File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Nerostellati N. 8 web .pdf



Nome del file originale: Nerostellati N. 8 web.pdf
Titolo: Layout 1

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da QuarkXPress(R) 7.31, ed è stato inviato su file-pdf.it il 19/02/2015 alle 11:32, dall'indirizzo IP 79.33.x.x. La pagina di download del file è stata vista 798 volte.
Dimensione del file: 1.7 MB (4 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Salve a tutti. In questo numero del nostro giornalino torniamo alla consuetudine, con interviste e la storia
della nostra squadra. Buon Campionato a tutti e sempre ... FORZA PRATOLA.

Oggi parliamo del Grillo e del Toro
Francesco e Luigi Santilli... una valanga di goal in due
di Mauro Cianfaglione

A

gli amici soci della USD Pratola Calcio 1910 proponiamo questa volta due bomber disgiunti dai tanti
anni di differenza. Due attaccanti, padre e figlio, due
momenti, due generazioni a confronto: due fenomeni
del calcio pratolano. Stesso ruolo, ma diversi stili. Uno
scattante, il padre; l’altro possente.
Francesco Santilli, classe 1958, inizia a farsi notare al
campetto di Padre Coluzzi per la sua agilità e magrezza. Inizia il campionato nella categoria allievi per
poi passare alla Juniores dove arriva il primo bel risultato: campione regionale con la Pro-Calcio Pratola.
Continua la sua ascesa alle nazionali Juniores nel 1975
a Vico Equense, in provincia di Napoli. Nel 79-80,
dopo la fusione Pro-Calcio-Sagittario, passa in prima
categoria con il bravo allenatore-giocatore. Vince il
campionato e col Pratola approda in Eccellenza. Durante l’autogestione societaria, nella stagione 83-84,
con allenatore Roberto De Simone, rifila il gol vittoria
al Sulmona che lo ingaggia nella stagione successiva
chiudendo il campionato al secondo posto. Arriva l’indimenticabile allenatore Zucchini al Sulmona: primo
posto in campionato.
«Un confronto con mio figlio è impossibile. Ai miei
tempi era tutto più tecnico. Oggi il calcio è fatto di
corsa, capacità atletiche e forza. Adesso anche in serie
A molti calciatori, nel fare un cross in area, buttano
spesso il pallone fuori. Prima questo non accadeva…
piedi buoni! Io ero bravo nel dribbling stretto e nelle
acrobazie. Un bravo allenatore che ricordo con affetto
è stato Ermenegildo Valle, un passato in serie A; con la
Ternana vinse anche un campionato di serie B». Passiamo al figlio Luigi: classe ’89, inizia nelle giovanili
del Pratola da terzino per poi assumere il ruolo di attaccante. Viene richiesto dal River Chieti per la Juniores, ma preferisce rimanere al Pratola dove realizza 20
reti e passa subito in prima squadra, nel campionato di
prima categoria con allenatore Cesidio Del Beato. Altre
soddisfazioni arrivano con mister Di Paolo quando
trionfano in campionato. Si apre poi una parentesi col
Bugnara al seguito di mister Vittorio Petrella. Pochi
mesi dopo ritorna al Pratola sempre con Vittorio Petrella. Gioca nel Goriano e poi nuovamente al Pratola

con la Virtus. Oggi è un nostro attaccante con 8 reti.
Tra i suoi amici nelle giovanili ricorda Pierpaolo Zavarella (eccellenza col Pescina). «Quello di quest’anno
è un bel gruppo, anzi... un ottimo gruppo. Siamo molto
legati grazie al mister che si è molto impegnato per rafforzare le amicizie e lo spirito di appartenenza. Ringrazio in modo particolare il Presidente Gianluca Pace
e tutta la Società per il loro impegno». Le qualità del
giovane Luigi sono forza fisica, tiro potente, calcia sia
col destro che col sinistro. Qualità utili a portare in alto
il Pratola. Il compito di un attaccante è delicato perché
ci si aspetta che faccia sempre gol.
I due Santilli possiedono entrambi l’abilità nel controllo di pallone, la rapidità di tiro e riescono a finalizzare al meglio l’azione. Cambiano solo i tempi di
reazione alle sollecitazioni esterne. In due farebbero
30 gol a campionato... minimo.
«Proviamo???» ci ha detto Francesco the criket.

Storia del Calcio Pratolano (7ª parte)

Dopo la salvezza ottenuta nella stagione 1982/83, nell’estate del 1983, si forma una nuova società e viene
nominato Presidente Fernando Polce. Però dopo appena una settimana, al termine di una infuocata riunione tenutasi nella sede sociale di Via IV Novembre,
vengono a galla molti contrasti per le scelte di mercato
da fare; nella stessa sera si dimette tutto il consiglio direttivo e la squadra viene consegnata nelle mani del
Sindaco che a sua volta, dopo qualche giorno, nomina
Cesare Palombizio come commissario straordinario
con il compito di formare una nuova società. Si tengono molte riunioni nella Sala Consiliare, ma tutte non
avranno esito positivo e così anche il Commissario
Straordinario rimette tutto nelle mani del Sindaco.
L’inizio del campionato è alle porte e il Pratola è senza
società e squadra: che fare? Rinunciare o andare
avanti? Si sceglie la seconda ipotesi. Così tutti i calciatori che hanno a cuore le sorti della propria squadra
e con tanto orgoglio decidono di autogestirsi accollandosi tutti di costi di gestione rinunciando ai rimborsi
(oggi sarebbe improponibile), viene ingaggiato come
allenatore Roberto Di Simone personaggio storico del
calcio pratolano, viene nominato Presidente un barbiere
Eraldo Di Luzio e Segretario l’esperto Ilario Di Cristofaro. Tra lo scetticismo generale parte il Campionato di
Promozione 1983/84. Nelle prime giornate il Pratola ha
molte difficoltà legate alla scarsa preparazione fisica per
la partenza in ritardo e così la squadra naviga nelle zone
basse della classifica, ma nel girone di ritorno i nerostellati si trasformano e ottengono significativi successi;
il più importante è datato 24 gennaio 1984 nel derby
con il Sulmona capolista vinto per 1 a 0, grazie al gol in
zona cesarini di Francesco Santilli; è una vittoria strategica che dà slancio ai pratolani fino al raggiungimento
della salvezza ottenuta mentre la terra trema in
Abruzzo. Al termine di quella tribolata stagione i calciatori non se la sentono di ripetere l’esperienza e

rimettono la squadra di nuovo nelle mani del Sindaco.
Nella stagione 1984/85 lo stellone pratolano torna a
brillare grazie ad un noto imprenditore sulmonese,
Ennio Valeri, che avendo interessi in città per la costruzione di palazzine nella zona Peep N. 1, viene esortato dal Sindaco a prendersi la società di calcio.
L’imprenditore accetta e così parte una nuova avventura per un campionato di vertice; viene preso come allenatore Ermenegildo Valle ex calciatore della Ternana
in serie A, viene effettuata una sontuosa campagna acquisti e così la squadra che presenta ai nastri di partenza del Campionato di Promozione 1984/85 è molto
forte e questa forza viene confermata anche durante il
campionato con il Pratola che lotta per il primato contro squadroni come Termoli, Tollo e Sulmona. In quel
periodo però la società viene colpita da un grave lutto
viene a mancare il co-Presidente Fernando Polce uno
dei presidenti più amati in quel periodo. Tra gli episodi
da ricordare è senza dubbio il Derby di andata PratolaSulmona 0 a 0 giocato davanti a circa 5.000 spettatori
con un incasso di circa10 milioni di lire, (mai nello stadio di Pratola si è registrato tanto pubblico e tanto incasso per una partita di campionato). La stagione è
contrassegnata anche dalla prima edizione della Coppa
Abruzzo con il Pratola che spazzando via tutti gli avversari approda alla finale di Castel di Sangro contro
l’Altinese persa per 1 a 0 grazie ad un gol dell’ex interista Ferri. Tornando al campionato i nero stellati si
piazzano al quarto posto tra l’entusiasmo generale.
Al termine di questa straordinaria stagione che ha riportato i colori pratolani al vertice l’imprenditore
Ennio Valeri lascia e la squadra torna nelle mani del
Comune, dopo le elezioni amministrative di quell’anno
parte il quinquennio di presidenza targata Sergio Di Simone. Ma di questo vi parleremo nel prossimo numero.
La storia continua...
Antonio Casasanta

Il nostro campionato

15ª GIORNATA DI CAMPIONATO
Cansano-U.S.D. Pratola 1910
L’incontro di calcio è stato rinviato in data da stabilirsi per impraticabilità del campo a causa del maltempo.

La foto è stata scattata dal Prof. Mauro Cianfaglione in occasione della 14ª partita di campionato: Pratola-Marruvium 2-0, goal di Alessandro Pucci e Giuseppe Iurisevich.

IMPRESA EDILE
SALVATORE e DI MEO & C. s.n.c.
Via Dell’Artigianato
Tel. 0864 253131
67039 Sulmona (AQ)


Nerostellati N. 8 web.pdf - pagina 1/4
Nerostellati N. 8 web.pdf - pagina 2/4
Nerostellati N. 8 web.pdf - pagina 3/4
Nerostellati N. 8 web.pdf - pagina 4/4

Documenti correlati


Documento PDF nerostellati n 8 web
Documento PDF edizione straordinaria n 1 gennaio 2014
Documento PDF edizione straordinaria n 0 dicembre 2013
Documento PDF morgan stanley 20141120
Documento PDF es 7 8 luglio agosto 2014 web
Documento PDF madonna opuscolo programma festa web


Parole chiave correlate