancia

Una mattinata all’insegna
dell’educazione alimentare e della valorizzazione delle arance
siciliane. Protagonisti del progetto Fatti una spremuta, promosso
dall’associazione Vivi Sano onlus,
circa 200 alunni delle scuole «Falcone» dello Zen, «Raciti» di Borgo Nuovo e delle suore francescane di Danisinni. Nel salone del-

l’Istituto francescano, si sono
riuniti alunni, docenti e genitori.
Proiezioni, interventi di medici e
nutrizionisti e degustazione del
succo d’arancia preparato dai
ragazzi con gli agrumi raccolti in
giardino (da sinistra Toti Amato,
suor Consuelo Rosmini, Aurora
Vancheri, Giulia Algozzino, Giusy
Riccobono). (*sco *) foto fucarini

Sono già una ventina le denunce arrivate alla polizia postale, alla questura e alle altre forze
dell’ordine relative alla truffa on
line con un virus che si serve di
un logo di forze di polizia.
Sul display, mentre si naviga
su internet, all’improvviso appare una finestra che riporta lo
stemma della polizia postale o
della guardia di finanza e in alcuni casi perfino dell’Fbi. La schermata avvisa l’utente che il computer è stato bloccato per un presunto illecito utilizzo di siti illegali tra i quali quelli pedopornografici o per aver scaricato programmi tutelati dal diritto d’autore. L’utente viene messo in allerta e lo si invita a pagare 100 euro, tramite un versamento sul
web, per sbloccare il computer
attraverso un codice. Ovviamente è tutto falso. «Si tratta dell’en-

nesimo tentativo - fanno sapere
dalla polizia postale che indaga
sulla vicenda - di truffare gli internauti che nulla ha a che fare
con l’ufficio di polizia il cui logo
è riportato sulla finestra».
Tra l’altro il pc può essere
sbloccato senza pagare nulla, rimuovendo il «malware», virus
che limita l’accesso al sistema
operativo della macchina. C’è
però chi c’è cascato, ha pagato e
non ha comunque risolto il problema. All’utente infatti non arriva alcun codice e l’avviso di blocco del computer si ripresenta.
Secondo gli inquirenti, oltre a
quelli che hanno già presentato
denuncia, sono tanti altri i tentativi di truffa. C’è chi non si è rivolto alle forze dell’ordine per vergogna o chi ha evitato il virus da
solo o grazie alla consulenza di
un tecnico. fra. s.

Fuoco in una casa,
momenti di paura
ma nessun ferito

...

Vigili del fuoco in azione ieri
sera in via Liguria al civico 33 a Palermo. Un incendio è divampato
in un appartamento al sesto piano. Il rogo si è innescato in cucina
e le fiamme si stavano propagando al resto dell’abitazione. Il provvidenziale intervento dei pompieri ha scongiurato il peggio. Nessun
ferito. Non è ancora chiaro cosa ha
innescato l’incendio. (*IMA*)

Grande sud

Siviglia e Terrani
lasciano il partito
di Miccichè

...

Forza del sud, e in seguito
Grande sud è un «progetto politico screditato a ogni appuntamento elettorale». Lo scrivono, in una
nota, il referente regionale dell’Unione dei sindaci d’Italia, Giuseppe Siviglia, e Sandro Terrani, dirigente Uil-Uilcem. «Onde evitare
polemiche sulle scelte politiche aggiungono - non possiamo con
grande rammarico votare Grande
sud». «Lasciamo a Siviglia e Terrani i loro ultimi 3’ di gloria»: questa
la replica polemica del coordinatore provinciale Eusebio Dalì.

Giovani del Pdl

Rossi in polemica
«trasloca»
a Forza Nuova

...

«Tronco ogni legame con la
classe politica che permise colpevolmente l’ascesa di Monti, per
aderire a Forza Nuova», Lo ha dichiarato Marcello Rossi, ormai ex
dirigente provinciale della Giovane Italia, organizzazione giovanile del Pdl.

Occupazione

Aps, 204 a rischio:
sit in e incontro
in prefettura

...

Le segreterie territoriali di Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil
incontreranno domani in prefettura, rappresentanti di Regione, Provincia e Comune, e il commissario
straordinario di Acque Potabili Siciliane «per ricercare una soluzione alla situazione di Aps , vista anche l’attivazione della procedura
di mobilità che vede coinvolti i
204 dipendenti». Nel pomeriggio,
anche un sit in dei lavoratori.

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

22 Cronaca di Palermo

Giornale di Sicilia

4

Domenica 3 Febbraio 2013

la guerra dei precari. Mercoledì incontro a Roma. Il progetto: riqualificazione e reinserimento. In cassa solo 12 milioni

Per Gesip un piano di esodi incentivati
Ma al Comune servono venti milioni
Al ministero si discuterà il progetto che prevede «scivoli»per
370 dipendenti e assunzioni
graduali degli altri 1.400. Grande Sud: «Fantomatico,il sindaco non ha un’idea definita».
Giancarlo Macaluso

...

Per salvare gli operai della
Gesip dal baratro c’è una tabella di marcia che prevede esodi
incentivati, cassa integrazione,
pensionamenti, riconversione
dei lavoratori.
Un progetto discusso in sede ministeriale dai rappresentanti del Comune e che pone
anche un problema non da poco per Palazzo delle Aquile: trovare venti milioni di euro per
sovvenzionare il piano di salvataggio che in totale ne costerebbe quasi quaranta: per l’altra
metà ci sarebbe l’impegno a
scucire i danari da parte dello
Stato e della Regione. La somma si riferisce a un anno di attività.
Su questa direttrice nei giorni scorsi si sono mossi il sindaco, l’assessore al Bilancio e
quello alle Partecipate, nei colloqui avuti al ministero del Lavoro. Nella riunione in programma a Roma mercoledì

Operai della Gesip in piazza Pretoria venerdì scorso.
prossimo, l’accordo potrebbe
anche essere sottoscritto, se
verranno sciolti gli ultimi nodi
sulla sostenibilità finanziaria
oltre che previdenziale dell’operazione.
Nel dettaglio, ci sono 370 dipendenti che hanno oltre 65 anni o che hanno una invalidità
grave che possono essere avvia-

foto studio camera

ti in quiescenza attraverso un
incentivo. Per i circa 1.400 impiegati che rimangono, Leoluca Orlando si sta battendo per
avere una cassa integrazione in
deroga per 4 mesi e per il restante periodo una formula che
consenta di fare loro svolgere
qualche attività lavorativa. Solo che il 50 per cento della som-

ma per le indennità (20 milioni, cioè) secondo i progetti ministeriali deve essere affrontato dall’amministrazione comunale.
Una quota di lavoratori, inoltre, dovrebbe essere avviata al
lavoro, svolgendo cioè quei servizi che prima erano «coperti»
dalla Gesip; l’altra dovrà parte-

cipare a eventuali corsi di riqualificazione professionale individuati
dall’amministrazione
per potere essere successivamente inseriti in organico ad altre aziende. Un obiettivo che,
secondo i calcoli del Personale,
potrà essere raggiunto nel giro
di tre-quattro anni, quando andranno in pensione in tutta
l’amministrazione tanti dipendenti in grado di consentire
l’assorbimento di tutti gi uomini e le donne in carico alla Gesip.
«Mercoledì andremo a Roma - spiega il sindaco - e discuteremo di tutto. Vedrò che proposte ci faranno. Certo, l’idea
generale è questa. Ma sui soldi
c’è qualche problema. Noi come Comune venti milioni non
ce li abbiamo: in bilancio ne sono previsti 12. Ma non è escluso che, invece, possa bastare
l’originaria proposta fatta dal
sindaco, quattro mesi di cassa
integrazione in deroga».
Va all’attacco dell’amministrazione Gerlando Inzerillo,
coordinatore cittadino di Grande Sud: «Il sindaco continua a
riferire di fantomatiche riunioni ministeriali, ma la realtà è
che non esiste un piano definito per salvaguardare i 1.800 posti di lavoro».

Poteri
& poltrone
0 Imprese Italia

Patrizia Di Dio
presidente
nazionale

...

Rete Imprese Italia si tinge di rosa ed è la palermitana
Patrizia Di Dio (nella foto) presidente del Terziario donna nazionale di Confcommercio, vicepresidente di Confcommercio Palermo e presidente di Federmoda Palermo, ad assumerne la presidenza per il primo semestre 2013. In seno all’organismo di rappresentanza delle
imprese del terziario e dell’artigianato è stato costituito un coordinamento sull’imprenditoria femminile che coinvolge Casartigiani Donne Artigiane,
Cna Impresa Donna, Confartigianato Donne Impresa, Terziario Donna Confcommercio, Imprenditoria Femminile Confesercenti.

0 Cisl Medici
Il sindaco. Colloquio con una delegazione di operai: «Parleremo pure con i sindacati. E la violenza non sarà mai tollerata»

Orlando:«Senonrisolvoilproblema,menevado»

...

«Se la vostra vertenza, la vertenza della Gesip, non si risolve,
io lascerò l’incarico». Leoluca Orlando così ha parlato ai lavoratori che ieri mattina avevano «puntato» verso il cinema Golden, dove il primo cittadino era impegnato in una manifestazione elettorale. Una rappresentanza di
operai ha avuto un breve collo-

quio col sindaco, il quale ha confermato che la prossima settimana si svolgeranno due importanti incontri: lunedì l’incontro con
le organizzazioni sindacali e mercoledì quello a Roma al ministero del Lavoro, cui parteciperanno anche la Regione e l’Inps. Dicendo di essere pronto a dimettersi dall’incarico in caso di una

mancata soluzione positiva della vicenza.
Orlando ha anche ribadito
che è stata chiesta al ministero
della Funzione pubblica una deroga alla normativa vigente, in
modo da consentire la mobilità
orizzontale dei lavoratori fra le
diverse aziende partecipate, che
permetterebbe la riduzione e la

razionalizzazione dei costi complessivi ed una migliore organizzazione dei servizi per i cittadini.
«Il piano complessivo del Comune - ha detto Orlando - è quello che scaturirà dall’incontro di
mercoledì prossimo al ministero
e che sarà frutto di una consultazione e valutazione fatta con le
Organizzazioni sindacali e con le

altre Istituzioni coinvolte nella vicenda. Quel che è certo - ha concluso Orlando - è che per noi
non si possono separare il diritto
al reddito dei lavoratori dal diritto ai servizi di tutta la città, così
come resta fermo il fatto che forme di protesta violente dannose
per la città e per i lavoratori non
potranno essere tollerate». Gi. Ma.

«Divise» unite. Incontro tra gli agenti in servizio e i colleghi in pensione

Chiarello
segretario
generale

...

Cosimo Chiarello, 55 anni, responsabile dell’unità di
Formazione all’Asp di Palermo, il neo segretario generale
della Cisl Medici Palermo Trapani. È stato eletto con 23 voti
su 24, una scheda bianca, nel
congresso che ha sancito l’unificazione fra i territori di Palermo e Trapani. Eletti alla segreteria Bruna Rosa Vitale, Marcello Fiore, Antonino Passavanti,
Giulia Urso.

0 Flaei Cisl

Montagnino
eletto
all’unanimità

...

Gaetano Montagnino, 42
anni, dipendente della società
Terna, è da ieri, con elezione
unanime, il nuovo segretario
della Flaei Cisl Palermo Trapani, la federazione che tutela i lavoratori delle aziende elettriche. Nella segreteria Antonio
Greco, Pietro Mirabella e Carmelo Stampa, tutti dipendenti
Enel.

0 Bagheria

...
Generazioni
di vigili:
gemellaggio
e pergamena

Scambio di pergamene per
sancire il loro sodalizio. Gemellaggio fra l’Associazione culturale della polizia municipale presidente Sergio Quartana - e
la delegazione cittadina dell'Anvup (Associazione nazionale
vigili urbani in pensione), presieduta da Eduardo Donzelli.
Un’iniziativa nata dalla comu-

nanza degli obiettivi aggregativi, culturali e di volantariato.
«Come è scritto nella pergamena - dice Donzelli - abbiamo
fatto questo gemellaggio per
collaborare per il bene degli
associati, di tutti i cittadini e
della nostra amata città». (Nella foto, un momento del gemellaggio). (*gica*)

Mir Samorì,
Billone
coordinatore

...

L’avvocato Valentino Billone è il nuovo coordinatore
bagherese del Mir Samorì, il
Movimento politico «Moderati in rivoluzione». Billone è stato nominato dal coordinatore
per la Sicilia Occidentale Paolo
Ruggiriello. (PIG)

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Giornale di Sicilia

Cronaca di Palermo 23

5

Domenica 3 Febbraio 2013

social card. Contributi fino a 405 euro al mese per 1.500 nuclei. Il progetto durerà un anno. Ecco i criteri di selezione

Aiuti alle famiglie a basso reddito
In arrivo sei milioni dal ministero
Gli importi mensili saranno
erogati dall’Inps, a seconda
del carico familiare accertato.
L’assessore Ciulla: «Monitoreremo i beneficiari per capire se
gli aiuti sono veramente utili».
Giancarlo Macaluso

...

Piovono sei milioni di euro su Palermo. Sei milioni per
un intervento sperimentale e innovativo della durata di un anno in favore delle famiglie a basso reddito a carico del ministero del Lavoro e delle politiche
sociali. L’aiuto arriverà sotto
forma di «moneta di plastica»,
una carta acquisti che sarà erogata e ricaricata mensilmente
dall’Inps. Gli importi mensili
che verranno corrisposti oscilleranno fra 231 a 405 euro, a seconda del carico familiare accertato.
Il decreto è stato già diramato dal dicastero a Palazzo delle
Aquile. Serve solo la ratifica da
parte della Corte dei conti, attesa a giorni. Da quel momento il

Comune avrà 120 giorni a disposizione per pubblicare il bando
e preparare la graduatoria.
«È una tale novità - spiega
l’assessore Agnese Ciulla - che
dovremo rodare il servizio e lavorare molto per fare andare
tutto per il verso giusto».
I requisiti richiesti per accedere al servizio sono di tre tipi:
economico (modello Isee inferiore o uguale a tremila euro),
familiare (presenza nel nucleo
di almeno un minore di diciotto anni), lavorativo (assenza di
occupazione di chi fa richiesta
nei 36 mesi precedenti alla richiesta di sostegno).
Secondo le stime dell’assessore Ciulla con le somme stanziate si potranno «dare risposte» a millecinquecento famiglie. Il programma ministeriale
stanzia su tutto il territorio nazionale 50 milioni e coinvolge
anche le città di Roma, Napoli,
Bari, Bologna, Catania, Torino,
Venezia. Palermo risulta la terza città per indice di povertà,
dopo Roma e Napoli.
Il sostegno è aperto a italiani

L’assessore comunale alle Attività sociali Agnese Ciulla
e stranieri, purché immigrati di
lungo corso. In ogni caso si deve essere residenti in città da almeno un anno.
Il fatto che si tratti di una misura rivolta ai nuovi poveri,

cioè a quella fascia di popolazione che con la crisi è scivolata
nell’indigenza, è dimostrata
dal fatto che non è «ostativo» essere proprietari di una casa; o
possedere una macchina di ci-

lindrata non superiore a 1.300
centimetri cubici e una moto
non superiore a 250. Possono
essere ammessi anche le famiglie con un solo genitore. A seconda del numero di figli e se
questi sono anche disabili si calibrerà l’ammontare della «ricarica» mensile della carta di credito.
Ma non si tratta di un contributo erogato a chi è in difficoltà
punto e basta. Le famiglie aiutate saranno «osservate». Dei
1.500 nuclei aiutati, mille verranno presi in carico e cinquecento no. Sotto osservazione
andrà anche un gruppo di 500
famiglie non sostenuto dalla social card. «Si vuole verificare se
la card aiuta veramente a risollevare le condizioni di queste persone - spiega la Ciulla -. Inoltre,
l’amministrazione dovrà intraprendere un percorso che tenda a fare uscire le famiglie dalla
situazione di difficoltà. Per cui
in cambio del sostegno, loro dovranno accettare di partecipare
a nostre iniziative per l’inserimento nel mondo del lavoro».

crisi e imprese. Si lavora per stilare il business plan. Intanto la sede di viale Regione Siciliana ospita una rassegna per sposi

Migliore, prende forma la cooperativa dei dipendenti

...

Continua il lavoro di preparazione per il progetto di una cooperativa formata dagli ex lavoratori Migliore per la gestione del
punto vendita in viale Regione Siciliana. L'assessore alle Attività
produttive, Marco Di Marco, incontrerà la prossima settimana
gli oltre cento lavoratori che hanno sottoscritto l'intenzione di costituire la cooperativa. Con Di
Marco c'è Lega delle Cooperative, che ha avanzato l'utilizzo dei
fondi messi a disposizione dalla
Compagnia finanziaria indu-

striale (Cfi), lo strumento pubblico di finanziamento per la nascita di coop formate da ex dipendenti, per raddoppiare il capitale che ogni lavoratore, poi socio,
porterà in dote attraverso un microcredito da 25 mila euro.
Si lavora per mettere a punto
un business plan da presentare
all'amministratore straordinario. La strada della cooperativa,
che all'inizio sembrava più un'alternativa, va assumendo i contorni di una proposta concreta che
potrebbe risolvere il problema

occupazionale di oltre metà dei
cassintegrati ex Migliore e riattivare il marchio storico nel negozio più importante della catena
ex Migliore.
Lo stesso sindaco, Leoluca Orlando, ha spinto verso questa soluzione, con l'obiettivo di creare
un modello che possa far riemergere le aziende storiche, ormai
in crisi profonda. L'amministrazione comunale, infatti, interviene direttamente sulle vertenze
più calde che riguardano le attività produttive, con l'intento di

concertare soluzioni a difesa dei
livelli occupazionali e produttivi.
Per Migliore si intravede la luce con la formula della cooperativa e dello strumento del microcredito. Ma l'amministrazione
Orlando sta lasciando il segno risolvendo vertenze nel settore
dei call center e delle comunicazioni, e apre altri tavoli per promuovere la trattativa nella questione che riguarda gli ex lavoratori del Max Living.
Nel frattempo, il Grande Mi-

gliore non è rimasto senza ospiti
commerciali. Proprio oggi si conclude la manifestazione Tuttosposa, una rassegna di abbigliamento, arredamento e servizi
per gli sposi. Gli spazi sono in affitto, ma almeno sono serviti per
iniziative imprenditoriali che
muovono gli interessi di tantissima gente e creano business. Un
modo per rendere vivo un negozio che per lungo tempo ha segnato la storia commerciale della città e che ora ha una possibilità per rinascere. (*sari*) Sa. Ri.

circoscrizioni
0 Pitrè

Effettuato
il diserbo
in via Camarda

...

Diserbo effettuato in via
Demetrio Camarda, zona Pitrè.
La segnalazione era partita dal
consigliere Dario Buccola (Mps)
che aveva raccolto le tante lamentele dei residenti allarmati
dal proliferare degli insetti. «Sono molto soddisfatto – ha dichiarato Buccola – anche perché
sempre in zona è intervenuta
una squadra Amia per il recupero dei rifiuti ingombranti». (PIZAG)

0 Arenella

Cortile I Caruso
Guaste
due lampade

...

Buio in cortile I Caruso, all’Arenella. «La strada – come
spiega il consigliere della settima circoscrizione Natale Puma,
del gruppo Grande Sud - ha due
lampade spente già da alcuni
giorni. Ho contattato più volte
telefonicamente il numero guasti senza ottenere le riparazioni». Il consigliere sollecita, dunque, Amg perché intervenga al
più presto. (PIZAG)

0 Politeama

Torna il verde
in piazza
della Pace

...

Completati i lavori di ripristino del verde in piazza della Pace. «Le maestranze comunali sono state molto celeri nel riqualificare il giardino che caratterizza piazza della Pace - afferma il
consigliere dell'ottava circoscrizione Matteo Siragusa -. Adesso
i residenti potranno usufruire di
questo spazio ricco di piante e
aiuole». (*ROSCI*)

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

24 Cronaca di Palermo

Giornale di Sicilia

6

Domenica 3 Febbraio 2013

viabilità. Ieri un vertice al settore Manutenzione. Si moltiplicano gli Sos dei residenti. In zona corso dei Mille presente una voragine da dieci anni

Buche, scontro sul piano di interventi
0 Ilprogrammadell’AmianonècondivisodalComune. Cheattacca:«Ognianno lavorisullestesse strade»
La fine della task force tra
Amia e Coime ha fatto ripiombare la città nell’emergenza.
L’ex municipalizzata: «Pronti a collaborare con l’amministrazione comunale».

LASCAFFA
di Renzino Barbera

S

Elisabetta Accardi

...

Da un lato l’Amia stila un
programma d’azione per tamponare l’emergenza, dall’altro
il Comune «bacchetta» l’azienda per non aver concordato insieme gli interventi da effettuare. In mezzo le strade della città
che rischiano di sprofondare
nelle numerose buche e crepe
dell’asfalto.
L’ex municipalizzata ha scritto, come ogni anno, un programma di manutenzione delle
strade e delle superfici pedonali per un totale di 256 strade e 86
marciapiedi, suddiviso nelle otto circoscrizioni. L’apparente
buona notizia, invece, scatena
una polemica tra i presidenti
delle circoscrizioni che si domandano sulla base di cosa,
una via ha maggiore priorità rispetto a un’altra e perché in alcune circoscrizioni il numero
delle strade inserite sia nettamente inferiore rispetto ad altre.
Il Comune, allora, e in particolare il settore Manutenzioni,
quest’anno chiede ad Amia di
prendere visione del programma d’azione per concordare i diversi interventi di ripristino.
L’assenza di risposta da parte
dell’ex municipalizzata e l’inizio dei lavori in alcune strade,
scatenano un’ ulteriore polemica. «Ogni anno, vengono effettuati gli stessi interventi nelle
stesse strade, questo denota
non solo una scadenza nella
qualità del lavoro, ma impedisce anche ad altre strade di godere dello stesso beneficio».

1

2

3

1 Giuseppe Pensabene indica la buca sull'asfalto in via Generale Luigi Cadorna, all’Albergheria. FOTO
FUCARINI 2 Fabrizio Leone, dirigente Amia. 3 L’assessore comunale alle Manutenzioni Agata Bazzi

4
Sono 256 le vie
e 86 i marciapiedi
individuati dall’ex
municipalizzata

Questo un primo attacco che
viene mosso dagli uffici del Comune ad Amia. «Il fatto che il
Comune non abbia alcun potere decisionale su Amia, non implica, però, che quest’ultima
non solo non ci dia risposte ma
che proceda senza curarsi delle
nostre richieste.
Eppure, fino a poco tempo

fa, i due enti collaboravano in
perfetta sinergia, tanto che era
stata istituita una task force, ormai ”naufragata” per un cambio di dirigenza ma che aveva
dato, nel corso dei tre mesi in
cui ha operato, dei buoni frutti.
Intanto l’amministrazione comunale, ha indetto ieri una riunione dove erano presenti, l’as-

Piazza, via Ranzano, via Re Federico, via Re Manfredi, Fondo Rubino, via Vasi, via Villa Florio, via
Whitaker, via Z.S.2, via Z.S.5, via
Abba, via Calojra, via Cariolato,
via Parisio, via Coco, via Colletta,
vicolo Di Bartolomeo, via Maggio, via Di Maggio, via Di Martino, via Eredia, via Geremia, via
Intorcetta, fondo La Manna, via
Lo Bianco, via Malaterra, via Medici, via Millo, via Morici, via Padovani, via Razza, via Rizzo, via
Senisio, via Silvaggio, via Turr,
via Vaccari, via Valguarnera, via
Vespucci, via Vivona, viale Michelangelo (tratto Cep-Reg. Siciliana).

Schillaci, via Manderino, via Di
Benedetto, via Sergio Papa, via
Vergine Maria, via Ciane, via Lopez De Vega, viale Principessa
Mafalda, via Magellano, viale
Principessa Iolanda, via Benelli
(ex Pv 17), via Cesenatico, viale
della Resurrezione, baglio Sirchia, salita della Leva.

intissi amico mio,
non mi dicissi camurrusu ma c'è purtusu e purtusu.
La scaffa siciliana è un'
altra cosa: scaffa che vale!
Non è la scaffa usuale, settentrionale, che campa
massimo 'na simana e
menza ed è senza esperienza.
Noialtri abbiamo scaffe greche, scaffe Normanne, scaffe d'Aragona, e
uno… ci si affeziona!
Io ne canuscio una, alla circonvallazione Ca è
pi mia come una passione: la vitti nascere.
Fui alla sua prima comunione (tra idda e un
copertone). Ora ch'è fatta
granni: ne ha fatto danni.
Quando ci passo sto
con gli occhi bassi… Idda
che fa? Mi arriconosce e mi
cafudda un colpo
Accussì, per confidenza, e sospensione me ne
scassa menza.
Avantieri passai e non
sentii niente…
Che dispiacere! Tornai
precipitosamente
«Vuoi vedere che la tapparono, 'sti disgraziati»?
Ma quannu mai!
Erano due carri armati
Ca dintra 'a scaffa
s'avevano sdirrupati.
Lei era là, bedda e sciacquata, che mi guardava,
tutta innamorata.

sessore comunale alle Manutenzioni Agata Bazzi e il dirigente del settore comunale alle Manutenzioni Sergio Pollicita, per
redigere un piano d’intervento,
dopo che la fine della task force
aveva fatto ripiombare la città
in totale stato d’emergenza. Il
programma, che dovrebbe essere ultimato tra lunedì e martedì, dovrebbe contenere strade e
arterie principali sulle quali gli
uomini inviati dal Comune,
ben presto cominceranno i lavori per liberare la città dall’incubo buche.
«In via Giuseppe Cirrincione, in zona corso dei Mille, il
problema delle buche è decennale. Qui rattoppano, ma un vero e proprio intervento non c’è
mai stato». A dirlo è Giuseppe
Croce, titolare di un’attività, intervenuto ieri durante la trasmissione «Ditelo a Rgs». Giuseppe Pensabene, titolare di un
negozio in via Generale Luigi
Cadorna, segnala una buca, in
mezzo alla strada. «Come si
può vedere, la buca non è transenna e questo sicuramente favorisce il rischio di incidenti».
Pronta la replica dell’Amia
che attraverso il dirigente Fabrizio Leone fa sapere: «Le strade
inserite non sono affatto le stesse degli altri anni, anzi alcune
segnalazioni derivano proprio
dalle indicazioni arrivate dai
consiglieri di circoscrizione.
Inoltre non abbiamo nessun tipo di problema a modificare il
piano d’intervento e collaborare con il Comune, anzi, attendiamo ancora una riunione tra
aziende per evitare il rimpallo
di responsabilità frequenti subito dopo un intervento di ripristino. Per la mancata risposta possiamo attribuirla a una possibile svista, magari sotto un’emergenza improvvisa, sicuramente
non per assenza di disponibilità». (*eac*)

L’elenco delle vie per circoscrizione
I CIRCOSCRIZIONE

Corso Tukory, via Garibaldi, via
Divisi, via Porta di Castro, via Vittorio Emanuele, via Maqueda.
II CIRCOSCRIZIONE

Via Messina Marine (Diaz-Ponte di Mare), via Ponte di Mare,
via Cirincione, via Brancaccio
(tratto fuori cantiere), via Conte
Federico (tratto valle), via Triolo
Sant’Anna, via Matera, via Scudamiglio, cortile Spanò, via Salemi, via Corselli ai Corsari, via Mustica, via Albricci, via Ganci Battaglia, cortile Vaccaro, via Russo,
str. vic. Carmine, via Alagna Giacomo, baglio S. Zita, via Chiaravelli, via Reg. Siciliana (lat. Monte Giafar - Mess. Montagne), via
Cassaro B., via B. Chiavelli (monte), cortile Di Vita, via Funnuta,
via S. Ciro.
III CIRCOSCRIZIONE

Piazza Giulio Cesare, via Tricomi,
via del Vespro, via Mendola, via
Bagnera, via Falsomiele (tratto
Chiavelli - S. Maria di Gesù), via
Paratore, via Bergamo, via S.
Maria di Gesù, via Mortillaro, via
Reg. Sic. (lat. monte Aloi-Corleone), via Reg. Sic. (carr. centr. dir.
Tp Oreto-Calatafimi), via Ingrassia, via Archirafi, via Stazzone,
via Amico, vicolo Benfante, via

Filistone da Siracusa, via Gentile,
via Palmeri, cortile Pensabene
1º, via Ponzio Caio, via S. Leone II
Papa.
IV CIRCOSCRIZIONE

Corso Calatafimi (tratto monte
via Reg. Siciliana), piazza Indipendenza, via Paruta, via Perpignano (tratto monte), via Cavallacci, via Altarello, via Trasselli,
via Crocifisso a Pietratagliata, via
Maddalena, via San Martino, via
Reg. Sic. (carr. centr. dir. Tp Calatafimi-Perpignano), via Brasa,
vicolo Barrile, via La Loggia, largo Longobardi, via Maleter, via
Salvo, via Siccheria Quattro Camere.

VI CIRCOSCRIZIONE
V CIRCOSCRIZIONE

Via Noce, stradale Bellolampo,
via Cipressi, via Lascaris, via Imera, via Perpignano (tratto valle),
via Sauro, piazza Noce, via Pozzo, via D’Aiello, via Offamilio, via
De Perche, via Re Tancredi, via
Regina Bianca, via D’Ossuna, via
Veneziano, via Lancia di Brolo,
via Di Blasi (lato valle); via Reg.
Sic. (lat. valle Perpignano-da
Vinci), via Uditore (Reg. Sic.—da
Vinci), vicolo Alcadino, vicolo
Baiamonte, via Castelluccio, via
Lo Dico, via Manno, via Mosca,
via Mottone, via Oberdan, via

Viale Praga, via Reg. Siciliana
(bret. Lat. valle Nenni-La Malfa),
via Belgio, via Brunelleschi, via
Val Paradiso, via C.L. 9, via Sardegna, via Bach, via D’Alessandro,
via Candela, via Trapassi, via
Reg. Sic. (lat. valle Da Vinci-Belgio), viale Strasburgo, via Lanza
di Scalea, viale Cavarretta, via S.
Lorenzo, via Cervello, via Perricone.
VII CIRCOSCRIZIONE

Via Mater Dolorosa, viale Duca
degli Abruzzi (in corso), via Pallavicino, piazza Pallavicino, via

VIII CIRCOSCRIZIONE

Via Marchese di Roccaforte, piazza Sturzo, via Carini, via Calvi, via
Dalla Chiesa, viale Marchese di
Villabianca, via dei Cantieri, via
Duca della Verdura, via Notarbartolo, piazza Ziino, via della
Libertà (corsia laterale valle), via
Libertà (corsia laterale monte),
via Cordova, via Ugdulena, via
Marchese Ugo, via Paternostro,
via Stabile, via Archimede, via
Rizzo, via Don Orione, via Tripoli,
piazza Castelnuovo, viale Campania (carr. Monte), via Imperatore Federico, largo Cherubini,
largo Cucco, via Giordano, via
Mongerbino, via Veronese, via
Pizzetti, via Raffaello, piazza Boccaccio, via D’Azeglio, via Di Marco, via Petrarca, via Prati, via Rapisardi, via Rutelli, via Toselli, via
Trentacoste, via Vaccarini, via
Abela, via Bonomo, via Civiletti,
via Collegio Di Maria al Borgo,
via Conte Ruggero, via Corselli,

via D’Acquisto, via Del Bono, via
Di Giovanni, via Enna, via Gravina, via Guardione, via La Masa,
via Meccio, via Miraglia, via Muzio Salvo, via Noto, via Onorato,
via Orecchio, via Pais, via Paolucci De Calboli Fulceri, via Patuano, via Principe di Belmonte, via
Principe di Scordia, via Raffaele,
via Riolo, vicolo Scalici, via Selinunte, via dello Speziale, via Turrisi, via Velasquez, via Villaermosa, via Villareale, via Ximenes.
MARCIAPIEDI

Circoscrizione 1:
corso Tukory (in corso), via Cadorna, via Volturno (Tribunale-Mercato Capo).
Circoscrizione 2:
corso dei Mille, via Sperone, via
Lincoln, via Ingrassia, via Padre
Puglisi, via Galletti.
Circoscrizione 3:
via Emiliani Giudici, via Marinuzzi, via Lo Schiavo, via Caduti
8-7-1960, via Ingrassia.
Circoscrizione 4:
corso Calatafimi (tratto Pindemonte civ. 419), piazza Indipendenza, via Paruta, via Pitrè, via
Molara, via Aquino Molara, corso Calatafimi (tratto monte Reg.
Siciliana), via Lazzaro, via Onorato, via Speciale, via Baiardi, via
Russo (Terranova-civ. 20), via
Ferrara, via Felice, via Pindemonte (Calatafimi-La Loggia).

Circoscrizione 5:
via Eugenio L’Emiro, via Corradino di Svevia, piazza Zisa, via Di
Blasi, via Uditore, via Castellana,
via Monsignor Serio, via Gualtiero, via Perpignano, via Danimarca, via Ausonia, via Trinacria, via
Monti Iblei, via Florio.
Circoscrizione 6:
via Pacioli, via Brunelleschi, via
Cammarano, via Val di Mazara,
via Resuttana, via Tranchino, via
Aldisio, via Salvo.
Circoscrizione 7:
via Glauco, via Circe, via Rampolla, via Nettuno, lungomare Colombo (Telimar), via Apollo, via
Bordonaro, via Mondello, via
Besta, via Bonanno, via Nicastro,
via Carbone, viale dell’Olimpo,
piazza Bordonaro, via Lavitrano,
viale Cottolengo.
Circoscrizione 8:
via E. Amari, via Respighi (in corso), via Marchese di Villabianca,
via Principe di Belmonte (civ.
7-29), viale delle Alpi, via Miraglia, via Onorato, via Sicilia, via
Cimarosa, via Libertà (Vittorio
Veneto-Don Bosco), piazza Nicosia, via Cimbali, via Boito, via Fermi, via Alaimo da Lentini, via
Pacinotti, via Turrisi, via Galilei
(spartitraffico), via Toselli. l’elenco delle vie in cui si interverrà
per asfalto e marciapiedi

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Giornale di Sicilia

Cronaca di Palermo 25

7

Domenica 3 Febbraio 2013

ambiente
Ferma la raccolta. Barbera: «Serviranno Almeno due mesi per individuare la nuova società»

Amianto e il servizio... dimenticato
0 Ilcontrattocon lavecchiadittaèstatorisoltoperinadempienza.Adessolaburocrazia bloccai fondi
Disponibili 25 mila euro. Sono
residui del vecchio contratto. I
fondi serviranno a tamponare
solo le emergenze. Prima, però, bisognerà attendere l’aggiudicazione di un nuovo appalto.
Tancredi Bua

...

Recipienti in amianto disseminati per la città, ditte di
smaltimento assenti e gare
d’appalto bloccate sul nascere. Ad aggravare una situazione già difficile sono i fondi fantasma, residui delle vecchie gare rimasti ad aleggiare per le
stanze del Comune. Mai utilizzati, bloccati tuttora tra gli ingranaggi burocratici – la loro
esistenza si dà per certa, ma
nessuno li ha mai usati. E nel
frattempo, il numero di rifiuti,
lastre e recipienti in Eternit aumenta quotidianamente. «In
via Monte Ercta c’è un cumulo
di rifiuti coperto da erbacce –
spiega Giovanni Moncada, presidente del comitato civico della VII circoscrizione, intervenuto ieri durante Ditelo a Rgs – basta scavare un po’ per trovare
amianto». Stessa sorte tocca alle vie Trapani Pescia, P.V. 46 e

Messina Marine, ma qui il livello d’allarme si alza. A pochi metri dall’istituto Casa del Fanciullo, infatti, si staglia minacciosa la sagoma di tre capannoni in Eternit. «Questi bambini
respirano polvere di amianto
tutti i giorni – protesta Francesco Pennino, presidente del
Comitato Cittadino per il Recupero della Costa – è una situazione gravissima, per la loro salute e per quella di chi lavora in
questa scuola». Presenza di
Eternit anche in via dell’Antilope, a Bonagia, come ha segnalato Giancarlo Terzetto: cumuli di materiale tossico, abbandonato per strada da anni. Alla
radice del problema c’è la recisione del contratto con la vecchia ditta, sciolto per inadempienza. «Non c’è più una società che si occupi di smaltire
l’amianto – spiega l’assessore
al Verde, Giuseppe Barbera –
avevamo pensato che i 25 mila
euro residuati dall’interruzione della vecchia gara potessero essere investiti di nuovo, ma
la cosa non è possibile. In questi casi, la burocrazia si trasforma in una macchina infernale,
e adesso serve un altro appalto, con procedura ristretta (si

L’esperto. Allarme tumori e malattie ai polmoni

Altiirischiperlasalute
«Mailproblema
vienesottovalutato»

...

Sono tanti, troppi, i rischi che derivano dal famoso
minerale fibroso che è l’asbesto o, più comunemente chiamato, l’amianto. Questo tipo
di minerale, in passato, vantava caratteristiche fisiche eccezionali e un basso costo, motivo per cui, è stato utilizzato
un po’ dappertutto. Usato
per realizzare cisterne, per
coibentare tetti e navi, impiegato nell’edilizia e, dulcis in
fundo, anche adoperato all’interno dei supporti degli
asciugacapelli, o persino nei
sigari pregiati. Un pericolo costante di cui spesso ci si dimentica.
«Sorprende il poco allarmismo rispetto all’alto tasso di
pericolosità di questo fenomeno - spiega lo pneumologo
Vincenzo Bellia, durante la
trasmissione radiofonica Ditelo A Rgs –. In realtà, credo che
ci sia un’attenzione molto bassa e preoccupante da parte
della comunità». Dunque,
quanto è nocivo? «Le polveri
contenenti fibre d'amianto,
respirate, possono causare
gravi patologie – spiega Bellia
- Le fibre, una volta inalate, si
depositano negli alveoli e nei
bronchi dei polmoni, per poi
migrare verso la pleura, cioè
la membrana che riveste esternamente i polmoni, danneggiando i tessuti». Sono soprattutto due le gravi malattie,
che si possono contrarre inalando questo tipo di sostanze:
una è l’asbestosi. «È una malattia polmonare cronica nel-

Vincenzo Bellia, pneumologo
la quale i tessuti del polmone,
irritati dalle fibre dell'amianto, formano cicatrici fibrose
sempre più estese - sottolinea
Bellia - fino a far perdere di
elasticità zone sempre più ampie del polmone, impedendo
praticamente la respirazione
o, comunque, rendendo molto meno efficiente l'ossigenazione». L’altra malattia è il cosiddetto «nesoterioma pleurico maligno», ovvero il tumore
della pleura. «È una malattia
terribile la quale, fino a trent’
anni fa, non esisteva. Ad oggi
se ne conoscono sia una forma benigna, sia una maligna
particolarmente aggressiva
causata esclusivamente da
esposizione all'amianto», conclude. (*flape*) Flavia Perricone

Ma la città
non può
aspettare

L

Giancarlo Terzetto indica un recipiente in Eternit abbandonato
in via dell’Antilope, a Bonagia. FOTO FUCARINI

a guerra all’amianto che ancora ammorba molte zone
della città segna
una pericolosa battuta d’arresto. Il Comune
ammette di non potere, almeno per i dueprossimi mesi, garantire la bonifica di
terreni e vecchie strutture
residenziali o industriali,
neanche nei più gravi dei
casi.Ancora una volta, dunque, ci si arrende a quella
burocrazia degli imbrigliamenti che lo stesso assessore Barbera definisce «una
macchina infernale». E che
troppo spesso sentiamo però sbandierare per giustificare ritardi e mancanze.
Farlo anche in un caso in
cui c’è in gioco la salute dei
cittadini non è un buon segnale. Ed è bene che chi ha
responsabilità e poteri non
lo dimentichi. m. r.

sceglierà tra un numero ridotto di ditte, ndr.), da mettere su
tra due mesi, con i soldi di bilancio del 2013». Altri 25 mila
euro che, vista la mole di lavoro prospettata, serviranno giusto per i casi più urgenti. Eternit in eterno, dunque? «La possibilità di trovare altri fondi e finire l’operazione di bonifica
c’è – continua l’assessore – e
consiste nel riprendere i soldi
di una gara ancora precedente, una somma più cospicua,
che sarà disponibile chiudendo un vecchio contenzioso. Siamo vicini alla sentenza, ma
purtroppo anche le situazioni
più gravi dovranno ancora
aspettare». I fondi quindi ci sono, ma come è già successo in
passato, finiscono per essere
fagocitati dalle maglie della burocrazia, senza uscirne più.
Somme ingenti che rimangono potenzialmente disponibili
e restano di fatto inutilizzate,
migliaia di euro che vengono
investite più volte, per lo stesso scopo, senza poi raggiungere un fine effettivo. E nel frattempo, in un brulicare di capannoni, discariche e polverose lastre di amianto, la città
aspetta. (*tabua*)

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

26 Cronaca di Palermo

Giornale di Sicilia

8

Domenica 3 Febbraio 2013

vedere & sentire

Per le vostre segnalazioni: appuntamenti@gds.it

0 Palazzo Branciforte
I pupi di Cuticchio
tra scaffali dei pegni

0 Albergo Povere
Prorogata la mostra
sui tesori etruschi

Due tradizioni che si incontrano: quella di un edificio storico nel
cuore della città come Palazzo Branciforte (via Bara all'Olivella 2) e quella dei Cuticchio, «pupari» da generazioni. Danno vita a «Tradizioni in
viaggio», mostra ospitata al Monte
dei pegni di Santa Rosalia, visitabile fino al 3 marzo. Uno scenario suggestivo, una struttura lignea che un
tempo custodiva gli oggetti lasciati
in pegno dai palermitani: in questa
cornice sono esposti i pupi di nuova
generazione degli spettacoli di
Mimmo Cuticchio e i tradizionali
eserciti di Paladini e Saraceni.

Prorogata fino al 6 aprile la
mostra di tesori e oggetti di tombe
etrusche, parte della collezione Casuccini e di proprietà del museo Salinas, chiuso per restauri. È ospitata
all'Albergo delle Povere (corso Calatafimi 100). Tra i pezzi canopi funerari, sculture arcaiche, ceramiche
greche e prodotte in Etruria, una
«kylix» bilingue del Pittore di Andokides e un «oinochoe» in bucchero
pesante sul mito di Perseo e Medusa, bronzi e avorio, sarcofagi decorati e urne in alabastro, travertino e
terracotta. Feriali: 9-13 e 15-19, festivi chiusa. Ingresso gratuito.

...

...

0 Galleria Di Bella
Il ritorno
di Carla Accardi

0 Lupo’Art
Tra realtà sognate
e placidi ricordi

Alla Galleria Di Bella (via Isidoro La Lumia 94) la mostra «Carla
Accardi. Segno e Astrazione. Opere dal 1950 ad oggi», a cura di Cristina Costanzo. Ricostruisce il percorso creativo e propone una raffinata raccolta di opere storiche e lavori più recenti dell’artista trapanese
(nata nel 1924), apprezzata in tutto
il mondo. Dagli anni '50 a oggi la
Accardi è stata più volte invitata alla Biennale di Venezia, sue opere
sono nei più importanti musei. La
mostra sarà poi aperta fino al 23
febbraio, dal giovedì al sabato dalle 16 alle 20, e su appuntamento.

Da Lupo’Art (via Libertà, 74c)
la mostra di Salvatore e Ilaria Caputo «Tra realtà sognate e placidi ricordi». Esposte circa 25 opere (quadri,
sculture e oggetti d'arte) dei due artisti. Salvatore Caputo, nella sua
quasi cinquantennale carriera, ha
indagato diverse tecniche, pur rimanendo legato alla pittura. Nelle sue
opere, in cui il colore prevale sul segno, la tematica del mito è ripercorsa tramite reperti e frammenti di
impronta classica. Ilaria Caputo è,
per formazione, una scultrice di
opere spesso contaminate dal segno pittorico. Fino al 9 febbraio.

...

...
...

Intrecci di Esposito
e spettacoli
all’agricantus

All’Agricantus (via Nicolò
Garzilli 89) è in corso fino al 17 marzo la mostra di pittura «Intrecci»,
olio su legno di Cristina Esposito.
Si può visitare dal martedì alla domenica dalle 16 alle 19,30, venerdì,
sabato e domenica fino alle 20. Cristina Esposito, reduce dal successo della sua ultima sfilata Wardrobe, prosegue la ricerca artistica sul
rapporto fra luce e ombra che la

porta alla creazione del ciclo «Intrecci». Le opere (eccone una nella
foto) nascono dell'esigenza di raccontare l'intimità e la psiche di chi
vi è rappresentato. Nello stesso
spazio, alle 17,30, ritorna Oresta Castagna (il Dodo de l’Albero azzurro) con il suo spettacolo per i piccolissimi e, alle 18, Ernesto Maria
Ponte e Claudio Casisa con il loro
«Palermo-Real Madrid».

Eventi in corso

0 Igiea Lido
I Queen Live
e Bolle dalla Scala

0 Steri
Reflusso acido,
libro e incontro

Ivan Fiore con i Bottega Retrò. Alle 18,30 al teatro Savio Ivan
Fiore e il duo Bottega Retrò in «Un cervello in tre... no».

Si possono già prenotare i posti per assistere a due grossi eventi
in programma al cinema Igiea Lido
(via Ammiraglio Rizzo) che proietterà live, il giorno 6, la replica del
grande concerto con protagonisti i
Queen, «Hungarian Rhapsody:
Queen Live in Budapest», e il 14, in
diretta dalla Scala di Milano, il balletto «Notre Dame de Paris» con
guest star Roberto Bolle. Per maggiori informazioni ci si può collegare al sito del cinema, www.cinaurora.it, e prenotare i biglietti. Info:
091533192.

Domani allo Steri giornata
dedicata al reflusso acido. Al rettorato dell’università, alle 16, sarà
presentato il libro «Il reflusso acido. Conoscerlo per controllarlo.
Una guida pratica per tutti», di Eugenio Fiorentino. Il testo, scritto
con un linguaggio semplice e abbinato a diverse illustrazioni, è di facile lettura per le informazioni essenziali e pratiche che contiene.
Alcuni accurati approfondimenti
ne fanno un libro per i lettori più
curiosi di quella che è considerata
la malattia del terzo millennio.

Eugenio Fiorentino

0 Corso Calatafimi
Oggi torna
l’isola pedonale

0 Le Coccinelle
Torta di Carnevale
e dolci assaggi

0 Centro Odigitria
Riflessione su Gesù
e le donne

0 Giornata per la vita
Corteo di preghiera
e coro in concerto

0 British Institute
Lezioni gratuite
di lingua inglese

0 Cucina
Corso di gastronomia
palermitana

Oggi pomeriggio, dalle 14 alle 20, le associazioni Omnibus e
Omphalos Gruppo Solidale d'Acquisto, in collaborazione con i
commercianti, organizzano l'isola pedonale in corso Calatafimi,
da via Gino Marinuzzi a via Aurelio Zancla, con stand artigianali e
gastronomici con degustazioni.

Oggi dalle 15,30, all’istituto
Le Coccinelle di via Partanna
Mondello 75, corso per mamme
e bambini di decorazione di torta
in pasta di zucchero. Si lavorerà
su una torta vera e il tema sarà ovviamente il Carnevale. Durante il
pomeriggio degustazione di tè, tisane e dolcetti. Info: 329.7817264.

«Gesù, le donne e l'annuncio del Vangelo»: questo il tema
della giornata di spiritualità che si
svolgerà oggi dalle 10 al Centro
Odigitria, in via Matteo Bonello,
organizzato dall'Ufficio Migrantes
e dall'Ufficio Missionario dell'arcidiocesi di Palermo. Riflessione
proposta da Daniela Scialabba.

Per la 35esima «Giornata
per la vita» oggi alle 9,30, alla parrocchia di Santa Chiara di Assisi,
corteo di preghiera fino a via Noce. Alle 18 all’istituto Don Bosco
Ranchibile (via Libertà), «Concerto per la vita» con l’esibizione del
gruppo Last Minute e del coro degli alunni del liceo Don Bosco.

Il British Institute organizza corsi gratuiti di lingua inglese
della durata di tre settimane,
con partenza il 25 febbraio, nella
propria sede di via Re Federico
18/b. I corsi sono tenuti da docenti madrelingua qualificati, i posti
sono limitati. Per informazioni
chiamare allo 091.6114.93.

Le associazioni Itiner’ars e
Art Mundi organizzano da martedì lezioni e laboratori creativi per
adulti e ragazzi. Tra questi un corso di gastronomia palermitana,
viaggio tra i piatti della cucina locale per riscoprirne origini e tradizione. Sede delle lezioni via Redipuglia 8. Info: 3384512011.

0 Rai
Sikania Ensemble
con fisarmonica

0 Lelio
«Tutto cambia»
con Martufello

0 Partinico
0 Castelbuono
«Blues in progress...» «Nuova Busambra»,
con Daria Biancardi
secondo quaderno

Stasera alle 18 all’auditorium
della Rai (viale Strsburgo) concerto
di una formazione insolita di soli
strumenti a plettro, il Sikania Mandolin Ensemble. Il gruppo – formato dai mandolinisti Lorenzo Puma,
Raffaele Pullara, Mauro Schembri,
da Salvatore Sciacca alla chitarra,
Giuseppe Castellano al contrabbasso, a cui si unisce Marco Macaluso
alla fisarmonica - nasce con l'intento di proporre un nuovo percorso
musicale. Il quintetto spazia dalla
musica barocca e classica alla contemporanea. Ingresso libero.

Stasera alle 18 al teatro Lelio (via Furitano) arriva Martufello con il suo «Tutto cambia», spettacolo scritto da Claudio Napoleone, che ripercorre oltre 40 anni di
vita del Belpaese tra pregi, difetti
e virtù dell’italiano medio. Il tutto modulato sui tempi comici di
Martufello, sulle sue battute, ma
anche su momenti profondi di riconsiderazione delle cose accadute. Non solo cabaret: lo spettacolo è un contenitore artistico
che diventa anche motivo di confronto tra le generazioni.

Oggi alle 18, all' auditorium
Lucia Gianì di Partinico, Anna Sgroi
e i Blue Sky presenteranno «Blues
in progress...», progetto nato per
promuovere il blues. «Un evento di
grande spessore culturale», dice
Vincenzo Di Paola, presidente dell'
associazione «Centro per l'arte e la
cultura» che ha promosso il concerto con Aindartes e Fidapa. Art director Gianmichele Taormina. Testimonial Daria Biancardi e i SoulCaravan. Ospite speciale, Francesco Campo, organizzatore del Summertime Blues Festival di Alcamo.

0 Teatro Libero
Il principe felice
amico di una rondine

...

Stasera a alle 16,30 e alle
18,30 (recite mattutine da domani
alle 9,30) lo spettacolo «Il principe
felice», creazione di Lorenzo Bassotto, in scena con Roberto Macchi. È tratto da una fiaba di Oscar
Wilde, storia di una profonda amicizia che nasce tra un rondinotto e
un principe. Amicizia che evolverà
fino a diventare amore e condivisione di una sorte amara. Sul palco due attori che narrano, si muovono, cantano e dalle cui mani, come per magia, utilizzando carta e
cartoncino, la storia si dipana.

...

...

Due clochard al Biondo. Stasera alle 17 al teatro Biondo «Totò e
Vicé» di Franco Scaldati, con Enzo Vetrano e Stefano Randisi.
Zorro Al Massimo. Stasera alle 17,15 al teatro Al Massimo il musi-

cal «W Zorro» di Stefano D’Orazio, musiche di Roby Facchinetti. Fino al
giorno 10.

La satira di Merighi & Troja. Alle 22 il salotto di satira di Merighi & Troja al Convento di via Castellana Bandiera.
Gianni Nanfa al Jolly. Alle 18 al teatro Jolly «Ma che succede»,
con Gianni Nanfa e Antonio Pandolfo.
Stefano Piazza al Crystal. Stasera alle 18,30 al teatro Crystal
Stefano Piazza e il D-Quartet in «Ma che ccì ridi».

...

...

...

...

...

...

...

...

Martufello, stasera in scena al Teatro Lelio

...

...

Oggi pomeriggio alle 16,30,
alla Sala delle Capriate della biblioteca civica di Castelbuono, sarà presentato «Se affonda l’utopia...», secondo quaderno di natura, cultura e società della collana «Nuova Busambra», edizioni
Ispe Palermo. All’appuntamento
parteciperanno il sindaco della
cittadina madonita, Antonio
Tumminello, Maria Mogavero,
del consiglio di gestione della biblioteca, Nicola Grato, Santo
Lombino e Antonino Scarpulla,
redattori di «Nuova Busambra».

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Giornale di Sicilia

Cronaca di Palermo 27

9

Domenica 3 Febbraio 2013

Farmacie

servizi. Rischio chiusura dopo la denuncia dei sindacati. Sarebbe il terzo caso in un mese

Ancora caos negli uffici postali
Muffa ed eternit a Villagrazia
L’ufficio dello Zen, ancora chiuso per carenze igieniche e per il
ripristino degli impianti. Il centro smistamento Orleans, rimasto bloccato per 24 ore dopo il
ritrovamento di un topo.

GALLO SILVIA
via E. Tricomi, 12

Turno Diurno
Salvo Ricco

...

Muffa, eternit e umidità.
Una denuncia dei sindacati
mette a rischio chiusura l'ufficio postale di via Villagrazia.
Sarebbe il terzo in un mese,
dopo quello dello Zen, ancora
chiuso per carenze igieniche e
per il ripristino degli impianti, e
quello del centro di smistamento della corrispondenza Orleans, rimasto chiuso per 24 ore a
seguito del ritrovamento di un
topo.
Ora tocca all'ufficio postale
di via Villagrazia, dove i sindacalisti hanno passato al setaccio
la sede e messo nero su bianco
le carenze.
«Sui muri perimetrali c'è
umidità - scrive il segretario provinciale di Cisl Poste Maurizio
Affatigato nella denuncia indirizzata ai vertici regionali di Poste - e il proliferare della muffa
rende l'aria irrespirabile. Da anni denunciamo la scarsa attenzione di Poste sulla vivibilità e
la sicurezza dei luoghi di lavoro. Abbiamo sollecitato una
ispezione tecnica - continua Affatigato -, che spero faranno domani, perché le condizioni dell'
ufficio sono pessime e la cosa
più normale sarebbe la chiusura per il ripristino dei luoghi.

ANTICA FARMACIA GIUSTI
via Giusti, 8
091309076

LA RIZZA
viale Piazza Armerina, 23 091311568

CERASOLA MARIA LAURA
via Don Orione, 28
0916379559

MERCADANTE VALERIA
via Regina Elena, 57
091450381

DI NARO SANTE
via Roma, 207

TORINA LUIGIA
c.so C. F. Aprile, 16

091585238

VERGA GIANFRANCO
via E. L’Emiro, 34

0916511761

FARMACIA BESIO
via G. Besio, 55/B-C

091585869

091205031

FARMACIA CAVOUR
via Padre Giovanni Puglisi, 82
091392900
FARMACIA DEL CENTRO
piazza Castelnuovo, 21 091589841

La protesta dei postini lo scorso gennaio dopo il ritrovamento di topi negli uffici Orleans
Chiusura che, secondo il sindacalista, «potrebbe già verificarsi il prossimo martedì».
Le rilevazioni dei sindacati
evidenziano la necessità di interventi di ristrutturazione dell'
unico servizio igienico, dove è
stata notata la presenza di un recipiente in eternit, e dei muri ricoperti di muffa. Inoltre, «la sala dedicata al pubblico - dice Affatigato - non riesce a contenere i clienti, soprattutto nelle
giornate di maggiore affluenza
durante il pagamento delle pensioni. Quando piove - conclude
il sindacalista - la gente è costretta ad attendere fuori dai lo-

cali».
Il sindacato minaccia azioni
legali se l'aziende dovesse ritardare a mettere in sicurezza i locali. Non è la prima volta che i
rappresentanti dei lavoratori
denunciano le cattive condizioni degli uffici e il rischio che corrono lavoratori e clienti. Dalla
direzione regionale di Poste fanno sapere che «c'è tutto l'interesse dell'azienda di applicare
gli standard di sicurezza per i lavoratori e per i clienti. Faremo
le opportune verifiche per gli
eventuali interventi», concludono.
Per un ufficio che a giorni po-

trebbe chiudere un'altro potrebbe riaprire la prossima settimana. Allo Zen stanno per concludersi i lavori per la messa in
sicurezza degli impianti, dopo
che è stata effettuata la derattizzazione per scongiurare il ritorno dei topi. Il quartiere è rimasto senza ufficio postale per un
mese e i cittadini sono stati messi a dura prova.
A protestare per il ritardo sulla riapertura erano stati alcuni
consiglieri di circoscrizione.
Tra le ipotesi allo studio c'è pure il cambio di sede, sempre nel
quartiere, dell'ufficio postale.
(*sari*)

0916574128

FARMACIA DELLA STATUA
via Vittorio Veneto, 11
091515209
FARMACIA EREDI VERGA
corso Calatafimi, 468
091423785

Turno Notturno
ANTICA FARMACIA GIUSTI
via G. Giusti, 8
091309076
BONSIGNORE
viale R. Siciliana, 2322

091400219

FARMACIA DELLA STATUA
piazza V. Veneto, 11
091515209

FARMACIA PIZZITOLA
via Molara, 34/D-E
0916686022

FARMACIA
DELLA STAZIONE CENTRALE
via Roma, 1
0916162117

FARMACIA PONTE ORETO
via Oreto, 322
091444537

FARMACIA PONTE ORETO
via Oreto, 322/A
091444537

FARMACIA SANFILIPPO
via Galileo Galilei. 123
091201630

FATTA CLEMENTINA
via dell’Orsa Minore, 102 091447268

FARMACIA STRASBURGO
viale Strasburgo, 202
091527986

TULONE
via Aspromonte, 97

091206017

cinema
PALERMO

Lincoln
Drammatico-biografico. usa, 2012

****

) (*man*) Gli ultimi tumultuosi mesi in carica del
sedicesimo presidente degli Stati Uniti. In una nazione divisa dalla guerra, Lincoln Presidente porta
avanti la sua battaglia per l’abolizione della schiavitù mentre guida il Nord verso la vittoria della Guerra di Secessione.
Regia Steven Spielberg Con Daniel Day-Lewis, Sally
Field, Tommy Lee Jones, Joseph Gordon-Levitt.
(Nella foto una scena del film).

Flight
drammatico. usa, 2012

****
(*man*) Un pilota di linea diventa un eroe nazionale dopo aver evitato un disastro aereo. Durante le
indagini sulla scampata catastrofe, iniziano però a
emergere inquietanti interrogativi sul reale svolgimento della vicenda.
regia Robert Zemechis. con Denzel Washington,
James Badge Dale, John Goodman.

IGIEA LIDO
via Ammiraglio Rizzo 13
Tel. 091545551 - 3357579199
info: www.cinaurora.it
Les miserables storico 16,30 - 19,30 - 22,30

ABC
Politeama - via Emerico Amari 166
Tel. 091329246
The impossible (Digital 2 K) dramm. 17,30 20,00 - 22,30 - €6,50 - €5,50
ARISTON
L
via Pirandello 5
Tel. 0916258547
Pazze di me comm. 18,30 - 20,30 - 22,30 €7,50 € 5,50

IMPERIA
LQ
via Emerico Amari 160 - Tel. 3898703670
Pazze di me comm. 16,30 - 18,30 - 20,30 - 22,30
€7,50 - €5,50

ARLECCHINO MULTISALA
L
via I. Federico 12 Tel. 091362660
Sala 1 - La migliore offerta (Digital 2K) 17,30 20,20 - 22,30 €7,50 - €5,50
Sala 2 - Quello che so sull’amore 18,00 - 20,30
- 22,30 €7,50 - €5,50

KING
via Ausonia 111 - Tel. 091511103
Flight (Digital 2K) dramm. 17,15 - 20,00 - 22,30
€7,50 - €5,50

AURORA MULTISALA
via T. Natale 177 Tel. 091533192 - 3357579199
Les miserables storico 16,00 - 18,30 - 21,30 €
7,50 - €5,50
The impossible dramm. 16,00 - 18,30 - 20,45 22,45 €7,50 - €5,50
La migliore offerta dramm. 16,00 - 18,45 - 21,15
€7,50 - €5,50
COLOSSEUM
Bonagia - Via Guido Rossa 5/7 Tel. 091442265
Sala riservata
FIAMMA
Largo degli Abeti 6 - Tel. 0916251868
Lincoln (Digital 2K) biogr.
16,30 - 20,00 - 22,40 €6,50 - € 5,50
GAUDIUM
via Damiani Almeyda, 34 - Tel. 091341535
Les miserables musicale 17,30 - 21,0 €7,50

L

GAUDIUM IULI
via Damiani Almeyda, 34 - Tel. 091341535
Quartet comm. 16,30 - 18,30 - 20,30 - 22,30
€7,50
GOLDEN via Terrasanta 60 - Tel. 0916264702
Django Unchained (Digital 4K) western 16,30 19,30 - 22,30 €6,50 - €5,50
HOLIDAY MULTISALA
via Mariano Stabile 223
Tel. 091586494
Sala 1 - Ghost movie 16,30 - 22,30
Pazze di me 18,30 - 20,30 €7,50 - €5,50
Sala 2 - Quello che so sull’amore 18,30 - 20,30
- 22,30 €7,50 - €5,50

LUX
L
via F. Di Blasi 25 - Tel. 091348990
Lincoln 2K 17,00 - 20,00 - 22,30 €7,50 - €5,50
MARCONI MULTISALA
www.cinemarconipalermo.it
via Cuba 12 - Tel. 091421574
Sala De Sica
La vita di Pi 3D 16,30 €5,00
Ghost movie 20,30 - 22,30 €3,00
Sala De Curtis
Pazze di me 16,30 - 18,30 - 20,30 - 22,30 €3,00

METROPOLITAN
viale Strasburgo 358
Tel. 0916887513 - 0916888583
Lincoln 16,30 - 19,30 - 22,30 €7 50 - €5,50
Django Unchained 16,00 - 19,15 - 22,30 €7,50 €5,50
The last stand 16,15 - 18,20 - 20,30 - 22,40 €
17,50 - €5,50
Looper 16,00 - 18,15 - 20,30 - 22,45
Pazze di me 18,30 - 20,30 €7,50 - €5,50
Ghost movie 16,30 - 22,30 €7,50 - €5,50
ORFEO
via Maqueda, 25 - Tel. 0916162090
Ora scopiamo (v.m. 18) sexy
9,15 - 21,30 €7,00 - €5,00

ROUGE ET NOIR
P.zza Verdi, 8 - Tel. 091324651
La migliore offerta dramm.
17,30 - 20,20 - 22,40 €7,50 - €5,50

L

UCI CINEMAS MULTISALA
L
Brancaccio c/o centro commerciale
via Filippo Pecoraino - Tel. 091391953
Sala 1 The impossible
14,50 - 17,25 - 20,05 - 22,40
Sala 2 Last stand 14,50 - 17,20 - 19,50 - 22,20
Sala 3 Django Unchained 14,45 - 18,15 - 21,50
Sala 3 Ghost Movie (solo merc.) 22,20
Sala 4 Looper 14,45
Sala 4 Flight 17,20 - 22,40
Sala 4 Pazze di me 20,20
Sala 5 Frankenweenie 2D 17,00
Sala 5 Les miserables 15,00 - 18,45 - 22,10
Sala 6 Lincoln 14,45
Sala 6 Ghost Movie 18,00 - 22,50
Sala 6 La migliore offerta 20,00
Sala 6 Quello che so sull’amore 18,30 21,30
Sala 7 Pazze di me 14,45
Sala 7 Looper 17,30 - 20,10 - 22,30

PROVINCIA
BAGHERIA

NUOVO CINEMA CAPITOL
via Roma 8 Tel. 091931935 - 3496599479
Sala A: The last stand
(dolby digital audio 7.1)
16,30 - 18,30 - 20,30 - 22,30
Sala B: Le avventure di Fiocco di Neve 16,30
Pazze di me 18,30 - 20,30 - 22,30
CINETEATRO ROMA MULTISALA
Tel. 0918432719 - 3294161536
Sala A: A Royal weekend 16,30 - 18,30 - 20,30 22,30 €6,00
Sala B: Ghost Movie 16,30 - 18,30 - 20,30 22,30
Vita di Pi 16,30 - 18,30 - 20,30 - 22,30
Continuano a €3,50
Anziani da 60 anni in poi €3,50 (feriali e festivi)
L
NUOVO CINEMA EXCELSIOR
via Ciro Scianna 32-34 Tel. 091933319
Looper 17,30 - 20,00 - 22,30 €6,50 - €5,00
SUPERCINEMA MULTISALA
www.supercinemabagheria.it
corso Carà 126 Tel.091969578
Sala Ambra The impossible 17,30 - 20,00 22,30 € 6,50 - €5,00
Sala Smeraldo Lincoln 17,00 - 19,45 - 22,30
€6,50 - €5,00
Sala Rubino La migliore offerta
17,30 - 20,00 - 22,30 €6,50 - €5,00

CEFALÙ

ASTRO 2000
Martoglio ang. via Roma www.trovacinema.it
Tel. 3284829917 - 33843291320
Lincoln dramm. 17,00 - 19,45 - 22,30
€ 6,00- € 4,00
DI FRANCESCA Tel. 0921923330
The master comm.
20,00 - 22,15

CINISI
ALBA www.cinealba.it
Tel. 0918699226 - 3397673710
Django Unchained 18,30 - 21,30 €5,50 - €4,50

CORLEONE
MARTORANA
Tel. 360532555
Riposo

GANGI
ASTORIA
L
Tel. 0921644021
La migliore offerta 19,30 - 22,00 (fest. 17,00)

LERCARA
IDEAL www.trovacinema.it via A. Siciliana 20
Tel. 0918211735 -3398684353
Riposo

MISILMERI
KING www.cineking-misilmeri.it
via Chioggia 2 Tel. 3391305069 - 0918733511
Riposo

PARTINICO
EMPIRE CINEMAS www.empirecinemas.it
Partinico Viale Reg. Siciliana/SP1
Tel. 091/8902843 -cell. 3930635502
Sala A Lincoln 17,15 - 20,00 - 22,30
Sala B Riservata
Sala C Pazze di me 16,00 - 20,30
Sala D Django Unchained 17,30 - 22,00

PETRALIA SOTTANA
CINE TEATRO GRIFEO
C.so P. Agliata Tel. 0921640580 - 3494543601
Mai Stati Uniti 19,00 - 22,00 (festivi ore 17)

POLIZZI
CRISTALLO
Riposo

L

SAN GIUSEPPE JATO
SIVIGLIA
Prossima apertura

TERMINI IMERESE
EDEN MULTISALA
Tel. 0918141243
Sala A Fiocco di neve 18,30 - 20,30 - 22,30
Sala B Pazze di me 18,30 - 20,30 - 22,30
SUPERCINEMA MULTISALA
piazza Crispi, 9 tel/fax 0918113030-3288281216
Sala verde: Django Unchained western 18,00-21,30
Sala blu: Django Unchained western 18,00 - 21,30

VILLABATE
AMBASSADOR
C.so V. Emanuele, 442 Tel. 091492761
La migliore offerta 17,00 - 19,30 - 21,30

L

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

28 Cronaca di Palermo

Giornale di Sicilia

10

Domenica 3 Febbraio 2013

bagheria. L’assessore Mineo: «Comune a rischio default, le famiglie pagheranno una quota secondo le fasce di reddito»

Menù più «salato» per gli scolari:
riprende la refezione, ma con rincari
Pubblicata la delibera adottata
il 16. I genitori dovranno contribuire con 20 centesimi sui
3,11 euro di costo giornaliero.
Il servizio sarà offerto da una
ditta di Piana degli Albanesi.
Pino Grasso

...

bagheria

Come si temeva, a Bagheria arriva un nuovo «salasso»
per le famiglie dei bambini che
frequentano a tempo pieno le
scuole dell’infanzia, primarie e
secondaria di primo grado.
L’amministrazione comunale
ha infatti, aumentato le tariffe
per usufruire della mensa scolastica quest’anno. L’aumento
medio è pari a 20 centesimi in
più per ogni pasto. La delibera
della giunta che determina le aliquote di compartecipazione al
costo del singolo pasto, sulla base della effettiva situazione economica del nucleo familiare rilevata secondo il reddito Isee per
la refezione scolastica, è stata
approvata mercoledì 16, ma
pubblicata nell’albo pretorio

soltanto mercoledì scorso.
I bambini da cinque mesi, da
quando cioè è iniziato l’anno
scolastico, non usufruiscono
del servizio di refezione a causa
delle note vicissitudini finanziarie del Comune. I piccoli da settembre sono infatti costretti a
portarsi da casa la merendina o
il panino, con tutti i problemi
che ne derivano, anche in fatto
di salute alimentare. Adesso potranno riottenere la refezione
calda, ma pagando il costo della
compartecipazione.
«Ci rendiamo conto che si
tratta di un servizio importante
per i bambini che frequentano
le scuole dell’obbligo - dice l’assessore comunale alla Solidarietà sociale, Massimo Mineo - perciò abbiamo riattivato il servizio di refezione. Purtroppo, in
considerazione del fatto che siamo un Comune in sofferenza finanziaria, non possiamo coprire il servizio a domanda individuale, e allora abbiamo rivisto
le tariffe, che saranno pagare in
base per fasce di reddito Isee».
La gara d’appalto per la forni-

Massimo Mineo, assessore alla Solidarietà sociale di Bagheria
tura del servizio di refezione calda era stata aggiudicata a giugno dello scorso anno, alla ditta
«Nuova Cucina Siciliana» di Piana degli Albanesi, che aveva offerto un ribasso del 25,25 per

cento sul prezzo a base d’asta,
per un costo unitario per singolo pasto di 3,11 euro. Al costo
del singolo pasto deve sommarsi anche l’indennità spettante al
personale tecnico e amministra-

tivo in servizio presso le istituzioni scolastiche dove viene erogata la refezione, che in base ai
calcoli del dirigente del Primo
settore ammonta a 955,04 euro
per ciascuna unità, per un importo complessivo di 11.460,48
euro.
Il Comune ha dovuto così rideterminare le quote di compartecipazione delle famiglie, in
considerazione della grave situazione finanziaria a rischio default, così come fatto presente
dal dirigente del II Settore Finanza e tributi lo scorso 3 dicembre, che ha evidenziato una situazione di forte squilibrio finanziario complessivo, in grado di provocare il dissesto.
Adesso sarà il dirigente del I
Settore Affari generali a stabilire
le modalità di pagamento del
servizio, tramite versamenti anticipati per mezzo voucher. Chi
vorrà usufruire del servizio di refezione del Comune, in ogni caso, dovrà mettere mano alla tasca, altrimenti dovrà munire ancora i bambini di cestino con la
merenda. (*pig*)

via ammiraglio rizzo. Le sue condizioni per fortuna non sono gravi: i medici hanno escluso la prognosi sulla vita

Tamponato da un’auto, ciclista finisce in ospedale

...

Era in sella alla sua bici
quando è stato tamponato da
un'auto in via Ammiraglio Rizzo. Emanuele C., 29 anni, è caduto a terra ed è finito in ospedale.
A causa dell'urto il ciclista ha riportato traumi in varie parti del
corpo, ma per fortuna, non è in
pericolo di vita. Illeso il conducente dell'auto, si tratta di J. B.,
di 21 anni.
Sull'incidente indagano gli
agenti della sezione infortunistica stradale della polizia municipale coordinati dai commissari

Davide Glaviano e Gaspare Iannì. Secondo una prima ricostruzione degli investigatori tutto è
accaduto intorno a mezzogiorno. Emanuele C. era in sella alla
sua bicicletta e stava percorrendo via Ammiraglio Rizzo in direzione dell'Acquasanta. Proprio
in quel momento da dietro arrivava J. B., alla guida di una Peugeot 206 e all'altezza del civico
62 è avvenuto l'impatto. L'auto
ha tamponato la bicicletta e il ciclista è stato sbalzato dalla sella
ed è caduto sull'asfalto. Sono

4
i vigili stanno
ora cercando
di stabilire
la dinamica
stati momenti di panico. Qualcuno ha lanciato l'allarme e sono scattati i soccorsi: Emanuele
C. è stato trasportato immediatamente al pronto soccorso di

Ficarazzi. Paolo Colletta riceve dal sindaco stemma e ringraziamenti

Pizzaiolo,
anzi chef
«trionfo»
in municipio

...

Fin da piccolo coltivava il sogno di diventare un pizzaiolo di
professione: era tanta la passione, che è andato fuori dal suo
paese e adesso è un rinomato
esperto della specialità. Paolo
Colletta (nella foto con il sindaco
Francesco paolo Martorana), ficarazzese «doc», è conosciuto in
tutta Italia ed è un testimone della pizza e chef rinomato. Il pizzaiolo è stato protagonista di un
incontro che si è svolto nell’aula
consiliare del Comune nel corso
del quale ha raccontato i segreti
per preparare una buona pizza.
L’amministrazione comunale di
Ficarazzi ha consegnato a Paolo
Colletta, in segno di riconoscimento, lo stemma del Comune.
«La pizza deve innanzitutto soddisfare l’olfatto, prima ancora
che il gusto e il palato - spiega
Colletta -. L’impasto per una buona pizza, inoltre, deve rimanere a
lievitare per almeno otto ore».

(*Pig*)

Villa Sofia dove è stato sottoposto ad una serie di accertamenti
clinici e alla fine i medici hanno
escluso la prognosi riservata.
Intanto in via Ammiraglio
Rizzo sono arrivati gli agenti
dell'infortunistica per effettuare i rilievi, cercare di ricostruire
esattamente la dinamica dell'
impatto e attribuire eventuali responsabiliatà. Gli investigatori
hanno lavorato per qualche ora,
ancora non è chiaro come mai
l'automobilista abbia tamponato la bicicletta, dettaglio questo

che sarà approfondito nel corso
delle indagini.
Non si arresta la scia di sangue in città. Quattro giorni fa
c'era stato un incidente mortale, a perdere la vita è stato il farmacista Alessandro Salem, di 46
anni. Era alla guida di una Seicento e stava percorrendo viale
Diana quando si è andato a
schiantare contro il cancello
Giusino. L'auto ha preso fuoco
e il professionista è rimasto carbonizzato all'interno della macchina. (*gica*) Giuseppe Cadili

inbreve
Bagheria/1

S’insedia il Circolo
del Megafono
pro Crocetta

...

Costituito a Bagheria il Circolo del Megafono «Partecipazione, Autonomia e Territorio».
Alla cerimonia di insediamento
hanno partecipato Tommaso Lima, coordinatore provinciale dei
Circoli del Megafono e Angelo
Forgia, responsabile organizzativo della rete dei circoli collegati
al movimento legato al presidente della Regione Rosario Crocetta. (PIG)

bagheria/2

Bustine di figurine
per realizzare
un campo di calcio

...

L’Associazione
sportiva
«3P padre Pino Puglisi» ha avviato la raccolta delle bustine vuote
delle figurine dei calciatori Panini per ottenere l’attrezzatura
per un campetto di calcio. «Se
riusciremo a raccogliere 12.000
bustine - spiega Giuseppe Miceli
Soletta di 3P - potremo realizzare il nostro ambizioso obiettivo
di attrezzare il campo di contrada Monaco, dove vengono a giocare a tutte le ore bambini e ragazzi da molte zone della città».
Il punto di raccolta principale è
presso la parrocchia San Giovanni Bosco, dove è stato collocato
un contenitore. (PIG)

Altavilla Milicia/1

Combattere
la talassemia:
ecco il progetto

...

Approvato dal Servizio prevenzione della talassemia della
direzione distrettuale della Asl
di Bagheria, il progetto relativo
alla informazione, prevenzione,
sensibilizzazione e screening sulla malattia, presentato dal Comune con l’Istituto Comprensivo «Monsignor Gagliano». (PIG)

bagheria. L’iniziativa dei soci del Rotary Club

Libreria con 400 volumi
donata a una parrocchia

...

bagheria

Una biblioteca per i giovani. È il dono che il Rotary Club
di Bagheria ha deciso di fare ai
ragazzi della parrocchia San
Giovanni Bosco, diretta da
don Francesco Stabile. L’iniziativa si è svolta nell’ambito
delle attività patrocinate dal
governatore del Distretto 2110
del Rotary International Gaetano Lo Cicero. In città il Rotary l
ha aderito con entusiasmo alla proposta di dotare la comunità bagherese di una biblioteca.
Con il contributo di tutti i soci, il Rotary Club di Bagheria
ha donato quindi oltre 400 volumi e la libreria dove sistemarli, all’interno dei locali della
parrocchia San Giovanni Bosco, al fine di assicurare ai ragazzi la possibilità di accedere
liberamente al libro, in locali
che quotidianamente frequentano, dando loro la possibilità
di una crescita culturale proficua.

La biblioteca è stata consegnata al parroco don Francesco Stabile, alla presenza di autorità rotariane, della signora
Patricia Lo Cicero, dei soci con
le consorti e dei numerosi ragazzi che quotidianamente affollano i locali della parrocchia amorevolmente assistiti
dalle volontarie. «Invito i ragazzi a fare uso della biblioteca - ha affermato durante la cerimonia Gioacchino Caruso,
presidente del Rotary Club di
Bagheria – ricordando che chi
ha donato i libri lo ha fatto con
il desiderio di vedere crescere
nel sapere una nuova generazione che domani prenderà il
posto della attuale».
I ragazzi possono prendere
in prestito i libro e portarli a casa per leggerlo. «Cicerone affermava che una stanza senza
libri è come un corpo senza
anima – ha aggiunto Caruso mi auguro che questi ragazzi
da oggi in poi possano averne
anche loro». (*pig*) Pi. G.

Altavilla Milicia/2

Nuovi nomi
per le strade
fuori paese

...

L’Unità operativa dei Beni
architettonici ed urbanistici della Sovrintendenza ha approvato
le proposte di nuove denominazioni di alcune vie della zona
esterna al centro abitato di Altavilla, presentate dall’amministrazione comunale, guidata dal
sindaco Nino Parisi. Le nuove denominazioni sono dedicate a personalità del mondo della politica, della cultura, della religione
e a martiri nella lotta alla mafia.
(PIG)

Ficarazzi

A marzo parte
deviazione dei Tir
da corso Umberto

...

II sindaco di Ficarazzi, Paolo Francesco Martorana, conferma: il provvedimento che prevede la deviazione dei mezzi pesanti da corso Umberto, partirà a
marzo. (PIG)

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Cronaca di Palermo 29

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

Eccellenza girone a. Padroni di casa nella ripresa con il vento contro

Promozione girone b. Cefalù espugna il campo del Cus Palermo

La Parmonval si accontenta di un pari L’Equipe frena nella corsa salvezza
Parmonval
Leonfortese

0
0

Parmonval: Gelfo; Lala ( 60' Correnti ), Sorrentino; Citarda ( 36' Buzzanca ), Scarpaci, Bennardo; Tuzzolino,
Di Domenico, Vassallo ( 60' D' Ambra
), Virga, Serio. All: Di Giorgio
Leonfortese: Scalia; Di Pasqua ( 46'
Vaccalluzzo ), Trovato; Spataro, Di
Pasquale, Di Peri; Carbonaro, Cacciato, Cosimano ( 86' Scarantino ), Arpidone ( 78' Patti ), Concialdi. All: Mirto
Arbitro: Rinaldi di Messina ( Caico-balletti di Agrigento )

...

La Parmonval deve accontantarsi del pareggio contro una
buona Leonfortese scesa al Lo Monaco per racimolare qualche punto. I padroni di casa hanno giocato il secondo tempo con il vento
contro che non permetteva il controllo del pallone. Era tuttavia la
compagine di Di Giorgio, già dal
15' del primo tempo, ad essere minacciosa con un bel tiro del solito
Gioacchino Serio che dopo avere
saltato un paio di avversari metteva di poco a lato. Al 35' la Leonfortese si faceva vedere con il tiro di
Cacciato che terminava a fil di palo. Nella ripresa, il tecnico della

Parmonval inseriva l'esperto Correnti e la compagine palermitana
si distendeva meglio.
Tuttavia, al 66' gli ennesi andavano vicini alla marcatura con il
palo di Cosimano, per poi costringere agli straordinari il portiere
Gelfo che si superava dal tiro da oltre trenta metri di Carbonaro mandando la sfera alta sopra la traversa. Per gli ospiti, buona la prova
dell'esperto Piero Concialdi che
ha giocato a tutto campo. Per la
Parmonval, Bennardo, Tuzzolino
e l'attento Gelfo. Discreto l'arbitraggio. (*esan*)

Equipe Palermo
Spadaforese

1
1

EQUIPE PALERMO: Raimondo, Conigliaro, Zammitti (41' st Meglio), Bonanno, Lombardo, Scicolone, Gennaro, Smeraldi, Busetta, Sanzo,
Muliello. Allenatore Pagliaro.
SPADAFORESE: Scibilia G., Sofia, Alibrandi (5' st Milazzo), Durante, Scibilia S., La Spada, Aloe O., Scibilia G., La
Fauci (1' st Magazù), Sindoni (19' st
Bella), Aloe G. Allenatore Miceli.
ARBITRO: Cino di Enna
RETI: 29' pt Sanzo, 28' st Scibilia S.
NOTE: 24' pt espulso La Spada

Eugenio Sanfilippo

...

Mancanza di maturità e di
un pizzico di fortuna hanno impedito all'Equipe Palermo di
centrare una preziosa vittoria
nella corsa alla salvezza, al cospetto di una Spadaforese che
naviga in zona play off e che ha
messo in campo tutta la sue
esperienza per portare a casa il
pari. Palermitani, migliori nel
primo tempo, in vantaggio alla
mezzora circa grazie al potente
e preciso tiro da fermo di Sanzo. Nella ripresa meglio i messinesi che pervengono meritatamente al pareggio con Scibilia
ben servito da Durante. (*ppm*)

Cus Palermo
Cefalù Calcio

1
2

Cus Palermo: Nicosia; Monti; Colletti;
Milano; Quartararo; Barresi; Scimone
(45' Di Grazia); Russo; Giaconia (73' Tagliareni); Cassata (45' Petrolà); Cossentino.
Cefalù Calcio: Fiduccia; Brocato; Compagno; Geraci; Schicchi; Città (57' Crisanti); Villafranca; D'Amico; Calabrese;
Zangara (57' Milia); Tarantino.
Reti: 17' Schicchi (C); 35' rig. Giaconia (P);
66' Villafranca (C)
Arbitro: Scarciotta di Caltanissetta.
Assistenti: Farina e La Monica di Palermo

Prima categoria girone b. Per due volte in svantaggio, la formazione madonita riesce comunque a vincere. Sorride anche l’Atletico Finale

Castelbuonese
Villabate

4
3

Castelbuonese: Cicero-Zafonte-Capizzi-Corradino(74'Graffagnino.G)
-Accetta-Terzo(Graffagnino.P)-Tumminello-Castellini- Città
(35'Ficcaglia)-D'Oca-Antista. All.
Vassallo
Villabate: Di Leo-LoPinto-Sardina-Salerno-Castello(46'Cataldi)-Namio-Guggino (44'Torregrossa)-Lo Franco-Sciortino-Petitto-Balistreri(46'Rammacca). All.
Terzo
Arbitro: Fabrizio Impastato di
Marsala
Marcatori: Balistreri 9' e 24', Antista (rig) 15' e 45', D'Oca (rig) 60', Terzo
(rig) 73', Lo Franco 90'

Tre rigori: la Castelbuonese vince fra le polemiche

...

Castelbuono

Per due volte in svantaggio,
la Castelbuonese usufruisce di tre
calci di rigore e riesce tra le polemiche ad avere ragione di un ottimo Villabate raddrizzando una
partita dalle mille emozioni. Sette
gol, due espulsi, due traverse e tanto nervosismo per via di una direzione arbitrale mediocre che ha
raggiunto il clou al 15' della ripresa quando un fallo di mano in attacco di Antista si è trasformato in
penalty per i padroni di casa facendo imbufalire gli ospiti e condizionando il risultato finale. (*rcu*)

Rosario Cusimano

Campofelice
Acquedolcese

0
1

Atletico Finale
Ciminna

3
1

Roccapalumba
Casteltermini

1
3

Campofelice: Papa, Duca, Dolce,
Ingrao, Basilotta; bellante(75’ Buttadauro), Misuraca, Zito, Palmisano, Calderone, Nicchitta(80’ Fullone)

Atletico Finale: Collosi, Gatta,(14’ Di
Noto), Restivo, D’Acquisto, Badalì,
Caputo, Marraffa(38’ Musotto),
Siciliano, Giusino (38’Marorana),Chiappara, Zangara.

Acquedolcese: Scolaro, Nastasi M.,
Siragusa, Ridolfo, Miceli, Merlo,
Nocifora, Patti, Scorza(89’ Nastasi
S.) Gullia(71’ Gugliotta), Rinaldo(60’
Librino).

Ciminna: Giustiniani, Arena, La Paglia, Bondì M., Brucarino, Paladino,
Di Girolamo (46’ Siragusa), Sansone,
Dragotta, Bondì A.(75’ Guagenti),
Trentacosti ( 70’Urso).

Arbitro: Giuseppe Berte' di Barcellona Pozzo di Gotto.

Arbitro: Emilio Saia di Palermo.

Arbitro: Andrea Riccobono di Palermo.

Reti: 10’ e 78’ Marraffa, 60’ Arena, 85’
Zangara.

Reti: 5’ e 30’Spitaleri,53’Reina, 90’Valenti.

Reti: 67’ Liprino.

Roccapalumba: Pantaleo, Sciammacca O, Sciammacca G., Teriaca, Lo
Sciuto, Messina G., Messina G., Nicosia, Reina, Marino, Ficile.
Casteltermini: Rizzuto, Palumbo,
Di Franco, Genurardi(63’ Falsone),
Bunda, Caramanno(92’ Ardilio), Spitaleri, Cilano, Valenti, Palumbo.

Terrenove
Sparta Palermo

2
0

BORGATA TERRENOVE: Ingrassia, Pinto, Frazzitta, Marino, Barbera, Vivona, Demma (62' Lampasona), Armato,
Barraco Alex (85' Scuderi), Sorrentino, Galfano (89' Gerardi Alessio).
SPARTA PALERMO: Porcelli, Giordano (72' San Carlo), Sicilia, Oddo (63'
Guglielmo), Zummo, Scelta, Bracia,
Montalbano, D'Arrigo, Parrinello,
Lo Sardo.
ARBITRO: D'Angelo di Trapani
RETI: 20' Sorrentino su rigore, 88'
Barbera.

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

30 Annunci

4.A

Compravendita
Mono-Bivani

AG.3
PROGETTOCASA091/2524922 PIAZZA KALSA edificio d'epoca 2/3 vani ristrutturati da
450.00 - C.E.:G
AGOSTINI
0917219256 Due-quattro vani adiacenze
Piazza Marina piano secondo. - C.E.:G

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

CLEOTTO RESIDENCE
ampio luminoso monovano angolo cottura wcb Studiobm 525255 - C.E.:F
GESIM
0916254066 Zona Autonomia Siciliana in residence bivani ampio balcone - C.E.:G
GRIMALDI
091.331321 Finocchiaro Aprile Miceli:mq 55
piano 3 ristrutturato 85.000

AGOSTINI
www.agostiniimmobiliare.it Baida (piazza), casa con giardino, panoramica, ingresso indipendente, recentemente restaurata. - C.E.:G

GRIMALDI
091.582545 Politeama Sturzo: mq 46 ristrutturato - alto reddito - 65.000

AMPIO
appartamento bivani elegantemente rifinito Autonomia Siciliana C.E.F STUDIO BM
091525255 - C.E.:G

IMMOBILPALERMO
Bivani pressi ospedale Cervello cucina
abitabile
termoautonomo
€110.000
0917829122 - C.E.:G

CARLINO 091.6112668
AUTONOMIA SICILIANA. GRANDE BIVANO
CON TERRAZZA. IDEALE PER SINGLE O COPPIA
DI ANZIANI. €155.000,00 WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT

IMMOBILPALERMO

CARLINO 091.6112668
ZONA UNIVERSITA'. ATTUALMENTE A REDDITO.
2 VANI PIU' SERVIZI. RICHIESTA €110.000,00.
WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT
CARLINO 091.6112668
ZONA VILLA IGEA. DUE STANZE PIU' CUCINA IN
TERRAZZA VERANDATA. RICHIESTA €145.000,00
WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT
CASAIMMOBILIARE
091.336456 LIBERTA' VIA BIVANI PIANO ALTO
BUONO STATO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 POLITEAMA ( TORREARSA) AMPIO
MONOVANO IN PALAZZINA D'EPOCA WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 POLITEAMA (E. AMARI) BIVANI RISTRUTTURATO BEN ARREDATO €180.000.00
WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 TRIBUNALE MONOVANO MQ 40 LUMINOSO €115.000.00 WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CEFALU'
Adiacente piazza monovano arredato
quadratura 20 / buono stato / 091.6127021
- C.E.:G

Grazioso bivani Via Villa Heloise buon
contesto €175000 0917829122 - C.E.:G
LIBERTÀ PARISI
prestigioso Studio/abitazione, 5 piano posto auto. www.agenziaimmobiliareduemme.com 0916119851 - C.E.:G
MEDICASE 0916262737
Colonna Rotta/Indipendenza. Bivani su
strada - Parzialmente ristrutturato.
26.000,00 - C.E.:G
PUNTO CASA
091301001 BUONRIPOSO 2 vani e mezzo
€50.000 trattabile - C.E.:G
SIM.SICULAIMMOBILIARE
Messina Marine pressi, via Galletti, bivani, terrazza €55.000 0916377272 - C.E.:G
TOSTI
091.6914159: Via Venezia Teatro Biondo signorile appartamento ristrutturato.
€160.000,00

4.B

Compravendita
Tre Vani

AG.3
PROGETTOCASA0912524922 Emerico Amari 3
vani ascensore buono stato 158000 C.E.:G
AG.3
PROGETTOCASA0912524922 pressi via francesco crispi3/4 vani piano alto panoramicissimo mare da 185.000 - C.E.:G
AG.3
PROGETTOCASA0912524922 Roccaforte 3 e
mezzo vani ottim stato buon contesto
205.000 - C.E.:G
AGOSTINI
0917219256 Partanna appartamenti 3- 4 vani due livelli in palazzina. - C.E.:G
CARLINO 091.6112668
3 VANI PRESSI VIA AMMIRAGLIO RIZZO. RICHIESTA €175.000,00 WWW.CARLINOIMMOBILIARE.
IT
CARLINO 091.6112668
ATTICO RISTRUTTURATO. MQ 80, TERRAZZA.
€165.000,00 ZONA POLICLINICO. WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT
CARLINO 091.6112668
STRASBURGO ALTA. RISTRUTTURATO MQ 80. RICHIESTA €195.000,00. WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT
CARLINO 091.6112668
VIA DEI QUARTIERI. PANORAMICO APPARTAMENTO MQ 90. PARQUETTATO. WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT
CASAIMMOBILIARE
091.336456 CALA (CASSARI VIA) ATTICO LOFT MQ
90 RIFINITO TERRAZZATO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 R. SETTIMO TRIVANI PIANO TERZO
LUMINOSO €290.000.00 WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 SAMPOLO VIA TRIVANI PIANO ALTO
BENDISTRIBUITO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

A INVEST
091.320922 RICERCHIAMO APPARTAMENTI VARIE QUADRATURE PER I NOSTRI CLIENTI
A TOPBUILD
(Partanna Mondello) Irripetibile palazzina indipendente bilivelli totalmente ristrutturata ampio 3 vani + accessori
€125.000 tel 091518568 www.topbuild.it

CASAIMMOBILIARE
091.336456STRASBURGO ZONA TRIVANI IN RESIDENCEPOSTO AUTO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
GRIMALDI
091.582545 Evangelista di Blasi: mq 100 ottimo stato 170.000

GRIMALDI
091.6090414 Mondello Miseno : 100 mq 2
livelli- residence - terrazzo 220.000

A INVEST
091.320922 PRESSI VIA SCOBAR 4 VANI PREZZO
AFFARE 220.000,00 - C.E.:G

LIBERTÀ
politeama ristrutturato tre vani + accessori, arredato, climatizzato + riscaldamento autonomo + posto auto tel. 333 /
3547372.

A INVEST
091.320922 RICERCHIAMO APPARTAMENTI VARIE QUADRATURE PER I NOSTRI CLIENTI

PUNTO CASA
091301001 VALDESI 3 vani in residence ristrutturato terrazzo giardinetto - C.E.:G
RETECASA
091.518820 Via Marche 3 vani piano 5' termoautonomo buono stato - C.E.:G
SIM.SICULAIMMOBILIARE
Abruzzi (via) prossimità Empedocle Restivo, libero, luminoso trivani 0916377272 C.E.:G
SIM.SICULAIMMOBILIARE
Don Bosco- Statua adiacenze, libero trivani, termoautonomo 0916377272 - C.E.:G
SIM.SICULAIMMOBILIARE
San Lorenzo-Resuttana, panoramicissimo,ristrutturato trivani, termoautonomo 0916377272 - C.E.:G
SIM.SICULAIMMOBILIARE:
libero ampio trivani, veranda,terrazza,
pressi Piazza Pallavicino, 0916377272 - C.E.:G
TOSTI
091.6914159: Via Patricolo\Tukory, ampio
trivani panoramico, buone condizioni.

4.C

Compravendita
Quattro Vani

A INVEST
091.320922 AFFARE BAGHERIA VIA CONSOLARE
4 VANI NUOVO 130.000,00 - C.E.:G
A INVEST
091.320922 AMMIRAGLIO RIZZO VENDESI 4 1/2
VANI SERVIZI OTTIME CONDIZIONI - C.E.:G
A INVEST
091.320922 EVANGELISTA DI BLASI VENDESI 4
VANI AFFARONE - C.E.:G
A INVEST
091.320922 GUSTAVO ROCCELLA RISTRUTTURATO 4 VANI RESIDENCE POSTO AUTO CANTINA C.E.:G
A INVEST
091.320922 MESSINA MARINE 4 VANI PANORAMICO VISTA MARE IN RESIDENCE CANTINA POSTO AUTO 185.000,00 - C.E.:G

A INVEST
091.320922 SCIUTI AMPIO 4 VANI 160 MQ SERVIZI
A INVEST
091.320922 STATUA VENDESI 4 VANI SERVIZI PIANO ALTO - C.E.:G
A INVEST
091.320922TOMMASO NATALE 4 VANI PANORAMICO POSTO AUTO 130.000,00 - C.E.:G
A INVEST
091.320922 VIA ALBIRI (ORSA MINORE) 4 VANI
RESIDENCE POSTO AUTO - C.E.:G
A INVEST
091.320922 VIA VULPI VENDESI LIBERI 3 VANI
95.000,00 4 VANI 115.000,00 - C.E.:G
A TOPBUILD
(San Lorenzo) Irripetibile residence signorile 4 vani + accessori,ottimo stato
€175.000 tel 091518568 www.topbuild.it
A TOPBUILD
(Unità d'Italia-Sperlinga) Irripetibile elegante ampio 4 vani + accessori terrazzato buono stato €330.000 tel 091518568
www.topbuild.it
A TOPBUILD
(Villabianca) Irripetibile unico nel suo genere signorile ampio 4 vani + accessori
terrazza 150 mq tripla esposizione
€250.000 tel 091518568 www.topbuild.it
A TOPBUILD
(Villabianca) Signorile luminoso ampio 4
vani + accessori ottimo stato €270.000 tel
091518568 www.topbuild.it
A TOPRESIDENCE
C.so Calatafimi Bassa 4 vani piu' cameretta totalmente ristrutturato.091347627 C.E.:G
AG.3
PROGETTOCASA091/2524922 rotando oreto
3 vani e mezzo piano alto buono stato
posto auto vista mare - C.E.:G
AG.3
PROGETTOCASA0912524922 Cavour conservatorio 4 mezzo vani buono stato luminoso 145.000 progettocasa-bersagliere.
it - C.E.:G
AG.3
PROGETTOCASA0912524922 disponiamo di appartamenti di nuova costruzioni in pronta consegna dei mille regione siciliana
villabate messina marine foro italio casteldaccia con ottime rifiniture da
150.000 - C.E.:E
AGOSTINI
0917219256 Albanese-Santa Lucia piccolo
qradrivani vista mare, ascensore,
150.000,00. - C.E.:G
AGOSTINI
0917219256 Sciuti 4 vani doppi servizi, piano
secondo, discreto stato.
AGOSTINI
www.agostiniimmobiliare.it Rifinito accessoriato 4 vani, panoramico terrazzo,
box, zona Tommaso Natale. - C.E.:G

CARLINO 091.6112668
DIETRO GRANDE MIGLIORE IN PALAZZINA RISTRUTTURATA PIANO TERRA CON PATIO INTERNO E TERRAZZE. 4 VANI, POSTI MOTORE. WWW.
CARLINOIMMOBILIARE.IT
CARLINO 091.6112668
IN COSTRUZIONE. ZONA VIA GALLETTI IN MEZZO AL VERDE. SOGGIORNO - COTTURA, 2 LETTO, BAGNO. RICHIESTA €160.000,00. WWW.
CARLINOIMMOBILIARE.IT
CARLINO 091.6112668
LEONARDO DA VINCI. 4 VANI, PIANO ALTO. RICHIESTA €220.000,00. WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT
CASAIMMOBILIARE
091.336456 DANTE (F.PPO PARLATORE) QUADRIVANI POSTO AUTO E CANTINA WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 DI MARZO QUADRIVANI CAMERETTA 330.000.00 OTTIMO COME STUDIO WWW.
CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 MAQUEDA VIA QUADRIVANI RISTRUTTURATO PARQUETTATO TETTI ALTI
WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 NOTARBARTOLO (CANTIERI FINOCCHIARO VIA) QUADRIVANI PIANO 3Ëš LUMINOSO.
WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 POLITEAMA ( MARCONI) RIFINITO
QUADRIVANI PARQUETTATO OTTIMO STATO
WWW.CASAIMMOBILIAREPALEMRO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 POLITEAMA (RICASOLI) QUADRIVANI
IN EDIFICIO OTTOCENTESCO €340.000.00
WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 STRASBURGO ZONA QUADRIVANI
LUMINOSO POSTO AUTO CANTINA WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 U. GIORDANO (CILEA VIA) QUADRIVANI PARQUETTATO PIANO ALTO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CIA 29
091589323 via Catania mq.122 piano rialzato €265.000,00 - C.E.:G
CIA 29
091589323 Via Leopardi 4 vani piano 4Ëš da
ristrutturare. - C.E.:G
CIA 29
091589323 Via Leopardi 4 vani piano 4Ëš da
ristrutturare. - C.E.:G
EVERGREEN: 091.336652
VIA DEL GRANATIERE, ATTICO 4 VANI, AMPIO
TERRAZZO, 350.000. - C.E.:G
EVERGREEN: 091336652
Alcide De Gasperi, piano settimo, quadrivano, servizi. 295.000 - C.E.:G
GESIM
0916254066 Via Di Liberto Sciuti luminoso 4
vani termoautonomo - C.E.:G
GRIMALDI
091.331321 Passo di Rigano: piano rialzato
100 mq - terrazze - 190.000,00
CONTINUA A PAG. 31

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Annunci 31

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

CONTINUA DA PAG. 30
GRIMALDI
091.331321 Tribunale: nuova costruzione
105 mq 30 di terrazzo - 260.000
GRIMALDI
091.582545 Isola delle Femmine: mq 100 piano terra- terrazzo 150.000
IMMOBILIARE DIGRIGOLI
Adiacente poste centrali ristrutturato
quadratura 115 / piano terzo 091.6127021 C.E.:G
IMMOBILIARE DIGRIGOLI
Via Polito quadratura 110 cantina / posto
auto / 168.000,00 091.6127021 - C.E.:G
IMMOBILPALERMO
Quadrivani Via Galletti termoautonomo
posto auto €200.000 0917829122 - C.E.:G
MEDICASE 0916262737
Libertà/Parisi palazzina liberty grazioso
quattro vani + ammezzatino + terrazzino no ascensore -450.000,00 - C.E.:G
PUNTO CASA
091.301001 MICHELANGELO (COSENZ) 4 vani residence ristrutturato posto auto 210000
- C.E.:G
PUNTO CASA
091301001 CALATAFIMI 4/5 vani cucina abitabile posto auto - C.E.:G
SIM.SICULAIMMOBILIARE
€135.000, libero quadrivani, pressi Castello Zisa (EPgl160,2)- 0916377272 - C.E.:G
SIM.SICULAIMMOBILIARE
Attico viale Lazio, quadrivani, terrazza,
libero, €300.000 0916377272 - C.E.:G

CASAIMMOBILIARE
091.336456 POLITEAMA (SIRACUSA VIA) PENTAVANI PIANO ALTO BUONO STATO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 STRASBURGO ZONA PENTAVANI PIANO ALTO TERMOAUTONOMO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

IMMOBILIARE DIGRIGOLI

EVERGREEN: 091336652
via messina marina, ampio pentavani ristrutturato, giardino, 175.000 - C.E.:G

GRIMALDI
091.331321 Regione Siciliana Via Villagrazia
:135 mq 3 piano 150.000

MEDICASE 0916262737

GRIMALDI
091.484543 Zisa/Giuditta: libero 180 mq + 225
giardino -

MEDICASE 0916262737

EVERGREEN:091336652
via altofonte, pentavani, servizi, tre posti auto, 225.000. - C.E.:G
GRIMALDI
091.582545 Principe Belmonte : rifinito mq
135 tetti alti decorati 370.000

LB. IMMOBILIARE
Via Autonomia Siciliana ampio esavani più
accessori 0917302960 - C.E.:G

IMMOBILIARE DIGRIGOLI
Messina Marine residence quadratura
125 /posto auto / 155.000,00 / 091.6127021 C.E.:G

MEDICASE 0916262737
Libertà/Politeama - ampio esavani prestigioso edificio ottima esposizione - C.E.:G

IMMOBILPALERMO
Pentavani Via Casalini (Leonardo da Vinci)
terrazza posto auto 235.000 0917829122 C.E.:G

TOSTI
091.6914159: San Lorenzo, appartamenti
nuova costruzione, varie quadrature,
posto auto.
TOSTI
091.6914159:Tommaso Natale, luminoso comodo appartamento, buone condizioni.
€175.000,00

PUNTO CASA
091.301001 LIBERTA' appartamenti 6/9 vani
ottimo contesto prospetto strada C.E.:G

TOSTI
0916914159: Sferracavallo\Barcaiuoli, villetta con ampi spazi esterni,da ristrutturare.

QUARTIERE MATTEOTTI
SIGNORILE AFFASCINANTE APPARTAMENTO
MQ 210 PALAZZINA LIBERTY AMPIO GIARDINO
CIRCOSTANTE ACCESSO CARRABILE STUDIOBM
525255

A TOPRESIDENCE
Reg.Siciliana/Lazio appartamento in villa
mq 160 su due livelli piu'terrazzo.091347627 - C.E.:G
AGOSTINI
0917219256 via Bentivegna 2 piano d'epoca
su due livelli ristrutturato . - C.E.:G
CARLINO 091.6112668
COSTANTINO NIGRA. APPARTAMENTO MQ 130.
IDONEO STUDIO €145.000,00. WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT
CARLINO 091.6112668
PIAZZA BORSA - PALAZZO ISNELLO. APPARTAMENTO MQ 130. RICHIESTA €185.000,00. WWW.
CARLINOIMMOBILIARE.IT
CARLINO 091.6112668
PIAZZALE UNGHERIA. PRESTIGIOSO, RIFINITO APPARTAMENTO. 13Ëš PIANO, 5 VANI. WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT
CARLINO 091.6112668
TERRASANTA. COMODO 5 VANI, PIANO QUINTO. RICHIESTA €310.000,00. WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT
CARLINO 091.6112668
VIA MONTECARLO. APPARTAMENTO PIANO ALTO.5 VANI, SERVIZI. WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT
CARLINO 091.6112668
ZONA CLINICA MADDALENA. IN RECENTE PALAZZINA COMODO 5 VANI. POSTO AUTO.
€250.000,00 WWW.CARLINOIMMOBILIARE.
IT
CASAIMMOBILIARE
091.336456 GALILEO GALILEI PENTAVANI LUMINOSO OTTIMO CONTESTO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

IMMOBILIARE DIGRIGOLI
Adiacente Politeama (Villareale) quadratura 210 piano quarto / ascensore
091.6127021 - C.E.:G

GRIMALDI
091.582545 Via Sciuti: mq 160 piano 6Ëš ottimo stato

LIBERTA' CROCI
prestigioso 5 vani cucina servizi antica
costruzione luminosissimo www.agenziaimmobiliareduemme.com - C.E.:G

A TOPBUILD
(Leonardo da Vinci) Irripetibile prestigioso 5 vani + accessori ristrutturato
€260.000 tel 091518568 www.topbuild.it

091.582545 Libertà: 100 mq 2 luci ottimo stato trattative riservate

GESIM
0916254066 VIA TRINACRIA LUMONOSO SEI VANI MQ 170 PIANO QUARTO CANTINA TERMOAUTONOMO - C.E.:G

LB. IMMOBILIARE
Malaspina luminoso pentavani più accessori terrazzo possibilità box 0917302960 C.E.:G

A TOPBUILD
(De gasperi-Restivo) irripetibile signorile
luminoso 5 vani + accessori buono stato
posto auto cantina €340.000 tel 091518568
www.topbuild.it

GRIMALDI

CIA 29
091589323 Viale Strasburgo comodi 5 vani
panoramici - C.E.:G

SIM.SICULAIMMOBILIARE
Piazza De Gasperi-Fante, panoramicissimo sul verde, vani 4 e mezzo, cucina abitabile . 0916377272 - C.E.:G

A INVEST
091.320922 RICERCHIAMO APPARTAMENTI VARIE QUADRATURE PER I NOSTRI CLIENTI

091.582545 De Gasperi Belgio: uffici e corpi
indipendenti varie metrature e destinazioni - da 130.000

GRIMALDI

LB. IMMOBILIARE
De Gasperi luminosopentavani più accessori ottimo stato 0917302960 - C.E.:G

Compravendita
Cinque Vani

FRIMM
VialeFrancia esavano ristrutturato salone triplo trecamere più servizi postoauto accettasi permute - C.E.:G

GRIMALDI

GESIM
0916254066 PIAZZA AMENDOLA HOUEL PIANO
QUINTO mq 210 OLTRE MANSARDA e TERRAZZA
- C.E.:G

CASAIMMOBILIARE
091.336456 VILLASPERLINGA (D'ANNUNZIO VIA)
AMPIO PENTAVANI CON TERRAZZO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

SIM.SICULAIMMOBILIARE
Ernesto Basile, pressi, libero quadrivani,
termoautonomo, 0916377272 - C.E.:G

4.D

CIA 29
091589323 Via Giacomo Cusmano comodo 6
vani più terrazzino. - C.E.:G

SIM.SICULAIMMOBILIARE
Val di Mazara-Ausonia, libero, ampio esavani, doppio ingresso, possibilità box
0916377272 - C.E.:G
TOSTI
091.6914159: Viale Regione Siciliana N.O, in
edificio signorile, appartamento panoramico. Buono Stato.
TOSTI
091.6914159:Sferracavallo\Ennio, luminoso appartamento, quadratura 175, con
terrazza verandata.

4.F

Compravendita
Sette e più Vani

A TOPBUILD
(Ausonia) Irripetibile signorile panoramicissimo 11Ëš piano 7 vani + accessori 220 mq
divisibili buono stato €480.000 tel
091518568 www.topbuild.it

CAJOZZORE 091.9801248
Teatro Massimo spettacolare attico bilivelli mq 350 oltre terrazza - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 LIBERTA' (D'ANNUNZIO VIA) SETTEVANI OTTIMAMENTE DISTRIBUITO LUMINOSO
WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
GRIMALDI
091.582545 Via Ausonia: 205 oltre 90 di terrazzo - ottime finiture - 580.000

A TOPRESIDENCE
Attico Politeama/Michele Amari rifinito
panoramico 6 vani mq 180.091347627 - C.E.:G

GRIMALDI
091.6090414 Da Vinci : rifinito mq 250 ottimo stato 620.000

A TOPRESIDENCE
Galilei/Borremansin residence panoramico 6 vani cucina abitabile posto auto. C.E.:G

MEDICASE 0916262737
zona libertà/croci - signorile panoramico 240 mq- termoautonomo- trattative
riservate anche permuta - C.E.:A

A TOPRESIDENCE
Liberta'/La Marmora panoramico 6 vani
cucina /soggiorno ristrutturato termoautonomo divisibile.091347627 - C.E.:F

SIM.SICULAIMMOBILIARE
Sciuti pressi, libero, luminoso, ampio sette vani, tripli servizi, termoautonomo
0916377272 - C.E.:G

A TOPRESIDENCE
Reg.Siciliana/Lazio rifinito appartamento in villa mq 200 piu' giardino mq
150.091347627 - C.E.:G

TRIBUNALE
piazza alto reddito locato mq. 260 euro
390.000,00. 320 / 8167448.

4.G
AG.3
PROGETTOCASA091/2524922 Via Ventura in
residence attico e superattico mq 230 ampi terrazzi panoramicissimo mare - C.E.:G
AGOSTINI
0917219256 Cordova-Libertà grandi 6-7 vani costruzione 1940, piano terzo. - C.E.:G
AGOSTINI
0917219256 via Sciuti, 6 vani, piano primo,
termoautonomo,terrazzo. - C.E.:G
AGOSTINI
www.agostiniimmobiliare.it Adiacenze
piazza Indipendenza in palazzetto d'epoca 6 vani due livelli, terrazza. - C.E.:G

MEDICASE0916262737
Uditore - Magazzino 400 mq + pertinenza
esterna ottima visibilità -290.000 - C.E.:G
PUNTO CASA
091.301001 LIBERTA'/GIUSTI locale commerciale 220 mq prospetto strada villetta C.E.:F

4.I

Compravendita
Terreni

BALESTRATE
Vicinanze mare quadratura 5.000 edificabile / concessione villa quadratura 140 /
091.6127021 - C.E.:G

AGOSTINI
0917219256 Grande appartamento signorile via P.pe di Belmonte, piano primo. - C.E.:G

Compravendita
Sei Vani

libertà- villafranca locale due livelli
mq 600 ottimo affare reddito 45.000 annue - C.E.:G

PUNTO CASA
091.301001 DE GASPERI/TRINACRIA 6 vani posto auto cantina - C.E.:G

SIM.SICULAIMMOBILIARE
CroceRossa-Emilia, libero pentavani, spazi esterni, cantina, posto auto.0916377272 C.E.:G

4.E

dante- virgilio locali commerciali due livelli mq 250-240.000,00 - C.E.:G

A TOPRESIDENCE

A TOPRESIDENCE
Liberta' rifinito elegante mq 260 su due
livelli piu'spazi esterni posti auto DIVISIBILE .091347627 - C.E.:G

TOSTI
091.6914159: Sferracavallo\Porto appartamento indipendente da ristrutturare,
terrazzato. Vista mare.

Via DeGasperi Magazzino quadratura 190
semicantinato / 140.000,00 / 091.6127021 C.E.:G

MEDICASE 0916262737
regione siciliana /da vinci - decoroso esavani- signorile edificio -345.000 - C.E.:G

SIM.SICULAIMMOBILIARE
Calatafimi -Pindemonte, libero pentavani, veranda, piano rialzato, €130.000,000916377272 - C.E.:G

SIM.SICULAIMMOBILIARE
Sardegna-Empedocle Restivo, libero cinque vani più cameretta, cantina, box,
0916377272 - C.E.:G

091.582545 Magione: 410 mq 170 corte esterna - corpo basso 4 cantine.

Compravendita
Uffici e Studi

AGOSTINI
0917219256 Ufficio 2 vani via Marchese Ugo
(Gonzaga), locato . - C.E.:G
CARLINO 091.6112668
TRIBUNALE. UFFICIO TOTALMENTE RISTRUTTURATOMQ 95 CIRCA. WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT

4.H

Compravendita
Immobili Commerciali

A TOPRESIDENCE
Strasburgo/Dominici terreno edificabile
mq 600 con progetto approvato per bifamiliare.

CASAIMMOBILIARE
091.336456 LAZIO ZONA PENTAVANI LUMINOSO
OTTIMO STATO POSTO AUTO - C.E.:G

ATTICO LIBERTÀ
Parisi esavani buone condizioni terrazza
soppalchi
www.agenziaimmobiliareduemme.com 0916119851

AGOSTINI
www.agostiniimmobiliare.it Negozi: Via
Sampolo 3 luci mq.50 più soppalco;Bonaiuto (Uditore) mq.130, buon reddito; via Marconi, 40 mq; - C.E.:G

CASAIMMOBILIARE
091.336456 M.VILLABIANCA ZONA PENTAVANI
PIANO ALTO PARQUETTATO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

CASAIMMOBILIARE
091.336456 UDITORE VIA ESAVANI PIANO 4Ëš TERMOAUTONOMO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

CARLINO 091.6112668
VIA MAGLIOCCO, PIAZZETTA BAGNASCO VENDESI LOCALI COMMERCIALI.WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT

Grande Migliore/Fondo Caminneci rudere mq 125 oltre terreno.091347627 - C.E.:G

CARLINO 091.6112668
FICUZZA. AZIENDA AGRICOLA CON FABBRICATO
RURALE, BAGLIO, MQ 1.000. VENDESI. WWW.
CARLINOIMMOBILIARE.IT
CASAIMMOBILIARE
091.336456 FONDANFOSSI TERRENO MQ 850 RICHIESTA 550.000.00 WWW. CASAIMMOBILIARE PALERMO.IT
GRIMALDI
091.582545 Regione Pagliarelli: mq 5700
con struttura piante - 280.000
SIM.SICULAIMMOBILIARE
terreno mq. 1600, pressi Tommaso Natale, destinazione parcheggio, 0916377272

4.J

Compravendita
Ville Residenziali

A TOPBUILD
(Cardillo) Esclusiva villa unifamiliare trilivelli 9 vani + accessori,dependence mq
50 parco piantumato mq 2000 €850.000
tel 091518568 www.topbuild.it
A TOPBUILD
(Tommaso Natale) Irripetibile panoramicissima villa unifamiliare mq 70 ottimo
stato giardino mq 1000 €180.000 tel
091518568 www.topbuild.it

A TOPRESIDENCE
Reg.Siciliana/Costantino villa indipendente mq 450 oltre giardino mq 3300. C.E.:G

GRIMALDI

AG.3
PROGETTOCASA091/2524922 Altavilla ville
nuva costruzione ottime rifiniture ampi
spazi esterni vista mare progettocasa-bersagliere.it - C.E.:G

GRIMALDI

AREAIMMOBILIARE
091543999Addaura pressi Telimar appartamento in villa 5 vani vista panoramica
buono stato - C.E.:G

San Nicola Villetta quadrivani accessori
spazi esterni €175.000 0917302960 - C.E.:G

AREAIMMOBILIARE
091543999 Gibilrossa obelisco unifamiliare 2 livelli 300 m ampio terreno termoautonoma - C.E.:G
AREAIMMOBILIARE
091543999 Mondello (Mattei )unifamiliare
3 livelli ampio giardino buono stato C.E.:G
AREAIMMOBILIARE
091543999 Mondello pressi mare mezza bifamiliare indipendente 3 livelli giardino
ristrutturata - C.E.:G
AREAIMMOBILIARE
091543999 Mondello/Margherita Savoia
rifinita unifamiliare 700 m dependance
3000 m terreno - C.E.:A
CARINI VIASTURZO
Quadratura 140 su terreno di 2.800 oltre
rudere esistente / 091.6127021 - C.E.:G

091.6090414 Mondello Olimpo: ville spazi
esterni posto auto da 580.000
LB.IMMOBILIARE

MEDICASE 0916262737
Altavilla/Golden Hill- Villa bifamiliare quadrivani - ampio giardino - infrastrutture sportive - 140.000,00 - C.E.:G
MEDICASE 0916262737
Kastalia Village - Ragusa - Villetta - ampio giardino - splendide infrastrutture
€175.000,00 - C.E.:G
SIM.SICULAIMMOBILIARE
Piraineto-Carini, 150 metri dal mare, villa
su mq. 700 terreno alberato 0916377272 C.E.:G
TOSTI
091.6914159: Porto Rais,nuoveville unifamiliari riscaldate, vista mare
TOSTI
091.6914159: Sferracavallo villa due livelli, panoramica sul golfo, da definire.

4.K

Compravendita
Immobili Turistici

CARLINO 091.6112668
PORZIONE DI ANTICO CASALE. ZONA VIA UGO LA
MALFA. DUE APPARTAMENTI, GIARDINO. PISCINA WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT

A TOPRESIDENCE

CARLINO 091.6112668
ZONA VIALE MICHELANGELO ALTA. VILLETTA
MQ 225. RICHIESTA €335.000,00. WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT

AGOSTINI

CASAIMMOBILIARE
091.336456 ADDAURA APPARTANVILLA QUADRIVANI VISTA MARE SPAZI ESTERNI WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

IMMOBILIARE DIGRIGOLI

CASAIMMOBILIARE
091.336456 FONDANFOSSI PRESTIGIOSA VILLA
DOPPI LIVELLI AMPIO GIARDINO PISCINA WWW.
CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

SIM.SICULAIMMOBILIARE

CASAIMMOBILIARE
091.336456 TERRASINI VILLA UNIFAMILIARE RISTRUTTURATA GIARDINI VISTA
MARE
€360.000.00 WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CIA 29
091589323 Addaura villa su due livelli con
vista mare. - C.E.:G
CIA 29
091589323 Mondello Villa con piscina e depandance ottimo stato. - C.E.:G

Cefalu'ATTIVITA' centralissimi 5 bilocali
elegantemente arredati reddito annuo
€45.000,00.091347627 - C.E.:G

091.7219256 Residence Cala Rossa-Terrasini, villetta con giardino e terrazzo,
€150.000 . - C.E.:G

Scopello (GuidaLoca) quadratura 50 /
giardino 205 / 105.000,00 buonostato
091.6127021 - C.E.:G

Valle dei Templi-Cannatello ( Agrigento)
villa prossimità mare, 900 mq. terreno C.E.:G

4.L

GRIMALDI
091.331321 Aquino Piazza: nuova costruzione mq. 160 - giardino 1500 - possibilità permuta.
GRIMALDI
091.331321 Trabia villetta 100 mq + 135 giardino 210.000

Compravendita
Cantieri e Edifici

CENTRO STORICO
Alloro/ Amari palazzine con appartamentini terrazze box www.agenziaimmobiliareduemme.com 0916119851 - C.E.:G
TOSTI
091.6914159: Isola delle Femmine Stabilimento industriale con uffici direzionali,
magazzini e parcheggi.

5
EVERGREEN: TERRASINI
091.336652, NUOVA VILLA, CONFINANTE CITTA
DEL MARE, GIARDINO, 185.000 - C.E.:E

A TOPRESIDENCE
Cefalu'/Hotel Kalura panoramica villa indipendente terreno mq 22000 di cui 7000
edificabili.091347627 - C.E.:G

091.582545 Mondello: nuova costruzione
-mq 500 - giardino 4000 - piscina -possibilità permuta

Affitti Appartamenti
Domande

A INVEST
091.320922 RICERCHIAMO APPARTAMENTI UFFICI E MAGAZZINI PER NOSTRI CLIENTI
AREAIMMOBILIARE
091543999 Via Roma angolo Stabile rifinito 3 vani cucina abitabile parquettato C.E.:G
CONTINUA A PAG. 33

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Annunci 33

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

AREAIMMOBILIARE
091543999 Mondello/ Pioppi 1/2 bifamiliare
2 livelli 6 vani accessori ampi esterni C.E.:G

CASAIMMOBILIARE
091.336456 NOTARBARTOLO VIA BIVANI PIANO
ALTO ARREDATO OTTIMO CONTESTO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

PALLAVICINO
bivano con punto cottura in residence
euro 380 eventuale posto auto telefonare 3392190635

AREAIMMOBILIARE
091543999 Piazzale Fante attico 4 vani ampie terrazze termoautonomo posto auto - C.E.:G

CASAIMMOBILIARE
091.336456 PALAZZO TORREMUZZA TRIVANI ATTICO OTTIMO STATO BEN DISTRIBUITO WWW.
CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

SIM.SICULAIMMOBILIARE
Bersagliere-Don Bosco, ristrutturato
pentavani, parquet, termoautonomo
0916377272

AA
galileiangolo da vinci bivani cucina abitabile doppi servizi ristrutturato luminoso euro 600 cell. 3804322973

CAJOZZORE 091.9801248
Torre Sperlinga signorile panoramico
esavani box cantina - C.E.:G

CASAIMMOBILIARE
091.336456 PIAZZA CROCI ESAVANI IN CONTESTO SIGNORILE OTTIMO STATO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

SIM.SICULAIMMOBILIARE
Lancia di Brolo-Enrico Fermi, luminoso,
ampio, quadrivani, termoautonomo
0916377272

A INVEST
091.320922 CALATAFIMI AFFITTASI PIANO TERRA
3 VANI GIARDINO - C.E.:G

CALATAFIMI PISANI
5 vani cucina servizio termoautonomo
quarto piano www.agenziaimmobiliareduemme.com - C.E.:G

CASAIMMOBILIARE
091.336456 RAPISARDI VIA ATTICO SETTE VANI
OTTIMO STATO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

SIM.SICULAIMMOBILIARE
Piazza San Lorenzo-Maltese adiacenze,
panoramico, ristrutturato pentavani,
termoautonomo, 0916377272

CASAIMMOBILIARE
091.336456 SAN'AGOSTINO VIA AMPIO QUADRIVANI LUMINOSO TERRAZZE WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

SIM.SICULAIMMOBILIARE
Via Agrigento, (zona Libertà), pentavani,
termoautonomo, 0916377272

via campolo - negozio mq 260- 10 luci -ottime finiture- disponibilità maggio 2013 6.000,00 - C.E.:A

CASAIMMOBILIARE
091.336456 STRASBURGO (AUSONIA VIA) PENTAVANI PIANO ALTO BEN DISTRIBUITO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

TOSTI
091.6914159: Addaura\Via Rombulo, in residence attrezzato, villa vista mare.

MEDICASE 0916262737

prima volta, bionda dolce pazientissima
massaggi completi indimenticabile senza
fretta 3896948485.

Via Trinacria - ufficio/abitazione 5-7 vani
- Ristrutturati da 1000,00 - C.E.:A

CASTELVETRANO

TOSTI
091.6914159: Sferracavallo comodi bivani
ristrutturati, vicino al mare.

TOSTI

CONTINUA DA PAG. 31
LB. IMMOBILIARE
Viale Lazio uffcio quadrivani più accessori 0917302960 - C.E.:G

6

Affitti Appartamenti
Offerte

A INVEST
091.320922 ERNESTO BASILE AFFITTASI NUOVO
MONOVANO ARREDATO - C.E.:G
A TOPBUILD
(Cantieri-Porto) Elegante panoramicissimo ampio 4 vani + accessori €600 Tel
091518568 www.topbuild.it
A TOPBUILD
(Malaspina) Signorile panoramico 4 vani
+ accessori €600 tel 091518568 www.topbuild.it
A TOPBUILD
(Piazza Campolo) Signorile panoramico
ampio 3 vani + accessori €550 tel 091518568
www.topbuild.it
A TOPBUILD
(Pressi Politeama) Uso Transitorio signorile ampio bivani + accessori arredato
€600 tel.091518568 www.topbuild.it
A TOPBUILD
(Sturzo) Ampio bivani + accessori ottimo
stato €380 tel 091518568 www.topbuild.it
A TOPRESIDENCE
Via Roma/Poste Centrali elegante bivani
arredato referenziati.091347627 - C.E.:G
AFFITTASI
monolocali bilocali arredamento nuovo zona policlinico chiamare 0916262710
9,30 - 13,00
AFFITTASI
statua pentavani termosifonato salone
doppio due stanze soggiorno ottimo stato euro 740,00. 091 / 512594.
AG.3
PROGETTOCASA091/2524922 PALAZZO TAGLIAVIA bivani riscaldamento esposizione su
via stabile - C.E.:G
AG.3
PROGETTOCASA091/2524922 TORRE SPERLINGA
7 vani piano alto riscaldamento buono
stato tripla esposizione - C.E.:G
AG.3
PROGETTOCASA091/2524922 Viale Strasburgo 3 vani buono stato riscaldamento
600.00 - C.E.:G
AGOSTINI
091.7219256 Bivani arredati e non: Corso
Tukory, secondo piano; via de Spuches, in
palazzo d'epoca. via Terrasanta, piano
terzo; via Duca della Verdura, piano quinto.
AGOSTINI
0917219256 Appartamenti 3 - 4 vani, ristrutturati via Garzilli ; via E. Albanese; via Pitrè con giardino; viale Regione Siciliana
panoramico. - C.E.:G
AGOSTINI
0917219256Appartamenti in villa (Argonauti), 2-4 vani, arredati e non, ampio giardino. - C.E.:G
AGOSTINI
0917219256 Mondello ville o unità in villa,
arredate, contratti stagionali o annuali, ampi spazi esterni. - C.E.:G
AGOSTINI
0917219256via Cataldo Parisio ottimo bivani, piano quinto, grande terrazza. - C.E.:G
AGOSTINI
0917219256 Via Tasso (Ariosto) grande appartamento, piano primo, termoautonomo. - C.E.:G
AGOSTINI
0917219256 via XII Gennaio, ampio esavani in
palazzo d'epoca, terrazzo. - C.E.:G
AGOSTINI
www.agostiniimmobiliare.it Pressi Statua, ottimo 4 vani, piano primo, termoautonomo. - C.E.:G
AGOSTINI
www.agostiniimmobiliare.it Pressi Stazione Centrale (Maurolico), in palazzo
d'epoca ottimo pentavani. - C.E.:G
AGOSTINI
www.agostiniimmobiliare.it via La Lumia
appartamenti 5 - 6 vani, piano secondo e
terzo.
AGOSTINI
www.agostiniimmobiliare.it Via Torino
(Maqueda) luminoso 6 vani, piano terzo,
ottimo stato. - C.E.:G

Affittasi appartamento

5 vani doppi servizi, volte affrescate,
ascensore, cucina arredata,
ammezzato con wc, termoautonomo.
Sito in Via Garzilli/Castelnuovo.

Contattare il 335/1356931

CARLINO 091.6112668
AUTONOMIA SICILIANA. 5 VANI, DOPPI SERVIZI.
TERRAZZA.€650,00 WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT
CARLINO 091.6112668
BIVANI ARREDATI. A PARTIRE DA €450,00.
WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT
CARLINO 091.6112668
IN CENTRO. PRESTIGIOSI 5 - 6 VANI LIBERI E/O
ARREDATI. WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT
CARLINO 091.6112668
VIA AUSONIA. AFFITTASI 6 VANI. ABITAZIONE
E/O STUDIO. WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT
CARLINO 091.6112668
VIA VALDEMONE. APPARTAMENTO 3 VANI, CUCINA GRANDE. RICHIESTA €700,00. WWW.CARLINOIMMOBILIARE.IT
CASAIMMOBILIARE
091.336456 CALA (CASSARI VIA) TRIVANI ATTICO
OTTIMO STATO TERRAZZATO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 CATTEDRALE QUADRIVANI RIFINITO
OTTIMO CONTESTO POSTO MOTO 600.00
WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

Questo è il momento!
Con noi si fanno i migliori affari.

Carlino Immobiliare
091.6112668
www.carlinoimmobiliare.it
CASAIMMOBILIARE
091.336456 CAVOUR VIA TRIVANI ARREDATO
BUONO STATO OTTIMO CONTESTO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

CASAIMMOBILIARE
091.336456CORSO VITTORIO EMANUELE MONOVANO ARREDATO OTTIMO STATO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 DANTE (DEL FERVORE VIA) QUADRIVANI PIANO ALTO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 DANTE (RE FEDERICO) IN PALAZZO
D'EPOCA AMPIO ESAVANI WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456LARGO VILLAURA MONOVANO ARREDATOPIANO ALTO POSTO AUTO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 LIBERTA' (G.CARINI VIA) QUADRIVANI PIANO 2Ëš BUONO STATO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 LIBERTA' (SCROFANI VIA) PENTAVANIPIANO 4˚ €650.00 WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

CASAIMMOBILIARE
091.336456 STRASBURGO ( MALTESE VIA ) QUADRIVANI PIANO ALTO BUONO STATO - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 STRASBURGO ZONA PENTAVANI PIANO ALTO BEN DISTRIBUITO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 VALDEMONE VIA BIVANI PIANO ALTO OTTIMO STATO WWW.CASAIMMOBILIAREPALEMRO.IT - C.E.:G
CIA 29
091589323 De Cosmi/Villabianca attico
mq.100 + 100 di terrazzo - C.E.:G
CIA 29
091589323 Mondello disponibili ville 3 vani arredate e non. - C.E.:G
CIA 29
091589323 Piazza I. Florio ristrutturato 4
ambienti cucina arredata. - C.E.:G
CIA 29
091589323 Via Marchese di Villabianca 3 e 5
vani arredati rifiniti - C.E.:G
EVERGREEN:
BERNINI, TRE VANI, CUCINA SOGGIORNO, SERVIZI, PIANO TERZO, RISCALDAMENTI, 550. - C.E.:G
GRIMALDI
091.582545 - 331321 Centro: varie metrature
arredati e non ottimo stato
GRIMALDI
091.582545 Alpi Aquileia: ampi 5 /6 vani signorili a referenziati
IMMOBILIARE DIGRIGOLI
Addaura bivani arredato / terrazzato
520,00 condominio incluso 091.6127021 C.E.:G
IMMOBILIARE DIGRIGOLI
Via Simone Cuccia esavani / panoramico /
termautonomo / 1.000,00 091.6127021 C.E.:G
IMMOBILPALERMO
Grazioso Quadrivani Piazza Noce ristrutturato
termoautonomo
€650,00
0917829122 - C.E.:G
IMMOBILPALERMO
Nuovo Trivani arredato Via Leonardo da
Vinci (MotelAgip) posto auto 0917829122 C.E.:G
IMMOBILPALERMO
Trivani attico Via Galilei ampia terrazza
posto auto €650,00 0917829122 - C.E.:G
IMMOBILPALERMO
Trivani Via Toselli €600,00 ottimo stato
termoautonomo 0917829122 - C.E.:G
LB. IMMOBILIARE
Zona Belgio quadrivani e pentavani più
accessori 0917302960 - C.E.:G

CASAIMMOBILIARE

TOSTI
091.6914159: Via Judica, elegante loft parquettato, modernamente arredato, termoautonomo.

TRIVANI
via veneto termoautonomo luminoso
mq.90 euro 620 3288105689 091451609
VIA MESSINA
(Libertà) Pentavani quarto piano arredato o non 091.6127021 - C.E.:G

8

CASAIMMOBILIARE
091.336456 MONDELLO (IGEA VIA) TRIVANI INTERAMENTE ARREDATO SOPPALCATO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 MONTEPELLEGRINO MONOVANO
ARREDATOPIANO ALTO TERRAZZO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CASAIMMOBILIARE
091.336456 NOTARBARTOLO (U.GIORDANO) ATTICOQUADRIVANI GRANDE TERRAZZO PANORAMICO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT C.E.:G

MEDICASE 0916262737
Piazza S. Lorenzo. signorile edificio - 4 e
mezzo - posto auto - 700,00 - C.E.:G
MEDICASE 0916262737
Stazione Notarbartolo - Ristrutturato
luminoso 4 vani 1/2 - €750,00 - C.E.:G
MEDICASE 0916262737
tribunale -deliziso bivani ben arredatono ascensore -550,00 - C.E.:G
MEDICASE- 0916262737
pressi piazza indipendenza -indipendente
grazioso bivani contesto popolare arredato - 280,00 - C.E.:G
P.LE DE GASPERI
appartamento panoramico in condominioprestigioso salone doppio,camera, cameretta, cucina, stanza servizio, inintermediari 3485563685 sera

notarbartolo terrasanta - negozio due
livelli mq 845- nove luci - disponibile luglio 2013 - 22.000,00 - C.E.:A

091.6914159: Brancaccio edificio due livelli
uso laboratorio artigianale con uffici direzionali.
UFFICI
5 più 3 vani doppio ingresso zona centrale
signorile telefonare 3392190635
VIA SCIUTI
Ufficio quadratura 170 / Via Emerico Amari quadratura 170 091.6127021 - C.E.:G

26

Impiego e Lavoro
Offerte

via Palmerino 77 Palermo cerca consulente di vendita con esperienza minimo quinquennale, età 30/40. Per appuntamento
3318838177 - duevisas@virgilio.it.

Dovete vendere?
Dovete comprare?

A TOPRESIDENCE
Sciuti/Magnolie locale cantinato mq
1000 due ingressi carrabili licenza garage,
autolavaggio,divisibile.091347627

cercaci su:
www.carlinoimmobiliare.it
o telefonaci allo 091.6112668

AGOSTINI
091.7219256 Negozi: via S.Meccio una-due luci con possibilità deposito sottostante;
Quintino Sella (Libertà) 30 mq più 60 mq al
primo piano; via Valdemone mq.50; via Mariano Stabile mq.85; Zona Sampolo mq
200; via Cavour 52 mq; via Terrasanta mq
32; via Marconi mq 40. - C.E.:G
AGOSTINI
091.7219256 Uffici- studi professionali diverse quadrature in zona Politeama - Libertà. - C.E.:G
AGOSTINI
091.7219256 Via Roma negozi 2 - 4 luci, da 158
a 320 mq più soppalco - C.E.:G
AGOSTINI
www.agostiniimmmobiliare.it Uffici varie quadrature: via Resuttana; via Giusti-Tasso; in palazzo d'epoca via Cavour e
via Petrarca. - C.E.:G

Luana, stupenda e bravissima, dolce massaggi completi momenti relax 23 anni
3287096119.
CASTELVETRANO
novità bellissima fotomodella bionda
bravissimadolce massaggi completo indimenticabili 3341802337.
CASTELVETRANO
Novità fotomodella brasiliana 19enne
massaggio completissimo massima disponibilità 3772695978
CASTELVETRANO

spettacolare elisabetta 21enne bionda
snella massaggiatrice spagnola completissima indimenticabile 3396408329.
MARSALA
bellissima bravissima massaggiatrice affascinante dolcissima tutti giorni
3284292945.

POLTRONE
sofà palermo stiò srl via libertà 167/a palermo 90143 seleziona venditrice/venditore con provata esperienza settore arredo
e-mail
stio.srl@tiscali.it
fax
0916815943

27

Impiego e Lavoro
Domande

DIPLOMATA
disponibile come babysitter anche propriodomicilio (zona oreto) telefonare pasti 3895519638.

30

Servizi Vari

AAAAAAAA
fotomodella argentina massaggiatrice
3349272929
AAAAAAA
giacomo cusmano biondissima massaggiatrice 3294684035.

novità novità stupenda bravissima bellissima massaggi relax completo 320 /
2175363.
MARSALA
Patricia spagnola bellissima massaggiatrice affascinante senza fretta ti aspetto. tel. 3888321941.
MARSALA
prima volta bravissima Laura splendida
completissima pazientissima professionista senza fretta 3884547313.
NEW
new giovane thailandese dolcissima,
completissima massaggiatrice 331 /
2290605.
PALERMO
bai hua nuovo centro massaggi cinese.
via siracusa, 7 ammezzato. 327 / 1678946.
PALERMO
novità assoluta 27enne massaggiatrice
completissima deliziosamente indimenticabile senza fretta 3291291956
PALERMO
novità bella rossa attraente adriana
spagnola
40enne
disponibilissima
3451324281
PALERMO
novità lorena dolcissima spagnola 28enne
incantevole
disponibilissima
3338297631
PALERMO
novità russa bellissima bionda 20enne
massaggiatrice completa indimenticabile sempre 3385908914
PALERMO

AAAAAA
Via Maqueda massaggiatrice stupenda
bambolina 3279878627.

novità trans melany argentina mulatta
bravissima massaggi completi indimenticabile sempre 3332135825
PALERMO

CAJOZZORE 091.9801248
Torre Sperlinga prestigioso ufficio mq.
180 box cantina - C.E.:G

AAAA
Palermo donna paraguayana completissima
bravissima
massaggiatrice
340-0731200.

CARLINO 091.6112668
VIA LIBERTA'. UFFICIO 4 VANI. AFFITTASI WWW.
CARLINOIMMOBILIARE.IT

AAA
agrigento nuovissima bellissima pupa
francesina, 23enne, esperta massaggiatrice. 327 / 6962716.

PALERMO

CASAIMMOBILIARE
091.336456 CATTEDRALE UFFICI TRIVANI IN OTTIMO STATO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

AGRIGENTO
a san leone, amelia trans massaggiatrice
per momenti rilassanti 3663937172.

PALERMO

AGOSTINI
www.agostiniimmobiliare.it Piazza Castelnuovo ufficio 6 vani, tetti affrescati,
piano terzo.

CASAIMMOBILIARE
091.336456 POLITEAMA (STABILE) UFFICIO PENTAVANI PIANO 3Ëš BEN DISTRIBUITO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

091.336456 MONDELLO ( FONDANFOSSI) VILLA
BEN RIFINITA PENTAVANI E GIARDINO WWW.
CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

Libertà/Politeama - rifinito ufficio - 7 vani - 900,00 - C.E.:G

A INVEST
091.320922 RESUTTANA AFFITTASI LOCALE COMMERCIALE MQ 180 700,00 - C.E.:G

MEDICASE 0916262737
Altavilla/Golden Hill – villa 5 vani
panoramicissima– arredata – infrastrutture sportive. 550,00 - C.E.:G
MEDICASE 0916262737
Libertà/Notarbartolo - Ristrutturato - 5
vani - grande veranda - no portineria 850,00 - C.E.:G

CASTELVETRANO

MEDICASE

Affitti Locali
Offerte

CASAIMMOBILIARE

CASAIMMOBILIARE

Ufficio bivani Viale Strasburgo portierato ottimo contesto €550,00 0917829122 C.E.:G

DUEVI

CASAIMMOBILIARE
091.336456 DANTE VIA NEGOZIO MQ 50 SU DUE
LIVELLI WWW.CASAIMMOBILIARE PALERMO .IT
- C.E.:G

091.336456MOLDELLO (VALDESI) APPARTANVILLA DUE LIVELLI BEN RIFINITO CONTRATTO QUADRIENNALE WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

IMMOBILPALERMO

MARSALA
TOSTI
091.6914159: Via Veneto, luminoso pentavani, riscaldato, ristrutturato, piano alto.

MEDICASE - 0916262737
Hotel Palace Mondello - Villa bifamiliare
- 5 vani - transitorio - 1200,00 - C.E.:G

CASAIMMOBILIARE

bravissima bionda, spagnola, prima volta 25 anni, massaggiatrice completissima,
indimenticabile 3897903454.

MEDICASE 0916262737

091.336456 LIBERTA' (VIA TASSO) PENTAVANI
PIANO ALTO BEN DISTRIBUITO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

091.336456 M. DI VILLABIANCAZONA QUADRIVANILUMINOSO €650.00 WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

CASTELVETRANO

091484543 Libertà :mq 700 stabile d'epoca tetti affrescati -13.000

MEDICASE 0916262737

CASAIMMOBILIARE
091.336456 CENTRO STORICO (MALETTO VIA) TRIVANI RISTRUTTURATO BEN RIFINITO WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G

GRIMALDI

CASAIMMOBILIARE
091.336456 PRINCIPE DI BELMONTE (ZONA PEDONALE) UFFICIO QUADRIVANI WWW.CASAIMMOBILIAREPALERMO.IT - C.E.:G
CIA 29
091589323 Via Danimarca locale mq.350 in
ottimo stato. - C.E.:G
CIA 29
091589323 Via La Farina/P.zza Croci locale
mq.250 2 livelli più giardino depandance. C.E.:G
GESIM
0916254066 Libertà M.se Ugo uffici da 3 a 6
vani - C.E.:G
GESIM
0916254066 Piazza Marina mq 220 due livelli tre vetrine esclusivamente per sportello bancario - C.E.:G
GRIMALDI
091.484543 Sampolo Puglisi : ufficio mq 130
buono stato 800

AGRIGENTO
affascinante piacevole kamilla fotomodella maestra del massaggio senza fretta indimenticabile 3275578004
AGRIGENTO
appena arrivata prima volta bella 23 anni
affascinante
massaggi
rilassanti.
3885793107.
AGRIGENTO
giapponese nuovissima bellissima massaggiatrice 3885646069
AGRIGENTO
nuovissima bellissima thailandese ventiduenne esperta massaggiatrice, vero relax. 328 / 1738956.
AGRIGENTO
nuovissima frizzante solare dolce morettina capelli lunghi per massaggi
3895550844

prima volta anka. bellissima moldava,
dolcissima, paziente. 23 anni massaggiatrice. 338 / 2109638.

transex stupenda esageratamente bella
paziente disponibile completa tutto reale!!! Politeama 366 / 8915254.

zona Montepellegrino giovanissima mora completissima esperta in massaggi naturali 366/1926498.
PALERMO
zona porto, nuova arrivata massaggiatrice orientale, brava sempre. 380 /
8975328.
TRAPANI
affascinante dolcissima giovane bionda
massaggi rilassanti anche accompagnatrice tel. 3313483834.
TRAPANI
anna super novità italianissima bellissimamassaggiatrice 26 anni bionda completissima dolce affascinante 3896948335
TRAPANI
espertissima massaggiatrice pazientissima ambiente di lusso molto rilassante
tutti giorni. 3477462135.
TRAPANI

AGRIGENTO
simpatica mulatta completissima massaggiatrice senza fretta 3663506915.

Mulatta pazientissima dolcissima massaggi con calma senza fretta tutti giorni
3209415431

ALCAMO
partinico bellissima massaggiatrice per
momenti di vero relax, riservatissimo climatizzato 3456975562

TRAPANI

CANICATTÌ
affascinante bambolina carina stupenda fotomodella incantevole maestra
professionista
massaggi
naturali
3207699948

Novità affascinante, stupenda, bravissima bionda dolce massaggi completi senza fretta. 3662475963.
TRISCINA
stupenda colombiana massaggiatrice incantevole, dolce, bellissima tutto senza
fretta 3273976003.

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Casa

sceltedifamiglia

Lavori di manutenzione
Un affare da... donne

...
Domenica 3 Febbraio 2013

PAGINA34

I lavori di manutenzione in
casa diventano sempre più «un affare» da donne. Secondo un sondaggio condotto da www.lavorofatto.it è il sessanta per cento delle
donne italiane a scegliere gli artigiani per i lavori da far eseguire in
casa. La ricerca, condotta su un
campione di 5.000 iscritti al sito,
ha anche indagato tra il pubblico
femminile per capire quali siano i
professionisti più ricercati. Ed è co-

sì che tramonta anche il mito dell’idraulico come artigiano più desiderato. Dall’analisi dei dati raccolti, le richieste maggiori sono per i
falegnami (18%), seguiti dagli elettricisti (15%) e dai muratori (13%).
Nella classifica dei più richiesti ci
sono gli idraulici (12%), i fabbri e
imbianchini (entrambi al 10%).
Poi ci sono i parchettisti (9%), i termoidraulici (6%), i meccanici (5%)
e i giardinieri (2%). SA. RA.

arredamento. Secondo un recente studio sono stati più di sei milioni quelli accesi in questi ultimi mesi, nonostante temperature non rigide

Tra risparmio e suggestione
In Sicilia è caminetto-mania
Un impianto a legna può costare dai duemila ai 2.500 euro. Per i più tecnologici
il prezzo può arrivare fino a quattromila euro. Scelti anche per abbattere le bollette
Secondo uno studio
sono stati più di sei milioni
i camini accesi
in questi ultimi mesi

dai lettori

Ritorno
al classico

C

osa c’è di meglio
di un divano piazzato davanti ad un
bel camino? Meglio di così? Chissà
perché le nostre case sono
piene di anonime «piastre»
e non di classici camini e
stufe in ghisa (commento
all’articolo «Il divano angolo di benessere» del 25/11).

Giuseppe su www.gds.it

Eleonora Mazzola
Palermo

S

empre più caminetti
nelle case della Sicilia.
Anche se non si registrano temperature polari
nella regione, i siciliani
non intendono rinunciare all’atmosfera invernale e ad un taglio
netto alla bolletta della luce e del
gas.
Perché si sa, riscaldarsi non
costa poco. Questa tendenza è
stata registrata anche dalla
Coldiretti. Secondo uno studio
uscito pochi giorni fa sono stati
più di sei milioni i camini accesi
in questi ultimi mesi. Dato che
corrisponde all’aumento del ventisei per cento delle importazione da altri paesi della legna da ardere. La tendenza emerge da
una analisi della Coldiretti in occasione della diffusione dei dati
sul crollo del consumi di gas ai
minimi secondo le elaborazioni
di Staffetta Quotidiana su dati di
Snam Rete Gas, sulla base dei dati Istat relativi ai primi sette mesi
del 2012. «Una dimostrazione
evidente del ritorno di forme di
riscaldamento che sembravano
dimenticate dovuto – precisa la
Coldiretti – al crescente interesse verso questa forma di energia
che e diventata competitiva dal
punto di vista economico oltre a
essere più sostenibile dal punto
di vista ambientale». Ma anche
l’occhio vuole la sua parte. I sici-

liani in questa materia di dividono in due, e molto spesso si tratta di una questione anagrafica.
C’è chi ancora decide di installare nel salotto di casa un camino
dalle linee classiche che ricordano lo chalet in montagna, e chi invece opta per il moderno.
«E’ una questione di età e di
gusti soprattutto - spiega l’archi-

tetto Mario Arcuri dello studio
A+C di Sardegna che da poco
con altri colleghi ha cominciato
l’avventura sul web aprendo il sito internet www.helpcasa-architettilowcost.it – i giovani hanno
un buon rapporto con la rete e
quindi vengono prima a contatto con le mode e le tendenze scegliendo camini con design ricer-

cato. Le persone più adulte invece ricercano un camino classico
che si abbini al meglio con il resto della casa. Di certo, nell’installazione dei camini chi vive in
villa o in piani alti è avvantaggiato perché mettere la canna fumaria diventa più semplice». «Registriamo l’aumento delle vendite
dei caminetti da anni- afferma-

no dal punto vendita specializzato Oliveri Domenico di viale Regione Siciliana a Palermo - la gente è stanca di pagare le bollette salatissime del gas e quindi ritorna
alle origini. Tante mode si sono
susseguite negli anni ma il classico è sempre rimasto al top. Il
prezzo base per un buon caminetto parte dai 1.500 euro fino a
8 mila».
«Le richieste variano molto.
Dal classico al moderno. La verità è che il camino deve inserirsi
in un contesto già arredato quindi deve essere abbinato al meglio. Un camino a legna può costare dai 2.000 ai 2.500 euro mentre quelli che funzionano a pellet
dai 2.500 ai 4 mila euro», spiegano invece dal Centrocamini
Ibleo di contrada Cimillà a Ragusa. Gli esperti del settore però avvertono. Per l’installazione di un
camino mai affidarsi ai non
esperti. Il fai da te infatti può portare a serie conseguenze.
«Negli anni abbiamo visto di
tutto - continuano dal Centro Camini Ibleo - persino tetti infuocati. Esistono gli esperti del settore
che hanno fatto corsi appositi
per l’installazione di questi dispositivi. Noi offriamo questo tipo di servizio come la maggior
parte dei negozi specializzati. Da
noi costa dai 150 ai 250 euro».

come funziona

Arrivailpellet,
uncarburante
ecologico
perlefiamme

...

La maggior parte dei camini acquistati in Sicilia, secondo il
parere degli esperti del settore
funziona a pellet. Viene venduto in grossi sacchi ed ha la forma
di un ricciolo. La materia prima
utilizzata è principalmente il
legno: si tratta spesso di residui
della lavorazione industriale —
mobilifici o imprese di costruzioni — o derivanti dalla gestione
forestale. Altre biomasse possono essere utilizzate per produrre differenti tipologie di pellet.
Il materiale possiede le caratteristiche che hanno garantito il
successo di benzina, gasolio e
carbone, ma ad un costo economico ed ambientale più basso. Il
prezzo infatti non ha niente a
che vedere con gli altri combustibili. Un sacco di diversi chili può
venire a costare dai tre ai cinque
euro. «Abbiamo sacchi di pellet
economici - affermano dal punto vendita Oliveri Domenico –
però anche in questi casi bisogna stare attenti. Spesso questo
materiale proviene da paesi stranieri spesso dall’est europa che
mischiano la plastica al legno. Il
risultato non è sano». «Il pellet
viene bruciato quindi nell’aria si
liberano i gas che poi respiriamo
- afferma invece Roberto Maggio del negozio di via Don Orione - l’attenzione alla qualità
non è mai poca. È necessario
leggere le etichette per accertarsi della provenienza del prodotto». Il pellet è inoltre ecologico
essendo fatto di scarti di legno
non comporta l’abbattimento di
altri alberi. Un motivo in più per
acquistarlo. SA. RA.

abitudini. Sempre più ricercate sono anche le termocoperte, molto comode e immediatamente pronte all’uso

E per poter risparmiare arrivano le caldaie low cost

...

Non solo camini per riscaldarsi. Le caldaie continuano ad essere un solido punto
di riferimento per chi vuole garantire il tepore in casa durante i freddi giorni di inverno.
Anche in questo caso, a Palermo si guarda il depliant degli sconti delle aziende per cercare di risparmiare qualche euro, a vincere infatti è ancora il
low cost. «La crisi coinvolge
tutti i campi e il mercato si è allargato offrendo soluzioni che
vanno bene per tutte le tasche- afferma Roberto Mag-

gio, del punto vendita Maggio
Ricambi di via Don Orione a
Palermo – noi abbiamo delle
buone caldaie il cui prezzo va
dai cinquecento ai settecento
euro. Di certo sono prodotti di
aziende conosciute che offrono garanzia di durata e sicurezza».
Per chi invece non è molto
freddoloso e utilizza pochissimo i riscaldamenti esistono altre soluzioni. Sono state molto
vendute quest’anno le termocoperte. Dei caldissimi plaid
che si mettono sul letto o sul di-

vano pochi minuti prima di andare a dormire. Basta accendere l’interruttore ed il gioco è fatto. Il freddo è soltanto un vecchio ricordo. «Ce ne sono state
richieste tantissime- afferma
Andrea Montesanto della casa
del Rasoio di via Cavour - il
prezzo non è molto esoso.
Quella per lettino singolo costa trenta euro mentre quella
matrimoniale cinquanta euro.
Altri piccoli elettrodomestici
che ci richiedono sono i termoventilatori che funzionano sia
a caldo che a freddo e quindi

possono essere utilizzati tutto
l’anno e poi le stufette a led».
Anche in questo caso il prezzo di questi elettrodomestici
non supera i venti euro per i
termoventilatori e quindici euro per le stufette. Quando si
usano questi tipi di dispositivi
è sempre importante tenere
gli occhi aperti. Il rischio incendi e cortocircuiti è sempre dietro l’angolo.
Sul sito del ministero alla Salute (www.salute.gov.it) sono
pubblicati tutti i consigli per
evitare incidenti domestici.

Ad esempio è assolutamente
da evitare il contatto ravvicinato di parti del corpo a stufe o altri apparecchi elettrici per non
correre il rischio di ustioni o
complicazioni vascolari oppure coricarsi senza aver prima
spento apparecchi usati per
scaldare il letto (scaldini o termocoperte, o altro) oppure tenere tende svolazzanti o qualsiasi materiale infiammabile,
come tappeti, tappezzerie, in
prossimità di stufe elettriche o
a gas infine accostare i fili elettrici a fonti di calore. SA. RA.

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Cultura & Spettacoli 35

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

storie. Il poeta, docente di letteratura latina nella città dello Stretto per cinque anni, assegnò una sola tesi di laurea: insolita per la sua ideologia

Messina: Pascoli e l’allievo sacerdote
0 Massoneesocialista, affidòlostudiosu un’eglogadi Virgilioalgiovane DeLorenzo,seminarista aReggio
con prefazione di Dario Tomasello.
Il volume comprende anche
la tesi di laurea, pubblicata, in
appendice, in copia anastatica,
sul mistero del testo di Virgilio.
Roba da latinisti e filologi, però,
con qualche sorpresa accattivante.
Correva l'anno 1898. Pascoli
si trasferiva a Messina, con
l'amata sorella Mariù. Contento
per la cattedra, ma preoccupato
per la lontananza e i pregiudizi,
molto diffusi all'epoca, sulla Sicilia e il Meridione. In quella città, odiata e amata, restò cinque
anni, che poi definirà come
quelli «migliori, più operosi, più
lieti, più raccolti, più raggianti
di visioni, più sonanti d'armonie della mia vita».
Era incantato dalle bellezze
paesaggistiche e dai suggestivi
richiami lirici e mitologici. Tante luci sullo Stretto, ma anche
ombre: voci malevole di qualche collega, all'interno dell'Ateneo, l'apatia degli abitanti, i fumi neri di concerie e opifici che
ammorbavano l'aria in via Legnano, dove lui abitava (poi si
trasferì nella più centrale via Risorgimento).
Pascoli rischiò pure di rimanere stroncato da una terribile
malattia infettiva, il tifo, contratto, dopo aver mangiato cozze
del lago di Ganzirri. Si salvò a
stento, ma rimase debilitato.
Tuttavia, nonostante le tribolazioni, custodirà sempre, nel
suo cuore, quell'esperienza
messinese, proficua per la vena
letteraria, e anche, forse, per la
propria anima. In quegli anni,
andava elaborando la sua poetica, con la celebre metafora del
«fanciullino», e pubblicava varie opere con l'editore-libraio e
amico Vincenzo Muglia.
Dopo il terremoto del 1908,
alla città distrutta Pascoli dedicherà parole struggenti, mentre
il canonico De Lorenzo si prenderà cura dei sopravvissuti, soprattutto dei bambini. Per accogliere gli orfani, il sacerdote aprirà un Istituto di accoglienza,
«Gli angeli sulla collina», donando gli averi della sua famiglia.

A rispolverare la tesi e l’epistolario Pascoli-De Lorenzo è
un pronipote del canonico,
un magistrato messinese che
lavora al tribunale di Reggio
Calabria.
Eleonora Iannelli

...

messina

Uno scorcio di Messina alla fine del 1800, attraverso gli occhi di un testimone d'eccezione, Giovanni Pascoli. Ma, soprattutto, un mistero sulle inquietudini spirituali del poeta
romagnolo, di ideologia socialista e massone, che a un certo
punto, però, rimane colpito dalla figura di un giovane sacerdote, suo allievo all'Università dello Stretto. Lo studente modello
è Salvatore De Lorenzo, originario di Melito Porto Salvo, pendolare dal Seminario di Reggio Calabria.
Solo a lui Pascoli assegna
una tesi, l'unica in cinque anni,
durante il suo incarico messinese di docente di Letteratura Latina. Una ricerca di argomento
poetico-religioso, sulla quarta
Egloga di Virgilio e l'interpretazione messianica attribuita al
puer dell'età dell'oro. Una scelta che appare strana e insolita,
per un intellettuale profondamente radicato nell'ambiente
laicista del tempo. Addirittura,
dopo l'esame di laurea nel 1901,
l'insigne poeta continua a incontrarsi con il sacerdote De Lorenzo, raggiungendolo sulla
sponda calabra.
A rispolverare la tesi e l'epistolario Pascoli-De Lorenzo è
un pronipote del canonico, magistrato messinese che lavora al
tribunale di Reggio. Con l'intenzione di riesumare la memoria
della famiglia e animato da passione per lo studio e la scrittura,
Giuseppe Minutoli, affiancato
da due giornalisti ed esperti di
storia, letteratura e filologia, Sergio Di Giacomo e Giuseppe Ramires, si mette sulle tracce di Pascoli in riva allo Stretto. Il risultato è un interessante e accurato
saggio, a sei mani: Il professore
Pascoli a Messina e l'alunno sacerdote, edito da Città del Sole,

1

2

3

1 Pascoli con amici sul litorale Maregrosso di Messina. 2 Don Salvatore De Lorenzo. 3 Pascoli al balcone della casa messinese in piazza Risorgimento

politeama. Galindo e Vacatello per la Sinfonica teatro al massimo. Con Michel Altieri

(*eia*)

SPETTACOLARE E DIVERTENTE: ADRENALINA PURA

Dvorak «fuori dal coro» Zorro, eroe mascherato
e un Ciaikovski da virtuosi perfetto per un musical

...

palermo

Dvorak «fuori dal coro» si
direbbe, con riferimento a un’attuale pubblicità, quello proposto al Politeama dall’Orchestra
Sinfonica Siciliana con Mauricio Galindo sul podio. Era infatti l’ouverture Otello ad aprire il
programma e la Sinfonia n. 5 in
fa maggiore a concludere il concerto di inusuale ampiezza, che
incastonava il Concerto n. 1 di
Ciaikovski, solista al pianoforte
Mariangela Vacatello.
S’imponeva in primo piano,
quest’ultima, per un rilievo solistico che è già nella linea pianistica ciaikovskiana pur nella particolarità del rapporto del pianista con l’Orchestra e che la Vacatello valorizzava per un notevolissimo impegno tecnico di forte impatto sia nei famosi passag-

gi d’ottave sia nella forte, virtuosistica struttura del brano.
Un’evidenza di sicurezza e di
dominio che stimolava l’entusiasmo del pubblico appagato
da due altrettanto impegnativi
fuoriprogramma, la Polacca
chopiniana «eroicamente» affrontata con focoso slancio, cui
faceva seguito l’omaggio al palermitano (ma di carriera internazionale) Salvatore Sciarrino
con il Notturno n. 2.
Dopo le perorazioni lirico-drammatiche dell’ouverture, e il pieno rilievo all’enfasi
che permea il Concerto, Galindo
si è dedicato all’intenso spessore che dà corposità agli Allegri
della Sinfonia e con sensibile
flessuosità, in particolare, al secondo movimento. (*spa*)
sara patera

...

palermo

La prima cosa che ti viene in
mente è che il campione Stefano
Pantano ha fatto un ottimo lavoro: in W Zorro - il musical di Stefano D'Orazio con le musiche di
Roby Facchinetti, in scena ancora per tutta la prossima settimana al Teatro Al Massimo - sia gli
attori che i ballerini tirano di spada che è una meraviglia. Persino
sui passi del flamenco: gran bel lavoro, questo musical che recupera il buon cavaliere mascherato
nato con la California libera. Michel Altieri è malandrino quanto
serve, canta benissimo, balla e fa
l'amore con la bella Cecilia (Alberta Izzo, incantevole voce e bailaora), cerca di dribblare le avances dell'irrequieta (e bravissima
caratterista) Consuelo (Jacqueline Ferry), districandosi tra le go-

liardie del cattivo di turno, don
Juan (Roberto Rossetti) e i pasticci del sergente Garcia (Maurizio
Semeraro) con l'aiuto di un buon
frate un po' beone (Fabrizio
Checcacci). Ottima compagnia e
straordinario corpo di ballo, a voler essere puntigliosi mancano
soltanto il servo muto Bernardo e
il cavallo nero Tornado (che appare in video modello cartoon)
ma nel complesso lo spettacolo fila via che è una meraviglia, con la
regia appropriata di un aficionado dei musical come Fabrizio Angelini. Restano sullo sfondo le lotte e i diritti negati dei peones, ma
qui si balla e si canta e il musical
deve soltanto accennare al «sociale». D’Orazio ha fatto centro e
le musiche del collega Facchinetti servono a dovere l’idea. Tanti
applausi. (*sit*) simonetta trovato

METROPOLITAN - UCI CINEMAS

S CEGLI

IL

C INEMA

Dove c’è fantasia per la tua fantasia

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

36 Cultura & Spettacoli

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

mostra. Nel centenario dalla nascita, in esposizione nella Catania Art Gallery le opere tratte dalla collezione privata della famiglia del maestro

Aligi Sassu, l’arte
che trae forza
dalla «insularità»
0 Unpittoreamatoda Quasimodo«periraccordi
aisentimentinella rappresentazionedellanatura»
Omaggio in terra d’Etna a un
esponente-simbolo della «Corrente»che, per Giulio Carlo Argan, «reagì al Novecento presto
scaduto dal moderatismo al
conformismo e al servilismo».
Gerardo Marrone

1

...

Catania

Un pittore «che impressiona
le lastre della sua rappresentazione della natura con raccordi spontanei ai sentimenti, ai giochi nitidi
di una forza isolana». Così Salvatore Quasimodo «vedeva» Aligi Sassu, la sua produzione evocativa e
intensa, tra cavalli e nudi di donna immersi in «flash» di paesaggio. Al maestro, ai suoi colori — Il
rosso, il giallo. Un autunno di ricerca della verità — rende ora omaggio Catania con una mostra alla
Catania Art Gallery di via Galatioto che espone trenta opere della
collezione privata della famiglia
Sassu.
Appena trascorso il centenario
dal primo vagito dell’artista, resta
immutato il fascino suggestivo degli acquerelli, degli olii, dei pastelli di Aligi Sassu che fu capace di attraversare un secolo senza adagiarsi nelle sue mode. Non avrebbe potuto fare diversamente, d’altronde, l’eterno ragazzo della
«Corrente»: quel gruppo milanese
che, animato pure da Bruno Cassinari, s’intestò un movimento di rivolta morale e politica durante il
Ventennio, «reagendo decisamente — ha sottolineato Giulio Carlo
Argan — al Novecento, presto sca-

Aligi Sassu (1912 - 2000) al suo tavolo di lavoro
duto dal moderatismo al conformismo e al servilismo». Uno spirito ribelle, Sassu, che cercò a lungo
il proprio spirito creativo.
Un’esplorazione tormentata e
contraddittoria, tra «rivoluzione»
futurista — con l’adesione al Manifesto della Pittura, nel 1928, firmato assieme a Bruno Munari —
e Primitivismo, sino all’emersione definitiva e prepotente di uno
stile personale, unico, che non
può certo essere confinato in contenitori «scolastici».
Curatrice della rassegna catanese è Giovanna Giordano. La
scrittrice, nel catalogo, ricorda
più volte l’insularità di Sassu, milanese di nascita ma solo per l’anagrafe. Le sue tele, infatti, sono
scosse — scrive Giordano — dal
«vento che ha respirato caldo e
violento in Sardegna, quando era
bambino». E ancora: «Sassu era

un pittore di isola che da vecchio,
lontano dalla sua Sardegna, aveva
trovato a Maiorca un surrogato.
Per lui, Maiorca era un paradiso
perché dove la natura è aspra e forte, lì nasce la sua pittura». In quelle opere, però, Giovanna Giordano scopre anche qualcosa di etneo: «Brandelli, filamenti, pezzi di
lava calda che ancora bolle nel fuoco del tempo...».
La mostra Aligi Sassu. Celebrazione del centenario, inaugurata
ieri, resterà aperta sino al 2 marzo
nella Catania Art Gallery dal lunedi al venerdi, tra le 16.30 e le 20; il
sabato e la domenica dalle 10.30
alle 13, dalle 16.30 alle 20. Ingresso gratuito. Nello stesso spazio
espositivo potrà essere visitato sino al 16 febbraio Giallo Cera, un allestimento dedicato dal fotografo
Salvo Genovesi alla festa di Sant’Agata. (*gem*)

musica. Prima volta in Sicilia, oggi al Bellini, per la celebre «bacchetta»

2
1 «La grotta di Creta». 2 «Bacco e Arianna». Sono due delle opere di Aligi Sassu in mostra a Catania.

libri. Tema e ambientazione insoliti per un romanzo di Francesco Carofiglio

Wok, ragazzo in cerca di radici
tra affetti smarriti e tribù indiane
Giusi Parisi

...

...
catania
pappano,
il «sir»
dei direttori

«Sono felice che la mia prima
volta in Sicilia avvenga a Catania,
la patria di Vincenzo Bellini, e nel
teatro a lui dedicato». A parlare è
Sir Anthony Pappano, uno dei più
celebrati direttori d’orchestra al
mondo, alla vigilia del concerto
che dirigerà al Massimo Bellini
oggi alle 17,30. Il direttore d'orchestra anglo-italiano sarà alla guida

dei Solisti dell'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia,
formazione d'eccellenza della
quale è direttore musicale. Finora
non aveva mai diretto nell'Isola e
quello odierno è dunque il suo
«debutto siciliano». In programma musiche di Richard Wagner,
nel bicentenario della nascita, e
di Gustav Mahler.

Wok non è la padella cinese
che potreste avere in cucina. Nella
mani di Francesco Carofiglio diventa una splendida storia di formazione «on the road» d'un quindicenne rimasto improvvisamente orfano di madre e che un padre
non ha mai avuto. Wok (Piemme,
125 pagine, 10 euro) è il diminutivo semplice d'un nome lungo e
complicato che nella lingua
Cheyenne significa «antilope bianca»: Wokaihwokomas. Già, perché
il ragazzo ha origini indiane e, per
non finire preda dei servizi sociali,
con le ceneri di mamma in un thermos, scappa alla ricerca del nonno
che, da anni, in ospizio, è chiuso in
un silenzio misterioso. «Wok — dice Carofiglio — in realtà, è anche
l'esatta pronuncia del verbo inglese “to walk”, camminare. E, in effetti, il ragazzo di strada ne fa tanta... Alla ricerca d'un segreto che
solo il nonno può svelare».

4
un percorso
interiore
più che un viaggio
lungo chilometri
La storia, breve e coinvolgente,
si svolge in pochi giorni sullo sfondo notturno dei classici panorami
dei deserti del New Mexico e Arizona. «Più che un cammino chilometrico — aggiunge — Wok compie
un percorso interiore, più intimo
che fisico, su quelle strade che furono dei suoi avi, alla ricerca d'un
senso che deve dare alla sua vita
per continuare a vivere». Impresa
ardua visto che l'unica persona
che può aiutarlo è quel nonno in
ospizio, «un uomo che ha smesso
di vivere nel mondo». Ma il suo è
un silenzio pieno di parole. «È una
caratteristica tipica dei Navajo e
dei Cheyenne — continua Carofi-

glio — il fatto di parlare poco o affatto. Ma hanno anche un'altra, affascinante tipicità: non tradiscono mai. Hanno un senso di fedeltà
alle cose e agli uomini forse poco
sviluppata in noi europei, una dimensione lontana. Quindi un nonno indiano mi è sembrato perfetto
per una storia di emozioni sedimentate, tutte da (s)coprire, dove
la storia d'un adolescente m'è venuta a trovare e non il contrario».
E in questo racconto di silenzi
che svelano più di mille parole, la
colonna sonora migliore è quella
che solo la quiete del deserto riesce a dare. «Anche se per il booktrailer — commenta Carofiglio —
ho scelto un brano di Kevin MacLeod. Ma Wok è uno di noi: un ragazzo col cappuccio della felpa sempre alzato come tanti adolescenti
delle nostre scuole. Ma è già grande perché corre verso se stesso,
guidando senza patente una Dodge al cui sterzo ci si sente già on the
road». Perché non importa la meta: ciò che conta è il viaggio. (*giup*)

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Cultura & Spettacoli 37

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

mostre. Installazioni e performance create «in situ» da dieci giovani d’Oltralpe «ridisegnano» i percorsi della struttura palermitana rinata a nuova vita

CantieriallaZisa,tracced’artefrancese
0 Ilavori realizzatiduranteresidenze incittà:alcuniespostifinoal 10febbraio,altrisistematiall’internodi Zac
Una passeggiata attraverso
un percorso costellato da opere d'arte appositamente realizzate dopo un periodo di
sopralluoghi e residenze in
città.
Antonella Filippi

...

palermo

Si chiama Buongiorno
Blinky e si è inaugurata ieri sera.
Cos'è? È una possibilità inedita di
scoprire, attraverso l'arte, un luogo centrale nel progetto di rinascita di Palermo che ruota attorno alla cultura, alla creatività, all'incontro multiculturale. Dov'è? Ai
Cantieri Culturali alla Zisa, ovviamente. Qui le opere, le installazioni, le performance realizzate in situ da dieci artisti francesi saranno visibili, o udibili, in diversi spazi. Punto di partenza ZAC, regno
delle arti contemporanee, step
successivi lo Spazio Zero, la Sala
De Seta, la Grande Vasca, la Galleria Bianca, ma anche altri angoli
abbandonati dei Cantieri e, generalmente, non conosciuti. Una
passeggiata, dunque, attraverso
un percorso costellato da opere
d'arte appositamente realizzate
dopo un periodo di sopralluoghi
e residenze. Il progetto - organizzato dall'Institut Français di Palermo insieme con l'Accademia di
Francia a Roma - Villa Medici, il
Comune di Palermo e ZAC_Zisa
Zona Arti Contemporanee - è nato da un'idea di Emmanuel Van

1

2

1 La performance di Camila Oliveira Fairclough. 2 I Quattro Canti di Palermo visti da Manon Recordon
der Meulen che si è tirato dietro
Philippe Adam, Katinka Bock,
Bérangère Chargé, Clément Cogitore, Fanette Mellier, Laurent
Montaron, Camila Oliveira Fairclough, Manon Recordon, Olivier
Vadrot. Questo gruppo di artisti
dell'Accademia di Francia ha «ridisegnato» la mappa dei Cantieri,
offrendo al pubblico la possibilità
di conoscere meglio questi spazi alcuni già recuperati, altri ancora

da risistemare - attraverso le loro
opere dislocate ovunque. I dieci
artisti di Villa Medici hanno scelto di intervenire su questi
non-luoghi, tra vuoto e pieno, tra
aratura e semina, tra centro e periferia. Alcuni lavori realizzati in situ rimarranno esposti fino al 10
febbraio, altri saranno sistemati
all'interno di ZAC ma tutta la manifestazione sarà «fermata» nel
racconto per immagini dei registi

siciliani Daniele Fabrizi, Dario
Guarneri e Ruben Monterosso,
presenti durante la fase di preparazione. Gli artisti ospiti condivideranno la loro esperienza palermitana con la città e con gli studenti dell'Accademia di Belle Arti: ecco allora che la sezione
«Transiti» ha anticipato l'apertura della mostra nello spazio Zac.
«Il progetto - spiega Eric Biagi,
direttore dell'Institut Français di

Palermo - nasce da un desiderio
dell'Accademia di Francia Villa
Medici di investire su uno spazio
come quello dei Cantieri. Non si
tratta di una mostra ma di interventi sul posto, tutto ruota attorno al rapporto tra gli artisti e i Cantieri, in un momento di rinnovo
di questo luogo. È un po' un
“saluto” da parte di un'importante istituzione di Francia». Rimane, a questo punto, da spiegare il

titolo. «Buongiorno» uguale risveglio, uguale il desiderio degli artisti di lavorare nell'Italia di oggi, di
scoprirne un pezzo importante,
Palermo, e i suoi abitanti. Ed è un
omaggio al pittore tedesco
«Blinky» Palermo, vuoi per quel
cognome, anzi nickname, vuoi
per la sua concezione dell'arte, in
linea con lo spirito dei Cantieri,
luogo in costruzione. Meglio: in ricostruzione. (*anfi*)

prime cinema
sottolaguidaditomhooper,lafelicetrasposizionedell’omonimomusicalcreatonel1980

se un musical è il riscatto degli ultimi
Les misérables
Regia
Tom Hooper
Sceneggiatura
William Nicholson
Fotografia
Danny Cohen
Musiche
Claude-Michel Schonberg
Interpreti
Hugh Jackman,
Russell Crowe, Anne Hathaway,
Amanda Seyfried, Eddie Redmayne,
Sacha Baron Cohen,
Helena Bonham Carter
Origine
USA 2012
Genere
Drammatico, Musical
Dove
Aurora, Gaudium,
Igiea Lido, UCI Cinemas

S

tagione felice per Tom
Hooper che, reduce dal
successo mondiale de Il
discorso del re, ha accettato con Les misérables un'
autentica sfida. Quella di portare
sullo schermo le pagine immortali
di Victor Hugo, già ampiamente rivisitate sia dal cinema che dalla televisione, partendo questa volta dall'
omonimo musical creato nel 1980
dai francesi Claude-Michel Schonberg (musica) e Alain Boubil (testi),
poi divenuto nella versione inglese
di Herbert Kretzmer, con le oltre
diecimila repliche, uno dei più amati e popolari di tutti i tempi. E a giudicare dai primi risultati al botteghino e dalle ben otto nomination all'
Oscar, il quarantunenne regista londinese ha già vinto la sua battaglia.
Alla base del successo, la rinuncia a
stravolgere il musical con tagli e rimaneggiamenti, e l'assoluta fedeltà allo spirito ed al messaggio del testo, opera della maturità del grande scrittore ottocentesco, summa
del suo messaggio morale e del suo
impegno civile. La trama privilegia
le vicende di alcuni personaggi,

centrali nelle millecinquecento pagine del romanzo, inesauribile galleria di volti e di storie. Altra scelta
vincente gli interpreti di classe (qui
sorprendenti anche per le doti canore), che Hooper ha costretto a recitare cantando sempre dal vivo
(ha utilizzato la presa diretta), per
ottenere il massimo dell'autenticità. E il risultato è straordinario. Hugh Jackman è un convincente Jean
Valjean, ex galeotto di natura ribelle ma generosa, poi divenuto magnanimo benefattore. Non meno efficace Russell Crowe, nel ruolo del

CABARET

suo implacabile persecutore Javert, ottuso servitore della legge. E
poi c'è la straordinaria Anne Hathaway, un'intensa, sensibilissima
Fantine, che pur uscendo di scena
molto presto, non si dimentica.
Non meno felici i personaggi minori, da Cosette (Amanda Seyfried
che ricordiamo in Mamma mia!) al
suo innamorato Marius (Eddie Redmayne), appassionato e barricadiero. E che dire dell'impagabile duo
Baron Cohen - Bonham Carter? Coi
loro interventi fantasiosi in chiave
ironica e grottesca trasformano i

TEATRI

colosseum
Via Guido Rossa, 7 (Bonagia)
Il Mago Alivernini
in «Lo so fare... Lo faccio»
Sabato ore 21,15;
domenica ore 18,15
Prenotazioni 091442265
www.cineteatrocolosseum.it.

al massimo
“W ZORRO” IL MUSICAL
con Michel Altieri
Oggi Turno C
ore 17,15
Vendita biglietti al botteghino
Piazza Verdi, 9 - Palermo
091589070.

TEATRO jolly
«Ma che succede?»
Con Giovanni Nanfa,
Antonio Pandolfo,
Giuseppe Giambrone,
Nicola Vitale
Venerdì 21,30 - Sabato 22,00
Domenica 18,00
Informazioni: 0916376336.

teatro biondo
Via Roma, 258
tel. 0917434341
«Totò e Vicè»
di Franco Scaldati
con Enzo Vetrano
e Stefano Randisi
Turno domenicale ore 17,00.

TEATRO lelio
Oggi ore 18,00
Martufello
Info: 0916819122.

teatro libero
Ore 16,30 e 18,30
«Il principe felice»
Piazza Marina 0916174040.

«cattivissimi» coniugi Tenardier in
due simpatiche canaglie, introducendo qua e là una nota di leggerezza. La storia infatti, ben nota ai più,
è un continuo di scene e situazioni
ad alta temperatura emotiva, di crescente drammaticità. Tom Hooper
ci guida nel non facile percorso,
stando addosso ai personaggi con
dovizie di intensi primi piani e con
inquadrature sghembe, di apprezzabile virtuosismo stilistico, e ricostruendo con mirabili costumi e
scenografie, l'atmosfera e l'ambiente della Francia post napoleonica,

TEATRO COMICO
CCPAGRICANTUS
Ernesto Maria Ponte
«Palermo-Real Madrid»
venerdì, sabato 21,30
domenica 18,45
091309636
online: www.agricantus.org.

TEATRO RAGAZZI
CCPAGRICANTUS
Oreste Castagna
«Cartastorie»
Oggi 3 febbraio 17,00
091309636
online: www.agricantus.org.

dal 1815 al 1833, un periodo di restaurazione e di tracollo degli ideali
duramente conquistati con la rivoluzione del 1789, che culmina nei
moti di Parigi del 1832. Dopo l'iniziale spaesamento causato dai sottotitoli e dalla quasi assoluta mancanza di dialogo (poche battute
che alla fine risultano fuori tono),
poco alla volta si rimane conquistati. E superate alcune lungaggini nella parte centrale, un secondo tempo in continuo crescendo avvince
per la bellezza e l'intensità dei brani musicali: da On my own ,canto

dell'amore impossibile di Eponine
a Bring him home, accorata preghiera di Valjean, da Empty chairs
at empty tables, straziante dedica di
Marius ai compagni caduti, a Do
you hear the people sing?, esaltante
inno rivoluzionario. Domina la scena il difficile riscatto degli ultimi,
dei «miserabili», in balia dell'arroganza, dell'avidità e dei soprusi di
malvagi e di potenti, e il faticoso
percorso di un popolo che lotta per
sacrosanti diritti. In un caleidoscopio di passioni contrastanti, odio e
amore, vendetta e perdono, sofferenza e riscatto si intrecciano alla
luce di valori fondamentali, religiosi ed umani. E nel finale, strepitoso
e commovente, un inno di gioia e di
speranza che tocca corde profonde. (*eln*) eliana l. napoli

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

38 Tv, Meteo & Oroscopo
RAI 2

RAI 1
6.00 DA DA DA IN MUSICA
MUSICALE
6.30 UNOMATTINA IN FAMIGLIA ATTUALITÀ
9.30 TG 1 L.I.S. ATTUALITÀ
10.05 MIXITALIA ATTUALITÀ Il
programma che va alla
scoperta dei luoghi più
belli d’Italia suggeriti dagli
ospiti
10.30 A SUA IMMAGINE
ATTUALITÀ Settimanale di
comunicazione religiosa
10.55 SANTA MESSA
12.00 RECITA DELL’ANGELUS DA
PIAZZA SAN PIETRO
12.20 LINEA VERDE ATTUALITÀ
Conducono Eleonora
Daniele, Fabrizio Gatta. Un
programma di Carlo
Raspollini, Lucia Gramazio,
Paolo Marcellini, Nicola
Sisto e Vilma Tiberi
13.30 TELEGIORNALE
NOTIZIARIO
14.00 DOMENICA IN - L’ARENA
VARIETÀ
16.30 TG 1 NOTIZIARIO
16.35 DOMENICA IN - COSÌ È LA
VITA VARIETÀ
18.50 L’EREDITÀ GIOCO Una carrellata di giochi, di curiosità e di informazioni sono
gli ingredienti del programma quotidiano condotto da Carlo Conti. Ad affiancarlo le “professoresse
dell’Eredità”: Ludovica
Caramis, Eleonora Cortini,
Francesca Fichera e Laura
Forgia
20.00 TELEGIORNALE
20.35 TG SPORT
20.40 AFFARI TUOI GAME SHOW

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

RAI 3

RETE 4

CANALE 5

6.00 DUE UOMINI E MEZZO
TELEFILM La vita sregolata
di un compositore di jingle
subisce un forte cambiamento quando suo fratello
e suo nipote di 10 anni si
trasferiscono a casa sua
6.30 REAL SCHOOL - IL
DIVERTINGLESE
ATTUALITÀ
7.00 CARTOON FLAKES WEEK
END CARTONI ANIMATI
10.10 RAGAZZI C’È VOYAGER!
ATTUALITÀ Il programma
condotto da Roberto
Giacobbo dedicato ai telespettatori più giovani, con i
più grandi esperti del settore, professori universitari, scienziati e studiosi; indagando con un linguaggio semplice ma sempre
con serietà e attenzione
10.50 A COME AVVENTURA
MAGAZINE
11.30 MEZZOGIORNO IN FAMIGLIA ATTUALITÀ
13.00 TG 2 GIORNO NOTIZIARIO
13.30 TG2 MOTORI RUBRICA
SPORTIVA
13.40 METEO INFORMAZIONE
13.45 QUELLI CHE ASPETTANO...
VARIETÀ Antipasto di
“Quelli che”, con Victoria
Cabello
15.40 QUELLI CHE VARIETÀ
17.05 TG2 L.I.S.
17.10 STADIO SPRINT RUBRICA
SPORTIVA
18.10 90° MINUTO RUBRICA
SPORTIVA
19.35 COPS SQUADRA SPECIALE
TELEFILM
20.30 TG 2 NOTIZIARIO

6.00 FUORI ORARIO. COSE
(MAI) VISTE
7.00 GEO & GEO
DOCUMENTARI
7.20 LA GRANDE VALLATA
TELEFILM con Barbara
Stanwyck, Richard Long,
Peter Breck, Lee Majors,
Linda Evans, Napoleon
Whiting.
8.10 DOTTORE A SPASSO Film
9.50 L’ISPETTORE DERRICK
TELEFILM Un cult della televisione
10.45 TGR ESTOVEST ATTUALITÀ
Rubrica sui rapporti tra
Italia e i paesi europei che
guardano a est
11.05 TGR MEDITERRANEO
INFORMAZIONE Il programma dedicato ai Paesi
dell’area mediterranea.
11.30 TGR REGIONEUROPA
ATTUALITÀ
12.00 TG3 NOTIZIARIO
12.25 TELECAMERE ATTUALITÀ
12.55 PRIMA DELLA PRIMA
MUSICALE
13.25 PASSEPARTOUT
MAGAZINE
14.00 TG REGIONE. TG REGIONE
METEO NOTIZIARIO
14.30 MINIRITRATTI MAGAZINE
15.00 TG 3 LIS NOTIZIARIO
15.05 ALLE FALDE DEL
KILIMANGIARO VARIETÀ
18.00 PER UN PUGNO DI LIBRI
GIOCO
18.55 METEO INFORMAZIONE
19.00 TG 3. TG REGIONE. TGR
METEO NOTIZIARIO
20.00 BLOB VIDEOFRAMMENTI
20.10 CHE TEMPO CHE FA

21.30
TUTTA LA MUSICA DEL CUORE
FICTION Angela Braschi
(Francesca Cavallin), ispettrice
del Ministero dell’Università,
viene inviata in un conservatorio della Puglia per un’indagine.

21.00
NCIS
TELEFILM Ancora una volta Gibbs
si reca in Messico dove è costretto
a prendere una decisione che
avrà grosse ripercussioni sulla
sua vita.

21.30
PRESADIRETTA
ATTUALITÀ Riccardo Iacona dedica
la puntata al caso Brescia dove sorge la Caffaro, la fabbrica che per 50
anni ha gettato nelle acque della
città 150 tonnelate di PCB.

21.30
IL MIGLIO VERDE
FILM 1935, penitenziario di Cold
Mountain: il capo delle guardie si
appassiona al caso del gigantesco
condannato Coffey, giudicato colpevole di aver ucciso due bimbe.

23.25 SPECIALE TG1 ATTUALITÀ
0.20 TG 1 - NOTTE. CHE TEMPO
FA NOTIZIARIO
0.45 APPLAUSI ATTUALITÀ
2.00 SETTE NOTE. MUSICA E
MUSICHE ATTUALITÀ

21.45 ELEMENTARY TELEFILM
Una rilettura in chiave moderna del celebre Sherlock
Holmes, di Sir Arthur
Conan Doyle
22.35 LA DOMENICA SPORTIVA

23.30 TG 3. METEO NOTIZIARIO
23.40 TG REGIONE NOTIZIARIO
23.45 SOSTIENE BOLLANI
VARIETÀ
0.55 TG3 NOTIZIARIO
1.05 TELECAMERE ATTUALITÀ

1.15

RAI 4

SKYMAX

6.00 MADDECHEAO Varietà
6.30 LA SITUAZIONE COMICA
Varietà
7.05 ALPHAS 2 Serie
8.30 WAREHOUSE 13 Serie
9.15 SURVIVORS Serie
10.15 NOEIN Telefilm
10.40 DENNOU COIL Telefilm
11.10 WHIP IT Serie
13.00 MAINSTREAM Magazine
13.30 QUIZ SHOW Film
15.40 30 ROCK Telefilm
16.25 MAD MEN Serie
17.10 RAI NEWS - GIORNO
17.15 MAD MEN Serie
18.05 FLASHPOINT Serie
19.40 DESPERATE HOUSEWIVES
Serie
21.10 DEXTER Serie
22.55 MAINSTREAM Serie
23.20 OLTRE LA LEGGE Film
0.55 ANICA APPUNTAMENTO
AL CINEMA
1.00 EXILED Film
2.50 RAI NEWS - NOTTE
2.55 RED RIDING TRILOGY 1980
Film
4.30 CAPRICA Serie
5.55 MAINSTREAM Magazine

meteo

12.30 L’ULTIMO DEI TEMPLARI
Film
14.10 THE TERMINATORS Film
15.40 VIRUS Film
17.20 LA MISSIONE DI CLARA
RINKER Film
18.50 ARMA LETALE 3 Film
21.00 NIKITA Film
23.00 FUNNY GAMES Film
0.55 JADE Film
2.30 LA MISSIONE DI CLARA
RINKER Film
4.00 VIRUS Film

7.50

9.20
10.00
11.00
11.30
12.00

12.45

14.00
14.40
15.35
15.50

18.55
19.35

3.30

FOXCRIME
14.30
15.25
16.20
17.15
18.10
19.10
20.05
21.00
21.55
23.45

EUROSPORT 1
13.00 COMBINATA NORDICA:
COPPA DEL MONDO Sport
14.00 SALTO CON GLI SCI: COPPA
DEL MONDO Sport
15.45 CALCIO: COPPA D’AFRICA
18.00 BILIARDO: GERMAN
MASTERS Sport
19.00 CALCIO: COPPA D’AFRICA
Sport
21.30 BILIARDO: GERMAN
MASTERS Sport
23.30 RALLY: EUROPEAN RALLY
CHAMPIONSHIP Sport

7.20

VITA DA STREGA
TELEFILM
SUPERPARTES ATTUALITÀ
Interviste, inchieste, approfondimenti. La politica
raccontata dai protagonisti
SLOW TOUR MAGAZINE
SANTA MESSA
LE STORIE DI VIAGGIO A...
MAGAZINE
TG 4 - TELEGIORNALE
NOTIZIARIO
RICETTE DI FAMIGLIA
MAGAZINE Conduce
Davide Mengacci
PIANETA MARE
DOCUMENTARI Conduce
Tessa Gelisio
TG4 - TELEGIORNALE
NOTIZIARIO
DONNAVVENTURA
ATTUALITÀ
IERI E OGGI IN TV
IL PAPA BUONO
MINISERIE con Bob
Hoskins, Ricky Tognazzi,
Ivo Garrani, Arnoldo Foà,
Erland Josephson, Chiara
Caselli. Regia di Ricky
Tognazzi
TG4 - TELEGIORNALE
NOTIZIARIO
IL COMANDANTE
FLORENT TELEFILM
“Morte programmata” Camille Deleuze è infermiera ed è appena uscita
di prigione, dopo aver
scontato una condanna
per omicidio. Il direttore
del carcere le trova lavoro
come infermiera per un
anziano signore, che però
viene trovato morto...

PLEASANTVILLE Film Anni
‘50: David è un appassionato di “Pleasantville” e...
ci finisce dentro
NODO ALLA GOLA COCKTAIL PER UN CADAVERE Film

ALICE

COLD CASE Telefilm
COLD CASE Telefilm
COLD CASE Telefilm
AWAKE Telefilm
JO Telefilm
LAW & ORDER: UNITÀ
SPECIALE Telefilm
LAW & ORDER: UNITÀ
SPECIALE Telefilm
LORO UCCIDONO Telefilm
CRIMINAL MINDS
Telefilm
C.S.I. Telefilm

PANE AMORE E FANTASIA
AMICI MIEI BISCHERI
LE MANI IN PASTA
COLTO E MANGIATO
CASA ALICE Rubrica
PRONTO IN TAVOLA
PIACERE PIZZA Rubrica
VEZZI DI CUCINA Rubrica
CUCINA E NOBILTÀ
PECCATI DI GOLA
I GRANDI MAESTRI DELLA
CUCINA ITALIANA Rubrica
22.30 PANE AMORE E FANTASIA

DOVETV

15.25 ABITO DA SPOSA CERCASI
Varietà
16.20 BABY PARTY ESAGERATI
17.15 CLIO MAKE UP
18.15 CERCO CASA
DISPERATAMENTE
19.10 SHOPPING NIGHT Varietà
20.10 TABATHA MANI DI
FORBICE
21.10 PAINT YOUR LIFE
22.10 24 ORE IN SALA PARTO

6.00 TG LA7. METEO.
OROSCOPO. TRAFFICO
NOTIZIARIO
6.55 MOVIE FLASH RUBRICA
CINEMATOGRAFICA
7.00 OMNIBUS ATTUALITÀ
Programma d’informazione e approfondimento con
rubriche, dibattito sul tema del giorno, rassegna
stampa, traffico e meteo
7.30 TG LA7 NOTIZIARIO
9.55 COFFEE BREAK ATTUALITÀ
11.05 IL TEMPO DELLA POLITICA
ATTUALITÀ Uno sguardo
sull’attività parlamentare
(in venti minuti). Deputati
e senatori a confronto sulle tematiche di stretta attualità politica
11.25 TI CI PORTO IO MAGAZINE
Gianfranco Vissani e
Michela Rocco di
Torrepadula alla scoperta
di alcuni dei piatti tipici
della regione
12.30 I MENÙ DI BENEDETTA
VARIETÀ
13.30 TG LA7 NOTIZIARIO
14.05 QUESTO PAZZO, PAZZO,
PAZZO, PAZZO MONDO
Film Per trovare un bottino
nascosto da un gangster si
scatena una caccia al tesoro
17.00 THE DISTRICT TELEFILM
17.55 RUGBY 6 NAZIONI:
ITALIA-FRANCIA Sport
20.00 TG LA7 NOTIZIARIO
20.30 IN ONDA ATTUALITÀ Il talk
dedicato all’approfondimento dei fatti di attualità
politica, economica, sociale e di costume del Paese

21.30
TITANIC
FILM L’aristocratica Rose (Kate
Winslet) e il proletario Jack
(Leonardo DiCaprio) s’innamorano durante il tragico viaggio.

21.25
LE IENE SHOW
VARIETÀ SATIRICO Inchieste, interviste, gag e satira sono gli ingredienti della nuova edizione dello
show, condotto da Ilary Blasi, Teo
Mammucari e la Gialappa’s.

21.35
LA VENDETTA DELL’UOMO CHIAMATO CAVALLO
FILM Tornato in Inghilterra dopo
essere a lungo vissuto coi Sioux,
lord Morgan sente, irresistibile, il
richiamo dei suoi amici pellirosse.

1.10

0.25

0.10

1.40

7.00
8.05
8.20
8.45
9.35
10.05
10.35

12.25
13.00
14.00
15.45

17.50

18.30
19.00
19.25

TG 5 NOTTE. METEO.IT
NOTIZIARIO
STRISCIA LA DOMENICA
VARIETÀ SATIRICO La versione domenicale del programma di Antonio Ricci

NATIONAL G.
15.55 TRUFFATO A
BARCELLONA!
16.55 SQUADRA SPECIALE UFO
17.55 MONSTER FISH: PESCI GIGANTI
18.55 LUPI DI MARE
19.55 TESORI PERDUTI
20.55 I SIGNORI DEL POKER
21.55 FUGA DAL PIANETA
TERRA
23.55 I SIGNORI DEL POKER
0.50 I GUARDIANI DELL’INFERNO

14.15

PER UN PUGNO DI GAMBERI
15.10 RIVER MONSTERS: I SEGRETI DI JEREMY
16.05 47 GIORNI IN BALIA DEGLI
SQUALI
17.00 AMERICAN GUNS
18.00 MONKEY GARAGE
19.00 TOP GEAR
20.00 TEXAS CAR WARS
21.00 INVENTING THE WORLD
22.00 COME È FATTO
23.00 MYTHBUSTERS

CIELO

oggi in italia

domani in sicilia
Trapani

Milano

Venezia

3+4°

Palermo

10+16°
3+5°

5+7°

Catania

4+12°

6+18°

8+13°
Agrigento

8+14°
Roma

Bari

Enna

Siracusa

1+10°
9+15°

8+14°

10+18°
Ragusa

5+12°

10+15°

temperature di ieri
BARI
10 / 19
NAPOLI
13 / 17
PALERMO
15 / 19
MESSINA
12 / 16
CATANIA
8 / 18
CAGLIARI
11 / 15
hELSINKI
-4/ -2
OSLO
-15 / -4
STOCCOLMA -9 / 1
COPENAGHEN 0 / 3
MOSCA
-2 / -1
BERLINO
1/8
VARSAVIA
1/5

8+15°

Caltanissetta

Ancona

Genova

Messina

10+17°

Napoli

0/3
5/5
8 / 12
4/6
3/4
1/5
10 / 9
2/4
13 / 11
9 / 18
12 / 13
11 / 13
12 / 15

LONDRA
3/8
BRUXELLES
3/8
FRANCOFORTE 4 / 7
PARIGI
2 / 10
VIENNA
3 / 11
ZURIGO
4 / 10
BELGRADO
7 / 12
ISTANBUL
7 / 10
MADRID
5 / 14
LISBONA
10/ 16
ATENE
np / 16
AMSTERDAM 2 / 7
PRAGA
3/6

17.45
18.10
18.35
19.00
19.25
19.50
20.15
21.55
22.20
23.10

PROFESSOR YOUNG
Telefilm
LAB RATS Telefilm
A.N.T. FARM Telefilm
A TUTTO RITMO Telefilm
JESSIE Telefilm
BUONA FORTUNA
CHARLIE! Telefilm
FOLLETTI SI NASCE Film
LIFE BITES Telefilm
THE SLEEPOVER CLUB
Telefilm
CYBERGIRL Telefilm

18.30 RUBRICA: SKY CALCIO
SHOW COUNTDOWN
19.00 CALCIO: TERZO TEMPO, IN
ONDA CON NOI Sport
19.30 SPECIALE: SUPERMARIO
HISTORY Sport
20.00 RUBRICA: SKY CALCIO
PREPARTITA Sport
20.45 CALCIO: SERIE A Sport
22.45 RUBRICA: SKY CALCIO POSTPARTITA Sport
23.30 CALCIO: TERZO TEMPO, IN
ONDA CON NOI Sport

TGS
5.00

6.00

7.00

9.00
12.50

13.20

13.50

14.30
14.45

17.10
19.00
19.05
20.20

21.00
21.05
21.30
22.20

22.50

LE NOTIZIE DI TGS I fatti
dell’isola. Nell’interno:
Notizie dall’Italia e dal
mondo
LE NOTIZIE DI TGS I fatti
dell’isola. Nell’interno:
Notizie dall’Italia e dal
mondo
LE NOTIZIE DI TGS I fatti
dell’isola. Nell’interno:
Notizie dall’Italia e dal
mondo
SPECIALE SHOPPING
NOTIZIARIO I EDIZIONE I
fatti dell’isola. Nell’interno:
Notizie dall’Italia e dal
mondo
LE NOTIZIE DI TGS I fatti
dell’isola. Nell’interno:
Notizie dall’Italia e dal
mondo
LE NOTIZIE DI TGS I fatti
dell’isola. Nell’interno:
Notizie dall’Italia e dal
mondo
CNR TV NEWS
TGS STUDIO STADIO In diretta dal teatro Colosseum
di Palermo. Conduce
Alessandro Amato
SPECIALE SHOPPING
CNR TV NEWS
SPECIALE SHOPPING
NOTIZIARIO II EDIZIONE I
fatti dell’isola. Nell’interno:
Notizie dall’Italia e dal
mondo
CNR TV NEWS
MEDICINA, COSTUME,
SOCIETA'
PROFILE
LE NOTIZIE DI TGS I fatti
dell’isola. Nell’interno:
Notizie dall’Italia e dal
mondo
CNR TV NEWS

12.50
NOTIZIARIO I EDIZIONE
In redazione Marina Turco
(nella foto)

23.00 LE NOTIZIE DI TGS I fatti
dell’isola. Nell’interno:
Notizie dall’Italia e dal
mondo
23.30 LE NOTIZIE DI TGS

RGS
GR:

7,30, 14.05, 16.05, 20.05, 21.05

RGS SPECIALE WEEKEND Con
Fiorella Mannoia
INMEZZO@VOI Con Giorgio
Panariello
9.00 HOT GOSS
Musica e Gossip con Loredana
Bona
11.00 RGS IN CUCINA Con Beppe
Palmigiano
13.00 INMEZZ@VOI Con Giorgio
Panariello
14.55 RGS STUDIO STADIO PalermoAtalanta Radiocronaca di
Giuseppe D’Agostino
17.00 RGS AL CINEMA
con Marilena Santaluna
19.00 RGS SPECIALE WEEKEND Con
Fiorella Mannoia
20.00 IL RITMO DEI GRANDI SUCCESSI
Con Max Geraci
22.00 INMEZZO@VOI Con Giorgio
Panariello
6.00
7.00

FREQUENZE: DA PALERMO A CEFALÙ
102,7 - DA ISOLA DELLE FEMMINE A
SEGESTA 100,4 - DA SEGESTA A
TRAPANI E PROVINCIA 97,0 - DA
CEFALÙ A CAPO MILAZZO 95,7 RAGUSA 103,5 - PROVINCIA RAGUSA
97,0 - CATANIA 100,6 - AGRIGENTO E
PROVINCIA 106,3 - MESSINA 107,9

oroscopo

) Unsistemafrontalevelocementeattraversa leregionisettentrionali finoad interessare
il Mediterraneooccidentale in movimento
versosud-est.Dalpassaggiosideterminanocondizionidimaltempo al
norde al centromentreal
sudsideterminano irregolarie deboli condizioni di
instabilità.SullaScandinavianuvolosità in aumento
mentresulle regionialpinee prealpine siregistrerannofenomeni di
maggioreintensità
connevicate abbondantiaquote
bassecollinari e
gelatenotturne.

0.30

SKYSPORT1

12.45 SKY TG24 PRIMO PIANO
13.00 GLI SGOMMATI
COMPILATION Varietà
13.30 CELEBRITY NOW - SATIRA
SELVAGGIA Varietà
14.00 VITE DA CROCIERA
15.00 TERAPIA D’URTO Telefilm
17.00 CIELO CHE GOL! Calcio
18.30 HELL’S KITCHEN Varietà
20.30 AFFARI AL BUIO
21.30 SPARTACUS: GLI DEI DELL’ARENA Telefilm
22.30 CIELO CHE GOL! NIGHT

10.50 CIAKNEWS
10.55 DREAMER - LA STRADA
PER LA VITTORIA Film
12.45 DUETS Film
14.45 L’ULTIMO CACCIATORE
Film
16.55 L’ULTIMA ALBA Film
19.10 COM’E’ DURA L’AVVENTURA Film
21.10 IL SOLITARIO DI RIO
GRANDE Film
22.50 L’INFERNALE QUINLAN
Film

0.25

TG LA7 SPORT NOTIZIARIO
SPORTIVO
MOVIE FLASH RUBRICA
CINEMATOGRAFICA
DUE NOTTI CON
CLEOPATRA Film

DISNEY

a cura di armando lombardo

la situazione in europa

BOLZANO
VERONA
TRIESTE
VENEZIA
MILANO
TORINO
GENOVA
BOLOGNA
FIRENZE
ANCONA
PERUGIA
L'AQUILA
ROMA

CALIFORNICATION
TELEFILM Le vicende di
Hank, scrittore newyorchese trapiantato in
California
SPORT MEDIASET

1.30

IRIS

16.00 LE PIÙ BELLE CITTÀ DEL
MONDO
17.00 VADO A VIVERE IN CAMPAGNA
18.00 FACCIAMO DUE PASSI?
18.30 FACCIAMO DUE PASSI?
19.00 PRENDERE O LASCIARE
20.00 CASA VISTA MARE
21.00 VENDO CASA: MISSIONE
POSSIBILE
22.00 LA CASA PIÙ BELLA DEL
QUARTIERE
23.00 AERIAL AMERICA

LA 7

SUPERPARTES ATTUALITÀ
GORMITI CARTONI ANIMATI
BEYBLADE METAL FURY
CARTONI ANIMATI
BEN 10 CARTONI ANIMATI
G.I. JOE RENEGADES
CARTONI ANIMATI
NARUTO SHIPPUDEN
CARTONI ANIMATI
FLIPPER FILM-TV con
Christian De Sica, Paola
Pitagora
STUDIO APERTO. METEO
NOTIZIARIO
SPORT MEDIASET XXL
NOTIZIARIO SPORTIVO
LA VERA STORIA DI
BIANCANEVE FILM-TV
SYDNEY WHITE BIANCANEVE AL COLLEGE
FILM-TV
LA VITA SECONDO JIM
SERIE Il protagonista è un
simpatico capofamiglia
(interpretato da James
Belushi) felicemente sposato con tre figli, il cui stile
di vita, nella sua semplicità, è tanto disarmante
quanto irresistibile. La sitcom è firmata da Tracey
Newman e Jonathan
Starked è in testa alle classifiche di qualità della tv
Usa
STUDIO APERTO. METEO
NOTIZIARIO
COSÌ FAN TUTTE SITCOM
TOMB RAIDER: LA CULLA
DELLA VITA Film Stavolta
Lara Croft (Angelina Jolie)
deve ritrovare il vaso di
Pandora

6.00 TG 5 PRIMA PAGINA
ATTUALITÀ Rullo di notizie
della durata di cinque minuti circa che si ripete
identico fino al Tg5 delle 8.
Alla fine, rassegna delle
prime pagine dei quotidiani più importanti. Tra
un rullo di notizie e l’altro,
l’oroscopo
7.55 TRAFFICO
8.00 TG 5 MATTINA
NOTIZIARIO
8.50 LE FRONTIERE DELLO
SPIRITO RUBRICA RELIGIOSA
10.00 A RUOTA LIBERA Film
Vincenzo Salemme resta
paralizzato per colpa di un
medico. Decide di far causa
11.55 MELAVERDE MAGAZINE
13.00 TG 5. METEO.IT
NOTIZIARIO
13.40 L’ARCA DI NOÈ ATTUALITÀ
Il nuovo appuntamento
dedicato agli animali a cura del Tg5
14.00 DOMENICA LIVE
ATTUALITÀ Il programma
contenitore della domenica pomeriggio condotto da
Barbara D’Urso
18.50 AVANTI UN ALTRO! GAME
SHOW Il programma ideato e condotto da Paolo
Bonolis, affiancato da Luca
Laurenti. Protagonisti i
concorrenti che, uno dietro l’altro, sono chiamati a
rispondere a varie domande di natura generale
20.00 TG 5. METEO.IT
20.40 STRISCIA LA DOMENICA
VARIETÀ SATIRICO

DISCOVERY

16.30
17.00
17.30
18.00
18.30
19.30
20.00
20.30
21.00
21.30
22.00

REALTIME

ITALIA 1

Cagliari

Catanzaro

10+16°
Palermo

) Cielo velato nel settore occidentale e settentrionale, sereno o poco nuvoloso sulle rimanenti province. Temperature
senza variazioni. Venti moderati da ovest sud-ovest. Mossi i
mari lungo le coste.

10+18°

11+18°

dopodomani in sicilia
) Cielo coperto con abbondanti piogge nel versante settentrionale e centro-meridionale.Cielonuvolososulla Sardegnacon debolipiovaschie precipitazioni.Temperaturesenza variazionial Nord,inaumentoal Centroe al
Sud.Venti moderaticonisolatirinforzida sudsud-estsui marisettentrionali,
daestsud-estsuimari centrali,da sudsud-ovestsui marimeridionali. Molto
mossoilTirreno, l’Adriatico,mossoloJonio,CanaleeStretto diSicilia.

) Variabilesututtalaregioneconpossibilitàdi deboleaumento della nuvolosità
inserata nel settore occidentale isolano.
Temperatureprevistein lievediminuzione.Venti moderatida ovestnord-ovest.
Mossio molti mossii marilungo lecoste.

Ariete (21 MARZO 20 APRILE). Momento si per i nati del segno. Gli
astri vedono di buon occhio le nuove conoscenze. Bella la serata.
Toro (21 APRILE 21 MAGGIO). Organizzate qualcosa di piacevole
insieme agli amici più cari. Risulterà una giornata davvero spassosa.
Gemelli (22 MAGGIO 21 GIUGNO). Domenica dagli influssi astrali
non molto positivi. Sarà bene dosare attentamente le parole. Con
chiunque.
Cancro (22 GIUGNO 22 LUGLIO). Giornata dai toni abbastanza
positivi. In evidenza il rapporto con gli amici. Tutto bene anche in
famiglia.
Leone (23 LUGLIO 22 AGOSTO). La persona amata potrebbe darvi
dei consigli. Vi conosce bene e sa cosa è meglio per voi. Datele
ascolto.
Vergine (23 AGOSTO 22 SETTEMBRE). I nati del segno potranno
vivere alcuni momenti di nervosismo in famiglia. Tutto bene,
invece, con gli amici.
Bilancia (23 SETTEMBRE 22 OTTOBRE). Possibili incomprensioni
con la persona che amate. Chiaritele e la giornata trascorrerà piuttosto serenamente.
Scorpione (23 OTTOBRE 22 NOVEMBRE). Giornata festiva dagli
influssi astrali piuttosto positivi. Bella l’atmosfera nel rapporto con
il partner.
Sagittario (23 NOVEMBRE 21 DICEMBRE). Per i nati del segno
potrà non essere una giornata si. Possibile il nascere di un acceso
contrasto col partner.
Capricorno (22 DICEMBRE 20 GENNAIO). Approfittate di questa
giornata festiva per rilassarvi. Dedicatevi ad un vostro hobby ed
alle persone care.
Acquario (21 GENNAIO 18 FEBBRAIO). Nessun problema dovrebbe presentarsi nel rapporto di coppia. Ottima intesa anche con gli
amici più cari.
Pesci (19 FEBBRAIO 20 MARZO). Domenica dagli influssi astrali
positivi. Il rapporto con gli amici sarà ottimo. Previste ore divertenti.

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

La nuova stella del Psg. Avrebbe potuto pagare in tasse molto più del suo ingaggio

Parigi non crede a Beckham
«Generoso per motivi fiscali»

...
Domenica 3 Febbraio 2013

PAGINA39

Ragioni fiscali dietro la generosità di David Beckham. Il
quotidiano «Le Parisien» mette in discussione la genuinità
della decisione dello Spice
Boy di devolvere ai bambini bisognosi di Parigi l'ingaggio
che il Paris Saint Germain gli
verserà nei prossimi 5 mesi.
Beckham, sostiene il quotidiano, avrebbe rinunciato a 800
mila euro al mese per evitare
di pagare qualsiasi imposta in

Palermo. Oggi al Barbera contro l’Atalanta

Francia e il fatto che la sua famiglia resti a vivere in Inghilterra e la durata del contratto
non sarebbero casuali sotto
questo punto di vista.
La famiglia Beckham, considerando i guadagni della moglie Victoria, porta a casa, comprese le sponsorizzazioni,
30-35 milioni di euro all'anno
e il Psg avrebbe dato al giocatore le sufficienti garanzie per
evitare di essere vessato dalle

imposte francesi: contratto inferiore a sei mesi e un giorno,
durata che ha consentito a Beckham di mantenere il domicilio fiscale a Londra, e salario
minimo di 2.200 euro lordi al
mese (11 mila euro in 5 mesi),
obbligatorio per giocare a calcio a livello professionistico
ma sufficiente per evitare una
tassazione su tutti i suoi guadagni annuali. Dietro il no al Psg
nel dicembre 2011, infatti, ci

scontro diretto per evitare la B. Gasperini non rivoluziona la squadra

Non ci sarà Sperduti, che
non ha ancora il trasfert
Boselli, Nelson e Faurlin
partiranno dalla panchina.
Tra gli avversari ci sarà
Budan, ma non Brienza.

Donati
torna oggi
titolare
in difesa
in una partita
delicatissima

Carlo Brandaleone

...

Palermo

Prove tecniche di rimonta.
Il ciclo di fuoco è finito a Cagliari (che non è davvero una squadretta, chiedete a Zeman) e da
oggi il calendario offre al Palermo la possibilità di tirarsi fuori
dai pasticci. Oggi con l’Atalanta
(squadra in picchiata, due punti nelle ultime sei giornate, uno
in meno dei rosa), domenica
prossima col Pescara. Fare bottino pieno al Barbera (ultima vittoria il 24 novembre col Catania) consentirebbe quasi certamente ai rosa di lasciarsi tre
squadre alle spalle. Almeno per
ora. E a nostro parere bisogna ragionare partita dopo partita,
senza fare progetti a lunga scadenza, cercando anzitutto di
sfruttare le gare interne. Se non
si vince in casa addio serie A. La
buona notizia è che il Barbera
sarà quasi pieno. La curva nord
ha allestito coreografie d’altri
tempi e un po’ come è accaduto
contro la Lazio proverà a trascinare l’intero stadio a sostegno
della propria squadra.
Contro l’Atalanta potrebbe
nascere il nuovo Palermo. Diciamo potrebbe perchè dalle prove di questi giorni Gasperini
non sembra intenzionato a rivo-

4
Senza Miccoli
in attacco
dubbio
Fabbrini-formica

4
Avversari in calo
ma molto esperti
Donati torna
titolare in difesa
luzionare completamente la formazione; peraltro uno dei nuovi - l’attaccante esterno Sperduti - non è ancora dispobibile per
pastoie burocratiche. Dunque,
rispetto alla partita di Cagliari
c’è da attendersi una, forse due,
novità. La novità sicura in avanti, dove l’assenza di Miccoli per
squalifica e la partenza di Brienza ha lasciato un posto libero.
Se lo contenderanno l’ex udinese Fabbrini e l’argentino Formica, che ha giocato nella ripresa a
Cagliari. Chances alla pari, anche se la migliore conoscenza
del calcio italiano potrebbe far
cadere la scelta su Fabbrini. Ma

Prove
di rimonta
c’è una terza opzione, l’impiego
di Boselli e dunque il ricorso al
modulo «3-4-1-2». Siamo certi
che Gasperini si prenderà tutto
il tempo possibile per scegliere
e non certo per pretattica: non è
facile in soli tre o quattro giorni
rendersi conto del valore di giocatori mai visti all’opera, ecco
perchè pensiamo che Fabbrini
(noto anche per la sua milizia in
nazionale Under 21) abbia fondati motivi per giocare.
Se la novità in attacco è scontata, gli altri reparti dovrebbero
proporre volti e temi già noti.
Per Sorrentino, eroe di Cagliari,
primo applauso del Barbera.

sarebbe stato il rischio di dover pagare in tasse una cifra superiore al reddito visto che
avrebbe dovuto versare nelle
casse del fisco oltre il 50% dei
suoi guadagni e un'imposta
sul suo patrimonio.
Per la stampa francese l’ingaggio di David Beckham è soprattutto un grosso colpo di
marketing per il Psg - che ha investito oltre 200 milioni di euro in calciomercato dopo il
suo acquisto da un fondo d'investimento del Qatar (Qsi)
due anni fa - che punta alla visibilità internazionale del club e
a vendere milioni di magliette
in tutto il mondo con il suo nome.

Tgs Studio Stadio. Una puntata anche all’insegna della buona cucina

Gianni Nanfa tiene banco al teatro Colosseum

...

Gli occhi dei tifosi saranno tutti puntati sul Palermo
post calciomercato, appena
conclusosi. Per seguire e raccontare le emozioni della partita casalinga che i rosanero
disputeranno contro l’Atalanta, Alessandro Amato, Eliana
Chiavetta e gli ospiti di Tgs
studio stadio, il talk show di
intrattenimento sportivo in
onda su Tgs, saranno in diretta dal teatro Colosseum di

via Guido Rossa a partire dalle 14,45. L’ingresso è libero e
per prenotare un posto in
platea basta chiamare il numero telefonic 091 442265.
Sul palcoscenico rosa saliranno il professore della risata
Gianni Nanfa, i cabarettisti
Antonio Pandolfo e Giuseppe Giambrone, protagonisti
al teatro Jolly con lo spettacolo «Ma che succede?». Inoltre Margherita Tomasello,

responsabile marketing e
mercato estero della Pasta
Tomasello, la modella Giorgia Duro, Gigi Mangia, ristoratore e presidente di Fipe
Confcommercio e il comico
Ivan Fiore. Per partecipare in
diretta alla puntata con commenti o curiosità sulla partita è possibile inviare una
mail all'indirizzo di posta
elettronica diretta@gds.it.
(sica)

Torna Garcia al posto di Aronica e in difesa torna soprattutto
Donati, il cui apporto è stato decisivo nelle giornate più belle
del Palermo. Affronta l’Atalanta, la squadra dove forse avrebbe voluto giocare, ma a mercato
chiuso i rimpianti servono a poco. L’augurio è di recuperarlo
completamente, anche perchè
contro un avversario che gioca
con quattro centrocampisti (e
tutti bravi) i suoi inserimenti saranno preziosi. A destra Morganella è favorito su Nelson. In
mezzo Barreto e Kurtic sembrano intoccabili ma l’arrivo di
Faurlin, il più talentuoso dei
nuovi arrivati, potrebbe scombussolare le gerarchie. Potrebbe essere proprio Faurlin la seconda novità di questa gara con
l’Atalanta.
Una gara che ci sembra corretto definire uno scontro diretto, battere i nerazzurri vorrebbe
dire portarsi a soli tre punti dagli orobici. La flessione della
squadra di Colantuono (che era
partita molto bene) è nei numeri e le cessioni di Manfredini, Peluso e Schelotto, tre «pilastri»
della formazione, hanno certo
idebolito sulla carta i bergamaschi, soprattutto sulle linee
esterne. Ci sfuggono le ragioni:
necessità di bilancio, magari
era gente che non voleva restare. Di certo non trovarsi di fronte Schelotto (che fu scoperto
proprio da Lo Monaco) ci sembra una buona cosa.
Le insidie della gara tuttavia
restano notevoli. Si chiamano
anzitutto Denis e Cigarini, giocatori che contro il Palermo hanno sempre fatto bene. Forse
non ci sarà Moralez, che comunque non sta ripetendo i prodigi
della passata stagione, ma gli inserimenti di Bonaventura sono
sempre da temere. Ma più in generale è da temere una squadra
molto esperta (gli arrivi dei difensori Scaloni e del Grosso sono emblematici), forte fisicamente e che promette di giocare con un centrocampo foltissimo.
Tra tante possibili novità
qualche assenza certa. Pesante.
Soprattutto nel Palermo. Perchè rinunciare a Miccoli al Barbera non è mai una cosa da poco. E contro avversari tanto smaliziati anche Aronica sarebbe
stato utile. Assenze anche nell’Atalanta, improvvisamente diventata una dependance rosanero. Sarà strano vedere Budan tra
gli avversari, meriterà lo stesso
applauso che ricevette a Bergamo o a Parma. E sarebbe stato
ancora più strano vedere Ciccio
Brienza in nerazzurro, una partenza che ha lasciato un piccolo
vuoto. Tecnico e affettivo. Entrerà anche nel cuore dei nuovi
fans di Bergamo Ciccio Brienza,
ma dalla prossima partita. Non
giocare oggi lo consideriamo il
suo ultimo atto da «tifoso» rosanero.

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

40 Sport

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

Prove di rimonta/Il tecnico del Palermo
«Conl’Atalantaserveunapartitaintelligente,ilgolpotràarrivaresubitomaancheallafine»

Gasperini: «Obbligatorio vincere»
0 «Dalmercatousciamo rafforzati,abbiamopiù qualità.Faurlin il giocatoreche mancava acentrocampo»
«I nuovi sono quasi tutti pronti, dovremo trovare subito
l’amalgama perché tempo da
perdere non ce n’è. Donati
per me è un difensore, dispiaciuto per l’addio di Brienza».

i numeri

1.015

Con 1.015 passaggi
riusciti, alla 23ª giornata, Cigarini,
centrocampista atalantino, è ai
vertici di questa speciale graduatoria nel campionato di serie A. Solo
in 4 hanno fatto meglio di lui, lo
juventino Pirlo (1.244), il milanista
Montolivo (1.095), il fiorentino
Borja Valero (1.047) e il laziale Ledesma (1.046).

Luigi Butera
Palermo

Darsi da fare, perché tempo non
ce n’è. I nuovi? Benedetti, e pazienza se qualcuno ha sorriso per
via di quei cognomi un po’ strani
(Formica, Sperduti...). Saranno
sconosciuti ai più, ma a Gian Piero Gasperini i giocatori arrivati dal
mercato, targato Pietro Lo Monaco, piacciono. «Adesso in alcuni
ruoli abbiamo davvero delle alternative importanti, in altri (la difesa, ndr) restiamo contati. Speriamo che non ci siano infortuni». A
Gasp è bastata un’occhiata per
rendersi conto del materiale che
ha a disposizione. Giusto un paio
di allenamenti, giusto il tempo di
spiegare l’«abc» del suo calcio ed
ecco che un paio si ritroveranno a
giocare dall’inizio quella che probabilmente è la partita più importante della stagione. «Perché battere l’Atalanta per noi è vitale conferma Gasperini -. Dobbiamo
provare a vincere, ma bisogna farlo con intelligenza. Potremmo trovare il gol subito, ma potrebbe anche succedere il contrario e, cioè,
segnare alla fine. L’importante è
che la squadra abbia pazienza,
che l'approccio sia giusto e che
non si faccia trovare impreparata».

Vincendo, fra l’altro, tire-

a
La salvezza passa

dal “Barbera”, ma
bisogna fare punti
pure in trasferta
reste anche l’Atalanta nella zona calda...
«È così. L’Atalanta è un’ottima
squadra, la rispettiamo ma sta attraversando un momento negativo. Proveremo ad approfittarne.
Abbiamo tanta rabbia, non tanto
per gli ultimi risultati, ma per la
classifica che riteniamo ingiusta.
Ed è per questo che faremo di tutto
per vincere».
Tanti giocatori nuovi, alcuni arrivati anche dall’estero. Il
tempo potrebbe essere il nuovo
nemico del Palermo?
«Può essere, ma noi dovremo essere bravi ad amalgamarci subito.
In questi giorni ho fatto le mie valutazioni, mi sembra che siano arrivati buoni giocatori. E soprattutto è arrivata gente che ha motivazioni».
Dunque, qualcuno giocherà con l’Atalanta?
«Credo che giocherà più di qualcuno...
In attacco, fra l’altro, dei “vecchi” ci sono solo Ilicic e Dybala».

Palermo più forte rispetto
ad un mese fa?
«Adesso abbiamo alternative e anche più qualità. Di sicuro il Palermo è stato migliorato, ora dobbiamo provare a recuperare il terreno perduto nei mesi scorsi».
Dei nuovi chi è più pron-

423

L'esterno rosanero Santiago Garcia, dopo 23 turni, è al 4˚
posto per palloni recuperati in serie A: è a quota 423. Prima dell'argentino in classifica Granqvist
(509) del Genoa, Barzagli (438) della Juventus e Dainelli (429) del Chievo.

19

to?
«Gli italiani ovviamente, perché
conoscono il nostro campionato.
Ma anche gli stranieri che arrivano dall’Inghilterra mi sembrano
pronti per giocare».

Stessi problemi in attacco,
per le squadre che si affrontano
oggi al «Barbera»: hanno appena
19 gol all'attivo, meno di 1 a partita.
Solo il Pescara, con 17, ha fatto peggio. Il Palermo ne ha realizzati 14 in
10 gare interne, alla media di 1,4 gol
a incontro; l'Atalanta, fuori casa, è
ferma a 7 reti in 11 trasferte, 0,6 a
gara.

Faurlin è il giocatore che
mancava a centrocampo?
«Sì, era una lacuna e l’abbiamo colmata. Faurlin è un giocatore di livello, è un acquisto azzeccato».

18

Sono 18 i confronti tra rosanero e nerazzurri in Sicilia, con 12
successi dei padroni di casa, 4 degli
ospiti e 2 pari. I rosa vincono da 3
stagioni di fila al «Barbera» contro
l'Atalanta.

E Nelson che giocatore è?
«Per il suo ruolo è piccolino, ma è
velocissimo. Non dico di più, vi invito a scoprirlo».
Si può dire che d’ora in
poi è vietato sbagliare?
«Per fortuna il ciclo terribile è finito. Se penso a quello che hanno
fatto Lazio e Cagliari contro Juventus e Roma, dico che i due pareggi
che abbiamo ottenuto non vanno
sottovalutati. Adesso comincia un
altro ciclo di partite importanti, la
maggior parte delle quali saranno
contro squadre su cui dobbiamo
fare la corsa».
La salvezza passa dal «Barbera»?
«In casa giocheremo nove partite,
sette contro dirette concorrenti. È
ovvio che dovremo provare ad ottenere più punti possibili. Fermo
restando che gli altri dovremo cercarli in trasferta, dove finora è girata male. Alcune vittorie sono diventate pareggi, certi pareggi si sono trasformati in sconfitte».
Certo, se si prende gol sempre all’ultimo minuto...
«Credo che sia casualità, perché è
raro che una squadra becchi sette-otto gol in extremis come è successo a noi. È anche vero, però,
che abbiamo commesso degli errori ma non credo che si tratti di
scarsa attenzione. In ogni caso è
proprio in quelle partite che abbiamo compromesso la nostra classifica».
Donati torna in difesa per
l’emergenza o perché lei lo vede
solo lì?
«Per me Donati è uno dei cinque
centrali. Quanto al suo rendimento, una flessione poteva starci».
Dispiaciuto per l’addio di
Brienza?
«Ci fosse stato, avrebbe giocato
dall’inizio. È stato lui a volere andare via, non potevamo non accontentarlo». (*lbu*)

9

La formazione lombarda è
una delle squadra che Gasp ha affrontato più volte in carriera, ben
9. L'attuale tecnico del Palermo ha
vinto 4 dei precedenti, perdendone
3 e pareggiandone 2.

Gian Piero Gasperini è stato graziato dalla Corte federale, oggi sarà in panchina. Foto ansa

La curiosità. Nerazzurri con tanti ex, fra loro pure Budan e Colantuono

8

La striscia di partite senza
vittorie del Palermo ha toccato
quota 8. L'ultima vittoria in campionato dei rosa risale al 24 novembre
scorso, in occasione del derby vinto 3-1.

Tribuna«forzata»perBrienza,
irosanonvoglionoaverlocontro 7

Il portiere rosanero Stefano
Sorrentino, in carriera, ha incassato 7 reti dall'Atalanta

...

Palermo

C'è Brienza che in settimana s'è allenato col Palermo e ora è
tesserato per l'Atalanta, ma non
scenderà in campo, per richiesta
del club rosa. E ci sono Budan e
Giorgi, fino a qualche settimana
fa agli ordini di Gasp. Un protagonista mancato e un paio di «vecchi amici» che tutti, al «Barbera»,
si augurano facciano bene, ma
non adesso. La tempistica delle
trattative di gennaio crea di questi paradossi, mette contro professionisti che fino a pochissimo
tempo prima remavano nella stessa direzione. La quarta avventura
palermitana di Ciccio Brienza l'unico, oltre a Miccoli, di cui la
curva Nord scandiva il nome - si è
interrotta bruscamente, senza
tempo per i saluti. E pensare che
Gasperini ha detto che oggi
l'avrebbe schierato, se l'avesse
avuto a disposizione. Per i saluti
se ne riparlerà in futuro, ma da rivale. La parentesi di Luigi Giorgi,
fortemente voluto da Sannino e
Perinetti, è stata brevissima, un

Franco Brienza
prestito di pochi mesi, con 11 presenze e 3 gol tra campionato e
Coppa Italia. Nulla di paragonabile con la storia di Igor Budan, il
croato che ha giocato tre campionati e mezzo col Palermo, ma è legato a Zamparini fin dai tempi del
Venezia. E non è escluso che,
quando l'attaccante smetterà di
giocare, Zamparini lo rivoglia al
fianco come dirigente.
Non sarà un tuffo nel passato,
recente o remoto, solo per i tre fre-

schissimi ex rosanero. In panchina con Stefano Colantuono (allenatore che, tra il 2007 e il 2009, ebbe scarsa fortuna alle dipendenze
di Zamparini) ci sarà Christian Raimondi, 14 presenze nove stagioni fa col Palermo di Guidolin; in
tribuna, invece, siederà l'infortunato Michele Ferri, tra i protagonisti dell'ultima promozione in A
dei rosa: andò al Cagliari nel gennaio 2006, ma sarebbe tornato in
città per sposare Aurora, una ragazza palermitana.
Gli ex non mancano nemmeno tra i padroni di casa. Ce ne sono due amatissimi a Bergamo: Edgar Barreto - arrivato a Palermo
proprio dal club orobico - e Massimo Donati, prodotto del vivaio
atalantino, che ha giocato in prima squadra e ha «rischiato» di tornare ad allenarsi a Zingonia, nel
recente mercato. Rimpatriate tra
volti noti a parte, però, oggi non
ci sarà spazio per i sentimenti. È
in ballo la salvezza, tutto il resto è
in secondo piano. (*sli*)
Salvatore Lo Iacono

6

Non sta meglio del Palermo
l'Atalanta, che non vince in campionato dall'8 dicembre. Nelle ultime
6 giornate i nerazzurri hanno ottenuto 2 pareggi e 4 sconfitte: per
loro è la peggiore striscia negativa.

5

La vittoria dell'Atalanta sul
Palermo, all'andata, ha puntellato
il vantaggio nello «score» delle
sfide fra Gasperini e Colantuono. Il
tecnico dei bergamaschi conduce
3-1 e un pareggio completa il bilancio.

3

Tra Palermo e Atalanta appena 3 rigori assegnati a favore. I rosa
ne hanno ottenuto appena 1, gli
orobici 2.

1

Equilibrio tra le squadre di Colantuono e il Palermo, con 3 affermazioni per parte. Pareggi? Solo 1.

(*sli*)

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Sport 41

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

prove di rimonta/Gli avversari
L’atalantacambiamodulodopogliinserimentidigennaio.Squadracol«rombo»

Colantuono: «Come una finale...»
0 «IlPalermo èforteanchesenza Miccoli.Beneavere persogiocatori chesi sentivanogiàaltrove»
Tra i nuovi acquisti
subito in campo Scaloni
e Del Grosso. Budan
e Giorgi vanno in panchina.
Modulo con due attaccanti,
Parra favorito su Moralez.

0 L’arbitro

Damato
porta bene
all’Atalanta

...

Simone Fornoni

...

Bergamo

Massimo Donati ed Edgar Barreto, i bergamaschi
onorari o quasi. Luigi Giorgi e
Igor Budan, gli affari di gennaio. Cristian Raimondi, l’ex rosanero «killer» del match di
andata. E naturalmente Stefano Colantuono. L'esonerato-bis che sul luogo del delitto ritorna sempre con la voglia inconfessata del tiro mancino a quello che è stato il suo
presidente prima di instradare sull'A4 - da Torino a Bergamo - il prosieguo della carriera.
Più che una partita di pallone, Palermo-Atalanta sembra una parata da amarcord
rosanerazzurro. All'insegna
della megasfida tra ex, anche
se saranno in parecchi quelli
destinati ad accomodarsi in
panchina o in tribuna. Almeno da parte orobica: «Ferri ne
avrà per sei settimane; su
Brienza, che ci ha raggiunti in
ritiro, c'è l'accordo tra le due
società per non farlo scendere in campo», la doverosa precisazione del mister ospite.
Meno due al quoziente delle sfide nella sfida, insomma.
Con una formazione figlia
della rivoluzione del calciomercato. Rombo, a dispetto
del ko con il Milan, e innesti
subito gettati nella mischia.
Per avere certezze in tal sen-

Antonio Damato della sezione di Barletta evoca più bei ricordi all'Atalanta che al Palermo.
Quest'arbitro - di professione avvocato - ha diretto 5 volte i bergamaschi, che hanno perso una volta sola, ottenendo per il resto 4
successi, l'ultimo il 3-2 sull'Inter a
novembre. Meno favorevoli i numeri dei rosa con questo "fischietto": 10 i precedenti, 2 successi, 4
pareggi e altrettante sconfitte.
Nel torneo in corso Damato ha diretto 11 gare, con 48 ammonizioni, 4 espulsioni per somma di
"gialli" e una diretta, 5 i rigori assegnati. (*SLI*)
Igor Budan oggi torna al Barbera da ex
so, basta rivolgersi al Cola: «I
convocati sono ventidue, dice il tecnico dell’Atalanta, al
netto di Bellini e Lucchini.
Non intendiamo snaturare i
nuovi arrivati: Scaloni è un
terzino destro e per questo
l'abbiamo preso, Del Grosso
va a sinistra. E non abbiamo
esterni puri: Giorgi può essere impiegato lì, ma è una mezzala in grado di inserirsi tra le
linee o fare il terzo davanti.
Del resto le caratteristiche
dei nostri centrocampisti li
rendono più adatti a giocare
a tre».
Traduzione: si parte con
Biondini e Carmona ai lati di
Cigarini, il fresco prestito no-

varese passato dalla "Favorita" al massimo potrà subentrare in corso d'opera. E nel
cuore della muraglia, Canini
si fa preferire a Contini in un
reparto che non ha ancora
trovato l'erede di Manfredini. In avanti sicuro Denis, l’altra maglia se la contenderanno Parra, Moralez e Budan,
l’argentino sembra avere
qualche chance in più.
Che lo scontro con una delle sue tappe professionali più
importanti possa essere già
decisivo in ottica salvezza, a
fronte dei due punti strappati
alle ultime sei prove di campionato (la vittoria latita dall'
Immacolata, 2-1 casalingo al

Parma), non sembra preoccupare il tecnico al quinto giro
di corsa sulla panchina della
Dea. Allietato, anzi, dalla fine
dei tormentoni della finestra
invernale chiusasi tra molti
spifferi.
«Non è facile lavorare allenando gente che si sente con
un piede già altrove. Ora siamo al completo, anche perché tra la squalifica di Brivio e
gli infortuni si rischiava la coperta corta. E nessuno dica
che siamo vecchi: l'età media
dei nuovi (34 Brienza, 33 Budan e Contini, 30 Del Grosso,
ndc) non sarà tra le più basse,
ma non siamo mica all'asilo.
Ben vengano trentacinquen-

ni come Scaloni, che è un superbo uomo spogliatoio».
Nel Palermo oggi mancherà Miccoli, appiedato dal giudice sportivo. Ma non basta
per tirare un altro sospiro di
sollievo: «Fabrizio è sempre
quello che ho conosciuto, un
fuoriclasse dalla grandissima
qualità. Continua Colantuono. Ma anche senza di lui si
preannuncia comunque una
battaglia durissima, dove tanto per cambiare dovremo buttarla dentro. Massimo rispetto per l'avversario, non merita la classifica che ha e s'è pure rafforzato. È la prima di sedici finali da affrontare con il
coltello fra i denti».

La telefonata. Il giornalista è un grande tifoso dell’Atalanta ma motivi «personali» lo legano anche al Palermo

Feltri:«CheamicoZamparini...
Oggisfidatrasquadredisperate»
Vittorio Feltri, editorialista
de Il Giornale (che ha diretto
due volte) ha quasi settanta
anni, è nato a Bergamo ed è
grande tifoso dell’Atalanta.
Buongiorno direttore, se
pensa al Palermo cosa le viene in mente?
«L'amicizia con il presidente
Maurizio Zamparini, automaticamente diventa simpatia per i
rosanero. Nel 2000 fondai Libero, un anno dopo l'editore Stefano Patacconi si levò la vita, a Rimini: rimasi da solo con le mie
quote, dovevo fronteggiare la gestione economica, acquistare
carta e pensare agli stipendi,
Zamparini venne a trovarmi e
mi offrì 10 miliardi di lire. Un gesto di quel tipo non lo dimentichi più».
E come finì?
«Riuscii a vendere alla famiglia
Angelucci, la generosità del suo
soccorso però mi commosse. La
mia gratutidine non è la vigilia di
una partita, seguo sempre con interesse il Palermo, mi spiace che
quest'anno non sia dei più favo-

revoli per la squadra rosanero».

Come inquadra la gara
di oggi?
«È un momento drammatico
per entrambe. Dopo un avvio
brillantissimo, nella parte sinistra della classifica, l'Atalanta è
precipitata, con le cessioni di
Peluso alla Juve, Manfredini al
Genoa e ora Schelotto all'Inter.
E alcuni giocatori sono fuori forma".
Quali?
«Denis lo scorso anno era stato
capocannoniere e restava fra i
primi, di questi tempi, Maxi Moralez sorprese tutti, piccolo e
tecnico, nessuno lo conosceva,
adesso è prevedibile».
Il Palermo però ha vinto
solo 3 partite.
«È altrettanto nella disperazione. Vorrei che si risollevasse e
non sprofondasse, meriterebbe
5-6 punti in più. Non so cosa succederà, sul campo, potrei parteggiare per il pari ma andrebbe bene solo ai nerazzurri»..
Che hanno preso Franco

4
«Mi piacerebbe
un pareggio
ai rosa mancano
cinque-sei punti»
Brienza...
«Mancino di qualità, lo ricordo
anche nella Reggina, ma non è
l'uomo che mancava. Non capisco questi acquisti, sono un
brutto segnale, significa che si è
con l'acqua alla gola».

0 Primavera

Ai baby rosa
riesce il rilancio
Viola in campo

...

L'operazione riscatto riesce
alla perfezione: i baby rosanero riversano sulla Reggina la rabbia
agonistica accumulata nel post
derby contro il Catania. 4-2 il punteggio finale in favore della squadra allenata da Pietro Ruisi, frutto di una gara giocata con il coltello tra i denti contro avversari tosti
ma inferiori tecnicamente. Il poker rifilato ai calabresi, porta la firma dei quattro "senatori" sui quali il Palermo potrà puntare senza
più riserve fino alla fine della stagione, con il chiaro obiettivo di
raggiungere la fase finale del
campionato. Di Bollino, al 13', dal
dischetto (nella ripresa il capitano ne fallirà un altro), il gol che
sblocca il match (0-1), seguito dal
raddoppio di Goldaniga su assist
di Nicolas Viola (buona la prova
dell'ex reggino prestato dalla prima squadra). Nella ripresa, dopo
che Perrone (51'), dimezza lo svantaggio (1-2), ci pensa Malele, al
71', a mettere in ghiaccio i tre punti (1-3). Di Sanseverino, all'83, il poker dei siciliani. Sempre su rigore, il terzo della partita, il definito
4-2 con cui Perrone rende meno
pesante il passivo per la sua squadra. (*ALMI*)

0 Viabilità
Vittorio Feltri
a Palermo, venni quando lavoravo per il Corriere della Sera, per
l'uccisione del vicequestore Cassarà. Non amo il mare, ricordo
una città in parte decrepita, ma
di un'eleganza pazzesca, con palazzi incantevoli».

L'ex Colantuono però ha
firmato due promozioni e
due salvezze in A...
«Non è il mio tecnico preferito,
non ha disponibilità verso i giovani. Persino il Milan lancia nuovi talenti, l'Atalanta non dovrebbe puntare su vecchi marpioni,
ha il settore giovanile quasi in disarmo, in passato era tra i più
fiorenti».

Allo stadio Brumana c'è
ancora la poltrona a suo nome?
«In realtà manco da 5 anni, da
Atalanta-Milan, nella giornata
di sospensione del campionato
per l'uccisione di Gabriele Sandri. Adesso me la vedo in tv, grazie a Sky, evitando i tornelli».

È mai stato al Barbera?
«No. Rare anche le mie puntate

Manca il fedelissimo Bellini, sempre all'Atalanta, co-

me Totti alla Roma, Franco
Baresi e Maldini al Milan.
«È una persona deliziosa, intelligente, di famiglia nota a Bergamo, ma non la differenza, sulla
fascia. Fra i grandi atalantini arrivati in nazionale ricordo Domenghini, Donadoni e Montolivo».
Tra i rosanero chi apprezza?
«Mi piace molto Miccoli, peccato sia squalificato. Per il Palermo
è la bandiera, com'è stato Doni
per l'Atalanta, prima delle scommesse. Buoni anche i movimenti di Ilicic, eccellente anche il
nuovo portiere, Sorrentino».
(*vz*) Vanni Zagnoli

Viale del Fante
sarà chiuso
da mezzogiorno

...

Oggi viale del Fante sarà
chiuso al transito veicolare dalle
ore 12 fino alla fine dell'incontro
ed in ogni caso fino a cessato bisogno. L’area pedonale interesserà
Viale del Fante (nel tratto da Piazza Leoni a Piazza Salerno), Via del
Carabiniere (da Via Croce Rossa a
Viale del Fante) e Via Cassarà (da
piazza Papa Giovanni Paolo II a
Viale del Fante). I veicoli e gli autobus di linea provenienti da Piazza
Leoni e da Pallavicino/Mondello,
saranno dirottati su Via Croce Rossa che rimarrà percorribile in entrambi i sensi di marcia.

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

42 Sport

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

La Svolta. La squadra affidata ad Andreazzoli, che da anni collabora con lo staff tecnico giallorosso. Per la successione Blanc, Malesani o Giampaolo

Game over, la Roma esonera Zeman
0 LasconfittacolCagliarifatalealboemocheierigiocavaagolf mentrevenivalicenziato.«Ioavreicontinuato»
Il dg Baldini: «Era l’unica decisione che potessimo prendere, ma il colpevole di questa situazione non è solo lui».
Il ds Sabatini: «Zeman è stato
sfortunato».
Ronny Gasbarri

...

Roma

sponsabilità da parte mia restare
qui a prendere decisioni in nome
della società visto che mi hanno affidato questo incarico».
Il boemo ovviamente non è stato colto di sorpresa dalla decisione ma, a chi gli stava vicino, ha fatto sapere di essere «molto dispiaciuto, io avrei continuato». Un desiderio destinato a rimanere inespresso vista la scelta presa dal
management giallorosso, in contatto con gli Stati Uniti per aggiornare il presidente James Pallotta,
di affidare la panchina ad Andreazzoli. «Aurelio riscuote tutta la
nostra fiducia, sono tanti anni che
è con noi e ci consente di non perdere ulteriore tempo con un altro
allenatore che non conosce i giocatori e il valore che hanno» la motivazione di Baldini, ribadita anche da Zanzi: «Andreazzoli è un vero professionista del calcio e ha
una lunga esperienza con la Roma. Lui conosce bene il valore dei
nostri giocatori e gode del loro rispetto. La decisione che abbiamo
preso è basata sulla fiducia e sulla
continuità. La proprietà ha piena
fiducia nei giocatori e nel management. Crediamo nel nostro team
e continueremo ad impegnarci
per conquistare ogni singolo punto per tutta la stagione».
Stagione che il ds Walter Sabatini non ritiene ancora da archiviare come fallimentare. «Zeman è
stato sfortunato, ma la Roma ha
una squadra e dei giocatori fortissimi e i conti li faremo alla fine - dice ai pochi tifosi che lo hanno contestato assieme a Baldini fuori dallo studio legale -. Adesso sembra
una storia brutta ma vedrete che
questa stagione non finirà così».
Andreazzoli potrebbe restare fino
a giugno. Nel frattempo c’è stato
un tentativo per Laurent Blanc,
che però è poco propenso a prendere squadre in corsa e proiettato
verso un'esperienza in Premier League. Le altre alterntive sono
Giampaolo e Malesani. L’unica
certezza è che Zemanlandia ha
chiuso.

Panchine bollenti

Quest’anno
in Serie A
già nove cambi

...

mediato. Diamoci una calmata,
facciamo i bravi, aspettiamo», dice Mazzone che poi aggiunge: «Andava seguito il progetto che si era
iniziato. C'è bisogno del tempo,
specialmente nella Roma che ha rivoltato tutto».
Supito anche Daniele Sebastiani, presidente di quel Pescara con
cui un anno fa Zeman conquistò
una splendida promozione in Serie A. «Avevo sentito che era in bilico - dice - ma non pensavo potesse arrivare la decisione. Mi dispiace molto perché conosco la serietà
dell'uomo e le sue capacità. Que-

sta è la dimostrazione che evidentemente a Roma in estate non si voleva sposare questo progetto. A
giugno hanno scelto evidentemente Zeman perché c'era bisogno di
nome importante da dare alla piazza. Zeman si prende solo se si è
convinti di dargli carta bianca e costruire una squadra adatta alle sue
convinzioni tecniche. Un ritorno
da noi in futuro? Mai dire mai, anche perchè la stagione passata è
stata esaltante». Dell’esonero di
Zeman parla anche Renzo Ulivieri, presidente dell'Assoallenatori:
«Zeman è un allenatore particolare, gli occorrono giocatori adatti,
magari non di grande levatura, ma
adatti al suo gioco. Se invece trova
giocatori recalcitranti ad assimilare la sua filosofia e i suoi schemi di
gioco, allora va in difficoltà».

Zdenek Zeman è il nono
allenatore a saltare in serie A
nella stagione 2012-2013. Il
primo esonero in questa stagione è stato quello deciso
del Palermo, il 16 settembre,
con l'allontanamento di Giuseppe Sannino dopo la terza
giornata. Al suo posto è arrivato Gian Piero Gasperini. Il 2
ottobre il Chievo ha esonerato Mimmo Di Carlo per affidare la squadra ad Eugenio Corini; nello stesso giorno il Cagliari ha dato il benservito a
Massimo Ficcadenti per accogliere in panchina Ivo Pulga.
Il 22 ottobre è stata la volta
del Genoa con il licenziamento di Gigi De Canio. Rossoblù
nelle mani di Luigi Del Neri. Il
18 novembre il tecnico del Pescara Giovanni Stroppa si è
dimesso dopo il ko in casa del
Siena ed è stato sostituito da
Cristiano Bergodi. Un mese
dopo, nella notte tra il 16 e il
17 dicembre, è stata la volta di
Serse Cosmi, allontanato dal
Siena dopo il ko nel derby con
la Fiorentina. I l tecnico umbro è stato sostituito da Giuseppe Iachini. Poche ore dopo, il 17 dicembre, è stata la
volta di Ciro Ferrara a dover
lasciare la sua panchina, quella della Sampdoria a causa di
una sconfitta con il Catania. A
succedergli alla guida dei blucerchiati è stato Delio Rossi. Il
20 gennaio esonero dal Genoa per Del Neri: il testimone
era passato a Davide Ballardini, che già aveva allenato il
Genoa nel 2011. E adesso Zeman, che dice di nuovo addio
alla Roma.

0 Premier League

0 Bundesliga

0 Coppa d’Africa

0 Spagna

United, basta
Rooney
Chelsea battuto

Bayern Monaco Capoverde ko
inarrestabile
Il Ghana vola
Schalke in crisi in semifinale

Barcellona,
a luglio arriva
Neymar

Un gol di Rooney permette
al Manchester United di violare
il campo del Fulham e di portarsi
a +10 dal City, in attesa della partita di oggi fra la squadra di Mancini e il Liverpool. È crisi per il
Chelsea di Benitez che al St.James' Park perde contro il Newcastle. Al vantaggio di Gutierrez
avevano risposto nel primo quarto d'ora della ripresa Lampard e
Mata ma poi Moussa Sissoko firma prima il pari e poi, allo scadere, il gol del definitivo 3-2 che
condanna il Chelsea alla sconfitta. Rosicchia solo un punto l'Everton, che in casa va sotto 1-3 con
l'Aston Villa prima che Fellaini
accorci e poi sigli il 3-3 in pieno recupero. Un gol di Podolski basta
all'Arsenal per piegare lo Stoke
City, preziosi punti salvezza per
Reading (2-1 sul Sunderland) e
West Ham (1-0 sullo Swansea).
Pari (2-2) in Wigan-Southampton e in Qpr-Norwich (0-0).

Il Mainz regge quaranta minuti, poi il Bayern Monaco dilaga
e, in attesa del match clou di oggi
a Leverkusen tra Bayer e Borussia
Dortmund, vola a +14. Prova di forza dei bavaresi, che sbloccano il risultato con Muller prima della
doppietta di Mandzukic per il definitivo 3-0. Continua invece la crisi
dello Schalke, alla terza sconfitta
in cinque partite: a Gelsenkirchen
il neo-acquisto Bastos porta in
vantaggio i «Koenigsblauen» ma
Klaus e poi Djurdic al 91' permettono al Greuther Furth, ultimo in
classifica, di rimontare e centrare
l'impresa. Lo Stoccarda cede invece 3-1 al Fortuna Dusseldorf, 1-1
fra Wolfsburg e Augsburg, due
gol di Volland assicurano all'Hoffenheim il successo sul Friburgo e
tre punti d'oro per la salvezza. Vittoria all'Eintracht ad Amburgo.
Grazie a questo successo l'Eintracht raggiunge il Borussia Dortmund al terzo posto a quota 36.

Neymar sarà un giocatore del
Barcellona dal prossimo luglio, dopo la Confederations Cup. In Spagna sembrano non avere più dubbi, col quotidiano catalano «Sport»
che cita un dirigente blaugrana e
uno sponsor del giocatore che confermerebbero l'operazione.

Mentre a due passi da piazza
del Popolo, rinchiusa negli uffici
di uno studio legale, la dirigenza
della Roma al gran completo decideva di esonerarlo, Zdenek Zeman era a giocare a golf, lontano
da tutto e tutti, ma consapevole di
essere ormai arrivato al capolinea. La società, dopo il tracollo interno col Cagliari, si era presa una
pausa di riflessione che però ha
inevitabilmente portato all'allontanamento del boemo. Troppo critica la situazione per non voltar subito pagina e provare a salvare
quello che resta della stagione affidando temporaneamente la panchina giallorossa ad Aurelio Andreazzoli, tattico nell'era Spalletti
e profondo conoscitore dello spogliatoio romanista.
A Zeman, resosi irrintracciabile fino al primo pomeriggio di ieri,
l'esonero è stato comunicato da
un suo uomo di fiducia dopo che
erano stati avvisati anche i membri del suo staff (Cangelosi e Ferola), mentre della squadra, a cose
già fatte, sono stati informati i giocatori più rappresentativi (tra cui
Totti e De Rossi). «Abbiamo deciso di sollevare l'allenatore dal proprio incarico perché abbiamo
pensato che in questo momento
fosse l'unica decisione da poter
prendere - spiega il dg Baldini al
termine del vertice tenuto nello
studio Tonucci assieme al ceo
Zanzi, all'ad Fenucci, al ds Sabatini e al consigliere d'amministrazione Baldissoni -. Chiaramente
non è Zeman l'unico responsabile di questa situazione, però quello che possiamo fare in questo momento è cominciare a cambiare la
gestione tecnica. È un atto di re-

Zdenek Zeman durante la partita fatale con il Cagliari di venerdì sera.

Foto ansa

Le reazioni. Il presidente del Pescara: «Un ritorno da noi? Mai dire mai...»

Mazzone:«Sceltasbagliata,
bisognavadarglipiùtempo»

...

Roma

«Zeman andava valutato alla
fine del campionato». Parola di
Carlo Mazzone, romano ed ex allenatore della Roma, che difende il
tecnico boemo esonerato dalla dirigenza capitolina. «Dobbiamo
avere un tantino di pazienza, a
questa Roma abbiamo cambiato
società, presidente, addetti ai lavori, tecnico e poi abbiamo preso un
gruppo di giovani che hanno prospettiva ma in questo momento
hanno bisogno di tempo per migliorare, per crescere, in una città
dove il riusultato deve essere im-

Calcio dall’estero

...

...

Gascoigne
ubriaco a gala
di beneficenza

...

«È stato come vederlo morire davanti ai nostri occhi». Questo il racconto choccato di una delle tante persone che giovedì sera,
durante una serata di beneficenza a Northampton, ha visto Paul
Gascoigne ubriaco e tremante.

...

Il Ghana è la prima semifinalista della Coppa d'Africa. A Nelson
Mandela Bay le Black Stars superano 2-0 la sorpresa Capo Verde,
sbloccando il risultato al 9' della ripresa grazie al rigore trasformato
da Wakaso che poi, nel recupero,
firma la sua personale doppietta.

...

0 Russia

Anzhi, Willian
acquistato
per 35 milioni

...

L'Anzhi ha ufficializzato
l'acquisto dallo Shakhtar Donetsk del 24enne brasiliano Willian per la cifra record di 35 milioni di euro. Il giocatore ha firmato
un contratto «a lungo termine»,
di cui non è stata specificata la
durata.

Willian è passato all’Anzhi

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

44 Sport

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

«trappola» Chievo. I bianconeri vogliono dimenticare le ultime delusioni, Anelka andrà in panchina. In avanti Matri favorito su Quagliarella

La Juventus prova
a scuotersi
Conte: «Noi in crisi?
No, ci gira male»
0 Iltecnicoèsqualificato:«Arbitri?Noncipensiamo»
Diciannove convocati, nella
lista c’è anche il francese. «Di
Anelka mi ha stupito la professionalità - dice Conte -. Ed
è arrivato anche in buone
condizioni fisiche».
Tullio Parisi

...

Torino

La Juventus favorita? Niente affatto. Lo è alla pari con il Napoli, l'antagonista più attrezzata. È il momento più difficile dell'
era-Conte? No, a parte la Samp,
nelle altre partite la Juve è piaciuta al suo tecnico, ma semplicemente «non ci gira benissimo».
Quanto al triplete, chi ne parla è
un pazzo: il miracolo dell'anno
scorso non deve trarre in inganno, perché la strada della vittoria è lunga. È un Antonio Conte
sorridente, che si dice «sereno»,
perché ritiene che la critica si lasci condizionare troppo dai risultati, mentre un allenatore deve
guardare più in là. E lui lo fa:
«Con i giocatori parlo solo di calcio. Abbiamo analizzato gli errori. Quattro volte ci hanno rimontato e non abbiamo alibi, non voglio darli perché accelerano le
sconfitte. Però considero negativa solo la partita con la Samp,
perché nelle altre sono stato soddisfatto del gioco espresso. No,
non è il momento più difficile,
sia perché sappiamo di avere
meritato qualcosa in più ad

esempio con la Lazio, sia perché
lo scorso anno a quest'epoca
mettevamo insieme tanti pareggi. Se guardo la classifica e la qualificazione in Champions, ribadisco ancor più il concetto».
Il discorso scivola sul mercato, il top player in attacco non è
arrivato. «Abbiamo fatto quello
che ci hanno permesso, ma non
abbiamo trovato il giocatore giusto - fa notare Conte -. Io comunque ho grande fiducia in questo
gruppo e c'è altrettanta sintonia
e sinergia con la società. Si sapeva che non c'erano risorse, il Mi-

a
Rivincere non è

semplice, il Napoli
è l’avversario
per lo scudetto
lan ha messo sul tappeto 20 milioni più bonus per Balotelli.
Anelka? Mi ha colpito la grande
professionalità e la buona condizione fisica in cui è arrivato. A Verona non partirà dall'inizio perché deve integrarsi, ma il suo
curriculum parla da solo». Altro
discorso inevitabile i condizionamenti arbitrali, Conte per le
proteste del post Genoa s’è beccato due turni di squalifica. «Di
sicuro a Verona scenderemo in

campo per pensare solo a giocare e a cercare di essere più forti
dell'avversario». Certo, il Napoli
è in agguato e preme per agganciare la Juve: «Le pressioni ci
esaltano, come abbiamo dimostrato in passato. Però è giusto
che le abbiano anche altri e che
l'obbligo di vincere non tocchi
solo a noi». Sul proprio comportamento mediatico recente,
Conte fa una riflessione seria
che va a braccetto con la decisione di non presentare ricorso per
la squalifica: «Ci sono regolamenti che vanno rispettati: li
posso contestare ma li rispetto».
La squadra è provata sul piano
nervoso? «Assolutamente no.
Delusa sì per gli ultimi risultati,
ma provata no». Sulla preparazione invernale il tecnico taglia
corto: «Questi sono alibi cui non
mi attacco. Non abbiamo sostenuto carichi particolari. C'è un
vizio nel nostro ambiente, quello di voler trovare a tutti i costi
una spiegazione per le sconfitte,
mentre l'analisi va fatta a prescindere dal risultato». Di sicuro
c’è che a Verona Conte si presenta in emergenza (soli 19 convocati, in avanti Matri favorito su
Quagliarella, l’altra maglia è di
Giovinco), visto che mancheranno Chiellini, Bonucci, Marchisio, Asamoah, Vucinic. Assenze
pesanti, ma tanta voglia di rivincita. Con Conte è uno stato d'animo sempre scontato.

Caceres, Pirlo e Giovinco sono tre dei «superstiti» rimasti a Conte.

Foto ansa

Gli avversarI . L’allenatore: «Loro sono grandi, ma noi ce la giocheremo»

Coriniavverteicampioni
«Prontiadarebattaglia»

...

Verona

Sfidare la Juventus non fa
paura e non per il momento difficile dei bianconeri, ma per la sicurezza che il Chievo ha di se
stesso, specie dopo il mercato.
Così, alla vigilia dell'incontro,
Eugenio Corini vive con serenità
quella che sicuramente sarà per
la squadra veneta una gara difficile, ricca di insidie e con la Juventus a caccia di rivincite, specie dopo il frustrante addio alla

Coppa Italia con la sconfitta, in
semifinale, patita con la Lazio.
«Loro non vengono da un periodo positivo quanto a risultati ammette Corini - ma sono una
squadra vincente. Lo sono soprattutto perché certe squadre
non sbagliano più di una partita». «Sappiamo - avverte Corini di dover soffrire e di dover dare
battaglia: per questo servirà un
Chievo perfetto, un grande Chievo. Ma sono fiducioso, ho visto

grande determinazione in settimana da parte dei ragazzi. Siamo pronti a questa partita».
Un Chievo che ha cambiato
volto durante l'ultimo mercato.
«Sono arrivati ottimi giocatori riprende il tecnico -. Adesso che
siamo passati alla difesa a tre abbiamo preso un centrale come
Acerbi che sarà sicuramente protagonista. Direi che il mercato,
che finalmente si è concluso, ci
ha soddisfatto». Infine un pensiero all'undici che ffronterà la Juventus. «Abbiamo qualche infortunio, ma anche diverse soluzioni. Credo però che questo gruppo abbia una propria fisionomia
e delle gerarchie ben precise».

L’esordio più atteso. Con l’Udinese Allegri lancia l’ex del City dal via

I nerazzurri a Siena. Kuzmanovic e Kovacic iniziano dalla panchina

È un Milan con la... cresta
Balotelli col Faraone e Niang

Inter, ora è vietato sbagliare
Schelotto parte subito titolare

...

...

Milano

Essere finalmente protagonista è il desiderio di Mario Balotelli e Massimiliano Allegri è
pronto ad accontentarlo concedendogli un ruolo da «primattore» al Milan, forse anche una maglia da titolare contro l'Udinese
dopo appena tre allenamenti.
«Ho parlato con Mario, è sereno
e tranquillo, sa benissimo che
questa è un'occasione importante per lui - spiega l'allenatore -.
Sa che al Milan ha la possibilità
di consacrarsi come top player:
ha qualità tecniche e fisiche straordinarie, deve solo avere continuità. Dopo aver fatto la comparsa in altre squadre, qui può giocare da primattore e farci fare
un bel passo avanti».
Nei primi giorni Allegri ha
tratto «sensazioni positive» da
Balotelli, ha già capito che «serve un po’ di pazienza, bisogna
dargli qualche consiglio buono,
magari posso farlo io perché a
22 anni qualche caz... l'ho fatta...». Intanto, in dubbio fra «farlo partire titolare o portarlo in
panchina e fargli giocare un tem-

4
il tecnico:
«Mario Con noi
diventerà
un top player»
po», dopo la rifinitura della vigilia l'allenatore sembra orientato
a lanciarlo subito in campo da
centravanti nel tridente con El
Shaarawy e Niang, a spese di Pazzini. «Chi resta fuori si arrabbia.
Ma Pazzini sa di avere la mia stima e la mia fiducia - puntualizza
Allegri - ha fatto 10 gol in campionato, lavora per la squadra. Ora
ho due attaccanti per ruolo, devo essere bravo a fare le scelte
giuste». Dare subito una maglia
da titolare a Balotelli, aggiunge,
sarebbe «una scelta non tecnica
ma situazionale». Ossia legata alla «ventata d'entusiasmo» portata dal centravanti della Nazionale.
Lo si è visto dovunque Balotelli abbia messo piede in questi

giorni. La speranza in via Turati
è che l'entusiasmo attiri pubblico al Meazza, dove la media spettatori è oltre i 41mila solo grazie
ai big match con Juventus e Inter. «Contro l'Udinese ci sarà un
po’ di gente in più ma non tanta,
la partita di domenica sera scoraggia molti, specialmente chi
viene da lontano», prevede
Adriano Galliani, e lancia un'offerta per le ultime 7 partite casalinghe di campionato al costo di
5. Ne restano 16 al Milan per conquistare un posto in Europa, possibilmente in Champions League. E oggi (senza Mexes e De
Sciglio, con Abbiati in dubbio
per l'influenza) è delicata quella
contro l'Udinese di Muriel e Di
Natale. Allegri dopo il mercato
di gennaio (non solo Balotelli
ma anche Zaccardo, Salamon e
Saponara che arriverà in estate)
ora sente più ottimismo attorno
alla sua squadra, «dopo un'estate di critiche in cui sembrava tutto nero: Galliani è stato bravissimo a ricostruire un Milan giovane ma di qualità, che ha davanti
a sè 5-6 anni importanti».

Milano

Niente più scuse, adesso
l'Inter deve ripartire. Lo pensa
Massimo Moratti, presente ieri alla rifinitura come spesso accade
alla vigilia delle partite. È d'accordo Andrea Stramaccioni, che ha
fatto incetta di rinforzi negli ultimi due giorni del mercato invernale e non ha esitato a rivoluzionare la lista dei convocati. Ezequiel Schelotto e Zdravko Kuzmanovic, presentati alla stampa, sono partiti per Siena assieme a Mateo Kovacic e al resto del gruppo.
Tre volti nuovi contro l'ultima
della classe, con l'ambizione di
chiudere un periodo difficile per
risultati e prestazioni. Undici
punti in altrettante gare di campionato, dopo il successo sulla Juventus, certificano le difficoltà
della squadra nel tenere il passo
delle prime. L'ingresso dei «nuovi» potrebbe portare un rinnovato entusiasmo. «L'Inter è un treno che non passa tutti i giorni - dichiara Schelotto -. A Bergamo mi
sono trovato benissimo e posso
solo ringraziare l'Atalanta, ma dovevo fare una scelta».

4
Cambiasso
costretto
al forfait,
anche obi ai box
Se l'argentino ha indicato in
Zanetti un modello da seguire,
Kuzmanovic non poteva che citare il connazionale Stankovic come punto di riferimento. «Giocare con il capitano della mia nazionale è un sogno - racconta -. Sono andato via da Firenze per una
mia scelta, tre anni e mezzo fa,
ma in Italia mi sono trovato bene
e dopo aver provato un'esperienza diversa volevo tornare in questo campionato». Il serbo avrà il
compito di ravvivare un centrocampo in difficoltà e di aiutare la
squadra a centrare una vittoria
fuori casa che manca dal 28 ottobre, giorno di Bologna-Inter 1-3.
Potrebbe partire dalla panchina
al pari di Kovacic, il cui transfer
dalla Croazia è arrivato ieri, men-

tre Schelotto ha prenotato un posto sulla fascia destra dall’inizio.
Difesa e attacco non subiranno
scossoni, Nagatomo riprenderà
posto a sinistra sostituendo lo
spento Pereira. È possibile che, almeno inizialmente, Zanetti e Gargano vengano incaricati di giostrare in mezzo al campo.
Nota negativa della vigilia, la lista degli indisponibili resta lunga: a Milito e Stankovic si sono aggiunti Cambiasso (distorsione ad
una caviglia) e Obi per una lesione ad un polpaccio. Per il centrocampista argentino il periodo
non è dei più fortunati. Stramaccioni lo ha retrocesso nelle gerarchie, ora l'infortunio. Niente di irreparabile ma sempre uno spiacevole contrattempo. A fine anno è probabile che in seno alla dirigenza si apra una riflessione sullo zoccolo duro del gruppo e non
è escluso che la colonia argentina si riduca in maniera cospicua
perdendo giocatori storici come
Cambiasso, Milito o Samuel.
Una grossa fetta di «triplete» ha
già lasciato Milano, un'altra rischia di fare lo stesso percorso.

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Sport 45

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

Gli anticipi di serie A. I partenopei agganciano in vetta la Juve. Gli etnei protestano per un tocco di mano sospetto

Il Napoli liquida in casa il Catania
e si regala una notte da capolista
Napoli
Catania

2
0

inbreve
Genoa

Ballardini
«La classifica
non mi spaventa»

SERIE A (oggi ore 15)
Incontri

NAPOLI (3-4-1-2): De Sanctis 6.5; Grava 6,
Cannavaro 7, Gamberini 6.5; Mesto 6.5,
Dzemaili 6.5, Behrami 6 (18' st Inler 6),
Zuniga 6.5 (39' st Armero sv); Hamsik 7
(32' st Insigne 6); Pandev 6.5, Cavani 6.5.
In panchina: Rosati, Colombo,
Rolando, Donadel, El Kaddouri,
Calaiò. Allenatore: Mazzarri 6.5.

Arbitri

roma-cagliari

2-4

torino-sampdoria

0-0

napoli-catania

2-0

chievo-juventus (ore 12,30) bergonzi
fiorentina-parma
genoa-lazio

russo
tagliavento

CATANIA (4-3-3): Andujar 6; Bellusci 5,
Spolli 5, Rolin 5.5, Capuano 5; Izco 5, Lodi
6 (42' st Doukara sv), Biagianti 5.5 (27' st
Almiron 5.5); Barrientos 6, Bergessio 5,
Gomez 5.5. In panchina: Frison,
Terracciano, Potenza, Augustyn,
Legrottaglie, Salifu, Ricchiuti, Keko.
Allenatore: Maran 5.5.

palermo-atalanta

ARBITRO: Calvarese di Teramo 5.5.

juventus

49 22 15 4 3 46 15

RETI: 31' pt Hamsik, 44' pt Cannavaro.

napoli*

49 23 15 4 4 45 20

NOTE: terreno pesante e irregolare a
causa della pioggia caduta prima e
durante la partita. Ammoniti:
Behrami, Grava, Dzemaili e Spolli.
Angoli: 9-4 per il Catania. Recupero: 1'; 4'.

lazio

43 22 13 4 5 32 22

inter

40 22 12 4 6 35 25

milan

37 22 11 4 7 39 28

pescara-bologna

damato
de marco

siena-inter

doveri

milan-udinese (ore 20,45)

massa

CLASSIFICA

fiorentina

36 22 10 6 6 39 27

catania*

35 23 10 5 8 31 30

Napoli

roma*

34 23 10 4 9 49 42

Aggancio riuscito. Nel
terzo anticipo della ventitreesima giornata il Napoli supera 2-0 il Catania e almeno per
una notte raggiunge in vetta
la Juventus, attesa oggi dal
Chievo.
Al San Paolo Mazzarri non
può contare sugli squalificati
Campagnaro e Britos, e allora
ridisegna la difesa con Grava,
Cannavaro e Gamberini. A
centrocampo Dzemaili prende il posto di Inler, mentre davanti il tecnico toscano si affida al trio Hamsik-Pandev-Cavani.
Per costruire la prima occasione il Napoli impiega appena dieci secondi, un sinistro
di Pandev dai venti metri non
distante dalla traversa. Nella
prima mezz'ora, però, il Catania (schierato da Maran con
il classico 4-3-3) controlla la
partita senza rischiare nulla,
rinunciando del resto ad attaccare.
Il Catania, insomma, ha
giocato per rallentare il ritmo
dei partenopei, perchè in fase offensiva sempre più raramente gli etnei sono arrivati
in area, col passar dei minuti.

udinese

33 22 8 9 5 33 31

parma

31 22 8 7 7 30 29

chievo

28 22 8 4 10 23 34

torino (-1)*

28 23 6 11 6 27 26

...

sampdoria (-1)* 25 23 7 5 11 28 29
cagliari*

24 23 6 6 11 25 40

atalanta (-2) 23 22 7 4 11 19 32

Il napoletano Marek Hamsik ieri sera ha sbloccato lo 0-0 al San Paolo.

foto ansa

bologna

22 22 6 4 12 29 31

pescara

20 22 6 2 14 17 45

genoa

18 22 4 6 12 22 35

palermo

17 22 3 8 11 19 35

siena (-6)

14 22 5 5 12 20 32

Torino (4-2-4): Gillet 6, D'Ambrosio 6,5,
Glik 6,5, Rodriguez 6, Masiello 5,5, Gazzi
6,5, Brighi 6, Cerci 6, Barreto 6,5 (40' st
Jonathas sv) Meggiorini 6 (18' st
Bianchi 5,5), Santana 6 (37' st Birsa sv)
(35 Coppola, 5 Di Cesare, 36 Darmian, 15
Caceres, 4 Basha, 18 Bakic, 20 Vives, 19
Stevanovic). All.: Ventura 6.
Sampdoria (3-5-2): Romero 6,5,
Gastaldello 6, Palombo 6, Costa 6, De
Silvestri 5,5, Munari 6, Kristicic 6, Poli
6, Estigarribia 5,5 (30' st Poulsen) Eder 5
(21' st Soriano), Icardi 5,5. (1 Da Costa, 32
Berni, 5 Renan, 7 Castellini, 35 Rossini, 13
Berardi, 6 Maresca, 8 Mustafi, 10 Maxi
Lopez, 12 Sansone). All.: Rossi 6.
Arbitro: Rizzoli 5,5.
Note: ammoniti Gazzi per gioco
falloso, De Silvestri per proteste.
Angoli: 5-3 per il Torino. Recupero: 0 e
4'.

A Milano
rientra
Benatia

...

Francesco Guidolin quasi sicuramente si affiderà al
«4-4-2» o «4-4-1-1» se Muriel dovesse giocare a ridosso di Di Natale. Benatia, al
suo rientro dopo gli impegni
con la Coppa d'Africa, farà il
suo rientro al posto di Heurtaux come esterno destro di
difesa, con Danilo e Domizzi
al centro e Pasquale sull'altra fascia. In mezzo al campo
Allan e Pinzi, Basta e Lazzari
a occupare le due corsie.

Serie B
Una scelta punita dagli episodi. Alla prima vera occasione, infatti, il Napoli trova il
vantaggio: Zuniga riceve palla sulla sinistra, si accentra e
prova il destro, il tiro (corretto da Spolli) arriva sui piedi di
Hamsik, puntuale nell'inserimento e implacabile sotto
porta.
La gara finalmente si accende, il Catania chiede un rigore per un tocco di mano sospetto di Zuniga, mentre Barrientos spreca una grande opportunità calciando male da
ottima posizione. Nella metà

campo opposta il Napoli sfiora il raddoppio con la traversa colpita da Cavani al 38',
ma il gol arriva sei minuti dopo: sugli sviluppi di un corner
Hamsik riceve palla sulla sinistra e serve Cannavaro, preciso nella deviazione vincente.
Nella ripresa il Catania prova a reagire, Maran passa al
4-4-2 e Bergessio va subito in
gol al 2', ma l'arbitro Calvarese annulla giustamente per
una trattenuta su Zuniga. I siciliani ci provano con generosità, ma Lodi, Bergessio e Barrientos non spaventano De

Sanctis. Il Napoli controlla
senza problemi, festeggia i
tre punti e oggi guarderà con
interesse la partita della Juventus.
Dopo aver contribuito alla
vittoria del Napoli sul Catania con un gol e un assist, Marek Hamsik guarda avanti e
indica il percorso ai propri
compagni: «Il primo posto è
importante, ora non dobbiamo mollare, ma continuare
su questa strada».
«Siamo felici perchè sapevamo che non sarebbe stata
una partita facile - ha dichia-

rato ieri sera a fine gara il centrocampista slovacco ai microfoni di Sky - e in effetti nella prima mezz'ora non siamo
riusciti a fare il nostro gioco.
Per fortuna abbiamo trovato
il vantaggio e il raddoppio segnato nei minuti finali del primo tempo ci ha sicuramente
aiutato. Ora non pensiamo alla Juventus, ma soltanto a noi
stessi, dobbiamo fare il nostro gioco e raccogliere tanti
punti. Dove posso arrivare
personalmente? Ho solo venticinque anni, sicuramente
posso migliorare ancora».

Torino-Sampdoria, zero emozioni e zero gol
...
0
0

Udinese

* Una partita in più

all'Olimpico. Gara bloccata e portieri inoperosi. Un’occasione per Barreto e poco più. Per i granata è il settimo risultato utile

Torino
Sampdoria

...

La classifica non fa paura al nuovo tecnico del Genoa Ballardini, come sfidare
in serie le prime della classe:
Juventus e Lazio in sette giorni. «Giocheremo un'altra
partita molto importante
contro una squadra che da
qualche anno fa parte dell'
elite del nostro calcio». Ma il
Genoa «non dovrà avere alcun timore», come «non deve far spavento la classifica», il terz'ultimo posto.
«Pensiamo alla gara di oggi,
diamo il meglio, il resto si vedrà».

Un pari che fa più comodo
alla Sampdoria e un pò meno al
Torino, che però muove ugualmente la classifica. L’anticipo
dell’Olimpico regala emozioni
col contagocce ed uno 0-0 che,
al netto di quanto fatto vedere
sul campo, può ritenersi giusto,
anche se sono stati i granata a fare qualcosa in più.
Nessuna novità nei due undici di partenza. E due gli osservati speciali: tra i padroni di casa
Meggiorini, reduce dalla bella
doppietta infilata all'Inter, e tra
gli ospiti Icardi, argentino di nascita ambito da molti club di
rango e forse pronto ad optare
per la Nazionale di Prandelli. Indisponibile Diop tra i piemontesi, che relegano Bianchi in panchina e Cerci sull'out di competenza, e Obiang squalificato tra
i blucerchiati, dove Ederè la se-

conda punta e Poli l'uomo dal
cervello fino in mezzo al campo.
La partita ci mette un pò a decollare perchè nei primi venti
minuti capita davvero poco, se
non un'uscita al 2' di Gillet per
evitare il peggio su Icardi. I granata alzano il baricentro e, al
25', hanno la prima grande occasione per passare con un sinistro deviato di Cerci, che Romero mette in bello stile in angolo.
Dopo due minuti, padroni di casa ancora minacciosi: Gastaldello sfiora con la punta del piede
quanto basta per evitare la deviazione vincente di Glik che,
dal conseguente angolo, si esibisce nella sponda aerea per Barreto, impreciso (sempre di testa) da ottima posizione.
Nella ripresa, squadre immutate almeno fino a quando Ven-

Giampiero Ventura
tura non decide di dare spazio a
Bianchi per un Meggiorini visibilmente a disagio. La Samp si
era resa minacciosa al 2' con un
cross di Icardi su cui Poli non
trovava la porta, Cerci e Santana provano a dare una scossa al
match che però resta «impalu-

dato». Al 25', da angolo, Glik tenta l'acrobazia ma Romero blocca senza difficoltà. Eder lascia il
posto a Soriano e non nasconde la delusione, i cambi si susseguono e, al 37', ci prova anche
Guastaldello, con un tuffo aereo in area più elegante che efficace.
Nel finale, al 39', Gillet è costretto ad uscire sulla testa di
Icardi per evitare guai, poi Jonathas entra per Barreto, due debuttanti che sicuramente faranno comodo a Ventura in questa
seconda parte di campionato.
Nemmeno i quattro minuti di
recupero accordati da Rizzoli
servono a modificare l'esito dei
titoli di coda: finisce 0-0, con il
Torino che centra il settimo risultato utile consecutivo e sale
a quota 28 punti in classifica e
la Sampdoria a 25.

La capolista
Sassuolo
fermata in casa

...

Risultati e classifica in B
(24Ëš giornata). Brescia-Spezia 0-0, Cittadella-Crotone
2-2, Grosseto: Grosseto-Padova 1-1, Livorno-Pro Vercelli 2-0, Novara-Cesena 0-1,
Reggina-Verona 1-1 (giocata
venerdì, Sassuolo-Empoli
1-1, Ternana-Bari 0-0, Varese-Modena 2-0, Vicenza-Juve Stabia 1-2, domani (ore
20,45): Ascoli-Lanciano. Classifica: Sassuolo 52, Livorno
51, Verona 47, Varese 39, Empoli 34, Juve Stabia 34, Brescia 33, Modena 32, Padova
32, Ascoli 31, Cittadella 31,
Spezia 29, Ternana 29, Cesena 27, Crotone 26, Bari 25, Novara 25, Reggina 25, V. Lanciano 25, Vicenza 19, Pro Vercelli 16, Grosseto 15.

Serie D

L’Acireale
battuta in casa
dal Savoia

...

L'Acireale perde ancora
in casa, questa volta contro il
Savoia, nell'anticipo della
ventiduesima giornata del
torneo di serie D. Granata
avanti al 42' con una magistrale punizione di Romano,
ma in avvio di ripresa prima
Padulano, poi Vicentin ribaltano il risultato. L'Acireale
trova il pari su rigore realizzato ancora da Romano, ma su
azione di corner Salvatore di
testa segna il definitivo 2-3.
(*RAMU*)

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

46 Sport

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

Tennis, coppa davis. Nel primo turno del World Group, gli azzurri si portano sul 2-1 grazie a Fabio e Simone che rimontano un set ed entusiasmano

Bolelli e Fognini,
grande doppio
L’Italia in vantaggio
sulla Croazia
0 OggiSeppi può chiuderelapartitacontroCilic
Dopo un primo set teso e contratto, i due doppisti azzurri
hanno costruito una vittoria
netta e convincente, conclusa da un «tie-break»al cardiopalmo.
Giuliano Parisi

...

Torino

La seconda giornata del
primo turno di Coppa Davis
sorride all'Italia che si porta in
vantaggio sulla Croazia per 2 a
1. Decisiva la vittoria maturata
nel doppio giocato al Palavela
di Torino da Simone Bolelli e
Fabio Fognini,che hanno regolato la coppia croata formata
da Marin Cilic e Ivan Dodig
con lo score di 3-6, 6-1, 6-3, 7-6
(11).
«Abbiamo fatto un piccolo
passo in avanti verso la qualificazione - commenta Fognini nell’ultima giornata Seppi partirà favorito contro Cilic, dato
che il croato al debutto ha faticato parecchio».
Rispettato quindi il pronostico che vedeva gli azzurri favoriti, anche alla luce degli ottimi recenti risultati ottenuti, come la semifinale all'Australian
Open conquistata due settimane fa. Nel primo set gli azzurri
sono partiti contratti, dal secondo in poi però hanno fatto
vedere perchè sono considerati tra le migliori coppie al mondo.
Dopo un primo set teso e
contratto, i due azzurri hanno

costruito una vittoria netta e
convincente, conclusa da un
tie-break al cardiopalmo. Ma il
sabato azzurro di Torino inizia
in salita. Il primo break del match, quello che decide il primo
parziale, è in favore dei croati e
arriva sul 4-3, senza che gli azzurri siano mai arrivati ad avere occasioni sul servizio avversario. È Dodig ad avere il compito di servire per chiudere il
set, e non è immune dalla tensione: inizia con un doppio fallo e poco dopo commette un

4
Barazzutti: «Se
fognini sta bene
giocherà l’ultimo
singolare»
clamoroso errore a rete per
mandare i nostri sul 15-30. Purtroppo però Bolelli e Fognini
sono ancora troppo fallosi in risposta e al terzo set point, dopo averne annullati due in modo pregevole, gli azzurri cedono il primo set. Tutto quello
che non aveva funzionato per i
primi quaranta minuti, prende magicamente a funzionare
nel secondo parziale, chiuso
6-1.
La sensazione che la partita
abbia cambiato direzione viene confermata quando Dodig,
con un disastroso doppio fallo,

wta premier

Errani in finale
a Parigi, oggi
sfida la Barthel

...

Sono bastati appena 25
minuti a Sara Errani per qualificarsi per l'undicesima finale
della sua brillante carriera, la
prima a livello Premier. C’è riuscita nella 21ª edizione
dell'«Open GDF Suez», il torneo WTA Premier con montepremi da 690.000 dollari che si
disputa a Parigi su campi in cemento indoor. In semifinale,
quando conduceva già 5-0 nel
primo set, l'azzurra, testa di
serie numero 1, ha approfittato
del ritiro della lucky loser Kiki
Bertens. Classe 1991 e numero
65 del mondo, l'olandese è stata la sorpresa di questo torneo
è stata capace di battere Paszek, Cibulkova e Safarova. Contro la Errani aveva perso l'unico
precedente, nel 2011. Già al debutto in questo torneo la ravennate aveva, suo malgrado, approfittato del ritiro della Rybarikova.
Oggi in finale Sara Errani, reduce dal trionfo in doppio con Roberta Vinci agli Open d’Australia, affronterà la tedesca Mona
Barthel che, nella seconda semifinale, si è imposta sulla francese Kristina Mladenovic per 6-1
6-4.

Fabio Fognini e Simone Bolelli si abbracciano dopo la vittoria nel doppio contro la Croazia.

foto ansa

perde il suo terzo turno di servizio consecutivo. Gli azzurri
vanno avanti 3-1 e hanno più
volte l'opportunità di conquistare un doppio break. Sul 5-3,
è un Cilic molto falloso a perdere il servizio e a consegnare il
terzo parziale agli azzurri, mettendo in rete una volèe dietro il
servizio.
Proprio quando la vittoria
sembrava ormai conquistata,
la partita si è trasformata in un'
autentica battaglia. Avanti 4-2
con l'inerzia del match a favore e un break che sembrava decisivo, Simone non è riuscito a

consolidare il vantaggio e i due
azzurri si sono fatti trascinare
al tie-break. Bolelli annulla
una palla set di Cilic ed è il quinto match point quello buono:
Fognini cancella la paura con
un ace centrale che fa saltare
per aria il palazzetto. «Il tie break del quarto set è stato difficilissimo - spiega Bolelli - anche
perchè, pur avendone giocati
tanti, questo aveva un sapore
particolare visto che si giocava
in Coppa Davis».
A questo punto oggi Barazzutti avrà l'imbarazzo della
scelta per quanto riguarda il

ruolo del secondo singolarista
tra Fognini e Lorenzi che venerdì ha giocato alla pari contro
un ex top ten come Cilic. «Se
Fognini sta bene giocherà anche il singolare - spiega Corrado Barazzutti - sulla terra rossa
ha ottenuto grandi risultati,
quindi non vedo perchè non
dovrebbe disputare l'ipotetico
secondo match. Credo in ogni
caso che Seppi - conclude il capitano azzurro - abbia buone
possibilità di battere Cilic e
quindi non è detto che che sia
necessario giocare l'ultima sfida».

0 Football Usa

0 Pallanuoto

0 Ciclismo

0 Atletica

New Orleans
rinasce per
il Superbowl

A-1 femminile,
l’Orizzonte
resta in testa

Tour de France,
Cancellara
non sarà al via

Regionali di
corsa campestre
a Regalbuto

Lo sport fa risorgere New Orleans, la città che nel 2005 venne messa in ginocchio dall'uragano Katrina. Qui, nel cuore della Louisiana, si
giocherà (le 0,30 in Italia) l'attesissimo Superbowl, la finale del campionato di football americano, tradizionalmente lo show tv più visto, con
un audience di oltre 110 milioni. Tutto il «circo» che accompagna ogni
anno questo evento, migliaia di
fans, oltre 5000 giornalisti accreditati, produttori di spot miliardari,
hanno invaso «Big Easy», come gli
americani chiamano New Orleans.
Un avvenimento talmente importante da aver fatto slittare di una
settimana il famoso Mardi Gras, il
folle carnevale che riempie per molti giorni e notti le strade oggi affollate da fans giunti dalle due coste
americane. La partita che vede i
San Franscisco 49ers battersi contro i Ravens di Baltimora, si gioca
nel Mercedes Benz Superdome e
terrà tutti con il fiato sospeso.

La Geymonat Orizzonte Catania vince a Bogliasco per 12-8 e si
conferma al comando della classifica della serie A-1 femminile di
pallanuoto, in coabitazione con il
Rapallo che ha vinto contro il Plebiscito Padova per 14-13. Questi gli
altri risultati della 9ª giornata: Despar Messina-RN Bologna 8-7; Roma Pallanuoto-Mediterranea Imperia 5-10; Igm Ortigia Siracusa
-NGM Firenze Waterpolo 9-13.
Classifica: Rapallo Nuoto e Geymonat Orizzonte Catania 24 punti;
NGM Firenze Waterpolo 19; Mediterranea Imperia 17; Despar Messina 15; Plebiscito Padova, RN Bologna 10; Roma Pallanuoto, RN Bogliasco 6; Igm Ortigia Siracusa 0.
Prossimo turno (13 febbraio): Igm
ortigia-Plebiscito Padova; Despar
Messina-NGM Firenze Waterpolo; Roma Pallanuoto-Rapallo Pallanuoto; Mediterranea Imperia-RN Bogliasco; Geymonat Orizzonte Catania-RN Bologna.

Niente Tour de France quest'
anno per Fabio Cancellara. Lo svizzero, che detiene il record di maglie gialle (28) per chi poi non ha
vinto la Grand Boucle, non sarà al
via. Colpa del percorso visto che «la
partenza in Corsica non prevede nè
un prologo nè una cronometro».

Si svolgeranno stamattina su
un tracciato ricavato sulle sponde
del lago Pozzillo di Regalbuto i campionato regionali di Società dalla categoria Allievi agli Assoluti e la prima prova dei Campionati regionali
di società per le categorie Ragazzi e
Cadetti ed il trofeo Hobbit. (RICA)

dagli altri sport

...

...

Tumi-record:
vola in 6”53
nei 60 metri

...

Il 22enne padovano Michael
Tumi (Fiamme Oro) ha ottenuto a
Magglingen (Svizzera) il record italiano dei 60 metri con un sensazionale 6”53. Primato assoluto indoor
anche per Roberta Bruni, che a Fermo ha raggiunto i 4,51 nell’asta.

...

...

0 Paralimpico

Pancalli
confermato
presidente

...

Luca Pancalli è stato confermato alla presidenza del Comitato
italiano Paralimpico, nel corso del
Consiglio nazionale elettivo. Pancalli, candidato unico, ha ottenuto
30 voti sui 30 presenti, su 35 aventi
diritto. Sulle elezioni alla presidenza Coni ha detto: «Voto Pagnozzi».

Luca Pancalli

© La riproduzione e la utilizzazione degli articoli e degli altri materiali pubblicati nel presente giornale sono espressamente riservate

Sport 47

Giornale di Sicilia
Domenica 3 Febbraio 2013

Sei nazioni. Oggi il debutto all’Olimpico di Roma (60.000 spettatori) contro i forti transalpini. Il capitano: «Pronti alla sfida» Pallanuoto. Serie A2

Italrugby, con la Francia senza paura
Parisse: «Proviamoci come 2 anni fa»
La voglia non nascosta è di
ripetere il colpo del 2011: confortano questa speranza i progressi evidenziati dagli uomini del ct Brunel nei test match dello scorso novembre
Paolo Celsi

...

Roma

È un derby latino da non
perdere quello con cui, nel posticipo della prima giornata, l'Italia del rugby comincia oggi alle
16 contro la Francia la sua avventura nel Sei Nazioni 2013. È
la sfida fra i vice-campioni del
mondo, che sono anche una delle due grandi favorite del torneo
(l'altra è l'Inghilterra, che ieri ha
battuto 38-18 la Scozia, mentre
l’Irlanda è passata in Galles per
30-22) e i rivali vincitori a sorpresa due anni fa, quando gli azzurri giocavano ancora al Flaminio
e smentirono nel più clamoroso
dei modi i giornali d'Oltralpe
che, per la loro nazionale, avevano scritto di «vacanze romane»
per sottolineare la presunta facilità di una partita che consideravano già vinta.
La voglia non nascosta dell'
Italrugby è di ripetere quel colpo e confortano questa speranza i progressi evidenziati dagli
uomini del ct Brunel nei test match dello scorso novembre contro Tonga e soprattutto i «mostri sacri» di Nuova Zelanda e
Australia. A questa Italia che co-

Martin Castrogiovanni durante il «captain's run» della squadra italiana allo stadio Olimpico di Roma
mincia a giocare un bel rugby
fatto non solo di contenimento
manca solo un pò di concretezza per convertire in punti, e
quindi finalizzare al meglio, la
mole di lavoro svolta in mischia
e nelle manovre sul campo.
«Ora giochiamo un rugby che ci
diverte», sottolinea il capitano
Sergio Parisse, ma serve chi «la
butti dentro», e poi alzare la media delle mete segnate finora
dall'Italia dal giorno del suo ingresso nel torneo più antico del

mondo a oggi: 1,18 a partita, decisamente troppo poco.
A spingere gli azzurri, oltre ai
60mila (stando ai biglietti andati via in prevendita) dell'Olimpico saranno anche i 400 ex giocatori che la maglia della Nazionale l'hanno vestita in passato, dal
1929 in poi, e che oggi riceveranno nel Salone d'Onore del Coni
il «cap» in omaggio a una tradizione secolare del rugby che finalmente anche l'Italia ha fatto
sua. Saranno al fianco di Parisse

e compagni anche sul campo, al
momento degli inni per cantare
quello di Mameli, «e questo ci
fornirà un'ulteriore carica per
dare il 120% di noi stessi», sottolinea il manager azzurro Gino
Troiani, anche lui ex azzurro.
«Non abbiamo paura di nessuno, e vogliamo vendere cara
la pelle - sprona i suoi capitan
Parisse - Poi se la Francia si dimostrerà migliore di noi va bene. Ma ho tanta fiducia nella
mia squadra: siamo in crescita,

Il Telimar
si illude
ma Kacar
lo punisce

e ora giochiamo un rugby che ci
diverte. Rispetto a due anni fa (l'
Italia vinse per 22-21, ndr) c'è
una consapevolezza diversa,
perchè abbiamo dimostrato sul
campo che possiamo batterli.
Sappiamo che su di noi ci sono
molte aspettative, ma questo
non ci pesa. Anche i francesi si
avvicineranno a questa sfida in
modo diverso, ora sanno che
non possono sottovalutarci».
Ma c'è qualche fattore a vantaggio dell'l'Italia? «Può aiutarci
il fatto che loro hanno dovuto
giocare in campionato venerdì
25 gennaio - risponde Parisse - e
che quindi noi abbiamo avuto
una settimana in più per prepararci. È un punto a nostro favore. Non ci rimane che confermare sul campo tutti i progressi evidenziati nei test di novembre,
quando quelle partite ci hanno
lasciato tante certezze, e belle
sorprese come Minto e Orquera. Ora giochiamo un rugby interessante e pericoloso, molto più
dinamico e che «smuove» la palla».
Italia-Francia sarà anche la
partita del «cap» n. 99 di Andrea
Lo Cicero, che per la grande festa della 100/a presenza in Nazionale dovrà attendere sabato
9 e la sfida con la Scozia a Edimburgo. Ma il Barone spera che la
festa cominci già oggi: per lui
che gioca nel Racing Parigi questo è un derby di quelli che non
vorresti mai perdere.

Nuoto Catania
Telimar Pa

Nuoto Catania: Patti, Maric 1, Reina,
La Rosa 1, B. Torrisi 1, Anfuso, Catania, Nikolic 1, Kacar 4, Privitera 1, Zappalà, C. Torrisi 2, Scuderi. All.: Dato.
Telimar palermo: Sansone, Zubcic
1, Galioto, Di Patti 2, Salemi 2, D'Aleo 1,
Calabrese, A. Covello, Lo Cascio 2,
Mattarella 2, Monteleone, Ippolito,
Colosi. All.: Quartuccio.
Arbitri: Paoletti e Petronilli.
Note: parziali, 1-2, 3-2, 1-2, 6-4.

...

Catania

Il Telimar Palermo non riesce a muovere la propria classifica. Nel derby siciliano con la Nuoto Catania la squadra di Quartuccio incassa la terza sconfitta in altrettante gare dell'A-2 maschile nonostante aver disputato un buon
match e aver tallonato anche nell'
ultimo parziale gli avversari. La
partita si è giocata sempre sul filo
dell'equilibrio. La Nuoto Catania
ha tratto giovamento dall'ottima
vena di Nenad Kacar e dalla maggiore lucidità nella fase finale,
mentre il Telimar Palermo, trascinato dai senatori Di Patti, Zubcic e
Lo Cascio, non ha approfittato abbastanza dell'emergenza etnea. Il
sette di Giuseppe Dato era privo di
Giorgio Torrisi e Peppe Iuppa per
squalifica e nell'ultimo parziale ha
dovuto fare i conti con un paio di
espulsioni definitive per tre falli. I
tre punti in favore dei padroni di
casa sono stati decisi negli ultimi
otto minuti. La Nuoto Catania ha
annullato il +1 del Telimar con Kacar, poi i palermitani hanno pareggiato dal 9-7 con Zubcic e Salemi
ma si sono dovuti arrendere al nuovo allungo catanese firmato dai fratelli Brian e Cristiano Torrisi.
Risultati: Civitavecchia-Basilicata N. 23-9; Cagliari-Canottieri
Na 7-11; Salerno-Muri Antichi
12-8; Roma Vis Nova-Acicastello
23-6; AS Roma 2007-Anzio 9-9;
Nuoto Ct-Telimar 11-10.
Classifica: Canottieri Na 9; Civitavecchia e Roma Vis Nova 7; Muri
Antichi e Nuoto Ct 6; AS Roma
2007, Anzio 4; Salerno, Acicastello
e Basilicata N. 3; Cagliari e Telimar
0. (*gisco*) Giuseppe Scordo

La premiazione. Tutti i protagonisti siciliani del 2012 in passerella. Ospite d’onore l’ex pilota di rally Fabrizio Tabaton

«Volanti d’oro», festa dell’automobilismo a Gratteri

...

gratteri

Si svolgerà oggi sulle Madonie la consueta premiazione
annuale denominata «Volanti
d'Oro». La manifestazione, indetta dal sito internet www.siciliarally.it, anche nella sua nona
edizione manterrà il carattere
itinerante, spostandosi a Gratteri, in provincia di Palermo. Il
luogo prescelto è di proprietà

di Angelo Matassa, famoso chef
del WRC grazie a Grifone e
Step2, il quale accoglierà tutti i
partecipanti presso il suo ristorante «Il Berillo».
Presenti alla manifestazione
i migliori piloti e navigatori siciliani, oltre a ospiti d'eccezione
provenienti dal motorsport internazionale. Primo fra tutti il
patron della Grifone, Fabrizio

Tabaton, famoso pilota di rally
e profondo conoscitore anche
della Targa Florio, soprattutto
negli anni '80.
Per quanto riguarda le nomination per il Volante d'Oro, sarà dura battaglia tra tutti i vincitori dei rallies 2012, ovvero: Fofò Di Benedetto, Pietro Mazza,
Totò Parisi, Paolo Piparo, Bartolo Mistretta, Giuseppe Frattale-

mi, Fabrizio La Rocca, Totò Riolo, Giuseppe Nucita e Danilo
Novelli. Candidati al Volante
d'Oro anche il vincitore del
campionato siciliano Salvuccio
Armaleo e il vincitore dello
Challenge ottava zona Giuseppe Tripolino.
Oltre al Volante d'Oro, verranno proclamati i vincitori delle numerose categorie, dai pilo-

F1. Ecco la C32, evoluzione dell’auto che nel 2012 ha conquistato 4 podi. Hulkenberg e Gutierrez i piloti

La nuova Sauber ha voglia di sorprendere

11
10

ti ai navigatori, dagli addetti ai
lavori ai semplici appassionati.
Confermata anche la presenza
dei quattro neo eletti in seno alla federazione, Max Cambria,
Giuliana Duro, Francesco Picarella e Serafino la Delfa.
Una festa corale che come
ogni anno coinvolgerà tutto
l'ambiente rallistico siciliano.
(*asci*) Angelo Asciutto

Estrazioni del lotto
del 2 febbraio 2013
Bari

62

39

20

22

37
90

Cagliari

6

52

14

63

HINWIL (Svizzera)

Firenze

61

63

90

14

10

Si chiama C32 la nuova monoposto Sauber. Il team elvetico
di F1, che nel 2012 ha vissuto una
delle sue stagioni di maggior successo, con quattro podi ed il sesto posto nel mondiale Costruttori, è ripartito proprio da questi risultati. «L'obiettivo è molto chiaro e semplice: vogliamo continuare a migliorare i nostri risultati»,
ha detto il capo del team Monisha Kaltenborn. «La Sauber
C32 - ha aggiunto - è basata sulla
vettura che l'ha preceduta, che
era già molto competitiva. Aveva
un sacco di punti di forza e alcuni
punti deboli, ed i nostri ingegneri
hanno lavorato su queste basi».
La vettura ha anche una nuova line-up, con l'arrivo dell'ex pilota della Force India, il tedesco
Nico Hulkenberg, ed Esteban Gutierrez, promosso da collaudatore a seconda guida.

Genova

14

54

23

35

40

...

Milano

71

68

65

13

63

Napoli

11

5

89

57

87

Palermo

87

69

75

60

53

Roma

18

4

27

90

9

Torino

61

44

47

37

6

Venezia

61

23

9

44

8

Nazionale

85

68

33

24

37

SUPERENALOTTO
9-18-39-63-64-85 - Jolly 74 - Superstar 84
Quote. Nessun «6» né «5+1». Aglii 8 «5» vanno 44.991,10 euro; ai 1.114 «4» vanno
325,73 euro; ai 40.688 «3» vanno 17,76 euro. Quote Superstar: nessun «5». All’unico «4» vanno 32.573,00 euro; ai 162 «3» vanno 1.776,00 euro; ai 2.602 «2» vanno 100
euro; ai 16.722 «1» vanno 10 euro; ai 36.903 «0» vanno 5 euro

10 e LOTTO
Il pilota tedesco Nico Huelkenberg scruta la nuova Sauber C32

foto ansa

4-5-6-11-14-18-20-23-39-44-52-54-61-62-63-68-69-71-87-90



Parole chiave correlate