File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



innammissibilita pognana dd 1665 26 05 15 .pdf



Nome del file originale: innammissibilita pognana dd 1665 26 05 15.pdf

Questo documento in formato PDF 1.3 è stato inviato su file-pdf.it il 28/05/2015 alle 11:06, dall'indirizzo IP 5.170.x.x. La pagina di download del file è stata vista 733 volte.
Dimensione del file: 208 KB (3 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


PROVINCIA DI MASSA-CARRARA

SETTORE/STAFF

Settore Pianificazione rurale e forestale - Protezione
Civile – Politiche Comunitarie e Sviluppo Economico Trasporto Pubblico Locale – SIT

DETERMINAZIONE n.

DEL

26/05/2015

R.D. 11.12.1933 n 1775_ DC1310/69-13 - Istanza di ENERGIA SRL
del 11/09/2014 di protocollo n. 23293 per nuova concessione di
derivazione ad uso idroelettrico dal T. Rosaro in loc. Pognana nel
comune di Fivizzano_ Inammissibilità dell'istanza

OGGETTO:

Allegati n.

1665

0

Determina senza Impegno

Documento informatico firmato digitalmente ai sensi dell’art. 20 D.Lgs 82/2005 s.m.i. e norme collegate, il quale
sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa.

Determina n° 1665 del 26/05/2015
Oggetto: R.D. 11.12.1933 n 1775_ DC1310/69-13 - Istanza di ENERGIA SRL del 11/09/2014 di protocollo n.
23293 per nuova concessione di derivazione ad uso idroelettrico dal T. Rosaro in loc.
Pognana nel comune di Fivizzano_ Inammissibilità dell'istanza

RICHIAMATI l’art. 4 comma 2 del D.Lgs 165/2001, l’art. 107 del T.U.E.L. approvato con D.Lgs.
267/2000;
IL DIRIGENTE
del Settore Pianificazione rurale e forestale - Protezione Civile – Politiche Comunitarie e
Sviluppo Economico - Trasporto Pubblico Locale – SIT
Richiamati:
- il D. Lgs. 18/08/2000 n. 267 “Testo Unico delle Leggi sull’ Ordinamento degli Enti Locali” art.107;
- il D. Lgs. 165/2001 - art. 4 comma 2;
- il Decreto del Presidente n. 10 del 24/11/2014 con il quale sono stati riassegnati gli incarichi dirigenziali di
area funzionale e di direzione di Settore per le aree ed i settori così come stabiliti nella Macrostruttura;
Vista la seguente normativa:
- L.190 del 06/11/2012 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella
pubblica amministrazione”;
- “Codice di comportamento dei dipendenti della Provincia di Massa-Carrara ai sensi del D.P.R. n. 62 del
16/04/2013”, approvato con deliberazione n. 120 del 20/12/2013 del Commissario Straordinario nell’esercizio
dei poteri della Giunta Provinciale;
- “Regolamento provinciale sui controlli interni” approvato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 7 del
22/02/2013;
Dichiarato, ai sensi della suddetta normativa, di:
- non incorrere in alcuna delle cause di incompatibilità previste dalla normativa vigente con particolare
riferimento al Codice di comportamento ed alla normativa anticorruzione;
- non trovarsi in conflitto di interesse in relazione all'oggetto dell'atto con riferimento alla normativa vigente ed
in modo particolare con quella relativa alla prevenzione della corruzione;
Visti:
- l’art. n.14 del R.D. n. 1285 del 14 agosto 1920: “Regolamento per le derivazioni e utilizzazioni di acque
pubbliche;
- il R.D. n. 827 del 23.05.1924: “Regolamento per l’amministrazione del patrimonio e contabilità dello Stato”;
- l’art. n. 25 del R.D. n. 1775 del 11 dicembre 1933: “T.U. delle disposizioni di legge sulle acque e impianti
elettrici” e s. m. e i.;
- la L. n. 37 del 5 gennaio 1994: “Norme per la tutela ambientale delle aree demaniali dei fiumi, dei torrenti,
dei laghi e delle altre acque pubbliche”;
- il D.Lgs. n. 112 del 31 marzo 1998: “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle
Regioni ed agli Enti Locali, in attuazione del Capo I della Legge 15 marzo 1997, n. 59”;
- la L.R. n. 91 del 11 dicembre 1998: "Norme per la difesa del suolo" e successive modifiche ed integrazioni
intervenute con le LL.RR. 19 gennaio 1999 n. 1, e 16 gennaio 2001 n. 1;
- il D.P.C.M. 12 ottobre 2000 che disciplina il trasferimento alle Regioni o agli Enti Locali delle funzioni
conferite ai sensi del D.Lgs. 112/98 in materia di Demanio Idrico e s. m. e i.,
- D. Lgs. n. 152 del 3 aprile 2006: “Norme in materia ambientale” e s. m. e i.,
- il Regolamento del Demanio Idrico approvato con Deliberazione del Consiglio Provinciale n. 36 del
30.09.2005 e s. m. e i.;
Visti:
- l'istanza della Società Energia Srl con sede in loc. Forno Fusorio nel Comune di Azzone (BG), per ottenere
la concessione di derivazione dal Torrente T. Rosaro in località Pognana del Comune di Fivizzano per un
prelievo massimo di 1500 l/s e medio di 535 l/s, pervenuta alla Provincia di Massa-Carrara e da questa
registrata con prot. n. 23293 del 11/09/2014;
- la pubblicazione sul BURT n. 40 del 08/10/2014 dell'istanza;
- l'Ordinanza Dirigenziale n. 107 del 04/11/2014 con cui è stata indetta la Locale Visita di istruttoria ai sensi
dell'art. 8 del RD 1775/33, prevista per il giorno 12/12/2014, affissa all'Albo pretorio del Comune di Fivizzano
e della Provincia di Massa-Carrara per 15 giorni a decorrere dal 10/11/2014;
Preso atto della nota di prot. 14130 del 04/12/2014, pervenuta alla Provincia con protocollo n.31438 del
04/12/2014, con la quale il Comune di Fivizzano esprime parere favorevole alla realizzazione dell'impianto
idroelettrico dal T. Rosaro in loc. Pognana;
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi dell’art. 20 D.Lgs 82/2005 s.m.i. e norme collegate, il quale
sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa

Determina n° 1665 del 26/05/2015
Oggetto: R.D. 11.12.1933 n 1775_ DC1310/69-13 - Istanza di ENERGIA SRL del 11/09/2014 di protocollo n.
23293 per nuova concessione di derivazione ad uso idroelettrico dal T. Rosaro in loc.
Pognana nel comune di Fivizzano_ Inammissibilità dell'istanza
Visto il Verbale di Visita locale di istruttoria eseguita in data 12/12/2014 (che si allega), contenente le
Osservazioni avanzate da alcuni cittadini presenti e portatori di interesse, nonchè dall'Associazione
Nazionale per la tutela del patrimonio storico artistico e naturale ITALIA NOSTRA;
Vista la nota del 08/12/2014 del Rete dei Comitati “Salviamo la Lunigiana” assunta al protocollo della
Provincia con n. 31916 del 11/12/2014;
Preso atto:
- della nota del 12/11/2014 prot.n.MDE13801/18863/UPATEP-DEM.SMP/4.2.10/4.10, pervenuta alla
Provincia di Massa-Carrara e da questa registrata con prot. n.27902 del 30/10/2014 con cui l'Istituto
Geografico Militare – Ufficio Presidio, Affari Territoriali e Poligoni ha trasmesso il PARERE FAVOREVOLE;
- della nota del 28/04/2015 prot. n.347, pervenuta alla Provincia di Massa-Carrara e da questa registrata con
prot. n.10730 del 28/04/2015, con cui l'Autorità di Bacino Interregionale del F. Magra ha trasmesso il
PARERE NEGATIVO n. 850 con la seguente motivazione:”Nel caso in esame, l'effettivo apporto degli
affluenti che si immettono fra la restituzione di monte e la presa in progetto, oltre ad essere situato ad oltre
2200m dalla restituzione dell'impianto di monte, è posto a soli 110 m circa a monte dell'opera di presa in
progetto; inoltre tale apporto non è particolarmente rilevante. Pertanto l'incremento di portata dovuto agli
affluenti non è in grado di apportare un'apprezzabile mitigazione dell'impatto ecologico dovuto all'impianto di
monte, prima che il corso d'acqua subisca un nuovo impatto ecologico dovuto all'impianto in progetto” ;
Ritenuto pertanto che sia venuta a mancare una delle condizioni necessarie per il prosieguo dell'istruttoria
dell'istanza, in quanto il parere espresso dall'Autorità di Bacino Interregionale del F. Magra ai sensi dell'art. 7
comma 2 “in ordine alla compatibilità della utilizzazione con le previsioni del Piano di Tutela, ai fini del
controllo sull'equilibrio del bilancio idrico o idrologico” è negativo;

DETERMINA
Di dichiarare inammissibile l'istanza della ENERGIA srl con sede in loc. Forno Fusorio nel Comune di
Azzone (BG) per ottenere la nuova concessione di derivazione d’acqua ad uso idroelettrico dal T. Rosaro in
località Pognana del Comune di Fivizzano, in quanto il parere vincolante espresso dall'Autorità di Bacino
Interregionale del F. Magra ai sensi dell'art. 7 comma 2 è negativo;
Di procede all'archiviazione della pratica;
Di trasmettere copia del seguente atto al Comune di Fivizzano, all'Autorità di Bacino Interregionale del F.
Magra, al Istituto Geografico Militare – Ufficio Presidio, Affari Territoriali e Poligoni e alla società ;
Di dare atto che avverso il presente provvedimento può essere esperito ricorso per via giurisdizionale al
competente Tribunale Superiore delle Acque o per via straordinaria al Presidente della Repubblica ai sensi
di legge.
Il presente provvedimento, soggetto a pubblicità ai sensi della L. n. 241 del 07/08/1990 in quanto conclusivo
del procedimento amministrativo, è pubblicato presso l’Albo Provinciale.

Massa, 26/05/2015
Il Dirigente del Settore
[Dirigente Pianificazione rurale e forestale - Protezione
Civile – Politiche Comunitarie e Sviluppo Economico Trasporto Pubblico Locale – SIT] Barbieri Gianluca []

Documento informatico firmato digitalmente ai sensi dell’art. 20 D.Lgs 82/2005 s.m.i. e norme collegate, il quale
sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa


innammissibilita pognana dd 1665 26 05 15.pdf - pagina 1/3
innammissibilita pognana dd 1665 26 05 15.pdf - pagina 2/3
innammissibilita pognana dd 1665 26 05 15.pdf - pagina 3/3

Documenti correlati


Documento PDF innammissibilita pognana dd 1665 26 05 15
Documento PDF 2013 clax naz p3
Documento PDF albo beneficiari 2015
Documento PDF eni tutela gas tutti
Documento PDF 1768a8c4 9072 4a91 a14f 7251fba44d93
Documento PDF 1768a8c4 9072 4a91 a14f 7251fba44d93 1


Parole chiave correlate