File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



BOOK Pripyat.pdf


Anteprima del file PDF book-pripyat.pdf

Pagina 1 2 3 4 5

Anteprima testo


Pripyat Ukraine 24__
05__
2015

Scenario:
Pripyat era una moderna e funzionale città sovietica, nata a seguito del vicino
impianto nucleare di Chernobyl, chiamata città dei fiori per le sue numerose
aiuole era modello di pulizia e organizzazione, la regione della Polesia dove sorge
è una zona paludosa tra le più grandi d’Europa ricca di fiumi e laghetti, in uno
di questi vicino alla città sorgeva un complesso turistico molto apprezzato dalla
popolazione locale per picnic e vacanze.
Il 26 Aprile 1986 a seguito dell’incidente nella vicina centrale nucleare le autorità imposero ai cittadini di
abbandonare momentaneamente l’intera città con la promessa di far ritorno entro tre settimane, in realtà
nessuno degli abitanti tornò e tutto fu lasciato come si trovava, tavoli apparecchiati, giochi dei bambini, mezzi e
utensili, negli anni successivi la zona rimase disabitata e interdetta, considerata pericolosa a causa delle
radiazioni, la natura si riprese i propri spazi e gli animali selvatici come cavalli, cinghiali e volpi furono i nuovi
abitanti della città. A distanza di quasi 30 anni dall’evento a causa delle particolari condizioni del terreno
radioattivo si crearono spontaneamente degli artefatti la cui natura è in gran parte sconosciuta ma di grande
valore economico per la ricerca in quanto presentano proprietà uniche mai osservate precedentemente, alcuni
sono esplosivi e creano buche nel terreno, altri piegano la natura
circostante, altri ancora, i più ricercati, assorbono le radiazioni
vicine rendendo l’area sicura per alcuni metri.
A causa della rarità degli stessi e del pericolo del territorio solo
poche persone si avventurano nella ricerca di questi artefatti, la
zona è offlimits e non sorvegliata dalle forze armate rendendole di
fatto territorio di nessuno dove le varie bande di cacciatori di
artefatti si scontrano e danno vita a mercati clandestini dove si
scambiano e vendono queste preziosi materiali.
Uno delle zone più ricche di artefatti è l’ex villaggio turistico
“залив серебро” è qui che le maggiori fazioni di cacciatori di artefatti si danno battaglia per trovare i più
preziosi da rivendere nel Black Market situato in prossimità, una gang locale che vi si è insediata da tempo
darà battaglia per difendere il proprio territorio dalle fazioni di invasori.

PRIPYAT BLACK MARKET

Castiglione del Lago

24 05 2015 FFK Borgo klan softair