File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Volantino su aggressione capotreno Trenord .pdf


Nome del file originale: Volantino su aggressione capotreno Trenord.pdf
Autore: PCCASA

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da Writer / LibreOffice 4.4, ed è stato inviato su file-pdf.it il 16/06/2015 alle 00:02, dall'indirizzo IP 2.37.x.x. La pagina di download del file è stata vista 618 volte.
Dimensione del file: 44 KB (1 pagina).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


NON SI PUO’ CONTINUARE A LAVORARE COSI’
L’Unione Sindacale di Base esprime innanzitutto la propria solidarietà ed un augurio
di pronta guarigione ai colleghi Carlo capotreno di Trenord ferito gravemente al braccio e al
collega Riccardo, colpito alla testa, e che, seppur fuori servizio, con il suo pronto intervento ha
evitato che la violenza avesse conseguenze ancora più drammatiche.
Sono anni che denunciamo una situazione intollerabile e insostenibile, con migliaia di
aggressioni denunciate, (e ancora di più non denunciate), senza che nessun serio
provvedimento di prevenzione sia stato messo in atto.
Eppure oggi è sotto gli occhi di tutti che l’equipaggio treno, composto da un macchinista solo
alla guida del treno ed un capotreno solo sul resto del convoglio, non è sufficiente a garantire la
sicurezza dei lavoratori stessi, né quella dei viaggiatori.
Ai fini della sicurezza, ma anche del decoro, la desertificazione del reticolo ferroviario
(disabilitazione/impresenziamento delle stazioni) è una cosa indegna di un paese civile; non è
così nel resto d’Europa.
Non si tratta di problemi legati ad aggressioni o violenze a bordo treno, ma di qualsiasi
inconveniente serio turbi la circolazione. Si pensi a cosa succederebbe, per esempio, in caso di
malore al macchinista solo o al capotreno solo.
In nessun settore del trasporto il rapporto viaggiatori trasportati/agenti addetti alla sicurezza è
così alto e insostenibile. Nei treni, spesso sovraffollati, tale rapporto è anche di 1 a mille.
Sappiamo che solo attraverso le azioni di lotta possiamo cambiare questa inaccettabile
situazione.
Continuiamo a scioperare e a rispettare scrupolosamente la normativa e l’orario di lavoro. Non
concediamo nulla a un datore di lavoro che ci manda consapevolmente tutti i giorni allo
sbaraglio e licenzia quei ferrovieri che si battono per la sicurezza.
Concentriamo la nostra attività sui treni esclusivamente alle questioni inerenti la circolazione e
la sicurezza. Sensibilizziamo su queste questioni i viaggiatori.
Chiediamo alle istituzione di fare il loro dovere di controllo sulle imprese di trasporto
costringendole a dotarsi di un numero di personale adeguato. In Francia e Germania i ferrovieri
sono 250 mila, in Italia 69 mila.
Laddove serve chiediamo vengano potenziati i controlli e la presenza della polizia ferroviaria.
Respingiamo infine il tentativo dei soliti avvoltoi che speculano su queste disgrazie per i loro
miserabili propositi razzisti, che servono solo a far scoppiare le guerre tra poveri, lasciando
indisturbati i padroni che li finanziano e si arricchiscono sulla nostra pelle.
L’USB promuoverà ed aderirà ad iniziative di lotta che siano utili affinché questo grave episodio
non cada nel dimenticatoio.

MARTEDÌ 16 GIUGNO DALLE 9.00 ALLE 17,00 SCIOPERO NAZIONALE DI
PERSONALE MOBILE E ASSISTENZA ALLA CLIENTELA
USB Lavoro Privato – Comparto Trasporti
Via dell'Aeroporto129 00175 Roma – Tel. 06. 59640004 Fax. 06.54070448
www.usb.it


Anteprima del documento Volantino su aggressione capotreno Trenord.pdf - pagina 1/1

Documenti correlati


Documento PDF volantino su aggressione capotreno trenord
Documento PDF regalo di compleanno1
Documento PDF depliant dossier breve cassa di solidarieta
Documento PDF 17 45803b2e e177 4372 85d7 ec52297d8823 word splendida provaci 1
Documento PDF flyer web
Documento PDF ingiustizia e fatta


Parole chiave correlate