File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



STAMPA CAMPANIA NUOVO 8 DICEM .pdf



Nome del file originale: STAMPA CAMPANIA NUOVO 8 DICEM.pdf
Titolo: STAMPA CAMPANIA NUOVO 8 DICEM...
Autore: Segr.Legale Gadola

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da PDF24 Creator / GPL Ghostscript 9.10, ed è stato inviato su file-pdf.it il 04/12/2013 alle 17:11, dall'indirizzo IP 151.75.x.x. La pagina di download del file è stata vista 861 volte.
Dimensione del file: 10.4 MB (4 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


2 N. 1 - Domenica 8 Dicembre 2013

Stampa Campania Settimanale di Informazione

Nonostante la crisi economica e sociale

Politica - Attualità - Cronaca - Sport

Caterina Capasso, presidente associazione “donne in lab”

LaConculunaturapolitica
valorefortenontutto
trascurabi
l
e
si può...
Nell’attuale contesto di crisi economica e
sociale esiste la possibilità di praticare
nuove strade che assicurino un ritorno in
termini di qualità della vita e di creazione di
lavoro qualificato? Noi pensiamo di sì se si
prendono in considerazione modelli di
“economia della cultura” che hanno gà dato
buona prova di sé in scenari molto simili a
quello italiano ed a quello della nostra
Regione, basti pensare a come Barcellona
sia stata completamente trasformata negli
ultimi vent’anni. Superata gli atteggiamenti
di un ministro dei passati governi Berlusconi
per il quale con la cultura “non si riuscivano
in certi obiettivi”, non si tratta di adottare il
modello confindustriale sintetizzato nella
parola d’ordine “la cultura fattura” quanto di
introdurre, finalmente, nella gestione delle
cose di interesse storico ed artistico una
serie di principi e di modalità di gestione
moderni che rendano quelle stesse cose

fruibili alimentando tutti i possibili ritorni
economici e sociali. Solo un esempio in
Terra di Lavoro: da diversi anni si pone il
problema del sito di Carditello su cui,
meritoriamente, associazioni e comitati si
sono impegnati per fermarne il degrado. Si
tratta ora di costruire un piano di recupero
completo che valorizzi il complesso
mettendolo al centro di un percorso culturale
che può costituire una completa novità per la
provincia di Caserta. Non occorre una
sofisticata analisi economica per
immaginare i benefici che, in termini di ritorni
economici diretti ed indiretti, possano
derivare da quest’operazione. Va detto però
come sia essenziale, fermo restando le
competenze tecniche, una volontà politica
forte. E’ quello su cui dovremo battere nei
prossimi mesi, impegnandoci
coerentemente. Siamo pronti a farlo.
Ferruccio Diozzi

Un appello dei Laburisti per il Partito del Lavoro:
rivedere e mettere in discussione la riforma Fornero

L’incontro di Venerdì 22 novembre tra le Rsu
(Cgil, Cisl e Uil) che hanno già approvato un
appello rivolto alle Confederazioni per aprire
una vertenza generale finalizzata ad ottenere
un profondo cambiamento della legge Fornero
sulle pensioni, ha deciso di invitare tutte le Rsu
ad una assemblea nazionale da tenersi a
Milano il 20 Dicembre per decidere le iniziative
di mobilitazione a sostegno. La legge Fornero
sulle pensioni è sbagliata, dannosa per i
lavoratori e il Paese. Il sistema previdenziale
oggi si fonda su una solidarietà a rovescio:
pagano di più e godono meno dei benefici i
lavoratori a basso reddito e i precari. La politica
del fare pagare i costi della crisi ai pensionati e
ai lavoratori, senza mai intervenire sulle grandi
ricchezze e i possessori di grandi rendite

finanziarie, non risolve le cause della crisi e
genera gravi ingiustizie. Pertanto è necessario
che a partire dalla spinta delle RSU si possa una
lunga mobilitazione di contrasto per cambiare la
legge: salvaguardia del potere d’acquisto delle
pensioni e limiti alle pensioni d’oro; flessibilità in
uscita; ripristino dei vecchi requisiti, 65 anni per
gli uomini, 60 per le donne e i 40 anni di
contributi per l’accesso alla pensione di
vecchiaia e di anzianità in particolare per coloro
che hanno iniziato a lavorare in età precoce e
per i lavori usuranti; il superamento delle attuali
sostanziali sperequazioni per le donne;
garanzia di una pensione dignitosa per i
giovani, i precari e i migranti.
Francesco Barra
Presidente Laburisti regione Campania

Nasce Donne in Lab
MARCIANISE - E’ nata a Marcianise
la nuova associazione “Donne in
Lab”, titolo promosso dal tesoriere
provinciale dei laburisti la cui nascita
è stata fortemente voluta da
Capasso Caterina, nonché
presidente della stessa associazione
il movimento ha lo scopo principale di
tutelare i diritti delle donne sui luoghi
di lavoro. L’intento è di promuovere
un’assidua informazione su quelle
che sono le problematiche
lavorative. L’associazione operaia a
360° e sarà anche un ritrovo dedicato
tutto al femminile. Possiamo
esternare quindi un invito a tutte
coloro che vogliono aderire
all’associazione,qualora vogliono
Un chiarimento e un consiglio sui
diritti delle lavoratrici.
Alle nostre lettrici interessate si
prega di inviare un E-Mail al nostro
g
i
o
r
n
a
l
e
:
stampacampania@virgilio.it
Caterina Capasso

Sport, calcio
Panoramica sul calcio casertano
Casertana fermata dalla pioggia a
Melfi, terreno di gioco reso
impraticabile dalla pioggia,
Domenica 8 dicembre sarà
impegnata nel derby con l’Aversa.
Per i rossoblù di mister Ugolotti
serviranno assolutamente i tre
punti per avvicinarsi alla vetta.
Rinviata anche la gara tra Matera Marcianise per l’abbondante
pioggia caduta nelle ore precedenti
l’inizio del match. Nel prossimo
turno i gialloverdi che comandano il
girone H di Serie D ospiteranno il
Monospolis, gara non facile, ma
alla fine la squadra marcianisana
conquisterà senz’altro l’intera
posta in palio che le permetterà di
continuare la marcia vincente in
questo girone di andata che stà
volgendo al termine.

3
I giovani sono ormai sfiduciati, si sentono
traditi dalle solite promesse non mantenute
ANNO 20 - N. 1 - Domenica 8 Dicembre 2013

Stampa Campania Settimanale di Informazione

Politica - Attualità - Cronaca - Sport

Però con bravi politici si può...
I laburisti verso il Partito del Lavoro a sostegno dei disoccupati
MARCIANISE - In un periodo di
profonda e preoccupante crisi e di
enorme difficoltà nazionale nel
settore del lavoro, anche Terra di
Lavoro ne ha fortemente risentito
creando purtroppo qualche forte
disagio nelle famiglie, soprattutto
quelle meno abbienti e non solo. Con
la capacità di bravi politici si potrebbe
gestire più facilmente un settore così
delicato specialmente sul territorio

casertano. Dall’attuale andamento di
crisi territoriale si notano in giro dei
malcontenti soprattutto tra i giovani
dando un’offesa alla loro intelligenza.
Bisognerebbe che gli apparati
qualificati rivedano con chiarezza, le
capacità e il grado di esperienza nel
settore affidate a persone poco
sensibile ai veri problemi
occupazionali che stanno vivendo
Marcianise e tanti altri paesi

dell’hinterland casertano. Da
premettere che nei giorni scorsi i
Laburisti verso il Partito del Lavoro
hanno appoggiato l’iniziativa di un
associazione di disoccupati a difesa
del lavoro e i i diritti delle lavoratrici e
lavoratori. Ci si augura che le
istituzioni competenti recepiscono
pienamente tale messaggio perché il
lavoro è un diritto per tutti.
Luigi Barca

Il presidente del comitato disoccupati di Marcianise invita il sindaco ad impegnarsi per il delicato settore del lavoro

Il problema occupazionale
un fenomeno preoccupante
MARCIANISE - La sensazione che si
percepisce in città sulla preoccupante
crisi occupazionale, scoglio alquanto
insormontabile per l’amministrazione
comunale di Marcianise, è quella di un
delicato e notevole disagio sociale.
Sembra ormai evidente che lo stato
d’animo dei giovani e dei tanto ormai
meno giovani disoccupati marcianisani e
della restante parte da sempre
inoccupata sia quella di un arrendevole
mutazione verso il non credere o provare
ad inserirsi nel mondo del lavoro. Da un
pò di tempo a questa parte questa
problematica che attanaglia il nostro
territorio è stata presa in forte

considerazione dal “Movimento
disoccupati di Marcianise che si è
adoperata con proteste civili nei giorni
scorsi nei confronti dell’amministrazione
De Angelis arrivando a sollecitare un
immediato e costruttivo intervento da
parte del sindaco e di tutta
l’amministrazione con un dibattito in sede
consiliare s sulla crisi occupazionale
marcianisana. Vero è, che se pur
risvegliando il senso civico e pratico di
questa amministrazione ottenendo da
questo dibattito una delibera che rifletteva
l’impegno totale da parte di tutti, oggi ci
sentiamo come fermi al palo, senza
risposte, e per lo più senza nessun segno

La Direzione di Stampa Campania comunica
atut i inostriaffezionati let orichegli articoli, foto,ecc.. ,
possonoessereinviati perVia - Mail al seguente indirizzo:
stampacampania@virgilio.it

di iniziativa sulla questione in causa.
Parafrasando tutto il nostro operato per
cui ci stiamo ancora adoperando nel
sollecitare continuamente la nostra
politica locale, possiamo dire che il danno
arrecato a tutti noi è da ricondurre proprio
alla politica passata che ha fatto poco o
niente nel recente passato. “Noi comitato
disoccupati”invitiamo ancora una volta il
sindaco Antonio De Angelis e tutta
l’amministrazione ad adoperarsi nel dare
le dovute risposte per l’impegno assunto
in assise, facendo il possibile per
risolvere le dovute problematiche
Antonio Farina

Stampa Campania
Settimanale Indipendente di Informazione
Autorizzazione Testata N.452 del 20 Maggio 1994- Registrato c/o il Tribunale di S.Maria C.V. - CE

Editore e Direttore Responsabile

Arnaldo Gadola
Direttore Pubblicità: Luigi Barca
Collaboratori: Antonio Buonomo, Caterina Capasso,
Vito Capasso, Ferruccio Diozzi, , Gaetano Madonna

Direzione e Redazione: Via Gadola Vico Bellini, 3 - Recale (Ce)
I singoli autori sono responsabili di quanto riportato negli articoli da essi
firmati e non impegnano in nessun caso l’Amministrazione del giornale.
Grafica, impaginazione e stampa: Direzione di “Stampa Campania”

4 ANNO 20 - N. 1 - Domenica 8 Dicembre 2013

Stampa Campania Settimanale di Informazione Politica - Attualità - Cronaca - Sport

Un appartamento di Via G.Vico a Recale distrutto
dall’esplosione di una fuga di gas di una una bombola

Rubrica di Diritto

GLIAVVOCATI GAETANO MADONNA
EARNALDO GADOLARISPONDONO
Purtroppo il possesso di un computer
comporta il pagamento canone Rai
Gent.mi Avvocati, chi non possiede un televisore ma
solo un computer è obbligato a pagare il canone Rai?
Loredana Di Monaco (S.Maria Capua Vetere)

STRAGESFIORATAARECALE
RECALE - Mercoledì 27 novembre
2013 alle ore 6.30 un boato enorme
ha terrorizzato 6 famiglie di un
condominio sito in Via G.B Vico a
Recale dovuto ad una fuoriuscita di
gas da una bombola distruggendo
l’appartamento di una coppia di
anziani, provocando gravi e seri
danni all’intero stabile oltre ad
alcune auto parcheggiate all’interno
del parco. Persone terrorizzate e
spaventate sono riuscite a scappare
cercando un riparo da conseguenze
che potevano trasformarsi in
tragedia. Il terribile ed inaspettato
scoppio ha causato il crollo di
balconi, la distruzione di pareti, vetri,

persiane oltre alle auto
parcheggiate all’interno del parco
nell’area sottostante
l’appartamento. Purtroppo la coppia
di anziani è rimasta ferita da questo
improvviso, inaspettato terrificante e
agghiacciante evento dannoso.
Il pronto intervento dei periti
che hanno effettuato
i dovuti sopralluoghi preposti dalle
autorità competenti hanno reso
inagibile l’intero stabile, purtroppo le
sei famiglie dovendo lasciare gli
appartamenti sono per il momento
dovute traslocare presso parenti,
amici e strutture alberghiere.
Antonio Buonomo

Sì, il canone Rai va pagato anche se non si
possiede un televisore; infatti, secondo
quanto disposto dal regio decreto 246 del
21 febbraio 1938 e successive integrazioni
e modifiche, deve pagare chiunque
possegga “apparecchi atti o adottabili alla
ricezione delle trasmissioni radio
televisive”. Pertanto, chi non possiede un
televisore ma un computer sarà
certamente tenuto a pagare il canone Rai;
i l c o m p u t e r, i n f a t t i , s e c o n d o
l’interpretazione corrente, può essere
“adottabile alla ricezione delle trasmissioni
radio televisive”, in quanto può essere
facilmente dotato di scheda tv che lo metta
in condizione di trasformarsi in una
televisione vera e propria.

E’ reato penale chi maltratta un animale
Gent.mi Avvocati, un vicino di casa si è permesso di dare un calcio al mio
cane. Come mi devo comportare e che cosa rischia chi maltratta gli animali?
Antonio Giordano (Caserta)
Rischia le seguenti conseguenze previste dalla
legge n.189 del 20 luglio 2004, che ha
fortemente inasprito le sanzioni per i
maltrattamenti, i combattimenti clandestini, le
competizioni non autorizzate e l’abbandono di
animali. Ecco le principali sanzioni: Chi
maltrattra un animale, per crudeltà o senza
necessità, rischia la reclusione da tre mesi a un
anno o la multa da 3000 a 15.000. Le
consigliamo di rivolgersi ad un legale,
inoltrando una denuncia-querela all’autore del
crudele e cattivo gesto. Pertanto il
comportamento di questa persona è di
maltrattamento e rischia la reclusione da tre
mesi a un anno o la multa da 3000 a 15.000.

Immagini agghiaccianti del crollo

INVIATE I VOSTRI QUESITI A:
stampacampania@virgilio.it

STAMPACAMPANIA

Testata Campana dal 1994 fondata e diretta da Arnaldo Gadola
Settimanale indipendente di cultura, politica, attualità, spettacolo e sport
Autorizzazione Testata N. 452 del 20 Maggio 1994 Registrato c/o il Tribunale di S.Maria C.V. (Ce)
Direzione e Redazione: Recale (Ce) Via Gadola Vico Bellini 1 - Tel. E Fax 0823466434 - E-Mail:stampacampania@virgilio.i t - Anno 20 - N.41 - Domenica 8 Dicembre 2013

L’editoriale di Arnaldo Gadola

Il periodo di crisi purtroppo non sarà a breve termine

Solo conl’amoreperla political’Italia puòrinascere
Nodo occupazionale il vero problema

Luigi Barca

All’interno del giornale
A Pagina 3 servizio
sulla politica casertana

Recale - Pagina4
Strage sfiorata
Sport, calcio a pag.2
Allo stadio Pinto derby
Casertana - Aversa
Lacapolista Marcianiseospita il Monospolis

L’Italia stà attraversando
un periodo molto difficile
soprattutto dal punto di
vista occupazionale.
Purtroppo le divisioni
laceranti, l’odio politico che
divide le correnti dei partiti
non consentono di poter
azzardare ipotesi. Abbiamo
avuto per vari anni un
Premier che non è riuscito
a risolvere un equilibrio per
superare tremende
barriere che potevano
portare benessere al
Paese. Dove sono tutti i
progetti elencati e
promesse in campagna
elettorale? Dove sono finiti i
nostri diritti?E’ tutta
un’illusione, nulla di reale e
concreto, ecco perché noi
umili cittadini, dobbiamo
scegliere la politica del fare
concreto, non vogliamo
illusionisti o prestigiatori,
dobbiamo scegliere la
politica a marchio, un
movimento politico che
nasce con uno slogan
molto significativo dal titolo:
Un Partito per il Lavoro, un
simbolo, che certifica e
valorizza noi tutti e il nostro
impegno per ridare una
dignità ed un giusto
equilibrio economico alle
famiglie, perché il lavoro è

fonte di autostima e di una
corretta integrazione
sociale. Ci occorre voltare
pagina, dare una svolta alla
nostra vita politica, certi
politici nuociono
gravemente alla salute e
alla reputazione del nostro
Paese nel mondo. Un
problema di grossa entità, il
quale è sotto gli occhi di
tutti, ma solo molto spesso
è sottovalutato e non preso
seriamente, sono i giovani,
più si va avanti e più c’è
decrescenza di giovani, c’è
una fuga, e questo è dovuto
ad una classe dirigente
incapace ed inaffidabile. Le
istituzioni appaiono ai
giovani distanti ed incapaci
di risolvere i problemi,
anche quelli più elementari.
I giovani, a causa di tutto
questo, hanno perso tutte
le speranze. Non hanno un
ideale per cui lottare e
difendere a spada tratta,
con la mancanza di essi,
sovviene anche la fiducia in
se stessi e questo è molto
allarmante. D’altro canto
quasi tutti i politici, hanno
fatto qualcosa o mosso un
dito affinché queste
condizioni pessime,
vengono o meno o
svaniscono per sempre.

Bisogna incentivare i
giovani che sono il futuro e
la speranza. La svolta di cui
ha bisogno deve avvenire
al più presto, soltanto così
si potrà contare sul
sussidio dei giovani, quindi
si potranno auspicare
speranze migliori e più
limpide per il futuro. I
giovani hanno bisogno
della politica ma anche la
politica ha oltretutto
bisogno dei giovani. Vorrei
avviarmi alla conclusione,
secondo il mio parere, per
me i giovani sono: tesoro,
futuro, speranza. Bisogna
che dobbiamo dire basta a
questa demagogia
spudorata, che viene usata
solo per illuderci. Il
sottoscritto da giovane
amante della politica, la
scelta l’ho fatta, ho scelto la
politica sana, non corrotta e
soprattutto del fare
concreto. Il nostro punto di
salvezza, il nostro punto di
approdo dove trovare
scampo a falsità e illusione
che continuamente
cercano di inculcarci.
Concludo vorrei spronare i
lettori a credere in questo
nostro progetto. Un
progetto sociale, serio,
concreto, leale e coinciso.


STAMPA CAMPANIA NUOVO 8 DICEM.pdf - pagina 1/4
STAMPA CAMPANIA NUOVO 8 DICEM.pdf - pagina 2/4
STAMPA CAMPANIA NUOVO 8 DICEM.pdf - pagina 3/4
STAMPA CAMPANIA NUOVO 8 DICEM.pdf - pagina 4/4

Documenti correlati


Documento PDF stampa campania mensile maggio 2014
Documento PDF stampa campania domenica 29 dicembre 2013
Documento PDF stampa campania anno 21 mensile marzo 2014
Documento PDF stampa campania anno 21 mensile marzo 2014 1
Documento PDF stampa campania giugno 2014 cdr 6
Documento PDF stampa campania mensile aprile 2014


Parole chiave correlate