File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Programma Telese sindaco 2015 .pdf



Nome del file originale: Programma Telese sindaco 2015.pdf
Titolo: L’UN1ON
Autore: IACP

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da Writer / OpenOffice 4.1.1, ed è stato inviato su file-pdf.it il 13/05/2015 alle 16:49, dall'indirizzo IP 95.247.x.x. La pagina di download del file è stata vista 1148 volte.
Dimensione del file: 162 KB (12 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


PROGRAMMA
PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL
COMUNE DI SANTA MARIA A VICO (CE)
DEL CANDIDATO SINDACO GIUSEPPE ADRIANO TELESE

1

INDICE

1. INTRODUZIONE
2. AFFARI GENERALI E CONTENZIOSO
3. AREA PICCOLA INDUSTRIA, AGR/COLTURA, ARTIGIANA TO E COMMERCIO
4. AREA PUBBLICA ISTRUZIONE
5. AREA LAVORI PUBBLICI
6. AREA AMBIENTE, TERRITORIO, ECOLOGIA
7. AREA SANITA’ E ASSISTENZA
8. AREA PERSONALE AMMINISTRAZIONE COMUNALE
9. AREA BILANCIO E FINANZA
10. AREA SPORT, TURISMO E SPETTACOLO
11. POLITICHE GIOVANILI
12. POLITICHE DELLA TERZA ETA’
13. URBANISTICA, EDILIZIA PRIVATA
14. VIABILITA’E TRAFFICO
15. SICUREZZA
16. TRASPARENZA
17. POLITICHE COMUNITARIE
18. DELEGHE AI RAPPORTI CON REGIONE, PARLAMENTO, C.E.
19. CIMITERO
20. CONCLUSIONI

2

INTRODUZIONE
RITORNIAMO AD IMPEGNARCI, AD AMMINISTRARE LA NOSTA CITTA’ NON
PER IRRESISTIBILE ATTRAZIONE O MORBOSA MANIA, MA “PER AMORE”.
VOGLIAMO GUIDARE QUESTA TREMENDA FASE POLITICA E SOCIALE DI
DECRESCITA E FARLA ESSERE SERENA, QUALCOSA CHE GENERI UN MINIMO
DI BENESSERE PER TUTTI.
I candidati tutti hanno già sottoscritto “Il codice etico per la buona politica - LA CARTA
DI AVVISO PUBBLICO -“ e si sono impegnati ad adottarlo, previo provvedimento
consiliare, come parte integrante e sostanziale del presente atto (all.).
Per una Santa Maria a Vico più solidale, più coraggiosa e più semplice:
Partecipiamo a questa competizione elettorale anche perché noi e i nostri figli vogliamo
conservare memoria grata del recente passato. Viviamo il presente con passione,
abbracciamo il futuro con speranza. Noi piangiamo non tanto per le nostre sofferenze ma
per il loro pensiero. Il pensiero del male futuro deruba della gioia presente ed il pensiero di
una gioia futura non riesce a consolare il tormento presente ed il timore.
Si premette che ogni operazione che riguarda la nostra società deve essere avviata dopo “la
valutazione dell’impatto sociale”, per comprendere se la soluzione non generi indirettamente
problemi più grandi.
Indichiamo le linee di lavoro attorno cui costruire una comune cultura che sappia efficacemente
rispondere alle sfide più attuali.
L’amministrazione comunale deve consentire ai cittadini di contribuire come fruitori dei servizi
pubblici alla loro organizzazione ed a sfruttare le sinergie fra tutti gli attori coinvolti.
Infatti, per i servizi pubblici, produzione ed erogazione sono processi sincroni e per giudicarne
l’efficacia occorre prendere in considerazione il contributo dell’utente finale.
Nessun servizio pubblico, tranne quelli come l’anagrafe, inizia e termina il processo di
produzione e di erogazione entro i confini di una stessa organizzazione.
Per il servizio pubblico non è solo importante il contenimento dei costi ma la conoscenza dei dati
per l’analisi dei bisogni.
Da un’analisi dei bisogni emerge che i cittadini mettono ai primi posti i problemi dell’acqua, dei
rifiuti, le tematiche giovanili, gli asili nido, i servizi per anziani ed il lavoro.
Le nostre maggiori risorse saranno riservate in particolare ai problemi che riguardano la persona:
essa sarà al centro dell’azione politica. Occorre, quindi, non automazione ma gestione dei
processi di produzione di informazioni finalizzati alle decisioni da adottare nei seguenti settori:


LA QUALITA’ URBANA



IL LAVORO



IL SOCIALE



L’AGRICOLTURA



L’AMBIENTE



LA CULTURA



LA LEGALITA’
3

Non vogliamo che Santa Maria a Vico diventi, sperando che non lo sia già diventata, una città
dormitorio, succursale della periferia delle province campane.
Consapevoli che l’incremento demografico possa apportare nuove energie e risorse utili alla
nostra comunità, vogliamo che queste siano ben integrate e possano contribuire a un
soddisfacente livello di vivibilità.
Speriamo quindi che Santa Maria a Vico diventi una cittadina con una propria identità,
incentivando un’agricoltura rispettosa dell’ambiente, una crescita industriale che privilegi
un’attività a basso impatto ambientale e ad alto contenuto professionale ed occupazionale, che
promuova lo sviluppo dell’attività terziaria, che possa evidenziare le proprie risorse naturali per
eventuali proiezioni turistiche e che, pertanto, non diventi città amorfa, degradata, con scarsa
motivazione da parte dei giovani, su cui noi intendiamo investire.
Santa Maria a Vico dovrà essere un paese vivibile a misura di famiglia, di bambini, di giovani, di
anziani e di diversamente abili.
Vogliamo assicurare spazi di qualità dove tutti possano muoversi in sicurezza, con servizi
adeguati e spazi di socializzazione, di crescita umana.
Vogliamo che la trasparenza sia alla base dei rapporti tra i cittadini e l’Amministrazione. I
cittadini stessi, singoli o associati, possono avere la possibilità di partecipare all’azione
amministrativa attraverso spazi di confronto. Poiché dove c’è trasparenza non c’è possibilità che
possa covare corruzione, un male che la nostra amministrazione si impegnerà a combattere
Il Sindaco e i nuovi Assessori sottoscriveranno i presenti indirizzi generali e di governo locale
impegnandosi ad assicurare la massima serietà per garantire 1’attuazione del programma e la
partecipazione allo svolgimento dell’attività consiliare, sollecitando in tal senso tutti i consiglieri.

AFFARI GENERALI E CONTENZIOSO
Molta attenzione sarà data alla stipulazione dei contratti di gestione ( servizi, appalti etc.) con le
varie ditte aggiudicatrici.
Le verifiche e i controlli saranno attenti e continuati e sarà istituita apposita commissione di
vigilanza (coinvolgendo anche componenti della società civile) che insieme al Dirigente e
all’Assessore al ramo ottimizzeranno tale esercizio.

AREA ARTIGIANATO - PICCOLA INDUSTRIA AGRICOLTURA – COMMERCIO
Si rende necessario costituire una delega per i settori suddetti, dovendo sicuramente attingere a
tali risorse, perché convinti che anch’esse possano contribuire al rilancio socio-economico del
territorio;
Per le politiche agricole sono tante le risorse che possono essere inseguite, utilizzate e tanti sono
gli imprenditori agricoli ancora presenti sul nostro territorio tanto che l’agricoltura, a ragione,
può essere considerata una delle principali fonti di entrate economiche per il nostro territorio.
Cercare di incentivare nuove forme di imprenditoria agricola, consapevole dell’importanza del
ruolo per la riscoperta e la conservazione delle tradizioni che possano diventare volano di
un’economia agricola futura.
Di artigiani il nostro paese ne ha visti nascere tantissimi e tanti ancora sono in attività. E’ nostro
dovere tutelare l’artigianato (settore calzaturiero, ferro, legno, edile etc.), in quanto mestieri
preziosi, ed è giusto che vengano tramandati. All’uopo dobbiamo operare ogni sforzo affinché vi
4

siano corsi di formazione artigianale (magari tenuti dai mastri locali) in simbiosi con le scuole
locali.
Sarà applicata una politica mirata al potenziamento dell’artigianato, magari con l’introduzione di
percorsi formativi integrati all’iter scolastico degli istituti comprensoriali. Sarà tutelato, altresì,
l’artigiano-imprenditore, favorendo l’eventuale allargamento dell’azienda con l’ausilio di
contributi esterni e facilitazioni per l’accesso alle risorse Comunitarie.
Per quanto riguarda il commercio, è bene che ci sia uno sportello assistenziale che possa
monitorare le esigenze della popolazione e quindi consigliare l’opportunità di eventuali aperture
di attività commerciali in alcuni settori e non in altri.
Sarà attivato, in collaborazione con le associazioni preposte, uno sportello antiracket che, anche
con denunce anonime, possa portare a debellare la nefanda attività usuraia tuttora presente sul
territorio.

AREA PUBBLICA ISTRUZIONE
Messa in sicurezza di tutti gli edifici scolastici;
Controlli di stabilità statica ogni anno;
Abbattimento di tutte le barriere architettoniche, ove persistano;
Assicurare, ove venga richiesto, il tempo pieno. Questo è subordinato all’erogazione del pasto
caldo, pertanto, sarebbe opportuno creare le condizioni affinché vi possa essere una cucina
autogestita nel territorio di Santa Maria a Vico con la collaborazione di personale di istituti
alberghieri con cui ci si potrebbe convenzionare. Gli stessi studenti degli istituti alberghieri
potrebbero affiancare i cuochi ed il personale ordinario per eventuali stage. Sicuramente i costi,
se fatto tutto con oculatezza, saranno inferiori ad eventuali appalti con ditte esterne. Inoltre,
nell’ambito della stessa mensa, si potrebbe garantire un pasto caldo a tutta quella fascia di
popolazione che versa in condizione di disagio economico. Tale attività verrebbe finanziata
sempre con i risparmi derivanti dalla mancata assegnazione degli appalti alle ditte esterne.
Seguire (con il pagamento delle iscrizioni e dei libri di testo tramite assegnazione di borse di
studio) tutti i ragazzi particolarmente dotati che non abbiano però possibilità di continuare gli
studi fino alla laurea.
Integrazione e colloquio con i Direttori degli Istituti, salvaguardia di tutte le esigenze che
possano presentarsi di volta in volta con ottimizzazione degli ambienti.
Collaborazione continua fra l’amministrazione, Dirigenti Scolastici e altre associazioni e realtà
formative legalmente riconosciute, al fine di indirizzare, nel rispetto e nella salvaguardia delle
reciproche competenze, gli studenti in attività extrascolastiche che possano creare alternative ai
metodi di istruzione.
Favorire tutte le associazioni del territorio che intendano intraprendere attività teatrali, anche in
via sperimentale, portando in città risorse culturali, magari coinvolgendo anche altre forze
politiche della città. L’Amministrazione si prefiggerà di incentivare rassegne e premi letterari
offrendo una possibilità a quanti hanno approccio o si dilettano a comporre versi, prose etc.,
magari sfruttando tutto quanto può essere attinto da fondi provinciali, regionali, statali e
comunitari. Creare i presupposti affinché possano trovare spazio sul nostro territorio altre attività
culturali (cinema, musica etc) che possano favorire aggregazioni sociali, avere cura di tutto ciò
che riguarda la realtà giovanile del nostro territorio.
Nel mese di giugno di ogni anno si prepareranno i preventivi e si darà seguito a gare esplorative
per la manutenzione ordinaria di tutti gli edifici (comunque per il 30 agosto gli edifici dovranno
essere pronti per l’utilizzo);
Eventuali costruzioni di nuovi edifici, qualora quelli esistenti non risultino sufficienti.
5

Prodigarsi, di concerto con il Provveditorato agli Studi, al fine di favorire allestimenti di
succursali o istituti di nuovo indirizzo, visto il notevole numero degli iscritti che frequentano
istituti superiori di paesi confinanti, con disagi causati dal cattivo collegamento dei mezzi di
trasporto.

AREA LAVORI PUBBLICI
Assicurare un buon livello di vivibilità (per giustizia sociale) a quanti vivono decentrati nelle
frazioni, in tale ottica l’amministrazione attiverà tutte le energie per realizzare quei servizi di cui
è necessaria l’esistenza in un contesto civile. Lo stesso livello di abitabilità che è dedicato al
centro della nostra cittadina.
Revisione del PUC, per evitare scempi edilizi che non hanno nulla a che vedere con un
programma di sviluppo sociale, economico e demografico del paese ma che hanno tanto a che
fare con speculazioni edilizie dei proprietari con la complicità di forze politiche colluse;
Attivare le proprie energie affinché Santa Maria a Vico possa avere un Palazzetto dello Sport che
risponda alle esigenze di tutte le associazioni sportive (basket, pallavolo etc.) e di altre attività
che operano nel territorio senza aspettative di guadagni, favorendo e magari sostenendo tutte
quelle associazioni che aggregano per il solo spirito sportivo. Il sito potrebbe essere individuato
nello stabile dove non è mai stata completata la piscina comunale, sempre nell’ottica della
razionalizzazione delle risorse economiche sfruttando le strutture già poste in essere.
Nel solco degli interessi del Comune e per lo sfruttamento di risorse già esistenti, la nostra
amministrazione si impegnerà ad individuare e catalogare tutti quei siti di cui il Comune è
proprietario ma che sono lasciati all’incuria e all’abbandono; ove possibile anche i beni
confiscati alla criminalità organizzata, al fine di poter usufruire di spazi da destinare all’utilizzo
pubblico.
Avviare una politica di edilizia popolare, attivando ogni canale per finalizzare l’impresa con
fondi comunitari, statali, regionali, Enti o altro, onde assicurare una giusta dimora a quanti non
possano permettersi il pagamento di un canone oneroso, vista la lievitazione dei fitti in S. Maria
a Vico. Saranno sicuramente favoriti indigenti, giovani coppie a basso reddito;
Dare priorità alla pulizia del sistema fognario e avvalersi, almeno una volta all’anno di un
consulente regionale per la stabilità e tenuta degli alvei naturali (Calzaretti, Loreto, Ruotoli,
Censi);
Valutazione fonti energetiche alternative (energia eolica, pannelli solari);
Individuare ed impegnarsi a realizzare tutte le opere necessarie alla corretta vivibilità della nostra
cittadina con precedenza alla ordinaria manutenzione delle opere esistenti.

AREA AMBIENTE E TERRITORIO
Raccolta differenziata operativa: sollecitare la partecipazione attiva dei cittadini alla raccolta
differenziata dei rifiuti. Incentivare la diffusione di compostiere domestiche per il recupero del
materiale organico che, se opportunamente trattato, può diventare humus e terreno da utilizzare.
L’incentivo è calcolato sulla base del risparmio che l’amministrazione potrebbe ottenere non
dovendo smaltire tale tipologia di rifiuto.
Ottimizzare il servizio di smaltimento rifiuti voluminosi onde evitare discariche a cielo aperto;
Individuazione di aree atte all’installazione di antenne e ricevitori, che comunque sono necessari
nell’ambito della moderna comunicazione, ma è utile tener presente in primo luogo la
salvaguardia della salute pubblica.
6

Monitoraggio continuo dell’acqua potabile.
Istituire servizio per la manutenzione ordinaria delle strade (pulizia erbacce, sistemazione buche
segnaletiche e varie manutenzioni del verde pubblico).
Salvaguardia delle bellezze naturali e del paesaggio.
Potenziamento vigilanza con attivazione di tutte le energie per poter avere l’insediamento di un
commissariato di P. S.
Nuove ubicazioni della stazione di C.C.
Dare il dovuto supporto all’importante istituzione della Protezione Civile e favorirne l’azione
con disponibilità di mezzi e dovute risorse.
L’amministrazione si attiverà affinché, di concerto con gli altri Comuni della Valle, si attui un
consorzio nella gestione di alcuni servizi quali trasporti, rifiuti, etc. In tal modo crediamo di
poter contenere le spesa nella gestione dei predetti servizi essenziali per la comunità.

AREA SANITA’ ED ASSISTENZA
Assicurare con un infermiere (gettonato) almeno tre ore giornaliere di assistenza terapeutica
(prelievi, flebo etc.) domiciliare a quanti ne fanno richiesta, privilegiando i ceti meno abbienti.
Assicurare, ove possibile e per casi di particolare gravità, con un operatore socio assistenziale
(O.S.A.) assistenza domiciliare, il tutto ad integrazione di un servizio ATI già assicurato
dall’ASL competente.
Assicurare, ove possibile, un pasto caldo alle stesse persone utilizzando le stesse strutture adibite
all’eventuale mensa scolastica.
Assicurare una figura assistenziale a supporto degli insegnanti di sostegno, come previsto dalla
legge, per le esigenze fisiologiche degli inabili (Assistente Materiale).
Messa in sicurezza di tutti gli edifici scolastici ed eliminazione delle barriere architettoniche ove
ancora sussistano.
Assicurare il servizio di trasporto infermi contemporaneamente e tutti gli aventi diritto.
Eliminare speculazioni clientelari (erogando contributi in modo incauto a pioggia).
L’impegno dell’amministrazione nella lotta a tutte le dipendenze (Ludopatia, alcolismo,
tossicodipendenza etc.) con la prevenzione ed il recupero in collaborazione con l’A.S.L., scuole,
associazionismo lato, cooperative sociali per opportunità di inserimento. Una forma di
prevenzione può essere l’incentivo (tramite diminuzione pressione fiscale comunale) ai locali
pubblici che non utilizzano forme di gioco d’azzardo che possano portare alla dipendenza.

AREA PERSONALE AMMINISTRAZIONE COMUNALE
L’Amministrazione si adopererà affinché tutta l’organizzazione comunale condivida i valori
fondamentali che la ispirano ed orienti la propria attività considerando la soddisfazione dei
cittadini, il vero unico obiettivo dell’azione amministrativa.
L’amministrazione avrà cura di motivare con premi incentivanti di produttività tutti coloro che
profonderanno il maggiore impegno, con dovute risposte in termini di qualità.

7

AREA BILANCIO E FINANZA
Rimandando agli organi tecnici che hanno competenza in materia di bilancio, noi ci limiteremo
ad affermare che per quanto riguarda i Tributi saranno ridefinite le modalità di controllo ed
accertamento tese al recupero dell’evasione fiscale e al ridimensionamento delle stesse ( perché
convinti che se tutti pagano le tasse, tutti pagheranno di meno).
Sarà incrementato con le dovute risorse di personale, anche con il trasferimento di ufficio
(mobilità interna), il settore tributi.
Ci avvarremo di eventuali consulenze (temporanee) di esperti programmatori affinché il processo
di gestione e riscossione dei tributi risulti ottimale.
Il dettaglio dei vari capitoli sarà rimandato al momento opportuno, magari confrontandoci con un
pool di esperti locali e con rappresentanti di tutte le categorie di lavoro e associazioni presenti sul
territorio, affinché ogni suggerimento venga tenuto in debito conto e la trasparenza e la
democrazia partecipata possano essere prerogativa predominante di questa amministrazione.

AREA SPORT E TURISMO
Lo sport come migliore medicina per salvaguardare il corpo e la mente di chi lo pratica:
l’Amministrazione si attiverà affinché lo sport sia al centro dell’interesse dei giovani
sammaritani e possa essere praticato in idonee strutture, che non per forza debbano essere le più
belle della provincia, per cui saranno sicuramente combattuti eventuali sprechi;
Lo sport deve essere inteso come svago che nobiliti e favorisca la socializzazione di chi lo
pratica. L’amministrazione sarà sicuramente collegata con gli operatori delle scuole affinché vi
possa esser un laboratorio permanente finalizzato all’avviamento allo sport, sostenendo i giovani
particolarmente inclini in qualche disciplina.
Sarà valorizzato e incentivato il rapporto tra Comune e associazionismo sportivo per l’ampia
risorsa nella nostra città, per lo sviluppo sociale, culturale, sportivo, e non solo perché esso
rappresenta un prezioso patrimonio per l’intera collettività.
Investiremo sul rapporto tra scuola e sport incentivando progetti e percorsi modulari al fine di
una valorizzazione di una cultura motoria.
Ci attiveremo affinché si possano ospitare eventi sportivi regionali o magari nazionali, per
avvicinare i giovanissimi alla pratica dello sport che, come detto, è per loro linfa vitale.
Per quanto concerne il turismo l’amministrazione si avvarrà del supporto della Pro-Loco per
individuare, ed eventualmente potenziare, tutte quelle realtà tipiche del nostro territorio che
possano incrementare lo sviluppo turistico.

POLITICHE GIOVANILI
Molto impegno dell’Amministrazione Comunale sarà rivolto alle nuove generazioni, con un
centro che possa fungere da sportello per tutte le informazioni e problematiche per i giovani del
territorio.
Servizio pubblico gratuito che coinvolge amministrazione, associazionismo giovanile,
cooperazione sociale, essenzialmente rivolto alle giovani generazioni alle quali fornire supporti
informativi e di primo orientamento, tali da renderli in grado di compiere le scelte più opportune
e consapevoli rispetto al loro futuro (lavoro, studio, sport, cultura, tempo libero).
Occorrerà, dunque, investire risorse e profondere energie.
FORUM DEI GIOVANI
8

Il Forum dei giovani sarà comunque istituito, quale organo referente dell’Amministrazione
Comunale, in tema di politiche giovanili.
Il ruolo di tale consulta sosterrà la rappresentanza giovanile come soggetto attivo nelle politiche
dell’ente locale, incentivando e stimolando la partecipazione dei giovani stessi.
Qualora si riuscisse ad individuare i fondi, sarebbe utile acquisire una struttura dismessa per far
sorgere un “Forum dei Giovani”, per andare incontro a nuove attività giovanili presenti o da
attivare sul territorio.

POLITICHE DELLA TERZA ETA’
La maturità è sinonimo di saggezza.
Quindi bisogna valorizzare tale fascia di età, predisponendo apposita commissione che possa
selezionare le attitudini individuali anche per il bagaglio culturale e l’esperienza lavorativa
svolta.
Potranno essere utilizzati nei punti nevralgici della città, ad integrazione della vigilanza urbana e
della protezione civile, anche per eventuale deterrenza per gli spacciatori specie nelle piazze e al
di fuori dei vari plessi scolastici (scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado);
Dare comunque agli stessi anche la possibilità di avere una cittadina a loro misura, con spazi
giusti e con eventuali attività di intrattenimento a loro più congeniali (punti di ritrovo, orti
sociali, campi di bocce, etc..);
Dare possibilità agli anziani di trasmettere, alle nuove generazioni, la propria conoscenza,
competenza e professionalità maturata negli anni nell’ambito delle varie attività formative che
verranno organizzate;
Acquisire o magari locare piccolo appezzamento di terreno ( 3-4 mila metri) agricolo che possa
essere distribuito ai pensionati desiderosi di coltivare piccoli orticelli (non avendone la
possibilità) di 100 metri cadauno;
Raccordando tutti i circoli locali, l’Assessore delegato potrà prendere iniziative per eventuali
tornei di carte ed eventuali performance di ballo, con scuole di ballo locali.
Saremo comunque attenti ad ogni altro tipo di esigenze che lungo il percorso amministrativo si
potrebbero presentare (tipo frequentazione di corsi di istruzione sia scolastica sia informatica).
Almeno una volta all’anno si potrà organizzare la serata dell’anziano, nella quale ciascuno potrà
manifestare la propria inclinazione artistica (poesia, canto, etc.).

URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA
Per tale capitolo ci si riporta al PUC da revisionare e l’Amministrazione sarà particolarmente
ligia nel controllare ogni eventuale abuso.
Sarà valutato l’eventuale sviluppo che la cittadina avrà negli anni a venire e saranno gettate le
basi per quella che dovrà diventare la cittadina vivibile del futuro.
E’ indispensabile che l’Amministrazione sia disponibile a confrontarsi con tutti i tecnici
dell’edilizia del territorio, affinché l’iter procedurale di approvazione di un progetto abbia tempi
brevi, e non accada che alcuni progetti vengano approvati e altri bocciati.
Il lavoro deve svolgersi in sinergia tra vari professionisti e tutto lo staff dell’Ufficio Tecnico, con
snellimento delle procedure anche mediante autocertificazioni (semplificazione amministrativa).
L’Amministrazione si attiverà nell’opera di riqualificazione sia del centro abitato delle aree
dismesse a ridosso del centro.
9

VIABILITA’ E TRAFFICO
E’ sotto gli occhi di tutti la sconcertante organizzazione viaria e l’insostenibile ingorgo del
traffico per tutto l’arco della giornata. In tale ottica si rende necessaria una revisione del Piano
Generale del traffico, in modo da attualizzarlo con uno nuovo che risponda alle necessità odierne
dei cittadini-utenti.
L’Amministrazione, pertanto, si adopererà per l’approvazione di un progetto del Piano Urbano
del Traffico in grado di fornire indicazioni su come ottimizzare la rete viaria esistente ai fini del
decongestionamento del traffico veicolare.
La migliore utilizzazione dei parcheggi esistenti mediante l’istituzione o potenziamento di
sorveglianza contribuirà a dare una soluzione alla sosta, spesso impossibile, e la creazione di
parcheggi a pagamento presso quei punti dove sussistono realtà commerciali, al fine di poter
creare spazi per i clienti di detti esercizi, fatto salvo parcheggi per fasce di disabili.
Impegnarsi affinché ci siano i presupposti per l’istituzione di un servizio di trasporto urbano
pubblico che colleghi ogni ora, le frazioni con il centro del paese almeno dalle ore 8,00 alle ore
l4,00 (servizio navetta)
Rifacimento della segnaletica stradale e revisione del piano traffico comunale.

SICUREZZA
Per la sicurezza dei cittadini,si potrà prolungare l’orario di servizio dei vigili urbani di almeno 2
ore in inverno e almeno 3 ore in estate, sempre con il beneficio delle risorse disponibili, con
vigilanza nelle grandi piazze ed incursioni in luoghi appartati ove è solito lo spaccio di sostanze
stupefacenti.
Potenziare l’azione di C.C. costruendo una nuova caserma e ubicandola in una zona non
decentrata.
Attivarsi per ottenere maggiore presenza del Commissariato di PP.SS. con più agenti sul
territorio;
L’Amministrazione comunale, di concerto con le forze dell’ordine (Carabinieri – Polizia - Vigili
Urbani), adotterà tutte le misure più idonee a combattere la criminalità su tutto il territorio,
intensificando i controlli.
Potenziamento del corpo dei Vigili Urbani in modo da assicurare una presenza più incisiva sul
territorio in taluni settori di primaria importanza per la comunità (sorveglianza scuole; viabilità,
ordine pubblico etc.). Ciò a nostro avviso può essere realizzato non con contratti a tempo
determinato come già avvenuto con le passate amministrazioni ma con assunzioni concorsuali a
tempo indeterminato.

TRASPARENZA
Istituzionalizzare organismi di garanzia mediante informazione ai cittadini per conseguire
obiettivi legati alla riduzione dei tempi di accesso all’amministrazione ed allo sviluppo di un
maggior senso civico da parte dei cittadini, con la promozione della trasparenza per gli atti
pubblici affinché lo stesso cittadino possa avere più possibilità di controllo dell’azione
amministrativa. La trasparenza sarà il punto di riferimento di questa amministrazione poiché un
obbiettivo da raggiungere è quella di un cittadino consapevole dei propri diritti. Si dovrà ottenere
l’effetto della partecipazione attiva alla vita amministrativa da parte della popolazione.

10

POLITICHE COMUNITARIE
La condizione dell’immigrato oggi è molto precaria, anche per i notevoli ritardi delle procedure
per la loro regolarizzazione, per cui l’amministrazione dovrà favorire le condizioni di regolarità a
questa realtà, da anni presente nel nostro territorio.
Il Comune, in collaborazione le altre istituzioni che operano sul territorio, dovrà impegnarsi a
sensibilizzare i lavoratori e l’opinione pubblica rispetto alle varie problematiche del fenomeno
migratorio, al fine di arginare gli atteggiamenti di intolleranza e razzismo, attuando servizi di
prima accoglienza, segretariato sociale, sostegno linguistico, assistenza educativa, integrazione
culturale e sostegno al reperimento di abitazioni in affitto, di concerto con l’ufficio assistenza del
Comune.
Santa Maria a Vico vuole essere città accogliente ma capace di integrare diverse etnie e culture,
vuole impegnarsi a vivere insieme in un rapporto di rispetto e di arricchimento reciproco.
Per noi è importante non dimenticare che la nostra cittadina ha visto tante navi, treni partire per
l’America e il Centro Europa, con nostri concittadini che hanno vissuto quanto oggi stanno
vivendo le popolazioni del Sud del mondo e dei paesi sottosviluppati.

DELEGA AI RAPPORTI CON LA PROVINCIA, LA REGIONE,
IL PARLAMENTO, LA C.E.
Sarà sicuramente un volano per la stagnante economia urbana e troverà quindi rilancio e vigore
nell’azione di un ufficio con personale che curi tutto quanto è da mettere in essere per eventuali
benefici da leggi regionali, nazionali e comunitarie.
Questo, in concerto con il delegato al ramo, attiverà tutte le procedure per poter usufruire dei
benefici in oggetto.
I fondi CE più volte non usufruiti dalle Regioni Meridionali dovranno essere accessibili con
un’accurata programmazione e progettazione con la diffusione delle informazioni utili.

CIMITERO
Un interesse particolare al CIMITERO così negletto, deserto e dimenticato nel quale pur vi sono
tombe pompose ed ambiziosi monumenti che lanciano la loro debole sfida all’oblio – vestigia
della vanità umana, segni di affetto e di pietà.
Dovuta attenzione sarà data dall’Amministrazione all’organizzazione e alla cura del cimitero.
Saranno migliorati i lavori di pulizia del cimitero (tagli d’erba, tinteggiature in modo da
assicurare il dovuto decoro ai nostri cari).
Sarà assicurata la manutenzione ordinaria lungo i camminamenti interni in modo da agevolare
l’accesso alle persone più anziane ed ai portatori di handicap.
In occasione delle festività in onore dei defunti l’Amministrazione potenzierà il servizio navetta
dalla zone periferiche alla zona cimiteriale,particolarmente utile per le persone anziane sole o
sprovviste di proprio mezzo di locomozione, oltre a snellire il traffico veicolare molto sostenuto
in tale occasione.
Riteniamo anche opportuno, in quest’ambito, individuare un piccolo spazio da riservare alla
sepoltura degli animali domestici da compagnia che tanto ci alleviano la vita, diventando, a
volte, parte stessa della famiglia.
11

Sarà cura dell’amministrazione risolvere nel più breve tempo possibile le problematiche
riguardanti la nuova area cimiteriale.

CONCLUSIONI
Dipenderà molto dalle disponibilità finanziarie del Comune la realizzazione delle opere
programmate.
Le sole risorse comunali in nessun caso potrebbero assicurare quelle capacità d’investimento in
opere pubbliche che nel nostro Comune rappresenterebbero un’ importante sostegno
all’economia locale.
La realizzazione del programma, quindi, dipenderà molto dalla situazione finanziaria in cui versa
il Comune, dalla possibilità di contrarre mutui o altre possibili forme di finanziamento.
Speriamo che i mutui contratti dalla gestione, non certo parsimoniosa, della passata
amministrazione non pesi come un macigno sul bilancio comunale.

12


Documenti correlati


Documento PDF programma telese sindaco 2015
Documento PDF programma elettorale 20
Documento PDF programma lista civica vivere trovo
Documento PDF programma amministrativo
Documento PDF programma amministrativo paolo adriano
Documento PDF programma movimento 5 stelle


Parole chiave correlate