File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Relazione al Rendiconto di gestione 2014 (D.Lgs.77 95).pdf


Anteprima del file PDF relazione-al-rendiconto-di-gestione-2014-d-lgs-77-95.pdf

Pagina 1...4 5 67881

Anteprima testo


Relazione al Rendiconto di gestione 2014 (D.Lgs.77/95)

CONTENUTO E LOGICA ESPOSITIVA
La relazione al rendiconto, deliberata dal consiglio comunale nell'apposita sessione annuale dedicata
all'approvazione del consuntivo, è il documento con il quale l'organo esecutivo espone all'assemblea consiliare il
rendiconto dell'attività svolta durante l'esercizio precedente. Non si tratta, come nel caso della relazione tecnica che
generalmente accompagna il consuntivo, di un documento di origine prevalentemente contabile, ma di un atto dal
notevole contenuto politico/finanziario. La relazione al rendiconto mantiene a consuntivo, infatti, un significato simile
a quello prodotto all'inizio dell'esercizio dalla relazione previsionale e programmatica, e cioè il principale documento
con il quale il consiglio comunale indirizza l'attività dell'ente.
La relazione al rendiconto, proprio per esporre i dati e le informazioni sulla gestione con chiarezza espositiva e
precisione documentale, si compone di due parti distinte ma perfettamente coordinate fra di loro, e precisamente: la
"Realizzazione dei programmi e risorse attivate" (Parte I), seguito dalla "Applicazione dei princìpi contabili" (Parte II).
Se la prima parte tende a privilegiare il rendiconto sotto l'aspetto della programmazione, e cioé lo stato di
realizzazione dei programmi e il grado di accertamento delle entrate, la seconda parte amplia l'analisi a tutti i fatti di
gestione che sono visti, per adeguarsi alle raccomandazioni introdotte dai princìpi contabili degli enti locali, in
un'ottica che abbraccia l'intera attività dell'ente.
La prima parte, denominata "Realizzazione dei programmi e risorse attivate", si suddivide in diversi capitoli dove i
dati numerici sono accostati ad esposizioni grafiche, spesso accompagnate da valutazioni descrittive.
Il primo capitolo ha come titolo "La relazione al rendiconto in sintesi". In questa sezione introduttiva sono individuati i
principali elementi che caratterizzano il processo di programmazione, gestione e controllo delle risorse umane,
strumentali e finanziarie del comune. Accanto a questi elementi metodologici vengono esposti i risultati ottenuti
gestendo le risorse reperite nell'esercizio appena chiuso. Si tratta esclusivamente di dati di sintesi che forniscono
una visione finanziaria d'insieme e indicano, allo stesso tempo, l'ammontare del risultato della gestione di
competenza e complessivo (avanzo, pareggio o disavanzo). L'accostamento tra entrate ed uscite è sviluppato
specificando, con ulteriori prospetti e commenti, il valore delle risorse di parte corrente, investimento e movimento di
fondi che hanno finanziato i programmi di spesa realizzati.
L'acquisizione delle risorse è solo un aspetto del processo che porta alla realizzazione dei programmi. In
"Programmazione delle uscite e rendiconto", infatti, sono tratte le prime conclusioni sull'andamento generale della
spesa, vista in un'ottica che privilegia l'aspetto della programmazione rispetto alla semplice rappresentazione
dell'elemento contabile. Le uscite registrate in contabilità sono la rilevazione dei fatti di gestione che hanno
permesso il completo o il parziale raggiungimento degli obiettivi prefigurati ad inizio esercizio. Il conto consuntivo
viene quindi riclassificato per programmi che indicheranno, in una visione di sintesi generale, sia lo stato di
realizzazione che il rispettivo grado di ultimazione. Durante l'anno, sia l'amministrazione che l'apparato tecnico
hanno agito per tradurre gli obiettivi generali contenuti negli atti di indirizzo in altrettanti risultati. Come conseguenza
di ciò, la relazione espone, misura e valuta proprio i risultati raggiunti nel medesimo intervallo di tempo. Ed è proprio
in questo contesto che viene analizzato ogni singolo programma indicandone il contenuto finanziario e il grado di
realizzazione finale.
Come in ogni azienda, anche l'attività del comune è condizionata dalla disponibilità di adeguate risorse. I programmi
già esposti nella relazione programmatica di inizio anno, o riportati altri documenti di programmazione politica, si
traducono in atti di gestione solo dopo il reperimento delle corrispondenti entrate. In "Programmazione delle entrate
e rendiconto", pertanto, sono riportati i risultati ottenuti da questa ricerca di finanziamento che ha permesso all'ente
di incassare le entrate di competenza dell'esercizio o, in alternativa, di accertare nuovi crediti che saranno introitati
negli esercizi successivi.
La seconda parte della relazione, denominata "Applicazione dei princìpi contabili", si suddivide invece in capitoli
che corrispondono, in modo pressoché fedele, alla struttura consigliata dai princìpi contabili degli enti locali. In
questo ambito, la presenza di un determinato princìpio contabile si accompagna con la possibile valutazione dei fatti
di gestione regolamentati oppure, più semplicemente, ad esso associati.

1