File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



esposto paramassi accadimenti successivi.pdf


Anteprima del file PDF esposto-paramassi-accadimenti-successivi.pdf

Pagina 1 2 34518

Anteprima testo




perché un piccolo imprenditore deve redigere e rispettare, su un dato progetto, piani di
sicurezza e analisi dei rischi pena la denuncia penale e l’immediata sospensione dei
lavori e invece



LTF ha tenuto aperto un cantiere per 2 anni senza rispettare le previsioni del Piano di
Sicurezza e del Progetto in genere?

Sono evidenti l’uso di 2 pesi e 2 misure nell’applicazione della legge penale e
amministrativa.
Ma non si diceva: “L’azione penale è obbligatoria, non possiamo girare la testa dall’altra
parte?”;
7) Si pone altresì un grave problema di omissione di atti dovuti da parte di funzionari della
P.A. preposti ai controlli che, a partire dall’inizio delle operazioni di scavo, non hanno
rilevato le carenze macroscopiche di adempimenti previsti in sede di attuazione del Piano di
Sicurezza.
La mancata realizzazione della rete paramassi prima dell’inizio delle operazioni doveva
portare alla chiusura del cantiere così come la mancata attuazione completa della previsione
n. 5 del CIPE.
Il problema delle omissioni di interventi tempestivi risulta ancora più grave a partire dal
22/05/2013 data in cui Pro Natura e Legambiente segnalavano dettagliatamente tali fatti con
precisi riferimenti probatori che a nostro avviso dovevano essere urgentemente verificati
portando, se del caso, alle conseguenti azioni previste dalla Legge.
Quanto sopra nel quadro della obbligatorietà dell’azione penale e del perseguimento dei
doveri d’ufficio.
8) Il comportamento di LTF equivale dunque ad una Autodenuncia di avere operato e di
operare attualmente in violazione di legge.

La domanda che nasce spontanea è la seguente:
per quale motivo gli Enti deputati al controllo non sono intervenuti, almeno a seguito dell’esposto?
E soprattutto: si continuerà a tollerare la violazione di legge?

Chiomonte, lì 08 luglio 2013

Pro Natura Piemonte
Il Presidente
Mario Cavargna