File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



TESINA PICASSO .pdf



Nome del file originale: TESINA PICASSO.pdf
Titolo: TESINA PICASSO.indd

Questo documento in formato PDF 1.3 è stato generato da Adobe InDesign CS5 (7.0) / Adobe PDF Library 9.9, ed è stato inviato su file-pdf.it il 07/09/2013 alle 14:43, dall'indirizzo IP 82.84.x.x. La pagina di download del file è stata vista 1955 volte.
Dimensione del file: 11 MB (17 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Andrea Manai

picasso

PICASSO
Pablo Picasso (nel 1881-1973) uno dei maggiori esponenti dell'arte del XX secolo nacque a Málaga, in Spagna.
La sua attività artistica iniziò molto presto, già all'età
di 8 anni dipinse il suo primo quadro, caratterizzato
dall'accademismo e dal rispetto delle regole del mestiere. Trasferitosi a Barcellona nel 1895, Picasso inizia la sua vera e propria carriera artistica, imponendosi da subito in contrasto con le convenzioni del mondo
accademico.
Dal 1900 l'arte di Picasso è influenzata dalla stile simbolista, caratterizzato da forme semplici.
Nell'ottobre del 1900 l'artista si reca a Parigi, matura
uno stile personale influenzato da Césanne e da tematiche post impressioniste.

PERIODO BLU
1901-1904

Durante il cosiddetto Periodo blu, Picasso predilige i toni freddi
quali il blu e il grigio. Le opere risalenti a questi anni rappresentano
l'inizio di un intimo simbolismo nella produzione artistica personale, caratterizzato da sentimenti di malinconia e solitudine, condizionato dal suicidio dell’amico. Le raffigurazioni sono caratterizzate da staticità, con forme statuarie e possenti, nonostante l’uso di
una tavolozza quasi monocroma. Picasso si concetrerà su soggetti che contemplano la miseria dell'essere umano, la solitudine e la
povertà della vita moderna.

Il vecchio e il ragazzo
Il quadro mostra la tristezza e
il senso di solitudine dei due
personaggi ben evidenziata dall’uso del colore blu e da
una sorta di deformazione dei
soggetti.
L’opera presenta un anziano
cieco con uno sguardo privo di
espressione, con accanto un
giovane dagli occhi penetranti,
collocati in un luogo anonimo.

1903
Olio su tela,
125 x 92 cm

Poveri in riva al mare
L’opera rappresenta tre personaggi, metafora moderna della
sacra famiglia. Le figure spiccano per la loro dignità quasi
monumentale che contribuisce a sottolineare la drammaticità del quadro.
L’artista utilizza la tecnica della
monocromia, riuscendo ugualmente a differenziare marcatamente i tre elementi primigeni della natura: terra, acqua e
aria.
1903
Olio su tavola,
105,5 x 69 cm

PERIODO ROSA
1905-1907

In questo periodo il colore fa irruzione nelle opere di Picasso, difatti
accanto all'azzurro compaiono sfumature di rosso e rosa.
Il Periodo rosa è caratterizzato da uno stile allegro, ravvivato da toni
caldi, l'immaginario di attori e saltimbanchi domina la scelta di soggetti. Essi sono raffigurati in un clima malinconico che per quanto temperato è sempre presente, per far capire la difficoltà di questo stile di vita,
in contrapposizione con lo scopo del loro mestiere.
Nel Periodo rosa vi è un rinnovato interesse per lo spazio ed il volume.

Due acrobati con il cane
L’opera risale al periodo di
transizione tra blu e rosa.
Il quadro rappresenta due
giovani saltimbanchi con
il cane, animale preferito dall’artista, inseriti in un
contesto prospettico.
I due soggetti sono raffigurati con lo sguardo perso,
tristi in un’atmosfera di incertezza a precarietà.

1905
Gouache su cartone
105,5 x 75 cm

Famiglia di acrobati con scimmia
L’opera rappresenta una famiglia di circensi dietro le
quinte in una situazione di
tenerezza.
Il quadro presenta una composizione piramidale, i colori usati e le tecniche danno
all’incarnato dei personaggi un senso di levigatezza
quasi irreale.
La scimmia osserva la famiglia con particolare dolcezza richiamando le figure di
protezione del bue e dell’asinello del Presepe.

1903
Olio su tavola,
105,5 x 69 cm

PERIODO AFRICANO
1907-1909

In questo periodo l’arte picassiana risulta influenzata da quella africana.
Picasso abolisce lo spazio, di conseguenza le sue opere non presentano più prospettiva o profondità, rappresentando così una terza dimensione non visiva, ma mentale. La figura si compone di una serie di piani
solidi che si intersecano secondo angolazioni diverse, permettendo la
presenza contemporanea di più punti di vista. La figura umana diventa scultorea e profonda, quasi primitiva, grazie anche all'ombreggiatura
usata però in modo non tradizionale.

1907
Olio su tavola,
105,5 x 69 cm

Les damoiselles d’Avignon
Il quadro rappresenta cinque figure femminili semplificate in solidi
geometrici, Picasso abolisce le regole della prospettiva e avvicinandosi così ad una nuova e diversa percezione della realtà.
Lo sfondo viene materializzato e scomposto, divenedo un oggetto
al pari degli altri, infatti i soggetti penetrano nello spazio annullando
ogni differenza tra contenuto e contenitore.
L’artista rappresenta così tutto quello che c’è e non solo quello che
si vede dando inizio al Cubismo.

IL CUBISMO ANALITICO
1910-1912

Durante il periodo analitico il paesaggio occupa soltanto un ruolo limitato nelle opere di Picasso, e sia il soggetto che lo sfondo sono posti
sul medesimo piano.
L'artista produce, inoltre numerose nature morte a cui si aggiungono
alcune figure e ritratti.
Mette in luce solo gli aspetti significativi della conoscenza, non di quella esteriore,percepita dagli occhi, ma di quella mentale.
L'adozione di differenti punti di vista permette di raggiungere una visione totale della realtà e di creare un oggetto estetico estremamente
strutturato.
Risulta difficile distinguere con precisione le opere di Picasso che sfiorano l'astrattismo, e sono caratterizzate dall’uso della monocromia e
di elementi geometrici.

Il ritratto di Ambroise Vollard
Il ritratto si compone nello sfondo che lo imprigiona
al suo interno dissolvendo
parte del busto.
Il volto è eseguito tramite
criteri cubisti mantenendo
la somiglianza al modello.
Sono riconoscibili oggetti semplici quali bottiglie e
giornali riconducibili alla vita
quotidiana.

1909
Olio su tela,
92 x 65 cm

IL CUBISMO SINTETICO
1912-1914

Il periodo sintetico è caratterizzato dalla scelta di sovrapporre parti
distinte di una rappresentazione, privilegiando quindi le composizioni
di oggetti rappresentati in più punti di vista.
Inizia con l'introduzione progressiva di lettere stampate, in questo
modo ogni fuga verso l’astrattismo viene bloccata dall’immediata riconoscibilità di questi elementi.
Le opere rappresentano oggetti e materiali estranei e poveri, attraverso l’utilizzo di collage e papiers collés, che si presentano come elementi della realtà integrati al quadro.

Natura morta con sedia impagliata
Con quest’opera Picasso
passa dalla metafora del reale all’introduzione dell’oggetto stesso della realtà,
ovvero l’impagliatura di una
sedia e la corda che delimita l’opera come metafora
del bordo della tavola.
L’artista vuole dimostrare
quanto poca sia la differenza tra realtà e rappresentazione.
1912
Collage di olio,
tela cerata, carta
e corda su tela,
27 x 35 cm

GUERNICA
1937

olio su tela,
349 x 776 cm

Guernica
Rappresenta il bombardamento della cittadina Guernica,
l’artista risponde realizzando questo vero e proprio atto d’accusa contro la guerra.
La grandezza dell’opera permette di essere osservata contemporaneamente da un gran numero di persone.
Il colore viene abbandonato perchè sinonimo di vita, mentre
la composizione è composta in tre fasce verticali.
L’ambientanzione è sia interna che esterna e i numersi soggetti simboleggiano ciascuno delle immagine evocative.


Documenti correlati


Documento PDF tesina picasso
Documento PDF tesina ale
Documento PDF tesina pdf
Documento PDF tesina
Documento PDF tesina marziam
Documento PDF tesina di maturita


Parole chiave correlate