File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



MATEMATICA 01.pdf


Anteprima del file PDF matematica-01.pdf

Pagina 123103

Anteprima testo


LA MATEMATICA È UNA ATTIVITÀ
Hans Freudenthal
matematico e studioso di Didattica della Matematica
Il valore che si attribuisce ai discenti come esseri umani determina il modo in cui ci si aspetta che
essi imparino la loro matematica: con libertà oppure da schiavi, guidati oppure imbrigliati.
(Da «Ripensando l’educazione matematica» di Hans Freudenthal)
La matematica cerca e chiede le ragioni: la certezza deve essere cercata e garantita, ed in matematica
ciò si ottiene con una attività mentale del tutto particolare. Ed è questa attività mentale, piuttosto che
i contenuti, che caratterizza la matematica come il campo in cui essa può essere esercitata nel modo
più adeguato ed efficiente.
(Da «Ripensando l’educazione matematica» di Hans Freudenthal)
LE AZIONI DEL FARE MATEMATICA
(La matematica e la realtà: Raffaella Manara)
• GIOCARE
• OSSERVARE
• DESCRIVERE
• DEFINIRE
• RAGIONARE
• IMMAGINARE
• SIMBOLIZZARE
• PROGETTARE
• SBAGLIARE
• RICORDARE
GIOCARE
• Nell’infanzia l’apprendimento del bambino è concreto e il gioco ne è uno strumento privilegiato
• Giocare è il modo con cui il bambino entra in rapporto con la realtà, la comprende e la rielabora
IL PENSIERO SIMBOLICO
• Il gioco presuppone l’ingresso in un mondo di fantasia, richiede una «trasfigurazione» della realtà
con la peculiare possibilità di cogliere nelle cose nuovi nessi e significati
• Tale trasfigurazione della realtà è la radice della funzione simbolica senza la quale non ci sarebbero
né l’arte, né la scienza.
GIOCO E LINGUAGGIO
• Il gioco stimola l’acquisizione del linguaggio
• Il bambino usa la parola perché essa corrisponde a qualcosa di concreto, fino ad inventare parole
nuove
• Il linguaggio del bambino è impregnato di metafora
• Nel gioco il bambino usa le parole degli adulti, appropriandosi così in modo nuovo della lingua e
dei suoi significati
SPAZIO E TEMPO
«Facciamo che io ero la mamma....»
L’uso dell’imperfetto esprime linguisticamente la distinzione che il bambino fa tra lo spazio e il
tempo del gioco e lo spazio e il tempo reale

L’acquisizione della consapevolezza dello spazio e del tempo è una funzione importante nello
sviluppo della razionalità