File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



CartoGuida TRETTO .pdf


Nome del file originale: CartoGuida_TRETTO.pdf

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da Adobe InDesign CS3 (5.0) / Adobe PDF Library 8.0, ed è stato inviato su file-pdf.it il 04/04/2015 alle 17:21, dall'indirizzo IP 62.11.x.x. La pagina di download del file è stata vista 576 volte.
Dimensione del file: 1.2 MB (2 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


La frazione di Bosco di Tretto

Percorsi Escursionistici
La zona collinare dell’Altopiano del Tretto, per le sue caratteristiche paesaggistiche, morfologiche, naturali ed antropologiche è territorio ideale per le più diverse tipologie di escursioni e
passeggiate, con percorsi facilmente accessibili e praticabili in
quasi tutti i periodi dell’anno. L’ambiente presenta, infatti, diversi elementi di interesse sia dal punto di vista floro-faunistico, che
dal punto di vista storico e culturale, con la presenza di numerose
“contrade” che ancora conservano i caratteri di un’antica civiltà
rurale che si è perfettamente adattata nei secoli ai ritmi della natura.
Il toponimo Tretto (dal latino tretum e dal bavarese trei) indica, per
l'appunto, che la zona è costellata da innumerevoli percorsi che per
secoli hanno costituito le vie di comunicazione tra i piccoli borghi
abitati, le colture, i boschi e i pascoli; nel mezzo, una serie di manufatti che testimoniano tanto la tradizione agricola e artigianale
del territorio, quanto la radicata religiosità tipica delle popolazioni
di montagna, come i pregevoli dipinti racchiusi in capitelli (edicole)
dall’architettura sobria ed essenziale. Dal sentiero natura, anello
naturalistico segnalato nel cuore dell’Altopiano, ai percorsi che si
snodano tra le case in sasso
delle contrade, fino alle più
alte vie di comunicazione
con i pascoli alpini, il Tretto offre ampie possibilità
per organizzare piacevoli
escursioni e distensive passeggiate, ideale toccasana
per il corpo e la mente.
Particolare in contrà Alba

Il campanile di S.Ulderico con la Catena delle Tre Croci sullo sfondo

Miniere ed estrazione
del caolino
L'Altopiano del Tretto è un territorio di antica tradizione mineraria dove già nella prima metà del '400 si estraevano argento,
piombo, rame e ferro: erano giacimenti di piccole dimensioni che
non permisero il prelievo di grandi quantità di minerali. Notevole fu
invece l'estrazione di quella che veniva definita la “terra bianca”,
il caolino. L'estrazione del caolino avveniva in galleria durante l'inverno, trasportato all'esterno con carrelli su rotaia, lavato e fatto
decantare in tinozze di legno. Seguiva l'essiccazione dei “panetti”
nelle caratteristiche strutture chiamate “casoni” costruiti dal 1800
in avanti. Agli inizi del Novecento si passò a procedure di lavorazione meccanizzate ed industriali, anche
se la lavorazione manuale perdurò ed
integrò alcune fasi lavorative nel corso
del tempo. Anticamente il caolino
veniva impiegato per il lavaggio
della lana sucida mentre nel corso
Storica immagine della
lavorazione del caolino

del Sette e Ottocento la
terra bianca del Tretto
veniva utilizzata per la
produzione di pregiate
porcellane e maioliche
di Faenza, nonché nelle
prestigiose manifatture
di Doccia e Nove.

L'alpeggio della "Busa", in Novegno

La meccanizzazione e l'espansione degli impianti avvenne soprattutto in Contrà Pozzani di Sotto e nel Comune di Santorso.
La sospensione dell'attività estrattiva avvenne nel 2009 dopo un
lungo periodo di crisi iniziato già negli anni '70. Lungo la strada
che conduce all'Altopiano del Tretto, dopo la località Timonchio,
è visibile la struttura novecentesca che ospitava i magazzini della
Società Caolino Panciera. Gli edifici essiccatoi, alcuni con splendidi
pilastri in pietrame ed altre strutture produttive, si possono vedere
in Contrà Pozzani di Sotto a testimonianza del lavoro di tante generazioni e delle risorse che questo comprensorio ha offerto.

Monte Novegno
e Grande Guerra
Il massiccio del Novegno si appoggia sulla pianura vicentina
dalla quale, gradualmente, si staglia a formare la prima serie di
elevazioni che danno origine alle Prealpi Venete Occidentali e, in
particolare, alla regione delle Piccole Dolomiti. Verso nord il rilievo è delimitato da aspre
forre che scendono ripide nella valle del Posina,
mentre a sud mostra il
suo versante più placido, con la zona collinare
dell’ Altopiano del Tretto
e i pendii, in gran parte
boschivi, che si innalzano fino al bordo di quello

Prima neve in contrà Covole

Fioritura primaverile di crochi nei pressi di Malga Novegno

che è forse lo spazio più caratteristico dell’intero complesso: la
“Busa”, ossia la conca prativa ove trovano ospitalità un’interessante varietà di specie floreali e una fauna selvatica che nella tranquillità di un ambiente
naturale e incontaminato
ha fissato l’ideale dimora.
Più in alto, sullo sperone del
Monte Rione, a quota 1.691
metri, si trova Forte Rivon,
recuperata
testimonianza
degli eventi che qui si svolsero durante la prima guerra
mondiale. Nel giugno 1916
questo territorio fu teatro di
cruenti combattimenti tra le
truppe italiane e i reggimenti
della Strafexpedition, la
spedizione punitiva operata
dagli austroungarici per superare l’estremo baluardo
Osservatorio militare nell'area monumentale della difesa italiana prima di
di M. Novegno potersi espandere nella pianura. Oggi, di quei drammatici giorni, rimangono molte testimonianze belliche restaurate che fanno di questo monte un
vero e proprio museo all’aperto: trincee, postazioni, camminamenti, gallerie ricovero ed una polveriera. Ogni escursione tra
i sentieri e le mulattiere del Novegno è un emozionante
percorso storico, naturalistico e didattico.

Inverno in contrà Munaretti

SCHIO

Aspetti naturalistici

CARTOGUIDA altopiano del tretto

SCHIO

NUMERI UTILI
Comune di Schio - Via Pasini, 33
Tel +39 0445 691111 www.schio.vi.it - info@comune.schio.vi.it
I.A.T. Informazioni e Accoglienza Turistica
Tel +39 0445 691392 - Fax +39 0445 531083
www.vicenzae.org - iat.schiovalleogra@provincia.vicenza.it
Aperto tutti i giorni: 9.00-13.00 e 14.00-18.00

CARTOGUIDA
ALTOPIANO
del trettO

Visite guidate e attività di promozione ambientale
Ecotopia Società Cooperativa Sociale
Via S. Ulderico 7 - Segreteria lun/ven 8.30-12.30 Tel.0445 641606
info@cooperativaecotopia.it www.cooperativaecotopia.it
COME ARRIVARE: In auto: autostrada A4 Milano-Venezia, A31
Valdastico, uscita Thiene-Schio. Da Schio seguire per Santorso,
in località Timonchio svoltare a sinistra e imboccare la strada
provinciale 65.
Per Santa Caterina e Monte Novegno, da Schio seguire per la
frazione di Poleo e quindi le indicazioni stradali.
In treno e bus: stazione di Schio, sulla linea Vicenza-Schio
Testi: Marco Adriani, Ezio Sartore, Stefania Torresan
Progetto grafico: Studio Matino & Boschetti s.n.c.
Foto: Marco Adriani
Stampa: Printaly - Schio

Comune
diSchio
Schio
Comune di

Cenni storici
Il nome Tretto, comprensorio a nord della Città di Schio,
deriva da “Tretum” ed indicava un sentiero di passaggio per
il bestiame verso i pascoli alpini. L'area ha un'estensione di
quasi 25 Kmq e si sviluppa tra i 275 e i 1691 m s.l.m; accoglie
quattro frazioni: S. Caterina, S. Ulderico, S. Rocco, S. Maria
con ben oltre 70 contrade.
Nel Medioevo il Tretto fu abitato da persone di origine tedesca ai quali gli Scaligeri concessero, nel 1322, il privilegio
di costituirsi in Comune. Documenti risalenti al 1635 attestano le asprezze della vita al Tretto, soprattutto in evidenza
le difficoltà legate alla coltivazione della terra montuosa e
avara; le rendite dell'agricoltura furono perciò associate ad
attività artigianali, quali ad esempio la lavorazione della lana,
delle pelli, dei metalli. Molto importante per il territorio
fu l'attività estrattiva nelle miniere metallifere e nelle
cave di caolino: tra il 1400 e il 1600 erano attive oltre 100
miniere all'aperto. L'estrazione di caolino si ridusse gradualmente a partire dagli anni '50 del Novecento a causa degli
alti costi di produzione e delle difficoltà del mercato. Altri
fattori contribuirono nel corso del XX secolo ad incrinare
l'economia del Tretto (divario tra agricoltura di pianura e di
montagna, sviluppo industriale in pianura) fino ad arrivare
nel 1969 all'annessione del Comune di Tretto al Comune
di Schio. La lunga storia di questo territorio si svela amabilmente ai visitatori che attraversano le silenziose contrade e
scoprono la bellezza del paesaggio.

La varietà degli strati geologici, della quota altimetrica,
dell’esposizione al sole di questo territorio, favoriscono la
presenza di numerose specie vegetali, dai fiori ai grandi alberi, e di specie animali, dagli insetti, agli uccelli e ai mammiferi, in un insieme di ecosistemi che si intrecciano tra loro.
La flora del Summano gode di una certa fama legata a
studi antichi, ma in realtà, per i motivi citati, anche il territorio del Novegno e del Tretto sono ricchi di tantissime specie anche se i cambiamenti di coltivazione ed il progressivo
avanzare del bosco sono fattori sempre più limitanti per la
permanenza di molte essenze botaniche.
Più di venti specie di alberi ad alto fusto sono presenti in
quantità, formando boschi puri (es. faggete…), associati (es.
acero-frassineto) o misti. è costantemente in atto un’evoluzione, per cui alcuni alberi stanno diminuendo come presenza, ad esempio il castagno, mentre altri sono in espansione
(robinie, frassini, aceri…). Tutti hanno un ruolo significativo
legato alla possibilità di cibo o rifugio per gli animali, o alle
qualità del legno utilizzato dagli uomini, ma il valore più importante è certamente quello della biodiversità.
La fauna presente sull'Altopiano del Tretto e sul Monte
Novegno - insetti, anfibi, rettili, mammiferi - è strettamente
legata alla qualità dell’ambiente e al clima, ma anche alle
politiche di tutela delle singole specie: la riduzione di varietà di ambienti (più bosco e meno prato) comporta una
diminuzione del numero di specie presenti. Si distinguono
gli animali stanziali che sono presenti tutti gli anni anche se
in quantità differenti, da quelli migratori come gli uccelli o
presenti occasionalmente, ad esempio il cervo.

M. Caliano
1648

M.Rione

M. Cogolo

1691

1670

Rif.
FORTE RIVON

401

400

401

411

NO
SA
BU VEG
NO

MALGA
RONCHETTA

Pozza
Lunga

411

Monumento
“Caduti per la libertà”

Strada asfaltata

444- 455

Strada bianca
Sentiero

M. La Buca

433

MALGA BRAZOME

435

1584

400

M.NOVEGNO

422

BALESTRINI

444

433
CASARA VECCHIA

BOSCO

BÀLLARE
RÒMARE
DI SOTTO

COSTA

GIARDIN
QUARTIERO

S.ROCCO

CASALINI

CÀ DALL’ALBA

GIERTE

MUNARETTI

MARZAROTTI

LAITA

ACQUASALIENTE

NOGÀRE

AREA
CAOLINO

C
U
A
SA
LI

PÍNZERLE

PEDROCCHI

EN

BONATI

VERMECH

TE

S.MARIA

ROTOLON MAGLIARETTO
SACCARDI

REGHELLINI

COROBOLLI

MOLIN

O

Q

POZZANI
DI SOTTO
MAZZEGA

Prà Minore

BUZZACCARI

RC

A

VA L

L’

BELVEDERE

SNORCHE

’O

POZZANI
DI SOPRA

GONZATI

LL

EL

BO

CÀ VECCHIA

VA
L

A
DIG CARDO
SAC

I PRÈ

Prà Minore

DALLA VECCHIA
LOVATI

D

842

MOLINO SESSEGOLO

VA
L

463

PRÒVESTE

ZOVI

PACCHE

LÍCCHE
GECCHELETTI

Testimonianze
Belliche

462a

DE

M.Guizza

E

ZANÈI

Ecomuseo

LE

LL

A

Area Caolino

SÒSTARE

VELTE

VA

M

Camping

Soglio del Brospile

S.ULDERICO

SOGGIO

MOLIN DEL
SECCO

RA

In sella

FERRACINI

GIARA

COSTENERI

MARSILI
ANGELINI
BOGOTTI

CÍSELE

RÒMARE
DI SOPRA
PÉCARE

ROSSI

CONSATI

Parcheggi

Soglio del Còvole

COVOLE

GRESELINI

PALLE

RIGHELE

In bici

ZAFFONATI

VILLAGGIO
S.GAETANO

CERBARO

XAUSA

Ristorazione

PASSO
COLLETTO GRANDE

FALZOIE

433

422

PIAZZA FACCI

Passeggiate

ALBA

VALLORTIGARA

BONOLLI

PASSO
COLLETTO PICCOLO

Strutture ricettive

Grande Guerra
Prealpi Vicentine

Contrada

455

433

S.CATERINA

Rifugio, bivacco, malga

444

435

1548
MALGA DAVANTI

Sentiero CAI

Rozzo Còvole

MALGA
NOVEGNO

MALGA
PIANETI

PASSO DI
S.CATERINA

Sentiero natura

TRE BOCCHETTE

1579

M.Cimetta

Strada principale

1283

MALGA
CAMPEDELLO

455

Legenda

M. Brazome

Pozza
Vaccaresse

Cima Alta
1649

1659

1593

PASSO
CAMPEDELLO

1656

ALTOPIANO del tretto

M. Priaforà

M. Giove

M.Vaccaresse

CESURA

CANOVA

N

PORNARO

A
PALADINI
MAZZEGHE

MOMELATI

RAVAGNI

RUARI

MAGLIO

MOLINO

MUNARI
COSTALUNGA
GORLINI

FESTARO

CALESIGGI

PROGRESSO

MASETTO

FORMALAITA

LE PIANE

RIVE

COSTALTA

CAPITELLO

MÁSENA

TIMONCHIO
LESEGNO

SESSEGOLO

POLEO
CASTELLARO

S.MARTINO

SCHIO
S.S. TRINITÀ

STRUTTURE RICETTIVE
ALBERGHI
Albergo** Ristorante Da Marco, Via Cerbaro 1 - Tel.0445 635051
Albergo* Ristorante Dalla Costa, Via Bosco di Tretto, 14
Tel.0445 635057 ristorantedallacosta@libero.it

B&B

B&B Rosapeonia, Contrà Covole, 9 - Tel.0445 635409 - cell 329 3572636
info.rosapeonia@gmail.com - www.bb-rosapeonia.net

AGRITURISMI
Il Maggiociondolo - Contrà Proveste, 1 - Località San Rocco - 0445 635512
Fattoria DIDATTICA - solo alloggio
info@ilmaggiociondolo.com www.ilmaggiociondolo.com
Azienda Agricola Gek - Agriturimo “Casa de Frank”
Contrà Angelini, 2 - loc. S.Caterina di Tretto
Tel. 349 5913772 - francogarbin@libero.it - www.agritretto.it

CASE PER FERIE

RISTORAZIONE

Corte Alta, Località San Rocco di Tretto - Tel.0445 635180
stefano@bitsh.net www.tretto.it/ospitalita

Osteria de la Suca - Contrà Pornaro, 7 - loc. S.Maria di Tretto
Tel. 335 6255802 - isoladelbuongustaio@alice.it

Casa Santa Caterina, Contrà Consati - Località Santa Caterina - Tel.0445 635344
francesco@bitsh.net www.tretto.it/ospitalita

Spinechile Resort- Contrà Pacche, 1 - loc. Tretto di Schio
Tel. 348 5967554 - spinechileresort@tiscali.it - www.spinechileresort.com

Casa Al Solivo, Località San Ulderico, 5 - Tel. 0445 635180
francesco@bitsh.net www.tretto.it/ospitalita

Azienda agrituristica Al Picchio Nero Via Bosco di Tretto, 40 - loc. Bosco di Tretto
Tel. 0445 635142 - info@alpicchionero.it - www.alpicchionero.it

Villaggio S.Gaetano: Casa Elvira, Casa S.Gaetano, Casa S. Giuseppe, Casa S. Pio X
Località Bosco di Tretto - Tel. 0445 635175 - 0445 532544 - 0445 635100

Agriturismo Al Cerbaro Contrà Cerbaro, 5 - loc. Cerbaro di Tretto - Tel. 0445 635052

Ristorante Albergo Da Marco Via Cerbaro, 1 - loc. Cerbaro di Tretto
Tel. 0445 635051

Trattoria Bruschetteria Fiore - Via Dalla Guarda, 12 - loc. San Rocco di Tretto
Tel. 0445 635074

Ristorante Albergo Dalla Costa Via Bosco di Tretto, 14
loc. Bosco di Tretto - Tel. 0445 635057 - ristorantedallacosta@libero.it

Villa Maria, Bosco di Tretto - Tel.0445 527218 - Sede 0445 635301
Casa Cerbaro, Via Cerbaro, 8 - Località Cerbaro -Tel.0445 673716 - Sede 0445 635055

CAMPEGGIO
Camping Club Cerbaro, Località Cerbaro 20 - Tel.0445 635086
campingcerbaro@libero.it

Bar Trattoria al ColLetto Strada del Colletto, 15 - loc. Colletto di Velo
Tel. 340 7406992 - lara.broccardo@gmail.com
Trattoria Da Giancarlo- Contrà Chiesa, 3 - loc. S.Caterina di Tretto
Tel. 0445 635056 - trattoriadagiancarlo@libero.it - www.trattoriadagiancarlo.it
Trattoria Diana - Contrada S.Ulderico di Tretto, 68 - loc. S. Ulderico di Tretto
Tel. 0445 635335

Elenco completo delle Stutture Ricettive e dei Ristoranti del Comune di Schio
presso lo I.A.T.
Pino Guzzonato
Laboratorio/Atelier d'artista - Contrà Bonati, 22


CartoGuida_TRETTO.pdf - pagina 1/2
CartoGuida_TRETTO.pdf - pagina 2/2

Parole chiave correlate