File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



CASTRUM ARGENTIUM.pdf


Anteprima del file PDF castrum-argentium.pdf

Pagina 1...67 68 69

Anteprima testo


La Terra di Arienzo nella prima metà del XVI seccolo
L‟interessante descrizione della Terra di Arienzo in un documento spagnolo del 1531.
Il feudatario di Arienzo, Pietro Stendardo, si ribellò alla casa Spagna e per questo, tutti i suoi beni
furono requisiti e passarono al fisco spagnolo.
“La Terra di Arienzo in Terra di Lavoro che fu di Pietro Stendardo, venduta alla contessa di
Capaccio.
Questa Terra è a 16 miglia da Napoli e mantiene tutta la giurisdizione; è sita nel piano, in più è
roccaforte, ha buone ed alte muta con un grande fosso, si entra in essa tramite ponti levatoi, le
porte sono turrite, ha molte (altre) torri lungo le mura e, fra l’altro, due grandi e forti, una torre
quadrata sulla porta che sale da napoli; all’interno della terra ha un pozzo quadrato largo due
canne, in pietra lavorata, che attualmente è usato dai soldati; tutt’intorno ha confini di quindici
miglia, è terra di grande passaggio (passo), e imposte, ha molti frutti e tutti di buona qualità;
questa terra ha intorno a sé sette casali così chiamati: San Felice, Cajanello, La Camellara, Capo
di Conca, Piè d’Arienzo, Talanico le Conche.
Il predetto territorio con i suoi casali ha settecento fuochi; ha, inoltre, un palazzo grande entro la
terra, un giardino, una grande cisterna e molti altri accessori per la casa.
La detta terra, poi, ha una starza (vasto podere, fattoria) grande ed arbustata a vite, la quale ha
centodue moggi di terra.
Inoltrte essa ha molte altre starze di buoni terreni di centottantasette moggi.
Ha un grande giardino – murato – contiguo alla terra con altri due possedimenti e due uliveti.”
…(omissis…)”
Fonte
Nino Cortese, Feudi e feudatari napoletani nella prima metà del Cinquecento
In: Archivio Storico per le province Napoletan, Nuova serie, anno XV, Napoli 1929
Archivio General de Simancas (Valladolid-Spagna), Estado, libros 57 e 58, in: Valle di Suessola, maggio
1998 pag.3
Raffaele d‟Ambra, Dizionario Etimologico Napoletano