File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



salutiamoci giugno tofu .pdf



Nome del file originale: salutiamoci giugno tofu.pdf

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato inviato su file-pdf.it il 16/07/2013 alle 14:41, dall'indirizzo IP 79.45.x.x. La pagina di download del file è stata vista 2646 volte.
Dimensione del file: 194 KB (37 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


SALUTIAMOCI: mangiar bene per stare bene

http://lericettedisalutiamoci.blogspot.it/
Giugno 2013: le ricette con IL TOFU
Autoproduzione del tofu:
1. AUTOPRODUZIONE TOFU
http://bricioledicescaqb.blogspot.it/2011/10/tofu-piu-facile-di-cosi.html
MATERIALE:
* 2 fuscelle della stessa misura, non coniche, ma che cmq si possano incastrare l’una nell’altra per pressare il tofu
contenuto OPPURE una pressa per il tofu in legno come quelle tradizionali giapponesi (acquistabile in rete o costruibile
a casa se come me avete la fortuna di avere un genio del fai-da-te accanto a voi)
* un fazzoletto sottilissimo (che impedisca al tofu di uscire dai fori, da usare sia con le fuscelle che con la pressa)
* un peso (io uso 2 tetrapack di lattte da mettere sopra le fuscelle)
* una schiumarola



una pentola

INGREDIENTI:
* 2 litri di latte di soia al naturale (io uso "Soia e Natura" € 0,98/litro)
* 9 gr di nigari sciolti in una tazzina di acqua bollente (sembra sale grosso in scaglie (ma è amarissimo), costa pochi
euro, vi dura una vita e lo potete comprare nei negozi bio)
PREPARAZIONE:
Fate bollire i 2 litri di late di soia.
Quando inizia a bollire sciogliete il nigari nella tazzina di acqua rigorosamente bollente.
Versate la tazzina nel latte bollente e non spegnere il fuoco. Mescolate bene.
La latte inizierà a fare un po’ di schiuma, lo vedrete fare le capriole dalle pareti della pentola verso l’interno e noterete
che si starà cagliando perché intravederete i "fiocchi".
2 minuti di bollitura piena e spegnete. Lasciate riposare per 10 minuti.
Nel frattempo prendete una fuscella/pressa e rivestitela all’interno con il vostro fazzoletto sottile.
Con la schiumarola prendete la cagliata dalla pentola e trasferitela nella fuscella.
Finito questo passaggio coprite la cagliata con i bordi del fazzoletto e posizionate sopra la seconda fuscella. Premete un
po’ con le mani per un paio di minuti per far uscire la maggior parte del serio. Poi posizione sopra il vostro peso e
lasciate lì per un po’, anche un paio d’ore. (io uso 2 litri di latte come peso)
Una volta che il siero ha finito di uscire il vostro primo mattoncino di tofu è pronto :- )
Enjoy it!
2. TOFU AUTOPRODOTTO
http://golositavegane.blogspot.it/2011/11/tofu-autoprodotto.html
Ingredienti per 100 grammi
- 1lt di latte di soia
- 5g di nigari
Se usate la soia gialla non serve lasciarla in ammollo per 24 ore, bastano 12 ore, visto che avrà modo di cucinarsi e di
bollire più volte. Infatti dopo aver fatto il latte con la solita procedura, oppure con il latte comprato, portate a bollore e poi
versate dentro il nigari sciolto in mezzo bicchiere di acqua calda. Lasciate riposare per una ventina di minuti, quindi

versate il contenuto in un colino foderato con un telo e lasciate colare tutto il siero, strizzate bene e mettete nel
contenitore voluto, anche se l’ideale sarebbe versarlo direttamente nel contenitore apposito (che gli fa assumere al tofu
la sua forma caratteristica a blocco) e pressare affinché esca il siero.
Questa è la versione base. Più “asciugate” il tofu pressando e lasciando colare il siero, più viene compatto. La
consistenza dipende molto anche dal “caglio” utilizzato. Se compatto (come quello che si compra, per intenderci) si può
tagliare a fette e cucinare alla griglia, al vapore, friggere, stufare, affumicare, marinare con i condimenti voluti, tagliare a
cubetti e aggiungere alle insalate o minestre, ecc. Si può utilizzare sia nella ricette salate sia in quelle dolci.
Il prodotto nella foto l’ho versato in una ricottiera e lasciato scolare poco perché mi serviva per fare la crema di tofu,
spalmabile, alla quale si aggiungono i condimenti oltre ai pomodori secchi o olive greche, funghi, noci o qualunque altro
ingrediente desideriate.
In ogni caso ricordate che se non siete abituati a mangiarlo, è preferibile condirlo, visto che il tofu è inodore ed insapore
e prende i profumi ed il gusto degli aromi con i quali lo mescolate o condite: aggiungete un filo d’olio, del sale, magari
anche del lievito alimentare in scaglie (per dargli un gusto formaggioso) e tutti gli ingredienti voluti, così prenderà un
gusto più gradevole al vostro palato. Volendo si può anche aromatizzare, mescolando al latte tutti gli aromi voluti, prima
della cagliatura.
Il tofu bello compatto lo potete conservare nell’acqua, da cambiare ogni giorno, quello spalmabile tenetelo in un
contenitore chiuso bene. Se fatto in casa, non avendo conservanti, dura alcuni giorni, se sentite un odore acido o vedete
la muffa va ovviamente buttato (essendo inodore già sentire un odore non è buon segno). Si può anche congelare, nel
caso quando lo scongelate, spremetelo dal liquido formatosi all’interno.
Salse e condimenti:
3. RAGU DI TOFU
http://ricettealverde.blogspot.it/2012/06/ragu-di-tofu.html
150 grammi di tofu
una passata di pomodoro
una cipolla di Tropea
due carote
due gambi di sedano
vino rosso
olio evo
basilico
noce moscata
pepe nero
sale marino integrale
Pulite e tritate le verdure. Mettetele a soffriggere in una pentola di coccio. Sbriciolate con le mani il tofu, o tritatelo nel
robot, e aggiungetelo al resto. Fate cuocere per una decina di minuti, spruzzate un po' di vino rosso e fate evaporare.
Aggiungete la passata, salate, abbassate la fiamma e lasciate cuocere dolcemente, con il coperchio sopra non chiuso
completamente, per circa due ore. Prima di spegnere aggiungete il pepe nero e la noce moscata. Servite col formato di
pasta preferito, e guarnite i piatti con qualche foglia di basilico.
4. CREMA DI TOFU E RICOTTA ALLE ERBE AROMATICHE
http://briggishome.wordpress.com/2013/06/01/salutiamoci-di-maggio-il-tofuit/
150gr di tofu
150gr di ricotta o altro formaggio fresco morbido
erbe aromatiche fresche
tritare le erbe aromatiche, aggiungere il tofu a tocchetti e il formaggio.
frullare fino ad ottenere una crema abbastanza liscia
5. BURRO VEGETALE
http://cobrizoperla.blogspot.it/2013/06/parole-di-burro-burro-vegetale-per.html
per circa 350 gr di burro vegetale:
200 gr di tofu bianco frim
100 gr di semi girasole
100 ml di olio di semi di girasole
un pizzico di sale
In un robusto tritatutto (ottimo il Bimby, se ce l'avete) sfarinare i semi di girasole.
Unire l'olio, il tofu a pezzi e ed il sale e tritare a crema fine.
Riporre in un contenitore di vetro. Si conserva ottimamente in frigo per una settimana.
Credo che nulla impedisca anche di congelarlo, anche se ancora io sinceramente non ci ho provato.
6. TRIS DI TOFU ALL’ITALIANA,
http://ravanellocurioso.wordpress.com/2013/06/09/life-in-tofucolor/
un mix di salsine adatte a condire la pasta (sempre meglio integrale e biologica), a preparare tartine ed a farcire panini e

piadine.
Ingredienti:
3 panetti di tofu BIOLOGICO
1/2 spicchio d’aglio bio
2 pomodorini freschi e maturi bio
2 cucchiai di passata di pomodoro bio
basilico fresco bio
100 gr di olive verdi denocciolate bio
olio EVO bio
sale integrale
In un pentolino, far bollire i 3 panetti di tofu per circa dieci minuti e raffreddare sotto il getto d’acqua fredda. Scolare bene.
Preparare tre ciotoline per il servizio e munirsi di un minipimer con il suo bicchiere. Iniziare dalla salsa bianca: questo
accorgimento ci permetterà di usare sempre lo stesso bicchiere del minipimer, evitando sia di lavare tre volte la nostra
attrezzatura, sia di creare sbavature di colore nel risultato finale.
Salsa bianca: mettere il panetto di tofu, un paio di cucchiai di olio EVO, una presa di sale integrale fino e mezzo spicchio
d’aglio (o più, se amate i gusti forti) nel bicchiere del minipimer e frullare. Assaggiare ed aggiustare la salsa a
sentimento. Adagiare la crema bianca nella ciotolina di servizio.
Salsa verde: mettere il panetto di tofu, un paio di cucchiai di olio EVO, le olive e qualche foglia di basilico fresco nello
stesso minipimer e frullare. Assaggiare ed aggiustare la salsa a sentimento. Adagiare la crema verde nella seconda
ciotolina.
Salsa rossa: mettere il panetto di tofu, un paio di cucchiai di olio EVO, una presa di sale, i pomorini freschi tagliati a metà
e qualche cucchiaio di passata nello stesso minipimer e frullare. Assaggiare ed aggiustare la salsa a sentimento.
Adagiare la crema rossa nell’ultima ciotolina.
Servire a piacere.
7. CREMA DI TOFU
http://golositavegane.blogspot.it/2012/01/crema-di-tofu.html
- tofu autoprodotto o acquistato bianco
- tofu affumicato
- sale
- olio evo
- panna di soia
- spezie a piacere
- ingredienti a piacere
Sono rimasta sul vago nell’indicazione degli alimenti? Ho preferito indicarli qui sotto, ricetta per ricetta.
L’idea è quella di frullare gli ingredienti di ogni ricetta per ottenere una crema della giusta consistenza. Lasciate poi
riposare la crema per qualche ora così tutti gli ingredienti si amalgamano e si legano per bene (se poi non ce la fate ad
aspettare … pappate subito!).
In ogni caso potete provare ad aggiungere o togliere delle spezie, a gusto personale, sperimentate!!! Trovate la giusta
consistenza, se troppo secca aggiungete o della panna di soia, o del latte di soia o dell’olio.
Conviene usare il tofu autoprodotto poiché resta più morbido e umido di quello comprato (molto compatto) visto che
siamo noi a scegliere quanto “asciugarlo”. Io infatti preferisco fare da me il tofu quando mi serve per fare la crema di tofu.
Così una volta scolato, non lo comprimo ma lo metto subito dentro il frullatore. Se invece il tofu lo comprate va sempre
ammorbidito.
Crema delicata
Tofu, sale, pepe bianco, panna di soia, olio evo, succo di limone.
Crema ai pomodori secchi
Tofu, sale, pepe, pomodorini secchi sott’olio, un goccio dell’olio dei pomodorini.
Crema ai capperi
Tofu, sale, pepe, senape, capperi, olio evo.
Crema di mare
Tofu, sale, alghe a piacere secche, olio evo.
Mettete a bollire le alghe in poca acqua. Se avete comprato il tofu lasciatelo marinare nell’acqua con le alghe. Frullate le
alghe con il tofu, nel caso aggiustate di sale.
Crema alle olive
Tofu, sale, pepe, olive mammuth.
Crema rosa
Tofu, sale, pepe, aglio in polvere, salsa di pomodoro, olio evo.
Crema formaggiosa
Tofu, sale, pepe, aglio in polvere, lievito alimentare in scaglie, olio evo.

Crema tofumè
Tofu affumicato, senape, sale, pepe, olio evo.
Antipasti:
8. TOFUMINI SOTT’OLIO
http://ravanellocurioso.wordpress.com/2013/06/03/e-tofu-sia-per-salutiamoci/
tofu bio al naturale
sale integrale
origano bio
pepe nero macinato fresco, se gradito
aglio bio, se piace e per profumare
metà olio EVO bio + metà olio di semi di girasole spremuto a freddo bio
Tagliare il tofu a dadini. Armarsi di un vaso STERILIZZATO con il suo tappo: mettere un pò di tofu nel vaso, aggiungere
sale, aromi e innaffiare con olio (un pò di olio EVO ed un pò di girasole) fino a coprire; procedere con un altro strato di
tofu e ripetere il giro sale-spezie-olio … e via discorrendo fino a quando il vostro vaso non sarà satollo. Assicurarsi che
tutto il tofu sia coperto con olio.
Se vi piace, infilate a tradimento anche uno spicchio d’aglio. Chiudete il vaso e riponete in frigorifero per 8/10 giorni
affinchè i profumi e gli aromi si fondano armoniosamente. E affinchè il tofu, non sappia più di tofu …. Si conserva ben
chiuso e sempre coperto d’olio.
9- TOFU FRITTO IMPANATO AL MAIS
http://viaggiarecomemangiare.blogspot.it/2011/10/tofu-fritto-impanato-al-mais.html
Ingredienti : un panetto di tofu nigari bio (225 gr.), un po' di farina di mais fioretto, olio per friggere.
per la salsa che vedete nella foto : 1 cucchiaio di olio di sesamo, 1 cucchiaio di salsa di soia, 1 cucchiaino di succo di
zenzero (spremuto da zenzero fresco grattugiato) 1 cucchiaino di malto d'orzo bio, qualche fettina di zenzero fresco
tagliato a julienne, 1 piccolo cipollotto tritato finemente, 1 cucchiaio di semi di sesamo tostati, il succo di ½ lime.
Preparazione : preparare un'emulsione con tutti gli ingredienti tranne il tofu e il mais. Per ottenere il succo di zenzero,
grattugiatene un pezzetto di 3-4 cm. e poi mettendolo in un colino schiacciatelo raccogliendo così il succo.Tagliare a
cubotti il tofu e passateli nella farina di mais, ora mettere a friggere una dose di olio quanto basta per friggere ad
immersione i cubotti di tofu, usare quindi una casseruola non molto larga in modo che l'olio ne occupi la metà del
volume. Lasciate friggere per due minuti, scolate il tofu, adagiatelo su carta assorbente, salate e spolverate di semi di
sesamo tostati. Continuate fino a finire tutti i dadini, e ora non resta che intingere nella salsina.
10. CRACKERS DI TOFU E VERDURE
http://www.vivirvegan.it/2013/06/cracker-con-tofu-e-broccoli.html
Ingredienti:
500 g farina integrale, acqua, shoyu, olio evo, 1 broccolo piccolo, 1 panetto di tofu, zenzero, olive nere, sale marino
integrale.
Preparazione:
Per prima cosa pulisco il broccolo, lo taglio in piccole parti e lo metto a bagno perché si lavi. In olio evo caldo, faccio
rosolare una cipolla tagliata a julienne, le olive prive di nocciolo ed il tofu tagliato in piccole parti. Mentre mescolo perché
tutto si unisca, aggiungo il broccolo scolato, abbasso il fuoco e lascio cucinare aggiungendo tre cucchiai di salsa di
shoyu. Quindi mentre il tutto cuoce, grazie ad una grattugia, raccolgo il succo di zenzero e lo verso in padella. Lascio
cuocere per circa 15 minuti, dopodiché spengo e lascio sfreddare, per poi finire la cottura in forno con i cracker. Quindi
da parte, in un recipiente da cucina verso la farina, acqua, un pizzico di sale ed impasto fino ad ottenere una palla
morbida, anche un pò appiccicaticcia. Prendo un mattarello (un bicchiere nel mio caso) e stendo la pasta. Formo della
piccole tortine e ci verso il ripieno, facendo attenzione che sia ben scolato, altrimenti mi bagnerà la pasta la quale poi
rimarrebbe umida cuocendosi male. Quindi chiudo con strisce di pasta e inforno a 180° per circa 30 minuti. Da servire
caldo ... ma anche freddo farete un'ottima figura per un semplice antipasto o aperitivo che sia.
11. SPIEDINI VEGANI
http://inviaggioincucina.blogspot.it/2013/06/spiedini-vegani.html
Ingredienti (per 7 spiedini):
14 pomodori di Pachino
100 gr di tofu
Metà di un piccolo spicchio d'aglio
Erba cipollina, prezzemolo e basilico q.b.
2 grosse fette di pane integrale
Mezzo peperone giallo
3- 4 cipollotti
Olio evo q.b.
Sale e pepe q.b.

Mettete nel mixer il tofu con l'aglio e le erbe aromatiche, tritatate il tutto e regolate di sale e pepe.
Lavate i pomodorini, tagliate la parte del torsolo e svuotateli servendovi di un coltello.
Riempiteli con il composto di tofu e pressate un pochino.
Tagliate il pane a cubi (io avevo in freezer dei pezzi di focaccia integrale fatta da me e ho utilizzato quella), il peperone a
quadri e i cipollotti a metà (o a quarti se sono troppo grossi).
Portate il forno a 200° modalità statica, componete gli spiedini alternando gli ingredienti, adagiateli su una teglia coperta
di carta da forno, cospargeteli di olio evo e sale q.b..
Infornate appoggiando la teglia direttamente sul fondo del forno per 5 minuti circa, poi spostate al centro e accendete il
grill facendoli abbrustolire leggermente.
12. TARTARE DI TOFU
http://ledeliziedifeli.wrdpress.com/2012/07/04/tartare-di-tofu/
Ingredienti:
1 panetto di Tofu Bioappetì 250 g.
1 zucchina di medie dimensioni circa 250 gr
100 gr di sedano rapa
2 piccole carote circa 100 gr
1 piccolo porro
origano
Ingredienti per la salsa degli ortaggi:
2 rametti di menta fresca
1 cm circa di zenzero
il succo di ½ limone
sale rosa dell’Himalaya q.b.
olio extravergine d’oliva
pochissima acqua
Ingredienti per la maritura del tofu:
il succo di ½ limone
olio extravergine d’oliva q.b.
zenzero fresco grattugiato
salsa di soia (tamari) q.b.
acqua q.b.
Procedimento:
Da fare il giorno prima o comunque qualche ora prima. Io ho preferito fare queste operazioni il giorno precedente e
lasciare tutta la notte in frigorifero a riposare.
Lavare accuratamente gli ortaggi.
Tagliare il tutto a cubetti piccolissimi di circa 2 mm di lato.
Taglio a brunoise: sedetevi, armatevi di un coltellino affilato ma di medie dimensioni, e tagliuzzate tutte le verdure.
Un unico suggerimento, il sedano rapa tende ad annerire, vi consiglio di bagnarlo con pochissimo succo di limone, ne
bastano poche gocce.
In un piccolo robot, tritare accuratamente le foglie di menta, lo zenzero, il succo del limone, il sale e l’olio extravergine
d’oliva. Aggiungere se necessario pochissima acqua, si deve ottenere una salsina corposa; assaggiare ed
eventualmente aggiustare di sapore.
Unire la salsina agli ortaggi, amalgamare con cura e far riposare in frigorifero.
In un secondo contenitore preparare la marinata per il tofu, miscelare gli ingredienti, unire il tofu tagliato a fettine e far
riposare in frigorifero tutta la notte.
Il giorno seguente lavare e tagliare il pomodoro privato della polpa e dei semi, (la potete utilizzare per altre preparazioni)
e il porro (cubetti di 2 mm di lato). Aggiungere le verdure agli ortaggi preparati il giorno seguente.
Amalgamare con cura, insaporire con un pizzico di origano, assaggiare ed eventualmente aggiustare di sapore.
Riprendere il tofu, scolarlo dalla marinatura, a punta di coltello tagliarlo a piccoli pezzetti irregolari, in questo caso il taglio
dev’essere fine ma non regolare.
A questo punto si può comporre il piatto: non avevo a disposizione 4 coppapasta uguali, ho tagliato il fondo a 4
contenitori dello yogurt, conservo questi contenitori: sono utilissimi.
Su un piatto, o direttamente sul piatto di portata, riempire il coppapasta, iniziare con uno strato di verdure, compattare
bene con l’aiuto di un cucchiaio, proseguire con uno strato di tofu e terminare con un ultimo strato di verdure.
Compattare bene ogni strato.
Far riposare in frigorifero sino a poco prima di consumarlo.
Consiglio di estrarlo almeno 30 min.
Con delicatezza e con l’aiuto di un cucchiaio sfilare il coppapasta, servire.
Ho formato la tartare su un unico piatto, al momento di servire mi sono aiutata con una paletta ho trasferito la
preparazione sul piatto di portata ed ho sfilato il coppa pasta.
Il riposo degli ortaggi e del tofu è necessario, oltre che per insaporire è utile nel caso degli ortaggi per ammorbidirli e
rendere più dolce il contrasto di consistenze.
E’ piacevole percepire la croccantezza delle verdure in contrasto con la morbidezza e sofficità del tofu.

13. SPIEDINI DI TOFU E POMODORINI
http://ilmondodici.blogspot.it/2013/06/finger-food-rapidi-tofu.html
Per un pic nic al parco si possono preparare per tempo semplicissimi spiedini con ciliegini e tofu a cubetti. In queste
ricette vedete il tofu bio con il basilico,
Gli spiedini sono così semplici perchè un po' tutti noi, ma soprattutto mia figlia, li adoriamo così, con un ciliegino che tira
l'altro senza bisogno di condimento e il tofu ad apportare una quota proteica
TARTINE DI TOFU
http://ilmondodici.blogspot.it/2013/06/finger-food-rapidi-tofu.html
Per gli apericena, infine, sono fantastiche - e veloci da preparare - semplicissime tartine con insalata, fettine di
pomodoro, tofu, pomodoro e basilico, a castello, finite con una spennellata di olio EVO e una grattatina di sale integrale,
e se volete un po' di erba cipollina, tra insalata e pomodoro, in modo che non coli. Come base ancora pane integrale
fatto con farina di crusca oppure crackers fatti solo con farina di segale (ricordate sempre di preferire la farina bio
specialmente quando è integrale perchè si va ad utilizzare la parte esterna del chicco e quindi quella più esposta ad
eventuali trattamenti), un po' di lievito madre e sale integrale, o pane nero sottile.
CUBETTI DI TOFU ALLO ZAFFERANO CON PIRAMIDI PICCANTI
http://blog.laviamacrobiotica.it/spiedini-di-tofu-allo-zafferano-con-piramidi-piccanti/
Per circa 20-30 cubetti di tofu:
180-200 g di tofu naturale
1 bustina di zafferano
100 g di farina di farro “0”
½ cucchiaino di lievito naturale (cremor tartaro)
prezzemolo per guarnire
tamari o shoyu q.b.
Olio per friggere (di sesamo, o di mais e girasole spremuti a freddo)
stuzzicadenti
Per le piramidi piccanti:
150-200 g di daikon fresco o di ravanelli)
un pezzetto di radice di zenzero fresca
1 cucchiaino di acidulato di umeboshi
Taglia il tofu a cubetti di circa 2 cm di spessore e trasferiscili in una ciotola. Versa un po’ di salsa di soia (5-6 cucchiai) e
poca acqua, sufficiente per coprire i cubetti e lasciarli marinare per 2-3 ore.
Pulisci il daikon e grattugialo finemente. Strizza la polpa e mettila da parte. Grattugia lo zenzero per ottenere circa una
punta di cucchiaino di polpa e mescolala al daikon. Aggiungi l’acidulato, mescola e forma con le mani delle piramidi (o
altre forme) per accompagnare gli spiedini. Se ti piace puoi aggiungere anche del wasabi in polvere o in pasta.
Trascorso il tempo necessario prepara una pastella unendo in una ciotola la farina, lo zafferano e acqua quanto basta
per formare una pastella densa.
Scalda abbondante olio in una padella e nel frattempo prepara i cubetti di tofu infilzandoli ognuno con uno
stuzzicandente.
Immergili nella pastella e tuffali nell’olio bollente per qualche minuto finchè saranno dorati. Lasciali intiepidire su carta
assorbente e servi accompagnati dalle piramidi piccanti e da una spolverata di prezzemolo tritato.
14. BIGLIE DI TOFU
http://golositavegane.blogspot.it/2012/01/biglie-di-tofu.html
Ingredienti
- tofu autoprodotto
- pomodorini secchi
- funghi
- senape
- capperi
- sale
- pepe
- aglio in polvere
- semi di papavero
- paprika
- origano
- maggiorana
Frullate un po’ di tofu con dei pomodorini secchi, un altro po’ con dei funghi, un altro po’ con senape e capperi. Lasciate il
composto piuttosto corposo. Aggiungete su tutti e tre sale, pepe e aglio in polvere. A piacere potete aggiungere anche
del lievito alimentare in scaglie, che da più carattere.
Componete delle biglie di composto. Mettete in una ciotolina l’origano e la maggiorana, in un’altra i semi di papavero,
nell’ultima la paprika. Passate le biglie con il pomodoro nella prima ciotolina, le biglie con i funghi nella ciotolina con i

semi di papavero, nell’ultima ciotolina ci passate le biglie con la senape. Potete sbizzarrirvi anche con i semi di sesamo
(magari leggermente tostati), con la curcuma, con il cardamomo, e con ogni altra spezia vogliate. ^_^
Mettete ogni biglia in un pirottino e servite.
15. TOFU FRITTO
http://zucchero2va.blogspot.it/2013/06/tofu-fritto.html
Prendere un panetto di tofu, sciacquarlo e asciugarlo con carta da cucina, cospargerlo di maizena e friggere in olio
extravergine di oliva, scolare la frittura, salare e servire.
Torte salate e sformati:
16. SFORMATINI DI TOFU E MELANZANE
http://cobrizoperla.blogspot.it/2010/08/sformatini-di-tofu-e-melanzane.html
per ca 12 sformatini:
400 gr di tofu* (quello sodo, detto "firm")
una melanzana media
100 ml di latte di soia
fecola di mais 1 cucchiaio
un cucchiaino di agar agar
una grossa manciata di foglie di basilico
una manciata di olive nere denocciolate
4-5 pomodori secchi
1 o due spicchi di aglio
olio 2-3 cucchiai
sale
Lavare la melanzana. Toglierle il picciolo e tagliarla a metà per il lungo, quindi incidervi su ciascuna delle superficie lisce
bianche alcuni tagli profondi ad x, per facilitarne la cottura, facendo però attenzione a non tagliare la buccia.
Posarla su un pezzo di carta di alluminio e cuocerla in forno a 200° per un'oretta o q.b.
(Per questo potete approfittare del forno caldo cuocendola insieme a qualche altra preparazione ed addirittura potrete
prepararla in anticipo, il giorno prima, facendo andare il forno in tarda serata per non accalorarvi troppo.)
Se lo gradite, potete mettere in forno, accanto ad essa, anche due spicchi di aglio, che però avrete l'accortezza di tirare
fuori molto prima dal forno, una volta cotti e morbidi.
Cotta e raffreddata, la melanzana andrà sbucciata e strizzata per bene, quindi tagliata a cubetti minuti.
Intanto frullare in un mixer il tofu con circa 100 ml di latte di soia, il basilico, la fecola di mais, l'agar agar, l'olio, il sale e la
polpa dell'aglio cotto.
Nel caso non abbiate cotto l'aglio in forno, ne potrete usare tranquillamente un solo spicchio, crudo, frullandolo insieme
al resto.
In una ciotola unire questo composto verde alla melanzana a cubetti, i pomodori secchi tagliati sottili, le olive snocciolate
e tagliate a pezzetti. L'uso di un pizzico di peperoncino è facoltativo (io l'ho evitato per la presenza di bambini).
Ungere le formine di silicone o usa e getta in alluminio e spolverizzarle con semolino, farina di mais o pangrattato.
Versare il composto e decorare ciascun formato con un cappero, qualche fogliolina di maggiorana, ecc...
Cuocere a 200° in forno caldo per 20 min.
Lasciar raffreddare bene prima di sformarli, delicatamente, dagli stampi!
17. FIORI VERDI: SFORMATINI
http://cobrizoperla.blogspot.it/2012/03/fiori-verdi-fiori-sul-desco.html
350 gr di topinambur
200 gr di tofu
100 gr di farina di mais (la mia integrale bio)
4-5 noci spezzettate
un cucchiaio di olio
erbe aromatiche a piacere
un piccolo spicchio di aglio
sale
Frullare il topinanbur crudo col tofu e l'aglio. Aggiungere il resto degli ingredienti ed un bicchiere d'acqua o più affinchè
l'impasto risulti consistente, ma morbido.
La salsina è realizzata con broccoli lessati e frullati con un leggero pesto di basilico.
Ho già replicato la ricetta anche con:
250 gr di sedano rapa
200 gr di tofu
un cucchiaio di olio
4-5 noci spezzettate (o mandorle o nocciole o semi di lino o girasole)
150 gr di farina di mais
e acqua q.b.

La salsina in questo caso era è di porri (compreso il loro verde) cotti a vapore e frullati finemente con un goccio d'olio e
sale q.b.
Entrambi vanno cotti in forno a 180° per venti minuti in stampini unti e coperti con carta stagnola affinchè i tortini non
asciughino troppo.
18. TOFIZZA
http://ledeliziedifeli.wordpress.com/2012/12/10/tofizza/
Ingredienti per le pizzette:
una confezione di Tofu Bioappeti 250 gr
100 gr di farina di riso
4 cucchiaini rasi di farina di semi di carrube
sale dolce di cervia
origano (un pizzico)
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
½ bustina di cremor tartaro o lievito istantaneo non aromatizzato 7-8 gr circa
Ingredienti per la guarnizione:
salsa al pomodoro autoprodotta
funghi champignon saltati in padella
olive nere q.b.
cipollotti di tropea
origano
olio extravergine d’oliva
Procedimento:
Semplice, veloce e ormai conosciuto, come per la Tarte Tatin di zucchine o per gli Gnocchi di tofu e zucchine inserire il
tofu nel robot, tritare e successivamente aggiungere la farina di riso, l’origano (solo un pizzico), il sale e tritare
nuovamente.
Assaggiare ed eventualmente aggiustare di sapore, infine unire la farina di semi di carrube, la mezza bustina di cremor
tartaro o lievito non aromatizzato e l’olio extravergine d’oliva.
Azionare nuovamente il robot, in pochi istante la massa si compatterà. Ritirare l’impasto in un contenitore per alimenti e
far riposare in frigorifero per almeno 30 min.
Nel frattempo preparare le guarnizioni.
Io ho optato per dei funghi champignon saltati in padella con zenzero e maggiorana, olive nere e cipollotti di Tropea, cotti
leggermente a vapore.
Terminato il tempo del riposo, riprendere l’impasto, lavorarlo brevemente e stenderlo con il mattarello ad uno spessore di
4-5 mm al massimo.
Consiglio di tirare l’impasto su un foglio di carta forno leggermente infarinato con farina di riso.
Ritagliare dei dischetti del diametro desiderato (i miei erano di 8 cm di diametro per un totale di 14 pizzette). Rimpastare
i ritagli e proseguire sino ad esaurire tutto l’impasto.
Spalmare un leggero strato di salsa al pomodoro sulle pizzette e cuocere in forno caldo a 180°-190° per 10 min.
Estrarre la teglia dal forno e guarnire le pizzette, cospargere poco origano sulla superficie e distribuire in filo di olio
extravergine d’oliva.
Rimettere le pizzette in forno per altri 5 min.
Si gonfieranno leggermente, proprio come le cugine famose, estrarre senza far asciugare troppo l’impasto.
Servire calde o tiepide, ma sono talmente buone che anche fredde sono perfette!!!!
19. TORTA SALATA ALLE VERDURE E TOFU CON PASTA MADRE
http://pensierieprofumi.blogspot.it/2013/06/torta-salata-alle-verdure-e-tofu-con.html
Per la pasta: 250 gr di pasta madre (rinfrescata la sera precedente), 350 gr di acqua tiepida, 650 gr di farina di tipo "0", 2
cucchiai di olio di oliva, 1 cucchiaino di sale integrale marino.
Per il ripieno: 2 zucchini, 200 gr di funghi, 1 porro, 125 gr di tofu, 2 cucchiai di salsa di soia, 1 pizzico di sale integrale
marino, 1 cucchiaio di olio.
Per la cottura: olio di oliva e sale integrale marino.
Preparazione:
Per prima cosa prepariamo l'impasto. Sciogliete la pasta madre nell'acqua tiepida, aggiungete l'olio e impastate con la
farina e il sale; fate un taglio a croce sull'impasto, coprite con un telino umido e lasciate lievitare nel forno spento per
circa 6 ore.
Preparate il ripieno affettando finemente gli zucchini, i funghi e il porro; metteteli in un pentolino unendo il tofu tagliato a
dadini, la salsa di soia e un pizzico di sale. Cuocete a fuoco dolce per circa 15 minuti, spengete, aggiungete 1 cucchiaio
di olio di oliva e mescolate bene. Potete lasciare il ripieno così o, se preferite una consistenza più cremosa, potete
frullarlo.
Riprendete l'impasto e dividetelo in due parti. Stendetelo con il mattarello in modo da ottenere due dischi. Usate una
parte per coprire il fondo e le pareti di una teglia rivestita di carta da forno; versateci dentro il ripieno e coprite con il
rimanente impasto. Sigillate bene i bordi, coprite il tutto con un telino e fate lievitare in forno spento (meglio se con la
lucina accesa) per un'altra oretta. Spennellate con olio, spolverate con sale e cuocete in forno già caldo a 250° per circa
20 minuti. Pronto!
Buon Appetito :-)

20. TORTA SALATA CON BURRO VEGETALE
http://cobrizoperla.blogspot.it/2013/06/parole-di-burro-burro-vegetale-per.html
Ho impastato 250 gr di farina semintegrale con 130-150 gr di burro vegetale, un pizzico di sale, un cucchiaino di
cremortartaro e 60/80 gr di acqua fredda.
Ho unito anche delle erbe provenzali (facoltative) per profumare la pasta.
Divisa in due e stesa, l'ho farcita con asparagi, cipollotti e piselli saltati in padella.
Poi ne ho fatto anche un'altra versione con 250 gr di farina e 170 gr di burro vegetale ma senza lievito (cremortartaro),
ripiena di fagiolini, patate e pesto al basilico.
Entrambe cotte a 170-180° per 20-30 min (o a seconda del vostro forno).
Per dorarla un po' più in superficie, magari pennellatela con un goccio di olio emulsionato con acqua o latte vegetale,
cosa che mi son ricordata di fare solo alla seconda (e non in quella in foto).
La seconda versione è venuta un po' più croccante, la prima un poco più lievitata e morbida.
Secondo me si può scegliere l'una o l'altra anche in relazione al ripieno.
Conservata in frigo si mantiene un paio di giorni e risulta ancora buonissima riscaldata sulla piastra
.
21. TOFU TERRINE
http://cobrizoperla.blogspot.it/2009/10/tt-tofu-terrine.html
Ho ficcato nel mixer 200 gr di tofu, uno spicchio di aglio, due zucchine crude, quattro pomodori secchi, sale q.b.
Ho asciugato l'impasto con 4-5 cucchiai di fiocchi di quinoa (che possono essere sostituiti con altro tipo di fiocchi, anche
se questi erano davvero adatti) e condito con 2 cucchiai d'olio evo e un cucchiaio di origano selvatico.
Compattato nella formina unta. 30 min, o più, nel forno a 180° (questa volta non coperta).
22. SFORMATINI DI TOPINAMBUR, TOFU E SALMONE
http://cobrizoperla.blogspot.it/2010/01/cena-tret-sformatini-di-topinambur-tofu.html
Mezzo chilo di Topinambur bio, spazzolati, lessati al dente con la buccia* e tritati non troppo finemente, mescolati ad un
panetto di Tofu firm passato al setaccio, due cucchiai di olio evo, un pizzico di origano secco, sale e qualche cucchiaiata
di farina di riso (3-4).
Infornati per 25 min a 180° in formine unte (a me ne sono venuti 7).
Impiattati con cappellino di salmone affumicato e aneto.
23. TORTA SALATA DI RISO E VERDURE
http://cobrizoperla.blogspot.it/2012/04/torta-salata-di-riso-e-verdure.html
un piatto di riso integrale già cotto
un piatto di verdure al vapore (300 gr da crudi di carote, broccolo, cavolfiore ma anche asparagi, agretti, ecc.)
200 gr di tofu alle olive (o tofu al naturale, più qualche oliva verde)
due cucchiai di mandorle tostate
un cucchiaio di olio e.v.o.
due-tre cucchiai di farina di riso
una tazzina di latte di soia
la parte verde di un cipollotto
pangrattato
semi di sesamo neri
sale
Frullare tofu e riso con il latte e un pizzico di sale. Unire la farina.
Tagliare a pezzi la verdura e unirla all'impasto.Tostare le mandorle e tagliarle a coltello ed unire anch'esse.
Ungere una teglia (la mia da 30 cm) e cospargela di pangrattato.
Versare e compattarvi bene all'interno l'impasto.
Decorare con semini di sesamo nero, qualche pezzetto di mandorla, un filo d'olio, e ancora un pizzico di pangrattato.
Cuocere in forno a 180° per 15 minuti, più qualche minuto di grill per dorare.
24. TORTA SALATA CON LE BIETE
http://cobrizoperla.blogspot.it/2008/09/un-classico-ma-fiori.html
Quindi ho impastato 200 gr di farina integrale e 50 gr di farina di riso con 100 gr di latte di soia, un cucchiaio di rosmarino
tritato finissimo, un pizzico di noce moscata grattuggiata, un pizzico di sale, un cucchiaino di bicarbonato, 3 cucchiai di
olio di oliva e.v. e 2 cucchiai di panna di soia (o di yogurt di soia oppure un cucchiaio di olio in più).
Per il ripieno ho sbollentato, con la sola acqua residua del lavaggio, un chilo di biete. Ho sminuzzato 200 gr di tofu
mescolandolo con le biete raffreddate e tritate, uno spicchio d'aglio tritato, un pizzico di sale, qualche gheriglio di noce
spezzettato.
Stesa metà pasta in una teglia da plumcake oliata, ho riempito con la farcia di verdura e tofu, quindi ho decorato con la
restante pasta.
In forno per mezz'ora a 180°.
25. PUDDING DI TOPINAMBUR CON SALSA AGRODOLCE

http://ledeliziedifeli.wordpress.com/2013/02/11/pudding-di-topinambur-con-salsa-agrodolce/
Ingredienti per i pudding:
400 gr di topinambur
1 cipolla dorata
1 confezione di tofu al naturale Bioappeti
1 cm quadrato di zenzero fresco
50 gr di farina di riso
3 cucchiaini di farina di semi di carrube
succo di ½ limone
Ingredienti per la salsa agrodolce:
250 gr di cavolo cappuccio viola
200 ml d’acqua
1 cm quadrato di zenzero fresco
un pizzico di sale
1 cucchiaino di succo d’agave
2 cucchiaini di salsa di soia
2 cucchiaini di acidulato umeboshi
olio extra vergine d’oliva q.b.
Procedimento:
In un tegame far appassire la cipolla tritata con poca acqua, nel frattempo sbucciare ed immergere immediatamente i
topinambur in acqua acidulata per evitare che si anneriscano.
Aggiungere i topinambur tagliati a cubetti alla cipolla con poca acqua e lo zenzero sbucciato e tagliato a fettine.
Coprire e far cuocere. A cottura ultimata far intiepidire i topinambur. L’acqua di cottura si deve asciugare quasi
completamente.
In un robot inserire i topinambur e il tofu. Tritare finemente sino a quando non si forma un composto morbido ed
omogeneo.
Aggiungere la farina di riso, la farina di semi di carrube e tritare nuovamente.
Assaggiare e valutare la densità, se necessario aggiungere altra farina di riso, si deve ottenere un composto morbido ma
compatto, simile al composto di una torta.
Distribuire il tofu negli stampini scelti, se necessario oliarli leggermente. Cuocere in forno caldo per 20 min a 180°. Nel
caso i vostri stampini siano più grandi proseguire la cottura per altri cinque minuti. Verificare la cottura, se lo sono si
sformano senza problemi.
Appoggiarli su una teglia e rimetterli in forno per altri 3-5 min. si devono solo asciugare in superficie.
Preparare la salsa, da fare mentre i pudding si cuociono.
Lavare accuratamente le foglie del cavolo cappuccio, in questo caso ho scelto le foglie esterne, più croccanti e dalle
coste più grosse, mi sono trattenuta le foglie più tenere per gustarle crude.
Tagliarle a pezzetti e inserirle in un pentolino, aggiungere l’acqua, lo zenzero e un pizzico di sale grosso.
Cuocere brevemente, solo qualche minuto, il necessario per riuscire a frullare gli ortaggi.
Frullare finemente, aggiungere l’olio ed emulsionare, assaggiare, correggere la densità della salsa assecondando i vostri
gusti personali, se troppo fluida rimettere sul fuoco e far asciugare, se troppo densa aggiungere altra acqua.
Far intiepidire leggermente ed aggiungere il succo d’agave, la salsa di soia e l’acidulato umeboshi. Frullare nuovamente
per amalgamare gli ingredienti, assaggiare ed eventualmente aggiustare di sapore. L’agrodolce deve risultare leggero
per non coprire il sapore del pudding.
L’acidulato umeboshi si può sostituire con aceto di riso o aceto di mele, regolate la quantità a seconda del vostro gusto
personale.
Servire accompagnando i pudding con la salsa agrodolce.
26. TOFU CAKE MEDITERRANEA
http://ledeliziedifeli.wordpress.com/2012/09/03/tofu-cake-mediterranea/
Ingredienti per la base:
20 gr di miglio soffiato
20 gr di quinoa soffiata
100 ml di brodo vegetale
Ingredienti per la crema:
1 confezione di Tofu Bioappeti 250 gr
1 piccolo mazzetto di basilico
2 pomodorini secchi
100 ml di brodo vegetale
sale blu di Persia
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
Ingredienti per il brodo vegetale:
200 ml d’acqua
dado vegetale autoprodotto
1 cucchiaino di agar agar

salsa di soia (tamari)
Procedimento:
Come prima operazione preparare il brodo vegetale con l’agar agar,farlo bollire per qualche minuto in modo che l’ agar
agar si sciolga perfettamente; è importante che il brodo abbia un sapore deciso, sarà l’unico condimento per i cereali.
In una ciotola miscelare i due cereali, coprire con i 100 ml di brodo, far assorbire miscelando.
Versare i cereali nell’anello per cheese-cake o nell’anello dello stampo a cerniera di una tortiera, del diametro di 16 cm.
Comporre la vegan cake direttamente sul piatto di portata.
Livellare i cereali, compattarli e farli riposare in frigorifero per almeno 30 min. il tempo necessario per preparare la crema
di copertura.
In un robot da cucina tritare grossolanamente i pomodorini secchi ammollati e le foglie di basilico.
Aggiungere il tofu a tocchetti e tritare nuovamente, assaggiare e salare leggermente, versare un cucchiaio di olio
extravergine d’oliva e azionare nuovamente l’apparecchio in modo da ottenere un composto cremoso e morbido.
Versare 100 ml di brodo e amalgamare con cura per distribuire uniformante il brodo.
Versare il composto sulla base di cereali, livellare e assestare.
Se lo si desidera si può decorare la superficie con un pennello in silicone.
Far riposare in frigorifero per qualche ora, servire.
27. TARTA TATIN DI ZUCCCHINE
http://ledeliziedifeli.wordpress.com/2012/07/30/tarte-tatin-di-zucchine/
Ingredienti per 6 Tarte tatin:
250 gr di Tofu Bioappetì
70 gr di farina di riso
4 cucchiaini di farina di semi di carrube
zenzero fresco
menta fresca q.b.
8 zucchine (piccole)
sale blu di Persia
olio extravergine d’oliva
Procedimento:
In un robot tritare la menta (6/7 foglie), aggiungere il tofu e tritare.
Unire la farina di riso, lo zenzero grattugiato, salare leggermente e tritare nuovamente, il composto inizierà a legarsi e
amalgamarsi.
Aggiungere la farina di semi di carrube, un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e azionare nuovamente l’apparecchio: il
tofu si trasformerà in un impasto morbido, compatto e modellabile.
Se necessario con una spatola smuovere il composto.
Ritirare il tofu in frigorifero in un contenitore a chiusura ermetica e far riposare almeno 30 min. In caso di necessità si può
lasciar anche tutta la notte in frigorifero.
Lavare e affettare le zucchine in sottili rondelle, versarle in una padella antiaderente, farle solo ammorbidire con un
goccio d’olio extravergine d’oliva, insaporire con qualche fogliolina di menta fresca tritata a coltello e una grattugiata di
zenzero fresco, salare secondo i propri gusti personali.
Lasciar raffreddare le zucchine.
Foderare 6 stampini con carta forno bagnata e strizzata (ho utilizzato degli stampini da crostata in carta forno di 9 cm di
diametro),
distribuire sul fondo le zucchine, ricoprire perfettamente lo stampino in uno strato uniforme.
Su un foglio di carta forno leggermente oliato, stendere il composto di tofu, formando una sfoglia di 5 mm di spessore;
l’operazione è semplicissima, con il mattarello si assottiglia senza problemi.
Con l’aiuto di una formina ritagliare dei dischi di uguale dimensione, impastare i ritagli e proseguire sino ad esaurimento
dell’impasto.
Ricoprire le zucchine negli stampini con un disco di tofu, con l’aiuto di una paletta girare la sfoglia all’interno dello stampo
in modo da formare il bordo e avvolgere completamente il ripieno.
Forare la pasta di tofu, e cuocere in forno caldo a 180° per 20 min.
L’impasto rimarrà croccante all’esterno ma morbido all’interno.
A cottura ultimata sformare le tarte tatin, girarle posizionandole su una teglia foderata con carta forno e farle asciugare
per qualche minuto in forno.
Lasciar intiepidire e gustare…….
28. STRUDEL DI FARRO CON VERZA,CREMA DI TOFU E OLIVE E FUNGHETTI
http://peanutincookingland.blogspot.it/2013/01/invasione.html
Nb. io ho usato verza al pomodoro perchè era già stata cucinata,se preferite potete farla anche "in bianco"
per la pasta:
farina di farro integrale: 200 g
olio evo: 30 ml (2 cucchiai abbondanti)
acqua: 50-80 ml circa
sale
semi di sesamo: un po' per la superficie

per il ripieno:
verza: 450 g
cipolla rossa: 1/2
olio di semi di girasole bio e spremuto a freddo
passata di pomodoro: 1 bicchiere
tofu al naturale: 90 g
olive nere denocciolate: 50 g
funghetti sott'olio alla nipitella homemade: 2 cucchiai
sale
pepe
Per cominciare preparate la verza tagliando finemente la cipolla e facendola appassire nell'olio.
Versate la passata e lasciate insaporire qualche minuto,quindi aggiungete la verza tagliata a striscioline sottili. Abbassate
il fuoco,coprite e continuate la cottura aggiungendo un po' di acqua finchè la verza non è morbida.
Preparate la pasta facendo la fontana con la farina,versare al centro il sale,l'olio e cominciare a mescolare,continuate a
impastare aggiungendo l'acqua pian piano finchè il composto non diventa lavorabile,formate un palla e fatela riposare
una mezz'oretta in una ciotola coperta con un canovaccio.
Nel frattempo preriscaldate il forno a 180° e preparate il patè mettendo nel boccale del frullatore a immersione il tofu
sbriciolato e con le olive tagliate a pezzettini con un po' del loro liquido e frullate finchè non risulta una crema omogenea.
Prendete la palla e stendetela col mattarello più sottile che potete e spalmare al centro la crema di olive. Adagiate sopra
lo strato di crema la verza e infine due cucchiai di funghetti.
Chiudete a rotolo e ripiegate bene i bordi,fate delle incisioni diagonali sulla superficie,ungetela con un po' di olio d'oliva e
cospargete con semini di sesamo. Infornate per 35-40 minuti.
29. TOFU IN FORMA
http://ledeliziedifeli.wordpress.com/2013/04/18/tofu-in-forma-gluten-free/
Ingredienti per le farifrittate gluten-free:
150 gr di farina di grano saraceno
2 cucchiai di farina di lino pari a 25 gr
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
sale rosso delle Hawaii
½ litro di acqua gasata
Ingredienti per il ripieno:
1 confezione di tofu al naturale Bioappeti
1 cipolla dorata
1 cm quadrato di zenzero fresco
sale dolce di Romagna
maggiorana essiccata
ritagli delle farifrittate
olio extravergine d’oliva
Ingredienti per la salsa:
200 gr di zucca
3 /4 foglie di salvia fresca
sale rosso delle Hawaii
semi di coriandolo essiccato in polvere
Per completare:
semi di girasole tritati
olio extravergine d’oliva
Procedimento:
Preparare la pastella miscelando le farine e il bicarbonato di sodio, aggiungere poca acqua alla volta, amalgamare e
proseguire sino ad ottenere la densità desiderata. L’impasto risulta particolarmente colloso.
Consiglio di preparare la pastella per le farifrittate la sera precedente e farla riposare in frigorifero tutta la notte, o
comunque almeno 1 ora a temperatura ambiente.
Prima di cuocere le farifrittate valutare la densità della pastella: dev’essere morbida ma elastica, se necessario
aggiungere poca acqua.
Ora è possibile iniziare a cuocere le farifrittate; oliare leggermente un padellino antiaderente, io ho utilizzato un padellino
di 11 cm di diametro, fra il padellino e la fiamma ho inserito una piastra di ghisa per controllare meglio la temperatura, in
questo modo rimane costante.
Scaldare bene il padellino e versare un mestolino di pastella, la prima farifrittata serve da tester oltre che per la
temperatura della padella, anche per poter modificare la quantità di pastella. Far cuocere a fiamma bassa senza
muoverla, se è cotta basta smuovere leggermente la padella e la farifrittata si staccherà.
Solo quando la parte inferiore è completamente cotta, girare la farifrittata e proseguire anche dal lato opposto per pochi
minuti.
Non è necessario oliare ogni volta la padella, se la temperatura è corretta non si attaccheranno e spadellare sarà
facilissimo.

Mentre procedete con le farifrittate potete iniziare a preparare il ripieno e la salsa.
Sbucciare, lavare ed affettare finemente la cipolla, in un tegame far appassire la cipolla con lo zenzero tritato,
aggiungere poca acqua e coprire.
Sbucciare e lavare la zucca, tagliarla a pezzettoni, cuocerla aggiungendo poca acqua, la salvia e salare leggermente.
Riprendere la cipolla ormai cotta e frullarla con il tofu, per agevolarsi si può aggiungere poca acqua, rimettere il
composto nella padella, salare, assaggiare e far insaporire.
Frullare anche la zucca ormai cotta, allungare con poca acqua sino a raggiungere la densità desiderata, io l’ho lasciata
corposa e compatta.
Terminate le farifrittate, ne ho ottenute 12, ritagliarne 8 con un coppapasta quadrato di 8 cm di diametro (la forma e le
misure sono indicative, potete tranquillamente ritagliarle della forma che preferite)…
…tagliare a piccoli pezzetti i ritagli di farifrittata, farli tostare in una padella antiaderente…
…unire il tofu e amalgamare, aggiustare la densità, si deve ottenere un composto corposo. Se necessario far asciugare
a fiamma vivace qualche minuto.
Comporre il piatto.
Con un pennello oliare leggermente la superficie di 4 farifrittate, distribuire uniformemente i semi di girasole tritati.
Posizionare su un piatto un quadrato inserito nel coppapasta, ricoprire con uno strato di tofu, completare con il quadrato
di farifrittata panato con i semi di girasole, compattare delicatamente il composto, posizionare il “tortino” su una teglia
preventivamente foderata con carta forno…
…sfilare il coppapasta e proseguire componendo i rimanenti tortini.
Scaldare in forno a 160° per 5-10 min.
Servire accompagnando con la salsa di zucca….
Primi:
30. INSALATA DI MEZZE PENNE CON TOFUTTO COTTO
http://ravanellocurioso.wordpress.com/2013/06/03/e-tofu-sia-per-salutiamoci/
Insalata di pasta fredda per 6 persone:
500 gr di mezze penne bio, molto meglio se integrali
300 gr di tofu bio al naturale
6 carciofi interi sott’olio bio
pomodorini freschi bio, come se piovessero
100 gr di olive verdi denocciolate bio e spezzate a metà
1 C di mix di aromi mediterranei secchi ed in polvere (origano, timo, cipolla, limone ed aglio essiccati è la mia miscela,
dono autoprodotto di una mamma siciliana)
basilico fresco bio qb spezzettato con le mani
2 C di shoyu bio
2 C di malto d’orzo bio
acqua qb
Preparazione del tofu: Tagliare il tofu a cubetti e metterlo a marinare in un piccolo contenitore, di ridotta circonferenza,
con la shoyu ed il malto di orzo; aggiungere gli aromi mediterranei a piacere e rabboccare con acqua per mantenere il
tofu coperto dalla marinata per almeno un’oretta, molto meglio se per mezza giornata. Conservate in frigorifero con
coperchio.
Preparare l’insalata di pasta: mettere a bollire una bella pentola di acqua per far cuocere la pasta. Intanto prelevare il
tofu marinato dal frigorifero e cuocerlo in una padella antiaderente, con tutta la sua marinatura, facendolo sfumare
completamente.
Travasare il tofu in un piatto bello largo e farlo raffreddare.
Una volta che la pasta è al dente, scolarla e passarla velocemente sotto l’acqua fredda. Lasciar scolare per qualche
minuto.
Nel frattempo tagliare i carciofi in 4 spicchi e poi ancora a metà, ottenendo 8 spicchi per ogni carciofo. Tagliare i
pomodorini in 4 spicchi. E dividere a metà le olive con una leggera pressione delle dita.
Amalgamare tutti gli ingredienti, spolverare con il basilico tritato grossolanamente e dare una veloce rimestata con olio
EVO, eventualmente aggiustando di sale, secondo proprio gusto.
31. INSALATA DI GRANO KAMUT
http://satsuki511.blogspot.it/2011/07/sperimentando.html
300g di Grano Kamut
250g di Tofu marinato
Cetriolo q.b.
Pomodoro San Marzano q.b.
3 peperoni
Capperi sotto sale (una manciata)*
Fagiolini q.b.
Basilico q.b.
1 mazzetto di basilico greco
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
3 cucchiai di aceto balsamico di Modena bio e senza zuccheri
sale q.b.

*i capperi li fa mia madre in casa, da una vita ormai, e utilizza sale marino integrale
Per il tofu marinato, mescolate il tofu al naturale tagliato a cubetti con 3 cucchiai di olio extravergine d'oliva, un pizzico di
sale, 2 cucchiai di aceto balsamico e un pomodoro tagliato a cubetti. Conservate in frigo per una notte.
Per il grano kamut, seguite le indicazioni riportate sulla confezione: "mettere a bagno il grano per una notte. Cuocerlo poi
coperto d'acqua (3 volumi per ogni volume di cereale) per circa 1 ora". Una volta cotto, fatelo raffreddare. Nel frattempo,
cuocete i fagiolini a vapore e arrostite i peperoni sulla piastra. Una volta cotti, tagliate a pezzetti i peperoni e i fagiolini e
uniteli al pomodoro tagliato a cubetti, al cetriolo a fettine, ai capperi, al basilico, al tofu marinato e all'emulsione e al
pomodoro utilizzati per la marinatura del tofu. Mescolate il tutto con un cucchiaio di aceto balsamico e con uno di olio
extravergine d'oliva e salate a piacere.
32. MEZZELUNE ALLA ZUCCA E TOFU
http://cobrizoperla.blogspot.it/2009/02/mezzelune-alla-zucca-e-tofu.html
per 24 ravioli di zucca (che ricordano un po' dei gyoza)
per la pasta:
100 gr di farina integrale di farro
100 gr di farina bianca
100 gr di acqua
un pizzico di tekka* (facoltativo)
per il ripieno:
200 gr di tofu passato al setaccio
una fetta di zucca tritata finemente
un pezzo di porro tagliato a quadretti minuti
sale
2 cucchiai d'olio
salvia e rosmarino
Impastare la farina con l'acqua. Avvolgere nella pellicola e lasciar riposare in frigo per almeno mezz'ora.
Saltare brevemente per qualche minuto nell'olio il tofu con la zucca, il porro e le erbe tritate. Salare q.b. e lasciar
raffreddare.
Stendere la sfoglia spessa un paio di mm e tagliare dei dischi con un coppapasta.
In ciascuno porre un po' di ripieno e sigillare bene (noi abbiamo usato un Gyoza tool continuando i giochi di ibridismo del
post precedente ;-), ma nulla vieta di usare il metodo classico).
33. LASAGNETTA VEGAN CON ASPARAGI E TOFU
http://cobrizoperla.blogspot.it/2012/04/lasagnetta-vegan-con-asparagi-e-tofu.html
400 gr di tofu
un mazzo di asparagi cotti a vapore (600 gr ca crudi)
una bustina di zafferano in polvere
800 gr di latte di soia
70 gr (o più) di farina bianca o semiintegrale
3 cucchiai di olio di girasole o mais
lievito alimentare a scaglie (facoltativo)
sale
In un tritatutto tritare grossolanamente il tofu con lo zafferano e un bel pizzico di sale: ne risulterà una specie di mimosa
gialla che sembrerà uovo sodo schiacciato.
Una volta lessati e raffreddati, tagliare a pezzetti gli asparagi (tenendo da parte qualche punta per decorare) ed unirli al
tofu, condendo con un po' d'olio, sale e pepe q.b.
Preparare intanto una besciamella vegetale e lasciarla raffreddare un poco (se si usa la pasta cruda ovviamente sarà un
po' più fluida, se invece sbollentate le sfoglie potrà essere più densa).
Comporre quindi come una normale lasagna, alternando al pasta alla besciamella e al composto di "tofu-finto uovo"
misto agli asparagi (e il lievito a scaglie, al posto del parmigiano), fino ad esaurimento degli ingredienti.
20 minuti a 180°, più una leggera doratura sotto il grill.
34. GNOCCHI DI CAVOLO NERO E TOFU
http://cobrizoperla.blogspot.it/2012/01/e-son-cavoli-miei.html
400 gr di cavolo nero
un panetto di tofu firm (200 gr)
farina integrale bio q.b (o bianca se gradite un risultato più liscio e delicato)
Per il condimento:
aglio, olio, acciughe (sott'olio o dissalate) e peperoncino
o

per chi desidera un'alternativa vegan per il condimento:
una dadolata fine di zucca, saltata velocemente in padella con olio extravergine d'oliva, mandorle, zeste di arancia o di
limone e pepe nero macinato al momento.
Lavare e mondare le foglie del cavolo (come spiegato qui)
Cuocerle in poca acqua leggermente salata (anche in pentola pressione, se il tempo scarseggia).
Prelevare le foglie (si possono passare sotto l'acqua gelida, per mantenerne il bel verde), strizzarle e frullarle molto
finemente in un mixer insieme al tofu.
Mettere sul fuoco una capace pentola piena d'acqua e, non appena arriva a bollore, salarla.
Salare e pepare anche la purea di cavolo e aggiungervi tanta farina sì da ottenere una pastella densa (come un sodo
impasto da torta). Ovviamente nulla vi impedisce di utilizzare anche un uovo, se volete ridurre la farina.
Con un cucchiaino prelevare una punta d'impasto, come una piccola quenelle, e gettarla nell'acqua bollente per testarne
consistenza e sapore, che possono essere quindi agevolmente aggiustate con ulteriori ritocchi di farina e sale alla
pastella.
A parte scaldare in forno, in una pirofila, qualche cucchiaiata d'olio con uno spicchio d'aglio e stemperarvi qualche filetto
d'acciuga (e un pizzico di peperoncino, se gradito).
Nel caso si preferisca il condimento vegan: scaldare un paio di cucchiaiate d'olio e saltarvi una dadolata di zucca.
Tostare qualche mandorla in un padellino, a secco, e una volta raffreddata, tritarla con qualche buccia di limone o
arancia non trattati, quindi unire il trito alla zucca insieme ad una macinata di pepe nero.
Cuocere gli gnocchi a piccole cucchiaiate tuffate nell'acqua bollente.
Una volta cotti, raccoglierli con una schiumarola e trasferirli nella pirofila con il condimento preparato (o spadellarli con la
zucca, vedi sopra).
35. SPAGHETTI INTEGRALI CON CREMA DI TOFU
http://pensierieprofumi.blogspot.it/2013/06/spaghetti-integrali-con-crema-di-tofu-e.html
(dose per 4 persone) 350 gr di spaghetti integrali, 125 gr di tofu naturale, 200 gr di funghi, 1 patata, 1/2 cipolla, 1
cucchiaio di salsa di soia, 100 gr di latte di soia, 1 pizzico di sale marino integrale, 1 cucchiaio di olio di oliva, 1 cucchiaio
di prezzemolo tritato.
Preparazione:
Per prima cosa, ovviamente, fate bollire abbondante acqua salata e quando bolle buttate gli spaghetti; scolateli al dente
e conditeli con il cucchiaio di olio di oliva.
Per il condimento, tagliate il tofu a cubetti e fatelo sbollentare in acqua per una decina di minuti. In un pentolino mettete
la patata sbucciata e tagliata a dadini piccoli, i funghi puliti e affettati, la cipolla tritata finemente e il tofu sbollentato.
Aggiungete un pizzico di sale, 1 cucchiaio di salsa di soia e cuocete a fuoco medio per 10 minuti mescolando di tanto in
tanto... non aggiungete acqua, tanto il sale farà uscire dalle patate e dai funghi i loro liquidi che vi aiuteranno a
mantenere morbide e saporite le verdure durante la cottura. Spengete il fuoco, aggiungete il latte di soia, il prezzemolo
tritato e frullate bene fino ad ottenere una consistenza cremosa ed omogenea.
Condite gli spaghetti con la crema e servite con una spolverata di prezzemolo tritato. Pronti!
36. AVENA CREMOSA CON PORRO E TOFU
http://pensierieprofumi.blogspot.it/2013/06/avena-cremosa-con-porro-tofu-e.html
(dose per 4 persone) 250 gr di avena, 125 gr di tofu, 1 porro, 1 zucchina, 2 cucchiai di salsa di soia, 1 cucchiaio di olio di
oliva, sale marino integrale, pistacchi.
Preparazione:
Per prima cosa ripassiamo come si cuoce l'avena. Deve stare in ammollo almeno 3 ore, poi si mette in una pentola con il
doppio del suo peso di acqua (nel nostro caso: 250 gr di avena e 500 gr di acqua), si porta a bollore, si abbassa la
fiamma, si sala e si lascia cuocere coperta per circa 40 minuti, fino a che non avrà assorbito tutta l'acqua e risulterà
morbida; si spenge il fuoco e si lascia riposare coperta per una decina di minuti.
Intanto prepariamo il condimento. In un pentolino fate cuocere il porro affettato con la zucchina, il tofu a cubetti, 2
cucchiai di salsa di soia e un pizzico di sale. Fate cuocere per circa 15 minuti, dopodichè regolate di sale, aggiungete 1
cucchiaio di olio e frullate fino ad ottenere una consistenza omogenea e cremosa.
Condite l'avena con questa crema e servite con una spolverata di pistacchi tritati. Pronto!
Buon Appetito :-)
37. GNOCCHI DI TOFU E ZUCCHINE
http://ledeliziedifeli.wordpress.com/2012/08/29/gnocchi-di-tofu-e-zucchine/
Ingredienti:
1 confezione di Tofu Bioappetì 250 gr.
150 gr di farina di riso
4 cucchiaini di farina di semi di carrube
sale dolce di Cervia, olio extravergine d’oliva
semi di coriandolo in polvere
zenzero fresco q.b., menta fresca q.b.

500 gr di zucchine
Procedimento:
Il procedimento è molto simile ai gnocchi di Tofu tradizionali, con l’unica differenza dell’aggiunta delle zucchine e di
qualche piccola variazione negli ingredienti.
Lavare accuratamente le zucchine, tagliare la parte di buccia con pochissima polpa, circa 2 mm di spessore.
Nel robot inserire la buccia delle zucchine e tritare finemente.
Conservare il trito da parte, si utilizzerà in seguito.
Senza lavare il robot, inserire il tofu a pezzetti e tritare. Aggiungere la farina di riso, il sale, il coriandolo, lo zenzero
grattugiato, azionare il robot e amalgamare gli ingredienti.
Aggiungere il trito di zucchine e azionare nuovamente l’apparecchio. Assaggiare, regolare eventualmente il sapore,
aggiungere uno o due cucchiai d’olio extravergine d’oliva e la farina di semi di carrube.
Tritare nuovamente, smuovere e amalgamare perfettamente il composto.
La farina di semi di carrube si deve distribuire perfettamente.
Estrarre il composto, a questo punto sarà compatto e plasmabile.
Farlo riposare in frigorifero per almeno 30 min. in un contenitore a chiusura ermetica.
Tagliare a pezzetti la polpa delle zucchine, in una padella antiaderente farla ammorbidire aggiungendo pochissima
acqua.
Nel boccale del frullatore riunire la polpa delle zucchine, le foglioline di menta, una grattugiata di zenzero fresco, sale e
poco olio, frullare sino ad ottenere un composto cremoso, la consistenza simile ad una veg-besciamella.
Infarinate la spianatoia con la farina di riso.
Riprendere il composto dei gnocchi, suddividerlo in quattro parti.
Formare i classici salsicciotti, tagliare a piccoli tocchetti e con l’aiuto di una forchetta formare i classici gnocchi.
Cuocerli in acqua salata sino a quando non ritornano a galla, esattamente come per gli gnocchi classici.
38. RAVIOLI SHISO E TOFU
http://parolevegetali.blogspot.it/2013/06/ravioli-shiso-e-tofu-per-salutiamoci-e.html
Ingredienti per la sfoglia :
150 g di farina di semintegrale tipo 2 ( nel mio caso macinata a pietra e bio )
50 g di farina di soia bio
1 cucchiaio di olio evo dal sapore delicato e fruttato ( nel mio caso del Garda )
acqua qb
Ingredienti per la farcia :
5 foglie grandi di shiso verde ( perilla )
5 cucchiai di tofu di consistenza media
1 pugno di pinoli / pistacchi di bronte al naturale
1 rametto di timo fresco qb
sale marino grigio integrale non raffinato dell'atlantico qb
Ingredienti per il condimento :
olio di sesamo crudo bio qb
salsa tamari bio a fermentazione naturale qb
Procedimento per la sfoglia :
Unite le due farine con l'olio e acqua qb fino ad ottenere una pasta soda ed elastica.Stendetela in una sfoglia sottile su di
un piano infarinato col mattarello.Copritela con un telo per evitare che secchi fino al momento dell'utilizzo.
Procedimento per la farcia :
Mettete in un mortaio pinoli e pistacchi e pestateli unendo un pizzico di sale.Unite le foglioline di timo.Tritate finemente
con la mezzaluna le foglie di shiso.
Sbriciolate con una forchetta il tofu e mettetelo in una ciotola di ceramica insieme al trito di precedentemente preparato e
le foglie di shiso.
Procedimento per il confezionamento dei ravioli :
Con un coppapasta di 8 cm di diametro ricavate dei dischi dalla sfoglia.Aiutandovi con un cucchiaino posizionate il
ripieno lasciando sufficente spazio ai margini per chiudere il raviolo.
Richiudete il raviolo a mezzaluna premendo delicatamente sulla pasta intorno al composto per fare uscire bene l'aria
all'interno.Sigillate i bordi premendo con le mani con delicatezza e schiacciate con i rebbi di una forchetta.Posizionate i
ravioli ben distanziati l'uno dall'altro nella vaporiera di bamboo foderata con una foglia di verza o lattuga o cavolo cinese
e metteteli a cuocere coperti.La foglia sul fondo della vaporiera aiuterà a mantenere la giusta umidità in cottura evitando
che i ravioli si attacchino al fondo.I ravioli saranno cotti quando la pasta diventerà traslucida.
Prendete un piatto da portata e posizionate sul fondo alcune foglie intere di shiso su cui adagerete i ravioli.Spennellateli
con l'olio di sesamo ed aggiungete del tamari a piacere.
39. INSALATA DI KAMUT CON TOFU ALLE ERBE E FRAGOLE AL BALSAMICO
http://peanutincookingland.blogspot.it/2013/06/in-mezzo-scorre-il-tofu.html
(per le dosi fate vobis, io vi metto le mie con l'avvertimento che quel giorno avevo parecchia fame!)
kamut in chicchi: 80 g
insalatina a scelta*: 80 g

fragole rosse e mature: una decina
tofu alle erbe: 100 g
semi di girasole
olio extravergine di oliva
gomasio (homemade)
pepe
glassa di aceto balsamico o aceto balsamico
*se a voi piace (a me no!) vi consiglio caldamente la rucola, che ben si accompagna con il dolce delle fragole. Io ho
usato la delicata valeriana, ma è perfetta anche con gli spinacini.
Cuocere il kamut in pentola a pressione in acqua salata per la metà del tempo di cottura indicato sulla confezione (che si
riferisce quasi sempre alla lessatura). Salate
Scolatelo, e lasciatelo raffreddare nel colino.
Sul fondo di un'insalatiera sistemate la vostra insalata e conditela con un po' di olio evo, mescolatela.
Aggiungete il cereale ormai freddo e il tofu tagliato a cubetti. Quello alle erbe è buono anche a freddo, altrimenti vi
consiglio di saltarlo un po' in padella con un filo d'olio, gomasio o sale.
Pulite le fragole e asciugatele tagliatele a fettine o a cubetti. Unite anche queste all'insalata e copritele con i semi di
girasole e il gomasio, la glassa di aceto balsamico e una generosa spolverata di pepe.
40. CRESPELLE FARCITE
http://ledeliziedifeli.wordpress.com/2013/06/17/crespelle-farcite/
Ingredienti:
12 crespelle di riso Thailandese rosso fermentato
Ingredienti per il ragù di verdure:
1 cipolla dorata
2 piccole carote
2 coste di sedano
1 cucchiaio di salsa di pomodoro autoprodotta
basilico q.b.
dado vegetale autoprodotto
sale rosa dell’Himalaya
olio extravergine d’oliva
18 olive taggiasche (tre a crespella)
Ingredienti per la crema di tofu:
1 confezione di tofu da 250 gr.
olio extravergine d’oliva
basilico q.b.
sale rosa dell’Himalaya
acqua q.b.
Procedimento:
Lavare e pulire tutti gli ortaggi. Tagliare a piccoli cubetti (molto piccoli) il sedano, le carote e la cipolla; farli ammorbidire
senza aggiungere acqua o olio in una capiente padella antiaderente coperta.
Quando gli ortaggi si saranno ammorbiditi leggermente, aggiungere la salsa di pomodoro, il dado vegetale, il sale. Far
insaporire per qualche minuto a tegame scoperto: le verdure devono rimanere al dente e legarsi leggermente. Non
utilizzate troppa salsa al pomodoro, gli attori principali del ragù sono gli ortaggi.
A fine cottura aggiungere una generosa spolverata di basilico tritato e poco olio extravergine d’oliva.
Nel boccale del frullatore inserire il tofu a pezzettoni, il sale, il basilico tritato e poca acqua, frullare.
Se necessario aggiungere altra acqua sino ad ottenere una crema densa e corposa.
Più densa rispetto ad una besciamella. Se non amate il sapore crudo del tofu, basta farlo bollire per qualche minuto in
acqua e limone: con questo procedimento si neutralizzerà completamente.
Ora è possibile completare le crespelle
Foderare con carta forno una teglia, posizionare sei crespelle (scegliete le meno carine), distribuire una generosa dose
di crema di tofu e di ragù di verdure, coprire con la seconda crespella e terminare con la crema di tofu e le verdure.
Completare con tre olive taggiasche per crespella e goccio d’olio extravergine d’oliva.
Cuocere in forno caldo a 170° per 10 min. Non è necessaria una cottura ulteriore, il minimo necessario per far asciugare
leggermente la crema e dorare le crespelle.
41. PASTA SFIZIOSA
http://galline2ndlife.blogspot.it/2013/06/rifatte-senza-glutine-pasta-sfiziosa.html
350 gr di pasta al mais senza glutine
1 cipolla bionda
olio extravergine d'oliva
1 confezione di tofu al naturale
tamari qb*

10 pomodorini freschi
mandorle bianche
semi di sesami
semi di girasole
Mettere a marinare il tofu tagliato a cubetti in acqua diluita con 4 cucchiai di tamari per almeno 3 ore (meglio una notte).
Affettare sottilmente una cipolla bianca media e appassire con 1 cucchiaio di olio evo e un pizzico di sale.
Tagliare a pezzetti una decina di pomodorini freschi.
Unire il tofu scolato alla cipolla e rosolare per pochi minuti, quindi unire i pomodorini e cuocere a coperchio chiuso per 10
minuti
Nel frattempo cuocere la pasta al mais e una volta scolata amalgamarla con il sugo.
Tostare in padella i semi di sesamo e girasole e frullarli insieme alle mandorle.
Distribuire il trito sulla pasta.
* Se trovate un tofu affumicato alla piastra che tra gli ingredienti utilizza il tamari e non lo shoyu potete saltare il
passaggio della marinatura e utilizzare solo quello. Altrimenti dovete pensarci voi, perchè lo shoyu contiene frumento.
42. INSALATA DI FARRO CON TALLI D'AGLIO, ZUCCHINE E PINOLI
http://www.kitchenbloodykitchen.com/2013/06/insalata-di-farro-con-talli-daglio.html
Insalata di farro con talli d'aglio, zucchine e pinoli
Ingredienti per 4 porzioni:
250 g di tofu al naturale di buona qualità
1 cucchiaio di aneto fresco tritato
30 g di succo di limone
100 g di talli d'aglio
250 g di farro decorticato
500 g di zucchine
40 g di pinoli
1 cucchiaino di pimento d'Espelette
4 fiori di calendula (facoltativi)
3 cucchiai di olio extravergine
sale
Procedimento:
Tagliate il tofu a cubetti di 1/2 cm di lato e conditelo con un bel pizzico di sale, un cucchiaio di aneto fresco tritato e il
succo di limone. Lasciatelo riposare.
Tagliate i talli d'aglio a fettine di 1/2 cm e sbianchiteli in acqua bollente salata per 3-4 minuti, quindi scolateli e
raffreddateli velocemente passandoli in acqua fredda.
Sciacquate il farro e mettetelo in pentola con almeno il doppio del suo volume d'acqua a temperatura ambiente. Quando
l'acqua inizierà a bollire aggiungete sale q.b. e cuocete per circa 20 minuti o finché il farro sarà cotto.
Nel frattempo tagliate le zucchine a cubetti di 1/2 cm di spessore e mettetele da parte.
Quando il farro sarà cotto scolatelo, raffreddatelo in acqua fredda e quindi scolatelo di nuovo.
Scaldate il wok e tostate i pinoli, quindi metteteli da parte.
Aggiungete nel wok, che sarà ancora rovente, due cucchiai di olio. Saltate le zucchine a fuoco vivace. Dopo quattro
minuti aggiungete i talli d'aglio e un bel pizzico di sale.
Saltate le verdure ancora per uno o due minuti: dovranno rimanere croccanti.
Aggiungete il farro e un altro cucchiaio d'olio. Lasciate insaporire a fuoco vivace, sempre mescolando, quindi lasciate
raffreddare.
Aggiungete il tofu assieme alla marinata, il pimento d'Espelette e regolate il sale.
Servite cospargendo i piatti di petali di calendula.
43. GNOCCHETTI DI TOFU IN CREMA DI MELANZANE ALLO ZAFFERANO
http://latanadelriccio.wordpress.com/2012/08/20/gnocchetti-di-tofu-in-crema-di-melanzane-allo-zafferano/
Ingredienti per tre porzioni:
275 gr di tofu vellutato
100 gr di farina di farro integrale
100 gr di farina 0
sale e noce moscata q.b.
per il condimento:
1 scalogno
1 grossa melanzana
1 cucchiaio di olio evo
un pizzico di zafferano
1 tazzina di latte di avena
sale e prezzemolo q.b.

Sgocciolare il tofu e frullarlo in modo da ottenere una crema liscia. Aggiungere un pizzico di sale ed insaporire con la
noce moscata prima di aggiungere le farine. Impastare con l’aiuto di un cucchiaio.
Infarinando molto bene un tagliere formare dei cilindri del diametro di un centimetro e tagliare gli gnocchetti piuttosto
piccoli.
Per il condimento soffriggere a fuoco lento lo scalogno. Sbucciare la melanzana e tagliarla a piccoli cubetti, versarla in
padella assieme allo scalogno, salare e stufare coperto con l’aggiunta di poca acqua se necessario.
Una volta che le melanzane sono molto morbide, aggiungere anche lo zafferano sbriciolato nel latte di avena tiepido e
lasciar cuocere ancora 5 minuti.
Frullare la crema di melanzane ed eventualmente regolare la cremosità con qualche cucchiaiata di acqua di cottura degli
gnocchetti.
Lessare gli gnocchetti in abbondante acqua salata scolandoli una volta che vengono a galla. Passarli delicatamente
nella padella con il condimento e servire con una spolverata di prezzemolo.
44. SPAGHETTINI DI RISO CON TOFU, VERDURE E FUNGHI
http://latanadelriccio.wordpress.com/2012/03/27/spaghettini-di-riso-con-tofu-verdure-e-funghi/
Ingredienti per una persona:
50 gr di spaghettini di riso
1 piccolo porro
1 carota
1 pezzetto di cavolo capuccio
1 pezzetto di tofu al naturale
1 tazza di funghi (del bosco)
sale
2 cucchiai di salsa di soia
1 cucchiaino di farina di riso
1 cucchiaio di olio evo
brodo vegetale q.b.
Scaldare il wok ungendolo di olio con l’aiuto di carta da cucina. Tagliare il tofu a striscioline piuttosto fine e saltarlo nel
wok, quando si sarà formata una bella crosticina bagnare con poca salsa di soia e conservarlo al caldo.
Nel frattempo tagliare tutte le verdure a julienne. Saltarle nel wok con l’aggiunta di poco olio, se necessario. Dopo 4-5
minuti aggiungere anche i funghi tagliati sottili e proseguire la cottura aggiungendo poco brodo per volta (o l’acqua di
ammollo dei funghi nel caso si sia optato per quelli secchi). Le verdure devono rimanere piuttosto croccanti.
Intanto scaldare abbondante acqua salata e quando bolle tuffarvi gli spaghettini di riso, spegnere il fuoco e lasciar
riposare 5 minuti.
Sciogliere la farina di riso in una tazzina di brodo freddo a cui avrete aggiunto la restante salsa di soia. Versarlo sulle
verdure lasciando inspessire per qualche minuto. Aggiungere anche il tofu, rigirare e saltare gli spaghettini scolati.
45. CAJINCÌ – MEZZELUNE TIROLESI
http://latanadelriccio.wordpress.com/2013/01/25/cajinci-per-nameste/
Ingredienti per 3 porzioni:
100 gr di farina di segale
100 gr di farina di grano duro
un pizzico di sale integrale
un cucchiaio di lecitina di soia bio (facoltativa)
un cucchiaio di olio evo
100 gr di acqua
per il ripieno:
un piatto di spinaci già scottati
100 gr di tofu o una ricottina di soia
mezza cipolla
un cucchiaio di erba cipollina tritata
un cucchiaio di olio evo
un pizzico di sale integrale
per il condimento:
3 cucchiai di olio evo
una foglia di salvia
erba cipollina
lievito in scaglie q.b.
Sciogliere la lecitina in poca acqua calda, aggiungere anche l’olio e frullare il composto in modo da togliere i granellini di
lecitina. Aggiungere alla restante acqua il composto appena preparato e versarlo sulle farine già mescolate tra loro con il
sale. Coprire e lasciar riposare mentre si prepara il ripieno.

Se si usa il tofu sbollentarlo 5 minuti, sgocciolarlo e schiacciarlo con una forchetta. Soffriggere la cipolla tritata in un
cucchiaio di olio e uno di acqua e quando è appassita insaporire gli spinaci tritati con il coltello. Dopo 4 minuti
aggiungere anche l’erba cipollina e il tofu o la ricottina di soia. Rigirare bene e spegnere il fuoco facendo raffreddare.
Riprendere l’impasto e tirare la sfoglia ad uno spessore di 1 mm. Tagliare tanti cerchi di circa 6 cm di diametro. Al centro
di ogni cerchio mettere un cucchiaino di composto, bagnare leggermente i bordi e sigillarli premendo leggermente con le
dita. Man mano che si preparano i cajincì disporli su un vassoio infarinato abbondantemente.
Cuocere i cajincì per pochi minuti in acqua bollente e condire con l’olio leggermente scaldato con una foglia di salvia.
Spolverare di erba cipollina e lievito in scaglie e servire.
46. CANNELLONI DI RISO NERO CON CREMA DI ZUCCHINE GIALLE
http://ledeliziedifeli.wordpress.com/2013/06/27/cannelloni-di-riso-nero-con-crema-di-zucchine-gialle/
Ingredienti:
8 crespelle di riso nero fermentato
1 confezione di tofu
1 cm quadrato di zenzero fresco
10 foglie di basilico fresco tritato a coltello
sale q.b.
olio extravergine d’oliva
erba cipollina 8 fili
Ingredienti per la crema:
4 zucchine gialle
15 fiori di zucchine
sale, pepe, olio extravergine d’oliva q.b.
Procedimento:
Estrarre il tofu dalla confezione, risciacquarlo passandolo sotto l’acqua fredda, tagliarlo a pezzettoni e porlo in un robot
da cucina con lo zenzero tagliato a fettine, tritare il tutto sino ad ottenere un trito grossolano ma omogeneo.
Trasferire il tofu in un pentolino, aggiungere pochissima acqua, uno o due cucchiai, salare e insaporire il composto
cuocendolo per qualche minuto. Assaggiare ed eventualmente aggiustare di sapore. Versare un cucchiaio di olio
extravergine d’oliva, amalgamare e, a fuoco spento, unire il basilico tritato a coltello. Mescolare per qualche istante e far
raffreddare.
Nel frattempo preparare la crema:
Lavare accuratamente le zucchine e i fiori, tagliare le zucchine a rondelle e farle cuocere in un tegamino coperto con
pochissima acqua, uno o due cucchiai, il necessario per non farle attaccare.
Salare leggermente, a cottura ultimata frullare, aggiungere i fiori e frullare nuovamente, assaggiare ed eventualmente
aggiustate di sapore, se gradite un pizzico di pepe.
Non dovrebbe essere necessario far addensare la crema, nel caso dovesse risultare troppo liquida si può correggere
aggiungendo un cucchiaio di farina di riso e continuare la cottura per cinque/dieci minuti.
Personalmente ho evitato di cuocere i fiori di zucchina.
Comporre il piatto:
Versare un generoso strato si salsa sul fondo di una teglia, distribuire il ripieno di tofu su otto crespelle di riso, chiuderle
utilizzando un filo di erba cipollina.
Posizionare i cannelloni nella teglia e coprire parzialmente con altra salsa.
Scaldare in forno caldo per 10 minuti circa. Non si deve dorare, bastano pochi minuti di forno.
Servire e gustare….. la crespella di riso nero fermentato, abbinata al ripieno aromatico di tofu e alla cremosità della
crema, offre un piatto unico: diverse consistenze, ma bilanciate.
47. QUINOA TIEPIDA CON PISELLI E FAGIOLINI
http://inviaggioincucina.blogspot.it/2013/06/quinoa-tiepida-con-piselli-fagiolini-e.html
Ingredienti (per 3-4 persone):
250 gr di quinoa
120 gr di piselli
100 gr di fagiolini
120 gr di pomodorini
Un grosso cipollotto (o due piccoli)
150 gr di tofu
Olio evo q.b.
Un piccolo mazzetto di coriandolo
Sale e pepe q.b.

Tagliate a dadini il tofu, mettetelo in una ciotolina e insaporitelo con un filo d'olio evo, un pizzico di sale e pepe.
Lessate i piselli e i fagiolini tagliati a pezzi di circa 1 cm tenendoli leggermente al dente.
Fate rosolare brevemente il cipollotto tagliato a fettine quindi aggiungete circa metà dei pomodorini tagliati a spicchi e
fateli stufare per un paio di minuti.
Sciacquate la quinoa, scolatela bene, mettetela nella pentola insieme al cipollotto e al pomodoro, aggiungete 500 ml di
acqua bollente leggermente salata, cuocete per cirac 15 minuti poi copritela e lasciatele assorbire la rimanente acqua.
Trasferite la quinoa cotta in una ciotola e lasciatela intiepidire quindi aggiungete i fagiolini, i piselli e i rimanenti
pomodorini tagliati a spicchietti.
Regolate di sale e di pepe se è necessario, aggiungete un filo di olio evo crudo e le foglie di coriandolo tritate.
48. BASMATI INTEGRALE CON CIPOLLOTTI E TOFU STRAPAZZATO
http://latanadelriccio.wordpress.com/2013/06/29/basmati-integrale-con-cipollotti-e-tofu-strapazzato-per-salutiamoci/
Ingredienti:
70 gr di riso basmati integrale
il doppio in volume di acqua
un pizzico di sale marino integrale
un cipollotto
un cucchiaino di olio evo
per il tofu strapazzato:
mezzo panetto di tofu
un cucchiaino di olio evo
un cucchiaino di curcuma
un cucchiaino di shoyu
noce moscata, pepe nero, aglio in polvere q.b.
In una pentola versare il riso con il doppio in volume di acqua, coprire e portare dolcemente a bollore fino al completo
assorbimento dell’acqua. Una volta cotto salare leggermente e sgranarlo su di un piatto per farlo raffreddare.
In una padella versare un cucchiaino d’olio e stufare, con l’aggiunta di poca acqua, il cipollotto tagliato a rondelle non
troppo sottili. Conservare in una ciotola e nello stesso fondo di cottura preparare il tofu strapazzato.
Una volta che il tofu è pronto, rimettere in padella anche il cipollotto, rigirare, ed infine saltare il riso a fuoco vivace per un
minuto.
Secondi:
49. TOFU MARINATO
http://ricettealverde.blogspot.it/2013/06/tofu-marinato.html
tofu
salsa di soia (shoyu o tamari)
aglio
prezzemolo
basilico
menta
rosmarino
origano
peperoncino
olio evo
Anzitutto mettete sotto peso il tofu per permettere la scolatura dell'acqua di vegetazione. Intanto preparate una salsina
per la marinatura mescolando l'olio, la salsa di soia, l'aglio, le erbette aromatiche e il peperoncino tritati finemente.
Tagliate il tofu a cubetti e mettetelo a marinare nella salsa per almeno due ore, ma meglio sarebbe un'intera notte. Non
occorre coprirlo con la marinatura, quindi non esagerate con gli ingredienti, basterà che lo giriate di tanto in tanto nella
salsina.
Potrete mangiarlo crudo oppure saltarlo qualche minuto in padella. Infilzate un rametto di rosmarino su ogni cubetto e
portate a tavola!
50. POLPETTALUZZ ALLE ZUCCHINE E TOFU
http://briggishome.wordpress.com/2013/06/01/salutiamoci-di-maggio-il-tofuit/
200gr di zucchine
100gr di carote
ca 150-180gr di tofu
30gr di farina di orzo e noci*
basilico
menta
maggiorana
timo

buccia di mezzo lime
ev acqua se l’impasto è troppo asciutto
farina di miglio per arrotolare le polpette
Tritare zucchine e carote insieme alle erbe e la buccia del lime, aggiungere il tofu a pezzi e frullare.
Aggiungere la farina di orzo e noci e frullare ancora.
Agg dell’acqua se troppo asciutto.
Regolare di erbe.
Formare delle palline oppure come ho fatto io, prendere un po’ composto con un cucchiaino e arrotolare nella farina di
miglio.
Mettere le polpettaluzz su una placca da forno coperta di carta forno.
Cuocere in forno a 200° per ca 30 min oppure combinato 200° – 500w per 20min.
Servire con una fresca insalata.
51. TOFU ARLECCHINO
http://bricioledicescaqb.blogspot.it/2012/10/tofu-arlecchino-durante-alta-fedelta-e.html
* fare il tofu in casa come spiegato in TOFU PIU' FACILE DI COSI'
* 3 cucchiai di pomodori secchi tagliati a pezzettini
* 2 cucchiai di capperi sotto sale sciacquati
* 2 cucchiai di origano secco
Quando il latte ha cagliato e siete pronti per scolarlo usate un colapasta a maglie fitte (così non scappa via), aggiungete
origano, pomodori, capperi e mi schiate con un cucchiaio.
Poi usate il metodo che perferite (fushelle, pressa...) continuando a fare il tofu come se niente fosse
52. POLPETTE DI TOFU CON OLIVE E POMODORINI
http://viaggiarecomemangiare.blogspot.it/2013/01/polpette-di-tofu-con-olive-pomodorini-e.html
Ingredienti per circa 10 polpette :
- 350 gr. di tofu naturale sodo
- 4 pomodorini invernali del Vesuvio o pomodorini secchi sott'olio
- 2 ciuffi di menta, qualche fogliolina di melissa, 2 rametti di prezzemolo
- mezzo spicchio di aglio o uno piccolo
- 12 grandi olive denocciolate
- 1 cucchiaio scarso di capperi sotto sale
- 3 cucchiai scarsi di farina 0 bio
- 1 cucchiaio di semi di sesamo nero, pane grattugiato secco, olio pepe e sale.
Frullare per pochi secondi il tofu rendendolo come grosse briciole, salate e mettetelo da parte.
Frullare pomodorini, olive, erbette aromatiche, aglio, capperi e una cucchiaiata di tofu rendendo tutto a crema.
Unite la crema ottenuta al tofu messo da parte aggiungendo la farina amalgamando bene il tutto.
Prendete una dose del composto quanto un cucchiaio e fatene una polpetta rotonda, passatela nel pane grattugiato
mescolato ai semi neri e schiacciatela leggermente così cuocerà in modo più omogeneo.
Scaldate poco olio in una padella antiaderente e cuocete un paio di minuti su ogni lato tutte le polpette.
Io le ho accompagnate con verdure al vapore spruzzate di sale e paprika da intingere nella salsa di yogurt e cren.
Per la quantità di salsa che vedete nella foto : 2 cucchiai di yogurt greco, 1 cucchiaio di olio e.v.d'oliva, un cucchiaino
raso di cren, sale e pepe.
53. TOFUBURGER
http://viaggiarecomemangiare.blogspot.it/2010/06/hamburger-di-tofu.html
Ingredienti per 4 hamburger : 400 gr. di tofu, un trito abbondante fra prezzemolo e basilico, uno spicchio piccolo d'aglio, 2
ciuffetti di rosmarino, qualche fogliolina di melissa e di menta, 1 cucchiaino di semi di finocchio, 1 cucchiaino di semi di
coriandolo, (1 cucchiaio facoltativo di salsa worcester), sale qb., 3 cucchiai pieni di farina 0.
Per cuocere : 1 cucchiaio di salsa di soia, 3 cucchiai di mirin (o vino bianco), 1 cucchiaio di olio d'oliva.
Preparazione : tagliare a cubotti il tofu e metterlo in una terrina, schiacciarlo con la forchetta da renderlo briciole
grossolane, tritate tutti gli odori compresi i semi e unite tutto al composto sbriciolato. Mescolare bene e versarvi anche la
salsa worcester e dopo aver mescolato, anche la farina rigirando di nuovo. Ora regolate di sale e prendete le formine per
fare le mini tart ( 10 cm. di diametro) oppure quelle da crostatine (con quest'ultime vi verranno più piccole e quindi invece
che 4 avrete 1 o 2 hamburger di più) mettete un foglio di pellicola sul fondo con un lato più lungo tanto da poterlo rigirare
sopra.
Sistemate il composto fino all'orlo, ricopritelo con la pellicola che avete tenuto più lunga (così non vi sporcherete) e
premetelo bene magari aiutandovi appoggiando il battibistecche per renderlo più uguale nella forma. Ora delicatamente
prendete la pellicola aperta e rigirate l'hamburger nel piatto. Ripetete l'operazione per gli altri 3 hamburger.
Se lo preferite come piatto fresco avete concluso la preparazione, è saporito anche così, se invece lo preferite rosolato,
mettete nella padella 1 cucchiaio di olio, 3 di mirin (vino cinese) o vino bianco, 1 cucchiaio di salsa di soia, alzate il fuoco

e appoggiatevi gli hamburger facendoli ben rosolare per qualche minuto, poi aiutandovi con una spatola rigirateli e
lasciate rosolare bene ancora alcuni minuti, e servite.
54. BURGER DI GAZPACHO, ZUCCHINE E PINOLI
http://satsuki511.blogspot.it/2012/10/burger-di-gazpacho-zucchine-e-pinoli.html
350 ml di passata di pomodoro al basilico (350 ml di gazpacho homemade)
2 g di agar-agar (cioè 1 cucchiaino da caffè)
1 zucchina piccola (2 zucchine)
150 g di tofu vellutato (almeno 200 g di tofu al naturale; altrimenti tofu q.b.)
3 cucchiai di crema di basilico (omesso)
1 cucchiaio di Gomasio (sale q.b.)
1 manciata di pinoli
150 ml di acqua
In una pentola mischiate il gazpacho con 150 ml di acqua e l'agar-agar. Portate a ebollizione e fate bollire per 30
secondi. Quindi, versate il tutto in stampi circolari per crostatine (io non ho stampi per questo tipo di gelatine :( e ho
usato dei bicchieri di vetro; l'importante, per qualsiasi tipo di stampo, è di bagnarlo con acqua poco prima di versare la
futura gelatina, come consiglia Clea). Fate raffreddare; quindi conservate in frigorifero per circa 1 ora.
Lavate e tagliate finemente le zucchine. Unitele al tofu tagliato a dadini e ai pinoli e salate a piacere; una volta cotte le
zucchine, mettete da parte.
Sformate la gelatina di gazpacho. Su ogni piatto, poggiare una striscia di gelatina, che ricoprirete col miscuglio zucchinetofu-pinoli. Ricoprite con un altro strato di gelatina e decorate sempre con lo stesso miscuglio (oppure, come suggerito
da Clea, con qualche fettina sottile di zucchina e qualche pinolo). Servire immediatamente (io invece l'ho mangiato
freddo, perchè così il gazpacho è ancora più buono ^_^).
55. TARTARE DI TOFU
http://satsuki511.blogspot.it/2012/04/tra-libri-speciali-e-mine-vaganti.html
INGREDIENTI PER 4-5 PERSONE
Per il primo livello:
200 g di tofu al naturale
2 barbabietole
2 mazzetti di foglie di barbabietola
4-5 carote
semi di girasole q.b.
sesamo q.b.
3 cucchiaini di salsa di soia
olio EVO q.b.
aceto di mele q.b.
Cucinate le barbabietole a vapore, dopo averle sbucciate e tagliate a pezzetti. Una volta cotte, unitele al tofu a pezzetti,
olio q.b., 1 cucchiaino di salsa di soia e un goccio di aceto di mele. Fate marinare tofu e barbabietole per almeno 5-6 ore.
Poi cuocete a vapore le carote, fino a quando risulteranno croccanti. Fatele scolare e saltatele quindi in padella con 2
cucchiaini di salsa di soia, il sesamo e i semi di girasole.
Dopo aver fatto bollire dell'acqua (a cui avrete aggiunto - a freddo - 1 cucchiaio di aceto di mele), sbollentate le foglie di
barbabietole. Fatele scolare.
Disponete nel bento il tofu con le barbabietole; sul fondo le foglie di barbabietola e poi le carote al sesamo e semi di
girasole. Decorate, infine, con un po' di sesamo e con una rondella tagliata dalla base del mazzetto di foglie di
barbabietola ;)!
56. POLPETTINE DI TOFU ALLE OLIVE VERDI E CURRY
http://pensierieprofumi.blogspot.it/2013/06/polpettine-di-tofu-alle-olive-verdi-e.html
Ingredienti:
125 gr di tofu, 60 gr di olive verdi, 1 cucchiaino di curry in polvere, 2 cucchiaini di prezzemolo tritato, 1/2 scalogno, 1/2
cucchiaino di sale integrale marino, 4 cucchiai di pangrattato integrale.
Preparazione:
Frullate insieme il tofu con le olive, il curry, il prezzemolo, lo scalogno e il sale fino ad ottenere un composto omogeneo.
Aggiungete due cucchiai di pangrattato e mescolate bene. Con le mani iniziate a formare le polpettine (con queste dosi
me ne sono venute una ventina ma, ovviamente, il numero dipenderà dalla grandezza delle polpettine!)... sarà
un'operazione semplice perchè il composto non si appiccica alle mani! In un vassoio mettete due cucchiai di pangrattato
e spargetelo in modo omogeneo sul fondo. Adagiatevi sopra le polpettine e iniziate a farle rotolare muovendo
delicatamente il vassoio... così si "impaneranno" da sole, in modo omogeneo, veloce e non vi sporcherete le mani!
Mettete le polpettine in una teglia ricoperta da carta da forno e cuocetele in forno già caldo a 200° per 15 minuti. Pronte!
57. SEMPLICEMENTE TOFU
http://ledeliziedifeli.wordpress.com/2013/06/10/semplicemente-tofu/
Ingredienti per la salsa agrodolce:

3 carote
1 cipolla bianca
1 cipolla rossa
6 coste di sedano
2 pomodorini (secchi ammollati)
le foglie tenere e fresche del sedano
2 cucchiai di salsa di pomodoro (autoprodotta)
sale rosso delle Hawai
1 cucchiaio di salsa di soia (tamari)
2 cucchiai di acidulato umeboschi
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 cucchiaio scarso di sciroppo di riso
acqua q.b.
Ingredienti per il tofu:
1 panetto di tofu
il succo di un limone
salsa di soia q.b.
olio extravergine d’oliva q.b.
acqua q.b.
Procedimento:
La preparazione più lunga è la salsa agrodolce, consiglio di prepararla il giorno precedente, oltre che per agevolarvi
nell’organizzazione del lavoro, il riposo in frigorifero la rende particolarmente gustosa, i sapori si fondono e si
armonizzano.
Lavare tutti gli ortaggi, ridurre a piccoli cubetti le carote, le cipolle, le coste di sedano e i pomodori secchi.
I cubetti devono essere abbastanza piccoli, poco più grandi di una brunoise. Riunire tutti gli ortaggi in una capace
casseruola e cuocere a fiamma dolce, tenendo la pentola coperta e aggiungendo pochissima acqua, salare
leggermente per favorire la cottura.
Aggiungere l’acqua solo quando la precedente si sarà consumata, in questo modo gli ortaggi hanno la possibilità di
caramellare leggermente e di legare.
Nel frattempo, in una ciotolina, miscelare la salsa di soia, l’acidulato umeboschi, l’olio extravergine d’oliva e lo sciroppo di
riso.
A fine cottura scoprire gli ortaggi, alzare la fiamma e versare l’agrodolce preparato nella casseruola, a fiamma vivace e
mescolando di continuo far caramellare gli ortaggi.
Si formerà una deliziosa cremina. Assaggiare ed eventualmente aggiustare di sapore. Il risultato finale dev’essere un
agrodolce leggero e delicato.
Far raffreddare e riposare in frigorifero sino al giorno seguente.
La sera precedente estrarre il tofu dalla confezione, risciacquarlo velocemente con acqua fredda, tagliare i panetti in due
nel senso dello spessore ricavando quattro fette e farlo marinare per una notte in una soluzione di acqua e il succo di un
limone.
Il giorno seguente, preparare una leggera marinata con acqua, olio extravergine d’oliva e salsa di soia (tamari), estrarre
il tofu dalla marinata notturna, sciacquarlo velocemente e farlo insaporire per minimo trenta minuti nella seconda
emulsione.
Nel frattempo scaldare le verdure e se necessario aggiustare il sapore; personalmente preferisco assaggiare la salsa
agrodolce fredda, riesco a sentire meglio il sapore.
Scaldare una piastra o una padella antiaderente, far dorare il tofu su tutte e due i lati, con la padella calda in pochi minuti
si otterrà una deliziosa doratura.
Servire le fette di tofu accompagnandole con la salsa agrodolce, abbondante: con la salsa è irresistibile….
58. WURSTEL DI TOFU
http://ledeliziedifeli.wordpress.com/2012/10/29/wurstel-di-tofu/
Ingredienti:
1 confezione di Tofu alla piastra Bioappeti 200 gr.
100 gr di farina di lenticchie
2 cucchiaini di farina di semi di carrube
pomodorini secchi 1 ½ (ammollati)
erba cipollina q.b.
una spolverata di maggiorana essiccata
1 cucchiaino di senape di Digione
sale affumicato q.b.
salsa di soia Tamari
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
Procedimento:
Il procedimento è decisamente semplice, in un robot da cucina inserire i pomodorini secchi strizzati e il tofu a pezzettini.
Tritare, aggiungere la farina di lenticchie, la maggiorana, pochissimo sale e l’erba cipollina tagliuzzata. Tritare
nuovamente, amalgamare gli ingredienti.
Assaggiare… aggiungere la salsa di soia, la farina di semi di carrube e l’olio extravergine d’oliva.

Tritare nuovamente e amalgamare con cura, aiutandosi con una spatola smuovere perfettamente il composto.
Assaggiare nuovamente per valutare il gusto e il bilanciamento degli aromi.
Estrarre il vostro composto dal robot, adagiarlo in un contenitore e farlo riposare in frigorifero per almeno 30 min.
Riprendere il composto, pesarlo per poterlo suddividere con precisione.
Nel mio caso sono riuscita a formare 8 wurstel da 50 gr l’uno. La dimensione standard, identici ai cugini.
Formare i wurstel e arrotolarli nella carta forno.
Chiudere i pacchetti a caramella…
ricoprire con carta d’alluminio per sigillare il pacchetto.
Cuocere a vapore per 25 min.
Far intiepidire e aprire i pacchetti.
A questo punto vi potrebbe capitare quello che è successo a me….. sono rimasta esterrefatta!!!!
Non pensavo di ottenere wurstel identici a quelli tradizionali, per un momento ho avuto qualche dubbio sull’eventualità di
mangiarli…. Erano troppo uguali!!!!
I wurstel sono pronti…. Si possono gustare così al naturale, si possono utilizzare come ripieno per un gustoso panino,
oppure si possono insaporire ulteriormente in padella.
Io ho scaldato una padella antiaderente con qualche grano di sale affumicato, ho fatto insaporire i wurstel prima
esternamente, poi li ho tagliati a metà e li ho fatti dorare leggermente.
Li ho serviti con la salsa al finocchio e daikon tagliato a julienne, condito con l’acidulato umeboshi; per quanto riguarda il
daikon consiglio di prepararlo almeno un paio d’ore prima, si può conservare senza problemi in frigorifero per qualche
giorno.
Se il sapore dell’umeboshi dovesse risultare troppo forte, strizzatelo leggermente prima di servirlo.
Mi sono piaciuti gli abbinamenti: il daikon è piccantino e il suo gusto si sposa benissimo con i wurstel.
59. BURGER DI TOFU E BARBABIETOLA
http://peanutincookingland.blogspot.it/2012/11/purple-rain.html
(per due grandi burger o quattro piccolini)
-180 gr. di tofu al naturale (più duro possibile)
-2 rape rosse piccole precotte
-2 cucchiai di semi di lino in polvere (potete ridurli in farina con un semplice frullatore)
-1 cucchiaio abbondante di semi di girasole
-2 foglie di cavolo nero crudo (facoltativo)
-1/2 cucchiaino di peperoncino in polvere
-2-3 cucchiai di amido di mais
-1 filo di olio di oliva
-sale e pepe
-olio di semi
-farina qb per infarinare
Per prima cosa mettete il tofu tra due fogli di carta assorbente e tamponatelo bene,meglio ancora sarebbe lasciarlo un
po' a perdere la sua acqua leggermente schiacciato da un peso.
Tagliatelo ora a cubotti grossolani,e frullateli insieme alle barbabietole ridotte anch'esse a pezzetti. Quando il composto
risulta omogeneo aggiungere anche i semi di lino in polvere,il cavolo nero,un filo d'olio evo,sale,pepe e peperoncino e
frullate ancora perchè tutto sia ben amalgamato. Aggiungere l'amido e incorporarlo (anche con una spatola),quindi
aggiungere infine i semi di girasole e frullare un'ultima volta molto brevemente (vogliamo che rimanga qualche pezzettino
da sgranocchiare!). Formate dei burger e passateli nella farina che preferite,scaldate un po' di olio e cuoceteli in padella
da entrambi i lati finchè non si forma la crosticina! Servite con verdure a piacere,io con dei bei broccoletti verdi semplici
saltati con un po' di peperoncino!
60. TERRINA DI TOFU
http://ravanellocurioso.wordpress.com/2013/06/17/terrina-di-tofu/
Ingredienti per 6 persone:
600 gr di tofu al naturale bio
150 gr di pan grattato bio (da pane integrale di pasta madre)
2 scalogni bio
1 porro bio
100 gr di mandorle spellate bio
basilico ed origano freschi o in polvere qb
qualche C di olio EVO bio
sale marino integrale
Procedimento: mettere a bollire una pentola d’acqua salata per il tofu.
In un padella antiaderente, tostare le mandorle a fuoco dolcissimo per qualche minuto e far raffreddare completamente:
tritare velocemente nel vostro robot da cucina, avendo cura di non ridurre in polvere. Distribuire su un vassoio bello largo
e tenere da parte. Ci serviranno per la copertura della nostra terrina di tofu: e di certo la granella è più golosa.
Non lavare né la pentola, né il robot che ci servono ancora!
Bollire per 10 minuti il tofu, scolare e tenere da parte una tazza del liquido di cottura; passare il tofu sotto l’acqua fredda

e far raffreddare completamente: mettere nel robot che avete usato per le mandorle.
Nella stessa padella delle mandorle, versare il pane grattato e qualche cucchiaio di olio EVO e far dorare il pane: unirlo
al tofu.
Di nuovo nella medesima padella (Ò_Ò), saltare lo scalogno ed il porro, aggiungendo solo olio ed un pizzico di sale. Far
raffreddare ed aggiungere agli altri ingredienti. Spolverare con basilico ed origano.
Frullare il tutto ed aggiungere, se necessario, un po’ di acqua di cottura. Dovrete ottenere un impasto bello sodo e
compatto. Formare un salsicciotto e passarlo nella granella di mandorle. Avvolgere con pellicola ben stretta e lasciare
riposare in frigorifero qualche ora.
Se ne avanza, usatelo per condire la pasta o i cereali in genere: basterà un pò di acqua di cottura della pasta per ridurlo
a crema e realizzare un piatto unico da leccarsi i baffi!
61. TOFU IN FOGLIA
http://ledeliziedifeli.wordpress.com/2013/05/16/tofu-in-foglia/
Ingredienti per la “sfoglia”:
2 porri di discrete dimensioni
Ingredienti per il ripieno:
1 panetto di tofu Bioappeti
la parte interna dei porri
50 gr di farina di riso
2 cucchiaini di farina di semi di carrube
sale dolce di Romagna
1 cm circa di zenzero fresco
Ingredienti per il cuore di zucca:
300 gr di zucca
1 cucchiaino di curcuma
1 pizzico di pepe
1 pizzico di noce moscata
acqua q.b.
Procedimento:
Come prima operazione tagliare i porri a metà per il lungo ricavando tanti nastri.
Lavarli accuratamente e sbollentare le foglie esterne ricavando almeno 12 nastri.
I porri che ho utilizzato erano di discrete dimensioni, i nastri più larghi li ho suddivisi a metà per ottenere nastri di
dimensioni simili.
La parte interna del porro affettarla finemente e farla appassire con pochissima acqua.
Sbucciare e lavare la zucca, tagliarla a cubetto e farla cuocere con solo l’acqua necessaria per non farla attaccare.
Aggiungere gli aromi e le spezie.
A cottura frullarla finemente, si deve ottenere un composto morbido, ma ancora abbastanza denso.
In un robot riunire il tofu, la parte interna dei porri e tritare, aggiungere la farina di riso e la farina di semi di carrube, lo
zenzero grattugiato e poco sale dolce di Romagna. Tritare nuovamente, assaggiare ed eventualmente aggiustare di
sapore.
Il composto si impasta senza problemi; estrarre il tofu dal robot e far riposare in frigorifero per almeno 30 min. in un
contenitore a chiusura ermetica.
Riprendere i nastri di porro, asciugarli accuratamente.
Stendere sul piano lavoro un foglio di carta forno.
Per creare l’intreccio basta iniziare posizionando un nastro in senso orizzontale, successivamente posizionare 6 nastri
perpendicolarmente al primo, ma lasciando tra un nastro e l’altro lo spazio sufficiente per completare la griglia con i
successivi 5 nastri.
Procedere posizionando un secondo nastro in senso orizzontale, continuare riempiendo lo spazio dei 6 nastri posizionati
precedentemente.
A questo punto, prima di posizionare il nastro orizzontale, basta rialzare i nastri verticali in senso alternato, magicamente
si formerà l’intreccio.
Continuare sino ad esaurire tutti i nastri.
Assestare e avvicinare i nastri tra di loro prima di spalmare il ripieno sulla griglia.
Dopo aver distribuito il tofu, praticare un solco al centro e riempirlo con la salsa di zucca.
Aiutandosi con la carta forno chiudere piegando a metà il composto, modellarlo facendolo ruotare sul piano lavoro.
Chiudere gli spazi vuoti con le estremità dei nastri, avvolgere il rotolo nella carta forno chiudere a caramella, avvolgere il
rotolo in un foglio di carta di alluminio e chiudere strettamente.
Cuocere in forno caldo a 170° per 30 min. circa, a metà cottura controllare e girare il rotolo per farlo dorare
uniformemente.
Nel frattempo diluire la salsa di zucca con poca acqua, la servirete in accompagnamento alle fette di Tofu.
A cottura ultimata far intiepidire e affettare.
Servire. Gustate senza indugio questa prelibatezza…. Morbido candido tofu ripieno di dolcezza.
62. TOFU IN FIORE
http://ledeliziedifeli.wordpress.com/2013/01/14/tofu-in-fiore/

Ingredienti:
1 cavolfiore di medie dimensioni
1 panetto di Tofu al naturale Bioappeti 250 gr
1 cm quadrato circa di zenzero fresco
coriandolo in polvere
olio extravergine d’oliva
sale dolce di Romagna
salsa di soia (Tamari)
semi di girasole tritati
Procedimento:
Lavare e dividere a cimette il cavolfiore, cuocerlo a vapore mantenendolo al dente e farlo raffreddare.
In un robot da cucina riunire il tofu a pezzettoni, lo zenzero tagliato a fettine, il torsolo del cavolfiore.
Tritare, salare e aggiungere un cucchiaio di olio extravergine d’oliva.
Tritare nuovamente, si deve ottenere un composto ben amalgamato.
Versare il tofu in una padella antiaderente, farlo asciugare per qualche minuto a fiamma vivace mescolandolo in
continuazione.
Assaggiare ed eventualmente aggiustare di sapore.
Far intiepidire.
Prelevare parte del composto con le mani e formare delle palline, il tofu non è legato con la farina, l’impasto risulterà
morbido e leggermente friabile.
Ricoprire le palline con le cimette di cavolfiore: con un pizzico di pazienza infilzare le cimette su tutta la superficie della
pallina, compattare la sfera comprimendola leggermente tra i palmi delle mani.
Posizionare tutti i mini cavolfiori su una teglia preventivamente foderata con carta forno, spennellare la superficie con
una soluzione di acqua, salsa di soia e olio extravergine d’oliva.
Cospargere con una spolverata di semi di girasole tritati e cuocere in forno caldo per 15 min circa.
Si devono dorare senza scurirsi troppo.
Sono buonissime, il tofu rimane soffice e morbido, ho volutamente evitato di aggiungere farina all’impasto, volevo un
piatto semplice e gustoso, volevo esaltare il sapore del cavolfiore e del tofu.
63. ROTOLO DI ZUCCHINE CON TOFU
http://broccolocarota.wordpress.com/2013/06/19/rotolo-di-zucchine-con-tofu/
Ingredienti per 4-6 persone (2 rotoli da 30 cm.):
-4 zucchine
-360 gr. di tofu BIO no-OGM
-1/2 cucchiaino di paprika
-1 spicchio d’aglio
-10 foglie di basilico
-olio e.v.o. q.b.
-sale q.b.
-uvetta sultanina q.b.
-pinoli q.b.
Procedimento:
Ore 19.00 Preparare la marinata per il tofu. Tagliare a dadini il tofu, se è presente del liquido, non buttatelo ma in questo
versate la paprika, il sale, l’olio, le foglie di basilico spezzate e lo spicchio d’aglio affettato. Mescolare. Versare i dadini di
tofu, mescolare bene e conservare il tutto in un contenitore ben chiuso un frigorifero.
Ore 10.00 Lavare le zucchine, tagliarle a fette sottili e grigliarle, lasciarle raffreddare. Dalla marinata togliere l’aglio. Se
non avete appuntamenti galanti e non vi dispiace il suo sapore, potete lasciarne un po’, così ho fatto io. Ammorbidite
l’uvetta in acqua. Armatevi di passaverdura e lavorate il tofu che si deve sbriciolare, ma non diventare una pappa!
Passatelo in un colino per togliere l’eventuale liquido in eccesso. Aggiungete l’uvetta, e i pinoli. Mescolate aggiustando di
sale se necessario. Ora organizzatevi con un tagliere ricoprendolo con della pellicola. Sistemate le zucchine, una vicino
all’altra sovrapponendole un poco. Stendete il preparato di tofu sulle zucchine. E ora, con l’aiuto della pellicola, arrotolate
piano, piano. Chiudete bene, sigillando anche le estremità. Lasciate riposare in frigorifero.
Ore 12.30 Togliere dal frigorifero il rotolo e, delicatamente, facendolo ruotare su un tagliere, eliminare la pellicola. Con un
coltello affettatelo e servitelo freddo.
64. TOFU STRAPAZZATO
http://latanadelriccio.wordpress.com/2013/04/12/tofu-strapazzato/
Ingredienti:
un panetto di tofu
un cucchiaino di olio evo
un cucchiaino di curcuma

un cucchiaio di salsa di soia
noce moscata, pepe nero, aglio in polvere q.b.
Tagliare il tofu a cubetti piccolissimi dopodiché schiacciarlo con i rebbi di una forchetta in modo da sbriciolarlo.
Scaldare l’olio in padella, unire tutte le spezie ed il tofu e mescolare molto bene in modo che quest’ultimo di colori grazie
alla curcuma. Rosolare per qualche minuto.
Spegnere il fuoco ed unire la salsa di soia mescolando bene. Servire caldo.
65. TOFU ALLA SENAPE
http://latanadelriccio.wordpress.com/2013/03/20/tofu-alla-senape/
Ingredienti:
un panetto di tofu
un filo di olio evo
un cucchiaio di salsa di soia
mezzo bicchiere di latte di soia
un cucchiaio di senape
Scaldare una padella antiaderente. Tagliare il tofu a fette di mezzo centimetro di spessore e poi a triangoli ed ungerlo
leggermente; grigliarlo poi fino a dorarlo da entrambi i lati.
Nel frattempo sciogliere la senape nel latte di soia caldo.
Spegnere il fuoco ed insaporire il tofu con la salsa di soia ancora nella padella calda. Versare poi la salsa alla senape e
rigirare in modo da scaldare il tutto molto bene.
Servire immediatamente.
66. VEGETABLE AND TOFU CURRY
http://latanadelriccio.wordpress.com/2012/09/22/vegetable-and-tofu-curry/
Ingredienti per due porzioni:
una carota
una zucchina
una tazza di fagiolini
una cipolla rossa
uno spicchio d’aglio
2 cucchiaini di curry in polvere
2 cucchiaini di curcuma
un pizzico di sale
una tazza di latte di cocco
2 cucchiai di olio evo
un panetto di tofu
Sbollentare i fagiolini per 5 minuti in acqua bollente, scolarli e tagliarli a pezzetti di un centimetro.
Scaldare il wok e ungerlo con l’olio. Spellare lo spicchio d’aglio ed infilzarlo in uno stuzzicadenti, tritare grossolanamente
la cipolla. Soffriggere aglio e cipolla con le spezie ed un pizzico di sale.
Nel frattempo sbucciare la carota e tagliarla a cubetti aggiungendola al soffritto assieme al tofu tagliato della stessa
dimensione.
Tagliare anche la zucchina a cubetti ed aggiungerla alle verdure assieme ai fagiolini.
Cuocere per 5 minuti continuando a mescolare, aggiungere infine anche il latte di cocco e proseguire la cottura per altri 5
minuti.
Infine scartare l’aglio.
Servire con del riso integrale.
67. FINTE UOVA STRAPAZZATE
http://golositavegane.blogspot.it/2012/04/uova-strapazzate.html
Ingredienti
- 125g di tofu naturale
- qualche pezzetto di zucca
- 1 scalogno
- olio evo
- sale
- pepe bianco
- noce moscata
- aglio in polvere
- curcuma
- salsa tamari
- asparagi
- pane integrale

- vegrino all’aglio
- aceto balsamico soia e zenzero
Pulite e togliete la parte più dura degli asparagi e metteteli a bollire in acqua salata.
Pulite la zucca e mettetela tagliata a pezzetti piccoli in padella con lo scalogno tagliato a pezzettini anch’esso ed un filo
d’olio. Fate imbiondire lo scalogno, quindi aggiungete un po’ d’acqua e cucinate la zucca per 6-7 minuti, finché si
ammorbidisce tanto da poterla schiacciare con la forchetta.
Nel frattempo schiacciare con la forchetta anche il tofu, cercando di non lasciare pezzi troppo grandi. Mettete il tofu in
padella con la zucca, mescolate bene, quindi aggiungete le spezie (la curcuma serve a dare il colore giallo, oltre a fare
tanto bene!) ed un filo di salsa tamari per dare quel gusto particolare. Se dovesse risultare troppo asciutto aggiungete
anche un po’ d’olio. Mescolate bene e lasciate a cucinare ancora un paio di minuti.
Tostate il pane, scolate gli asparagi, aggiungete tanto aglio al vegrino base, impiattate, decorate con l'aceto balsamico e
pappatevi questo pasto gustoso e completo! ^_^
68. DADOLATA AFFUMICATA DI TOFU E ZUCCA
http://golositavegane.blogspot.it/2013/06/tofu-destate.html
Ingredienti
- 200g di tofu autoprodotto compatto
- 300g di zucca
- ½ porro
- 1 scalogno grande o 2 piccoli
- 1 spicchio d’aglio
- olio evo
- sale
- brodo del seitan con tè affumicato (o semplicemente del tè affumicato)
Tagliate a cubetti il tofu e la zucca. Tagliate a fettine il porro e lo scalogno. Mettete un filo d’olio in padella con l’aglio, il
porro e lo scalogno, fate dorare, aggiungete la zucca ed il tofu e coprite di brodo. Man mano che si asciuga aggiungete
altro brodo. Ci vogliono circa 10-15 minuti di cottura per ammorbidire la zucca ed insaporire il tofu. Quando sentite che la
zucca ha la consistenza che desiderate, e comunque dopo che si è assorbito tutto il brodo, spegnete il fuoco, se serve
aggiungete ancora un filo d’olio. Assaggiate, aggiustate di sale, impiattate e gustate! ^_^
69. PANCETTA VEGAN
http://golositavegane.blogspot.it/2012/06/pancetta-vegan.html
Ingredienti
- 440g di tofu bianco
- aglio in polvere
- pepe
- sale
- noce moscata
- salsa di pomodoro
- 3 pomodori secchi
- ½ peperone rosso
- paprika forte
Prendete il tofu e dividetelo in 2 parti (io ho riservato un po’ di più al rosso).
Per fare la parte bianca frullate il tofu con aglio in polvere, pepe, sale e noce moscata.
Per fare la parte rossa frullate il tofu con la salsa di pomodoro, i pomodori secchi, ed il peperone rosso bollito e con le
spezie aglio in polvere, pepe, sale, noce moscata e paprika forte. In realtà bastava il concentrato di pomodoro ma non lo
avevo …
A questo punto oliate un contenitore che servirà a dare la forma alla pancetta (o usate della carta da forno). Stendete
della crema di tofu bianca, poi sopra della crema di tofu rossa, quindi di nuovo bianca, altro strato rossa per finire con il
bianco. Fate ogni strato alto 1 cm circa, poiché in cottura si ritira molto il tofu. Alla fine spolverate con del pepe e del sale
nero.
Adesso andrebbe in essiccatore, io non l’avevo quindi l’ho messo in forno al minimo (50°) per tutta la notte.
Al mattino che si è ritirato, per dargli quel buon gusto rustico, potete affumicarlo (per sapere come fare guardate il post
dedicato) oppure, come in questo caso, spennellate con dell’olio affumicato. Tagliate a fettine sottilissime e passate in
padella oppure alla griglia fino a diventare tanto croccanti quanto desiderate! Buonissimaaaaaaaaaaaa!!!
70. FIORI DI ZUCCA RIPIENI
http://golositavegane.blogspot.it/2012/08/fiori-di-zucca-ripieni.html
Ingredienti
- tofu al naturale
- cipolla di Tropea
- melissa secca
- salsa tamari
- aglio in polvere

- 2c di semi di lino
- farina di mais
Frullate il tofu, la cipolla, alcune foglie di melissa secca, allungando con della salsa tamari ed aggiungendo giusto un
pelo di aglio in polvere. Mettete questo composto dentro i fiori senza togliere il pistillo (personalmente non l’ho mai
trovato amaro e non vedo perché eliminare, e quindi sprecare, una parte di questo meraviglioso fiore).
A parte sciogliete di semi di lino tritati con dell’acqua calda ed usate questo blob come se fosse l’uovo per spennellare i
fiori, cospargeteli poi di farina di mais e metteteli in forno alla massima temperatura per una decina di minuti, quindi
accendete il grill fino a doratura.
Togliete dal forno, girate i fiori (scottano!!!), spennellateli con l’uovo di lino, cospargeteli di farina di mais e rimettete
dentro il forno con il grill finché non si dorano anche da questo lato.
71. INVOLTINI DI PELLE DI TOFU CON COZZE E VERDURE CROCCANTI
http://acquavivascorre.blogspot.it/2013/06/sfoglie-di-tofu-alloccidentale.html
ingredienti per 4 persone:
16 fogli di yuba da 18 x 24 cm. (circa 120 gr.)
16 cozze
1 zucchina
1 piccola cipolla
1 peperone un po' rosso e un po' verde
1 gambo di sedano
2 spicchi di aglio
4 cucchiai di olio extravergine
1 cucchiaino di bicarbonato
sale marino
pepe nero al mulinello
Pulire bene le cozze con una spazzola di ferro sotto l'acqua corrente, metterle in un tegame con un cucchiaio di olio, due
di acqua, uno spicchio di aglio leggermente pestato e un paio di foglie di sedano, coprire e farle aprire a fiamma media,
scuotendo il tegame, quindi lasciar intiepidire.
Tagliare zucchina, cipolla peperone e carota a bastoncini sottili e tritare grossolanamente una foglia di sedano.
Farli saltare tutte le verdure con un cucchiaio di olio a fuoco vivace per un paio di minuti, in modo che si insaporiscano
ma restino abbastanza croccanti, salando leggermente verso la fine, quindi lasciare intiepidire e sgusciare.
Portare ad ebollizione un litro di acqua in una pentola abbastanza larga da contenere i fogli di yuba, unire il bicarbonato
e immergere lo yuba, spegnendo subito e lasciando riposare fino a che è morbido e molto chiaro. A seconda della marca
possono volerci dai 5 ai 20 minuti.
Scolare e sciacquare sotto l'acqua corrente fino a che non se ne percepisce più l'odore, maneggiando molto
delicatamente per evitare di rompere i fogli; strizzarli leggermente ed impilarli su un canovaccio.
Stendere un foglio di yuba su un tagliere, pareggiarne se serve i bordi, disporvi al centro un mucchietto di verdure e
qualche cozza, pepare abbondantemente, chiudere sul ripieno i due lati ed avvolgere molto strettamente lo yuba in tutta
la sua lunghezza. Dopo un po' di prove ho capito che è meglio porre il ripieno vicino ad uno dei lati corti invece che al
centro del foglio.
Se si decide di preparare degli involtini piccoli si usa un foglio solo (come in questa foto) e lo si avvolge strettamente più
volte attorno a poco ripieno;
se si vogliono involtini più grossi (come i miei finali) conviene usare due fogli ed abbondare nella farcitura.
Scaldare due cucchiai di olio con l'altro spicchio di aglio sbucciato e leggermente pestato e dorarvi gli involtini su tutti i
lati e servire caldi o a temperatura ambiente.
Volendo gli involtini di yuba cozze e verdure si possono accompagnare con una
Maionese di soia piccante alle foglie di sedano
Frullare:
200 ml. di latte di soia (non zuccherato!)
1 cucchiaino di succo di limone
2 cucchiaini di aceto di riso
1 cucchiaio dell'acqua di apertura delle cozze, filtrata
1/4 di cucchiaino di senape in polvere
1 pizzico (a gusto) di peperoncino in polvere
1 pizzico di sale marino.
Aggiungere poi a filo molto lentamente circa 300 ml. di olio di mais, senza smettere di frullare, fino ad ottenere la
consistenza desiderata.
Tritare finissimamente una foglia di sedano ed unirla alla salsa; servire in ciotoline individuali, dove ogni commensale
intingerà i propri involtini.
72. WOK DI TOFU E ZUCCHINE AL CEDRO
http://latanadelriccio.wordpress.com/2013/06/24/wok-di-tofu-e-zucchine-al-cedro-per-salutiamoci/

Ingredienti:
un panetto di tofu
una zucchina
3 fette di cedro
un cucchiaino di olio evo
un cucchiaino di capperi sottolio
un cucchiaino di olive taggiasche
un cucchiaio di farina integrale (di riso per la versione gluten-free)
Scaldare il wok e spennellarlo di olio. Infarinare il tofu tagliato a cubetti e saltarlo nel wok finchè non risulta dorato;
conservarlo al caldo.
Nel frattempo tagliare a cubetti la zucchina e a spicchi sottilissimi il cedro e saltarli in padella con i capperi e le olive
senza farli cuocere troppo.
Aggiungere il tofu e rigirare per qualche minuto per far insaporire bene.
73. TOFU FRITTO ALLA PIZZAIOLA
http://ricettealverde.blogspot.it/2013/06/tofu-fritto-alla-pizzaiola.html
Ingredienti.
350 grammi di tofu (il mio è autoprodotto)
tre pomodori maturi
due spicchi di aglio
tre cipolline fresche
un peperoncino
pepe nero
prezzemolo
olio evo
sale marino integrale
Tagliate il tofu a fette. Avvolgetele, una alla volta, in uno strofinaccio bianco e asciugatele premendole tra le mani.
Friggetele nell'olio caldo per qualche minuto, fino ad una leggera doratura. Mettetele ad asciugare su una carta
assorbente. Tritate l'aglio e i bulbi delle cipolline. Mettete il trito d'aglio a soffriggere in una padella con un filo d'olio.
Dopo qualche istante aggiungete il trito di cipolla e il peperoncino spezzettato. Quando la cipolla sarà ben ammorbidita,
unite il pomodoro tagliato a cubetti. Versate mezzo bicchiere d'acqua e fate cuocere per una quindicina di minuti. A
questo punto unite il tofu fritto e le foglie verdi delle cipolline che avrete tagliate in strisce. Rimestate e fate cuocere per
altri cinque minuti. Prima di spegnere, aggiustate di sale e unite una generosa macinata di pepe nero. Guarnite con
prezzemolo fresco e servite.
74. TOFU STRAPAZZATO
http://satsuki511.blogspot.it/2013/06/strapazzando.html
INGREDIENTI:
1 cucchiaio di olio d'oliva extravergine
2 spicchi d'aglio, a fettine sottili
2 cipollotti (o 3 piccoli), inclusa la parte verde tenera, a fettine sottili
1 cucchiaino di curcuma equosolidale (o più, se necessario)
circa 250 g di tofu compatto al naturale
sale marino integrale q.b.
pepe macinato fresco q.b.
uvetta q.b.
semi di girasole q.b.
Fate appassire l'aglio e i cipollotti con l'olio, con 1/2 cucchiaino di curcuma.
Nel frattempo sbriciolate il tofu.
Appena i cipollotti e l'aglio saranno appassiti, aggiungete il tofu; mescolate brevemente e aggiungete la curcuma rimasta,
i semi di girasole e l'uvetta, tanto quanto basta (se dovesse essere necessario, aggiungete i 2 cucchiai d'acqua previsti
dalla ricetta originale, di cui io però non ho avuto bisogno, non avendo fatto scolare il tofu). Fate cuocere per qualche
minuto a fiamma medio-bassa per qualche minuto, almeno fino a quando l'uvetta si sarà ammorbidita.
Il tofu dovrà diventare giallo, assomigliando così a un uovo strapazzato :D!
Insaporite a piacere con sale e pepe macinato fresco.
Potete accompagnare il tofu strapazzato con della semplice insalata verde o con un'insalata estiva di fagiolini, cipolle e
patate cotti al vapore ^_^! Se non preparate le patate, il pane con la farina di tumminìa o di segale è grandioso ;)! E se
non avete la ricetta, ma avete la pazienza di aspettare qualche settimana, vi proporrò presto la mia ;)!
75. BACCELLI DI FAVE CON TOFU
http://www.goccedaria.it/item/baccelli-di-fave-con-tofu-e-un-po-di-toscana.html
ingredienti (per 2 persone):
1 panetto di tofu

baccelli di fave (vuoti) a piacere (io ne avrò messe 3-4 belle manciate)
1-2 cucchiai di aceto di mele
sale fino integrale qb
origano e timo freschi a piacere
olio evo qb
acqua qb
1 spicchio d'aglio
2-3 ciiuffetti di basilico fresco
Preparazione:
In una padella far rosolare l'aglio tritato in poco olio e acqua. Lavare i baccelli e tagliarli a pezzetti di 4-5 cm. Versarli
nella padella, coprire e lasciare ammorbidire. Nel frattempo spezzettare il tofu e sbricciolarlo con una forchetta. Versarlo
nella padella, aggiungendo se serve poca acqua. Mescolare con i baccelli e lasciare insaporire bene. Quando l'acqua si
è assorbita sfumare con l'aceto, salare a piacere e aggiungere le spezie fresche. Spegnere, coprire e lasciare insaporire
per qualche minuto. Servire.
76. MELANZANE FARCITE DI TOFU
http://sonciochemangio.blogspot.it/2013/06/melanzane-farcite-con-tofu-per.html
1 grossa melanzana (io 9-10 di quelle lunghe e sottili)
150 g di tofu alle erbe (io 250 di tofu al naturale)
1 spicchio d'aglio (io 2, uno per il tofu e uno per la ricetta vera e propria)
1 cucchiaino di cumino (io 1 cucchiaio di origano secco)
2 cucchiai di mandorle sfilettate (io no...)
rosmarino secco (io fresco)
sale e pepe q.b. (io NO)
(io 2 cucchiai di olio evo)
(io 2 cucchiaini di tamari)
Poichè avevo solo un vasetto di tofu al naturale, mentre invece la ricetta lo prevedeva alle erbe, la sera precedente la
preparazione della ricetta, ho estratto dal vasetto il tofu (senza buttare l'acqua della salamoia!!!) l'ho tagliato a cubettini
l'ho rimesso nel suo vaso e condito con un cucchiaio colmo di origano secco, uno spicchio d'aglio schiacciato e un
cucchiaino di tamari.
Chiuso bene e agitato quindi messo in frigorifero ad insaporire fino alla sera successiva....
Andiamo avanti... :)
Preriscaldare il forno a 180°.
Sbucciare l'aglio e tagliarlo a lamelle sottili.
Lavare, asciugare bene le melanzane, tagliarle a metà, cospargerne una metà di rosmarino e un paio di lamelle di aglio,
chiudere con l'altra metà e avvolgere ciascuna melanzana ben stretta in foglio d'alluminio.
Mettere sulla placca del forno e lasciar cuocere così per 40-45 minuti.
Estrarre i pacchetti di melanzane dal forno, far freddare a temperatura ambiente, quindi aprire e con un cucchiaio
estrarre delicatamente la polpa cotta facendo attenzione a non bucare la buccia sottostante della melanzana (lasciare
attaccata a questa un centimetro circa di polpa).
Prendere il tofu alle erbe tagliato a cubettini (o nel mio caso, scolare quello insaporito home-made ^^ ), e farlo saltare
brevemente in padella. Se avete le mandorle a filetti, nella stessa padella fatevi prima tostare queste quindi passate al
tofu.
Unire a questo punto il tofu alla polpa di melanzane (condita con l'altro cucchiaino di tamari), riempite le barchette di
melanzana, cospargete (se le avete) con le lamelle di mandorle tostate e servire calde o anche fredde.
Per quanto mi riguarda, mancandomi le mandorle, non avevo modo di dare il "lato croccante" alla ricetta, così ho
distribuito le melanzane sulla placca del forno (con forno già caldo a 200°) le ho cosparse di pangrattato, irrorato con un
filo d'olio (circa due cucchiai per tutta la placca) e fatto dorare mettendo la placca vicino alla resistenza, per 10 minuti
(tenendo d'occhio, deve solo dorarsi).
77. TOFU GRATINATO AL SAPORE DI MARE
http://girovegandoincucina.blogspot.it/2013/06/tofu-gratinato-al-sapore-di-mare.html
Ingredienti per 2 persone:
380 gr tofu al naturale
2 spicchi d'aglio
2 pomodori ramati di medio-piccole dimensioni
1 carota media

1 costa sedano
1 cucchiaio succo di limone
1 cucchiaio salsa di soia (shoyu)
1 cucchiaio di capperi sotto sale
6 fogli di alga nori, già tostate
un bicchiere di vino bianco fermo
15 gr prezzemolo
sale, pepe, olio evo
pangrattato integrale q.b.
Per la gratinatura:
50 gr mandorle né tostate, né salate
4 cucchiai pangrattato integrale
prezzemolo
due ciuffi di aneto
Procedimento:
Tagliamo il tofu a cubetti e mettiamolo a marinare in una ciotola con il succo di limone, la salsa di soia e il prezzemolo
tritato; mescoliamo e riserviamo. Mettiamo i capperi in un bicchiere di acqua.
In una padella facciamo soffriggere in 2-3 cucchiai di olio gli spicchi d'aglio tritati, quando sono dorati aggiungiamo la
carota e il sedano tagliati a cubetti e i pomodori tagliati finemente e privati dei semi. Saliamo e facciamo andare a fuoco
medio per 10 minuti, mescolando di tanto in tanto e, quando i liquidi delle verdure si sono asciugati, sfumiamo col vino
bianco.
Aggiungiamo i capperi scolati e tritati finemente e 4 alghe nori sbriciolate grossolanamente con le mani.
Facciamo andare per qualche minuto a fuoco vivace e spegniamo.
Una volta che le verdure sono fredde, mettiamole in un robot con il tofu scolato dalla sua marinatura. Frulliamo prima a
velocità ridotta, poi sempre più veloce fino ad ottenere un composto omogeneo. Se il composto risulta troppo umido e
non lavorabile, aggiungiamo 1-2 cucchiai di pangrattato.
Con un coppapasta da 8 cm di diametro ricaviamo 4 dischi di alga nori dai 2 fogli rimasti. Aiutandoci sempre col
coppapasta, mettiamone un disco come base, riempiamo col composto di tofu e completiamo con un altro pezzo di alga.
Facciamo così anche per l'altra porzione.
Versiamo un po' d'olio sui medaglioni di tofu e cospargiamo ognuno con la gratinatura.
Inforniamo a 220° per 15 minuti. Serviamo con uno spicchio di limone.
Procedimento per la gratinatura:
In un robot frulliamo le mandorle con un pizzico di sale, aggiungiamo il pangrattato, prezzemolo e aneto tritati.
78. BASTONCINI DI TOFU AL PROFUMO DI MARE
http://latanadelriccio.wordpress.com/2013/06/28/bastoncini-di-tofu-al-profumo-di-mare-per-salutiamoci/
Ingredienti:
un panetto di tofu
un foglio di alga nori
mezzo bicchiere scarso di farina di ceci
acqua q.b.
un pizzico di bicarbonato
un pizzico di sale integrale
un cucchiaio di farina
farina di mais per impanare
un cucchiaino di gomasio alle alghe
olio evo q.b.
per la marinatura:
il succo di un limone
un pizzico di sale integrale
un cucchiaio di olio
Tagliare il tofu a bastoncini. Emulsionare tra loro gli ingredienti per la marinatura e versarli sopra il tofu. Riporre in frigo a
riposare per almeno mezz’ora.
Tagliare il foglio di alga nori in 4 e con ogni pezzo rivestire un bastoncino di tofu scolato dalla marinatura ma ancora
umido come se fosse un pacchettino. Riporre a riposare ancora in frigo per mezz’ora in modo che si insaporisca e
prenda il profumo di mare.
Nel frattempo preparare una pastella non troppo liquida con la farina di ceci, l’acqua, il sale ed il bicarbonato.
Riprendere i bastoncini, passarli nella farina mescolata al gomasio alle alghe, poi nella pastella di farina di ceci ed infine
nella farina di mais.

Cuocere i bastoncini in forno unti di olio o in padella. Servire caldi con succo di limone a piacere.
79. FARFRITTATA-AI-POMODORI-DI-BELMONTE
http://ricettealverde.blogspot.it/2013/06/farfrittata-ai-pomodori-di-belmonte.html
Ingredienti:
250 grammi di farina di ceci
500 grammi circa di acqua
un pizzico di bicarbonato
150 grammi di tofu sbriciolato
due cucchiai di pesto
una decina di fette di pomodoro (possibilmente di diversi colori)
un paio di pomodori secchi reidratati
tre quattro fette sottili di cipolla rossa di Tropea
due cucchiai di frutta secca tritata (noci, mandorle, pistacchi, ecc.)
una manciata di foglie di basilico rosso e verde
pepe nero
olio evo
sale marino integrale
Preparate anzitutto la pastella. Con una frusta mescolate la farina di ceci con l'acqua fino ad ottenere una pastella fluida
e liscia, senza grumi. Unite il bicarbonato, il sale e il pepe. Mettetela a riposare per qualche ora, meglio ancora per una
notte intera in frigorifero.
Trascorso il tempo, in una terrina mescolate il tofu sbriciolato con il pesto di basilico, che potrete ottenere facilmente
unendo nel mixer basilico fresco, frutta secca, aglio, olio e un pizzico di sale. Versate il tofu condito nella pastella, unite
i due cucchiai di frutta secca mista tritata, mescolate per bene e versate il tutto in una padella dove avrete fatto
riscaldare un paio di cucchiai di olio evo. Cuocete per qualche minuto fino a quando la parte inferiore del composto non
sarà ben rappresa. Disponete sulla superficie le fette di pomodoro fresco, i pomodori secchi, le fette di cipolla e le foglie
di basilico. Trasferite la padella in forno preriscaldato e fate cuocere per una ventina di minuti, fino a doratura,
spennellando, se volete, le fette di pomodoro con dell'olio. Con l'aiuto di un mestolo fatela scivolare su un piatto di
portata ...oppure su una foglia di bardana, come ho fatto io ;)
80. POLPETTE DI TOFU E MELANZANE CON SALSA FREDDA DI CANNELLINI
http://blog.giallozafferano.it/incucinaconilnaturopata/polpette-di-tofu-e-melanzane-con-salsa-fredda-di-canellini/
Per le polpette di tofu
Tofu, 360 gr
Melanzane, 2 piccole
Aglio, 2 spicchi
Farina di ceci, 8 cucchiai
Limone, 1
Erbe aromatiche inclusa menta, 1 mazzetto
Tahina, 3 cucchiai scarsi
Gomasio o semi di sesamo, 1 cucchiaio
Pangrattato, 4 cucchiai (facoltativo)
Olio extra vergine di oliva
Sale marino integrale
Per la salsa
Cannellini cotti, 250 gr
Cipollotto, 1
Panna di soia, 2 cucchiai
Origano essiccato, una manciata
Aceto balsamico, qualche goccia
Olio extra vergine di oliva
Sale marino integrale
Preparazione
Lavate le melanzane e mettetele intere nel forno a 180° per 30 minuti.
Pulite le erbe aromatiche con un panno e tritatele. Sbriciolate il tofu in un piatto ed irroratelo con il succo di limone,
aggiungete le erbe aromatiche e il gomasio oppure i semi di sesamo e il sale. Lasciate marinare per il tempo di cottura
delle melanzane.
Nel frattempo preparate la salsa di cannellini come segue. Scolate i cannellini, e frullateli con il cipollotto fino a ricavarne
una mousse. Aggiungete la panna di soia per ammorbidire, quindi aggiustate di sale e unite un po’ d’olio e qualche
goccia di aceto balsamico. Azionate nuovamente il frullatore e completate con l’origano. Mettete la salsa in frigorifero fino
al momento di servirla.
Togliete le melanzane dal forno, incidetele e prelevatene la polpa (attenzione perchè è caldissima!). Frullate la polpa di
melanzana, che avrete fatto leggermente intiepidire,con lo spicchio d’aglio e la tahina, quindi unitela al tofu che avrete
leggermente scolato dalla marinata. Amalgamate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido ed omogeneo,

quindi, aggiungete la farina di ceci tenendone da parte un po’ per l’infarinatura finale. Unite anche il pangrattato. Se non
gradite il pangrattato o seguite una dieta senza glutine, omettetelo ed aumentate un po’ le dosi della farina di ceci.
Nel wok o in una padella dai bordi alti, riscaldate l’olio. Passate le polpette nella restate farina e friggetele in olio molto
caldo (che non deve però mai raggiungere il punto di fumo).
Servite le polpette calde con la salsa fredda.
Dessert:
81. PESCHE AL FORNO CON TOFU
http://briggishome.wordpress.com/2013/06/01/salutiamoci-di-maggio-il-tofuit/
Pesche sode
tofu
erbe aromatiche fresche
olio di oliva extravergine
succo di mela concentrato
pan grattato con tofu grattugiato e erbette*
Tagliare le pesche a metà e togliere il nocciolo.
Metterle in una pirofila coperta di cartaforno.
Emulsionare olio, un cucchiaino di succo di mela e le erbe aromatiche tritate.
Versare il tutto sulle pesche.
oppure se come me vi piacciono le erbette intere, mettete le erbe su ogni pesca e poi versate sopra olio e un filo di
succo di mela.
Infornare per ca 20min a 180°(devono essere quasi cotte ma ancora sode), togliere e mettere qualche cubetto di tofu su
ogni mezza pesca.
E un po’ di pangrattato aromatizzato
Rimettere dentro al forno e finire la cottura per altri 5-7min.
Servire tiepidi.
82. MOUSSE AL CIOCCOLATO SENZA
http://satsuki511.blogspot.it/2013/01/cioccolatando.html
400 g di tofu vellutato (275 g)
200 g di cioccolato per dolci di ottima qualità, al 70% di cacao (200 g di cioccolato fondente, un miscuglio tra 50% e
70%, ovviamente buono)
un po' di latte di soia (latte di riso)
olio essenziale d'arancia o scorza grattugiata di arancia non trattata (scorza grattugiata di arancia non trattata)
In un pentolino, fate fondere il cioccolato con un po' di latte di riso. Appena si è sciolto, levate il pentolino dal fuoco e
aggiungete il tofu vellutato e la scorza d'arancia grattugiata.
Se come me non avete il minipimer e non volete sporcare il mixer, mescolate la crema con la frusta, fino ad ottenere una
consistenza abbastanza omogenea.
Se invece volete ottenere un risultato visivamente perfetto (come questo), utilizzate il minipimer o il mixer o la frusta della
planetaria. Se non doveste avere né l'uno né l'altro né l'altro ancora, le fruste elettriche sono perfette ;)!
Versate nei vasetti di vetro trasparente; appena la mousse sarà a temperatura ambiente, conservate in frigo.
Non vi preoccupate se la mousse dovesse risultare liquida, è normale; il riposo in frigo la farà addensare, proprio come
consiglia Clea.
Sarebbe meglio preparare questo dessert il giorno primo per la sera del giorno successivo. Infatti, più riposa in frigo, più
sarà buona.
83. BAVARESE DI FRAGOLE
http://www.paciocchidifrancy.com/2013/06/bavarese-di-fragole-e-tofu-per.html#more
Ingredienti per due porzioni piccole o una grande
100 gr di fragole
50 gr di tofu setoso
50 ml di latte di soia o di riso
1/2 cucchiaino di agar agar in polvere
1 cucchiaino di malto d'orzo bio
Preparazione
Lavate e tagliate le fragole a pezzetti. In un pentolino mettete l'agar agar e diluitelo con un po' del latte di soia. Fate
scaldare su fuoco bassissimo e fate sobbollire per qualche istante. Spegnete. Mettete in un frullatore le fragole, il tofu, il
malto e l'agar agar sciolto. Frullate fino ad ottenere un composto setoso. Versate il composto in due coppettine piccole
( o in una più grande) e mettete in frigo per qualche ora. Al momento di servire, sformatelo su un piattino e guarnitelo
come vi piace.
84. TIRAMISU DI CACHI
http://cobrizoperla.blogspot.it/2009/11/tiramisu-di-cachi.html

(per 8 persone)
Sbuccio 4 cachi piccolini e li cuocio un paio di minuti sul fuoco dolce (questo per riscaldare un po' energicamente la frutta
che altrimenti cruda sarebbe troppo ying, ma su questo non vi tedio oltre... (eventualmente guardate qui) con i semini
prelevati da un bacello di vaniglia.
Una volta raffreddati li frullo con 275 gr di silk tofu (quello cremoso, che si chiama kinugoshi), 4 cucchiai di malto di riso e
un po' di buccia d'arancia. (l'ho provato anche con gocce di cioccolato fondente al posto dell'arancia)
Preparo una tazza di caffè d'orzo (fatto con latte di riso o acqua, caffè solubile d'orzo e un cucchiaio di malto) e lascio
raffreddare. Quindi vi intingo 12 savoiardi (i miei senza zucchero o fette biscottate), ciascuno tagliato a metà.
In ogni tazzina pongo 3 mezzi savoiardi e copro con la crema.
Lascio riposare in frigo tutto il pomeriggio.
Spolvero con cacao.
85. TORTA DI NOCI
http://www.vivirvegan.it/2013/06/torta-di-noci-por-el-dia-del-padre.html
Ingredienti: 300 g di farina integrale, 1 bustina di cremor tartaro, 5 C di olio di mais, 3 C di malto di orzo, 200 ml latte di
riso, 200 g di tofu, 1 barretta di cioccolato, cannella, sale iodato.
Per la farcitura: 1 barretta di cioccolato, noci intere, marmellata di arance
Preparazione: In una terrina uniamo la farina con il cremor tartaro, due cucchiaini di cannella ed un pizzico di sale.
Sciogliamo da parte il malto nel latte di riso ed infine gli uniamo il tofu ridotto in piccole parti. Con un mixer ad
immersione, a velocità ridotta, frulliamo il tutto, quindi piano piano lo versiamo nella farina iniziando così l'impasto.
Ottenuta una pasta piuttosto appiccicosa, oliata ed infarinata una tortiera, gli versiamo dentro il contenuto in modo
uniforme ed inforniamo per circa 40 minuti a 180°. Quindi cotta, la lasciamo raffreddare alcuni minuti, e la completiamo
con marmellata di arance, noci e cioccolata come riportato in foto . Buona fiesta!
86. VEG CREMINO
http://ledeliziedifeli.wordpress.com/2013/04/26/il-veg-cremino-2/
Ingredienti
125 gr di tofu al naturale Bioappeti
½ litro di latte di riso
2 cucchiai di malto di riso
2 cucchiaini di agar agar
i ritagli delle farifrittate
3 gocce di olio essenziale di arancio dolce *
cannella in polvere
Procedimento:
Scaldare il tofu a pezzetti con il latte di riso, frullare, aggiungere i ritagli di farifrittata, il malto di riso e l’agar agar, frullare
nuovamente.
Rimettere sul fuoco e far bollire per 10-15 min., il composto si deve addensare.
Non ho aggiunto farina alla crema, ho sfruttato i ritagli di farifrittata frullati, insieme all’agar agar riescono ad addensare il
composto.
Far raffreddare in un contenitore di plastica, successivamente far riposare in frigorifero per qualche ora.
Riprendere la crema, frullarla con il frullino ad immersione, se dovesse essere troppo consistente si può ammorbidire
aggiungendo pochissima acqua.
Se lo si desidera si può aromatizzare con l’olio essenziale.
Comporre il dolce, esattamente come per il Tofu in forma: posizionare una farifrittata sul fondo del coppapasta, ricoprire
con uno strato di crema e terminare con la seconda farifrittata.
Sfilare il coppapasta e conservare il veg-cremino in frigorifero sino al momento di consumarlo.
Prima di servire spolverizzare la superficie con la cannella in polvere.
Delizioso….. il sapore, moderatamente dolce con l’aroma spiccato di grano saraceno, la crema è morbida e cremosa,
appagante.
Ho preferito tagliare a metà i quadrati ottenendo quattro veg-cremini, la quantità di crema è abbondante, ne è avanzata
un pochino, ma è stata gustata al naturale.
87. CHEESECAKE DI TOFU & LIMONE COTTO AL FORNO CON GELEE' DI MORE
http://sognigolosi.blogspot.it/2013/06/a-giugno-salutiamoci-tifa-per-il-tofu.html
Per la base:
180 gr. di muesli naturale
30 gr. di olio di girasole bio
30 gr. di farina integrale
90 gr. di malto di riso
1/4 c di fiocchi di sale di Cipro
la buccia di un limone grattugiato
Riscaldare il forno a 170° C e foderare il fondo di uno stampo d. 20 cm. ungendone i bordi con poco olio.
Versare gli ingredienti in una ciotola e mescolare per amalgamarli in modo omogeneo.

Distribuire il composto sul fondo dello stampo preparato e premere con una spatola o con le dita leggermente bagnate
per compattarlo con cura.
Infornare per 9 minuti; nel frattempo preparare la farcitura.
Per la farcia:
120 gr. di tofu vellutato (kinugoshi)
130 gr. di yogurt di soia
3 C di succo di limone
130 gr. di malto di riso
2 c di estratto di vaniglia bio (o 1/2 c in polvere)
1/4 c di sale fino
la buccia di 1 limone grattugiata
1,5 C di amido di mais
1/2 c di agar agar in polvere
Mettere gli ingredienti in un vaso e frullare col frullatore a immersione per amalgamare il composto che dovrà risultare
vellutato e spumoso.
Versare l'impasto nello stampo con il fondo di muesli semicotto, livellarlo velocemente e infornare per 30 minuti, finché la
superficie sarà leggermente dorata.
Sfornare e lasciare intiepidire prima di togliere dallo stampo per raffreddare completamente.
Per la gelatina di more
100 gr. di more fresche
1/2 c di agar agar in polvere
un pizz. di sale
1/4 T di malto di riso
Versare le more in un pentolino con il malto e l'agar, portare a bollore, abbassare e mescolare con un cucchaio di legno
lasciando sobbollire per 3 minuti.
Spegnere, lasciare intiepidire a temperatura ambiente, versare sulla superficie del cheesecake e mettere a raffreddare in
frigorifero.
88. TOFUNITO
http://comunicafreestyle.blogspot.it/2013/06/tofunito-per-un-pomeriggio-di-inizio.html
275 gr di tofu vellutato
200 gr di tofu al naturale
1 C di tahin
1 C di agar agar
2 C di amido di mais
4-5 C di malto di riso*
3 C di succo di mela
1 pizzico di sale
1 limone, succo e scorza
vaniglia in polvere
Per la composta:
2 pesche
1 manciata di mirtilli
1/4 di T di succo di mela
granella di nocciole
* prodotto non garantito per i celiaci, si può sostituire con succo concentrato di mela
C: cucchiaio T: tazza da te
Per il cremino frullare bene tutti gli ingredienti. Mettere il composto sul fuoco e girare con costanza per evitare che l'agar
agar si depositi sul fondo o l'amido faccia spiacevoli grumi. Lasciare sobbollire per 15-20 minuti e aggiungere la scorza di
limone. Dopo un paio di minuti spegnere il fuoco e trasferire il composto in formine da budino. Lasciare raffreddare e
mettere in frigorifero per almeno due ore.
Nel frattempo procedere alla preparazione della composta di frutta sbucciando le pesce e tagliandole a piccoli pezzi.
Metterle in un pentolino d'acciaio e aggiungere succo di mela e mirtilli. Far prendere bollore e abbassare la fiamma.
Cuocere per 20 minuti o comunque fino a quando quasi tutto il liquido sia evaporato. Spegnere al fiamma e frullare con
un mixer a immersione.
Tirare fuori i cremini dal frigorifero, e posizionarli su un piatto accompagnati dalla composta di pesce e mirtilli con
granella di nocciole
Il composto frullato si può mettere anche in pirottini da forno e cuocere per 35 minuti a 180°C poi servire come una
panna cotta accompagnata da una mousse di fragole o da marmellata ai frutti di bosco senza zucchero.


Documenti correlati


Documento PDF salutiamoci giugno tofu
Documento PDF menu asporto stella doriente
Documento PDF cosa mangiano i vegani
Documento PDF calendario squadre pdf 1
Documento PDF calendario squadre pdf 2
Documento PDF calendario squadre pdf 3


Parole chiave correlate