File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



TELEPIOMBINO COSTA ETRUSCA .pdf


Nome del file originale: TELEPIOMBINO COSTA ETRUSCA.pdf
Autore: caterina

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato generato da Microsoft® Word Starter 2010, ed è stato inviato su file-pdf.it il 26/11/2013 alle 19:11, dall'indirizzo IP 95.247.x.x. La pagina di download del file è stata vista 807 volte.
Dimensione del file: 499 KB (2 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


TELEPIOMBINO COSTA ETRUSCA

UNA STORICA IMMAGINE DEL 1974 IVO BARLETTANI, LETTORE DEL TG DI
TELEPIOMBINO
L'emittente con sede a Piombino, in provincia di Livorno, inizia i suoi
programmi a livello sperimentale nel febbraio 1973, la sua sede è in una
stanza in corso Italia al numero civico 95, al terzo piano, nel centro di
Piombino, lo stesso dove c'erano gli uffici dell'assicurazione Sai e la redazione
locale del quotidiano IL TELEGRAFO. I fondatori furono Roberto Fidanzi,
scomparso prematuramente in un incidente stradale, il giornalista Ivo
Barlettani, il tecnico elettronico Ingegner Rossi Ferrante, e il commercialista
Marcello Guastini. L'emittente allaccia 1800 apparecchi, trasmette inizialmente
cartoline della città, quindi informazione locale e qualche film. Pochi mesi dopo

l'emittente subisce un sequestro ordinato dal ministro Gioia. Il 4 maggio 1973
con il decreto legge n.156 il ministero mette l'emittente fuorilegge.
TelePiombino chiude ma intanto si attrezza per la riapertura, la sede viene
spostata sul lungomare Marconi, i tecnici riescono a collegare 1500 abitazioni,
il 27 ottobre 1974 hanno inizio le trasmissioni ufficiali, i programmi vanno in
onda dalle 17 alle 23, si struttura subito un primo palinsesto comprendente un
tg locale (VIDEOGIORNALE), film, cartoni animati, la rubrica S COME SPORT,
TIRO AL BERSAGLIO: PERSONAGGI ALLA SBARRA che era un filo diretto
telefonico con politici, sindacalisti, amministratori e gente dello spettacolo,
intervennero fra gli altri alla trasmissione Valerio Biondi, Franco Visentini,
Giuseppe Averardi, Enrico Berlinguer, Corrado Pani, Mario Carotenuto, Gino
Bramieri, Alighiero Noschese. TelePiombino propone un film ogni sera (è il
periodo durante il quale la Rai manda in onda solo un film alla settimana),
dibattiti, programmi realizzati in collaborazione con le forze sociali, i sindacati e
gli insegnanti delle scuole di Piombino. Direttore dei programmi è il giornalista
Ivo Barlettani, direttore tecnico Mimmo Martinucci, fra gli altri collaboratori
dell’emittente Franco Barbaglia e Sergio Grassi. Nel 1975 TelePiombino ha un
altro contenzioso, questa volta con la Lega Italiana Gioco Calcio. Già alla fine
del 1974, Telepiombino a venti minuti dalla fine della partita, manda in onda
immagini di Piombino-Bibbiena, incontro valido per il campionato regionale
della promozione; una sintesi di venti minuti della partita, alcuni servizi ed
interviste ai giocatori e ai dirigenti sportivi, anticipano il NOVANTESIMO
MINUTO della Rai, che manda in onda servizi sulle squadre di serie A e di serie
B. La lega calcio professionisti e la Lega semiprofessionisti chiamano in
Tribunale i responsabili di TelePiombino. Un’analoga vicenda accade a Venerio
De Giorgi, titolare dell’emittente TeleAbruzzo, La Lega pretende il pagamento
dei diritti. Ma, nonostante questa difficoltà, Telepiombino ha già nel 1975 ha un
palinsesto ben strutturato con un tg locale (VIDEOGIORNALE), film, cartoni
animati, la rubrica S COME SPORT, TIRO AL BERSAGLIO: PERSONAGGI ALLA
SBARRA, un filo diretto telefonico con politici, sindacalisti, amministratori e
gente dello spettacolo.
Nel 1976 l’emittente passa all'etere con il nome di TelePiombino irradiando i
suoi programmi dal canale Vhf H1. Tele Piombino viene citata da Giancarlo
Dotto e Sandro Piccinini per un'intervista effettuata con Ambrogio Fogar e per
una a Jacques Maiol, nonchè per il programma INCONTRI CON GIOVANNI
GENTILI. VIAGGIO NEL MONDO DEI CANTANTI LIRICI IN PENSIONE. Su uno
dei primi numeri di MILLECANALI si legge: TelePiombino manda in onda
L'INCONTRO CON GIOVANNI GENTILI un anziano maestro di musica che si è
ritrovato in una classe del Conservatorio e gli allievi del Gruppo Corale
Mascagni. Canti popolari, romanze, brani d'opera eseguiti da baritoni e tenori
hanno creato per alcune ore l'atmosfera culturale della Piombino del primo
'900. Fra gli altri programmi ricordiamo DADO QUIZ (gjochi e varietà condotti
da Rita), SPORT a cura di Alfio Callai. Di TelePiombino si occupa sa
MILLECANALI che TV SORRISI E CANZONI che ne pubblica i palinsesti.
L'emittente chiude i battenti nel 1981.


TELEPIOMBINO COSTA ETRUSCA.pdf - pagina 1/2
TELEPIOMBINO COSTA ETRUSCA.pdf - pagina 2/2

Documenti correlati


Documento PDF telepiombino costa etrusca
Documento PDF anticoborgo catalogue
Documento PDF piano obiettivi 2016 2021 mignani sindaco 2 1
Documento PDF juvetoro n 8 juve inter bassa
Documento PDF la gazzetta dello sport 18 11 2013 by pds signed 1
Documento PDF presentazione 29 ottobre flm per sito1


Parole chiave correlate