File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



esposto paramassi accadimenti successivi.pdf


Anteprima del file PDF esposto-paramassi-accadimenti-successivi.pdf

Pagina 12318

Anteprima testo


Oggetto:

Nuovo collegamento ferroviario Torino/Lione
Cunicolo esplorativo La Maddalena
Opere di difesa paramassi a tutela del cantiere

Segnalazione di gravi accadimenti successivi

In data 22 maggio 2013 le Associazioni Pro Natura e Lega Ambiente hanno inviato ai destinatari in
indirizzo un dettagliato Dossier, avente pari oggetto, per segnalare i potenziali gravi rischi per la
incolumità dei lavoratori, addetti al cantiere ed alla sua vigilanza, in considerazione del fatto che
non erano state realizzate da parte di LTF le reti paramassi, nonostante il progetto ne prevedesse
l’installazione prima dell’inizio delle operazioni di scavo dell’imbocco del Cunicolo
esplorativo.
Il vincolo di realizzare tali reti prima dell’inizio delle fasi di scavo, emerge infatti in modo
inequivocabile dalla c.d. “FASISTICA”, riportata nel progetto elaborato da LTF stessa (elaborato n°
0139 – Relazione di Cantierizzazione, nonché dall’elaborato n° 0127 – Studio di impatto
ambientale – sintesi non tecnica, nonché infine dal parere del Ministero dell’Ambiente – BIA n°
566 del 29/10/2010).
Infine anche il Piano di Sicurezza e Coordinamento del Cantiere, nell’elaborato 0003D evidenzia il
rischio del reiterarsi di episodi di crollo.
Nel Dossier veniva altresì contestato il fatto che non risultava data completa attuazione alla
prescrizione n° 5 della Delibera CIPE n° 86/2010, nella parte in cui richiedeva un approfondimento
dell’assetto idrogeologico dell’area posta a monte dell’imbocco.
In ultimo il Dossier evidenziava il fatto che le opere di difesa del Cantiere (Reti Paramassi),
doverosamente previste negli elaborati progettuali, non erano state inserite sull’area oggetto di
occupazione temporanea, così come risulta dagli elaborati progettuali, (elaborato n° 0144 –
Planimetrie aree di Cantiere per occupazioni temporanee e n° 0255 – Piano Particellare con
sovrapposizione su PRGC – Comune di Chiomonte).
In conclusione gli esponenti richiedevano l’attivazione, da parte dei soggetti in indirizzo, degli
adempimenti di competenza, atti a garantire la sicurezza del cantiere, il rispetto delle fasi
progettuali, il Piano di Sicurezza, previo immediato fermo dei lavori del Cantiere.
A seguire dovevano essere eseguiti gli approfondimenti degli aspetti geologici, relativamente alla
ipotesi del riattivarsi della frana di crollo, a monte dell’Imbocco del Tunnel Geognostico, (così
come previsto nell’elaborato progettuale n° 0101C- Studi complementari per il Cunicolo
Esplorativo della Maddalena – Relazione di caratterizzazione preliminare).