File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



GUIDA SCAVI COMPLETA.pdf


Anteprima del file PDF guida-scavi-completa.pdf

Pagina 1 2 34522

Anteprima testo


settentrionale e meridionale, occupati dai santuari urbani e quello centrale destinato all’agora.
Un grande sviluppo edilizio si ebbe intorno al 550 a.C. con la costruzione dell’imponente
tempio di Hera (c.d. Basilica), delle strade perpendicolari e, verso la fine del secolo, del c.d. sacello
ipogeico nella zona dell’agorà e del tempio di Athena nel santuario settentrionale.
La città conobbe un periodo di grande fervore edilizio, senz’altro ricollegabile ad un
particolare sviluppo economico, tra l’ultimo trentennio del VI secolo a.C. e la metà del secolo
successivo.
L’assetto urbano della città greca si conservò pressoché intatto in età lucana, la maggior parte
dei monumenti pubblici, più o meno ristrutturati, continuò ad esser utilizzata talvolta con le
medesime funzioni.

Il circuito delle mura
La cinta muraria di Paestum costituisce uno dei sistemi di fortificazione meglio conservati
della Magna Grecia. Si sviluppa sttraverso un circuito di 4.750 metri, seguendo l’andamento del
banco di travertino sul quale sorge la città, lungo un percorso grossomodo pentagonale, con il lato
minore rivolto verso la costa. Il circuito è pienamente visibile percorrendo la strada moderna che
copre l’antico fossato e che gira tutt’intorno alle mura. La cinta presenta uno spessore medio di
cinque metri e massimo di sette, ma non si conserva per tutta la sua altezza che doveva aggirarsi
intorno ai sette metri.
Le mura sono costruite in blocchi di calcare squadrati, disposti a formare due paramenti
piuttosto spessi, collegati da briglie di contenimento. Lungo il circuito si possono osservare ben 28
3