File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Statuto 20141119 Proposta Definitivo.pdf


Anteprima del file PDF statuto-20141119-proposta-definitivo.pdf

Pagina 1 23417

Anteprima testo


PREAMBOLO
La Città Metropolitana di Bologna
ispirando la propria azione
ai principi della Costituzione della Repubblica, della Carta dei diritti fondamentali
dell’Unione Europea e della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo
condividendo
la volontà di realizzare un nuovo sistema comune, di carattere federativo e solidale tra le
comunità e i territori che la compongono, in grado di valorizzare in una visione condivisa le
proprie caratteristiche e tradizioni in una nuova identità metropolitana;
allo scopo
di perseguire un più avanzato livello di sostenibile sviluppo ambientale, economico e
sociale, assicurando il contesto più idoneo per le migliori condizioni di vita delle persone e
per lo svolgimento delle attività produttive, agevolando la fruibilità dei servizi e la mobilità
nell'intero territorio metropolitano;
di realizzare i requisiti istituzionali e sostanziali per svolgere una attiva funzione di
propulsione e di snodo nell’ambito del territorio della Regione Emilia-Romagna;
di sviluppare il proprio ruolo in ambito nazionale ed europeo;
nella consapevolezza
dell’esigenza di conseguire, nel proprio ambito, una più efficace distribuzione delle
funzioni, un'armonizzazione delle regole e una semplificazione delle attività amministrative
che consentano tempi adeguati per decidere e realizzare infrastrutture e servizi
indispensabili per l'attrattività e la qualità del nostro territorio;
dell’importanza fondamentale, a questi scopi, di sviluppare la più ampia condivisione di
obbiettivi, progetti, azioni, mezzi;
di adottare, dunque, forme innovative di cura degli interessi comuni, migliorando
l’efficienza dell’azione pubblica, anche attraverso il coinvolgimento dei privati,
razionalizzando l’uso delle risorse; in modo da coniugare efficienza e uso rigoroso delle
risorse pubbliche;
di adeguare, in definitiva, il modo di essere e di funzionare delle istituzioni del territorio alle
domande poste dall’attuale fase della vita del Paese e all’evoluzione delle realtà
metropolitane europee;
a conclusione
di un processo di lavoro comune che, negli ultimi venti anni, ha trovato un avvio con
l’Accordo per la Città metropolitana del 14 febbraio 1994 e con l'istituzione volontaria della
Conferenza metropolitana dei Sindaci;
di una esperienza diffusa nella istituzione di una serie di soggetti associativi, dalle Unioni
di Comuni al Circondario di Imola, delineando nell’intero territorio metropolitano un vera e
propria intelaiatura istituzionale, quale base solida e funzionale per la realizzazione di una
nuova,delle norme stabilite dalla Costituzione (artt. 114 e seguenti) e dalla legge (7 aprile
2