File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



BastaEuro comeusciredaincubo.pdf


Anteprima del file PDF bastaeuro-comeusciredaincubo.pdf

Pagina 1 23436

Anteprima testo


Coloro i quali ci hanno portato nell’Euro hanno fatto l’errore più grande della storia e ora sono disposti a
tutto pur di non ammetterlo. Sono disposti a sacrificare
il lavoro di milioni di Italiani, i risparmi accumulati con
vite intere dedicate alla prudenza e alla sicurezza, un patrimonio inestimabile di imprese che sono sempre state
un modello per il mondo. Presto arriveranno addirittura
a pretendere la svendita delle opere d’Arte e a consentire la sparizione dell’oro detenuto in Banca d’Italia. Per
l’Europa stanno vendendo le nostre vite, ci hanno infilato in una depressione peggiore di quella del 1929, hanno piegato ed umiliato interi Popoli, come i Greci, pur di tenere in piedi lo strumento infernale dell’Euro: un peso che ci sta facendo dimenticare che cosa sia la libertà.
Questo disastro è coperto da una catena fittissima di menzogne che ci vengono raccontate ogni giorno da televisione e giornali: bugie urlate sempre più forte
man mano che cresce la paura che il colossale danno venga scoperto.
Anch’io ero stato ingannato all’inizio ma adesso tutto è chiaro. Ho quindi pensato a questo manualetto come un’arma di difesa dalle falsità più frequenti che
vengono diffuse ogni giorno e anche per rispondere ai più comuni dubbi o timori
che chiunque di noi possa avere se si parla della moneta e di che cosa voglia dire
tornare ad essere indipendenti e padroni a casa nostra.
Occorre prepararsi, perché rottamare l’Euro non è una scelta: questo sistema
è destinato INEVITABILMENTE a finire, l’unico dubbio è QUANDO, e non è una differenza da poco. Prima finirà questo incubo e meno macerie ci saranno da spazzare
e prima si potrà ricominciare a ricostruire e fare quello che abbiamo dimostrato nel
tempo di saper fare meglio: lavorare.
Ci aspetta un periodo di ricostruzione e rinascita, simile agli anni gloriosi del
dopoguerra, però dipenderà da noi fermare i “bombardamenti” economici per
tempo prima che facciano troppe vittime.
Le prossime elezioni Europee saranno un momento importante: la scelta non
sarà fra destra e sinistra, e nemmeno fra Nord e Sud. Sarà, invece, fra chi vuol mantenere ostinatamente in piedi questo strumento di distruzione economica che è
l’Euro e chi invece lo vuole incenerire per sempre, senza se e senza ma, per poter
riprendere le chiavi di casa e ricominciare a crescere e produrre.
Ringrazio sentitamente la Lega Nord e Matteo Salvini che ci hanno creduto fin
dalla prima volta in cui ho raccontato questi “punti” che ora, grazie a loro, potete
leggere anche voi.
Claudio Borghi Aquilini
Economista, docente dell’Università Cattolica di Milano,
giornalista ed ex managing director di Deutsche Bank

@borghi_claudio
www.claudioborghi.com