File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



tutta la tesi ricorretta.pdf


Anteprima del file PDF tutta-la-tesi-ricorretta.pdf

Pagina 1...3 4 56787

Anteprima testo


1.1. Breve prologo storico.

Per poter comprendere l’arrivo dei Gesuiti in Giappone occorre
riassumere sommariamente le precedenti vicende storiche di questo Paese.
Dopo la fase di forte influenza cinese 1 (VII-XII secolo), che gettò le basi per
una coscienza nazionale, il potere dell’imperatore giapponese va sempre più
scemando a favore dei signori feudali (XIII al XV secolo). Questa
frammentazione del potere politico porterà poi al cosiddetto periodo Sengoku
Jidai (1477 – 1568) durante il quale i vari Daimyō ( 大名 che significa “grande
nome”), una moltitudine di piccoli nobili, gestivano solo nominalmente le terre
per conto dell’imperatore, di fatto, invece, avevano ampie autonomie . A capo
di questi Daimyō c’era lo Shogun, nominato dall’imperatore ed ereditario per la
sola famiglia Minamoto dal 11922. Si hanno cosi due poteri paralleli: quello
civile-religioso costituito dall’imperatore e la sua corte e un potere militare,
ossia lo Shogun e i suoi vassalli. Ed è quest’ultimo potere quello più forte, che
ridusse sempre più il primo a mero simulacro.
Data l’ampia indipendenza dei Daimyo, durante lo Sengoku Jidai (1477-1568)
la crisi di questo sistema politico raggiunse il suo apice, perché i vassalli e i
signorotti locali, non solo si facevano guerra tra di loro ma anche contro il
1

2

R. Caroli e F. Gatti, Storia del Giappone, Roma-Bari, Laterza, 2006
Minamoto no Yoritomo: nel 1192 ricevette il titolo di shōgun e fondò il primo bakufu (il governo militare dello

Shogun) della storia del Giappone, noto come shogunato Kamakura.

5