File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



3840 .pdf



Nome del file originale: 3840.pdf

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato inviato su file-pdf.it il 16/05/2015 alle 12:32, dall'indirizzo IP 94.39.x.x. La pagina di download del file è stata vista 793 volte.
Dimensione del file: 87 KB (4 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito
Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici

Roma, 12-05-2015

Messaggio n. 3244

OGGETTO:

Ammortizzatori sociali in deroga - D.I. 89936 dell’8 maggio 2015

In data 8 maggio 2015 il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro
dell’Economia e delle Finanze, ha emanato il decreto n.89936, che, all’art.1, assegna ulteriori
risorse finanziarie alle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria Emilia Romagna, Friuli Venezia
Giulia, Marche, Molise, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto per gli ammortizzatori
sociali in deroga pari ad € 478.763.551,00 a valere sul Fondo Sociale per l’Occupazione e
Formazione, di cui all’art.18, comma 1, lettera a), del decreto-legge 29 novembre 2008,
n.185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n.2, secondo il piano di
riparto tra le Regioni di seguito indicato, al netto di quanto assegnato dal decreto in
argomento per la finalità di cui all’art.6, comma 3 del decreto n.83473 del 1 agosto 2014:
Regione

Riparto del 95% delle risorse

Abruzzo

€ 41.345.805,95

Basilicata

€ 34.459.037,45

Calabria

€ 52.250.000,00

Emilia Romagna

€ 17.687.054,40

Friuli Venezia Giulia

€ 7.384.404,15

Marche

€ 46.671.853,65

Molise

€ 13.553.174,05

Sardegna

€ 52.250.000,00

Sicilia

€ 52.250.000,00

Toscana

€ 42.603.437,80

Umbria

€ 21.781.654,15

Veneto

€ 72.588.951,85

Totali

€ 454.825.373,45

Considerato che l’assegnazione delle risorse, avvenuta in un momento distante e successivo
rispetto ai periodi di intervento oggetto di tutela, ha comportato per le Regioni la difficoltà di
comunicare prontamente all’Inps gli accordi stipulati per la concessione degli ammortizzatori
sociali in deroga e di rispettare i termini previsti dai commi 6 e 7, dell’art. 2, del decreto n.
83473, il Ministero con nota n.9179 del 23 aprile 2015, ha esonerato l’Istituto dall’effettuare le
verifiche ed i controlli relativi alla compatibilità finanziaria a carattere preventivo previsti dal
suddetto decreto sugli accordi stipulati in sede istituzionale, e dalla successiva verifica di
coerenza della determinazione Regionale con l’ipotesi di accordo preventivamente stimato,
come previsto al comma 12, dell’art. 2 del decreto in argomento.
In considerazione di quanto sopra esposto, l’Istituto effettuerà solamente un monitoraggio
della spesa attraverso il SIP (Sistema Informativo dei Percettori), che si sostanzierà in un
controllo periodico successivo del rispetto, da parte delle Regioni e Province autonome, delle
risorse loro assegnate dai decreti interministeriali di attribuzione dei fondi.
Di conseguenza, le Regioni e le Provincie autonome per trasmettere, tramite il sistema SIP, i
suddetti provvedimenti concessori relativi a periodi di competenza 2014, emanati in base ad
accordi stipulati sia in data anteriore che posteriore all’entrata in vigore del decreto n.83473,
dovranno utilizzare come decreto di finanziamento il numero fittizio di decreto “33334”.
Le Direzioni Regionali INPS, con il supporto delle apposite schede di rendicontazione della
spesa presenti sul SIP, dovranno monitorare le spese al fine di contenere le stesse nell’ambito
degli stanziamenti previsti, comunicando tempestivamente a questa Direzione Centrale il
raggiungimento del limite delle risorse a disposizione di ciascuna Regione o Provincia
autonoma.
Restano ferme, pertanto, le istruzioni operative già impartite alle sedi per il trattamento della
Cig in deroga e della mobilità in deroga con il messaggio n.372 del 9 gennaio 2014.
In ogni caso si ricorda che le strutture territoriali INPS nell’emettere le autorizzazioni di cig in
deroga per i periodi di competenza 2014, dovranno utilizzare lo stesso numero di decreto
“33334” e come codice intervento “699”.
Per erogare le prestazioni di mobilità in deroga per i periodi di competenza 2014, le Sedi
dovranno usare i seguenti codici d’intervento.
Regione

Codice Intervento Mobilità 2014

Abruzzo

409

Basilicata

411

Calabria

412

Campania

413

Emilia Romagna

414

Friuli Venezia Giulia

415

Lazio

416

Liguria

417

Lombardia

418

Marche

419

Molise

460

P.A. Bolzano

421

P.A. Trento

422

Piemonte

423

Puglia

424

Sardegna

425

Sicilia

426

Toscana

428

Umbria

429

Valle D'Aosta

430

Veneto

431

Per la finalità di cui all’art.6, comma 3 del decreto n.83473 del 1 agosto 2014, il nuovo
decreto di assegnazione risorse finanziarie n.89936, all’art.2, chiarisce che le Regioni Abruzzo,
Basilicata, Calabria Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Molise, Sardegna, Sicilia,
Toscana, Umbria e Veneto possono disporre la concessione dei trattamenti di integrazione
salariale, anche in deroga ai criteri di cui all’art.2 e 3 del sopradetto decreto n.83473, nella
misura del 5 per cento delle risorse ad esse attribuite dal predetto art.1 del nuovo decreto di
finanziamento, secondo la seguente ripartizione.
Regione

Riparto del 5% delle risorse

Abruzzo

€ 2.176.095,05

Basilicata

€ 1.813.633,55

Calabria

€ 2.750.000,00

Emilia Romagna

€ 930.897,60

Friuli Venezia Giulia

€ 388.652,85

Marche

€ 2.456.413,35

Molise

€ 713.324,95

Sardegna

€ 2.750.000,00

Sicilia

€ 2.750.000,00

Toscana

€ 2.242.286,20

Umbria

€ 1.146.402,85

Veneto

€ 3.820.471,15

Totali

€ 23.938.177,55

Si precisa, altresì, che al fine di consentire all’Istituto il monitoraggio delle prestazioni
corrisposte, le Regioni e le Province Autonome, per l’impiego delle risorse finanziarie di cui
all’art. 6, c.3, del D.I. 83473 del 1 agosto 2014, dovranno emettere apposite determinazioni

concessorie.
Le Regioni e le Provincie autonome per trasmettere, tramite il sistema SIP, i suddetti
provvedimenti concessori relativi a periodi di competenza 2014, decretati ai sensi dell’art. 6,
c.3, del D.I. 83473 dovranno utilizzare come decreto di finanziamento il numero fittizio di
decreto “33336 ” e le strutture territoriali INPS nell’emettere le autorizzazioni di cig in deroga
per i periodi di competenza 2014, dovranno utilizzare lo stesso numero di decreto “33336” e
come codice intervento “699”.
Per erogare le prestazioni di mobilità in deroga per i periodi di competenza 2014 ai sensi
dell’art. 6, c.3, del D.I. 83473, le Sedi dovranno usare i seguenti codici d’intervento.
Regione

Codice Intervento Mobilità art. 6, c.3, del D.I. 83473

Abruzzo

320

Basilicata

321

Calabria

322

Campania

323

Emilia Romagna

324

Friuli Venezia Giulia

325

Lazio

326

Liguria

327

Lombardia

328

Marche

329

Molise

330

P.A. Bolzano

331

P.A. Trento

332

Piemonte

333

Puglia

334

Sardegna

335

Sicilia

336

Toscana

337

Umbria

338

Valle D'Aosta

339

Veneto

340

Verranno a breve aggiornati i prospetti informativi di monitoraggio relativi a ciascuna Regione
o Provincia autonoma, nella Banca Dati Percettori, con l’indicazione del finanziamento previsto
dal decreto in argomento al netto della quota riservata alla decretazione ex art. 6, comma 3
del decreto n. 83473 che verrà evidenziata in una riga a parte.
Si ribadisce, infine, che sulla base di quanto previsto dal Ministro del lavoro e delle politiche
sociali, l’Istituto è autorizzato ad erogare i trattamenti fino a concorrenza delle risorse
finanziarie disponibili per ciascuna Regione e Provincia autonoma.
Il Direttore Generale
Cioffi


3840.pdf - pagina 1/4
3840.pdf - pagina 2/4
3840.pdf - pagina 3/4
3840.pdf - pagina 4/4

Documenti correlati


Documento PDF 3840
Documento PDF messaggio numero 7637 del 28 12 2015
Documento PDF circolare di aggiornamento mensile 06 03 2017 news
Documento PDF circolare numero 74 del 05 05 2016
Documento PDF rassegna stampa del 4 marzo 2014 3
Documento PDF letterital n3 013 definitivo


Parole chiave correlate