File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



rass .pdf


Nome del file originale: rass.pdf
Titolo: http://www.lametino.it/Ultimora/lamezia-sabato-conferenza-stamp
Autore: Gennarino

Questo documento in formato PDF 1.6 è stato generato da PScript5.dll Version 5.2.2 / Acrobat Distiller 11.0 (Windows), ed è stato inviato su file-pdf.it il 06/02/2013 alle 14:13, dall'indirizzo IP 79.53.x.x. La pagina di download del file è stata vista 1213 volte.
Dimensione del file: 251 KB (2 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Lamezia: Sabato conferenza stampa contro chiusura carcere - il Lametino.it

Pagina 1 di 2

Ultimo aggiornamento - Mercoledì 06 Febbraio 2013 alle 12:23

mercoledì 6 febbraio

Web

HOME CRONACA

ATTUALITÀ POLITICA ECONOMIA

INCHIESTE CULTURA

SPORT IN EDICOLA

cerca...

ricerca...
lametino.it

BLOG SCRIVI A IL LAMETINO

Ultimora

Agente Polizia
Stato 2013
Il Lametino.it
05 febbraio
2013
nissolinocorsicosenza.it/Polizia
Corso di Preparazione per VFP1 Se hai 17-30 anni entri in Polizia!
Home

Attualità

Ultimora

Lamezia: Sabato conferenza stampa contro chiusura carcere

Lamezia: Sabato conferenza stampa contro
chiusura carcere

E instruments group

MARTEDÌ 05 FEBBRAIO 2013 18:13

www.danetech.it
Calibratori per pressioni, segnali,
temperature e multifuzione

Consiglia

12

Share

Tweet

1

www.eigroup.biz
Strumenti Elettronici di Misura Il meglio per
le tue esigenze

Calibratori portatili

Misure Campi Magnetici
www.g-iron.it/safety-system
Misurazione campi elettromagnetici con
strumenti certificati e sicuri

Test di Ammissione
preparazionetestmedicina.it
Supera il Test di Ammissione. Noi ti
Aiutiamo. Informati Ora!

Lamezia Terme, 5 febbraio – Contro la probabile chiusura del carcere di Lamezia Terme sabato 9 alle ore
9:30 a Maida sarà tenuta una conferenza stampa con il segretario generale Eugenio Sarno, con il sindaco
di Maida Natale Amantea e Gianni Speranza sindaco di Lamezia Terme. A questo proposito la UILPA
(Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione) ci ha inviato questo comunicato: “La valorizzazione
del gruppo dirigente calabrese – dichiara il Segretario Generale Eugenio Sarno– si sostanzia con l’elezione
di Gennarino De Fazio a Segretario Nazionale e con l’elezione nella Direzione Nazionale di Salvatore
Paradiso e di Vincenzo Falvo nel Comitato Direttivo Nazionale, (che vanno ad aggiungersi ad Attilio Lo
Bianco, Giuseppe Grillo, Bruno Fortugno e Francesco Critelli). Questo è, certamente, un riconoscimento ad
un gruppo e ad un impegno forte, importante e costante. L’occasione sarà utile anche per fare il punto

Il Lametino
Mi piace

4.128

rispetto alle scelte dell’Amministrazione Penitenziaria per la Calabria, che non sempre appaiono connotate
da logica amministrativa. Nell’auspicare che il ministro Severino trovi il modo di destinare, dopo tre anni di
vacatio, un Provveditore Regionale titolare, non possiamo non rilevare – sottolinea polemicamente SARNO
– come da un lato si chiude, per una dichiarata penuria di polizia penitenziaria, un carcere ben avviato ed
all’avanguardia come quello di Laureana di Borrello e dall’altro, invece, si pensa di aprire, a maggio, un
nuovo padiglione a Catanzaro (300 posti) e a riaprire, a giugno, Crotone (100 posti aggiuntivi). Senza
dimenticare che nel frattempo potrebbe appalesarsi l’acquisizione anche della nuova struttura di Arghillà”.
A far da eco alle riflessioni del Segretario Generale della UILPA Penitenziari, interviene Gennarino De
Fazio: “Mi pare persino pleonastico richiamare l’esigenza di implementare le piante organiche, che solo
parzialmente potrebbero essere alimentate dal recupero di qualche unità annidata negli uffici ministeriali.
Ritengo che sarebbe disdicevole, in tempi di spending review, aprire solo formalmente strutture che non
potrebbero, comunque, essere operative per insufficienza di personale e la cui gestione comporterebbe
costi economici. Così come occorre interrogarsi per tempo debito – prosegue De Fazio – sul futuro della
Casa Circondariale di Lamezia Terme, di cui è stata formalmente decisa la dismissione, e sul destino degli
operatori che vi prestano servizio. Non è un caso, infatti, che la riunione del Direttivo Regionale si terrà a
Maida. Già nel luglio del 2009 il Sindaco Natale Amantea aveva offerto gratuitamente un terreno dotato di
ogni servizio e di acqua sorgente per l’edificazione di una nuova struttura penitenziaria, così come poco
più tardi avrebbe fatto anche il Sindaco di Lamezia Terme Gianni Speranza. Di certo – conclude il
Segretario Nazionale della UILPA Penitenziari – le settimane ed i mesi che ci aspettano saranno
particolarmente difficili e non solo climaticamente caldi, ma altrettanto certamente la UILPA Penitenziari
non si farà cogliere impreparata”.

http://www.lametino.it/Ultimora/lamezia-sabato-conferenza-stampa-contro-chiusura-c... 06/02/2013

34

Mercoledì 6 Febbraio 2013 Gazzetta del Sud

Cronaca di Lamezia

Violenza di genere
Incontro all’Uniter
Oggi alle 17 all’Uniter
di Via Misiani
incontro sulla
violenza di genere
con Caterina Ermio

Corso Nicotera 215, - Cap 88046
Tel. e Fax 0968.448193 - 0968.400196
cronacalamezia@gazzettadelsud.it

.

Il primo cittadino non è d’accordo a mettere sullo stesso piano gli aeroporti di Lamezia e Reggio: Scopelliti e Fedele non mi vogliono rispondere

Speranza: la Regione non aiuta lo scalo
Abramo a Soriero: è il centrosinistra che blocca le nomine al vertice della Sacal per farla ripartire
Si preannuncia un’altra guerra
tra Comune lametino e Regione. Dopo il blocco dei fondi che
erano stati destinati alla città
dal Patto per lo sviluppo rimasto
sulla carta, il governo Scopelliti
secondo il sindaco sta remando
contro l’aeroporto lametino per
favorire quello dello Stretto. A
giorni la conferenza stampa di
Gianni Speranza.
Sul Piano Passera che declassa di fatto lo scalo lametino interviene Sergio Abramo, sindaco di Catanzaro, che replica al
candidato del Pd al parlamento
Pino Soriero, ex sottosegretario
ai Trasporti. Così l’aeroporto
entra nella polemica elettorale.
Speranza ne ha parlato alla
riunione per la presentazione
delle linee guida del Piano regionale dei Trasporti a Fondazione Terina sabato scorso.
Davanti al presidente della
giunta regionale Giuseppe Scopelliti, all’assessore ai Trasporti
Luigi Fedele, al presidente del
consiglio regionale Franco Talarico e a Wanda Ferro che guida
la Provincia, il primo cittadino
ha sottolineato che «mentre nella bozza predisposta dall’Enac
(Ente nazionale per l’aviazione
civile) un anno fa Lamezia era
tra i 13 aeroporti strategici, invece Reggio e Crotone tra i 18
scali di servizio, nelle decisioni
recenti del governo centrale c’è
un declassamento della struttura lametina rispetto alla valutazione finale dello studio Enac,
un avanzamento di quello di
Reggio e una conferma dell’aeroporto di Crotone». Il sindaco
ha sottolineato «l’importanza
dell’aeroporto lametino, ma
avendo perso la strategicità vedrà sparire interventi prioritari
previsti nella bozza Enac.
Sottolineando questo dopo il
suo discorso: «Purtroppo sulla
questione non ho ricevuto alcuna risposta in quella sede. Rilevo invece che gli interventi da
parte del presidente della giunta e del consiglio regionale continuano a mettere sullo stesso
piano gli scali di Reggio e Lamezia. Secondo me non è giusto. Di
questo parlerò in maniera chiara e approfondita in una conferenza stampa nei prossimi giorni». I numeri parlano chiaro:
l’anno scorso dallo scalo lameti-

Traffico bloccato, disagi per i passeggeri

Domani sciopero di 4 ore
Usb: troppi diritti negati
«Quando un’azienda rifiuta il
confronto sui problemi dei lavoratori, quando i loro diritti
non sono tenuti per nulla in
considerazione, l’unica risposta che un sindacato ha a disposizione è lo sciopero».
L’Usb calabrese in questo modo conferma l’astensione dal
lavoro del personale aderente
al sindacato nell’aeroporto
dalle 11.30 alle 15.30. È probabile che per quattro ore il
traffico si bloccherà.
«Ci scusiamo sin d’ora con i
passeggeri per i disagi che
probabilmente arrecheremo»,
scrive il sindacato, «ma riteniamo che Lamezia e la Calabria tutta meritino un aeroporto gestito da una società
che riesca a programmare e
soprattutto a garantire il futuro ai propri lavoratori».
L’Usb-Lavoro privato ricorda: «Da mesi stiamo rivendicando inutilmente risposte
certe, trasparenti, inequivocabili sulle problematiche che
investono l’aeroporto lametino e i suoi dipendenti. I problemi sui quali il nostro sindacato ed i lavoratori, attendono
inutilmente risposte sono: il
passivo in bilancio di 2 milioni

Gianni Speranza

Sergio Abramo

Il piazzale dell’aeroporto lametino

no sono passati 2,2 milioni di
passeggeri, da quello reggino
poco più di 500 mila.
Sergio Abramo da Catanzaro
si muove su una pista diversa. Il
sindaco del capoluogo replica
alle dichiarazioni sulla situazione dell’aeroporto lametino di
Pino Soriero. Che addossa tutte
le colpe della retrocessione dello scalo alle gestioni di centrodestra che ci sono state alla Sacal.
Dichiara il primo cittadino:
«Il clima elettorale impedisce
probabilmente
all’onorevole
Soriero di esprimere un giudizio
pacato e sereno sulle vicende
dello scalo e della Sacal. Come
sindaco della città capoluogo di
regione ho espresso, assieme

agli amici Piero Aiello e Mimmo
Tallini, una forte critica nei confronti del governo Monti e in
particolare del ministro Passera
per l’esclusione di Lamezia Terme dal gruppo degli aeroporti
strategici a livello europeo, dove invece figurava fino a pochi
mesi fa». E prosegue: «Abbiamo
chiesto una revisione del piano,
in maniera tale da garantire
all’area mediterranea la presenza di uno scalo strategico come
quello calabrese. Questa modifica è possibile in sede di Conferenza Stato-Regioni, e in questa
direzione abbiamo sensibilizzato il presidente Scopelliti».
Ancora Abramo: «Mi sarei
aspettato che l’onorevole Soriero si associasse a questa nostra

protesta nei confronti del governo più antimeridionale della
storia. Invece l’ex sottosegretario ai Trasporti si attarda su polemiche legate alla mancata elezione del nuovo presidente della Sacal, attribuendo la responsabilità di questa situazione al
centrodestra. Anche in questa
circostanza Soriero non è sereno e obiettivo nel giudizio perché sa benissimo che la tattica
dilatoria ed ostruzionistica per
impedire l’elezione dell’imprenditore Massimo Colosimo,
espressione del Comune di Catanzaro, è venuta proprio dalla
sua parte politica che ha fatto
puntualmente mancare il numero legale. Una situazione di
stallo che sta nuocendo molto

all’aeroporto, certamente patrimonio della città di Lamezia
Terme, nel cui territorio insiste,
ma che dobbiamo considerare
di tutta la regione per la sua alta
funzione strategica».
Infine Abramo auspica che
nella prossima riunione del consiglio d’amministrazione si possa giungere alla nomina del
nuovo presidente «assicurando
un profilo manageriale solido e
affidabile al vertice della società, in grado di fare compiere un
ulteriore salto di qualità allo
scalo lametino, con una crescita
esponenziale del traffico passeggeri. Così sarà anche possibile riaprire la partita dell’inclusione di Lamezia tra gli aeroporti strategici europei».3(v.l.)

Gazzetta del Sud mercoledì 06 gennaio 2013

L’interno dell’aerostazione

L’annuncio ufficiale di Gennarino De Fazio di Uilpa. Sabato direttivo a Maida con il sindaco che dona un terreno per la nuova struttura

Pochi mesi ancora e chiuderà il carcere cittadino
Ancora pochi mesi e il carcere
lametino chiuderà definitivamente. L’annuncio è di Gennarino De Fazio, segretario nazionale della Uilpa-Penitenziari.
«Occorre interrogarsi per tempo sul futuro della casa circondariale di cui è stata formalmente decisa la dismissione, e
sul destino degli operatori che
vi prestano servizio», dice De
Fazio alla vigilia della riunione
del consiglio direttivo del sindacato di categoria. Incontro del
direttivo regionale convocato
per sabato a Maida proprio perchè tempo fa il sindaco Natale
Amantea aveva offerto gratuitamente un terreno dotato di
ogni servizio e di acqua sorgente per l’edificazione di una nuova struttura penitenziaria, così
come poco più tardi avrebbe
fatto anche il sindaco lametino

0YnYVPRkNvqDnRKH5Cx2Y+JGSXk2BsN0ikufL1SvyRw=

di euro che sembra preoccupare tutti fuorché la dirigenza
Sacal; l’entrata non controllata di nuove società di handling che rischia concretamente di creare ricadute occupazionali; la mancanza di un
piano industriale per programmare
lo
sviluppo
dell’azienda; la non osservanza delle normative e delle regolamentazione, in merito
all’eccessivo utilizzo dei contratti a termine; la mancata
istituzione della piattaforma
sul contratto integrativo di secondo livello; la definizione
del regolamento su progressioni, assunzioni e mancanza
di trasparenza dei criteri; la
disapplicazione generalizzata
di leggi e contratti.
Da qui l’invito a tutti i lavoratori dello scalo «a uscire
fuori dalla logica delle appartenenze sindacali e ad aderire
in massa allo sciopero. È arrivato il momento di agire, e noi
siamo pronti a difendere i nostri diritti».
Alla mobilitazione di oggi
nei giorni scorsi aveva aderito
anche l’Ugl-Trasporto aereo
con una nota di solidarietà e
condivisione della lotta.3

Gianni Speranza».
A presiedere la riunione il segretario generale Eugenio Sarno. Nel corso dei lavori sono
previsti gli interventi di numerosi ospiti, tra cui quello di Natale Amantea e di Gianni Speranza.
L’assise si occuperà della ridefinizione degli assetti interni
a seguito della recente elezione
a segretario nazionale dell’attuale coordinatore regionale De
Fazio. Non mancherà un confronto sulle problematiche che
investono il sistema penitenziario calabrese a cominciare dalla
chiusura (temporanea?) della
casa di reclusione di Laureana
di Borrello e delle paventate
aperture di nuove strutture a
Reggio e Catanzaro.
«La valorizzazione del gruppo dirigente calabrese», dichia-

Il carcere lametino

Gennarino De Fazio

ra Eugenio Sarno, «si sostanzia
con l’elezione di Gennarino De
Fazio al vertice nazionale e con
l’elezione nella direzione romana di Salvatore Paradiso e Vincenzo Falvo, che vanno ad aggiungersi ad Attilio Lo Bianco,
Giuseppe Grillo, Bruno Fortugno e Francesco Critelli. Questo
è certamente un riconoscimento ad un gruppo e ad un impegno forte, importante e costante».
Per Sarno «l’occasione sarà
utile anche per fare il punto rispetto alle scelte dell’amministrazione penitenziaria per la
Calabria, che non sempre appaiono connotate da logica amministrativa. Nell’auspicare che
il ministro della Giustizia Paola
Severino trovi il modo di destinare, dopo tre anni di vacatio,
un provveditore regionale tito-

lare, non possiamo non rilevare», sottolinea il sindacalista,
«come da un lato si chiude, per
una dichiarata penuria di polizia penitenziaria, un carcere
ben avviato ed all’avanguardia
come quello di Laureana e
dall’altro, invece, si pensa di
aprire a maggio un nuovo padiglione a Catanzaro da 300 posti,
ed a riaprire a giugno Crotone
con 100 posti aggiuntivi. Senza
dimenticare che nel frattempo
potrebbe appalesarsi l’acquisizione anche della nuova struttura di Arghillà a Reggio».
De Fazio osserva: «Mi pare
persino pleonastico richiamare
l’esigenza d’implementare le
piante organiche, che solo parzialmente potrebbero essere
alimentate dal recupero di qualche unità annidata negli uffici
ministeriali. Ritengo che sarebbe disdicevole, in tempi di spending review, aprire solo formalmente strutture che non potrebbero comunque essere operative per insufficienza di personale e la cui gestione comporterebbe costi economici».3


rass.pdf - pagina 1/2
rass.pdf - pagina 2/2

Documenti correlati


Documento PDF la ca di spiri tuss
Documento PDF la ca di spiri tuss 1
Documento PDF la riforma del processo tributario oggi


Parole chiave correlate