File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Assistenza Contattaci



40152283 Il Pane Secco Non Si Butta .pdf



Nome del file originale: 40152283-Il-Pane-Secco-Non-Si-Butta.pdf
Autore: Valentina

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato generato da Microsoft® Office Word 2007, ed è stato inviato su file-pdf.it il 11/05/2014 alle 13:22, dall'indirizzo IP 87.9.x.x. La pagina di download del file è stata vista 3189 volte.
Dimensione del file: 13.6 MB (170 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


1

INTRODUZIONE................................................................................................................................................................................................................................... 7

2

DELIZIE SALATE ................................................................................................................................................................................................................................. 9
„MPANICATA dal blog “Provare per gustare” ........................................................................................................................................................................ 10
„MPERCIATA dal blog “La casa di Betty” ............................................................................................................................................................................. 11
ACQUACOTTA DAL BLOG “Pentole di rame” ........................................................................................................................................................................ 12
ALICI RIPIENE dal blog “Italians do eat better” ..................................................................................................................................................................... 13
CACIO E OVA (RICETTA ABRUZZESE) dal blog “Che gusto sa?” .................................................................................................................................................. 14
CACIUCCO VEGETARIAN0 dal blog “Cucinare, che passione” .................................................................................................................................................... 15
CAKE SALATO DI MEZZANOTTE dal blog “Colore in cucina” ..................................................................................................................................................... 16
CANEDERLI AL FORMAGGIO CON CREMA DI BROCCOLO dal blog “Pane & Miele”............................................................................................................................ 17
CANEDERLI AL PROSCIUTTO CRUDO dal blog “Mangia e Bevi” .................................................................................................................................................. 18
CANEDERLI ALLO SPECK IN BRODO dal blog “L‟antro dell‟alchimista” ........................................................................................................................................ 19
CANEDERLI D‟AGNELLO dal blog “Desperate Houseviz” .......................................................................................................................................................... 20
CARCIOFI E PATATE dal blog “La chiamavano Jessie Ricetta” .................................................................................................................................................. 21
CARCIOFI IN SALSA ALL‟UOVO dal blog “La cucina di Ombraluce” ............................................................................................................................................. 23
CAVOLO NERO CON LE FETTE dal blog “Sfizi e Pasticci” ......................................................................................................................................................... 24
CIOTOLINE DI PANE dal blog “La cucina di Silvy” .................................................................................................................................................................. 25
COCOTTINE DI PANE CASERECCIO dal blog “Sapore di vaniglia” ................................................................................................................................................ 26
COTOLETTE A MODO MIO dal blog “Oggi pane e salame, domani..” ........................................................................................................................................... 27
CROCCHETTE DI PANE dal blog “La terra dei violini” ............................................................................................................................................................. 28
CROSTONI DI PANE AL FORNO dal blog “Le ricette di mamma Anatina” ...................................................................................................................................... 29
CRUMBLE DI POMODORINI E MANDORLE dal blog “L‟antro dell‟alchimista” .................................................................................................................................. 30
FAGIOLINI CON MOLLICA DI PANE dal blog “La casa di Betty” ................................................................................................................................................... 31
FINOCCHI CON FORMAGGIO E MOLLICA dal blog “La casa di Betty”............................................................................................................................................ 32
FRITTATA DI PANE AL FORNO dal blog “Ricette facili” ........................................................................................................................................................... 33
FRITTELLE DI MELANZANE dal blog “La ginestra e il mare” ..................................................................................................................................................... 34
FUNGHI RIPIENI dal blog “Colore in cucina” ......................................................................................................................................................................... 35
GARBAZONS CON ESPINACAS dal blog “Lievito e Spine” .......................................................................................................................................................... 36
GAZPACHO DI MARINA dal blog “La chiamavano Jessie Ricetta” ............................................................................................................................................... 37
GNOCCHETTI DI PANE CON PREZZEMOLO E ERBA CIPOLLINA dal blog “La tana della volpe” ............................................................................................................. 38
GNOCCHETTI DI PANE VERDI dal blog “Le ricette dei Bubu” .................................................................................................................................................... 39
GNOCCHI DI PANE CON BROCCOLO E FONDUTA dal blog “Pane & Miele” ..................................................................................................................................... 40
GNOCCHI DI PANE CON BURRO FUSO E SALVIA dal blog “ Il criceto goloso” ................................................................................................................................. 41
GNOCCHI DI PANE CON TOMA E SPINACI dal blog “Timo e Maggiorana” ....................................................................................................................................... 42
GNOCCHI DI PANE DI SILVY dal blog “La cucina di Silvy” ......................................................................................................................................................... 43

GNOCCHI DI PANE, RICOTTA E SPINACI dal blog “La cucina della socia” ...................................................................................................................................... 44
GNOCCHI ERBETTE, RICOTTA E PANE dal blog “Easy to eat” .................................................................................................................................................... 45

3

GNOCHI DE PAN FRIULANI dal blog “La cucina di Ombraluce” .................................................................................................................................................. 46
INVOLTINI DI SCAROLA dal blog “Nastro di raso” ................................................................................................................................................................... 47
INVOLTINI DI VERDURE dal blog “La chiamavano Jessie Ricetta” .............................................................................................................................................. 48
KNODEL IN VERDE dal blog “Chez Babs” ............................................................................................................................................................................. 50
MAZZAMURRU dal blog “Trattoria Muvara” .......................................................................................................................................................................... 51
MELANZANE RIPIENE dal blog “La chiamavano Jessie Ricetta” ................................................................................................................................................. 52
MINESTRA DI PANE CON BIETA E FAGIOLI Dal blog “Chi non mangia in compagnia” ....................................................................................................................... 53
MINESTRA NEL SACCHETTO dal blog “La chiamavano Jessie Ricetta” ......................................................................................................................................... 54
MUNDEGHIT dal blog “Colazioni a letto” ............................................................................................................................................................................. 56
PANCOTTO dal blog “Stegnat de polenta” .......................................................................................................................................................................... 57
PANCOTTO CON LE ERBE dal blog “Un pizzico di magia” ........................................................................................................................................................ 58
PANCOTTO CON VERDURE E PATATE dal blog “Dolcezze infinite” ............................................................................................................................................. 59
PANCOTTO REVISITED dal blog “La chiamavano Jessie Ricetta” ............................................................................................................................................... 60
PANCOTTO TRADIZIONALE CON FAGIOLI E VERDURE dal blog “InFusione” ................................................................................................................................... 61
PANE AL FORNO dal blog “uvAromatica” ............................................................................................................................................................................ 63
PANE ALL‟ACQUA PAZZA dal blog “Voglio vivere così” ........................................................................................................................................................... 64
PANE COTTO ALLA RAFFAELA DEL RE dal blog “Polvere di peperoncino” ................................................................................................................................... 65
PANE COTTO E RAPE dal blog “Polvere di peperoncino” ......................................................................................................................................................... 66
PANE CUOTTO dal blog “La casa di Betty”........................................................................................................................................................................... 67
PANE FRITTO dal blog “La casa di Betty” ............................................................................................................................................................................ 68
PANE IN PIZZA dal blog “La cucina di Silvy” ......................................................................................................................................................................... 69
PANE RICCO dal blog “Un mondo di farina” ......................................................................................................................................................................... 70
PANODA dal blog “Che gusto sa?” ..................................................................................................................................................................................... 71
PANZANELLA dal blog “Mangia e Bevi” ............................................................................................................................................................................... 72
PAPPA AL POMODORO DI AURORE dal blog “Biscotti rosa e tralala” ........................................................................................................................................... 73
PAPPA AL POMODORO DI SILVIA dal blog “La Pappa al pomodoro” ............................................................................................................................................ 74
PAPPA AL POMODORO ROSE‟ VELOCE VELOCE dal blog “Pan di Ramerino” .................................................................................................................................. 75
PAPPA AL POMODORO SENZA GLUTINE dal blog “La Gaia celiaca” ............................................................................................................................................. 76
PAPPA COL POMODORO dal blog “Architettando in cucina” ..................................................................................................................................................... 77
PASSATELLI DI MOLLY dal blog “Molly in cucina” .................................................................................................................................................................. 78
PATATE ARRACANATE dal blog “La chiamavano Jessie Ricetta” ............................................................................................................................................... 79
PEPERONI IMBOTTITI dal blog “Assaggi di viaggio” ................................................................................................................................................................. 80
PEPERONI RIPIENI dal blog “La casa di Betty”....................................................................................................................................................................... 81

PEPERONI RIPIENI DI JESSIE dal blog “La chiamavano Jessie Ricetta” ........................................................................................................................................ 82
PEPERONI RIPIENI DI TONNO dal blog “La cucina di Ombraluce” ............................................................................................................................................... 83

4

PISAREI E FASO dal blog “Kitchen Confidential” ................................................................................................................................................................... 84
PIZZA POVERELLA dal blog “La casa di Betty” ...................................................................................................................................................................... 85
PIZZETTE DI PANE (1)dal blog “Passioni e cucina” ................................................................................................................................................................. 86
PIZZETTEDI PANE (2) dal blog “Voglia di cucina… Voglia di sognare”.......................................................................................................................................... 87
POLLO RIPIENO AL PROFUMO DI THE dal blog “La melagranata” ............................................................................................................................................... 88
POLPETTE AL SUGO dal blog “La chiamavano Jessie Ricetta” .................................................................................................................................................. 89
POLPETTE ALL‟ANTICA dal blog “La cucina di Ombraluce”...................................................................................................................................................... 91
POLPETTE DI CARNE (fritte o al forno) dal blog “Passioni e cucina” .......................................................................................................................................... 92
POLPETTE DI MELANZANE AL FORNO dal blog “Italians do eat better” ....................................................................................................................................... 93
POLPETTE DI PANE FARCITE dal blog “Il mondo di Stefy” ........................................................................................................................................................ 94
POLPETTE DI PANE IN SALSA PICCANTE dal blog “La voglia matta” ............................................................................................................................................ 95
POLPETTE DI TOFU E OLIVE DE “LA GOLOSASTRA”dal blog “Pasticci PataPata” ........................................................................................................................... 96
POLPETTE DI ZUCCHINE AL FORNO dal blog “Italians do eat better” .......................................................................................................................................... 97
POLPETTONE AL PROFUMO DI VIN SANTO dal blog “L‟antro dell‟alchimista” ............................................................................................................................... 98
POLPETTONE ALLA MODA dal blog “A tavola con Mammazan” ................................................................................................................................................. 99
POLPETTONE DI PATATE dal blog “L‟antro dell‟alchimista” ................................................................................................................................................... 101
POLPETTONE DI TONNO (CON IL BIMBY) dal blog “L‟antro dell‟alchimista” ............................................................................................................................... 102
POLPETTONE FREDDO DI ZIA LELLA dal blog “La chiamavano Jessie Ricetta” ............................................................................................................................ 103
POLPETTONE PRIMAVERA dal blog “Pan di Ramerino” ......................................................................................................................................................... 104
PRESSKNODEL dal blog “L‟antro dell‟alchimista” ................................................................................................................................................................ 105
PUPPETT‟ dal blog “Quantocepiacechiacchierà”................................................................................................................................................................. 106
RIBOLLITA (con prosciutto toscano) dal blog “C‟era una volta ma adesso non c‟è più” ................................................................................................................ 107
RIBOLLITA TOSCANA dal blog “Architettando in cucina” ....................................................................................................................................................... 108
RICORDO DI MOZZARELLA IN CARROZZA dal blog “Sale e Pepe quanto basta” ............................................................................................................................ 109
SCARPINOCC DE PAR dal blog “Stegnat de polenta” ............................................................................................................................................................. 110
SFIZIOSETTI dal blog “Golosona”..................................................................................................................................................................................... 111
SFORMATO FILANTE dal blog “Chez Moi” .......................................................................................................................................................................... 112
SOUFFLE DI PANE dal blog “La cucina di Ombraluce” .......................................................................................................................................................... 113
SOUPE OIGNON dal blog “Le ricette di mamma Anatina” ...................................................................................................................................................... 114
SOUPE PAISANNE dal blog “La cuoca eclettica” .................................................................................................................................................................. 115
SPAGHETTI CON LA MOLLICA dal blog “Italians do eat better” ............................................................................................................................................... 116
TARTA DE SPANAC (Torta di spinaci)dal blog “Vagetarian Gustos si sanatos” ............................................................................................................................. 117
TORTA AROMATICA DI PANE POMODORI E ZUCCHINE dal blog “Fiordivanilla” ............................................................................................................................. 119

TORTA SALATA DI PANE dal blog “Il profumo delle madeleines” ............................................................................................................................................. 120
TORTINI DI NOCI E CIPOLLA DI ACQUAVIVA (ma anche ai funghi) dal blog “La cucina di qb” .......................................................................................................... 121

5

TORTINI DI PANE E POMODORI dal blog “Cuoca a domicilio” .................................................................................................................................................. 123
TORTINO RUSTICO DI PANE dal blog “Ricette Facili” ............................................................................................................................................................ 124
VERDURE GRATINATE dal blog “La mora di Gelso” .............................................................................................................................................................. 125
ZUCCHINE BRUSCHETTA E SPAGHETTI dal blog “Pagnottina” ................................................................................................................................................. 126
ZUCCHINE RIPIENE dal blog “La chiamavano Jessie Ricetta” .................................................................................................................................................. 127
ZUPPA DI CAVOLO NERO dal blog “Architettando in cucina” .................................................................................................................................................. 128
ZUPPA DI PATATE E CAVOLO NERO dal blog “Sfizi e pasticci” ................................................................................................................................................ 129
ZUPPA CUATA dal blog “Rebecca del sol” ......................................................................................................................................................................... 130

DOLCI TENTAZIONI ........................................................................................................................................................................................................................ 131
CLAFOUTIS DI PANE, PERE E CIOCCOLATO dal blog “Giardino Fiorito” ..................................................................................................................................... 132
CROSTINI DI PANINI AL BURRO dal blog “Ricette facili” ........................................................................................................................................................ 133
DOLCE DI PANE ALLA PIEMONTESE dal blog “Stegnat de Polenta” ........................................................................................................................................... 134
FOCACCIA DI PANE dal blog “Zucchero e Viole” .................................................................................................................................................................. 135
MIASCIA DI GIULIA dal blog “Filosoficamente sostenibile” ..................................................................................................................................................... 136
PANE AMBIZIOSO dal blog “Chez Babs” ............................................................................................................................................................................. 137
PANE CON LE PERE dal blog “La Fleur Kitchen” .................................................................................................................................................................. 139
PINZA dal blog “La cucina di qb” .................................................................................................................................................................................... 140
SNITE dal blog “Dolce e salato per il palato”...................................................................................................................................................................... 141
STRUDEL DI SANTA LUCIA dal blog “La chiamavano Jessie Ricetta” ......................................................................................................................................... 142
TORTA DI PANE AL CIOCCOLATO dal blog “Dolci a Gogo” ...................................................................................................................................................... 143
TORTA DI PANE ALLA VANIGLIA, FICHI E MANDORLE dal blog “Chi ha rubato le crostate?” ............................................................................................................ 144
TORTA DI PANE CON LE MELE dal blog “La Gaia celiaca” ...................................................................................................................................................... 145
TORTA DI PANE DI ASA_ASHEL dal blog “La caloria solitaria” ................................................................................................................................................. 146
TORTA DI PANE DI ATTILIO VANNUCCI dal blog “Io così come sono” ........................................................................................................................................ 148
TORTA DI PANE DI BABS dal blog “Chez Babs” .................................................................................................................................................................... 149
TORTA DI PANE DI DOLCEAMARA dal blog “Dolc&amara” ...................................................................................................................................................... 150
TORTA DI PANE DI LAURA dal blog “L‟antro dell‟alchimista” ................................................................................................................................................. 151
TORTA DI PANE DI MAURINA dal blog “Comfort food”........................................................................................................................................................... 152
TORTA DI PANE E CIOCCOLATO DI CHICCA dal blog “Le chicche di Chicca” ............................................................................................................................... 153
TORTA DI PANE E CIOCCOLATO DI SABRINA ALLA MANIERA DI LISE dal blog “Il bistrot di Lise e Metroicon” ....................................................................................... 154
TORTA DI PANE E NOCCIOLE ALL‟ARANCIO CANDITO “dal blog “Crea & Cucina” ......................................................................................................................... 155
TORTA DI PANE E NOCI dal blog “Dulcis in furno” ............................................................................................................................................................... 156
TORTA DI PANE RICCA dal blog “Fiordivanilla” ................................................................................................................................................................... 157

TORTA PAESANA DI CHIARETTA dal blog “Chi ha rubato le crostate?” ...................................................................................................................................... 159
TORTA PAESANA DI PANE E CACAO DI SUNFLOWERS dal blog “Oggi pane e salame, domani…” ....................................................................................................... 161

6

TORTA PAESANA DI SIMONCINA dal blog “Monella in cucina” ................................................................................................................................................. 162
TORTA POVERA DI PANE E MELE dal blog “Feel cook” .......................................................................................................................................................... 163
TORTA RUSTICA dal blog “Le cose di Rita” ........................................................................................................................................................................ 164

........................................................................................................................................................................... 165
Canederli vegetariani di Monica ...................................................................................................................................................................................... 166
Falsa Pizza ................................................................................................................................................................................................................ 167
Pane fritto ................................................................................................................................................................................................................. 167
Passatelli in brodo di Ambra .......................................................................................................................................................................................... 167
Pancotto con verdure di Mgb (Ombraluce) ........................................................................................................................................................................ 168
Polpette di pane mai uguali di Ivo Tedeschi....................................................................................................................................................................... 168
Torta di pane e mele di Mgb (Ombraluce) ......................................................................................................................................................................... 169
Zuppa di pane ............................................................................................................................................................................................................ 170

INTRODUZIONE
“Avete sentito le notizie degli ultimi giorni? 180 quintali di pane che, ogni giorno, a Milano, vengono buttati via?? Avete letto quest'articolo del
Corriere?
E se supermercati e panifici regalassero gli scarti a chi ne vuole? Il pane è un prodotto ad alta deperibilità, è vero, ma se a qualcuno tornasse
utile anche il pane raffermo? Io sarei la prima a mettermi in coda!!!

7

Col pane raffermo si possono fare tantissime cose... Alcuni esempi? Il pan grattato, il pan cotto, il ripieno per alcuni tipi di ravioli, la frittata di
pane, la panzanella, le polpette, diversi tipi di gnocchi, i canederli, le torte di pane, e chi più ne ha più ne metta!
Propongo ai food-bloggers (ma non solo) di lanciare un messaggio anti-spreco postando una ricetta in cui compaia come ingrediente il pane
raffermo...”
Ogni giorno, a Milano, vengono buttati nella spazzatura ben 180 quintali di pane fresco: supermercati e panifici continuano a produrne fino a poco prima dell’orario di
chiusura, affinchè anche l’ultimo cliente abbia a sua disposizione il pane appena sfornato e una vasta gamma di formati tra cui scegliere (non sia mai che ci si debba
accontentare di ciò che è rimasto!) così, quando il negozio chiude, l’invenduto è molto e tutto da buttare.
180 quintali al giorno soltanto a Milano… Di che cifre parleremmo se volessimo calcolare la quantità di pane buttato ogni anno in tutta Italia?
Altrettanto sconcertanti sono i dati riguardanti gli sprechi delle mense scolastiche, aziendali e ospedaliere: il valore degli alimenti che vengono buttati ogni anno
ammonta a ben 130 milioni di euro su un totale di 700 milioni di fatturato. A dare la cifra del fenomeno è il centro studi della Fipe, Federazione Italiana Pubblici Esercizi
della Confcommercio. Qui trovate l’articolo a cui mi riferisco.
Purtroppo sprechiamo molto più di quanto ci potremmo concedere, e lo spreco dei beni alimentari non è altro che una piccolissima parte rappresentativa di un
problema estremamente più vasto.
Questi sono in sintesi i motivi che mi hanno spinta a lanciare un’iniziativa anti-spreco attraverso il mio blog. Perché ho scelto proprio il pane? Perché per arginare il
problema dello spreco bisognerebbe che ognuno cominciasse a fare la propria parte, prestando più attenzione ai piccoli gesti quotidiani. Il pane è il bene primario per
eccellenza, un alimento semplice e prezioso al tempo stesso, estremamente versatile e ricco di tradizione. Il pane non si butta! Nemmeno quello raffermo, e non si
tratta soltanto di una questione etica: riciclare è anche una questione di gusto e di risparmio. Un esempio? Con una pagnotta rafferma, del latte, poco zucchero e
qualche altro “ingrediente di recupero”, è possibile confezionare una torta super economica ed indescrivibilmente buona!
Molte sono le ricette di riciclo legate alla cuicna tradizionale: i nostri nonni non buttavano nulla e si ingegnavano per piatti nutrienti, gustosi e sempre diversi con i pochi
ingredienti di cui disponevano. In molti casi non esistono dosi, perché in cucina il buon senso è la bilancia più affidabile.
Naturalmente troverete in questo contest anche ricette più innovative, talvolta estrose, a dimostrazione del fatto che basta un po’ di fantasia per creare delle vere
prelibatezze.

Non mi aspettavo che la raccolta avrebbe riscosso tanto successo, e ringrazio di cuore tutti i bloggers e i lettori che mi hanno appoggiato esponendo il banner,
scrivendo post di incoraggiamento al riciclo, e inviandomi le proprie ricette. Visitate le loro pagine e leggete le belle parole che hanno dedicato all’iniziativa… Purtroppo
non ho potuto includerle nel ricettario per una questione di praticità.
La rete è molto attiva in termini di sensibilizzazione, e non solo per quanto riguarda gli sprechi: ho trovato blog meravigliosi che spiegano come fabbricare in casa
detersivi atossici ed ecologici per la salvaguardia non solo dell’ambiente, ma anche di noi stessi e dei nostri portafogli! Trovo che tutto questo muoversi, attivarsi,
partecipare, informarsi che caratterizza la rete, la renda un mezzo indispensabile e irrinunciabile.
Ma bando alle ciance: qui si parla di cucina e di prelibatezze! Di seguito trovate le ricette dei bloggers divise in due categorie: Le delizie salate e Le dolci tentazioni.
Ho preferito non suddividere i piatti salati in primi, secondi e contorni perché le ricette di riciclo del pane sono generalmente molto sostanziose e possono essere

classificate come piatti unici. Sta a voi ridurre le dosi se avete intenzione di preparare un pranzo completo, dall’antipasto al dolce.
In fondo alla raccolta trovate le ricette dei lettori che, essendo soltanto 8, sono disposte semplicemente in ordine alfabetico.

8

Un ultimo appunto: se abitate nei dintorni di Milano e se come me faticate ad avanzare il pane e siete costretti a comprarlo fresco per farlo diventare raffermo,
rivolgetevi a Ondina, che si è offerta per distribuire gratutitamente pane raffermo.
Che aspettate? Sfogliate il pdf e….

BUON APPETITO!

Valentina

9

DELIZIE SALATE

„MPANICATA

dal blog “Provare per gustare”

Ingredienti
200 gr di fagioli (quelli che preferite)
10 fette di pane circa
sale q.b.
origano q.b.
olio q.b.

10

Procedimento
In una teglia antiaderente versiamo l'olio, le fette di pane spezzettate grossolanamente, i fagioli con un
bicchiere d'acqua, il sale e l'origano e facciamo cuocere.
Nel caso occorre, aggiungere qualche goccio d'acqua, la mollica del pane diciamo che deve sciogliere (foto).
A questo punto iniziamo a compattare la nostra "frittatina": capovolgiamola su un piatto per farla cuocere
anche dall'altro lato e facciamo questa operazione più di una volta fino a che non sia ben dorato a croccante
da entrambi i lati.

„MPERCIATA

Ingredienti:
200 g di broccoli
Alcune fette di pane raffermo
5/6 filetti di alici sott’olio
Peperoncino fresco (facoltativo)
Aglio
Olio

11

dal blog “La casa di Betty”

Procedimento
Sbollentate i broccoli in acqua leggermente salata, scolateli "al dente". In una
padella antiaderente e abbastanza capiente fate soffriggere l'olio con l'aglio e
il peperoncino (facoltativo). Aggiungere i broccoli e le alici e terminare la
cottura. Prima di servire in tavola aggiungere il pane raffermo (a volontà).
Mescolare per amalgamare il tutto senza far disfare del tutto il pane. Servire
caldo.

Piatto povero della tradizione popolare che potete arricchire a vostro piacimento, magari con della salsiccia fresca.

ACQUACOTTA

DAL BLOG “Pentole di rame”

ingredienti:
(per una pirofila tonda con diametro 26)
3 o 4 fette di pane raffermo, precedentemnte
tostado
una zucchina grande
due patate
tre pomodori
una costa di sedano
circa un litro di brodo vegetale
sale qb
due uova
100g di parmiggiano grattuggiato
alcune scaglie di parmiggiano prima di servirla a
tavola
150 g di pancetta affumicata

12

Procedimento
tostare il pane raffermo e posizionarlo come rivestimento della pirofila, ritagliando i pezzi come per
foderarla. Intanto mondare le verdure e cuocerle nel brodo per circa 45 minuti. Non appena pronto il
minestrone, versarvi la pancetta affumicata, il parmiggiano grattuggiato e le uova; rimestare fino a che le
uova non siano cotte e completamente "stracciate". Cosí fatto versare le verdure sul pane e lasciarlo
imbibire per ben.
Servire ben caldo in ciotole capienti con le scaglie di parmiggiano

ALICI RIPIENE

Ingredienti:
500 gr di alici fresche
200 gr di pane raffermo
2 uova
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
un ciuffo di prezzemolo
2 spicchi d’aglio
farina
sale, pepe
olio per friggere

dal blog “Italians do eat better”

13

Preparazione:
Pulite le alici, togliete le lische facendole rimanere unite nel dorso. Sciacquatele, poggiatele su carta
assorbente per asciugarle, poi apritele a libro. In una ciotola mescolate le uova, il pane bagnato all’acqua
strizzato e sbriciolato, il prezzemolo e gli spicchi d’aglio tritati, il parmigiano, il sale e il pepe. Prendete
un’alice come base, farcitela con un po’ del composto, chiudetela con un’altra alice messa sopra (tipo
sandwich), passatele nella farina e friggetele in olio bollente. Quando risulteranno dorate, toglietele
dall'olio, fatele sgocciolare e poggiatele su carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso. Servitele
calde.

CACIO E OVA (RICETTA ABRUZZESE)

Ingredienti (10/12 quenelle)
2 uova
8 cucchiai di grana grattugiato
5 cucchiai di pecorino grattugiato
4 cucchiai di pane secco grattugiato
1 cucchiaino raso di farina
1 peperone rosso
2 cubetti di scalogno/porro stufato (in alternativa
porro o cipolla freschi)
5 cucchiai di salsa rustica di pomodoro
1 cucchiaino di dado vegetale bimby (o dado
classico)
2 cucchiai d’olio

dal blog “Che gusto sa?”

14

Preparazione
Tagliare il peperone a listarelle corte e sottili, quindi iniziare ad appassirlo con l'olio in un tegame
antiaderente a fuoco vivace. Aggiungere quindi il porro stufato e mescolare amalgamando i due ingredienti.
Versare la salsa di pomodoro, mescolare nuovamente, aggiungere un po’ d’acqua, quindi coprire e cuocere
a fuoco lento per tre quarti d’ora circa, controllando di tanto in tanto e aggiungendo acqua per non lasciare
mai asciugare. Intanto in una ciotola amalgamare le uova sbattute con i formaggi, il pangrattato e la farina,
in modo da ottenere un composto morbido ma compatto. Trascorsi i 45 minuti di cottura del peperone (deve
risultare bello morbido) preparare col composto ai formaggi delle quenelle, metterne una nel tegame per
verificare che resti soda e non appiattisca (se succede, vuol dire che al composto bisogna aggiungere
ancora un po’ di pangrattato e formaggio!), quindi disporre le quenelle nel tegame e proseguire con la
cottura, scoperta, per altri 15-20 minuti circa, aggiungendo sempre acqua se serve. Serviere caldi, meglio
se il giono dopo: prendono più gusto e sono eccezionali!

CACIUCCO VEGETARIAN0

Ingredienti:
50 g di fagioli con l’occhio secchi,
50 g di borlotti,
50 g di cannellini;
100 g di ceci secchi,
50 g di lenticchie,
50 g di fagioli messicani,
lardo di colonnata,
uno spicchio di aglio,
cipolla, carota, sedano,rosmarino,
olio extra vergine dì oliva toscano, sale,
peperoncino,maggiorana,
pane toscano raffermo (o pane senza sale)

dal blog “Cucinare, che passione”

15

Procedimento:
Mettere a bagno separatamente per almeno 6 ore i fagioli cannellini,borlotti,con l’occhio e neri messicani
quindi i ceci e le lenticchie. Trascorso il tempo indicato, lavarli e scolarli.
Scaldare leggermente 2 cucchiai di olio di oliva extravergine in una casseruola, unire il lardo di Colonnata
con un poco di rosmarino e l’aglio fino a renderlo croccante. Togliere il lardo e il rosmarino ,farci
soffriggere ,ora le verdure tritate:cipolla,sedano,carota. Quando sono dolcemente ammosciate ,passarle
al passatutto,rimetterle al fuoco e aggiungere i pomodori pelati. Versarvi,quindi i legumi,che come per il
cacciucco di pesce ,vanno aggiunti un po’ per volta,secondo il tipo di cottura che ogni qualità richiede.
Quindi prima i messicani, poi i ceci, i borlotti, gli occhialuti, i cannellini e le lenticchie. A metà cottura
aggiungere un pugno di cicoria selvatica o punte di ortica(dipende dalla stagione),e far bollire lentamente
per 1 ora e 30 minuti circa. Allungare di tanto in tanto con brodo di carne ,aromatizzare con un pizzico di
maggiorana. Tenere sul fuoco per altri 30 minuti. Aggiustare di sale, verificare la cottura e, se i legumi
sono pronti, versare in una zuppiera dove sono state disposte fette di pane raffermo toscano abbrustolite
ed strofinate con uno spicchio d’aglio. Alternare gli strati di pane a quelli di caciucco. Guarnire con il lardo
di Colonnata bello croccante e condire con olio crudo e peperoncino.

CAKE SALATO DI MEZZANOTTE

Ingredienti:
500 g di pane raffermo
8 dl di latte
3 uova
sale e pepe
basilico tailandese (oppure
prezzemolo o basilico comune)
pancetta affumicata
formaggi a piacere (io ne ho messi di 4
tipi diversi)
parmigiano a scaglie finissime

dal blog “Colore in cucina”

16

Preparazione:
Tagliare il pane a pezzetti eliminando le croste più dure. Scaldare il latte e quando è caldo versarlo sul pane. Lasciare
ammorbidire il pane e amalgamare il tutto a mano (come quando si preparano le polpette). Aggiungere sale, pepe e
basilico tailandese. Aggiungere poi le uova ed amalgamare il composto. A questo punto tagliate la pancetta affumicata
e il formaggio a pezzetti ed uniteli all'impasto. Rivestire una forma per il cake con la carta da forno e versare il
composto. Mettere in forno preriscaldato a 200° per circa 45 minuti (dipende dal proprio forno) finchè la superficie non
sarà ben dorata. Lasciarlo raffreddare e tagliarlo a fette. Ottimo per accompagnare un piatto di insalata mista. Oppure
tagliatelo a quadretti e con uno stuzzicadenti servitelo come antipasto.

CANEDERLI AL FORMAGGIO CON CREMA DI BROCCOLO
Miele”

Ingredienti(per 4 persone)
300 gr di pane raffermo ( è meglio se spaccatine
o rosette ),
3 uova
300 gr di latte
sale
2-3 cucchiai di farina
40 gr di formaggio (fontina, caprino o gorgonzola)
Per il condimento:
400 gr di broccolo
80 gr di burro
60 gr di parmigiano grattugiato
erba cipollina

17

dal blog “Pane &

Procedimento
1. Riducete il pane raffermo a dadini molto piccoli. In un'altra ciotola mescolate uovo, sale e latte con la
frusta. Unite al pane e mescolate con le mane. Mettete una alla volta 2 cucchiai di farina. Mescolate tutto
bene con il cucchiaio di legno (oppure con le mane, così si capisce se il composto è troppo asciutto o
troppo liquido). Lasciate a parte.
2. Nel frattempo pulire il broccolo e fare cuocere circa 15-20 minuti.
3. In tanto che il broccolo sta bollendo, tagliate il formaggio a dadini piccoli.
4. Portate ad ebollizione una capiente casseruola piena d'acqua e salatela. Prendete il composta al base di
pane e formate 12 sfere della dimensione di un mandarino, con le mane un po’ inumidite, e poi ricavate un
buco e mettete 2-3 cubetti di formaggio. Nuovamente formate la sfera. Mettetela sul piato piano o vassoio e
spolverate sopra con un pò di farina oppure se l'acqua già bolle mettere direttamente nel''acqua bollente e
fare cuocerle per 10-12 minuti.
5. Scolare il broccolo, passare in mixer per ottenere la crema, mettendo l'acqua necessaria della cottura,
salare. Disponetela nel piatto di portata.
6. Prelevate i canederli con un mestolo forato, disponeteli nel piatto sulla crema di broccolo. Cospargendoli
di parmigiano grattugiato e burro fuso con l'erba cipollina.

CANEDERLI AL PROSCIUTTO CRUDO

Ingredienti (dosi per 4 persone):
1l d brodo di carne
200g di pane raffermo
80g di prosciutto crudo
20g di burro
1 cipolla piccola
1 uovo
50g di farina
1 dl di latte
1 cucchiaio di grana grattugiato
1 cucchiaino di prezzemolo tritato
noce moscata qb
sale e pepe

dal blog “Mangia e Bevi”

18

Procedimento
Tagliate il pane raffermo a cubetti e mettetelo in una terrina con il latte. Dopo averlo lasciato ammorbidire
per 2 ore,strizzatelo per bene. Fate appassire in un tegame la cipolla tritata grossolanamente e tritate il
prosciutto.
Mettere il tutto in una terrina, aggiungete l'uovo, il grana, il prezzemolo, noce moscata, sale e pepe.
Amalgamate il tutto e formate delle palline di 3-4 cm di diametro aiutandovi con della farina.
In una pentola portate a ebollizione dell'acqua salata, e fatevi cuocere i canederli per circa 7 min.
Nel frattempo scaldate il brodo.
Scolate i canederli, sistemateli nel piatto, e versateci sopra il brodo. Una grattuggiata di grana ed è pronto!

CANEDERLI ALLO SPECK IN BRODO

Ingredienti per 8 Canederli
300 g di pane bianco raffermo
(io mi sono portata in italia una buona scorta
di Semmel secchi e fatti a dadini, il pane che
forse meglio si presta alla preparazione dei
canederli)
100 g di speck
mezza cipolla tritata finemente
una noce di burro
2 uova
2 bicchieri di latte
2 cucchiai di farina
2 cucchiai di prezzemolo tritato
erba cipollina
sale
un litro e un quarto di brodo di carne

dal blog “L‟antro dell‟alchimista”

19

Preparazione
Tagliare il pane a dadini e metterlo in una terrina. Tagliare lo speck a dadini piccolissimi ed aggiungerlo al pane.
Friggere la cipolla nel burro. Frullare le uova con parte del latte, aggiungere il prezzemolo e versare il tutto sul
pane. Fate riposare mezz'ora. Incorporare la farina, il sale e la cipolla e - se occorre - anche un po di latte. Con
le mani bagnate formate i canederli, mettetel nell'acqua bollente precedentemente salata e fateli bollire a fuoco
moderato per 15 minuti circa. (Per evitare che i canederli non tengano la cottura, si può cuocere un canederlo
per prova: se dovesse disintegrarsi, sarà utile aggiungere ancora un poco di farina alla pasta). Servire in un
buon brodo di carne cosparso di erba cipollina

(ricetta tratta dal libro la Cucina nelle Dolomiti di Annelise Kompatscher)

CANEDERLI D‟AGNELLO

dal blog “Desperate Houseviz”

20

Ingredienti:

Procedimento

200 gr di carne trita d'agnello
1 cipolla piccola
abbondante prezzemolo
1 noce di burro
4 panini raffermi
200 ml latte tiepido
2 tuorli e un albume
sesamo
semi di lino
sale e pepe qb

Innanzitutto, mettere la cipolla a soffriggere con la noce di burro e il prezzemolo tritato. Aggiungere la trita di
agnello e spegnere il fuoco a metà cottura.
Nel frattempo tagliare il pane a cubetti e bagnarlo con il latte. Mischiare fino a spezzettare il pane ancora un
po' e aggiungere la carne, le uova il sesamo, i semi di lino e un pizzico di sale e pepe.
Quando tutti gli ingredienti sono ben amalgamati, lasciar riposare per una mezzora.
Formare i canederli (io li ho fatti abbastanza piccoli apposta) e farli bollire 10-15 minuti nel brodo.
Servire con un quarto di cipolla (con un assaggio di midollo) e carota.

CARCIOFI E PATATE

dal blog “La chiamavano Jessie Ricetta”

Ingredienti:
cinque bei carciofi (abbondate di uno, primo perché tanto chi mangerà
gradisce di sicuro, secondo perché al paese mio e non solo il quattro porta
sfiga)
tre belle patate
una grossa manciata di mollica di pane raffermo ma non troppo
un po' di capperi sotto sale, opportunamente sciacquati sotto l'acqua corrente
un filetto di peperone sott'olio
qualche fogliolina di mentuccia
olio d'oliva

21

Preparazione:
con santa pazienza mettetevi all'opera con i carciofi e puliteli. Se è la prima
volta che vi ci date personalmente del tu, procedete come segue: tagliate i
gambi e metteteli da parte, mozzate un bel pezzo della cima (e intendo un bel
pezzo, in modo che dalla base del fiori restino tre dita scarse) e togliete le
foglie dure fino a quando non farete alcuna fatica e anziché "sgnak!" sentirete,
al momento di staccarle, un lieve "pop". Quindi con il coltello aprite appena la
parte centrale del carciofo: se nell'interno vedete il cosiddetto fieno (in genere
associato a foglioline minuscole di colore violetto o verdino che hanno la
caratteristica di pungere come un cactus) provvedete a rimuoverlo ruotando
con delicatezza la punta della lama. Nel mentre che operate tenete un limone
tagliato a tiro e provvedete a strofinare con esso le vostre dita nonché i
carciofi, così eviterete l'effetto spazzacamino per ambedue. In ultimo sbucciate
i gambi - che non vanno buttati via, a meno che non siano proprio legnosi:
sono infatti squisiti - e metteteli insieme ai fiori in una ciotola con acqua e
spicchi di limone.

22

Carciofi e patate (… continua!)

Intanto che i carciofi fanno il bagnetto preparate il ripieno: mescolate alla
mollica ben tritata le foglioline di mentuccia e i capperi dissalati e aggiungete
un filino d'olio se vedete che il composto è troppo asciutto. Quindi prendete un
fiore alla volta, farcitelo per bene e con delicatezza in modo che non si
spampani, e in cima mettete un pezzettino di peperone sott'olio per dare
ulteriore sapore e una nota di colore.
In ultimo pelate le patate e tagliatele a spicchi non troppo spessi.
Prendete una teglia antiaderente, spruzzate per bene il fondo di olio (potete
anche foderarla con carta da forno per evitare di usarne a dismisura, ma se ciò
giova al girovita va detto che il sapore ne risente), adagiatevi i carciofi ripieni, i
gambi e le patate, andate nuovamente di olio e aggiungete pure un goccino
d'acqua e sale quanto basta. Se per caso vi è avanzato un po' di ripieno
spargetelo sulle patate, ché non fa un soldo di danno.
Se avete un coperchio (meglio ancora di vetro) che copra perfettamente la
teglia, accendete il fornello a fuoco basso e fate stufare il tutto per un'oretta
scarsa. Se non avete il coperchio, infilate la teglia in fondo già caldo a 150° e
fate cuocere con tutto comodo.
Portate quindi la teglia in tavola così come è, o se volete fare le cose per
benino mettete al centro di ciascun piatto un carciofo, fategli una bella
coroncina di patate e servite.
Se poi avete ospiti, aggiungendo a lato una bella fetta di caciocavallo molisano
stagionato (possibilmente del caseificio La Fonte Nuova, gioiellino del mio
paese che, onde non essere tacciata di bieco campanilismo, specifico essere
stato premiato in più di un'occasione per il miglior formaggio d'Italia) farete un
piatto unico da leccarsi in baffi, renderete felicissimi i commensali e vi
risparmierete la fatica di dover preparare ulteriori pietanze che non siano il
dessert.

CARCIOFI IN SALSA ALL‟UOVO

dal blog “La cucina di Ombraluce”

23

Ingredienti

Procedimento

6 carciofi (di Autore, naturalmente),
succo e buccia di 1 limone (sempre di Autore),
1 cucchiaio di burro chiarificato,
1 cucchiaio di prezzemolo tritato,
1 cucchiaio di pane grattuggiato,
2 tuorli d'uovo,
2 mestoli di brodo vegetale,
sale e pepe.

Pulire i carciofi pelando anche il gambo senza staccarlo, dividerli in 4 parti e gettarli in acqua acidulata
col succo di mezzo limone.
Sciogliere il burro in una padella, quindi soffriggere i carciofi per qualche minuto. Aggiustare di sale e
pepe, aggiungere un mestolo di brodo, coprire e cuocere a fuoco medio per un quarto d'ora circa.
Togliere i carciofi dalla padella, tenerli da parte, aggiungere al sugo il prezzemolo, il succo del mezzo
limone rimanente e la buccia prelevata con un pelapatate e tritata finemente, quindi stemperare il pane
grattuggiato. Far cuocere finché il composto non si è addensato, quindi far raffreddare per qualche
minuto.
Fuori dal fuoco aggiungere i tuorli d'uovo e amalgamarli al composto, diluire col brodo restante, rimettere
al fuoco e mescolare bene, quindi rimettere i carciofi in padella e mescolare finché non sono
completamente ricoperti di salsa e ben caldi.
Servire come contorno a un piatto di carne (io ho preparato della salsiccia di puledro ai ferri).

CAVOLO NERO CON LE FETTE

Ingredienti
2 Cavoli neri
2 fette di pane toscano raffermo
Aglio e olio

dal blog “Sfizi e Pasticci”

24

Procedimento
Per fare questo piatto serve solo il cuore del cavolo, si tolgono allora le foglie esterne (che serviranno per un’altra
preparazione) e si lessa in acqua bollente salata, nel frattempo tagliare il pane a fette, circa una o due a testa,
abbrustolirle, anche nel tostapane, e strusciarle con l’aglio.
Quando poi il cavolo nero è cotto si scola avendo cura di non buttare l'acqua di cottura. Si prendono poi le fette di
pane, si immergono molto velocemente nell'acqua del cavolo e si mettono nei piatti.
Si sala leggermente il pane e si condisce con un filo di buon olio extravergine, ci aggiungiamo il cavolo ben
sgrondato e ancora un po’ d’olio sopra , ci andrebbe anche del pepe macinato al momento, ma a me non piace.

CIOTOLINE DI PANE

dal blog “La cucina di Silvy”

25

Arriva l’estate e con essa anche l’occasione migliore per realizzare pietanze leggere, fresche ed appetitose. Quello che ho preparato va bene per il
pranzo, la cena, oppure anche nel contesto di un buffet, festini e quant’altro, variando gli ingredienti, ad esempio: le varie insalate di pasta, di riso, di
mare, verdure, etc.. Io ho fatto un primo, a base gnocchi di pane con carciofi ed un secondo, di pomodorini ad insalata con f ormaggio feta. Le quantità
sono soggettive, a seconda del numero di commensali. Per la procedura trovate tutti gli spunti all’interno del blog, sia per quanto riguarda gli gnocchi di
pane che per trifolare i carciofi; quanto ai pomodorini ritengo che ognuno li prepara a proprio gusto. Il guscio, quale contenitore, sono delle
semplicissime fette di pane in cassetta, (se sono vecchie non buttatele, perché il pane non si butta, fatele rinvenire un pò spruzzandol e con dell'acqua)
assottigliate col matterello, messe in forma su stampini e poi passate in forno 180° fino a tostatura.

COCOTTINE DI PANE CASERECCIO

dal blog “Sapore di vaniglia”

26

Ingredienti a persona:

Preparazione:

2 fette di pane casareccio raffermo,
2 fette di capocollo ( o qualsiasi altro salume),
1 fetta di scamorza (provola o mozzarella),
pepe,
sale,
circa 1 bicchiere di latte.

Prendiamo una cocottina di coccio ed appoggiamo nel suo interno 2 fette di pane raffermo,mi raccomando
che sia quello casareccio con una bella crosta esterna. Versiamo sopra le fette di pane il latte e aspettiamo
che s'impregni e si ammorbidisca. Spolveriamo con del sale e del pepe. Appoggiamo una bella fetta di
scamorza, meglio se avete della provola o della mozzarella, risuterà più gustoso e con una filatura maggiore.
Ultimiamo con due fette di salumi, io avevo il capocollo ma ciò non toglie che potete usarne un altro a vostro
piacimento. Inforniamo 10 minuti a 180°/ 200°, servite caldissimo.

COTOLETTE A MODO MIO

Ingredienti per 6 cotolette
6 fette di petto di pollo
1 uovo grande
q.b. pane secco grattugiato
50 gr circa di parmigiano reggiano grattugiato
trito di erbe aromatiche: prezzemolo, timo, salvia,
menta
la buccia grattugiata di 1 limone non trattato
noce moscata
sale
olio di semi di arachide

dal blog “Oggi pane e salame, domani..”

27

Procedimento
Battere con il batticarne le fette di petto di pollo per pareggiarne lo spessore.
Miscelare in un piatto il pane secco grattugiato con il parmigiano reggiano, il trito di erbe aromatiche, una
grattata di noce moscata e la buccia grattugiata del limone (solo la parte gialla) = composto
In una ciotola mescolare l’uovo (non troppo, giusto il tempo di amalgamare l’albume al tuorlo) e inzuppare
una fettina di carne alla volta che andrà passata velocemente nel composto da entrambe le parti e adagiata
su un piatto pulito.
Scaldare abbondante olio in una padella dai bordi alti e non appena raggiunge la temperatura ideale di
cottura (io immergo il retro di un cucchiaio di legno e se si formano delle bollicine intorno l’olio è pronto)
immergere le cotolette girandole dall’altro lato non appena si dorano.
Scolare su carta assorbente, salare e gustare, se piace irrorare con succo di limone.

CROCCHETTE DI PANE

dal blog “La terra dei violini”

28

Mettete 300 g circa di pane raffermo, a bagno nel latte tiepido finché si saranno imbevute bene.
Strizzatele poi bene e passatele nel tritatutto. Aggiungete 150 g di grana grattugiato, 1 uovo ed un abbondante battuto di erbe aromatiche (prezzemolo,
timo, basilico, maggiorana, rosmarino, origano...sale,pepe).
Amalgamate il tutto molto bene e formate delle palline;lasciatele in frigorifero e poi passatele in una casseruola dove avret e sciolto un po' di
burro;rigiratele, mettetele nel piatto di portata, spolveratele con pepe e formaggio e servitele calde come riempitivo e non solo.

CROSTONI DI PANE AL FORNO

dal blog “Le ricette di mamma Anatina”

29

Un metodo per riciclare pane raffermo e cio' che langue in frigo..........
Fate abbrustolire le fette di pane,mettele a strati in una teglia imburrata,copritele con cio' che
avete da consumare( prosciutti,formaggi,salumi,latticini secchi e chi piu' ne ha piu' ne metta)
coprite con altre fette di pane e bagnate il tutto con latte,mettete qualche tocchetto di burro e
infornate x 15' a 200° ..............semplici,veloci e gustosi..............provate!!!!!!!

CRUMBLE DI POMODORINI E MANDORLE

Ingredienti
Pomodorini tipo ciliegino
Pangrattato
Farina di Mandorle
Parmigiano grattugiato
Origano
Menta
Sale e bene
Olio extravergine d'oliva "bono"

dal blog “L‟antro dell‟alchimista”

30

Preparazione
Preriscaldare il forno a 190°. Lavare i pomodorini, asciugarli per bene e tagliarli a metà. Sistemarli in
una pirofila ricoperta di carta forno con il lato tagliato verso l'alto. In una terrina commescolare il
pangrattato con la farina di mandorle, il Parmigiano, l'origano, la menta spezzettata, il sale ed un pizzico
di pepe. Impastare con qualche cucchiaiata d'olio sino ad ottenere un impasto che si sbriciola. Disporre
il composto sopra i pomodorini ed infornare per circa 40 minuti. Dopodiché passare al grill per altri 10-15
minuti sino a che la superficie non sarà bella colorata e croccante.

FAGIOLINI CON MOLLICA DI PANE

dal blog “La casa di Betty”

31

Ingredienti:

Procedimento

1 kg di fagiolini freschi,
2-3 spicchi d' aglio,
mollica di pane raffermo (4-5 fette
spesse),
abbondante prezzemolo,
peperoncino a piacere (facoltativo),
olio e.v.o.,
sale.

Pulire i fagiolini e lessarli in abbondate acqua salata, scolarli al dente.
Mettere nel mixer la mollica di pane e ridurla in briciole quanto più piccole pissibile (si può usare anche il pane
grattugiato se andate di fretta).
Nel frattempo in una padella scaldare qualche cucchiaio d'olio e.v.o. e farvi risolare l'aglio e qualche
peperoncino, unire i fagiolini e lasciarli rosolare per una decina di minuti.
In un'altra padella scaldare ancore qualche cucchiaio d'olio con altro aglio e unire il pane lasciando tostare per
bene.
Unire tutti e due gli ingedienti in una sola padella, lasciar insaporire insieme e trasferire il tutto in un piatto da
portata.
Spolverizzare con abbondante prezzemolo fresco tritato e servire caldi.

FINOCCHI CON FORMAGGIO E MOLLICA

dal blog “La casa di Betty”

32

Ingredienti

Procedimento

4 finocchi
3 o 4 fette di pane raffermo
1 aglio
formaggio fresco tipo caciotta
sale
olio
qualche cucchiaio di pecorino grattugiato

Pulire i finocchi della parte esterna, lavarli per bene in acqua fredda e tagliarli a spicchi.
Mettere una pentola sul fuoco con acqua salata a bollire e quando è pronta tuffare i finocchi e lasciarli
cuocere fino a che, infilandoli con una forchetta, non risultino teneri.
Scolarli e preparare il pane.
Dalle fette di pane ricavare solo la mollica e passarla al mixer per sbriciolarla per bene.
In una padella antiaderente mettere qualche cucchiaio di olio e l'aglio sminuzzato finissimo e lasciar
scaldare.
Appena comincia a sfrigolare tuffare la mollica di pane e far rosolare
girando spesso per non farla bruciare. Quando comincia a diventare bruna è pronta.
Tagliare il formaggio...

FRITTATA DI PANE AL FORNO

Ingredienti
Pane raffermo tagliato a rondelle o a fettine,
3 uova,
un bicchiere e mezzo di latte,
sale,
pepe,
noce moscata,
basilico tritato,
prezzemolo tritato,
pangrattato,
olio extravergine d'oliva,
grana grattugiato.

dal blog “Ricette facili”

33

Procedimento
(Potete aggiungere anche qualche pezzetto di prosciutto o di formaggio a dadini o qualsiasi altro salume
avanzato in frigo!!!)
Sbattete le uova, aggiungete il sale, il pepe, la noca moscata, il trito di prezzemolo e basilico, il latte.
Amalgamate per bene. Ungete con un pò di olio extravergine d'oliva una teglia da forno rotonda,
possibilmente antiaderente, e spolverate del pangrattato facendolo aderire bene, anche alle pareti.
Bagnate le fette di pane nel composto di uova e disponete, sistemandole, man mano nella teglia. Versate
infine il composto sul pane e spolverizzate di grana, infornate a temperatura moderata (180 gradi circa)
per il tempo necessario alla cottura.
Sentirete il profumino delizioso!!! Gustare il piatto caldo.

FRITTELLE DI MELANZANE

Ingredienti:
4 melanzane
2 uova
caciocavallo
menta fresca
1 spicchio d’aglio
pane raffermo
buccia di 1/2 limone grattugiata
olio d’arachidi

dal blog “La ginestra e il mare”

34

Procedimento
procuratevi almeno 3 o 4 melanzane io per le polpettine preferisco quelle violacee perché sono più dolci
le sbollentate in acqua salata dopo averle tagliate a cubettoni, non appena sono cotte ma non pappetta
(mi raccomando) le scolate versandole dentro una scolapasta dove avrete prima riposto il pane raffermo
tagliato a pezzettoni (io ho usato 4 panini bianchi belli grandi per 6 melanzane) il pane servirà ad
asciugare l’umidità delle melanzane, nonchè a conferire una morbidezza deliziosa alla polpettina, trito poi
il formaggio stagionato con la buccia del limone e lo spicchio d’aglio, taglio grossolanamente un ciuffetto
di menta e aggiungo questo trito e un uovo all’impasto di pane e melanzane , controllo, e se l’impasto lo
richiede aggiungo il secondo uovo, dipende tutto da quanto è asciutto il composto a me non piace che
sappia troppo d’uovo. A questo punto prendo due cucchiai da tavola e li uso per dare la forma alle
polpettine che andrò a friggere in olio d’arachidi bollente. Vi assicuro che il sapore sarà fresco, estivo,
piacevolissimo e delicato.

FUNGHI RIPIENI

dal blog “Colore in cucina”

Ingredienti:

Procedimento:

4 funghi grandi
1 uovo
1 pomodoro piccolo
1 fetta di pane raffermo senza crosta
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
sale e pepe q.b.
3 cucchiai di olio Evo
1 cucchiaio di pane grattugiato

Pulire i funghi senza bagnarli. Tagliare i gambi e tagliarli a pezzetti.

35

Per il ripieno sbattere l'uovo ed aggiungerlo ai gambi dei funghi. Pelare il pomodoro e tagliarlo a cubetti.
Aggiungere ai cubetti di pomodoro il pane spezzettato, il parmigiano, l'aglio tritato finemente, il
prezzemolo, pepe, sale ed un cucchiaino d'olio Evo.
Mischiare bene il tutto e riempire i funghi.
Disporli in una teglia imburrata.
Cospargerli di pane grattugiato e dell'olio rimanente.
Cuocere per 20 min nel forno preriscaldato a 200°, finchè non saranno ben dorati in superficie.

GARBAZONS CON ESPINACAS

Ingredienti
400g di ceci lessati
500 g di spinaci
75 g di pane raffermo senza crosta a cubetti
olio e.v.o.
2 spicchi d'aglio a fettine sottili
1 cuc.no scarso di semi di cumino
2 bei pizzichi di origano
1/2 peperoncino fresco
2 cuc.ni di aceto di vino buono
1 pizzico di zafferano
paprika dolce
sale, pepe
Fette di pane da abbrustolire

dal blog “Lievito e Spine”

36

Procedimento
In una padella cuocete in un goccio d'olio gli spinaci e scolateli non appena si ammorbidiscono. Teneteli
da parte e nella stessa padella rosolate il pane raffermo a cubetti con un altro po' d'olio. Una volta ben
abbrustolito aggiungete l'aglio a fettine, il peperoncino, l'origano e i semi di cumino e cuocete un paio di
minuti fino a che l'aglio sarà dorato. A questo punto trasferite il pane e gli odori in un frullatore e riduceteli
a purea con l'aiuto di un paio di cucchiaini di aceto. Rimettete il composto nella padella e unite i ceci
scolati e lo zafferano ammollato in acqua calda.Insaporite bene, salate, pepate ed infine unite gli spinaci
tenuti da parte. Cuocete finchè tutto sarà caldo e completate con della paprika dolce e dei dadini di pane
fritto o abbrustolito.

GAZPACHO DI MARINA

Ingredienti:
due etti circa di pane raffermo
una dozzina di pomodori
mezzo peperone rosso
un peperoncino verde dolce
una cipolla di Tropea di grandezza
media
uno spicchio d'aglio senza il germoglio
interno
un cucchiaio d'aceto
un cucchiaio d'olio
una presa di sale

dal blog “La chiamavano Jessie Ricetta”

37

Preparazione:
per prima cosa, mettete il pane a mollo in una scodella con acqua e il cucchiaio d'aceto, e lasciatelo a bagno finché
non diventa morbido.
Spellate e levate i semi ai pomodori, tagliateli e metteteli in una scodella capace. Pulite il peperone rosso e quello
verde da semi e filamenti, tagliateli a dadini e mettete anche loro nella scodella. Aggiungete quindi l'aglio in
pezzettini e la cipolla tritata.
Con il frullatore a immersione riducete quindi il tutto in crema. Se non lo avete impiegate il frullatore normale, ma
borbotterete parecchio al momento di pulirlo: questo non tanto a causa delle verdure, ma del passo successivo,
ovvero l'aggiunta del pane.
Dopo averlo ben strizzato, il pane va aggiunto al frullato e il tutto va lungamente lavorato con il frullatore a
immersione finché non è diventato una bella crema liscia e compatta.
A questo punto mettete il gazpacho in frigo, lasciatecelo per un paio d'ore, e tiratelo fuori al momento di andare a
tavola.
Se volete decoratelo con fettine di cetriolo (io ne avevo uno alquanto malconcio, ma ha retto la prova) oppure con
qualche listerella di peperone rosso.

GNOCCHETTI DI PANE CON PREZZEMOLO E ERBA CIPOLLINA
blog “La tana della volpe”

Ingredienti (per 2)
3- 4 panini raffermi di media grandezza
2-3 cucchiai abbondanti di farina 00
3 cucchiai abbondanti di Grana
1 uovo
1 pizzico di sale
3-4 cucchiai di latte
noce moscata
erba cipollina
prezzemolo

38

Procedimento
in una terrina a sponde alte (tipo insalatiera) grattugio 4 panini raffermi (di dimensioni medio-grandi),
aggiungo 3 cucchiai grandi di Grana e 2 di farina; unisco un uovo ,ben sbattuto precedentemente con
una presa di sale e bagno con latte a temperatura ambiente.
Con le mani amalgamo l’impasto, non deve essere né troppo secco (se così fosse aggiungo latte), né
troppo liquido (in quel caso aggiungo farina).
Metto in frigo a solidificare per dieci minuti/ un quarto d’ora.
Tolto dal frigo, impasto bene con le mani, formando una palla e spolverando bene di noce moscata,
continuando ad impastare aggiungere prezzemolo ed erba cipollina.
Quando il composto è abbastanza solido da non sbriciolarsi, formo dei rotolini,li ripongo su un piano
infarinato e li taglio a cilindretti di circa 2 cm, come si fa con gli gnocchi. I gnocchetti si conservano in
frigo, per la cottura bastano un paio di minuti.
Si servono con abbondante burro fuso (preferibilmente di buona qualità!) e a piacimento un pizzico di
noce moscata o pepe

dal

GNOCCHETTI DI PANE VERDI

Ingredienti
4 cubetti di spinaci surgelati
100 g di pane raffermo
latte q.b.
burro
1 uovo
sale, pepe
grana grattuggiato
timo o salvia
farina q.b.
pan grattato q.b.

dal blog “Le ricette dei Bubu”

39

Procedimento
Tagliare a dadini il pane raffermo, disporlo in una ciotola. Coprirlo di latte caldo e lasciarlo ammorbidire per un'oretta
circa. Nel frattempo cuocere gli spinaci surgelati immergendoli in poca acqua calda bollente salata. Farli cuocere per
circa 10 minuti dalla ripresa del bollore. Scolarli, strizzarli per bene e farli raffreddare.
Strizzare a sua volta il pane e passarlo al mixer assieme agli spinaci, salare e pepare. Quando il composto sarà ben
omogeneo, versarlo in una terrina ed amalgamare l'uovo sbattuto precedentemente. Aggiungere l'uovo un po' per
volta in modo tale che il composto risulti ben amalgamato ma non troppo liquido. Aggiungere un po' di pan grattato
se dovesse risultare troppo bagnato. Con questo composto formare dei filoncini del diametro di circa 1 cm e ½
aiutandosi con la farina e tagliare con un coltello affilato ottenendo tanti piccoli gnocchetti. Lessare gli gnocchi in
acqua bollente salata, scolandoli con la schiumarola quando affiorano a galla.
Far sciogliere su una padella il burro con ½ spicchio d'aglio e qualche foglia di salvia o timo e far saltare
delicatamente gli gnocchi appena scolati .Spolverizzare a piacere con il grana grattuggiato.
Una variante più colorata consiste nel condire gli gnocchi con 6-8 pomodorini ciliegino tagliati in 4 spicchi e saltati in
padella con poco olio extra vergine d'oliva, ½ spicchio d'aglio e aggiustati di sale e pepe. Io l'ho provata il giorno
seguente con gli gnocchi che avevamo avanzato, quasi mi son piaciuti di più e sicuramente risultano un po' più
leggeri!

GNOCCHI DI PANE CON BROCCOLO E FONDUTA

Ingredienti ( per 4 persone )
250 gr di pane bianco raffermo o fresco
250 ml di latte
250 gr di farina 00
un tuorlo
25 gr di parmigiano reggiano
120 gr di pecorino romano
un broccolo media grandezza
100 ml di panna fresca
sale, pepe bianco
olio extravergine d'oliva

40

dal blog “Pane & Miele”

Procedimento
1. Mondate il broccolo eliminando i gambi più duri, sciaquatelo e fatelo cuocere per circa 15 minuti in
acqua bollente e legermente salata. Scolatelo e passatelo nella schiacciapatate oppure nel mixer. Unite i
20 gr di pecorino romano e lasciatelo a parte.
2. Ammollate la mollica del pane nel latte ( se pane raffermo mettelo ammollare prima ), strizzatela e
impastatela con la farina, il tuorlo, parmigiano, sale, pepe, fino ad avere un composto ascuitto come per
la pasta. Sciogliete in un pentolino il pecorino con la panna per la fonduta.
3. Stendete la pasta, ricavate dei quadrati di 6-7 cm e farciteli con la crema di broccolo; sollevate gli
angoli e sigillateli a fagottino.
4. Lessate gli gnocchi. Disponete su ogni piatto un pò di fonduta, un porzione di gnocchi e alla fine
condite con un filo di olio

GNOCCHI DI PANE CON BURRO FUSO E SALVIA

Ingredienti per 4 persone:
4 panini raffermi
700 ml di latte circa
2 cucchiai abbondanti di farina
1 uovo
1 cucchiaio di grana
2 pizzichi di sale
50 gr di speck
1 grattata di noce moscata
pangrattato q.b. per rendere l’impasto della
giusta consistenza
Condimento:
3 cucchiai di formaggio gratt.
50 gr di burro
5 foglie di salvia

41

dal blog “ Il criceto goloso”

Procedimento
mettere a bagno i panini nel latte per un’oretta. Strizzare i panini e passarli al setaccio (io li ho frullati con
il frullatore ad immersione). Incorporare l’uovo, il sale, lo speck tritato finemente, la farina e la noce
moscata e mescolare bene. Se l’impasto risultasse ancora molto liquido aggiungere q.b. di pangrattato
per rendere l’impasto un po’ più solido. Cospargere di farina un piano di lavoro, prelevare un cucchiaio di
impasto per volta e fare dei “serpentini”. Tagliarli a tocchetti avendo l’accortezza di infarinarli bene,
altrimenti si attaccherebbero tra loro. Cuocerli per pochi minuti ( 3 – 4 min.) in acqua salata. Nel frattempo
sciogliere il burro in una pentola, far cuocere per 1 minuto le foglie di salvia tritate, versarvi gli gnocchi
dopo averli scolati, cospargere con formaggio grattugiato e servire.

GNOCCHI DI PANE CON TOMA E SPINACI

Ingredienti ( per 6/8 persone ):
500 g di pane raffermo
400 g di spinaci
400 g di toma
1 cipolla
Latte q.b.
2 spicchi d'aglio
200 g di farina 00
Parmigiano q.b.
Pepe bianco q.b.
Noce moscata q.b.
Olio extra vergine d'oliva
foglie di salvia q.b.
1 pomodoro
Burro q.b.

dal blog “Timo e Maggiorana”

42

Procedimento
Tritare il pane raffermo e farlo ammollare nel latte, questa operazione sarebbe da fare almeno 2 ore
prima della preparazione per far in modo che il pane si inzuppi bene. Pulire gli spinaci e spezzettarli.
Tritare la cipolla e farla stufare in una padella con un po' d'olio, aggiungere i 2 spicchi d'aglio tritati, gli
spinaci aggiustare di sale e portare a cottura. Impastare il pane ammollito con la farina, aggiungere un
po' di parmigiano, il pepe bianco, un pizzico di noce moscata ed incorporare gli spinaci, aggiungere la
toma tagliata a cubetti e salare. ( Se prepariamo gli gnocchi il giorno prima, gli spinaci devono essere
incorporati solo quando saranno diventati freddi ). Preparare gli gnocchi formando delle palline della
grandezza di un'albicocca, sistemarli su una teglia infarinata e metterli a riposare in frigo. Lavare il
pomodoro, pelarlo, togliergli i semi, salarlo e frullarlo con un filo d'olio. Far bollire abbondante acqua
salata in una capiente pentola. Far imbiondire il burro in un pentolino con la salvia. Quando l'acqua arriva
in ebollizione buttarci gli gnocchi che cuoceranno in un paio di minuti, venendo a galla. Mettere nel piatto
un po' di salsa di pomodoro, posizionare gli gnocchi, spolverarli di parmigiano e condirli con il burro e
salvia.

GNOCCHI DI PANE DI SILVY

Ingredienti x 4 persone:
300 gr di pane raffermo,
2 uova,
3 cucchiai di farina, q.b.
latte e sale.

dal blog “La cucina di Silvy”

43

Procedimento: spezzettate il pane o tagliatelo a tocchetti e mettetelo in una ciotola a bagno con il latte
caldo per un paio d’ore; dopo lavoratelo con una forchetta fino ad ottenere un composto liscio; strizzatelo
e mettetelo in una ciotola, aggiungete la farina, impastate fino a far assorbire tutta la farina; sbattete le
uova e un pizzico di sale con una forchetta, mescolate bene, formate degli gnocchi grossi quanto una
noce (per velocizzare l'esecuzione ho usato una sacca da pasticceria, tagliando con un coltello man
mano che uscivano e facendoli cadere nella pentola con l'acqua salata in ebollizione); cuoceteli in
abbondante acqua salata, appena sono a galla sono pronti; scolateli e conditeli con burro fuso o salsa di
pomodoro e parmigiano.
Note: per fare gli gnocchi quanto una noce, aiutatevi con 2 cucchiaini lavorando l’impasto da uno all’altro
per dargli la forma desiderata. Usate del pane tipo comune vengono molto più saporiti. Ottimo piatto per
far fuori il pane che è rimasto in dispensa.
Ops.....mi sono dimenticata di scrivere che io ho aggiunto anche dei pezzettini di mozzarella!!!!!!

GNOCCHI DI PANE, RICOTTA E SPINACI

Ingredienti per 4 persone:
150 gr di pane integrale raffermo
1 bicchiere di latte circa
250 gr di spinaci appena scottati
1 scalogno
1 uovo
200 gr di ricotta di pecora
2 cucchiai di farina 0
3 cucchiai rasi di parmigiano
grattugiato (o pecorino.)
Noce moscata
Sale

dal blog “La cucina della socia”

44

Procedimento
Tagliate il pane a dadini piccoli, compresa la crosta che non si butta nulla, metteteli in una ciotola termoresistente e
versatevi sopra il latte bollente poco alla volta in modo che il pane si impregni completamente ma non aggiungetene
troppo altrimenti vi troverete una zuppa! Lasciate riposare per almeno mezzora fino a quando il pane non si sarà
ammorbidito. Nel frattempo tritate finemente lo scalogno crudo (se non amate molto il suo sapore pungente, potete farlo
appassire leggermente con un filo d’olio) con gli spinaci ben strizzati. Lavorate il composto di pane e latte in modo da
sbriciolarlo bene (se trovate qualche pezzettino di crosta ancora duro potete tritarlo a parte con la mezzaluna ), unite il trito
di spinaci e scalogno e l’uovo amalgamando con un cucchiaio. Alla fine aggiungete la ricotta, il parmigiano, la farina e una
grattata abbondante di noce moscata, regolate di sale e mescolate tutto finché gli ingredienti non saranno omogenei. Il
composto che otterrete dovrebbe risultare morbido ma lavorabile, nel caso fosse troppo molliccio aggiungete ancora un
pochino di farina (dipende dall’umidità della ricotta e da quanto avete bagnato il pane). Coprite con una pellicola e lasciate
riposare in frigorifero almeno un paio d’ore, meglio se tutta la notte.
Prelevate il composto con un cucchiaio e con le mani infarinate formate tante palline grandi come noci. Infarinatele un
pochino e tuffatele delicatamente (io ho usato un cucchiaio) in acqua bollente salata. Lasciatele bollire per 2 -3 minuti dal
momento in cui vengono a galla, scolatele bene con una schiumarola e servite con il condimento che preferite. La morte
loro sarebbe con burro fuso e salvia ma io ho preferito scaldare a fuoco bassissimo qualche cucchiaio d’olio con 2 spicchi
d’aglio e una cucchiaiata di savia tritata. Ho versato l’olio caldo (salvia compresa) sui gnocchi appena scolati e ho
cosparso con poco parmigiano.

GNOCCHI ERBETTE, RICOTTA E PANE

Ingredienti per porzione
100 gr ricotta vaccina
100 gr erbette
50 gr pane secco grattato grossolanamente
sale
pepe
noce moscata

dal blog “Easy to eat”

45

Procedimento
Sbollentate velocemente le erbette e sminuzzatele il più possibile. Forse voi, più accessoriati, o anche solo
con coltelli affilati, riuscirete a fare pezzetti più piccoli, le mie erbette hanno tentato di tutto per vanificare la
mia creazione...
Unire quindi alle erbette la ricotta, sale, pepe e noce moscata mescolando bene. Per compattare il tutto
aggiungere infine il pane grattuggiato, il composto risulterà bello solido. A questo punto basterà sporcarsi un
pò le mani facendone delle palline, ma si può anche optare per la classica forma a gnocco. Bollire in acqua
salata e condire con burro.
Più semplice di così!

GNOCHI DE PAN FRIULANI

Ingredienti
400 g di pane raffermo,
2 uova,
250 g di farina,
80 g di parmigiano grattuggiato,
150 g di speck tagliato a dadini,
sale,
pepe,
pangrattato,
1 l di latte.

dal blog “La cucina di Ombraluce”

46

Procedimento
Preparate dal giorno prima il pane tagliato in pezzi e bagnato col latte.
Sbattere le uova incorporando il sale e il pepe, quindi amalgamarle col pane molto ben strizzato, quindi
aggiungere il parmigiano, la farina e lo speck. Lavorare l'impasto finché non è omogeneo, aggiungendo un
po' di pangrattato se fosse troppo umido, gli gnocchi devono poter essere formati agevolmente.
Formare delle palle del diametro di 5/6 cm, infarinarle e disporle su un piano infarinato.
Gettarli nell'acqua bollente e scolarli quando vengono a galla, quindi condirli con il sugo desiderato.
Io li ho conditi con il gulash, spezzatino di origine austriaca, da non confondere con la gulashsuppe, che è
ungherese

INVOLTINI DI SCAROLA

Ingredienti (per 10 involtini)
mollica di pane raffermo
150 gr circa di fagioli (io ho usato quelli rossi
messicani)
8-10 cucchiai di parmigiano
un fetta di formaggio tipo provola o caciotta
aglio, olio, sale

dal blog “Nastro di raso”

47

Procedimento
Innanzitutto lavate benissimo le foglie di scarola e mettetele da parte.
In una ciotola, sbriciolate la mollica di pane raffermo inumidita e strizzata, aggiungete l’uovo, il parmigiano e
il formaggio tagliato a pezzetti piccoli. Infine unite i fagioli e amalgamate bene il tutto.
Le dosi naturalmente sono del tutto personalizzabili, in base ai vostri gusti.
Stendete sul piano di lavoro le foglie di scarola e mettete al centro di una foglia il ripieno, senza esagerare
perchè altrimenti in cottura potrebbe uscire fuori dagli involtini.
A quel punto avvolgete la foglia tipo cannellone per intenderci e avvolgetene un’altra nel senso opposto,
coprendo quindi i due lati che prima restavano scoperti.
Per farvi capire ho fatto questo disegnino non ridete troppo… Le due foglie verdi rappresenterebbero la
scarola e quell’affare giallo in centro il ripieno…
Ora viene la parte difficile (almeno per me): legare gli involtini con lo spago! I miei facevano un po’ ridere,
ma l’effetto finale andava bene lo stesso. Cercate quindi di sigillare bene il tutto e realizzate gli altri involtini.
In una padella che possa contenere tutto, soffriggete uno spicchio d’aglio in olio extravergine d’oliva e poi
aggiungete tutta la verdura ripiena, facendo cuocere a fiamma non troppo alta e aggiungendo un pochino
d’acqua se e quando serve. Regolate di sale e girate di tanto in tanto gli involtini per cuocere bene entrambi
i lati. Quando la verdura è cotta e tastando gli involtini sentite il ripieno ben sodo, è pronto. Io ci ho messo
circa mezz’ora per cuocere tutto

INVOLTINI DI VERDURE

Ingredienti per due persone:
un bel peperone rosso
una bella melanzana non troppo
polposa
un paio di pomodori San Marzano
maturi e compatti
un etto circa di mollica di pane
raffermo ma non troppo
olio per condire
capperi (rigorosamente sotto sale)
uno spicchio d'aglio
qualche fogliolina di basilico
idem dicasi di prezzemolo

dal blog “La chiamavano Jessie Ricetta”

48

Preparazione:
vi conviene iniziare dal peperone, che è la parte più seccante. Lavatelo bene, togliete il picciolo e quindi arrostitelo con il
classico sistema, ovvero sulla fiamma del gas. Per farlo, posizionatelo su fuoco minimo con apposito spargifiamma e
rigiratelo man mano impiegando una forchetta per evitare di arrostire le manine. Quando la buccia si è ben bruciacchiata,
infilzate il peperone con la succitata forchetta, mettetelo in un sacchetto di carta e strofinate bene ma senza eccessi: la pelle
si staccherà facilmente, ed eviterete di rendere la vostra cucina in tutto simile a una miniera della Ruhr. Una volta che avete
eliminato la buccia apritelo per il senso della lunghezza, eliminate semini e filamenti (una bella passata sotto l'acqua corrente
aiuterà) e tagliatelo a strisce di discreta grandezza.
Passate quindi a occuparvi della melanzana, che va lavata, privata del picciolo e tagliata a fette spesse sui tre millimetri.
Prendete una bella padella antiaderente e arrostite via via le fette seguendo il procedimento illustrato per l'insalata di
melanzane, quindi lasciate riposare.
I pomodori sono la parte più semplice: vanno infatti tagliati a metà per il lungo e privati dei semi.
A questo punto dedicatevi al ripieno. Se la mollica è duretta e poco malleabile, passatela velocemente sotto l'acqua corrente
e strizzatela ben bene, altrimenti impiegatela così com'è. Mettetela in una scodella, aggiungete quindi i capperi dopo averli
lavati per togliere il sale in eccesso, lo spicchio d'aglio privato del germoglio e tritato (io uso sempre la comune grattugia da
cucina, con ottimi risultati), le foglie di prezzemolo e basilico pure esse tritate e un filo d'olio. Mescolate il tutto impiegando il
cucchiaio di legno, o meglio ancora le mani. E' arrivato il momento di fare gli involtini: distendete per benino le fette di
peperoni e melanzane, mettete un cucchiaio di ripieno verso la base della striscia e quindi arrotolate. I pomodori non vanno
ovviamente arrotolati: vi basterà farcirli con il citato cucchiaio di ripieno e decorarli con qualche capperetto sulla superficie.

49

Accendete poi il forno a 200°, prendete una pirofila delle giuste dimensioni e rivestitela di carta da forno. Sul fondo mettete gli
involtini e i pomodori in modo che siano ben vicini gli uni agli altri. Irrorate con un filo d'olio (un filo, non di più) e metteteli nel
forno. Quindi fuggite dalla cucina dopo aver preso una bottiglia di acqua fresca dal frigo, e tornateci dopo un quarto d'ora per
chiudere il gas.
Attendete quindi con tutta calma che il forno si raffreddi, togliete la pirofila e portatela direttamente in tavola se i commensali
non sono chi-chi, altrimenti disponete artisticamente le verdure nel piatto di portata, fosse mai che doveste turbare il loro
senso estetico.
Poi sedetevi al vostro posto e gustatevi in santa pace i vostri involtini. E gustatevi pure la scena dei commensali chi-chi che,
dopo il primo boccone, si avventano sul piatto di portata con la gagliardìa di un gruppo di camalli genovesi (e non mancate di
farglielo notare a fine pasto: vi gusterete alla grande anche il dessert).


Documenti correlati


Documento PDF 40152283 il pane secco non si butta
Documento PDF come raccogliere conservare le erbe aromatiche di riccarda pisano
Documento PDF untitled pdf document
Documento PDF riciclabolario lunigiana 2016 sito
Documento PDF ricette di altri tempi la cucina povera
Documento PDF dizionario dei rifiuti reggio calabria 2017


Parole chiave correlate