File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



STAMPA CAMPANIA DOMEN. 15 DIC .pdf



Nome del file originale: STAMPA CAMPANIA DOMEN. 15 DIC.pdf
Titolo: STAMPA CAMPANIA DOMEN. 15 DIC...
Autore: Segr.Legale Gadola

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da PDF24 Creator / GPL Ghostscript 9.10, ed è stato inviato su file-pdf.it il 12/12/2013 alle 20:49, dall'indirizzo IP 151.75.x.x. La pagina di download del file è stata vista 777 volte.
Dimensione del file: 1.9 MB (4 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


6

Anno 20 N. 42 - Domenica 15 Dicembre 2013

Stampa Campania Settimanale di Informazione Politica - Attualità - Cronaca - Sport

Rubrica di Diritto
GLI AVVOCATI GAETANO MADONNA
E ARNALDO GADOLA RISPONDONO
La Cassazione vieta un condomino il parcheggio
per lunghi periodi della propria autovettura
Gent.mi Avvocati, un condomino può
lasciare la sua automobile parcheggiata
nel cortile comune dell’edificio condominiale
senza mai spostarla una volta?
Pasquale Pascariello (S.Nicola la Strada)
La risposta è negativa. Infatti, la Cassazione,
con sentenza 24 febbraio 2004, n. 3640, ha
affermato che l’uso della cosa comune da parte
di ciscun condomino è soggetto, ai sensi dell’art.
1102 del codice civile, al duplice divieto di
alterarne la destinazione e di impedire agli altri
partecipanti di fare parimenti uso della cosa
stessa secondo il loro diritto. Pertanto la
Cassazione - posta la premessa suddetta - ha
ritenuto che la condotta del condomino
consistente nella stabile occupazione mediante il parcheggio per lunghi periodi di
tempo della propria autovettura - di una porzione
del cortile comune configuri un abuso, poiché
impedisce agli altri condomini di partecipare
all’utilizzo dello spazio comune, ostacolandone il
libero e pacifico godimento ed alterando
l’equilibrio tra le concorrenti ed analoghe facoltà.
Gent.mi Avvocati, sono inciampato in una buca
presente sul marciapiede a chi bisogna
rivolgersi per ottenere il risarcimento dei danni
riportati a seguito della caduta?
Antonio Viscardi (Caserta)

Se la buca rappresenta un pericolo non occulto, ma
visibile l’ente proprietario della strada non è responsabile
Bisogna rivolgersi all’ente proprietario della
strada, la cui responsabilità non è però sempre
scontata; infatti l’ente è responsabile dei danni
provocati da difetti del manto stradale soltanto se
la situazione di pericolo, che ha causato il danno,
non era, al momento del fatto, né visibile né
prevedibile. In altre parole, l’ente proprietario
della strada aperta al pubblico transito è tenuto, in
ossequio al principio del neminem laedere
sancito dall’art. 2043 del codice civile, a
mantenere la strada medesima ed il relativo
marciapiede in condizioni che non costituiscono
una situazione di pericolo occulto per l’utente che
fa ragionevole affidamento sulla sua regolarità. Il
pericolo occulto (definito anche insidia o
trabocchetto) è caratterizzato, come è ormai
pacifico in giurisprudenza, dalla coesistenza
dell’elemento oggettivo della non visibilità e

e dell’elemento oggettivo della non visibilità e dell’elemento soggettivo della
imprevedibilità. In pratica, affinché una buca possa essere considerata insidia,
generando di conseguenza la responsabilità del proprietario della strada, è
necessario che essa, usando la diligenza dell’uomo medio, sia oggettivamente
e soggettivamente non prevedibile e non avvistabile. In definitiva, se viene
constatato che la buca in questione rappresentava un pericolo non occulto o
insidioso, ma visibile ed evitabile, nessuna responsabilità potrà essere
imputata all’ente proprietario della strada.

Come difendersi dalle continue offerte da
parte dei gestori telefonici di prodotti e servizi
Gent.mi Avvocati, di fronte alle numerose telefonate quotidiane per
proporre offerte commerciali come difendersi?
Giuseppe Gagliardi (Marcianise)
Questo è un problema che affligge sempre più cittadini, ormai inermi di fronte alle
pressanti e continue telefonate provenienti dagli operatori dei vari gestori
telefonici. Recentemente e ancora una volta ha fatto sentire la sua voce il Garante
per la protezione dei dati personali. Nel sito www.garanteprivacy.it è riportato il
seguente comunicato stampa (28 dicembre 2006), che recita testualmente:”
Applicazioni di sanzioni amministrative, ulteriori ispezioni e, nei casi più gravi,
divieto del trattamento dei dati personali. Sono queste le misure che il Garante
attiverà di nuovo nei confronti dei gestori telefonici e di aziende private per
tutelare gli utenti dalle continue telefonate di disturbo. Restano purtroppo
numerosi i cittadini che si rivolgono al Garante per lamentare l’offerta di servizi e
prodotti prevalentemente da parte di società telefoniche (linee veloci Internet,
segreterie telefoniche, tariffe particolari, instradamento automatico della
linea verso altro operatore), o che protestano per i continui disturbi arrecati alla
loro vita privata da call center che li contattano, spesso negli orari meno
opportuni, per proporre offerte commerciali. Dopo una serie di interventi e
l’indicazione delle regole per i nuovi elenchi telefonici, per arginare
il fenomeno il Garante ha da ultimo adottato, un provvedimento a carattere
generale con il quale ha prescritto ai gestori telefonici di attuare,
entro maggio, specifiche misure per contrastare prassi illegittime come appunto
l’attivazione di contratti, schede o servizi telefonici non richiesti dagli utenti e per
evitare le telefonate di disturbo. Sulla base delle segnalazioni pervenute, ma
anche del monitoraggio effettuato dalla stessa Autorità, non risulta tuttavia che il
fenomeno si sia significativamente ridotto. Il Garante ha perciò
deciso una articolata serie di nuovi interventi.
Innanzitutto proseguirà sulla strada delle sanzioni amministrative
Nei casi di violazione, dopo le 20 sanzioni applicate di recente. Avvierà poi, in
collaborazione con la Guardia di Finanza, accertamenti ispettivi.
E, nei casi in cui emergesse che società telefoniche e call center raccolgono
dati in violazione delle norme o contattano utenti in modo illecito
(specie quando sia stata registrata la loro volontà di non esser
Più disturbati), l’Autorità adotterà banche provvedimenti
di divieto del trattamento dei dati. Il Garante si è riservato, infine, eventuali altre
iniziative riguardo le regole alle quali devono sottostare i call center affinché
i diritti dei cittadini vengano pienamente rispettati.

INVIATE I VOSTRI QUESITI A:
stampacampania@virgilio.it

Stampa Campania Settimanale di Informazione

Politica - Attualità - Cronaca - Sport

ANNO 20 - N. 42 - Domenica 15 Dicembre 2013

3

MARCIANISE
Si è tenuto a Milano un importante convegno nazionale
con al vertice l’ex Ministro del Lavoro Cesare Salvi

Luigi Barca

IRinascita
Laburistisociale
versoeirinnovo
l Partitocostituzionale
del Lavoro

MARCIANISE - “I Laburisti” in
cammino verso “il partito del
lavoro”. Si è tenuto a Milano un
importante convegno
nazionale dove si sono dati
appuntamento i maggiori
esponenti di centro sinistra con
CGL-CISL-UIL e sindacati di
tutta Italia, movimenti politici
come i Laburisti della
Campania rappresentato dal
vertice: il presidente
Francesco Barra, vice
presidente Amodio Grimaldi, il
responsabile al programma e
cultura Ferruccio Diozzi, ed il
delegato al settore lavoro
segretario provinciale di
Caserta Luigi Barca. Si è
discusso a lungo delle
problematiche riguardanti la

crisi industriale italiana, gli
interventi sono stati molteplici,
tanto che la discussione si è
propagata per l’intera giornata,
si sono così potuti confrontare
diverse soluzioni e programma
da mettere sul tavolo
parlamentare tanto che al
vertice era presente l’ex
ministro al lavoro Cesare Salvi
ed uno dei massimi esponenti
del sindacato Giampaolo
Patta. Il lavoro è stato portato
con successo tanto da poter
decidere di richiedere un
secondo convegno sul
casertano che comprendesse
tutto il meridione e noi abbiamo
intervistato l’organizzatore del
prossimo convegno il
segretario Barca e gli abbiamo

chiesto quali fossero le
problematiche che porterà sul
tavolo meridionale. “Purtroppo
la crisi nazionale ha
penalizzato tutti ma di più i
piccoli imprenditori, lavoratori
autonomi, e quel che è
evidente le grandi industrie che
per affare o per sovraccarico di
tasse sono state costrette a
licenziamenti drastici, i
cittadini, il popolo e l’Italia
intera non può più percorrere
avversità del genere. Adesso
c’è bisogno di rimboccarsi le
maniche e lavorare, ma
lavorare sul serio io stesso, mi
farò un programma di
riqualificazione del territorio
meridionale, incentivando gli
industriali ad investire e a

credere di nuovo nel territorio
del centro meridione. Ho già in
serbo due nozioni di legge per
favorire l’occupazione
territoriale, mi auguro che gli
apparati competenti mi
appoggino in questo serio
progetto. Vogliamo sperare ad
un cambiamento vero e
duraturo nel tempo per poter
ridare alle famiglie il giusto
equilibrio economico e
sociale”. I Laburisti con i loro
progetti vogliono fortemente
una rinascita sociale ed un
rinnovo costituzionale
iniziando dalle piccole leggi
le quali serviranno a ridare
fiducia alla politica locale
e a quella nazionale.
Luigi Barca

Il Comitato Disoccupati presieduto da Farina fiducioso in una
soluzione positiva da parte dell’amministrazione comunale

Continua la manifestazione di protesta
Problema occupazionale il nodo della questione
MARCIANISE- Continua la
manifestazione di protesta. Anche
questa settimana come già sta
avvenendo da tantissimo tempo il
“Comitato Disoccupati” di Marcianise ha
dovuto fare “La voce grossa” per far
ricevere una propria delegazione negli
uffici comunali del sindaco di
Marcianise. Nella giornata di Giovedì
scorso, ovvero in data 5 dicembre
anticipando l’insediarsi di tutta la Giunta
Comunale per l’ennesimo consiglio
comunale, numerosi militanti del
suddetto “Comitato Disoccupati” si
barricava nella sala consiliare
occupandola e facendo slittare di
qualche ora l’avvio delle discussioni in

Assise. Tale protesta veniva attuata per
il mancato impegno da parte
dell’amministrazione sulla problematica
occupazionale sul territorio
marcianisano e dal mancato dialogo tra
le parti. Dopo un’estenuante trattativa
con le forze dell’ordine intervenute per
mediare tra le parti, il referente del
Comitato Antonio Farina veniva invitato
con una delegazione del comitato a
colloquiare con il Sindaco De Angelis.
L’incontro terminava con la promessa
del primo cittadino di Marcianise ad
impegnarsi personalmente sulla
problematica occupazionale ed a
ricevere il referente Farina con
delegazione a seguito almeno

Una volta a settimana.
I manifestanti a loro volta
abbandonavano civilmente l’aula e i
banchi consiliari per dare seguito
all’amministrazione nei lavori in Assise.
Il capogruppo Antonio Farina con tutto il
comitato si auspica una civile e
coerente mediazione fiducioso in una
breve concreta soluzione da parte
d e l l ’ a mmi n i stra zi o n e . “Ab b i a mo
bisogno di lavorare - conclude Farina -,
abbiamo raggiunto una certa età, per
cui senza il lavoro ci sentiamo uomini
persi, il nostro appello è doveroso e non
può lasciare insensibili e indifferenti le
autorità politiche locali e non”.
Antonio Farina

4 ANNO 20 - N. 42 - Domenica 15 Dicembre 2013

Stampa Campania Settimanale di Informazione Politica - Attualità - Cronaca - Sport

SPORT,CALCIO
Calcio, serie A. Dopo l’exploit iniziale della Roma

Il bomber del Napoli Higuain

Juve vicina all’agognata terza stella
Rivoluzionein casaMilanaGennaio
In Italia comanda ormai la Juventus di mister Conte che
rischia di vincere il terzo scudetto consecutivo...e
aggiudicarsi quindi la tanto agognata terza stella. Dopo
l’exploit iniziale delle dieci vittorie consecutive della Roma di
Garcia si pensava ad un campionato non facile per la
squadra bianconera. Dopo qualche battuta d’arresto dei
giallorossi è ripartito il treno bianconero, grazie anche al suo
fuoriclasse Pirlo, Allegri ha sbagliato a privarsene, infatti è
con Pirlo che la Juve è ritornata a vincere. Dopo un girone di
andata alquanto deludente, con Balotelli che non è riuscito
ancora ad ingranare, pochi sei gol per un centravanti.
Intanto in casa Milan è prevista la rivoluzione nel mese di
Gennaio. Se parte Allegri, il nuovo tecnico sarà Pippo
Inzaghi che darà quella caruica necessaria come ai tempi
d’oro del suo lungo trascorso rossonero. Nel frattempo sono
soltanto sicuri gli acquisti dei Honda e Ramu, ma servono
altri campioni. Nel taccuino il difensore della Nazionale
Astori, il giovane promettente portiere del Genoa Perin e
qualche colpo a sorpresa. Infine una notizia positiva per i
tifosi rossoneri è il ritorno di Maldini questa volta nel ruolo di
Amministratore Delegato, infatti sarà proprio Paolo a
succedere Galliani che tralaltro rimarrà in società con un
ruolo non proprio importante quindi di secondo piano.

Il capitano del Milan Riccardo Montolivo

Dopo le eliminazioni inaspettate di Juventus e
Napoli che retrocederanno in Europa League

E’il Milanl’unicaadifendere
l’Italia in Champions League
Il Milan è l’unica squadra italiana qualificata agli ottavi di
finale della Champions League. I rossoneri pareggiano a
San Siro con l’Aiax al termine di una partita di grande
sofferenza e chiudono al secondo posto nel gruppo H alle
spalle della corazzata Barcellona. Gli olandesi chiudono al
terzo posto e retrocedono in Europa League. In una giornata
che ha registrato l’ennesima brutta pagina per il calcio
italiano, con 6 tifosi olandesi aggrediti e feriti in città di cui tre
in maniera grave, la qualificazione del Milan è uno spiraglio
di luce nel buio. Costretta in dieci da metà primo tempo per
l’ingenua espulsione di Montolivo, la squadra di Allegri non
sui rende mai pericolosa e pensa solo a difendere il prezioso
risultato. Grande coraggio e soldità difensiva, inutili gli
assalti dell’Aiax. Non è andata bene al Napoli, non sono
bastati Higuain e Callejon, il Napoli vince 2-0 contro
l’Arsenal, ma viene eliminato dal Borussia che vince 2-1 a
Marsiglia. Successo meritato per la squadra di Benitez
soprattutto per quanto visto nel secondo tempo quando sulla
spinta di un S.Paolo bollente, ha schiacciato nella propria
area gli inglesi. Le reti di Higuain e Callejon suggellano la
bella gara dei padroni di casa, ma non basta: Napoli
eliminato con 12 punti (e il Galatasaray si qualifica con 7).
Passano Arsenal e Borussia con gli stessi punti, ma vincenti
negli scontri diretti. Partenopei in Europa League come la
Juventus. Intanto come regalo ai tifosi Galliani annuncia gli
acquisti di Hnda e Ramu. Honda avrà la maglia numero 10.

ANNO 20 - N. 42 - Domenica 15 Dicembre 2013

Stampa Campania Settimanale di Informazione Politica - Attualità - Cronaca - Sport

5

Marcianise. Il presidente emerito è il professore Vito Capasso che ha
come traguardo elevare la cultura perché il popolo senza cultura è buio

Nel 2014 l’associazione Adeat-Onlus festeggia 25 anni
Molte opere umanitarie durante il percorso di vita
MARCIANISE - Nel settimanale
di informazione Stampa
Campania entro in punta di piedi
e con grande entusiasmo. Sono
il Presidente emerito di una
associazione benefica no profit
denominata Adeat-Onlus che
nel 2004 festeggia il 25° anno
della sua fondazione. Il nostro
gruppo si prefigge due scopi:
vederci almeno una volta l’anno
(alcuni membri appartengono a
diverse regioni italiane del nordcentro-sud) per familiarizzare e
sodalizzare; il secondo scopo è
elevare la cultura nel mondo. Il
secondo scopo sembra titanico,
però se si sceglie un posto nel
mondo e vi si profonde tutto
l’entusiasmo del fare si

raggiunge un piccolo traguardo
che se venisse seguito come
esempio si potrebbero
conseguire tanti traguardi. Mi
sono chiesto in alcune riflessioni
la causa della disparità di
ricchezze tra l’Africa e l’Europa;
come mai ci sono tanti poveri in
Africa? Perché nei secoli scorsi
quasi tutto il continente era
possedimento di ragioni
europee che l’hanno derubato in
passato di tutte le sue immense
ricchezze (diamanti, oro, rame,
legno, pietre preziose ecc...). Gli
ex colonizzatori dovrebbero
aiutare questi popoli affamati e
non lo fanno. A tale scopo
l’associazione Adeat-Onlus
(Ass.di ex Allievi Trinitari) ha

finanziato una tenuta agricola in
Madagascar in cui trecento
ragazzi imparano a coltivare,
raccogliere i frutti degli alberi,
nutrirsi e commercializzare il
residuo; ha allestito una scuola
di taglio e cucito in cui trecento
ragazze imparano a modellare e
confezionare indumenti per le
loro esigenze; ha costruito una
scuola elementare e materna in
Andrianna (Madagascar) in cui
cinquecento bambini e ragazze
ricevono l’istruzione scolastica
per elevare leggermente la
cultura di quel popolo perché è
la cultura che cambia in meglio
le sorti di qualsiasi popolazione;
inoltre in questa scuola
elementare abbiamo individuato

dieci ragazzi dotati di uno
spiccato senso di
apprendimento, li abbiamo
adottati nello studio con 400
euro a testa con una spesa di
4.000 euro l’anno. Questi
ragazzi si sono diplomati ed ora
frequentano le superiori con la
speranza che da questo gruppo
ne escano dei professionisti
come periti agrari, infermieri,
medici, insegnanti, sperando
che il livello medio-culturale dei
quel paesino Andriamena si
elevi leggermente perché è la
cultura che alza di molto il tenore
di vita di qualsiasi popolo. Noi
dell’Adeat-Onlus per questo ci
battiamo e lottiamo.
Vito Capasso

SPORT CALCIO
La squadra rossoblù in trasferta
a Chieti e il Marcianise a Taranto
per continuare la striscia vincente

Casertana e Marcianise cercano
il grande colpo esterno

Nella foto l’esultanza del Marcianise dopo l’ennesima vittoria

In serie D, dopo lo 0-0 interno con il
Monospolis, grande impresa del
capolista Progreditur Marcianise
che mette in ginocchio la sua
principale antagonista e lancia un
forte segnale al campionato. A
decidere il recupero della partita di
Matera un gran gol di Citro che
realizza l’11esima rete stagionale. Il
Progreditur ha avuto anche
l’occasione per raddoppiare ancora
con Citro. E nel prossimo turno
Marcianise a Taranto contro la
seconda in classifica, il bomber
Citro cercherà di salire nella
classifica dei cannonieri del girone.
Intanto saranno organizzati
numerosi pulmann per questa

Nella foto l’allenatore della Casertana mister Ugolotti

importantisso match, una vittoria
porterebbe i gialloverdi ancora più in
alto. Il morale è alle stelle e i tifosi
possono già iniziare a sognare il
grande salto. In Seconda Divisione
momento felice anche per la
Casertana che dopo il successo nel
derby con l’Aversa grazie ad una
rete di Baclet, vince il recupero allo
stadio di Melfi con un goal di
Cucciniello. E Domenica la squadra
allenata da Ugolotti si reca sul
difficile campo abruzzese del Chieti,
formazione molto ostica, i falchetti
saranno sostenuti dal numeroso
pubblico che si recheranno in terra
d’Abruzzo con ogni mezzo.
L . B .


STAMPA CAMPANIA DOMEN. 15 DIC.pdf - pagina 1/4
STAMPA CAMPANIA DOMEN. 15 DIC.pdf - pagina 2/4
STAMPA CAMPANIA DOMEN. 15 DIC.pdf - pagina 3/4
STAMPA CAMPANIA DOMEN. 15 DIC.pdf - pagina 4/4

Documenti correlati


Documento PDF stampa campania domen 15 dic
Documento PDF odierna 1
Documento PDF rassegna stampa
Documento PDF la stampa 27 07 2015 by pds
Documento PDF stampa campania domenica 19 g
Documento PDF catalogo ipromo 2014 br


Parole chiave correlate