File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Regolamento 1° Trofeo APSD Specialfish Maver Surf .pdf



Nome del file originale: Regolamento 1° Trofeo APSD Specialfish Maver Surf.pdf
Autore: maxgi

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato generato da PScript5.dll Version 5.2.2 / Bullzip PDF Printer / www.bullzip.com / Freeware Edition (not registered), ed è stato inviato su file-pdf.it il 24/03/2013 alle 12:20, dall'indirizzo IP 2.39.x.x. La pagina di download del file è stata vista 1205 volte.
Dimensione del file: 145 KB (5 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


C.I.P.S.

C.O.N.I.
C.M.A.S.
FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA' SUBACQUEE
Viale Tiziano, 70 - 00196 ROMA
Settore Acque
1° TROFEO “SPECIAL FISH MAVER SURF”

REGOLAMENTO PARTICOLARE
La manifestazione è regolamentata dalla Circolare Normativa 2013
Programma della Manifestazione.

Sabato 6 APRILE 2013
DENOMINAZIONE:

Surfcasting – Gara a box di 2 La società “APSD SPECIAL FISH MAVER SURF” indice ed organizza, con l’approvazione della sezione provinciale di Pisa il “ 1° TROFEO
SPECIAL FISH MAVER SURF”. La competizione si svolgerà in una sola ed unica prova in data 6/04/2013 sull’arenile di Tirrenia / Calambrone.
Visto il carattere PROMOZIONALE della manifestazione è consentito l’uso di 2canne a
concorrente.

ORGANIZZAZIONE:

La manifestazione si svolgerà quali che siano le condizioni atmosferiche ed è disciplinata
per quanto non previsto dal presente Regolamento Particolare, dalla Circolare Normativa
attualmente in vigore che tutti i partecipanti, per effetto della loro iscrizione, dichiarano di conoscere e di accettare.
La Società organizzatrice deve richiedere tutti i permessi e le autorizzazioni di
PUBBLICA SICUREZZA e delle AUTORITA’ MARITTIME LOCALI necessarie per
lo Svolgimento della competizione nel rispetto delle vigenti Leggi in materia, esonerando
espressamente la FIPSAS, SEDE CENTRALE, da ogni obbligo in tal senso,
manlevandola da ogni eventuale conseguenza derivante dalla mancata osservanza
delle vigenti disposizioni.

PARTECIPANTI:

Tutti i concorrenti devono essere tesserati alla FIPSAS ed iscritti a Società affiliate alla
stessa. I concorrenti devono avere la Tessera Federale ed il tesserino agonistico validi per l'anno in corso, nonché muniti della certificazione di avvenuta registrazione
al “MIPAF”, che devono essere presentati a richiesta degli Ufficiali di gara. Per
motivi logistici, alla manifestazione sono ammessi un massimo di 150 box composti
da 2 concorrenti.
La manifestazione si svolgerà presso le spiagge di Tirrenia / Calambrone ( Pisa)

CAMPO DI GARA:
ISCRIZIONI:

la quota di iscrizione è fissata nel totale di € 60 a box, di cui € 14 iscrizione dei due
garisti, € 6 per la premiazione delle squadre, ed € 40 ( facoltativi ) per la premiazio
ne aggiuntiva
LA PREMIAZIONE AGGIUNTIVA E’ PUBBLICATA IN ALLEGATO

Le iscrizioni, da effettuare con l’apposito modulo qui allegato, dovranno essere inoltrate alla
societa’
“APSD SPECIAL FISH MAVER SURF”
tramite fax al n. 050-747247 (telefonare prima per commutazione linea)
oppure scrivendo ad entrambi i seguenti indirizzi:
(Presidente) sandro@specialfishpuntopesca.it
(Vicepresidente) giovanni_malloggi@hotmail.com
Entro e non oltre le ore 20,00 di Giovedi 4 APRILE 2013
OPERAZIONI
PRELIMINARI

RADUNO

INIZIO E TERMINE
DELLA GARA

Le operazioni preliminari, consistenti nella verifica della posizione Federale dei singoli
partecipanti, avverranno alle ore 21 del giorno 5 APRILE presso la sede della società. Il
sorteggio dei settori si svolgerà presso il luogo del raduno indicato dalla Società Organizzatrice due ore prima dell’inizio della prova. A queste operazioni vi potranno assistere
rappresentanti dei concorrenti con l’incarico di osservatori.
Eventuali sostituzioni dei concorrenti potranno essere accettate ad insindacabile giudizio
del Direttore di gara.
Il campo di gara dovrà essere diviso in settori con massimo di dieci box. Il sorteggio di
ogni singolo box dovrà essere effettuato in modo che ogni società sia ugualmente rappresentata, per quanto possibile, in ogni settore o zona, evitando ove possibile, scontri diretti
tra concorrenti della stessa società di appartenenza.
Tutti i concorrenti dovranno trovarsi a disposizione del Direttore di gara alle ore 13,00
del giorno 6/04/2013 presso il Bagno “LA PERLA”viale del Tirreno Tirrenia PISA
per l’accreditamento
Saranno considerati assenti i concorrenti che non si presenteranno all’ora del raduno, o
che non abbiano provveduto a comunicare il ritardato arrivo,anche a mezzo telefono. In
caso di condizioni meteo marine avverse, l’orario del raduno dei concorrenti può subire
rinvii nell’arco della giornata. L acomunicazione dovrà avvenire mediante avviso scritto
e affisso nel luogo del raduno da parte del Direttore di gara. La comunicazione dovrà
contenere la nuova località del raduno, il giorno e l’ora. La stessa dal momento della sua
affissione diventerà parte integrante del regolamento, che tutti i partecipanti per effetto
della loro iscrizione sono tenuti a conoscere ed osservare.

Premesso che ogni gara ha inizio al momento fissato per il raduno dei concorrenti e termina dopo la cerimonia di premiazione, il segnale d’inizio e di termine delle singole
prove verrà dato mediante segnalazione acustica, a cura del direttore di gara o da ispettori da questi indicati.
La gara si svolgerà con durata massima di 5 ore con inizio dalle ore 17.00 circa e termine
in conseguenza della durata. Al termine della prova saranno effettuati i conteggi del pescato e redatte le classifiche.
I concorrenti potranno accedere alla loro postazione un’ora prima dell’inizio della
gara.

PREDE VALIDE

La pesca sarà effettuata con metodo CATCH & RELAISE mantenendo il pescato “in
vivo” fino all’arrivo del giudice con la misurazione e rilascio.

Ai fini della classifica saranno considerati validi tutti i pesci catturabili con le tecniche
consentite dalle norme di gara che abbiano raggiunto la misura minima di 12 cm
Saranno attribuiti un punto a centimetro

NORME SPECIFICHE PER LE CLASSIFICHE
Il pesce al momento della cattura deve essere dichiarato all’ufficiale di gara, trattato con estrema
cura, l’ufficiale di gara provvederà alla misurazione del pesce e riporterà all’interno del cartellino
gara i punti assegnati 1cm = 1 punto per TUTTE LE SPECIE ad esclusione di gronchi, anguille,
murene, aguglie, mirri i quali vedranno un punteggio dimezzato 1cm = ½ punto, ( razze e squaliformi non sono validi.

Tutte le convalide dovranno essere effettuate dal Commissario di sponda.
Ai fini della classifica non sono validi molluschi, crostacei, cefalopodi, razze, torpedini,
squaliformi, sarde ed acciughe.
CONDOTTA
DI GARA

Tutti i partecipanti sono tenuti al rispetto del presente Regolamento e della Circolare
Normativa del corrente anno. In particolare sono tenuti ad osservare le seguenti disposizioni:
a) tenere un contegno corretto nei confronti degli Ufficiali di gara e di tutti gli incaricati
dall’Organizzazione;
b) sottoporsi, se richiesto, ad un controllo prima dell'inizio della gara ed a eventuali
successivi accertamenti da parte degli Ufficiali di gara;
c) il concorrente deve operare nel posto a lui assegnato, come indicato al successivo
punto "p". L'azione di pesca può essere esplicata esclusivamente nello spazio scelto.
Non deve essere invaso lo spazio assegnato a posti contigui anche se liberi, né spazi
neutri. Nel caso che il pesce allamato richieda l'invasione dello spazio contiguo, la
relativa azione di pesca deve essere favorita dai concorrenti dei posti vicini, anche
con il ritiro delle proprie attrezzature.
d)

Dopo l’inizio gara e fino al termine della stessa, il concorrente non può ricevere né
prestare aiuto (salvo quanto prima indicato), avvicinarsi ad altri concorrenti o estranei, né da questi farsi avvicinare. Il concorrente, che per qualunque motivo deve allontanarsi dal proprio posto, deve avvertire il proprio ufficiale di gara ritirando le
canne dall’acqua;

e) a fine gara, ogni concorrente resta fermo al proprio posto nell’attesa dell’Ufficiale
incaricato. Firma poi il cartellino a convalida delle prede. Non ottemperando alle
predette disposizioni il concorrente sarà considerato assente.
f) gli accompagnatori, ed i rappresentanti di Società, eventualmente ammessi, devono
tenere un contegno corretto nei riguardi degli Ufficiali di Gara e dei concorrenti e
non possono accedere nella postazione di pesca durante lo svolgimento della gara;
g) il pescato deve essere conservato in un contenitore con acqua idoneo fino al momento della misurazione, tale contenitore non sarà fornito dall'Organizzazione. Il concorrente è l’unico responsabile del pescato sino alla convalida della preda.
h) durante l'azione di pesca è consentito usare un massimo di due canne a concorrente
della lunghezza massima di metri 5 (cinque). Su ogni canna si possono montare al
massimo tre ami. Ogni concorrente può avere un numero illimitato di canne di riserva. Alle eventuali canne di riserva non possono essere collegati terminali o piombi,quindi possono avere il solo aggancio per la trave terminale. E’ consentita la riserva di calamenti o travi terminali innescati. Non è ammessa alcuna forma di pasturazione né l'utilizzo di sostanze chimiche. Non è consentito l’uso della starlight o altra
sorgente luminosa,chimica od elettrica, autonoma (tipo mini strob) sotto il pelo
dell’acqua. E’ consentito l’eventuale uso di “perline”, anche fluorescenti o fosforescenti, purché le stesse siano inserite sul bracciolo e non sull’amo (N.B. La perlina inserita
sul bracciolo può anche “toccare” l’amo purché non sia inserita sullo stesso).

i)

non è consentito posizionare alcun tipo di galleggiante su braccioli scorrevoli sul trave e comunque non può essere di dimensioni tali da annullare il peso e la funzione
del piombo. (N.B. Il galleggiante può essere inserito: su braccioli bloccati tra due
nodi o perline o simili, distanti tra loro pochi mm; su braccioli fissati direttamente sul
trave; su travi terminali con piombo scorrevole).

j)

la misura dell'amo è libera; gli ami posono essere di qualunque colorazione. E’ consentito l’uso di terminale costruiti con cavetto d’acciaio.

k) a fine gara eventuale pesce allamato ancora in acqua non è valido;
l)

le esche sono libere ad esclusione degli artificiali, del bigattino o simili e del sangue.
Il pesce utilizzato come esca deve essere decapitato se previsto tra le prede valide;

m) durante le ore notturne il concorrente deve essere munito di sorgente luminosa il cui
fascio non può essere indirizzato sui concorrenti vicini o in direzione del mare. Coloro che, per motivi diversi, si potranno trovare in difficoltà, lampeggeranno ripetutamente verso il concorrente a fianco, il quale tempestivamente accorrerà in soccorso;
n) in caso di variazione della marea è consentito uno spostamento parallelo dei posti di
gara in relazione al bagnasciuga;
o) piombatura minima 50 grammi. Il peso del piombo dovrà essere adeguato, nei limiti
possibili, alle condizioni meteo-marine al fine di evitare l’invasione della postazione
laterale. Non è consentito l'uso di bombarde o simili, e del temolino.
p) ogni concorrente deve operare con le canne nello spazio compreso fra il suo numero
di posto e il numero successivo e posizionarsi a non meno di 5 metri a sinistra e 5
metri a destra del picchetto. Lo spazio tra due picchetti deve essere minimo 30 metri
q) è assolutamente vietato il lancio pendolare;
r) ogni cattura deve essere segnalata immediatamente al giudice di sponda. Tale atto è
obbligatorio anche se non esclude eventuali reclami. Sul cartellino personale del
concorrente deve riportarsi, a cura dell’ Ufficiale del settore, il tipo e la misura della
preda oltre alla convalida dello stesso con la firma.
s) I concorrenti non possono esercitare l’azione di pesca in luoghi sui quali gravino ordinanze di interdizioni e divieti emessi dalle competenti autorità.
L’INOSSERVANZA DELLE NORME PARTICOLARI SOPRA INDICATE
COMPORTERA’
AUTOMATICAMENTE
LA
RETROCESSIONE
ALL’ULTIMO POSTO DELLA CLASSIFICA DELLA GARA IN CORSO.
PULIZIA DEL
CAMPO DI GARA

Durante e/o al termine della manifestazione i concorrenti hanno l’obbligo di non abbandonare sul posto di gara, o gettare in acqua, rifiuti di qualsiasi genere e natura. Le spiagge debbono essere lasciate pulite da rifiuti di qualsiasi genere.
Le Società organizzatrici sono tenute a fornire idonei contenitori per la raccolta finale di
tutti i rifiuti che dovranno essere successivamente trasportati al più vicino posto di raccolta di Nettezza Urbana. E' FATTO OBBLIGO RISPETTARE E TUTELARE LA
NATURA, NONCHÉ DENUNCIARE EVENTUALI COMPORTAMENTI
SCORRETTI DA PARTE DEI CONCORRENTI O DI ALTRE PERSONE
AVENTI ATTINENZA CON LA GARA. Eventuali infrazioni comporteranno la retrocessione del concorrente.

SISTEMA DI PUNTEGGIO
E CLASSIFICHE
Per

l’assegnazione del punteggio sara’ applicata la regola riportata nel precedente paragrafo “PREDE VALIDE” . La classifica generale sarà determinata dalla penalità conseguita da ogni box. A parità di penalità prevarrà il miglior punteggio e in caso di ulteriore
parità il maggior numero di prede, qualora si confermasse la parità verrà attribuita la penalità media.
Per la classifica di società, i club, pur potendo iscrivere un numero illimitato di squadre,
concorreranno solamente con i due box meglio piazzati in settori diversi,a parità di pena-

lita’ prevarranno nell’ordine i migliori piazzamenti, il punteggio totale, il numero di prede.
RECLAMI

Tutti gli Atleti iscritti alla gara hanno facoltà di presentare reclamo Il giudizio del G. d. G.
riguardante i reclami presentati deve essere formulato per iscritto e pubblicizzatoprovvedendo ad affiggerlo accanto alle classifiche. L'affissione deve aver luogo dopo che siano
trascorsi i termini per la presentazione dei reclami. Ogni Atleta che si faccia autore di un
reclamo deve essere sentito dal G. d. G. il quale decide redigendo apposito verbale contenente l'istruttoria sulla quale ha fondato la sua decisione. Qualsiasi reclamo, per essere ricevuto, deve essere accompagnato dalla tassa per spese di giudizio.L'ammontare di detta
tassa è di € 25,00.
I reclami presentati oltre i termini previsti non debbono essere accettati. Per la determinazione dell'ora di presentazione, fa fede quella in cui il reclamo viene presentato unitamente
alla prevista tassa per spese di giudizio, nelle mani del Direttore di gara. Nel caso di momentanea assenza di questi, i reclami possono essere ricevuti direttamente dal Giudice di
Gara. Non sono ammessi altri tempi o forme per la presentazione dei reclami. I verbali degli Ufficiali di gara debbono essere firmati da chi li redige, e presentati al
Direttore di gara. Gli Ufficiali di gara interessati a un reclamo o a un rilievo devono restare
a disposizione fino alla risoluzione della controversia. E preciso compito dei Giudice di
Gara seguire e avere sotto controllo l'andamento della gara, nel modo e nelle forme ritenute più idoneo allo scopo intervenendo. ove possibile. per prendere conoscenza diretta delle
controversie che dovessero sorgere. Compete solamente al Giudice di Gara, infatti, decidere, previo espletamento della fase istruttoria, sui reclami presentati dagli
Ufficiali di gara. Compete al Direttore di gara ricevere i ricorsi e i rapporti di cui sopra.
Segnalazioni verbali, da chiunque effettuate, non hanno alcun valore. Così dicasi per i reclami presentati da persone non concorrenti. Il reclamo deve essere limitato a un solo argomento e deve essere motivato e provato. I reclami devono essere firmati solo dall’Atleta
ricorrente che deve farsi rilasciare dall’Ufficiale di Gara a cui consegna il reclamo una ricevuta che attesti l’avvenuta presentazione. Eventuali reclami attinenti più argomenti, debbono essere esaminati limitatamente al primo di essi, mentre i restanti non debbono essere
presi in considerazione. Viceversa, i rapporti presentati agli Ufficiali di gara saranno esaminati e valutati in toto.
UFFICIALI DI GARA

Sono Ufficiali di Gara:
Direttore di Gara: LAZZERINI Sandro
Giudice di gara: Sauro PELLEGRINI
Segretario di Gara: MALLOGGI Giovanni

RESPONSABILITA’

I partecipanti hanno l’obbligo di adottare tutti quegli accorgimenti atti ad evitare danni
alle persone e alle cose. L’Autorità Marittima, la FIPSAS, il Delegato Provinciale interessato , la Società Organizzatrice, gli Ufficiali di Gara e gli Ispettori, sono esonerati da
ogni e qualsiasi responsabilità per danni o incidenti di qualsiasi genere che, per effetto
della gara, possano derivare alle persone o alle cose attinenti alla gara o a terzi.

NORMA DI RINVIO

Per quanto non è espressamente previsto dal presente Regolamento Particolare, si applicano le disposizioni contenute nella Circolare Normativa valida per l’anno in corso.

Approvato Coordinatore Settore Mare Pisa
MAZZONI Stefano

Per presa visione ed approvazione: il Comitato Tecnico Regionale

Approvato: Firenze, 19 marzo 2013


Documenti correlati


Documento PDF regolamento 1 trofeo apsd specialfish maver surf
Documento PDF ii fade out contest
Documento PDF modulo iscrizione pilota 1
Documento PDF ellevi cat itaeng 1
Documento PDF comunicato ufficiale n 1 del 13012017
Documento PDF ellevi cat ita eng


Parole chiave correlate