File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



22327decreto 25 06 13.pdf


Anteprima del file PDF 22327decreto-25-06-13.pdf

Pagina 1 23427

Anteprima testo


8. All’incentivo di cui al presente articolo si applicano le disposizioni di cui all’articolo 4, commi
12, 13 e 15, della legge 28 giugno 2012, n. 92.
9. Entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione, l’Inps adegua le proprie
procedure informatizzate allo scopo di ricevere le dichiarazioni telematiche di ammissione
all’incentivo e di consentire la fruizione dell’incentivo stesso; entro il medesimo termine l’Inps, con
propria circolare, disciplina le modalità attuative del presente incentivo.
10. Le risorse di cui al comma 1, destinate al finanziamento dell’incentivo straordinario di cui al
medesimo comma, sono determinate:
a) nella misura di 500 milioni di euro, per le regioni del Mezzogiorno, a valere sulle risorse
derivanti dalla riprogrammazione dei programmi nazionali cofinanziati dai Fondi strutturali 20072013 e sulla rimodulazione del Piano di Azione Coesione, previo consenso per quanto occorra della
Commissione europea;
b) nella misura di 300 milioni di euro, per le restanti regioni, a valere sui mezzi di copertura
di cui al comma 18.
Le predette risorse affluiscono ad una evidenza contabile appositamente istituita nell’ambito del
Fondo sociale per l'occupazione e la formazione di cui all'articolo 18, comma 1, lettera a), del
decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio
2009, n. 2. La regione interessata all’attivazione dell’incentivo di cui alla lettera b) è tenuta a farne
espressa dichiarazione entro il 30 novembre 2013 al Ministero del lavoro e delle politiche sociali e
alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ministro per la coesione territoriale indicando altresì la
disponibilità a cofinanziare i medesimi interventi in misura pari al 50% dell’importo alla stessa
assegnato.
11. L’Inps provvede al monitoraggio della spesa, inviando relazioni trimestrali al Ministero del
lavoro e delle politiche sociali ed al Ministero dell’economia e delle finanze. In caso di
insufficienza delle risorse, l’Inps ne fornisce immediata comunicazione ed esaurisce le domande
privilegiando quelle con data di assunzione più risalente.
12. A valere sulle risorse programmate nell’ambito dei Programmi operativi regionali 2007-2013, le
Regioni e Province autonome anche non rientranti nel Mezzogiorno, possono prevedere l’ulteriore
finanziamento dell’incentivo di cui al presente articolo. In tal caso l’incentivo si applica alle
assunzioni intervenute a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione del
provvedimento con il quale si dispone l’attivazione dell’incentivo medesimo, il quale è fruibile
entro il mese di giugno 2015.
13. La decisione regionale di attivare l’incentivo di cui al presente articolo deve indicare
l’ammontare massimo di risorse dedicate all’incentivo stesso ed essere prontamente comunicata al
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, al Ministero dell’Economia e delle Finanze e
all’Inps. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze provvede a riassegnare le citate risorse
all'entrata del bilancio dello Stato e successivamente a riassegnarle, per le suddette finalità di spesa,
ad apposite evidenze contabili nell’ambito del Fondo sociale per l'occupazione e la formazione, di
cui all'articolo 18, comma 1, lettera a), del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con
modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2.
14. La decisione regionale di cui al comma 12 non può prevedere requisiti aggiuntivi rispetto a
quanto già previsto nel presente articolo.
15. Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali e l’Inps provvedono a dare diffusione
dell’avvenuta approvazione degli atti di cui al comma 12.
2