File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Assistenza Contattaci



STAMPA CAMPANIA DOMENICA 19 G .pdf



Nome del file originale: STAMPA CAMPANIA DOMENICA 19 G.pdf
Titolo: STAMPA CAMPANIA DOMENICA 19 G...
Autore: Segr.Legale Gadola

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da PDF24 Creator / GPL Ghostscript 9.10, ed è stato inviato su file-pdf.it il 17/01/2014 alle 18:58, dall'indirizzo IP 151.75.x.x. La pagina di download del file è stata vista 933 volte.
Dimensione del file: 35.4 MB (12 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


2 Anno 21- N. 3 - Domenica 19 Gennaio 2014

Stampa Campania Settimanale di Informazione

Politica - Attualità - Cronaca - Sport

NAZIONALE E REGIONALE
Parere positivo del ministro della giustizia Cancellieri

Il GovernoLettafavorevole sull’indulto

Sovraffollamento e si cercano soluzioni
ROMA - La questione del
sovraffollamento carcerario è
scottante. Il presidente Napolitano ha
chiesto al Parlamento di ragionare su
una misura di clemenza come
l’indulto. Il Governo Letta si è detto
favorevole più volte per bocca del
ministro della giustizia Cancellieri, Ma
da Renzi è arrivato lo stop:”Le forze
politiche hanno scelto nel 2006, sette
anni fa, di votare un provvedimento di
clemenza, finalizzato a svuotare le

carceri e rispondere all’appello di
Giovanni Paolo II. Oggi appena sette
anni dopo, riterrei un clamoroso
autogol riproporre nuovamente un
provvedimento di emergenza. Le
carceri sono troppo piene, cerchiamo
di capirne cause e possibili soluzioni,
partendo dalla custodia cautelare,
dalle misure alternative, dal
modificare alcune leggi come la
Giovanardi o la Bossi-Fini.
R e d a z i o n a l e

Il segretario nazionale del Pd Matteo Renzi non è
tanto favorevole sulla probabile legge sull’ indulto

I giovani di oggi vittime della crisi, anche se rifiutano lavori manuali
e faticosi come il panettiere o precari come l’addetto al call center

Disoccupazionein aumentoda20anni
L’exMinistrodelLavoroFornerolihadefinitichoosy
Le opinioni sulla drammatica disoccupazione
giovanile in Italia sono diverse, ma due
riempiono da diversi anni i titoli dei giornali.
Purtroppo sono entrambe sbagliate. La prima
sostiene che la disoccupazione giovanile sia
tutta colpa della crisi, dell’euro, dell’austerità e
che la soluzione sia un intervento più deciso
dello stato aumentando la spesa pubblica o
creando incentivi all’occupazione giovanile.
C’è la convinzione che con la ripresa economica
il problema verrà risolto. Quest’idea è
sbagliata per un motivo importante, ma poco
noto: in Italia la crisi dal 2009 ha aumentato la
disoccupazione complessiva, ma quella
giovanile è aumentata da ben prima,
continuando un trend che esiste dalla fine degli
anni ‘90. Il rapporto tra disoccupazione
giovanile e disoccupazione totale è in aumento
da 20 anni ed è oggi il più alto dei paesi
occidentali. In altre parole, i nostri giovani
faticano di più dei meno giovani a trovare
lavoro, e se e quando supereremo la crisi, il loro
problema non sarà risolto. Qui entra in gioco la
seconda corrente di pensiero che ritiene che ci
sia qualcosa di sbagliato nel comportamento
dei giovani italiani che rifiutano lavori manuali
e faticosi come il panettiere o precari come
l’addetto al call center. L’ex ministro Fornero li
ha definiti “choosy” (schizzinosi) e il compianto

Tommaso Schioppa aveva coniato il termine
“bamboccioni” per i giovani che non si sforzano
di rendersi indipendenti, preferendo starsene a
casa “da mammà”, Secondo questa teoria i
giovani hanno delle aspettative irrealistiche per
il loro lavoro, scelgono lauree “facili” (per
esempio in scienze della comunicazione), e si
aspettano un posto garantito dallo stato.
Ebbene anche questa seconda corrente di
pensiero è sbagliata, oltre ad essere un pò
paternalistica. E’ perfettamente comprensibile
che i giovani italiani del 21esimo secolo
desiderino occupazioni più qualificate e con più
prospettive di quelle offerte a un garzone di
panetteria. E’ un lavoro duro (si inizia alle 3 di
mattina) e se si coltiva la prospettiva di mettersi
poi in proprio, si rischia di non farcela quasi mai
perché i panettieri stanno chiudendo come la
gran parte dei piccoli esercizi commerciali. Ma
esiste un altro modo di fare. Spesso gli italiani
non capiscono che c’è panettiere e panettiere.
Come non capiscono che c’èp call center e call
center. Non esistono solo i call centers che
vivono di precariato e bassi salari. Esistono
anche quelli che ricevono le telefonate dei
clienti delle grandi aziende di servizio, ma le
poco noti al grande pubblico impiegano
migliaia di giovani. Quello che conta oggi per i
datori di lavoro è l’etica del lavoro, la capacità di

Luigi Barca
comunicare e di lavorare in team. La selezione
di milioni di giovani che oggi hanno un lavoro si
basa sulla valutazione di queste caratteristiche
personali con approcci molto più meritocratici
di quanto non si immagini. Capacità di risolvere
problemi, comunicare e impegno personale si
dovrebbero imparare a scuola e l’OCSE ha
ormai chiaramente dimostrato la minor qualità
delle nostre scuole nell’insegnamento di
queste competenze chiave ai giovani italiani: il
mondo del lavoro è cambiato, ma la scuola
italiana no. E si rifiuta di accettarlo.
Luigi Barca

Stampa Campania
Settimanale Indipendente di Informazione
Autorizzazione Testata N.452 del 20 Maggio 1994Registrato c/o il Tribunale di S.Maria C.V. - CE

Editore e Direttore Responsabile
Arnaldo Gadola
Direttore Pubblicità: Luigi Barca
Collaboratori: Tommaso Barca, Caterina Capasso, Vito Capasso,
Mario Conforto, Ferruccio Diozzi, Fabio Napolitano, Gaetano Madonna

Direzione e Redazione: Via Gadola Vico Bellini, 3 - Recale (Ce)
I singoli autori sono responsabili di quanto riportato negli articoli da essi
firmati e non impegnano in nessun caso l’Amministrazione del giornale.

Grafica, impaginazione e stampa: Direzione di “Stampa Campania”

Stampa Campania Settimanale di Informazione

Politica - Attualità - Cronaca - Sport

ANNO 21 - N. 3 - Domenica 19 Gennaio 2014

11

SPORT, CALCIO SERIE D
Trasferta a Vico Equense per la squadra allenata mister
Foglia Manzillo. La località vicina alla splendida costiera
sorrentina sarà invasa da numerosissimi supporter gialloverdi.

Marcianiseconil morale alle stelle

Obiettivo confermare il primato in classifica... L’attaccante del Marcianise Pasquale Iadaresta
MARCIANISE - Nel campionato
di Serie D, In casa Marcianise
morale alle stelle dopo l’ultima
vittoria con il Real Metapontino.
Intanto mister Foglia Manzillo
nelle ultime partitelle di
allenamento ha provato e
riprovato vari moduli con alcuni
interessanti schemi che
dovrebbero essere l’arma
vincente per la trasferta con il
Real Hyria. Sulla carta
l’avversario sembra abbordabile,

ma queste partite a volte
nascondono le solite insidie e
soprattutto chi non ha nulla da
perdere come il Real Hyria
p o t re b b e c re a re q u a l c h e
problema alla capolista
Progreditur Marcianise che dal
canto suo vorrebbe aumentare i
punti di distacco che la separano
dalla Turris Neapolis. All’andata
vinsero i gialloverdi 4-1 con i gol
di Temponi, Ciano, D’Anna e
Iadaresta. Intanto i tifosi per

questa interessante e
importante trasferta si
mobilitano e saranno presenti
allo stadio “Massaquano” di Vico
Equense con ogni mezzo, sono
stati organizzati dei pulmann, si
prevedono 500 tifosi che
raggiungeranno la località sita
nelle vicinanze della famosa e
splendida costiera sorrentina per
incitare la propria squadra. A
parte qualche sorpresa in
formazione dell’ultima ora

mister Manzillo Foglia dovrebbe
in linea di massima far scendere
in campo Imbimbo, Verdone,
C o rd u a s , V i o l a , L a g n e n a ,
Posillipo, Tenneriello, Temponi,
Allegretta, Citro, D’Anna. A
disposizione: Palmiero, Conte
M., Pagano, Vitiello, Piscitelli, Di
Ronza, Fucci, Iadaresta, Rossetti.
Quindi ci dovrebbe essere il
rientro di Posillipo dopo il turno
di squalifica, ancora un dubbio
chi gli farà posto. Per le altre

I tifosi iniziano a sognare la categoria superiore, ma...

Il presidente D’Anna preoccupato per il futuro calcistico
“Avremo un confronto aperto e trasparente con l’amministrazione comunale”
MARCIANISE - Il presidente del
Progreditur Marcianise Raffaele
D’Anna soddisfatto dei grandi
risultati raggiunti con un
primato davvero inarrestabile,
invidiabile e inaspettato che alla
vigilia del campionato
nemmeno i più esperti del

calcio giornalistico e gli addetti
ai lavori se l’aspettavano. Un
primato che potrebbe
proiettare la corazzata
compagine gialloverde nella
categoria superiore. E i tifosi
iniziano già a sognare gare con
compagini più blasonate e di un

certo spessore tecnico. Però
negli ultimi giorni il presidente è
parso un pò preoccupato per
quello che potrebbe essere
l’immediato futuro. “Stiamo
organizzando - afferma il patron
- un confronto aperto e
t r a s p a r e n t e c o n

l’amministrazione comunale di
Marcianise nella persona
dell’assessore allo sport Biagino
Tartaglione per mettere al
corrente tutti gli sportivi
marcianisani su quali siano le
reali prospettive per il futuro
c a l c i s t i c o ” c i t t a d i n o ”.

Il presidente del Progreditur Marcianise Raffaele D’Anna Il dirigente del Progreditur Marcianise Ovidio Gadola

12

ANNO 21 - N. 3 - Domenica 19 Gennaio 2014

Stampa Campania Settimanale di Informazione Politica - Attualità - Cronaca - Sport

STAMPA CAMPANIA
Testata Campana dal 1994 fondata e diretta da Arnaldo Gadola
Settimanale indipendente di cultura, politica, attualità, spettacolo e sport
Autorizzazione Testata N. 452 del 20 Maggio 1994 Registrato c/o il Tribunale di S.Maria C.V. (Ce)
Direzione e Redazione: Recale (Ce) Via Gadola Vico Bellini 1 - Tel. E Fax 0823466434 - E-Mail:stampacampania@virgilio.i t - Anno 21 - N. 3 - Domenica 19 Gennaio 2014
L’Editoriale di Arnaldo Gadola

Il Premier Letta lavora sul patto di coalizione con
delle soluzioni importanti per le sorti del Governo

AlNonsifano-Renzi
i
n
tesaol
e
urne
puòpensareadunanuovacrisi di Governo
Il Vice Premier Angelino Alfano

L’Editore comunica a tutti i suoi lettori
che il settimanale “Stampa Campania” da questo
numero sarà presente con 12 pagine.
Con sacrifici personali e con grande impegno
dopo 21 di vita il nostro giornale procede
liberamente ad esprimere con grande etica e
serietàprofessionale opinioni senzacondizionamento
disortaesenzatentennamenti. AuguroBuonalettura
a tutti Voi che ci seguite con interesse e passione.
L’Editorialista Avv. Arnaldo Gadola

La richiesta di Renzi di inserire nel patto di
coalizione che dovrebbe blindare
l’esecutivo fino al 2015 unione civili e
revisione della Bossi-Fini in tema di
immigrazione scuote la maggioranza.
Mentre il Vice Premier Angelino Alfano
chiude alla proposta del segretario del Pd,
ma nonostante il muro sulle unioni civili, i
renziani non si arrendono e sono pronti a
cercare una maggioranza in parlamento. Il
Pd tratta con chi ci sta. La strategia è quella
delle alleanze trasversali. Intanto il Premier
Enrico Letta lavora sul patto di coalizione e
non ha dubbi: su tutti i temi ci saranno le
condizioni per l’intesa nella maggioranza.
Quello del presidente del Consiglio è un
periodo molto particolare e delicato,
dedicandosi all’approfondimento di tutti i
principali temi e per contatti informali sia
sul merito delle questioni sia sul metodo di
onfronto. Secondo il premier, nel giro di
quindici giorni si troverà una buona intesa
su tutto. Chi invece alza i toni del confronto
tra alleati di governo è il deputato del
Nuovo centrodestra Fabrizio Cicchitto che
manda un messaggio a Renzi:”Non è
lontanamente sostenibile - sottolinea l’ipotesi delle due maggioranze, una che
tiene in piedi il governo e che deve scrivere
nonché approvare in Parlamento l’agenda
2014, e un’altra che fa la riforma elettorale.
Se c’è una maggioranza diversa da quella

attuale è evidente che si va a crisi di
governo”. La scelta del sindaco di Firenze di
proporre, nel pacchetto di tre opzioni per la
riforma della legge elettorale, il modello
dei sindaci caro al Nuovo centrodestra e
quello spagnolo, sostenuto da Forza Italia
ha scatenato dei malumori nella
maggioranza, in particolare tra le file del
Ncd. Infatti il Nuovo Centrodestra accetta la
sfida: siamo pronti a vedere le carte di
Matteo Renzi. Finalmente capiremo se ha a
cuore le sorti del Paese. Il Sindaco di Firenze
ha fatto le sue proposte, e lo stesso faranno
gli altri partner di governo. Ma non si può
prescindere da un dato di fatto. Renzi è il
segretario del partito di maggioranza
relativa, e non già il presidente del
Consiglio in carica. Sarà Letta a trovare la
migliore sintesi possibile. Renzi del resto sa
bene che questo non è un monocolore
democratico ma un governo di servizio al
cui interno convivono le sensibilità di forze
politiche alternative mosse da un comun
denominatore: mettere in sicurezza
l’impianto sociale, politico ed istituzionale
del Paese e consentirgli di imboccare
finalmente il sentiero della crescita e dello
sviluppo. Diversamente si aprirebbe una
problematica crisi di Governo che ci
porterebbe nuovamente e
necessariamente alle imminenti urne.
Arnaldo Gadola

6

Anno 21 - N. 3 - Domenica 19 Gennaio 2014 Stampa Campania Settimanale di Informazione

Politica - Attualità - Cronaca - Sport

SAN NICOLA LA STRADA - CAPODRISE E ALTRI COMUNI DEL CASERTANO
L’Amministrazione guidata dal sindaco Delli Paoli ha approvato
la delibera al fine di garantire un migliore servizio alla cittadinanza

LaGi
u
ntaComunal
e
i
n
stal
l
a
al
t
ri
cassonetti
Incrementata l’attività di raccolta differenziata
SAN NICOLA LA STRADA - Il
Sindaco Pasquale Delli Paoli e
la sua Giunta comunale con la
‘approvazione della delibera
nr.1 del 3 gennaio 2014 hanno
ritenuto necessariamente
incrementare l’attività di
raccolta differenziata di
indumenti, scarpe ed
accessori post consumo come
la Cod. C.E.R. 20 01 10 - 20 01
11, e al fine di garantire

maggiore efficienza e fornire
un migliore servizio alla
cittadinanza. E così hanno
deciso di installare ulteriori
cassonetti di raccolta in varie
aree del territorio cittadino.
Con tale delibera, l’Esecutivo
cittadino ha incaricato all’ing.
Lorenzo Vallone, tralatro
Responsabile dell’Area Tecnica
del Comune sannicolese, di
iniziare le rituali procedure

per la selezione del soggetto
Il Sindaco di San Nicola la Strada Pasquale Delli Paoli
cui affidare l’incremento del
servizio e stabilire i punti dove
collocare i nuovi cassonetti.
L’amministrazione in questo
p e r i o d o n o n p u ò p e rò
permettersi il lusso che tale
attività deve appesantire le
casse comunali, anche
riguardante la gestione dei
contenitori e della pulizia degli
spazi circostante dei suddetti . Installati altri cassonetti a San Nicola la Strada

Il bravo sacerdote, nativo di Capodrise ha celebrato la messa
del grande evento nella chiesa Sant’Andrea Apostolo

Don Pasquale Lunato festeggia 40 anni di sacerdozio

E’ stato parroco a Recale e San Nicola la Strada
CAPODRISE - Prima dell’inizio
del nuovo anno, la comunità di
Capodrise ha festeggiato uno
dei suoi figli più cari, don
Pasquale Lunato, giunto al
quarantesimo anno di
sacerdozio. Quarant’anni alla
ricerca della verità, nel
desiderio di capire cosa si
nasconda al di là di ciò che
appare. Quarant’anni trascorsi
nel tentativo di recuperare il
primato della morale religiosa
nella prassi della vita cristiana.
Don Pasquale ha celebrato la
messa nella chiesa di

Sant’Andrea Apostolo, in via
Francesco Giannini a
Capodrise. Al suo fianco, il
vescovo emerito di Caserta
Raffaele Nogaro, figura ancora
amatissima tra i cristiani (e
non) della provincia di Caserta
e dell’Italia intera; strenuo
difensore degli ultimi, dei
diversi, dei perseguitati. Nato a
Capodrise 65 anni fa, Lunato è
stato ordinato sacerdote nel
1973 nella diocesi di Caserta,
da monsignor Vito Roberti. E’
stato parroco e docente di
teologia a Recale e, dal 1987,

è stato parroco a San Nicola La
Strada, dove ha insegnato
religione alla Mazzini di viale
Italia fino al giorno del
pensionamento. Ha studiato
teologia morale presso la
facoltà teologica “San Luigi” di
Napoli. E, nel 1994, ha
perfezionato il suo percorso,
specializzandosi in bioetica
presso la facoltà di medicina
dell’Università “Cattolica” di
Roma. Disciplina che ha
insegnato all’Istituto di Scienze
religiose di Caserta. Oggi, è
canonico penitenziere alla

cattedrale di Caserta e uno
scrittore appassionato. Nel
suo ultimo saggio, “La
dimensione morale dell’uomo
religioso”, pubblicato nel 2012,
ha raccolto anni di riflessione
sulla bellezza e sull’attualità
dell’avvenimento cristiano, in
una fase storica - scrive - in cui
si ritrova sempre più soli e
smarriti dinanzi ai grandi temi
che affliggono l’umanità:
l’eutanasia, l’aborto, il suicidio
e il “post mortem”. Un grande
sacerdote Don Pasquale
Lunato e anche molto umano.

Don Pasquale Lunato Al centro il Vescovo Nogaro con Don Pasquale

Stampa Campania Settimanale di Informazione

Politica - Attualità - Cronaca - Sport

ANNO 21 - N. 3 - Domenica 19 Gennaio 2014

3

CASERTA
Sabato 25 gennaio l’appuntamento con il premio Civitas Casertana S.Francesco di Sales, patrono dei giornalisti
- Le Buone notizie, giunto alla sesta edizione. La manifestazione è
organizzata da Assostampa con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti
della Campania, con il messaggio del Presidente della Repubblica

S.Francescodi Sales, patronodei giornalisti

Ricorrela festadel famososacerdotedottoredella Chiesa

CASERTA - L’incontro con il Vescovo Spinillo,
la partecipazione dei dirigenti regionali e
nazionali della categoria. L’organizzazione
curata da Assostampa e Ucsi. E’ fissato per
S a b a t o 2 5 g e n n a i o p . v. L’a t t e s o
appuntamento con il premio <<Civitas
Casertana-Le Buone notizie>>, giunto
quest’anno alla sua sesta edizione. La
prestigiosa manifestazione ha portato a
Caserta il meglio del giornalismo italiano e
internazionale. Come ogni anno il premio si
terrà il Sabato della settimana in cui ricorre la
festività di San Francesco Sales, patrono dei
giornalisti. Anche quest’anno è promosso
dall’Ufficio comunicazioni sociali della diocesi

di Caserta, insieme con l’Ucsi e l’Assostampa,
con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti
della Campania e della Fnsi-Associazione
Napoletana della Stampa. La giornata inizierà
con la celebrazione della Messa nella
cappella “Sacro Cuore” del Seminario
Ve s c o v i l e d i C a s e r t a . A l l a M e s s a
parteciperanno i vertici delle associazioni
regionali di categoria e le rappresentanze
delle testate giornalistiche casertane. A
partire dalle 16, nella sala conferenze della
Biblioteca del Seminario diocesano, si
procederà con la consegna del premio
<<Civitas casertana - Le buone notizie>>. Il
riconoscimento andrà ai giornalisti nazionali

che si sono distinti per la propria
professionalità. “L’obiettivo del premio spiega il presidente dell’Assostampa di
Caserta, Michele De Simone - è quello di
promuovere il valore dell’informazione
corretta ed equilibrata che viene seguita dal
lettore o dallo spettatore per la sua
completezza e precisione, per l’accuratezza
delle fonti e la varietà dei commenti che
analizzano i fatti”. Il nome “Buone notizie” spiega Luigi Ferraiuolo, dirigente nazionale
dell’Ucsi - è nato dall’empito di voler
promuovere i comunicatori e le persone che
fanno buona informazione raccontando i lati
positivi della quotidianità”. La manifestazione

CRONACA
Nel casertano rifiuti tossici, speciali e pericolosi tra Casal di Principe e
Mondragone. Intantoduetunisini arrestati peraverappiccatounrogotossico

Bloccata autovettura oggetto di furto
Tempestivol’intervento dei carabinieri del comandoCaserta
CASERTA - I carabinieri del Nucleo Operativo
del Comando compagnia Carabinieri di
Caserta, coadiuvati da quelli di reparto
dell’Arma territorialmente competente, a
seguito di una mirata attività di indagine
diretta dalla Procura di Santa Maria Capua
Vetere, hanno intercettato in modo e bloccato
con azione tempestiva un autovettura
oggetto di furto presso un abitazione privata
che avevano completamente svaligiata.
Riguardo altri comuni del casertano, da

L’attività di scavo della direzione antimafia di Napoli

rilevare che i carabinieri delle compagnie di
Casal di Principe e Mondragone, insieme al
Noe e al Corpo Forestale dello Stato di Napoli,
stanno cercando, da Lunedì mattina, rifiuti
speciali e pericolosi in alcuni terreni adiacenti
alla strada statale 7 bis Nola-Villa Literno, nel
territorio di Villa di Briano, a poca distanza da
Casal di Principe. L’attività di scavo è stata
disposta dalla Direzione Distrettuale
Antimafia di Napoli. A Casal di Principe sono
ancora sequestrate dalla magistratura tre

aree in cui furono rinvenuti materiali sospetti
dopo lo scavo con le ruspe. E nella cittadina
vige ancora l’ordinanza comunale di divieto di
uso dei pozzi. Intanto Lunedì mattina i
carabinieri della locale compagnia hanno
tratto in arresto due giovani, entrambi
cittadini tunisini di 29 e 20 anni,
già pluripregiudicati per altri reati, che
Hanno appiccato un rogo tossico di rifiuti
s p e c i a l i n e i p re s s i d i u n a s c u o l a .
M a r i o C o n fo r t o

4 ANNO 21 - N. 3 - Domenica 19 Gennaio 2014

Stampa Campania Settimanale di Informazione Politica - Attualità - Cronaca - Sport

MARCIANISE
Alcuni rappresentanti del Comitato disoccupati che si sono incatenati Il

Comune di Marcianise

E’ successo l’altra mattina con una rappresentanza del Comitato stanco delle
promesse e la gente assistiva stupefatta del gesto dei giovani senza lavoro

IDisoccupati si incatenanoai cancelli del Comunedi Marcianise
Impegni non mantenuti e stanchi di essere presi in giro affermano i manifestanti
MARCIANISE - Si inasprisce con
molta tensione la lotta dei
disoccupati a Marcianise.
L’altra mattina il gruppo che fa
parte dell’Associazione
disoccupati che da parecchi
giorni è presente con un
gazebo in piazza Umberto I, ha
protestato contro l’attuale
l’Amministrazione Comunale. Il
motivo della protesta è dovuto

al disinteresse e disimpegno
per riuscire a creare lavoro sul
territorio. E così il presidente
del Comitato Disoccupati
Antonio Farina e tutti gli altri
hanno deciso di passare ad
un’azione forte addirittura
incatenandosi ai cancelli del
comune di Marcianise, con la
gente che assistiva stupefatta
a tale gesto. “Avevamo avuto

delle promesse che non sono
state mantenute - hanno
dichiarato i manifestanti -,
abbiamo avuto tantissima
pazienza ed attendere delle
risposte concrete, ma non
abbiamo ricevuto nessuna
sicurezza sul nostro futuro.
Adesso non siamo altro che
demoralizzati, siamo stanchi di
essere presi in giro. Ognuno

deve assumersi le proprie
responsabilità. Non ci
muoveremo da questo posto
fino a quando non saremo
ricevuti per avere delle
certezze sugli impegni
promessi dall’amministrazione
comunale”. Sul gazebo alcuni
striscioni”Ci state
accompagnando alla fame”,
“Lavoro uguale dignità”.

Il presidente dell’associazione di Marcianise Caterina Capasso si fa
portavoce sull’aspetto delle discriminazioni delle donne sul lavoro

Donnei
n
Labi
n
di
f
esadel
sessofemmi
n
i
l
e
Il lavoro part-time le penalizza
MARCIANISE - Il presidente
dell’associazione “Donne in Lab”
di Marcianise Caterina Capasso in
questo numero settimanale del
nostro giornale introduce un
interessante tema e si fa
portavoce sull’aspetto delle
disciminazioni delle donne sul
posto di lavoro. “Infatti -afferma il
presidente dell’associazione
C ap as s o - , la p ratica d elle

dimissioni in bianco all’atto
dell’assunzione è molto diffusa in
Italia, difficoltà che si incontrano
quotidianamente per trovare e
conservare un lavoro. In Italia
sono poche le donne che
lavorano: solo il 43% contro una
media europea che sfiora il 60%.
La situazione appare ancora più
grave se la si analizza più da vicino,
le donne lavorano soprattutto

part-time, non per scelta propria,
ma del datore di lavoro, inoltre se
bisogna licenziare, a perdere il
lavoro è quasi sempre una donna.
Difficoltà maggiori le donne
incontrano durante il percorso
della carriera professionale: ci
riescono raramente solo il 13%, e
quando ci riescono, continuano
ad essere retribuite meno degli
uomini. Ma come si può superare

Il presidente dell’ associazione “Donne
in Lab” di Marcianise Caterina Capasso
tutto questo? Innanzitutto, nei
datori di lavoro che assumono il
sesso femminile, deve integrarsi la
convinzione che la stessa può
operare e lavorare con impegno
come un uomo, poiché ciò che la
contraddistingue, soprattutto nei
periodi difficili, è la costanza e la
tenacia di riuscire all’obiettivo
s e m p r e e c o m u n q u e ”.
Caterina Capasso

ANNO 21- N. 3 - Domenica 19 Gennaio 2014

Stampa Campania Settimanale di Informazione Politica - Attualità - Cronaca - Sport

5

RECALE
Ancora Ovidio Gadola
Soddisfatta il Sindaco di Recale Patrizia Vestini per l’importante
tra i preferiti a Recale
obiettivo raggiunto con l’ok del Presidente della Provincia Domenico Zinzi Stà riscuotendo grande successo il sondaggio

Finanziamento al Comunedi Recale per Energia Sostenibile

Entroil 2020sarannoridottele emissioni di Co2del 20%
RECALE - Buone notizie per
l’amministrazione comunale
di Recale guidata dal sindaco
Patrizia Vestini. Con numero di
protocollo 892 del 7/1/2014
della Provincia di Caserta, il
presidente Domenico Zinzi
comunica al sindaco di Recale
che l’istanza relativa alla
redazione del Piano d’Azione
per Energia Sostenibile (PAES)
ha ottenuto un finanziamento
di 7.500,00 euro. Il comune di
Recale deve quindi
completare l’iter burocratico
per ottenere il finanziamento
di cui, in base alla graduatoria
definitiva approvata il 5

dicembre 2013 ha diritto. Su
tale risultato positivo il
sindaco Patrizia Vestini
a f f e r m a : ”A l l e a c c u s e
d e l l ’o p p o s i z i o n e , c h e
nell’ultimo manifesto ci
tacciava di aver sperperato 8
mila euro per il PAES, stiamo
rispondendo con il buon
operato e possiamo quindi
essere soddisfatti di aver
ottenuto questo
finanziamento di 7500,00
euro che copre quelle spese.
Continueremo a rispondere
c o n i fa t t i , c o s ì c o m e
dimostreremo che la
Commissione per il dissesto

Il Sindaco di Recale Patrizia Vestini

farà chiarezza sulle evidenti
preoccupazioni degli ex
amministratori. Sul progetto
approvato ribadiamo che il
Piano d’Azione per l’Energia
Sostenibile è un documento
che definisce le politiche
energetiche che il Comune di
Recale adotterà per
r a g g i u n g e r e l ’o b i e t t i v o
europeo di riduzioni delle
emissioni di Co2 del 20% entro
il 2020. Un obiettivo che sarà
perseguito attraverso azioni
volte a diminuire i consumi
energetici della città e
incrementare la produzione di
energia da fonti rinnovabili”.

Il Presidentedella Provincia CasertaDomenicoZinzi

STAMPA CAMPANIA promuove una grande iniziativa editoriale riservata solo ai
residenti di Recale che potranno quindi dare la loro preferenza dal titolo:”
C O M E
S I N D A C O
D I
R E C A L E
M I
P I A C E . . .”
Tutti i coupon pervenuti in redazione sarà effettuata al termine del sondaggio
un’estrazione. I primi due estratti vinceranno due telefonini. Il sondaggio avrà
termine nell’Aprile del 2017 cioè un mese prima delle elezioni Amministrative
di Recale previste per Maggio 2017. Al ricevimento dei coupon i
collaboratori della redazione di Stampa Campania stileranno una
classifica parziale che troverete in questa pagina settimanalmente.

Tagliando del 19/01/2014 di partecipazione del
Referendum organizzato da STAMPA CAMPANIA
Nome e Cognome..............................Indirizzo.................. Città................. Telefono...................
COME SINDACO DI RECALE “MI PIACE”.................................................
N.B. Per dare la possibilità di partecipazione per tutti, sarà convalidato un tagliando per persona
p e r o g n i n u m e ro d e l g i o r n a l e . S i ra c co m a n d a a i l etto r i d i i nv i a re p e r
via E-MAil al seguente indirizzo di posta elettronica:
Stampacampania@virgilio. Oppure in busta chiusa inviare per posta
a l l ’ i n d i r i z zo : S t a m p a C a m p a n i a - V i a B e l l i n i N . 1 - 8 1 0 2 0 R e c a l e ( C e )

p ro m o s s o d a S t a m p a C a m p a n i a d a l
t i t o l o : ”C o m e S i n d a c o d i R e c a l e m i
piace....”.Pioggia di coupon in redazione per via
E-Mail oppure per posta all’indirizzo: Stampa
Campania - Via Bellini N.1 - 81020 Recale (Ce).
Nei primi undici della classifica parziale abbiamo
l’ex sindaco di Recale dottor Ovidio Gadola, al
primo posto con 434 preferenze. Da rilevare che
il Farmacista è già stato Sindaco di Recale nel
quinquennio 1997-2002. Secondo posto per il
nostro Editorialista e Direttore Responsabile
Avv. Arnaldo Gadola con 425 preferenze.
Titolare di uno Studio Legale a Recale,
ricordiamo che il Penalista Avv. Arnaldo Gadola,
iscritto nell’ordine dei Giornalisti da ben 22 anni,
Editore e Direttore Responsabile oltre che di
“Stampa Campania”, “Il Giornale dello Sport” e
“Il Personaggio”, ha al suo attivo quattro Lauree
(Giurisprudenza, Scienze dell’Economia,
Scienze Giuridiche e Scienze dell’Educazione e
della Formazione, la Specializzazione per le
Professioni Legali, ebbe la sua giusta e meritata
notorietà e consacrazione dell’attività giudiziaria
nell’anno 2010-2011 esercitando il prestigioso
ruolo di Pubblico Ministero della Procura di
S.Maria Capua Vetere. Terzo posto il dottor
Benedetto Ricciardi, Medico di Base con 261
preferenze. Seguono il dottor Federico Casella,
Dentista, con 213 preferenze, quindi l’attuale
sindaco di Recale dott.ssa Patrizia Vestini 116
preferenze. Sesta posizione per il dottor
Raffaele Lello Porfidia, Medico
gastreontorologo, attualmente Assessore al
Comune di Recale con 75 preferenze. Nella
classifica figurano anche il costruttore Luigi
F e r r a r o ,
a t t u a l m e n t e
Assessore al Comune di Recale con 31
preferenze, il costruttore Antimo Argenziano,
consigliere di minoranza sempre del
Comune di Recale con 22 preferenze, il dottor
Alfonso Mincione, ex sindaco di Recale nel
1993, Medico di Base con 21 preferenze, il
dottor Roberto Massi, Medico di Base con 18
preferenze, consigliere, Lello Porfidia ,
consigliere di minoranza del Comune di Recale e
l’ Assessore dott. Vincenzo Piscitelli,
Commercialista entrambi con 13 preferenze.
Servizio a cura di Luigi Barca

10

ANNO 21- N. 3 - Domenica 19 Gennaio 2014

Stampa Campania Settimanale di Informazione Politica - Attualità - Cronaca - Sport

SPORT, CALCIO SECONDA DIVISIONE
Al “Pinto” di Caserta arriva il Gavorrano che nella gara
di andata vinse due a zero con i falchetti. Il riscatto è
d’obbligo, si prevede il pubblico delle grandi occasioni

Casertanaassolutamentei trepunti
Sulla carta un match di facile portata
CASERTA - Nel girone B del
campionato di Seconda Divisione,
Domenica allo stadio “Pinto” di
Caserta sarà di scena un match che
sulla carta dovrebbe essere di
facile portata per la Casertana di
mister Ugolotti, ma attenzione al
Gavorrano, è vero che è relegato in
ultima posizione di classifica ma è
anche vero che nella gara di andata
ha costretto i falchetti alla resa con
un sonoro due a zero. La squadra
toscana in questo mercato di
gennaio si è rinforzata ed è
intenzionata seriamente a risalire

l a s u a m o d e sta c l a s s i f i ca ,
l’obiettivo è di conquistare almeno
un posto nei play-out. Il cammino
del Gavorrano non è stato tanto
felice, infatti ha vinto solo due
volte in questo torne. Una squadra
giovane ma con l’acquisto di Ciro
Sirignano (classe 85) ex Catanzaro,
Matteo Caciagli (classe 86) ex
Delta Porto Tolle e Simone
Malatesta (classe 82) dal Parma,
l’età media sale di parecchio.
Alcuni dati statistici: per la
capolista Teramo miglior attacco,
la migliore difesa è la Casertana. Il

L’attaccante della Casertana Cruciani in azione

Cosenza rimane imbattuto in casa
ed è in testa nelle gare esterne.
Ritornando alla gara della
Casertana con il Gavorrano il
tranier Ugolotti dovrà fare a meno
degli squalificati Rinaldo
appiedato dal Giudice sportivo per
due gare e Conti fermo per un
turno. Dovrebbe rientrare dalla
squalifica Corre. Qualche dubbio
sulla formazione che mister
Ugolotti scioglierà poche ore
prima dell’incontro ma in linea di
massima l’undici di partenza
dovrebbe scendere in campo con

Fumagalli, Antonazzo, Bruno,
Cucciniello, D’Alterio, Bacio
Te r ra c i n o , A l v i n o , C o r r e a ,
Agodirin, Mancino, Cruciani. A
disposizione: Vigliotti, Piscitelli,
Chiavazzo, Favetta, Marano, De
M a rc o, Va r r i a l e . A r b i t re rà
l’incontro il Signor Rosi di Rovigo.
Classifica prime posizioni: Teramo
37; Cosenza 36; Foggia e Casertana
32. Capolista Teramo impegnata
con il Poggibonsi, mentre il
Cosenza si reca a Sorrentio,
difficile l’impegno del Foggia in
casa del Vigor Lamezia.

Intervistati alcuni supporter della
Casertana alla vigilia della gara con il Gavorrano

E i tifosi rossoblù iniziano già a sognare

“Siamo più forti anche del Teramo...”
CASERTA - Alla vigilia della gara
al “Pinto” con il Gavorrano,
abbiamo avuto modo di
intervistare alcuni tifosi della
Casertana. “Assolutamente afferma Antonio tifoso rossoblù
ai tempi di Alivernini - con il
Gavorrano dobbiamo vincere,
non c’è altra scelta. Desidero
una vittoria con il bel gioco”.
Sulla stessa lunghezza d’onda

anche i vari Pasquale, Franco,
Pietro e Giovanni. “Questo è
l’anno buono, l’anno prossimo
in Prima Divisione ci
confronteremo con compagini
più blasonate, però dobbiamo
meritare il passaggio a suon di
gol e ci riusciremo perché
stiamo dimostrando di essere
noi i più forti, anche
della capolista Teramo”.

Il portiere della Casertana Fumagalli

PAPPA
&
CUCCIA
Mangimi e Giardinaggio
Consegna a domicilio gratuita
Via Vivaldi, 77 - 81100 Caserta
Tel. 339.5720018
Stadio “Pinto” di Caserta sempre stracolmo

P.Iva 03676680618

ANNO 21- N. 3 - Domenica 19 Gennaio 2014

Stampa Campania Settimanale di Informazione Politica - Attualità - Cronaca - Sport

7

ATTUALITA’
CULTURA
E
SPETTACOLO
Alcune persone usano il linguaggio a fin di bene come il politico che mette tutta
la sua esperienza e competenza per il bene della comunità che forma la città

Socializzare elemento di sviluppo e progresso dell’umanità
L’Homo socialis ha il dono della parola, ma non tutti la usano in modo concreto
La socializzazione è uno degli
elementi di sviluppo e progresso
dell’umanità. Quanto è triste la
condizione dell’uomo che vive in
solitudine. Non comunica con
altri, né riceve da altri nozioni,
concetti che possono risultare
utili al suo sviluppo mentale e
sociale. La definizione filosofica
dell’uomo è “Homo socialis”;
senza questa prerogativa l’uomo
sarebbe simile agli animali.
Qualcuno potrebbe obiettare che
anche alcune specie di animali
sono “sociali”, ciò però non basta
ad assimilare questi animali
all’uomo. L’Homo socialis ha il
dono della parola e rende
partecipi i suoi simili delle sue
esperienze, delle sue valutazioni

su alcune situazioni; rende
partecipi il suo vicino dei suoi
progetti, delle sue idee in modo
che il mondo vada sempre più in
alto con le sue invenzioni e
scoperte. Se l’uomo non avesse
avuto il dono della parola, oggi,
agli albori del 22° secolo dopo
Cristo, saremmo ancora nella
preistoria e nella condizione
animale. Alcune persone usano il
linguaggio a fin di bene, come il
politico che mette tutta la sua
esperienza e competenza per il
bene della comunità che forma la
città, come i maestri che educano
con bravura i loro alunni, come i
genitori che si prodigano nel dare
consigli ai loro figli. Altri invece
usano la parola per sparlare dei

loro simili, per denigrare il
prossimo e quant ’altro. Il
paradosso è che le malelingue
hanno spesso il sopravvento sulle
brave persone e le loro calunnie
annichiliscono il calunniato
iniziando come un sottile
venticello fino al rombo del
cannone di Rossiniana memoria
ne “Il barbiere di Siviglia”.
Ritornando al concetto della
socialità, l’uomo è nato per vivere
insieme agli altri uomini; l’uomo
deve saper perfettamente
dialogare con i suoi simili; per
questo motivo sorgono delle
associazioni, dei circoli.
Personalmente, da quando il
circolo di cui facevo parte ha
chiuso i battenti, mi trovavo in

una situazione di disagio; con
alcuni amici non sapevamo dove
andare, si usciva di casa e dove si
andava? Non eravamo persone
da cantina o da Bar: quando hai
preso un caffé o una
consumazione dopo dove vai?
Finalmente dopo svariati mesi,
consultazioni con i vecchi soci,
apertura a nuovi elementi è stato
fondato ex novo il “Circolo
Culturale San Michele” in
Marcianise. Tutto ciò è dovuto
alla tenacia e persficacia di tutti i
componenti del circolo
augurandoci di saper sfruttare in
modo eccellente il dono della
parola affinché si elevi la cultura
singola e sociale delle persone.
Vito Capasso

La storia del Sud, del Regno delle due Sicilie,
di verità conosciute o volutamente ignorate

L’esercitoborboniconondeveessererinnegato
I suoi sacrifici immensi devonoesserericordati converitàstorica
Ce ne sono di libri che parlano della storia del
Sud, del Regno delle Due Sicilie, di verità
conosciute o volutamente ignorate. Lotte,
sangue versato, un massacro storico, molto
spesso dimenticato. Crimini di guerra,
devastazione e diritti negati, hanno
caratterizzato il nostro Sud e ancora si lotta per
affermarlo e raccontare la storia del regno delle
Sicilie. Bisogna studiare tutto questo su libri
appositi, non truccati da bugie costruite a
mestiere. Bisogna avere il coraggio della verità,
ovunque essa risieda. L’esercito borbonico non
deve essere rinnegato e i suoi sacrifici immensi
devono essere ricordati, non per alimentare
odi, rancori e vendette, ma per amore della
verità storica con le sue ineludibili prove. E nel
prossimo salotto culturale si parlerà anche di
questo, senza fanatismo, ma con la
consapevolezza di far conoscere saccheggi e

violenze, in nome di una presunta fratellanza e
libertà. Conosciamo la nostra terra, quel Sud
crocifisso e bistrattato che tanto ha dato e
continua a dare per il progresso dell’umanità.
Molti poeti e pensatori perirono sui roghi
dell’inquisizione, tanto sacrificio fu richiesto al
Sud martoriato. Smettere di sbarrare gli occhi,
non significa accendere astii nei cuori, ma
ampliare le menti per una storia importante che
non si può rinnegare. Il Regno delle due Sicilie
racconta la sua storia, ma noi ci auguriamo
davvero un’unione e un rispetto tra
Nord e Sud, limpido e maturo. Che il Sud
rifiorisca, che si senta profumo di zagare e
limoni. Che si amino i campi e quella terra che
troppe croci ha dovuto innalzare. Un argomento
spinoso che ci aiuta ad essere figli della stessa
Patria, con diritti da non calpestare...
Tina Piccolo

La famosa poetessa Tina Piccolo

Un Bucaneve
(tra le migliaia poesie di Tina Piccolo)
Nato tra la neve sulla cima di un monte,
Come simbolo d’amore, respirava il cielo il
bucaneve... Candido, tenero, una carezza di
madre natura. Una nota di trepida
preghiera...Lo cogliesti, a sbalzi, e me lo
donasti...Non ebbi parole, e mi commosse
quel tenero velluto fatto di innocenza e di
mistero...Non sai, fù più di un abbraccio, più
di una canzone cantata al chiar di luna...era il
sorriso del mondo che sbocciava tra gelidi
sospiri...Ancora oggi, ndel cammino della
vita vedo nascere d’un tratto...un
b u c a n e v e . . .
Tina Piccolo (Ambasciatrice della
p o e s i a i ta l i a n a n e l m o n d o - c r i t i c o
D ’a r te v i s i va e l e tte ra r i a )

8

ANNO 21- N. 3 - Domenica 19 Gennaio 2014

Stampa Campania Settimanale di Informazione

Politica - Attualità - Cronaca - Sport

Rubrica di Diritto
GLI AVVOCATI GAETANO MADONNA
E ARNALDO GADOLA RISPONDONO

La Corte di Cassazione

Aisensidell’art.659delcodicepenaleilcondomino
rumoroso può essere punito anche con l’arresto
Gent.mi Avvocati , il condomino rumoroso
può essere punito in sede penale?
Antonio Natale (Caserta)
Ai sensi dell’art. 659 del codice penale:”Chiunque mediante
schiamazzi o rumori, ovvero abusando di segnalazioni acustiche,
disturba le occupazioni o il riposo delle persone, è punito con
l’arresto fino a 3 mesi o con l’ammenda fino a euro 309. Si applica
l’ammenda da euro 103 a euro 516 a chi esercita una professione o un
mestiere rumoroso contro le disposizioni della legge o le prescrizioni
dell’autorità”. Occorre aggiungere che le immissioni rumorose in un
condominio, a parte il suddetto reato di disturbo delle occupazioni o
del riposo delle persone, possono dar luogo - secondo la Cassazione anche al reato di lesione personale. La Suprema Corte, infatti, con
sentenza n. 7941 del 7 luglio 2000, ha considerato lesione personale
una sindrome ansioso-depressiva provocata a un vicino dall’uso
prolungato dei pattini da parte di una bambina che
per mesi si era allenata per una gara eseguendo ripetutamente
s a l t i v i b ra n t i a l l ’ i n t e r n o d e l l ’a b i t a z i o n e .

Alla seconda autovettura non è dovuta il
parcheggio nell’area condominiale
Gent.mi Avvocati, è possibile ottenere dal condominio
l’assegnazione nominativa di un posto auto fisso nel cortile
condominiale per il parcheggio della seconda autovettura?
Domenico Raucci (Marcianise)
Occorre premettere che negli ultimi anni - in considerazione del fatto
che ormai molte famiglie posseggono più di una macchina - è
aumentato in maniera significativa il numero delle controversie relative
all’assegnazione dei posti auto nelle aree condominiali. Sul tema
intervenne anche la Cassazione che, con sentenza 22 gennaio 2004, n.
1004, ha stabilito che costituisce innovazione, vietata ai sensi dell’art.
1120, secondo comma c.c., E, come tale, affetta da nullità,
l’assegnazione nominativa da parte del condominio a favore di singoli
condomini di posti fissi nel cortile comune per il parcheggio della
seconda autovettura, in quanto tale delibera, da un lato, sottrae
l’utilizzazione del bene comune a coloro che non posseggono la
seconda autovettura e, dall’altro fa sì che il condomino che usi il cortile
comune con animo domini possa acquistarne la relativa proprietà per
usucapione, ai danni ancora una volta dei condomini che non
possiedono una seconda automobile.

INVIATE I VOSTRI QUESITI A:
stampacampania@virgilio.it
oppure in busta chiusa a:
S t a m p a C a m p a n i a
Via Gadola Vico Bellini N.1 - Recale (Ce)

ANNO 21- N. 3 - Domenica 19 Gennaio 2014

Stampa Campania Settimanale di Informazione Politica - Attualità - Cronaca - Sport

9

SPORT, CALCIO SERIE A
L’allenatore il Milan li aveva in casa, Tassotti da una vita al Milan
vincitore di due tornei di Viareggio con la Primavera, mentre Inzaghi
quest’anno stà facendo bene con la stessa squadra primavera

La grinta di mister Inzaghi, perché
non lui sulla panchina rossonera?

NonsaràSeedorf arisolverei problemi del Milan
Tra qualche giornata verificheremo...

Milano - Non si possono illudere i tifosi
del Milan abituati a ben altri campioni da
Rivera a Prati, da Nordhal a Van Basten,
da Baresi a Maldini o Costacurta. Ormai
sono vari anni che in casa rossonera non si
è più competivi a grandissimi livelli, a
parte lo scudetto di quattro anni fà con il
primo anno di mister Allegri e il grande
Ibrahimovic. Purtroppo certe scelte
sbagliate si pagano, come ad esempio
Andrea Pirlo che doveva assolutamente
restare a Milanello, invece hanno
rinforzato una diretta concorrente storica
come la Juventus e poi si è visto il il talento
della Nazionale cosa è stato capace di fare
con la squadra bianconera proiettandola
a due scudetti consecutivi, ritornando
alle vittorie dopo tanti anni e il sempre
ricordato calcio scommesse del 2006 con
la retrocessione in B. E quest’anno Pirlo
sta guidando la Juve al terzo scudetto
consecutivo, quindi e sono 30 scudetti
con l’agognata terza stella. Mi dispiace
dirlo, mai i tifosi rossoneri a Milano non è
che si son fatti sentire per una volta e per
tutto invitando Berlusconi a farsi da parte
e cederlo al miglior offerente. Dal mio
punto di vista di esperienza trentennale
nel mondo giornalistico, con schiettezza,
tralasciando la vecchia passione per i
colori rossoneri, riveriano da sempre ma
con imparzialità, libertà di stampa e di

opinione, penso che anche la scelta
Seedorf è sbagliata, da calciatore
direttamente ad allenatore dopo aver
giocato appena qualche giorno fa l’ultima
partita con il Botafogo e senza aver
allenato nemmeno i pulcini, bah. Perchè
non si è puntati su Mauro Tassotti che
allena da quando ha inserito le scarpette
al chiodo? Infatti l’ ex grande terzino del
Milan allena almeno da quasi 15 anni, è
vero che è stato allenatore in seconda con
Ancelotti e Allegri, però penso che ha
accumulato pure tanta esperienza per
essere pronto a prendere da solo le redini
della prima squadra. E poi non
tralasciamo il fatto che Tassotti ha vinto
due Viareggi consecutivi con la squadra
Primavera negli anni 2000 e il Milan non
vinceva un Viareggio da una vita. E
passiamo a Pippo Inzaghi. Dopo essere
stato un grande campione con più di 200
reti in carriera, Inzaghi ha allenato l’anno
scorso la squadra Allievi e quest’anno stà
guidando la squadra Primavera con
risultati eccellenti e proiettandola nelle
primissime posizioni. Perché non si è dato
spazio a lui se si voleva puntare su un
giovane allenatore emergente? Adesso
non dobbiamo che attendere qualche
giornata per verificare..., con Tassotti o
Inzaghi pronti ad aspettare...
A . G .

Hamsik del Napoli nel mirino del Manchester United

Tassotti da una vita al Milan, perché
non lui sulla panchina rossonera?

Calcio Mercato ancora a rilento, rischia di infiammarsi
con il campione del Napoli pronto a trasferirsi

Hamsi
k
nel
mi
r
i
n
oManchesterUni
t
ed
EDomenicadebuttaSeedorfsulla panchinadel Milan
Calcio mercato ancora a rilento. Dopo aver sondato le
piste juventine che portano a Vidal e Pogba , la
dirigenza del Manchester United nella sua ricerca di un
centrocampista di valore che rafforzi il reparto di David
Mayes adesso si punta su Marek Hamsik. A riprova di
ciò si registra la presenza di alcuni osservatori dello
United nella partita dell’altra sera al San Paolo per il
match di Coppa Italia fra Napoli e Atalanta. Intanto il
N a p o l i a v r e b b e c h i e s t o i n fo r m a z i o n i s u l
centrocampista del Chelesa Essien, su Jorgginho del
Verona e Capoue del Tottenham. In casa Inter
l’interesse per Hernanes della Lazio è più che concreto,
ma con Lotito non è mai semplice strappargli un
giocatore perché è un compito dall’esito incerto che
comporta fatica economica. Erik Thoir vorrebbew
concentrare i suoi sforzi sul mercato estivo, Potrebbe
giungere presto a una conclusione la telenovela
D’Ambrosio con il Torino. Infine da segnalare il
passaggio di De Ceglie dalla Juve al Genoa.
Intanto per le gare di Domenica prossima la capolista
Juventus non dovrebbe avere problemi con la
Sampdoria, ad otto punti la Roma riceve il Livorno
sperando in qualche passo falso dei bianconeri, il
Napoli cercherà i tre punti a Bologna, nel Milan contro il
Verona in quinta posizione debutta Seedorf in
panchina, completano la giornata le seguenti gare:
Genoa - Inter; Catania-Fiorwentina; Atalanta - Cagliari;
Chievo - Parma; Sassuolo - Torino; Udinese - Lazio.


Documenti correlati


Documento PDF stampa campania domenica 19 g
Documento PDF stampa campania domenica 22 d
Documento PDF stampa campania domenica 26 g
Documento PDF rassegna stampa
Documento PDF la stampa 11 05 2014
Documento PDF la stampa 23 03 2014


Parole chiave correlate