File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



AGENZIAENTRATEPROVVEDIMENTO .pdf



Nome del file originale: AGENZIAENTRATEPROVVEDIMENTO.pdf
Autore: utente

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato generato da Microsoft® Word 2010, ed è stato inviato su file-pdf.it il 24/06/2015 alle 11:33, dall'indirizzo IP 87.30.x.x. La pagina di download del file è stata vista 600 volte.
Dimensione del file: 271 KB (3 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Prot. 78849/2015

Dichiarazione sostitutiva di una dichiarazione 730 inviata tramite le apposite
funzionalità disponibili nell’area autenticata del sito internet dell’Agenzia delle
entrate

IL DIRETTORE DELL’AGENZIA
In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del
presente provvedimento

Dispone
1

Qualora il contribuente riscontri che la dichiarazione 730, trasmessa con le
modalità di cui al punto 6.1 del provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle
entrate del 23 febbraio 2015, presenta dati errati o incompleti, il contribuente
stesso può inviare, con le medesime modalità, una nuova dichiarazione 730 che
annulla e sostituisce quella precedentemente trasmessa.

2

Per effettuare l’invio della dichiarazione 730 sostitutiva, il contribuente accede
all’apposita area autenticata del sito internet dell’Agenzia delle entrate, con le
modalità di cui al punto 4.1 del provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle
entrate del 23 febbraio 2015, riapre la dichiarazione già trasmessa, apporta le
modifiche necessarie e quindi procede all’invio della dichiarazione.

3

La dichiarazione 730 sostitutiva può essere inviata a partire dal 10 giugno 2015 ed
entro il 29 giugno 2015.
I contribuenti che hanno presentato la dichiarazione 730, con le modalità di cui al
punto 6.1 del provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 23
febbraio 2015, e dalla quale emerga un debito, in assenza di un sostituto d’imposta
tenuto all’effettuazione del conguaglio e che abbiano trasmesso, entro il 16 giugno
2015, il modello F24 per il pagamento delle somme dovute, possono inviare la
dichiarazione 730 sostitutiva entro il 21 giugno 2015.

4

La sostituzione della dichiarazione 730 precompilata è ammessa una sola volta ed
eventuali ulteriori correzioni sono effettuate con le modalità ordinarie, presentando
una dichiarazione 730 integrativa, di cui all’articolo 14 del decreto del Ministro
delle Finanze 31 maggio 1999, n. 164, ovvero un modello Unico correttivo nei

termini o integrativo, secondo quanto disposto dall’articolo 2, commi 8 e 8-bis, del
decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322.

Motivazioni
L’articolo 1 del decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175 ha introdotto, in
via sperimentale dal 2015, la dichiarazione 730 precompilata, che l’Agenzia delle
entrate rende disponibile telematicamente ai contribuenti titolari di redditi di lavoro
dipendente e assimilati indicati agli articoli 49 e 50, comma 1, lettere a), c), c-bis), d),
g), con esclusione delle indennità percepite dai membri del Parlamento europeo, i) e l)
del TUIR.
Con il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 23 febbraio
2015 sono state definite, tra l’altro, le modalità tecniche per consentire al contribuente
e agli altri soggetti autorizzati di accedere alla dichiarazione 730 precompilata ed è
stata disciplinata, inoltre, la presentazione della dichiarazione direttamente da parte del
contribuente.
Tenuto conto del carattere sperimentale della procedura, con il presente
provvedimento viene consentito ai contribuenti che hanno già inviato, attraverso
l’apposita

funzionalità

dell’applicazione

web

730

precompilato,

la

propria

dichiarazione 730 con dati errati o incompleti, di correggere la dichiarazione
direttamente, senza la necessità di rivolgersi al CAF o a un professionista abilitato per
la presentazione di un modello 730 integrativo, di cui all’articolo 14 del decreto del
Ministro delle Finanze 31 maggio 1999, n. 164, o di presentare un modello Unico
correttivo nei termini o integrativo secondo quanto previsto dall’articolo 2, commi 8 e
8-bis, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322.
La nuova dichiarazione 730, che può essere inviata a partire dal 10 giugno 2015
e fino al 29 giugno 2015, annulla e sostituisce integralmente quella precedentemente
trasmessa. Per i contribuenti che hanno presentato, attraverso l’apposita funzionalità
dell’applicazione web 730 precompilato, la dichiarazione 730 in assenza di un sostituto
d’imposta tenuto all’effettuazione del conguaglio, da cui emerga un esito a debito, e
che abbiano trasmesso, entro il 16 giugno 2015, il modello F24 per il pagamento delle

2

somme dovute, il termine per la presentazione della dichiarazione sostitutiva è fissato
al 21 giugno 2015.

Riferimenti normativi
Attribuzioni del Direttore dell’Agenzia delle entrate
Decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.
203, del 30 agosto (art. 57; art. 62; art. 66; art. 67, comma 1; art. 68 comma 1; art. 71,
comma 3, lettera a); art. 73, comma 4).
Statuto dell’Agenzia delle entrate, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 42, del
20 febbraio 2001 (art. 5, comma 1; art. 6, comma 1).
Regolamento di amministrazione dell’Agenzia delle entrate, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 36, del 13 febbraio 2001 (art. 2, comma 1).
Decreto del Ministro delle finanze 28

dicembre 2000,

pubblicato nella

Gazzetta Ufficiale n. 9, del 12 febbraio 2001.
Disciplina normativa di riferimento
Decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322.
Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175, recante disposizioni in materia di
semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata.
Decreto del Ministro delle Finanze 31 maggio 1999, n. 164.
Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 23 febbraio 2015,
relativo all’accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e
degli altri soggetti autorizzati.

Roma, 09 giugno 2015

IL DIRETTORE DELL’AGENZIA
Rossella Orlandi

3


AGENZIAENTRATEPROVVEDIMENTO.pdf - pagina 1/3
AGENZIAENTRATEPROVVEDIMENTO.pdf - pagina 2/3
AGENZIAENTRATEPROVVEDIMENTO.pdf - pagina 3/3

Documenti correlati


Documento PDF provvedimento del 20 10 2016 agenzia delle entrate
Documento PDF scheda adesione agenzia
Documento PDF circolare aprile 2015
Documento PDF circolare del 30052016 24 1
Documento PDF circolare maggio
Documento PDF circolare 26 febbraio 2016


Parole chiave correlate