File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



MUTUI .pdf


Nome del file originale: MUTUI.pdf

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da Adobe InDesign CS6 (Windows) / Adobe PDF Library 10.0.1, ed è stato inviato su file-pdf.it il 10/10/2014 alle 17:34, dall'indirizzo IP 2.39.x.x. La pagina di download del file è stata vista 752 volte.
Dimensione del file: 329 KB (1 pagina).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


MUTUI LO STATO SI FA GARANTE

Il mercato dei mutui per l’acquisto della casa
mostra segnali di ripresa (+30% di erogazioni
nei primi sette mesi del 2014 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno) e un’ulteriore
spinta potrebbe arrivare anche dallo Stato. È
stato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale
il decreto che regola il Fondo di garanzia per
i finanziamenti fino a 250 mila euro destinati
all’acquisto e alla ristrutturazione della prima
casa. Vediamo come funziona e quali sono le
condizioni.

COME FUNZIONA.

Il Fondo di garanzia per la prima casa è stato introdotto dalla legge di Stabilità per il 2014 (lettera c, comma 48, articolo 1, legge 147/2013) e
sarà attivato a breve. Il decreto che lo istituisce
è stato infatti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 226 del 29 settembre 2014; per renderlo
effettivamente operativo manca ora solo il protocollo d’intesa tra il ministero dell’economia
e l’Associazione bancaria italiana che disciplinerà l’accesso degli istituti di credito alle garanzie e darà avvio alla concessione dei mutui. Il
Fondo potrà contare su uno stanziamento complessivo di 600 milioni di euro per il triennio
2014/2016 e potrà concedere garanzie da parte
dello Stato nella misura massima del 50% della quota capitale sui mutui ipotecari per l’acquisto, la ristrutturazione e il miglioramento
dell’efficienza energetica degli immobili destinati a prima casa.

LE CONDIZIONI DI ACCESSO.

Per poter accedere occorre rispettare alcune
condizioni. In primis, l’importo dei mutui ipotecari non può superare i 250 mila euro. L’abitazione da acquistare o riqualificare non deve
inoltre appartenere alle categorie catastali A1
(abitazioni di tipo signorile), A8 (abitazioni in
ville) e A9 (castelli, palazzi di eminenti pregi
artistici o storici) né presentare caratteristiche
riconducibili agli immobili di lusso. Il decreto stabilisce inoltre che alcune categorie hanno priorità di accesso al fondo. Tra queste, le
giovani coppie, i nuclei familiari con un solo
genitore con figli minori e i giovani con età inferiore a 35 anni inquadrati con un contratto di
lavoro atipico. Alla data di presentazione della
domanda è necessario poi che il mutuatario non
sia proprietario di altri immobili a uso abitativo
(a eccezione di quelli acquisiti per successione
o in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli). La
gestione del Fondo sarà affidata a Consap, concessionaria servizi assicurativi pubblici controllata al 100% dal ministero dell’economia e delle
finanze, che procederà a esaminare le domande,
istruire le pratiche ed erogare le somme dovute
in caso di esito positivo.

www.affarimmobiliari.biz


Anteprima del documento MUTUI.pdf - pagina 1/1

Documenti correlati


Documento PDF mutui
Documento PDF untitled pdf document
Documento PDF euribord negativo
Documento PDF mutui spread ancora in discesa
Documento PDF mutui spread ancora in discesa
Documento PDF ilgabbiano


Parole chiave correlate