File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



STATUTO massa lab 2.3 .pdf



Nome del file originale: STATUTO massa lab 2.3.pdf
Titolo: STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE
Autore: carlo

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato generato da Microsoft® Word Starter 2010, ed è stato inviato su file-pdf.it il 23/01/2014 alle 21:40, dall'indirizzo IP 5.178.x.x. La pagina di download del file è stata vista 1095 volte.
Dimensione del file: 239 KB (4 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


STATUTO di MASSA LAB – Lavoro Ambiente Beni comuni

Art.1 - Costituzione e scopo
1.Massa LAB - Lavoro ambiente beni comuni è uno spazio aperto di confronto ed un laboratorio di
iniziativa politica che intende promuovere la partecipazione dei cittadini alla vita politica e
contribuire alla crescita di una classe dirigente responsabile.
2.Massa LAB ispira la propria azione agli ideali di libertà nella responsabilità, giustizia, legalità ed
eguaglianza formale e sostanziale, e riconosce come proprie leggi basilari la Dichiarazione
Universale dei Diritti Umani, la Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e
delle libertà fondamentali, la Costituzione della Repubblica Italiana.
3.In ambito locale Massa LAB pone tra i suoi obiettivi:
- vigilare sull'attuazione del programma elettorale da parte dell'Amministrazione comunale eletta in
occasione delle elezioni amministrative di Massa nel 2013;
- promuovere un confronto costruttivo con l'Amministrazione ed il Consiglio comunale per dare
attuazione ai principi di partecipazione e di trasparenza;
4.Massa LAB elabora le proprie iniziative e le proprie proposte in piena autonomia rivolgendosi al
pubblico e a tutti coloro che condividono i suoi obiettivi ed il suo manifesto, ma individua nei
consiglieri comunali eletti nelle liste civiche a sostegno del Sindaco e negli altri consiglieri
comunali del centrosinistra i suoi interlocutori naturali per le proprie proposte in ambito locale.
5.Massa LAB promuove la partecipazione dei cittadini alla vita politica e sociale della città anche
attraverso le associazioni, i partiti politici, i sindacati, e promuove forme stabili di collaborazione e
di confronto con tali organizzazioni per favorire la circolazione delle idee, delle proposte e delle
persone.
Art. 2 – Registro dei partecipanti
1.Massa LAB promuove iniziative aperte al pubblico ed alle istituzioni sui temi di politica locale e
generale.
2.Massa LAB sceglie di misurare la propria capacità di iniziativa politica sulla partecipazione
effettiva e sulla qualità delle proposte, e non sul semplice numero degli iscritti: per questo motivo
non emette tessere e non richiede iscrizioni, e resta aperta a chiunque voglia partecipare,
riconoscendosi nei principi di questo Statuto e del suo manifesto politico.
3.I partecipanti alle iniziative possono registrare la propria presenza sul registro che viene messo a
disposizione: tale semplice atto non implica adesione a Massa LAB, ma consente di restare
informati sulle iniziative e di esercitare le facoltà previste dall’art. 4.
4.Il registro può essere consultato in occasione delle votazioni dai partecipanti che esercitano il loro
diritto di voto.
Art. 3 - Gli organi
1.Sono organi di Massa LAB: il Rappresentante, il Coordinamento, il Tesoriere.
2.Tali incarichi sono incompatibili con il ruolo di sindaco, assessore, consigliere comunale o con
altri incarichi elettivi in organi o amministrazioni pubbliche. Sono altresì incompatibili con

Pagina 1

incarichi di segreteria all'interno di partiti politici o organizzazioni sindacali e di categoria a
qualunque livello.
3.Tutte le cariche vengono rinnovate ogni due anni, sono gratuite e non possono essere esercitate
per più di due mandati consecutivi.
Art. 4 – L'assemblea dei partecipanti
1.Coloro che hanno partecipato alle iniziative di Massa LAB iscrivendosi nel Registro previsto
dall'art. 2 hanno la facoltà di partecipare alle periodiche assemblee per individuare gli obiettivi
dell'azione politica e per l'elezione delle cariche.
2.Nel mese di gennaio di ogni anno l'assemblea è convocata per illustrare l'attività svolta dagli
organi ed il bilancio dell'anno precedente, e per discutere l'indirizzo per l'attività del nuovo anno.
3.Ogni due anni, nella medesima assemblea del comma precedente, si procede al rinnovo delle
cariche.
4.I partecipanti a Massa LAB sono invitati ad assemblee periodiche anche nel corso dell'anno,
anche a margine di altre iniziative pubbliche per discutere di temi di attualità e dell'attività in corso.
5.Le riunioni dell'assemblea sono sempre pubbliche e tutte le votazioni sono palesi.
6.I partecipanti concorrono inoltre a definire le linee di indirizzo di Massa LAB attraverso la
partecipazione alla comunità telematica ed agli strumenti via Internet che verranno predisposti per
assicurare la circolazione delle informazioni ed il dibattito.
Art. 5 - Modalità di convocazione e di svolgimento dell'assemblea
1.L'assemblea dei partecipanti viene convocata su iniziativa del Rappresentante che, d'intesa con il
Coordinamento, ne dà avviso mediante pubblicazione sulle pagine telematiche e sulla mailing list
elettronica di Massa LAB, indicando luogo, orario, ordine del giorno. Qualora un partecipante non
risultasse contattabile via posta elettronica fa comunque fede la pubblicazione sugli spazi telematici
di Massa LAB
2.Nel caso dell'assemblea annuale di cui ai commi 2 e 3 dell'articolo precedente, l'avviso deve
essere pubblicato e diffuso con almeno 14 giorni di anticipo. Negli altri casi il preavviso può essere
minore, ma mai inferiore a due giorni.
3.L'assemblea può essere convocata anche su iniziativa del Coordinamento, a maggioranza,
secondo le medesime modalità.
4.L'assemblea viene presieduta dal Rappresentante o da un membro del Coordinamento.
5.La partecipazione alle assemblee è libera ma il diritto di voto è riservato a coloro che abbiano
preso parte ad almeno una iniziativa pubblica di Massa LAB nell'arco dei sei mesi precedenti.
L'elettorato passivo è riservato ai partecipanti che nel medesimo periodo abbiano preso parte ad
almeno tre iniziative oppure ad almeno una, se nel medesimo periodo abbiano comunque
attivamente ricoperto incarichi statutari.
6.Il Coordinamento può predisporre ed approvare un regolamento per definire nel dettaglio
modalità di svolgimento delle assemblee e delle votazioni: tale regolamento deve comunque essere
ratificato da una assemblea convocata con un preavviso di almeno 14 giorni, prima di poter essere
applicato.
Art. 6 - Il Rappresentante
1.Il Rappresentante è eletto dall'Assemblea dei partecipanti ogni due anni. Ha la rappresentanza
legale e politica di Massa LAB.
2.Il Rappresentante, convoca e presiede le riunioni del Coordinamento. D'intesa con esso, tenendo
conto delle indicazioni dei partecipanti, elabora le linee di indirizzo e di attività di Massa LAB e
propone iniziative sui temi ritenuti di interesse.
3.Il Rappresentante cura l'esecuzione delle linee avvalendosi del Coordinamento e di ogni altra
persona disposta a collaborare.

Pagina 2

Art. 7 - il Coordinamento
1.Il Coordinamento è organo ausiliario del Rappresentante e concorre ad individuare le iniziative e
le priorità di Massa LAB.
2.Il Coordinamento si compone di sette membri eletti dalla assemblea dei partecipanti ogni due
anni, insieme al Rappresentante.
3.Esso cura e gestisce il registro dei partecipanti, attua le iniziative e promuove forme di
informazione, dibattito e di approfondimento; favorisce inoltre il costante coinvolgimento dei
partecipanti anche attraverso gli strumenti telematici quali un sito Internet, una apposita mailing list,
forum, gruppi o pagine sui social network.
4.Le riunioni del Coordinamento vengono convocate e presiedute dal Rappresentante, senza
particolari formalità, su sua iniziativa o su richiesta di almeno un terzo dei suoi componenti. Il
Rappresentante decide tempi e luoghi della convocazione. Quando sia ritenuto opportuno egli può
invitare alle riunioni anche i rappresentanti nelle istituzioni che si riconoscono negli obiettivi di
Massa LAB o altri singoli partecipanti.
5.Nell'ambito del Coordinamento o anche tra altri partecipanti di Massa LAB il Rappresentante
individua i referenti per specifiche iniziative o per aree tematiche generali, promuovendo un
confronto costante con i rappresentanti nelle istituzioni che si occupano degli stessi temi.
6.Nel caso di rinuncia, dimissioni o decadenza di un membro del Coordinamento subentra il primo
dei non eletti. Nel caso in cui non sia possibile sostituirlo si procede all'elezione suppletiva nella
prima assemblea annuale utile.
7.In ogni caso il Coordinamento viene integralmente rinnovato contestualmente all'elezione del
Rappresentante.
8.Ogni eventuale votazione avviene a scrutinio palese, ed in caso di parità decide il Rappresentante.
Art. 8 - Ipotesi particolari
1. In caso di prolungata assenza o impossibilità di esercizio delle funzioni o nel caso sopravvengano
situazioni di incompatibilità del singolo componente non tempestivamente risolte, il Coordinamento
può dichiararne la decadenza.
2. Se più della metà dei componenti eletti del Coordinamento cessa dall’incarico o viene sostituito
nel corso del biennio, si procede a nuove elezioni del solo Coordinamento nella prima assemblea
annuale successiva, fermo restando il disposto dell'art. 7, comma 7.
3. In ogni caso in cui emergano dissidi o ragioni che impediscono il corretto funzionamento degli
organi di Massa LAB il Coordinamento, con voto a maggioranza di 2/3 può chiedere che si proceda
all'immediato rinnovo di tutte le cariche, inclusa quella di Rappresentante.
Art. 8 - Il Tesoriere
1.Il Tesoriere è responsabile del bilancio e propone le iniziative di politica finanziaria. Esso viene
eletto dal Coordinamento d'intesa con il Rappresentante, scegliendolo tra i membri del
coordinamento stesso o tra i partecipanti a Massa LAB ritenuti più adatti a tale funzione, e decade
insieme al Coordinamento.
2.Il fondo comune di Massa LAB, costituito dalle donazioni, dai proventi di iniziative di
autofinanziamento e da ogni altro contributo, è amministrato dal Tesoriere.
3.Il Tesoriere è responsabile della raccolta e della custodia dei contributi, nonché dell'esecuzione
delle spese; predispone la relazione annuale da presentare all’assemblea annuale dei partecipanti e
redige il bilancio di Massa LAB nonché la relazione di bilancio e li presenta al Coordinamento ed
alla assemblea annuale dei partecipanti.
4.La bocciatura della relazione o del bilancio comportano l’immediata decadenza del Tesoriere. In
ogni caso la sua nomina può essere revocata dal Coordinamento con votazione a maggioranza dei
membri.
5.I bilanci dell'Associazione sono resi pubblici ed accessibili anche a mezzo degli strumenti
telematici.

Pagina 3

Art. 9 - Modalità di elezione del Rappresentante, del Presidente e del Tesoriere
1.Le candidature per le cariche in Massa LAB sono individuali. Esse devono essere presentate nei
tempi e modi definiti dal regolamento per lo svolgimento delle assemblee di cui all’art. 5, comma 6,
o in mancanza dall’assemblea che deve procedere al rinnovo delle cariche, ad inizio di seduta. Le
candidature devono essere accompagnate da una breve dichiarazione di intenti in funzione del ruolo
a cui ci si candida.
2.Per l'elezione del Rappresentante ogni partecipante che intende votare dispone di un voto: risulta
eletto il candidato che abbia ottenuto la maggioranza assoluta dei voti validamente espressi, con
eventuale ballottaggio tra i primi due se nessuno la raggiunga al primo scrutinio. In caso di parità
prevarrà il criterio dell'anzianità di partecipazione, o in subordine si procederà al sorteggio. Nel
caso vi sia un solo candidato alla carica di Rappresentante si procede per acclamazione.
3.Per l’elezione del Coordinamento ogni partecipante che intende votare ha a disposizione un
numero di preferenze pari a due terzi dei componenti da eleggere, arrotondato all’unità inferiore:
risultano eletti i candidati che hanno ricevuto più voti. In caso di parità prevarrà il criterio
dell'anzianità di partecipazione, o in subordine si procederà al sorteggio. Nel caso di eventuali
elezioni suppletive il numero di preferenze è pari a due terzi dei posti disponibili, arrotondati
all’unità superiore. Quando il numero dei candidati sia pari al numero dei componenti da eleggere si
procede per acclamazione.
4.L'esercizio del diritto di voto per il rinnovo delle cariche e nelle assemblee annuali è subordinato
al versamento di un contributo economico determinato dal Coordinamento o dal regolamento per lo
svolgimento delle assemblee di cui all’art. 5, comma 6.
Art. 10 - Procedura di modifica dello Statuto
1. Le proposte di modifica statutaria devono essere presentate per iscritto al Coordinamento,
insieme ad una relazione illustrativa, con la sottoscrizione di almeno quindici partecipanti aventi
diritto al voto o di almeno tre persone che rivestono cariche statutarie, almeno un mese e mezzo
prima della Assemblea annuale.
2. La proposta di modifica, eventualmente rielaborata d'intesa con i promotori per armonizzarla alle
altre disposizioni, viene messa in discussione alla Assemblea annuale, e deve essere allegata alla
convocazione.
3.Nei casi in cui il Coordinamento, a maggioranza di 2/3, ritenga opportuno ed urgente discutere la
proposta di modifica, può essere convocata una assemblea straordinaria osservando le stesse forme
di convocazione della assemblea annuale.
4. Alla convocazione dell'Assemblea, insieme alla proposta di modifica, viene allegato un parere
motivato del Coordinamento e del Rappresentante, che può contenere anche una formulazione
alternativa del testo.
5. Nei casi in cui il parere di cui al comma precedente sia favorevole, per l'approvazione della
modifica è sufficiente il voto favorevole della maggioranza dei partecipanti all'assemblea.
6. Nei casi in cui il parere sia contrario, la proposta deve essere approvata a maggioranza dei
partecipanti anche in una seconda assemblea, da convocarsi con identiche modalità il mese
successivo alla prima.
Disposizioni finali e transitorie
I)

Il presente Statuto verrà approvato in un'assemblea pubblica indetta entro il mese di febbraio
2014 su iniziativa del Rappresentante e dei coordinatori provvisori eletti il 19 luglio 2013.
II) Nella medesima assemblea, o all’occorrenza in una successiva, verranno eletti i nuovi organi di
Massa LAB. Le funzioni del Rappresentante e del Coordinamento sono fino ad allora esercitate
dal Rappresentante e dai coordinatori provvisori eletti il 19 luglio 2013.

Pagina 4


STATUTO massa lab 2.3.pdf - pagina 1/4
STATUTO massa lab 2.3.pdf - pagina 2/4
STATUTO massa lab 2.3.pdf - pagina 3/4
STATUTO massa lab 2.3.pdf - pagina 4/4

Documenti correlati


Documento PDF statuto massa lab 2 3
Documento PDF ispett lavoro
Documento PDF ispett lavoro 1
Documento PDF determinazione 2635 del 31 agosto 2015 revoca concessione
Documento PDF det 2667 del 04 09 2015 no ammissibilita richiesta
Documento PDF rg1938 10 14 236 p1


Parole chiave correlate