File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



rapportoistruttorioCEABAGNONE (sottoposizione VIA) .pdf



Nome del file originale: rapportoistruttorioCEABAGNONE (sottoposizione VIA).pdf
Titolo: Microsoft Word - rapportoistruttorio-CEA-BAGNONE.doc
Autore: n.previdi

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da PDF24 Creator / GPL Ghostscript 9.07, ed è stato inviato su file-pdf.it il 01/07/2015 alle 13:52, dall'indirizzo IP 62.94.x.x. La pagina di download del file è stata vista 729 volte.
Dimensione del file: 154 KB (3 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Procedura di Verifica di assoggettabilità – L.R.10/2010
“Realizzazione di derivazione superficiale d’acqua pubblica per impianto micro-idroelettrico sul fiume
Bagnone, loc. Bagnone – Banone (MS)” – Comune di Bagnone
Proponente: C.E.A. srl
ALLEGATO A

Provincia di Massa - Carrara
Settore Ambiente – Energia – Difesa del Suolo

RAPPORTO ISTRUTTORIO
ESAME DELLA DOCUMENTAZIONE
Il procedimento di verifica di assoggettabilità è stato attivato da CEA srl ai sensi dell’art.48 della
L.R.10/2010, per la “Realizzazione di derivazione superficiale d’acqua pubblica per un impianto microidroelettrico sul fiume Bagnone in loc. Bagnone” – Comune di Bagnone.
L’impianto ricade nella definizione di cui alla lett. ar) Allegato B2 della L.R.10/2010.
L’opera di presa già esistente, anche se deteriorata, fa parte degli Antichi Mulini Malaspina oggi
non più in funzione, ed è situata in Loc. Bagnone, nel Comune di Bagnone (MS), in prossimità
dell’istituto Pacinotti, ad una quota di circa 262 m. s.l.m. (NCEU di Massa, mappale n° 62 del vigente
catasto)
L’impianto proposto ha lo scopo di produrre energia con generazione elettrica a fonte rinnovabile
(idroelettrica) per produrre circa 148 Mwh (148.000 Kwh) di energia media annua.
Il progetto prevede la realizzazione delle seguenti opere:

opere di presa o di captazione

ripristino briglia esistente

canale di ingresso per la derivazione dell’acqua con barre metalliche

sghiaiatore

Centrale idroelettrica dotata di turbine ad elica installate all’interno della
condotta idraulica
- non è prevista la rampa di risalita dell’ittiofauna;
- non sarà necessaria la cabina di MT

CRONOLOGIA DEL PROCEDIMENTO
Il Proponente con nota reg. prot. n. 994 del 16/01/2015 ha depositato Istanza di Verifica di
Assoggettabilità a VIA corredata dello Studio Preliminare di Verifica Ambientale, la Relazione Tecnica
Illustrativa, le tavole.
Il Proponente ha comunicato con nota reg. prot. n. 2153 l’avvenuta pubblicazione sul BURT n° 4
parte II in data 28/01/2015, data di avvio del procedimento ai sensi del c. 7 dell’art. 48 della LR 10/10.
Con nota del Servizio V.I.A. prot. n. 3315 del 10/02/2015 si comunica l’avvio del procedimento
alle amministrazioni interessate.
Con nota del Servizio V.I.A. prot. n. 6389 del 12/03/2015, si comunica l’indizione della
Conferenza dei Servizi del 27/03/2015, presso la Sala riunioni del Settore Ambiente a Massa.
Rilevato che nella documentazione presentata sono contenuti dati non coerenti o carenti in merito a:
- il calcolo del DMV risulta non coerente con i dati analizzati;
pag.1 di 3

Procedura di Verifica di assoggettabilità – L.R.10/2010
“Realizzazione di derivazione superficiale d’acqua pubblica per impianto micro-idroelettrico sul fiume
Bagnone, loc. Bagnone – Banone (MS)” – Comune di Bagnone
Proponente: C.E.A. srl
ALLEGATO A

- mancanza di studi su IBE e IFF
- mancanza della VIAc
- mancanza della valutazione di impatto acustico redatta ai sensi della DGRT n° 857/2013
- fasi di lavoro per lo svuotamento e/o pulizia d’alveo non esplicitate
- opere in cemento armato citate ma non riscontrabili nella fase esecutiva
- fasi di cantiere non dettagliate
- modalità di accesso al sito non definita
- misure di mitigazione impatto turbine non definito
- immagini post operam inverosimili
- eventuali eventi di piena non considerati
- spostamento di materiale in alveo non quantificato né dettagliato nelle modalità
- relazioni tecniche troppo sintetiche e superficiali
- dati della stazione idrometrica e della centrale difformi da quelli riportati nelle relazioni
- informazioni sulle turbine, come tipo-numero-marca-modello, assenti
- assenza della modalità di rilascio del DMV e del DMV modulato
- mancanza la valutazione in merito alle possibili interferenze con le matrici ambientali
- manca la valutazione degli impatti sugli abitati limitrofi
- il progetto non prevede opere di compensazione adeguate come previsto dal Regolamento
Urbanistico Comunale secondo cui l’area ricade in zona EB, sottozona EB1
- manca un’analisi dei costi benefici
- manca l’opzione 0
Per quanto riguarda le lavorazioni è necessario che vengano descritte le modalità di accesso al sito.
CONTRIBUTI ISTRUTTORI
Contributi istruttori delle Amministrazioni interessate al procedimento, ai sensi dell’art. 46 della
L.R.10/2010








Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per le Province di Lucca e Massa-Carrara, delegato per
competenza prevalente dalla Direzione Regionale per i Beni culturali e Paesaggistici della Toscana,
con nota reg. prot. n° 5232 del 03/03/2015 con cui, esaminata la documentazione presentata, rilascia
parere procedurale di non assoggettabilità a VIA.
ARPAT – Dipartimento di Massa e Carrara con nota reg. prot. n. 7491 del 24/03/2015 , con cui
esaminata la documentazione presentata , espone nel dettaglio la non idoneità della documentazione
presentata per cui ritengono che il progetto debba essere sottoposto a Via. In sintesi osservano che le
relazioni tecniche sono sintetiche e superficiali, i dati citati in merito al torrente Bagnone non sono
realistici, assenza di dati sulle turbine, mancanza della scala di risalita dell’ittiofauna, assenza delle
modalità di rilascio del DMV e del DMV modulato, mancanza della VIAc, descrizione sommarie
delle fasi di cantiere.
Settore 6. Ufficio Derivazioni Acque Pubbliche con nota del 24/02/2015 comunica che la
valutazione del DMV è stata condotta nel rispetto delle Norme di Attuazione del Piano Stralcio e
restituisce un valore di 300 l/s a cui va aggiunto il 10% della modulazione; viene sostenuta
l’inefficacia della realizzazione della scala di risalita dei pesci per il salto di circa 7 metri , viene
prescritto un periodo di fermo di impianto di almeno 90 giorni nel periodo estivo e il ripopolamento
ittico , ai sensi della LR 7/2005, ricordando quindi il rispetto del disposto di cui al R.D. 1775/1993
Autorità di Bacino del Fiume Magra ha inviato contributo scritto con nota PEC reg.prot.n. 7639 del
25/03/2015 con cui, esaminata la documentazione presentata, comunica di non ritenere di sottoporre a
V.I.A. l’intervento, per quanto di propria competenza, per cui si era già espressa in data 02/07/2012
con atto n. 757 concedendo parere favorevole con prescrizioni, sulla pratica DC1198.

OSSERVAZIONI
− Comitati per Bagnone: “Amici di Bagnone”, Sezione ApuoLunense di Italia Nostra, “Salviamo
la Lunigiana”, “Osca”, “No alle centrali idroelettriche” con nota reg. prot. n. 6959 del 18/03/2015
i firmatari hanno inviato richiesta di assoggettamento al procedimento di Valutazione di Impatto
Ambientale – VIA – in cui sollevano: la forte valenza storica e di identità locale del manufatto, la
pag.2 di 3

Procedura di Verifica di assoggettabilità – L.R.10/2010
“Realizzazione di derivazione superficiale d’acqua pubblica per impianto micro-idroelettrico sul fiume
Bagnone, loc. Bagnone – Banone (MS)” – Comune di Bagnone
Proponente: C.E.A. srl
ALLEGATO A

necessità di studi approfonditi sulla biodiversità del sito, il dettaglio delle attività e delle opere,
l’impatto acustico sull’abitato, l’impatto sulla valenza turistica del luogo, la presenza di altre centrali
sul torrente Bagnone.

CONCLUSIONI
Tenuto conto degli esiti della Conferenza dei Servizi del 27/03/2015, il cui verbale è presente agli atti
d’ufficio, è stato deciso di sottoporre il progetto a V.I.A..
È di fatto emersa la necessità di uno studio d’impatto ambientale più approfondito visto che:
− Il Comune di Bagnone evidenzia la necessità di formulare il progetto in maniera più precisa e
puntuale nonché di condividere il percorso in modo assolutamente partecipato con la popolazione;
− sono risultati non correttamente valutati gli impatti indotti dal progetto sull’ambiente e sull’uomo;
− l’intervento ricade in zona EB, sottozona EB1,
− è emersa la necessità di analizzare le possibili alternative progettuali;
− è necessaria la coerenza tra i documenti presentati;
− risulta assente la relazione costi e benefici;
− serve approfondire la biodiversità presente in loco, quindi prevedere l’indice IBE e IFF;
− risulta assente la Valutazione di Impatto Acustico;
− serve definire meglio il DMV, il DMV modulato;
− manca la VIAc, la descrizione delle fasi di cantiere, la tipologia delle turbine.

Massa, 12/05/2015
L’istruttore tecnico
Dr.ssa Nella Previdi

V.to

La Dirigente
Settore Ambiente – Energia – Difesa del Suolo

Ing. Alessandra Malagoli

pag.3 di 3


rapportoistruttorioCEABAGNONE (sottoposizione VIA).pdf - pagina 1/3
rapportoistruttorioCEABAGNONE (sottoposizione VIA).pdf - pagina 2/3
rapportoistruttorioCEABAGNONE (sottoposizione VIA).pdf - pagina 3/3

Documenti correlati


Documento PDF hidrargiria prov mod
Documento PDF le molecole di segnalazione redox e il processo di guarigione
Documento PDF bibliograf a b sica sobre
Documento PDF comercio 335
Documento PDF mozione in merito alla grave situazione del venezuela emendata
Documento PDF english classes on the telephone charlie your teacher of english


Parole chiave correlate