File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



S.marecross .pdf



Nome del file originale: S.marecross.pdf
Titolo: XL+Magazine_09_Def
Autore: Andrea Ciceri

Questo documento in formato PDF 1.3 è stato generato da Anteprima / Mac OS X 10.8.4 Quartz PDFContext, ed è stato inviato su file-pdf.it il 23/07/2013 alle 20:04, dall'indirizzo IP 87.9.x.x. La pagina di download del file è stata vista 1473 volte.
Dimensione del file: 2.8 MB (16 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


INT. D’ITALIA SUPERMARECROSS // ROUND #03 // LIDO DI FERMO

232

Tutti
al mare
Continua la serie degli Internazionali su
sabbia, arrivata al terzo turno.
Testo Paola Calonghi Foto: Paolo Preni / Alessio Fiè (www.actionphotogallery.com)

233

INT. D’ITALIA SUPERMARECROSS // ROUND #03 // LIDO DI FERMO

U

na gara di Supermarecross ha un sapore
speciale, un po’ per
l’ambientazione particolare, per i colori sospesi fra
mare e cielo, ma soprattutto perché vedere delle
moto sfidarsi sulla sabbia
è sempre un’emozione
incredibile. Questa volta
l’appuntamento era sulla
spiaggia di Lido di Fermo, per la terza tappa dei
Campionati Internazionali
d’Italia e ci sono stati tutti
gli ingredienti che rendono
una gara un vero successo, un sole caldo, preludio
di un’estate ancora lontana, un pubblico numero-

234

sissimo e molto coinvolto e
soprattutto tanti piloti tutti
di ottimo livello. I ragazzini del minicross sono
assolutamente scatenati
e danno vita a due gare di
un’intensità straordinaria,
ad animarle è soprattutto il
duello, che si ripete ormai
da tempo, fra i due piccolini del sud, Emilio Scuteri e
Matteo Del Coco. Il pugliese parte in testa in Gara
uno, ma non riesce a contenere la rimonta di Emilio
Scuteri, che prende il comando e domina sino alla
bandiera a scacchi. Matteo
Del Coco viene superato
anche da Paolo Lugana,

autore di una manche
davvero perfetta, e termina
in terza posizione. Gara
due sembra essere ancora
saldamente nelle mani del
Calabrese Scuteri. Quando si corre sulla sabbia,
però, bisogna fare i conti
con buche profonde, canali insidiosi ed inevitabili
cadute. Basta una disattenzione per far cadere
Emilio Scuteri e per consegnare la vittoria nelle
mani di Mattia Del Coco,
alle sue spalle si piazza il
solito, impeccabile, Paolo
Lugana. Andrea Zanotti,
che aveva dominato il secondo round di Francavilla

a Mare è costretto al ritiro
da un guasto meccanico.
Anche la gara dei 125 è
entusiasmante, caratterizzata da continui sorpassi
e duelli serratissimi. Qui a
Fermo rivediamo la velocità, la determinazione
e la pulizia di guida che
tanto ci erano piaciute in
Kade Walker durante gli
internazionali d’Italia a
febbraio. Il pilota di Bertino
Castellari, sulla spiaggia
marchigiana sembra lo
stesso visto a Riola, parte
da dietro e sorpassa con
decisione, prima Joakin
Furbetta e poi un velocissimo Alessandro Lentini.
235

INT. D’ITALIA SUPERMARECROSS // ROUND #03 // LIDO DI FERMO

236

237

INT. D’ITALIA SUPERMARECROSS // ROUND #03 // LIDO DI FERMO

Non ci aspettavamo di
trovare il pilota Romano
già così in competitivo
dopo la rovinosa caduta
di poche settimane fa in
una gara di regionale, e la
sua reattività è stata una
piacevole sorpresa. Alle
spalle del terzetto di testa
si piazzail solito, imprevedibile, Giuseppe Tropepe.
Il ragazzin, parte malissimo, come sempre, ma
inanella una serie di giri
spaventosamente veloci e
riesce a terminare in quarta posizione. La seconda
manche inizia con un contatto alla prima curva che
provoca cadute a catena.
Il più rapido a liberarsi da
238

questa prigione di moto
è Kade Walker che, da
questo momento, condurrà
una gara solitaria in testa
sino al traguardo. Dietro di
lui Giuseppe Tropepe ed
un ottimo Thomas Marini.
Le emozioni aumentano
con la cilindrata e la prima
frazione della MX2 è davvero avvincente. Giovanni
Bertuccelli è autore di una
partenza lampo, ma, dietro
di lui Zeni, Mancuso e
Recchia sembrano indiavolati. Zeni, in particolare,
è velocissimo, agguanta il
comando della gara e crea
una voragine fra se’ e gli
avversari. L’enorme vantaggio però non mette al

239

INT. D’ITALIA SUPERMARECROSS // ROUND #03 // LIDO DI FERMO

riparo il pilota trentino da
una rovinosa caduta, viene
superato da Mancuso che,
nel frattempo, nonostante
la pista in pessime condizioni ha collezionato una
serie di giri velocissimi. In
realtà tutto questo sarà
inutile perché sia Zeni che
Mancuso verranno puniti
per non aver rispettato le
bandiere gialle e retrocessi di cinque posizioni.
Vince quindi Bertuccelli,
seguito da Moroni e Recchia. Ancora più concitata
la seconda Manche, con
continui cambi al vertice e
cadute ripetute, l’holeshot
è di Mancuso che viene
ben presto superato da
240

Luca Moroni ed incappa
in una caduta che regala la seconda posizione
a Samuel Zeni. E’ solo
un attimo, la situazione si
capovolge nuovamente
quando Giovanni Bertuccelli e Nicola Recchia
iniziano a forzare i tempi
sul giro e si portano ai
primi due posti. Alle loro
spalle terminano Antonio
Mancuso e Luca Moroni.
Meno confusa invece è la
prima manche di MX1, qui
un grande Marco Maddii
parte in testa e vince senza problemi, seminando
anche il suo compagno di
squadra il neozelandese
Doeksen, che termina in

241

INT. D’ITALIA SUPERMARECROSS // ROUND #03 // LIDO DI FERMO

242

243

INT. D’ITALIA SUPERMARECROSS // ROUND #03 // LIDO DI FERMO

seconda posizione, terzo
Danilo Amodeo, alle loro
spalle chiudono nell’ordine Luca Milani e Giuseppe Marafioti. La musica
è la stessa anche nella
seconda manche, Marco
Maddii domina dal primo
all’ultimo giro, a rendere
un po’ meno noiosa la
gara ci pensano Danilo
Amodeo, Matteo Mario
e Joel Doeksen che si
danno battagli per i posti
d’onore. La bandiera a
scacchi vede il neozelandese terminare secondo davanti ad Amodeo.
Insomma, anche a Fermo
244

come a Bibione prima e
a Francavilla poi, il dominio di Marco Maddii nella
450 è quasi imbarazzante. La gara più attesa è
come sempre la finale
“Supercampione”, in cui
si sfidano i migliori delle
tre categorie maggiori,
ed anche a Fermo questa formula spettacolare
non delude gli spettatori.
Giovanni Bertuccelli rimane bloccato al cancello
e da vita a una rimonta
disperata e spettacolare,
il messinese, in pochi
giri ha già raggiunto gli
avversari, affianca Man-

cuso, ma nel tentativo di
passarlo in curva cade,
si rialza e riprende il suo
inseguimento infinito. I
piloti della Mx1 sembrano
avere preso il largo, ma il
ritmo di Mancuso, Zeni,
Bertuccelli e degli altri
250 è impressionante.
Antonio Mancuso, in particolare, spinge al massimo
e vince la gara più importante della giornata. Alle
sue spalle è un susseguirsi di sorpassi e colpi di
scena, secondo termina
Samuel Zeni seguito da
Marco Maddii, il miglior
pilota 125 è Alessandro

Lentini. Il pilota della scuderia Milani termina sesto
assoluto davanti a Giuseppe Tropepe. Insomma,
mare, sole, piloti agguerriti e soprattutto tanti colpi
di scena, ecco la ricetta
giusta per entusiasmare il pubblico, ed ecco il
segreto del successo del
Supermarecross. Ora le
spiagge si riempiranno
di ombrelloni e turisti e il
“circo” delle moto andrà in
letargo sino al 20 ottobre,
quando, come per magia,
il rombo dei motori tornerà a tuonare sulla spiaggia di Viareggio.
245

INT. D’ITALIA SUPERMARECROSS // ROUND #03 // LIDO DI FERMO

246

247


Documenti correlati


Documento PDF s marecross
Documento PDF opuscolo sulla relazione nel lavoro di cura a cura del distretto socio sanitario cz lido
Documento PDF il sergente nella neve
Documento PDF congestion charge
Documento PDF il caso aldrovandi federica conenna
Documento PDF non sparate sullautista


Parole chiave correlate