File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Regolamento 1° Trofeo APSD Specialfish Maver Surf.pdf


Anteprima del file PDF regolamento-1-trofeo-apsd-specialfish-maver-surf.pdf

Pagina 1 2 3 4 5

Anteprima testo


NORME SPECIFICHE PER LE CLASSIFICHE
Il pesce al momento della cattura deve essere dichiarato all’ufficiale di gara, trattato con estrema
cura, l’ufficiale di gara provvederà alla misurazione del pesce e riporterà all’interno del cartellino
gara i punti assegnati 1cm = 1 punto per TUTTE LE SPECIE ad esclusione di gronchi, anguille,
murene, aguglie, mirri i quali vedranno un punteggio dimezzato 1cm = ½ punto, ( razze e squaliformi non sono validi.

Tutte le convalide dovranno essere effettuate dal Commissario di sponda.
Ai fini della classifica non sono validi molluschi, crostacei, cefalopodi, razze, torpedini,
squaliformi, sarde ed acciughe.
CONDOTTA
DI GARA

Tutti i partecipanti sono tenuti al rispetto del presente Regolamento e della Circolare
Normativa del corrente anno. In particolare sono tenuti ad osservare le seguenti disposizioni:
a) tenere un contegno corretto nei confronti degli Ufficiali di gara e di tutti gli incaricati
dall’Organizzazione;
b) sottoporsi, se richiesto, ad un controllo prima dell'inizio della gara ed a eventuali
successivi accertamenti da parte degli Ufficiali di gara;
c) il concorrente deve operare nel posto a lui assegnato, come indicato al successivo
punto "p". L'azione di pesca può essere esplicata esclusivamente nello spazio scelto.
Non deve essere invaso lo spazio assegnato a posti contigui anche se liberi, né spazi
neutri. Nel caso che il pesce allamato richieda l'invasione dello spazio contiguo, la
relativa azione di pesca deve essere favorita dai concorrenti dei posti vicini, anche
con il ritiro delle proprie attrezzature.
d)

Dopo l’inizio gara e fino al termine della stessa, il concorrente non può ricevere né
prestare aiuto (salvo quanto prima indicato), avvicinarsi ad altri concorrenti o estranei, né da questi farsi avvicinare. Il concorrente, che per qualunque motivo deve allontanarsi dal proprio posto, deve avvertire il proprio ufficiale di gara ritirando le
canne dall’acqua;

e) a fine gara, ogni concorrente resta fermo al proprio posto nell’attesa dell’Ufficiale
incaricato. Firma poi il cartellino a convalida delle prede. Non ottemperando alle
predette disposizioni il concorrente sarà considerato assente.
f) gli accompagnatori, ed i rappresentanti di Società, eventualmente ammessi, devono
tenere un contegno corretto nei riguardi degli Ufficiali di Gara e dei concorrenti e
non possono accedere nella postazione di pesca durante lo svolgimento della gara;
g) il pescato deve essere conservato in un contenitore con acqua idoneo fino al momento della misurazione, tale contenitore non sarà fornito dall'Organizzazione. Il concorrente è l’unico responsabile del pescato sino alla convalida della preda.
h) durante l'azione di pesca è consentito usare un massimo di due canne a concorrente
della lunghezza massima di metri 5 (cinque). Su ogni canna si possono montare al
massimo tre ami. Ogni concorrente può avere un numero illimitato di canne di riserva. Alle eventuali canne di riserva non possono essere collegati terminali o piombi,quindi possono avere il solo aggancio per la trave terminale. E’ consentita la riserva di calamenti o travi terminali innescati. Non è ammessa alcuna forma di pasturazione né l'utilizzo di sostanze chimiche. Non è consentito l’uso della starlight o altra
sorgente luminosa,chimica od elettrica, autonoma (tipo mini strob) sotto il pelo
dell’acqua. E’ consentito l’eventuale uso di “perline”, anche fluorescenti o fosforescenti, purché le stesse siano inserite sul bracciolo e non sull’amo (N.B. La perlina inserita
sul bracciolo può anche “toccare” l’amo purché non sia inserita sullo stesso).