File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



ARCO Comparative Study Executive Summary 1st Aug 2013 ITA .pdf



Nome del file originale: ARCO Comparative Study - Executive Summary 1st-Aug-2013 ITA.pdf
Titolo: Microsoft Word - ARCO Comparative Study - Executive Summary 1st-Aug-2013 ITA.docx
Autore: pc1

Questo documento in formato PDF 1.3 è stato generato da PScript5.dll Version 5.2 / GPL Ghostscript 8.64, ed è stato inviato su file-pdf.it il 21/11/2013 alle 08:07, dall'indirizzo IP 79.9.x.x. La pagina di download del file è stata vista 989 volte.
Dimensione del file: 221 KB (12 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


ARCO STUDIO COMPARATIVO – EXECUTIVE SUMMARY
(Versione Italiana)

ARCO STUDIO COMPARATIVO – EXECUTIVE SUMMARY
Questo Studio Comparativo è uno degli esiti del progetto “ARCO – Principali Competenze per l’inclusione di giovani NEET”, progetto finanziato dal
Lifelong Learning Programme della Commissione Europea, Trasferimento dell’Innovazione Leonardo da Vinci.
Questo rapporto presenta i risultati della ricerca eseguita dalle organizzazioni partner del progetto ARCO:








Wac Arts, Regno Unito
Rinova, Regno Unito
MuLab, Italia
QUESTAO, Portogallo
Metro Lab, Spagna
Hope for Children, Cipro
Stiching Kunstbedrijf Arnham, Olanda

Lo scopo primario di ARCO è sviluppare le competenze chiave dei giovani che si trovano nella condizione NEET, in particolare, quelle definite
competenze trasferibili, così che essi siano più capaci di massimizzare il loro potenziale in termini di inclusione sociale, culturale ed economica.
Per ottenere ciò ai partner del progetto viene assegnato il compito di trasferire e testare la metodologia e l’approccio definita dal Transferable
Skills Toolkit for Trainers (Strumentazione Operativa delle Competenze Trasferibili per Formatori, N.d.T), che è una risorsa pedagogica per i
formatori. Essa è stata sviluppata da Rinova in stretta collaborazione con WAC ARTS, la cui pratica ha fornito l’ispirazione e l’esperienza per il
contenuto.

Gli obiettivi specifici del progetto ARCO possono essere riassunti come segue:





Trasferire e testare la “Strumentazione Operativa delle Abilità Trasferibili”
Rafforzare la capacità delle organizzazioni partner di adattare ed usare i materiali di apprendimento e l’approccio
Inserire le competenze principali nel contenuto professionale relativo
Identificare gli esiti di apprendimento e disseminare allo scopo di diffondere la conoscenza

Rinova ha sviluppato il documento Studio Comparativo con l’accordo di tutti i partner. Esso ha impiegato i seguenti metodi:





Ricerca
Questionario sullo studio preliminare
Rapporto di partenariato, discussione e scambio
Presentazione del partner

Lo scopo di questo Studio Comparativo è descrivere accuratamente e comparare i diversi contesti dei Paesi/organizzazioni posti come obiettivo e, così facendo,
stabilire l’analisi della ricerca di base per il lavoro del progetto. Ciò è stato utile a sviluppare un piano di lavoro per l’adattamento dei modelli ed a identificare
ogni potenziale risultato.

Le aree centrali dell’indagine sono state:

1.
2.
3.
4.

Il contesto socio/economico e ed i sistemi VET all’interno dei quali le organizzazioni partner stanno lavorando
Il profilo e le necessità del loro gruppo target
La loro modalità di formazione ed apprendimento e la loro offerta
Con quali modalità la Strumentazione Operativa delle Abilità Trasferibili per Formatori si adatta al loro approccio, all’azione didattica e a
specifici gruppi di discenti

La tavola seguente riassume i punti chiave in relazione alle quattro aree di indagine tra i partner. Ciò per poter offrire una facile analisi comparativa, mettendo
in evidenza così aree chiavi di similitudine e differenza nei diversi contesti nazionali dei singoli partner.

Tavola di Analisi Comparativa

Partner e Paese

1. Contesto socio/economico e sistema VET

2. Profilo del Gruppo Target

WAC e RINOVA
Regno Unito

18,7% di disoccupazione tra i giovani. Caratteristiche dei NEET: scarsa
esperienza lavorativa; spesso sono i giovani più svantaggiati con molti ostacoli
all’inclusione; nonostante molti programmi su larga scala da parte del governo
c’è scarsa politica di innovazione riguardo ai giovani NEET. Evidenza di maggiore
difficoltà nel mercato del lavoro per i giovani provenienti da comunità BME,
soprattutto maschi. Qualche evidenza di collegamento tra mancanza di lavoro
e disimpegno/scarsa coesione sociale. Principali programmi in corso:
Programma di lavoro e Apprendistato. Diminuzione delle Abilità Chiave
all’interno degli attuali programmi di governo nonostante ricerche che mostrino
la necessità di investimenti in questo settore per i giovani.
WAC è ormai ben nota per il suo lavoro innovativo con i giovani NEET con le arti
performative e creative. Ciò è supportato da un approccio olistico al lavoro
giovanile che mira a creare cambiamenti positivi per i giovani consentendo loro
di intraprendere il percorso EET.
Crescente disoccupazione giovanile (ora al 38,7%). L’Italia ha più di 2 milioni di
NEET, percentuale più alta in Europa. Aumenta il numero dei giovani che
abbandona l’istruzione. La difficoltà a trovare lavoro ha costretto i giovani a
vivere con i propri genitori. Grande difficoltà per gli immigrati a trovare lavoro
perché mancano di qualifiche. Lo stesso accade per i giovani disabili. Sono NEET
perché sono considerati inabili al lavoro. Il gruppo NEET è riconosciuto come il
“sotto gruppo” dei giovani. Il costo dei NEET in Italia è il più alto d’Europa. Una
migliore consapevolezza nell’apprendistato e i piani per ridurre l’abbandono
scolastico sono considerati fondamentali per trovare lavoro per i giovani. Mulab
è diventato un ente di formazione che offre qualifiche e fornisce anche
istruzione permanente e continua.
38,6% di disoccupazione giovanile registrata a Gennaio 2013. I giovani hanno
grande difficoltà ad entrare nel mondo del lavoro. In Portogallo, i Programmi di
Istruzione e Formazione indirizzati ai ragazzi, sono considerati molto importanti
per l’impiego perché forniscono qualifiche. Questi programmi sono aperti a tutti
i giovani, incluse donne, immigrati e diversamente abili (nessuna esclusione).

WAC lavora con giovani da 5 a 30 anni attraverso
una serie di diversi programmi creativi. Si tratta di
percorsi di formazione all’interno
dell’organizzazione conseguenti allo sviluppo di
abilità.
WAC lavora con tutti i giovani, molti dei quali
provenienti da situazioni svantaggiate e comunità
BME; soprattutto da famiglie a basso reddito o con
scarse abilità che possono avere una storia
generazionale di mancanza di lavoro.

Mulab, Italia

QUESTAO, Portogallo

Mulab è una associazione culturale che opera
promozione, consulenza e formazione nell’ambito
dell’industria culturale indipendente. Lavora
soprattutto con giovani tra 18 e 30 anni di età. Ha
anche lavorato con bambini e ragazzi tra 7 e 16
anni su progetti diversi. Mulab preferisce lavorare
con giovani ad alto rischio, provenienti da famiglie
svantaggiate come immigrati e con genitori a basso
reddito.

QUESTAO lavora con giovani tra 15 e 18 anni,
soprattutto socialmente esclusi. In genere si tratta
di persone che provengono da famiglie
disfunzionali, di immigranti o famiglie con scarse
risorse economiche.

Metrolab, Spagna

Hope for Children,
Cipro

New Arts College,
Olanda

QUESTAO ha sviluppato un programma per giovani che hanno abbandonato la
scuola o che erano socialmente esclusi ,che durava 8 anni (fino a 2 anni fa).
53,2% di disoccupazione giovanile, la seconda più alta in Europa (dopo la
Grecia). La Spagna è indietro rispetto all’Europa in termini di percentuale
media, perché il 24,9% dei giovani abbandona la scuola molto presto, mentre la
media europea è intorno a 15%. Molti programmi spagnoli sono focalizzati a
migliorare l’impiegabilità delle giovani generazioni. Programmi di formazione
professionale e scolastica sono stati introdotti in tutto il Paese per aiutare i
giovani ad entrare nel mondo del lavoro, ottenendo delle qualifiche. Ciò è stato
progettato anche per ridurre la percentuale dei NEET e della disoccupazione
nella Nazione. METROLAB è specializzata nell’ istruzione creativa attraverso le
arti performative e a lavorare con altre organizzazioni . Fornisce un alto livello di
formazione per i giovani.
31,8 % di disoccupazione giovanile. Il 16% dei giovani tra 15 e 24 anni sono
NEET. Secondo le statistiche i maschi sono più propensi ad abbandonare la
scuola, paragonati alle femmine. Gli immigrati e le minoranze hanno più
probabilità di abbandonare prima la scuola. Adesso a Cipro l’istruzione e la
formazione hanno la più alta priorità. Ci sono tanti programmi di formazione,
gestiti da agenzie governative e parzialmente governative, che hanno lo scopo
di rendere i disoccupati più competitivi nel mercato del lavoro, per ridurre la
percentuale dei disoccupati e per migliorare le loro abilità e colmare le lacune.
HFC utilizza i programmi di formazione per i nuovi impiegati laureati della
istruzione terziaria. Formazione di istruzione non formale per sviluppare le
abilità e per promuovere la competenza dei giovani.
Disoccupazione giovanile al 15.3% (129,000). La disoccupazione è maggiore tra i
giovani, seguiti da persone tra 45-65 anni. Secondo le statistiche in Olanda ha
uno stipendio migliore chi ha una qualifica. Si sostiene che l’istruzione sia la
chiave del successo nel mercato del lavoro. La percentuale di giovani donne
disoccupate è aumentata specialmente tra quelle che non hanno qualifiche. In
genere gli immigrati hanno meno successo nella scuola e nel mondo del lavoro,
specialmente se non sono occidentali. Il governo aiuta i giovani diversamente
abili a trovare un lavoro adatto. Esistono gruppi che si interessano solo di
giovani NEET per aiutarli a trovare uno sbocco nel lavoro o nell’apprendistato. Si
pensa che avere qualche tipo di qualifica ottenuta con formazione scolastica o
professionale o apprendistato possa essere la chiave per l’impiego.
Il principale scopo di New Arts è assicurarsi che i giovani disagiati possano
essere parte della nostra società. Rendono possibile ciò attraverso l’istruzione

METROLAB lavora con una vasta gamma di
persone di età diverse (adulti, giovani, disoccupati,
immigrati, persone a rischio di esclusione
sociale…). La popolazione immigrata, insieme agli
anziani e alle famiglie a reddito basso, sono gruppi
sociali ad alto rischio. METROLAB li sostiene con
molte attività.

HFC è un’organizzazione non governativa che offre
guida e sostegno sociale oltre ad aggiornare le
abilità trasferibili e le qualifiche formali dei
giovani. Spesso lavora con i giovani NEET,
aiutandoli/assistendoli a raggiungere le abilità di
cui hanno bisogno per assicurarsi il futuro impiego.
La maggior parte dei giovani con cui essi lavorano
provengono da situazioni di disagio in termini di
opportunità sociali (immigrati, vittime di bullismo,
ecc.)
New Arts lavora con persone tra 12 e 30 anni. Si
preoccupa di formare soprattutto i giovani NEET in
condizioni disagiate; comunità BME e socialmente
esclusi. Si privilegiano i ragazzi NEET che hanno
intrapreso attività criminale.

formale e non formale. Fornisce “star qualification” per aumentare le loro
possibilità di passare dalla disoccupazione all’impiego.

Partner e Nazione

3. Modalità di formazione e apprendimento

WAC e Rinova,
Regno Unito

Si pensa che le Arti possano incoraggiare i NEET e le persone che hanno
comportamenti anti-sociali, ad essere responsabili e membri attivi della
società.
WAC tende a consentire l’accesso alla formazione per le arti performanti di
alto livello a tutti gli studenti, senza tener conto della loro provenienza. Ed
infatti si concentra maggiormente su quegli studenti che hanno difficoltà di
apprendimento. WAC fornisce molti programmi formali e non formali per i
giovani, tesi a formarli soprattutto nelle arti performanti. Prevede incontri
frontali uno a uno tra professionisti, sessioni di mentoring e osservazione
durante il lavoro con i giovani in situazioni di apprendimento non formale, con
lo scopo di individuare i le loro necessità per le Abilità Trasferibili/Chiave. Si
concentra su abilità quali comunicazione, rapporti interpersonali, pensiero
creativo, ecc. Tutti i formatori che lavorano presso il WAC hanno/devono
avere grande esperienza di lavoro con i giovani e devono avere la formazione
di valutatori e verificatori delle qualifiche in uscita.

Mulab, Italia

In Italia l’apprendimento non formale ha cominciato ad avere grande
attenzione grazie all’apprendistato e alle associazioni sociali e culturali. Questi
corsi non danno qualifiche ma aiutano i giovani con le competenze necessarie

4. Strumentazione Operativa delle Abilità
Trasferibili /chiave di WAC/Rinova per i Formatori
Dalla strumentazione operativa le competenze che
risultano più idonee sono:

a)
b)
c)
d)

Comunicazione
Relazioni interpersonali
Pensiero Creativo

Apprendimento e miglioramento
WAC le usa tutte in un contesto creativo.
Una sezione generica della formazione di
apprendistato (in qualsiasi settore) erano le abilità
chiave, divise in 6 argomenti:

• Cominicazione
• Applicazione di numeri
• Tecnologie della comunicazione e
dell’informazione
• Lavorare con gli altri
• Migliorare il proprio apprendimento e la
propria performance
• Risoluzione di problemi
Questa è l’area delle “abilità chiave” che ha la più
forte relazione con le competenze chiave ERF.
Queste sono state recentemente ridefinite in
maniera più stretta come “abilità funzionali” e si
riferiscono soltanto a Inglese, Matematica e
Tecnologie della Comunicazione e dell’Informazione,
allontanandosi , perciò, dall’attinenza con ERF.
MULAB ha identificato come più importanti i
seguenti elementi:

• Abilità communicative

a scuola, durante la formazione, al lavoro e nella vita di tutti i giorni. MULAB
lavora con tutte queste persone senza tener conto dei loro bisogni e dei loro
background, e la formazione offerta include sia abilità tecnico/creative che
abilità personali.
Le principali abilità trasversali sono:

• Diagnosi (situazione, compiti)
• Relazioni (comunicare, lavori di gruppo, negoziare)
• Risoluzione di problemi (migliorare e sviluppare
l’autoformazione, affrontare e risolvere problemi, sviluppare
decisioni)

QUESTAO, Portogallo

Gli insegnanti/formatori in Italia non sono formati specificatamente per
registrare il livello delle competenze trasversali acquisite ma si assicurano che
le lezioni siano tenute in maniera dinamica , usando molte strategie efficaci
per sviluppare competenze chiavi e trasversali.
Gli insegnanti del MULAB sono tutti professionisti nei loro rispettivi campi e
devono avere una conoscenza tecnico-professionale e diploma di scuola
media superiore.
Le competenze sono definite attraverso formazione in sviluppo ed anche
attraverso la valutazione delle abilità e dei bisogni di abilità dei singoli
discenti. Le attività sono strutturate in modo tale da fornire queste abilità,
anche se i formatori non sono specificatamente formati in quest’area.
“Infatti le attività di formazione sono tenute con unità didattiche divise in
obiettivi formativi (competenze chiavi e trasversali) e competenze teoricopratiche. Le lezioni sono tenute in modo dinamico, usando molte metodologia
didattiche efficaci strategie per sviluppare le competenze trasversali e chiave,
come apprendimento cooperativo, role paly, simulazioni di attività
professionali in classe, stage”
Attraverso la nostra esperienza di lavoro sviluppata negli ultimi 12 anni, con il
progetto “Forest School” creato per i giovani che hanno abbandonato il
sistema scolastico formale, abbiamo capito che soltanto metodologie attive
con attività motivanti, di facile e pratico uso, rendono possibile la
partecipazione dei giovani al loro processo di apprendimento.
Esse offrono: qualifiche scolastiche, sostegno all’apprendimento, consulenza
psicologica, attività sportive e di svago, consulenza familiare (formazione
sociale, psicologica, legale, ludica, parentale), articolazione con altri servizi ed
enti, attività familiari.
Insegnanti/formatori forniti del “lavoro precedentemente svolto, per il loro

• Abilità tecnologiche
• Abilità interpersonali (lavorare con gli
altri)
• Abilità di pensiero creativo
Questo perché essi sono utili sia nell’industria
creativa sia in altri campi professionali. Essi
contribuiscono anche alle competenze chiave ERF
come Consapevolezza culturale competenze sociali e
civiche.
Si, c’è un adattamento nel sistema italiano di
qualifiche, che si è recentemente allineato all’ERF 8
KCs for Lifelong Learning.








Abilità communicative
Abilità personali
Abilità di informazione
Abilità organizzative
Abilità connesse al business
Personale, creativo, “imparare e
migliorare”, apprendere ad imparare.

Poiché queste saranno probabilmente quelle che li
prepareranno al mercato del lavoro, prendendo in

Metrolab, Spagna

profilo tecnico ed umano, per l’interesse mostrato nella formazione
programmata all’interno del progetto, e per il supporto che noi vogliamo
internamente fornire per assicurare lo sviluppo delle attività”
Noi consideriamo l’apprendimento non formale come uno strumento chiave
nello sviluppo delle abilità che aprono le porte all’integrazione nel mercato
del lavoro, contribuendo all’inclusione sociale. In Spagna il riconoscimento
dell’ istruzione e della formazione non formale è stato sempre marginale
paragonato all’istruzione formale. L’istruzione non formale ha guadagnato
importanza grazie al nostro attuale contesto socio-economico, ma non c’è
uniformità di vedute in proposito.
Per promuovere l’inclusione sociale ed economica di quelle persone che ne
hanno bisogno, i principali scopi e principi che abbiamo adottato sono i
seguenti:

• Sostegno alla ricerca e alla partecipazione dei cittadini,
specialmente in gruppi tradizionalmente discriminati:
immigranti, zingari, donne, abitanti di quartieri degradati,
persone anziane e giovani lavoratori precari.
• Incoraggiare il lavoro cooperativo, con speciale attenzione
all’uso delle nuove tecnologie
• Facilitare l’apprendimento e l’uso delle nuove tecnologie a quei
gruppi tradizionalmente lontani da esse
• Promuovere l’integrazione di gruppi svantaggiati attraverso la
rete
• Formare tutte persone interessate in specifici aspetti delle
nuove tecnologie: multimedia, audiovisivi, grafica, animazione.
• Incoraggiare l’uso di software libero
• Lavorare all’implementazione di progetti che promuovono i
valori sociali e possono richiedere l’applicazione delle nuove
tecnologie
• Promuovere l’incontro e lo scambio di idee tra gruppi che la
pensano allo stesso modo. L’identificazione delle abilità e delle
competenze è la fase iniziale dei nostri progetti come pure
comprendere i contesti socio-culturali da cui provengono i
gruppi target.

considerazione le loro disabilità, caratteristiche e
necessità.
A proposito delle abilità che meglio si adattano alla
nostra filosofia di lavoro, includiamo le seguenti:






Abilità tecnologica
Pensiero creativo
Imparare ad apprendere
Gruppo di lavoro

La nostra organizzazione si concentra sull’istruzione
non formale ed informale, all’interno della Struttura
Europea delle Qualifiche. In modo specifico, noi
usiamo come parametri di riferimento per la
valutazione e l’accreditamento, le unità di
competenza per la qualifiche elencate nel National
Catalogue of Professional Qualifications.
Così l’unità di competenza è divisa in:

• Successo professionale
• Criteri di successo
• Contest professionale
La prima fase nel nostro sistema di accreditamento,
senza tener conto di procedure precedenti, è
l’identificazione delle abilità chiave.

Le abilità su cui si concentrano sono:







Pensiero creativo
Abilità tecnologiche
Autogestione
Partecipazione e gruppo di lavoro
Comunicazione verbale

I nostri insegnanti sono formati per sviluppare continuamente le abilità
necessarie per avere un insegnamento effettivo, all’interno dei modelli
educazionali che promuoviamo.
Hope for Children,
Cipro

A Cipro non esistono strutture, enti o linee guide per la validazione
dell’apprendimento non formale e informale. Tuttavia è stato fatto qualche
progresso in questa direzione, come ad esempio il supporto all’European
Qualification Framework (EQF)
“Hope for Children” organizza attività educative non formali per bambini e
adolescenti, poiché noi crediamo nel potere di queste attività non formali che
aiutano a costruire la capacità dei ragazzi per incrementare le loro possibilità
di impiego, le loro relazioni interpersonali e l’autostima.
Fornisce diversi tipi di attività e workshop che si riferiscono a un formazione
sui diritti umani e una formazione su argomenti specifici dei diritti umani
usando metodi non formali.
Attraverso la formazione e la nostra promozione dell’educazione non formale,
noi mettiamo in evidenza che, sebbene sia difficile certificare i risultati
dell’educazione non formale, il loro riconoscimento sociale è in aumento e il
ruolo della partecipazione e dell’apprendimento di abilità vitali per prepararsi
alla cittadinanza attiva, è estremamente valorizzato.
La valutazione delle necessità basilari del gruppo target deve essere fatto
all’inizio coinvolgendo e facendo partecipare il gruppo in questione. Durante
le interazioni informali con i giovani durante il nostro lavoro e nel luogo di
lavoro, noi identifichiamo importanti gaps relativi alle abilità
chiave/trasferibili, esemplificati nei compiti ordinari che sono chiamati a
svolgere e nella loro comunicazione quotidiana.
Noi ci concentriamo sul lavoro di gruppo e sulla formazione dei gruppi, sul
pensiero critico, sulla ricerca di informazioni e nel valutarla in modo
costruttivo, identificando inclinazioni e decisioni basate sul pensiero razionale.
Stabiliamo obiettivi basati su competenze, in modo tale da indirizzare la
formazione verso l’abilità specifica che i giovani vogliono sviluppare o che noi

Le 4 KC più importanti sono:






Abilità interpersoanli
Apprendere e migliorare
Comunicazione
Pensiero creativo

Il sistema educativo di Cipro non da possibilità per
acquisire queste abilità perciò pensiamo che sia
necessario iniziare a incorporare programmi che
includano le summenzionate abilità all’interno di
strutture educative formali e non formali.
Ci sono programmi di formazione (ad esempio,
indirizzati ai disoccupati) che includono “abilità
orizzontali”, per esempio abilità delle tecnologie di
informazione (IT), lingue ed argomenti di salute e
sicurezza

New Arts College,
Olanda

vogliamo che i giovani sviluppino.
Gli insegnanti/formatori, oltre alle specifiche abilità tipiche della formazione
che essi offrono, posseggono essi stessi le abilità trasferibili per portarle al
gruppo target. A proposito degli insegnanti che noi formiamo per utilizzare le
HRE non formali nel loro lavoro, essi hanno una conoscenza di base della
comunicazione delle abilità chiave/trasferibili e la loro rinforzata importanza
con il gruppo target.
L’apprendimento non formale non è un argomento sull’agenda dei politici
nazionali. Il piano del governo in Olanda si concentra di più sui ragazzi che
utilizzano il sistema di educazione formale. Inoltre l’apprendistato e la
formazione al di là dei sistemi formali, sono mezzi usati da UVW. Alla New
Arts noi crediamo che sia importante per i giovani avere impegno e
responsabilità per guadagnare apprezzamento e ridurre la distanza con il
mercato del lavoro. La New Arts dà ai ragazzi NEET la possibilità di guadagnare
abilità in un ambiente di apprendimento basato su di un progetto, e fa ciò
grazie a formatori competenti e modelli di ruolo che migliorano la qualità dei
progetti. Abilità Chiave/Trasferibili; abilità di apprendimento e miglioramento;
abilità comunicative; abilità personali; abilità interpersonali. Gli insegnanti
vengono formati da Powered by New Arts. Comunque crediamo che la qualità
dei programmi di formazione per i tutor debba essere migliorata.

Le 4 KC più importanti sono:

• Abilità di apprendimento e
miglioramento
• Abilità communicative
• Abilità personali
• Abilità interpersonali
Queste sono importanti , in modi diversi, per i
giovani, gli insegnanti e per i formatori ed anche per
l’organizzazione.
L’adattamento è che il sistema di qualifica usato da
New Arts College, attraverso il ROC, enfatizza la
riflessione e la valutazione.

Analisi Comparativa – Risultati principali
La tavola seguente utilizza tutti i risultati della ricerca prodotta dai partner nei loro particolari contesti nazionali, e da questi estrapola aree di similitudine e
differenza.
Aree di Ricerca
1. Il contesto
socio/economico e il
sistema VET

2. Profilo del Gruppo Target

3. Modalità di Formazione
ed Apprendimento

Similitudini

• Tutti I partner hanno messo in evidenza argomenti di
elevate disoccupazione giovanile in relazione all’attuale
contenuto economico
• Alcuni gruppi di giovani devono affrontare ulteriori
svantaggi/barriere all’inclusione e positiva progressione EET
(ad esempio, BME, immigrati, migranti, persone che hanno
abbandonato la scuola nei primi anni, chi ha problemi di
apprendimento, disabilità, ecc.)
• Istruzione e formazione considerate essenziali per limitare
la disoccupazione giovanile. Esistono vari programmi che
danno attenzione ai VET, all’apprendistato ed
all’impiegabilità
• Sembra che ci sia un generale riconoscimento che, mentre
le qualifiche sono importanti, un’ulteriore impiegabilità e le
abilità chiave sono vitali, specialmente per quei giovani che
hanno un basso livello di istruzione e/o ulteriori ostacoli
all’impiego.
• Tutti i partner lavorano con i giovani e in particolare con
gruppi NEET che incontrano molti svantaggi ed ostacoli nel
loro cammino verso l’inclusione e la progressione. Tutte le
organizzazioni partner sono NGO che usano approcci
creativi e non formali per lavorare con i loro gruppi target.
• Questi servizi e queste risorse sono aperte e progettate per
promuovere uguaglianza di accesso ed incoraggiare le
persone svantaggiate
• Viene usato un approccio non formale e informale per
attrarre ed impegnare i giovani in un ambiente non
convenzionale

Differenze

• Livello di disoccupazione giovanile
molto variabile, dal 53% in Spagna al
15% in Olanda

La gamma di età ed i gruppi con cui i partner
lavorano differiscono per gruppi specifici (ad
esempio Questao lavora con ragazzi tra 15 e 18
anni, mentre Metrolab lavora con gruppi diversi)

4. L’adattamento con la
strumentazione operativa
per le abilità
chiave/trasferibili di
WAC/Rinova per i formatori

• Insegnanti/tutor provenienti da vari background
professionali con numerose abilità, ma capaci di interagire
con il/i gruppo/i target
• I partner lavorano con i discenti/partecipanti per
identificare sia le abilità/competenze che essi hanno, sia le
loro lacune ed i loro bisogni
• Lo sviluppo di abilità, soprattutto le abilità chiave, è
considerato vitale
• Tutti i partner hanno identificato modalità in cui le aree di
abilità trasferibili si adattano o hanno attinenza con il loro
lavoro e nel loro contesto nazionale per l’apprendimento
delle abilità chiave per i VET
• Le 4 aree di abilità più citate che meglio si adattano al loro
lavoro sono:
o Comunicazione
o Relazioni interpersonali
o Pensiero Creativo
o Apprendere e migliorare







Alcuni partner considerano le
Competenze Chiave ERF pertinenti e
riconosciute, mentre altri non le
considerano tali (per esempio, in Italia il
sistema delle qualifiche si è
recentemente allineato agli ERF)
Ci sono state variazioni nel
riconoscimento e nella promozione
dell’importanza delle abilità chiave o
competenze nelle diverse nazioni
partner. Per esempio, a Cipro il sistema
educativo non fornisce alcuna
opportunità per l’acquisizione di questo
tipo di abilità.
Le aree di abilità citate solo una o due
volte sono:
o Tecnologia
o Informazione
o Organizzazione
o Business
o Lavoro di gruppo
o Personale


Documenti correlati


Documento PDF arco comparative study executive summary 1st aug 2013 ita
Documento PDF thekissingerraport
Documento PDF eicc study report on indian companies in eu 21032013
Documento PDF equilibre report
Documento PDF monitor emilia romagna settembre 2016
Documento PDF 3789 ionospheric earthquake precursors


Parole chiave correlate