File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Assistenza Contattaci



La.Stampa.14.05.2014.pdf


Anteprima del file PDF la-stampa-14-05-2014.pdf

Pagina 12380

Anteprima testo


* Oggi in edicola con La Stampa *

1

2

LA
LA STAMPA
STAMPA
QUOTIDIANO FONDATO NEL 1867
MERCOLEDÌ 14 MAGGIO 2014 1 ANNO 148 N. 132 1 1,30 € IN ITALIA (PREZZI PROMOZIONALI ED ESTERO IN ULTIMA) SPEDIZIONE ABB. POSTALE - D.L. 353/03 (CONV. IN L. 27/02/04) ART. 1 COMMA 1, DCB - TO www.lastampa.it

Scontro e chiarimento col commissario Ue

Via libera alla riforma del terzo settore

Alfano all’Europa:
“Fermiamo i barconi
dei profughi in Africa”

Arriva il servizio
civile universale
per centomila giovani

La Mattina, Zancan e Zatterin
ALLE PAG. 12 E 13 E UN INTERVENTO
DI Martin Schulz A PAG. 29

Ricostruzione del 2011

Il leader M5S: la magistratura blocchi i lavori. Scelto il sostituto di Paris. Maltauro: mazzette, versato un milione

Dopo Geithner
torna il caso
sulla caduta
di Berlusconi

Expo, nuova lite in Procura
Ci sono altri appalti truccati

Nessuna marcia indietro, l’ex segretario del Tesoro
Usa, Geithner conferma tutto quello che ha scritto. E
Berlusconi attacca: ecco le
prove del golpe contro di me.

Bruti Liberati: Robledo intralciò l’indagine. Renzi: noi più forti dei ladri

1

Feltri e Magri ALLE PAG. 6 E 7

A POCHI
GIORNI
DAL CRACK

IL CASO

Il Tesoro denuncia
tre suoi funzionari
Avrebbero trasmesso
varie bozze del Def
Alessandro Barbera A PAGINA 26

Nell’inchiesta milanese
sull’Expo spuntano altri appalti truccati. Intanto scoppia una
nuova lite in Procura con il capo dei pm, Bruti Liberati, che
accusa il suo collega Robledo
di aver intralciato l’indagine.
Grillo invita la magistratura a
bloccare i lavori mentre Renzi,
ieri a Milano, afferma: noi più
forti dei ladri. DA PAG. 2 A PAG. 4

M

atteo Renzi e Beppe
Grillo, i due pretendenti alla vittoria, si

Con Modi
una chance
per i marò
ROBERTO TOSCANO

A

sono sfidati a duello ieri in casa
di Berlusconi, cioè di colui che,
il 25 maggio, è dato per terzo
classificato.
CONTINUA A PAGINA 3

CONTINUA A PAGINA 29

PREMIER-GRILLO, IL DUELLO
INTORNO AI VOTI DI BERLUSCONI
MILANO

IL VOTO IN INDIA

nche se per ora sono
solo disponibili gli exit
poll, non sembrano esservi dubbi: il Bjp e il suo leader Narendra Modi hanno
prevalso, anzi trionfato, nelle
elezioni parlamentari recentemente conclusesi in India,
tanto che probabilmente non
sarà nemmeno necessaria la
ricerca di una più ampia coalizione governativa al di là della
National Democratic Alliance
presentatasi alle elezioni.

1

MICHELE BRAMBILLA

Baroni e Giovannini A PAGINA 11

STEFANO LEPRI

M

a quale sovranità lesa? Una unione monetaria rende interdipendenti. Già i guai di uno
Stato piccolo come la Grecia
avevano recato gravi danni a
tutti gli altri. L’Italia era forse troppo grande per poter
essere salvata, in quell’estate-autunno del 2011. Minacciava di trascinare nel baratro tutta la cordata. Per questo era vitale che cambiasse
strada.
La nostra economia è tre
volte più grande rispetto a Irlanda, Grecia e Portogallo
messi assieme. Lo stesso Silvio Berlusconi alla fine si persuase che un cambio di guida

ESPLOSIONE A 600 METRI DI PROFONDITÀ. CORSA CONTRO IL TEMPO PER SALVARE GLI OPERAI BLOCCATI

INTERNET

Turchia, crolla una miniera: 150 morti

Dirittoall’oblio:
unconfinesottile
conlacensura
GIANNI RIOTTA

L

a decisione della Corte Europea contro il
motore di ricerca Google, in favore del «diritto
all’oblio», non è ancora censura al web, né «attacco al
diritto di parola», come depreca via twitter Jeff Jarvis, docente a New York
University.

CONTINUA A PAGINA 29

La Casa Bianca
Per alcuni consiglieri
l’alleato era «radioattivo»

CONTINUA A PAGINA 28

AMBIENTE

Paolo Mastrolilli
A PAGINA 7

Bandiere blu
Liguria record

L’economista Gros
«I mercati non credevano più
all’Italia: rischiavate di fallire»

Primato di spiagge pulite
Quest’anno sono 269

Tonia Mastrobuoni
A PAGINA 6

IHA/AP

I minatori di Soma che sono riusciti a risalire in superficie dopo l’esplosione sotterranea

Buongiorno
MASSIMO GRAMELLINI

I martiri del Colosseo

1 Qualche buontempone a caccia di pubblicità ha pensato

9 771122 176003

40514

Marta Ottaviani A PAGINA 15

bene di aprire al pubblico i principali musei e monumenti
europei per una notte. La folle iniziativa che sabato prossimo consentirà a interi gruppi familiari di avvicinarsi in un
contesto anomalo a luoghi altamente pericolosi non ha
quasi incontrato resistenze. Le maestranze costrette agli
straordinari l’hanno accolta con rassegnazione e talora con
quel sottile piacere che procura l’amore per il proprio lavoro. In un quadro tanto cupo si staglia la ribellione di uno
sparuto manipolo di eroi: i custodi del Colosseo.
Non si può dire che le autorità non abbiano tentato di
blandirli con qualunque mezzo, anche il più spregevole.
Qualche sfruttatore è arrivato a mettere in giro la voce che
il lavoro notturno sia alquanto diffuso nei mestieri che han-

no a che fare con il tempo libero. Ma le battaglie di principio
vanno combattute senza cedimenti e così il Colosseo resterà chiuso. I suoi custodi sono anch’essi dei monumenti da
conservare (il più giovane ha 58 anni, il più anziano pare
risalga ai tempi dell’imperatore Commodo) e stanno in piedi sei ore al giorno, circondati da torme di giapponesi. Un
lavoro infame e bene fanno i sindacati a difenderlo dalle mire degli schiavisti pubblici e privati, che se espugnassero
l’Anfiteatro Flavio lo appalterebbero a una cooperativa di
giovani gladiatori disposti a lavorare una notte all’anno,
persino di sabato. Peggio, si spremerebbero le meningi per
trasformare il monumento più famoso del mondo in una
fonte di guadagno che consenta di aumentare gli incassi e,
nello scenario più drammatico, addirittura le paghe.

Alessandra Pieracci A PAGINA 18