File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Il significato dei Colori .pdf



Nome del file originale: Il significato dei Colori.pdf
Autore: monica

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato generato da Microsoft® Office Word 2007, ed è stato inviato su file-pdf.it il 26/08/2013 alle 20:37, dall'indirizzo IP 79.3.x.x. La pagina di download del file è stata vista 2793 volte.
Dimensione del file: 720 KB (12 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Il significato degli Otto Colori
Quanti sono i colori? Tanti tantissimi, e tutti meravigliosi. Ognuno di loro ha un fascino misterioso un
significato psicologico e fisiologico. Questo significato è universale. E' lo stesso in tutto il mondo, per
i bambini come per gli adulti, per gli uomini e per le donne, che siano della nostra, o di un'altra
cultura. Ciascuno di noi predilige un particolare colore. Sempre il medesimo, in qualsiasi momento?
Saremmo portati a pensarlo. Ma, in effetti, non è così. Il colore rispecchia un nostro determinato
stato d'animo, una particolare situazione che stiamo affrontando, esprime quel che noi stessi siamo
o vorremmo essere.

TEST DEI COLORI
OSSERVA LO SCHEMA SOTTOSTANTE E SCEGLIE D’IMPULSO E SENZA NESSUNA ASSOCIAZIONE IL COLORE
CHE PIU’ TI ATTRAE. LEGGI IL SUO SIGNIFICATO. POI SCEGLI UN ALTRO TRA I RESTANTI E FAI LO STESSO
PROCEDIMENTO.

GRIGIO
Il grigio del test non è né chiaro né scuro. E
completamente privo di ogni stimolo e di ogni tendenza
psicologica. É neutro. Né soggetto, né oggetto. Né
introversione né estroversione. Né tensione, né
rilassamento. Il grigio non é un territorio occupato, ma
una frontiera. Una terra di nessuno, una zona
smilitarizzata, un muro dì Berlino. Un confine tra zone
diverse, l'approccio al quale differisce a seconda della
direzione da cui si proviene. Chi sceglie il grigio in prima
posizione vuole separare tutto con un muro, rifiuta di
impegnarsi per proteggersi da ogni stimolo e da qualsiasi
influenza esterna, Non desidera lasciarsi coinvolgere, e
rinuncia a qualsiasi partecipazione spontanea, facendo ciò che deve in modo meccanico ed artificiale.
Anche quando dà l'impressione di partecipare pienamente, in effetti partecipa solo da lontano: si
mette da un lato e si osserva senza lasciarsi coinvolgere da scelte o rifiuti drastici. Il grigio svolge
dunque un ruolo giustificativo per il soggetto.

BLUE
Il blu scuro rappresenta la calma totale semplice fatto di
guardare questo colore produce un effetto pacifico sul
sistema nervoso. La tensione diminuisce, il polso e la
respirazione si regolarizzano mentre i meccanismi di difesa
lavorano per ricaricare l'organismo. Il corpo si rilassa,
recupera. Sul piano psicologico, il blu scuro sviluppa
ulteriormente la sensibilità. Esso è la rappresentazione
cromatica di un bisogno biologico fondamentale: sul piano
psicologico, pace e soddisfazione, su quello fisiologico,
tranquillità. Il blu rappresenta i legami di cui ci si circonda,
per sentirci stabili, sicuri, liberi da ogni tensione, in una
situazione equilibrata ed armoniosa. Rappresenta l'unione,
un sentimento di appartenenza e perciò la fedeltà: ma poiché si tratta di chi ci è caro, e siamo in
questo particolarmente vulnerabili, rappresenta anche la sensibilità, la profondità del sentimento. In
quanto sensibilità ed appartenenza, rappresenta infine una condizione che favorisce l'energia,
l'esperienza del bello, la meditazione. Schefling utilizza il simbolismo del blu nella sua Filosofia
dell'Arte. «il silenzio è la condizione propria della bellezza, come la calma di un mare tranquillo». Il
blu corrisponde in modo simbolico alle acque calme e ad un temperamento quieto, alla femminilità.
la sua percezione sensoriale è la dolcezza, il suo contenuto affettivo la tenerezza.

VERDE
Sul piano fisiologico il verde rappresenta la “tensione
elastica”. Sul piano psicologico, la volontà nell'azione, la
perseveranza, la tenacità. Il verde esprime dunque la
fermezza, la resistenza ai cambiamenti, la costanza nei
punti di vista, ed attribuisce un grande valore all' Io in
tutte le forme di possesso e di autoaffermazione; il
possesso accresce la stima e la sicurezza di sé. Il verde
corrisponde simbolicamente alle sequoie maestose, quindi
ad un temperamento austero ed autoritario, alla corda
tesa dell'arco. La sua percezione sensoriale è l'amarezza, il
suo contenuto affettivo la fierezza. Il verde in quanto

tensione" agisce come una barriera dietro la quale l'eccitazione creata da stimoli esterni si accumula
senza venire liberata aumentando il sentimento di fierezza, di superiorità cosciente, di potenza, di
dominazione sugli avvenimenti, o perlomeno di sentirsi in grado di condurli e dirigerli. Questo
accumulo di stimoli esterni conduce a differenti gradi di padronanza intesa non soltanto come slancio
che si giunge a padroneggiare ma anche coste chiarezza interiore, disponibilità all'autocritica e
consequenzialità logica: tutto ciò porta all'astrazione dal formalismo. Questo comportamento può
spingere il soggetto a cercare condizioni di vita migliori migliore deve essere la salute, propria e
degli altri, la vita deve prolungarsì, ed essere più utile. Il soggetto che sceglie il verde desidera.
veder dominare le proprie opinioni, avere una giustificazione della sua persona come
rappresentativa di principi fondamentali e immutabili. Si mette su un piedistallo ed ha la tendenza a
far la morale agli altri. Vuole impressionare, ha bisogno di essere considerato, di fare a modo suo
malgrado l'opposizione o la resistenza generali.

ROSSO
il rosso rappresenta uno stato fisiologico che provoca energia.
Accelera il polso e la respirazione, aumenta la tensione. Il
rosso esprime la forza vitale e l'attività nervosa, sottolinea il
desiderio in tutte le sue forme: il bisogno di arrivare a dei
risultati, al successo. Il soggetto desidera con avidità tutto
quello che gli permette dì vivere pienamente ed intensamente.
Il rosso sottolinea perciò lo slancio spontaneo, la "forza di
volontà" e tutte le forme di vitalità e di forza, dalla capacità
sessuale al desiderio di cambiamenti rivoluzionari E uno slancio
verso l'azione, lo sport, la lotta, la competizione, l'eroismo e la
produttività. Il rosso è simbolo del sangue, della conquista, della fiamma che illumina lo spirito
umano, un temperamento sanguigno. la sua percezione sensoriale è l'appetito, il suo contenuto
affettivo il desiderio. Una fatica fisica e nervosa dei problemi di cuore, l'impotenza e la perdita del
desiderio sessuale accompagnano spesso il rifiuto del rosso. In termini temporali, il rosso è il
presente...

GIALLO
Il giallo è il colore più luminoso del test, dà un'impressione
di leggerezza e di gaiezza. Il rosso denso e cupo è un
colore stimolante; il giallo, meno denso e più leggero, è
evocatore. Come il rosso, il giallo aumenta la tensione,
aumenta i batti del polso e la respirazione, ma lo fa in
modo meno regolare. Il giallo si riflette, irradia, la sua è
una gaiezza impalpabile. Il giallo manifesta una
personalità aperta e indica rilassamento o potere. Dal
punto di vista psicologico, il rilassamento è una liberazione
da tutti i problemi, da tutte le contrarietà. il giallo è il
simbolo del calore del sole, della gaiezza, della gioia. la
sua percezione sensoriale è il piccante, il suo contenuto
affettivo una volatilità piena di speranza. A differenza di quella del rosso, l'attività del giallo è più
incerta, e tende a mancare di coerenza. Il soggetto che sceglie il giallo può essere un turbine di
attività, ma non lo sarà mai in modo continuativo. La scelta di questo colore indica un bisogno di
possesso e di speranza o l'attesa di una felicità più grande. Indica anche la presenza di un conflitto
nel quale il potere è sentito come necessario. Questo desiderio di felicità si manifesta in tutte le sue
forme, dall'avventura sessuale alle filosofie illuminatrici ed è sempre indirizzato verso il futuro. Il
giallo spinge in avanti, verso quel che non è ancora definito. Il soggetto prova il desiderio dì trovare
una via d'uscita che gli consenta di rilassarsi, e rivela anche un suo certo lato superficiale, il gusto
del cambiamento per il cambiamento, il desiderio di vivere altre esperienze. Come il verde, il giallo

cerca l'importanza e la considerazione altrui, ma a differenza del verde, che è fiero ed indipendente,
il giallo non è mai in riposo, ed è costantemente impegnato a perseguire le proprie ambizioni.

VIOLETTO
Il violetto è un insieme di rosso e di blu, e benché sia un
colore a sé stante, mantiene alcune proprietà degli altri
due, in quanto composto da essi, anche se ne perde la
nettezza di significato. Il violetto tenta di unificare la
conquista impulsiva del rosso e la dolce sottomissione del
blu, e rappresenta dunque l'identificazione. Questa
identificazione è una sorta di unione mistica, una profonda
intimità di sentimenti che punta ad una fusione totale tra il
soggetto e l’oggetto, che fa sì che tutto quel che il
soggetto pensa e desidera possa divenire una realtà. In un
certo senso è l'incantesimo, il sogno realizzato, uno stato
magico nel quale i desideri sono soddisfatti. La persona
che preferisce il violetto vuole avere dei rapporti magici. Vuole affascinare se stessa e gli altri in
quanto, benché l'identificazione sia magica, la distinzione tra soggetto ed oggetto esiste ancora. Il
violetto può essere l'identificazione in quanto fusione intima, erotica o può condurre ad una
comprensione intuitiva e sensibile. Ma il suo carattere irreale e fantasioso può anche portare
all'incapacità di distinguere, e di qui all'esitazione, all'incertezza, fino all'irresponsabilità. Un adulto
preferisce normalmente uno dei quattro colori primari (rosso, verde, blu, giallo) al violetto. La scelta
di questo colore da parte dei giovanissimi dimostra che per loro il mondo è ancora un luogo magico,
in cui possono ottenere tutto ciò che desiderano: stato d'animo che ha certo un suo fascino, ma che
non è bene si prolunghi nell'età adulta. la scelta del violetto in quest'ultimo caso indica invece una
tensione prolungata, le conseguenze di uno choc, o di situazioni difficili vissute in tutta la prima
infanzia. Si tratta di soggetti che necessitano di una comprensione particolare, di un trattamento
pieno di riguardo e di molto affetto. E che hanno l'esigenza di un partner nel quale identificarsi. Ma
può anche trattarsi di i soggetti che vogliono essere stimati per il proprio fascino, per le proprie
maniere, che vogliono farsi notare. Sensibili e con buon gusto, non vogliono che le proprie relazioni
li trascinino in responsabilità troppo grandi da affrontare.

MARRONE
Il marrone è un insieme di rosso e di giallo un po' carico.
L'impulsività del rosso è diminuita da questa fusione, come
anche lo slancio creativo, la forza vitale e la dinamicità. la
vitalità non è più efficace, è passivamente ricevuta e
sensoriale. Il marrone rappresenta dunque le sensazioni di
benessere fisico e di soddisfazione sessuale, la necessità dì
essere liberati da situazioni che creino sensi di sconforto,
stati d'insicurezza, malattie fisiche reali, e ancora da
conflitti o problemi che il soggetto non si sentirebbe in
condizione di risolvere. Quale che sia la causa, lo stato
sensoriale del corpo è precario, e si sente la necessità di
circondarlo di maggiori elementi di sicurezza.

NERO
Il nero è la negazione del colore. Rappresenta il limite
assoluto oltre il quale non c'è più nulla. E il "no", in
opposizione al "sì" del bianco. Il bianco è la pagina vergine
sulla quale si può ancora scrivere la storia, il nero è la
conclusione definitiva. Il nero ed il bianco sono i due
estremi, l'alfa e l'omega, l'inizio e la fine. Nel Test dei
Colori, quello che si avvicina più al bianco è il giallo vivo:
la scelta del nero e del giallo indica perciò un
atteggiamento estremista. Il nero, la negazione,
rappresenta la rinuncia, la capitolazione completa o
l'abbandono, ed influenza fortemente la scelta degli altri
colori, rifondandone il carattere. Chi sceglie il nero rinuncia
a tutto e protesta energicamente contro una situazione che non è come egli vorrebbe che fosse. Si
ribella alla sorte, rischiando di agire in un modo precipitoso ed irrazionale.

Terapia dei colori
I colori e le luci colorate hanno una grande influenza sulla vita di tutti gli esseri viventi. Tutto
quanto ha un determinato colore e una vibrazione: le cose, le emozioni, i pensieri, gli stati
d'animo ecc
Recenti scoperte hanno dimostrato grazie alla teoria dei biofotoni, che luce colorata a
bassissima intensità viene emessa dalle cellule e costituisce un rapido mezzo di comunicazione
infracellulare. E' possibile misurare questa mini energia emessa al nostro interno e si nota che
se le cellule sono in uno stato di salute emettono un certo colore, mentre se sono in uno stato
di disequilibrio emettono su bande più scure.
Visto che l'intero organismo (come tutto l'Universo) è vibrazione, energia elettromagnetica,
allora se interferiamo mediante l'uso di luci colorate, abiti colorati, occhiali con lenti colorate
ecc. possiamo riportare l'equilibrio là dove è stato momentaneamente perso.
Frequenze dei colori:
L'occhio umano riesce a percepire solo radiazioni comprese tra 4000 e 8000 Å. Ogni fascia di
lunghezza d'onda corrisponde a un colore ed ha una specifica azione terapeutica:
ROSSO: 6200 Å
ARANCIO: 5890 Å
GIALLO: 5510 Å
VERDE: 5120 Å
BLU: 4750 Å
INDACO: 4490 Å
VIOLA: 4230 Å
Å= unità di misura delle radiazioni, corrisponde a 1/100.000 di millimetro
Al di sotto del viola troviamo l'ultravioletto e al di sopra del rosso l'infrarosso.
La quantità di energia di ciascun colore è inversamente proporzionale alla lunghezza d'onda.
Più è alta la lunghezza d'onda più forte sarà la penetrazione cutanea e minore la carica
energetica.
Quindi il rosso è il colore più penetrante, poi ci sarà l'arancio, il giallo, il verde, il blu, l'indaco e
il viola. Quest'ultimo arriva a profondità limitate, ma infonde un'alta quantità di energia.

Effetti delle lenti colorate sull'organismo:
Occhiali rossi:
indicazioni

controindicazioni

abbassamento difese immunitarie
anemia
astenia
depressione
bradicardia
impotenza
ipoglicemia
ipotensione
ipotiroidismo
paresi

Infiammazioni
iperemotività
ipertensione

Occhiali arancioni:
indicazioni

controindicazioni

anemia
arteriosclerosi
bradicardia
difese immunitarie
impotenza
iposecrezione gastrica
ipotensione
paresi
sonnolenza
stipsi
vomito

Infiammazioni
epatopatie
emorragie

Occhiali gialli:
indicazioni

controindicazioni

afte
attiva l'emisfero sinistro
bronchiti
colite
diabete
diarrea acuta
esaurimento nervoso
intossicazioni
malattie esantematiche
aumenta l'attenzione e la visione notturna
pertosse
reumatismi
sinusite
stipsi

delirio e isteria
gastriti con spasmo della muscolatura
stati febbrili e infiammatori

Occhiali verdi:
indicazioni

controindicazioni

calvizie
cefalee
emicranie
palpitazioni
riequilibrio generale
sciatalgia
stress

depressioni
astenia

Occhiali blu:
indicazioni

controindicazioni

agitazione
angoscia
ansia
asma bronchiale
caldane
collera
congiuntivite
crampi muscolari
dismenorrea
faringiti
febbre
infezioni
insonnia
ipertensione
lombalgia
orticaria
palpitazioni
periatrite scapolo-omerale
tachicardia
ulcere
ustioni

bradicardia
depressione
ipotensione

Occhiali indaco:
indicazioni

controindicazioni

eczemi
iperemotività
orticaria
psoriasi

debilitazione
epilessia
schizofrenia
coma

Occhiali viola:
indicazioni

controindicazioni

azione anestetica
malattie batteriche e virali

disordini mentali
pazzia

sedativo sistema nervoso

Colori a ambienti:
L'uso dei colori è molto importante anche nell'arredamento.
1)
2)
3)
4)
5)
6)
7)
8)

Salotto: arancione
Studio: giallo
Camera da letto: rosa, blu o verde
Cucina: turchese o giallo
Bagno: turchese
Uffici: giallo chiaro
Sale da ballo: rosso o arancio
Scuole: giallo o verde

Colori e abbigliamento:
L'uso dei colori è molto importante anche nell'abbigliamento.















ROSSO:
Temperamento a volte aggressivo. Chi si veste di rosso si fa senza ombra di dubbio
notare. Il rosso può essere legato anche ad aggressività o incontinenza sessuale.
Indicato per problemi circolatori (stasi, geloni, freddolosità, ecc). Molto utile è l'uso di
calzini e guanti rossi per migliorare la circolazione periferica. Nell'impotenza maschile è
utilissimo indossare slip o costumi da bagno rossi.
ARANCIONE:
Chi lo indossa esprime gioia e affermazione del suo Io, buonumore e altruismo.
Consigliato ai reumatici e come attivatore dell'intestino (stipsi). Per le donne che hanno
difficoltà a concepire per problemi psicologici. Ricordare che l'energia elettromagnetica
dell'arancione è sulla stessa frequenza vibratoria della catena del DNA.
GIALLO:
Chi indossa giallo si sente bene con se stesso; è infatti il colore associato al senso di
identità, all'Io, all'estroversione. denota sempre una forte personalità. Utilizzarlo
stimola la razionalità e il cervello sinistro, migliora le funzioni gastriche e tonifica il
sistema linfatico.
VERDE:
E' il colore dell'equilibrio energetico. Chi lo indossa cerca l'equilibrio e la riflessione. Il
suo effetto è rilassante e rinfrescante, quindi in caso di emicrania o insonnia.
BLU CHIARO:
Le persone che vestono di blu chiaro tendono all' introversione e a una certa chiusura
esterna. E' il colore del temperamento flemmatico
BLU SCURO (INDACO):
Adatto a persone particolarmente tese e nervose. E' indossato da persone riservate e
molto chiuse che vogliono vivere nel loro mondo.
VIOLA:
Le tonalità più chiare esprimono sensualità, le più scure spiritualità. Comprende il blu e
il rosso (sacro e profano). E' fortemente controindicato nelle depressioni
NERO:
Snellisce la figura. Può essere portato di sera ma evitato di giorno, poiché blocca la
penetrazione cutanea delle radiazioni elettromagnetiche dei colori e gli scambi con
l'esterno. E' un colore che tende a devitalizzare la persona e nel caso di biancheria
intima a raffreddare la sessualità e a lungo andare di danneggiare la sfera riproduttiva.
Esalta il rosso (forza e potere), con il giallo esalta il potere intellettuale e con il rosa il
potere sociale. Il nero è da evitare in caso di depressione.
BIANCO:
Rivitalizza tutto l'organismo. E' un colore fresco e solare che apporta energia.




GRIGIO:
Le persone che indossano il grigio pongono una barriera tra sé e il mondo. Era il colore
delle autorità che volevano mettere un chiaro distacco con il "resto".
MARRONE:
La preferenza di marrone simboleggia mancanza di radici però al contempo aiuta ad
essere pratici e non dispersivi

Colori e psicologia:
La psicologia dei colori descrive il significato psicologico oggettivo delle varie tonalità.
ROSSO:
E' il principio maschile, attivo; indica il fuoco, la gioia, la festa, l'eccitazione sessuale,
rappresenta anche il sangue e le passioni violente. Nell'alchimia rappresenta l'uomo, il sole, lo
zolfo, l'oro. Per gli Indiani d'america significa gioia e fertilità.
Ha il significato della vita e del calore. Il sangue è rosso.
Esso provoca ischemia cutanea, perciò si usa nelle ustioni nelle malattie esantematiche. Il
rosso si associa con la circolazione sanguigna e con lo sviluppo cellulare, ed è perciò
controindicato in caso di tumore. Scalda il corpo e stimola la produzione di sangue. Molto utile
in caso di melanconia e depressione. Stimola la liberazione di adrenalina e fa salire di poco la
pressione arteriosa. Il rosso rende loquaci, aperti, premurosi, passionali. Molto utile nelle
malattie da raffreddamento, nal mal di gola, nella tosse cronica e nell'asma. Utilissimo per
trattare paralisi parziali e totali.
GIALLO:
E' il colore che più ricorda il Sole, esprime quindi un movimento di espansione. La scelta del
giallo quindi è ricerca del nuovo, del cambiamento, della liberazione dagli schemi. Sinonimo di
vivacità, estroversione, leggerezza, crescita e cambiamento. Stimola l'attenzione e
l'apprendimento, acuisce la mente e la concentrazione. Stimola la digestione (anoressia,
inappetenza, flatulenza, emorroidi interne, eczema). Aiuta ad eliminare le tossine attraverso il
fegato e l'intestino.
ARANCIONE:
Nella cultura giapponese e cinese è associato all'amore a alla felicità. E' il colore della crescita,
simboleggia il sole nascente, è il colore della gioia. Tendenzialmente aumenta la pressione
arteriosa. Rappresenta la vitalità , quindi molto utile in caso di irrigidimenti tipo sclerosi,
ateriosclerosi; rigenera il tessuto nervoso e ricarica chi è stanco. Stimola la respirazione
profonda (asma).
VERDE:
E' il colore della Natura, del mondo vegetale. Indica immaturità. Per i buddisti rappresenta la
vita. E' un colore neutro, rilassante, favorisce la riflessione e la calma. Disintossica e
decongestiona l'organismo. E' molto utile in caso di mal di testa, nelle nevralgie e nelle febbri.
E usato in tutte le proliferazioni anomale a livello cutaneo: verruche, nei, tumori.
BLU:
Rappresenta l'intelletto, la verità, la fedeltà, la costanza, Il Blu è il colore della grande
profondità, il principio femminile. Per i buddisti rappresenta il Cielo. E' purificante ed è il colore
dello spazio. Induce all'introspezione, alla sensibilità, alla calma e serenità. Molto utile in caso
di stress, nervosismo, ansia, insonnia, irritabilità e infiammazioni. Ha proprietà antisettiche,
astringenti e anestetizzanti. Si usa in tutti i sintomi che sviluppano calore e nei dolori: mal di
gola, laringiti, raucedine, febbre, spasmi, reumatismi.
BLU INDACO:
L'indaco è un grande purificatore del sangue e ha una spiccata azione sulla mente. E' un colore
molto freddo e astringente. Induce una forte concentrazione mentale. Si usa nella cataratta.
Un vestito blu rilassa chi lo indossa. Nell'illuminazione crea spazio ed è molto rilassante.

VIOLA:
Sinonimo di intelligenza, conoscenza, devozione religiosa, santità, sobrietà, penitenza. E' il
colore con la maggior frequenza e l'energia più alte dello spettro visibile. Rappresenta la porta
dell'aldilà. E' il colore del cervello destro (analogico). Il viola ha una grande influenza sul
sistema nervoso: epilessia, meningite, crampi, tumore, debolezza reni. E' rilassante e
utilissimo nei traumi del cranio, nell'insonnia.
BIANCO:
Rappresenta la luce, la semplicità, il sole, l'aria, l'illuminazione, la purezza, l'innocenza, la
castità, la santità, la sacralità, la redenzione. La luce bianca contiene tutti e sette i colori
dell'iride, è vitalizzante, rigenera l'organismo, schiarisce la mente.
GRIGIO:
E' neutro. Simboleggia la depressione, l'umiltà. Indossato pone una barriera tra sé e gli altri.
Andrebbe evitato da i paurosi
NERO:
Rappresenta l'oscurità, il vuoto, il male. E' un non-colore, cioè è assenza di colore, e tuttavia
viene utilizzato per rendere più densi altri colori. In genere si indossa perché attira, in quanto
si rimane nascosti da un velo di mistero. Pone una barriera tra la persona e il mondo. Ha un
effetto depressivo.
MARRONE:
Rappresenta il colore della Madre Terra, del legno, per cui si associa alle cose solide e
durature. La preferenza di marrone simboleggia mancanza di radici però al contempo aiuta ad
essere pratici e non dispersivi. E' ottimo come colore nei pavimenti perché rappresenta la
terra, da stabilità.
ROSA:
Rappresenta l'amore e la gentilezza. Agisce in maniera spiccata sul sistema nervoso
rilassandolo e migliorando la vista.

ACQUA SOLARIZZATA COLORATA

Il nostro organismo è composto dal 70-80% di acqua, elemento vitale per la nostra esistenza, infatti se la
percentuale dovesse scendere al di sotto del 50%, i processi vitali dell'organismo umano comincerebbero a
paralizzarsi, risultato la morte.
L'acqua trasporta il nutrimento in tutte le cellule, garantisce la termoregolazione della temperatura
corporea, agevola la digestione, trasporta all'esterno del corpo gli scarti o scorie e tossine che l'organismo
produce e molto altro ancora. Per questo è importante bere molta acqua, ma allora sorge spontanea una
domanda: bere per bere, ma se quest'acqua dovesse avere anche un valore aggiunto? Tipo la frequenza dei
colori nella sua memoria?
Così come le molecole di qualsiasi acqua hanno la capacità di acquisire e copiare le memorie ricevute
dall'ambiente circostante o dalle intenzioni della persona stessa, anche l'acqua del nostro organismo è
capace di fare la stessa cosa, per questo è importante sapere cosa si beve e se questo non fosse possibile,
basterebbe sul momento inviare pensieri di amore, pace e gratitudine per cambiare la frequenza delle
memorie dell'acqua che stiamo per ingerire, per questo solarizzare l'acqua è importantissimo perchè grazie
alla luce e i colori che sono energia elettromagnetica in grado di contagiare quella che è già in noi,
potremo innescare tutta quella serie di meccanismi che ci faranno migliorare il nostro stato di salute fisica,
emotiva e mentale.
Ora vedremo le caratteristiche dei colori con cui si possono solarizzare le acque, i colori sono 7, come
quelli dell'arcobaleno o dei chakra, curioso vero? Tutto si ricollega al buon andamento del nostro corpo
perchè:
acqua solarizzata viola: questo colore contribuisce a combattere le malattie batteriche e virali, invita alla
calma, tranquillità, favorisce il sonno e lo stato meditativo. Il viola aiuta a sedare stati violenti e funge da
moderatore dell'irritabilità. Favorisce l'ispirazione e la spiritualità.

Acqua solarizzata indaco: questo colore agevola la guarigione delle malattie psicosomatiche quali:
psioriasi, eczema o orticaria, altro ancora come: insicurezza, è riequilibrante per le persone che sono iper
emotive, svolge un'azione mirata sulla purificazione delle tossine. Il colore indaco è un efficace tonico
muscolare e influenza la vista, l'udito e l'olfatto sul piano spirituale, psichico e fisico.
Acqua solarizzata blu: questo colore contribuisce al dissolvimento di tutti gli stati d'ansia e relative
emozioni, problematiche asmatiche e respiratorie con relativi squilibri, emozioni represse, crampi,
infezioni, dolori articolari, sovraccarichi cardiaci. Il colore blu ha proprietà antibatteriche e battericide.
Agevola la meditazione e l'elevazione spirituale.
Acqua solarizzata verde: questo colore contribuisce al dissolvimento del mal di testa di varie origini,
stress, riequilibrio generico. Il colore verde rinfresca, calma e rilassa sia sul piano fisico che mentale,
agevola il sonno. E' il colore della giovinezza, la fertilità e della vita nuova.
Acqua solarizzata arancione: Questo colore agevola il riequilibrio intestinale, rinforzante delle difese
immunitarie, stati depressivi, ritenzione idrica alle gambe. L'arancione favorisce la funzionalità del
pancreas e della milza. Crea sinergia tra energia fisica e mentale, è il colore delle idee e dei concetti,
induce a un senso di benessere e gioia.
Acqua solarizzata gialla: questo colore contribuisce alla regolarizzazione intestinale, sovraccarichi del
tratto respiratorio, tonificazione del sistema nervoso. Il giallo è uno stimolante delle attività motorie,
svolge un'azione purificante. E' un antidepressivo per eccellenza.
Acqua solarizzata rossa: questo colore serve per sovraccarichi emotivi, antinfiammatorio, rinforzante
delle difese immunitarie. Il colore rosso è stimolante, energizzante, riscaldante, eccitante, riattiva la
circolazione del sangue. E' energetico per il fegato e svolge un'azione benefica sulla struttura muscolare.
Simboleggia la salute e la potenza.
Come si prepara?
Mettere dell'acqua, anche del rubinetto, in una bottiglia di vetro ben pulita al sole per un'ora. Per il colore
hai due possibilità: acquisti una bottiglia colorata a tinta unita oppure avvolgi intorno alla bottiglia della
carta colorata. L'acqua si solarizzerà con la frequenza del colore che userai, quindi se avrai utilizzato il
rosso avrai dell'acqua solarizzata con quella frequenza.
Philip M. Chancellor suggerisce dice: «Sistemate un cubetto di ghiaccio nel bicchiere d’acqua che deve
essere solarizzata. Quando esso si è sciolto in virtù dell’esposizione ai raggi solari, l’acqua si è caricata».
Sconsigliabile bere le acque solarizzate dai colori caldi: rosso, giallo e arancione alla sera perchè hanno
un'azione energetica, per garantirsi un buon riposo e rilassamento serale-notturno, bere quelle solarizzate
col colore indaco e viola. L'acqua blu si può bere quando si vuole.


Documenti correlati


Documento PDF circolare numero 77 del 10 05 2016
Documento PDF il significato dei colori
Documento PDF il significato dei colori 1
Documento PDF monsignor gianni carru trasfigurazione di uno strumento di morte
Documento PDF le pecore nere
Documento PDF nota sul digiuno


Parole chiave correlate