File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



IMG NEW .pdf


Nome del file originale: IMG_NEW.pdf

Questo documento in formato PDF 1.3 è stato generato da Canon SC1811 / MP Navigator EX, ed è stato inviato su file-pdf.it il 17/05/2013 alle 16:39, dall'indirizzo IP 79.55.x.x. La pagina di download del file è stata vista 926 volte.
Dimensione del file: 1.1 MB (1 pagina).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


,:tj]t

LÉ RTFORMÉ E LE RIVOLUZIONI: ILLUMINISMO E NEOCLASSICISMO (1748 1815)

PARTE NONA

raomento di andare a tauola, il Precettore sottolinea cbe il Giouin Signore, a
t\digrrrnza del popolo, nol si cibd per bisogno ma solamente per il piacere di
marcgiare. Da questa considerazione prende spunto la fauola del Piacere, costruita
corrue una sorta di "t%ito" platonico.
Secondo il racconto dellafauola, irt origine tutti gli uomini erano ugwali; e questa
consideraZione ba ouuiamente la naassiffxa itaportartza, ricollegandosi alla
riuoluzionaria posizione di alcuni pensatori illuministi @ousseau in particolare).
seguito d.el miio si presta a uarie interpretazioni: scontenti dell'uguagliaryzd.frd gli
uirnini, gli dei marudarono sutlla terra il Piacere, cbe creò urta diuersità tra coloro cbe

A

La favola delPiacere
lll

Mezzo g1oruo, try. 250

$8l

)pl

I

ll

si riuelarono sensibili a esso, e diuennero i nobili, e coloro cbe irtuece si mostraroruo
indifferenti al suo rtcbiamo, e.forrn-a-roao il uol.go l-iorigine dqlla diuisione in clatti
iwta maggiore o minore sensibilità al
della società u1ruana sarebbe dunque

itfiutnt

Piacere.

Alcuni interpretano lafauola come rappresentatiua della

reale posizione

diParini: eg{i

condannerelbbe la diuisione in classi e punterebbe su una restituzione all'uguaglianw
origiruaria, ma d'altra parte riterrebbe tale distinziorue foru.data sw ragiorti biologiche e
costitutiue. Altri inuece leggono il mito in chiaue ironica, secondo la prospettiua in
effetti d.omilante in tutto il poemetto: le ragioni addotte per spiegare la disuguaglianu
itoriro esistente tra gli uomini rispecchierebbero in questo caso non il.punto di oista di
Parini rna quello della nobiltà stessa, costituendo quindi delle giustfficazioni (e per di

più delle giustificazioni alquanto "leggere"
METRTCA

da G. P ariri, I I Giorno, cit., vol.

I

e

n de ca

s

e

inadeguate).

illab i s ciolti.

250 Fotr.

u".o non è; ma un giorno è fama,
Che fur gli uomini eguali; e ignoti nomi
Fur Plebe, e Nobiltade. Al cibo, al bere,
All'accoppiarsi d'ambo i sessi, al sonno

Un istinto medesmo, un'egual forza
Sospingeva gli umani: e niun consiglio
255 Niuna scelta d'obbietti o lochi o tempi
Era lor conceduta. A un rivo stesso,
A un medesimo frutto, a una stess'ombra
Convenivano insieme i primi padri
260 Del tuo sangue, o Signore, e i primi padri
De la plebe spregiata. I medesm'antri
Il medesimo suolo offrieno loro
Il riposo, e I'albergo; e a le lor membra
I medesmi animai Ie irsute vesti.
265 Sol' una cura a tutti era comune
Di sfuggire il dolore, e ignota cosa
Era il desire agli uman petti ancora.

t;u

smmLlE
omrfu,-:'m

,lhÈr
rffim

itri

ffiÉrfr
.dhnfir
dù@,lE

ffimdl
si oggettildi desideriol oLdi) luoghi o
crede (è fama) che un giornol: an- ldil tempilper soddisfare i desideril.
ticamentel gli uomini furono llur) I primi progenitori (padri) della tua
egualilfra torol; e popolo\Plebel e famiglia (del tuo sangue) e i primi
nobiltà furono nomi ignoti. Un me- progenitori della plebe disprezzata
desimo istinto, una forza eguale (spregiata), o signore, si adunavano
sospingeva ltuttil gli uomini al cibo (convenivano) insieme a uno stes25G2Cit Forse non è iero; ma

[: a mangiarel, a bere, all'accop- so ruscello (rivo), a un medesimo

piarsi di entrambi i sessi, al sonno lalbero dal frutto, a una stessa om[: a dormìre]: e non era concessa bra. Le medesime caverne \arftri)
loro nessuna llibertà dil decisio- lel il medesimo suolo offrivano loro
ne (consiglio). nessuna scelta di il riposo e il rifugioll'alberyo) [: dor168,:r'.:t':.r'::,::'-,':,:,..1,.,.llìi:,.ti,t..,tr,,,r'.,.trl:,,l't,,i.:.:,

mivano nelle grottel, e /
animali loffrivanol le vesti
(ircute) [: le pellicceì alle loro

Ul!l@U

mrffig{

oww

({>
si*'
m

bra. L' unica preoccupazione
na cura) comune a tufti era di
gire il dolore, e il desiderio era

cora ìna cosa ignota ai sentin:rrdJii'
lpet it degli uominl. Lo stato d'É
tura, caratterizzato dal bisogno m
dalla fuga dal dolore, è rievoctu,
secondo le posizioni della tradizi:re

,&nd:rn'
@'liriltrE

Ihrm

mrundo

I

flrwgfr:I

(ih5U

trilDlm[m

mifrrB{E
MMi@P

e'@

,fr

]ìk@d


Anteprima del documento IMG_NEW.pdf - pagina 1/1

Documenti correlati


Documento PDF busacchi delle favole del rev sinjyo m claus contro la soka gakkai
Documento PDF i cantastorie di palazzo chimera bozza
Documento PDF i cantastorie di palazzo chimera bozza 1
Documento PDF la repubblica 09 06 2015 by pds
Documento PDF il magico mondo di op
Documento PDF lettura all il corriere della sera 21 06 2015 by pds


Parole chiave correlate