File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



STAMPA CAMPANIA DOMENICA 5 GE .pdf



Nome del file originale: STAMPA CAMPANIA DOMENICA 5 GE.pdf
Titolo: STAMPA CAMPANIA DOMENICA 5 GE...
Autore: Segr.Legale Gadola

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da PDF24 Creator / GPL Ghostscript 9.10, ed è stato inviato su file-pdf.it il 03/01/2014 alle 16:56, dall'indirizzo IP 151.75.x.x. La pagina di download del file è stata vista 1166 volte.
Dimensione del file: 44.1 MB (8 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


2 Anno 21- N. 1 - Domenica 5 Gennaio 2014

Stampa Campania Settimanale di Informazione

Politica - Attualità - Cronaca - Sport

Il penalista Gadola avrà il pieno appoggio non solo del suo elettorato ma
anche il partito punterà tutto su di lui dopo che l’altro candidato Luigi Barca
ha voluto fare un passo indietro per appoggiare fortemente la sua candidatura.
“La sua immagine e il suo stile che lo contraddistingue - afferma il segretario
provinciale Barca - e il suo savoir faire andrà a rinforzare il partito”

L’Avvocato ArnaldoGadola sarà candidato al Parlamento Europeo
Avràilpienoappoggiodellagentefiduciosanelsuooperato
RECALE - E’ annoverato tra
gli avvocati più noti non
solo della provincia di
Caserta ma della Regione
Campania. E’ titolare di
uno Studio Legale a
Recale. Stiamo parlando di
Arnaldo Gadola, penalista,
una notevole esperienza
anche come Pm nell’anno
2010-11. La sua escalation
è notevole, la sua
immagine e il suo savoir
faire ha convinto il vertice
del partito a puntare tutto
su di lui nelle prossime
elezioni Europee del 25
Maggio prossimo. Infatti

avrà il pieno appoggio non
solo del suo elettorato ma
anche di Luigi Barca che
non si è voluto candidare
facendo un passo indietro
per lui, quindi il partito
punterà tutto sul bravo
penalista per fare bella
figura nell’importante
prestigiosa e massima
competizione elettorale.
Intanto Arnaldo Gadola
afferma:”Ringrazio il
vertice del partito per la
fiducia accordatami dopo
questa probabile
candidatura al Parlamento
Europeo, farò il possibile

per meritarla, la
competizione è di alto
livello, molto arduo il
compito che mi attende,
male che vada significherà
che ho lanciato chiari
segnali e anche se non ce
la faremo sarà di sprono
per il futuro del partito
impegnato negli anni
seguenti in competizioni
certamente non d’èlite
come quello del
Parlamento Europeo ma
anche ugualmente
importanti”. Il penalista
Arnaldo Gadola - afferma
Barca segretario

provinciale del Partito del
lavoro -, è un personaggio
molto noto e serio, con
straordinarie idee
costruttive e grandi
capacità organizzative, la
sua presenza e la sua
probabile candidatura
andrà a rinforzare e fornire
un grosso contributo alle
cause del partito anche se
non dovrebbe arrivare al
grande traguardo di
Bruxelles ma Arnaldo
Gadola avrà il pieno
appoggio della gente
fiduciosa nel suo operato”.
Luigi Barca

Il presidente onorario dell’Assoziazione Adeat prof. Vito Capasso

Lastoria insegnachela superbia perdeel’umiltà vince
Esodo e Fedro i più grandi narratori di favole Vito Capasso
Esopo e Fedro i più grandi narratori
di favole l’uno greco, l’altro latino,
ci hanno raccontato un mondo
animale con lo scopo di migliorare i
rapporti del mondo umano. Chi
non conosce la favola del lupo e
l’agnello in cui si condanna la
superbia e l’arrogranza del forte
contro il debole? Chi non conosce
la favola della volpe e l’uva in cui
l’astuzia e la lungimiranza del furbo
è ivi echitettata? Sono tutte favole
che sembrano racconti per
bambini, leggendole però con più
attenzione vi si possono leggere
insegnamenti per l’uomo sia
moderno che quello vissuto

migliaia di anni fa. Che dire degli
aumenti delle tariffe postali, delle
ferrovie, delle tasse già esistenti be
l’invenzione di altrettanto nuove?
A proposito di favole, voglio
raccontarvi quella del ragnetto che
salva la vita al neonato Gesù.
Sapete tutti che il Re Erode, venuto
a sapere che era nato un nuovo re,
decide di eliminarlo fisicamente.
Un ragnetto, animale tra i più umili
e deboli del Regno animale,
avendo visto ciò che avevano fatto
per il piccolo Gesù, gli altri animali
(l’Asino e il Bue l’avevano
riscaldato, i cammelli dei Re Magi si
erano prostrati al suo cospetto, le

pecorelle dei pastori gli avevano
fatto compagnia) decise di fargli
anche lui un piccolo dono. Mentre
la Sacra Famiglia scappava dai
soldati di Erode si rifugiò in una
grotta dove stava questo ragno e
questi subito si mise a tessere una
meravigliosa ragnatela per non
farvi entrare mosche, zanzare e
insetti. Ad un tratto si udì uno
scalpitio di cavalli: erano gli scherzi
di Erode. Si fermarono
all’imboccatura della grotta e
stavano per entrare; il comandante
del drappello li fermò e disse:”Non
vedete che c’è una grande
ragnatela? Se i fuggiaschi vi fossero

entrati la ragnatela si sarebbe
rotta”, e così se ne andarono;
e fu in questo modo che il ragno
salvò la vita a Gesù. Anche da
questa favola possiamo ricavare un
grande insegnamento: non sono
le azioni più eclatanti che fanno la
storia di un uomo,
ma le sue piccole azioni
quotidiane, svolte con amore e
dedizione verso la famiglia e i suoi
simili (tessitura della ragnatela)
che formano il carattere
E la personalità individuale. La
storia insegna che la superbia
perde, l’umiltà vince.
Vito Capasso

Stampa Campania Settimanale di Informazione

Politica - Attualità - Cronaca - Sport

ANNO 21 - N. 1 - Domenica 5 Gennaio 2014

7

Da Napoli lavoratori e delegati sindacali contro la riforma Fornero sulle pensioni

Leforzedellasinistracontrounaleggeingiusta
Laconfederazioni sindacali devonosostenereunavertenzaconil Governo
A quasi due anni dalla cosiddetta
“Riforma Fornero” un segnale
inequivocabile di cambiamento
sta partendo dal mondo del
lavoro e dalle rappresentanze
sindacali unitarie. Un consistente
numero di delegati appartenenti
a Rappresentanze Sindacali
U n i ta r i e d e l l ’a re a c e nt ro settentrionale del Paese, ha
sottoscritto un appello alle
Confederazioni per aprire una
vertenza generale finalizzata ad
un profondo cambiamento della
legge Fornero sulle pensioni e, in
un incontro svoltosi il 22
novembre u.s. Gli stessi delegati
Rsu decisero di convocare
un’assemblea nazionale tenutasi
a Milano il 20 dicembre per
costruire efficaci forme di
mobilitazione. E’ giunto il

momento che le forze della
Sinistra, indipendentemente
dalle specifiche connotazioni e
caratteristiche, si impegnino con
coerenza e con determinazione in
questa campagna contro una
legge socialmente ingiusta e
tecnicamente sbagliata, uno dei
peggiori frutti avvelenati della
sintesi “neo-liberismo
accademico-incapacità
normativa” che ha caratterizzato
tutti questi anni. In particolare
occorre: salvaguardare il potere
d’acquisto delle pensioni e porre
limiti alle pensioni d’oro;
ristabilire la flessibilità in uscita;
ripristinare i precedenti requisiti
(65 anni per gli uomini, 60 per le
donne e i 40 anni di contributi per
l’accesso alla pensione di
vecchiaia e di anzianità per coloro

che hanno iniziato a lavorare in
età precoce e per i lavori
usuranti); superare le attuali
sostanziali sperequazioni per le
donne; garantire una pensione
dignitosa per i giovani, i precari e i
migranti; superare l’attuale
giungla dei fondi integrativi. Per
attuare queste misure,
contribuendo a chiudere la
forbice dell’ineguaglianza sociale
drammaticamente apertasi in
questi anni, le confederazioni
sindacali devono sostenere una
v e r t e n za c o n i l G o v e r n o,
riaprendo la partita delle risorse
necessarie che vanno ricercate
nei grandi patrimoni finanziari e
immobiliari, in una effettiva
tassazione progressiva dei redditi
come prevede l’articolo 53 della
Costituzione e in una

contribuzione omogenea per tutti
i fondi pensionistici. I sottoscritti
aderiscono con convinzione
all’appello, sono in prima fila nel
sostenere questi obiettivi e si
danno il compito di ampliare
l’area della mobilitazione il più
possibile con particolare
riferimento alla Regione
Campania. Francesco Barra
movimento partito del lavoro,
Antonio Frattasi pdci, Giuliano
Pennacchio rifondazione
comunista, Antonio Fellico
consigliere comune Napoli,
Amodio Grimaldi consigliere
comune Napoli, Elio Izzi
consigliere comune Napoli,
Luigi Barca movimento
Partito del lavoro Caserta, Lidia
Mastroianni pdci, Pietro d’Alise
pdci, lavoratori e rappresentanti.

Il presidente dell’associazione Donne in Lab:” rendiamo
al nostro paese ciò che si merita, fiducia e rispetto”.

La fiducia della gente è spenta
Bisogna operare con i fatti
Questa volta non scrivo in veste di presidente dell’associazione
femminile “Donne in Lab”, ma in qualità di semplice cittadina di un paese
martoriato da anni da una politica inefficiente. Negli ultimi giorni ho
capito finalmente che c’è bisogno di una svolta definitiva: la fiducia nella
gente è ormai spenta e lo sconforto di chi non riesce a mettere nemmeno Caterina Capasso
il piatto sulla tavola è arrivato al capolinea. C’è gente al potere che questa
situazione non la vuole cambiare, perché è più facile per loro governare
Settimanale Indipendente di Informazione
tra la miseria e la povertà, anziché guidare, un popolo sveglio e
orgoglioso. Ma ciò che questa gente non ha capito ancora (o non lo vuole
Autorizzazione Testata N.452 del 20 Maggio 1994- Registrato c/o il Tribunale di S.Maria C.V. - CE
capire) è che non avere un lavoro e non avere soldi per poter passare
Editore e Direttore Responsabile
neanche un Buon Natale, non è sinonimo di sottomissione e ignoranza.
Arnaldo Gadola
Rendiamo al nostro paese ciò che si merita: fiducia e rispetto. Valori che si
Direttore Pubblicità: Luigi Barca
potranno ottenere solo con la voce del popolo che ormai da troppo
Collaboratori: Tommaso Barca, Antonio Buonomo, Caterina Capasso,
tempo dice basta. Una politica fatta solo di promesse, basta con i soliti
Vito Capasso, Mario Conforto, Ferruccio Diozzi, , Gaetano Madonna
volti noti, che sdraiandosi dietro la loro poltrona, vogliono estendere solo
il proprio potere. Siamo stanchi di tutto questo e credo che lo siano un pò
tutti. Si spera che il 2014 sia un anno ricco di speranze e progetti che
I singoli autori sono responsabili di quanto riportato negli articoli da essi
facciamo rinascere la mia cara Marcianise, perché, nonostante tutto,
firmati e non impegnano in nessun caso l’Amministrazione del giornale.
questo è il mio paese ed è qui che mi sento a casa.
Grafica,
impaginazione e stampa: Direzione di “Stampa Campania”
Caterina Capasso

Stampa Campania

Direzione e Redazione: Via Gadola Vico Bellini, 3 - Recale (Ce)

8

ANNO 21 - N. 1 - Domenica 5 Gennaio 2014

Stampa Campania Settimanale di Informazione Politica - Attualità - Cronaca - Sport

SPORT, CALCIO
E Domenica la Roma potrebbe riaprire il campionato vincendo a Torino.
Il Napoli con la Samp punta ai tre punti per non allontanarsi dalla capolista

Si infiammail calcio mercatoInvernale

MarcoParolo inseguitodaMilan, Napoli, JuveeInter
Si parte con il mercato di
riparazione. Si parte con gli addii.
Non tanto per fare male ai tifosi
rossoneri, ma più che altro perché
on casa Milan le cose funzionano
così da qualche tempo. Gli arrivi di
Rami e Honda inevitabilmente
porteranno ad allontanamenti. A
cominciare dal giovane difensore
colombiano Vergara che poco si è
avuto modo di notare in questa
prima parte di stagione e che andrà
a cercare continuità altrove, con
ogni probabilità in prestito. Ma
sono previsti anche altre addii

come Matri, con il rientro di
Pazzini, con la permanenza di
Robinho e con l’acquisto del
giapponese, per l’attaccante ex
Juve ci sarà sempre meno spazi. El
Shaarawy aldilà dei problemi fisici
riscontrati in questa stagione è nel
mirino di Arsenal, Chelsea,
Liverpool e Manchester City. Il
Milan ha l’enorme necessità di
rafforzare il centrocampo con
qualità e quantità. Nainggolan è il
primo obiettivo, ma non il solo.
Anche Marco Parolo il forte
c e nt ro ca m p i sta d e l Pa r m a ,

inseguito anche da Napoli, Juve e
Inter continua a rimanere nella lista
dei desideri del Milan che si
assicurerebbe così un futuro
probabilmente roseo in mediana
con due innesti giovani e validi. Nel
frattempo tende a non scemare la
voce di un possibile addio di Mario
Balotelli, la grande delusione dai
gol apatici, in gol solo sui rigori.
L’attaccante rossonero non è mai
stato e probabilmente mai ben
visto da Silvio Berlusconi. Certa la
sua partenza a giugno, finalmente!
Riguardo le gare di campionato di

Marco Parolo nel mirino del Milan

Domenica 5 Gennaio la Roma di
Garcia tenterà il grande colpo a
Torino con la Juve per riaprire il
campionato. Il Napoli di Higuain e
Callejon riceve la Samp, Benitez
non può commettere passi falsi,
gara alla portata dei partenopei per
recuperare le primissime posizioni,
diversamente la Juve si
allontenerebbe, mentre l’Inter di
mister Mazzarri sarà di scena sul
difficile terreno dell’Udinese.
Infine il Milan di mister Allegri,
r i c e v e l ’o s t i c a A t a l a n t a .
R e d a z i o n a l e

E dopo le festività ritornano i campionati

Il MarcianiseaFrancavil a percontinuarela suafavola...
LaCasertanaal“Pinto”controil Poggibonsi peril primoregalo del nuovoannoai suoi tifosi
Nel campionato di Serie D la
capolista Marcianise si reca a
Francavilla per confermare il
primato. A tre punti troviamo la
Turris Neapolis che affronterà sul
proprio campo il Gladiator. Un
anno da primato. Dodici mesi
vissuti da capolista incontrastata.

Campioni d’Inverno. Il bomber
Citro che comanda la classifica
marcatori con 12 reti avrà modo
di allontanarsi dagli inseguitori
regalando ai tifosi gialloverdi un
risultato positivo in terra
abruzzese. In Seconda Divisione
al termine del girone di andata,

terzo posto, migliore difesa del
campionato con 11 reti suibite in
17 gare, Domenica la Casertana
ospiterà al “Pinto” il Poggibonsi.
L’imperativo categorico dei
falchetti è di vincere questa gara
per cercare di avvicinarsi alla
capolista Teramo che tralaltro

riceve l’Aversa. Una vittoria della
squadra allenata da Ugolotti
potrebbe indirizzare i rossoblù in
seconda posizione con un
pareggio del Cosenza con il
Tuttocuoio. Mancino, Cucciniello
e Baclet, a Voi la risposta.
R e d a z i o n a l e

Lucas Correa, punto di forza della Casertana La rosa del Progreditur Marcianise

STAMPACAMPANIA

Testata Campana dal 1994 fondata e diretta da Arnaldo Gadola
Settimanale indipendente di cultura, politica, attualità, spettacolo e sport
Autorizzazione Testata N. 452 del 20 Maggio 1994 Registrato c/o il Tribunale di S.Maria C.V. (Ce)
Direzione e Redazione: Recale (Ce) Via Gadola Vico Bellini 1 - Tel. E Fax 0823466434 - E-Mail:stampacampania@virgilio.i t - Anno 21 - N. 1 - Domenica 5 Gennaio 2014

L’editoriale di Arnaldo Gadola Dal 2014 scattano i nuovi requisiti per il pensionamento di vecchiaia

RiformaFornero nuovi palet i per andare in pensione
E’ diventata uno dei parafulmini del vecchio Governo dei professori...

Al l ’ Interno del Gi o rnal e
Pag. 2- L’avvocato ArnaldoGadola
s a rà c a n d i d a t o a l
Parlamento europeo
Pag.3-di Luigi Barca
Noi amiamo
la vera politica

La riforma che porta il suo
nome è diventata uno dei
parafulmini del “Governo dei
professori”, sembra uno dei
rompicapi di più difficile
risoluzione per il Governo
Letta: stiamo parlando dell’ex
Ministro del Lavoro Elsa
Fornero, il più contestato
n e l l ’a n n o e m e z z o d e l
premierato di Mario Monti. La
professoressa torinese Fornero
è tornata alla cattedra di
Economia Politica presso la
scuola di management e
Economia dell’Università di
Torino, ha messo la propria
firma su due riforme - quella
del mercato del lavoro e quella
del sistema pensionistico altamente impopolari, ma da
lei ritenute necessarie per
mantenere i conti pubblici in
regola. Intanto nuovo ostacolo
Fornero in arrivo per gli
aspiranti al ritiro dal lavoro. Da
gennaio le lavoratrici
dipendenti del settore privato
potranno andare in pensione di
vecchiaia solo dopo aver
compiuto i 63 anni e 9 mesi, 18
mesi in più rispetto ai requisiti
previsti per il 2013 (62 anni e
tre mesi). Dal 2014 scattano
infatti i nuovi requisiti per il
pensionamento di vecchiaia
delle donne previsti dalla
riforma Fornero che
porteranno gradualmente alla
pianificazione delle età di

vecchiaia all’inizio del 2018 (66
anni e tre mesi ai quali
aggiungere l’adeguamento alla
speranza di vita). Ecco in sintesi
i requisiti per l’uscita da lavoro
nel 2014, in presenza
comunque di almeno 20 anni di
contributi ma solo se si hanno
contributi accreditati prima del
1996. Se si è cominciato a
versare dopo il 1996 è richiesto
anche un importo di pensione
di almeno 1,5 volte la soglia
minima. DONNE DIPENDENTI
SETTORE PRIVATO: potranno
andare in pensione di vecchiaia
le signore con almeno 63 anni e
9 mesi di età. Dal 2016 (fino al
31 dicembre 2017) scatterà un
ulteriore scalino e saranno
necessari 65 anni e tre mesi ai
quali aggiungere l’aumento
legato alla speranza di vita.
Potranno quindi andare in
pensione ancora quest’anno
con 62 anni e 3 mesi le
lavoratrici nate prima del 30
settembre 1951 mentre se si è
nate a ottobre dello stesso
anno l’uscita dal lavoro sarà
rimandata almeno fino a luglio
del 2015. DONNE AUTONOME
E GESTIONE SEPARATA: nel
2014 le lavoratrici autonome
potranno andare in pensione
con almeno 64 anni e 9 mesi,
con un anno in più rispetto a
quanto previsto per il 2013. Per
il 2016 e il 2017 saranno
necessari almeno 65 anni e 9

mesi, requisito al quale andrà
aggiunta la speranza di vita.
UOMINI SETTORE PRIVATO: nel
2014 vanno in pensione con gli
stessi requisiti del 2013 (66
anni e tre mesi). I requisiti
ca m b i a n o n e l 2 0 1 6 co n
l’adeguamento alla speranza di
vita. SETTORE PUBBLICO,
UOMINI E DONNE: restano i
requisiti previstio per il 2013. Si
va in pensione ancora nel 2014
e fino al 2015 con 66 anni e tre
mesi di età. Il requisito andrà
adattato alla speranza di vita
nel 2016. PENSIONE
ANTICIPATA: nel 2014 gli
uomini potranno andare in
pensione in anticipo rispetto
all’età di vecchiaia se hanno
almeno 42 anni e 6 mesi di
contributi versati, un mese in
più di quanto previsto nel
2013. Per le donne saranno
necessari almeno 41 anni e 6
mesi di contributi (un mese in
più di quanto previsto nel
2013). Anche i requisiti per la
pensione anticipata andranno
adeguati dal 2016 all’aumento
della speranza di vita.
Arnaldo Gadola

L’ex Ministro del Lavoro Fornero

6

Anno 21 - N. 1 - Domenica 5 Gennaio 2014 Stampa Campania Settimanale di Informazione

STAMPA CAMPANIA promuove una
grande iniziativa editoriale riservata solo
ai residenti di Recale che potranno
quindi dare la loro preferenza dal titolo:”
COME SINDACO DI RECALE MI PIACE...”
Tutti i coupon pervenuti in redazione
sarà effettuata al termine del sondaggio
un’estrazione. I primi due estratti
vinceranno due telefonini. Il sondaggio
avrà termine nell’Aprile del 2017 cioè un
mese prima delle elezioni
Amministrative di Recale previste per
Maggio 2017. Al ricevimento dei coupon
i collaboratori della redazione di Stampa
Campania stileranno una classifica
parziale che troverete in
questa pagina settimanalmente.
Tagliando di partecipazione del Referendum
organizzato da STAMPA CAMPANIA
Nome e Cognome................................................
Indirizzo.....................Città..................Telefono....

COME SINDACO DI RECALE
“MI PIACE”.........................
N.B. Per dare la possibilità di partecipazione per
tutti, sarà convalidato un tagliando per persona.
Si raccomanda ai lettori di inviare per via E-MAil al
seguente indirizzo di posta elettronica:
stampacampania@virgilio.it
Oppure in busta chiusa inviare per posta
all’indirizzo: Stampa Campania - Via Bellini N.1 -

Politica - Attualità - Cronaca - Sport

Il sondaggio vede Ovidio Gadola
al primopostocon337preferenze
Stà riscuotendo grande successo il
sondag gio promosso da Stampa
Campania dal titolo:”Come Sindaco di
Recale mi piace....”. Numerosi i coupon
arrivati in redazione per via E-Mail oppure
per posta all’indirizzo: Stampa Campania Via Bellini N.1 - 81020 Recale (Ce). Nei
primi cinque della classifica parziale
abbiamo l’ex sindaco di Recale dottor
Ovidio Gadola, al primo posto con 337
preferenze. Da rilevare che il Farmacista è
già stato Sindaco di Recale nel
quinquennio 1997-2002. Al secondo
posto il dottor Benedetto Ricciardi,
Medico di base, con 224 preferenze, un
balzo in avanti e quindi terza posizione
per il nostro Editore e Direttore
Responsabile del Giornale
Avv. Arnaldo Gadola con 221 preferenze.
Un curriculum prestigioso e di tutto
rispetto, Titolare di uno Studio Legale a
Recale, ricordiamo che il Penalista Avv.
Arnaldo Gadola, iscritto nell’ordine dei
Giornalisti da ben 22 anni, Editore e
Direttore Responsabile oltre che di
“Stampa Campania”, “Il Giornale dello
Sport” e “Il Personaggio”, ha al suo attivo
quattro Lauree (Giurisprudenza, Scienze
dell’Economia, Scienze Giuridiche e
Scienze dell’Educazione e della
Formazione, oltre il titolo di
Specializzazione per le Professioni Legali,
distintosi anche nel campo letterario,
infatti è autore di 13 libri, ebbe la sua
giusta e meritata notorietà e
consacrazione dell’attività giudiziaria
nell’anno 2010-2011 esercitando il
prestigioso ruolo di Pubblico Ministero
della Procura di S.Maria Capua Vetere,
Commendatore dell’Ordine dei Cavalieri
di Malta e che dire...! Seguono il dottor
Federico Casella, Dentista, con 192
preferenze, quindi l’attuale sindaco di
Recale dott.ssa Patrizia Vestini 108
preferenze. Nella classifica figurano dalle
10 alle 50 preferenze altri otto nominativi.
Luigi Barca

Stampa Campania Settimanale di Informazione

Politica - Attualità - Cronaca - Sport

ANNO 21 - N. 1 - Domenica 5 Gennaio 2014

3

MARCIANISE
Intervista al coordinatore provinciale di Caserta de “i laburisti”
in cammino verso il “partito del lavoro” Luigi Barca

Noi amiamo la vera politica
Luigi Barca

Le promesse vanno mantenute...

Marcianise - “Alla luce di quanto si è visto e
udito negli ultimi consigli della politica
locale si può facilmente arrivare ad una
triste e sconsolata conclusione dei fatti, che
una minoranza del popolo senza cultura fa
gola al vecchio sistema che purtroppo
ancora oggi operano nel campo politico,
quanto poi a tutto questo ci si aggiungono
discorsi un pò particolari, delicati e
scoraggianti come è accaduto ad un gruppo
di disoccupati del luogo “di non presidiare
nelle file del pubblico” del consiglio
comunale per manifestare a voce alta la
difficoltà economica e il degrado sociale che

stanno vivendo. E’ demoralizzante che certe
persone con questo antico sistema si
comportino così chiudendo le porte a coloro
che hanno bisogno di lavorare. Chi vuole
governare una città deve rendersi anche
sensibile alle problematiche dei cittadini. Il
marcianisano è stanco, ha fame di giustizia e
non ha nessuna intenzione di mollare la
presa se sà di essere in dirittura d’arrivo.
Stando in mezzo a loro mi sono reso conto di
quanto malcontento e disperazione c’è in
questi giovani disoccupati, non credo che ci
sia più posto per queste persone messi al
punto giusto, ma in politica bisogna

impegnarsi per la gente, soprattutto le
famiglie meno abbienti. Vorrei tanto
svegliarmi e dire che sia stato un brutto
sogno, ma purtroppo è realtà, signori miei,
qui siamo davvero arrivati alla torta. Mi
auguro che gli organi competenti rivedano
con chiarezza alcuni passaggi di quanto
accaduto, e che in questo paese almeno per
il cittadino in difficoltà si usino modi e
termini adeguati alle condizioni e costretto a
ritrovarsi. Noi amiamo la vera politica quella
che porta a fatti concreti quello promesso
d u ra n t e l a c a m p a g n a e l e tt o ra l e ”.
Luigi Barca

Il presidente Farina:”Le promesse però vanno mantenute, il
disimpegno totale verso di noi in cerca di lavoro ci lascia senza parole”

Comitato disoc upati di Marcianise amareggiato. .

Ci auguriamocheil 2014porti qualchenovitàpositiva

Marcianise - Siamo arrivati
ormai alla sfiducia nei confronti
di coloro che avevano
promesso e noi speravamo che
le mantenevano e invece si è
chiuso il 2013 con solo
promesse non mantenute da
parte dell’amministrazione di
Marcianise. Dopo giorni di
attesa e spazientevoli code di
persone formatosi all’entrata
del Comune di Marcianise da
parte dei cittadini per
c o n s e g n a r e u n ’a c c u r a t a
documentazione richiesta
dall’ufficio comunale delle
politiche sociali riguardante un
contributo economico per le
stesse famiglie disagiate e per i
disoccupati di Marcianise,
viene loro fatto sapere tramite

mezzo stampa che si trattava
solo di chiacchiere, ennessima
presa in giro a discapito delle
fasce più deboli. Un silenzio
passivo e una rassegnazione
dei cittadini, ma a loro va bene
così. Altro punto dolente è la
mancata considerazione verso
il Comitato Disoccupati di
Marcianise con il disimpegno
totale da parte dei politici locali
con mancate risposte, facendo
quindi mancare una concreta
iniziativa di creare presupposti
lavorativi sul nostro territorio.
Tutto questo crea un clima di
amarezza, dov’è la solidarietà
dei politici? Noi Comitato
Disoccupati siamo preoccupati,
avviliti del comportamento.
Comunque siamo desiderosi di

farci noi stessi gli auguri e che
l’anno 2014 sia portatore di
queste risposte che da tanto
tempo attendiamo con la
dovuta e massima pazienza.
Antonio Farina

Una rappresentanza del Comitato Disoccupati di Marcianise

Da noi gusterai un caffè alla vecchia maniera

Via Mattarella

MARCIANISE

4 ANNO 21 - N. 1 - Domenica 5 Gennaio 2014

Stampa Campania Settimanale di Informazione Politica - Attualità - Cronaca - Sport

Aerospazio, eccellenza della Regione Campania
e leader mondiale nell’aviazione civile. Firmato
un protocollo con validità di tre anni tre

Controi
reati
ambi
e
ntal
i
Accordotra il Cira ela Procura di Santa Maria CapuaVetere
Caserta - E’ un modo quello
dell’aviazione poco conosciuto.
Poco scovato da noi, gente
comune. Eppure di lavoro ce n’è
abbastanza! Non esiste crisi. Un
comparto con numeri che fanno
dimenticare lo stato comatoso
dell’Italia: 10.000 addetti, il 25%
dell’industria nazionale, tra i
primi a poter competere con le
altre poche aziende sparse per il
mondo, continue commesse. Si
da fare il Presidente
dell’associazione Aeropolis associazione degli operatori del
comparto aerospaziale della
Campania - Antonio Ferrara,
nella promozione dell’attività
attraverso la comunicazione:”Ci
sono immense opportunità di
sviluppo e di rilancio
dell’economia. Non solo dunque

quella locale. Il nostro settore è
tutto improntato su ricerca ed
innovazione. Infatti, la Regione
ha stanziato 100 milioni per
l’innovazione - ha continuato -,
quindi, le opportunità per i
giovani fioccano”. La settimana
scorsa è stato firmato un
importante protocollo tra il Cira
(Centro italiano di ricerca
aerospaziale) e la Procura della
Repubblica di Santa Maria Capua
Ve t e r e . E n r i c o S a g g e s e ,
Presidente della società
pubblico-privata di Capua, - ha
detton - “E’ un onore contribuire
fattivamente alla lotta alla
criminalità”. In effetti ci sarà
l’utilizzo della piattaforma
informatica elaborata dal Cira
per l’estrazione e il trattamento
di dati, notizie ed informazioni,

Un’immagine dell’ingresso dell’industria di Pomigliano D’Arco

provenienti da fonti eterogenee,
connessi alle attività di indagine
sui reati ambientali. Il protocollo
ha validità di tre anni. L’aviazione
campana non conosce crisi.
L’a z i e n d a d e l g r u p p o
Finmeccanica fornirà al Governo
norvegese 16 elicotteri Aw101 in
configurazione ricerca e
soccorso. Il contratto è di circa
1,15 miliardi di euro per Agusta
Westland. La consegna delle
macchine avverrà a partire dal
2017 per concludersi nel 2020.
“La scelta del governo norvegese
- ha dichiarato il presidente di
Finmeccanica, Gianni De
Gennaro - rappresenta
un’ulteriore testimonianza della
leadership di AgustWestland a
livello mondiale sia in termini di
c re d i b i l i tà c h e d i va l o re

tecnologico delle soluzioni
o f fe r t e a l m e rc a t o ”. Pe r
l’amministrazione delegato di
F i n m e c ca n i ca , A l e s s a n d ro
Pansa:”Questo successo arriva al
termine di un complesso iter di
selezione che ha tenuto conto di
severi criteri tecnici legati alla
valutazione del prodotto”. Ma
altre commesse sono state
r i c h i e ste d a l G o ve r n o d i
Singapore. Il Governo nei suoi
comunicati stampa ha espresso
con fierezza tali risultati.
Se da un lato il Mezzogiorno è
terra di disoccupati, incredibile
povertà, famiglie in grave crisi, di
tanti giovani purtroppo
allo sbando, questa nicchia
di mercato rappresenta una
buona boccata d’ossigeno.
Mario Conforto

Francesca Gadola delegata all’Istruzione del Coordinamento
Provinciale Caserta del Partito del Lavoro
Caserta - E’ Francesca Gadola (nella foto) la nuova delegata all’Istruzione del
Coordinamento Provinciale Caserta del Partito del Lavoro. Un ruolo importante al Csa di
Caserta di Via Ceccano, la Gadola è anche una dei componenti della sezione di Recale del
Partito di cui è Segretario cittadino il fratello Arnaldo.

Francesca Gadola, delegata all’istruzione del
Coordinamento provinciale del Partito del Lavoro

ANNO 21- N. 1 - Domenica 5 Gennaio 2014

Stampa Campania Settimanale di Informazione Politica - Attualità - Cronaca - Sport

5

Rubrica di Diritto
GLI AVVOCATI GAETANO MADONNA
E ARNALDO GADOLA RISPONDONO

La Corte di Cassazione

L’indicazione delle mansioni
cui verrà addetto il lavoratore
Gent.mi Avvocati, il patto di prova apposto al
contratto di lavoro quale indicazione deve contenere?
Deve contenere l’indicazione delle mansioni cui verrà addetto il
lavoratore; infatti, secondo la Corte di Cassazione “il patto di prova
apposto al contratto deve non solo risultare da atto scritto ma
contenere anche la specifica indicazione della mansione da
espletarsi, la cui mancanza costituisce motivo di nullità dal patto (con
automatica conversione dell’assunzione in definitiva sin dall’inizio) a
prescindere dal livello contrattuale e dalla natura della mansione
assegnata, atteso che, da una parte la possibilità per il lavoratore di
impegnarsi secondo un programma ben definito in ordine al quale
poter dimostrare le proprie attitudini, e dall’altra, la facoltà del
datore di lavoro di esprimere la propria valutazione
s u l l ’e s i t o d e l l a p r o v a , p r e s u p p o n g o n o c h e q u e s t a
Debba effettuarsi in ordine a compiti esattamente indicati sin
dall’inizio” (Cass. 24 dicembre 1999, n. 145338)
Loredana Ventrone (S.Maria Capua Vetere)

Solo per divieto di sosta INVIATE I VOSTRI QUESITI A:
Gent.mi Avvocati, gli ausiliari del traffico
possono multare gli automobilisti?
Fabio Malatesta (Caserta)
Una puntuale risposta alla domanda è rintracciabile in una recente
sentenza della Corte di Cassazione, secondo la quale gli ausiliari del
traffico possono sì multare gli automobilisti, ma solo per divieto di
sosta. Nella pronuncia n. 18186 del 18/8/2006, la Corte afferma che
secondo il legislatore determinate funzioni, obbiettivamente
pubbliche, possono essere svolte anche da soggetti privati i quali
abbiano una particolare investitura dalla Pubblica Amministrazione in
relazione al servizio svolto, in considerazione della progressiva
rilevanza dei problemi delle soste e parcheggi, specie nei centri urbani.
Nella sentenza viene precisato che le funzioni conferite agli ausiliari del
traffico riguardano soltanto le violazioni in materie di sosta e
limitamente alle aree oggetto di concessione; agli ausiliari del traffico
può essere anche conferita la competenza a disporre la rimozione dei
veicoli, ma solo in determinati casi (ad esempio quando venga impedito
di accedere ad un altro veicolo regolarmente in sosta). La Suprema
Corte ha sentenziato, infine, che laddove invece le violazioni del codice
della strada consistano in condotte diverse, quale nella specie, la
circolazione in corsie riservate ai mezzi pubblici, l’accertamento può
essere compiuto dal personale ispettivo delle aziende di trasporto
pubblico di persone, ma non anche dagli ausiliari del traffico.

stampacampania@virgilio.it
oppure in busta chiusa a:
S t a m p a C a m p a n i a
Via Gadola Vico Bellini N.1 - Recale (Ce)


Documenti correlati


Documento PDF stampa campania domenica 29 dicembre 2013
Documento PDF stampa campania domenica 5 ge
Documento PDF stampa campania domenica 22 d
Documento PDF stampa campania domenica 12 g
Documento PDF stampa campania 15 dicembre 4
Documento PDF stampa campania 1 15 febbraio


Parole chiave correlate