File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



PROGRAMMA MOVIMENTO 5 STELLE .pdf



Nome del file originale: PROGRAMMA MOVIMENTO 5 STELLE.pdf

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato inviato su file-pdf.it il 21/05/2015 alle 11:02, dall'indirizzo IP 94.162.x.x. La pagina di download del file è stata vista 942 volte.
Dimensione del file: 284 KB (13 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


COMUNE DI AVIGLIANO
(PROVINCIA DI POTENZA)

ELEZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE
DEL 31 MAGGIO 2015

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO ALLA CARICA DI SINDACO
SIG. SUMMA CLAUDIO NATO A POTENZA IL 10/01/1982 NELLA LISTA:

MOVIMENTO 5 STELLE

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO
Comune di Avigliano provincia di Potenza
Il sottoscritto responsabile del servizio delle pubblicazioni aventi
effetto di pubblicità legale, visti gli atti di ufficio,
ATTESTA
che il presente documento è stato pubblicato per 15 giorni
consecutivi: dal ______ al _______ nel sito WEB istituzionale di questo
comune (art.32, comma 1, della legge 18/06/2009, n.64).

Avigliano li ______________

Timbro il responsabile del servizio

1

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO ALLA CARICA DI SINDACO
SIG. SUMMA CLAUDIO NATO A POTENZA IL 10/01/1982 NELLA LISTA:

MOVIMENTO 5 STELLE

Sommario
Premessa ................................................................................................................................................................................................................... 3
La vita era un sogno... ora siamo svegli. .............................................................................................................................................................................................................................. 3

Amministrazione pubblica e Rapporto con i Cittadini ...................................................................................................................... 4
Talvolta uno paga di più le cose che può avere di diritto. ........................................................................................................................................................................................... 4

Ambiente e petrolio, acqua e aria, ciclo dei rifiuti, energia ............................................................................................................ 5
C'é una forza motrice più forte del vapore, dell'elettricità e dell'energia atomica: la volontà. ..................................................................................................................... 5

Informazione........................................................................................................................................................................................................... 7
E’ difficile sapere cosa sia la verità, ma a volte é molto facile riconoscere una falsità. .................................................................................................................................... 7

Economia, Lavoro, Commercio e Turismo............................................................................................................................................... 8
Non si possono risolvere i problemi con lo stesso pensiero con cui sono stati creati...................................................................................................................................... 8

Territorio Urbanistica Edilizia Lavori Pubblici Trasporti e Mobilità .....................................................................................10
Il mondo é quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l'inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a
guardare ....................................................................................................................................................................................................................................................................................... 10

Politiche sociali ....................................................................................................................................................................................................11
Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose.................................................................................................................................. 11

Istruzione cultura e sport...............................................................................................................................................................................11
Spesso tutti sono convinti che una cosa sia impossibile, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza. ...................................................................... 11

2

Premessa
La vita era un sogno... ora siamo svegli.

"Per cambiare Avigliano c’é da cambiare la mentalità. Non é questione di partiti o di definizioni, é una
questione più profonda e radicata che riguarda il singolo cittadino quando si trova a dover decidere ed agire
nelle piccole o nelle grandi cose della quotidianità."
La rinascita della convivenza civile è possibile innanzitutto dall’assunzione dell’etica della responsabilità.
Solo il ripristino in forme nuove della comunicazione tra cittadini e istituzioni garantisce, con la viva
partecipazione, una sostanziale democrazia.
Occorrere un di più di chiarezza, di informazione, per consentire ai cittadini analisi e riflessione.
Perché siamo arrivati ad un punto di stallo in cui le soluzioni non si risolvono e regna la sfiducia?
Perché é in atto una poco virtuosa gara a scavalco fra forze politiche, istituzioni e forze sociali; una gara
all’ammiccamento a questa o quella fazione che porta a simulare disponibilità interessata, al massimo
elettorale, inefficace, dannosa addirittura perché dà alimento al circolo vizioso che tutti e tutto soffoca.
Quello che crea il disagio sociale che diventa, a sua volta, il padre di quello economico.

Dati generali del Comune di Avigliano

Popolazione residente al 31.12.2010: abitanti 11.948 (al 31.12.2013: abitanti 11.738

- 210 ab.)

Località area sud: Avigliano centro, masseria Spinamara, Vallone delle Canne, Valle Bona, Contrada Serre,
Masseria Delle donne, Moccaro, Masseria Stolfi, Cefalo‐ Tufarelli, Bancone di Sotto, Bancone di Sopra,
Pisciobellico, Pantani di Sotto, Pantani di Sopra, Carpinelli, Serra Maccarone, Bruciate di Sotto, Bruciate di
Sopra.

Località area nord: Possidente, Sarnelli, Torretta, Bufolaria, Sant’Angelo, frazione Giardiniera Inferiore,
Giardiniera Superiore, Lagopesole, Signore, Masi, Chicone, Piano del Conte, Scalo Pietragalla, San Nicola,
Patacca, Limitone, Cerza Montanara, Molino Possidente, Masciangelo, Bivio San Giorgio, Gianturco di
Sant’Angelo, Nardella, Pilonzo, Riseca don Ciccio, Acquadipenne, Isca.
Tuoppo, Imperatore, Lacciola, Miracolo, Montemarcone Alto, Montemarcone Basso, Paoladoce, Sassano,
Stagliuozzo, Canarra, Canestrelle, Frusci, Lago del Monaco, Mandria Nuova, Piano del Lago, Ponte dell’Acero,
Serra dell’Olmo, Bozzelli, Sarachella, Zaccagnino, Sceppi.

3

Amministrazione pubblica e Rapporto con i Cittadini
Talvolta uno paga di più le cose che può avere di diritto.

Cos’è la Pubblica Amministrazione? Tale concetto indica qualsiasi soggetto che svolge un’attività volta alla
soddisfazione di interessi, correlati ai fini che il soggetto si propone di perseguire.
Essa può essere considerata, in senso:
- oggettivo: indica l’amministrazione come attività volta alla cura dell’interesse pubblico.
- soggettivo: indica i soggetti pubblici che pongono in essere tale attività.
E’ sul termine soggettivo che sentiamo il bisogno e la necessità di svolgere una riflessione e sintetizzarne il
concetto in poche parole. Gli amministratori eletti dai Cittadini hanno come compito la “Buona
Amministrazione del Bene Pubblico” senza se e senza ma. Sono stati nominati come garanti dell’interesse
pubblico e come tali devono spogliarsi della loro “singolarità” e operare ma soprattutto agire come
“collettivo”.
Uno vale uno è lo slogan del Movimento 5 Stelle e vale, soprattutto, per gli eletti, portavoce dei cittadini.

I nostri obiettivi:
Spese: diminuzione di tutte le spese di rappresentanza di tutti gli amministratori; i gettoni di presenza
saranno assegnati solo al raggiungimento di almeno l’85% del tempo dell’intera seduta del consiglio e delle
commissioni; interventi sui costi del Comune con il taglio degli sprechi e delle consulenze d'oro.
Trasparenza: l’attività di ogni consigliere sarà resa nota tramite pubblicazione sul web; il Sindaco si
impegna ogni mese a rendere edotti i propri cittadini delle attività svolte; saranno pubblicate sul sito web
del Comune tutte le Comunicazioni, le Delibere della Giunta e le Determine Dirigenziali approvate, e tutti i
documenti prodotti da consulenze esterne per dare trasparenza agli atti e ai comportamenti
dell'Amministrazione;
Istituzione di una piattaforma on line per la trasparenza attraverso la quale i cittadini potranno conoscere
ogni azione dell’Amministrazione, avanzare proposte e fare segnalazioni
Rappresentatività, Mandati, Conflitti di interesse: Ogni eletto potrà ricoprire un massimo di due mandati;
sarà formalizzata l’ incompatibilità tra le cariche di Consigliere, Assessore e Sindaco e quelle in enti esterni
all’amministrazione;.

Redazione e approvazione immediata dello Statuto Comunale con definizione delle regole di
rappresentatività e partecipazione
Rapporto cittadini/uffici e servizi: riordino degli uffici comunali con revisione organizzativa con
valutazioni sulla efficienza ed efficacia dell’organizzazione e delle allocazioni di risorse per ottenere un
migliore impiego dei soldi dei contribuenti eliminando privilegi e sacche di inefficienza; integrazione dei
servizi per il tramite delle nuove tecnologie, per consentire al cittadino l’accesso alle informazioni e ai servizi
senza bisogno di intermediari.

Cessazione del ricorso a esperti esterni e valorizzazione di tutto il personale interno con la
riqualificazione continua delle professionalità e motivazione di quanti prestano un servizio pubblico;
l’eliminazione di ogni precarietà. Integrazione software degli uffici comunali con il progetto S.I.T.I.
integrato con GIS cartografia tematica.
Partecipazione,
partecipativo.

diretta a ogni incontro pubblico da parte dei cittadini; realizzazione del bilancio

Trasmissione in streaming (diretta video) di tutti i consigli comunali, giunta e delle commissioni;
archivio pubblico delle sedute di consigli comunali, giunta e commissioni; Convocazione del consiglio
comunale in giorni e orari nei quali i cittadini possano partecipare più agevolmente; partecipazione
alle scelte strategiche di bilancio mediante incontri con i Cittadini e le Associazioni
4

Ambiente e petrolio, acqua e aria, ciclo dei rifiuti, energia
C'é una forza motrice più forte del vapore, dell'elettricità e dell'energia atomica: la volontà.

Ambiente e petrolio
La ricerca e produzione di idrocarburi in Italia inizia con tecniche industriali nella seconda metà del secolo
XIX, e si è sviluppata notevolmente dal secondo dopoguerra a seguito del ritrovamento di significativi
quantitativi di gas naturale soprattutto in Basilicata. Avigliano fa parte del bacino petrolifero denominato:
Permesso Frusci
La richiesta di “permesso” di trivellazioni denominato Permesso petrolifero "Frusci" è dietro l’angolo.
Tale “permesso”, la cui attività di screening interesserà una superficie di 237 Kmq ricadente nel territorio di
10 comuni in percentuali molto diverse tra loro: Baragiano, San Fele e Pignola 1%, Atella 2%, Bella 3%,
Pietragalla 5%, Ruoti 9%, Filiano 13%, Potenza 32% e Avigliano 33%, è in atto.
Considerato che più riprese sono stati lanciati preoccupanti allarmi sulle morti della zona della Val d’Agri,
nella quale, secondo esperti medici locali, «si muore quattro volte in più che all’Ilva di Taranto».
Considerato che alcune imprese estrattive del settore petrolifero hanno rinunciato alle Valutazioni di
Impatto Ambientale Regionali, per accedere direttamente alle concessioni del MINISTERO si ritiene di
seguire l’unica linea guida possibile per la salvaguardia dei Cittadini con uno STOP a qualsiasi concessione
(PERMESSO) nel nostro Territorio.

Informazione locale e monitoraggio
I nostri obiettivi sono:

Sviluppo della cultura ambientale nelle scuole e iniziative per una corretta e sana alimentazione in
collaborazione con i Dirigenti Scolastici, ASL, Associazioni per un progetto di alimentazione
consapevole. Visita ad aziende locali, corsi di preparazione dei cibi.
Creazione del Punto Zero. Definizione del punto di partenza per il monitoraggio ambientale e
realizzazione della rete autonoma di monitoraggio per pervenire, di concerto con i Comuni limitrofi,
ad un rete indipendente, terza e inconfutabile che faccia capo alle migliori equipe del panorama
internazionale.
Costituzione di un consesso di cittadini esperti per analizzare le attività imprenditoriali nel ramo
delle estrazioni petrolifere e informare costantemente i cittadini circa al fine di tutelare il patrimonio
economico e ambientale e della salute pubblica. Si attiverà una stretta collaborazione con il CDCA
(Centro di documentazione dei Conflitti Ambientali) per la raccolta e diffusione dei dati locali per
tenere sotto controllo il territorio. Sarà realizzato un collegamento con l’Atlante dei conflitti
ambientali. che è la prima piattaforma web italiana geo-referenziata di consultazione gratuita,
costruita insieme ai dipartimenti universitari, ricercatori, giornalisti, attivisti e comitati territoriali,
che raccoglie le schede descrittive delle più emblematiche vertenze ambientali italiane (dalla Terra dei
Fuochi alla Val di Susa, dalle zone di sfruttamento petrolifero alle mega infrastrutture etc), finalizzata
ad essere non solo archivio in continua crescita, ma prezioso manuale anche per le istituzioni
pubbliche preposte alla salvaguardia dell’ambiente e della salute pubblica. (atlanteitaliano.cdca.it; www.cdca.it; - www.ejatlas.org).

5

Acqua e aria
L’acqua é un bene primario e come tale deve essere garantita la qualità, la disponibilità e
l’approvvigionamento. Per definizione una S.p.A. é una società di capitali in cui le partecipazioni dei soci sono
espresse in azioni, ne deriva che la gestione di una S.p.A opera in maniera da massimizzare i profitti per gli
azionisti, per cui una simile forma giuridica non é titolata a gestire nell’interesse della collettività un bene
prezioso quale l’acqua.
La nostra idea invece presuppone che una gestione trasparente del bene acqua passi attraverso politiche che
vedano il Comune come unico referente nei confronti del cittadino per quanto concerne la gestione, la
distribuzione e la tutela della qualità o quantomeno che tale gestione sia sottoposta al reale controllo dei
cittadini in termini di qualità e di costi.
I nostri obiettivi sono:

Controllo della qualità delle acque e promozione dell’utilizzo dell’acqua pubblica per l’uso potabile;
si crea così il duplice vantaggio di un notevole risparmio economico e di maggiori garanzie di salute.
Pubblicazione delle analisi delle acque ad uso umano, come da normativa vigente e diffusione via
internet dei dati sulla qualità dell'acqua dell'acquedotto pubblico;
Ciclo dei Rifiuti
La Basilicata “si conferma terra di transito” di traffici illeciti di rifiuti, “architettati in altre regioni”, e “non
mancano i casi di grandi discariche illegali” scoperte nei terreni lucani: ma “nei numeri la Basilicata, pur
scalando la classifica delle illegalità ambientali in termini relativi alle altre regioni, vede diminuire il numero
di infrazioni in valore assoluto, nel 2012 erano 952 rispetto alle 821 del 2013”. La fonte di tali dati è il
rapporto “Ecomafia 2014”
Per la città di Avigliano, è in atto un pregevole progetto di raccolta differenziata.
I nostri obiettivi sono:

Riprogettazione, Riduzione, Riutilizzo, Riciclo, Recupero, Compostaggio dell'umido, con
operazioni strutturate e programmate. Raccolta differenziata spinta porta a porta; favorire il
compostaggio domestico; avviare efficaci azioni per la repressione del fenomeno dell’abbandono
incontrollato di rifiuti.
Realizzazione di aree di ECOSCAMBIO (spazio pubblico dove é possibile scambiare oggetti usati)
Energia
I nostri obiettivi:

Realizzazione di un piano energetico comunale tra sostenibilità ambientale e fabbisogno
energetico con riduzione di almeno il 10 per cento in cinque anni dei consumi energetici del
patrimonio edilizio degli enti pubblici;
Verifica della richiesta di metanizzazione e ampliamento/completamento della stessa;
Studio sulla possibilità di realizzare Impianti di cogenerazione per le strutture pubbliche.

6

Informazione
E’ difficile sapere cosa sia la verità, ma a volte é molto facile riconoscere una falsità.

L’informazione é uno dei fondamenti della democrazia e della sopravvivenza individuale. Se il controllo
dell’informazione é concentrato in pochi attori, inevitabilmente si manifestano derive antidemocratiche. Se
l’informazione ha come riferimenti i soggetti economici e non il cittadino, gli interessi delle multinazionali e
dei gruppi di potere economico prevalgono sugli interessi del singolo.
L’informazione quindi é alla base di qualunque altra area di interesse sociale.
Il cittadino non informato o disinformato non può decidere, non può scegliere, assume un ruolo di
consumatore e di elettore passivo, escluso dalle scelte che lo riguardano.

Informazione e tecnologie
Realizzazione del piano E-Governament del 2012 in collaborazione con il CNR;
Creazione dell’Ufficio SIC Sistema Informativo Comunale utilizzando le risorse presenti, integrando
le competenze informatiche e ridistribuendo mansioni e funzioni ai dipendenti esperti;
Digitalizzazione di tutti i documenti comunali e creazione di un archivio digitale comunale da
attivare con finanziamenti comunitari nell’ambito del piano E-Governament.
Connettività
Sostegno alle famiglie disagiate, alla scuola alle associazioni per l’Hardware necessario al
collegamento in rete;
Riduzione del digital-divide:Garantire l’accesso alla rete con punti di connessione wi-fi libero e gratuito in
alcune zone pubbliche.

7

Economia, Lavoro, Commercio e Turismo
Non si possono risolvere i problemi con lo stesso pensiero con cui sono stati creati.

L’economia è basata sul lavoro. Nel dibattito comune i discorsi sul lavoro vanno spesso a finire in un confuso
elogio della fatica umana oppure nel secco rifiuto della sua imposizione. Il lavoro viene quindi a essere
identificato con l’intera condizione umana oppure gli viene contrapposta la furbizia con la quale a esso ci si
sottrae.
L’economia degli ultimi anni non ha più utilizzato la svalutazione della moneta nazionale quale intervento
necessario per consentire alle aziende di aumentare i profitti da reinvestire e creare occupazione, ma ha
utilizzato, per lo stesso fine, la svalutazione del lavoro: un’azione scandalosa, che aumenta i profitti riducendo
l’occupazione. La svalutazione del lavoro in sostanza è: “lavorare di più con lo stesso salario” condizione che
conduce, inevitabilmente, alla contrazione del mercato del lavoro e quindi alla disoccupazione. Un’azione
quindi contro i lavoratori e contro i principi di economia sociale.
Non si risolve certamente in ambito comunale e micro territoriale la problematica macroeconomica di
svalutazione del lavoro. Riteniamo però possibile procedere ad un’operazione di impresa “equo e
solidale”dove l’azienda è parte di un territorio ma soprattutto di una comunità.
La svalutazione del lavoro mortifica l’uomo, peggio ancora la mancanza di lavoro.
Occorre pertanto rivalutare il lavoro permettendo lo sviluppo delle aziende.
Noi riteniamo che è la comunità che permette alle aziende di prosperare non la conflittualità tra
imprenditore e lavoratore.
Se abbiamo perso le aziende artigiane e se non si riesce a realizzare aziende produttive innovative, la causa
principale è dovuta alla mancanza di una strategia competitiva.
Oggi si è maggiormente consapevoli che l’immagine e lo spirito del luogo sono attributi che giocano un ruolo
non secondario nel processo di sviluppo dell’area e nella localizzazione di molte attività economiche.
Il nostro volano potrebbe davvero essere il turismo ma un nuovo turismo, un turismo basato anch’esso
sull’innovazione tecnologica.
Il settore del turismo ha manifestato negli ultimi anni una crescita continua e rilevante. Parlando di turismo,
solitamente ci si concentra sulla destinazione del viaggio piuttosto che sulle passioni del turista; il
ragionamento delle aziende turistiche allora si sposta su come essere appetibili e competitivi sul mercato
per offrire al turista ciò che egli desidera; per essere innovativi nel settore del turismo, probabilmente
occorre descrivere un certo luogo a partire dalle attività che vi si possono svolgere come per esempio
l'inverno in Trentino dalle piste da sci ai mercatini di Natale, o prendere il sole sulle magnifiche spiagge
della Sicilia dove nuotare in mezzo ai pesci ...e non a partire dalla descrizione delle sue località, in modo da
consentire al turista di costruire di un viaggio e un soggiorno commisurato alle proprie necessità e passioni.
A fronte di tutto ciò la rotta da seguire è la costruzione di un distretto , realizzato mediante azioni congiunte
su cultura e istruzione, per la valorizzazione e produzione dei prodotti e manufatti locali a forte impatto.

Economia Lavoro Commercio
Agevolazione dell’imprenditoria che valorizzi il territorio e i prodotti locali; Incentivare gli
investimenti privati nelle zone p.i.p, ;
Completamento delle infrastrutture delle aree per insediamenti produttivi di Sarnelli e di Serra
Ventaruli
Promuovere e sostenere la diffusione di produzioni agro-alimentari locali e del commercio equo e
solidale a partire dalle forniture del Comune (scuole);
Ridisegnare la politica di concessione di licenze commerciali, a favore della piccola distribuzione, dei
prodotti locali, del Km ZERO;

8

Turismo
Piano del turismo
Definizione delle aree del territorio a maggiore vocazione turistica
Promozione di iniziative culturali riferite al fenomeno del Brigantaggio quale parte importante della nostra
storia.

Promozione delle attività culturali dei quadri plastici, degli sbandieratori, del corteo storico, della
musica tradizionale e delle associazioni legate alle tradizioni locali.
Ricerca documentale sulla storia e la produzione artigianale (Balestra Aviglianese,
Progetto “1, 2, 3 scatti” istituzione di una task force di professionisti, appassionati e operatori
economici per la realizzazione di un archivio documentale sulla balestra aviglianese e sui metodi di
progettazione disegno e tecnologia costruttiva
Non ultima va sottolineata la necessità che gli attori in gioco dimostrino una mentalità aperta verso la novità,
verso l’esterno, verso un futuro che appare solo come possibilità, e manifestino entusiasmo e fiducia nel
volere lo sviluppo del proprio territorio.

9

Territorio Urbanistica Edilizia Lavori Pubblici Trasporti e Mobilità
Il mondo é quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l'inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare

Il territorio non ci appartiene, non è una risorsa da consumare ma una risorsa da rispettare.
Lo sviluppo e la competitività dei territori dipendono anche dalla capacità delle persone, degli enti, delle
istituzioni, degli operatori economici, di sfruttare “eticamente” tutte le risorse disponibili, di costruire
relazioni con altri territori, scambiando esperienze e buone prassi, sfruttando le sinergie.
Un piano di utilizzo del territorio deve rispettare le leggi nazionali e regionali, le interconnessioni viarie e
ferroviarie esistenti, le costruzioni esistenti pervenendo, secondo scienza e coscienza, ad un Regolamento
Urbanistico per il Comune. Ma spesso i regolamenti sono “brutali” copia-incolla di regolamenti già utilizzati e
proposti per altri comuni simili, ci si ritrova quindi spesso con Regolamenti inapplicabili, non cuciti su
misura per la realtà territoriale e soprattutto non rispettosi delle norme in materia di sostenibilità
ambientale degli interventi urbanistici ed edilizi. Il più delle volte forzati da interessi economici privati che
nulla hanno a che vedere con gli interessi della collettività.
Occorre interrompere tale metodologia e procedere con studi più complessi del territorio che facciano
riferimento a pochi criteri guida sintetizzati nelle parole: coordinamento, miglioramento, razionalizzazione,
valorizzazione, tutela, promozione e sviluppo.
Occorre organizzare una serie di incontri partecipativi con i cittadini, gli operatori economici e le
associazioni per avere proposte e suggerimenti.

Territorio e Urbanistica
Ridefinizione delle emergenze e necessità dei cittadini in termini di infrastrutture pubbliche, di
strutture private commerciali e produttive e dell’edilizia popolare
Approvazione del regolamento urbanistico
Riqualificazione del centro storico e implementazione dell’edilizia eco-sostenibile, valorizzazione
artistica e culturale.
Approvazione di una variante al Piano di Recupero del Centro Storico
Piano della bellezza: nuovo piano colore e ridefinizione delle tipologie architettoniche
Riprogettazione degli spazi verdi esistenti e creazione di nuove microaree da destinare a verde o a
coltivazione su proprietà comunale
Edilizia e lavori pubblici
Snellimento delle procedure per l’edilizia privata;
Piena attuazione del SUDE, eliminazione della Commissione Edilizia Comunale
Progetto P.E.C. Piano Energetico Comunale
Emergenza abitativa: favorire l’acquisto, la ristrutturazione per le famiglie monoreddito, le giovani
coppie, i single attraverso il metodo del “Social Housing”
Potenziamento degli asilo nido nel centro e nei quartieri periferici.
10

Trasporti e mobilità
Redazione del Piano Urbano del traffico e dei parcheggi integrato dal Piano di mobilità per i disabili
Attivazione di iniziative popolari di car-sharing e car-pooling per il pendolarismo e i viaggi di lunga
percorrenza

Politiche sociali
Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose.

Non può esistere una società moderna senza che i primi non si occupino degli ultimi.
La grave crisi economica incide pesantemente sulle famiglie per cui le politiche degli ultimi anni devono
essere ridiscusse, rimodulate e soprattutto rese più giuste. La giustizia è un faro indispensabile per far si che
l’aiuto non sia pietà o peggio “favore”.
I nostri obiettivi sono:

Recupero di tutti gli spazi di proprietà comunale e istituzione della festa delle religioni, dei popoli e
delle tradizioni
Progetto di Parco Avventura/area camping da utilizzare come centro estivo con particolare
attenzione per i diversamente abili;
Sostegno alla domiciliarità di anziani e disabili;
Redazione di un elenco dei disoccupati e sviluppo del progetto della Banca delle ore

Istruzione cultura e sport
Spesso tutti sono convinti che una cosa sia impossibile, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza.

Nonostante il progetto di area metropolitana, il tentativo di apertura verso i territori del Vulture Melfese e
del Marmo Paltano, ad oggi la centralità di Avigliano è inesistente.
La centralità della cosiddetta “Nazione Aviglianese” non ha ragione di esistere nel mondo globalizzato dove
la rete ha annullato lo spazio e il tempo, è possibile dialogare con l’altra parte del mondo quando da noi è
mattina e di là è sera.
La vera centralità non si acquista intorno ad un tavolo dove si dividono gli interventi la centralità è cultura e
la nostra cultura che è stata svenduta.
Riteniamo pertanto che una nuova e diversa istruzione per i giovani sia il fondamento della nostra cultura e
del nostro sviluppo.
Un’istruzione per le scuole dell’obbligo con progetti integrativi nuovi, adeguati servizi di trasporto, di
accoglienza e di mensa.

11

Dobbiamo richiede l’Istruzione quella con la I maiuscola fatta di un istituto di alta specializzazione per
permettere ai nostri giovani, già permeati di cultura aviglianese, di emergere nel mondo del lavoro
globalizzato.
Naturalmente nella patria di Emanuele Gianturco è d’obbligo immaginare un dipartimento di scienze
giuridiche inesistente in Basilicata.
Allo stesso modo le attività sportive, che già su modello americano sono fortemente interconnesse con i
college, devono essere potenziate tutte, non esistono attività di sera A e attività di serie B ma solo attività più
diffuse se non altro per la presenza di strutture sul territorio.
Bisogna ripensare allo sport che deve essere non solo gioco ma anche sano agonismo perché è la
competizione che permette al giovane sportivo di comprendere le regole, i propri limiti e la necessità
dell’impegno.

Istruzione
Miglioramento delle condizioni strutturali energetiche e architettoniche degli edifici scolastici
Ampliamento e sviluppo delle aule PC tramite il recupero di computer apparentemente obsoleti;
Progetto Recycle PC: Istituzione di una rete di esperti, appassionati, volontari per il recupero dei PC
con laboratorio di riparazione, miglioramento e ripristino. Diffusione della conoscenza dei software
Open Source disponibili in rete.
Introduzione del software libero open source nelle scuole per massimizzare la legalità e minimizzare
i costi;
Progetto un Computer per amico: Corsi gratuiti di informatica di base, corsi di preparazione
all’utilizzo consapevole della rete e dei social network , preparazione alla patente europea del
computer ECDL.
Progetto School House: Sostegno alle istituzioni scolastiche e alle associazioni per l’apertura
pomeridiana delle scuole. Introduzione e sviluppo di corsi di computer nelle scuole a tutti i livelli e
incentivazione all’utilizzo delle aule come supporto all’attività didattica;
Apertura delle scuole al pomeriggio per attività integrative di studio e di sport con adeguato e
responsabile servizio mensa;
Attivazione di corsi di recupero, attività integrative allo studio, di sport e attività culturali.
In particolare si intende promuovere un progetto di tutoraggio scolastico al fine di eliminare la
dispersione scolastica attraverso la programmazione concordata di percorsi di supporto
personalizzati in accordo con la scuola e i genitori degli utenti;
Orto in condotta: In Italia l’Orto in Condotta prende avvio nel 2004 divenendo lo strumento
principale delle attività di educazione alimentare e ambientale nelle scuole.
Insieme agli studenti, gli insegnanti, i genitori, i nonni e i produttori locali sono gli attori del progetto,
costituendo la comunità dell’apprendimento per la trasmissione alle giovani generazioni dei saperi
legati alla cultura del cibo e alla salvaguardia dell’ambiente. Tutti questi soggetti hanno la possibilità
di fare rete tra di loro e di scambiarsi idee e esperienze anche a distanza grazie alla piattaforma
virtuale Grow the Planet.

12

Servizio mensa: Attivazione di una società in House per la gestione delle mense scolastiche con
l’introduzione di prodotti a km zero al fine di garantire l’occupazione dei lavoratori locali che da anni
si dedicano a tale servizio.
Cultura
Collaborazione con l’Università per lo sfruttamento di archivi digitali di tesi, tesi di dottorato,
laboratori, pubblicazioni e progetti vari, da cui il Comune può ricavare idee concrete per lo sviluppo
della città, abbattendo i costi delle consulenza professionali
Potenziare e valorizzare le attività ricreative, culturali e di aggregazione attraverso un portale
istituzionale nel quale le varie associazioni possano gestire i calendari on-line delle varie iniziative;
potenziamento e apertura della biblioteca comunale
Eliminazione del finanziamento comunale per pubblicazioni cartacee;
Incentivazione delle attività dei comitati e dei borghi turistici mettendo a disposizione materiale in
dotazione al Comune;
Promozione di Scambi interculturali, progetti di volontariato europeo (SVE), inserimento in progetti
di aiuto per i meno fortunati o anche semplici;
Viaggi per i giovani meritevoli, realizzando bandi di concorso che sappiano premiare chi si distingue
in ambito scolastico.
Sport e tempo libero
Favorire un circuito di collaborazione tra le società sportive e le scuole che abbia lo scopo di
introdurre/educare gli studenti nella conoscenza e nella pratica di sport alternativi a quelli
tradizionalmente esercitati. Favorire pertanto una educazione che possa invogliare i giovani alla
pratica sportiva come alternativa a strade meno produttive e più sicure;
Verificare le condizioni di stato e di gestione di tutte le strutture sportive comunali (e non) presenti
nel territorio cittadino, e pertanto verificare le esigenze delle società sportive, con le quali aprire un
tavolo di lavoro per verificare le esigenze;
Destinare parte della piazza Aviglianesi nel mondo alla costruzione di area giochi /sport ( tipo
campo da basket e/o campo da tennis pubblico);
Consegnare la fruizione degli impianti sportivi nelle mani della cittadinanza;
Riproposizione dello storico campo da tiro al piattello con Fossa Olimpica e percorso caccia.

13


Documenti correlati


Documento PDF programma movimento 5 stelle
Documento PDF programma movimento 5 stelle
Documento PDF programma movimento 5 stelle cerreto guidi
Documento PDF programma amministrativo ufficiale 1
Documento PDF m5s brindisi programma
Documento PDF mg 1 4 introduzione al movimento tattico


Parole chiave correlate