File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



RG1938 10 14 236 P1 .pdf



Nome del file originale: RG1938_10_14_236_P1.pdf
Titolo: Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia N. 236 del 14 Ottobre 1938 parte prima
Autore: DigitPa

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da Recogniform OCR Server / Recogniform PDF Library, ed è stato inviato su file-pdf.it il 10/07/2014 alle 20:16, dall'indirizzo IP 87.20.x.x. La pagina di download del file è stata vista 1097 volte.
Dimensione del file: 2.9 MB (16 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Conto

corrente con

la posta

Anno 3

GAZZETTA
ROMA
DIREZIOÑE

UFFICIAIR

DEL REGNO

PARTE PRIMA

'

D I T A L IA

Venerdi, 14 ottobre 1938

-

E REDAZIONE PRESSO IL MINISTERO DI CRAZIA E CIUSTIZIA

-

.

.

Per

gli

.

240



.

.

12

.

100

45

100



.

140

.

.

annunzi da inserire nella "Gazzetta

ANNO XVI

-

50-033

-

53-914

ABRONAlWEN'I'O.
Abbonamento appeiale ai soli fascicoli cógenenti i numeri dei titoli obbligazionari sorteggiati per if rimboiso, tuttue L. 45
Fatero L. 100.
Gli abbonati hanno diritto anche ai supplernenti ordinarl.. I supplezaeriti straordinari sono (nori abbonamento,
il prezzo di vendita di ogni puntata 'dillia « Garretta Ufficiale » (Parto I e il complessivamente) 6 fissato in lire 1,35 nel Regno, in lire 3 alrestero.
-

.

31.50
TO

300

-

a,,«oux
masse
Mao I nsstu

UFFICIO PUBBLICAZIONE DELLE LECCI- TELEFONii 50-107

CONDI2;IONI DI
Trim.
Anno
Sem.
L. 108
OG
45

Roma.. sia presso l'Amministrazione che a
domicilio ed in tutto il Regno TParte Ì e 11)
All estero (Paesi dell'Unione postale)
In Roma. kia presso l'AmministYazione che a
49micilio ed in tutto il Regno (solo Parte 1)
AlPestere (Paesi dell'Unione postale)
In

Numero NO

--

.

Ufficiale,, veggansi le norme.i'iportate nella

testata della

parte seconda

Ñesso

La « Gazzetts BlEciale » e tutte le altre pubblicazioni ulBolali sono in vendita al pulphlico.
i negozÏ della Libregia. dello' Stato in Roma.
Via II Sattembre, nel palasso del Ministero delle Filianze: Corso Umberto, 2414 (Angolo Via Ma,rco Minghetti, 23-24); in Milano, Galleria
Vittorio Emanuele, 8; in Napoli, Via Chiaia, 5; in Firenze, Via degli Speziali, 1; e presso le Librerie depositarie di Roma.e di tutti i Capiluoghi
delle provincie del Regno.
Le insorzioni nella Parte II della « Gazzetta UlBoiale » si ricevono : in RO MA
Palazzo del litinistero delle
presso la Libreria dello Stato
Finanze. La sede della Libreria dello Stato in Milano: Galleria Vittorio Emanuele, 8, 6 autorizzsta ad accettare solamente gli avvisi coqsegnati a
mano ed accompagnati dal relativo importo.
-

Avviso di

pubblicazlone

spedizione di fascicoll

e

della Raccolta uinciale delle leggi

e

5 settembre 1938-XVI, ri. 1579.
convenzione stipulata tra l'Ammlul•
il comune di Pesaro per la costruzione,
caserma·scuola allievi uinciali di coon

REGIO DECRETO-LEGGE

Approvazione

decreti

Si rende noto a tutti gli uffiel ammessi alla gratulla distribuzione

<lella,

-

11accolta ufficiale tielle leggi e del decreti del Regno tanto in

normale clie in quella economica, clie et è ultimuta la
spedizione del fascicolo 1• e 2• del volume I dell'édizione normale
anno 1938; del fascicoli 12•, 13·, 14• del volume 11, e del fascicolo 1°
e 2• etel volume III dell'edizione economida anno 1938.

di

una

strazione della guerra e
in quella cittA, di una
piemento di artiglieria

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Pag.

4300

edizione

REGIO DECRETO 24 agosto 19381VI, n. 1580.
Riconoscimento. della personalità giuridica della
S. Rocco, in Girifalco (Catanzaro)
.

.

.

.

.

.

.

Chiesa

Pag.

di
4:06

Gli eventuali reclami per la mancata ricazlone dei fascicoli suddovranno essere inoltrati all'ufficio della Itaccolta leggi e

detti

t\eereti

presso

Arenuta, Iloma,
blicazione del
mine, tali

11

Ministero

di

nel termine

grazia

più

non saranno

1:Itempestivamente richiestl,

di

avvertendo

presente avviso,

reclait

giustizia,

e

improrogabile

non

mento et a cura dell'Istituto

un

clie

Palazzo
mese

trascorso

di

via

dalla pub.
detto

ter.
.

.

ammessi

potranno

Poligrafico

e

clie quindi i fascleoli,

essere

DECRETO DEL DUCE, 20 agosto 1938 XVI.
Approvazione dello statuto dell'Ente autonomo « Esposizione
Internazionale delle arti decorative e industriali moderne e de1·
l'architettura moderna » in 31ilano
Pag. 4301
.

.

forniti che a paga-

DECRETO MINISTERIALE

dello Slato.

'

la

ottúbre 1938-XVI.

concernenti la vendita dei
dell'industria molitoria
,
.

Disposizioni

.

.

.

.

.

.

.

cruscami da
.

.

.

.

parte
Pag. 4303

DECRETO MINISTERIALE 7 ottobre 1938.XVI.
Restrizioni all'esercizio venatorio in provincia di Perugia.
LEGGI

E

Pag.

DECRETI

REGIO DECRETO-LEGGE o settembre 1938 XVI, n. 1576.
Esecuzione dell'Accordo stipulato in Ankara, fra l'Italla e
là Turchia, 11 17 maggio·l2 giugno 1938, per l'importazione in
franchigla di libri, giornali, riviste, ecc.
Pag. 4298
.

.

.

.

.

PRESENTAZIONE DI DECRETI-LEGGE
AL PARLAMENTO
blinistero delle finanze: R. decreto-legge 1° luglio 1938-XVI,
n
1256, riguardante l'istituzione di una terza lotteria nazionale denominata « Lotteria E. 42 >
Pag. 4304
.

REGIO DECRETO-LEGGE

5

settembre

1938-XVI,

n.

1577•

Approvazione di una cogvenzione stipulata tra l'Ammin1.
strazione della guerra e la provincia di Avellino, per la costru.
zione, in quella città, di una caserma·scuola allievi uinciali di
Pag. 4299
complemento di fanteria
.
.
.
.

.

REGIO DECRETO-LEGGE o settembre

.

Isas-XVI,

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Ministero della guerra: R. decreto-legge

5

.

.

.

.

settembre

1938-XVI,

1519, recante modificazioni alle disposizioni vigenti sulla
stato.e l'avauzamento dei sottufliciali del Regio esercito ed
aumento dei relativi organici
Pag. 4301
n.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

n.

1578.

del Protocollo stipullito in Roma, fra l'Italla e
la Romania 11 28 maggio 1938 per la ýfdfuga al 24 giugno 1938
della data di denuncia prevista dagli Accordi italo romen1 del
13 febbraio 1937
Pag. 4300
.
.
,

Approvazione

4303

DISPOSIZIONI E CO31UNICATI
Alinist

o

pdell'intLrno: Soa itt zi

311nistero delle Snanze:
Medie dei cambi e dei titoli

Rettifiche d'intestazione

.

.

ne

di

tm

componente

.

.

.

.

.

.

.

.

.

i

C4

..

Pag.

4301

.

Pag.

430ã

-

14-1-1938 Œvn

42f)S
Ispettorato

per la

difesa

del

GAzzitTTA UFFICLtLE DIEL tucGN0 D'lTALIA

·

risparmio

l'esercizio

per

e

LE60I E DECRETI

del

credito:
Autorizzazione alla Cassa di risparmio di Biella (Vercelli)
a sostituirsi alla Banca popolare cooperativa anoniuia di Novara
nell'esercizio della illiale di Brusnengo (Vercelli)
Fag. 4306
.

REGIO DECILETO-LEGGE o settembre 1938-XVI, n. 1576.
Esecuzione dell'Accordo stipulato in Ankara, fra l'Italia e
la Turchia, il 17 maggio=12 giugno 1938, per l'importazione in
franchigia di libri, giornali, riviste, ecc.

.

Autorizzazione alla Cassa di risparmio di Torino a sostituirsi alla Cassa di risparinio di Vercelli nell'esercizio delle filiali di Gattinara e Cigliano (in provincia. di Yercelli). Pag. 4307
Autorizzazione alla Cassa di risparmio di Asti a sostituirsi
alla Banca popolare cooperativa anonima di Novara nell'esercizio della filiale di Montenlagno (Asti)
Pag. 4307
Assunzione della gestione del patrimonio della Cassa comunale di credito agrario di Larino (Campobasso) da parte del
Pag. 4307
Banco di Napoli
Autorizzazione alla Cassa di risparmio di Torino a sostitairsi alla Banca popolare cooperativa anoniina di Novara nelFesercizio delle filiali di Tigone (Torino), Lu Monferrato (Altssandria), Narzole (Cuneo), Pont Canavese (Aosta), Carrta (Cu.
Pag. 4307
neo) e Casorzo (Asti)
Nomina del presi<1ente della Cassa comunale di credito agraPag. 4307
rio di Corteno (Hrescia)
Sostituzione <lel commissario liquitlatore della Cassa rurale
ed artigiana di Camporeale, con sede nel coniune di Camporeale
.

.

.

.

.

.

.

(Trapani)

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Pag.

.

4309

Autorizzazione IIIa Cassa di risparmi e depositi di S. Miniato (Pisa) a sostituirsi al Monte dei Paschi di Siena nelPag. 4308
Posercizio della filiale di Ponsacco (Pisa)
Autorizzazione alla Banen popolarc di Terni a sostituirsi al
Monte dei Paschi di Siena nell'esercizio della filiale di Feren.
Pag. 4308
tillo (Terni)
Autorizzazione alla Caesa di risparmi e depositi di Prato
(Firenze) a r,ostituirsi al .\lonte dei Paschi di Siena nell'esereizio della filiale di Poggio a Caiano, frazione del comune di
.

.

.

Carmignano

.

,

.

(Firenze)

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Pag.

.

4308

Nomina del presidente della Cassa comunale di credito agraPag. 4309
rio di S. Gregorio Magno (Salerno)
Sostituzione di un membro del Comitato di sorveglianza
della Banca di Capracotta (Campobasso), in liquidazione.
.

.

.

.

.

.

.

Pag.

4309

Prorogo delle funzioni del commissario straordinario e del
Comitato di sorveglianza della Cassa ruralo ed artigiana di Vallata

(Avellino)

.

.

.

.

.

.

Pag.

4300

Cessazione dell'amministrazione straordinaria della Cassa ruPag. 4309
rate ed artigiana di Spino d'Adda (Cremona)
Nomina del presidente del Comitato di sorveglianza della
('assa rurale ed artigiana degli agricoltori di Castelbuono (Pa.

lermo)....

.

.

Pag.4309
di sorveglianzi della
Pag. 4309
(Rovigo)

........

Nomina del presidente del Comitato
Cassa rurale ed artigiana di Castelmassa

GRAZIA

DIO

DI

O

PER

VOLONTÀ

.

Visti

articoli

gli

5

e

le

dello

Statuto

3, n. 2, della legge 31 gennaio 3020, n. 100 ;
liitenuta la necessità urgente ed'assoluta di dare esecuzione
all'Accordo concluso in Aukara mediante scambio di Note
fra l'Italia e la Turchia, il 17 maggio-12 giugno 3938, per la

importazione in franchigia di libri, giornali, riviste, ed altro;
Udito il Consiglio dei Ministri;
Sulla proposta del Nostro Ministro Segretario di Stato per
gli affari esteri, di concerto con i Ministri Segretari di Stato
per le finanze, e per gli scambi e le valute;
Abbiamo decretato

e

decretiamo:
Art. 3.

Piena ed intera esecuzione è data all'Accordo concluso in
mediante scambio di Note, fra l'Italia e la Turchia,

Ankara,

il 17 maggio 12 giugno 1938 per la importazione in
di libri, giornali, riviste ed altro.

.

.

generale
.

.

.

.

del
.

Il presente decreto, che sarà presentato al Parlamento Nai
zionale per la sua conversione in legge, La ell'etto come all'Accordo anzidetto.

proponente è autorizzato alla presentazione
relativo disegno di legge di conversione.
Il Ministro

def

Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello
Stato, sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e dei, decreti del Regno d'Italia, inandando a chiunque spetti di osservarlo

e

di farlo
a

San

osservare.

Rossore,

addl 0 settembre 1938

Anno XVI

-

.VITTORIO EMANUELE
MUSSOLINI
G UARNElti

-

concorso

Pag. 4310

franchigia

Art. 2.

di Mantova: Tarianti alla graduatoria dei vincitori del concorso a posti di veterinario condotto. Pag. 4310
di Verona: Graduatoria
di reterinario condotto

del

Visto l'art.

Regia prefettura

posti

fondamentalË

Regno;

Dato

a

NAZIONE

IMPEllATOllE D'ETIOPIA

CO NCORS I

Regia prefettura

DELLA

ItE D'ITALTA

.

.

.

VITTOltlO E31ANUELE III
PER

.

.

.

,

.

.

.

N. 236

CIANO

DI REVEL

-

Visto, il Guardasigillf : SoutL
Anno XIT
Registrato alla Corte dei conti, addi 10 ottobre 1938
MANc1NI.
Alli del Governo, registro 402, foglio 40.
-

Regia prefettura di Vercelli: Varianti alla graduatoria dei vinciPag. 4810
tori del concorso a posti di medico condotto
.

Regia
ci

prefettura di. Cremona: Varianti alla
ori del concorso a posti di sanitario
di Trento: Varianti alla
posti di medico condotto.

Regia prefettura
corso

a

.

Regia prefettura
citori del

.

.

graduatoria
.

.

.,

.

graduatoria
.

.

.

--

.

dei vin-

Pag. 4310
Scambio di Note fra l'Italia

del con4311

Pag.

(Angora, 17

di Modena: Varianti alla graduatoria dei vinPag. 4311
posti di medico condotto

concorso a

.

maggio-12 giugno 1938).

IZAMBAsc1ATORE D'ITALIA

.

.

.

.

AL

MINISTRO TURCO DEGLI

.

Regia prefettura

graduatoria

del

con-

.

Pag. 4312

di Caltanissetta: Avyiso di rettifica.

Pag. 4:il2

.

.

.

.

ANGORA

AFFARI

Angora,

.

vinRegia prefettura di Ravenna: Variante alla gra<luatoria dei
Pag. 4312
citori del concorso al posto di medico condotto

Rcgia prefettura di Ravenna: Yariante alla
corso a posti di veterinario condotto

IN

.

Regia prefettura di La Spezia: Graduatoria generale del conPag. 4:111
corso a posti di medico condotto
.

e la Turchia

ES'rERI

le 17 mai 1938.

Monsieur le Ministre,
Me référant à Votre lettre n. 1Tß8/7 en date du 27 janvier,
l'honneur d'informer Votre Excellence que le Gouferne.
ment italien est disposé à modißer, .sur la base de réciproles listes.I et II annexées à PAccord Commercial entre

j'ai

cité,

14-x-1938 (XVT)

Royaume

le

d'Italie et la

-

GAZZETTA UFFICTALE DEL REGNO D'ITALTA

République Turque,

en

y

ajoutant

les clauses additionnelles suivantes:
A la liste I:
Les livres, publications périodiques, journaux et notes
musique italiens seront, à titre de réciproeité, admis à
l'importation en Turquie librement et sans limite de contingentement. Les paiements afférents auK articles précités se«

420

N. 236

-

fera partie int6grante de PAccord Conunercial turco-italieu
du 20 déceinbre 1936.
Veuilles agréer, Monsieur l'Ambassadeur, les assurances
de

ma

très haute considération.

d6

ront effectués par voie de
dre chronologique ».
A la liste 11:

clearing,

sans

Visto,

d'ordine di Sua Maestà il Re

Il Ministro per

deux clauses est le même que celui

qui
précitée; toutefois, on a cru opporinsérer explicitement la condition de la réciprocité
fond de laquelle Votre Gouvernement s'est d'ailleurs
ces

gli affari

esteri

CIA.so

Les

gique ».
Le texte de

d'Italia,

Imperatore d'Etiopia.

tenir compte de l'or-

livres, publications périodignes, journaux et notes
de musique tures seront, à titre de réciprocité, admis à l'importation en Italie librement et sans limite de contingement.
Les paiements afférents aux articles précités seront effectués
år vois de clearing, sans tenir compte de l'ordre chronolo«

AnAs

REGIO DECRETO-LEGGE 5 settembre 1938-XVI, n. 1577.
Approvazione di una convenzione stipulata tra l'Ammin!strazione della guerra e la provincia di Avellino, per la costru•
zione, in quella città, di una caserma·scuola allievi uiliciali di
complemento di fanteria.

dans Yotre lettre

ligure
tun d'y

VITTORIO EMANUELE III

le
déjà déclaré d'accord.
sur

PElt

GItAZIA

Puisque on a done apporté aux deux clauses en question
légòre modification mentionnée, je saurais gré. à Votre
Excellence de vouloir bien, en accusant réception de la présente lettre, me communiquer l'assentiment du Gouvernement
turc sur ce qui précède et de considérer la présente Note et
Votre Eote de réponse comme Pacte definitif consacrant l'accord intervenu entre nos deux Gouvernements.
Veuilles agréer, Monsieur le Ministre, les assurances de

plus

DIO

E

VOLONTÀ

PER

DELLA

NAZIONS

RE D'ITALIA

IMPERATORE D'ETIOPIA

la

ma

DI

haute considération.

CAllLO ÛALLI

Visto, d'ordine di Sua Maestà il
Imperatore d'Etiopia
Il JIinistro per

gli affari

Ritenuta la necessità nrgente ed assoluta di provvedern
approvazione della convenzione stipulata il 10 dicembre
3937-XVI, tra PAmministrazione della guerra e la provincia
alla
di

Avellino, per la costruzione di una caserma in quella città;
Visto Part. 3, n. 2, della legge 31 gennaio 1920-lV, n. 100;

Sentito il Consiglio dei Ministri;
Bulla proposta del DUCE, Primo Ministro Segretario di
Stato, Ministro Segretario di Stato per is guerra, di con
certo col Ministro

Re d'Italia

Segretario

Abbiamo decretato

e

di Stato per le

Art.

esteri

CIANo

finauze;

decretiamo:
1.

2

approvata e Tesa esecutiva la convenzione stipulata il
3037.XVI, n. 1902, di rep., tra l'Amministrazione
della guerra e la provincia di Avellino per la costruzione in
quella citta a cura di quella Provincia, di una caserma-scuolo
alliesi ufficiali di complemento di fanteria, con obbligo all'Amministrazione della guerra di corrispondere alla ProVincia predetta la somma di L. 400.000 annue, per la durata
di trentacinque anni, dalPesercizio 11nanziario 1938-1939 al10 dicembre

IL M1xisTuo Tunco necLI AFFAni
ALL'AMßASC1ATORE D'ITALIA 1N

Angora,

ESTelty

ÁNGORA

le 12

juin

1938,

3fonsieur l'Ambassadeur,
J'ai l'honneur d'accuser réception à Votre Excellence às
Sa lettre ainsi conçue:
« Me référant à Votre lettre N. 1708/7 du 27 janvier 1038,
j°ai l'honneur d'informer Votre Excellence que le Gouvernement italien est disposé à moditier, sur la base de réciprocité,
les listes I et 11 annexées à l'Accord Commercial entre le
licyaume d'Italie et la République Turque en y ajoutant les
elauses additionelles suivantes:
A la liste I:
Les livres, publications périodiones, journaux et notes
à
de musiques italiens seront, à titre de réciproeité, admis
librement
et
sans limite de contin.
en
Turquie
l'intportation
Les paiements afférents aux articles précités serout
«

;:,ement.

ell'ectués par voie de clearing,

sans

tenir

compte

de l'ordre

chronologique.
A la liste 11:
Les livres, gmblications périodiques, journaux et notes de
musique tures seront, à titre de réciproeité, admis à l'importation en Italie librement et sans limite de contingement. Les
paiemouts afférents aux articles précités seront effectués par
voie de clearing sans tenir compte de Pordre chronologique ».
Je suis heitreux de conununiquer à Votre Excellence Pac«

cord de

mon

Gouvernement sui• le contenu dë ladite lettre

qui

l'esercizio finanziario 1972-1973.
Detta somma sarà prelevata dagli stanziamenti annualmente inscritti nello stato di previsione della.spesa del Ministero della guerra.

Art. 2.
E presente decreto entrerà in vigore dal giorno della sua
pubblicazione nella Garretta Ufßciale del Regno e sarà presentato al Parlamento per la sua conversione in legge. 11
DUCE, proponente, è autorizzato alla presentazione del relativo disegno di legge.

Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillá dello
sia inserto nella raccolta utliciale delle leggi e dei
decreti del Regno d'Italia, mandando a chiunque sp'etti di
osservarlo e di farlo osservare.

Stato,

Dato

a

San Rossore, addi 5 settembre 3938

VITTORIO

-.

Anno XVI

EMANUELE

MUSsoLINL-- DI REVlòTA
.Visto, il Guardesigilli: SOLMr.
1tegistrato alla corte dei conti, addt 12 ottobre 1938
Mmf NI,
Jtti de¿ Governo, reg¿stro W2, Toglio 9;
--

-

Anno XIT

14-1-1938 (XVI)

4300

-

GAZZETTA UFFTClALE DEL DRnNo D'ITALIA

REGIO DECRETO-LEGGE 9 settembre 1938-XVI, n. 1578.
e
Approvazione del Protocollo stipulato in Roma, tra l'Italia
1938
la Romania il 28 maggio 1938 per la proroga al 24 giugno
della data di denuncia prevista dagli Accordi italo-romeni del
13 febbraio 1937.

.REGIO DECRETO-LEGGE 5 settembre 1938-XVI, n. 1579.
Approvazione di una convenzione stipulata tra l'Ammini.
strazione della guerra e il comune di Pesaro per la costruzione,
in quella cittå, di una caserma-scuola allievi ufficiali di com•
piemento di artiglieria.

VITTOIIIO EMANUELE III
PElt

GitAZIA

DJ

DIO

E

PER

IΠD'ITALIA
IMPEllATORE

Visti gli articoli 5

dello

10

e

3,
2, della legge 31 gennaio 1920, n. 100;
Úitenuta la necessità nrgente ed assoluta di dare esecuzione al Protocollo stipulato in lloma, fra l'Italia e la Itomania, il 28 maggio 1938, inteso a prorogare al 24 giugno
1938 la data di denuncia prevista dagli Accordi italo-romeni
Ministri;

Sulla proposta del Nostro Ministro Segretario di Stato per
gli affari esteri, di concerto con i Ministri Segretari di Stato
per le finanze e per gli senmbi e le valute;
Abbiamo decretato e decretiamo:
Art. 1.

Art. 2.
al Parlamento Nazio-

decreto sarà

Tl presente
presentato
nale per la sua conversione in legge,
Il Ministro proponente è autorizzato alla
relativo disegno di legge di conversione.

presentazione

del

dello

Regno

Dato

San

Rossore,

certo col

Ministro

Segretario

Abbiamo decretato

e

addl 9 settembre 1938

-

Anno XVI

XITTOltlO EMANUELE
Claxo
Mussouxi
GUAuxEnl
-

-

DI RitvicL

-

Visto, il Guardasigillf : SotMr.
1938
Anno XVI
11egistrato alla Corte dei conti, addi 10 ottobre
$1sNCLNI.
Atti del Governo, registro 402, foglio 52.
-

-

<li Stato per le finanze;

decretiamo:

Art. 1.
la convenzione stipulata il
3210/35 di rep., tra l'Amministrazione della guerra ed il comune di Pesaro, per l'acquisto dell'area di sedime e per la costruzione in quella città, a enra
di quel Comune, di una caserma-scuola per allievi utliciali
di complemento di artiglieria, con l'obbligo all'Amministra-

approvata e resa
1937-XVI,

6 dicembre

esecutiva

n.

zione de!In guerra di corrispondere al Comune predetto la
dab
somma di L. 400.000 annne per la durata di trenta anni
l'esercizio finanziario 1938-30 all'esercizio finanziario 19GT-GS.
stanziamenti annuab
Detta somma sarà

prelevata dagli

stero della

previsione

della spesa del Mini-

guerra.
Art. 2.

Il

di farlo osservare.
a

VOLONTÀ DELLA NAZIONI3

Visto l'art. 3, n. 'J, della legge 31 gennaio 1020-IV, n. 100;
Sentito il Consiglio dei Ministri;
Sulla proposta del DUCE, Primo Olinistro Segretario di
Stato, Ministro Segretario di Stato per la guerra, <ti cou-

mente inscritti nello stato di

Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo
dei deStato, sia inserto nella raccolta ufliciale delle leggi e
a
chiunque spetti di osd'Italia, mandando
creti del
e

R

Ritenuta la necessità nrgente ed assoluta di tprovvedere alla
approvazione della convenzione stipulata il 6 dieetubre
1937-XVI, tra l'Amministrazione della guerra ed il comune
di Pesaro, per la costruzione di una caserma in quella ciŸtà;

Ë

Piena ed intera esecuzione è data al Protocollo stipulato
in Roma, fra l'Italia e la Ilomania, il 28 maggio 1938, inteso
denuncia prevista
a prorogare al 24 giugno 1938 la data di
193T.
febbraio
del
13
dagli Accordi italo-romeni

servarlo

DIO

I3lPEllATOllE D'ETIOPIA

del

fondamentale

n.

del 13 febbraio 1937;
Udito il Consiglio dei

DI

PER

ITE D'ITALIA

Ilegno;

Visto l'art.

GRAZIA

D'ETIOPIA
Statuto

EMANUELE III

VITTOllIO

YOLONTÀ DELLA NAZIONŠ

PElt

N. 236

presente
pubblicazione

decreto entrerA in

dat giorno dela

vigore

sua

sarà pres
Ufficiale
llegno
sentato al l'arlamento per la sua conversione in legge. Il
DUCE, proponente, è autorizzato alla presentazione del relativo

disegno

di

del

nella Gazzetta

e

legge.
sigillo dello
leggi e dei
chiunque spetti di

Ordiniamo che il presente decreto, munito del
Stato, sia inserto nella raccolta utliciale delle
decreti del liegno d'Italia, mandando
osservarlo e di farlo osservare.
Dato

a

a

San Ilossore, addl 5 settembre 1938

-

Anno XVI

Protocole
Tae
sont

Italien

Gouvernement

et

le

Gouvernement

tombés d'accord de prorogen pour le premier

jusqu'au 24 juin 1038
éventuelle prévue par l'article 7

de l'ánnée
ciation

en

conrs

semestre

la date de dénon.
de l'Accord com-

mercial et par l'article 12 de l'Accord pour régler

les

paie.

entre le Royaume
ments entre les deux Pays, signés à Rome
13
février 103T.
le
Roumanie,
de
d'Italie et le Royaume

Rome,

Fait à

en

double

le 28 niai 1938.

exemplaire,

Pour la 17oumanie

Pour l'Italie

ÇIaxo

A.
-

«Visto, d'ordine

D. ZAstrinescu

di sua 3tnesth il ne d'Italia

Imperatore d'Etiopia
Il 31inistro per gli

affari

esteri

VITTOllIO EMANUELE

17onmain

MUSSOLINI

DI ITEVEL

-

Visto, il Guardasigilli: SOLMI.
Itegistrato alla Corte dei conti, addi 12 ottobre 1938
l\lANCINI.
Allt del Governo, registro 402, foglio 60.

Anno X VI

-

-

REGIO DECRETO 25 agosto 1938-XVI, n. 1580.
Riconoscimento della personalità giuridica della
S. Rocco, in Girifalco (Catanzaro).

Chiesa

di

N. 1580. II. decreto 25 agosto 1938, col quale, sulla proposto
del Capo del Governo, Primo Ministro Segretario di Stato,
Ministro per l'interno, viene riconosciuta la persona!ità

giuridica
Visto,

¿l

della Chiesa di S. Ilocco in Girifalco

Guardosigilli:

(Catanzaro).

Sni.MI.

1038
LicUistrato alla Corte dei conti, addl 27 settembre

-

Anno XVI

14-1-t038 (KVI}• GAZZETTA UFFICIALE DET REGNO D'TTALIA
DECRETO DEL DUCE,

agosto 1938-XVI.

20

Aþprovazione

dello statuto dell'Ente autonomo x Esposizione
internazionale delle arti decoi·ative e industriali moderne e del·
l'architettura moderna » in Milano.
IL

blINISTítO PEli L'INTEltNO

10 del 11. decreto-legge 23 giugno 1931-IX,
n. 040, convertito nella legge 21 dicembre 1931.-X, n. 1780,
riguardante l'istituzione di un Ente autonomo denominato
« Esposizione
triennale internazionale delle arti decorative
ed industriali moderne e dell'architettura moderna » in
Visto

l'art.

ilano;
Visto il II. decreto-legge 3 giugno 1938-XVI, n. 995, che
apporta modificazioni al predetto II. decreto-legge 23 giugno ID31-IX, n. 919;
Visto il proprio decreto in data 30 settembre 1932-X, col
quale venne approvato lo statuto dell'Ente autonomo sud-

detto;

anche

in

relazione

al

citato

gno 1938-XVI, n. 005;
Sulla proposta dei Alinistri

R.

gli

per

decreto-legge
esteri,

affari

3

giu·

per

per le comunicazioni

finanze, per l'educazione nazionale,
per le corporazioni;

creto-legge 3 giugno 1938-XVI, n.
organizzazione ed alla gestione delle Esposizioni

2.

luglio 1929-VII, n. 1178.
Le Esposizioni triennali avranno

lazzo dell'Arte eretto dalla
adiacenti zone,
accordi con il

del

in sostituzione di

quello approvato

presente

con

proprio

decreto del

diciatto articoli.

30 settembre 1932-X, composto di

decreto sarà comunicato alla Corte dei conti

registrazione.

Iloma, addi

20

agosto
IL

Primo Ministro

Segretario

1938

Anno XVI

-

DUCE
di

Stato,

Minist:

per l'interno

a

MUSSOLINI

Il Ministro per

gli affari

sede permanente nel Pa» e nello

SIilano, determinate mediante

Milano.

di

2.

Art.

L'Ente provvede ai suoi fini,
all'art. 5 del

sopracitato

R.

giusta quanto è stabilito
decreto-legge 23 giugno 1931-IX,

n. 940 :

a)

con

un

contributo

fisso dello

annuo

di 31ilano e degli altri Enti locali che
tribuito per il passato;

Di Rievier,

comunicazioni

BIENNI
Il Ministro per le

corporazioni

LANTINI
ItegistTato alla Corte dei conti, aridl 11 oliot>Te 1938
BERITELLI.
liefistro n. 13 Fünarre, /0Ulio n. 333.

-

Anno XVI

-

Statuto dell'Ente autonomo « Esposizione triennale internazio.
nale delle arti decorative e industriali moderne e dell'archi.
tettura moderna ».
A rt.

con

i

con

le

esso

proventi della gestione dell'Esposizione;
oblazioni, le donazioni, le eredità e i lasciti

perverranno.
Art. 3.

L'Ente è amministrato da un Consiglio composto, ai sensi
dell'art. 1 del 11. decreto-legge 3 giugno 1938-XVI, n. 005, di
tredici membri, nominati con decreto del DUCE ; tre su proposta del 31inistro per l'interno, in base alla desiguaziono
adel podestà di 31ilauo; uno su proposta del Segretario del
Partito Nazionale Fascista, 31inistro Segretario di Stato.
in rappresentanza del Partito stesso; tre su proposta det
l\Iinistro

su
proposta del
proposta del Afinistro per le corporazioni; uno su proposta del Alinistro per
la cultura popolare; uno in rappresentanza dell'organizzazione sindacale giuridicamente riconosciuta delle belle arti,
ed uno in rappresentanza dell'organizzazione giuridicamente
riconosciuta del Sindacato fascista degli architetti, l'uno e
l'altro designati dalla organizzazione rispettiva pel tramite

per

l'educazione

Glinistro per i lavori

desimo, delibera

li Ministro per l'educazione nazionale
ÜOffAI
le

c)
che ad

nazionale;

pubblici;

due

uno

su

zione e dei membri dello stesso è gratuita.
Detto Consiglio ha i più ampi poteri per 11 raggiungimento degli scopi dell'Ente, fissa le direttive dell'Ente me-

11 ginistro per le finanze

Ministro per

b)

Stato, del cogià hanno cou-

della Confederazione fascista professionisti ed artisti.
La funzione del presidente del Consiglio di amministra.

esteri

CIANo

18

triennali

Fondazione 13ernocchi

«

Parco di

comune

e

E' approvato l'unito statuto dell'Ente autonomo « Esposizione triennale internazionale delle arti decorative ed industriali moderne e dell'architettura moderna » in AIilano,

per la

1931-IX, n. 940, cona. 1TS0, e del II. de·
00õ, di provvedere alta

le

Ilecreta:

Il

in vittil del R. decreto-legge 25 giugno
vertito nella legge 21 dicembre 1031-X,

mune

liitenuta la necessità di apportare alcune varianti al vigente statuto dell'Ente autonomo per la triennale di Mi·
lano

4301

internazionali delle arti decorative e industriali moderne e
dell'architettura moderua, in passato promosse e gestite dat
Consorzio Milano-l\louza-Umanitaria, giA riconosciute e autorizzate in via permanente con l'articolo primo della legge

DUCE

PIIIMO 3fINISTIIO SEGIIETAIIIO DI STATO
·

N. 236

-

1.

L'Ente autonomo, con sede in Milano, denominnto « Esposizione triennale internazionale delle arti decorative e indastriali moderne e dell'architettura moderna » ha per scopo,

tutti i

sulle forme delrazione da

provvedimenti all'uopo

svolgere

e

prende

necessari.

Accetta donazioni, lasciti, legati di qualsiasi natura, dana
done comunienzione alla Presidenza del Consiglio dei 3Iinistri per ottenerne la prescritta autorizzazione. Il Consiglio
di amministrazione determina, con l'osservanza delle norme
ed entro i limiti all'uopo stabiliti dal regolamento interno,
'di cui al successivo art. 6, le competenze da assegnarsi ni
segretarid e a tutti i dipendenti sia in pianta organica che

del Comitato esecutivo e gli even.
tuuli rimborsi di spese ai membri del Consiglio di amminia
strazione medesimo sostenute in dipendenza di regolari incarichi ricevuti nell'interesse dell'Ente. Tali incarichi non

avventizi, gli emolumenti

possono mai consistere in commissioni di opere.
Art. 4.
Il Consiglio di amministrazione dura in carica per una
Esposizione e cessa alla chiusura del relativo esercizio.
Tanto il presidente quanto i membri del Consiglio possono
essere

confermati.

-

144--1938 (XVI)

4302
In

caso

-

GA%ZETTA

UFFICIALE DEL REGNO D'ITALIA

di

vacanza di posto i rispettivi Enti mandanti
alla nuova designazione entro trenta giorni dalla
vacanza e la nuova desiguazione scade con l°anzianità posseduta dal menibro al quale il nuovo eletto ò succeduto.
11 presidente e tutti i menilni del Consiglio di amministrazione hanno voto deliberativo.

provvedono

'Art. 5.

·

N. 238

speciali commissari, oppure Commissioni, delle quali è dL
diritto presidente il presideute del Consiglio di amministrazione, il quale tuttavia ha facoltà di delegare a rappresentarlo in queste deteriniuate funzioni uno dei membri del
Omsiglio o del Conlitato esecutivo.
I membri del Comitato esecutivo, estranei al Consiglio
di aniministrazione, possono essere invitati alle sedute del
Consiglio stesso con voto consultivo.

Il

segretario dell'Ente, nomiuato con decreto del DECE.
l'osservanza delle modalità e dei requisiti stabiliti dal re.
golantento interno di cui al successivo art. 0, su proposta del

Art. 8.

con

Consiglio d'i amministrazione, è l'esecutore delle deliberazioni
del Consinlio stesso per tutto quanto riguarda in gestione geverale dell'Ente, à l'organo di colleganiento fra il Consiglio di
amministrazione ed il Coniitato eseentivo di cui al successivo
art. 7. 11 segretario prossede, inoltre, alla conservazione di
quanto costituisce il patrimonio dell'Ente, alle ordinanze di

incasso delle

somme che per

qualsiasi

titolo siano devolute al-

l'Ente; emette, dietro disposizione del presidente, gli ordini
di pagamento e compie tutte quelle operazioni che si rendono
necessarie per il normale servizio di gestione e di cassa. Escrcita le funzioni di vigilanza e di disciplina su tutte le disposizioni che gli vengono trasmesse dal presidente; è a capo di
tutti gli uffici dell Ente ed è segretario del Consiglio di am-

La rappresentanza delPEnte è allidata al presidente, il
quale può esercitarla anelle nei giudizi di fronte ai terzi.
11 presidente convoca il Consigli.o di anuninistrazioqÿ e
presiede all'esecuzione delle sue deliberazioni.
Ju casi di necessitù, prende tutte le deliberazioni che ritiene opportune per la regolare gestione dell'Ente e per
Forganizzazione delle Triennali, dandone poi comunicazione al Consiglio di ainniinistrazione nella prima adunanza.
11 presidente promuove dai competenti organi;
governativi, conformemente alle vigenti convenzioni internazionali,
gli inviti ulliciali alle Nazioni straniere e, condiusato dal
segretario dell'Ente, mantiene gli opportuni contatti con
i commissari utliciali delle Nazioni estere.

niinistrazione.
Per il servizio di
credito di notoria

cassa

solidità,

l'Ente si avsnie di
da

designarsi

Œtl

un

Art. 9.

Istituto di

Consiglio

di

am-

ministrazione.

In
dal

Art. G.
Con

di.

assenza

Consiglio

del

personale di ruolo dell'Ente, nonchè la consistenza numerica del personale avventizio, osservando, per l'eventuale assanzione e la retribuzione di quest'ultimo personale, le norine
ed i limiti stabiliti dal II. decreto-legge 4 febbraio 1937
V,
n. 100, per i dipendenti statali non di ruolo di categoria similare. Il presidente nomina il personale avventizio in relazione alle esigenze dell'organizzazione e dell'esercizio della
Triennale, entro i limiti nunierici ílssati nel regolamento interno.

di amministrazione nomina un Comitato

ese-

utivo, che è l'eseentore del Consiglio per tutto quanto riguarda la organizzazione delle Esposizioni.
11 Óoniitato esecutivo, che è presieduto di diritto dal
presiJente della Triennale o da clii lo sostituisce, à composto, ai
scusi dell'art. 2 del R. decreto-legge 3 giugno 1938-XVI, nuniero 003, del segretario dell'Ente e di altri membri fino al nnmero di cinque, da scegliersi in seno al Consiglio di amministrazione ed anche in tutto o in parte al di fuori di esso.
I membri del Comitato esecutivo rimnugono in carica per
il periodo di tempo corrispondente alla durata della
gestione finanziaria di ciascuna esposizione e possono essere
rieletti. In tutti i ensi la durata della carica deil conq)onenti
il Contituto esecutivo cessa colla sendenza del
Consiglio di
amministrazione che li ha nominati.
Nelle decisioni del Comitato eseentivo, qualora si verifichi
il caso di parità di voti, prevale il voto del presidente. Per
condiuvare il d'omitato esecutivo nell'organizzazione e nelPordinamento

di determinat.e sezioni, il Consiglio di amsu. proposta del
presidente, può nominare

ministrazione,
e

di

presidente,

ne

in le veel

nuo

dei

amministrazione all'uopo delegato

Art. 10.
Il

Consiglio di amministrazione ò convocato ogni qualpresidente lo ritenga opportuno e non aueno dit tre
all'anno o quando alineno tre inembri lo richiedano

volta il
volte

per iscritto.

L'invito alle sedute deve essere

fatto

alaieno

cinque giorni prinia della data di convocazione, salvo i casi
d'urgenza, i.» cui può farsi anche sentiquattr'ore prima.
Art. 11.
Le
lide

adunanze

del Consiglio di aniministrazione sono
la maggioranza dei consiglieri
interviene
quando

sa-

in

carica.

Le deliberaziont del Consiglio debbono essere prese a magdi voti. Di esse à tenuto nota in
apposito regi.stro, e tali verbali di sedute sono firmati in calce dal presidente e dal segretario dell'Ente.

gioranza

Art. 7.

Consiglio

del

presidente.

apposito regoloniento interno,

da approvare con decreto
del DUCE, su proposta dei 3Iinistri per le finanze e per le
corporazioni, il Consiglio di amministrazione determina l'organico, le modalità di assunzione, lo stato giuridico, il trattamento economico d'i attività e di quiescenza e le attribuzioni

Il

caso

meinbri del

Art. 12.
La gestione finauziaria deH'Ente si chiude al 31 anarzo
dell'anno successivo a quello in cui hanno
luogo le Esposizioni. Lo stato di previsione delle entrate e delle
spese di
ciascuna gestione deve essere approvato dal Consiglio di
ämmini.strazione entro il 31 marzo .dell'anno in cui la
gestione ha inizio e il rendiconto finale di ciascuna
gestione
deve essere approvato dal Consiglio di amministrazione non
oltre il 30

giugno dell'anno della chi:usura della gestione.
previsioue e il rendiconto finale di ciasenna
gestione, corredati dalle deliberazioni di approvazione det
Consiglio dil anuninistrazione e dalle relazioni dei revisori
dei conti, sono rimessi, appena
approvati dal Consiglio di
anuninistrazione, alla Presidenza del Consiglio dei Mintstri per essere sottoposti all'approvazione del
DUCE, senLo stato di

titi i Ministri per le
per le

corporazioni.

finanze,

per l'educazione nazionale

e

14-7-1938 IXVI)

GAZZETTA RFFICIALE DEL.RFGNQ D'ITALIA



Art. 13.
Ad

ogni inizio di Esposizione sono nominati, con decreto
DUCE, quattro revisori dei conti su proposta, rispettivamente, del Ministero delle finanze, del Ministero delreducazione nazionale, del Ministero delle corporazioni. e del

Art. 1.
I molini che

producono per la vendita sono obbligati a tedisposizione della Federazione italiana dei Consorzi
agrari tutta la crusca derivata dalla loro lavorazione, con divieto di cederla ad altri fuori che alla Federazione predetta.
nere a

Milano.

revisori,
preventivo ed
I

possono essere confermati, esaminano il
il consuntivo dell'esercizio, le scritturazioni
concernenti la gestione dell'Ente, si accertano

contabili

che

della conservazione

Art. 2.

patrimonio dell'Ente e dei documenti relativi, della regolarità della riscossione delle entrate e della erogazione delle spese ed effettuano almeno una
verifica dit cassa ogni anno.

del

La Federazione di cui all'art. 1, per tramite dei Consorzi
ritirerà dai molini la crusca al prezzo e alle condizioni
da stabilirsi dal Ministero delle corporazioni di concerto con

agrari,

quello dell'agricoltura

e delle foreste. Con le stesse modalità
è stabilito il prezzo di cessione della crusca da parte della Federazione medesima ai consumatori.

Art. 14.
Gli eventuali

4303

Decreta:

del

comune di

N. 236

-

utili

dell Ente

sono

destinati

a

fondo di

Il

dalla

riserva.

Art. 15.

presente decreto entra in vigore entro quindici giorni
sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del Itegno.

Roma,

13 ottobre 1938

al

Appartengono
patrimonio dell'Ente i mobili, gli arredi
quant'altro giA appartenente alle Esposizioni-già organizzate e gestite dal Consorzio M11ano 31ouza-Umanitaria e
agli ullici delle stesse.

-

Anno XVI

Il Ministro per

e

l'agricoltura

e

le

foreste

RossoNI
Il Ministro per le

corporazioni

LANTINI
Art. 16.
Nel caso di
per
neo

scioglimento

del

(3919)

Consiglio

di amministrazione

disposizioue governativa o per dimissioni contemporadi tre quintil dei consiglieri, l'amministrazione straor-

DECRETO MINISTERIALE 7 ottobre 1938-XVI.
Itestrizioni alfesercizio venatorio in provincia di

dinaria dell'Ente è

allidata, tino alla ricostituzione del Consiglio di amministrazione, ad un Commissario da nominare
con decreto Reale
promosso dal DUCE, Primo hiinistro Segretario

IL MINISTRO PEli L'AGllICOLTURA
E PER I«E FOllESTE

di Stato.

Art. 17.
L'Ente può essere sciolto e messo in liquidazione con decreto Reale, su proposta del DUCE. Lo stesso decreto Reale
stabilirà le norme secondo le quali si provvederà alla liqui-

dazione, nominerà il commissario liquidatore, ne determinerà i poteri e stabilirà a beneficio di chi dovranno essere
devolute le eventuali attività residue dell'Ente,

'

Visto Part. 24 del testo unico delle leggi e decreti per la
protezione della selvaggina e per l'esercizio della caccia, op
provato con R. decreto 15 gennaio 1931, n. 117;
Ritenuta l'opportunità di adottare eccezionali misure protettive che consentano l'incremento della selvaggina stanziale nella provincia di Perugia;
Sulla proposta della Commissione venatoria provinciale di

Perugia

ed udito il Comitato per la cacciaj

Art. 18.
Per

quanto

plicano

non sia

le norme

previsto

vigenti

di

Decreta:



dal presente statuto, si aped i principi generali del

legge

diritto.

Fino
cia

e

a

tutta l'annata venatoria

Puccellagione,

sotto

Primo

Alinistro

Segretario

tata dai
di ßtato

a

Petale

(3818)

13

Disposizioni

concernenti la
dell'industria molitoria.

ottobi·e 1938-XVI.
vendita dei cruscami da

parte

DI

MINISTRO

CONCE3flU CON

PE11

cae-

di ettari 2170

circa,

delimi-

confini:

tremontana, strada, parte vicinale

e

parte mulattiera,

giunge al fosso fra Casa Cerreto e
S. Cristina-Poggio di Val Topino) indi

Cass

fusso
{sul tratto
predetto a monte della menzionata strada _fino ad incontrare
la vicinale che .provenendo da Carié passa a Levante della
sommità del Monte Faito; poscia confine di comune con Nocera Umbra fino al fosso che va da Cassignano ale Prata;
a mezzogiorno, strada. comunale Pieve Fanonica-Capodacqua a partire dal gomito della strada stessa più prossimo
a Casa detta del Villano fino a Capodacqua di Foligno, indi
strada che da qui giunge alla frazione Fiorenzuola prowguendo sulla strada vicinale lungo la Valle Rio fino alla frazione Rio;
a levante, strada vicinale che da Rio passa alla Maest.1
detta dello Stairo esistente quasi a metà percorso fra Seggio
e Fondi, indi stradas che da detta Maestà giunge a Fondi, e
.

IL MINISTRO PER L'AGRICOLTURA E LE FORESTE
lL

è vietata la

nella zona di Fe-

che da S. Cristina

MUSSOLINI

DECRETO MINISTERIALE

seguenti

1938-39,

qualsiasi forma,

ligno (Perugia), dell'estensione
JL DUCH

Perugia.

LE CORPORAZIONI

Visto il R. decretolegge 10 giugno 1938, n. 1.193, che da faolta al hiinistro per l'agricoltura e le foreste di disporre di
concerto con il Ministro per le corporazioni l'ammasso ohbli.
gatorio dei sottoprodotti della macmazione;

da

qui

fino al fosso delle Prata

raggiungendolo

a Km. 1 ein a

.14-1--1938 (XVT)

4304

-

GAZZETTA UFF.ICIALE.DEL REGNO D'ITALIA

ponente, strada vicinale clie staccantlosi (hilla comu.
nale di Capodacqua passa poco a valle della Casa detta del
Tillano, indi poco a monte della contrada Franeitillo, tocca
la Casa Seccliialto, attraversa il Poggio S. Diagio e giunge

DIREZIONE GENERALE
Media

Stati Unitt America (Dollaro)

ingtliiterra (Sterlina) .
Francia (Franco)
Svizzera (Franco).
Argentina (Peso carta)
Belgio (Belga)
CanadA (Dollaro)
Cecuslovaccina ;Corona)




La Commissione venutoria provinciale di Perugia provvederà, nel modo clie riterrà meglio atlatto, a portare quanto
sopra
Il
del

a

conoscenza

presente
Regno.

interessati.

degli

decreto verrà

pubblicato

nella Gar:cita

Ufficiale

(Corona)
Norvegia (Corona)
Olanda (Florino)
Polonia (Zioty)

.

-

titoli

dei

i ottobre 1038

-

Anno XVI

.

.

.

.

a

.

.

.

.

.

.



.

.

.

.

.

.

:

.

.

.

.

.

.

.

«

50, 45
432, 25

4,78

.

,

,

,

,

,

,

,

,

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

,

e

.

.

.

.

.

.

,

,

,

,

,

,

,

,

.

.

.

a

,

.

.

.

.

.

.

4

a

.

,

,

.

.

.

.

.

,

,

,

,

.

.

,

e

.

,

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

,

.

,

.

.

«

.

ll 31inistra: RossoNI

.

,

,

«

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

a

.

.

,

,

,

.

.

.

.

.

,

,

,

4
,
4

.

(3900)

.

PRESENTAZIONE DI DECRETI=LEGGE
AL PARLAMENTO
DELLE

MINISTERO

FINANZE

.

flendita
Ed.
Id.
Prestito
Id.
Rendita

3.50 %
8.50 %
3,00 %

(1906)
(1902)

.

.

,

,

.

.

.

.

.

.

.

.

.

a

.

4

,

e

a

.

.

.

.

.

.

.

.

4

.

.

4

.

.

a

,

,

.

.

.

.

.

,

.

.

.

.

.

.

.

.

.

s

.

Lordo

tiedimiblie 3,50 % (1934) .
6 % (1936) .
Id.
5 % (1935)
Obbligaziont Venezie 3,50 %
Scadenza 1940
Unont novennait 5%
.

Agli effetti dell'art. 3 della legge 31 gennaio 1926-IV, n. 100, si
clie S. E. il l\linistro per le finanze il giorno 11 ottobre con
nota n. 22106 ha presentato alla Presidenza della Camera (lei deputati
il disegno di legge per la conversione in legge del B. decreto-legge
1° luglio 1938-XVI, n. 1250, riguardante l'istituzione di una terza
.

notifica

lotteria

nazionale

denominata

«

I ðtteria E.

42



lŒ.
Id.
id.
Id.

1d.
id.
id.
id.
.

5 %
6 %
4 %
5 %

Id.
id.
id.
Id.

-




_

.

1941
.
15 febbraio 1943
15 dicembre 1913
1944
.

.

.

Media del cambi

3, 2115
18,83
6õ, 4tl

4,04
4,517
10, 325
3&l, 90
0, 8216
4, 6625

22, tió
5,0800
7, 633ti
16,92
43,70
3,67
13,9131
222,20
lõ,00
3, 8õSO

73, 60
70, 575
51, 30

70, 60
93, 10
93, 075
102, 075
103, 10
Ol, 375
91, 475
98, 35

e

N. 201

titoll

del

del 12 ottobre 1938-XVI

MINISTERO DELLA GUERRA
Agli effetti dell'art. 3 della legge 31 gennaio 1926-10, n. 100, si
notifica che S. E. il Capo del Governo, Primo Ministro Segretario di
Stato e Ministro Segretario di Stato per la guerra, con nota in data
11 ottobre 1938-XVI, ha presentato alla Presidenza' della Camera dei
fleputati il disegno di legge per la conversione in legge del flegio
decreto-legge 5 settembre 1938-XVI, n. 1519, recante modificazioni alle
disposizioni vigenti sullo stato e l'avanzainento dei sottafficiali del
Itegio esercito ed aumento dei relativi organici.

(3921)

Stati Uniti America (Dollaro)

Inghilterra (Sterlina)
Francia (Franco)
Svizzera

.

(Franco).

.

.

.

.

,

.

.

.

.

.

.







e

.

.

.

.

Argentina (Peso carta)

,

,

,

.

.

.

.

.

.



.

.

.

.

,

,

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

..

.

.

.









.

a

.

.

.

.





.



.

.

.

.

.

.

Belgio (Belga)
Canadà (Dollaro)
Cecoslovacchia (Corona)
Danimarca (Corona)
.

.

.

.

.

(fleichsmark) (Cambio
Norvegia (Corona)
Olanda (Florico)
Polonia (Zloty)
Portogallo (Scudo)
Germama

.

Svezia (Corona)

.

Clearing)

di

Sostituzione di

un

componente il Consiglio provinciale di sanità
di Como

.

.

.

.

.

.

.

.







.





.

.

.

.

.

,

,

,

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

,

.

.

-

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

«

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

22,85
5,0800
16,92
43,70
3,67
13,9431
222,20
15,05

.

.

.

3,8õ20

a

e

.:

4

.

,

,

,

.

.

.

,

.
.

.

di Clearing)
Estonta (Corona) (Cambio di Clearing)
Grecia (Dracma) (Cambio di Clearing)
Jugoslavia (Dinaro) (Cambio di Clearing)
Lettonia (LaL) (Cambio di Clearing)
Romanta (Leu) (Cambio di Clearing}
Spagna (Peseta Burgos) (Cambio di Clearing)
Turchia (Lira turca) (Cambio di Clearing)
.
Ungheria (Pengo) (Cambio di Clearing)
..

.

e
a
Bendita 3.50 % (1906)
.
.
3,50 % (1902)
Id.
.
.
Id.
.
3,00% Lordo.
.
,
,
Prestito Redimibile 3,50 % (1934)
.
.
Id.
Id
5% (1936)
.
.
Rendita 5 % (1935)
.
.
Obbligaziont Vene2;ie 3,50 %
Buoni novennall 5 %
Scadenza 1940
.
Id.
1941
5%
Id.
14.
id.
4 %
Id.
15 febbrato 1913
Id.
4 %
Id.
15 dicembre 1913
Id.
Id.
id.
5 %
Id.
1911
=
Id.
a
a
.

.

.

.

.

.

.

.

.

·

.

.

Si contunica che con II. decreto 19 maggio 1938-XVI (registrato
Corte dei conti, addl 12 setteinbre 1938, reg. 11 Interno, foglio 231) il signor dott. Arnaldo Branellini è stato nominato compononte del Consiglio provinciale di sanità di Como pel triennio
193840 in Boetituzione del signor dott. Camillo Fernaci.

.

50,55
431,75
4,77
3,215
18,84
65,53
4,04
7,6210
4,&i7
10,325
357,55

.

.

MINISTERO

,

-

.

.

DELL'INTERNO

.

.

19

90,30

.

.

DISPOSIZIONI E COMUNICATI

,

.

Bulgaria (Leva) (Cambio

(3916)

.

.

90,30

».

(3920)

alla

-

,

.

.
Portogallo (Seudo)
,
Svezia (Corona)
,
,
13ulgaria (Leva) (Cambio di Clearing)
Estonia (Corona) (Cambio di Clearing)
Germania (Ileichsinark) (Cambio di Clearing)
Grecia (Dracma) (Cambio di Clearing)
Jugoslavia (Dinaro) (Cambio di Clearing)
Lettonia (t.at) (Camblo di Clearing)
ilomania (Lau) (Cambio di Clearing)
Spagna (Peseta Burgos) (Cambio di Clearing)
Turchia (Lira turca) (Cambio di Clearing)
,
Ungherla (Pengo) (Cambio di Clearing)
.

19

,

.

-

Roma, addì

N. 200

Anno XVI

.

.

Danimarca

e

1938

FINANZE

PORTAFOGLIO DELLo SIAto

-

cambi

dei

.

S. Cristina.

TESORO

DEL

dell'11 ottobre

a

a

DELLE

MINISTERO

valla (Ti Cassignano per seguire tale fosso verso il basso fino
al punto in cui si interseca col confine di comune FolignoNocera Umbra;
a

N. 238

-

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

,

,

-

.

.

4

«

.

.

.

.

-

«

,

-

.

.

-



e

a

0,8216
4, 6625

73, 60
70, 575
51,30
70,00
93,025
93,075
80,72õ
102
102,95
-

91, 45
91, 475

US, 25

-

14-1-1938 (XVI)

-

GAZZETTA TIFFICIALE DEL REGNO D'ITAUA

MINISTERO

-

N. 236

4305

DELLE FINENZE

DutEzioxE GENERALE DEL DEBIIO PUBBLICO.

(1• pubblicazione).

Rettifiche d'intestazione.

Elenco

n.

8.

Si dichiara che le rendite seguenti. per errore occorso nelle indicazioni date dai richiedenti all'Amministrazione del Debito pubblico, vennero intestate e viucolate come alla colonna 4, mentrechè invece dovevano intestarsi e vincolarsi come alla colonna 5, essendo
quelle ivt risultanti le vere indicazioni dei titolari delle rendite stesse:
-

NUMERO

AMMONTARE

d'iscrizione

della
rendita annua

DEDITO
e

a

Cons. 5 ¶/o

-

TENORE DELLA RETTIFICA

a

a

242702

45

-

%

õ52157

105

--

Rendita 5%

134668

1055

-.

Cons. 3,50

INTESTAZIONE DA RETTIFICARE

a

Tumbarello Maria fu Antonino, minore sotto
la p. p. della madre Caracci Anna fu Paolo,
ved. di Tamburello, dom, in Campobello di
Mazara (Trapani).

Tummarello Maria fu Antonino, minore sotto
la p. p. della madre Caracci Anna fu Paolo,
ved. di Tummarello, dom. in Campobello di
Mazara (Trapani).

Carlo,

Belinzaght Locatelli Camblaght conte Alberto
fu Carlo, dom, a Milano, Vincolata.

Napoli,

Alvano Luisa di Giuseppe, moglie di Esposito
Vincenzo di Giuseppe, dom. a Napoli, Secon.

Locatelli
dom. a

Belinzaghi conte
Milano, vincolata.

Esposito Luisa di
Secondigliano.

Alberto

Aivano,

dom.

fu

a

digliano.
Cons. 3, 50

%

21531

Id.

Id.
.

140

240408

140

823707

390

-

-

-

Peirano Maddalena del vivente Angelo, moglie del sig. Angelo Bruno, dom. in Porto
Maurizio, vincolato per dote.

%

81004

ßÛÛ

Cons. 3,53

%

306360

35

P. R. 3, 50 ¾

450073

400

3, 50 %

297183

63

--

Florone

Alessandro fu Vittorio,

dom.

in

Ge-

Paternicó Alfonso fu Mariano, minore sotto la
p. p. della madre Natola Carolina ved. Paternicð dom. In Piazza Armerina (Caltanis

setta).

Cone.

-

-

-

P. R. 3, 50

¶o

297182

14

502329

175

-

-

166847

Id.

.

123937

280

-

1452,50

Rosa,

del

vivente

contro.

Alessandro fu Vittorio, dom. in Geusufrutto vitalizio senza deposuo
di fede di vita, a favore di Fossati Maria-ha.
bella fu Giacomo, dom. in Torino.

Florone
nova,

con

Paternich Alfonso, fu Mariano minore sotto la
p. p, della madre Natoli Calogera fu Francesco Ved. Paternicò, dom. in Piazza ArmeTina (Caltanissetta).
Mastellone
Adele-Marfa-Serafina-Vincenza-Crialina di Salvatore minore, ecc., come contro.

Paradisi Santina fu Nazzareno, minore sotto
la p. p. della madre Paradisi Olga dom. a
Senigaglia (Ancona). Con usufrutto vitalizio
a favore di Barberini Santa fu Fortunato,
vedova di Paradisi Guglielmo.

Come contro,

Boggio.casero Martina fu Michele, nubile sotto
la 9. p. della madre Albertazzi Malvina vedova Boggio-Casero, dom. a Torino,'conosu-

Boggio-Casero Martina fu Michele, nubile sotto
la p. p. della madre Albertazzo Angela.Malvina ved. Boggiolasero, dom, a Tortilo con

frutto vitalizio a favore di Albertazzi Malvina fu Giovannt vedova di Boggio-Casero

usufrutto vitalizio a favore di Alberta:zo Angela-Malvina fu Giovanni, Ven. di Boggica
Casero Michele, dom, a Torino.

dom. a Torino.

-con usufrutto vitalizio a favore
di Barbarint Santa fu Fortunato, ved. Paradisi Guglielmo.

Boggio-Casero Martina fu Miellele, ecc. come
sopra, con usufrutto come sopra•

Boggio-Casero

Flore Luigi fu Giovanni dom. In Alba (Clineo),
con usufrutto vitalizio a favore di Ferrino
Angela fu Clemente, vedova Goslino Antonio,

Fiori Luigi fu Giovanni, dom. in Alba
con usufrutto come contro.

dom. a Borgomale

Id.

Maddalena
come

Alastellone Adelaide di Salvatore, minore sotto
la p. p. del'padre, dom. a Napoli•

Michele,
Id.

Maria

Angelo, ecc.,

Rognoni Savina di Luigi, nubile, dom. In Se- Rognoni Marfa-Antonfa-Giuditta-Savipa di Unidriano Milano) ipotecato per cauzione dogi, dom. in Sedriano (Milano), ecc., come
vuta da Rognoni Maria Chiara di Luigi quale
contro,
commessa postale.

nova, con usufrutto vitalizio senza deposito
di fede di vita a favore di Fossati Isabella fu
Giacomo, dom. a Torino.

Rendita 5

Peirano

Martina fu Michele
sopra, con usufrutto come sopra.

ecc.,

como

(Cuneo),

(Cuneo).

Asilo Infantile Malvicini di Castelpina (Ales.sandria), con usufrutto vitalizio a favore di
Delfino Carlo fu Bernardino.
Giortlano Ester fu Giuseppe,
Antonio, dom. a Genova.

moglie

di D.onath

(Alemusufrutto vitalizio a favore di
Carlo fu Giuseppe-Bernardino.

Astlo Tnfantile

sandiia),
Delfino

Malvicini di Castelpina

con

Giordano Ester fu Giuseppe, moglie di Donath

Giulio-Antonfo,

dom.

a

Genova.

DEL ItFGNO D'ITALIA

11--x--1¾8 (XVI) ·.GAZZETI'J.' UFFICIAI.E

4306

NUMERO

A31MONTAllE

d'iscrizione

rendita annua

DEBITO

INTESTAZIONE DA lìETTIFICARE

dolla

a

a

s

792103

385

-

Id.

507263

84

-

Id.

657877

Og

-

Id.

700666

574

-

Id.

790667

98

-

477481

G272

-

3,50°/o

TENOllE

3895,50

502018

DELLA IIETTIFICA
a
,...

Giordano Ester fu Giuseppe, moglie di Donath
Antonio fu Federico, dom. a Genova.

Giordano Ester fu Giuseppe, moglie di Donath
Giulio-Antonio fu Federico, dom. a Genova.

Forti Achille in Arrigo dom. a Verona con usufrutto a Chanyie Maddalena fu Bartolomeo,

Forti Israele-.1chille-Italo fu

Como sopra.

Come sopra.

Come sopts,

Come sopra.

Come sopra.

della Loggi di Sambuy Laura in Man.
ved. di Galii della Loggia Gaetano, domicillato in Torino, ipotecata,

Galli

Pera Giovannina fu Orlando,
Corleto Perticara (Potenza),

nubile, dom,

a

vincolata.

Arrigo,

cec., come

contro.

Come sopra,

fredo,

Id.

N,. 230

a

Cons. 3,50°a

P. 11.

-

Bertone di Sambuy Laura fu Manfredo, ved,
di Galli della Loggia Gaetano, dom. in To•

rino, ipotecata.
Pera Maria-Giovanna fu Orlando, nubile, do.
miciliata a Corleto Perticara (Potenza), yin•
colata.

Id.

14

237813

-•

La Fata .Vito, Vita, Ilosofia e Pletro fu Glacomo, minori sotto la p. p. della niadre GalJina Francesca fu Pietro, dom. in Carini

La Fata
como,

Vito, Vita, Rosaria e Pietro
minori, ecc., come contro.

Gia-

fu

(Palermoy.
Id.
Cons.

3,50%

Id.

380684

70

17023

42

-

-

52,50

255520

Id.

ß01489

105

-

Id.

632805

1435

-

Come sopra.

Come sopra.

Brigneti Giuseppe e Prospero di Antonio, mtnori sotto la legittima amministrazione del
loro ,padre, dom. In Camogli (Genova).

Brigneti Giuseppe e Prospero di Gerolamo-Pie·
tro Antonio, niinori, ecc., come contro.

Aste

Age

Chiarina fu Rocco, moglie di
Pietro, dom. in Camogli (Genova).

Chiarina

o

120

255001

-

ChiaTa

fu

110000,

Gerolamo-Pietro-Antonio,

Come sopra.
Asto

moglie

di

Drigneti

ecc.

Come sopra.
fu

Pietro-Antonio,
P. R. 3,50

Brigneti

Rocco,
dom,

moglie

in

di

Brigneti

Camogli (Genova).

Cutuli Salvatore, Filippo, Paolo e Sebastiano,
Predi indivisi di Cutuli Giuseppe, dom. in
Francoforte (Siracusa), vincolatg d'usufrutto
vitalizio a favore di Gentle Angela fu Paolo
ved. Cutuli Giuseppe, dom. in Francolorte

Chiara in Rocco, moglie di Brigneti Ge•
rolamo-Pietro-Antonio, dom, ecc.

Aste

Cutull Salvatore, Filippo,

eee., come contro.
d'usufrutto vitalizio a favore di
Gentile Arcant¡ela fu Paolo, ecc. come contro.:
vinrolato

(Siracusa).
termini dell'art. 187 del regolamento generale det Debito pubbItco approvato con R. decreto 19 febbrato 1911. n. 298, si diffida
possa avervi interesso che, trascorso art inese dalla data della prima pubblicazione di questo avviso, ove non siano state
Totilleate opposlzioni a questa Direzione generale, le intestazioni suddette saranno come sopra rettillcate.
'A

chiunque

Roma, addì 3 ottobre 1938

-

Anno XVI

Il direllore

generale:

POTENZA.

(3855)

ISPETTORATO PER LA DIPESA DEL RISPARMIO
E PER L'ESERCIZIO DEI, CREDITO

,

la nanea popolare cooperativa anonima <u Novara, societa ano,
nima cooperativa con sedo in Novara, relativa alla sostituzlone della
prima azienda alla seconda nell'esercizio della flliale di Bruenengo
e

IVercelli)

Autorizzazione alla Cassa di risparatio di Biella (Vercelli) a
sostituirsi alla Banca popolare cooperatlya anoniosa di ,No•
Valra nell'esercizio della filiale di Brasnengo (Verce111).
If, GOVERNATOllE DELLA BANCA D'ITALIA
CAPO

DELL'ISPETTOllATO

PER LA DIFESA DEL RISPAR)1IO E PER L'ESERClZIO ÐEL CREDITO
Veduti gli articoli 53 e segnenti del R. decreto-legge 12 marzo
1936-XIV, n. 375, sulla difesa del risparmio e sulla disciplina tiella
funz.ione creditizia, modificato con le leggi 7 marzo 1938-XVI, n. 111,
e 7 aprile 1938-XVI, n. 636;
Veduta la deliberazione 4 Inglio 1938-XVI, del Comitato del ML
mistri sul riordinarnento (legli aportelli bancari:
Veduta la convenzione stipulata in data 28 settembre 1938-XVI,
ha la Cassa di ris-"* '"
ella,. cou sede in Diella (Vercelli),

Autorizza
la Cassa di risparmio di Biella, con seda in Biella (Vercelli), a sostituirai alla Banca popolare cooperativa anonima di Novara, societA
anonima cooperati,va con sedo in Novara, nell'esercizio della filiafo
di Brusnengo (Vereelli), in conformità della convenzlone indicata
nelle premesse.
I.a sostituzione anzidetta avrà Inogo a decorrere dal 23 ottobre
19 8-X VI.
Il presente provvedimento sarà
efale del Itegno.

Roma, addi 3 ottobre 1938

-

pubb!1eato

nella

Ca::etta

Anno XVI
¥.

(3888)

Uf/N

Azzoull

14-1-1938

_(XVI)

GAZZETTA UFFICIALE DEL ItEGNO D'ITAIA

Autorizzazione alla Cassa di risparmio di Torino a sostituirsi
alla Cassa di risparmlo di Vercelli nell'esercizio delle Aliali
di Gattinara e cigilano (la provincia di Vercelli).
IL GOVERNATOftE DELLA BANCA D'ITALIA
CAPO

DELL'ISPETTORATO

PER LA BIFESA DEL DISPARMIO E PER L'ESERCIZIO DEL CREDITO

Veduti gli articoli 53 e seguenti del II. decreto-legge 12 marzo
1936-XIV, n. 375, sulla difesa del risparmio e sulla disciplina della
funzione creditizia, modificato con le leggi 7 marzo 1938-XVI, n. 141,
e 7 aprile 1938-XVI, n. 638;
Veduta la deliberazione 4 luglio 1938-XVI, del Comitato del Ministri sul riordinamento degli sportelli bancari:
Vedute 10 convenzioni stipulate fra la Cassa di rlsparmio di Torino, con sede in Torino, e la Cassa di risparmio di Vercelli, cou
sede in Vercelli, relative alla sostituzione <lella prima azienda alla

.

236

4307

Veduto l'art. 31 del regolamento per Posecuzione del suddetto
li. decreto legge 99 1pg119 in?-y, it yp, artma'á con gla"rde hL
terministeriale del 13 gennalo 1928-VT. è liintititcalo bön ciecreio <lel
DUCIS, Presidente del Comitato del Ministri, del 20 luglio 1937•XV:
Vedut? il R, ggereto-legge 11 \parz9 1.936·¾IV, n, 874, recante gb
sposizÍoni sulla difesa del risparmio 6 sulla disciplina della funzione
creditizia, m.odificato con le leggi 7 marzo 1938-XVI, n. 141, o 7 aprile
1938-XVI, n. 636:
Ritenuto che la Cassa comunale di credito
(Campobasso) non può ut"mente funzionare;

agrario di Larina

Dispone:.

-

6econda nell'osercizio delle Illiali di Gattinara e

Cigliano (Vorcelli);

Ila gestione del patrimonio della Cassa comunale di credito
agra.
rio di Larino (Campobasso) é affidata al Banco di
Sezione
Napoll
di credito agrario, che dovrà prendere in
consegna, redigendone
apposito verbale, le attività e gli atti'dell'Ente.


Il presente provvedimento
ciale del Regno.

Autorizza

Lo sostituzioni anzidette

luogo

avranno

addl 5 ottobre 1938

Roma,

la Casea di risparmio di Torino, con sede in Torino, a sostituirsi
alla Cassa di risparmio di Vercelli, con sede in Vercelli, nell'esercizio delle Illiali di Gattinara e Cigliano (Vercelll), in conformità
ilelle convenzioni indicato rielle premesse.
a

decorrere rispettiva·

mente dal G novembre 1938-XVII e 13 novembre 1938-XVH.

11 presento provvedimento sarà pubblleatd nella Gazzetta lif/lciale del flegno.


sarà



pubblicato nella Gazz¢tta Ufth

Anno XVI

eV,

(3878)

A2ZOLW

Autorizzarlone alla Cassa di risparinfo di Torino a sostituirsi
alla Banca popolare cooperativg anonima di Novara net.
l'esercizio delle filiali di Vigono (Torino), Lu 31onferrato
(Alessandria), Narrole (Cuneo), Pont Canavese (Aosta),
Carrù (Coneo) e Casorzo (Asti).
·

Roma, addl 5 óttobre 1938

-

Anno XVI

IL GOVERNATORE DELLA BANCA D'ITALIA

V. A2ZOLUI

CAPO DELL'ISPETTORATO

(3809)
PER

Autorizzarlone alla Cassa di risparmlo di Asti a sostitulrsi alla
Banca popolare cooperativa anonima di Novara nell'eser•
cizio della 811alo di

blontemagno (Asti).

IL GOVERNATORE DELLA BANCA D'ITALIÄ
CAPO
PER LA DIFES.4 ÐEL

DELL'ISPETTORATO

RISP.in1110 g PER L'ESERCIZIO DEL CREDITO

articoli 53 e seguenti del R. decreto-legge 12 marzo
375, sulla difesa del risparmio e sulla disciplina della
funzione creditizia, modificato con le leggi 7 marzo 1938-XVI, n. 141,
e 7 aprile 1938-XVI, n. 036;
Veduta la deliberazione 4 luglio 1938-XVI, del Comitato del Ali·
nistri sul riorditiamento degli sportelli bancari;
Veduta la convenzione etipulata in data 28 settembre 1938-XVI,
fra la Cassa di risparmio di Asti, con eede in A6ti, e la Banca popoJare cooperativa anonima di Novara, società anonima cooperativa
con sede in Novara, relativa alla sostituzione della prima azienda
alla seconda nell'esercizio della filiale di blontemagno (Asti);

gli

Veduti

1936-XIV,

n.

la Cassa di risparmio di Asti, con sede in Asti, a sostituirst BHa
Hanea popolare cooperativa anonima di Novara, società anonima
cooperativa con Bede in Novara, nell'esercizio della filiale di Monwmagno (Asti), in conformità della convenzione ilidicata nelle preniesse.

La sostituzione anzidetta avrà luogo a decorrere dal 25 ottobre
1938-XVI.

Roma, addl 5 ottobre 1938

sarà

pubblicato

nella

Gauctfa

Ufft-

Veduti gli

articoli 53 e seguenti del R. decreto-legge 12 marzo
375, sulla difesa del risparmio e sulla disciplina della
funzione creditizia, modifleato con le leggi 7 marzo 1938-XVI, n.
111,
e 7 aprile 1938-XVf, D 636;
Vedula la deliberazione
luglio 1938-XVI, del Comitato dei Mis
nistri sul riordinamente degli eportelli bancari;
Vedute le convenzioni stipulate in data 27 settembre
1938-XVI,
fra la Cassa di risparmio di Torino, con 6ede in Torino, e la Banca
popolare cooperativa anonima di Novara, societA anonima coope.
rativa con sede in Novara, relative alla sostituzione della prima
azienda alla seconda nell esercizio delle fHiali di Vigone (Torinoi.
Lu
l\1onferrato (Alessandria), Narzele (Cuneo), Pont Canavess
(Aosta), Carrù (Cuneo) e Casorzo (Asti);

1936-XIV,

n.

Autorizza
la Cassa di risparmio di Torino, con sede in Torino, a sostitu1rsi
alla Banca popolare cooperativa anonima di Novara, società anoniula cooperativa con sede in Novara, nell'esercizio delle filiali di
Vigone (Torino). Lu l\Ionferrato,. (Alessandrig). Narzole (Cuneo),
Pont Canavese (Absta), Carrà (Cutleo). e
(Asti), in conformità deRe convenzioni indicate nelle premesse.
Le sostituzioni anzidette avranno .luogo a decorrere rispettivamente dal 24 ottobre 1938-XVI, 24 ottobre 1938-NVI, 31
ottobre
1938-XVII, 21 novembre 1938-XVII, 5 dicembre 1938-XVII, e 13 diceinbre 1938-XVII.
.

Il presente provvedimento sarà
ciale del flegno.

Montd, addf

.

otfobré

403&5An'no

Ga::etta

Fitt.

XVI
V> Azz0LINI

Anno XVI
V.

AzzouNI

Nomina. dei

Assunzione della gestlene del patrimonio della Cassa comunale
di credito agrario di Larino (Campobasso) da parte del
Banco di Napoli.
DELLA BANCA D'ITALIA

DIFESA DEL RISPARMIO E

P£R

presmeme oeva casse comunale di credito agrario
di Corteno (Brescia)

IL GOVEftNATOltE DELLA BANCA D'ITALIA

CAPØ DELL'ISPETTOllATO
PER LA DIFESA DEL RISPAR3110 E PER L'ESERCIZIO DEL CREDITO

Veduti i Regi decreti-legge 20 luglio 1927-V, n. 1309, e 29 luglio
10?S-VI, n. 2083, convertiti rispettivamente nelle leggi 5 luglio 1928-Vf,
n. 1768, e 20 dicembre 1928-VH, n. 3130, riguardanti l'ord1hamente del

CAPO DELL'ISPETTORATO
PER IA

5

pubblicato nela

(3870)

(3871)

IL GOVEftNATORE

DIFESA DEL RISPAR3110 E PEli L'ESERCIZIO DEL CREDITO

Çaeorzo

Autorizza

11 presente provvedimento
clate del llegno.

LA

I'ESERCIZIO DEL CREDITO

Itegi decreti-legge 29 luglio 1987-V, n. 1300, e 29 luglio
1928-VI, n. 2085, convertiti rispettivamente nelle leggi 5 Inglio 1938-VI,
n. 1760, e 20 dicembre 1928-VII, n. 3130, riguardanti l'ordinamento
del credito agrar 0;
Veduti i



-

credito agraria;
Veduto l'art. 28 del regolamento per l'eseenzione del auddettu
R. decreto-legge 20 luglio 1987-V. n. 1509, approvato con decreto interministeriale del 23 gennaio 1928-VI e modificatre con decreto del
DUCE, Presidento del Coluitato dei NIiwisJri, d I 26 luglio lu3>XV;

(XYI)

14-1-1938

ØÛß

-

GAZZETTA UFFTCIALE DEL REGNO D'ITALIA

Veduto il B. decreto-legge 12 marzo 1936-NIV, n. 375, recante diStosi7,ioni sulla dife.sa. del ri parmio e sulla disciplina della funztone
Geditizia, niodificato con le leggi i marzo 1938-XVI, n. 141, e 7 aprile
1938-XVI, n. 636;
Veduta la proposta della Cassa di risparmio delle Provincie Lombarde

Sezione

-

di

credito

agrario;
Dispone:

11 signor Arnaldo Chiodi fu Pietro, è nominato presidente della
Cassa coniunale di credito agrario di Corteno (Brescia).
11
provvedimento sarà pubblicato nella Ga::elta C//l-

230

la Cassa di risparmi e depositi di S. Miniato, con sede in S. Miniato (Pisa), a sostituirsi al Monte dei Paschi di Siena, istituto of
credito di diritto pubblico con sede in Siena, nell'esercizio dena
filiale di Ponsacco (Pisa), in conformità della convenzione indica:a
nele premesse.
La sostituzione anzidetta avrà luogo a decorrere dal 20 ottobre
1938-XVI.
Il presente provvedimento
ciale del Regno.

sarà

Roma, .addi 11 ottobre 1938

Roma, addi 5 ottobre 1938

N.

Autorizza

presente

clale del Regno.

-

pubblicato

Gazzetta

Effi-

Anno XVI

-

V. AZZOLINI

Anno XVI

-

nella

(3904)

V. AZZOLINI

(3879)
Sostituzione del commissario
artigiana di Camporeale,
reale (Trapani).

liquidatore
sede

con

della Cassa rurale ed
nel comune di Campo-

IL GOVERNATORE DELLA BANCA

Terni a sostituirsi al
Monte dei Paschi di Siena nell'esercizio della illiale di Ferentillo (Terni).

'Autorizzazione alla Banca popolare di

IL GOVERNATORE DEI.LA BANCA D'ITALIA

D'ITALIA

CAPO

CAPO DELL'ISPETTORATO
PER

PER LA DIFESA DEL RISPARMIO E PER L'ESERClZIO DEL CREÐITO

Veduto
rurali ed
n.

il

testo

unico

leggi

delle

artigiane, approvato

con

sull'ordinamento delle Casse
R. decreto 2G agosto 1937-XV,

12 marzo 1936-XIV, n. 375, sulla difesa
del risparmio e sulla disciplina della funzione credifizia, modificato
con le leggi 7 marzo 1938-NVI, n. 141, e 7 aprile 1938-NVI, n. 636:
Veduto 11 decreto del DUCE, Presidente del Comitato dei Ministri,
in data 17 giugno 1938-XVI, con il quale si è provveduto alla revoca
dell'autorizzazione all'esercizio del credito ed alla messa in liquidazione della Cassa rurale ed artigiana di Camporeale, con sede
nel comune di Camporeale (Trapani), secondo le norme di cui al
capo VIII del citato testo unico ed al titolo VII, capo III, del predetto

decrefo-legge

12

DELL'lSPETTORATO

DEL RISPARMlO

E

PER

L'ESERCIZIO DEL CREDITO

articoli 53 e seguenti del R. decreto-legge 12 marzo
373, sulla difesa del risparmio e sulla disciplina de)½
funzione creditizia, modificato con le leggi 7 marzo 1938-XVI, n. 1
e 7 aprile 1938-NVI, n. 636;
Veduta la deliberazione 4 luglio 1938-XVI del Comitato dei Ministri sul riordinamento degli eportelli bancari;
Veduta la convenzione stipulata in data 4 ottobre 1938-NTI, fra
ele
la Banca popo!are di Terni, società anonima cooperativa con
in Terni, ed 11 3Ionte dei Paschi di Siena, istituto di credito di diritto pubblico con sede in Siena, relativa alla sostituzione deLa
prima azienda alla seconda nell'esercizio della filiale di Ferentilio

gli

Veduti

1936-N1V,

n.

marzo

n.

(Terni);

375;

1936-NIV,
decreto-legge
Veduto il proprio provvedimento in data 17 giugno 1938-NVI,
con il quale si è nominato il signor Venanzio Ferrara commissario
liquidatore della Cassa rurale suindicata;
Consideratà la necessità di procedere alla revoca ed alla sostituzione del predetto signor Ferrara;
R.

DIFESA

,

fi06;
Veduto il R.

LA

Dispone:
Il dott. Giuseppe Sacco è nominato commissario liquidatore della
Cassa rurale ed artigiana di Camporeale, avente sede nel comune
di Camporeale (Trapani), con i poteri e le attribuzioni contemplati
dal capo VlII del testo unico delle leggi sull'ordinamento deHe
Casse rurali ed artigiane, approvato con R. decreto 26 agosto
1937-XV, n. 1706, e dal titolo VII, capo III, det B. decreto-legge 12
Inarzo 1936-XIV, n. 375, modifleato con le leggi 7 marzo 1938-NVI,
n. 141, e 7 aprile 1938-XVI, n. 036, in sostituzione del signor Venanzio

Autorizza
la Banca popolare di Terni, società anonima cooperativa con sede
in Terni, a sostituirai al Monte dei Paselli di Siena, istituto di credito di diriito pubblico con sede in Siena, nell'esercizio della filiale
di Ferentillo (Terni), in conformità della convenzione indicata nelle
premee<e.
I a sostituzione anzidetta avrà luogo a decorrere dal 31 ottobre
1938-NVH.
Il presente provvedimento sarà pubblicato nella Ga::etta U//lefale del llegno.

Roma, addi 11 ottobre 1938

-

Anno XVI
V.

AZZ0LINI

(3905)

Ferrara.
Il presente provvedimento
ciale del Regno.
.

Iloma,saddi

ottobre.1938

sarà

-

pubblicato

nella

Ga::elta

Ufft-

Anno XYI
V.

AZZOLINI

Autorizzazione alla Cassa di risparmi e depositi di Prato (Fi.
renze) a sostituirsi al Monte dei Paschi di Siena nell'esercizio della filiale di Poggio a Calano, frazione del comune
di Carmignano (Firenze).

(3880)

IL GOVERNATORE DELLA BANCA D'ITALIA
CAPO

Autorizzazione alla Cassa di risparmi e depositi di S. Miniato
(Pisa) a sostituirsi al Monte del Paschi di Siena nell'eser•
cizio de11a illiale di Ponsacco (Pisa).

PER

CAPO
PER

LA

DIFES.\

DEL

DEI L ISPETTORATO

RISPARMIO

E

PER

L'ESERC1ZIO DEL CREDITO

53 e seguenti del R. decreto-legge 12 marzo
sulla difesa del risparmio e sulla viisciplina della
innzione cred.itizia, modifleato con le leggi 7 marzo 1938-XVI, n. 141,
e 7 aprile 1938-NVI, n. 036;
Veduta la deliberazione 4 luglio 1938-NVI del Comitato del Ministri sul riordinamento degli sportelli bancari;
Veduta la convenzione stipulata in data 3 ottobre 1938-XVI, fra
la Cassa di risparmi e depositi di S. Miniato con sede in S. Miniato (Pisa3, ed il Monte dei Panelli di Siena, istituto di credito di
+0ritto pubblico non sede in Siena, rebiliva alla sostituzione della
prima azienda alla seconda nell esercizio della filiale di Ponsacco

gli articoli

Veduti

TD36-XIV,

(Pisa);

n.

375,

DIFESA DEL

DEI I

RlSPAR31IO

ISPETTORATO
E PER

L'ESERCIZIO DEL CREDITO

gli articoli 53 e seguenti del R. decreto-legge 32 mar70
375, sulla difesa del risparmio e sulla disciplina della
funzione creditizia, modificato con le leggi 7 marzo 1938-XVI, n. 141,
e 7 aprile 1938-NVI, n. 636;
Veduti

1936-XIV,
IL GOVERNATORE DELLA BANCA D'ITALIA

IA

n.

Veduta la deliberazione 4 luglio 1938-XVI del Comitato dei Ministri sul riordinamento degli sportelli bancari.
Veduta la convenzione stipulata in data 3 ottobre 1938-XVI, fra
la Cassa di risparmí e depositi di Praio, con sede in Prato (Firenze), ed il Monte dei Pasclii di Siena, istituto di credito di dirit'o
pubblico con sede in Siena, relativa alla sostituzione della prima
nzienda alla seconda nell'esercizio della filiale di Poggio a Calano,
frazione del comune di Carmignano (Firenze);
Autorizza
la Casca di r parmi e depositi di Prato, con sede in Prato IFirenze*, a sostiniirsi al Monte dei Paschi di Siena, istituto di credito
di diritto pubblico con sede in Siena, nell esercizio della filiale di

14-x-1938 (XVI)

-

GAZZETTA:UFFI(IALE DEL REGNO D'ITALIA

a Calano frazione del comune di Carmignano (Firenze), in
conformità della convenzione indicata nelle premesse.
La sostituzione anzidetta avrà luogo a decorrere dal 24 ottobre

Poggio

-

N. 236

4309

delle funzioni del commissario.straordinario e del Comitato di sožvegiladia d¿lla Cassa rurale ed artigiana di Vallata (Avellino).

Proroga

1938-XVI.
Il presente provvedimento
ciale del Regno.

sará

Gaxtetta

nella

pubblicato

Ufft-

IL GOVERNATORE DELLA BANCA D'ITALIA

CAt*O DELL'ISPETTORATO

Roma, addl 11 ottobre 1938

-

PER LA

AnIlo XVI
V.

AZZOLINI

Veduto
rurali ed

(3906)

n.

di credito

presidente della Cassa comunale
di S. Gregorio Magno (Salerno)

Nomina del

agrario

D'ITALIA
IL GOVERNATORE DEf.LA BANCA
is
PER LA

Veduti

1928-VI,
n. 1700,

H.
e

CAPO DELL'ISPETTORATO
DIFESA DEL RlSPARMIO E PER L'ESERCIZIO DEL CRElflTO

-inglio
i Regi decreti-legge 29 luglio 1927-V, n. 1509, e 29
1928-VI.
2085, convertiti rispettivamente nelle leggi 5 luglio
del
20 dicembre 1928-iTT, n. 3130, riguardanti l'ordinamento

cledito agrario;
Veduto l'art. 28 del regolamento per l'eseenzione del suddetto
decreto inR. decreto-legge 29 luglio 1927-V, n. 1509, approvato con
terministeriale del 23 gennaio 1928-VI e modificato con decreto del
1937-XV:
DUCE, Presiden‡e del Comitato dei Ministri, del 26 Inglio
diVeduto il R. decreto-legge 12 marzo 1936-XIV, n. 375, recante
della fimzione
sposizioni sulla difesa del risparmio e sulla disciplipa
7 aprile
creditizia, mo<lificato con le leggi 7 marzo 1938-XVI, n:'141:e

1938-NVI,

636;
proposta del Banco di

n.

Veduta

la

Napoli

.

di

Sezione

credito

agrario;
Dispone:
11 sig. Luigi Piegari di Giuseppe, è nominato presidente della
Cassa comunale di credito agrario di S Gregorio Magno (Salerno).
11 presente provvedimento sarà pubblicato nella Gazzetta Uffi-

il

DIFESA DEL RISPARMIO E PER L'ESEECIZIO DEL CREDITO
testo

unico

leggt sull'ordinamento delle Casse
R. decreto 26 agosto 1937-XV,

delle

artigiane, approvato

con

1700;

Veduto 11 R. decreto-legge 12 marzo 1936-XIV, n. 375, sulla difesa
del risparmio e sulla disciplina della funzione creditizia, modifleato
con le leggi 7 marzo 1038-XVI, n 141, e 7
aprile 1938-XVI, n. 036;
Veduto il decreto del DUCE, Presidente del Comitato del Ministri,
in data 16 aprile 1937-XV col quale si ë provveduto allo scioglimento
degli organi anuninistrativi della Cassa agraria di prestiti di Vallata, ora denominata Cassa rurale ed artigiana di Vallata, cpn sedg
nel congune di Vallata (Avellino);
Veduti i proprii provvedimenti in data 18 luglio e Ë1
re
1937-XV con i cuali venivano rispettivamente nordnati il-córnmissario straordinario ed il Comitato di sorveglianza per l'amministrazione della suindicata azienda e prorogate le loro funzioni;
Considerata la necessità di prerogare ulteriormente la straordinaria amministrazione della Cassa rurale predetta;

Dispone:
Le fun2ioni

del commissario straordinario e del Comitato di sor-

veglianza nominati presso la Cassa rurale ed artigiana di Vallata,
avente sede nel comune di Vallata, (Avellino), sono prorogate, ai
sensi e per gli effetti di cui al titolo VII, capo II, del R. decreto-legge
12 marzo 1936-XIV, n. 375, modificato con le leggi 7 marzo 1938-XVI.
n. 141 e 7 aprile 1938-Xil, n. 636, fino al giorno 10 ottobre 1938-XVI.
Il presente provvedimento sarit pubblicato nella GazZella Ugtciale del Regno.
Iloma, addi 7 ottobre 1938

ciale del Regno.

-

Anno XVI
V.

Roma, addl 7 ottobre 1938

Anno XVI

-

V.

Azz0LINI

(3923)

AZZOLINI

(3922)
Sostituzione di
della Banca di

un

Opssazione dell'amministrazione straordinaria
de!Ia Cassa rurale ed artigiana di Spino d'Adda (Cremona)

membro del Comitato di sorveglianza

Capracotta (Campobasso),

in

liquidazione

lL GOVERNATORE DEil.A BANCA D'ITALlA

PER

A norma dell'art. 64, comma 16, del R. decreto-legge 12 marzo
n. 375, modificato con le leggi 7 marzo 1938-XVI, n. 141, e
7 aprile 1938-NVI, n. 636, si comunica che à cessata la gestione
straordinaria della Cassa rurale ed artigiana di Spino d'Adda, avente
sede nel comune di Spino d'Adda (Cremona), disposta in data 20 Juglio 1937-XV, e che sono stati ricostituiti gli organi della normale
amministrazione dell'azienda.

1936-XIV,

CAPO DELL'ISPETTORATO
L'ESERCIZIO DEL CREDITO

LA DIFESA DEL RISPARMIO E PER

Veduto 11 R. decreto-legge 12 marzo 1936-XIV, n. 375, reem)te difunsposizioni per la difesa del risparmio e per la disciplina della
zione creditizia, modificato con le leggi 7 marzo 1938-XVI, n. 141 e 7
aprile 1938-XVI, n. 030;
Veduto 11 decreto del DUCE, Presidente del Comitato del Ministri
in data G marzo 1937-XV con il quale è stata revocata l'autorizzazione
all'esercizio del credito alla Banca di Capracotta, società anonima
con sede in Capracotta (Campobasso) con la conseguente messa in
dell'azienda secondo le norma di cui al capo Ill del
titolo VII del predetto R. decreto-legge 12 marzo 1930-XIV, n. 375;
Veduto il proprio provvedimento in da‡a 6 marzo 1937-XV con il
quale sono stati nominati 11 commissario liquidatore ed i membri del
Comitato di sorveglienza della suddetta azien.da di credito;
che il cav. Giovanni Paglione fu Francesco, memConsiderát
bro del Comitato di sorveglianza ha rassegnato le dimissioni per
motivi di salute e che occorre spertanto provvedere alla sua âostitu-

(3907)

Nomina del presidente del Comitato di sorveglianza della Cassa
rurale ed artigiana degli agricoltori di Castelbuono (Pa·

liquidazione

zione.
Il signor dott. Ermanno Santilli di Ruggiero è nominato membro del Comitato di sorveglianza della Banca di Capracotta, società
anonima con sede in Capracotta (Campobasso), in sostituzione del
cav. Giovanni Paglione fu Francesco, con i poteri e le attribuzioni
contemplate dal R. decreto-legge 12 marzo 1936-XIV, n. 375, modificato con le leggi 7 marzo 1938-X\1, n. 141, e 7 aprile 1938-XVI, n. 636f
11 presenie provvedimento
cfale del Regno.

Roma, addi 11 ottobre 1938

-

pubblicato

nella

Gazzetta

Uffi-

Anno XVI

.

T. AZZOLINI

(3924)

Nella seduta tenuta il 22 settembre 1938-XVI, dal Comitato di sorVeglianza della Cassa rurale ed artigiana degli fagricoltori di,€&
stelbtrono (Palermo) 11 signor Vincenzó' Redan
è atato eletto presidente del Comitato stesso, ai sensi dell'art. 58 del H. sdecretotlegge
12 marzo 1936-X1V, n. 375, modifloato con le leggi 7 marzo 1938-XVI,
n. 141, e 7 aprile 1938-XVI, n. 636.

(3908)

Dispone:'

sarà

lermo).

Nomina del presidente del Comitato di sorvegilanza
della Cassa rurale ed artigiana di Castelmassa (Rovigo)
Nella seduta tenuta 11 1

ottobre 1938-XVI dal Comitato di

sorve-

glianza della Cassa rurale ed artigiana di Castelmassa (Rovigo), 11
sig. Vittorio Munari è stato eletto presidente del Comitato stesso, ni
sensi dell'art. 58 del R. decreto-legge 12 marzo 1930-XIV, n. 375, nodificato con le leggi 7 marzo 1938-Xil, n. 141, e 7 aprile l'J38-XVI,
n.

636.

(3925)

4310

11-1-10.38. (XYI)

G.WZËTTE UFFICIALE

-

REGIA PREFETTURA DI MANTOVA

a

graduatoria

N. 230

del vincitori del concorso

VEliqNA

Visto 11 proprio decreto di parl data e numero, col quale ð stata
approvata la graduatoria del candidati nel concorso per titoli e per
esami al posto di veterinario consorziale di Nogara, Sorgh e Gazzo
Veronese;
Visto l'art. 55 der regolamento dei concorsi a posti di sanitari
addetti ai servizi dei Comuni e delle Provincie, approvato con
R. decreto 11 niarzo 1933, n. 281;

posti di veterinario condotto

Decreta:

H. PREFETTO DELLA PIt0VINCIA DI MANTOVA
nitenuto che si sono rese vacanti, a segulto di rinuncia dei rl.
Spettivi titolari, le eendotte veterinarle di Sermide e Volta 61anto-

fliesaminate, a' sensi degli articoli 20 e 56 del regolamento
11 marzo 1935, a. 281, le istanze dei concorrenti che seguono in gra•
iluatoria i rinunciatari e di cui al proprio decreto 26 luglio 1938,
n.

·

IL PREFETTO DELLA PilOVINCIA DI

CONCORSI

Varianti alla

DEL T:EGNO D'ITALTA

25063;

Il posto di veterinario consorziale di
Nogaradorgh-Gazzo Uronese é assegnato al dott, Bettini Umberto in Giuseppe, primo
classillcato nella graduatoria formata dalla Commissione giudicatrice ed approvata col decreto prefettizio sopracitato.
Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta (1//lciale del
nel Foglio ennunzi legali della provincia di Verona, e, Ott,
otto giorni consecutivi, all'albo di questa Prefettura ed a quelli dei
comuni di Nogara, Sorgh e Gazzo Veronese.

Regno,

Ritenuto che H dott. Zanazzi Giacomo, già nssegnato alla con·
dotta di Guidizzoto, La accettato aa nomina a quella di Sermide,
retutendosi in tal modo vacante anche la condotta di Guidizzolo,
I er la quale occorre provvedere;

Verona,

addl 20 settembre 1938

-

Anno XVI
il prefetto:

Vaccant

{3859)
Decreta:'
I sottonotati veterinari sono di biarafi vinritori del concorso indetto con decreto 30 dicembre 1936, u. 33335, per i posti indicati a
lianco di ognuno di essi:

REGIA PREFETTURA DI VERCELLI

Dott. Zunazzi Giacomo. Sermide:
Dott. Cornini Oliviero, Volta Mantovana;
Dott. De Veszelka Alberto, Guidizzolo.

Varianti alla
a

11 presente decreto sarà pubblicato nella Gazzella U//lciale del
Regno, nel Foglio annunzi legali della Provincia, e, per otto giorni
consecutivi, all'albo della Prefettura e dei Comuni interessati.

Mantova,

addì

28 settembre

1938

-

Aqno O I
li

prefello:

Mo.NIUOBI

(382)

IL l'DEFETTO DELLA

a

IL PREFETTO DELLA PROVINCIA DI VERCELLI
Visto 11 proprio decreto n. Ic25 Div. San. col quale et approva
la graduatoria della Commissione giudicatrice a posti di medico
condotto vacanti nella Provincia al 30 novembre 1030-XV;
Visto il decreto pari numero e data del precedente, col tinale
fu dichiarato vincitore del concorso per 11 posto di medico condotto
del comune di Cerrione il dott. Piero Pesando;
Vista la lettera del podestá di Cerrione dei 3 settembre 1938-XVI,
con cui si comunica che il dott. Piero Pesando ha rinunciato al
Visti

gli

articoli 26 e 56 del R. decreto 11 marzo

posti di veterinario condotto

PROVINCIA DI

1935XVI,

n.

281;

Decreta:

VERONA

Visti i verbali della Commissione giudicatrice del concorso per
titoli e per esami al posto di veterinario consorziale di Nogara-Sorgh-Gazzo Veronese, bandito con decreto prefettizio 31 dicembre
1106, n. 31527/3 San:
Visto l'art. 69 det testo unico delle leggi sanitarie, approvato con
R. decreto '27 luglio 1934, n. 1265, nonche il regolamento dei concorsi a Tosti di sanitari addetti al servizi dei Comant e delle Provincie, approvato con It. decreto 11 marzo 1933, n. 281;

11

E' dichiarato vincitore
dott. Gillo Ginseppe.

del

Il presente decreto, della
di Cerrione, sarà pubblicato
Foglio degli annunzi legali
falbo della Prefettura e del

concorso

per

la

condotta suddetta

cui esecuzione è ineûricato 11 podestA
nella Gazzetta U/ficiale del Regno, nel
della Provincia, o per otto giorni alComune interessato.

Vercelli, addl 30 settembre 1938

-

Anno XVI
p.

Il prefetto:

BroNoo.

(3858)

Decreta:
E

del concorso

posto;

REGIA PREFETTURA DI VERONA
Graduatoria generale del concorso

graduatoria dei vincitori
posti di medico condotto

approvata la seguente graduatoria flrmata dalla Commissione

giudicatrice:
1. Ucuini dott. Umberto in Giuseppe ,
2. Segna dott. Bruno di Pleiro
3. Peressoni dott. Emilio di Giovanni
4. Pennacchioni dott. Attilio di Luigt
.5. f.accini-Iticci dott. Martino fu Jacopo
6. Marchi dott. Giovanni di Ginseppe
7. Pedotti dott. Angelo di Carlo
8. Cappa dott. Ferrando di Paolo
.
9. Valbusa dott. Carlo di Ginseppe.
.
30. Alartini dott. Maiio di Giacomo
.

.

.

.

.

,

punti

.



.

»
=

.

.

»

.

»

.

.

»

.

.

»

.

»

.



.

.

40.37/100
46.61/100
45.70/100
45.76/100
45.75/109
44.97/100
43.41/100
41.03/100
û9.52/100

39.50/100

Il presente decreto sará pubblicato nella Ca::efta Uf/lciale del
Regno, nel Foglio annunzi legali della provincia di Verona. e, per
Otto giorni consecutivi, all'albo di ques‡a Prefettura ed a quelli del
comun1 di Nogara, Sorgh e Gazzo Veronese.

Verona, addi 29 setteinbre 1938

-

Anno XVI
11

prefello:

Vaccur

REGIA PREFETTURA DI CREMONA
Varianti alla graduatoria del vincitori del concorso
a posti di sanitario
If

PflEFETTO DELLA PROVINClA DI CitEMONA

Visto il proprio decreto in data 5 agosto 1938, n. 8659, con 11
quale veniva approvata la gradnatoria dei candidati risnitati idonei
nel concorso al posto di medico aggiunto presso l'Ufficio sanitarle
del comune di Cremona:
Veduto il decreto di parl numero e data con 11 quale veniva
dichiarato vincitore del concorso íl dott. Brazioli Giovanni di Francesco, 1• classifleato:
.Veduta la lettera in data 24 e .m. n. 10718 con la quale 11 podestà di Cremona segnata che il predetto dott. Urazioli ha rinuncluto al posto;

14-1-1938 (NTI)

,

9AZZETTA

UFFICIALE DEL

Ritenuto necessario pigyvedere.4114 destinazione (lWaltro candidato per coprire 11 posto rimasto vacante;
Visti l'art. 36 del testo unico leggi sanitario e gli articoli 24,
55, 60, 81 del regolamento 11 uiarzo 103 , n. :91;

TGONÇ

Varianti alla
a

Decreta:

Urazioll.
Il presente fleeretû Yerrit pubblic4to nella Ganetta Ufficiale del
Regno, nel Foglio annunzi legali della provincia (i Cremona e per
otto giorni consecutivi gll'alho pretorio (li questa Prefettura e del
pomune di

Cremona,

Cremona, addl

30 settembre 1938

-

Anno XVI
p. Il

prefeito: SO.LDAmi

(3838)

4311

q¾g VMWTTWA W MODENA

6

E' dielliarato vincitore del concorso al posto suindicato 11 .dott.
Pagliari Lelio da Bonemerse (> classificato), in sostituzione del dott.

D'1TALIX •1. 23G

graduatoria der
posti di medico

vincitori del ¢oncorse
condotto

IL PREFETTO DELLA PROVINCL\ DI

310DÇNA

Visto il proprio decreto in data 31 dicembre 1938 con- 11 quale
venne bandito 11 concorso a dieci posti di medico condotto vacanti
nei comuni di Bomporto, Carpi, Caraposanto, =Flum41bo. AIonteereto,
Monteflorino, Pavullo, ZQcca, Modena IV e i reparto forese;
Visto 11 proprio decreto n. 1950 del 23 luglia 1938 con il quale 6
stata approvata la graduatoria dei concorrenti;
Viste le domande dei concorrenti con 1°indicazione delle 4041
per le quali hanno concorso, speciannente quella del dott. Iliccardo

Bassi;
Considerato che 11 dott. Guglielmo Paltrinieri ed 11 dott. Manlio
nominati in ragione di graduatoria, hanno dichiàŸÄlo
di non accettare la nomina per la condotta medica di hlûdena 1 te•
parto forese; giusta le rispettive lettere n. 12534 del 13 corrente del

Prafi, primi
Podestá

di l\l00W4 9 .18 porrepte dell'iriteressato;
isto il R. decreto 11-marzo 193 , n. 281:

REGIA PREFETTURA DI TRENTO
Varianti alla graduatoria del

concorso a

posti di inedice condotto

IL PREFETTO DELLA PROVINCIA DI

TRENTO

Ðecretai
dica ti

Visto il proprio decreto 21 luglio 1938-XVI, n. 25855-IIIa, con 11 :
dott. Conti Bruno è stato dichiarato.vincitore del concorso
di medico condotto di Cavalese;
che 11 predetto sanitario, con lettera 22 settembre 1938-XVI, ha

Decreta:

Cavalese.
-

Anno XVI
Il prefello:

IL PREFETTO DELLA Pft0¥INCIA DI

FELICE

Visto 11 proprio decreto 21 luglio 1938-XVI, n. 25835-HIa, con 11
il dott. Amedeo Bettini è stato dichiarato vincitore del couvorso al posto di medico condotto del consorzio spiazzo-StremboVigo Rendena e designato -per la nomina al posto stesso;
Vista la lettera 11 settembre 1938-XVI, con la quale 11 predetto
sanitario dichiara di rinunciare alla nomina stessa;
che il dott. Pandini Giuseppe che segue il predetto sanitario in
graduatoria, con lettera 30 agosto 1938 ha pure rinunciato alla

del

11 signor dott. Aldo Zuenelli è dichiarato vincitore del concorso
al posto di medleo condotto del Consorzio e,anitario di Spiazzo-Stremho-Vigo Rendena ed è designato per la nomina al posto stesso,
il presente decreto sarA pubbliento nella Ga::etta Ufficiale del
Regno e nel Foglio annunzi· legali della Provincia o per otto giorni
consecutivi all'albo pretorio di questa Prefettura e dei suddetti
Comuni.
-

Anno XYI
11 pTc/eno:

(3897)

FEuca

30 settembre 1938

vincitore della condotta me-

Anno

-

XVI
Il

prefettoo

LIPPI.

generale

del

posti di medico condotte

concorso a

IL PREFETTO DELLA PROVINCIA DJ LA SPEZIA
Visto 11 proprio decreto in data 21 dicembre 1936-XV col quale
concorso pubblico ai posti di medico condotto vacanti nei
conmni di La Spezia (80 e 10• reparto) e Carro;
Visto 11 verhale della Commissione giudicatrice di tale concorso
trasmesso dalla Regia prefettura di Lucca con lettera in data 30 agosto 1938,..n. 1298,7 prot.;
Visto l'art, 69 del testo unico delle leggi sanitarie approvato 004
R. decreto 27 Inglio 1931, n. 1203.
Visto l'art. 23 <iel regolamento approvato con R. decreto 11 mar-

bandiva il

1935-XHi,

n.

281;
Decreta:

E' approvata la seguente graduatoria dei candidati ai posti. di
medteo courlotto ruessi a concorso in questa Provirreia con decreto
prefettizio 21 dicembre 193CrXV forranlata con Verbale in data 13
agosto 1938-XVI dall'apposita Commi.ssione giudicatrice e trasmessa
dalla Regia prefettura di Lucca in data 30 agosto 1938-XVI:

pre-

Deereta:

la

REGIA PREFETTURA DI LA SPEZIA

nomina;
che il dott. Znenelli Aldo, vineitore del concorso al posto di ValJarsa, 11 quale ha chiesto la sede di Spiazzo in ordine di precedonza, interpellato, ha dichiarato con lettera 16 settembre 1938-XVI,
di accettare la stessa sede resusi vacante conda r¡nuncia
detto dott. Amedeo Reitini;
81;
Visto l'art. 20 del R. decreto 11 marzo 1933, n.

o

p.

zo

TIlENTO

quale

Trento, addì i ottobre.1938

addl

(iraduatoria

Il presente decreto sarA pubblicato nella Ganetta (1//lciale del
llegno o nel Foglio annunzi legali della Provincia, e per Otto giorni
consecutivi all'albo pretorio di questa Prefettura e del comune di

I

38

11 dott. Corradini. Giorgio è dichiarato vincitore del concorso al
pasto di medico condotto di CaYalese ed è designato per la nomina
al posto stesso.

Trento, addl 4 ottobre 1938

a

l\fodena,

quale 11
al posto

dichiarato di rinunciare al suddetto posto;
che dei concorrerti clie seguono immediatamente in graduatoria al predetto dott. Conti, 11 primo che abbia chiesto la suddetta
sede in ordine di preferenza é il dott. Corradini Giorgio;
Visto l'art. 26 del II. decreto 11 niarzo 1935, n. 281;

lodne

i è dichiarato

.

1. Dott.
2. Dott.
3. Dott.
4. Dott.
5. Dott.
0. Dott.
7. Doit.
S. Dott.
9. Dott.
10..Dott.
11. Dott.
La

Hononi Quintilio
Romani Bruno
,
Yanni Amedeo
Saccomanni Luigi
Giuliani Giacomo
Cavallo GiusePPe
Nannini Francesco
Beverini Alessandro

.

.

Castagna Stefano
Salvetti Rruno
Ambrosi Giulio

Spezia,

.

addl 7 ottobre 1938

.

..

con

.

punti 45.83 50
»
42,37 30

.

.

.

.

.

»

.

»

.

.

»

.

»

.

.

.

.

.

.

.

.

.

,
.

-

.

.

,

.

.

.

41.18 50
40.&' 50

»

.

.

.

.

.

.

40.54/50
39.50/30
38.89¡Je
38.70/30
38.63¡]0

»
»

38.53 50

36.03p0

a.

Anno XVI
1l

Prefeito

1L PREFETTO DELLA PROVINCIA DI LA SPEZIA
Visto 11 proprio decreto in data 7 ottobre 193A, n. 13030 San., con
eni à stata approvata la gradnatoria del concorso al posti di medico condotto vacanti in provincia di La Spezia:
Y]ste le domande presentate dai candidati risultati vincltori
del concorso medesimo e l'ordine dl pref renza dalle s di da essi

indi:ate;

.

$312

,

14--y,1938 (XVI)

GAZ2ETTE ITFIG ALE DEL REGNO

-

alFarû69

dispÃizioni

del testo
Viste le
di legge di cui
geáti
unico delle leggi sanitarie approvato con R. decreto 27 luglio 1934,
n. 1265, ed il regolamento approvato con R, decreto in data 11 margo

1935-XIII,

n.

,

-

(8• reparto).

2. Dott. Romani Bruno di Tarquinio
comune di Carro.
comune di La Spezia (10• re3, Dott. Vanni Amedeo di Angelo
-

-

parto).

a

posti

II: PREFETTO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA

seguenti

mero

La

236

Variante alla graduatoria del concorso
di veterinario condotto

candidati sotto dichlarati vincitori del concorso a nutre posti di medico condotto in provincia di La Spezia e destinati a prestare servizio nella sede a flanco di ciascuno indicata:
comune di La Spezia
1. Dott. Bononi Quintilio fu Agostino
I

ALIA ·1.

REGIA PREFETTUEA DI RAVENNA

281:
Decreta:

D'I'

Considerato che 11 dott. Michelacci Giustino vincitore del posto
di veterinario condotto vacante a Brisighella vi ha rinunziato:
Ritenuto che, ai termini dell'art. 26 del regolamento apprövato
R. decreto
con R. decreto 11 marzo 1935, n. 281, e dell'art. 36 del
26 luglio 1934, n. 1265, si deve procedere alla nomina del concorrente
dichiarato idoneo, che segue immediatamente nella graduatoria e
54 ha ehtesto la sede sopra indicata;

Spezia,

addl 7 ottobre 1938

-

Ritenuto che nelle condizioni volute si trova

Anno XVI
Il Prefetto

Corradino, terzo graduato fra gli idonei;
Vista la graduatoria approvate con decreto
1938-XVI;
Visto l'art. 69 del R. decreto 26 luglio 1934;

REGIA PREFETTURA DI RAVENNA
graduatoria del vincitori del
al posto di medico condotto

Variante alla

concorso

n.
n.

Decreta:
Al dott. Pietro Scano è assegnato 11 posto di medico condotto Vaconte a San Patrizio di Conselice al 30 novembre 1936.
Ravenna, addl 4 ottobre 1938

-

9053 del 10 agosto

1265,

Al dott. Sangiorgi corradino è assegnato 11 posto di veterinario
condotto vacante in Brisighella al 30 novembre 1936.

Ravenna, addì 27 settembre 1938

che ha chiesto la sede sopra indicata;
Ritenuto che nelle condizloni volute si trova 11 dott, Pietro Scano
decimo graduato fra gli idonei;
Vigta la graduatoria approvata con decreto n. 9053, del 10 agosto 1988;
Visto l'art. 69 del R. decreto 26 luglio 1934, n. 1265;

Sangiorgi

neereta:

-

Anno XVI

IL PREFETTO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA
Considerato che il dott. Fidalmo Butelli, vincitore del posto di
ha rinunziato;
medico condotto vacante a Conselice (San Patrizio) vi
Ritenuto che, ai termini dell'art. 26 del regolamento approvato
R. decreto
con R. decreto 11 marzo 1935, n. 281, e dell'art. 36 del
26 luglio 1934, n. 1265, si deve procedere alla nomina del concorrente
dichiarato idoneo, che segue immediatamente nella graduatoria e

11 dott.

Il Prefetto

(3899)

REGIA PREFETTURA DI CALTANISSETTA
Avviso di rettifica
è stata
11 decreto prefettizio del 5 settembre 1938-XVT, col quale
sanitario
la graduatoria del concorso al posto di ufficiale
Gazzetta U//tdel comune di Caltanissetta, à etato pubblicato Itella
sotto il titolo a (iraciale del 16 settembre 1938-XVI, n, 212, pag. 3936,
anziehe di u[[ta
duatoria del concorso al posto di medico condotto
sanflaTio.
ciale

approvata

Caltanissetta, 20 settembre 1938

-

Anno XVI

Anno XVI
Il
Il Prefetto.

(3898)

(3873)
I

SANTI RAFFAELE, geT€nl&

A10GNOZZA GIUSEPPE, direttore
Roma

--

Istituto Poligrafico dello Stato

-

G. C.

pre[etto:

RISTAGNO



Parole chiave correlate