File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



ach def1 .pdf



Nome del file originale: ach def1.pdf

Questo documento in formato PDF 1.6 è stato generato da Adobe InDesign CS5.5 (7.5.3) / Adobe PDF Library 9.9, ed è stato inviato su file-pdf.it il 29/04/2014 alle 19:34, dall'indirizzo IP 78.4.x.x. La pagina di download del file è stata vista 1492 volte.
Dimensione del file: 1.3 MB (36 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


2014
2015
AR
CH
school
of Architecture

Design

AR
CH

Studio avanzato di progettazione architettonica

Advanced architecture
design studio

Oros

AR
CH

Specializzazione in analisi storica,
rilevamento dei beni architettonici,
restauro architettonico

Specialisation in historical
analyses, survey of
architectural heritage,
architectural restoration

Ton

AR
CH

Architettura in legno
progettazione,
costruzione, restauro

Architecture in timber, design,
construction, restoration

Index

4

Introduction

6

Modality

8

DESIGN

Architecture and Reality in the Quantum Era

10



Characteristics of the course

12



Contents

14



Course Organisation

16

OROS



Specialisation in Historical Analyses,
Survey of Architectural Heritage,
Architectural Restoration

18



Characteristics of the course

20



Contents

22



Course Organisation

24

TON


Architecture in Wood: design,
construction, restoration

26



Characteristics of the course

28



Contents

32



Course Organisation

Indice

5

Premessa

7

Modalità

9

DESIGN

Architettura e Realtà nell’epoca dei quanti.

11



Caratteristiche del corso

13



Contenuti

15



Organizzazione didattica

17

OROS


Specializzazione in analisi storica, rilevamento
dei beni architettonici, restauro architettonico

19



Caratteristiche del corso

21



Contenuti

23



Organizzazione didattica

25

TON


Architetture in legno: progettazione,
costruzione e restauro

27



Caratteristiche del corso

29



Contenuti

33



Organizzazione didattica

4 ACH

Introduction

AR
CHITEcture

T

he availability of advanced research in the sector of architecture is vast, particularly
abroad, but on some topics, fundamental for our country, a worrying void can be
observed.We believe this must be filled with a dedicated and punctual programme,
which takes full advantage of specialists of eminent fame and adequate instruments.

Our intention is to contribute to the development of professional skills and new graduates in
sectors which are, in our opinion, strategic.The Masters courses will be held in two parallel ways:
weekly lectures and real project laboratories.
Three fundamental and urgent areas of interest have been identified:
1) Architecture for a future where the founding social, economic and technical paradigms have
radically changed;
2) Study, protection and reuse of the historic patrimony.This topic, which is decisive for Italy,
currently sees a scarce investment of intellectual and economical resources, placing fundamental
values of architectural values at risk; advanced training on the subject represents an important
practical opportunity for many young professionals;
3) Wood is the primary material that has once again revealed winning features not only for
general uses which are limited to specific types, but also as a valid occasion to invent new
prestigious architecture, despite this still being relatively unexplored and unpractised in Italian
architecture.
This training proposal reflects the now familiar characteristics of the high level didactics adopted
in other fields of interest at L.UN.A.: well defined execution of programmes and techniques
which tend to offer unquestionable quality of teaching, didactic materials and available
instruments. Each topic and subject includes practical realisation and a state-of-the-art experience,
in connection with private and public enterprises that participate actively in workshops.
L.UN.A. placement offices in Bologna and Milan will manage the profile of each candidate in
order to build concrete professional opportunities and future occupation for a period of at least a
year from attaining our final diploma.
Candidate selection comes about through an admission interview, where the candidate should
also present his academic CV including any professional experience. During the interview, which
is not binding, candidates may view details of the activities programme.

premessa

AR
CHITETTURA

ARCH 5

L’

offerta di studi avanzati nel settore architettura è vasta, soprattutto
all’estero, ma su alcuni argomenti, fondamentali per il nostro Paese, si
osserva un vuoto preoccupante che pensiamo debba essere colmato con
un programma dedicato e puntuale, avvalendosi di specialisti di chiara
fama e strumenti adeguati.
L’intenzione è quella di contribuire all’accrescimento delle competenze di
professionisti e neo laureati in settori a nostro avviso strategici. I corsi di livello
Master si svolgeranno con due modalità parallele: lezioni ex cathedra settimanali e
laboratori progettuali al vero.
Sono tre le ragioni di interesse fondamentali e urgenti individuate:
1) l’architettura per un futuro in cui i paradigmi fondanti sociali, economici e
tecnici, sono radicalmente mutati;
2) studio, tutela e riuso del patrimonio storico. Questo argomento decisivo per
l’Italia, vede oggi uno scarso investimento di risorse intellettuali ed economiche,
ponendo a rischio i valori fondamentali della cultura architettonica; la formazione
avanzata sull’argomento rappresenta una importante occasione applicativa per molti
giovani professionisti;
3) il legno è la materia prima sulla quale si sono riscoperte peculiarità vincenti non
solo per utilizzi generici e limitati a specifiche tipologie, ma come valida occasione
per inventare nuova architettura di pregio, nonostante sia ancora poco conosciuto e
poco praticato nella architettura italiana.
Questa offerta formativa rispetta le caratteristiche oramai note del lavoro didattico
di alta formazione che si svolge in altri ambiti a L.UN.A.: programmi e modalità di
svolgimento estremamente curati che tendono ad offrire una qualità indiscussa nella
docenza, nei materiali didattici e strumenti offerti. Ogni argomento ed ogni materia
vedono una relazione pratica ed una esperienza nell’arte del fare, in connessione
con Aziende ed Enti Pubblici che partecipano attivamente allo svolgimento dei
laboratori.
Gli uffici placement di L.UN.A. a Bologna e Milano si occuperanno del profilo
di ogni candidato per la costruzione di concrete occasioni professionali e di
occupazione futura per un periodo di almeno un anno dalla acquisizione del
diploma finale.
La selezione dei candidati avviene attraverso un colloquio di ammissione nel quale
è gradita la presentazione del proprio curriculum di studi ed eventualmente di
esperienza professionale. Nel colloquio, non vincolante, sarà possibile prendere
visione del programma dettagliato delle attività previste.

6 ACH

modality

AR
CH
School
of Architecture

2014
2015
The three modules can be discretionary according to personal interest.
Timetables will be managed so candidates can follow at least two of the three
modules offered. One of the three modules offered is sufficient to attain the
L.UN.A. Master Diploma in architectural disciplines.
The cost of each module is Euro 4.800.
Payable as follows:
Euro 800 at enrolment.
Euro 2.000 at the beginning of the courses.
Euro 2.000 at 60 days from the beginning of the courses.
A 20% discount will be applied for enrolment to a more than one module.
Course begins October 13th, 2014.

MODALIà

ARCH 7

I tre moduli sono opzionabili a seconda degli interessi.
Gli orari saranno gestiti in modo che il candidato possa seguire almeno due dei tre
moduli proposti. Per l’acquisizione del Diploma Master L.UN.A. in discipline
dell’architettura è sufficiente seguire uno dei tre moduli proposti.
Il costo di ogni modulo è di Euro 4.800.
Da versare con queste modalità:
Euro 800 all’iscrizione.
Euro 2.000 all’inizio dei corsi.
Euro 2.000 a 60gg dalla data di inizi corsi.
La partecipazione a più moduli comporta uno sconto sul costo globale del 20%.
La data di inizio corsi è fissata al 13 ottobre 2014.

8 ACH

Design

AR
CH

Advanced Architecture Design Studio

Architecture and Reality
in the Quantum Era

T

oday’s reality: living bodies (about 7 billion, 211 million) and an adequate number
of empty spaces, spread across the planet, in the necessary quantities for those bodies
to comfortably perform various activities.
Living bodies, which today, thanks to their technological appendages, extend into
space to the limits of their sensors and remote commands, generating a huge and complex
community in rapid expansion.
Empty spaces (whose composition generates buildings, of which a part is architectural art) that
each day are more corporeal, thanks to the sensitivity and changeability permitted by new
technologies. But that is not all.Today, every building is part of a dynamic system. Buildings are
also becoming part of a gigantic interactive community. Just as for the bodies that live in them,
buildings can also be described (and devised) with reasonable precision by way of the teachings of
classic Newtonian physics; but to investigate the global context (the mega-community) in which
the building (like the living body) is included, this is no longer enough.
To investigate the transitions of phases, critical points and emergencies, the definition of constants
in complex systems and many other physiological characteristics of today’s reality, quantum
physics is necessary.Those scientific reflections that for a hundred years or so have sat in a
drawer and for twenty or so years now, guide technological and scientific research of humanity.
This use in particular is motivated by increasingly frequent discoveries (sometimes mere
verification) of the fact that ‘things’ are not what they seem; by the fact that our senses
(extraordinary and unapproachable chemistry/electronic laboratories) truly produce extraordinary
quantities of highly sophisticated data, but are not at all interested in the problem of referring
to us precisely what reality is.This discovery isn’t popular with everyone (understandably), but
it has been fundamental in starting to question some of those that are suffocating life on the
planet.
Quantum physics, the science of complex systems and all the various mathematical and
biological conjugations of the problem, can teach us to reconsider what we, all too often taking it
for granted, actually think ‘reality’ is. And reconsidering reality means questioning the methods

ARCH 9

Design

AR
CH

Advanced Architecture Design Studio

Architettura e Realtà
nell’epoca dei quanti.

L

a realtà contemporanea: corpi viventi (circa 7miliardi e 211milioni) e
adeguati vuoti, sparsi sul pianeta nella quantità necessaria affinché quei
corpi possano svolgere confortevolmente svariate attività.
Corpi viventi che oggi, grazie alle loro appendici tecnologiche, si
estendono nello spazio sino ai limiti dei loro sensori e dei loro comandi remoti,
generando una enorme e complessa community in rapida espansione.
Vuoti (la cui composizione genera edifici, di cui una parte è arte architettonica)
che ogni giorno di più si fanno corporei, grazie alla sensibilità ed alla modificabilità
permessa dalle nuove tecnologie. Ma non solo. Ogni edificio, oggi, è parte di un
sistema dinamico. Anche gli edifici stanno diventando parte di una gigantesca
community interattiva. Così come per i corpi che li abitano, anche gli edifici possono
essere descritti (e pensati) con ragionevole precisione mediante i precetti della fisica
classica Newtoniana; ma per indagare il contesto globale (le mega-community) nel
quale l’edificio (come il corpo vivente) è compreso, questa non basta più.
Per indagare le transizioni di fase, i punti critici e di emergenza, la definizione delle
invariati dei sistemi complessi e tante altre caratteristiche fisiologiche della realtà
contemporanea, serve la fisica quantistica, cioè quelle riflessioni scientifiche che
per un centinaio di anni sono rimaste in un cassetto e che da un ventennio, ormai,
indirizzano la ricerca tecnologica e scientifica dell’umanità.
In particolare questo utilizzo è motivato dalle sempre più frequenti scoperte (a volte
solo verifiche) del fatto che le “cose” non sono come sembrano. Dal fatto che i nostri
sensi (straordinari ed ancora inavvicinabili laboratori chimico/elettronici) producono,
si, quantità straordinarie di dati sofisticatissimi ma sono tutt’altro che interessati al
problema di riferirci con precisione cosa è la realtà. Questa scoperta non piace a molti
(come si potrà ben immaginare), ma è stata fondamentale per iniziare a mettere in
discussione alcuni di quei dogmi che stanno soffocando la vita sul pianeta.
La fisica quantistica, la scienza dei sistemi complessi e tutte le varie coniugazioni

10 ACH

Design

AR
CH

Advanced Architecture Design Studio

of defining the so-called ‘fringe conditions’, according to which it has always been thought (and
done, since the ancient Greeks) necessary to base design and creation of a building.
The thought of using a biometric skin in a building is no longer science fiction, nor is conceiving
a structure that is not exclusively static or making it independent in adjusting to changing
environmental conditions (light, temperature, etc.).
Seeing a building as a system of cyclical intelligent feedback must become the norm in
construction that can adapt coherently to the above mentioned reality. And architecture must
adapt to this.
As far as new directions that we propose exploring on the course are concerned, these are the
result of questions relating to technological issues and those of the planet that hosts us.What
results from this are new territories of research that permit defining an architecture that is
intimately connected not only to the problems of man and environment, but moreover to the
most significant discoveries of our time.We believe the idea that our architecture, which records
this era, is composed of a ‘matter’ that is neither the form nor the function, but moreover
the abstract (traditionally) concept of relation, meant as the capacity to articulate connections
(networks) in space. An architecture which, instead of composing and posing in space, objects that
are in themselves complete, autonomous and monumental, will act starting from a neutral initial
condition to then generate instable landscapes, structurally open to negotiation, to transformation
and life (that is to dynamic balances of the living world), to then return, once it’s duty has been
performed, to the original neutral condition, ready for a new configuration.

Characteristics of the course
At the presidency of the Libera Università delle Arti in Bologna, the University Course
“Advanced Architecture Design Studio” has been organised and activated.The course is
designed like a traditional programme with multiple academic training.The teaching structure
consists of an IRT (integrated research team) type programme.
Administrative offices of the University Course is L.UN.A., in via D’Azeglio 33, Bologna;
classrooms and lessons will also take place in via D’Azeglio 33.
Course Director is Prof. Dario Apollonio;
Scientific Director is Prof. Marco Prati.
The course programme will introduce participants to knowledge of advanced processes of
architectural design.
Students and young professionals who participate will be offered the opportunity to enter an
intensive “research study” that will encourage critical thinking in the sphere of contemporary
complex design speculations.The programme has been devised as a “framework”, an articulated
structure, in which both academic and professional questions will be explored. But above all, the
programme emphasizes an experimental approach to architectural design, rigorously rooted in
multiple complexities of the reality of our time.

matematiche e biologiche del problema, ci possono insegnare a ripensare a ciò che
noi, troppo spesso dandolo per scontato, pensiamo essere la “realtà”. E ripensare alla
realtà significa mettere in discussione le modalità di definizione delle cosiddette
“condizioni al contorno”, secondo le quali si è sempre immaginato ( e fatto, dai
tempi dei greci) di dover basare la creazione e la realizzazione di un edificio.
Pensare di utilizzare una pelle biometrica in un edificio non è più fantascienza, così
come concepire una struttura non esclusivamente statica o renderlo autonomo
nell’adeguarsi alle mutevoli condizioni ambientali (luce, temperatura ecc.).
Dovrà diventare consuetudine edile quella di considerare un edificio un sistema
di ciclici feedback intelligenti in grado, appunto, di adeguarsi coerentemente alla
succitata realtà. E l’architettura dovrà adeguarsi a ciò.
Per quanto riguarda le nuove rotte che proponiamo di indagare nel corso, queste
sono il risultato di interrogazioni relative alla questione della tecnologia e alla
questione del pianeta che ci ospita. Quello che ne sortisce, sono nuovi territori
di ricerca che permettano la definizione di un’architettura intimamente connessa
non solo ai problemi dell’uomo e dell’ambiente, quanto piuttosto alle scoperte più
significative della nostra epoca. Crediamo all’idea che la nostra architettura, quella
che testimonia questa epoca, sia composta di una “materia” che non è ne la forma
ne la funzione, ma piuttosto l’astratto (tradizionalmente) concetto di relazione, intesa
come la capacità di articolare connessioni (reti) nello spazio. Un’architettura la quale,
piuttosto che comporre e porre nello spazio oggetti in se conclusi, autonomi e
monumentali, agirà partendo da una condizione iniziale neutrale per poi generare
paesaggi instabili, strutturalmente aperti alla negoziazione, alla trasformazione ed alla
vita (cioè agli equilibri dinamici del mondo vivente), per poi ritornare, una volta
svolto il suo compito, nella condizione neutrale di partenza, pronta per una nuova
configurazione energetica.

Caratteristiche del corso
Presso la Presidenza della Libera Università delle Arti di Bologna, è istituito ed
attivato il Corso Universitario “Advanced Architecture Design Studio”. Il
Corso si configura come un programma comune a più insegnamenti accademici. La
struttura didattica consiste in un programma di tipo IRT (integrated research team)
La sede amministrativa del Corso Universitario è quella istituzionale di L.UN.A., e
cioè in via D’Azeglio 33 a Bologna; anche la sede didattica e le aule in cui si svolge il
Corso sono in via D’Azeglio 33.
Il Direttore del Corso è il prof. Dario Apollonio;
il responsabile scientifico è il prof. Marco Prati.
Il programma del corso è inteso ad introdurre gli iscritti alla conoscenza di processi
avanzati di progettazione architettonica. Agli studenti ed ai giovani professionisti che
parteciperanno verrà offerta l’opportunità di entrare in un intensivo “research
study” che incoraggerà il pensiero critico nell’ambito delle complesse speculazioni
progettuali contemporanee. Il programma è concepito come un “framework”,
una strutturam articolata, nella quale si esploreranno sia questioni accademiche
sia questioni professionali. Ma, soprattutto, il programma enfatizza un approccio
sperimentale alla ricerca ed alla progettazione architettonica, rigorosamente radicato
nella molteplice complessità della realtà dei nostri tempi.

ARCH 11

AR
CH

Design

Advanced Architecture Design Studio

12 ACH

Design

AR
CH

Advanced Architecture Design Studio

Contents
The programme aims specifically to:
1. Address the challenges and opportunities of global urbanisation through exploration of the
city - and its architecture - in all its forms according to non conventional criteria;
2. Engage in a complex definition of architecture, beginning with innovative discussion about
the programme and arriving at the formulation of original design strategies;
3. Produce architectural objects, both digital and physical - in which conceptual commitment is
openly and freely reflected, using innovative and standard technologies;
4. Articulate architecture as a cultural practice that combines critical thinking, design
experimentation and ethical responsibility in a multidisciplinary environment;
5. Activate an extensive debate about current conditions which influence the course of the
discipline and the profession.
The programme unites a series of artistic, technological and cultural explorations of programmes
already ongoing at the school in order to obtain a sort of interdisciplinary cross pollination. A
number of lessons will be about the contemporary city and theory of contemporary architecture
(specific to the course, not general) with the objective of firmly establishing and improving
disciplinary investigation in studies.
As its project laboratory, advanced study will use the Metropolis, which is developing along the
via Emilia, with Bologna as its main centre.
This choice will provide a laboratory that presents unique challenges and unique opportunities.
The programme aims to be a cultural place in which architectural designers from across the
world, can test concepts and measure themselves with changes that involve project discipline and
cities of the world.

Contenuti
Specificatamente il programma mira a:
1.Indirizzare le sfide e le possibilità di urbanizzazione globale mediante
un’esplorazione della città - e della sua architettura - in tutte le sue forme secondo
criteri non convenzionali;
2.Impegnarsi in una definizione complessa di architettura, partendo da un’innovativa
discussione sul programma per arrivare alla formulazione di originali strategie
progettuali;
3.Produrre oggetti architettonici - sia digitali sia fisici - in cui si rifletta un aperto e
libero impegno concettuale, utilizzando tecnologie innovative e no
4.Articolare l’Architettura come una pratica culturale che combina pensiero
critico, sperimentazione progettuale e responsabilità etiche in un ambiente
multidisciplinare;
5.Attivare un ampio dibattito circa le attuali condizioni che influenzano il corso della
disciplina e della professione.
Il programma riunisce una serie di approfondimenti artistici, tecnologici e culturali
presenti in altri programmi della Scuola al fine di ottenere una sorta di fertilizzazione
incrociata tra discipline. Si svolgeranno alcune lezioni sulla città contemporanea e
sulla teoria dell’architettura contemporanea (specifiche per il corso, non generiche)
con l’obiettivo di radicare e migliorare l’esplorazione disciplinare all’interno dello
Studio.
L’Advanced Studio utilizzerà come laboratorio progettuale la Città Metropolitana che
si sta sviluppando lungo la Via Emilia e che ha Bologna come suo fulcro principale.
Questa scelta permette di avere un laboratorio che presenta sia sfide uniche che
uniche opportunità.
Il programma vuol essere un luogo culturale nel quale progettisti di architettura
di tutto il mondo, possano testare concetti e confrontarsi con i cambiamenti che
interessano la disciplina del progetto e le città del pianeta.

ARCH 13

AR
CH

Design

Advanced Architecture Design Studio

14 ACH

Course Organisation

Design

AR
CH

Advanced Architecture Design Studio

One lecture (3 hours)
and one workshop (6 hours) weekly,
for a total of 9 hours, over a period of five months.
Simultaneously a virtual page will be generated where enrolments will be collected
and this will be used as another window for communication of reflection linked
to project development in real time, to introduce and expand lectures, to update
students on topics that would otherwise be impossible to propose.
TIMETABLE: from 5pm to 8 pm for lectures and from 4pm to 10pm for workshops
for “unconventional” time that also will permit maximum participation of those who
have other professional or academic commitments or without compromising the
quality of the course. During workshops, various components of project development
will be addressed, from the architectural idea, to the programme, the study of the
empty space, for a fresh interpretation of the role of students, who will be urged to
pose questions to colleagues and expose their own critical judgment, naturally under
the ‘supervision’ of staff members. At other times technical disciplines and optional
in-depth analyses will be made available to participants aimed at integrating further
competences based on personal needs.
Examples: advanced cad, three-dimensional blow moulds, 3d printing and laser
cutting (with technologies available in L.UN.A. laboratories), advanced information
technology for robotisation and management of web orientated information, and
more).
Once or twice a month chosen guests will give lectures on the aforementioned
subjects (evolution of the city, contemporary architecture, construction technology,
technology of sustainability, art and surroundings). These might be held at any
location and at any time (a lecture by and expert in DIN DRONE at the institute of
aerospace mechanics, a lecture by an artist in a gallery, etc.)
The course will rotate around two principle phases: the mid-term presentation (after
the first two and a half months) and the final exam presentation.
Both events will be devised as multimedia presentations (video, installations, models
etc.) to a “dynamic” commission, made up of staff and professional colleagues who
will arrive and change during the event. In both occasions participating tutors will
offer constructive criticism and discuss the idea (mid-term) and the finished project
(final exam) with students; final evaluation will be produced by the staff.

Design

lecture

16.00
17.00
18.00
19.00
20.00
21.00
22.00

Monday

workshop

Tuesday

Wednesdays

Thursday

Friday

ARCH 15

Organizzazione didattica

AR
CH

Una lecture (3 ore)
ed un workshop (6 ore) settimanali,
per un totale di 9 ore, in un periodo di cinque mesi.
Contemporaneamente verrà generata una pagina virtuale nella quale raccoglieremo
tutti gli iscritti e che sarà utilizzata come ulteriore finestra per la comunicazione
di riflessioni in tempo reale legate agli sviluppi del progetto, per introdurre ed
approfondire le lectures, per aggiornare gli studenti a proposito di argomenti
altrimenti impossibili da proporre.
ORARI: dalle 17 alle 20 per le lectures e dalle 16 alle 22 per i workshop) per un
tempo “fuori dagli schemi” che permetterà la massima partecipazione anche per chi
ha altri impegni professionali o accademici senza compromettere la qualità del corso.
Durante i workshop si tratteranno le varie componenti dello sviluppo progettuale,
dall’idea architettonica, al programma, allo studio del vuoto, tutto reinterpretando
in modo nuovo il ruolo degli studenti, i quali saranno tenuti a fare domande ai
colleghi e ad esporre il loro giudizio critico, sotto, naturalmente, la “sovraintendenza”
dei membri dello staff. In altri orari sono a disposizione dei partecipanti discipline
tecniche e di approfondimento facoltative tese all’integrazione di competenze
ulteriori a seconda delle necessità del discente.
Esempi: cad avanzato, modellatori tridimensionali, stampa 3d e taglio laser ( con
tecnologie a disposizione nel laboratori L.UN.A.), informatica avanzata per la
robotizzazione e la gestione delle informazioni web oriented, e altro ancora).
Una o due volte al mese ospiti selezionati svolgeranno una lecture tre quelle succitate
(evoluzione della città, architettura contemporanea, tecnologia delle costruzioni,
tecnologia della sostenibilità, arte & dintorni). Queste si potranno svolgere in qualsiasi
location e a qualsiasi orario (una lecture di un esperto din droni all’istituto di
meccanica aerospaziale, una lecture di un artista in una galleria d’arte ecc..)
Il corso avrà come fulcro temporale due momenti principali: the mid-term exposure
(dopo i primi due mesi mezzo) e the final exame exposure.
Ambedue gli eventi saranno concepiti come delle presentazioni/esposizioni
multimediali (video, installazioni, modelli ecc.) ad una commissione “dinamica”,
composta dallo staff più colleghi professionisti che si succedono durante l’evento.
In entrambe le occasioni i docenti che parteciperanno offriranno spunti critici e
discuteranno con gli studenti a proposito dell’idea (mid-term) e del progetto finito
(final exame); le valutazioni finali saranno comunque prodotte dallo staff.
Design

lecture

16.00
17.00
18.00
19.00
20.00
21.00
22.00

Lunedì

workshop

Martedì

Mercoledì

Giovedì

Venerdì

Design

Advanced Architecture Design Studio

AR
CH

Oros

16 ACH

Specialisation in Historical analyses, Survey
of Architectural Heritage, Architectural
Restoration

Specialisation in Historical Analyses,
Survey of Architectural Heritage,
Architectural Restoration

T

he departments of the history of architecture, teaching posts, experience and
literature dedicated to this sector have flagged consistently in Italian universities
and it has never been the subject of a quality proposal advanced by qualified
private institutions.We live in a country, which everyone defines the richest in
cultural heritage, but which more than any other country forgets its history and value, including
the social-economic value that such heritage represents. Despite continual political edicts and
complaints, requests and even threats made by intellectuals and professionals in the field, there
is no medium-long term vision that can provide young specialists with a perspective or a serious
work plan on public and private patrimony finalised at giving value to and preserving Italy’s
immense architectural patrimony.
With this Masters we intend to provide an serious opportunity for preparation and specific
action aimed at generating skill, creating study workshops, surveys and defining proposals for
possible restoration operations, reuse and requalification not only of prestigious objects, but also
of environmental and territorial situations through property census, economically sustainable
proposals and collaboration with individuals and businesses for an urgent and fundamental
cultural prospective: an economy of cultural property founded on scientific quality, on correct
information and new opportunities for professional development which continue through time
and are coherent with the resources of our vituperate nation.

AR
CH

Oros

ARCH 17

Specializzazione in analisi storica,
rilevamento dei beni architettonici,
restauro architettonico

Specializzazione in analisi storica,
rilevamento dei beni architettonici,
restauro architettonico

I

Dipartimenti di storia dell’architettura, le cattedre, le esperienze e la
pubblicistica dedicata a questo settore si sono sempre più affievoliti nell’offerta
di Università italiane e non è mai stata oggetto di proposta di qualità da
parte di istituti privati qualificati. Siamo in un Paese chiamato Italia che
tutti definiscono il più ricco di beni culturali ma che più di tutti dimentica la
propria storia e il valore, anche socio-economico che tale patrimonio rappresenta.
Nonostante i continui editti della politica e le lamentele, gli appelli se non addirittura
le minacce di intellettuali e addetti ai lavori, non esiste una visione a medio-lungo
termine in grado di fornire una prospettiva a giovani specialisti o un piano di
lavoro serio sul patrimonio pubblico e privato finalizzato a valorizzare e preservare
l’immenso patrimonio architettonico italiano.
Con questo Master intendiamo fornire una occasione seria di preparazione e di
azione specifica e diretta per generare competenze, realizzare cantieri di studio,
rilevazione e definizione di proposte di intervento per ipotesi di restauro, riuso e
riqualificazione non solo di oggetti di pregio, ma pure di situazioni ambientali e
territoriali attraverso censimento dei beni, proposte economicamente sostenibili
e collaborazioni con privati ed enti per una prospettiva culturale urgente e
irrinunciabile: una economia di beni culturali fondata sulla qualità scientifica, sulla
corretta informazione e su nuove occasioni di sviluppo professionale continue nel
tempo e coerenti con le risorse del nostro vituperato Paese.

18 ACH

Oros

AR
CH

Specialisation in Historical analyses, Survey of Architectural Heritage,
Architectural Restoration

Characteristics of the course
At the presidency of the Libera Università delle Arti in Bologna, the University Course
“Specialisation in Historical Analyses, Survey of Architectural Heritage, Architectural
Resoration” has been organised and activated.
The course is designed like a traditional programme with multiple academic training.The
teaching structure consists of an IRT (integrated research team) type programme.
Administrative offices of the University Course is L.UN.A., in via D’Azeglio 33, Bologna;
classrooms and lessons will also take place in via D’Azeglio 33.
Course Director is Prof. Dario Apollonio;
Scientific Director is Prof. Bruno Adorni.
The course programme will introduce participants to knowledge of advanced processes of critical
historical analyses, architectural survey and restoration.
Students and young professionals who participate will be offered the opportunity to enter
an intensive “research study” that will encourage critical thinking in the sphere of complex
contemporary themes of analyses and a proposal of preservation and valorisation of architectural
heritage.The programme has been devised as a “framework”, an articulated structure, in which
academic, professional, institutional questions and those concerning cultural heritage policy will
be explored.

Caratteristiche del corso
Presso la Presidenza della Libera Università delle Arti di Bologna, è istituito ed
battivato il Corso Universitario “Specializzazione in analisi storica, rilevamento
dei beni architettonici, restauro architettonico”. Il Corso si configura come un
programma comune a più insegnamenti accademici. La struttura didattica consiste
in un programma di tipo IRT (integrated research team) La sede amministrativa del
Corso Universitario è quella istituzionale di L.UN.A., e cioè in via D’Azeglio 33 a
Bologna; anche la sede didattica e le aule in cui si svolge il Corso
sono in via D’Azeglio 33.
Il Direttore del Corso è il prof. Dario Apollonio;
il responsabile scientifico è il prof. Bruno Adorni.
Il programma del corso è inteso ad introdurre gli iscritti alla conoscenza di processi
avanzati di analisi storico critica, rilievo e restauro architettonico.
Agli studenti ed ai giovani professionisti che parteciperanno verrà offerta
l’opportunità di entrare in un intensivo “research study” che incoraggerà il pensiero
critico nell’ambito delle complesse tematiche contemporanee della analisi e della
proposta di conservazione e valorizzazione dei beni architettonici.
Il programma è concepito come un “framework”, una struttura articolata, nella quale
si esploreranno sia questioni accademiche sia questioni professionali, istituzionali e di
politica dei beni culturali.

ARCH 19

AR
CH

Oros

Specializzazione in analisi storica, rilevamento dei beni architettonici,
restauro architettonico

20 ACH

Oros

AR
CH

Specialisation in Historical analyses, Survey of Architectural Heritage,
Architectural Restoration

Contents
The programme aims specifically to:
1. Treat a limited catalogue of historical themes relating to properties and historical periods
within the area of study, Emilia Romagna.The historical periods are the 1400s and early
1500s. Objects under examination will be selected from civil and religious buildings of
particular historical and micro-historical interest, possible areas of intervention of conservational
restoration and functional redefinition.
2. Activate a campaign of architectural surveys with the help of traditional techniques and new
technologies such as laser scanning.The architectural surveys will be published electronically on a
relational online database containing a variety of in-depth information.
3. Devise projects of conservational restoration and economy plans for the client, for a forecast of
rational and economically sustainable reuse of the properties examined.

Contenuti
Specificatamente il programma mira a:
1. Trattare un limitato catalogo di tematiche storiche relative a beni e periodi
storici relativi al territorio oggetto di analisi, l’Emilia Romagna. I periodi storici di
riferimento sono il ‘400 e il primo ‘500. Gli oggetti presi in esame saranno scelti fra
edifici civili e religiosi di particolare interesse storico e micro storico, possibili oggetti
di intervento di restauro conservativo e ridefinizione funzionale.
2. Campagna di rilevi architettonici con ll’ausilio di tecniche tradizionali e
nuove tecnologie come il laser scanner. I rilievi architettonici saranno oggetto
di pubblicazione elettronica su un database relazionale on line corredato da
informazioni a più livelli di approfondimento.
3. Eventuali progetti di restauro conservativo e piani economici a servizio della
committenza per una previsione di riutilizzo razionale ed economicamente
sostenibile dei beni trattati.

ARCH 21

AR
CH

Oros

Specializzazione in analisi storica, rilevamento dei beni architettonici,
restauro architettonico

22 ACH

Course Organisation

Oros

AR
CH

Specialisation in Historical analyses, Survey of Architectural Heritage,
Architectural Restoration

One lecture (3 hours) and one workshop (6 hours) weekly, for a total of 9 hours, over a period
of five months.
Simultaneously a virtual page will be generated where enrolments will e collected and this
will be used as another window for communication of reflection in real time linked to project
development, to introduce and expand lectures, to update students on topics that would
otherwise be impossible to propose.
The website will also contain a database of surveys and projects proposed by the work group.
TIMETABLE: from 2pm to 5pm for lectures and from 3pm to 9pm for workshops.
At other times technical disciplines and optional in-depth analyses will be made available to
participants aimed at integrating further competences based on personal needs.
Examples: advanced cad, three-dimensional blow moulds, 3d printing and laser cutting
(with technologies available in L.UN.A. laboratories), advanced information technology for
robotisation and management of web orientated information, and more).
Once or twice a month chosen guests will give lectures on the aforementioned subjects
(historians, restorers, businesses which supply technology and materials, public administrators).
These might be held at any location and at any time.

Design

lecture

Monday
14.00
15.00
16.00
17.00
18.00
19.00
20.00
21.00
22.00

Oros

workshop

Tuesday

lecture

workshop

Wednesdays

Thursday

Friday

AR
CH

Organizzazione didattica
Una lecture (3 ore)
ed un workshop (6 ore) settimanali,
per un totale di 9 ore, in un periodo di cinque mesi.
Contemporaneamente verrà generata un sito web nel quale raccoglieremo
tutti gli iscritti e che sarà utilizzata come ulteriore finestra per la comunicazione
di riflessioni in tempo reale legate agli sviluppi del lavoro, per introdurre ed
approfondire le lectures, per aggiornare gli studenti a proposito di argomenti
altrimenti impossibili da proporre.
Il sito web ospiterà infine il data base dei rilievi e dei progetti proposti dai gruppi di
lavoro.
ORARI: dalle 14 alle 17 per le lectures e dalle
15 alle 21 per i workshop.
In altri orari sono a disposizione dei partecipanti discipline tecniche e di
approfondimento facoltative tese all’integrazione di competenze ulteriori a seconda
delle necessità del discente.
Esempi: cad avanzato, modellatori tridimensionali, stampa 3d e uso del laser scanner
(con tecnologie a disposizione nel laboratori L.UN.A.), informatica avanzata per la
gestione delle informazioni web oriented, e altro ancora).
Una o due volte al mese ospiti selezionati svolgeranno una lecture tre quelle succitate
(storici, restauratori, aziende fornitrici di tecnologie e materiali, amministratori
pubblici). Queste si potranno svolgere in qualsiasi location e a qualsiasi orario.

Design

lecture

Lunedì
14.00
15.00
16.00
17.00
18.00
19.00
20.00
21.00
22.00

Oros

workshop

Martedì

lecture

ARCH 23

workshop

Mercoledì

Giovedì

Venerdì

Oros

Specializzazione in analisi storica, rilevamento dei beni architettonici,
restauro architettonico

24 ACH

Ton

AR
CH

Architecture in timber, design, construction,
restoration

Architecture in Wood: design,
construction, restoration

A

lthough it is the first construction material adopted by man because of easy
availability, easy manipulation, and thanks to its characteristics of resilience
and pliancy, wood in Mediterranean countries is currently associated solely
to traditional construction in northern Europe, architecture in the alps,
temporary structures or simple finishing features.
Rarely is wood seen as material that is suited to long-lasting prestigious buildings, for
daring and original structural solutions or for its admirable thermohygrometric behaviour.
It is wrong to associate wood to traditional picturesque building types or cheap bio
architecture; equally it is wrong to think it solely suited to cheap temporary constructions.
Now that preferences for synthetic and artificial surfaces and have diminished, designers
are beginning to discover the warmth and emotion that wood, as a natural living
material, gives the architectural construction. Easy and rapid to install, advantageous and
accompanied by excellent environmental credentials, it is no surprise that architectures
themselves describe wood as “the new concrete”.
It is necessary, however, to clarify that it is not automatically an “ecological” material:
it is obtained by sacrificing large areas of forest, the best woods derive from slow growth
(from many decades to a century or more) and at the end of its lifecycle not all material
that is used can easily be recycled, particularly the part that must necessarily be treated to
protect the construction from water and other pathogenic agents. Consider also that only
a third of the trunk (the lower part) provides prestigious wood, whilst the second third
provides low quality wood, and wood from the third part of the trunk (the upper part) is
used for burning. Lastly between 30 and 50% of felled timber is material that is more or
less unusable (twigs and leaves). Wood therefore is an extremely precious material, which,
in order to be called biocompatible has to be used with discernment and requires rigorous
protection policies for exploitation of the forest patrimony so as to avoid its use provoking
indiscriminate exploitation of the (few) complete forests still left on our planet.
With this Master course we intend to provide a serious opportunity for preparation and
specific direct action that will generate skills in the field of wood constructions. Following
an initial study phase of main technological emergencies, this direct action will lead
us to analyse study workshops, to define intervention proposals for hypotheses of new
construction and requalification of existing ones, to elaborate economically sustainable and
technically innovative proposals, in order to promote, with direct action or through Master
students, the culture of building in wood for public bodies, great investors in the real
estate field and the small private clients.

ARCH 25

Ton

AR
CH

Architettura in legno progettazione,
costruzione, restauro

Architetture in legno: progettazione,
costruzione e restauro

P

ur essendo il primo materiale da costruzione adottato dall’uomo in forza della
sua facile reperibilità, della sua lavorabilità e delle sue spiccate caratteristiche
di resistenza e duttilità, il legno nei paesi mediterranei è attualmente associato
soltanto alle tipiche costruzioni del nord Europa, alle architetture dell’arco alpino,
alle strutture provvisorie o a semplici elementi di finitura. Quasi mai si pensa al legno come
un materiale adatto ad edifici durevoli e di pregio, a soluzioni strutturali ardite ed ingegnose
e dal mirabile comportamento termoigrometrico. E’ scorretto associare il legno soltanto a
pittoresche tipologie costruttive tradizionali o ad una bioarchitettura a buon prezzo, così
come limitarsi a considerarlo adatto soltanto alla realizzazione di costruzioni economiche
e di breve durata. Ora che la predilezione per le superfici sintetiche ed artificiali è andata
sempre più scemando, i progettisti iniziano a scoprire il calore e l’emozione che il legno, in
quanto materiale naturale e vivo, conferisce al manufatto architettonico. Facile e rapido da
installare, conveniente e dalle ottime credenziali ambientali, non c’è da stupirsi che gli stessi
architetti descrivano il legno come “il nuovo calcestruzzo”. Occorre però chiarire che esso
non è a priori un materiale “ecologico”: si ottiene sacrificando ampie superfici boschive, i
legni migliori derivano da alberi a crescita lenta (da molti decenni sino ad un secolo e più)
e alla fine del suo ciclo vita non tutto il materiale impiegato si riesce a riciclare facilmente,
in particolare la quota parte che deve necessariamente essere trattata per proteggere il
manufatto dall’acqua e dagli agenti patogeni. Si consideri poi che solo un terzo del tronco
(quello inferiore) dà un legno di pregio, mentre il secondo terzo dà un legno di bassa
qualità e, addirittura, la terza parte del tronco (quella superiore) è solo legna da ardere.
Infine dal 30 al 50% del legname abbattuto è materiale pressoché inutilizzabile (ramaglie e
fronde). Il legno quindi è un materiale estremamente prezioso, che per essere considerato
biocompatibile deve essere utilizzato con discernimento e che richiede una rigorosa
politica di tutela e di sfruttamento del patrimonio forestale per evitare che il suo uso finisca
per provocare lo sfruttamento indiscriminato delle (poche) foreste integre ancora rimaste
sul pianeta. Con questo Master intendiamo fornire una occasione seria di preparazione
e di azione specifica e diretta per generare competenze nell’ambito delle costruzioni
in legno. In particolare tale azione ci porterà, dopo una fase di studio delle principali
emergenze tecnologiche, ad analizzare cantieri di studio, a definire proposte di intervento
per ipotesi di nuova edificazione e riqualificazione dell’esistente, ad elaborare proposte
economicamente sostenibili e tecnicamente innovative, al fine di promuovere, con azione
diretta o attraverso i discenti del Master, la cultura del costruire in legno presso gli enti
pubblici, i grandi investitori nel campo immobiliare e la piccola committenza privata.

AR
CH

Ton

26 ACH

Architecture in timber, design, construction, restoration

Characteristics of the course
At the presidency of the Libera Università delle Arti in Bologna, the University
Course “Architecture in Wood: design, construction, restoration” has been organised
and activated.
The course is designed like a traditional programme with multiple academic training.
The teaching structure consists of an IRT (integrated research team) type programme.
Administrative offices of the University Course is L.UN.A., in via D’Azeglio 33,
Bologna; classrooms and lessons will also take place in via D’Azeglio 33.
Course Director is Prof. Dario Apollonio;
Scientific Director is Prof. Giuseppe Di Stefano.
The course programme will introduce participants to knowledge of technological,
compositional and design processes that are specific to timber buildings, integrating
this knowledge with historical, cultural, sociological and naturalistic notions, which
form the required background for designers of wooden structures.
Students and young professionals who participate will be offered the opportunity
to enter an intensive “research study” that will encourage critical thinking in the
sphere of complex contemporary themes of analyses and a proposal of preservation
and valorisation of architectural heritage.The programme has been devised as a
“framework”, an articulated structure, in which academic, professional, technical,
technological and legal questions relating to timber buildings will be explored.

ARCH 27

Caratteristiche del corso

AR
CH

Presso la Presidenza della Libera Università delle Arti di Bologna, è istituito ed
attivato il Corso Universitario “Architetture in legno: Progettazione, Costruzione e
Restauro”. Il Corso si configura come un programma comune a più insegnamenti
accademici. La struttura didattica consiste in un programma di tipo IRT (integrated
research team)
La sede amministrativa del Corso Universitario è quella istituzionale di L.UN.A., e
cioè in via D’Azeglio 33 a Bologna; anche la sede didattica e le aule in cui si svolge
il Corso sono in via D’Azeglio 33.
Il Direttore del Corso è il prof. Dario Apollonio;
il responsabile scientifico è il prof. Giuseppe Di Stefano.
Il programma del corso è inteso ad introdurre gli iscritti alla conoscenza dei processi
tecnologici, compositivi e progettuali specifici degli edifici in legno, integrando tali
conoscenze con quelle nozioni storiche, culturali, sociologiche e naturalistiche che
sono il necessario background del progettista di strutture in legno.
Agli studenti ed ai giovani professionisti che parteciperanno verrà offerta
l’opportunità di entrare in un intensivo “research study” che incoraggerà il pensiero
critico nell’ambito delle complesse tematiche contemporanee della analisi e della
proposta di conservazione e valorizzazione dei beni architettonici.
Il programma è concepito come un “framework”, una struttura articolata, nella
quale si esploreranno sia questioni accademiche sia questioni professionali, tecniche,
tecnologiche e normative relativamente agli edifici di legno.

Ton

Architettura in legno progettazione, costruzione, restauro

28 ACH

Contents
Ton

AR
CH

Architecture in timber, design, construction, restoration

The objective of the course is to develop deeper knowledge of wood, the study
of existing techniques and technologies connected to understanding and
realising new wood structures and restoring existing structures. Participation in
workshops will allow students to apply and independently elaborate the notions
acquired during lessons, applying these to proposed project case studies. Finally,
visiting professors will consent debate with various realities that are active on
the market of structural wood, both from a technical and commercial point of
view.
Here are the programme details:
BUILDING IN TIMBER: CULTURE AND CONSTRUCTION
TECHNIQUES
• The culture of building in wood.Wood and sustainability.
• Principles of wood technology. Sustainability in the forest sector. Italian forestry today.
• Short production chain processes. Species of wood.
• New structures in wood: materials and products of structural use.
TECHNICAL NORMS FOR CONSTRUCTION IN TIMBER
• The current legal situation in Italy
• European law: Eurocode 5
• Qualification, marking and certification
• Designing durability
CALCULATION REGULATIONS (EC5)
• Mechanical characteristics of the material
• Ultimate Limit State
• Compressed elements and those subject to combined compressive and bending stress:
stability of beams
• Mechanical unions
• Axial capacity (extractions) of union methods with cylindrical shank
• Limit States of exercise
• Examples of calculus (ceilings, beams, solid wood panels with crossed layers, use in
walls)
PARTICULAR ASPECTS ASSOCIATED TO PROJECT DESIGN
• Movement of wood
• Solid or sheet wood?
• Industrial products
• The characteristics of gluing techniques
• Orthogonal traction resistance to wood-fibre, viscosity and deferred deformation
• Deformability of joints
• Load in timber structures
• Dimensional variation in curved timber elements and degradation due to water

Contenuti
Il corso ha come obiettivo l’approfondimento della conoscenza del
materiale legno, lo studio delle tecniche e delle tecnologie esistenti inerenti
la comprensione e la realizzazione di nuove strutture in legno e il restauro
delle strutture esistenti. La frequenza dei workshop permetterà ai discenti
di applicare ed elaborare in autonomia le nozioni acquisite durante le
lezioni, applicandole alle casistiche progettuali proposte. I visiting poi
consentiranno infine il confronto con le varie realtà attive nel mercato del
legno strutturale, sia dal punto di vista tecnico che commerciale.
Di seguito si dettaglia il programma del corso:
COSTRUIRE IN LEGNO: CULTURA E TECNICHE
COSTRUTTIVE
• La cultura del costruire in legno. Legno e sostenibilità.
• Principi di tecnologia del legno. Sostenibilità nel settore forestale. La realtà
forestale in italia.
• I processi di filiera corta. Le specie legnose.
• Nuove strutture in legno: materiali e prodotti di uso strutturale.
NORMATIVA TECNICA PER LE COSTRUZIONI IN LEGNO
• La situazione normativa attuale nel nostro paese
• La normativa europea: eurocodice 5
• Qualificazione, marcatura e certificazione
• Progettare la durabilità
REGOLE DI CALCOLO (EC5)
• Le caratteristiche meccaniche del materiale
• Stati limite ultimi
• Elementi compressi e presso inflessi: la stabilità delle aste
• Unioni meccaniche
• Capacità assiale (estrazione) dei mezzi di unione a gambo cilindrico
• Stati limite di esercizio
• Esempi di calcolo, (solai, travi, pannelli di legno massiccio a strati
incrociati, utilizzo in parete )
ASPETTI PARTICOLARI LEGATI ALLA PROGETTAZIONE
• I movimenti del legno
• Legno massiccio o legno lamellare?
• I prodotti industriali
• Caratteristiche tecniche degli incollaggi
• La resistenza a trazione ortogonale alla fibratura la viscosità e le
deformazioni differite
• La deformabilità dei giunti
• La spinta nelle strutture di legno
• Le variazioni dimensionali negli elementi curvi il legno ed il degrado dovuto all’acqua

ARCH 29

AR
CH

Ton

Architettura in legno progettazione, costruzione, restauro

AR
CH

Ton

30 ACH

Architecture in timber, design, construction, restoration

• Design in wood in seismic areas
• Protection against fire of timber structures
ENERGETIC EFFICIENCY AND COMFORT OF TIMBER
BUILDINGS
• Thermal insulation
• Permeability and endurance in the air
• Acoustic insulation
• Criteria and general purpose of plant design
• Applicable plant design technology
• Wood and electrical safety
• Energetic protocol and certification
INTEGRATED SYSTEMS AND SUSTAINIBLITY IN TIMBER
BUILDINGS
• Technological integration and sustainability of building process
• Design for integrated systems
• Knots and criticalities in timber buildings
• Internal finishing: materials and applicable solutions
• Items in technical documents for the design of timber buildings
ASPECTS CONNECTED TO ASSEMBLY AND SAFETY
• Safety in building sites with timber buildings
• Design of buildings that can be dismantled
CONSOLIDATION OF EXISTING STRUCTURES
• Preservation of existing buildings
• Principle causes of instability
• General and detailed survey of timber structures
• Generalities on intervention techniques
• Intervention on trusses consolidation of ceilings
• Reconstruction of beam heads
• Consolidation of particular structures
• Maintenance and control over time

ARCH 31

• Progettare in legno nelle zone sismiche.
• La protezione al fuoco delle strutture in legno.

AR
CH

EFFICIENZA ENERGETICA E CONFORT DI EDIFICI IN
LEGNO
• Isolamento termico
• Permeabilità e tenuta nell’aria
• Isolamento acustico
• Criteri e finalità generali della progettazione impiantistica
• Tecnologie impiantistiche applicabili
• Legno e sicurezza elettrica
• Protocolli di certificazione energetica
SISTEMI INTEGRATI E SOSTENIBILITA’ NEGLI EDIFICI IN
LEGNO
• Integrazione tecnologica e sostenibilità del processo edilizio
• Progettazione per sistemi integrati
• Nodi e criticità negli edifici in legno
• Finiture interne: materiali e soluzioni applicabili
• Voci di capitolato per la progettazione di edifici in legno
ASPETTI LEGATI AL MONTAGGIO E ALLA SICUREZZA
• La sicurezza nei cantieri di edifici in legno
• Progettazione di edifici smontabili
CONSOLIDAMENTO DELLE STRUTTURE ESISTENTI
• Preservazione degli edifici esistenti
• Principali cause di dissesto
• Rilievo d’insieme e di dettaglio di una struttura di legno
• Generalità sulle tecniche di intervento
• Interventi sulle capriate consolidamento dei solai
• Ricostruzione di testate di travi
• Consolidamento di strutture particolari
• Manutenzione e controlli nel tempo

Ton

Architettura in legno progettazione, costruzione, restauro

32 ACH

Course Organisation
Ton

AR
CH

Architecture in timber, design, construction, restoration

One lecture (3 hours) and one workshop (6 hours) per week, for a total of 9 hours,
over a period of five months.
Simultaneously a virtual page will be generated where enrolments will e collected and
this will be used as another window for communication of reflection linked to project
development in real time, to introduce and expand lectures, to update students on
topics that would otherwise be impossible to propose.
The website will also contain a database of surveys and projects proposed by the work
group.
TIMETABLE: from 2pm to 5pm for lectures and from 3pm to 9pm for workshops.
At other times technical disciplines and optional in-depth analyses will be made
available to participants aimed at integrating further competences based on personal
needs.
Examples: advanced cad, three-dimensional blow moulds, 3d printing and laser
cutting (with technologies available in L.UN.A. laboratories), advanced information
technology for robotisation and management of web orientated information, and
more).
Once or twice a month chosen guests will give lectures on the aforementioned subjects
(specialised designers, forest technicians, businesses which supply technology and
materials, public administrators).These might be held at any location and at any
time.

Design

lecture

Monday
14.00
15.00
16.00
17.00
18.00
19.00
20.00
21.00
22.00

Ton

Oros

workshop

Tuesday

lecture

workshop

Wednesdays

lecture

Thursday

workshop

Friday

Organizzazione didattica

AR
CH

Una lecture (3 ore)
ed un workshop (6 ore) settimanali, per un totale di 9 ore, in un periodo di cinque
mesi.
Contemporaneamente verrà generata un sito web nel quale raccoglieremo tutti gli
iscritti e che sarà utilizzata come ulteriore finestra per la comunicazione di riflessioni
in tempo reale legate agli sviluppi del lavoro, per introdurre ed approfondire le lectures,
per aggiornare gli studenti a proposito di argomenti altrimenti impossibili da proporre.
Il sito web ospiterà infine il data base dei rilievi e dei progetti proposti dai gruppi di
lavoro. ORARI: dalle 14 alle 17 per le lectures e dalle 15 alle 21 per i workshop.
In altri orari sono a disposizione dei partecipanti discipline tecniche e di
approfondimento facoltative tese all’integrazione di competenze ulteriori a seconda
delle necessità del discente.
Esempi: cad avanzato, modellatori tridimensionali, taglio laser, stampa 3d e uso del laser
scanner (con tecnologie a disposizione nel laboratori L.UN.A.), informatica avanzata
per la gestione delle informazioni web oriented, e altro ancora.
Una o due volte al mese ospiti selezionati svolgeranno una lecture tra quelle succitate
(progettisti specializzati, tecnici forestali, aziende fornitrici di materiali e tecnologie,
amministratori pubblici). Queste si potranno svolgere in qualsiasi location e a qualsiasi
orario.

Design

lecture

Lunedì
14.00
15.00
16.00
17.00
18.00
19.00
20.00
21.00
22.00

Ton

Oros

workshop

Martedì

lecture

workshop

Mercoledì

lecture

Giovedì

workshop

Venerdì

Ton

ARCH 33

Architettura in legno progettazione, costruzione, restauro

AR
CH
school
of Architecture

www.uniluna.com/scuoladiarchitettura.html

Libera Università delle Arti Sede didattica
Via Massimo D’Azeglio, 33
40123 - Bologna
+39 051.5880788

info@uniluna.com
www.uniluna.com


Documenti correlati


Documento PDF programma costal r
Documento PDF start list
Documento PDF ach def1
Documento PDF modulo richiesta socio ach 26 luglio 2018
Documento PDF comunicato stampa crypto happy hour
Documento PDF bando campionato italiano di coastal rowing genova 12 13 ottobre 2013


Parole chiave correlate