File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



La vita e bella nonostante.pdf


Anteprima del file PDF la-vita-e-bella-nonostante.pdf

Pagina 1 2 345124

Anteprima testo


LA

VITA È BELLA NONOSTANTE

H o letto, non ricordo dove, la più esauriente lezione di
saggezza che si possa dare. Era un aneddoto di sei o sette righe.
Lo trascrivo a memoria: «Un Professore di Filosofia sale in
cattedra e, prima di iniziare la lezione, toglie dalla cartella un
grande foglio bianco con una piccola macchia d’inchiostro nel
mezzo. Rivolto agli studenti, domanda: “Che cosa vedete qui?”.
“Una macchia d’inchiostro”, risponde qualcuno. “Bene”,
continua il Professore, “così sono gli uomini: vedono soltanto le
macchie – anche le più piccole – e non il grande e stupendo
foglio bianco che è la vita”».

E ro andato a trovare in clinica il mio amico. Aveva passato un
brutto momento, una congestione polmonare, l’avevano tenuto
sotto la tenda ad ossigeno e, solo allora, cominciava a
recuperare una goccia di energia, con la convalescenza. Proprio
quel giorno, a Parigi, Henri de Montherlant, scrittore acuto ed
aristocratico, si era ucciso a settantasei anni; essendo vecchio e
quasi cieco, pensava che la vita non valesse più niente, non
fosse degna di lui. Il mio amico, un uomo semplice e mite,
scosse il capo: “Per me”, disse, “la vita è meravigliosa. Ed
anche se non lo fosse, la terrei da conto ugualmente, a qualsiasi
costo. Perché è tutto quello che ho”.
Ecco, a me sembra che esista un solo modo per essere felici:
amare la vita “a qualsiasi costo”. Accettarla per quello che può
dare. Forse è “poco” ma quel “poco” è anche “tutto”. Pretendere
di più sarebbe “troppo”; ed è proprio a causa di questo “troppo”
che siamo infelici. Ma la colpa è nostra, non della vita.
Per sé, per quanto è in grado di offrire, la vita è sempre bella.
Nonostante. Già, nonostante le ansie ed i contrattempi, le
delusioni e gli agguati; nonostante la paura ed i pregiudizi, i
compromessi e le invidie; nonostante “le frustate e lo scherno
del tempo, le ingiurie degli oppressori, le insolenze dei superbi,
le fitte dell’amore disprezzato, le lungaggini della Legge,
l’arroganza dei potenti ed i calci che i giusti ed i mansueti
ricevono dagli indegni” (Amleto, Atto III, Scena prima).
Nonostante il dolore, le sventure e la morte.

–3–