File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Regolamento .pdf



Nome del file originale: Regolamento.pdf

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da Writer / OpenOffice.org 3.2, ed è stato inviato su file-pdf.it il 02/02/2014 alle 11:41, dall'indirizzo IP 151.49.x.x. La pagina di download del file è stata vista 1113 volte.
Dimensione del file: 59 KB (5 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Associazione Sportiva Dilettantistica
“ GLI ORCHI “
Regolamento (rev. 28.11.09)
Iscrizione Soci – Rinnovo Tesseramento
Art. 1
Per essere ammesso il futuro Socio dovrà partecipare a 2 (due) sedute di allenamento, a
titolo gratuito, durante le quali verrà seguito dai Soci Anziani, per verificare sia le sue
attitudini morali e psichiche che di apprendimento dell'attività svolta dall'Associazione
stessa.
Art. 2
Le 2 (due) uscite-allenamento dovranno essere effettuate nell'arco di 2 (due) mesi.
Art. 3
Il Socio in prova non è un Socio Ordinario e come tale non ha diritto di voto
nell'Assemblea dei Soci:
Art. 4
A tutela dell'incolumità dei Soci e degli altri giocatori, il Socio in prova non potrà
partecipare agli incontri ufficiali con altri gruppi a meno che non venga autorizzato dal
Direttivo stesso.
Art. 5
Il Socio in prova ha l'obbligo di rispettare gli articoli del presente Regolamento.
Art. 6
Effettuate le 2 (due) uscite-allenamento, il Socio in prova verrà giudicato dal Consiglio
Direttivo che deciderà l'eventuale ingresso del suddetto come Socio Ordinario
nell'Associazione.
Art. 7
Qualsiasi giudizio del Consiglio Direttivo, sia esso negativo o positivo, è insindacabile.
Art. 8
Le quote di iscrizione annuali all'Associazione sono pari a € 55,00 (cinquantacinque) per i
Soci Anziani e ad € 40,00 (quaranta) per i Soci Ordinari.
Art. 9
All'atto di iscrizione il Socio Ordinario dovrà versare la somma di € 40,00 (quaranta) per
essere riconosciuto a tutti gli effetti membro dell'Associazione stessa.
Art. 10
All'atto dell'iscrizione il Socio Ordinario dovrà compilare tutta la modulistica richiesta e
presentare un Certificato Medico per svolgere l'attività Sportiva non Agonistica rilasciato
dal proprio Medico curante.
Art. 11

L'attività del Soft-Air è riservata ai maggiori di anni 14 (quattordici). I Soci minori di anni 16
(sedici) potranno svolgere l'attività solo in presenza di un genitore o di un tutore legale. I
Soci dai 16 (sedici) ai 18 (diciotto) anni dovranno presentare un'autorizzazione allo
svolgimento dell'attività da parte dei genitori o tutori legali e saranno sotto la
responsabilità, durante lo svolgimento degli allenamenti o delle gare, dei Responsabili di
Campo.
Art. 12
Il Consiglio Direttivo si riserva il diritto di richiedere un certificato penale ove potessero
sussistere dubbi sull'integrità del nuovo Socio.
Art. 13
La quota annuale dovrà essere interamente versata all'atto dell'iscrizione.
In caso di rinnovo dell'iscrizione, la quota dovrà essere versata entro la fine del mese di
Gennaio.
Art. 14
L'Anno Sociale si apre il 1 gennaio e si chiude il 31 dicembre di ogni anno. Al 1 marzo il
Consiglio Direttivo dovrà decidere in merito alla morosità dei Soci. Senza ulteriori
comunicazioni del Socio moroso il Consiglio Direttivo deciderà in merito al Socio stesso
eventualmente escludendolo dall'Associazione.
Ogni decisione del Consiglio Direttivo è insindacabile.

Consiglio Direttivo
Art. 15
E' compito del Consiglio Direttivo verificare l'osservanza del presente Regolamento.
Art.16
E' cura del Consiglio Direttivo l'organizzazione delle partite di allenamento e degli incontri
ufficiali con gli altri gruppi.
Art. 17
Le Pubbliche Relazioni sono di esclusiva pertinenza del Presidente o di chi ne fa le veci.

Responsabili di Campo
Art. 18
I Responsabili di Campo sono Soci che ricoprono un incarico arbitrale e disciplinare
durante le partite di allenamento, i tornei, gli incontri amichevoli con altri gruppi. In
particolare dovranno far rispettare gli articoli del presente Regolamento riguardo tenute,
abbigliamento e comportamento di gioco.
Art. 19
Ogni giocatore vittima o testimone di scorrettezza deve informare o richiedere l'intervento
del Responsabile di Campo presente.
Art. 20
Il giudizio dei Responsabili di Campo vale per tutte le categorie di Soci a prescindere dalla
carica ricoperta dagli stessi.

Art. 21
Nel caso la scorrettezza venga compiuta da un Responsabile di Campo, esso verrà
giudicato dai membri del Consiglio Direttivo presenti, in assenza di un altro Responsabile
di Campo.
Art. 22
Il giudizio del Responsabile di Campo è insindacabile.
Può essere annullato solo dall'unanimità dei Responsabili di Campo presenti.

Organizzazione degli Incontri
Art. 23
E' cura dell'Associazione organizzare gare ed allenamenti.
Ogni Socio può richiedere che venga organizzata una partita, ma sarà cura dei membri del
Consiglio Direttivo l'organizzazione della stessa nonché la convocazione dei Soci per
partecipare alla gara.
Art. 24
E' fatto obbligo al Presidente o chi per esso, con un anticipo di almeno 24 (ventiquattro)
ore, rendere nota agli organi competenti l'ora, la data ed il luogo presso il quale si svolgerà
la partita.
Art. 25
I Responsabili di Campo hanno il compito di esporre in modo visibile lungo il perimetro di
gioco, una segnaletica che palesi la pratica del Soft-Air nella zona. Sono altresì obbligati a
rimuoverla al termine della giornata:
Art. 26
E' cura dei Responsabili di Campo segnalare eventuali anomalie di gioco al Consiglio
Direttivo.

Abbigliamento di Gioco
Art. 27
L'Associazione Sportiva Dilettantistica “ Gli Orchi “ non ha una tenuta ufficiale di gioco.
Art. 28
La tenuta di gioco non deve riportare stemmi che non siano previsti dall'Associazione
stessa.
Art. 29
Durante lo svolgimento delle partite è fatto obbligo assoluto a tutti i partecipanti di
indossare occhiali protettivi o similari.
L'Associazione non si assume alcuna responsabilità verso l'inosservanza di tale regola.
Art. 30
E' consentito l'utilizzo di accessori purché corrispondenti alla vigente normativa italiana o
previa autorizzazione dei Responsabili di Campo.
Art. 31
Potranno essere utilizzati utensili vari anche dotati di lama, purché opportunamente usati.

E' fatto assoluto divieto di utilizzo di tali strumenti per recare offesa ad un avversario.
Art. 32
Durante lo svolgimento del gioco tutti i Soci devono essere muniti di un valido documento
d'identità.

Comportamento di Gioco
Art. 33
Non è consentito circolare in tenuta da Soft- Air al di fuori delle aree appositamente
attrezzate per tale attività.
Art. 34
Prima e dopo gli incontri le ASG vanno tenute senza caricatore, con la sicura innestata e
verificando che siano scariche. La verifica delle ASG che comporti sparare dei colpi, va
effettuata all'interno dell'area di gioco.
Art. 35
Le ASG devono essere tenute lontane dalla portata dei minori di anni 14 (quattordici).
Art. 36
E' buona norma, al di fuori del normale svolgimento di un incontro, non puntare le ASG
verso persone, cose ed in nessun caso verso gli animali.
Art. 37
E' assolutamente vietato ogni contatto fisico volontario con un avversario. E' fatto divieto,
inoltre, il lancio di pietre od altro, soprattutto in caso di partita notturna.
Art. 38
Il giocatore è colpito quando una qualsiasi parte del suo corpo o della sua attrezzatura
(ASG, buffetteria, orologio, lampada, radio, etc.) viene colpita da uno o più pallini.
Art. 39
E' valida la regola del “fuoco amico” (blu su blu), ovvero il giocatore è colpito e quindi
eliminato anche se colpito dai suoi compagni di squadra.
Art. 40
Il giocatore colpito DEVE dichiararsi tale nel modo più chiaro possibile (es. gridando
COLPITO) e quindi allontanarsi dalla zona palesando la sua condizione alzando una o
tutte due le mani o portando la propria ASG sopra la testa. In ogni caso è fatto obbligo a
tutti i giocatori di indossare gli occhiali protettivi.
Art. 41
Il giocatore colpito durante una partita notturna si allontanerà dalla zona di gioco a viso
illuminato (es. luce rossa).
Art. 42
Il giocatore colpito raggiungerà una zona di sosta precedentemente stabilita o in
mancanza di essa una zona al di fuori della zona di gioco stessa.
Art. 43
Solamente i Responsabili di Campo hanno facoltà di sostare all'interno della zona di gioco
anche se colpiti in qualità di osservatori.

Art. 44
Il giocatore colpito dovrà mantenere un comportamento che non ostacoli in nessun modo il
regolare svolgimento della partita in atto (divieto di effettuare tiri di prova, parlare ad alta
voce, etc.).
Art. 45
In caso di partita notturna, il giocatore colpito dovrà rendersi visibile illuminando se stesso
ma non l'ambiente circostante (es. luce rossa).
Art. 46
E' assolutamente vietato colpire un giocatore quando questi palesi la sua condizione di
fuorigioco.
Art. 47
Nel corso della partita, il giocatore colpito potrà cedere la propria ASG ad un suo
compagno, solo nel punto in cui è stato colpito. Se si allontana con la propria ASG in
nessun caso potrà essere ceduta ad un altro giocatore.
Art. 48
E' fatto obbligo a tutti i partecipanti di sospendere l'azione di gioco se nelle vicinanze
transitano persone o veicoli estranei al gioco stesso. E' buona norma comportamentale
rendere noto ai passanti la natura dell'attività svolta.
Per questo motivo è obbligatorio possedere un fischietto da usare per fermare l'azione di
gioco.
Art. 49
E' vietato a tutti i Soci che partecipano ad una partita di dubitare dell'onestà e dell'integrità
di un avversario. E' altresì facoltà di tutti i Soci appellarsi in modo civile e amichevole ai
Responsabili di Campo al termine dell'azione di gioco stessa.
Art. 49 bis
Se durante la partita, sia di allenamento che ufficiale (torneo, amichevole, ecc.), almeno 3
(tre) giocatori segnalano ai Responsabili di Campo un comportamento scorretto
(highlander) da parte di un altro giocatore, quest'ultimo verrà raggiunto da una lettera di
ammonizione da parte della Commissione Disciplinare. Alla terza lettera il Socio in
questione verrà raggiunto da una proposta di espulsione dall'Associazione stessa.

Varie
Art. 50
Il Consiglio Direttivo ha facoltà di decidere uno o più eventuali responsabili delle ASG e
delle attrezzature di proprietà dell'Associazione stessa.
I suddetti avranno cura di mantenere in efficienza tali attrezzature e verranno rimborsati
delle spese eventualmente sostenute.
Art. 51
I suddetti responsabili avranno anche il compito di controllare le attrezzature prima e dopo
il loro affidamento ad un Socio e segnalare eventuali danni o manomissioni al Consiglio
Direttivo, il quale provvederà ad addebitare l'eventuale costo al colpevole.
Il Presidente

il Segretario



Parole chiave correlate