File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Irrisolte parole tra cielo e terra .pdf



Nome del file originale: Irrisolte parole tra cielo e terra.pdf
Titolo: Irrisolte parole tra cielo e terra.PDF
Autore: massimo

Questo documento in formato PDF 1.2 è stato generato da Irrisolte parole tra cielo e terra - Microsoft Word / Acrobat PDFWriter 4.05 per Windows NT, ed è stato inviato su file-pdf.it il 12/04/2013 alle 00:32, dall'indirizzo IP 2.37.x.x. La pagina di download del file è stata vista 3402 volte.
Dimensione del file: 200 KB (154 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


1

Irrisolte parole tra cielo e terra
- Ti dispiace spostarti verso il centro ?
- Verso il rosso… piuttosto…
- È una questione di fondo insomma…
- Semmai di infinito spazio…
- Forse d’immenso…
- Una percezione di moto…
- Di tempo…
- La sintonia ha a che fare col daltonismo
- Ma dio non c’è…
- Dio è morto…
- Non chiude bene… stringiamo ancora…
- Non lo trovano più…
- Lo stanno ancora cercando…
- E i punti di osservazione…?
- Il tempo è tiranno…
- Se piove lo tirano e s’apre il cielo…
- Si sparge la foce…
- E sorgente diventa…
- Ancora lì stai? spostati un po’…
1

2

- Comincia dall’inizio la fine…
- Rivelazione di stato di quiete…
- E d’accidia…
- Che è già lussuria…
- E irata avara superbia…
- Non tornano i conti…
- I principi al con_ fine
- È un’ etica posticcia…
- Un uomo è un uomo.
- La vita è sogno…
- Se il seme non muore…
- Le stesse cose ritornano…
- In cubi equidistanti…
- Nelle notti di mezza estate…
- Buie e tempestose…
- Per tacer del cane….
- Trovarsi…
- È una bella estate…
- Panteismo spicciolo ma appagante…
- Osservano il silenzio…
- Pietà e vigoria fisica…
2

3

- La campagna brumosa al mattino…
- Essere o avere un pergolato…?
- Un patio?
- Un porticato?
- Senza… tutto si assottiglia
- Si assomiglia
- Si attorciglia…
- Si aggroviglia…
- Si dipana lo stato di moto degli astri…
- Sarà buio…
- Sanno di non sapere…
- Non sanno di sapere…
- Fingono…
- E non s’incontrano mai…
- E lo chiamano universo chiuso…
- Si scambiano biglietti…
- Un vizio assurdo…
- Strane, molto strane coincidenze…
- Sembra quasi che il mondo chiuso nella sua indefinibilità aspetti un
attendente che gli lucidi gli stivali…
- Senza è peggio…
3

4

- Senza è una spiegazione umana,troppo umana…
- Una presa d’atto…
- O di tabacco
- In termini assoluti… quasi un segno di resa…
- E sa…
- Sa…?
- Conosce un sistema….
- Ma non convince…
- Siamo soli….
- Abbiamo troppe lune….
- Senza pietà… come in un discorso
- Un piccolo spostamento provoca immensi mutamenti…
- Verso sera… sul tardi
- E si scompone l’argomento…
- Lo si spezzetta…
- Non ci fanno caso…
- Non si ascoltano…
- Si vedono di nascosto…
- E non s’intravedono soluzioni di scorta…
- Di sorta…
4

5

- Un basso profilo mette a disagio….
- Schiaccia l’immagine…
- Sconvolge e intorpidisce….
- Scade nel volgare…
- Questioni di date…
- Tempo…
- Si mette al brutto
- File… interminabili teorie
- Quasi un deterministico arbitrio…
- C’è?
- Non c’è… forse è in ritardo
- Fossili chiusi nei piattelli di roccia…
- Che nessuno forse mai vedrà…
- Che senso ha?
- Incoercibilità come libertà…
- La vita è indifferente…
- Non interferisce nelle leggi…
- Non si dà pena di sapere…
- E si assolve…
- E non contempla l’assoluto…
- Risponde che non c’è…
5

6

- E loro capiscono…
- Si stringono le mani…
- Si danno pacche sulle spalle…
- Si riconoscono…
- Si detestano cordiali…
- Si dispongono per file parallele…
- Danno accelerate improvvise…
- Qualcuno frena…
- Enfasi rivoluzionaria…
- Una rivolta….
- Una falsa sfericità…
- Dogmi affettati…
- Dileggiati….
- E derisi…
- Consapevoli e indefiniti…
- Imprecisi perché sicuri…
- E ronzano rumorosamente…
- E non la smettono…
- Aprono battenti… chiudono tendaggi…
- Cadono…
6

7

- Precipitano in provetta…
- Concezioni opposte…
- Bisbigliano… forse complottano…
- Si dischiudono a possibilità nuove…
- Tengono…
- Fanno piccoli spostamenti…
- Piccole apparizioni…
- Si sente il profumo…
- È solo percezione il mondo…?
- È piuttosto complesso… apparentemente definitivo… ma chiuso nei suoi
processi…
- Infinito… concettualmente indefinibile…
- E sa di chiuso…
- Si irrancidisce la logica…
- E si disvela la maturazione…
- Permea nei bassi strati
- E lì si accumulano le frasi…
- Pura gestualità…
- Un suono disarticolato…
- Un coro…
- Una melodia d’oboe…
7

8

- Effemeridi…
- Cassiopea rotola intorno nord…
- Facciamo il punto…
- Siamo stabilizzati…
- La luce larga si staglia sulle creste…
- E appare l’inutilità…
- Il vuoto…
- L’indecifrabile… un tuorlo verde… l’indeterminazione… una nota alta…
una foglia…
- Pura reminiscenza…
- Uso ed abuso…
- Dei contatti…
- Del prevalere del concavo sul convesso…
- Dell’ubiquità mai risolta…
- Uno stoicismo morale…
- Lupus et agnus…
- Risale… dunque… il flusso
- E contamina il passato…
- Non c’è storia…
- Non più… forse mai stata…
- Roccia che si modella…
8

9

- Riga il viso…
- Piccole perle…
- Stilla cadente…
- Rigante…
- E fatica…
- Come un sudore…
- Si associa alla bisogna la tenerezza calda…
- Si ritirano…
- Si ritraggono…
- Tiepidi e leggeri…
- In_conclusi…
- Mai risolti
- Si vogliono appropriare del senso…
- Si spostano… si sfilano… sghignazzano
- Non si possono vedere….
- Accludono una tensione ideale…
- Come colli…
- Sì! una strana orografia…
- Si stacca qualcosa… altrove si forma il pregiudizio tendenzioso…
- Fino all’attimo ormai perso…
- Quasi dimenticato…
9

10

- Un totale asservimento…
- Una forma ideale…
- Uno scatto…
- Uno scarto storico…
- Un’iperbole retorica…
- Un po’ ringhiosa…
- Una vertigine da potere…
- Da onnipotenza…
- Dà onnipotenza
- Un eccelso rigore…
- Spiazzante..?
- Volevo dire eccessivo…
- Un’area affollata…
- Pure di limpida forma
- Bisogna ripetersi…
- Bisogna spostarsi…
- Si falsa la prospettiva…
- Ne scaturisce un mondo possibile…
- Una definizione di stallo…
- Situazione semmai
10

11

- Definizione!!!
- D’irrisolvibilità… quella che ci fa toccare gli oggetti…
- Le dita tastano gli spigoli…
- Il palmo accarezza le rotondità…
- Il dorso indolenzito si appoggia sull’erba calpestata e già un po’ umida
- Non si respira lì sotto…
- Il bianco scatena la forza debole…
- Allungano le mani
- Una serie di undici… un ciclo… un battito… un respiro
- Le forze si elidono…
- Anse e frattali…
- Una crescita proporzionata…
- Si incunea l’esponenzialità…
- La si espone
- Un infinito che si perde…
- Si ripete…
- Più in là nello spazio del tempo…
- Da dove veniamo?
- Chi siamo?
- Dove andiamo?
- Un afflato di sentimenti cangianti…
11

12

- Sensazioni…
- Casualità…
- Azioni e reazioni…
- Uguali e contrarie…
- Elementi e materia…
- Stanno lì…
- Non si spostano…
- Una tragica vitalità…
- Un abbraccio mortale…
- Una qualsivoglia postura…
- Uno slargo…
- Un piccolo tocco…
- Valore in sé…
- Penetrazione osmotica
- Altri orrori altre posate…
- Summa ideologica…
- Si tengono …
- Tutto si tiene…
- Manipolano le spirali dell’ozio…
- Pura contemplazione…
12

13

- Seppelliscono i loro morti
- Equinozi e solstizi….
- Dolmen…. Menhir e piramidi e obelischi…
- Un pallore tradisce…
- Disvela…
- Rompe una quieta aridità…
- Triviale e dozzinale…
- Una lunga teoria
- L’idealità sostanziale di un piccolo delirio
- Manca il continuum…
- Forse non esistiamo…
- Gridano…
- Richiami ferini…
- Coraggio a piccole dosi…
- Si interrompe un ciclo virtuoso…
- Si sollevano…
- Si rivoltano…
- Si agitano…
- E non si vedono…
- E non si ascoltano…
- Si interrompono vicendevolmente…
13

14

- Presi dal vortice della propria presunta affabulazione…
- Dalle loro storie…
- Le biografie…
- Le gesta…
- I proclami… i temperamenti… i caratteri…
- I tipi…
- Compilano moduli… fanno domande… inoltrano reclami
- Si adeguano…
- Si rassegnano…
- Si accettano…
- Si contentano…
- Poi se ne vanno…
- Scelgono di non scegliere…
- Sanno di non sapere
- Rinunciano al desiderio…
- E si muore…
- Sì…? si muore….?
- Sì insomma… si muore… sì
- Basta una mano che si appoggia sulla fronte… che ti accarezza i capelli…
- Piccoli regali…
14

15

- Piccoli riconoscimenti…
- Piccole carità…
- Imbronciati e offesi…
- Duri e puri…
- Attendono il sonno
- Una piccola morte…
- Un piccolo abbandono…
- Un precoce disordine
- Un’istanza di vita…
- Debitamente scontata…
- A prezzo di realizzo…
- Saldi…
- Fermi
- Al palo…
- Lo straniero… l’infinita sua vita…
- Uno sguardo malfermo… l’occhio acquoso… le rade ciglia…
- Il labbro tremulo… la pelle avvizzita… il procedere traballante…
- Le mani tracciano ampi cerchi nello spazio…
- Si tace per viltà…
- Per coraggio si rinuncia a dire…
- Nuove enunciazioni vecchie idee
15

16

- S’ode un rumore di lontano….
- Passi sul selciato…
- Protervia e voce alta…
- Spettro…
- Specchio…
- Oltre l’ umano…
- Un ‘avventura… quasi una trama…
- Un ordito…
- Un tessuto connettivo…
- L’a priori cognitivo
- Una scala di valori… un premio… una partita a scacchi…
- L’esempio e la metafora…
- Deglutire aut ingoiare…
- Di gestione anonima al limite della responsabilità…
- Intesa come forma della consapevolezza di sé…
- Un innocente scambio di vedute ….
- La forma presuppone il pensiero…
- E lo tradisce…
- Con la candida innocenza dei colpevoli che trattano a porte chiuse…
- Come non bastasse il troppo che ci allontana….
16

17

- Inesorabilmente…
- Consecutivamente padre e figlio…
- Contemporanea-mente…
- conseguentemente…
- Un prima o poi…
- Un dio sterile
- Troppi programmi ambiziosi…
- Troppe virtù…
- Si compone e si scompone…
- Una tendenza al naturale disordine…
- Un modo d’essere…
- Una concezione unica e terribile…
- Una visione mitica…
- Mistica…
- Fatta d’immanenza…
- Come quelli che si pentono…
- Niente interferenze…
- Non dita nel naso…
- Non ricorsi né richiami…
- Piccole beghe…
- Piccoli ragni d’acqua…
17

18

- Un passo difficile ma necessario…
- Piccoli ammutinamenti d’alta quota…
- Mezze figure…
- Senza porre enigmi
- Senza canti o inni…
- Un buon muro su fondamentali principi…
- Abissali ed imperturbabili…
- L’orrore fatto di pose osè…
- Strumenti del comunicare…
- Inutili offese preludono al sesso…
- Siamo quel che siamo…
- Un turbamento durante l’assolo…
- E si distende…
- E richiama nuove eccitazioni…
- Elaborazioni e rimozioni…
- Forzate… come si con-viene…
- Che rimandano ad una impura debolezza…
- Ad attrazioni pericolose…
- A vuoti erratici…
- Ciondoli che si staccano rovinosamente…
18

19

- Putrelle contorte…
- Mucchi di ceneri fumiganti…
- Funi recise…
- Solo macerie…
- Solo piccoli contatti occasionali
- Non più cerchi concentrici…
- Ellissi intersecate
- Lente parabole…
- Là dove cade il raggio…
- E si perde la ragione…
- E la luce si fa suono…
- Trascinato dal quieto avanzare della bestia sorda… mentre la strada
sale…
- Sbattuto contro il fondo del carretto… guardo le macchie bianche che
mutano
- Non mutano… si spostano…
- Come pensieri divelti…
- Sradicati…
- Come lembi tormentati…
- Lacerati…
- Sopportare aut supportare…?
- Siamo qui….
19

20

- A volte controvoglia a volte no….
- Sentono la fine arrivare…
- E si dilungano….
- Si scompongono
- E se non fosse…?
- Impressioni come sfocate….
- Terre desolate…
- Brughiere selvagge…
- Sciocco intercalare…
- Che svela l’arcano
- È tutto così chiaro…
- Però si tace…
- Per non interrompere…
- Insipienza….
- Si tollera e si tace…
- Vale…?
- Non si decide…
- Non si hanno argomenti…
- Non si ascoltano più…
- Senza alcuna premura… alcun gesto tenero…
20

21

- Non si vedono…
- Forse non ci sono…
- Guaiscono…
- La luce è accesa però…
- Brancolano nel buio…
- Precisione come forma di assoluto…
- Non rilevabile strumentalmente…
- Quanti di assoluto…
- Particelle eccitate dai membri di un concistoro…
- Etica del quotidiano…
- Rilevabile alla palpazione…
- L’attrito stimola un’auto-lubrificazione…
- Lubrica fica in azione
- Piccole grandi labbra tumefatte… mucosa arrossata… dilatazione gransimpatica…
- Errori dovuti all’ inesperienza…
- Stiamo scivolando…
- Errori voluti…
- Fretta…
- Coitus ininterrotto…
- Ordinarie analogie…
21

22

- Eiaculatio precox…
- Scarso senso della mistura…
- Fellatio…
- Estrema (devota) unzione…
- Trista figura…
- Gaia complessità….
- Conflitto di potere… delega democratica di primus inter pares…
- Riconducibilità all’unicum… induzione al continuum…
- Anima… mente… memoria storica… cultura diffusa?
- Solo carne… muscoli… ossa… nervi… solo una faccia….
- Ci vedono…?
- Dunque siamo…
- E noi vediamo loro…
- Ergo siamo…
- Siamo…
- Guardiamo
- Siamo… dunque cogitiamo…
- Puro estro… calore culturale…
- Solo corpo?
- La mente muta d’accento e di pensier…
- Continua-mente…
22

23

- Col variare degli stati…
- Degli stadi…
- Degli stati…
- Dello status…
- Più simbolico…
- Più aeconomicus…
- Il primate assoluto…
- Per definizione tutto relativo…
- Disordine antropico
- Antropocentrismo antropofago…
- Autofagocitante…
- Discernimento incantatore…
- Etica del dolore…
- Estetica dozzinale e pacchiana…
- Sudaticcia e sconvolta…
- Fa male…
- Fa prima volta tarda a venire…
- Non si conoscono i termini della contesa…
- L’immaginazione turba la precoce senilità…
- Carattere ben definito e preciso:nega l’assoluto…
23

24

- Sindrome di intelligenza acquisita…
- Innata…
- Inattività come forma di processo storico evolutivo…
- L’assenza fa scaturire lo stato delle cose…
- Provoca sommovimenti tellurici…
- E i letti cigolano…
- Tutti insieme appassionatamente…
- Una antica interminabile teoria…
- Una processione temporale…
- La stagione si guasta
- Si rompe la tensione…
- Si ricarica il carillon della ballerina inzuppata e claudicante…
- Si sfila…
- Si fa sfilare…
- Resta indietro…
- E osserva la propria repellente meta…
- Il suo proprio inaspettato fine…
- E si ricreano le condizioni per un nuovo ciclo…
- Partoriscono con dolore…
- Che è l’espressione più alta del sapere…
- È piacevole saperlo….
24

25

- Ne nascono insanabili conflitti
- Il tempo lenisce ogni ferita…
- Qualche segno sui polsi…
- Rughe agli angoli degli occhi… qualche bianco capello… qualche arida
risposta…
- Un lento decadimento della attività…
- Si affinano i concetti basilari…
- Se Dio non c’è è più facile…
- Maggiori sono i tormenti più avvolgenti sono le estasi…
- Martirizzati e santificati o passivi e beati…
- Non connettono i reati…
- Contemplano l’assoluto mediando le realtà possibili…
- Tra poco saranno qui e noi stigmatizziamo…
- Preleviamo modelli dalle scatole di scarpe
- E loro sanno…
- Finzioni…
- Funzioni…
- Recitano a soggetto…
- Se a loro pare noi li capiamo…
- Verità una e trina…
- Barocca…
25

26

- Apparizioni e apparenze…
- Ci parlano dal profondo…
- Ci riconoscono…
- Ai raggi x
- Balenano i gamma…
- Una specie rara…
- Introvabile…
- Come gas…
- Dispersi e liberi…
- Incolori ed inerti…
- Compressi…
- Esplodenti…
- Lo scoppio viene dal nulla…
- Emerge dal nulla profondo…
- Che implode…
- E genera il tutto…
- Effimera sostanza…
- Biscotto intinto…
- Il tempo…
- Una vaga rassomiglianza…
26

27

- Concezione tutta umana…
- Tutta racchiusa nel lento degradarsi delle cose…
- Tutto si frantuma… nulla si crea…
- Dove nascono le cose..?
- Negli anfratti delle possibilità…
- L’inizio è la fine…
- E la polvere si fa marmo
- La fine è l’inizio…
- Ci si rincorre…
- Ci precede quel che è stato…
- E non ha fine…
- E ridono….
- Fanno quel che possono…
- Sghignazzano…
- Sono quel che sono…
- Non si soffermano
- Sono persi, disciolti nelle bollicine…
- Siamo rassegnati alla loro vacuità…
- Ai loro giochi innocenti…
- Sporcano il nostro giardino…
- Si rimpiazzano tra di loro…
27

28

- E rovinano i nostri sogni…
- Si divincolano… sono stretti… non fanno mai pause… scivolano lungo i
dirupi della praticità…
- E io pago…
- Azzerano l’indice…
- Non sogno…
- Non ricordo mai i miei sogni…
- Soffro l’insonnia…
- Tastano nel buio…
- Atterriti di non trovare le cose al loro solito posto…
- Il sogno di un uomo che sogna d’essere una farfalla che sogna d’esser un
uomo che sogna….
- La vita è sonno…
- Sincronia e sintonia
- Aderenza armonica ai ritmi della natura…
- Il pulsare,il battito il respiro,l’andata e il ritorno…
- E lo chiamano universo chiuso…
- Si sposta…
- Respira… pulsa…
- Elastico come uno sfintere… si dilata e si contrae…
- Valvole, battiti, vibrazioni, tremolii…
28

29

- Tutto si muove a ritmi alterni…
- Circolazioni e cicli…
- Senza moto perpetuo…
- La certezza tradisce il pensiero…
- Piccola bocca glandi bugie…
- Infime cose che determinano il corso delle cose…
- La storia…
- Le cose…
- Le cose…
- Fa male la verità…
- Di più la sincerità…
- Causa o effetto?
- Ferire come coscienza del sé…
- Affetti contigui generano attriti le cui scintille causano immani
esplosioni…
- Porgono l’ altra guancia…
- E devastano la nuca on piccoli colpi di grazia…
- Amano il nemico…
- E uccidono gli amici…
- Non ci si uccide più ormai…
- Si contempla l’agonia…
29

30

- Effondono…
- Offendono e diffondono…
- Verbi e biciclette…
- Vermi e amor profano…
- Canticchiano motivi disperati e dolci…
- Satolli dis-pensatori di sé….
- Di un’idea di sé…
- Sub-affittata…
- Presa al volo…
- Il desiderio nega il possesso…
- È da quello annullato…
- Non basta più quel che passa il convento…
- Lerci monaci…
- Un orizzonte…
- Ideale… presunto… fittizio
- Un limite
- Una qualche vaghezza…
- Un fine ultimo… una meta…
- Solo disordine…
- Un’isola che non si trova…
- Dislalia…
30

31

- Dissenso…
- Dissenteria…
- Dissoluzione… dispersione…
- Scherzavano
- Tomi e temi ponderosi…
- Dicevano le parole e scherzavano…
- Retoriche equipollenti e speculari…
- E qualcuno ci muore…
- Tutti si muore…
- Ci credevano… loro…
- Si aggiustavano il panciotto…
- Spendevano di sé la miglior parte…
- Si grattano la tempia… si tirano la pelle della gola… si toccano il naso…
il mento…
- Aggrottano un sopracciglio… muovono le mani nel vuoto…
- Fanno le pause… usano i giusti appoggi… si ritraggono…
- Celiano… dubitano…
- Uhm… uhm…
- Si buttavano nella mischia…
- Disperare aut inspirare…
- Qualcuno ne è morto…
31

32

- Si muore…
- Si ritorna all’antico…
- Si fanno rimpatriate…
- Ivi compresa la sbornia…
- Passata la festa gabbato lo santo…
- Investono in buone azioni…
- Lucrano sugli interessi passivi…
- Toccata e fuga…
- Una palpatina e via…
- E si tengono il resto…
- Fanno la cresta sulle spese…
- Riconoscono i loro peccati…
- Un bisogno tangibile di grazia…
- Un po’ di vino rosso un po’ di bianco….
- Quasi candidi….
- Come i bambini crudeli…
- Come vecchi ammalati di tremore e cinismo…
- Che se ne vanno
- Traballano…
- Il passo indeciso…
32

33

- Temono di arrivare…
- Non vengono ormai più…
- Cominciano…
- Arrancano…
- Ricominciano….
- Temono di ritrovare la forza…
- E di rinnovarla…
- Il candore…
- La forza di ricominciare…
- Sono stanchi…
- Sperano e di-sperano…
- Sorrisi come tagli…
- Dolci e amari…
- Ossimori da dare in pasto agli africani…
- Il mondo in fondo è una canzone…
- E steccano…
- Stonano…
- Scordati e dimentichi…
- L’età…
- La ragione… piuttosto
- Sfilacciamento dendritico … caos creativo…
33

34

- Da cosa nasce cosa…
- In definizione…
- Anomia…
- Strutture armoniche che scricchiolano…
- Pensieri che si avvitano…
- Qualcuno ne è morto….
- Fieri e smarriti sguardi…
- Una profondità,un orrido…
- L’abbandono richiede forza immensa
- Le forze che gratificano la viltà…
- Una forma di leggerezza…
- Un librarsi quieto…
- Un rifiuto d’affermazione…
- Né si… né no…
- Un parlar d’altro…
- Un silenzio senza simboli…
- L’annullarsi vicendevole delle forze… senza rimedi… senza ritocchi…
- Senza…
- Voluttà da vuoto…
- Non esserci…
34

35

- Starci per esonerare i movimenti…
- Contemplazione senza soggetto
- Per non toccarsi… per non far nulla… per perdersi… per smarrire il
punto…
- Affinché la polvere si faccia pietà….
- È un punto che interrompe l’eternità
- Riferimenti e relazioni…
- RIfrazioni
- E parlano di assolutezza…
- Concezione temporale…
- Gestazione d’assoluti…
- Vari e costanti…
- L’uno totale…
- Zero assoluto
- Cessano i moti
- Si ferma…
- Non è…
- Mai stato…
- Mai partito mai arrivato…
- Piccola morte piccolo inganno…
- Non lo si vede più…
35

36

- Astratto
- Distratto…
- Spiegato all’inclita…
- Cozza… penetra… irrompe… si fa strada…
- L’anagramma
- Insegna la via…
- La indica…
- La indice…
- La crea…
- Una divisione moltiplicatrice…
- Far da sé… far digressioni ritmiche…
- Che pulsano…
- Proiettano fuor da sé per farsi sistema…
- È la complessità…
- Aggregazioni casuali….
- Ma non c’è fretta…
- Si dipartono in mille rivoli…
- Chi si fa santo…
- Chi sarto
- L’uno unisce e divide…
- L’altro taglia e cuce…
36

37

- E si ride…
- Ridono… scoprono le file dei denti…
- Teorie…
- Confondono cronaca e prosa…
- Folle raziocinanti…
- Logici… troppo logici…
- Iperbolici
- Un po’ troppo ordinari…
- Cercano senso…
- Danno…
- Perdono…
- Perdono il filo dell’assunto…
- Dell’assurdo…
- Fanno piccoli componimenti…
- Sradicano…
- Potano a casaccio….
- Cresce la malapianta…
- È uno star lì…
- Si torce a dismisura… si frappone uno spazio…
- Si intagliano bastoncini… si opera sul territorio…
37

38

- Si praticano fori nell’acqua… si fa frollare la carne… la si snerva…
- E crollavano i muri…
- Qualcuno ne è morto…
- Qualcuno un attimo prima …
- Qualcuno giorni dopo…
- In silenzio…
- Il silenzio era la forma del dire…
- L’unica ormai…
- Si muore ma non si tace…
- È un proclama la morte…
- Una categoria del comunicare…
- Non ci si parla più….
- Non ci si ascolta…
- Non ci si vede…
- Ci si intravede e si passa oltre…
- Non ci si aspetta…
- Le frasi si interromp…
- Finzioni…
- Temi liberi…
- Quasi un senso di smarrimento…
- Un guardar fuori con la penna appoggiata al labbro…
38

39

- Si andrebbe fuori se ci fosse il sole…
- Non piove…
- Solo cade il silenzio…
- Si perde negli spazi vuoti…
- Interstizi stellari…
- Solo angoli bui …
- Si spostano verso il centro…
- Fette di luce eccitano il pulviscolo…
- Stringhe… canali e dimensioni alte…
- Odori a intermittenza…
- Per sgusciare dove eravamo…
- Per ritrovarsi lì…
- Una sembianza colta…
- Una parvenza di rassomiglianza…
- Non si dà tempo…
- Non ci si dà spazio…
- Chiusi in casa…
- Sicurezza di libertà…
- Il tempo lenisce ogni odore…
- Non siamo più gli stessi…
39

40

- Non siamo mai gli stessi
- In fondo siamo quel che siamo…
- Incontrovertibilmente…
- Unicum aut continuum?
- Marchiati dal fato…
- Dal fiato nati
- Fango e fandango…
- Determinati a non smetterla…
- Le nicchie…
- L’equilibrio…
- I limiti…
- Le compatibilità…
- E affinità…
- Compagni di giovinezze…
- Non chiude e s’inventa una scusa…
- E non si risolve in conflitto e non adatta all’uopo i mezzi propri
- E non coincidono le forme… i contorni…
- Elaborano formule… conflitti… tesi e lutti…
- Stanno distesi senza assorbire…
- Bloccano digestioni e invidie…
- Si tace per comprimere…
40

41

- Sguarci di luci intermittenti…
- La febbrile ricerca di vuoti da colmare…
- Piccole appendici utilizzate nelle ore serali…
- Star bene…
- Declamando verso sé…
- Ci si compiace vanamente di non entrarci…
- Di non entrare…
- Si affaccia un’ idea del mondo…
- Gli spiritelli svolazzano dalle finestre…
- Qualche fiocco si scioglie posandosi appena un po’ dentro…
- Un gelo tagliente…
- Un caldo soffocante…
- Pungente…
- Torrido….
- Un manto…
- Una cappa…
- I venti spazzano la pianura…
- Una distesa infuocata…
- Tormenta…
- Eccitata e citata città…
41

42

- Nei nugoli informi…
- Fissità quasi immobilità…
- Si spezzano i rami…
- Si seccano…
- Dura terra madre…
- Polvere…
- Morte stagioni…
- Basse suonatine…
- Radenti…
- Mento… un po’ sopra…
- Ha rotto!!!
- Dilaga…
- Non vuol nascere…
- I suoi bravi motivi…
- Le sue giuste ragioni…
- Innominabili…
- Termina lo stato di quiete…
- Si inizia quel che avrà termine…
- Gli occhi conservano e tradiscono…
- Animali e bimbi temono la buona novella…
- Annunciano l’assoluto che si fa verbo…
42

43

- Un canto una spiegazione dovuta…
- Un debito da saldare…
- La via della luce…
- Il suono delle cose…
- L’aria si rischiara…
- Si intravedono da lontano le ombre dei colli…
- Le luci delle case… le piccole luci…
- I bimbi hanno paura…
- Hanno mani pesanti…
- Rincuorano…
- Danno sollievo… leniscono… sollevano…
- Accarezzano le testoline dai capelli dorati…
- Asciugano lacrime…
- Attendono al sonno delle loro genti…
- Favole non frottole…
- Sogni banali contro incubi geniali…
- Si fanno carico…
- Parano tiri violenti e angolati…
- Non li vedono ma sono lì…
- E domani saliranno le scale…
43

44

- I ravveduti…
- Chiamano a raccolta i giusti…
- Che distruggono gli idoli….
- Il silenzio è assenza…
- Si “è” in assenza di vuoto…
- L’armonia è nelle pause….
- L’assenza è essenza…
- Guardando oltre s’intravede lo sguardo di chi ci guarda…
- Non ci si espone…
- Sguardi distratti…
- Libertà lesionata…
- Elite di massa…
- Massa d’elite
- Spruzzi che ascendono al cielo…
- Ricadono…
- Ritraggono il divenire…
- Voci che si perdono nelle stanze in penombra….
- C’è un buon odore…
- Polvere… libri… vecchi oggetti…
- Rimbomba il ticchettio dei passi lungo i corridoi…
- Si altercano…
44

45

- Le grida escono dalle finestre…
- Invadono le strade e le piazze…
- Alzano i toni…
- Rivendicano i poteri…
- Con la gioia di disprezzare…
- Il pudore dovrebbe farli smettere…
- Livida luce del potere…
- Abusi che si consumano
- Una forma di libertà…
- Ci si rincorre tra le misere aiuole…
- Si calpesta l’erba appena spuntata…
- Un qualsivoglia potere che elargisce tolleranza…
- Una via… la libertà
- Una scelta… un’opzione
- Toponomastica…
- Una forma di mistico e furtivo digiuno
- Ogni scelta implica un abbandono…
- Siamo gli unici superstiti…
- Qualcuno diventa qualcosa…
- Solo sgomento fatto di chiacchiere …
45

46

- Qualcosa si fa qualcuno…
- Frammenti di filamenti nel brodo…
- Si fanno da sé…
- Odiano parimenti il già fatto e il da farsi…
- Danno giudizi…
- Tormentano i loro peli sotto l’ombelico…
- Attendono il sonno…
- Le macerie invadono la prospettiva…
- I detriti dei muri abbattuti intralciano le vie della libertà..
- I sacrosanti rifiuti di ieri trasformati in concessioni…
- Chi appalta a chi?
- Licenze…
- Arbitrii maggioritari..
- Diritti estorti alle minoranze…
- Concerti e porte..
- Contrappunti e disappunti…
- Disarmonia o forma del distacco canonico…
- Sincopati e contratti…
- Tesi ad acclararne l’invalidità…
- Etica e giurisdizione …
- Topografia inorganica…
46

47

- Fiori e fiere
- Fiele e fiele…
- Pere et mere…
- Contagio e continenza…
- Laghetto un po’ andante…
- Anatre andate…
- Papere e papaveri
- Putativi…
- Ordinarietà e studio dei fossili…
- Minuetto e sottrazione di dividendi…
- A conguaglio…
- Si diffonde una strana eccitazione negli anelli…
- Si perdono neutrini…
- E attimi che sfuggono…
- Le cavità bollono e gorgogliano…
- Stanno ritti…
- Inturgiditi…
- Occupano gli spazi interstellari…
- Gli umori calano…
- Si disperdono nel vuoto caldo…
47

48

- Vogliono perdersi nelle acque…
- Assumono posizioni fetali…
- Pozioni letali…
- Gridano per non sentire…
- Auscultano i battiti… i respiri… gli spasmi… le contrazioni…
- Si rilasciano gli sfinteri…
- Coltivano i propri pensieri…
- Colpi di tosse nella notte…
- Ansiti e sospiri…
- Schiocchi…
- Cigolii…
- Si gode per sfinimento…
- Ci si fa prendere per estenuazione…
- Arti rattrappiti…
- Sistema preda di convulsioni…
- Una nudità gentile si fa sconcia…
- La voce rauca implora pietà…
- E nuove torture… altre lacerazioni…
- Orgasmo apice di un qualsivoglia dolore…
- Una qualsivoglia situazione…
- Un atto gratuito purché atroce…
48

49

- Che scuota una coscienza assopita…
- Né soddisfatti né disfatti…
- L’assoluto…
- L’urlo…
- Il piacere di una piccola morte…
- Ma dio si concede continue ricreazioni
- Non si trova…
- Non si fa trovare che nei graffiti…
- Uno spostamento nello spazio supplisce a un rito…
- La presa diretta sconvolge i tempi biologici di reazione…
- Scrivimi…
- Telefonami, appena ti sposti…
- Si disconosce la gerarchia dei valori…
- L’autorità morale…
- L’autorità di censo…
- Quel che è non sempre è dato…
- Non più… ormai
- Basso livello di cultura…
- Di istruzione… conoscenza… consapevolezza… coscienza….
- Alta concentrazione d’informazione…
49


Documenti correlati


Documento PDF irrisolte parole tra cielo e terra
Documento PDF alejandro jodorowsky la danza della realta 2006 biografico
Documento PDF orfismi e parole
Documento PDF giornale finito
Documento PDF del mare e della terra
Documento PDF maria t zilembo fiori di bach e zodiaco


Parole chiave correlate