File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Assistenza Contattaci



La grande Alaska .pdf



Nome del file originale: La grande Alaska.pdf
Titolo: Pizza camp imp

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da QuarkXPress(R) 9.1, ed è stato inviato su file-pdf.it il 24/08/2014 alle 18:39, dall'indirizzo IP 37.117.x.x. La pagina di download del file è stata vista 900 volte.
Dimensione del file: 57.7 MB (12 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


La grande Alaska_Pizza camp imp 24/08/14 18.23 Pagina 1

Franco La Guidara

La grande Alaska

La grande Alaska_Pizza camp imp 24/08/14 18.23 Pagina 2

Carl Lomen
(1880, St. Paul, Minnesota 1965, Seattle, Washington)

Ebbi i primi contatti con
Carl Lomen nel dicembre del
1960, e gli articoli scritti su
questo geniale self-man vennero pubblicati su vari giornali italiani.
Carl Lomen amava raccontare l’impresa del suo amico
norvegese Leonhard Seppala
che nel gennaio del 1925,
«durante la peggiore tempesta di neve che si fosse mai
vista», con i suoi husky percorse 1.085 chilometri in cinque giorni e mezzo per trasportare il siero antidifterico
da Nenana alla gente di
Nome colpita da un’epidemia.
Il cane guida della staffetta
di husky che arrivò a Nome
si chiamavo Balto e ricevette
un posto d’onore nella
«Corsa del siero» e diventò
poi un cartone animato della
Walt Disney.
A Carl Lomen si deve anche
la creazione della versione
consumistica e commerciale
di Babbo Natale e delle sue
renne.
Nel 1926, al fine di promuovere la vendita di carne di
renna e le pellicce, Lomen
collaborò con Macy’s
Magazzini per organizzare
sfilate di Natale con i Babbo
Natale e slitte tirate da
renne con pastori Sami e
nativi dell'Alaska.
Matthis Ivar Klementsen
Nillika fu il primo Babbo
Natale.
A queste parate parteciparono le città di Portland, St.
Paul, Boston, San Francisco,
Chicago, Seattle e Brooklyn.
I fratelli Lomen invitarono i
bambini a scrivere lettere
che chiedevano di Babbo
Natale, e queste vennero
pubblicate sui giornali statunitensi. Babbo Natale e le
renne diventarono così parte
integrante del Natale del
Nord America.
Carl Lomen ricordava con

orgoglio anche la sua «The
Great Trek» (Progetto
renna). Nel 1930, quando i
caribù nell'Artico canadese
diminuirono drasticamente,
il governo canadese decide
di sostituirli con le renne.
Lomen accettò di consegnare
3.400 renne al delta del
fiume Mackenzie, a 1.200
miglia di distanza (quasi 2
mila chilometri) da Nome.
La spedizione guidata da
Andrew Bahr, un lappone di
60 anni, lasciò la penisola di
Seward il giorno dopo
Natale, nel 1929.
Bufere di neve, renne in fuga
e una miriade di altri problemi fecero sì che nel primo
anno le renne percorsero
solo 200 miglia (300 chilometri). Bahr e i suoi uominigiunsero a destinazione con
3.282 renne il 6 marzo 1935.
Il novanta per cento delle
renne arrivate era nato
durante il viaggio, durato
ben cinque anni invece dei
diciotto mesi previsti.
La «Legge Renna» in Alaska
aveva in seguito trasferito la
proprietà delle mandrie di
renne ai soli nativi. Solo una
sentenza del Tribunale nel
1997 ha permesso a tutti
l’allevamento di renne.

Carl Lomen in una immagine
del 1923.
Carl Lomen e suo padre lasciano nel 1900 il Minnesota per
Nome. Il padre di Lomen realizza uno studio legale redditizio,
così la madre e i fratelli George,
Harry, Ralph, Alfred e la sorella
Elena li raggiungono. I fratelli
Lomen aprono uno studio fotografico e una farmacia. George
Lomen diventa assessore e poi
giudice municipale.
Nella foto in basso: il magazzino
della Lomen Company sulla
River St West of e St, a Nome nel
1933

La grande Alaska_Pizza camp imp 24/08/14 18.23 Pagina 3

La grande Alaska_Pizza camp imp 24/08/14 18.23 Pagina 4

QUADRANTE - Rivista delle Forze Armate - anno XVI
n. 16/17 - 31 ottobre 1981

La grande Alaska_Pizza camp imp 24/08/14 18.23 Pagina 5

La grande Alaska_Pizza camp imp 24/08/14 18.23 Pagina 6

QUADRANTE - anno XVI n.18/19 - 30 novembre 1981

La grande Alaska_Pizza camp imp 24/08/14 18.23 Pagina 7

La grande Alaska_Pizza camp imp 24/08/14 18.23 Pagina 8

QUADRANTE - anno XVI 20/21/22 - 31 dicembre 1981

La grande Alaska_Pizza camp imp 24/08/14 18.23 Pagina 9

La grande Alaska_Pizza camp imp 24/08/14 18.23 Pagina 10

QUADRANTE - anno XVII
n.3/4 - 15/28 febbraio1982

La grande Alaska_Pizza camp imp 24/08/14 18.23 Pagina 11

La grande Alaska_Pizza camp imp 24/08/14 18.23 Pagina 12

Alaska: grande paese

In Alaska le comunicazioni
sono difficili. La rete stradale
non è molto sviluppata a
causa della scarsità della
popolazione, delle grandi
distanze e della natura del
suolo, per gran parte dell'anno ricoperto da ghiaccio o
neve o formato da permafrost. Le strade sono presenti
nella parte meridionale dello
Stato, la Alaska Highway unisce le città principali dello
Stato al Canada.
Juneau, la capitale, nata su
delle isole, non è raggiungibile via terra, ma solo tramite
aerei o navi. Ha solo 30 mila
abitanti.
Lo scorso anno Nome, lo sperduto villaggio ove visse Carl
Lomen e che oggi conta circa
3.500 anime, si è trovato in
una situazione disperata.
Gli abitanti non erano riusciti
a fare il «pieno» di diesel e
benzina per affrontare la stagione invernale a causa del
maltempo e le scorte erano
agli sgoccioli.
Non ce l’avrebbero fatta ad
aspettare il rifornimento previsto in primavera.
La petroliera russa Renda, era
salpata dal porto di
Vladivostok il 17 dicembre
2011 per questa estrema missione di soccorso ma aveva
incontrato una serie di difficoltà.
Prima i problemi per il carico
di carburante in Corea del
Sud e poi il tempo sfavorevole
che non le permette di fare
tappa in Giappone. A remare
contro la missione anche il
«Jones Act» una legge che non
consente a
navi straniere di
rifornirsi
negli Stati
Uniti. Gli
USA tuttavia concedono una
deroga e la
petroliera
riparte dal
porto di
Dutch
Harbor con
il pieno di
carburante
scortata
dalla nave

rompighiaccio americana Healy.
Superare lo
stretto di
Bering in
questo periodo dell’anno
è un’impresa
(quasi)
impossibile a
causa dello
strato di
ghiaccio spesso anche
fino a tre
metri - che
ricopre la
superficie del mare. Le due
navi procedendo a zig zag e
cambiando continuamente
rotta riescono, a volte, a percorrere solo 15 metri in un
giorno. A causa della temperatura il ghiaccio si ricompatta in brevissimo tempo e la
rompighiaccio è costretta a
ripetere l’operazione rallentando di molto gli spostamenti. Per questo motivo le imbarcazioni procedono vicine,
rischiando di scontrarsi.
Una volta arrivati a destinazione a metà gennaio 2012,
però, un’ennesima difficoltà
da superare: il porto di Nome
è impraticabile a causa di uno
spesso strato di ghiaccio,
comunque il carburante viene
scaricato attraverso un tubo
lungo 1 chilometro e mezzo.
La petroliera Renda è passata
alla storia come la prima spedizione di carburante attraverso i ghiacci dell’Alaska. I
rifornimenti verso Nome, di
regola, si effettuano quando il
freddo non ha ancora ghiacciato la superficie marina.

Nella foto: la petroliera
sovietica Renda, affiancata da una nave rompighiaccio americana Healy,
affronta un viaggio epico
per rifornire di carburante il villaggio di Nome.

Nella foto in basso:
Anchorage era, fino al
1914 un villaggio eschimese. Il Presidente Woodrow
Wilson volle la costruzione
di un collegamento ferroviario fra il mare e l'interno, l'Alaska Railroad e la
città, fondata nel 1915
come principale scalo di
rifornimento della ferrovia, si sviluppò rapidamente come avamposto
nella seconda guerra mondiale, avendovi sede il
comando di difesa
dell'Alaska.
Nella seconda metà degli
anni Ottanta la città s'ingrandì, anche se, a metà
decennio, l'economia cittadina conobbe la recessione
a causa della contrazione
avvenuta nei prezzi petroliferi.
È sede dell'Università
dell'Alaska (1954), principale campus nell'ambito
dell'University of Alaska
System.
La città fu colpita da un
violento terremoto nel
1964, che costò la vita a
143 persone. Dopo questa
esperienza l'altezza degli
edifici è stata limitata a
21 piani.
Oggi conta quasi 300 mila
abitanti.


Documenti correlati


Documento PDF la grande alaska
Documento PDF la grande pera
Documento PDF guida genitori 1
Documento PDF programma palaia in grande
Documento PDF il piu grande crimine
Documento PDF untitled pdf document


Parole chiave correlate