File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Programma elettorale .pdf



Nome del file originale: Programma_elettorale.pdf

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato inviato su file-pdf.it il 02/05/2013 alle 12:51, dall'indirizzo IP 62.98.x.x. La pagina di download del file è stata vista 1695 volte.
Dimensione del file: 12.4 MB (16 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Ascoltare e amministrare a testa alta: questi sono gli obiettivi principali del mio
programma, queste le linee guida che, veicolate dall'amore per la mia città e dal desiderio di restituire dignità ed una forte identità alla comunità di Pontecagnano
Faiano, sosterranno la mia campagna elettorale e la mia azione di governo cittadino. In un momento di forte crisi e di notevole incertezza, ho sentito la necessità di
mettere a disposizione la mia esperienza di politico e di imprenditore per rilanciare
la mia amata Pontecagnano Faiano, che oggi più che mai ha bisogno di rappresentanti autorevoli e che sappiano instaurare una filiera istituzionale che possa garantire risorse e sviluppo per il territorio cittadino. Pontecagnano Faiano rappresenta,
geograficamente, il primo comune a Sud del capoluogo e per questo ha
un'importanza strategica.
Per questo ho deciso di scendere in campo, stilando un programma composto da
dieci punti, dieci "A", ossia le mie idee e le mie proposte per la nostra comunità: tra i
vari punti l'azzeramento dei costi della politica, la lotta agli sprechi, le agevolazioni
per le famiglie disagiate, la meritocrazia, il lavoro, la sicurezza. Sono tutti temi dei
quali si parla tanto ma per i quali è giunto il momento di rimboccarsi le maniche e
lavorare allo scopo di rilanciare per davvero la città di Pontecagnano Faiano: voglio
farlo per la mia città, per poter garantire un futuro migliore ai nostri figli, alle nostre
famiglie. Per questo Vi chiedo, in occasione delle elezioni amministrative del 26 e
27 maggio 2013, di sostenerci, convinto che insieme potremo davvero rilanciare
Pontecagnano Faiano.

// candidato sindaco
Antonio Anastasio

FRATELLI
d'ITALIA

m

Antonio

Anastasio

Azzeramento dei costi della politica: in un periodo di forte crisi economica è giusto
che la classe politica e gli amministratori a tutti i livelli diano l'esempio eliminando
le spese inutili. L'Italia viene da un periodo difficile, siamo ancora in un periodo difficile e ai cittadini italiani è stato chiesto di fare enormi sacrifici. Per questo riteniamo opportuno eliminare gli sprechi di risorse e tagliare quindi i costi della politica e
legati al funzionamento della macchina amministrativa comunale. Proponiamo
quindi l'eliminazione dei compensi per Sindaco, Assessori e Consiglieri Comunali
(che ammontano ogni anno a circa 400mila euro), l'azzeramento degli staff, da sostituire con figure professionali interne al Comune e da reclutare tramite concorso
pubblico, in maniera da risparmiare altri 600mila euro all'anno.
Proponiamo di "salvare" solamente le spese di rappresentanza. Con i soldi risparmiati si potrebbero indire appunto concorsi pubblici per individuare figure professionali, oltre che pensare a "reinvestirli" in un miglioramento dei servizi, per un vero e corretto funzionamento della macchina amministrativa, oltre che per la realizzazione di alloggi di edilizia popolare, in maniera da dare possibilità alle famiglie
meno agiate di poter ottenere un alloggio. Tra i concorsi che intendiamo programmare c'è quello per il reclutamento del Comandante del Corpo di Polizia Municipale
e quello per il reclutamento di Agenti di Polizia Municipale "fissi" e non solamente
"stagionali".

FRATELLI
d'ITALIA
Anastasio

Agevolazioni alla famiglie disagiate: la crisi economica ha purtroppo inevitabili ripercussioni anche in ambito sociale. Sono tante le persone che, purtroppo, anche
sul nostro territorio, hanno grosse difficoltà e che vanno aiutate dalle istituzioni. I
nuclei familiari disagiati vanno aiutati con agevolazioni relative all'istruzione,
all'alloggio e a tutte le sfere del quotidiano. Inoltre, riteniamo che sia quanto mai
necessario rimodulare i tributi comunali partendo dalla Tarsu, il tributo per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani.
Nel nostro programma c'è l'immediata redazione di un nuovo regolamento comunale per il calcolo dell'imposta da pagare: ci sono molte persone anziane che magari vivono in grandi case e sono sole perché i figli lavorano o sono andati a vivere
fuori e che si trovano a pagare un tributo sui rifiuti in base alla metratura della casa
e non in base ai rifiuti prodotti. Il regolamento va quindi rivisto con una nuova classificazione degli esercizi commerciali e delle abitazioni, in base anche al numero di
persone che vi abitano. Inoltre, nel regolamento saranno specificate differenze tra
chi ha attività nelle zone artigianali e commerciali e che invece ha una attività nelle
zone industriali.

Anastasio

Adeguamento della pianta organica: ci riferiamo in particolare alla questione sicurezza. Negli ultimi mesi, se non anni, purtroppo, il territorio di Pontecagnano Faiano
- così come quello di altri comuni limitrofi - è stato interessato da un notevole aumento degli episodi di microcriminalità, siano essi scippi, furti, rapine o aggressioni.
Dovere degli amministratori locali è garantire la sicurezza dei cittadini della propria
comunità: per questo realizzeremo una copertura totale del territorio comunale
con impianti di videosorveglianza, in maniera da tenere sotto controllo il centro urbano e in particolare le zone periferiche (Corvinia, Magazzeno, Picciola,
Sant'Antonio, Faiano) troppo spesso abbandonate e non tenute in considerazione.
Pertanto, sarà anche rivista la pianta organica del Corpo di Polizia Municipale: oltre
ai concorsi per il reclutamento del Comandante del Corpo e per il reclutamento di
Agenti in "pianta stabile", proponiamo meno agenti in ufficio e più pattuglie in giro
per la città, per garantire la sicurezza in tutte le zone di Pontecagnano Faiano. Nel
nostro programma c'è anche la realizzazione di due presìdi "fissi" di Polizia Municipale sia a Magazzeno che a Faiano, così come è nostra ferma intenzione istituire i
turni "notturni" della Polizia municipale, un servizio che attualmente non esiste. E'
in progetto inoltre di "affiancare", a supporto dei vigili urbani, eventualmente la vigilanza privata.
Sappiamo bene che per una efficace azione a contrasto dei fenomeni di microcriminalità è necessaria una collaborazione con le altre forze dell'ordine, siano esse Carabinieri, Polizia di Stato, Polizia Provinciale o Guardia di Finanza. Per questo interesseremo il Prefetto di Salerno per redigere un piano di coordinamento interforze, allo scopo di aumentare la presenza delle istituzioni sul territorio, in particolare nelle
zone "sensibili".
Relativamente all'adeguamento della pianta organica, indiremo concorsi pubblici
per reclutare personale tecnico - amministrativo che andrà a potenziare gli uffici
comunali, allo scopo di rendere ancora più efficiente la macchina amministrativa.

FRATELLI
d'ITALIA
Anastasio

Il PUC va inoltre approvato in fretta in quanto il Comune ha delle scadenze da rispettare, in relazione a quanto stabilito dall'ente Provincia, che entro il 28 febbraio
2014 dovrà approvare le richieste dei comuni. Se il Comune non rispetterà tali scadenze, la Provincia procederà al suo commissariamento relativamente al PUC.
Va inoltre precisato che dalla UE, all'interno del grande progetto "Risanamento corpi idrici superficiali", è stato finanziato il completamento del sistema fognario comunale di Pontecagnano Faiano, che comprende le seguenti strade: via Mar Mediterraneo, via Pompei, via Alessandro Volta, via Abate Conforti, via Corigliano. I lavori sono in fase di appalto. Nostra intenzione è far rientrare, con il criterio del ribasso economico, altre strade del territorio che sono senza fognature: via Mar Tirreno, via
Imo et e.

m

Adozione del Piano Urbanistico Comunale: lo strumento del PUC va attuato in tempi rapidissimi, allo scopo di bloccare qualsiasi eventuale tentativo di speculazione
edilizia sul territorio, già purtroppo martoriato. I nuovi insediamenti edilizi vanno
regolati con precisi criteri da stilare in relazione al Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP) approvato dalla Provincia di Salerno. Esso vede il comune
di Pontecagnano Faiano inserito nell'ambito denominato "Salerno", del quale fanno
parte quindici comuni e per il quale sono previsti "tot" alloggi. Proponiamo inoltre
di sanare tutti gli immobili che sono stati oggetto di sequestro da parte della Procura della Repubblica, con apposita variante di destinazione d'uso all'interno del PUC,
anche se ciò dovesse comportare una perdita, in termini numerici, di alloggi in previsione futura. Sanare tali immobili comporterebbe anche un rientro economico per
le casse del comune. Riteniamo che l'eliminazione del vincolo paesaggistico relativo
alla zona litoranea non sia una soluzione e che siano appunto necessari criteri ben
precisi per evitare speculazioni ed altri abusi edilizi a Pontecagnano Faiano. Noi proponiamo la pedonalizzazione del tratto di strada litoranea che attraversa Pontecagnano Faiano, la realizzazione di parcheggi alle spalle delle strutture ricettive della
zona e il miglioramento della viabilità comunale che collega la strada litoranea alla
strada provinciale Aversana. Siamo convinti che vada quanto prima approvato il piano urbano traffico, con realizzazione di appositi parcheggi e snellimento del traffico
veicolare. Non è il vincolo della Soprintendenza che impedisce di realizzare nuove
costruzioni: è infatti sufficiente presentare progetti validi e conformi alle prescrizioni della Soprintendenza.

Aiutare e regolarizzare gli investimenti privati: siamo in un periodo storico caratterizzato da forte crisi ed incertezza, condizioni che portano purtroppo anche alla perdita di numerosi posti di lavoro. In questo contesto anche gli enti pubblici non
"navigano nell'oro" e per questo siamo convinti che, oltre a ridurre gli sprechi, sia
quindi necessario attrarre sul territorio imprenditori e privati interessati ad investire
risorse, nell'ottica di creare quindi nuove possibilità di occupazione.
Va però stilato un regolamento per gli oneri di urbanizzazione a carico degli investitori privati per la realizzazione di strutture a servizio dei cittadini, come i parchi comunali e i centri sportivi, che potrebbero appunto essere realizzati con fondi privati.
Per attirare però imprenditori sul territorio è necessario creare i presupposti ed è
necessaria un'Amministrazione autorevole, un Comune efficiente e appunto amministratori competenti.

Attività turistica e lavoro: Sono finiti i tempi dell'assistenzialismo per creare occupazione, oggi i posti di lavoro si creano sfruttando le risorse del territorio. Il nostro
territorio geograficamente è a vocazione turistica (abbiamo mare, collina, attrazioni et e.) e per questo bisogna insistere su tali caratteristiche: sviluppare quindi
l'aeroporto e le attività a supporto, per un indotto che potrebbe portare a nuovi posti di lavoro con ricadute economiche sul territorio. E' fallita anche la grande distribuzione organizzata, nonostante la notevole presenza di centri commerciali sul nostro territorio e non solo. Allo scopo di creare possibilità di lavoro sul territorio vogliamo creare società comunali per garantire un lavoro certo e a tempo indeterminato. Pensiamo ad una società per il ramazzamento delle strade, per giardinieri, idraulici, operai generici, muratori et e.
E' stata destinata, inoltre, grazie all'interessamento del consigliere provinciale e
candidato sindaco Antonio Anastasio, "ad attività ricreativa", un'area di oltre
500mila metri quadrati - di proprietà pubblica - situata tra Picciola e Corvinia, nella
zona rurale della città, già delimitata nel PTCP provinciale, allo scopo di realizzare il
più grande polo fieristico e ludico del Sud Italia, all'interno del quale sarà presente
un parco divertimenti. Indiremo quindi un bando di pubblico interesse per le società specializzate nella costruzione e gestione di parchi ludici, realizzando quindi
un'opera notevole per il territorio e creando numerosi posti di lavoro. Il parco divertimenti potrà intercettare i flussi turistici diretti in costiera Amalfitana, a Paestum o
nelle località del Cilento e del Vallo di Diano. Realizzeremo, sulla fascia costiera, anche un approdo per imbarcazioni, così come stabilito in sede di PTCP.

FRATELLI
d'ITALIA

Architettura moderna: investire nell'edilizia non significa necessariamente speculare sul territorio o realizzare semplicemente "quartieri dormitorio". Non è questa la
nostra idea di città. Riteniamo tuttavia che l'edilizia sia un comparto fondamentale
per creare occupazione sul territorio e per dare ossigeno all'economia: per questo
abbiamo pensato alla riqualificazione della zona litoranea, della quale si parla tanto
(ma purtroppo, si parla solamente) attraverso un bando pubblico internazionale, un
concorso di idee per architetti e professionisti del settore, allo scopo di dare finalmente dignità ad una zona del territorio da sempre trascurata e che potrebbe invece, insieme al mare, essere fonte economica per Pontecagnano Faiano. Abbiamo in
programma inoltre interventi di manutenzione straordinaria nel centro cittadino.
Oltre a riqualificare la litoranea dal punto di vista "architettonico - urbanistico" è
bene ricordare che valorizzeremo per davvero la risorsa mare: Pontecagnano Faiano
è sempre stata "meta" di turismo balneare e, con un mare ancora migliore di quello
che già abbiamo, potremo aumentare le presenze sul nostro territorio. Bisogna però spingere il Comune di Salerno e la Regione Campania a mettere in funzione per
bene i depuratori: solamente con rapporti di collaborazione con le altre istituzioni
del territorio è possibile ottenere benefici per le comunità e tali rapporti si possono
mantenere solamente grazie ad una Amministrazione Comunale autorevole ed efficiente.

Agricoltura: Pontecagnano Faiano è stata in passato un centro industriale importante, a Pontecagnano Faiano molte persone venivano a lavorare dai paesi limitrofi,
c'erano le industrie conserviere, c'erano i tabacchifici. Purtroppo tutte quelle industrie oggi sono chiuse, ma Pontecagnano Faiano è stata, è e sarà sempre a forte vocazione agricola. Per questo dobbiamo pensare di rivalorizzare il settore primario,
incentivando a livello fiscale le imprese agricole del territorio impegnate nella produzione della quarta gamma (e non solo, dell'agricoltura in generale) e supportando
l'agricoltura locale con progetti da presentare alla Regione Campania, allo scopo di
ottenere fondi appunto per assistere il settore agricolo. Bisogna quindi incentivare
da una parte il produttore locale e dall'altra il consumatore a prediligere i prodotti
locali e la filiera corta, in maniera da rilanciare il territorio anche sotto questo aspetto. Si potrebbe anche ideare un marchio che renda l'idea del "Prodotto a Pontecagnano Faiano" e creare un evento come la "fiera dell'agricoltura" itinerante da ospitare sul territorio.

Aeroporto: è uno dei punti focali del nostro programma, visto anche l'impegno profuso dal candidato sindaco Antonio Anastasio per l'entrata in funzione dello scalo
salernitano e visto il suo ruolo di vicepresidente dell'aeroporto Salerno - Costa
d'Amalfi. L'aeroporto è stato realizzato, è entrato in parte in funzione ma, affinché
non resti una cattedrale nel deserto, è necessario creare le condizioni che ne permettano la sopravvivenza. Oltre alla privatizzazione dello scalo, sulla quale insistiamo, proponiamo il vincolo di destinazione (da "agricola" ad "attività a supporto dello scalo") per i suoli comunali al servizio della struttura aeroportuale, riservandoli
ad attività di supporto come alberghi, strutture di servizio per i viaggiatori (noleggio
auto, capolinea autobus et e). Solamente in questo modo si potrà "far decollare"
per davvero l'aeroporto di Salerno, creando i presupposti per uno sviluppo anche in
chiave di "ricezione turistica" del nostro territorio.
Purtroppo negli anni passati, con le presidenze che si sono susseguite, nulla è stato
fatto per lo sviluppo dell'aeroporto. Tra le altre cose, il comune di Salerno e il comune di Pontecagnano Faiano sono in debito con la società Aeroporto Salerno Costa
d'Amalfi, rispettivamente, per 1,8 e 1,5 milioni di euro e sono stati raggiunti da decreti ingiuntivi. La nuova gestione Provincia -Camera di Commercio ha approvato il
progetto preliminare per l'allungamento della pista e sono state completate le pratiche di esproprio dei suoli per poter realizzare l'intervento. La società ha inoltre avuto il via libera dall'Enac per la gestione totale e lo scalo è stato definito di interesse
nazionale dal ministro Corrado Passera grazie all'impegno dell'Amministrazione Provinciale e dalla Camera di Commercio.

Arte e cultura: Pontecagnano Faiano deve riscoprire la propria storia e la propria
identità, valorizzando le risorse paesaggistiche e culturali delle quali può fregiarsi.
Siamo la città degli Etruschi di frontiera, il popolo proveniente dall'Etruria (attuale
bassa Toscana - alto Lazio) si spinse sino alle nostre zone e l'ultima città a Sud era
proprio "Amina", l'odierna Pontecagnano Faiano. Anni e anni di scavi archeologici
hanno portato alla luce reperti importantissimi, che sono conservati presso il museo archeologico nazionale degli Etruschi di frontiera: un museo che necessita di una
notevole promozione che possa portare scolaresche, turisti e "comuni cittadini" a
visitarlo.
Non dimentichiamo inoltre il parco archeologico: anche lì è possibile ammirare degli scavi, in questo caso di epoca romana e anche il parco necessita di attenzione e
di valorizzazione. A Faiano abbiamo inoltre la sorgente naturale "Settebocche": anche questa va riqualificata e la zona va integrata da strutture ricettive. Le ricadute
economiche ed occupazionali sul territorio sono notevoli.

FRATELLI
d'ITALIA
% * ™ ^

Cittadini di nazionalità straniera: le persone di nazionalità straniera (che

fanno

parte dell'ambito della Comunità Europea) con regolare permesso di soggiorno che
risiedono sul nostro territorio non possono essere emarginate, messe da parte, né
possono vivere al limite della società. Come i cittadini italiani anche loro sono una
risorsa importante per la comunità e devono farne parte a pieno diritto. Ci impegniamo

affinché

anche

i

cittadini

stranieri

regolari

possano

partecipare

all'assegnazione di alloggi popolari, alle graduatorie per il sussidio familiare e affinché possano fare domanda per ottenere agevolazioni per gli studi. Molti di loro lavorano nei campi: eseguiremo controlli, tramite la Polizia Municipale, affinché i
"padroni di turno" non sfruttino la loro "manovalanza" e non approfittino della loro
situazione lavorativa.

FRATELLI
d'ITAUA

w

Ambiente: Pontecagnano Faiano è in una posizione strategica in quanto è il primo
comune a Sud di Salerno. Riteniamo che le tematiche ambientali vadano affrontate
in maniera decisa in quanto il rispetto dell'ambiente è prerogativa per garantire la
salute pubblica. Eliminazione dell'amianto: sono ancora molti in città gli edifici e le
zone caratterizzate dalla presenza di lastre di Eternit. E' stato effettuato un censimento sul territorio ma è ora di darsi da fare per procedere all'eliminazione dello
stesso, in quanto è scientificamente provato essere dannoso per la salute umana.
Effettueremo inoltre la manutenzione e la bonifica dei corsi d'acqua del territorio,
ossia il torrente Asa ed i fiumi che delimitano il territorio comunale, vale a dire Tusciano e Picentino. E' infatti quanto mai urgente permettere ai corsi d'acqua di scorrere nel proprio alveo ed evitare eventuali straripamenti, creando delle vere e proprie "oasi" sui margini dei corsi d'acqua, coinvolgendo anche le associazioni e i cittadini nella pulizia e manutenzione di tali aree.
Lotta alle discariche abusive, altra piaga che affligge il nostro territorio: installeremo
telecamere allo scopo di stanare gli autori dell'abbandono indiscriminato di rifiuti e
procederemo ad elevare multe salatissime, che fungeranno sia da deterrente sia da
introito per le casse comunali.
Risorsa mare: un mare pulito è garanzia per il territorio di Pontecagnano Faiano sia
in termini ambientali che economici. Ci batteremo per avere un mare più pulito investendo della questione il Comune di Salerno e la Regione Campania affinché siano messi in funzione i depuratori. Energie rinnovabili: allo scopo di ridurre il consumo energetico degli edifici pubblici installeremo pannelli fotovoltaici sui tetti delle
scuole del territorio e su tutte le strutture di proprietà dell'ente.

ff

Scuola, istruzione e Internet: attiveremo il servizio di gestione on line delle mense
scolastiche che permette di prenotare, rendicontare e pagare i buoni pasto comodamente da casa senza alcun limite di orario. Tramite il portale, ossia tramite il sito
del comune, è possibile compiere le operazioni relative alla prenotazione, trasmissione e rendicontazione dei pasti.
I genitori potranno ricaricare on line il conto mensa dei figli, consultare la rendicontazione puntuale e aggiornata dei pasti fruiti e l'ammontare residuo del saldo. Questi progetti sono già stati adottati in diversi comuni ma riteniamo che sia importante
creare una cittadinanza consapevole delle possibilità offerte dai servizi di innovazione della rete.
E' possibile inoltre estendere tali procedure al servizio di utilizzo degli scuolabus.
Nel nostro programma anche il progetto Wl FI gratuito per le scuole e per le piazze
del territorio, abitualmente punto di ritrovo dei giovani, che sono coloro che maggiormente utilizzano i servizi della rete.

Sport e strutture sportive: Pontecagnano Faiano necessita di una "revisione" totale
delle strutture sportive esistenti, allo scopo di permettere a tutte le società e associazioni sportive del territorio di poter usufruire di spazi appositi per la pratica delle
diverse discipline (calcio, pallavolo, basket, pugilato, tiro con l'arco et e). Nel nostro
programma c'è la riqualificazione degli stadi e campi di calcio comunali: abbattimento e ricostruzione dello stadio XXIII giugno 1978 (impianto principale della città); riqualificazione, di concerto con il comune di Montecorvino Pugliano, del campo di calcio comunale di Faiano.
Lo stesso infatti ricade in parte nel territorio del comune limitrofo. Spingiamo inoltre affinché il novello palazzetto dello sport abbia finalmente l'agibilità necessaria al
suo utilizzo e apporteremo modifiche alla struttura affinché appunto possa essere
usata dai praticanti di qualunque disciplina e non solo dai praticanti della pallavolo.
Le srutture devono essere inoltre a servizio delle scuole.



Parole chiave correlate